Sei sulla pagina 1di 14

La dieta GAPS un aiuto per le persone con problemi di apprendimento, disordini psichiatrici e problemi fisici, come autismo, iperattivit

t e deficit di attenzione, dislessia, disprassia, depressione. Schizofrenia, disturbi bipolari, disturbi ossessivo - compulsivi, disturbi dellalimentazione, epilessia ed altro.

Questo articolo tratto dal sito web non pensato per rimpiazzare il libro sulla GAPS ma come fonte addizionale di informazioni. Si prega di leggere prima il libro per capire come e perch questa particolare dieta funziona, perch altre diete sono inappropriate per i pazienti GAPS e come implementare correttamente la dieta.
La dieta GAPS si basa sulla SCD (Specific Carbohydrate Diet). La SCD stata inventata da un pediatra americano, il Dr. Sidney Valentine Haas nella prima met del 20 secolo. Il Dr. Haas ed i suoi colleghi hanno passato molti anni ricercando gli effetti della dieta sulla malattia celiaca ed altri disturbi digestivi. I risultati di questa ricerca vennero pubblicati in un libro di medicina dal titolo The Management of Celiac Disease (La gestione della malattia celiaca), scritto dal Dr. Sidney V. Haas e Merrill P. Haas nel 1951. La dieta, descritta nel libro, venne accettata dalla comunit medica mondiale come cura per la celiachia ed il Dr. Sidney V. Haas fu riconosciuto per il suo pionieristico lavoro nel campo della pediatria. Sfortunatamente, quando la malattia celiaca fu definita come intolleranza al glutine o enteropatia da glutine, la SCD fu dimenticata, come unantiquata informazione. Fu riscoperta da Elaine Gottschall. Seguendo i successi ottenuti con la figlia, Elaine Gottschall negli anni ha aiutato migliaia di persone sofferenti di Morbo di Crohn, colite ulcerosa, celiachia, diverticolite e varie forme di diarrea cronica. Ma i pi evidenti e veloci recuperi li osserv nei bambini che, a parte i problemi digestivi, avevano serie anormalit comportamentali, come autismo, iperattivit e panico notturno. Ha dedicato anni alla ricerca delle basi biochimiche e biologiche della dieta e pubblicato un libro intitolato Breaking the Vicious Cycle. Intestinal Health Trough Diet. (Interrompere il circolo vizioso. Salute intestinale attraverso la dieta.) Ho utilizzato la SCD nella mia clinica per molti anni. Avendo accumulato preziose esperienze cliniche ho apportato diversi adattamenti alla dieta, consoni ai miei pazienti con condizioni neurologiche e psichiatriche. Nel corso degli anni i miei pazienti hanno denominato il loro regime dietetico la dieta GAPS.

Attuazione della dieta GAPS


1. Dieta Introduttiva 2. Dieta GAPS completa con il menu tipico Alcuni useranno la dieta per trattare s stessi, alcuni sono genitori che cercano di aiutare i propri figli, altri useranno la dieta per aiutare la persona amata o un amico. Al fine di comprendere tutti questi casi user il termine il vostro paziente nel testo.

Dieta Introduttiva
Raccomando che la maggior parte dei pazienti GAPS seguano la Dieta Introduttiva prima di passare a quella completa. A seconda della severit della condizione del vostro paziente, lui o lei pu passare attraverso questo programma pi o meno velocemente in base alla sua condizione: per esempio potete restare nel primo stadio uno o due giorni e rimanere pi a lungo nel secondo stadio. Seguire la Dieta Introduttiva completamente essenziale 1

per le persone con seri sintomi digestivi: diarrea, dolore addominale, gonfiore, alcuni casi di costipazione, ecc. questa dieta ridurr i sintomi rapidamente ed inizier il processo di guarigione nel sistema digestivo. Anche per le persone sane, se voi o il vostro bambino doveste avere un mal di pancia o una qualche forma di diarrea, seguendo la Dieta Introduttiva per qualche giorno i sintomi scompariranno rapidamente e permanentemente, solitamente senza bisogno di utilizzare alcun farmaco. In caso di stitichezza ostinata, introducete quanto prima succhi freschi pressati nella dieta, dallo stadio 2: iniziate col prendere del succo di carota come prima cosa al mattino insieme allolio di fegato di merluzzo. Il succo stimoler la produzione di bile perch molti casi di costipazione ostinata sono dovuti alla carenza di bile. Quando non c sufficiente produzione di bile i grassi del cibo non vengono ben digeriti e reagiscono con i sali a formare sapone nellintestino, che causa costipazione. Eliminare i latticini pu aiutare ulteriormente. Le persone con allergie ed intolleranze dovrebbero mettere in pratica la Dieta Introduttiva per guarire e sigillare le pareti intestinali. La ragione delle allergie e delle intolleranze alimentari il cosiddetto intestino fessurato, quando cio le pareti intestinali sono danneggiate da una micro flora anormale. I cibi non hanno lopportunit di essere digeriti appropriatamente prima di essere assorbiti tramite queste pareti danneggiate e causano la reazione del sistema immunitario. Molte persone cercano di identificare quale cibo provoca loro una reazione. Comunque, con le pareti intestinali danneggiate assorbono facilmente molti dei cibi parzialmente digeriti, il che pu causare una reazione immediata o ritardata (un giorno, qualche giorno od anche un paio di settimane pi tardi). Quando queste reazioni si sovrappongono non si riesce pi a stabilire esattamente a cosa si sta reagendo in un dato giorno. I test per le allergie alimentari sono notoriamente inaffidabili: se uno potesse fare i test due volte al giorno per due settimane scoprirebbe di essere allergico praticamente a tutto quello che mangia. Finch le pareti intestinali sono danneggiate ci si pu destreggiare con la dieta rimuovendo differenti cibi di volta in volta senza arrivare a nessun risultato. Dalla mia esperienza clinica ho visto che meglio concentrare gli sforzi nel sanare le pareti intestinali tramite la Dieta Introduttiva. Una volta che le pareti intestinali sono guarite, i cibi saranno digeriti in modo appropriato prima di essere assorbiti, cosa che rimuover la maggior parte delle intolleranze alimentari e delle allergie. Le persone con seri problemi digestivi ed intolleranze alimentari dovrebbero adottare quanto prima la Dieta Introduttiva. Comunque, per favore, non siate tentati di saltare la Dieta Introduttiva per adottare direttamente la Dieta Completa, in quanto la Dieta Introduttiva costituir per il vostro paziente il modo migliore per ottimizzare il processo di guarigione dellintestino e del resto del corpo. Ho visto casi in cui laver omesso la Dieta Introduttiva ha portato a problemi duraturi a lungo termine, difficili da gestire. Se avete deciso di passare direttamente alla Dieta GAPS Completa tenete in mente che circa l85% di tutto ci che il vostro paziente mangia quotidianamente dovr comprendere carne, pesce, uova, latticini fermentati e vegetali (alcuni ben cotti, alcuni fermentati ed altri crudi). Lieviti e frutta dovrebbero essere evitati per alcune settimane e quindi limitati a spuntini tra i pasti e non sostituire i pasti principali. Brodi di carne fatti in casa, zuppe, stufati e grassi naturali non sono opzionali, dovrebbero rappresentare la risorsa primaria per il vostro paziente.

