Sei sulla pagina 1di 19

Il chinino | bimestrale dinformazione | anno II - numero seI - Dicembre 2012 | copia gratuita

Chinino
il
Linchiesta

Il bImestrale con effettI collateralI

Lalba dei Gricilli


Un accordo tra comune e privati rende fruibile larea al pubblico

cROnache POntine

tiPi POntini

aRchiViO POntinO

Bicicletta, quanto ti amo


Una proposta ragionata di piste ciclabili

Padre Valeriano arriva a Pontinia


Intervista al nuovo parroco

Lodissea infinita del canale Linea


Un grave episodio di inquinamento nel 1990

SOMMARIO

4 8 10 12 13 14 15 16 18 19 21 22 24 25

LINCHIESTA
Una gita ai Gricilli

CRONACHE CITTADINE
Addio alla Rete dei Cittadini

Un cavaliere che sogna le Olimpiadi

CRONACHE CITTADINE

Il progetto bicicletta sicura

CRONACHE CITTADINE

La Caritas parla italiano

TIPI PONTINI
Parla padre Valeriano

NEWS DAL COMUNE


La fondazione di Pontinia

26 28 30 32 34

TIPI PONTINI

CRONACHE CITTADINE PONTINI NEL MONDO


Lost in New York City

Larte del writing

ESPERTO
Attenzione al cellulare

ESPERTO
Nuove regole per i condomini

SOSTIENI IL CHININO

TEATRO FELLINI
Si alza il sipario

ecco le coordinate bancarie: Associazione Il Chinino causale: contributo volontario Iban: IT 41 H087 3874 0600 0000 0027 024
il chinino bimestrale dinformazione anno II numero 6 DIcembre 2012

BCC
Una banca per la salute

registrato al tribunale di latina numero 6 del 29/04/2011 copia gratuita

NEWS DAL COMUNE


Il restyling delle scuole
Con il contributo del Comune di Pontinia. Direttore Vicedirettore collaboratori andrea Zuccaro Paolo Periati federica Guzzon, luca Ghidoni, enrico bellissimo, Donatella Di maria, antonio rossi, lucia andreatta, michael abbruzzese, andrea Zanotti, sabrina centra, romina realacci, loredana cacciotti. simone olivieri, stefano Dauria, andrea Zuccaro, andrea Zanotti foto di copertina: simone olivieri. Keller adv Tipografia Monti srl Via Appia, Km 56,149 04012 cisterna di latina

TIPI PONTINI
Gli 80 anni di Bordieri

TIPI PONTINI
Una luce sul Medioevo

ARCHIVIO MAP
Salviamo il Linea Pio

Fotografie

Progetto Grafico stampato presso

TIPI PONTINI
Renata la gattara

TIPI PONTINI
I versi di Tiberi
http://ilchinino.blogspot.com - ilchinino@gmail.com

LINCHIESTA
di ANDREA ZUCCARO foto di SIMONE OLIVIERI

LA NUOVA VITA DEI LAGHI DEI GRICILLI


Conclusi i lavori di riqualificazione, ora la scommessa portarci i turisti

e c unarea nel comune di Pontinia che va salvaguardata e valorizzata questa non pu che essere quella dei laghi dei Gricilli. Situati ai confini del comune con quello di Priverno e Sezze, i laghi sono fonte di leggende, racconti e aneddoti, oltre che motivo di contenzioso, ormai quasi centenario, tra Pontinia e Priverno, che ancora tiene in piedi un procedimento giudiziario per cercare di riappropriarsi di un territorio che la bonifica fascista assegn a Pontinia. Ora lamministrazione comunale, sfruttando i finanziamenti del Gruppo di azione locale (Gal) un organismo regionale ha portato a termine un progetto di valorizzazione e di fruizione dellarea per aprire questo spazio ai cittadini, ai turisti e agli studiosi. Un progetto, nato negli uffici dellassessorato dellagricoltura di maurizio ramati, che entro poche settimane e tempo permettendo, sar inaugurato. Un progetto che aspettavamo da tempo fa presente ra-

mati e siamo molto soddisfatti di questo risultato per il futuro turistico e agricolo della zona. si tratta di un primo passo verso lapertura dellarea, che non definitivo, ma che permette comunque di godersi i laghi, la loro fauna migratoria e la loro flora particolare in sicurezza e tranquillit, senza rischiare di finire dentro i laghi o di essere investiti lungo la strada pedemontana che li costeggia. lo stesso progetto di riqualificazione rientrava in uan ambito turistico pi grande, ovvero la Via dei laghi e del mare. Un percorso che avrebbe guidato il turista e il visitatore da sonnino a sabaudia passando per Pontinia. Una sinergia che poi non si attivata e ognuno dei tre comuni andato avanti per conto suo. sono i misteri della burocrazia regionale. Gli altri progetto presentati dallamministrazione riguradvano un contributo per linformatizzazione delle aziende agricole e un finanziamento per aprire un mercato di prodotti agricoli a Km 0. In particolare, con questultimo progetto, il comune pensava di iniziare il recupero dellex Hilme.

Ma nella scelta dei progetti da finanziare gli uffici regionali hanno dirottato le priorit su quelle iniziative che avrebbero potuto costituire un volano per il turismo. Prima del comune, sono stati i proprietari dellarea ad adoperarsi nel corso di questi anni per aprire i laghetti ai visitatori. siamo qui da sei generazioni spiega manuela, proprietaria delle terre intorno ai laghi e abbiamo sempre cercato di mantenere pulito e il pi possibile fruibile questo posto. Il nostro antenato mario Di Veroli, uno dei primi coloni dellonc a vedersi assegnato un podere, ha continuato a comprare terre intorno ai laghi, intuendone le potenzialit non solo turistiche ma anche naturalistiche e storiche. tant che gi da un anno, insieme allassociazione naturalistica Pangea di san felice, manuela accoglie pullman di scolaresche in visita. abbiamo fatto delle ricerche storiche continua manuela e questi laghi erano gi famosi per le loro acque terapeutiche gi nel 600. Per questo, con

la festa dei Gricilli che si tiene ogni estate, cerchiamo di ricordare la storia e le tradizioni di questa terra. Lamministrazione comunale ha affidato il progetto di riqualificazione allarchitetto Adriano Cremona, che insieme agli uffici comunali e ad altri studiosi ha portato a termine non solo le strutture utili per osservare il paesaggio, ma anche le teche che spiegheranno cosa si pu vedere nellarea dei laghi. Di progetti ne avevamo presentati tre ricorda lassessore alla cultura Patrizia sperlonga ma la regione ha approvato solo questo, per un importo di 265mila euro. anche perch era lunico che permetteva di operare in accordo con i privati che hanno concesso le aree dove costruire. con il progetto cerchiamo anche di scoraggiare labbandono e lincendio dei rifiuti allaltezza della vasca di espansione dellUfente alla fine della Migliara 49. In cosa consiste questintervento da migliaia di euro lo spiega lo stesso cremona: abbiamo pensato a un sistema di percorsi integrati della lunghezza massima di 2 km per

Dicembre 2012

IL CHININO

IL CHININO
anno II n 6

LINCHIESTA

mettere in luce e spiegare un paesaggio tanto eterogeneo dal punto di vista naturalistico, geologico e storico. Il primo punto di osservazione si pu raggiungere attraverso loasi di san Valentino. l si trova un infopoint e una pedana rialzata da cui si pu vedere principalmente il lago nero. alcune teche, poste lungo il percorso, spiegheranno lorigine e le caratteristiche di questi laghi, che cambiano colore in base alla luce e alla differente composizione chimica. e si scoprir che mutano anche forma da un momento allaltro per via della loro origine, causata dal fenomeno dei sink holes, cio cavit sotterranee alla base dei monti lepini dove si raccoglie lacqua piovana. acqua che da sola, o per la spinta dei gas sotterranei, arriva in superficie allimprovviso. proprio cos che sono nati questi laghi e non escluso che ne nascano altri, o anche che scompaiano.

passato si facevano abluzioni terapeutiche. Da questo punto, uno dei fenomeni naturali da osservare sar quello della fossilizzazione delle canne di fiume dovuta allacqua zolfa in cui sono immerse. Un terzo luogo di osservazione, da raggiungere in macchina, si trova vicino al lago san carlo dove stata costruita una torretta di osservazione: il posto perfetto per vedere gli uccelli migratori che scelgono i Gricilli come sosta, ma anche per osservare gli animali autoctoni. Infine, alcune strutture in legno sono state posizionate anche presso fontana di muro, lunica area dove possibile organizzarsi liberamente per fare picnic e, per gli amanti degli animali, ammirare un tipo di libellula che vive solo l. In questo punto verr spiegata la storia del luogo dal punto di vista dellantropizzazione e della lotta delluomo contro il disordine idrogeologico del territorio. larchitetto cremona, che nel compilare le teche si avvalso dellaiuto del geologo carlo Gazzetti, del naturalista Giovanni mastrobuoni e dello storico mauro De nardis, spiega come i laghi sono un territorio in continuo movimento, e dunque si sono dovute prendere delle precauzioni per rendere i percorsi sicuri e fruibili a tutti. Inoltre continua sono aree sottoposte a dei vincoli e non stato facile trovare il giusto rapporto tra fruizione e sicurezza. ma tutti gli enti pubblici interessati, dal consorzio allautorit di bacino, ci hanno aiutato per portare a compimento questo progetto, conclude; e in futuro se arriveranno altri finanziamenti il percorso verr di certo ampliato e reso pi fruibile. lidea quella di poterlo percorrere tutto a piedi, magari passando anche attraverso i laghi, cosa che oggi non possibile perch i loro argini sono instabili e in continuo movimento.

