Sei sulla pagina 1di 16

ISOLAMENTI CONTRO TERRA SOLUZIONI E APPLICAZIONI CON ARGILLA ESPANSA LECA

ISOLAMENTI CONTRO TERRA SOLUZIONI E APPLICAZIONI CON ARGILLA ESPANSA LECA
ISOLAMENTI CONTRO TERRA SOLUZIONI E APPLICAZIONI CON ARGILLA ESPANSA LECA

INDICE

I edizione

Luglio 2009 - © Laterlite Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione, anche parziale, non autorizzata. Per eventuali aggiornamenti che dovessero entrare in vigore nel corso dell’anno, si rimanda alla consultazione del sito internet www.leca.it e delle Schede Tecniche. Per ogni ulteriore informazione, contattare l’Assistenza Tecnica Laterlite (tel. 02 48011962).

ARGILLA ESPANSA

Produzione e proprietà

3

Naturalità ed ecobiocompatibilità

3

LECA E LECAPIÙ: CARATTERISTICHE E PROPRIETÀ

Leca: sfuso o in sacchi

4

Lecapiù: sfuso o in sacchi

4

Leca cementato/premiscelato

4

PAVIMENTI CONTRO TERRA: IL VESPAIO IN ARGILLA ESPANSA

I principi di un sottofondo contro terra

5

La progettazione del vespaio isolato contro terra

5

RISALITA DI UMIDITÀ PER CAPILLARITÀ: PROVE DI LABORATORIO

Leca sfuso: risalita di umidità per capillarità

6

Leca cementato: risalita di umidità per capillarità

6

VESPAIO IN ARGILLA ESPANSA: CAMPI D’IMPIEGO E VANTAGGI

Leca e Lecapiù: campi d’impiego

7

Vespaio in Leca: semplice, veloce, efficace

7

Vespaio in Leca/Lecapiù: vantaggi

7

ISOLAMENTO TERMICO: PAVIMENTI CONTRO TERRA

D.Lgs 311/06 e l'isolamento termico

8

Soluzioni in argilla espansa

8

ISOLAMENTO TERMICO: MODALITÀ DI CALCOLO

Modalità di calcolo

9

Soluzioni tecniche a confronto

9

APPLICAZIONE: ARGILLA ESPANSA IN SACCO

Campi d’impiego e modalità esecutive

10

Prestazioni e caratteristiche tecniche

10

APPLICAZIONE: ARGILLA ESPANSA SFUSA

Campi d’impiego e modalità esecutive

11

Prestazioni e caratteristiche tecniche

11

APPLICAZIONE: ARGILLA ESPANSA SFUSA IMBOIACCATA

Campi d’impiego e modalità esecutive

12

Prestazioni e caratteristiche tecniche

12

APPLICAZIONE: ARGILLA ESPANSA CEMENTATA/PREMISCELATA

Campi d’impiego e modalità esecutive

13

Prestazioni e caratteristiche tecniche

13

GUIDA ALLA SCELTA DELL’APPLICAZIONE - VOCI DI CAPITOLATO

Pavimenti controterra. Guida alla scelta dell’applicazione

14

Voci di capitolato

15

ARGILLA ESPANSA

PRODUZIONE E PROPRIETÀ

L'argilla espansa Leca è un aggregato leggero che nasce dalla cottura ed espansione a circa 1.200°C di speciali argille presenti in natura; il processo produttivo da’ origine ad un prodotto caratterizzato da una struttura inter- na cellulare, leggera ed isolante, racchiusa entro una scorza esterna clinkerizzata, compatta e resistente.

L'intera produzione di argilla espansa viene poi vagliata in diverse classi gra- nulometriche (denominazioni commerciali) così da classificare il Leca in fun- zione della propria dimensione, densità, resistenza meccanica ed isolamen- to termico; il Leca si presta quindi ad essere impiegato in numerosi campi d'applicazione, sfruttando al meglio le proprietà e le caratteristiche di ogni singola granulometria.

All'interno di questa monografia tecnica si tratterà l’argilla espansa Leca per sottofondi di pavimenti contro terra, applicata sfusa o in sacco a diret- to contatto con il terreno, quale strato drenante ed isolante, posto sia oriz- zontale (vespaio) che verticale (a tergo dei muri).

NATURALITÀ ED ECOBIOCOMPATIBILITÀ

Il Leca, grazie alla speciale tipologia produttiva, è un aggregato inalterabile e resistente nel tempo che non contiene materiali organici né loro derivati: non si degrada, neppure in condizioni di temperatura o umidità estreme, non si alte- ra fisicamente, resistendo bene anche agli acidi, basi, solventi e all'azione del gelo, mantenendo quindi invariate le proprie caratteristiche fisiche in eterno.

L'origine naturale del prodotto, unitamente ad un processo produttivo rispet- toso dell'ambiente, permette all'argilla espansa di essere un prodotto eco- biocompatibile e certificato per applicazioni in Bioedilizia. Infatti il Leca è certificato Anab (Associazione Nazionale per l'Architettura Ecologica) e Icea (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale) dal 2006 e prima ancora, dal 2002, da Anab-Ibo-Ibn come prodotto da costruzione naturale ed orientato ad impieghi in costruzioni che rispettino l'ambiente.

Dal 2008 Laterlite è Partner dell’Agenzia Casaclima condividendone i principi di efficienza energetica e l’attenzione all’ambiente.

L’argilla cruda. Forno rotante di produzione. Cottura ed espansione. Lo stabilimento di produzione.

L’argilla cruda.

L’argilla cruda. Forno rotante di produzione. Cottura ed espansione. Lo stabilimento di produzione.

Forno rotante di produzione.

L’argilla cruda. Forno rotante di produzione. Cottura ed espansione. Lo stabilimento di produzione.

Cottura ed espansione.