Iniziate la giornata con una tazza di acqua minerale naturale o filtrata. Date al vostro paziente i probiotici. Fate in modo che lacqua sia calda o a temperatura ambiente, non fredda perch aggraverebbe le sue condizioni. Solo i cibi nella lista sono permessi: il vostro paziente non deve avere nientaltro. Durante il Primo Stadio i sintomi pi importanti di dolore addominale e costipazione si calmeranno rapidamente. Se introducendo un nuovo cibo il paziente torna ad avere diarrea, dolore o altri sintomi digestivi questo significa che non pronto per quel cibo. Attendete una settimana e riprovate. Se sospettate una vera allergia (che pu essere pericolosa) a qualche particolare alimento, prima di introdurlo fate il Test di Sensibilit. Prendete una goccia del cibo in questione (se solido tritatelo e mischiatelo con un po di acqua) e mettetelo sulla pelle allinterno del polso del paziente. Fatelo al momento di andare a letto. Lasciate la goccia sulla pelle per tutta la notte. Al mattino controllate: se notate un arrossamento severo della pelle evitate quel cibo per qualche settimana e poi riprovate. Se non si verifica alcuna reazione allora introducete gradualmente nella dieta il cibo, iniziando con piccole quantit.

Primo Stadio:
Brodi di carne o pesce fatti in casa. Questi brodi forniscono le sostanze per le cellule a rapida crescita delle pareti intestinali ed hanno un effetto calmante in ogni area infiammata dellintestino. Ecco perch aiutano la digestione e sono conosciuti da secoli come rimedio popolare per il tratto digestivo. Non usate polveri o dadi da brodo che trovate in commercio, sono altamente lavorati e pieni di ingredienti dannosi. Il brodo di pollo particolarmente delicato per lo stomaco ed molto utile per iniziare. Per preparare un buon brodo servono cartilagini (articolazioni o giunture), ossa, un pezzo di carne con losso, un pollo intero, frattaglie (rigaglie) di pollo, oca o anatra, piccioni interi, fagiani o altra carne non costosa. essenziale usare ossa e cartilagini perch forniscono le sostanze salutari, non la sola carne dei muscoli. Chiedete al vostro macellaio di tagliare a met le ossa tubolari in modo da poter togliere il midollo dopo la cottura. Mettete le ossa, le cartilagini e la carne in una pentola larga e riempitela di acqua, aggiungete sale integrale non trattato secondo il vostro gusto allinizio della cottura e circa un cucchiaino da t di grani di pepe nero grossolanamente tritato. Portate a bollore, coprite e lasciate sobbollire per 2 3 ore. Potete preparare il brodo di pesce nello stesso modo usando il pesce intero o le pinne, le lische e le teste. Dopo la cottura togliete le ossa e la carne e filtrate il brodo per rimuovere le schegge di osso ed i grani di pepe. Rimuovete carne e tessuti dalle ossa meglio che potete, li userete per le zuppe; oppure incoraggiate il vostro paziente a mangiarli direttamente. Estraete il midollo dalle ossa quando ancora caldo: per aiutarvi potete battere le ossa su un tagliere di legno. I tessuti gelatinosi intorno alle ossa ed il midollo forniscono alcune delle sostanze migliori per guarire le pareti intestinali ed il sistema immunitario; il vostro paziente deve assumerle ad ogni pasto. Togliete allo stesso modo tutti i tessuti morbidi dalle lische e dalle teste di pesce e conservateli per aggiungerli alle zuppe. Il brodo di carne o di pesce si conserva bene in frigorifero per almeno 7 giorni e pu anche essere surgelato. Iniziate a dare al vostro paziente il brodo ad ogni pasto ed anche tra un pasto e laltro. Non usate il forno a microonde per riscaldarlo, usate un fornello comune (i forni a microonde distruggono i cibi). di estrema importanza che il vostro paziente consumi tutto il grasso del brodo e delle ossa perch questi sono essenziali per il processo di guarigione. Aggiungete qualche cibo probiotico in ogni tazza di brodo (i dettagli a seguire).

