Sei sulla pagina 1di 5

IN PREGHIERA CON ALBERTO MARVELLI Rimini, S.

Agostino - 25 gennaio 2013 ** PER LUNIT DEI CRISTIANI **

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo Amen! Nell'anno in cui la Chiesa ci invita a riscoprire la nostra fede, ci avviciniamo in preghiera alla vita e alle parole di Alberto, per essere aiutati a divenire testimoni credibili e gioiosi del Cristo risorto, capaci di indicare ai fratelli in ricerca la porta della fede (Benedetto XVI).

1 Il dono della fede deve essere professato Dalla Seconda Lettera di San Paolo a Timoteo (1,6-12) Poich Iddio ci ha dato non uno spirito di vilt, ma di forza, di amore, di saggezza. Non ti vergognare, dunque, di rendere testimonianza a nostro Signore, n di me incatenato per lui, ma soffri anche tu per il Vangelo, sorretto dalla virt di Dio; il quale ci ha salvati e ci ha chiamati con una santa chiamata, non gi per le nostre opere, ma secondo il proprio disegno e per la grazia concessa a noi in Cristo Ges prima che cominciasse il tempo dei secoli; grazia manifestata ora per lapparizione del salvatore nostro Cristo Ges, il quale annull la morte e alla vita diede la luce e limmortalit mediante il Vangelo, per il quale io sono stato designato araldo e apostolo e maestro dei gentili. questa la causa per cui io soffro queste cose, ma non me ne vergogno, perch so in chi ho riposto fede e sono convinto che egli ha il potere di conservare il mio deposito fino a quel giorno.

La testimonianza di vita di Alberto Marvelli In un ambiente ostile e indifferente, anche il distintivo di Azione cattolica diventa una testimonianza di fede e di coraggio. Alberto lo port sempre, senza ostentazione ma con limpida coerenza. Alluniversit racconta un compagno di studi lo distinguevi tra i cento iscritti al biennio di ingegneria per il suo distintivo. Pasquale Montevecchi, amico di Alberto, racconta questo episodio: Quotidianamente mi recavo a Forlimpopoli, ove frequentavo la prima magistrale superiore. Una mattina il
1

professore di educazione fisica, fervente fascista, come ebbe a notare il mio distintivo mi disse. Anche tu porti la rotella? E mi allung uno schiaffo, intimandomi di toglierlo. Ritornato a casa raccontai la cosa ai miei genitori, i quali, per quieto vivere, mi suggerirono di non portarlo a scuola. E cos feci. La domenica successiva, incontrando Alberto gli raccontai ci che mi era accaduto. Egli mi rimprover: Tu sai bene cosa affrontarono i veri cristiani ai tempi di Diocleziano. Ebbene, quelli hanno saputo giungere anche al martirio per essere fino in fondo fedeli seguaci di Cristo e tu vorresti aver paura perch un fanatico ti ha dato uno schiaffo?. Quel breve ma chiarissimo colloquio mi convinse e mi diede coraggio (da Fausto Lanfranchi, Alberto Marvelli. Ingegnere manovale della carit).

Preghiera Signore, tu che hai dato questa forza a uomini e donne fragili come noi, riempi i nostri cuori con la forza del tuo Spirito. Fa che non ci tiriamo indietro davanti alla tua chiamata che ci sorprende Fa che non rifiutiamo nessun incontro, per quanto rischioso o difficile. Rendici degni dei nostri fratelli e delle nostre sorelle che hanno dato la vita per te. (Card. Carlo Maria Martini)