PIATTI PRONTI DA ASPORTO PESCE FRESCO E FRUTTI DI MARE

Viale Italia, 31/33 Tel. 0773 867182, Pontinia (Lt)

I lavori, costati quasi 300 mila euro, sono stati finanziati dal Gal

Dal punto di partenza si pu raggiungere il percorso chiamato I canali: prendendo la strada sterrata, che in origine doveva essere il continuo della migliara 49, si arriva nei pressi della vasca di espansione dellUfente dove vengono convogliate verso le idrovore dei Gricilli le acque sulfuree che sgorgano dai laghetti. Qui le teche informative spiegheranno la natura idraulica e la canalizzazione fatta dalluomo per rendere queste terre coltivabili, tra cui un sifone sopraelevato che separa lacqua sulfurea da quella dolce. si pu anche raggiungere la casetta dei bagni, dove in

Dicembre 2012

IL CHININO

CRONACHE CITTADINE

Epitaffio della Rete dei Cittadini

Lultima manifestazione della Rete nel 2008.

di Federica Guzzon

coli limitrofi e da l anche le nostre tavole. Fu cos che organizzarono, sotto il portico in via cesare battisti, il primo mercatino natalizio di prodotti tipici per far ricordare ai compaesani il buon sapore della qualit che si stava rischiando di perdere. laltro obiettivo, oltre alle antenne della telefonia mobile e alla gestione dei rifiuti, furono appunto le discariche abusive della Migliara 49 e di Fontana di Muro. La situazione catastrofica fu denunciata nel 2009 alla Procura della repubblica di latina e si cerc subito di portarla alla luce di tutti con articoli su giornali locali e volantini esplicativi. Del caso se ne occup anche il quotidiano nazionale La Repubblica e il Tg5. I pi lealisti del re dissero che cos si faceva solo del male a Pontinia. ma in fin dei conti un primo risultato lo si ottenne subito: la chiusura ai mezzi di trasporto della vasca della migliara 49 con una buca nel terreno. era un primo passo, anche se lo sversamento dei rifiuti continu sul ciglio della strada. A oggi lassociazione non esiste pi, ma gli associati, che si sono divisi per divergenze su alcune tematiche ed esigenze private, non si sono fermati. Il gruppo era cresciuto e molti li ritroviamo nel cantiere creativo, nel chinino o nei quadri politici. essi perci hanno perorato la riqualifica dei Gricilli in diversi modi, riuscendo a coinvolgere pi giovani e, in ultimo, questa estate si svolto uno scambio internazionale sulla tematica dei rifiuti e del rispetto dellambiente: il trash Project. ma nonostante tutto, c ancora molto da fare, soprattutto sul controllo del territorio, come ricorda Paolo cima. non dovremmo accontentarci di piccoli risultati, perch dopotutto questo il nostro mondo e se il compito dei politici di governare, il compito dei cittadini farsi sentire se le cose non funzionano. Insomma, il seme stato piantato e i lavori di riqualificazione intrapresi dal comune in quella zona sono un primo traguardo, ma non un punto darrivo.

ra che i laghi dei Gricilli e il loro territorio stanno per essere riqualificati, ci si pu chiedere se sia da ritenersi un traguardo e per chi. Esclusi quei cittadini che non avranno pi un posto dove buttare i loro rifiuti, riportare alla luce un luogo naturale cos bello a Pontinia sar un vantaggio estetico ed etico. Indubbiamente i meriti dellamminstrazione comunale sono palesi. originariamente, per, a interessarsi di questo sito, stata la rete dei cittadini, un gruppo di ragazzi unitosi per contrastare la costruzione dellimpianto turbogas e di una centrale biomasse da 20 mW nella zona industriale di mazzocchio. I primi in assuluto a seganlare il problema dellinquinamento della vasca di espansione del fiume Ufente, che si trova alla fine della Migliara 49 furono i Verdi gi negli 80 lassociazione nacque nel 2007 e prese il nome da unomonima di aprilia, con cui si confront nel modus operandi e di lottare. con un duro e rischioso lavoro i nostri cittadini sono riusciti a sensibilizzare la popolazione e il sindaco riuscendo, nel corso di questi anni, a impedire la costruzione della turbogas. facendo un mezzo miracolo, perch a Pontinia tutti, anche i contrari, ripetevano che lavrebbero fatta comunque. e invece Paolo cima, alessandro cocchieri e Gigi Veca, i tre primi animatori della rete dei cittadini, sono riusciti nellimpossibile. eppure sembrava solamente una battaglia di buon senso. lecosistema come il domino, quando crolla un tassello tutto finisce a terra. Infatti, le sostanze nocive delle turbogas avrebbero inquinato i campi agri-

La nostra farmacia resta APERTA anche il MERCOLED POMERIGGIO

Dal 1 ottobre hai pi tempo per il tuo benessere.

via Trieste n. 15/17 - 04014 Pontinia (LT) telefono 077386752 - fax 0773 848569

Dott.ssa Stefania Piediferro

SantAnna
Farmacia

Dicembre 2012

IL CHININO

CRONACHE CITTADINI
testi e grafica di ANTONIO ROSSI

fENOmENOLOGIA DELLA bICICLETTA


e suggestioni che pu evocare una pedalata in bicicletta e il significato che pu assumere, sono stati, tra gli altri, descritti da Enrico Brizzi nel suo primo romanzo Jack Frusciante uscito dal gruppo, dove il protagonista Alex si arrampica per i colli bolognesi e dove la bicicletta uno strumento che esercita uninfluenza nel modo di crescere e pensare. Pi di recente e vicino a noi, antonio Pennacchi in canale mussolini ha fatto rivivere e ricordare come i nostri nonni, primi coloni dellagro pontino, andassero in bicicletta per le migliare allombra degli eucalipti, filando lungo gli argini e le vie dei borghi e delle citt appena fondate, importando in questo nuovo territorio abitudini, usi e costumi delle terre di origine, come il ferrarese,

patria del ciclo. lo scarso benessere e la poca diffusione delle automobili, non accessibili alle grandi masse, contribuivano a rendere la bicicletta un mezzo di locomozione popolare, mentre oggi, conquistato il benessere, la bicicletta diventata un mezzo alternativo, tutto da riscoprire nel design, negli utilizzi, nelle funzionalit e reinterpretare, per vivere la citt in maniera ecologica e divertente. Percorrendo Pontinia a piedi o in bicicletta scoprirete una nuova dimensione del paese, del quartiere dove abitate, aumentando la qualit del vostro stile di vita, meno frenetico rispetto al veicolo che lentamente vi precede nel traffico congestionato del venerd o di via trieste, quando voi invece avete fretta, e meno stressante di quando vi ostinate a trovare parcheggio di

fronte al negozio o alla scuola: con la bicicletta potrete quasi entrarci dentro! Gli ingredienti, affinch tutto ci sia possibile, sono gi presenti nella morfologia pianeggiante del territorio dove stata fondata Pontinia, dalla moderna impronta urbanistica concepita sotto linfluenza del razionalismo, dagli ampi viali e marciapiedi in diverse zone del centro. Premesse e risorse per sviluppare una rete di piste ciclabili in grado di innervare la citt a partire dai quartieri periferici per connettere uffici pubblici, scuole, impianti sportivi, parchi cittadini e poli religiosi, ma anche per valorizzare e apprezzare il paesaggio rurale della campagna, strizzando locchio al ciclo turismo raggiungendo la zona lacustre dei Gricilli in corso di riqualificazione e un domani, con una sinergia tra enti locali, anche

il vicino mare. Di recente gli amministratori locali hanno avviato politiche che prevedono la realizzazione di parte del tracciato proposto da Pontiniaweb ormai da un lustro, che devono essere incoraggiate e valorizzate per essere efficaci. Immaginiamo una Pontinia smart, sicura, facile da vivere anche per i pi giovani e i bambini, oggi sempre pi scortati in automobile da stressati genitori-tassisti per compiere anche poche centinaia di metri. Passeggiando a piedi o in bici, senza essere dei fanatici eco-snob, scoprireste una Pontinia diversa da quella che si vede dal tavolino del bar, o dalla piazza o che scorre dai finestrini dellautomobile; scoprireste una gradevole Pontinia dalle enormi potenzialit e vi convincerete a renderla pi vivibile, a rispettarla. Con significative ripercussioni sullambiente, sulla vostra mente e sul vostro portafoglio.