Zuppe casalinghe con il vostro brodo di carne o pesce. Cercate qualche ricetta nellapposita sezione. Fornir qualche dettaglio, specifico per la Dieta Introduttiva. Portate a bollore un po della carne del brodo, aggiungete vegetali a pezzi o affettati: cipolle, carote, broccoli, porri, cavolfiori, zucchine, zucca, ecc. e lasciate sobbollire per 25-30 minuti. Potete scegliere ogni combinazione di vegetali, evitando quelli pi fibrosi, come tutte le variet di cavoli e il sedano. Ogni parte fibrosa vegetale deve essere rimossa, come le bucce ed i semi della zucca, i gambi dei broccoli e dei cavolfiori ed ogni parte che appare troppo fibrosa. Cuocete bene i vegetali, fino a farli diventare soffici. Quando sono ben cotti aggiungete 1-2 cucchiai di aglio tritato, fate bollire e poi spegnete il fuoco. Date al vostro paziente questa zuppa con il midollo delle ossa, la carne e gli altri tessuti morbidi che avete rimosso dalle ossa. Potete tritare il tutto o servirlo cos com. Aggiungete qualche cibo probiotico in ogni scodella di zuppa (i dettagli di seguito). Il vostro paziente dovrebbe mangiare questa zuppa tutte le volte che vuole nel corso della giornata. I cibi probiotici sono essenziali e vanno introdotti dallinizio. Possono essere ottenuti dai latticini o dai vegetali. Per evitare ogni reazione, vanno introdotti gradualmente, iniziando da 1-2 cucchiaini da t al giorno per 2-5 giorni, poi passando a 3-4 cucchiaini da t al giorno per 2-5 giorni e cos via fino ad arrivare ad aggiungere qualche cucchiaino da t di probiotici in ogni tazza di brodo ed in ogni scodella di zuppa. Iniziate aggiungendo succo di crauti fermentato casalingo, di vegetali fermentati o di una miscela di vegetali (cercate nella sezione dedicata alle ricette) alle tazze di brodo (non aggiungete ancora i vegetali stessi, perch sono troppo fibrosi). Questi succhi aiuteranno a ripristinare la normale produzione di acido dello stomaco. State attenti che il cibo non sia troppo caldo quando aggiungete i cibi probiotici, perch il calore potrebbe distruggere i benefici batteri probiotici. Per mia esperienza una larga percentuale di persone GAPS riesce a tollerare fin dallinizio il siero del latte e dello yoghurt ben fermentati, di produzione casalinga. Alcuni comunque non ci riescono. Quindi, prima di introdurre i latticini, fate il test di sensibilit. Se non si verificano reazioni introducete un po di siero raccolto facendolo sgocciolare dallo yoghurt di vostra produzione (questo permette di rimuovere molte proteine dal latticino): iniziate con 1 cucchiaino da t aggiunto alla zuppa o al brodo. Dopo 3-5 giorni aumentate a 2 cucchiaini e cos via, fino a che il vostro paziente arrivi ad assumere mezza tazza di siero al giorno con i pasti. A questo punto provate ad aggiungere 1 cucchiaino di yoghurt casalingo (senza farlo sgocciolare), aumentando gradualmente la dose quotidiana. Dopo lo yoghurt introducete il kefir, sempre di vostra produzione. Il kefir molto pi aggressivo dello yoghurt e solitamente produce una reazione pi pronunciata. Ecco perch raccomando di iniziare prima ad introdurre lo yoghurt del kefir. Se il vostro paziente non ha avuto reazioni con lo yoghurt, allora sarete in grado di introdurre il kefir quasi dallinizio. Per le persone che chiaramente hanno reazioni con i latticini, vedere pag. 95 del mio libro. T di zenzero, menta o camomilla con un po di miele tra i pasti. La maggior parte delle persone sa come preparare un t di menta o una camomilla. Per fare il t di zenzero, grattare della radice fresca di zenzero (circa un cucchiaino da t) nella teiera, versare dellacqua bollente, coprire e lasciare in infusione per 3-5 minuti e bere dopo averlo filtrato. In casi estremi di profusa diarrea acquosa escludete i vegetali. Lasciate che il vostro paziente beva il brodo caldo di carne con i probiotici (preferibilmente siero o yoghurt), mangi le parti gelatinose della carne ben cotte e prendete in considerazione di aggiungere il tuorlo delluovo gradatamente. Non introducete vegetali fino a quando la diarrea non si risolta. Quando le pareti intestinali sono severamente infiammate non

tollerano nemmeno la pi piccola quantit di fibre. Non bisogna avere fretta di introdurre vegetali nella dieta (anche se molto cotti).

Secondo Stadio:
Continuate con tutti i cibi del primo stadio, nel modo spiegato precedentemente. Aggiungete il tuorlo crudo delluovo, di provenienza biologica. La cosa migliore aggiungere un tuorlo crudo ad ogni scodella di zuppa e ad ogni tazza di brodo di carne. Iniziate con un tuorlo al giorno e gradatamente aumentate fino ad arrivare ad aggiungere un tuorlo ad ogni scodella di zuppa. Quando il tuorlo ben tollerato aggiungete luovo intero cotto alla coque (il bianco rappreso ed il tuorlo ancora liquido). Se temete unallergia, eseguite prima il test di sensibilit. Non esiste nessuna necessit di limitare il numero di uova che si possono assumere quotidianamente, perch vengono assorbite velocemente, quasi senza bisogno di essere digerite e forniscono molti nutrienti utili e necessari. Meglio utilizzare uova biologiche o ottenute da animali alimentati e cresciuti correttamente. Aggiungete stufati di carne e verdure. Evitate le spezie in questo stadio, preparate lo stufato solo con sale ed erbe fresche (cercate la ricetta nella sezione apposita). Il contenuto di grasso di questi pasti deve essere piuttosto alto: pi grassi animali freschi il paziente consuma, pi in fretta si ristabilir. Aggiungete qualche cibo probiotico in ogni portata. Aumentate la quantit di yoghurt o kefir fatti in casa, se gi introdotti. Aumentate la quantit di succo di crauti, vegetali fermentati o miscuglio di vegetali. Introducete il pesce fermentato, iniziando da un pezzo al giorno ed aumentando gradualmente. Cercate le ricette nella sezione apposita. Introducete il ghee fatto in casa, iniziando da un cucchiaino da t al giorno ed aumentando gradualmente.

