Sei sulla pagina 1di 64

Vademecum

Prodotti e applicazioni

Gentili professionisti,

fischer, specialista per lancoraggio strutturale, offre una gamma completa di


prodotti sicuri e garantiti: dai sistemi chimici agli ancoranti metallici in acciaio,
fino ai tasselli in nylon. fischer ha sempre la giusta soluzione per risolvere le
molteplici esigenze di fissaggio: sistemi innovativi per facciate, una gamma
completa di viti, prodotti speciali per il fissaggio dellisolamento termico,
staffaggio di impianti idraulici, di riscaldamento e ventilazione, oltre a adesivi,
sigillanti, schiume e spray. La costante attenzione ai processi produttivi e
allo sviluppo di tutti i nostri prodotti mirata ad ottenere elevati standard
qualitativi, massima sicurezza ed elevata praticit di installazione. Lobiettivo
fornire con competenza e rapidit le migliori soluzioni tecniche in tutti i
campi di applicazione.
fischer vicina ai propri Clienti, in tutto il mondo, con 42 consociate
e partner di vendita in oltre 100 paesi. Sviluppiamo e produciamo
autonomamente anche soluzioni specifiche per singoli clienti. Abbiamo dato
grande importanza sia a prodotti eccellenti e innovativi, sia a un servizio
impeccabile con diverse forme di supporto in azienda o direttamente
in cantiere. Il nostro numero verde vi collega direttamente al Supporto
Tecnico che offre una assistenza veloce e professionale per tutte le
esigenze di fissaggio e montaggio. Infine sono a disposizione software di
dimensionamento e manuali tecnici per applicazioni comuni o speciali, come
i fissaggi in zone sismiche o la protezione antincendio.
Unico anche il servizio di fischer formazione. Presso la nostra sede di
Padova, disponiamo di aule e laboratori dedicati. Corsi e seminari per
rivenditori, utilizzatori e progettisti sono organizzati non solo in sede ma in
tutta Italia, attraverso la presenza diretta di formatori fischer specializzati.
Il Catalogo Generale parte integrante di questa nostra vasta offerta di
servizi. Esso stato revisionato in tutte le sue parti e i contenuti sono
stati completamente rivisti. La Panoramica generale che si trova allinizio
facilita lindividuazione del prodotto desiderato. La successiva Panoramica
dettagliata si suddivide secondo i parametri pi importanti: tipologia di
prodotto, versioni dello stesso, materiale del supporto, certificazioni e
applicazioni raccomandate.
Nuova anche la Guida alla selezione, basata su numerosi esempi di
applicazione. Questa panoramica si suddivide secondo le principali
specifiche tecniche proprie del fissaggio: ambito di applicazione, tipo
di prodotto, materiale del supporto, tipo di installazione, certificazioni,
resistenza al fuco e alla corrosione.
Le singole pagine di prodotto sono state rielaborate facendo riferimento alle
caratteristiche salienti mentre testi e tabelle tecniche sono stati organizzati
secondo nuove strutture. Accorgimenti migliorativi che renderanno pi
agevole lorientamento e lindividuazione dei prodotti appropriati.
Fateci avere le vostre impressioni, saremo lieti di ricevere i vostri
suggerimenti. Vi auguriamo di ottenere il maggior successo possibile con i
nostri prodotti

Cordialit, Klaus Fischer

1
3

Buone ragioni per scegliere fischer

Garanzia a 360
Chi sceglie i nostri prodotti, sceglie sicurezza, qualit,
garanzia. E soprattutto, pu sempre contare su un eccellente
servizio tecnico e commerciale. Il nostro obiettivo fisso
sviluppare le migliori soluzioni, per clienti e utilizzatori, in
tutto il mondo.

Il controllo e lottimizzazione di tutti i nostri processi interni,


mediante il fischer ProcessSystem (FPS), ci garantisce di
operare in maniera flessibile e continuativa secondo le
diverse necessit dei clienti e del territorio.

Sempre al passo con i tempi


Linnovazione, per fischer, non solo una somma di brevetti.
La Ricerca e lo Sviluppo sono fondamentali per dare vita non
solo a nuove soluzioni di fissaggio ma anche a nuove
procedure di produzione e utilizzo di nuove materie prime e

rinnovabili. Siamo sempre pronti ad affrontare i continui


cambiamenti del mercato per offrire i massimi benefici agli
utilizzatori, in tutti i settori delledilizia.

Una gamma completa


Oltre 14.000 prodotti: tasselli in nylon e acciaio, ancoranti
chimici, soluzioni per il recupero e il restauro, sistemi per
linvolucro edilizio, ancoranti per la carpenteria metallica, viti

per il legno, sistemi per le linee vita, soluzioni per la posa dei
serramenti, ancoraggi per linstallazione di fotovoltaico e solare,
fissaggi per limpiantistica e il settore idrotermosanitario.

Rispetto e Responsabilit per lambiente

Innovazioni in rete

Il costante rispetto per lambiente e la responsabilit


nellutilizzo delle risorse energetiche e delle materie prime
fanno parte della nostra filosofia aziendale. La politica di
gestione dellambiente stata certificata nello stabilimento di
Tumlingen secondo la norma DIN EN ISO 14001. fischer fa
parte della German Sustainable Building Council (DGNB) e i
nostri prodotti sono stati certificati secondo le linee guida
fornite dallIstituto per lEdilizia e lAmbiente (IBU).

www.fischeritalia.it il sito su cui poter trovare e


consultare la documentazione tecnica sempre aggiornata:
schede tecniche, schede di sicurezza, certificazioni, cataloghi
e brochure e scaricare software gratuiti per la progettazione.
Il know how e lesperienza fischer sono raccolti in numerose
pubblicazioni tecniche: il Manuale Tecnico dellAncoraggio,
i volumi Involucro e Costruzione, Building Envelope e
Architettura Integrata.
Su www.youtube.com/fissaggifischer tanti video tutorial
illustrano i prodotti e la loro corretta applicazione.
A tutto questo si aggiungono interlocutori competenti e
qualificati conoscitori del prodotto, delle sue applicazioni e
della cantieristica, che forniscono rapide risposte gi in un
primo contatto telefonico

Un partner sempre presente


Una rete vendita capillare, attiva in oltre 100 paesi, sessioni
di formazione (alcune valide come crediti formativi) per
clienti e professionisti presso le strutture di fischer
Formazione o direttamente presso le strutture dei clienti,
assistenza tecnica qualificata, consulenza specializzata
secondo gli standard e le normative pi recenti per le
costruzioni, moderni software per i dimensionamenti e i
calcoli.

www.fischeritalia.it
Vieni a trovarci sul nostro sito! Veloce e aperto alle diverse esigenze degli utenti web,
suddiviso in pratiche sezioni dedicate ai rivenditori, alle imprese, ai progettisti e al fai da te.
La navigazione facilitata consente di reperire velocemente informazioni aggiornate,
documentazione e le ultime novit.
Buona navigazione!
Informazioni tecniche su prodotti e applicazioniVisite in
cantiere, prove di estrazione, test di prodottoAssistenza per
lengineering di un progetto

Richiedi offerte commerciali,


una visita del nostro agente
assistenza sugli ordini

Aree dedicate per tipologia

Tutta la gamma Risposte per


ogni necessit
fischer dai
e per ogni
tasselli in nylon
utilizzatore
ai sistemi di
fissaggio

Corsi, seminari,
fiere, video tutorial

La nostra storia,
i nostri valori, il
nostro Gruppo

Accesso rapido alle


nostre risorse per
ambiti di utilizzo

Novit, promo, ultime notizie

Aree dedicate per ambito di utilizzo

Scarica velocemente certificazioni documentazione


tecnicadocumentazione di sicurezza cataloghi e
folderlistini prezzisoftwareloghi e liberatorie

Scopri in ogni momento il punto


vendita specializzato fischer pi
vicino a te!

Vuoi essere sempre aggiornato sulle Novit fischer?


Mandaci una mail a web@fischeritalia.it
e ti diremo come fare!

Seguici anche su
www.youtube.it/fissaggifischer
www.facebook.com/fissaggio
6

Sommario
Guida selezione prodotto

24

40

Panoramica dettagliata dei prodotti divisi per famiglia


con materiali di supporto, certificazioni e applicazioni
raccomandate.

Guida selezione per applicazione


Panoramica dei prodotti secondo le applicazioni con materiali
di supporto, tipologie di installazione, certificazioni ed
omologazioni.

Teoria e tecnica di fissaggio


Materiali da costruzione, tipi di installazione, carichi,
principi di funzionamento, norme e certificazioni.
I consigli dellesperto fischer.

Guida alla selezione

Guida per applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata


Ancoranti chimici

11

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

4) Certificato anche per calcestruzzo cellulare

Ancoranti metallici ad alte prestazioni

10

Guida per applicazione

Guida alla selezione

Prodotti - Panoramica dettagliata

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

4) Non coperto dalla omologazione 5) Solai alveolari in calcestruzzo

12

Fissaggi prolungati / Installazione distanziata

Guida
alla selezione
Guida
per applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata

21

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

11
13

Guida
per alla
applicazione
Guida
selezione

Prodotti - Panoramica dettagliata


Fissaggi generali

1
2

14
12

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

Fissaggi per lastre e soffitti

Guida
selezione
Guida
per alla
applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata

21

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

15
13

Guida
per alla
applicazione
Guida
selezione

Prodotti - Panoramica dettagliata


Fissaggi per materiali elettrici

1
2
1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

Fissaggi per idrotermosanitari

16
14

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

Guida
selezione
Guida
per alla
applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata


Fissaggi per idrotermosanitari

21

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

4) Adatto anche per cartongesso e lastre in gesso-fibra

17
15

Guida
per alla
applicazione
Guida
selezione

Prodotti - Panoramica dettagliata

1
2

18
16

Fissaggi per ponteggi e occhioli

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

Fissaggi per isolamento

Guida
selezione
Guida
per alla
applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata

21

1) Installazione non passante

2) Installazione passante

3) Installazione distanziata

a) Fissaggio per adesione

b) Fissaggio per forma

c) Fissaggio per attrito

19
17

Guida
per alla
applicazione
Guida
selezione

Prodotti - Panoramica dettagliata

1
2

20
18

Schiume

Sigillanti

Guida
selezione
Guida
per alla
applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata

21

1) Non adatto in applicazioni con condizioni di contatto permanente con acqua


2) Da verificare su materiali naturali assorbenti

21
19

Guida
per alla
applicazione
Guida
selezione

Prodotti - Panoramica dettagliata

1
2

22
20

Adesivi e nastri

Spray

Guida
selezione
Guida
per alla
applicazione

Prodotti - Panoramica dettagliata

21
Punte e inserti

23
21

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Costruzioni in metallo

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

35
22

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

36
23

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Carpenterie in legno e rivestimenti

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

25
24

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

26
25

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Applicazioni idrotermosanitarie

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

39
26

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

40
27

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Macchinari e impianti

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

37
28

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

38
29

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Costruzioni in calcestruzzo

2
2

certificato
specifiche fischer

27
30

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

28
31

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Finiture interne e esterne

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

29
32

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

30
33

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Installazioni elettriche

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

31
34

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

32
35

Guida alla selezione per applicazione

Guida alla selezione per applicazione

Guida selezione prodotto per applicazione


Serramenti e opere di falegnameria

2
2

certificato
specifiche fischer
1) solo su legno lamellare

33
36

* Il prodotto riportato da considerare una indicazione generica. Lancoraggio deve essere sempre determinato e dimensionato in base
alle sollecitazioni e al tipo di supporto effettivamente presenti.

