Sei sulla pagina 1di 2

RICREARE LIMPRINTING La famiglia di una volta proponeva ai figli la fede per contatto Rimaniamo con il giovane che non

accoglie linvito di Ges perch non ritiene favorevole lo scambio tra le sue molte ricchezze e ci che gli viene offerto. E la famiglia? Ha ancora ricchezze capaci di proporre ai figli la dimensione religiosa della vita? Senza perderci in complicate analisi, ci limitiamo a rapidi cenni, dal momento che la storia la stiamo vivendo e perci la conosciamo. La famiglia di una volta (attenzione! Una volta non secoli fa, ma cinquantanni!) non proponeva ai figli la fede portandoli al catechismo, che si riduceva a un breve periodo prima dei sacramenti, ma con limprinting, per contatto. Il rosario, la Messa della domenica, il segno di croce davanti alle madonnette, il bacetto a Ges e alla Madonnina, le feste del patrono, le processioni.., facevano respirare la presenza di un Dio che ci ha creato, che ci segue, che ci chiede di vivere secondo le regole e i riti della Chiesa. Questa aria religiosa trovava un grosso rinforzo nellautorit degli adulti. Un vai a Messa del pap, o un vieni a Messa del parroco non si discutevano. Alla fine degli anni 60, tutto cambiato velocemente. terminata cos la capacit della famiglia di educare i figli ai valori tramandati, perch cinema, televisione, cantanti, scuola, sport, internet... offrivano proposte nuove e suggestive, nelle quali, tra laltro, non cera pi bisogno di cercare sicurezza e conforto in Dio, perch offerti da agenzie molto pi concrete e verificabili. In questo nuovo contesto, il vai a Messa del pap, e il vieni a Messa del parroco hanno perso ogni efficacia. Arriviamo cos al presente. Quei ragazzi che negli anni 60 si allontanavano dalla religiosit dei genitori oggi sono nonni. I loro figli, che non hanno pi respirato la religiosit in famiglia, sono gli attuali genitori che hanno vissuto la giovinezza senza preghiere, senza Messa, e senza preoccuparsi delle regole della Chiesa, e che adesso portano i loro figli al catechismo, salvo ovviamente la concomitanza con impegni sportivi, ma non alla Messa della domenica, dedicata al footing, alla palestra, alle gite, allo sport. Li portano al catechismo per la prima comunione e cresima, considerate dalla parrocchia come tappe di iniziazione alla fede cristiana, ma vissute dalle famiglie e dai ragazzi come appuntamenti sociali. In questa situazione abbiamo due possibilit: arrenderci, dichiarando impossibile proporre ai giovani il vieni e seguimi di Ges, oppure attrezzarci per una nuova educazione alla fede, partendo dal ricreare limprinting. Da Il Bollettino Salesiano Tonino Lasconi

Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno. ANNO C Campane on line sul blog: oratoriobrenta.blogspot.it

Prima lettura (Dal libro del profeta Isaa 66,10-14c)


SFAVILLATE DI GIOIA PER GERUSALEMME

Salmo responsoriale (Dal salmo 65) ACCLAMATE DIO, VOI TUTTI DELLA TERRA Seconda lettura (Dalla lettera di S. Paolo apostolo ai Glati 6,14-18) IL MONDO PER ME STATO CROCIFISSO VANGELO (Luca 10,1-9 ) ANDATE, IO VI MANDO In quei tempo, il Signore design altri settantadue e li invi a due a due davanti a s in ogni citt e luogo dove stava per recarsi. Diceva loro: La messe abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perch mandi chi lavori nella sua messe! Andate: ecco, vi mando come agnelli in mezzo a lupi; non portate borsa, n sacca, n sandali e non fermatevi a salutare nessuno lungo la strada. In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa!. Se vi sar un figlio della pace, la vostra pace scender su di lui, altrimenti ritorner su di voi. Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perch chi lavora ha diritto alla sua ricompensa.