Terzo stadio:
Continuate con i cibi finora usati. Aggiungete la purea di avocado maturo alle zuppe, iniziando da 1-3 cucchiaini da t ed aumentando gradualmente. Aggiungete le frittelle, iniziando da una al giorno ed aumentando gradualmente. Preparatele con questi 3 ingredienti: 1) burro biologico vegetale (di mandorle, noci, arachidi, ecc.); 2) uova; 3) un pezzo di zucca o di zucchina (pelate, senza semi e ben miscelate con un frullatore). Friggetele dolcemente usando il ghee, il grasso di oca o di anatra, ma non fatele bruciare. Uova leggermente fritte o strapazzate, usando il ghee, il grasso di oca o di anatra. Accompagnatele con lavocado, se ben tollerato, e vegetali cotti. Le cipolle cotte sono di particolare utilit per i sistemi digestivo ed immunitario: in tre cucchiai di ghee o grasso di

oca e di anatra cuocete a fuoco basso per 20-30 minuti le cipolle affettate fino a farle diventare morbide, dolci e traslucide. Iniziate a introdurre i crauti ed i vegetali fermentati (dei quali il vostro paziente ha finora utilizzato solo i succhi). Iniziate con una piccola quantit aumentando gradualmente di 1-2 cucchiai ad ogni pasto.

Quarto stadio:
Continuate con i cibi finora usati. Gradualmente aggiungete la carne cotta, arrostita o grigliata ma non fritta o cotta sul barbecue, per ora. Evitate le parti bruciate o troppo scure. Fate che il vostro paziente mangi la carne insieme a vegetali cotti e crauti ed altri vegetali fermentati. Iniziate ad aggiungere ai pasti dellolio di oliva ottenuto per pressatura a freddo, partendo da poche gocce fino ad arrivare ad 1-2 cucchiai per pasto. Introducete succhi freschi ottenuti per pressatura, partendo da qualche cucchiaio di succo di carota. Siate sicuri che il succo sia chiaro, ben filtrato. Fatelo bere lentamente o diluito con acqua calda o mischiato a dello yoghurt fatto in casa. Se ben tollerato aumentate gradualmente ad una tazza al giorno. Quando una tazza di succo di carote ben tollerata, provate ad aggiungere a questa del succo di sedano, lattuga e foglie di menta fresca. Il paziente dovrebbe assumere questo succo a stomaco vuoto: il mattino a digiuno ed a met pomeriggio sono dei buoni momenti. Cercate di cuocere al forno del pane con mandorle od ogni altro frutto a guscio e seme ridotti in farina. La ricetta (cercare nella sezione ricette) richiede solo 4 ingredienti: 1) farina; 2) uova; 3) pezzi di zucca invernale, zucca o zucchine (pelate, senza semi e finemente affettate); 4) del grasso naturale (ghee, burro, grasso di anatra o di oca) ed un po di sale. Il paziente dovrebbe iniziare con un piccolo pezzo al giorno ed aumentare gradatamente.

Quinto stadio:
Se tutti i cibi finora elencati sono ben tollerati provate ad aggiungere delle mele cotte, in forma di purea: pelatele e mondatele, cuocetele con poca acqua fino a quando sono soffici, poi passatele in uno schiacciapatate. Se il ghee non ancora stato introdotto nella dieta aggiungete del grasso di oca o di anatra. Osservate tutte le reazioni. Se non si verificano aumentate la quantit gradualmente. Aggiungete vegetali crudi, iniziando dalle parti morbide della lattuga e dei cetrioli pelati. Controllate le feci del vostro paziente. Iniziate da una piccola quantit ed aumentate gradualmente, se ben tollerati. Dopo che questi due vegetali saranno ben tollerati, provate ad aggiungere gradatamente altri vegetali crudi: carote, pomodori, cipolle, cavoli, ecc. Se il succo preparato con carote, sedano, lattuga e menta ben tollerato, iniziate ad aggiungere della frutta ad esso: mele, ananas e mango. Evitate per ora gli agrumi.

Sesto stadio:
Se tutti i cibi utilizzati finora sono ben tollerati provate con le mele crude sbucciate. Gradatamente introducete frutta cruda e pi miele. Progressivamente aggiungete dolci cotti al forno ed altre cose dolci permesse dalla dieta. Usate frutta secca come dolcificante nei dolci. Come menzionato precedentemente, il paziente deve essere messo in grado di procedere nella dieta secondo i suoi tempi, che potranno essere brevi o lunghi, secondo i cambiamenti delle feci: lasciate che la diarrea si arresti prima di passare ad uno stadio successivo. Potrebbe essere necessario ritardare linserimento di alcuni cibi di questo programma secondo la sensibilit individuale. Continuate con la somministrazione delle zuppe ed i brodi di carne anche dopo il completamento della dieta introduttiva, almeno una volta al giorno. Dopo il completamento della Dieta Introduttiva e quando il paziente presenta delle feci normali, passate alla Dieta GAPS Completa.