22

34
37

Guida alla selezione per applicazione

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

3
3

Nozioni generali

Materiali da costruzione
Calcestruzzo

Calcestruzzo

Nella scelta dell'ancorante fondamentale tenere in considerazione il tipo di supporto


e le relative caratteristiche, ovvero il materiale che lo costituisce. I fondi di ancoraggio
si distinguono in calcestruzzo, muratura e pannelli.
Il calcestruzzo costituito da un mix di cemento, inerti e acqua. Le sue principali
caratteristiche sono:
Elevata resistenza a compressione, ma solo modesta resistenza a trazione ( 10%
della resistenza a compressione).
Linserimento di unarmatura in acciaio (barre singole o reti) aumenta la resistenza
a trazione (acciaio + calcestruzzo = calcestruzzo armato)
Facilmente riproducibile, in quanto normato da precisi standard. Per questo motivo
rappresenta un supporto di ancoraggio ideale.
Il calcestruzzo si divide principalmente in due categorie:
calcestruzzo normale e calcestruzzo alleggerito: mentre il calcestruzzo normale contiene
una porzione di ghiaia, il calcestruzzo alleggerito contiene inerti come la pietra pomice, l'argilla
espansa o il polistirolo, che ne diminuiscono la resistenza a compressione. Ci determina pertanto
condizioni non favorevoli per l'ancoraggio.
La capacit portante degli ancoranti ad elevate prestazioni dipende, oltre che da altri fattori,
dalla resistenza a compressione del calcestruzzo. Questa indicata nei numeri che costituiscono
le abbreviazioni: ad esempio, la classe di resistenza del calcestruzzo pi utilizzata la C 20/25 e
corrisponde a una resistenza a compressione di un cubetto di lato 15 cm pari a 25 N/mm.

Classi di resistenza nei diversi paesi


Paese

Forma

Cina
Danimarca

Cubo
Cilindro

Dimensioni1)
[cm]
15 x 15 x 15
15 x 30

Germania

Cubo

15 x 15 x 15

Cilindro

16 x 32

Regno Unito

Cubo

15 x 15 x 15

Italia

Cubo

Francia

Cilindro
Cilindro
Cubo

15 x 15 x 15
16 x 16 x 16
20 x 20 x 20
10 x 20
10 x 20
15 x 15 x 15

Austria

Cubo

20 x 20 x 20

Svezia

Cubo

15 x 15 x 15

Svizzera

Cubo

20 x 20 x 20

Giappone
Corea
Olanda

1)

41
38

Spagna

Cilindro

15 x 30

USA

Cilindro

15 x 30

Classe di resistenza

Unit

Standard

C15, C20, C25, C30, C35, C40, C45, C55, C60


5, 10, 15, 25, 35, 45, 55
C12/15, C16/20, C20/25, C25/30, C30/37,
C40/50, C45/55, C50/60
C20/25, C25/30, C30/37, C35/45, C40/50,
C45/55, C50/60

N/mm2
N/mm2

GBJ 10-89
DS 411

N/mm2

DIN 1045-1

C25/10

N/mm2

BS 1881:
Part 116

C12/15, C20/25, C30/37, C40/50, C50/60

N/mm2

ENV 206

15
C 180, C 210, C 240, C 270, C 300
B15, B25, B35, B45, B55, B65
B5/B80, B10/B120, B15/B160,
B20/B225, B25/B300, B30/350,
B40/B500, B50/B600, B60/B700
K8, K12, K16, K20, K25, K30, K35,
K40, K45, K50, K55, K60, K70, K80
B25/15, B30/20, B35/25, B40/30, B45/35,
B50/40

N/mm2
kg/cm2
N/mm2

JIS A 1108
KS F 2405
NEN 6720

Calcestruzzo non armato:


HM-20, HM-25, HM-30,
HM-35, HM-40, HM-45, HM-50
Calcestruzzo armato:
HA-25, HA-30, HA-35,
HA-40, HA-45, HA-50
Calcestruzzo precompresso:
HP-25, HP-30, HP-35, HP-40, HP-45, HP-50
2000, 3000, 4000, 6000

Conversione: fCylinder = 0.85 x fCube, 20x20x20; fCube, 15x15x15 = 1.05 x fCube, 20x20x20

N/mm2

N/mm2 /
N B 4200
kp/cm2
N/mm2

BBK 79

N/mm2

SIA 162

N/mm2

EHE

PSI

ACI 318

Il consiglio dell'esperto
Le classi di resistenza standard del calcestruzzo vanno da C12/15 a C 50/60; esistono
anche classi superiori per applicazioni speciali. Gli ancoranti con benestare per applicazione su
calcestruzzo possono essere usati su calcestruzzi con classe da C 20/25 fino a C 50/60.
C 20/25 significa:
C = Calcestruzzo
20 = Resistenza a compressione fck o fck,cyl di un provino cilindrico
( 150mm, altezza 300 mm) in N/mm2
25 = Resistenza a compressione fck, di un provino cubico (di lato 150mm) in N/mm2
Il calcestruzzo normale senza additivi acceleranti raggiunge la propria resistenza nominale
dopo 28 giorni. Solo successivamente pu essere installato l'ancorante, in conformit a quanto
previsto dal relativo benestare.
Calcestruzzo fresco: ancora lavorabile, fino ad un'ora dopo la posa.
Calcestruzzo verde: fino a 4 ore di vita, in fase di indurimento, non pi lavorabile.
Calcestruzzo nuovo: da 4 ore a 28 giorni di vita, in fase di indurimento, resistenza a
compressione nominale non ancora raggiunta.
Calcestruzzo maturo: oltre 28 giorni di vita, indurito, raggiunta la resistenza nominale.
Gli ancoranti installati in calcestruzzo nuovo devono essere adatti per tale uso o possono
essere caricati solo dopo il raggiungimento della resistenza nominale.
Il calcestruzzo presenta spesso delle fessure (dovute al ritiro durante l'indurimento o alle
sollecitazioni)
Nel calcestruzzo fessurato, necessario usare ancoranti idonei per calcestruzzo
fessurato, che devono essere in grado di riespandersi all'apertura delle fessure (ancoranti
ad espansione, ad es. FAZ II), ancoranti per forma (ancorante sottosquadro, ad es. FZA) o
ancoranti chimici in cartuccia adatti per l'utilizzo in zona tesa (ancorante ad iniezione, ad es.
FIS EM).
Non permesso danneggiare le armature di rinforzo durante la foratura. In casi speciali
possibile tagliare delle barre d'acciaio non portanti in seguito alla consultazione con il direttore
dei lavori (foro carotato).
Il calcestruzzo deve essere portante lungo l'intera lunghezza del foro (senza nidi di ghiaia o
cavit).

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

33

42
39

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Materiali da costruzione
La muratura presenta una grande variet di tipologie in confronto al calcestruzzo.
Il numero di tipologie di mattoni che vengono uniti tra di loro usando diversi tipi di
malta molto elevato.

Muratura

I paramenti murari possono essere distinti secondo:


1

1. Mattone pieno in silicato di calcio


2. Mattone pieno, detto anche mattone cotto o klinker

1. Mattone forato in verticale o in orizzontale


2. Mattone forato in silicato di calcio

1. Mattone pieno in calcestruzzo alleggerito con argilla


espansa
2. Calcestruzzo cellulare (calcestruzzo aerato autoclavato)

3
3
Blocchi forati in calcestruzzo alleggerito, ad es. di pietra
pomice o argilla espansa

Il blocco usato (ad es. pietrame, mattoni, pietra calcarea o calcestruzzo cellulare).
La struttura costitutiva (ad es. muratura a testa singola o doppia).
La classe di resistenza e la densit dei mattoni.
In genere si distinguono quattro gruppi di laterizi:
I mattoni pieni con struttura densa sono materiali da costruzione molto
resistenti e privi di fori o con una percentuale di foratura ridotta (max. 15%, ad
esempio con funzione di incastro). Si adattano perfettamente allancoraggio dei
tasselli.
I mattoni forati con struttura compatta (mattoni semipieni e forati) sono
spesso prodotti con lo stesso materiale resistente alla compressione dei mattoni
pieni, ma presentano dei fori. Per carichi elevati devono essere usati tasselli
speciali che attraversano o riempiono i fori.
I mattoni forati con struttura porosa sono caratterizzati dalla presenza di
numerosi pori e da una ridotta resistenza alla compressione. Per questo motivo
per ottenere un fissaggio ottimale si consiglia lutilizzo di tasselli speciali, ad
esempio dotati di una zona di espansione ampia o con funzionamento per
accoppiamento di forma.
I mattoni forati con struttura porosa (mattoni forati in materiale
alleggerito) sono caratterizzati da molti fori e molti pori e offrono quindi una
ridotta resistenza a compressione. necessario presentare la massima cura nella
scelta e nellinstallazione del tassello giusto. Sono adatti tasselli con zona di
espansione ampia o ancoranti a iniezione con funzionamento per accoppiamento
di forma, in particolare per mattoni forati in calcestruzzo alleggerito, le cui cavit
possono essere riempite di polistirolo.

Il consiglio dellesperto
Prima di eseguire un ancoraggio su muratura necessario determinare esattamente il tipo
di mattone (dimensioni, percentuale di foratura, materiale, resistenza a compressione) e il tipo
di malta (categoria di classificazione) che costituiscono il paramento murario.
Per ancoraggi strutturali su muratura vecchia o di cui non si conoscono le caratteristiche,
possono essere effettuate delle prove di carico in accordo con il progettista o il direttore lavori.
Per ancoraggi in prossimit di bordi importante verificare se ci sono dei carichi di
compressione agenti (ad es. lappoggio di una capriata). Il carico impedisce ai mattoni di venire
scardinati dalla struttura muraria.
Anche i mattoni pieni possono avere dei fori (ad es. MZ, KS). Questi fori solitamente si trovano
al centro del mattone per facilitarne la movimentazione (max. 15% di cavit per elemento).
Non utilizzare mai la rotopercussione nei mattoni forati. Per realizzare tali fori, ci sono punte
con taglienti in acciaio speciale.
Stucco o altri strati non portanti non devono essere aggiunti alla zona di ancoraggio.
L ancoraggio in corrispondenza delle fughe di malta deve essere evitato il pi possibile
essendo le fughe altamente disomogenee. Se non possibile escludere a priori lancoraggio in
corrispondenza di una fuga di malta (ad es. per la presenza dellintonaco) necessario adottare
un opportuno coefficiente riduttivo del carico.
La possibilit di realizzare gli ancoraggi in corrispondenza delle fughe di malta (giunti
orizzontali o verticali) regolata dalle certificazioni.
Aumentare la profondit di ancoraggio sulla muratura ha senso solo se necessario
ancorare carichi elevati.
Lancoraggio ad espansione che induce localmente elevate tensioni di installazione non
indicato per la muratura.
Gli ancoranti chimici ad iniezione permettono di raggiungere i carichi massimi su muratura.

43
40

Materiali da costruzione
I pannelli sono materiali da costruzione di spessore ridotto che presentano spesso
una scarsa resistenza, ad esempio pannelli in cartongesso come Rigips, Knauf,
LaGyp, Norgips; pannelli in gesso fibroso come Fermacell, Rigicell o pannelli
di masonite, pannelli di fibre dure, compensato, ecc... Per un fissaggio ottimale si
consiglia la scelta di tasselli speciali; i cosiddetti tasselli per lastre e pannelli.
Si tratta di tasselli in nylon o in metallo a fissaggio posteriore - lancoraggio avviene
per accoppiamento di forma facendo contrasto sulla faccia posteriore del pannello.
I solai alveolari precompressi sono lastre in calcestruzzo che presentano
cavit standardizzate e sono rinforzate con armature in acciaio pretese (trefoli).
La dimensione delle cavit, la loro distanza reciproca e lo spessore della soletta
piena (spessore del calcestruzzo dallintradosso o estradosso della lastra allinizio
della cavit) sono predefinite con precisione. Esistono solo pochi ancoranti con
benestare tecnico per luso su queste strutture (ad es. FHY).