L’argilla cruda. Forno rotante di produzione. Cottura ed espansione. Lo stabilimento di produzione.

Lo stabilimento di produzione.

L’argilla cruda. Forno rotante di produzione. Cottura ed espansione. Lo stabilimento di produzione. 3
L’argilla cruda. Forno rotante di produzione. Cottura ed espansione. Lo stabilimento di produzione. 3

LECA E LECAPIÙ CARATTERISTICHE E PROPRIETÀ

Leca in sacco da 50 litri. Lecapiù, trattamento idrorepellente. Lecapiù in sacco da 50 litri.

Leca in sacco da 50 litri.

Leca in sacco da 50 litri. Lecapiù, trattamento idrorepellente. Lecapiù in sacco da 50 litri. Premiscelati

Lecapiù, trattamento idrorepellente.

in sacco da 50 litri. Lecapiù, trattamento idrorepellente. Lecapiù in sacco da 50 litri. Premiscelati in

Lecapiù in sacco da 50 litri.

trattamento idrorepellente. Lecapiù in sacco da 50 litri. Premiscelati in sacco Lecacem Maxi e Classic da

Premiscelati in sacco Lecacem Maxi e Classic da 50 litri.

LECA: SFUSO O IN SACCHI

La particolare struttura dell'argilla espansa consente al Leca di possedere numerose proprietà; per la formazione di sottofondi di pavimenti contro terra si impiega il Leca 8-20, così caratterizzato:

Denominazione commerciale

 

8-20

Densità in mucchi

330

kg/m 3 ca

Conducibilità termica certificata λ

0,09 W/mK

Resistenza alla frantumazione dei granuli

0,7 N/mm 2

Assorbimento di acqua a 30' di immersione

 

15%

Reazione al fuoco

EuroClasse A1 (incombustibile)

Quale prodotto da costruzione, dal 2004 l'argilla espansa è marcata CE in accordo alle normative europee Uni En 13055-1 ed Uni En 14063-1, assicu- rando qualità e rispondenza ai parametri di conformità previsti dalla Direttiva Europea Prodotti da Costruzione 89/106/CEE.

LECAPIÙ: SFUSO O IN SACCHI

Dall'anno della prima produzione, 1966, l'argilla espansa ha ampliato i propri campi d'applicazione sino a richiedere un prodotto che fosse in grado di non assorbire e trattenere umidità. Ecco che nei primi anni '90 nasce Lecapiù, la speciale argilla espansa a basso assorbimento di umidità caratterizzata da un coefficiente di imbibi- zione, dopo 30' di immersione, inferiore o uguale all'1%.

Lo speciale trattamento produttivo viene eseguito sull'argilla espansa Leca secca ed è tale da rendere “idrorepellente” sia il granulo di Lecapiù inte- gro che frantumato (qualora si dovesse rompere durante la messa in opera) per tutta la vita utile del prodotto; tutte le caratteristiche e proprietà dell'ar- gilla espansa Leca vengono comunque conservate invariate.

Il Lecapiù 8-20 si differenzia dal Leca 8-20 per due principali caratteristiche quali la densità in mucchio, più leggero in quando non contiene umidità, e l'assorbimento di acqua, ridotto in quanto trattato “idrorepellente”.

Denominazione commerciale

 

8-20

Densità in mucchio

300

kg/m 3 ca

Conducibilità termica certificata λ

0,09 W/mK

Resistenza alla frantumazione dei granuli

0,7 N/mm 2

Assorbimento di acqua a 30' di immersione

 

1%

Reazione al fuoco

EuroClasse A1 (incombustibile)

LECA CEMENTATO/PREMISCELATO

Sfruttando le prestazioni di robustezza dell'argilla espansa, è possibile impa- stare i granuli di Leca e Lecapiù con cemento ed acqua così da realizza- re uno strato compatto in tutta la sua struttura, resistente a compressione, indeformabile, isolante termicamente.

Per l'applicazione contro terra, il betoncino leggero può essere confezionato con Leca/Lecapiù 8-20 sfuso, denominato Leca cementato, o con Lecapiù premiscelato in sacco, denominato Lecacem Maxi o Lecacem Classic. Le principali caratteristiche sono:

 

Lecacem Maxi

 

Lecacem Classic

Denominazione commerciale

8-20

   

3-8

Densità in opera

450 kg/m 3 ca.

 

600 kg/m 3 ca.

Conducibilità termica λ

0,126 W/mK

 

0,134 W/mK

Resistenza a compressione

1 N/mm 2

 

2,5 N/mm 2

Reazione al fuoco

EuroClasse A1 (incombustibile)

 

Le caratteristiche del Leca cementato sono confrontabili con quelle del Lecacem Maxi.

PAVIMENTI CONTRO TERRA IL VESPAIO IN ARGILLA ESPANSA

I PRINCIPI DI UN SOTTOFONDO CONTRO TERRA

La realizzazione di una struttura posta contro terra, sia essa il semplice pavi- mento o il solaio strutturale, ha origine con un'attenta fase progettuale tesa

a raggiungere i seguenti obiettivi prioritari:

• assicurare un idoneo isolamento termico (Legge 311/06);

• preservare l'edificio da possibili risalite di umidità per capillarità;

• creare una barriera alla risalita del gas radon (se presente nel sottosuolo);

• assicurare un’adeguata resistenza meccanica e stabilità dimensionale.

L'unicità dell'argilla espansa, nelle caratteristiche tecniche e proprietà, per- mette al Leca e Lecapiù di essere un materiale adatto per la formazione di vespai contro terra tali da rispondere efficacemente alle esigenze tecniche sopra esposte.

Opportunamente dimensionati negli spessori, ed adeguatamente combinati in un vero e proprio sistema contro terra, i vespai in Leca vengono realizzati da numerosi decenni in tutta Europa, ed in particolare nei paesi scandina- vi, per la formazione di isolamenti termici di fondazione in edifici sia resi- denziali che industriali/commerciali.