La Dieta GAPS Completa


Il vostro paziente necessita di seguire unalimentazione completamente priva di amidi e zuccheri per almeno due anni. Significa evitare tutti i cereali, zucchero, patate, pastinaca, patate dolci ed ogni cibo che li contiene. La farina per i prodotti da forno pu essere sostituita da farina di mandorle (o ogni altro frutto a guscio o semi di girasole o zucca). In circa 1 - 1.5 anni sarete in grado di introdurre patate novelle, grano fermentato, miglio e quinoa, partendo da quantit molto piccole ed osservando le reazioni. Frumento, zucchero, cibi lavorati e tutti gli additivi dovranno essere esclusi dalla dieta per un tempo maggiore. Aumentate lentamente la quantit di cibi fermentati. Potete fermentare vegetali, frutta, latte e pesce (cercare nella sezione ricette). Vorrei inoltre raccomandare di leggere il meraviglioso libro di Sally Fallon Nourishing Traditions, che vi consiglier molte buone ricette. Mangiare cibi fermentati in ogni pasto aiuter il vostro paziente a digerire senza usare supplementi di enzimi digestivi. Abbiate laccortezza di inserire tutti i nuovi cibi fermentati molto gradatamente partendo da 1-2 cucchiaini da t al giorno. Il cibo migliore per le persone GAPS sono uova, carne, e pesce (acquistati freschi o surgelati, non affumicati o in scatola e cucinati a casa), molluschi, crostacei, frutti di mare, vegetali freschi e frutta, frutta a guscio e semi, aglio ed olio di oliva. Oltre i vegetali cotti importante consumare anche vegetali crudi in insalata o bastoncini. In questa forma forniranno al vostro paziente validi enzimi e sostanze disintossicanti che aiuteranno la digestione dei pasti. La frutta cruda dovrebbe essere mangiata da sola, non ai pasti, in quanto necessita di processi digestivi molto differenti e potrebbe rendere pi difficile il lavoro dello stomaco. A questo stadio lasciate che il vostro paziente consumi la frutta come spuntino tra i pasti. Ricordate che circa l85% di tutto quello che il vostro paziente mangia dovrebbe essere saporito costituito da carni, pesce, uova, vegetali e grassi naturali. Dolci e frutta dovrebbero essere degli spuntini tra i pasti, in quantit limitata. E molto importante per le persone GAPS che ricevano una buona quantit di grassi naturali in ogni pasto, provenienti da carni, burro, ghee, cocco ed olio di oliva pressato a 7

freddo. Il contenuto di grasso dei pasti regoler il livello di zucchero nel sangue e controller il desiderio di carboidrati. Se il paziente presenta un intestino irritato o una forma di diarrea ritornate alla dieta povera di fibre per qualche giorno: evitate tutti i frutti con il guscio, i vegetali crudi e la frutta cruda nella dieta; ritornate alla carne cotta nellacqua ed ai brodi di carne, pesce, uova, latticini fermentati e vegetali cotti (pelati, privati dei semi e ben cotti con carne come zuppa e stufati) fino alla scomparsa completa della diarrea. Dopo che le feci sono normali da una settimana introducete lentamente i vegetali crudi, uno alla volta e partendo da piccole quantit. Dopo che i vegetali saranno ben tollerati, provate ad introdurre la frutta a guscio, i semi e la frutta gradatamente. E importante per il vostro paziente bilanciare i pasti in modo che il pH corporeo resti normale. Tutti i cibi proteici, come carne, pesce, uova e formaggi lasciano delle ceneri acide nel corpo, che possono aggravare la condizione. I vegetali sono alcalinizzanti cos dovrete combinare carne, pesce ed uova con una buona quantit di vegetali cotti e/o crudi. Frutta cruda, vegetali ed insalate hanno in modo particolare una forte funzione alcalinizzante. Laceto di mele molto alcalinizzante, ottimo consumarlo ogni giorno: basta aggiungerne un cucchiaino ad ogni bicchiere di acqua del vostro paziente. Lacqua calda con aceto di mele costituir un eccellente bevanda riscaldante ed alcalinizzante. Anche i cibi fermentati sono alcalinizzanti. Sar molto importante evitare cibi processati (in scatola). Sono privi di molti dei nutrienti che sono invece presenti negli ingredienti freschi (eventualmente) utilizzati per produrli. Implicano un duro lavoro per il sistema digestivo e possono danneggiare la salute della flora batterica intestinale. Oltretutto, solitamente contengono molti prodotti chimici, dannosi per la salute, come conservanti, coloranti, ecc. Cercate di comprare cibi nella loro forma naturale, pi freschi possibile. Non usate il forno a microonde perch distrugge i cibi. Cucinate e scaldate i cibi solo tramite forno convenzionale e fornello.

Cibi da evitare:
Zucchero e tutto ci che lo contiene. Melassa, sciroppo dacero, sciroppo di mais ed altri sciroppi. Aspartame in ogni forma: una potente neurotossina (tossina cerebrale). Dolci, torte, biscotti, cioccolato, gelati. Tutte le bevande alcoliche. Un adulto pu utilizzare occasionalmente del vino di ottima qualit ai pasti ma non birra o alcolici. Cibi inscatolati o processati, leggete sempre le etichette degli ingredienti, astenetevi da zucchero, lattosio, maltosio, amidi, farina di mais, conservanti, aromi, coloranti, lieviti. Sarebbe meglio non comprare cibi processati in ogni caso. Cereali: riso, mais, segale, avena, frumento ed ogni prodotto contenente farina di frumento (pane, pasta, biscotti, torte, prodotti da forno, tutti i cibi con panatura), grano saraceno, quinoa, miglio, couscous, farro, semolino, tapioca, ecc. Dopo circa 1 1.5 anni sarete in grado di reintrodurre lentamente grano saraceno, miglio e quinoa (allinizio fermentati) ma non frumento, segale o riso.