Dicembre 2012

IL CHININO

10

11

anno II n 6

IL CHININO

NEWS DAL COMUNE

TIPI PONTINI

IO SONO VENUTO NON PER ESSERE SERVITO mA PER SERVIRE


Solidariet linguistica
Padre Valeriano stato nominato nuovo parroco di Pontinia. La sua missione aprire ancora di pi la parrocchia verso la citt.

LITALIANO DELLA CARITAS

di Luca Ghidoni

la ancora pi viva Il chinino Che servizi offre la chiesa? Padre Valeriano Una piccola premessa, la parola servizi una parola molto in uso e anche biblica infatti Ges cristo dice: Io sono venuto non per essere servito ma per servire. a me personalmente piace di pi usare il termine offerte o proposte che offre la chiesa. essendo questa in qualche modo una piccola chiesa, una realt ecclesiale, la prima proposta che io sento che ci sia un momento di preghiera, un momento di catechesi , un momento di servizio ai poveri. le realt che ho trovato qui come la caritas o gli incontri delle varie associazioni sono da sostenere e forse ci sarebbe da dare un taglio specialmente ad alcune di esse e avvicinarle alla dimensione di san Paolo, una dimensione di vero amore. buone. mi hanno parlato sempre bene di questa parrocchia. a me viene ni mente san francesco quando si sente chiamare dal signore che gli dice va e restaura la mia chiesa, cos lui va e restaura tutta la chiesa di san Damiano, per poi il signore gli dice che unaltra la chiesa che vuole restaurare Il mio intento sar di mantenere, rendere vive, incoraggiare e valorizzare tutte le iniziative. Ho trovato una parrocchia molto viva grazie alle innumerevoli attivit che gi si svolgono, mirate ai giovani. ora vorrei realizzare, insieme a Padre mario, anche attivit per gli adulti. spero di riuscire a renderIl chinino Pu riassumere le intenzioni del suo servizio? Padre Valeriano continuare a sostenere quello che c di buono, sia nella pastorale, sia nelle varie iniziative. fare di tutto per rendere pi viva la fede e, se Dio vorr, lispirazione per non restare chiusi nella chiesa e avere un rapporto con la gente, specie con quelli che soffrono. Vorrei che il tempo che passer qui sia vissuto bene dal popolo di Dio, dai fedeli della comunit, ma allo stesso tempo che sia di lievito, sale e luce per le altre persone alle quali dico la verit ogni giorno. appena alzato prima di iniziare la giornata vado davanti al santissimo e prego per tutta la gente di Pontinia, dal pi anziano al pi giovane.

di Lucia Andreatta

il primo sabato di dicembre e il freddo tagliente comincia a farsi sentire. Sono solo le 5 di pomeriggio e il buio gi calato su Pontinia. Ma il via vai di biciclette illuminate e di persone che raggiungono la sede della Caritas, non sembrano badare al maltempo e al freddo. Un gruppo eterogeneo di studenti, la maggior parte di nazionalit indiana, di et compresa tra i 18 e i 35 anni circa, sono gi seduti nelle aule della parrocchia santanna per seguire i corsi di italiano organizzati dalla caritas diocesana con laiuto di numerosi volontari. sono ormai pi di sei anni che esistono questi corsi per tutti coloro che vogliono imparare litaliano. non sono solo gli stranieri a usufruire di questo servizio gratuito, ma anche italiani che in passato non hanno avuto la possibilit di andare a scuola. la didattica accosta un metodo meno ortodosso al tradizionale insegnamento della grammatica, che permette di apprendere nozioni e lessico da usare nella vita di tutti i giorni: per esempio i dialoghi che possono svolgersi allinterno di una farmacia, allufficio postale o allufficio anagrafe. allinizio di ogni nuovo corso, che si svolge da ottobre a giugno, viene effettuato un test dingresso per valutare il grado di conoscenza dellitaliano e organizzato un momento di accoglienza, durante il quale gli allievi incontrano le istituzioni locali. Infatti, poter interagire con questultime essenziale per instaurare un rapporto con il territorio ed uno dei primi passi verso lintegrazione. Patrizia, una delle insegnanti volontarie della caritas, ha creato Parla con noi, un testo molto utile per linsegnamento dellitaliano agli indiani del Punjab e racconta entusiasta di come gli studenti siano motivati e vogliosi di imparare. frequentando questi corsi

di italiano, a cui siscrivono ogni anno tra le 60 e le 70 persone, ci si pu anche preparare e sostenere lesame per ottenere la certificazione celi, per la conoscenza della lingua italiana, in accordo con lUniversit per stranieri di Perugia. Queste prove permettono, se superate, di ottenere un attestato riconosciuto in tutta europa che consente allo studente straniero di iscriversi alluniversit, accedere alla professione di interprete o mediatore culturale, o di tenere corsi di italiano nei paesi dorigine. Inoltre la caritas, attraverso un protocollo dintesa con il centro territoriale permanente di latina, entrata a far parte di una rete di scuole migranti che permettono agli studenti di prepararsi e sostenere, a titolo gratuito, lesame di lingua italiana necessario agli stranieri per poter ottenere il permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo. cos, grazie alla lingua italiana il cittadino straniero si rende libero di poter svolgere le attivit quotidiane senza laiuto di terzi e libero di compiere, in perfetta autonomia, i primi passi verso lintegrazione.

adre Valeriano, gi insegnante e vicepreside di una scuola, ventisei anni fa ha sentito che il Signore mi faceva risvegliare la vocazione che avevo dentro, una chiamata che aveva avuto fin da piccolo: quella di essere missionario. Cos ha lasciato tutto rinunciando al suo lavoro e alla sua vita secolare. Ora il nuovo parroco di Pontinia. Il chinino Prima di arrivare qui dove svolgeva il suo servizio? Padre Valeriano Dove ho svolto missioni pastorale e che esperienze ho fatto non si pu riassumere in poche parole. so che 26 anni fa ero insegnante di ruolo e vice preside di una scuola. Per poi ho sentito che il signore per motivi molto seri e concreti mi faceva risvegliare dentro una vocazione. Ho lasciato tutto e ho iniziato a vivere come itinerante, disposto ad andare dove cera bisogno. sono stato per molti anni in campania e molise, poi nelle filippine. Un periodo interessante e forte stato quello passato nei villaggi dello Zambia. Invece, molto duro stato il tempo che ho trascorso in america latina. Il chinino E ora, a 66 anni, giunto qui. Che impressioni ha avuto? Padre Valeriano buone, anzi molto

AL FIANCO DEI PI POVERI E DEBOLI

ono numerose le attivit che svolge la Caritas in aiuto alle persone pi bisognose, grazie ad una rete di volontari sempre attiva. Nel corso 2012 sono state 50 le famiglie che hanno ricevuto aiuti alimentari e oggetti come passeggini, seggioloni ecc. Purtroppo il numero delle famiglie indigenti in aumento. Molto importante la collaborazione con gli assistenti sociali che segnalano i casi pi sfortunati. Un nuovo progetto che deve partire nellimmediato e coadiuvato dalla Trasco un servizio mensa per gli anziani e per le persone sole..

Il Signore mi ha chiamato 26 anni fa

Dicembre 2012

IL CHININO

12

13

IL CHININO
anno II n 6

NEWS DAL COMUNE

TUTTI A TEATRO. SI APRE IL SIPARIO DEL FELLINI


uestanno si fa sul serio al Teatro Federico Fellini. La stagione teatrale curata da Paola Sangiorgi, presidente dellassociazione Arte e Teatro aprir ufficialmente i battenti il prossimo 25 gennaio.

STAGIONE CONCERTISTICA E TEATRALE

25 GENNAIO

Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati!


Scritto da Cinzia Leone. Regia di Fabio Mureddu. ore 20.30 - teatro fellini

BUON COMPLEANNO PONTINIA


I 78 anni della citt. Illustrazione di Fausto Simeoli.

