Sei sulla pagina 1di 8

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

1/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

PREMESSA - QUANDO UN INTERVENTO SI CLASSIFICA IN QUESTA CATEGORIA

Richiesta di intervento per bonifica o rimozione nidi di imenotteri aculeati ed insetti vari. DISPOSIZIONI DI RIFERIMENTO - Ordini di Servizio o altre disposizioni interne - Lettera Circolare Ministero dellInterno del 03.06.2000

GESTIONE DELLA SALA OPERATIVA Domande da porre: Indirizzo completo, localit Tel. Ecc. Tipo di insetti (calabroni,vespe ecc.) Dove ubicato il nido Ci sono feriti o vittime? Larea accessibile ai soccorritori? La viabilit accessibile ai mezzi VV. F.

Enti/persone da allertare

A. S. L. competente di zona , servizio veterinario(se necessario). 112, 113, CC, VV. UU., in condizioni di accertato pericolo. 118 se necessario. Apicoltori di zona per recupero volontario di sciami di api. Se ci sono vittime informare U T G. , ISP. REG. CAMPANIA, C.O M I. Roma

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

2/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

MEZZI IDONEI PER LINTERVENTO ED ATTREZZATURE

Mezzi V.F.

Mezzo polivalente Ca. attrezzata

AS

Altri

Altre VV.F.

risorse Da selezionare in base allo scenario

Attrezzature: BOX ATTREZZATURE PER BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI ED INSETTI VARI CONTENENTE: 1. (D. P.I.) Tuta in cuoio completa con copricapo 2. Tuta in TNT. 3. Guanti in lattice. 4. Guanti di cuoio a manico lungo 5. Mascherina monouso. 6. Occhialini o visiera in plastica monouso. 7. Contenitore Sintrina o altro prodotto per disinfestazione. 8. Erogatore Sintrina o altro prodotto per disinfestazione. 9. Pompa e raccordi varia lunghezza per erogazione. 10. contenitore acqua, detergente, salviette ecc. 11. sacchi di plastica diverse grandezze. 12. bomboletta portatile insetticida 13. cassetta pronto soccorso (dlgs 388/03 + kit emergenza adrenalina o,33mg + BENTELAN + ghiaccio spray o ammoniaca o soda)

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

3/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

PROCEDURA GENERALE DI INTERVENTO

PIANIFICAZIONE Lintervento deve essere svolto solo nei seguenti casi e situazioni, cos come ben motivato dalle circolari in merito del Ministero dellInterno, a titolo gratuito: - Impossibilit di isolare i locali allinterno dei quali insistono sciami di insetti - Impossibilit di allontanamento, sia pur temporaneo, delle persone vulnerabili - Situazioni di crisi per gruppi sociali - Dimensioni straordinarie degli sciami o dei favi - Rischio o difficolt di accesso ai siti - Richieste da parte dei Servizi localmente preposti alla disinfestazione (ASL), nei casi in cui siano necessari strumenti e mezzi in dotazione al CNVVF. Durante il percorso predisporre incarichi al personale sulla base delle notizie ricevute. FASI DELLINTERVENTO

Arrivo sul posto: Verificare che non sussista alcun pericolo per le persone, valutare il tipo di pericolo a seconda del tipo di insetti presenti e dello stato dei luoghi. Precauzioni generali: se non si ancora indossato alcun DPI e una vespa o un ape si posa sulle persone/soccorritori cercare di mantenere la calma ed evitare movimenti troppo bruschi. Linsetto non ha nessuna intenzione di pungere. Movimenti bruschi possono causare reazioni di attacco da parte degli insetti, specialmente in vicinanza dei nidi. In caso di puntura cercare di allontanarsi il pi velocemente possibile, ma con la massima calma, dal luogo della puntura. Molti insetti assomigliano ad un ape o ad una vespa, ma non sono affatto velenosi, cercare quindi di mantenere la calma nel caso uno di questi insetti entrasse in casa o siano presenti nella casa. Se un insetto riconoscibile come un ape, vespa e simile entra in un veicolo in moto, mantenere la calma, accostare il veicolo ai margini della strada dopo le opportune segnalazioni, cercare di far uscire linsetto dai finestrini. Nel caso che linsetto cerca invano di uscire dal parabrezza anteriore o dal vetro posteriore, cercare di coprirli dallesterno con un panno. Gli insetti cercano di fuggire sempre in direzione della luce. Eventualmente una bomboletta di insetticida pu essere tenuta in macchina per tali evenienze. I soccorritori potenziali soggetti allergici non devono affrontare lintervento e devono informare il Comando del patologia.