Pannelli

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Il consiglio dellesperto
Utilizzate per pannelli o solai alveolari precompressi solo ancoranti adatti allo scopo.
Contattate il referente fischer per il cantiere nel caso sia necessario ancorare carichi
elevati sui supporti sopra descritti.

33

44
41

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Installazione diretta
senza foratura

Lancorante viene battuto o avvitato direttamente nel supporto.


Questo consente uninstallazione molto rapida.

Foratura

Il materiale da costruzione determina anche il tipo di foratura. Sono disponibili quattro procedure:

Foro eseguito
a rotazione

Foro eseguito a rotazione: foratura con percussione (battuta) disinserita, da utilizzare con mattoni forati e materiali di scarsa resistenza al fine di evitare fori troppo
grandi o distruzione della struttura dei mattoni forati.

Foro eseguito a
rotopercussione

In caso di supporto resistente e compatto le punte al carburo di tungsteno permettono forature pi veloci se affilate come le punte in acciaio. Sono disponibili punte
speciali per muratura.
Foro eseguito a rotopercussione: rotazione con molte percussioni leggere praticate da un trapano a percussione, da utilizzare con materiali pieni a struttura densa.

Foro eseguito a
percussione

3
3

Foro eseguito a a percussione: rotazione con un ridotto numero di percussioni


potenti praticate da un martello perforatore, da utilizzare per materiali pieni con
struttura densa.
Carotaggio: questa tecnica viene utilizzata prevalentemente per fori di grande diametro o per materiali ad alta resistenza.

Punte standard al carburo

Punte per materiali resistenti

Il consiglio dellesperto
Per quasi tutti gli ancoranti certificati prescritto il foro eseguito a rotazione o a
rotopercussione nel relativo certificato o nella linea guida.
Non usare punte troppo logore (vedi prescrizioni del certificato).
Per alcuni ancoraggi sono prescritte punte speciali nel certificato. Devono essere usate.
I fori devono essere puliti con cura (spazzolatura e soffiatura). necessario rispettare
le indicazioni della certificazione o le istruzioni del produttore.
La profondit del foro sempre indicata con precisione e rapportata allo spessore del
supporto. La seguente regola empirica adottata comunemente per ancoranti senza
certificazione: minimo spessore del supporto = profondit del foro + 30 mm.
In caso di fori errati (interferenza con armature o posizione sbagliata) la posizione del nuovo
foro da realizzare normata. Comunemente, devessere considerata una distanza minima
pari a due volte la profondit del foro errato. Il foro errato devessere chiuso (ad es. con FIS V).
Il carotaggio ammesso solo in casi eccezionali, in quanto la parete del foro potrebbe
essere troppo liscia per lancoraggio con resine chimiche o potrebbero non essere
rispettate le tolleranze foro/barra dancoraggio. Solo alcuni ancoranti chimici come FIS EM
e il sistema Superbond in fiala RSB sono idonei e certificati per applicazioni su fori carotati.
Lumidit permanente riduce la caricabilit degli ancoraggi con resine chimiche e dei
tasselli in nylon.
Tenere sempre in considerazione il pericolo di tagliare le barre d armatura.
Per evitare ancoraggi inclinati porre particolare attenzione alla perpendicolarit della
rotazione alla superficie del supporto. Le eccezioni sono normate dal certificato dellancorante
o dalle istruzioni del produttore (approssimativamente 3 - 5 sono tollerati).

45
42

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Installazione
In fase di installazione necessario considerare gli aspetti riportati di seguito:
La distanza dai bordi, gli interassi, lo spessore e la larghezza del supporto di
ancoraggio devono essere rispettati affinch lancorante possa sopportare il carico
previsto. In caso contrario possono verificarsi la rottura del supporto o la formazione
di fessure. Per ancoranti senza certificazione, in particolare per quelli in nylon, usualmente
si adotta una distanza dal bordo pari a 2 x hef (hef = profondit del foro) e un interasse pari
a 4 x hef . Se lespansione del tassello avviene parallelamente al componente, la distanza
dal bordo pu essere ridotta a 1 x hef.
La profondit del foro - salvo poche eccezioni - deve essere maggiore della lunghezza
dancoraggio, poich il corretto funzionamento garantito solo se la vite ha sufficiente
spazio per fuoriuscire dalla punta del tassello in nylon. Nelle tabelle di prodotto riportate nel
presente catalogo vengono indicati tutti i dati sulla profondit del foro per ogni prodotto.
La pulizia del foro dopo la sua realizzazione con soffiatura, spazzolatura o aspirazione
di fondamentale importanza. Un foro non pulito riduce la tenuta del fissaggio. La polvere
prodotta dalla perforazione pregiudica la corretta tenuta del tassello nel foro.*

Il consiglio dellesperto
Le indicazioni su dimensioni del supporto, distanza dai bordi ed interassi devono
essere rispettate. Il non rispettarle pu portare alla riduzione della capacit portante o
al danneggiamento dei componenti.
La pulizia del foro di fondamentale importanza. Bisogna rispettare le indicazioni
contenute nel benestare o quelle fornite dal produttore.

33

Tipi di installazione
Esistono tre tipi di installazione:
1. Installazione passante: indicata per facilitare le installazioni in serie o per elementi
da montare con due o pi punti di fissaggio:

Installazione passante

Utilizzare come dima i fori dellelemento da fissare. In questultimo infatti il diametro


dei fori devessere di misura almeno pari a quella dei fori da realizzare sul supporto.
Oltre a facilitare linstallazione, questo sistema garantisce una buona precisione dei
fori per gli ancoranti.
ancorante FAZ II
tassello universale per
Il tassello viene inserito nel foro attraverso lelemento da fissare e viene quindi
serramenti FUR
espanso. Ad es.: FAZ II, FBN II, FH II
Installazione non passante
2. Installazione non passante: lancorante viene installato prima dellapplicazione
delloggetto da fissare. Questa procedura comporta che il diametro dellancorante e del
foro nelloggetto da fissare non siano identici.
Procedimento di installazione
Riportare la posizione del foro delloggetto da fissare sul fondo di ancoraggio,
Eseguire il foro, pulirlo, inserire il tassello, posizionare loggetto da fissare, avvitare la ancorante FZA
tassello per gasbeton GB
vite fissando loggetto.
Installazione distanziata
Ad es.: tasselli in nylon: S, SX, UX; ancoranti meccanici: FZA, EA II
3. Installazione distanziata: consente di fissare lelemento da installare ad una
certa distanza dal supporto, il quale deve garantire una certa resistenza a trazione e a
compressione . Per questo tipo di installazione si utilizzano ancoranti in metallo filettati
internamente, sui quali possibile fissare viti o barre filettate con controdado
Spessore utile e profondit di ancoraggio: devono essere rispettati oltre alla
ancorante meccanico
corretta procedura di installazione prevista per il singolo ancorante.
FBN II

ancorante fischer
Highbond FHB II

46
43

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Il consiglio dellesperto
La dimensione dei fori nelloggetto da fissare riportata per ogni ancorante nel
relativo benestare o nelle indicazioni fornite dal produttore.
Nel caso di installazione distanziata con un carico di taglio V applicato allancorante,
si genera un momento flettente che spesso risulta determinante nella scelta della
metrica.
L oggetto da fissare deve posare su una superficie piana rasata al max con 3 mm o
mezzo diametro del tassello con materiale resistente a compressione. In caso contrario,
lancorante deve essere dimensionato per resistere anche a momento flettente.
Loggetto da fissare deve posare per lintera lunghezza del foro (= spessore
delloggetto stesso) sull ancorante/barra filettata. In caso contrario, lancorante
deve essere dimensionato per resistere anche a momento flettente.
Rispettare lo spessore massimo fissabile tfix riportato nelle indicazioni fornite dal
produttore. Questo parametro, detto anche spessore utile fissabile, composto da:
tfix = spessore delloggetto da fissare + spessore degli strati non portanti.
Gran parte degli ancoranti certificati devono essere installati applicando lesatta
coppia di serraggio prescritta. A tale scopo devessere utilizzata una chiave
dinamometrica. La coppia assicura la necessaria forza di precarico e la corretta
installazione dellancorante. Per gli ancoranti chimici, devessere rispettato il
tempo di indurimento prima di applicare la coppia di serraggio o il carico di esercizio.
Gli ancoranti devono essere installati come unit inscindibili. Lo scambio o la rimozione
di parti di essi non sono consentiti.

3
3
Carichi

Per la scelta dellancorante indispensabile conoscere le sollecitazioni agenti


sullintera struttura e le forze che si generano di conseguenza su ogni singolo punto
di fissaggio.
Le forze agenti possono distinguersi in base a:
Intensit
Direzione
Tipo di carico
Punto di applicazione
Esistono vari tipi di carico.
Nelle certificazioni sono riportati i carichi caratteristici a rottura. Nelle specifiche
fornite dal produttore, per gli ancoranti dotati di certificazione, vengono riportati
i cosiddetti valori ammissibili di carico. Per gli ancoranti non certificati, invece,
vengono riportati i carichi raccomandati.

47
44

Il consiglio dellesperto
Definisci lentit, la direzione e il punto di applicazione del carico.
Questi parametri determinano limpiego dellancorante.
I carichi a rottura caratteristici (NRK o VRK) sono quei carichi
che si raggiungono o si superano nel 95% dei casi (5% frattile).
I carichi ammissibili sono carichi di esercizio, comprensivi di un
opportuno coefficiente di sicurezza. Tali valori sono validi solo se
vengono rispettate le prescrizioni della certificazione (Namm o
Vamm).
I carichi raccomandati o carichi di esercizio massimi, sono
gi comprensivi di un coefficiente di sicurezza adeguato. Tali
valori sono validi solo se vengono rispettate le prescrizioni delle
specifiche del produttore ( Nracc o Vracc)
Il dimensionamento si esegue dividendo i carichi a rottura o i
carichi a rottura caratteristici per un opportuno coefficiente di
sicurezza.
Coefficiente di sicurezza raccomandato a fronte del valore
medio del carico a rottura.
Ancoranti in acciaio e chimici
4
Tasselli in nylon

7
Tassello a percussione N
4
Coefficiente di sicurezza raccomandato a fronte dei carichi a
rottura caratteristici.
Ancoranti in acciaio e chimici
3
Tasselli in nylon

5
I carichi specificati si riferiscono ad ancoranti singoli senza
linterferenza dei bordi, ovvero non c linfluenza dei bordi, spigoli o
altri ancoranti.
La distanza dal bordo e linterasse critici, indicati con Scr e Ccr,
indicano le distanze alle quali lancorante pu esprimere la propria
resistenza caratteristica massima.
La distanza dal bordo e linterasse minimo, indicati con
Smin e Cmin, indicano le distanze minime che permettono una
installazione senza cedimento del supporto. In questo caso i carichi
devono essere ridotti Rispettare i metodi di progettazione.

Trazione

Compressione

Taglio

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

33

Combinazione di trazione e taglio

Combinazione di trazione e taglio ad


una distanza e

Taglio a una distanza e

Tipo di carico

statico

dinamico impulsivo

dinamico ciclico

urto

sisma

48
45

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Principi di funzionamento
Esistono vari meccanismi di ancoraggio che consentono di trasferire le sollecitazioni
dal fissaggio al supporto.
In caso di ancoraggio per attrito, la zona di espansione del tassello preme contro
le pareti del foro: i carichi di trazione vengono equilibrati dalla forza di attrito.