LA PROGETTAZIONE DEL VESPAIO ISOLANTO CONTRO TERRA

La principale funzione assolta dal vespaio contro terra è quella di ostacola- re la risalita dell'umidità per capillarità, fenomeno in grado di trasportare l'acqua presente nel terreno sino alla base della costruzione, innescando forti degradi alle strutture ed insalubrità negli edifici.

È quindi importante che il vespaio sia costituito da un materiale fortemen-

te drenante: l'argilla espansa, ed in particolare il Leca/Lecapiù 8-20 per applicazioni contro terra, è caratterizzata da una matrice porosa costituita da circa il 50% di vuoti intergranulari.

La struttura "permeabile" all'aria dell'argilla espansa 8-20 consente anche la formazione di un "vespaio areato"; è così possibile posizionare bocchette di aerazione sul perimetro dell'intervento o tubazioni passanti nello strato di Leca/Lecapiù. Si consigliano tubi tipo PVC del diametro di 100 mm ca., orientati in direzione Nord-Sud ad interasse planimetrico di 4 m ca. Qualora si renda necessaria la protezione dell'edificio dal gas radon presen- te nel sottosuolo, l'idonea membrana impermeabile va posizionata sulla superficie del getto in calcestruzzo sovrastante il vespaio in argilla espansa; tale soluzione impedisce il passaggio del gas radon all'interno dell'edificio e ne facilita il suo smaltimento all'esterno.

Danimarca: posa isolamento controter- ra con argilla espansa in sacchi. Tubazione di aerazione nel vespaio

Danimarca: posa isolamento controter- ra con argilla espansa in sacchi.

posa isolamento controter- ra con argilla espansa in sacchi. Tubazione di aerazione nel vespaio iso- lato

Tubazione di aerazione nel vespaio iso- lato in argilla espansa.

aria 50 % 50 %
aria
50
%
50
%

Permeabilità all’aria del vespaio in argilla espansa: percentuale dei vuoti.

AERAZIONE: SEZIONE SCHEMATICA. AERAZIONE: PLANIMETRIA SCHEMATICA. Vespaio isolato Fondazione e muri in Leca/Lecapiù
AERAZIONE: SEZIONE SCHEMATICA.
AERAZIONE: PLANIMETRIA SCHEMATICA.
Vespaio isolato
Fondazione e muri
in Leca/Lecapiù
NORD
SUD
eventuale
membrana
anti-radon
SUD
NORD
~4m
~4m
Tubazioni
φ=100mm

RISALITA DI UMIDITÀ PER CAPILLARITÀ PROVE DI LABORATORIO

Leca sfuso: altezza di risalita capillare dell’acqua pari a 15 cm. Lecapiù sfuso: altezza di

Leca sfuso: altezza di risalita capillare dell’acqua pari a 15 cm.

altezza di risalita capillare dell’acqua pari a 15 cm. Lecapiù sfuso: altezza di risalita capil- lare

Lecapiù sfuso: altezza di risalita capil-

lare dell’acqua pari a 5 cm.

altezza di risalita capil- lare dell’acqua pari a 5 cm. Cementato: altezza di risalita capillare dell’acqua

Cementato: altezza di risalita capillare dell’acqua pari a 7 cm (Lecapiù) e 10

cm (Leca).

LECA SFUSO: RISALITA DI UMIDITÀ PER CAPILLARITÀ

Per valutare la capacità dell'argilla espansa di ostacolare la risalita dell'umidità per capillarità, la normativa europea UNI EN 1097-10 indica la modalità di prova da svolgere sui campioni di laboratorio, come di seguito specificato.

I campioni di Leca 8-20 e Lecapiù 8-20, confezionati in cilindri normalizzati

aventi altezza di 22 cm, vengono immersi in acqua per 1 cm di spessore (per simulare il contatto fisico con la falda) così da consentire l'inglobamento d'acqua per suzione da parte dell'argilla espansa. Terminato il periodo di prova, e raggiunto l’equilibrio del campione, si deter- mina l’umidità assorbita per capillarità e quella per igroscopicità: dall’analisi dei due parametri si calcola l’altezza di suzione d’acqua del campione argil- la espansa.

In linea generale, così come previsto dalla normativa di prova, si può affer- mare che se lo strato posto in opera ha uno spessore maggiore dell'al- tezza di suzione dell'acqua dell'aggregato utilizzato, tale strato è con- siderato come uno strato antirisalita.

Gli esiti delle prove di laboratorio condotte sull'argilla espansa dimostrano che l'altezza di suzione dell'acqua per il Lecapiù 8-20 è pari a 5 cm mentre per il Leca 8-20 è di 15 cm; tali spessori sono da considerarsi limi- te agli effetti della capillarità, quindi al di sopra di tali soglie il vespaio si man- tiene asciutto creando un vero e proprio ostacolo alla risalita dell'umidità dagli strati inferiori (terreno) a quelli superiori (struttura interna).

I livelli di risalita capillare dell'acqua sono da considerarsi di equilibrio nel tempo, tali quindi da assicurare un'efficace barriera al passaggio dell'umidità per l'intera vita utile dell'edificio.

LECA CEMENTATO: RISALITA DI UMIDITÀ PER CAPILLARITÀ

La stessa metodologia di prova è stata adottata per determinare il compor- tamento dell’argilla espansa cementata/premiscelata, ovvero Leca 8-20 e Lecapiù 8-20 impastati con cemento ed acqua.

I dati sperimentali hanno evidenziato come l’altezza di suzione dell’acqua del prodotto realizzato con Lecapiù, e quindi anche il premiscelato Lecacem, è pari a 7 cm e quella con Leca è di 10 cm.