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

4/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

TECNICHE DI INTERVENTO

SVOLGIMENTO DELLINTERVENTO Prima dellintervento allarrivo sul posto


-

Completare lassunzione di informazioni. Soccorrere eventuali vittime. Verificare se presente il proprietario della struttura. Richiedere la presenza del medico A. S. L. o generico se necessario. Se presenti, cooperare con gli enti preposti: ASL; Allontanare tutti i presenti dal luogo dellintervento escluso gli operatori con idonei D. P. I. Conformare lutilizzo di DPI ai possibili scenari (tute complete per imenotteri) Conformare lutilizzo di DPI specifici per ridurre il rischi di trasmissione di malattie ed evitare traumi da punture, morsi ecc. Indossare i D .P .I. a debita distanza in area sicura. Evitare che gli insetti possano nuocere alle persone. In presenza di imenotteri (calabroni) evitare che gli insetti possano agitarsi, avvicinarsi con cautela e procedere alla irrorazione con liquido disinfestante.

Durante la fase di avvicinamento:


- Evitare lutilizzo di mezzi visivi ed acustici che possono irritare gli insetti - Procedere alloperazione esclusivamente con personale specificamente formato e addestrato allo scopo. - Dopo le operazioni preliminari iniziare la disinfestazione vera e propria. - vaporizzare una parte del prodotto intorno al nido per rendere l'area destabilizzante. - Praticare alcune perforazioni del nido con un elemento appuntito e lungo e subito procedere con iniezioni del prodotto in profondit. - Attendere alcuni minuti per lasciare che l'azione chimica abbia effetto. - Rimuovere il nido sigillandolo in appositi sacchi in plastica. - Effettuare un'ulteriore bonifica della zona dove risiede il nido, per impedire che gli insetti non presenti nel nido al momento dell'intervento ne costruiscano uno nuovo nella stessa area.

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

5/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

Utilizzare per il recupero o disinfestazione, lattrezzatura pi idonea contenuta nel BOX emergenza imenotteri.

SICUREZZA

SICUREZZA GENERALE

- Mantenere libera larea di lavoro da personale estraneo, ricorrendo al nostro personale o, se necessario delegare questo incarico al servizio di ordine pubblico; - Evitare rumori che possano agitare gli insetti. - Isolare larea e il nido con mezzi idonei. - Impedire lavvicinamento ai non addetti al soccorso

SICUREZZA DEGLI OPERATORI


Isolare il perimetro di lavoro Impedire laccesso ai soccorritori non protetti Impedire laccesso alle persone estranee Obbligatorio luso di imbragature in caso di presenza di dislivello e tute complete per imenotteri. Utilizzare gli appropriati indumenti protettivi, autorespiratori, occhialini in plastica, o visiera.

AL TERMINE DELLINTERVENTO - Raccolta e prima verifica del materiale utilizzato; - Preliminare pulizia delle attrezzature utilizzate; - Caricamento sugli automezzi delle attrezzature utilizzate;

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

6/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

- Compilare nota delle eventuali attrezzature da lasciare in loco; - Lavaggio delle mani. - Consigliare il controllo e lordinaria prevenzione nei luoghi di pi probabile nidificazione degli animali. COMUNICAZIONI, ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI E DI P.G. - In funzione delle problematiche evidenziatesi a seguito dellintervento. - In caso di vittime informare la Procura della Repubblica, tale operazione pu essere effettuata di intesa con gli altri enti di P.G. intervenuti sul posto che curano integralmente la gestione degli atti di P.G. RIENTRO IN SEDE, MANUTENZIONE MEZZI, ATTREZZATURE - Rifornimento degli automezzi e del prodotto disinfestante (Sintrina) - Ripristino e pulizia delle attrezzature utilizzate e degli automezzi - Consegna al Capo Turno della nota del materiale eventualmente lasciato in loco - Pulizia accurata delle attrezzature e dei DPI utilizzati, accurata disinfestazione con prodotto adeguato. IGIENE E SALUTE DEL PERSONALE OPERATIVO - I soggetti allergici non devono effettuare interventi con presenza di imenotteri - I soggetti con storia di reazioni sistemiche dovrebbero indossare targhette o braccialetti di informazione identificativa; - In caso di puntura cercare di allontanarsi il pi velocemente possibile e con cautela dal luogo dellevento; - In caso di puntura di ape se il pungiglione rimasto conficcato nella cute rimuoverlo immediatamente con delicatezza con le unghie o con lama o con pinzette, evitando di schiacciare il sacco velenifero tra le dita onde evitare di iniettare il veleno nella cute, porre applicazioni locali di ghiaccio o ammoniaca accompagnata dallassunzione di BENTELAN (presenti nel box pronto soccorso in vettura VF), tenere sotto controllo per 1-2 ore per una eventuale reazione anafilattica. - Controllare immediatamente lorario, pu essere utile per valutare il tempo di comparsa di una eventuale sintomatologia;