Ancorante passante

Tassello in nylon

In caso di ancoraggio per accoppiamento di forma, la


forma dellancorante si adatta alla forma del foro di ancoraggi

3
3

Ancorante per sottosquadro

Ancorante ad iniezione 1

In caso di ancoraggio per adesione, una resina ancora la barra al supporto.

Ancorante ad iniezione 2

Barra ad aderenza migliorata

Il consiglio dellesperto
Per molti fissaggi, lancoraggio si crea con una combinazione dei vari principi di
funzionamento (ad es. attrito e accoppiamento di forma nella pietra tenera).

49
46

Meccanismi di rottura
In caso di sollecitazioni eccessive, installazione errata o resistenza insufficiente
del fondo di ancoraggio, possono verificarsi i seguenti tipi di cedimento:
Rottura del fondo di ancoraggio dovuta a

Rottura a trazione
dell'acciaio

Rottura a taglio
dell'acciaio

Eccessivo carico a trazioneN o a taglio V


Resistenza del fondo di ancoraggio insufficiente
Profondit di posa insufficiente
Fessurazione del supporto dovuta a
Dimensioni del supporto inadeguate
Scostamento dalle distanze raccomandate per bordo e interassi
Eccessiva forza di espansione

Sfilamento

Rottura del cono in cls

Sfilamento dovuto a

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Cedimento della connessione per attrito o per adesione a causa di


sollecitazione eccessiva o installazione errata
Cedimento del bordo
in cls

Fessurazione del
supporto

Cedimento dellacciaio dovuta a


Resistenza insufficiente dellancorante/barra in acciaio per il carico applicato

33
Il consiglio dellesperto
Generalmente nelle certificazioni degli ancoranti si fa riferimento a carichi statici.
Tuttavia, sono disponibili sistemi di ancoraggio approvati ufficialmente per carichi non
statici (dinamici, ad es. FHB dyn).
Recentemente stata sviluppata la nuova normativa europea TR045 dellEOTA che
fornisce indicazioni per la progettazione sismica degli ancoranti su calcestruzzo.
Tale riferimento normativo avr validit fino allentrata in vigore del nuovo EN1992-4.
Gli ancoranti vengono soggetti ad una serie di prove, in accordo al nuovo Annesso E
dellETAG 001, e classificati in:
Categoria sismica C1 - ancoranti idonei solo per applicazioni non strutturali

Categoria sismica C2 per applicazioni strutturali e non strutturali. Gli


ancoranti sono soggetti a severe prove sismiche con variazione dellampiezza

delle fessure.
Negli Stati Uniti possibile progettare ancoraggi post-installati su calcestruzzo in
accordo alla normativa di riferimento per la progettazione sismica, lAppendice D della
norma ACI 318-08. Gli ancoranti vengono testati secondo le severe procedure di prova
riportate nella norma ACI 355.2 e ottengono lICC-ES Evaluation Service Report, dove
sono riportati i valori che consentono la progettazione. Ancoranti come FAZ II, FH II e
lancorante ad iniezione FIS EM possono essere dimensionati anche sulla base della
certificazione americana ICC-ES.
Le principali cause di cedimento degli ancoranti sono la sollecitazione troppo
elevata, lerrata installazione o la scarsa resistenza del supporto di ancoraggio.

50
47

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Calcestruzzo fessurato Supporto


Le fessure possono manifestarsi ovunque e in qualsiasi momento nel calcestruzzo.
Possono essere causate da carichi, quali il peso dello stesso calcestruzzo, carichi dovuti
al traffico e al vento, ritiro del calcestruzzo oppure da eventi esterni, terremoti e vibrazioni, che hanno come conseguenza tensioni, deformazioni e quindi fessure.
Esempio, in un ponte, la flessione causata da un carico nella sezione superiore genera una
zona di compressione, mentre in quella inferiore causa una dilatazione e, quindi, la creazione di una zona di trazione. Il calcestruzzo non tuttavia in grado di dilatarsi e sostenere
carichi di trazione, i tondini in acciaio (armatura) invece s. Mentre i tondini dellarmatura si
dilatano senza danni, il calcestruzzo si fessura, creando innumerevoli fenditure a malapena
visibili a occhio nudo (larghezza massima consentita pari a 0,4mm). Si parla quindi di zona
di trazione fessurata.

3
3
Ancoranti idonei per
calcestruzzo fessurato
Quando si applicano ancoranti nel calcestruzzo quasi sempre necessario assumere
che esistano fessure nellarea di ancoraggio che possono influenzare la tenuta del
fissaggio. tuttavia molto difficile, se non impossibile, determinare con certezza se
il calcestruzzo sia fessurato oppure no. Per motivi di sicurezza consigliabile che
progettisti e addetti dimpresa utilizzino sempre tasselli idonei per le fessure.
I tasselli certificati in base alla norma ETAG 001 per calcestruzzo fessurato hanno
dimostrato di essere adatti in caso di fessure, ed quindi possibile impiegarli nella
zona di trazione e nella zona di compressione del calcestruzzo. Gli ancoranti idonei per
calcestruzzo fessurato sono testati e certificati secondo gli standard americani. Questi
benestare tecnici sono redatti in base alla norma ACI 318.

FZA

FAZII

FHBII

SXR

Per ragioni di sicurezza, si consiglia di usare sempre ancoranti idonei per


calcestruzzo fessurato come FAZ II, FH II, FHB II o FIS EM.

51
48

Protezione antincendio Nozioni di base


Tutti i prodotti fischer con certificazione antifuoco sono stati testati secondo i requisiti della
DIN 4102.
Quanto segue corrisponde alle indicazioni della parte 1 e 2 della DIN 4102:
I materiali da costruzione come calcestruzzo, legno, pietra, metallo etc. sono suddivisi in materiali combustibili o non combustibili in base al loro comportamento una
volta esposti al fuoco .
Gli elementi strutturali, per, sono costituiti sia da materiali combustibili sia da materiali
incombustibili. Pertanto non vengono classificati secondo il materiale di cui sono
costituiti, ma in base alla loro complessiva resistenza allesposizione al fuoco.
Le durate della resistenza al fuoco F o R sono espresse in minuti e si distinguono in due
categorie generali:
Componenti con una durata di resistenza al fuoco di R30 e R60 si definiscono inibitori
al fuoco.

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Resistenti al fuoco, invece, si definiscono tutti quei componenti con una durata di
resistenza al fuoco di R90, R120 eR180.
Elementi come canalizzazioni, sistemi di ventilazione o impianti tecnici sono testati
non solo per resistere al fuoco, ma anche per mantenere la loro funzionalit in caso di
incendio (ad es. linee di alimentazione degli impianti sprinkler). La durata di resistenza
al fuoco di questi impianti espressa ad es. con E30 fino a E120 per le canalizzazioni
elettriche e/o con L30 fino a L120 per impianti di ventilazione. Gli ancoranti usati per
fissare questi sistemi devono avere una durata di resistenza al fuoco almeno pari a quella
dellelemento fissato.

33

La curva standard temperatura/tempo (ETK) della DIN 4102 e della ISO 834 si basa su
una simulazione delle condizioni reali di incendio e rappresenta la base riconosciuta a
livello mondiale per la determinazione della resistenza al fuoco. Oltre a questa, ci sono
altre curve di esposizione al fuoco per condizioni particolari, ad es. la curva da idrocarburi
per incendi innescati da liquidi combustibili o la curva del tunnel RAB/ZTV (Germania)
e/o la curva del tunnel Rijkswaterstaat (Olanda), che simulano gli effetti degli incendi nei
tunnel.

Curve tempo/temperatura: (ETK)



Curva da idrocarburi

Curva del tunnel RABT/ZTV

Curva del tunnel Rijkswaterstaat-

52
49

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

3
3

53
50

La resistenza antincendio
nella tecnologia del fissaggio
La tecnologia del fissaggio di fondamentale importanza nella protezione
antincendio: ad esempio al fine di garantire la funzionalit e la stabilit strutturale
di ringhiere, sistemi di sicurezza o elementi a soffitto. La valutazione dellancoraggio
in caso di incendio avviene secondo il rapporto tecnico TR020.
L identificazione e la classificazione degli ancoraggi consiste nellindividuazione
della durata di resistenza al fuoco ad es. R90. Prima dellintroduzione della norma per
determinare i valori di carico per gli ancoranti esposti al fuoco da parte del DIBt, la durata
di resistenza al fuoco non era normata da benestare tecnici per le costruzioni, ma da
pareri di esperti in materia di incendio basati su prove specifiche.
La sicurezza viene valutata misurando il carico a rottura in caso di esposizione al fuoco
passando per la determinazione del cosiddetto fattore . Gli approcci per valutare la
sicurezza nei benestare tecnici per le costruzioni e nelle opinioni degli esperti in materia
di incendio sono diversi. Per questo motivo possibile che i carichi determinati nelle
perizie da parte di esperti in materia di incendio siano maggiori dei carichi ammissibili
riportati nei benestare tecnici. In questi casi bisogna considerare validi solo i carichi
massimi riportati nei benestare tecnici per le costruzioni. In tempi recenti, un nuovo
documento di valutazione del DIBt [Istituto tedesco di Ingegneria delle Costruzioni]
stato utilizzato per la determinazione dei valori di carico caratteristici e la corrispondente
durata di resistenza al fuoco. Questi nuovi benestare tecnici per le costruzioni
rappresentano una base per la progettazione che pu essere monitorata. Tutti i vecchi
benestare tecnici saranno a breve convertiti sulle basi di questo nuovo approccio.
I test hanno dimostrato che gli ancoranti prolungati in poliammide (nylon) con viti
zincate certificati sono generalmente pi resistenti al fuoco rispetto alle facciate o alle
sottostrutture in legno o alluminio che sostengono: la parte del tassello in nylon che
infissa ed espansa nel supporto resiste al fuoco nelle prove sulle facciate per almeno 90
minuti.

Corrosione - Nozioni di base


Con il termine corrosione si indica una reazione chimica che causa la distruzione
del metallo. Meno nobile il metallo (tensione elettrochimica), pi profonda la
distruzione del materiale. Lacciaio si trasforma in ruggine e si sfalda oppure viene
in parte asportato. possibile distinguere diversi fenomeni. I tipi di corrosione pi
frequenti per tasselli e ancoranti sono descritti di seguito.
Corrosione della superficie. Il materiale si corrode in modo relativamente
omogeneo su tutta o parte della superficie. Un esempio costituito dalla ruggine
non visibile causata, ad esempio, dalla condensa che si forma su una vite nellarea
tra la piastra di ancoraggio e il foro. Conseguenza: il fissaggio che esternamente pu
apparire intatto cede improvvisamente.
Corrosione da contatto. Quando pi metalli nobili sono a contatto in un mezzo
conduttore, si corrode sempre il metallo meno nobile (lanodo). Pertanto lacciaio
inox rimane in genere intatto. Fondamentale anche il rapporto tra le superfici dei
due tipi di metallo: tanto superiore la superficie del metallo pi nobile rispetto alla
superficie del metallo meno nobile, pi forte sar la corrosione. Se, ad esempio, si
utilizzano viti zincate per fissare delle ampie lastre di acciaio inox, in breve tempo le
viti si deterioreranno. Al contrario, un fissaggio di lastre zincate con viti in acciaio inox
non presenta problemi.
Corrosione sotto tensione. Quando vi sono tensioni di trazione interne o esterne
possibile che il metallo si dilati e si corroda. A causa delle tensioni meccaniche
viene a formarsi una fenditura che, sottoposta a ulteriori sollecitazioni, cresce
aprendo la strada a una progressiva corrosione. Questo fenomeno si verifica ad
esempio con lacciaio A4 immerso in un ambiente contenente cloro (piscine, ecc.).
La corrosione sotto tensione in genere invisibile sui tasselli e porta il pi delle volte
allimprovviso cedimento dellancoraggio.