Il cartellone prevede nove spettacoli che accompagneranno il pubblico fino ad aprile e non escluso che nel corso dellanno il programma non possa arricchirsi di altri eventi. Quello che verr proposto un mix tra commedie e concerti, tra artisti affermati ed emergenti. Ad aprire la stagione sostenuta dal Comune di Pontinia attraverso lAssessorato alla Cultura retto da Patrizia Sperlonga sar lo spettacolo di Cinzia Leone, Mamma sei sempre nei miei pensieri. Sposati, una commedia brillante sulluniverso femminile e le sue generazioni: nonna, madre e bambina. Grande attesa poi c per lo spettacolo di Paola Tiziana Cruciani, Scalacc Corpobb, in programma il 13 marzo. Altre performance in arrivo sono Caf Chantant, Facce di Bronzo di Grazia Scuccimarra, E pensare che eravamo comunisti di Roberto dAlessandro e California Suite. Gli altri appuntamenti, invece, saranno allinsegna della musica di qualit, come in Elle, Singuliere, Pluriele e Aria tra Terra e Cielo. Un incrocio dei generi, come solo la tradizione teatrale napoletana sa fare , infine, Agata, Lul e Assuntina, dove Gianni Aversano e i suoi musicisti ripercorreranno in chiave umoristica le grandi canzoni malinconiche e appassionate della citt del Golfo. Biglietto Cinzia Leone: 20 euro Biglietto altri spettacoli: 15 euro Abbonamento intera stagione: 75 euro Info: teatrofellini@hotmail.it paolasangiorgi@hotmail.it 3807222231

Agata, Lul e Assuntina

14 FEBBRAIO

Da un idea di Gianni Aversano e Napolincanto ore 20.30 - teatro fellini

22 FEBBRAIO

Caf Chantant. Brillanti, chantose e champagne


Interpretato da Mariano di Martino e Carlo Croccolo ore 20.30 - teatro fellini

di Andrea Zanotti

8 MARZO

er la nostra citt questo 2012 si chiuder con una corposa e imperdibile programmazione di incontri e di eventi. Il comune intende sfruttare la combinazione delle festivit e del 78esimo anniversario della fondazione di Pontinia per dare unopportunit di svolta alla solita routine cittadina. si inizier il mattino del 17 dicembre, quando davanti al comune si terr il concerto di natale delle classi terze delle sezioni a, b, c e delle quinte delle sezioni a, b della scuola Don milani, dirette dal maestro di musica roberta cappuccilli. le tre giornate programmate al map, il museo dellagro Pontino hanno come sfondo la storia, ma anche lattualit, con una successione di eventi dedicati alla cultura. Il 16 dicembre sar ospite il professore stefano Pagliaroli per esporre i sui libri Una visita al monastero di santa maria delle canne di sonnino e Il castellum di Priverno nel medioevo. Il main event naturalmente stato programmato per il giorno della fondazione, il 18 dicembre: dalle ore 17 al museo sar possibile assistere alla presentazione dellopera installativa di arte contemporanea di Davide Petrei, scultore pescarese formatosi con la scuola di brera. alle ore 18 seguir un happy hour, per poi proseguire nella serata con una nuova presentazione, il pamphlet Pontinia... delle citt nuove (agro Pontino), ad opera di eugenio benetazzo.

Elle, Singuliere, Pluriel


Interpretato da Giampaolo Ascolese e Marie Reine Levrat ore 20.30 - teatro fellini

Il 22 dicembre, il map sar invaso dalle innovative tendenze di design create da mario Pagliaro: i cittadini potranno cos ammirare i pi svariati oggetti darredamento ricavati da materiali riutilizzati. a questo evento, che avr luogo alle 17 in punto, seguir la festa de Il chinino. Da non dimenticare, lo stesso giorno, lultimo evento della serie: una forma darte non molto valorizzata, la graphic novel, varcher le porte del museo grazie a stefano simeone, che presenter la sua nuova opera, semplice. anche al teatro fellini sono previsti tre giorni di eventi. si comincia gi il 20 dicembre: alle ore 21, a esibirsi ci sar la corale polifonica citt di Pontinia, accompagnata dallangel Galzerano trio, impegnato in unesibizione di musica e poesia. sabato 22 dicembre, invece, il fellini ospiter lo spettacolo Da qualche parte oltre larcobaleno, patrocinato dallassociazione Gioco, cresco & Imparo e realizzato dai bambini della compagnia dei coriandoli, sotto la regia di marzia Pacella. lingresso gratuito e si prospetta uno spettacolo davvero emozionante. non poteva mancare, ovviamente, il grande classico: a cura della banda cittadina intitala al maestro Gabriele De Iuliis, il 29 dicembre presso il teatro fellini avr luogo il concerto di capodanno per chiudere lanno col botto. e chiudere anche i fetseggiamenti dellanniversario di fondazione di questa citt, la cui prima pietra fu posta il 18 dicembre del 1934.

13 MARZO
Scalacc Corpobb
Di Paola Tiziana Cruciani. Con Manuela Bisanti e Elena Mazza ore 20.30 - teatro fellini

23 MARZO
Facce di Bronzo
Di Grazie Scuccimarra ore 20.30 - teatro fellini

27 MARZO

ARIA tra Terra e Mare


Di Gianni De Feo ore 20.30 - teatro fellini

14 APRILE

E pensare che eravamo comunisti


Di Roberto DAlessandro ore 20.30 - teatro fellini

23 APRILE
California Suite
Di Neil Simon ore 20.30 - teatro fellini

Dicembre 2012

IL CHININO

14

15

IL CHININO
anno II n 6

BCC

La Cassa Rurale e la salute dei cittadini

di Loretana Cacciotti

l radicamento locale della Cassa Rurale ed Artigiana dellAgro Pontino implica un forte coinvolgimento nella e con la comunit locale. Gli ambiti di azione della Cassa a favore della comunit sono i pi ampi, veicolando, in particolare, lattenzione alla salute e alla previdenza. lintervento di sostegno alle varie iniziative sempre ugualmente importante, spesso addirittura fondamentale per la realizzazione delle attivit progettuali. le iniziative spaziano dallinstallazione di apparecchiature sanitarie, al contributo fidelizzato alle associazioni di volontariato, per esempio le avis presenti nel territorio. si sempre affermato che prevenire meglio che curare. nei primi mesi dellanno il comitato pastorale parrocchiale di b.go sabotino ha segnalato unesigenza sanitaria importante, la prevenzione della sordit infantile, fenomeno drammaticamente in aumento. la cassa ha accolto la richiesta donando al poliambulatorio un impedenzometro e un otoscopio per la prevenzione della sordit. sono gi diversi anni che la cassa collabora con la croce Azzurra di Sabaudia, affinch le ambulanze siano dotate di apparecchiature sanitarie necessarie per il primo soccorso. Il recente intervento della cassa rientra nel Progetto cuore, per effettuare nei comuni pontini varie giornate di prevenzione contro le malattie cardiache utilizzando lambulatorio mobile. Un intervento di diverso spessore riguarda la donazione a favore della struttura complessa di

ematologia con trapianto del presidio ospedaliero s. maria Goretti di latina. Grazie allintercessione dellassociazione Latinail, abbiamo avuto la possibilit di semplificare lencomiabile lavoro svolto dal polo ematologico, concedendo un contributo finalizzato allacquisto di apparecchiature indispensabili per un adeguato funzionamento del sistema di gestione informatico. ci sono interventi, a volte silenziosi, di cui non bisogna vantarsi. si tratta semplicemente di essere presenti, di cercare di rispondere alla richieste, sperando che con piccoli aiuti si possano fare grandi cose. Di certo ogni intervento rappresenta un goccia nellimmenso mare della prevenzione e della sanit pubblica, ma goccia dopo goccia

GEOM. GIOVANNI BELLINI


ZOOTECNIA

Dicembre 2012

IL CHININO

16

Via Migliara 49, n 30 04010 B.go San Donato Sabaudia (LT)

Tel/Fax 077350279 Cell: 3483801636 Cell. 3319276194 mail: megzo@libero.it

NEWS DAL COMUNE

TIPI PONTINI

IL RITORNO DI ENRICO bORDIERI PER fESTEGGIARE I SUOI 80 ANNI


Il comune e il mondo scolastico di Pontinia rendono omaggio allo storico e arzillo preside che ha rivoluzionato la didattica

IL RESTYLING DELLE SCUOLE


Sopra e sotto due immagini della scuola dellinfanzia di Viale Europa. Foto di Andrea Zanotti.

di Andrea Zuccaro

di Andrea Zanotti

n un periodo come questo, in cui i tagli allistruzione si fanno sempre pi pesanti, insolito e quantomeno piacevole, per una volta, venire a sapere di un finanziamento per la modernizzazione dei plessi scolastici. ci che sta accadendo in questo periodo a Pontinia. Nel 2011 il comune riuscito a ottenere uningente quantit di fondi dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, da destinare a una serie di lavori di ristrutturazione nei cinque edifici visitati dagli ispettori romani. Tra i plessi interessati dal progetto, ci sono una scuola dellinfanzia (viale europa), due elementari (Don Milani e Migliara 54), e due scuole medie (Verga e manfredini). la cifra concessa dal ministero tuttaltro che irrisoria: si parla di un totale di 1 milione e 700mila euro, che per Pontinia, e di questi tempi soprattutto, implicano la possibilit di operazioni davvero importanti. Un progetto, questo, come si pu leggere dallintestazione degli atti, finalizzato alla prevenzione e riduzione del rischio nei luoghi abitati dai piccoli pontiniani. Il comune si impegnato a fondo in questiniziativa spiega lassessore ai lavori Pubblici antonio Pedretti che spero possa rivelarsi un segnale importante per i nostri cittadini. noi non ci dimentichiamo di loro, specie quando si tratta della sicurezza dei pi piccoli: tant che lamministrazione continua ha messo a disposizione fondi aggiuntivi di tasca propria, reperiti quindi nel nostro bilancio,