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

7/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

- Per i soggetti che presentano sintomi sistemici effettuare un trasporto pi rapido possibile verso la struttura ospedaliera pi vicino; - Ai primi dei seguenti sintomi allertare il 118 (somministrare una dose di adrenalina autoiniettante di 0,33 mg presente nel box pronti soccorso) : o senso di costrizione alla base della lingua con difficolt a deglutire, cambio del tono della voce o difficolt a respirare, o disturbi della vista, vertigini, calo della pressione; o Tosse, difficolt a respirare, fischio o Forti dolori addominali, vomito o diarrea; - Nel caso che al soccorritore VF venga richiesto di assistere un soggetto nellassunzione delladrenalina, da somministrare per via intramuscolare nella coscia, il soccorritore stesso dovr basare le sue azioni sulle istruzioni impartite direttamente dalla centrale operativa 118; - Considerato luso di disinfestante chimico, il personale intervenuto in caso di contatto diretto con il prodotto, deve sottoporsi ad accurato lavaggio, utilizzando prodotti detergenti, antisettici e igienizzanti presenti nel box. - Dove e quando possibile utilizzare indumenti monouso; - Gli indumenti protettivi individuali vanno adeguatamente lavati e disinfettati con prodotti adeguati; - In caso di ingestione accidentale di prodotto puro disinfestante chiamare il centro antiveleni (Napoli: - Ospedale Cardarelli - TEL.081/5453333081/7472870; Istituto Farmacologia e Tossicologia - Tel.081/459802) - Precauzioni duso del prodotto disinfestante: o Contatto con la pelle: togliersi gli indumenti contaminati a contatto con la pelle, e lavarsi con abbondante acqua e sapone o Contatto con gli occhi: lavare abbondantemente con acqua e consultare il medico o Accidentale inalazione dei vapori: portare il malcapitato allaria aperta e in caso di necessit consultare il medico; o Dopo lingestione: non provocare il vomito, non somministrare grassi (latte, olio), somministrare carbone vegetale attivato e attendere il medico. o In caso di incendio della sostanza utilizzare acqua nebulizzata, estintore a CO2 o polvere; o In caso di fioriuscita accidentale del prodotto procedere ad assorbire con sabbia, farina fossile o polvere inerte. Raccogliere il materiale e smaltire secondo le procedure dei rifiuti tossici e nocivi.

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

BONIFICA IMENOTTERI ACULEATI E INSETTI VARI


BENEVENTO

N.06/ 09 Pagina

8/8
Data 11-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

REVISIONE CRITICA DELLINTERVENTO E ADDESTRAMENTO Punti chiave per la revisione critica - Preparazione dellintervento - Fase di risposta allemergenza (chiamata, invio dei mezzi, tragitto e arrivo in posto) - Valutazione e analisi dellintervento - Controllo e stabilizzazione dei pericoli riscontrati - Correttezza dei provvedimenti - Efficienza dei mezzi e delle attrezzature - Idoneit dei dispositivi di protezione individuale - Eventuali operazioni di supporto - Conclusione dellintervento. NOTA SULLADDESTRAMENTO La preparazione necessaria per interventi di questo genere comprende: - Conoscenza dei mezzi e metodi di avvicinamento, isolamento e contenimento degli insetti pericolosi pi comuni sul territorio. - Conoscenza delle armi di difesa degli insetti e loro abitato naturale. - Conoscenza dellutilizzo delle sostanze disinfestanti

Alcune caratteristiche principali:


Gli imenotteri aculeati(vespe e calabroni) sono animali sociali ed annuali, vivono in comunit e solo una stagione. La formazione dei favi avviene con linizio della nidificazione in tarda primavera con massimo sviluppo in piena estate, la costruzione del nido avviene con materiale di cellulosa. Per ridurre la probabilit che si possano formare nidi in situazioni comportanti pericolo per persone ed animali, la prima azione da adottare quella preventiva. Le zone preferite per nidificare sono quelle calde, tranquille, riparate abbandonate ed in particolare: nelle mura perimetrali delle abitazioni, nelle controsoffittature, nelle canne fumarie, nei solai, sottotetti e cornicioni, nei cassonetti per tapparelle, nei cimiteri edicole funerarie, nelle zone rurali, fienili, legnaie, depositi agricoli di ogni genere Allatto del completamento dellintervento sensibilizzare i richiedenti di provvedere alle su esposte operazioni di prevenzione e sicurezza.

Arch. f.donato, g.deluca/..

Bonifica imenotteri aculeati e insetti vari 6.9.doc