Non passate da una casa allaltra. Quando entrerete in una citt e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sar offerto, guarite i malati che vi si trovano, e dite loro: vicino a voi il regno di Dio. * Ges manda in missione una grossa schiera di discepoli (72) e li invia a due a due, perch il due costituisce la pi piccola comunit. Li manda a fare da battistrada al suo arrivo: essi gli aprono la strada, Lui la percorrer. Ges che opera, noi siamo i suoi collaboratori. La messe abbondante.... Le anime che attendono Ges sono una messe copiosissima. Mancano gli evangelizzatori. La funzione delluomo nellopera di Dio talmente importante che urge chiedere a Dio di mandare il maggior numero di operai alla sua messe. * Pregate.... Allinizio della missione occorre molta preghiera. Dalla preghiera scaturisce lefficacia dellannuncio. Pregare vuol dire prendere parte a ci che Dio sta compiendo nel mondo. Andate.... Ecco il comando di Ges: andare, uscire come il seminatore della parabola, a spargere il seme della Parola di Dio. I discepoli devono essere sempre in cammino come Ges che era un rabbi itinerante. * Io vi mando.... Ges che sceglie e invia. Levangelizzazione non iniziativa umana, opera di Dio. Come agnelli in mezzo ai lupi. Ges ci invia disarmati in

Pag. - 4 -

Pag. - 1 -

mezzo allodio e allaggressivit; la nostra forza solo lamore, la bont; le nostre armi sono la pace, la sofferenza e il sacrificio. Non portate borsa.... Non dobbiamo contare sui mezzi umani: denaro, viveri; non dobbiamo interessarci al vestito e al cibo. A tutto questo pensa il Padre. Non salutate nessuno lungo la strada. Non dobbiamo lasciarci assorbire dalle relazioni o dagli affetti umani. Occorre avere un cuore di poveri. Il successo apostolico non dipende dai mezzi esterni e nemmeno dagli espedienti umani. Dipende, in tutto e dappertutto, solo da Dio. * Se vi sar un figlio della pace, la vostra pace scender su di lui. Se una qualsiasi persona disponibile e aperta

alla pace di Ges, sar subito conquistata; se ostile, laugurio di pace torner a voi e vi arricchir. Nulla andr perduto. Lapostolo devessere preparato al successo e allinsuccesso. Lo scacco non deve abbatterlo n renderlo timido. cosa gi preannunciata, con tutta chiarezza e con molta insistenza, da parte di Ges. Dio rispetta la libert di ogni individuo; ma dovere dellapostolo il mettere ogni individuo di fronte alla decisione che limpegna per tutta leternit. Dite loro: vicino a voi il Regno di Dio. Occorre privilegiare i malati, gli anziani, gli abbandonati e annunciare a tutti il futuro meraviglioso che Dio ci prepara in Cielo.

Parrocchia SANTI VITO e MODESTO - BRENTA calendario dal 7 al 14 luglio 2013

DOMENICA 7 Festa delle Associazioni Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.te Longhi Giacomina Maria Assunta S. Quirico ore 18.00 S.Messa def.ti Casari Antonio e Ettorina LUN 8 Parrocchia ore 18.00 S.Messa def.to Vendruscolo Ettore MAR 9 ==== MER 10 San Quirico ore 20.30 S.Messa

AVVISI
Tornei estivi:
Luned 8 luglio ore 20.45 riprende il Palio della rosa 2013 Domenica 14 luglio ore 18.00 presso il Parco pubblico Palio dei fanciulli. A seguire rinfresco e premiazione delle contrade vincitrici dei tornei. SABATO 13 LUGLIO Ore 7.30 Pellegrinaggio a Trezzo con lUNITALSI ( Partenza da Cittiglio )

GIO 11 ==== VEN 12 ==== SAB 13 Parrocchia ore 17.15 Confessioni ore 18.00 S.Messa def.to Martignoni Enrico e fam. Arioli

DOMENICA 14 Festa della Madonna del Carmine Parrocchia ore 10.00 S.Messa def.to Martinoia Ferdinando S. Quirico ore 18.00 S.Messa def.ti Cadario Maria - Vitali Luigi

Pag. - 2 -

Pag. - 3 -