Nel 1985 a Uster, Svizzera, il controsoffitto


in cemento di una piscina coperta cedette.
Le sospensioni del soffitto in acciaio
inossidabile non mostravano esternamente
alcuna imperfezione, ma internamente,
la corrosione sotto tensione ne aveva
causato la parziale distruzione.

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

33
Esempio di corrosione sotto tensione
transgranulare sul materiale 1.4401 per
laggressione di cloruri.

Protezione dalla corrosione


Esistono diverse procedure per evitare la corrosione sui fissaggi. Le pi importanti
vengono riportate di seguito.
Zincatura elettrolitica. il pi comune sistema di protezione dalla corrosione per i
tasselli metallici in acciaio a bassa zincatura. costituita da un rivestimento metallico
di spessore compreso tra 5m e 10m. La zincatura elettrolitica pu essere passivata di
colore blu, che conferisce allancorante un aspetto argentato, oppure cromata di colore
giallo. Poich la zincatura si deteriora con il passare del tempo, questo sistema offre una
protezione dalla corrosione sufficiente solo in ambienti interni non umidi.
Ancoranti in acciaio inossidabile A4 (numero materiale 1.4401 o 1.4571) sono
adatti ai fissaggi in ambienti umidi, allaperto, per limpiego industriale o in aree marine
(ma non a contatto diretto con acqua salmastra). Gli acciai sono leghe contenenti una
percentuale di cromo minima del 12%, che crea sulla superficie dellacciaio uno strato
passivo anticorrosione.
Tasselli in leghe speciali (ad esempio, acciaio con numero materiale 1.4529)
trovano impiego in ambienti particolarmente aggressivi, ad esempio contenenti cloro
(piscine), in tunnel stradali o a contatto diretto con lacqua salmastra. In queste condizioni,
per reazione chimica, la percentuale di cromo dei normali acciai inossidabili scende al
di sotto del 12%. Lo strato passivo protettivo scompare e lancorante viene esposto a
corrosione. Grazie allalta percentuale di molibdeno, le leghe speciali resistono bene alla
corrosione anche in questi mezzi cos aggressivi. Con una percentuale di lega pari al 50%,
queste leghe superano in modo evidente i comuni acciai con leghe basse, medie o alte,
che presentano una percentuale massima di lega pari al 30%. Lacciaio 1.4529 con una
lega di cromo, molibdeno e nickel presenta ad esempio una percentuale di lega pari al
58%. La restante percentuale costituita da ferro e carbonio. Per lalto contenuto di costosi
leganti, la produzione di questi tipi di acciaio ha dei costi piuttosto alti.

54
51

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

Dinamica
- carichi prevalentemente non
statici nella tecnologia del
fissaggio

Le certificazioni generali dellispettorato edile tedesco dellInstitut fr Bautechnik


Berlin (DIBt) in Germania e il benestare tecnico europeo (ETA) sono validi in
genere solo per lancoraggio di carichi prevalentemente statici. Nella pratica sono
frequenti i casi di sollecitazioni dinamiche, come nelle gru girevoli, binari per gru,
binari di guida nella costruzione di ascensori, macchinari, robot industriali e ventilatori
a getto allinterno di tunnel. Tra questi casi rientrano anche gli ancoraggi di elementi
soggetti a oscillazione come antenne e pali.

3
3

In generale, la norma prevede che elementi con pi di 10.000 cicli di carico vengano ancorati
con mezzi di fissaggio certificati e sperimentati a tale scopo specifico. Lancoraggio ad arte
e duraturo di tali elementi interessati da carichi dinamici e inseriti allinterno di elementi
in cemento armato ha rappresentato sino a poco tempo fa un problema notevole per i
progettisti. Di norma, infatti, le certificazioni per i tasselli sono valide solo per lancoraggio
di carichi prevalentemente statici. Il passaggio attraverso perizie e autorizzazioni ad hoc era
lungo e difficoltoso. Inoltre, linsicurezza generale relativa alla progettazione comportava
spesso costi superiori al necessario, poich spesso gli ancoranti erano sovradimensionati.
Oggi la situazione pi semplice.
L ancorante chimico fischer Highbond FHB dyn certificato per carichi dinamici. Le
certificazioni sono valide per lancoraggio in caso di carichi dinamici con un numero di
cicli di carico illimitato, per trazione centrata e per forze oblique. FHB dyn nella misura M
16 inoltre prodotto anche in acciaio ad alta resistenza alla corrosione, numero materiale
1.4529. Le sperimentazioni hanno dimostrato che questo materiale, a differenza dei tipi
di acciaio inox standard comunemente utilizzati per il fissaggio (numero materiale 1.4401
e 1.4571), si adatta perfettamente non solo allimpiego in ambienti interni molto umidi e
allaperto, ma anche per resistere alle sollecitazioni dinamiche.

55
52

Basi legali
LUnione Europea (UE) definisce nella sua essenza la base giuridica per la
certificazione dei prodotti da costruzione. LUE persegue lo scopo di realizzare il
mercato comune europeo per tutti i prodotti, anche per i prodotti da costruzione.
Il 1 Luglio 2013 entrato in vigore il Regolamento dei Prodotti da Costruzione (CPR)
che regola limmissione sul mercato di prodotti da costruzione e la loro marcatura CE.
Esso sostituisce la direttiva 89/106/CEE e diventa legge per tutti gli Stati membri dellUE.
Per prodotto da costruzione si intende un qualsiasi prodotto o kit fabbricato e immesso
sul mercato, permanentemente incorporato in opere di costruzione o parti di esse e la cui
prestazione ha un effetto sul comportamento di tali opere rispetto ai requisiti di base che
devono soddisfare (es. resistenza meccanica e stabilit). Cos i prodotti interessati dal regolamento sono quelli la cui applicazione pu essere descritta come critica per la sicurezza.
I requisiti essenziali per le costruzioni sono:
1. Resistenza meccanica e stabilit
2. Protezione antincendio
3. Igiene, salute e protezione dellambiente
4. Sicurezza e accessibilit durante luso
5. Isolamento acustico
6. Risparmio energetico e isolamento termico
7. Uso sostenibile delle risorse naturali

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

33

Quando un prodotto da costruzione regolato da una norma armonizzata (hEN), il cui


periodo di coesistenza scaduto, o sono state rilasciate una Valutazione o Benestare
Tecnico Europeo (ETA) per questo prodotto, il fabbricante redige una Dichiarazione di
Prestazione (DoP) e appone la marcatura CE sul prodotto. Tuttavia, la richiesta della
certificazione ETA per un prodotto da costruzione da parte del fabbricante ancora
volontaria.
I Benestare Tecnici Europei esistenti sono validi fino alla fine della data di validit e saranno
modificati con la Dichiarazione di Performance (DoP) dal fabbricante alla data di scadenza.
Il numero di riferimento del DoP parte della marcatura CE e - per i prodotti Fischer con
ETA - corrisponde al cosiddetto numero CPD.
Le Dichiarazioni di Prestazione (DoP) sono disponibili sul sito di fischer italia nella zona
Download center : http://www.fischeritalia.it/categorie-documenti/documentazione/
Il marchio CE un simbolo grafico e rappresenta una sorta di passaporto, che permette
ad un prodotto da costruzione di poter essere commercializzato liberamente nello Spazio
Economico Europeo. Quando un prodotto ha la marcatura CE significa che sono stati
soddisfatti i necessari requisiti duso definiti nella hEN o nella ETA. Per luso del prodotto
da costruzione ciascun Stato membro determina le caratteristiche essenziali che devono
essere dichiarate. Lutilizzo senza restrizioni di un prodotto da costruzione in uno Stato
membro dipende dalla presenza dei valori prestazionali nella dichiarazione di prestazione
relativamente alle caratteristiche essenziali stabilite dallo Stato membro. Se una caratteristica viene dichiarata con NPD (Nessuna Prestazione Determinata), questo pu portare
a un divieto di utilizzo in uno Stato membro (ma nessuna barriera al commercio!). Cos ogni
Stato membro deve creare dei Punti di Contatto Prodotti, che forniranno informazioni su
queste norme.

56
53

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

3
3

Norme per la certificazione


degli ancoranti
Gli ancoranti che non sono coperti da una norma armonizzata (hEN) possono richiedere una ETA (Benestare Tecnico Europeo) sulla base di un Documento Europeo
di Valutazione (EAD).
I documenti di valutazione esistenti, come le ETAG (Linee Guida per il Benestare Tecnico
Europeo) possono essere ancora utilizzati come EAD in accordo al Regolamento sui Prodotti da Costruzione (CPR)
I pi importanti documenti di valutazione vigenti per gli ancoranti sono:

ETAG001, Parti 1-6, Documento di valutazione per ANCORANTI METALLICI PER


UTILIZZO IN CALCESTRUZZO

Parte 1 Ancoranti in generale
Parte 2 Ancoranti ad espansione a controllo di coppia
Parte 3 Ancoranti a sottosquadro
Parte 4 Ancoranti ad espansione a controllo di deformazione
Parte 5 Ancoranti chimici
Parte 6 Ancoranti per fissaggi multipli non strutturali

ETAG 014, Documento di valutazione per ANCORANTI PLASTICI PER IL FISSAGGIO DI SISTEMI COMPOSITI DI ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO CON INTONACO
(ETICS)

ETAG 020, Parti 1-5, Documento di valutazione per ANCORANTI PLASTICI PER
FISSAGGI MULTIPLI NON STRUTTURALI IN CALCESTRUZZO E MURATURA

ETAG 029, Documento di valutazione per ANCORANTI A INIEZIONE PER LUTILIZZO IN MURATURA

TR 023, Valutazione di connessioni con barre ad aderenza migliorata post-installate in accordo allETAG001, Parte 1 e Parte 5.

I prodotti che non sono coperti da un Documento Europeo di Valutazione (EAD) possono
comunque richiedere una certificazione ETA.
Insieme allorganismo di valutazione notificato (in Germania DIBt) pu essere redatto un
documento EAD, secondo lAllegato II del CPR, per avviare la procedura di valutazione.
LETAG 001 suddivide le possibili certificazioni di tasselli metallici in 12 opzioni. Le opzioni
16 riguardano limpiego in calcestruzzo fessurato e non fessurato, le opzioni 712 solo
limpiego in calcestruzzo non fessurato. Le procedura di certificazione in base allopzione
1 abbastanza complessa e ricopre la maggior parte delle applicazioni di sistemi di
fissaggio. Gli ancoraggi certificati secondo lopzione 12 hanno un uso pi limitato.
La Parte 6 dellETAG 001 regola la valutazione degli ancoranti metallici in calcestruzzo
fessurato e non fessurato per fissaggi multipli non strutturali. I sistemi non strutturali
sono componenti che non contribuiscono alla stabilit della costruzione. Questi sono per
esempio semplici controsoffitti, condutture nonch rivestimenti di facciata. Questi sistemi
possono essere indicati come cosiddetti sistemi ridondanti. Nel caso di cedimento di un
punto di fissaggio, la stabilit del sistema non compromessa, ma il carico viene trasmesso
a un punto vicino.