Si conferma così il miglior comportamento dell’argilla espansa Lecapiù trat- tata idrorepellente ed il positivo contributo della matrice cementizia rispetto al risultato dell’argilla espansa Leca non trattata.

ed il positivo contributo della matrice cementizia rispetto al risultato dell’argilla espansa Leca non trattata. 6

VESPAIO IN ARGILLA ESPANSA CAMPI D’IMPIEGO E VANTAGGI

LECA E LECAPIÙ: CAMPI D’IMPIEGO

I risultati di laboratorio ottenuti, con Lecapiù, testimoniano come l'argilla

espansa trattata “idrorepellente” abbia un comportamento più favore- vole (in presenza di terreni fortemente esposti all’umidità) in quanto in grado di ostacolare maggiormente la risalita di umidità per capillarità.

L'impiego di Lecapiù 8-20 è quindi da privilegiare in situazioni di:

• terreni particolarmente umidi;

• livelli di falda prossimi alla quota del vespaio;

• spessori di vespaio contenuti, comunque superiori a 5 cm.

Per strati aventi spessori importanti, superiore ad almeno 15 cm, e comunque in assenza delle condizioni sopra indicate, l'argilla espansa Leca 8-20 è ugual- mente valida ai fini della formazione di uno strato drenante posto su terreno.

VESPAIO IN LECA: SEMPLICE, VELOCE, EFFICACE

La formazione di vespai contro terra in argilla espansa Leca e Lecapiù risul- ta la soluzione semplice, veloce ed efficace per costruire in sicurezza ogni tipo di edificio. È infatti la tecnica costruttiva che permette di rispondere efficacemente, in un solo strato, alle esigenze di isolamento termico, barriera alla risalta di umi- dità dal terreno per capillarità, salubrità ed aerazione.

Sfruttando le caratteristiche dell'argilla espansa, si massimizzano le pre- stazioni di isolamento termico dell'intero divisorio contro terra risparmian- do energia: in spessori di vespaio anche contenuti si raggiungono valori di trasmittanza termica U molto bassi, sempre in linea con le prescrizioni del Decreto Legislativo 311/06.

Grazie alla flessibilità applicativa dell'argilla espansa la messa in opera risulta molto veloce, pratica ed economica non richiedendo attrezzature spe- cifiche di cantiere; le varie soluzioni tecniche verranno poi approfondite tec- nicamente nei successivi capitoli.

VESPAIO IN LECA/LECAPIÙ: VANTAGGI

• Elevata capacità isolante;

• Omogeneità e continuità d’isolamento termico;

• Resistenza meccanica;

• Stabilità dimensionale;

• Efficace barriera alla risalita dell’umidità per capillarità costante nel tempo;

• Elevata drenabilità;

• Velocità e facilità di messa in opera;

• Flessibilità applicativa (sacco, sfuso, imboiaccato, cementato, premiscelato);

• Leggerezza e facilità di trasporto.

Lecapiù • Vespaio anche a basso spessore: ≥ 5 cm • Alto livello di falda
Lecapiù
• Vespaio anche a basso
spessore: ≥ 5 cm
• Alto livello di falda
• Elevata umidità del terreno
Leca
• Vespaio ad alto spessore: ≥15 cm
• Livello di falda profondo
• Terreno con modesta umidità

Vespaio in argilla espansa:

campi d’impiego Leca e Lecapiù.

in argilla espansa: campi d’impiego Leca e Lecapiù. Vespaio in Lecapiù a basso spessore. Vespaio in

Vespaio in Lecapiù a basso spessore.

espansa: campi d’impiego Leca e Lecapiù. Vespaio in Lecapiù a basso spessore. Vespaio in Leca ad

Vespaio in Leca ad alto spessore.

campi d’impiego Leca e Lecapiù. Vespaio in Lecapiù a basso spessore. Vespaio in Leca ad alto

ISOLAMENTO TERMICO PAVIMENTI CONTRO TERRA

Schema indicativo delle zone climati- che italiane secondo il DPR 412/93. Software di calcolo termoacustico
Schema indicativo delle zone climati-
che italiane secondo il DPR 412/93.
Software di calcolo termoacustico
“Progetta il tuo Sottofondo”: diretta-
mente su www.leca.it o richiedendo il
cd-rom a infoleca@leca.it.
Isolamento termico in argilla espansa a
tergo del muro interrato.

D.LGS 311/06 E L'ISOLAMENTO TERMICO

Con l'entrata in vigore del Decreto Legislativo 311/06, a partire dal 1 Febbraio

2007, per tutti gli edifici, ad eccezione di quelli a destinazione industriale in categoria E8, deve essere previsto l'isolamento termico delle strutture oriz- zontali di pavimento: tale prescrizione ricomprende anche i pavimenti con-

tro

terra, posizionati sia a livello campagna che ad una quota inferiore.

In

particolare sono previsti valori limite di trasmittanza termica U in funzione

della zona climatica di appartenenza dell'edificio e della data di presentazione del permesso di costruire, concessione edilizia o dichiarazione di inizio attività a seconda dei casi; la progettazione dovrà quindi calcolare la prestazio- ne termica dell'intero “pacchetto” contro terra.

TRASMITTANZE TERMICHE (U) LIMITE

TABELLA 3.2

Zona

Dall’ 1/01/06 U (W/m 2 K)

Dall’ 1/01/08 U (W/m 2 K)

Dall’ 1/01/2010 U (W/m 2 K)

STRUTTURE OPACHE

climatica

ORIZZONTALI

DI PAVIMENTO

     

Valori limite della trasmittanza termica U delle strutture opache orizzontali di pavimento espressa in W/m 2 K (esclusa categoria E8)

A 0,80

 

0,74

0,65

B 0,60

 

0,55

0,49

C 0,55

 

0,49

0,42

D 0,46

 

0,41

0,36

Pavimenti controterra, su locali non riscaldati e di locali interrati riscaldati

E 0,43

 

0,38

0,33

F 0,41

 

0,36

0,32

SOLUZIONI IN ARGILLA ESPANSA

Di seguito si esemplificano due soluzioni tipo in argilla espansa che, in

spessori contenuti e con velocità di posa, consentono di realizzare un effica-

ce isolamento termico a norma di Legge 311/06.