Cereali per colazione, che sono prodotti altamente trattati e virtualmente privi di qualsiasi valore nutrizionale, pieni di zucchero, sale, acidi grassi trans ed altre sostanze pericolose. Dovrebbero essere esclusi dalla dieta per sempre. Vegetali amidacei e tutto ci che ne deriva: patata, pastinaca, patate americane, topinambur e patate dolci. In circa 1 - 1.5 anni sarete in grado di introdurre patate novelle. Il latte deve essere escluso a questo stadio. Comunque le persone GAPS possono assumere prodotti da latte acido, come formaggio duro naturale, yoghurt vivo naturale e kefir, crme fresh o crema acida, burro e ghee. Ci sono molte sostanze nel latte che possono dare problemi come lattosio, caseina, immuno-complessi, ecc. I derivati acidi del latte non contengono lattosio e sono pre-digeriti dai microbi fermentanti, che rendono questi prodotti facilmente digeribili per noi. Vorrei raccomandare di usare solo prodotti derivati da latte di origine biologica e di introdurli uno alla volta, iniziando con piccole quantit. Se non riuscite ad introdurre nessun latticino nella Dieta Introduttiva, si prega di riferirsi alla pagina 95 del libro sulla GAPS, che spiega come introdurre i latticini in maniera sicura. Se avete gi iniziato con yoghurt fatto in casa, kefir e ghee nella Dieta Introduttiva, aggiungete gradualmente crema fermentata e burro. Quando questo ben tollerato provate con i formaggi maturi naturali. Potete inizialmente provare con prodotti realizzati da latte di capra o di pecora perch spesso sono meglio tollerati da queste persone e solo in seguito con i latticini di mucca. In circa 1,5 - 2,5 anni e quando tutti i prodotti caseari fermentati sono tollerati, il paziente sar in grado di bere latte biologico non pastorizzato. Introducetelo gradatamente, partendo da 1-2 cucchiaini da t al giorno. Una persona GAPS non deve mai assumere latte pastorizzato! Succhi di frutta freschi ottenuti per pressatura. Sfortunatamente i succhi di frutta (non quelli freschi prodotti da voi) sono una fonte di zuccheri lavorati e possono contenere molti funghi e muffe, sostanze alle quali il paziente GAPS pu reagire negativamente. Fagioli e legumi sono generalmente difficili da digerire. Le due variet che il paziente pu assumere sono i fagioli bianchi, fermentati e cotti in casa ed i fagioli verdi freschi. I prodotti disponibili in commercio, cotti al forno, contengono almeno il 40% di zucchero e devono essere evitati. Potete preparare voi stessi i fagioli al forno, a casa vostra (vedere nella sezione ricette). Il caff un forte irritante del tratto digestivo, da evitare, come pure il t forte. T naturali di erbe (senza aromi aggiunti) ed il t di zenzero sono ideali. Il t di zenzero un rimedio popolare ben conosciuto con azione sui problemi digestivi. I cosiddetti soft drinks non sono permessi assolutamente, sono pieni di zucchero e varie sostanze chimiche, molto dannose per le persone affette da GAPS. Tutto ci che contiene coloranti, conservanti, aromatizzanti ed altre sostanze chimiche. Soia e tutto ci che ne deriva. Interferisce con la funzione tiroidea ed influisce negativamente sul bilancio ormonale in quanto contiene composti simil-estrogeni. E importante evitare tutti gli estrogeni sintetici come quelli di soia, pillola contraccettiva, molti altri farmaci, prodotti chimici per la pulizia domestica, detersivi per biancheria, articoli da toeletta, ecc.

Cibi raccomandati:
Acquistate freschi o surgelati sia la carne, il pesce, i crostacei, i molluschi ed i frutti di mare. Accertatevi che non siano affumicati, salati o conservati in alcun altro modo. Il vostro paziente necessita di assumere carne gelatinosa ogni giorno (carne intorno alle ossa e giunture, pelle e carne scura di pollo). E importante consumare tutti i grassi della carne, mangiare carni magre non salutare per le persone GAPS. Fegato ed altri organi dovrebbero essere mangiati regolarmente. Possono essere cucinati nella maniera che volete. Sono molto nutrienti ed rappresentano il miglior rimedio per molte deficienze nutrizionali. Uova il tuorlo va consumato crudo, lalbume dovr essere leggermente cotto, come per esempio nelle uova alla coque o in padella. Assicuratevi di reperire delle uova di ottima qualit, quelle biologiche da animali allevati a terra e nutriti naturalmente sono le migliori. Il vostro paziente deve consumare minimo 2-3 uova al giorno perch sono particolarmente utili per ripristinare le funzioni neurologiche. Vegetali freschi tutti i tipi di vegetali sono raccomandati, a parte quelli amidacei come patate, pastinaca, patate dolci, topinambur e patate americane. Potete cucinare i vegetali al vapore, stufati, arrostiti, grigliati. E particolarmente utile consumarli in zuppe fatte in casa o stufati con molto aglio, aggiunto a fine cottura. Il vostro paziente deve mangiare molti vegetali cotti ad ogni pasto in quanto sono meglio digeriti di quelli crudi e pi nutrienti. E anche importante consumare vegetali fermentati e crudi in insalata con olio di oliva e succo fresco di limone ad ogni pasto o fuori pasto, come spuntino. I vegetali crudi e fermentati aiutano la digestione delle proteine e sono disintossicanti. Comunque, se cos facendo il paziente accusa diarrea, dategli solo vegetali cotti fino alla scomparsa della diarrea. Frutta fresca. E importante che la frutta sia matura. Dopo aver completato la Dieta Introduttiva somministrate frutta matura locale di stagione in maniera graduale. A questo stadio fate iniziare la giornata al paziente con un po di frutta ed offritegli della frutta anche tra i pasti. Non date frutta in presenza di diarrea. Quando la diarrea sar scomparsa iniziate a dare della frutta cotta (pelata, privata dei semi e ben cotta, insieme ad un buon pezzo di burro, ghee od olio di cocco) e solo in seguito cruda, introdotta gradatamente. LAvocado un frutto meravigliosamente nutriente. Assicuratevi che sia maturo e servitelo con carne, pesce, molluschi, crostacei, frutti di mare ed insalate. Il burro migliore dei cosiddetti sostituti salutari. Potete usarlo per cuocere o aggiungerlo ai piatti pronti. Il burro deve essere biologico e non salato perch i prodotti non biologici contengono molti pesticidi ed antibiotici che vengono dati alle mucche. Lolio extravergine spremuto a freddo molto vantaggioso per il vostro paziente, usatelo liberamente nelle insalate e sui piatti pronti. Non una buona idea cuocere con lolio di oliva perch cambia la sua struttura chimica quando viene scaldato. Per friggere meglio usare grassi animali: strutto, lardo, grasso dagnello, oca, anatra, ghee e burro. Lolio di cocco e di palma sono vegetali, molto buoni per cuocere. Questi grassi non alterano la loro struttura durante la cottura e possono essere riutilizzati. Evitate tutti i comuni oli vegetali per cuocere, margarine ed altri grassi lavorati: sono molto nocivi per la salute. Frutta a guscio e semi sono una meravigliosa fonte di buoni nutrienti. Devono essere acquistati interi, con il loro guscio, non salati, arrostiti, glassati o lavorati in qualsiasi altro modo. In questo modo rappresentano uneccellente fonte di acidi grassi essenziali e nutrienti. Comunque, frutta a guscio e semi contengono inibitori enzimatici, il che pu renderli di difficile digestione per alcuni. Se avvertite che 10

