Sei sulla pagina 1di 20

 

ASSENZA Pezzi danima stracciati brucio stanotte davanti alla marea, che sincrespa dentro questo vento di sabbia imprigionato nella mia testa. E il sangue salmastro, pianto dalle ferite, evapora tra le dita del fuoco e imbratta la notte di fumo e di polvere dal sapore dolciastro di un amore graffiato nel silenzio dellassenza.

A MIO PADRE Carta e pensieri e inchiostro e silenzio. E vite. Le nostre vite, che abitano le medesime stanze; e si svegliano dentro i medesimi rintocchi di luce; e si addormentano dentro il medesimo brusio di stelle e di vento. Le nostre vite, che si somigliano poco e continuamente si scontrano dentro il rumore delle medesime parole e i toni stridenti di voci lontane. Destino beffardo, quello duna figlia e dun padre: non riconoscersi, eppure amarsi.

CERCO MARE Sai che non so di che colore ha gli occhi il mondo che mi sento da un po chiusa dentro ad un tondo, che rotola gi trasparente; tra le nuvole e la gente rimbalza si alza e si stende. E intanto la vita si spande, mentre io sono qua a guardare: cerco mare cerco amore cerco anima da amare. Cerco te - senza sosta, spesso senza risposta dentro il bricco del t, che mi scotta le dita mentre assaggio la vita. E non smetto i miei passi dentro ai flutti e sopra i sassi: ti sogno e ti penso ti trovo e ti prendo e mi sento leggera. Scogliera baciata dal vento ti sento: aggrappata al mio equilibrio a stento scopro che la vita sar dentro di noi in ogni momento.

BAGNO CALDO Immersa tra la schiuma ed il vapore, se ne stava seduta in silenzio. Soffiava via la schiuma dalla faccia ed i pensieri dalle labbra; poi chiudeva gli occhi e smarriva la concentrazione. E dondolava le ginocchia a fior di schiuma, cercando la voce del mare: desiderava che quelle carezze dacqua ingoiassero il rumore dei singhiozzi e della rabbia. Sola, dentro la sua casa spenta, immagin dannegare dentro quel bagno caldo e sogn di perdersi ancora nel grembo di sua madre. Si risvegli piano e respir, sicura dentro un antico abbraccio: sentiva di poter solo continuare a vivere.

MAGIE Anima lontana, che il tuo sguardo sa di gioia e la tua voce sa di calore. Anima leggera, che la malinconia nutre i tuoi silenzi e il sole asciuga le lacrime della solitudine. Anima tenace, che mi somigli e mi riempi il cuore dun calore inaspettato. Anima delicata, che mi insegni lemozione dei colori e mi tieni per mano dentro le ombre dolorose della mia paura. Anima, preziosa come laria e magica come il mare, dedico a te questistante desistenza.

IN PUNTA DI PIEDI Piangi di lacrime asciutte, evaporate tra le dita ruvide della rabbia. Ingoi il respiro; e il pensiero si gonfia di giudizio e dolore. Lanima, trasparente e pesante, rotola gi dagli occhi e i passi galleggiano nel desiderio di trovar radici, calde e profonde, e dincontrare il mondo dentro un sguardo libero.

DORMIRE Lasciami dormire. Non ho sonno, ma respiro la paura dandar fuori e di sentire nelle mani la fatica desser soli.

MARE SPORCO Mare sporco di rabbia, che scivola dentro le ferite come sabbia. E il dolore una carezza che brucia di lacrime la faccia.

PAROLE DI RABBIA Respiro spezzato. Lacrime appese, sguardo rinchiuso dentro uno specchio. Gesti scagliati e passi legati e carezze sgualcite. Briciole di sole e maree di freddo. E pugni e calci incastrati dentro un corpo stanco, dentro un corpo spento, dentro un mondo distratto e finto. Urla di dolore, arrampicate al nulla, scavano nel cuore notti senza sonno, consumate di pianto. Lacrime davanti al mare. Sassi contro il sole.

10

PIOVE Piove la rabbia del mondo e di fango si fanno i passi del fiume, che trascina le lacrime e violenta la notte: che resti il vuoto di parole sprecate, vite annegate nello sguardo di chi sostina a cercare una manciata di cielo.

11

SENZA FIATO Giro intorno alle parole e respiro piano vicina al tuo respiro, che rincorre lanima e poi si frantuma dentro i brividi di queste verit, testarde e faticose. Sento il sapore tiepido di lacrime mai piante, che al fine bruciano di dolore le mie mani. Mi accorgo, in quellistante, di essere te: il silenzio ed i tuoi brividi, le tue lacrime e la paura. E resto immobile dentro questo incontro.

12

ESSERE Sono una montagna che si sbriciola di sabbia dentro un mattino senza nebbia mentre il cielo piove lento e lorologio ha il passo stanco.

13

VERSI DAL MARE Vele terse, aggrappate al vento, guardo in questo tramonto storto che voglio te e di nientaltro ho voglia. E mi fa spavento questo mio cuore nudo che schiuma inquieto controgni istante, ch gli istanti stanno dispettosi come scogli sulla via della marea. Respiro il mare ancora per respirare te, a bocca aperta come un bimbo rincorso. Rincorro i passi tuoi sulla sabbia, piovuta gi da una clessidra infranta: si libera il tempo nella magia di questo incontro.

14

VIAGGIO IMMOBILE Sospesa, dentro i passi della nebbia ad un passo dalla pioggia, penso al peso dellassenza: insostenibile presenza dal sapore aspro di uno sguardo, immobile dentro ad una lacrima.

15

DE CONFUSIONE Da dove cominciare mi domando, mentre mi guardo distesa e poi seduta e rannicchiata, con le ginocchia al cuore, e con le mani al viso e con le dita sparse tra i capelli e con gli occhiali appesi alle labbra socchiuse e poi tese e tormentate dai denti e dalle dita, che rincorrono invisibili qualche sentiero inafferrabile. Da dove cominciare mi domando con gli occhi umidi dentro lo sguardo alogeno di questa mia serata fertile, mentre il vuoto delle pagine vuota il pieno dei pensieri. E mi assopisco. E poi rinasco.

16

FREDDO Questo freddo non mi lascia dormire: la mia anima scalza, seduta in giardino, non si lascia scaldare dalle carezze del pianto, dalla saggezza del tempo.

17

STRADE DI POLVERE Strade di polvere dentro questa stagione, che respiro salsedine e ingoio dolore. E mordo di rabbia il tempo che passa. E strappo la faccia a questa vita distratta. E graffio damore questassenza che soffoca i pensieri e le mani, mentre linchiostro sbiadisce dentro una goccia di sale.

18

VERSI SENZA CUORE Strade senza rumore. Mente che fugge. E rimbalza sui fogli questinchiostro senza sapore, questa voglia di nascere ancora e non avere nellanima i gesti della rabbia e lo sguardo del dolore.

19

VERSI AL BUIO Le parole non hanno sapore n profumo: sono aria e fumo, sono tempo sprecato a cercare che abbia senso la vita che vivi e il rimorso e il rimpianto non brucino i fili di qualche sogno damore.

20