Sei sulla pagina 1di 4

PRIMARIE CENTRODESTRA DI ZOPPOLA PER LA SCELTA DEL CANDIDATO SINDACO

REGOLAMENTO

PREAMBOLO

Per la scelta del candidato Sindaco alle prossime elezioni amministrative del 2013, PdL e Lista Cardente, ispirandosi ai valori del popolarismo europeo e allesperienza delle pi grandi democrazie occidentali, allo scopo di favorire la pi ampia partecipazione popolare alla vita politica, indicono le elezioni primarie; Le primarie sono aperte a tutti quei cittadini di Zoppola scontenti degli attuali amministratori e che vogliono essere protagonisti del cambiamento; Al termine della consultazione, sar organizzato un incontro pubblico per la proclamazione ufficiale del vincitore e per lapertura della campagna elettorale.
IL COMITATO ORGANIZZATORE istituito il Comitato Organizzatore per le Primarie. Il Comitato Organizzatore composto da un rappresentante per ognuna delle forze politiche che parteciperanno alla competizione; Ogni forza politica sceglie internamente il proprio rappresentante; Dopo la formalizzazione delle candidature potr partecipare ai lavori del Comitato Organizzatore, in qualit di invitato permanente e senza diritto di voto, un rappresentante per ciascun candidato se da questi nominato; Il Comitato Organizzatore: a) ha sede presso la sede del Popolo della Libert in Via Roma a Zoppola; b) predispone le modalit per la presentazione delle candidature; c) sovrintende alle elezioni primarie, assicurandone il corretto svolgimento e decide in prima istanza, entro quarantotto ore dalla ricezione di eventuali esposti sulle controversie sorte in fase di applicazione delle norme contenute nel Regolamento; d) accerta i requisiti di ammissione delle candidature; e) ufficializza la lista dei Candidati ammessi e non ammessi e la rende pubblica; f) predispone la lista dei seggi, i giorni e gli orari di voto; g) predispone la lista dei candidati da riportare sulla scheda; h) provvede alla stampa delle schede elettorali; i) definisce gli aspetti tecnico-organizzativi e logistici delle operazioni di voto, stabilendo la dotazione necessaria in ciascun seggio per lo svolgimento delle operazioni di voto; j) adotta i necessari provvedimenti per assicurare la pi ampia partecipazione dei cittadini alle Primarie; Al Comitato Organizzatore, in primo grado, viene deferita in via esclusiva ogni controversia relativa allo svolgimento delle Primarie nonch allapplicazione e allinterpretazione del presente Regolamento; LA COMMISSIONE DI GARANZIA istituita la Commissione di Garanzia per lo svolgimento delle primarie 2013 del centrodestra di Zoppola; La Commissione di Garanzia composta da due membri, scelti dal comitato organizzatore tra personalit in possesso di riconosciuti requisiti di autorevolezza e competenza; La Commissione svolge attivit di vigilanza sul corretto svolgimento delle Primarie, in coerenza con i valori di libert, pluralismo e tolleranza; Alla Commissione di Garanzia, in secondo grado, viene deferita in via esclusiva ogni controversia relativa allo svolgimento delle Primarie nonch allapplicazione e allinterpretazione del presente Regolamento; La Commissione di Garanzia suggerisce, inoltre, qualunque ulteriore norma necessaria per lattuazione e la corretta interpretazione del presente Regolamento; Le decisioni sono prese allunanimit e sono valide se partecipano alla riunione tutti i suoi componenti; 1