questo pu essere un problema per il vostro paziente, appena acquistati trattateli nel seguente modo per rimuovere questi inibitori: lasciateli a bagno in acqua salata per una notte (1 cucchiaio di sale per litro di acqua), al mattino scolateli, sciacquateli dal sale e lasciateli seccare per 3-24 ore (anche in forno a temperatura 50). Si possono mangiare anche appena tolti dallacqua, senza asciugarli. Una volta asciutti, conservateli in un contenitore ermetico o in un sacchetto di plastica ben sigillato. Diventeranno buoni e croccanti e costituiranno un eccellente spuntino insieme alla frutta disidratata. Potete tritare frutti a guscio e semi (girasole e zucca) per ottenere una farina con la quale preparare pane, frittelle e torte casalinghe. Sul mio libro troverete le ricette. Mandorle o farina di mandorle sono comunemente disponibili nei negozi di alimenti biologici e salutari. Se il vostro bambino desidera una bevanda simile al latte, quello ottenuto da frutta secca e semi pu rimpiazzare qualsiasi altro latte durante il periodo di graduale introduzione dei latticini nella dieta. Potete usare mandorle, semi di girasole, di sesamo e pinoli per preparare il latte. Le mandorle pelate danno il miglior latte. Potete aggiungere un cucchiaio di semi di lino per renderlo pi denso. Lasciate a bagno in acqua una tazza di mandorle per 12-24 ore, scolatele. Lavoratele in un frullatore con acqua: per una tazza di semi aggiungete 1-2 tazze di acqua. Una buona centrifuga ridurr il prodotto in una pasta che potrete sciogliere con lacqua. Mischiate bene e filtrate attraverso una garza o un colino fine ed avrete il latte. Potete aggiungere dei datteri o delluva passa ammollata mentre miscelate, render il latte pi dolce. Se pensate che il latte sia troppo ricco basta che aggiungiate dellacqua. Potete anche aggiungere del succo fresco di mela o di carota per ottenere un drink nutriente e saporito per il vostro bambino. La pasta, eventualmente avanzata, dalla quale ottenere il latte si pu conservare in frigorifero coprendola con acqua. Potete anche fare il latte di cocco. Portate a bollore (ma non fatelo bollire) 1 tazza di pezzi di cocco non dolcificati ed 1 tazza di acqua. Fate raffreddare e tritate bene in un frullatore. Filtrare attraverso una garza od un colino fine. E meglio sostituire il sale da tavola (raffinato) con sale integrale. Il sale comune venduto nei negozi e supermercati lavorato per rimuovere tutti i minerali naturali ed ottenere il solo composto NaCl (cloruro di sodio). Il corpo umano necessita di tutti questi minerali ed oligoelementi, ecco perch dobbiamo usare il sale integrale. E possibile reperire del sale di ottima qualit, non trattato, come quello dellOceano Atlantico integrale, il Sale Celtico o quello Himalaiano, sia fine che grosso, nei negozi di alimenti biologici e naturali. Laglio molto importante, va consumato ogni giorno. Aiuta a normalizzare la flora intestinale e stimola il sistema immunitario. E utile usare laglio crudo con la carne o cotto nei cibi. Usate unintera testa di aglio ogni giorno, non solo alcuni spicchi. Il miele non trattato il solo dolcificante ammesso (per i prodotti da forno meglio usare frutta disidratata come dolcificante). Il miele di produzione locale solitamente quello pi affidabile.

Per un elenco completo dei cibi ammessi e da evitare si prega di riferirsi al libro sulla GAPS.

11

Menu tipico:
Iniziate la giornata con un bicchiere di acqua minerale naturale con valori corretti di pH e residuo fisso (pH 6.8 o inferiore, residuo fisso minore di 30mg/l) o di acqua filtrata con una fetta di limone. Potr essere calda od temperatura ambiente, secondo le personali preferenze, ma non fredda. Assumete mezza tazza di yoghurt o kefir fatti in casa. Invece di bere lacqua e mangiare lo yoghurt o il kefir separatamente potete fare un drink rinfrescante: mischiate bene mezza tazza di yoghurt o kefir con mezza tazza di acqua e bevetelo come prima cosa al mattino. Se possedete un apparecchio per pressare i vegetali, il vostro paziente pu iniziare la giornata con un bicchiere di succo di frutta o di vegetali diluito con lacqua. Potete produrre qualsiasi tipo di succo ma cercate di usare almeno il 50% di ingredienti con valore terapeutico: carote, una piccola quantit di barbabietole (non pi del 5% del totale), sedano, cavolo, lattuga, ortaggi verdi (spinaci, prezzemolo, aneto, basilico, foglie fresche di ortica, sommit di barbabietola e di carota, cavolfiore bianco e verde) ed il restante 50% di ingredienti gustosi per mascherare il gusto di quelli terapeutici: ananas, mela, arancia, pompelmo, mango, ecc. Il paziente potr consumare questi succhi al naturale, con un po di yoghurt o kefir o diluiti con acqua. Ogni giorno il nostro corpo segue un ciclo di 24 ore composto da momenti di attivit e riposo, alimentazione e disintossicazione. A partire dalle 4 del mattino circa e fino alle 10 entra nella fase di disintossicazione. Questo spiega perch molte persone non hanno fame al mattino. Bere acqua, consumare yoghurt, kefir e succhi freschi aiuter questo processo. Caricare il corpo con del cibo in queste ore interferisce con il processo di disintossicazione. Meglio attendere le 10 per fare colazione, quando il corpo avr terminato di disintossicarsi e sar pronto per nutrirsi. A questo punto solitamente abbiamo fame, che il modo con il quale il corpo ci comunica che ha terminato di disintossicarsi. I bambini possono essere pronti per nutrirsi molto prima degli adulti.