57
54

Le 12 opzioni della Linea Guida per il Benestare Tecnico Europeo per Ancoranti metallici da utilizzare
nel calcestruzzo, ETAG 001
Opzione

Certificato per zone tese e compresse

Certificato solo per zone compresse

10

11

12

Calcestruzzo

Qualit migliori garantiscono carichi maggiori


Qualit

Resistenza

Interassi

C 20/25
fino a
C 50/60

C 20/25
fino a
C 50/60

Qualit migliori non garantiscono carichi maggiori

solo
C 20/25

Impiego ottimale con


carichi diversi per la forza di
trazione e la forza di taglio

Solo un carico per tutte


le direzioni di carico

Possibile riduzione degli interassi

Possibile riduzione degli interassi di base1) (con


contemporanea riduzione del carico)

C 20/25
fino a
C 50/60
solo
C 20/25

Possibile riduzione delle distanze dal bordo di base


(con contemporanea riduzione del carico)

A ), B ), A ), B ), 2 2
B ), C )
C 2)
C 2)
1

solo
C 20/25

B2), C2)

solo
C 20/25

C 2)

C 2)

solo
C 20/25

C 2)

C 2)

33

A ), B ), A ), B ), 2 2
B ), C )
C 2)
C 2)
1

C 20/25
fino a
C 50/60

Distanza dal bordo di base relativamente ampia e


fissa
1

solo
C 20/25

C 20/25
fino a
C 50/60

C 20/25
fino a
C 50/60

Possibile riduzione della distanza dal bordo di base2)


(con contemporanea riduzione del carico)

Procedura di misurazione

Interasse di base elevato

Distanza
dal bordo

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

B2), C2)

1) Interasse di base = 3 x Profondit di ancoraggio, Distanza dal bordo di base= 1,5 x Profondit di ancoraggio
2) Interasse di base = 4 x Profondit di ancoraggio, Distanza dal bordo di base = 2 x Profondit di ancoraggio

58
55

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

3
3

59
56

Dimensionamento degli
ancoranti

Certificazioni, marcature e
loro significato

Di seguito viene fornita una selezione delle certificazioni attualmente rilasciate in


Europa con relativi simboli e significato.
Verificare se lapplicazione desiderata costituisce un caso rilevante per la sicurezza.
Unapplicazione rilevante per la sicurezza quando in caso di cedimento del fissaggio vi
rischio di morte o di lesioni gravi e/o deriva un danno economico notevole. In tal caso, si
consiglia limpiego di tasselli con Benestare Tecnico Europeo (ETA) o certificazione dellispettorato edile tedesco. Tali prodotti sono contrassegnati dai seguenti marchi:

Benestare Tecnico Europeo


Rilasciato da unautorit per i Benestare
Tecnici (es. DIBt) sulla base delle Linee
Guida per i Benestare Tecnici Europei
(ETAG)
ETA: Benestare Tecnico Europeo/Opzioni 112
CE: il marchio di Conformit Europea
conferma la conformit del prodotto da
costruzione (es. fissaggio) con le Linee
Guida per i Benestare Tecnici Europei.
I prodotti con il marchio CE possono
essere liberamente venduti nel mercato economico europeo.

Benestare dellautorit generale


per le costruzioni
Rilasciato dal DIBt di Berlino per
lancoraggio nel calcestruzzo dimensionato secondo il Metodo A
(Metodo CC).
Prova di conformit del prodotto da
costruzione al Benestare dellautorit generale per le costruzioni. Confermato da un laboratorio di prova
dei materiali.

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

33

Ulteriori informazioni sulle prestazioni sismiche del sistema di ancoraggio sono indicare sotto il logo
della certificazione ETA.

ICC = International Code


Council, formato da BOCA,
ICBO e SBCCI
ICC Evaluation Service Inc. (ICC ES)
rilascia rapporti di valutazione, in
questo caso per lancorante, basato
sullUniform Building CodeTM e le
relative normative negli Stati Uniti
dAmerica.

Benestare dellautorit generale per le costruzioni


Rilasciato dal DIBt di Berlino.
Prova di conformit del prodotto da
costruzione al Benestare dellautorit generale per le costruzioni. Confermato da un laboratorio di prova
dei materiali.

Certificazione CE
Riconosciuta per il consolidamento
delle pareti di rivestimento secondo
le norme armonizzate UNI EN 845
e UNI EN 846.

Il sistema di ancoraggio idoneo


per essere soggetto ad azioni
sismiche.

60
57

Teoria e tecnica di fissaggio

Teoria e tecnica del fissaggio

3
3

61
58

Ancorante sottoposto a prova di


resistenza al fuoco
Lancorante soggetto a prove di
resistenza al fuoco. E disponibile un
Rapporto di esame relativo al comportamento della prova al fuoco (con
classe R).

Test di comportamento al fuoco


secondo la curva tempo-temperatura
della ZTV-ING: 2003-1, parte 5
tunnel.

Test di comportamento al fuoco


in accordo alla curva tempotemperatura Rijkswaterstaat
(RWS) .

Certificazione FM
Riconosciuta per luso in sistemi antincendio (Omologazione rilasciata
dalla Factory Mutual Research Corporation for Property Conservation,
richiesta in ambito assicurativo).

Per Impianti Antincendio Sprinkler


Soddisfa i requisiti del VdS CEA
4001.

Certificazione agli urti


Lancoraggio idoneo per carichi
impulsivi derivanti da urti.

Ancoraggio che pu essere soggetto a carichi dinamici


Lancoraggio idoneo e certificato
per sistemi soggetti a carichi prevalentemente non statici (ossia
dinamici).

Il materiale che compone lancoraggio privo di alogeni (non emette


gas corrosivi o fumi alogeni, sostanze
molto pericolose che se inalate possono causare intossicazioni gravi).

Ancoraggio composto da nylon di


alta qualit, resistente allinvecchiamento (poliammide).

Acciaio inossidabile
Ancoraggio composto da acciaio
inossidabile. Fornisce maggior resistenza nei confronti della corrosione
del materiale.

Etichetta dellaria A+ (bassissima


emissione )
Miglior risultato secondo la normativa in vigore sui livelli demissione di
COV (componenti organici volatili) e
la qualit dellaria interna.

Certificazione per impianti di


acqua potabile
I prodotti sono testati per valutare il
loro eventuale effetto su caratteristiche organolettiche (odore, sapore,
colore) e chimiche di acque destinate
al consumo umano per evitare ogni
possibilit di contaminazione dovuta
a crescita microbica o citotossicit.

Leadership in Energy and Environmental Design


Sistema di certificazione per promuovere un approccio globale alla sostenibilit.
La certificazione LEED viene rilasciata
alledificio, non al singolo prodotto, ma i
prodotti giocano un ruolo fondamentale
per ottenere il punteggio finale.

Assenza di ponte termico


Classe di trasmittanza termica
= 0,000 W/K

Edizione 2013

Contatti

l Unipersonale
Fischer Italia sr
iti, 25
Corso Stati Un
35127 Padova
a.it
www.fi scheritali
800-844-078
Numero Verde
scher
om/fi ssaggifi
www.youtube.c

Tutte le info su
tallazione
certifi cazioni,ins
rogettuale
e assistenza p
one!
sul tuo smartph

a sismica

bbricate in zon
ostruzioni prefa

delle c
il collegamento

a Papergraf S.p.a.

06/13 - Stamp

per
Manuale tecnico

Cod. xxx - Ed.

Edizione 2013

Hai tutto. Hai fischer.


Teoria
e tecnica
fissaggio
Teoria
e tecnica
deldifissaggio

Prodotti, Soluzioni, Consulenza Progettuale,


Assistenza in Cantiere.

3
1c

gamento
ico per il colle
Manuale tecn i prefabbricate
on
delle costruzi
ica
in zona sism

59
63

fischer nel mondo

Servizio senza confini


Consociate fischer

fischer Deutschland Vertriebs GmbH


Weinhalde 14-18
72178 Waldachtal
GERMANY
Tel.: (0049) 744312-6000
Fax: (0049) 744312-4500
www.fischer.de
E-Mail: info@fischer.de

anwendungstechnik@fischer.de

vertriebsinnendienst@fischer.de

fischer Argentina S.A.


Armenia 3044
1605 Munro
Ra-PCIA: De Buenos Aires
ARGENTINA
Tel.: (0054) 1147-622778
Fax: (0054) 1147-561311
www.fischer.com.ar
E-Mail: asistenciatecnica@fischer.com.ar

60

fischer Australia Pty. Ltd.


Unit 1, 61 Waterview Close
Dandenong South
VIC 3175
AUSTRALIA
Tel.: (0061) 39799-2096
Fax: (0061) 39799-2696
www.fischerfixings.com.au
E-Mail: info@fischerfixings.com.au
fischer Austria GmbH
Wiener Strae 95
2514 Traiskirchen
AUSTRIA
Tel.: (0043) 225253730
Fax: (0043) 225253730-70
www.fischer.at
E-Mail: office@fischer.at

fischer Cobemabel s.n.c.


Schalinhoevedreef 20 D
2800 Mechelen
BELGIUM
Tel.: (0032) 152847-00
Fax: (0032) 152847-10
www.fischer.be
E-Mail: info@fischerbelgium.be

fischer Brasil Indstria e Comrcio Ltda.


Estrada do Dende, 300 Ilha do Governador
BR-21920-001 Rio de Janeiro-RJ
BRAZIL
Tel.: (0055) 21 24 67 87 96
Fax: (0055) 21 24 67 11 30
www.fischerbrasil.com.br
E-Mail: fischer@fischerbrasil.com.br

fischer (Taicang) fixings Co., Ltd.


Shanghai Rep. Office
Rm 1503-1504,
No. 63 Chifeng Road,
200092 Shanghai
CHINA
Tel.: (0086) 2151001668
Fax: (0086) 2165979669
www.fischer.com.cn
E-Mail: ficnsh@fischer.com.cn

fischer Hrvatska d.o.o.


Nadinska 29 Velikopoje
10010 Zagreb
CROATIA
www.fischer.ar
E-Mail: alen.dopsaj@fischer.at

fischer international s.r.o.


Prmyslov 1833
25001 Brands nad Labem
CZECH REPUBLIC
Tel.: +(00420) 3269046-01
Fax: (00420) 3269046-00
www.fischer-cz.cz
E-Mail: info@fischerwerke.cz

fischer a/s
Sandvadsvej 17 A
4600 Kge
DENMARK
Tel.: (0045) 4632-0220
Fax: (0045) 4632-5052
www.fischerdanmark.dk
E-Mail: fidk@fischerdanmark.dk

fischer Finland
Suomalaistentie 7 B
02270 Espoo
FINLAND
Tel.: (00358) 2074146-60
Fax: (00358) 2074146-69
www.fischer.de
E-Mail: jorma.makkonen@fischerfinland.fi

fischer S.A.S.
12, rue Livio B. P. 10182
67022 Strasbourg-Cedex
FRANCE
Tel.: (0033) 38839-1867
Fax: (0033) 38839-8044
www.fischer.fr
E-Mail: info@fischer.fr

fischer fixings UK Limited


Whitely Road
Oxon OX10 9AT Wallingford
OX 10 9AT
GREAT BRITAIN
Tel.: (0044) 149 182 79-00
Fax: (0004) 149 182 79-53
www.fischer.co.uk
E-Mail: info@fischer.co.uk

fischer Hellas
Emporiki EPE, Roupel 6
145 64 Kifissia, Athens
GREECE
www.fischer.gr
fischer HUNGRIA Bt.
Szermi t 7.
1117 Budapest
HUNGARY
Tel.: (0036) 134797-55
Fax: (0036) 134797-65
www.fischerhungary.hu
E-Mail: info@fischerhungary.hu

fischer nel mondo









fischer italia s.r.l.


Corso Stati Uniti, 25
Casella Postale 391
35127 Padova Z.I. Sud
ITALY
Tel.: (0039) 0498063-111
Fax: (0039) 0498063-401
www.fischeritalia.it
E-Mail: sercli@fischeritalia.it

fischer Japan K.K.