U= 0,26 9 8 10 1 2 3 4 5 6 7
U= 0,26
9
8
10
1
2 3
4 5 6
7

1 Pavimento

2 Sottofondo monostrato/bistrato

3 Eventuale barriera al vapore

4 Elemento portante

5 Strato di separazione

6
6

Vespaio areato ed isolato in Leca 8-20 (sp. 25 cm) con contributo sulla fondazione (profondità e spessore 50 cm)

7 Eventuale strato di separazione

8 Impermeabilizzazione Strato isolante e drenante contro il muro esterno in Leca 8-20 (sp. medio 20 cm)

10 Eventuale sistema di aerazione

9
9

Pavimento controterra di locali interrati riscaldati (superficie in pianta = 150 m 2 )

U= 0,29 8 1 2 3 4 5 6 7
U= 0,29
8
1
2 3
4 5 6
7

Pavimento controterra (superficie in pianta = 150 m 2 )

1 Pavimento

2 Sottofondo monostrato/bistrato

3 Eventuale barriera al vapore

4 Elemento portante

5 Strato di separazione

6
6

Vespaio areato ed isolato in Leca 8-20 (sp. 10 cm) con contributo sulla fondazione (profondità e spessore 50 cm)

7 Eventuale strato di separazione

8 Eventuale sistema di aerazione

ISOLAMENTO TERMICO MODALITÀ DI CALCOLO

MODALITÀ DI CALCOLO

La formazione di vespai in argilla espansa a diretto contatto con il terreno con-

sente di tenere in debita considerazione i benefici termici assicurati dal “sistema” struttura-sottosuolo (norma europea UNI EN ISO 13370).

In questo modo le note proprietà isolanti dell'argilla espansa vengono valo-

rizzate e contribuiscono in maniera determinante all'ottenimento dell'efficien-

za termica del pavimento contro terra; il calcolo della trasmittanza termica U

dell'intero divisorio orizzontale viene calcolato in funzione della superficie del pavimento e dello spessore del vespaio in Leca o Lecapiù.

È importante ricordare come sistemi costruttivi che creano un distacco

fisico della struttura dell'edificio dal terreno (elementi portanti tipo cas-

seri areati e/o ventilati) si configurano a tutti gli effetti come veri e pro- pri “pavimenti freddi”; in questo senso il calcolo della trasmittanza termica

U di pavimento non potrà vantare il positivo contributo del terreno, come

nella soluzione con vespai contro terra, ma dovrà seguire la metodica previ- sta per un ambiente posto su locale non riscaldato.

UNI EN ISO 13370
UNI EN ISO 13370
un ambiente posto su locale non riscaldato. UNI EN ISO 13370 La norma europea di riferimento.

La norma europea di riferimento.

SOLUZIONI TECNICHE A CONFRONTO (superficie in pianta = 200 m 2 )

• Vespaio isolato in argilla espansa

Trasmittanza termica U (W/m 2 K) 0,27 30 Spessore soluzione cm Numero strati 2 1)
Trasmittanza termica U (W/m 2 K)
0,27
30
Spessore soluzione cm
Numero strati
2
1) Soletta in calcestruzzo
2) Vespaio isolato in argilla espansa (sp. 20 cm)
ISOLATE A NORMA DI LEGGE
• Casseri areati tipo igloo e isolante Trasmittanza termica U (W/m 2 K) 0,29 50
• Casseri areati tipo igloo e isolante
Trasmittanza termica U (W/m 2 K)
0,29
50
Spessore soluzione cm
Numero strati
4
1) Pannello isolante (sp. 10 cm)
2) Soletta in calcestruzzo armato
3) Casseri areati tipo igloo
4) Soletta in calcestruzzo magro
• Vespaio tradizionale in ghiaia Trasmittanza termica U (W/m 2 K) 0,65 2,17 NON A
• Vespaio tradizionale in ghiaia
Trasmittanza termica U (W/m 2 K)
0,65
2,17
NON A NORMA DI LEGGE

• Casseri areati tipo igloo

Trasmittanza termica U (W/m 2 K)
Trasmittanza termica U (W/m 2 K)

APPLICAZIONE:

ARGILLA ESPANSA IN SACCO

APPLICAZIONE: ARGILLA ESPANSA IN SACCO il espansa sfusa. 1) Livellare supporto con argilla 2) Posizionare i

il

espansa sfusa.

1)

Livellare

supporto

con

argilla

IN SACCO il espansa sfusa. 1) Livellare supporto con argilla 2) Posizionare i sacchi di Leca/Lecapiù

2) Posizionare i sacchi di Leca/Lecapiù accostati.

argilla 2) Posizionare i sacchi di Leca/Lecapiù accostati. 3) Riempire i vuoti tra sacco e sacco

3) Riempire i vuoti tra sacco e sacco con argilla espansa sfusa.

i vuoti tra sacco e sacco con argilla espansa sfusa. 4-5) Posizionare TNT/telo in PVC e

4-5) Posizionare TNT/telo in PVC e get- tare la soletta in calcestruzzo.

CAMPI D’IMPIEGO E MODALITÀ ESECUTIVE

Per interventi su superfici limitate, la formazione del vespaio contro terra con funzione di isolamento termico può essere realizzato con argilla espan- sa Leca e Lecapiù in sacco.