Colazione
Una variante della colazione allinglese: uova cucinate a piacere e servite con salsicce e vegetali, alcuni cotti, alcuni freschi in insalata (pomodori, cetrioli, cipolle, sedano, insalata verde, ecc.) e/o avocado e/o carne. Il tuorlo meglio sia crudo, mentre lalbume cotto (rappreso, come nelluovo alla coque o in padella). Usate una buona quantit di olio di oliva spremuto a freddo sullinsalata e sulle uova. Unite un cucchiaio di semi di girasole e/o sesamo e/o zucca ammollati in acqua o germogliati allinsalata. Le salsicce (grasse) dovrebbero essere composte da carne con il grasso tritata, con aggiunta di solo sale e pepe (ogni vegetale fresco o erba pu essere aggiunto). Assicuratevi che non ci sia nessun condimento commerciale o glutammato monosodico nelle salsicce. Trovate un macellaio che vi prepari le salsicce secondo le vostre raccomandazioni. Avocado con avanzi di carne, pesce o frutti di mare, vegetali crudi e cotti, limone ed olio di oliva spremuto a freddo. Servite una tazza di brodo di carne caldo come bevanda insieme al cibo. Non dimenticate di aggiungere qualche cibo probiotico. Frittelle fatte con farina di frutta a guscio, da gustare nei weekend, quando si ha maggior tempo per cucinare al mattino. Queste frittelle sono deliziose con un po di burro, crema acida con miele o come spuntino. Se miscelate delle bacche fresche o 12

scongelate con il miele, ci costituir unottima marmellata da spalmare sulle frittelle. Un t leggero con limone, t di zenzero o di menta.

Pranzo
Zuppa casalinga o stufato in brodo di carne casalingo. Avocado con carne, pesce, molluschi, crostacei o frutti di mare e vegetali crudi e/o cotti. Usate lolio di oliva ed il limone come condimento. Servite una tazza di brodo di carne come bevanda, con un po di yoghurt o kefir. Qualsiasi piatto di carne o pesce con vegetali.

Cena
Uno dei piatti a scelta tra quelli del pranzo e della colazione. Dopo cena mezza tazza di yoghurt o kefir.

Terminare la dieta GAPS


La rigida dieta GAPS deve essere seguita per almeno 1.5 2 anni. Secondo la severit della condizione, alcune persone si riprendono velocemente, altre impiegano un tempo maggiore. Il vostro paziente deve avere almeno 6 mesi di digestione normale prima di iniziare ad introdurre i cibi non permessi dalla dieta GAPS. Non siate precipitosi. I primi cibi che potrete provare ad introdurre sono le patate novelle ed i cereali fermentati privi di glutine (grano saraceno, miglio e quinoa). Nella sezione delle ricette troverete come fermentare i cereali. Introducete un alimento alla volta e sempre partendo da piccole quantit: date al paziente una piccola porzione del nuovo cibo e state a guardare ogni reazione per 2-3 giorni. Se non si manifestano problemi digestivi o di altra natura allora provate con unaltra porzione. Se non si verificano reazioni, aumentate gradualmente la quantit di quel cibo. Si tratta di alimenti amidacei, non dimenticate di servirli con una buona quantit di grassi (burro, olio di oliva, grassi animali, olio di cocco, ecc.) per rallentare la digestione dellamido. Non abbiate fretta di introdurre questi nuovi cibi, potrebbero occorrere diversi mesi per farlo correttamente. Una volta che le patate novelle ed i cereali fermentati sono tollerati, provate a fare del lievito naturale con farina di buona qualit di frumento o segale. Potete preparare frittelle e pane con il lievito naturale. Vorrei raccomandarvi un meraviglioso libro di Sally Fallon, Nourishing Traditions, per una vasta scelta di ricette. Quando il lievito naturale prodotto da voi sar ben tollerato, potrete comperare del buon pane commerciale fatto con lievito naturale. A questo punto potrete accorgervi che il paziente riesce a digerire grano saraceno, miglio e quinoa senza fermentarli prima di cuocerli. Gradatamente scoprirete che potrete introdurre vari vegetali amidacei, cereali e fagioli. IL PAZIENTE NON SARA MAI IN GRADO DI RITORNARE ALLA TIPICA DIETA MODERNA PIENA DI ZUCCHERO, INGREDIENTI ARTIFICIALI E PROCESSATI E TUTTI GLI ALTRI CIBI

13

NOCIVI. USATE GLI ANNI SPESI A SEGUIRE IL PROTOCOLLO NUTRIZIONALE GAPS PER SVILUPPARE UNA SANA ABITUDINE ALIMENTARE PER IL RESTO DELLA VOSTRA VITA!

In conclusione:
A prima vista seguire la dieta GAPS sembra rappresentare un lavoro molto duro. Tuttavia, una dieta molto sana e salutare, che consentir al paziente di guarire e sigillare le pareti intestinali e gettare buone basi per una buona salute per il resto della vita. Significa che la maggioranza delle persone GAPS non avr la necessit di aderire ad una dieta speciale per il resto della vita: una volta che il sistema digestivo inizia a funzionare normalmente, si possono gradualmente introdurre molti dei cibi genuini consumati nel mondo. Alcune persone raggiungono questo obiettivo in 2 anni, altri richiedono pi tempo dipende dalla gravit della condizione e dallet: i bambini si riprendono in genere pi velocemente degli adulti. Una volta intrapresa, la dieta GAPS non pi difficoltosa da seguire rispetto alla cucina normale ed alla normale alimentazione familiare. E fare la spesa molto semplice: basta acquistare tutto fresco e non lavorato o processato. La lettura del libro sulla GAPS vi fornir informazioni essenziali e molte ricette. Buona fortuna!

14

Interessi correlati