Seishin Kudan Building 3rd Floor
3-4-15 Kudan Minami
Chiyoda-ku
Tokyo 102-0074
JAPAN
Tel.: (0081) 503675-7782
Fax: (0081) 503675-7782
www.fischerjapan.co.jp
E-Mail: georg.lenz@fischerjapan.co.jp

fischer Sistemas de
Fijacin, S.A. de C.V.
Blvd. Manuel Avila Camacho 3130 - 400B
Col. Valle Dorado, Tlalnepantla
Estado de Mexico, C.P. 54020
MEXICO
Tel.: (0052) 555572-0883
Fax: (0052) 555572-1590
www.fischer.de
E-Mail: info@fischermex.com.mx

fischer Benelux B.V.


Amsterdamsestraatweg 45 B/C
1411 AX Naarden
NETHERLANDS
Tel.: (0031) 3569566-66
Fax: (0031) 3569566-99
www.fischer.nl
E-Mail: info@fischer.nl

fischer Norge AS
Oluf Onsumsvei 9
0680 OSLO
NORWAY
Tel.: (0047) 232427-10
Fax: (0047) 232427-13
www.fischernorge.no
E-Mail: jmo@fischernorge.no
fischerpolska Sp. z o.o.
ul..Albatrosow 2
30-716 Krakw
POLAND
Tel.: (0048) 1229008-80
Fax: (0048) 1229008-88
www.fischerpolska.pl
E-Mail: info@fischerpolska.pl
fischerwerke Portugal , Lda
Av. Casal da Serra , Lote I-4, Sala 5
2625-085 Povoa de Santa Iria
PORTUGAL
Tel.: (00351) 2195-37450
Fax: (00351) 2195-91390
www.fischer.pt
E-Mail: fischerportugal.info@fischer.es
000 fischer Befestigungssysteme Rus
l. Dokukina 16/1, Building 1
129226 Moscow
RUSSIA
Tel.: (007) 495 223-0334
Fax: (007) 495 223-0334
www.fischerfixings.ru
E-Mail: info@fischerfixings.ru

fischer systems Asia Pte. Ltd.


150 Kampong Ampat
#04-03 KA Centre
Singapore 368324
SINGAPORE
Tel.: (0065) 6285-2207
Fax: (0065) 6285-8310
www.fischer.sg
E-Mail: sales@fischer.sg
fischer S. K. s. r. o.
Vajnorsk 134/A
831 04 Bratislava
SLOVAKIA
Tel.: (0421) 2 4920 6046
Fax: (0421) 2 4920 6044
E-Mail: info@fischerwerke.sk
www.fischer-sk.sk

fischer Korea Co. Ltd.


#503 Dae-Ryung Techno Town 8th 481-11
Gasan-dong, Geumcheon-Gu
153-775 SEOUL
SOUTH KOREA
Tel.: (0082) 154489-55
Fax: (0082) 154489-03
www.fischerkorea.com
E-Mail: info@fischerkorea.com

Fischer Ibrica S.A.


Klaus Fischer 1
43300 Mont-Roig del Camp
Tarragona
SPAIN
Tel.: (0034) 9778387-11
Fax: (0034) 9778387-70
www.fischer.es
E-Mail: tacos@fischer.es

fischer Metal Sanayi ve Ticaret


Limited Sirketi
Yeni yol Sokak
ETAP Is Merkezi. A Blok
No: 16/9
34722 Hasanpasa / Kadikoy
Istanbul
Tel.: (0090) 216 326 0066
Fax: (0090) 216 326 0018

fischer Sverige AB
Koppargatan 11
602 23 Norrkping
SWEDEN
Tel.: (0046) 1131-4450
Fax: (0046) 1131-1950
www.fischersverige.se
E-Mail: gg@fischersverige.se

fischer FZE
P. O. Box 261738
Jebel Ali Free Zone
Dubai
UNITED ARAB EMIRATES
Tel.: (00971) 488374-77
Fax: (00971) 1488374-76
www.fischer.ae
E-Mail: fixings@fischer.ae

fischer fixings LLC


62 Orange Ave
Suffern, NY 10901
USA
Tel.: (001) 845-5045098
Fax: (001) 845-6252666
www.fischerfixings.com
E-Mail: info@fischerfixingsusa.com

61

fischer nel mondo

Servizio senza confini

Algeria
Haddad Equipment Professionnel
D6, Cit du Lyce
16012 Rouiba
Tel.: (00213) 21 8549 05
Fax: (00213) 21 8557 72
E-Mail: heprouiba@hotmail.com

Colombia
Ingenieria y Representaciones S.A.
Calle 41 Norte No. 1N-03
Cali
Tel.: (0057) 23 194020
Fax: (0057) 24 482521
E-Mail: germanramirez@inresa.cc

Azerbaijan
Santral Elektrik LTD
Boyuk Shor Highway 11/2062
Baku, AZ1029
Tel.: (00994) 12-514 40 48

(00994) 12-514 40 50

(00994) 50 312 54 06 mobile
Fax: (00994) 12-514 40 46

Costa Rica
Distribuidora Arsa
A.GUADALUPE 400MT.ES-475MT.SUR
San Jose
Tel.: (00506) 28 54224
E-Mail: lartavia@disarsa.com

Bahrain
M.H. Al Mahroos BSC (c)
Building No. 208, Shaikh Salman Highway, P.O. Box 65
Salihiya, Block 356
Manama,Bahrain
Tel.: (00973) 17 40 80 90
Fax: (00973) 17 40 43 23
E-Mail: almahroos@almahroos.com
www.almahroos.com
Bangladesh
Abedin Equipment Ltd.
B 52, Kemal Ataturk Avenue
Banani, Dhaka - 1213
Tel.: (00880) 28 81871819
Fax: (00880) 29 862340
E-Mail: info@abedinequipment.com

ms.islam@abedinequipment.com
Barbados
D.B.W. Incorporated
ST. MICHAEL / WEST INDIES
Tel.: (001246) 43 87651
Fax: (001246) 43 87654
Bolivia
WAKO IMPORTAC.Y REPRESENTAC.
AV.PEDRO RIBERA NRO. 3550
Santa Cruz
Tel.: (00591) 3488929/3488921
E-Mail: wako@wako.scz.com
Botswana
Prominent Paints Botswana (Pty.) Ltd.
P.O. Box 292 Gaborone
Botswana
Tel.: (00267) 39 53327
Fax: (00267) 39 53509
E-Mail: alan.phillips@prominentpaints.co.za
Canada
Wm. P. Somerville (1996) Ltd.
Fasteners For Construction
3964 Kitchener Street
Burnaby, BC V5C 3M2
Tel.: (001) 60 42983622

(001) 60 42985926
E-Mail: wmp1996@telus.net
Canada
Canadian Fasteners Hegedus Ltd.
1180 De Louvain Ouest
Montral, Quebec H4N 1G5
Tel.: (001) 51 43813431

(001) 51 43819987
E-Mail: rbyford@ancragescanadiens.com
Chile
American Screw de Chile Ltda
CNO.A MELIPILLA 10338-C.1844
Santiago
Tel.: (0056) 24 407000
E-Mail: mauricio.penaloza@amscrew.cl

62

Cuba
CI. Neginter del Caribe Ltda.
Mirarmar Trade Center, Edificio Santa Clara Oficina 133,
Calle 3ra entre 76 y 78
Ciudad de La Habana
Tel.: (0053) 72 044145
E-Mail: juancarlos@neginter.cu
Cyprus
Unicol Chemicals Ltd.
10.P.Demetrakopoulos Street
P.O. Box 25606
1090 Nicosia
Tel.: (00357) 22 663316 or +357 22 667073
Fax: (00357) 22 667059
E-Mail: ioannis@unicolltd.com

info@unicolltd.com
Egypt
Modern Machines & Materials Co.
23 El Madina El Monawara St.
Mohandseen
Cairo
Tel.: (0020) 23 3354771
Fax: (0020) 23 7612387
E-Mail: mmm.egypt@hotmail.com

enayatazab@hotmail.com
Estonia
Hekamerk O
Kadaka tee 185
12618 Tallinn
Tel.: (00372) 67 76304
Fax: (00372) 67 76301
E-Mail: erkki@hekamerk.ee
Ethiopia
Seif Tewfik Sherif
Arada Sub City, Kebele 01/02
Global Insurance building, 7th Floor
P.O. Box 2525
Addis Ababa
Tel.: (00251) 11-1558008
Fax: (00251)-11-1558009
E-Mail: seif@ethionet.et
Ecuador
Pino Aristata S.A.
Luis Urdaneta Nr 1909 y Tulcan
Apartado Postal Nr 09-04-500
Guayaquil
Tel.: (00593) 422 88000
E-Mail: principal@pinoaristata.com
Georgia
Caucasus 99 Ltd.
Tamara Schwili Str. 12
0102 Tiblissi
Tel.: (00995) 32 37 53 79
Fax: (00995) 32 38 52 38
E-Mail: admin@dewalt.ge
Ghana
Stegha Ltd.
East La Dadekotopon (Tseaddo)
P.O. Box TF, 440 La
Accra
Tel.: (00233) 24 4382522
E-Mail: sales@stegha.com

Guatemala
Fijaciones S.A.
8A CALLE 6-62 - ZONA 4
Guatemala
Tel.: (00502) 23 607406
E-Mail: gustavo.herrera@edisa.com.gt
Honduras
Importadora Ferretera S.A
17 Calle Circunvalacion 5 Y6
San Pedro Sula / Honduras C.A
E-Mail: importaciones@imferra.com
INDUFESA
Calle Principal Col. San Jose del Pedregal, No. 401
S 70123 Comayaguela, M.D.C.
Larach & Cia, S. de R.L. de C.V
1347 Calle de la Salud, Colonia Miramontes
Tegucigalpa M.D.C
E-Mail: Importaciones@larachycia.com
Hong Kong
Infix (HK) LTD
12 Ka Yip Street
Chai Wan
Tel.: (00852) 2898 26 68
Fax: (00852) 2898 23 38
E-Mail: barry@infix.com.hk
Iceland
Byko Ltd.
Skemmuvegur 2a
200 Kopavogur
Tel.: (00354) 51 54000
Fax: (00354) 51 54199
E-Mail: simi@byko.is
India
Bosch India Ltd.
RMB Complex, Power Tools
Hosur Road, Adugodi,
Bangalore - 560030
Tel.: (0091) 80 22992099

(0091) 98 45197313 mobile
Fax: (0091) 80 22213706
E-Mail: Soma.Sundaram@in.bosch.com
Indonesia
PT Bersama Bangun Persada
Perkantoran Mega Sunter Blok D10-11
Jl. Danau Sunter Selatan
Jakarta 14350, Indonesia
Tel.: (0062) 21-6583 7575
Fax: (0062) 21-6583 5363
E-Mail: hendrik@mrsafetygroup.com

Israel
Ledico Ltd.
31 Lazarov St.
Rishon Le Ziyon
Tel.: (00972) 3963 0000
Fax: (00972) 3963 0055
E-Mail: yoav@ledico.com
Jordan
Izzat Marji Group
No. 10, Amer Bin Malek St. - Um Sumaq
P.O. Box 1945
Amman 11821
Tel.: (00962) 655 20284
Fax: (00962) 655 20294
E-Mail: info@marji.jo
Kazakhstan
Zentr. Krepyoshnych Materialov (ZKM)
Satpaeva 90, 4 et, 24
KZ - 480046 Almaty
Tel.: (007) 727 2777747
Fax: (007) 727 2777757
E-Mail: ck_ckm@ck.kz
Kazakhstan
Lamed Ltd.
Tazhibaevoi 155/1
050060 Almaty
Tel.: (007) 7272 446400
E-Mail: lamed@ lamed.kz
Kenya
Alibhai Shariff & Sons Limited
P. O. Box 40382-00100
Nairobi
Tel.: (00254) 20 6905000