ifficile pensare cosa era la scuola prima che a Pontinia piombasse nel 1978 Enrico Bordieri. Hanno provato a spiegarlo chi ha lavorato con lui in quei lunghi 14 anni, dal 1978 al 1992, durante i quali stato il preside della scuola elementare Don Milani. la fama della scuola di Pontinia andava ben al di l del paese, dice lattuale preside anna maria bilancia. Della didattica introdotta da bordieri se ne parlava ovunque e per me un onore lavorare qui. che non fosse uno dei soliti presidi in attesa di trasferimento in altre sedi, come ricorda il maestro antonio Gazzetti, lo si poteva intuire gi dalla sua biografia. nato e vissuto a tripoli, venne trasferito in Italia dagli inglesi quando era appena 20enne, perch si era apertamente schierato per lindipendenza della libia. e il suo piglio rivoluzionario lha saputo instillare anche in una realt complessa e pachidermica qual era la scuola italiana alla fine degli anni 70. senza strappi, senza cesure violente, in 14 anni bordieri ha rivoltato la cultura e il ruolo della scuola di Pontinia. Per esempio, ha imposto le 20 ore pomeridiane per le maestre per tenersi continuamente aggiornate: caso unico in provincia, tant che si ricordano discussioni con i mariti che reclamavano

per operare dei completamenti ai lavori, come la riverniciatura degli ambienti e delle facciate. I lavori sono stati quasi ultimati ovunque. lunico ritardo si registra alla scuola media Verga. ma soltanto una questione burocratica, chiude ancora Pedretti, assicurando che i lavori cominceranno gi durante le festivit. tra le operazioni pi importanti si possono annoverare la sostituzione degli infissi danneggati e vari lavori di riparazione. anche se, purtroppo, non si potuto provvedere a soddisfare una richiesta dei cittadini: linstallazione di telecamere di videosorveglianza alla scuola media, utile dopo i recenti atti di vandalismo. colpa del patto di stabilit, che ha impedito ai comuni italiani di spendere il surplus amministrativo.

le loro mogli a casa. ma convinse anche loro. le prime gite scolastiche alla scoperta del territorio le ha introdotte lui spiega rossana baldo, maestra in pensione della Don milani cos come ha fatto diventare lasilo una vera scuola dellinfanzia. bordieri sapeva coinvolgere tutto il personale. chi ha frequentato la scuola in quegli anni non potr non ricordarsi del bidello nello cocchieri e della bidella Giovanna Polidoro trasformatisi in cineoperatori. laudiovisivo sarebbe stato il futuro e tutti gli alunni di Pontinia nebbero un assaggio. enrico bordieri aveva la tessera del Pci, ma sapeva superare le rivalit politiche e ideologiche. mi ricordo quando si dovette scegliere il nome della scuola, racconta antonio subiaco, anche lui maestro in pensione. fu lui che propose Don milani. e nessuno, tantomeno in una Italia democristiana, ebbe il coraggio di rifiutarlo. Il 16 novembre scorso, in una scuola elementare Don milani colorata di rose rosse, il passato ha mostrato il suo futuro, rivedendo ci che il dirigente scolastico port a termine durante il suo lavoro. Idee e progetti che sono diventati i pilastri dellattuale scuola di Pontinia. Per questo il sindaco eligio tombolillo, ha regalato a un commosso ex preside una targa ricordo di Pontinia, ringraziandolo per tutto quello che ha fatto per questo paese e i suoi piccoli cittadini.

Dicembre 2012

IL CHININO

18

19

IL CHININO
anno II n 6

TIPI PONTINI

ALLA RICERCA DELLA LUCE NEI SECOLI OSCURI DELLA STORIA


Il professore Stefano Pagliaroli, originario di Fossanova, racconta le vicende del nostro territorio durante il Medioevo

di Andrea Zuccaro

on si conosce abbastanza della storia del nostro territorio, anche per le obiettive difficolt di queste indagini, nei secoli che corrono tra la fine dellImpero Romano e il primo Rinascimento. La storiografia, non soltanto locale, generalmente concentrata su periodi pi recenti, in particolare il Novecento (per le ragioni, anche politiche, che tutti conosciamo). Noi stiamo cercando di riempire quel vuoto con una serie di pubblicazioni mirate e specifiche, allo scopo di illuminare le troppe zone dombra che si addensano sul nostro passato, cio sulle nostre radici. stefano Pagliaroli docente di filologia della letteratura Italiana e filologia medioevale e Umanistica presso lUniversit degli studi di Verona, ma soprattutto un fossanovese doc, che nel 2006 ha deciso dopo una lunga formazione perfezionata in vari paesi europei di dedicare parte delle sue energie e competenze alla ricostruzione della storia tardoantica, medievale e umanistico-rinascimentale del nostro territorio. tale inziativa si concretizzata nella fondazione del centro studi fossanovesi tommaso Daquino, la cui attivit si gradualmente diramata in due direttrici anche editoriali. Una collana intitolata opuscula fossanovensia che raccoglie studi storico-filologici specialistici. la seconda ha il titolo suggestivo Palus Pomptina, alla quale appartengono i due volumi usciti nel 2011: Una visita

tana perdette poco a poco la propria indispensabilit. La bonifica della Palude pi volte tentata o avviata nei secoli precedenti completata in et fascista ha fatto il resto, anche privando quei paesi di cospicue porzioni del loro territorio. Il chinino Quali sono le motivazioni che Lhanno spinta a promuovere questa attivit di ricerca storica? Pagliaroli sono originario di fossanova che ha sempre esercitato su di me un grande fascino. sto preparando un libro sullultima dimora di san tommaso daquino nellabbazia allinizio del 1274. In questi anni mi sono infatti imbattuto in molti documenti che parlano di questi luoghi e di quelle vicende, documenti e testimonianze che si credevano perduti o che si poteva sospettare mai esistiti, e che invece avevano preso strade impreviste, anche molto lontano dallItalia. Il chinino Qual la situazione degli archivi comunali oggi? Pagliaroli bisogna distinguere e non generalizzare. sembra per che ordinamenti comunali improntati a orgogliosa libert e indipendenza politica (senza valutarla, naturalmente, con i parametri odierni) non abbia molto favorito la conservazione degli archivi e delle biblioteche. Penso a terracina, ma soprattutto al deserto documentario al quale si trova condannato un paese dellimportanza di Priverno. ma pu anche trattarsi di processi carsici di lenta erosione e di progressiva dispersione, e talora anche di gestione poco attenta del patrimonio culturale di una comunit.

al monastero di santa maria delle canne di sonnino e Il castellum di Privernum nel medioevo (sono stati presentati a dicembre al museo dellagro Pontino di Pontinia), che offrono una serie di documenti inediti di pertinenza strettamente pontina individuati in giro per il mondo e pubblicati integralmente, anche con traduzioni in italiano. Il chinino Quali erano le caratteristiche di questo territorio nel Medioevo? Pagliaroli sulle alture ai margini dellattuale agro Pontino un tempo Palude Pontina sorgono paesi antichissimi e nobilissimi, che basavano in misura cospicua le proprie economie sui proventi ricavati anche dalla Palude. Dopo il ristabilimento della viabilit sullAppia alla fine del Settecento, queste localit rimasero tagliate fuori dai collegamenti viarii tra nord e sud (e viceversa) del lazio costiero meridionale. fu cos che lantichissima via Pedemon-

Dicembre 2012

IL CHININO

20

21

IL CHININO
anno II n 6

ARCHIVIO MAP
di ENRICO BELLISSIMO

SALVIAmO IL LINEA PIO

Negli anni 90 il canale che costeggia lAppia raggiunse preoccupanti livelli di inquinamento

nquinamento dei corsi dacqua. Una problematica abusata dai quotidiani, spesso scontata, ma che affligge da diversi lustri le amministrazioni del nostro municipio. A voler parlare di inquinamento del fiume Linea Pio rischieremmo di incagliarci in argomentazioni noiose, prosciugate dallattenzione mediatica degli ultimi decenni. eppure il canale che spacca larea del comune di Pontinia accompagnando la via appia nel suo tragitto da terracina a latina aveva attirato gi nei secoli scorsi le attenzioni di pregiati letterati. Il poeta orazio us raccontare delle acque di palude definendole fetide procuratrici di voltastomaco. acquam quod erat deterrima prima di cristo, ma fautrice di terreno fertile secoli dopo. Goethe si dimostr meravigliato nel suo Viaggio in Italia, complimentandosi con lefficienza dei lavori commissionati da Papa Pio VI. Il linea Pio nacque ereditandone il nome proprio per ordine del Papa intorno al 1780, allo scopo di prosciugare le acque della palude e destinarle allimplementazione dellagricoltura di terreni fertili. La flora e la fauna che di qui hanno popolato i suoi 21 km di lunghezza hanno incontrato in diversi decenni numerose difficolt di adattamento. Un nero destino si ebbe nei primi

