Sei sulla pagina 1di 2

+- CANALE FORMAZIONE TECNICA

La crisi del goal!


Proposta e situazioni per allenare il tiro in porta. (CAPITOLO 1)
Autore: La Camera Luciano
Allenatore di base UEFA B.

Il calciare la sfera in porta e far vincere la propria squadra , e il sogno di tutti i ragazzi.
essere abbracciati e lodati dai compagni e dal mister rende felice il giocatore: osservando
Una partita agonistica, che sia Allievi o categorie superiori (1° o promozione) si possono
Contare sulle mani i tiri verso la porta in 90 minuti.
La valutazione di tutto ciò e inserire o reinserire nel mesociclo esercizi allenate che stimola
Questa capacità.
Allenare il tiro con esercizi mirate durante la settimana aiuta il calciatore ad acquisire un
bagaglio tecnico sempre più completo.

Obiettivo: tirare in porta da


qualsiasi angolazione.
Sviluppo: 3>3 con 2 portieri.
Il gioco inizia con il portiere
che passa la palla a un suo
compagno di squadra e
termina chi segna per primo.
La squadra che ha segnato
resta in campo, invece la
squadra che ha subito la rete
esce dal campo per far posto
a una nuova squadra. per
stimolare i calciatori in caso di pareggio dopo 2’ entrambe le squadre abbandonano il campo per
due nuove squadre.

Obiettivo:guida palla in slalom e tiro di collo


piede.
Sviluppo: la squadra si divide in due file a
Fondo campo, e eseguano un slalom fra quattro
Paletti posti in diagonale a metà fra l’area
Grande e l’area piccola, simulando in velocità
Il dribbling con tiro di collo piede in uscita.
Obiettivo: ricezione orientato e
tiro.
Sviluppo: Il giocatore color rosso
Trasmette rasoterra palla verso
A1
(giallo) che a sua volta andando in
contro alla palla,riceve/orienta
con il piede dx verso sinistra e
calcia con il piede destro in porta.
Idem per i blu ma riceve/ orienta
con il piede sx verso destra e
calcia con il piede sinistro.

Obiettivi: (1) guida della palla in


velocità, superamento avversario
(dribbling) e calciare verso il
secondo palo.
(2) un dai e vai frontale con tiro.

Sviluppo: l’esercizio inizia quando


(A1) parte in guida palla, supera
l’ostacolo con una finta di corpo
verso sinistra, tiro con il piede
destro in uscita; istantaneamente
dopo il tiro (A1) esegue un uno due
per (B1) che calcia in porta.
Questo allenamento rientra nei
esercizi Multi- Purpose,perché oltre allenare il tiro e la finta insegniamo come triangolare
frontalmente con un compagno(sensibilizzare il piede per la sponda)!!!!.

Obiettivo: guida della palla, superamento


ostacolo, tiro rasoterra in diagonale verso il
secondo palo.
Sviluppo:allestito un campo come in figura con
due porte mobili, paletti ostacoli, palloni.
L’esercizio inizia quando simultaneamente il
giallo e il blu partano in conduzione verso
l’ostacolo, finte a piacere del giocatore e tiro.
Il tiro va eseguita appena superi l’ostacolo.

Premessa : in queste 5 esercizi facili stimolanti e allenanti noterete l’essenza di partecipazione


Del Tecnico ( in pratica il compito e osservare, dare spiegazioni,e correggere errori dei gesti e
coordinazioni) in effetti e inutile vedere un Mister eseguire una triangolazione o la famosa
sponda per il tiro per i suoi giocatori; lui la domenica non gioca! Esegue si solo in una fase
analitica!