(00254) 722 531024 mobile
Fax: (00254) 20 6905111
E-Mail: saifuddin@alibhaishariff.co.ke
Kuwait
M/S SAFINA AL NAJJAT CO.
Shuwaikh - Khalifa Jassim Street
P.O.Box 20329, Safat 13064
Tel.: (00965) 2481 8786 - 2482 5972
Fax: (00965) 2481 83858
E-Mail: teampro@terra.net.lb
Lebanon
Team-Pro S.A.L.
Dora; Dora Trade Center
Beirut
Tel.: (00961) 1249088
Fax: (00961) 1249098
E-Mail: info@team-pro.info

Iran
Abzarsara Co.
Arash Baghaie
148 Sanai St.
15866 Teheran
Tel.: (0098) 21 8 82 84 20
Fax: (0098) 21 8 30 14 86
E-Mail: Alireza.Ramzgooyan@abzarsara.com

Latvia
SIA Multifikss
Artilerijas 65
LV-1009 Riga
Tel.: (00371) 67455195

(00371) 29212385
Fax: (00371) 67 612926

Ireland
Masonry Fixings Services Ltd.
Unit 83
Cherry Orchard Industrial Estate
Dublin 10
Tel.: (00353) 16 426700
Fax: (00353) 16 263493
E-Mail: info@masonryfixings.ie

Lithuania
UAB Augrika
Savanoriu ave. 173
2028 Vilnius
Tel.: (00370) 52640600
Fax: (00370) 52640014
E-Mail: info@augrika.lt

Ireland
Chadwicks Ltd. (SaMontec)
Chadwicks Building Materials
Walkinstown
Dublin 12
Tel.: (00353) 14 197500
Fax: (00353) 14 6501075
E-Mail: finbarr.bennett@chadwicks.ie

Maldives
M/S Sonee Hardware
Sonee Building
#7 Ibrahim Hassan Didi Magu
20188 Mal
Tel.: (00960) 33 36699
Fax: (00960) 33 20304
E-Mail: suhas@sonee.com.mv

Marocco
Outipro
53, Rue du Lieutenant Mohamed Mahroud
Casablanca
Tel.: (00212) 22 247721
Fax: (00212) 22 408234
E-Mail: miri.mounir@outipro.ma
Moldova
Altosan SRL
Siusev str. 78
2023 Chisinau
Tel.: (00373) 22 222797
E-Mail: serghei.motinga@altosan.md
Mongolia
Mongolian Star Melchers / MSM/LLC
MSM Building
62/1 Chinggis Avenue, Khan-Uul District
C.P.O. Box 154
17070 Ulaanbaatar
Tel.: (00976) 11 70148138, ext. 108

(00976) 99 999454 mobile
Fax: (00976) 11 342175
E-Mail: sergelen@msmco.net
Mozambique
Nova Vida Lda - Maputo
Rua Paulino Santos Gil No 94
Maputo
Tel.: (00258) 21 327 370
Fax: (00258) 21 327 371
E-Mail: info@novavida.co.mz
Namibia
Werner Behnsen Enterprises cc
PO Box 6302 Ausspannplatz
8 Kalie Roodt Street
Northern Industrial
Windhoek
Tel.: (00264) 61234234
Fax: (00264) 61225353
E-Mail: info@wtb-namibia.com
Oman
Technical Supplies International Co LLC
Al Athaibah, Sultanate of Oman
Post Box: 1827 Postal Code: 130
Tel.: (00968) 2450 39 15
Tel.: (00968) 2450 39 20
E-Mail: venugopal@tecsintl.com
Pakistan
H.S.AHMEDALLY
Showroom=08,Serena Pride,
Plot= 14/A/1, Block-6, PECHS,
Shara-e-Faisal, Adjacent KFC Nursury
Karachi
Tel.: (0092) 21-34548345-47
Fax: (0092) 21-34548348
E-Mail: sghazanfar@hsahmedally.com
Paraguay
Ferreteria Americana
MCAL.ESTIGARRIBA 111
Tel.: (00595) 21-492021
E-Mail: jcsosa@nuevaamericana.com.py

Philippines
E.C. Daughson, Inc
No 100 Congressional Avenue, Project 8
Quezon City Philippines 1106
Tel.: (0063) 29 27 35 70
Fax: (0063) 29 27 35 67
E-Mail: emmanuel.lopez@ecdaughson.com
Romania
SC Profix SRL
Calea Baciului Nr. 179
Cluj Napoca
Tel.: (0040) 722319422
Fax: (0040) 264403060
E-Mail: office@profix.com.ro
Qatar
TEAM PRO QATAR
Doha-Mouayzer-Saylia Road 250
Doha,Qatar
Tel.: (00974) 4 451 5976
Fax: (00974) 4 451 5974
E-Mail: customerservice-qatar@team-pro.info
Rwanda
Maltexx Ltd.
(Sam Karema Epsylon Consulting S.A.R.L.)
Rue Araucaria nord 106
Gacuriro - Kigali
Tel.: (00250) 788 411422
E-Mail: sam.karema@gmail.com
Saudi Arabia
Juffali Technical Equipment Company (JTECO)
Kilo 6, Madinah Road
P.O. Box 1049
Jeddah 21431, Saudi Arabia
Tel.: (00966) 2 66 72 222 Ext. 1527/1528
Fax: (00966) 2 66 76 308
E-Mail: roland@eajb.com.sa
South Africa
Upat S.A. (Pty.) Ltd.
Lekrom House
Cnr. 3rd & Miller Streets
New Doornfontein
Johannesburg
Tel.: (0027) 11 624 6700
Fax: (0027) 11 624 6760
E-Mail: ideas@upat.co.za
Sri Lanka
Diesel & Motor Engineering Co. Ltd.
65, Jetawana Road
P.O. Box 339
Colombo 14
Tel.: (00941) 1 46 06 800
Tel.: (00941) 613 627 / 28
Tel.: (00941) 44 90 80
E-Mail: Mahesh.Madawala@dimolanka.com
E-Mail: Jaminda.mendis@dimolanka.com
Swaziland
Tech-Tool 2000 (Pty.) Ltd.
P.O. Box 607
Matsapha M202
Tel.: (00268) 251 86621
Fax: (00268) 251 86411
E-Mail: sales@techtool.co.sz
Switzerland
SFS unimarket AG
Befestigungstechnik
Nefenstrasse 30
CH-9435 Heerbrugg
Tel.: (0041) 71 7275200
Fax: (0041) 71 7275219
E-Mail: befestigungstechnik@sfsunimarket.biz

Switzerland
SFS unimarket AG
Befestigungstechnik
Werkstrasse 4
CH-6020 Emmenbrcke
Tel.: (0041) 41 2096500
Fax: (0041) 41 2096565
E-Mail: ferronorm@sfsunimarket.biz
Switzerland
SFS unimarket AG
Befestigungstechnik
Blegi 14
CH-6343 Rotkreuz
Tel.: (0041) 41 7982525
Fax: (0041) 41 7982555
E-Mail: befestigungstechnik@sfsunimarket.biz
Switzerland
SFS unimarket SA
Technique de fixation
Rte de Grandcour
CH-1530 Payerne
Tel.: (0041) 26 6623636
Fax: (0041) 26 6623616
E-Mail: techniquedefixation@sfsunimarket.biz
Syria
Dallal Est.
P.O. Box 8303
Baron Street.
Aleppo-Syria
Tel.: (00963) 93 3887722
E-Mail: rdallal@cyberia.net.lb
Taiwan
Seven Technology Co.Ltd.
5 F, No. 25, Lane 38, Sec. 2, Jhongsiao Rd
Sanchong City County 241, Taipei
Tel.: (00886) 22999 2048
Fax: (00886) 22999 6545
E-Mail: kentlo@livemail.tw
Chong Fong Technology Co.Ltd.
No. 1, 23 alley 91 lane, Sec. 1 Nei Hu Road
Taipei
Tel.: (00886) 2 8992 2592
Fax: (00886) 2 8992 3797
E-Mail: lgco.paul@gmail.com
Perfect Link Co. Ltd.
2 Fl. No 261, Siyuan Road
231 Taipei, Sindian City
Tel.: (00886) 2 299 920 48
Fax: (00886) 2 299 965 45
E-Mail: harvey@perfectlink.com.tw
Thailand
R F S International Co.,Ltd.
38, 40 Chaleom Prakiat Ratchakarn Thi 9 Rd. Soi 33
Nongbon, Pravet, Bangkok 10250, Thailand
Tel.: (0066) 2 7473751 - 2
Fax: (0066) 2 7473754
E-Mail: vinai@ssm.in.th

Ukraine
Elementary Mechanics UA Co. Ltd.
Kurenevskaya str. 18
04073 Kiev
Tel.: (00380) 442275220
E-Mail: elmechanics@ukr.net
Ukraine
TOW SMK Ukraina
Promyshlennaja 31
65031 Odessa
Tel.: (00380) 487941616
E-Mail: cmk-ua@mail.ru

fischer nel mondo

Malta
NVC Trading
3 / 9 Dr. Nikola Zammit Street
QRM 15
Siggiewi
Tel.: (00356) 21 465384
Fax: (00356) 21 462337
E-Mail: nicholas@nvctrading.com

Uruguay
Pampin y Cia
Valparaiso 1199
Montevideo
Tel.: (00598) 29 240608
E-Mail: apampin@pampin.com.uy
Uruguay
Juan Goldfarb S.A.
Rio Negro 1617
Montevideo
Tel.: (00598) 29 022606
E-Mail: importaciones@goldfarb.com.uy
Uruguay
LANDFOR S.A.
ITUZAINGO SUR RINCON 531 ES302
ZONA FRANCA FLORIDA
Tel.: (00598) 29 027492
E-Mail: rectools@netgate.com.uy
Uruguay
Record Tools S.A.
Paysandu 951
Montevideo
Tel.: (00598) 9161164-9157575
E-Mail: rectools@netgate.com.uy
Venezuela
Impex
Zona Industrial La Morita 1
Av. Este Parcela 61, Galpn 02
Maracay
Edo Aragua
Tel.: (00582) 432696291
E-Mail: danielgigena@impex.net.ve

impex.net.ve
Vietnam
Huu Hong Machinery Joint Stock Company
157-159 Xuan Hong Street Ward 12 Tan Binh District
HoChiMinh City
Tel.: (0084) 8 8117 454
Fax: (0084) 8 8116 338
E-Mail: fischer@huuhong.com.vn

Tunisia
TEG Tunisienne quipement General
43, Av Hdi Chaker
1002 Tunis
Tel.: (00216) 71800297

(00216) 71795531
Fax: (00216) 71792739
E-Mail: habibsahnoun@tegnegoce.com
UgandaMaltexx Ltd.
P.O. Box
35789 Kampala
Tel.: (00256) 788 075446
E-Mail: info@maltexx.com

63

05/2014
Contatti
fischer Italia S.r.l. Unipersonale
Corso Stati Uniti, 25
35127 Padova
Fax +39 049 806 3401
www.fischeritalia.it

Personale qualificato fischer a tua disposizione per:


trasmettere ordini e verificarne lo stato di evasione
raccogliere segnalazioni

Cod. xxxxx 05/2014 Stampa xxxxx

fornire informazioni e documentazioni tecniche

www.fischeritalia.it
www.facebook.com/fissaggio
www.youtube.com/fissaggifischer
64