anni 90, quando un copioso tasso di inquinamento espose le piccole anatre a condizioni di vita nefaste. nel maggio 1991 scoppi lennesimo disastro ecologico che obblig lallora sindaco di latina Delio redi a imporre il divieto di irrigazione di mille e 500 ettari. Il Canale aveva sempre rappresentato la via di irrigazione principale dei terreni agricoli, e la sospensione dellerogazione idrica avrebbe comportato inevitabilmente la perdita della totalit tutta del raccolto. Dure furono le reazione degli agricoltori che sporsero denuncia contro ignoti, non potendo individuare con esattezza i fautori del nuovo degrado. Lintervento della Ragione nella figura del Presidente della commissione agricoltura raniero spazzoni, si tradusse nellobbligo di interventi tampone da effettuarsi tramite il Consorzio di Bonificazione Pontina. la stampa speculatrice dispensava slogan a profusione, da linea morto a linea fogna, mentre la magistratura apriva inchieste per arrivare a capo della faccenda. Apparve chiaro fin da subito che le cause scatenanti del degrado erano da imputarsi ad alcuni stabilimenti, i cui processi di lavorazione avrebbero prodotto liquami di scarico

impregnati di azoto.la direzione della magistratura port allimputazione delle aziende Pettinicchio, Pettinicchio suinicola e Yomo che scaricavano nel fosso bastione in cui si riscontravano picchi inquietanti di sostanze nocive. londa inquinante incastrava i colpevoli e imponeva alle aziende di cautelarsi per il corretto funzionamento degli impianti depuratori, mentre gli agricoltori chiedevano a gran voce i danni definendosi parte lesa. Dopo un primo margine di miglioramento il 28 giugno 1991 il tempo tuonava: Per linquinamento moria nel linea. Una grande quantit di pesci riversava esanime nelle acque del Linea allaltezza della Migliara 53, inducendo lallora assessore alla sanit eligio tombolillo a disporre un nuovo stop allerogazione irrigua. Ripercussioni si ebbero anche sul fiume Sisto colpito anchesso dalla decimazione della fauna per anossia, ovvero la mancanza di ossigeno indispensabile alla sopravvivenza.Una catalessi ambientale che si protrasse per altri fattori a cavallo del 92 e del 93. le prime avvisaglie di una recrudescenza che interessava prevalentemente il comune di Pontinia ed esplicate in modo perentorio nei titoli di latina oggi del settembre

92. acque bianche, un fenomeno che andava acuendosi di giorno in giorno. Infine, lallarme rosso lanciato da Latina Oggi il 31 gennaio 1993 dalla penna di romano rossi: Il linea torna inquinato per il virus della peste suina. Di nuovo al centro delle indagini il fosso bastione, questa volta avvelenato dallazienda Patrica di sermoneta, colpita da un virus di peste suina che la costrinse a sopprimere 15mila bestie. n la soppressione delle bestie, n interventi di risanamento delle acque potevano tuttavia risolvere la questione in tempi brevi. lacqua infetta era stata utilizzata per lirrigazione dei campi e delle erbe che altre bestie sane avevano assimilato, infettandosi a loro volta.In seguito il liquame delle porcilaie contenente il fungo della peste venne trattato con specifiche sostanze chimiche per renderlo completamente innocuo, cosa avvenuta nel tempo e non riuscita dalla semplice depurazione precedente. le analisi positive riscontrate dalle acque del linea, riportarono infine la situazione alla normalit, permettendo nuovamente lirrigazione dei campi. tuttavia il canale risult per anni uno dei pi inquinati dellagro, martoriato per decenni dagli scarichi delle aziende.

Dicembre 2012

IL CHININO

22

23

IL CHININO
anno II n 6

TIPI PONTINI

TIPI PONTINI
di ANDREA ZUCCARO

Tiberi, poeta dellanima


RENATA La custode dei nostri gatti

ngela Maria Tiberi ha scoperto la via della poesia da qualche anno. Questa poetessa, nata nel 1951 a Pontinia, ha iniziato a giocare con i versi qui nellagro pontino solo cinque anni fa. non tutti riescono a capire da soli la loro vocazione, e anche per angela c voluto qualcosa, anzi qualcuno, a farle scoprire cosa era quel fuoco che le ardeva dentro. la sensazione di poter e dover fare qualcosa per sfogare la propria voglia di vivere e scacciare i fantasmi delle notti buie, ma non sapere esattamente che fare. lincontro con il poeta Domenico Di stefano, avvenuto nel 2007, stato la scintilla. angela ha messo per iscritto i suoi sentimenti, i suoi pensieri, le sue sensazioni e i suoi timori. Per superare i troppi lutti di cui costellata la sua vita, angela tiberi ha reso indelebile il suo dolore. e in questo modo lha superato, componendo epitaffi dedicati alle persone care che lhanno lasciata.

mi ispiro alla vita, racconta angela. Un oggetto inanimato pu essere la fonte dispirazione per una poesia viva. cerco di indagare nel sentimento umano, coglierne le sfumature, esaltarne i contrasti. a dicembre verr insignita del premio del concorso nuove lettere organizzato dallIstituto di cultura di napoli. solo lultimo di molti riconoscimenti e di molte pubblicazioni. la giuria ha scelto Prigioniera damore: versi di un amore lontano, scomparso. dal suo ricordo per che angela trova ancora la forza di andare avanti e di sorridere. Perch nella sua ecletticit, propria di un poeta, angela non smette mai di ridere e di guardare avanti. avvicinandosi anche al buddismo e alla filosofia orientale di vivere la vita e le tragedie. e ovviamente non ha nessuna intenzione di smettere di scrivere. forse ha appena iniziato a divertirsi e a esprimersi. nam myoho renge Jyo.

Sopra Renata mentre porta il cibo alla colonia felina. Foto di Andrea Zuccaro.

di Donatella Di Maria

azioni di cura dei randagi acquistando per lei delle scatolette di cibo. anche se non tutti sembrano apprezzare il mio impegno, continua, e sono molti quelli che la ostacolano e le fanno capire che il suo gesto non gradito facendo sparire da un giorno allaltro le ciotole che lascia per i gatti e cercando in tutti i modi di scoraggiarla. ma renata continua imperterrita a sfamare le sue bestioline, come da lei sono affettuosamente soprannominati i gatti che accudisce grazie anche al sostegno di persone che lasciano dei prodotti gi pagati al supermercato, oppure li portano direttamente alla sua abitazione, perch non voglio soldi da nessuno, dice. e con laiuto della signora franca [coGnome] e del veterinario Daniele conte, provvede anche alla sterilizzazione e alla salute degli animali. In un momento in cui si abituati a sentire solo parole, forse ci si trova disorientati e non si capisce pi quale sia il comportamento da tenere dinanzi a un gesto finalmente concreto. non siamo pi abituati? Questa pu essere una possibile spiegazione allaltrimenti ingiustificata ostilit verso limpegno di renata. I segnali di protesta dovrebbero essere indirizzati verso ben altro, non verso chi ancora fa del bene gratuitamente.

rriva in sella alla sua inseparabile bicicletta e, con tono deciso, inizia a parlare della sua vita trascorsa tra il calore degli animali.

a chiunque non conosca renata basterebbero pochi minuti per capire quali siano il suo carattere e la sua tempra: determinata, difende le proprie azioni di volontariato verso i randagi di cui da qualche anno si prende cura. niente cagnolini che spuntano fuori da impresentabili borsette, nessun cucciolo al seguito con pellicce e occhiali da sole, ma un impegno vero, che non centra nulla con la moda e lesibizionismo, ma si gioca sul terreno della concretezza: sfamare pi di quaranta gatti che ogni giorno attendono il suo arrivo. mi sveglio alle sei e mezza del mattino e inizio il mio giro racconta renata ben cinque tappe, durante le quali distribuisco scatolette e crocchette che provvedo personalmente a comprare. nessuno mi ha chiesto di farlo, ma io amo gli animali, spiega. non c bisogno di aggiungere che il suo un atto spontaneo, che prende vita solo dalla generosit e dallamore per gli animali. nata a sabaudia, ma residente a Pontinia dal 64, si dedicata allagricoltura sino a due anni fa; nel tempo, sempre pi persone hanno iniziato a chiederle aiuto per prestare soccorso ai propri cani e gatti, sapendo di poter contare sulla sua disponibilit e alcuni lhanno sostenuta nelle sue

PRIGIONIERA DAMORE
Prigioniera damore, sono io, racchiusa fra queste mura, avvolta dalle lenzuola bianche come il candore della tua vita. Aspettami, fammi lavare il viso per eliminare la stanchezza di questa misera vita, rimasta fra le mie mani dopo un amore trascorso ormai lontano. Il tuo sorriso ha solcato il mio viso. Vedi dentro di me, c un essere umano che mi incoraggia ad amare e credere nellAmore che trionfa sul male. Spera in questo Amore. Ci tende la sua mano. Anche, lui stato deluso ma la speranza dentro il suo cuore perch la vita continua. Come la mattina nasce con laurora cos... la vita nasce con lAmore. Non ci sono solo i dolori ma anche la gioia di essere prigioniera di questo Grande Amore che rallegra la mia vita. Tu, nipotino mio, sei il mio piccolo fiore coltivato dentro il mio cuore. Sei il batuffolo di cotone per sognare il nostro Grande Amore racchiuso nella scatola di cartone piena di versi abbaglianti. Sono infiniti come i passanti di questa amara terra fino allAlba di una nuova vita.