Intercessioni - Dio di speranza, il cui spirito d luce e forza al tuo popolo, rendi noi, che siamo Chiesa, capaci di testimoniare il tuo nome fra tutti i popoli, di lottare per la tua giustizia di fronte a ogni potere, di perseverare con fede nell'adempimento dei compiti che ci hai assegnato. Noi ti preghiamo: per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore - Ti ringraziamo, Signore, della fiducia che hai riposto in noi, per averci affidato il tuo messaggio da diffondere. Non lasciare che ci lasciamo paralizzare dalla paura di non riuscire, dalla paura di essere troppo deboli, vecchi o poveri. Fa che, seguendo l'insegnamento dell'apostolo Paolo e l'esempio di Alberto, diventiamo capaci di testimoniare con franchezza e coraggio che Tu sei vivo in mezzo a noi come fonte di fraternit, di giustizia e di pace. Noi ti preghiamo: per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore

2 Il dono della fede ci rende membra di un unico corpo Dalla Prima Lettera di San Paolo ai Corinzi (12, passim.) Poich come il corpo uno e ha molte membra e pur essendo molte tutte le membra, il corpo uno, cos anche Cristo. Poich noi tutti, sia gentili che Giudei, sia schiavi che liberi, in un unico spirito siamo stati battezzati, s da formare un corpo solo e tutti siamo stati imbevuti di unico spirito. Iddio compose lorganismo col dar maggior onore alle parti che ne mancavano, affinch non vi fosse divisione nel corpo, ma le membra avessero riguardo le une alle altre allo stesso modo. E se soffre un membro, tutti con
2

esso soffrono e se ha gloria un membro tutte le membra con lui godono. Or bene voi siete corpo di Cristo e partitamente siete membra di esso.

Dagli Scritti di Alberto Marvelli Cristo passato sulla terra beneficando: bisogna vedere nelle opere della Chiesa il Cristo che continua a passare beneficando. Nelle opere di assistenza, nelle opere morali, nelle opere religiose, tutti devono riconoscere Ges che passato e passa facendo del bene. Ges potrebbe fare da s, ma chiede la collaborazione di tutti noi. Poniamoci al servizio di Cristo e del sofferente, ove Cristo si nasconde. (Alberto Marvelli, Appunti spirituali)

Preghiera Donaci, Signore, di cogliere nelle diversit il mistero di quella ricchezza multiforme e complementare che lo Spirito opera nella tua chiesa, perch si attui la resurrezione di ogni vivente, di ogni uomo e di ogni donna del mondo, alla pienezza di una vita di fede e di carit (card. Carlo Maria Martini)

Intercessioni - Signore, ti preghiamo per la Chiesa universale e per la nostra Chiesa che in Rimini. Rendila sempre pi comunione di salvezza, affinch tutti coloro che scelgono di vivere in conformit al Vangelo trovino in essa un appoggio alla loro fede e un aiuto a costruire nel mondo il Regno di Dio. Noi ti preghiamo: Per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore. - Signore, aiutaci a credere al nostro posto nella Chiesa e nel mondo. Aiutaci a scoprire e a seguire con generosit e libert di spirito, secondo l'esempio di Alberto, il disegno che hai su di noi e che gi portiamo scritto nella nostra persona, convinti che dalla sua realizzazione dipende la felicit nostra e quella di tanti fratelli. Noi ti preghiamo: Per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore.

Riflessione e preghiera personale


3

3 - Il dono della fede ci spinge a pregare perch tutti siano uno Dal Vangelo secondo Giovanni (17, passim) Padre, ho manifestato il tuo nome agli uomini che mi hai dato nel mondo. Erano tuoi e tu me li hai dati ed essi hanno conservato la mia parola. Io prego per loro, non prego per il mondo, ma per coloro che mi hai dato, perch sono tuoi. Conserva nel tuo nome coloro che mi hai dato, affinch siano uno come siamo noi. Non domando che tu li tolga dal mondo, ma che li preservi dal male. Santificali nella verit. La tua parola la verit. E prego non soltanto per loro, ma per quelli che mediante la loro parola crederanno in me, affinch siano tutti uno. Come tu, Padre, sei in me ed io sono in te anchessi siano uno in noi, affinch il mondo creda che tu mi hai mandato. Io ho dato loro la gloria che tu hai dato a me, affinch siano uno come noi siamo uno. Io in loro e tu in me, affinch siano perfetti nellunit e il mondo riconosca che tu mi hai mandato e che li hai amati, come hai amato me. Io ho fatto loro conoscere il tuo nome e lo far conoscere, affinch lamore con cui mi hai amato sia in essi ed io in loro.

