Sei sulla pagina 1di 19

TERMODINAMICA CHIMICA

Per rompere un legame occorre fornire energia mentre dalla formazione di un legame si libera energia
per cui

IN OGNI REAZIONE CHIMICA E SEMPRE COINVOLTA LENERGIA

Il decorso di una reazione chimica dipende dal bilancio energetico tra energia fornita ed energia sviluppata
La TERMODINAMICA CHIMICA il settore della TERMODINAMICA che studia le relazioni tra energia e reazioni chimiche e pi precisamente studia gli scambi di calore che avvengono durante una trasformazione chimica.

Le reazioni che avvengono con produzione di calore, cio trasferiscono energia dal sistema allambiente, si dicono esotermiche
Le reazioni che avvengono con assorbimento di calore, cio trasferiscono calore dallambiene al sistema, si dicono endotermiche.

Reazione esotermica

Reazione endotermica

Con il termine sistema sintende loggetto di indagine mentre tutto ci che circonda il sistema costituisce lambiente. Sistema + ambiente = UNIVERSO
In una reazione chimica il sistema costituito dalle sostanze coinvolte nella reazione

I sistemi aperti scambiano energia e materia con lambiente.

I sistemi chiusi scambiano con lambiente soltanto energia ma non materia.

I sistemi isolati non scambiano con lambiente n energia n materia.

Un sistema viene studiato sulla base di alcune propriet macroscopiche, chiamate VARIABILI TERMODINAMICHE, che descrivono il comportamento globale del sistema.

Sono definite funzioni di stato perch dipendono unicamente dallo stato del sistema. Per un gas lo sono la T, la P, il V In un sistema chimico lo sono: lenergia interna (E), lentalpia (H), lentropia (S), lenergia libera (G)

La propriet delle funzioni di stato quella di dipendere solo dallo stato iniziale e dallo stato finale del sistema e non dal percorso attraverso il quale avvenuta la trasformazione ES: p = p2 p1
La variazione di pressione di un gas dipende solo dai due valori di pressione iniziale e finale e non da quelli intermedi assunti dal gas durante la trasformazione

Il primo principio della termodinamica o di conservazione dellenergia

Afferma che lenergia pu essere convertita da una forma allaltra, ma non pu essere n creata n distrutta.
quindi

se lenergia E di un sistema aumenta quella dellambiente diminuisce

Lenergia interna (E o U ) di un sistema una grandezza estensiva che corrisponde alla somma dellenergia cinetica (termica) e dellenergia potenziale (chimica) di tutte le particelle che lo compongono. E praticamente impossibile calcolarla, ma si pu valutarne laumento o la diminuzione poich una funzione di stato

E = E prodotti - E reagenti

Considerando per semplicit il calore (Q) quale energia scambiata in un processo chimico e come lavoro (L) quello svolto dallespansione o dalla compressione di un gas, la variazione dellenergia interna data da:

E = Q + L

Per convenzione, lavoro e calore sono negativi se determinano una riduzione dellenergia interna del sistema. Sono positivi se aumentano lenergia interna del sistema.

Esempio
Se forniamo al sistema 70 kJ di calore e 15 kJ di lavoro, la sua energia interna aumenter di: E = 70 kJ + 15 kJ = 85 kJ Se al contrario il sistema cede 30 kJ di calore allambiente e compie su di esso un lavoro di 20kJ la sua energia interna diminuir di: E = -30kJ 20kJ = - 50kJ

In conclusione: 1. Calore e lavoro sono modi equivalenti per modificare lenergia interna di un sistema 2. Lenergia interna dei sistemi isolati rimane costante e quindi E = 0

Calcola il valore di E nei seguenti casi: a) Q= 51 kJ; b) Q= 100 kJ; c) Q= -82 kJ; L= -15 kJ L= 47 kJ L= -22 kJ

-In quale o in quali di essi il sistema compie un lavoro sullambiente?


- In quale o in quali casi il sistema ha subito una trasformazione endotermica?