Dicembre 2012

IL CHININO

24

25

IL CHININO
anno II n 6

TIPI PONTINI

DAVIDE IL CAVALIERE Sogno le Olimpiadi

Sopra il cavaliere Davide Iacovacci.

di Paolo Periati

n palmares cos vasto che impossibile tenere il conto delle vittorie, con tante medaglie doro di gare nazionali e internazionali di salto a ostacoli che pendono nella bacheca. non pu che lasciare stupefatti il curriculum di Davide Iacovacci, cavaliere 22enne di Pontinia, che ha fatto della sua grande passione per i cavalli un lavoro e che si sta ritagliando il proprio spazio nel mondo dellequitazione. a chi non segue da vicino questo spor t, non dicono nulla i nomi ecuadoregno e corlando; le misure del muro di 1 m e 45 cm, o di 2 m e 10 cm; il Gran Premio di V illa borghese; ma chi mastica anche un minimo di equitazione pu sottoscrivere impor tanza, prestigio, difficolt e sacrifici quotidiani che occorrono per giungere a cer ti livelli. Sin dallet di 5 anni seguendo le orme del padre avviatore del maneggio di famiglia alla migliara 53 Davide Iacovacci dopo un approccio per gioco a questo spor t, ha iniziato a livello agonistico conquistando il 1 posto nei campionati regionali under 13 pony e da l non si pi fermato. la vera svolta della sua giovane carriera nel salto a ostacoli c stata grazie allincontro con un campione di calibro internazionale, il belga Danny Vereyhen: Una tappa rivelatasi fondamentale dice

dato che con la sua esperienza mi ha insegnato molto, mi ha condotto con lui nei concorsi e ho saltato il mio primo Gran Prix di una cer ta caratura appena 17enne. cos, pronto a lavorare cavalli per impor tanti scuderie e presentarli al massimo delle loro potenzialit in gare e concorsi, Davide ha avuto loppor tunit di affinare il suo approccio con lanimale. Infatti, per poterlo domare e allenare ci vuole calma e pazienza, considerato che il cavallo nasce selvaggio e teme luomo come corpo estraneo, ed solo accudendolo sin dalla nascita spiega il cavaliere che si riesce a instaurare un rappor to socievole e di fiducia insegnandogli le andature, il dressage e i salti. bravura e sacrificio lhanno por tato cos a togliersi grandi soddisfazioni, su tutte il 4 posto nella categoria potenza raggiunto in sella a ecuadoregno al csio di roma nel 2010, lentusiasmante show di piazza di siena: la gara che ricordo con pi emozione perch gareggiavo per lItalia, mi cimentavo con i pi for ti cavalieri del mondo e gli spalti erano gremiti da 3mila spettatori che tifavano tutti per me, ricorda. ora Davide sulla buona strada, ma per il palcoscenico delle olimpiadi il salto arduo. chiss che un giorno il suo sogno non si realizzi davvero.

Dicembre 2012

IL CHININO

26

27

IL CHININO
anno II n 6

CRONACHE CITTADINE
di FEDERICA GUZZON

LEMANCIPAZIONE DEL WRITER


di F. G.

STREET ART

Sopra un esempio di street art.

Quando il graffito si trasforma in unopera artistica

Hip Hop un movimento culturale nato sul finire degli anni 60 nel Bronx di New York, in una comunit Afroamericana. Il termine presumibilmente fu coniato nel 1973 da DJ Kool Herc, competendo con DJAfrika Bambaataa. esso si basa su cinque discipline principali: mcing, ossia il rap,il DJing, larte della manipolazione dei giradischi, il b-boying, conosciuto anche come breakdance, il beatboxing, limitazione vocale delle percussioni tipiche dellhip hop ed infine il Writing, larte delle bombolette. nel corso del tempo il fenomeno ha avuto sempre pi successo, varcando, negli anni novanta, i confini americani. molti erano i giovani che facevano della strada il loro spazio di espressione, in segreto, usando un tag, che li tutelasse dallessere puniti dalla legge. Questo secondo nome diventa un vero e proprio marchio che viene ripetuto allinfinito per pubblicizzarsi, portando larte di strada in galleria, al cinema, in radio e in libreria. lo scopo principale di questi ragazzi resta sempre la denuncia, la protesta e il rispetto di tutte le libert. ad oggi il pi grande writer bansky, la quale identit rimane nellanonimato e lui continua a lavorare sia per strada che in galleria guadagnando al di sopra della norma. Questo ci permette di capire quanto questo genere sia entrato nel mercato e come venga considerato a tutti gli effetti arte.

Sopra i due writer Stefano Rinaldi e Simone Coco.

i muovono nella notte armati di bombolette e stencil. Silenziosamente dipingono muri, cavalcavia e panchine cambiando il volto della citt: sono i writer, gli artisti del nostro secolo. Sono anticonformisti, egocentrici e coraggiosi. Come le regole sono stabilite da pochi e tutti devono rispettarle, cos anche loro scelgono di decidere per tutti rendendo il mondo pi colorato. a Pontinia si stanno facendo strada gli almost legal thug (alt): stefano rinaldi e simone coco, due ragazzi di 27 e 28 anni. Hanno iniziato per gioco e ora ne fanno un lavoro. lartista deve entrare nel mondo del mercato, pensare anche come mantenersi raccontano. le cose sono cambiate, la street art diventata di tendenza, apprezzata e richiesta. Puntualizzano per che non lo fanno per soldi, ma per passione in quanto vendiamo il nostro stile, la nostra visione. cos ci chiamano perch apprezzano la nostra filosofia. E se richiedono di fare qualcosa che non ci appartiene non la facciamo. ragazzi che scendono a patti con la realt senza dover essere plasmati da essa. scelgono questa via perch gli permette di esprimersi, di dire qualcosa che altrimenti non riusciresti a esprimere o a fare, spiega stefano.

Gli alt dopo poche settimane dalla creazione del marchio hanno iniziato subito a vendere. Hanno mosso i primi passi in un negozio di abbigliamento di Pontinia e subito dopo sono stati contattati da un bar di Pontinia e da un locale di latina. Per numerose associazioni e privati hanno prodotto loghi e ora stanno realizzando un murales a roccagorga, commissionato dal comune in occasione del centenario delleccidio del 6 gennaio 1913. Potrebbero accontentarsi di lavorare su commissione, ma non intendono rinunciare allillegalit. ancora stefano spiega di aver provato il disegno, la pittura su tela e perfino a usare il mio stesso sangue. Larte si fa con tutto, ma lemozione del graffitismo non si batte! correre sotto il cavalcavia, di fretta, con la bomboletta che puzza di buono e, quando sei salvo, vedere il tuo pezzo finito una cosa figa! Hai una scarica di adrenalina pazzesca, oltre allemozione, lo si fa per protestare e ribellarsi. raccontano che sono stati contattati da una psicologa per tenere degli incontri con dei ragazzi e insegnare loro come usare gli spray per imparare a sfogarsi e, nonostante sia illegale, possono essere usati se le cose non vanno bene. Il vandalismo fare qualcosa di brutto, che non ha senso, dicono. Infatti, non ci riteniamo dei vandali perch vogliamo solo migliorare ci che vediamo anche se,

ammettiamo, pu essere egocentrico. simone poi incalza stefano: molte volte alla popolazione piace il pezzo. Per esempio bansky aveva realizzato unopera nel suo paese e, per non farla cancellare, stato chiesto il parere della cittadinanza. beh! Il 97 per cento dei partecipanti ha votato affinch rimanesse. Il writing resta per punibile dalla legge, un gioco di poteri, assurdo pensare che dei privati ci paghino per fare la stessa cosa che per strada sarebbe illegale, e sentenziano che bisogna alzare la testa e andare incontro alle critiche, come accadde a noi quando nessuno aveva familiarit a vedere scritte sui muri, ricorda stefano. sono molti i giovani che si stanno avvicinando a questa forma despressione e gli alt sono contenti, poich questa non unarte di nicchia e tutti devono poter prendervi parte e dar vita alla competizione con altri gruppi che ti coprono il pezzo o, come preferisce fare stefano, scrivono accanto per dimostrare di saper fare meglio, perch la street art permette una bilateralit, si pu vedere, capire e poi replicare. tutti possono dire la propria apportando una grande innovazione nel campo della comunicazione, diversamente dallarte che siamo abituati a conoscere, che unilaterale: comunica qualcosa e noi la riceviamo. Pensate a un libro letto o un quadro.