La testimonianza di vita di Alberto Marvelli Nel maggio del 1938, in compagnia degli amici Salani Alberto partecipa a Firenze alla 5 settimana Pro Oriente cristiano. Scrive nella sua agenda: Ho compreso sempre meglio la universalit della Chiesa cattolica con lassistere alla 5settimana pro Oriente cristiano. Quella vista di uomini di diverse razze e diverso colore, animati da una stessa fede, credenti in un medesimo Dio, con liturgie cos diverse, avvince e commuove. E si prega Dio con pi fervore onde conceda che anche i 180 milioni di cristiani vengano a far parte della Chiesa cattolica, materna e universale. Poche righe prima esprime la propria noia per le chiacchiere inutili e annota: Molto meglio tacere e pregare. Pregare, pregare e pregare era stato infatti lappello rivolto da Pio XI ai partecipanti alla settima Pro Oriente cristiano, anche in vista della imminente visita di Hitler in Italia, il quale, per loccasione fece ornare i palazzi pubblici di Roma con la svastica nazista (da Elisabetta Casadei, La mia vita non sia che un atto damore ).

Preghiera Maestro e Signore onnipotente, dall'alto cielo, guarda alla tua Chiesa, al tuo popolo, al tuo gregge e salva tutti noi che siamo servi inutili, appartenenti al tuo ovile. Accorda a noi tutti la tua pace, il tuo amore, la tua assistenza ed elargisci i doni del tuo santo Spirito
4

in modo che con cuore puro e coscienza retta, noi possiamo salutarci gli uni gli altri senza ipocrisia o intenzione malevola, in un solo spirito e in una sola fede, perch siamo stati tutti chiamati ad una sola speranza. Cos potremo insieme gioire del tuo amore, che senza confini, in Ges Cristo nostro Signore con cui Tu sei lodato, in unit del tuo Spirito santo, buono e vivificante, ora e sempre nei secoli dei secoli. (Preghiera della Liturgia greca di S. Marco) Intercessioni - Signore, senza di te non possiamo nulla, per questo ti supplichiamo: Maranath, vieni Signore e accordaci di poter celebrare e glorificare d'una sola voce e con un solo cuore la maest del tuo santo nome. Noi ti preghiamo: Per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore - Signore, ti preghiamo per l'unit della tua Chiesa. Perdona quanto le nostre separazioni debbono al nostro orgoglio e alla nostra incomprensione. Liberaci dalle nostre meschinit, dai nostri pregiudizi e insegnaci a riconoscere i doni della tua grazia in tutti coloro che si dichiarano tuoi. Noi ti preghiamo: Per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore - Signore, non permettere che ci abituiamo alle nostre divisioni. Preservaci dal ritenere come normale ci che uno scandalo per il mondo e un'offesa al tuo amore. Mantieni viva in noi la coscienza del peccato, che divide ci che tu hai unito. Noi ti preghiamo: Per lintercessione di Alberto, ascoltaci Signore

Preghiera ad Alberto Marvelli O Dio, Padre onnipotente, ricco di misericordia, Ti ringraziamo per averci donato Alberto, un segno del tuo amore per noi. Noi contempliamo le meraviglie che hai operato in lui: la solida vita di preghiera, il generoso impegno sociale e politico, lamore ardente verso i poveri. La fede, la speranza, la carit che ha eroicamente praticato in ogni ambito della sua vita Ti chiediamo, Padre, per lintercessione di Alberto, concedici di imitarne le virt e diventare come lui testimoni del tuo amore nel mondo. Donaci ogni grazia spirituale e materiale perch possiamo, come lui, amare e servire la tua Chiesa e operare per la pace e la salvezza del creato.
5