LA GESTIONE DEGLI ASPETTI ECONOMICO-FINANZIARI Gli aspetti economici e finanziari sono gestiti dal Comitato Organizzatore; LE INCOMPATIBILIT Le cariche di componente del Comitato Organizzatore, di componente del Comitato dei Garanti e di Candidato alle Primarie sono tra loro incompatibili; LELETTORATO ATTIVO Potranno votare alle Primarie tutti i cittadini italiani che il giorno delle votazioni risultino iscritti nelle liste elettorali del comune di Zoppola e che, contestualmente allespressione del voto, esibiscano un documento di riconoscimento valido; LELETTORATO PASSIVO Possono candidarsi tutti i cittadini italiani in possesso dei requisiti di eleggibilit alla carica di Sindaco; Le candidature dovranno essere presentate entro le ore 19 di venerd 15 febbraio 2013 al Responsabile del Comitato Organizzatore Gustavo Bomben; Tutti i candidati dovranno sottoscrivere, pena linammissibilit, un documento predisposto dal Comitato Organizzatore, attestante: a) limpegno ad osservare il presente Regolamento; b) la sottoscrizione della seguente dichiarazione di intenti: Io sottoscritto, candidandomi alle elezioni primarie indette dal centrodestra di Zoppola, mi impegno - qualunque sia lesito della consultazione - a garantire il mio sostegno politico ed elettorale alla coalizione ed al candidato a Sindaco che risulter vincitore delle primarie. Inoltre, mi impegno a realizzare il programma elettorale espresso dalla coalizione per la quale sar candidato; c) il deferimento esclusivo al Comitato Organizzatore di ogni controversia relativa allo svolgimento delle Primarie e in grado successivo, alla Commissione di Garanzia la cui decisione inappellabile; Sabato 16 febbraio 2013 alle ore 12.00, il Comitato rende noti i nomi delle candidature validate alla Commissione di Garanzia che individua eventuali candidature incompatibili con i principi di moralit e di legalit e con le finalit politiche del centrodestra, decretandone lesclusione in maniera inappellabile; Espletato quanto di competenza, la Commissione di Garanzia redige lelenco definitivo delle candidature, procede al sorteggio dellordine dei nomi dei candidati da riportare sulla scheda dandone comunicazione scritta al Comitato Organizzatore; Il Comitato Organizzatore pubblica immediatamente lelenco sul sito delle forze politiche partecipanti alla consultazione e ne da comunicazione alla stampa locale; Gli elettori hanno la facolt di indicare quale candidato Sindaco una personalit da loro ritenuta idonea, anche se questa non si candidata secondo le procedure previste dal presente regolamento; La scheda elettorale, quindi, avr uno spazio bianco dove gli elettori potranno indicare un candidato da loro prescelto; Nel caso risulti eletta una personalit che non abbia precedentemente presentato la propria candidatura, questa sar indicata come candidato Sindaco della coalizione solo dopo avere sottoscritto limpegno a realizzare il programma condiviso con la stessa;

LA CAMPAGNA ELETTORALE E IL CODICE DI COMPORTAMENTO DEI CANDIDATI Il Comitato Organizzatore cura ladeguata pubblicizzazione delle primarie; La campagna elettorale deve essere improntata a una competizione franca e leale; Sono proibite tutte le azioni propagandistiche che risultino offensive nei confronti della sensibilit comune, dellinteresse nazionale, dellimmagine del centrodestra e della personalit dei candidati; Ogni iniziativa propagandistica o di confronto tra i candidati deve essere finalizzata a promuovere la partecipazione dei cittadini di Zoppola alle elezioni primarie e al dibattito politico;