L'intero processo, dall'approvvigionamento del materiale alla messa in opera, avviene sfruttando la comodità e semplicità della pratica confezione in sacchi da 50 litri dal ridotto peso, circa 18 kg; il vespaio isolato con argilla espansa in sacco ottimizza le operazioni di cantiere e può essere realizzato anche da un solo operatore, senza l'impiego di attrezzature specifiche. La realizzazione del vespaio isolato segue cinque fasi esecutive:

1) aprire qualche sacco e stendere sul terreno una modesta quantità di argil-

la espansa per livellare la superficie di posa (qualora necessario);

2) posizionare i sacchi di Leca o Lecapiù uno vicino all'altro; 3) riempire gli spazi tra sacco e sacco con argilla espansa sfusa;

4) posizionare un idoneo tessuto non tessuto/membrana impermeabile/telo

di polietilene;

5) gettare uno strato di calcestruzzo strutturale (sp. circa 10 cm).

PRESTAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE

In funzione della zona di appartenenza dell'edificio e della superficie, è pos- sibile determinare il valore di isolamento termico del pavimento contro terra in accordo alle prescrizioni del D.Lgs 311/06.

La formazione di un vespaio isolato in argilla espansa si realizza con ca. 3 sacchi di Leca 8-20 o Lecapiù 8-20 per m 2 di superficie: una soluzione veloce, semplice ed efficace da mettere in opera.

Trasmittanza termica U (W/m 2 K)

Superficie del pavimento (m 2 )

Altezza sacco

Quantità

(cm)

(sacchi/m 2 )

0,33

100

17

3

0,31

150

17

3

0,30

200

17

3

Stratigrafia tipo.

APPLICAZIONE:

ARGILLA ESPANSA SFUSA

CAMPI D’IMPIEGO E MODALITÀ ESECUTIVE

La formazione di vespai isolati contro terra in argilla espansa trova i maggiori campi d'impiego con la soluzioni in Leca 8-20 e Lecapiù 8-20 sfuso, ovvero materiale pompato direttamente in opera attraverso idonei mezzi cisternati. L'impiego di Leca e Lecapiù sfuso è l'applicazione che massimizza i benefici

di isolamento termico del pavimento contro terra ed ottimizza le tempisti-

che esecutive, particolarmente idonea per vespai isolati di grandi superfi-

ci ed anche per alti spessori. L'argilla espansa viene consegnata in cantiere

sfusa all'interno di mezzi cisternati e pompata in opera a mezzo trasporto pneu- matico; grazie a questa tecnologia, Leca e Lecapiù possono essere scaricati fino ad una distanza di 100 m circa e con produttività sino a 30 m 3 /ora circa. Le fasi esecutive sono:

1) eventuale stesa sul terreno di un idoneo tessuto non tessuto; 2) pompaggio dell'argilla espansa in modo omogeneo su tutta la superficie, nello spessore voluto, e regolarizzazione della superficie; 3) applicazione di un idoneo tessuto non tessuto e rete da calcestruzzo; 4) getto in calcestruzzo per la formazione della soletta, dello spessore minimo di 10 cm.

PRESTAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE

Lo spessore del vespaio in Leca e Lecapiù è calcolato in funzione delle dimen- sioni dell'edificio e della zona climatica: una soluzione con 20 cm di argilla espansa posizionata su una superficie di 500 m 2 assicura una prestazione ter- mica d'eccellenza pari ad una trasmittanza termica U=0,25 W/m 2 K, valore di oltre 20 % inferiore a quello richiesto dal D.Lgs 311/06 per la zona climatica F (più severa di tutto il territorio nazionale).

Trasmittanza termica U (W/m 2 K)

Superficie del pavimento (m 2 )

Spessore

Volume

(cm)

(m

3 )

0,29

500

15

 

75

0,27

1.000

15

150

0,25

500

20

100

0,24

1.000

20

200

0,20

500

30

150

0,16

1.000

40

400

Stratigrafia tipo.
Stratigrafia tipo.
2) Pompaggio argilla espansa e stag- giatura a livello. Stabilità dello strato in Leca e

2) Pompaggio argilla espansa e stag- giatura a livello.

2) Pompaggio argilla espansa e stag- giatura a livello. Stabilità dello strato in Leca e pedona-

Stabilità dello strato in Leca e pedona- bilità per le successive lavorazioni.

in Leca e pedona- bilità per le successive lavorazioni. 3) Posa tessuto non tessuto e rete

3) Posa tessuto non tessuto e rete da calcestruzzo.

lavorazioni. 3) Posa tessuto non tessuto e rete da calcestruzzo. 4) Getto calcestruzzo per la formazione

4) Getto calcestruzzo per la formazione della soletta.

APPLICAZIONE:

ARGILLA ESPANSA SFUSA IMBOIACCATA

2) Pompaggio argilla espansa sfusa da mezzi cisternati. 3) Imboiaccatura strato di argilla espan- sa

2) Pompaggio argilla espansa sfusa da mezzi cisternati.

2) Pompaggio argilla espansa sfusa da mezzi cisternati. 3) Imboiaccatura strato di argilla espan- sa sfusa.

3) Imboiaccatura strato di argilla espan- sa sfusa.

3) Imboiaccatura strato di argilla espan- sa sfusa. 3) Dettaglio “lancia” imboiaccatrice. Eventuale

3) Dettaglio “lancia” imboiaccatrice.

espan- sa sfusa. 3) Dettaglio “lancia” imboiaccatrice. Eventuale sistemazione superficiale dell’argilla espansa

Eventuale sistemazione superficiale dell’argilla espansa imboiaccata.