Dicembre 2012

IL CHININO

28

29

IL CHININO
anno II n 6

PONTINI NEL MONDO

New York City

DOVE VAI fUORI DI TESTA


Sopra lo skyline di Manhattan. Sotto taxi lungo la Fifthy Avenue. Foto di Stefano DAuria.

di Michael Abbruzzese

i presento: sono Michael Abbruzzese, un novello emigrante dal territorio pontino che come destinazione di viaggio ha scelto New York City. Dico la verit. Appena arrivato qui da Pontinia la prima cosa che mi sono chiesto stato cosa ci facevo ancora in quella piccola citt? Un paese che non d nulla a nessuno e, soprattutto, non ti aprir mai gli orizzonti sul mondo reale. ma ad oggi, dopo alcune settimane passate lontano, devo un po ricredermi perch qui sar anche lamerica, ma la tranquillit che abbiamo noi, il vivere sano e il vivere in pace non si trova in nessuna altra parte al mondo. Dico la verit. Vivere qui non semplicissimo per due semplici motivi: il primo il costo della vita. altissimo e a mio parere non comparabile con nessuna citt italiana. secondo, ci sono talmente tanti ritmi di vita diversi, che se non sei un minimo abituato a uno stile di vita leggermente frenetico vai fuori giri in poco tempo senza pi accorgerti se giorno o notte. ma del resto se la chiamano la citt che non dorme mai un motivo ci sar. Per quanto riguarda il mio ruolo a new York city, da buon italiano sono nel campo della ristorazione con lintento di rubare qualche segreto di marketing allinterno dei ristoranti. segreto da portare poi da noi in Italia. e chiss in un futuro molto breve far conoscere un nuovo tipo di business ancora sconosciuto al popolo italiano, al suo palato e al suo portafoglio. Purtroppo questa mia esperienza sta

giungendo al termine perch a fine dicembre far ritorno in Italia. non so se ripartir per una nuova esperienza e se avr ancora il piacere di scrivere come Pontino allestero per Il chinino. Vi lascio rivolgendomi a tutti i ragazzi che leggeranno larticolo, adolescenti e non. se veramente avete voglia di crescere, di acculturarvi, di imparare a vivere, ma soprattutto di conoscere, girate il mondo e fatelo adesso, perch siete giovani ora e non fra 10 anni. tentate sempre il tutto e per tutto e lasciate stare le cose che vi voglio mettere in testa gli altri. sia chiaro a tutti i lettori che non sto organizzando una fuga di cervelli con un messaggio subliminale, ma sto solo proponendo ai ragazzi piu giovani di me di viaggiare e fare unesperienza che gli cambier la vita.

Dicembre 2012

IL CHININO

30

31

IL CHININO
anno II n 6

LAVVOCATO

LA CASSAZIONE SENTENZIA: IL CELLULARE FA MALE.


a Corte di Cassazione, con sentenza n. 17438 del 12 ottobre 2012, ha riconosciuto la malattia professionale per un tumore insorto allorecchio sinistro di un lavoratore che, in maniera continuativa (per un periodo di 12 anni), aveva utilizzato il cellulare e il cordless per 5-6 ore al giorno. Inoltre ha confermato la sentenza della corte di appello di condanna dellInail a corrispondere al lavoratore la rendita per malattia professionale prevista per linvalidit all80%. le prove acquisite e le indagini medico-legali avevano permesso di accertare, nel corso del giudizio, la sussistenza dei presupposti fattuali dedotti, in ordine sia alluso nei termini indicati dei telefoni nel corso dellattivit lavorativa, sia alleffettiva insorgenza di un neurinoma del Ganglio di Gasser (tumore che colpisce i nervi cranici, in particolare il nervo acustico e, pi raramente, come nel caso di specie, il nervo cranico trigemino), con esiti assolutamente severi nonostante le terapie praticate, anche di natura chirurgica. la suprema corte ha precisato che: nel caso di malattia professionale non tabellata, come anche in quello di malat-

tia ad eziologia multifattoriale, la prova della causa di lavoro, che grava sul lavoratore, deve essere valutata in termini di ragionevole certezza, nel senso che, esclusa la rilevanza della mera possibilit dellorigine professionale, questa pu essere invece ravvisata in presenza di un rilevante grado di probabilit.a tale riguardo, il giudice deve non solo consentire allassicurato di esperire i mezzi di prova ammissibili e ritualmente dedotti, ma deve altres valutare le conclusioni probabilistiche del consulente tecnico in tema di nesso causale, facendo ricorso ad ogni iniziativa ex officio diretta ad acquisire ulteriori elementi in relazione allentit ed allesposizione del lavoratore ai fattori di rischio ed anche considerando che la natura professionale della malattia pu essere desunta con elevato grado di probabilit dalla tipologia delle lavorazioni svolte, dalla natura dei macchinari presenti nellambiente di lavoro, dalla durata della prestazione lavorativa e dallassenza di altri fattori extralavorativi, alternativi o concorrenti, che possano costituire causa della malattia. la mia non una battaglia personale ha dichiarato il protagonista della vicenda giudiziaria al corriere della sera ma volevo solo che venisse riconosciuto il legame che cera tra la mia malattia e luso del cellulare e del cordless. Volevo che questo problema diventasse di dominio pubblico, perch molte persone non sanno ancora il rischio che corrono parlando a lungo al cellulare senza utilizzare lauricolare, oppure tenendolo infilato nella tasca dei pantaloni. avv. romina realacci

Dicembre 2012

IL CHININO

32

33

IL CHININO
anno II n 6

LAMMINISTRATRICE

100%

LA PRONTI PER ORMA DEL RIF CONDOMINIO

REGOLE DI CONDOMINIO Il parlamento approva la riforma


Sopra condomini in costruzione a Pontinia. Foto di Andrea Zuccaro.

di Sabrina Centra

o scorso 20 novembre la Commissione Giustizia del Senato ha approvato, in sede deliberante, la legge che riforma la disciplina del condominio. Il pacchetto prevede modifiche e integrazioni agli articoli del codice civile e alle relative disposizioni di attuazione. la riforma, che poteva avere una portata pi ampia se fosse stata meglio condivisa con gli attori del settore, promette comunque importanti innovazioni e accoglie parte della giurisprudenza consolidata in questi anni. liti e contenziosi saranno pi semplici da risolvere grazie al ruolo e ai poteri riconosciuti allamministratore di condominio e allintervento dellistituto della mediazione, sebbene in parte messo in discussione dalla corte costituzionale, che dovrebbero risolvere pi velocemente contenziosi e dispute senza gravare sui tribunali. la riforma entrer in vigore non prima del maggio 2013. fino a quel momento resteranno in vigore le attuali disposizioni. ecco le novit in sintesi: 1) trasparenza e conto corrente condominiale: i condmini potranno accedere ai documenti contabili del condomino e ottenerne copia a proprie spese, mentre il rendiconto dovr contenere anche un riepilogo finanziario e una nota esplicativa della gestione. tutti i movimenti di denaro dovranno transitare su di un conto corrente intestato solo al condominio. 2) sanzioni contro i condomini morosi e per chi viola il regolamento di condominio: lamministratore dovr agire con decreto ingiuntivo, senza preventiva autorizzazione da parte dellassemblea, contro i condmini morosi entro 6 mesi dal rendiconto in cui siano elencate le quote insolute. se la mora dura pi di 6

mesi, si dovr sospendere il condmino debitore. le violazioni al regolamento costeranno care: da 200 fino a 800 euro. 3) lamministratore per godere dei diritti civili, non dovr essere stato condannato per reati contro il patrimonio o protestato; dovr essere diplomato, aver frequentato un apposito corso di formazione e stipulare una polizza a tutela dei rischi del proprio operato se richiesto dallassemblea. se ha svolto questa funzione per almeno un anno nellultimo triennio potr per evitare corso e diploma. la nomina dellamministratore obbligatoria se il condominio ha almeno 9 condmini e rester in carica senza la necessit di riconferma annuale. Potr essere licenziato dallassemblea alla scadenza del mandato, con le modalit previste dal regolamento condominiale, o su richiesta anche di un solo condomino, quando siano emerse gravi irregolarit. 4) la convocazione dellassemblea e le maggioranze: per la validit dellassemblea in seconda convocazione servono 1/3 dei condmini e dei millesimi. Per scale e ascensori viene fissata la suddivisione delle spese: met in base al valore millesimale e met in base al piano. 5) Sito web del condominio: su richiesta dellassemblea lamministratore tenuto ad attivare un sito internet del condominio, che consenta agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia dei documenti previsti dalla delibera assembleare. 6) animali domestici: non si potr pi vietare in assemblea di tenere animali domestici in casa, ma permangono le disposizioni di custodia e cura dei proprietari. 7) Parti comuni: sar pi facile cambiare la destinazione duso delle parti comuni del condominio; non servir pi lunanimit dellassemblea, ma baster la maggioranza di 4/5, con 4/5 dei millesimi. 8) energie rinnovabili, risparmio energetico e videosorveglianza: per deliberare linstallazione di impianti sulle parti comuni sar necessaria la maggioranza degli intervenuti in assemblea che rappresentino almeno la met dei millesimi. Idem per impianti di energia rinnovabile.

mail: romina.realacci@gmail.com

via Trieste 79 04014 Pontinia (LT) Tel./Fax 0773866715 Cell. 3338050820

SEMPRE CON TE

Farmacia Centrale

Dott. R. Calogero
Via Cavour 33 04014 Pontinia (LT) Tel/Fax 077386029

Dicembre 2012

IL CHININO

34

Anni di auguri

Buon Natale e Felice Anno nuovo