IL VOTO E LO SCRUTINIO La costituzione dei seggi curata dal Comitato Organizzatore, che provvede alla dotazione necessaria per le operazioni di voto e di scrutinio; I seggi possono essere istituiti presso le sedi municipali, le sedi comunali delle forze politiche partecipanti alla consultazione, associazioni culturali e ricreative, postazioni provvisorie, studi, uffici o esercizi commerciali, tutti nel territorio comunale interessato alla consultazione; I seggi sono composti da un presidente ed uno scrutatore nominati dal Comitato Organizzatore almeno 24 ore prima dellinizio della competizione; I delegati dei candidati potranno designare loro rappresentanti nei singoli seggi elettorali, secondo le modalit e i tempi definiti dal Comitato Organizzatore; Ogni elettore pu votare in ciascun seggio, a sua scelta; Gli elettori, prima di votare, devono farsi identificare al seggio, mostrando un documento di riconoscimento valido ai sensi di legge; Il Presidente del seggio assicura che venga rispettato il principio della libert e della segretezza assoluta del voto; La scheda elettorale riporta nominativi dei candidati nellordine risultante dal sorteggio effettuato dalla Commissione di Garanzia e lo spazio bianco dove gli elettori potranno indicare un candidato da loro prescelto; Ogni elettore esprime ununica preferenza tracciando un segno in corrispondenza del candidato prescelto; Chiuse le operazioni di voto, subito il Presidente del seggio si accerta del numero dei votanti e del numero delle schede vidimate e non utilizzate, assicurandosi che la somma del primo e del secondo corrisponda al totale delle schede vidimate; Eseguito laccertamento, il Presidente del seggio avvia le operazioni di scrutinio, che non possono essere interrotte fino alla loro conclusione, salvo il verificarsi di circostanze obiettive e legittime indipendenti dalla volont dei componenti del seggio; Lo scrutatore del seggio estrae una singola scheda, la apre e la consegna al Presidente del seggio; Il Presidente, data lettura del contenuto dellespressione di voto manifestata nella scheda stessa, prende nota del numero dei voti raggiunti di volta in volta da ciascun candidato nell apposito prospetto delle tabelle di scrutinio; La validit del voto contenuto nella scheda deve essere ammessa ogni qualvolta se ne possa desumere la volont effettiva dellelettore, salvo quanto disposto di seguito; Le schede possono essere annullate nei seguenti casi: - presenza di segni che rendano identificabile lelettore; - segni tracciati sui nomi di pi di un candidato; - impossibilit di identificare la volont dellelettore; - assenza di sigla di vidimazione sulla scheda; Il Presidente, acquisito il parere dello scrutatore, si pronuncia in via provvisoria su ogni difficolt, incidenti o contestazioni verificatisi nelle operazioni di voto, disponendo che nel verbale sia fatta menzione di ogni contestazione, anche verbale, relativa allattribuzione dei voti o alla dichiarazione di nullit delle schede;

Terminato lo scrutinio, il Presidente del seggio: verifica se la somma dei voti validamente espressi pi le schede bianche, le schede nulle corrisponde al totale delle schede votate; riporta tale conteggio sul verbale e controlla che il verbale sia regolarmente compilato; controfirma il verbale con lo scrutatore del seggio; inserisce in un plico le schede, sigilla e controfirma il plico con lo scrutatore; trasmette i risultati dello scrutinio al Comitato Organizzatore;

LA VALIDAZIONE E LA PUBBLICAZIONE DEI RISULTATI Concluse le operazioni, il Comitato Organizzatore assume la funzione di Ufficio Elettorale Centrale; Procede alla validazione dei risultati pervenuti sulla base della documentazione fornita dai seggi; Il presidente del Comitato Organizzatore, dovr redigere un verbale riportante: a) numero dei votanti; b) risultato finale; c) eventuali contestazioni e loro esito; d) preferenze ottenute dai candidati; In presenza di eventuali schede contestate, decide allunanimit dei suoi componenti sulla loro attribuzione; LA PROCLAMAZIONE E' eletto il candidato che al termine delle consultazioni ottiene il maggiore numero di voti; La proclamazione del candidato Sindaco avverr tramite conferenza stampa e pubblicazione sulla stampa locale; LE SANZIONI PER LA VIOLAZIONE DEL REGOLAMENTO Le violazioni al presente Regolamento possono essere rilevate direttamente dal Comitato Organizzatore ovvero dai candidati, che presentano esposto al Comitato stesso; Una volta che la violazione sia stata accertata, il Comitato procede, entro 48 ore, a seconda della gravit della violazione e della persistenza della condotta irregolare, al richiamo orale, al richiamo scritto o allesclusione dalle Primarie; Avverso la decisione del Comitato Organizzatore possibile presentare, entro 24 ore, ricorso alla Commissione di Garanzia, che decide, in via definitiva, entro le successive 24 ore; Di ogni fase delliter di eventuali provvedimenti disciplinari viene data notizia dettagliata, con la pubblicazione dei relativi documenti, sul sito internet delle forze politiche partecipanti alla competizione; RINVIO AD ALTRE NORME Per quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento, si fa rinvio al Decreto del Presidente della Repubblica 16 maggio 1960, n. 570 e al Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267.