CAMPI D’IMPIEGO E MODALITÀ ESECUTIVE Il vespaio contro terra può essere realizzato anche con una
CAMPI D’IMPIEGO E MODALITÀ ESECUTIVE
Il vespaio contro terra può essere realizzato anche con una tecnica nota negli
anni come “Leca sfuso imboiaccato”; tale tecnologia prevede la formazione
dello strato in argilla espansa, nello spessore necessario ad assolvere le fun-
zioni di isolamento termico e barriera alla risalita di umidità per capillarità (con
gli stessi criteri descritti per il Leca sfuso), successivamente livellato e stabi-
lizzato con una boiacca di cemento ed acqua che penetra nello strato in
argilla espansa per uno spessore medio di ca. 5 cm.
Tale soluzione è da preferire quando l'intera struttura di pavimento (vespaio e
soletta) deve supportare importanti carichi di esercizio, in particolare per edi-
fici a destinazione commerciale/industriale, o qualora vi siano specifiche esi-
genze cantieristiche quali ad esempio la pedonabilità provvisoria dello strato.
Le fasi esecutive sono:
1) eventuale stesa sul terreno di un idoneo tessuto non tessuto;
2) pompaggio dell'argilla espansa in modo omogeneo su tutta la superficie,
nello spessore voluto, e regolarizzazione dello strato;
3) imboiaccatura superficiale, con eventuale sistemazione superficiale;
4) posa in opera della rete metallica da calcestruzzi e formazione di una
soletta in calcestruzzo strutturale, dello spessore minimo di 10 cm.
PRESTAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE
Come nell'applicazione Leca sfuso, l'argilla espansa viene consegnata in can-
tiere sfusa all'interno di mezzi cisternati e pompata in opera a mezzo trasporto
pneumatico; l'imboiaccatura superficiale avviene miscelando opportunamente
cemento ed acqua nel rapporto di ca. 0,7 (per ottenere ca. 1 m 3 di boiacca si
impastano 1000 kg di cemento e 700 litri di acqua) utilizzando speciali attrez-
zature in grado poi di pompare la boiacca ad una distanza di ca. 100 metri.
La produttività del sistema Leca imboiaccato è di:
• pompaggio argilla espansa: ca. 30 m 3 /ora;
• imboiaccatura superficiale, ca. 15 kg/m 2 : da ca. 200 a 400 m 2 /ora a
seconda dell'attrezzatura utilizzata (per maggiori approfondimenti contattare
l'Assistenza Tecnica Laterlite).
Trasmittanza termica
U (W/m 2 K)
Superficie del
pavimento (m 2 )
Spessore
Volume
(cm)
(m
3 )
0,30
500
15
75
0,29
1.000
15
150
0,27
500
20
100
0,26
1.000
20
200

Stratigrafia tipo.

APPLICAZIONE: ARGILLA ESPANSA CEMENTATA/PREMISCELATA

CAMPI D’IMPIEGO E MODALITÀ ESECUTIVE La soluzione cementata prevede l'impasto dell'argilla espansa
CAMPI D’IMPIEGO E MODALITÀ ESECUTIVE
La soluzione cementata prevede l'impasto dell'argilla espansa Leca/Lecapiù
8-20 con cemento ed acqua al fine di realizzare uno strato isolante e dre-
nante particolarmente compatto e resistente; è quindi rivolta a quegli impie-
ghi dove il pavimento contro terra deve supportare importanti carichi di
esercizio o dove sia prevista la formazione del solo pavimento indu-
striale in calcestruzzo.
Il sistema cementato può essere realizzato impiegando Leca/Lecapiù sfuso
o argilla espansa premiscelata in sacco tipo “Lecacem Maxi” o “Lecacem
Classic”: la prima è da preferirsi per superfici e volumi importanti (edifici com-
merciali/industriali), la seconda è invece rivolta ad ambienti di minori dimen-
sioni (o con particolare logistica di cantiere).
Le fasi esecutive sono:
1) eventuale stesa sul terreno di un idoneo tessuto non tessuto;
2) pompaggio dell'argilla espansa cementata (o del premiscelato in sacco
“Lecacem Maxi”) in modo omogeneo su tutta la superficie, nello spessore
voluto, e regolarizzazione dello strato;
3) eventuale applicazione di un idoneo tessuto non tessuto o membrana
impermeabile;
4) formazione del pavimento industriale in calcestruzzo, dello spessore mini-
mo di 10 cm, o formazione di una soletta in calcestruzzo per la successiva for-
mazione del sottofondo.
PRESTAZIONI E CARATTERISTICHE TECNICHE
La produttività del sistema Leca cementato è di ca. 30 m 3 /ora, mentre della
soluzione premiscelata in sacco “Lecacem Maxi” o “Lecacem Classic” ca. 3
m 3 /ora (per maggiori approfondimenti contattare l'Assistenza Tecnica
Laterlite).
Qualora le condizioni del terreno siano tali da generare livelli di umidità impor-
tanti, ad esempio per livelli di falda prossimi alla fondazione dell’edificio, si
rende opportuna l’impermeabilizzazione dello strato isolante alla base con
idoneo sistema.
Trasmittanza termica
U (W/m 2 K)
Superficie del
pavimento (m 2 )
Spessore
Volume
(cm)
(m
3 )
0,32
500
15
75
0,31
1.000
15
150
0,29
500
20
100
0,28
1.000
20
200

Stratigrafia tipo.

Cisterna argilla espansa e automezzo per produzione e pompaggio boiacca. Pompaggio argilla espansa già misce-

Cisterna argilla espansa e automezzo per produzione e pompaggio boiacca.

espansa e automezzo per produzione e pompaggio boiacca. Pompaggio argilla espansa già misce- lata con cemento.

Pompaggio argilla espansa già misce- lata con cemento.

Pompaggio argilla espansa già misce- lata con cemento. Stratigrafia vespaio contro terra con premiscelato Lecacem.

Stratigrafia vespaio contro terra con premiscelato Lecacem.

Stratigrafia vespaio contro terra con premiscelato Lecacem. Strato in argilla espansa cementata o Lecacem premiscelato.

Strato in argilla espansa cementata o Lecacem premiscelato.

