Sei sulla pagina 1di 1

L'arco. L'arco la vita : tutta l'energia che hai. Un giorno scoccherai la freccia. Il bersaglio lontano.

no. Ma la tua vita e` sempre tua, devi imparare a prendertene cura. Avrai bisogno di periodi di inattivita`, un arco sempre armato , in uno stato di tensione, perde la sua potenza. Accetta quindi il fatto di recuperare le forze. Cos, quando tirerai la corda, la tua forza sar intatta. L'arco non ha coscienza: si tratta di un prolungamento della mano e il tuo desiderio di arciere. Serve per uccidere o per meditare. Pertanto le intenzioni devono sempre essere sempre chiare. Un arco flessibile, ma ha anche un limite. Uno sforzo oltre la sua possibilita` lo puo` rompere o tenendolo sempre in tensione si puo` stancare la mano. Allo stesso modo, non forzare il corpo piu` del possibile. Ricorda che un giorno arriver la vecchiaia, una benedizione, non una maledizione. Per tenere l'arco teso con grazia, e` necessario essere tutt`uno con l`arco e non disperdere energie. Cos si pu scagliare molte frecce senza stancarti.

La freccia. La freccia la tua intenzione. ci che unisce la forza dell'arco con il centro del bersaglio. L'intento dell'essere umano deve essere chiaro, cristallino, diritto e ben equilibrato. Una volta scoccata, la freccia non torner indietro. Quindi, se i movimenti non sono stati accurati e corretti, meglio interrompere l`azione per non agire avventatamente solo perch l'arco teso ed il bersaglio bianco e` li` che aspetta. Non dimenticare mai di esprimere la tua intenzione, se l'unica cosa che tiene blocca la paura dell'errore. Se hai fatto le mosse giuste, preso le misure necessarie e sfidato te stesso, apri la tua mano e rilascia la corda. Anche se non hai colpito il bersaglio, affinerai la mira la prossima volta. Se non si rischia, non si sa mai quali cambiamenti sono necessari. Il bianco. Il bianco l'obiettivo da raggiungere. Io ho scelto te. Qui sta la bellezza della vita: non puoi mai trovare scuse dicendo che il nemico era pi forte, sei tu che hai scelto il bianco e la responsabilit tua. Se vedi un nemico come un bersaglio, puoi far partire il colpo, ma non avrai aggiunto qualcosa a te stesso. Se spendi la vita solo cercando di mettere una freccia al centro di un pezzo di carta o di legno, qualcosa di completamente inutile. E quando sarai con altre persone ti lamenterai di non aver mai fatto niente di interessante. Quindi devi scegliere il bersaglio, fare il meglio per colpirlo, per tuo rispetto e dignit, devi sapere cosa significa, quanto impegno, quanta forza ed intuizione sono necessari. Se miri al bersaglio, non concentrarti solo su di esso, guarda tutto quello che succede intorno a te, perch ti renderai conto dei fattori che non hai valutato, come il vento, il peso, la distanza. Un obiettivo esiste solo nella misura in cui un uomo pu sognare di raggiungerlo. Ci giustifica la tua esistenza, il tuo desiderio senza il quale tutto sarebbe una cosa morta, un sogno lontano, una fantasia. Cos, proprio come l`intenzione cerca di raggiungere il suo obiettivo, l'obiettivo cerca di raggiungere l'intenzione dell'uomo, lui che d senso alla nostra esistenza, non pi solo un'idea, ma il centro del mondo di un arciere.

Paulo Coelho