PAVIMENTI CONTROTERRA GUIDA ALLA SCELTA DELL’APPLICAZIONE

   

TIPOLOGIA DI APPLICAZIONE

 

TIPOLOGIA EDIFICIO

Sacco

Sfuso

Imboiaccato

Cementato

Premix

RESIDENZIALE

   

COMMERCIALE

INDUSTRIALE

     

TIPOLOGIA DI PRODOTTO LECA TIPOLOGIA DI TERRENO Leca Lecapiù ELEVATA UMIDITÀ SCARSA UMIDITÀ LIVELLO DI
TIPOLOGIA DI PRODOTTO LECA
TIPOLOGIA DI TERRENO
Leca
Lecapiù
ELEVATA UMIDITÀ
SCARSA UMIDITÀ
LIVELLO DI FALDA
prossimo al vespaio
LIVELLO DI FALDA
profondo
TIPOLOGIA DI PRODOTTO LECA SPESSORI APPLICAZIONE Leca Lecapiù RIDOTTI SPESSORI VESPAIO (≥5 cm) ALTI SPESSORI
TIPOLOGIA DI PRODOTTO LECA
SPESSORI APPLICAZIONE
Leca
Lecapiù
RIDOTTI SPESSORI VESPAIO
(≥5 cm)
ALTI SPESSORI VESPAIO
(≥ 15 cm)
LECA SPESSORI APPLICAZIONE Leca Lecapiù RIDOTTI SPESSORI VESPAIO (≥5 cm) ALTI SPESSORI VESPAIO (≥ 15 cm)

VOCI DI CAPITOLATO

LECA IN SACCO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Leca”, denominazione 8-20, fornita in sacchi di polietilene da 50 litri e posta in opera confezionata.

LECAPIÙ IN SACCO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Lecapiù”, denominazione 8-20, idrorepellente (assorbimento di umidità circa 1% a 30' secondo UNI EN 13055-1) fornita in sacchi di polietilene da 50 litri e posta in opera confezionata.

LECA SFUSO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Leca”, denominazione 8-20, stesa e costipata, compresa la sistemazione a livello. Spessore finito cm

LECAPIÙ SFUSO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Lecapiù”, denominazione 8-20, idrorepellente (assorbimento di umidità circa 1% a 30' secondo UNI EN 13055-1) stesa e costipata, compresa la sistemazione a livello. Spessore finito cm

LECA SFUSO IMBOIACCATO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Leca”, denominazione 8-20, stesa, costipata e successiva- mente imboiaccata nella parte superiore con boiacca di cemento 32,5 (a/c 0,7 ca., con consumo medio di cemento di ca.15 Kg per m 2 ), compresa la sistemazione a livello. Spessore finito cm

LECAPIÙ SFUSO IMBOIACCATO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Lecapiù”, denominazione 8-20, idrorepellente (assorbimento di umidità circa 1% a 30' secondo UNI EN 13055-1) stesa, costipata e successivamente imboiaccata nella parte superiore con boiacca di cemento 32,5 (a/c 0,7 ca., con consumo medio di cemento di ca.15 Kg per m 2 ), compresa la sistema- zione a livello. Spessore finito cm

LECA CEMENTATO Strato di isolamento termico in argilla espansa “Leca”, denominazione 8-20, impastato con cemento tipo 32,5 in ragione di 1,5 qli di cemento per ogni m 3 di Leca. Steso, battuto e spianato nello spessore di cm

LECAPIÙ CEMENTATO Strato di isolamento termico costituito da argilla espansa “Lecapiù”, denominazione 8-20, idrorepellente (assorbimento di umidità circa 1% a 30' secondo UNI EN 13055-1) impastata con cemento tipo 32,5 in ragione di 1,5 qli di cemento per ogni m 3 di Lecapiù. Steso, costipato e spianato. Spessore finito cm …

PREMISCELATO LECACEM MAXI Strato di isolamento termico costituito da premiscelato “Lecacem Maxi”, a base di argilla espansa idrorepellente (assorbi- mento di umidità circa 1% a 30' secondo UNI EN 13055-1) e leganti specifici. Densità in opera circa 450 Kg/m 3 , resistenza media a compressione circa 1,0 N/mm 2 . Fornito in sacchi, impastato con acqua secondo le indicazioni del produttore, steso, battuto e spianato nello spessore di cm

PREMISCELATO LECACEM CLASSIC Strato di isolamento termico e/o alleggerimento costituito da premiscelato “Lecacem Classic”, a base di argilla espansa idrorepellente (assorbimento di umidità circa 1% a 30’ secondo UNI en 13055-1) e leganti specifici. Densità in opera circa 600 Kg/m 3 , resistenza media a compressione circa 2,5 N/mm 2 . Fornito in sacchi, impastato con acqua secondo le indi- cazioni del produttore, steso, battuto e spianato nello spessore di cm

Leca è un marchio registrato Laterlite spa - © Laterlite - Tutti i diritti riservati - Riproduzione anche parziale vietata. - I.P. Revisione 01/2009 - In vigore dal 08/07/2009 - Sostituisce e annulla tutti i precedenti.

dal 08/07/2009 - Sostituisce e annulla tutti i precedenti. Assistenza tecnica 20149 Milano - via Correggio,
dal 08/07/2009 - Sostituisce e annulla tutti i precedenti. Assistenza tecnica 20149 Milano - via Correggio,
dal 08/07/2009 - Sostituisce e annulla tutti i precedenti. Assistenza tecnica 20149 Milano - via Correggio,
dal 08/07/2009 - Sostituisce e annulla tutti i precedenti. Assistenza tecnica 20149 Milano - via Correggio,

Assistenza tecnica 20149 Milano - via Correggio, 3 Tel. 02 48011962 - Fax 02 48012242 www.leca.it infoleca@leca.it