Sei sulla pagina 1di 9

Il Chinino | Bimestrale d’informazione | numero UNO - Marzo 2011 | Copia gratuita

Il bimestrale con effetti collaterali

Chinino il

L’inchiesta

Le fabbriche
degli incubi
La classe operaia non
è andata in Paradiso

L’editoriale i gggiovani L’intervista


Nasce il Chinino: la I luoghi di incontro Una pontina a Il Cairo
cura per l’informazione dei ragazzi di Pontinia Parla Cristina Cocchieri
pontina Chi sono e cosa fanno
SOMMARIO Andrea Zuccaro

la cura per l’informazione pontina

A
lla fine ce l’abbiamo fatta.

4 L’INCHIESTA
Le fabbriche degli incubi
Anche se il momento più difficile sarà ora.
Perchè ora abbiamo degli impegni, soprat-
tutto verso voi lettori. L’impegno di garantir-
vi che per tutto il 2011 vi faremo compagnia.

Piazza Oberdan, 27 - 04016 Sabaudia (LT)


Tel. 0773 513098 6 BBC AGRO PONTINO
Quando una banca non è
solo una banca
Ogni due mesi sarà possibile trovare una copia de
“Il Chinino” in tutti i luoghi pubblici di Pontinia. Dal
centro a la Cotarda, da Quartaccio alla Migliara 53
cercheremo di raggiungervi nel maggior numero pos-
sibile.

7 CROGIUOLO
CITTADINO
L’uomo: un animale sociale
Ci potrete amare od odiare, ma ci dovrete leggere e
conservare. Al di là di tutte le teorie sulla segmenta-
zione del pubblico, la nostra scelta potrà sembrare
ardita. Perchè vogliamo rappresentare tutti e trovare
in tutti qualcosa che ci rappresenti. Un intervista ad

8 NEWS DAL COMUNE


La primavera teatrale
del Fellini
una giovane ragazza di Pontinia che si trova in Egitto
crediamo interessi alla signora anziana come al gio-
vane, al commerciante come al contadino.

Non abbiamo scelto di dedicare questo giornale


all’intellettuale o alla casalinga, ma ad un pezzo di

9 NEWS DAL COMUNE


Tombolillo: «Il dissesto
finanziario non c’era»
Italia chiamata Pontinia e a chi ci vive, ci lavora o
semplicemente ci capita.

Buona lettura.

10 JUMP AROUND
MUSIC Pink Puffers
BIBLIOFAGIA
Il Chinino
Bimestrale d’informazione
Anno I numero 1
Marzo 2011
In attesa di registrazione
presso il Tribunale di Latina
Copia gratuita

La ragazza della palude Con il contributo del Comune di Pontinia.

11
Alla realizzazione di questo numero hanno partecipato:
L’intervista
Direttore Andrea Zuccaro
Egitto in rivolta: parla Vicedirettori Paolo Periati, Alfonso Perugini

Cristina Cocchieri Collaboratori Federica Guzzon, Annalisa Medici, Ilenia Zuccaro

12
Lorenza Lorenzon, Patrizia Sperlonga, Gianpaolo
CINEDOCUFORUM Danieli, Luca Ghidoni, Alessandro Cocchieri
Matteo Lovato

Pillole di cultura Fotografie Alessia Cristofoli (foto di copertina)


Alessandro Cocchieri, Alektron

in celluloide Progetto Grafico Keller Adv

13 GITA Stampato presso Tipografia Selene,


Via Moncenisio, 8
04100 Latina
FUORI PORTA
Campo Soriano
http://ilchinino.blogspot.com - ilchinino@gmail.com
L’INCHIESTA è ferma. Dal 2008 è in attesa di nuove consegne. Sin dai MAZZOCCHIO, IL SOGNO PERDUTO
di ILENIA ZUCCARO primi anni ’60 ha dato lavoro a decine di persone, perlopiù di ALFONSO PERUGINI
stagionali. Di certo è la meno visibile e ancora in buone
condizioni, un incanto in confronto ai ruderi semi bruciati
dell’ex Hilme in viale Italia.

Nel 1957 una ditta francese aveva ricevuto il contributo


dalla Cassa del Mezzogiorno per costruire la Circe: prodotti
elettronici, alta tecnologia. Una fabbrica di condensatori, te-
levisori e circuiti stampati che percorrerà zoppa una strada
sempre in salita. La struttura ha cambiato proprietà varie
volte e i suoi 300 dipendenti erano costretti a fronteggiare
ciclicamente dichiarazioni fallimentari e aspettare l’arri-
vo del nuovo proprietario. Il comune decise di vendere il
terreno per una cifra irrisoria all’epoca. Solo di recente ha
partecipato all’asta fallimentare per ricomprarne una parte.

Cosa ci faremo? Molte le proposte: mercato ortofrutticolo

L
’area industriale di Mazzocchio si trova
all’estremità del comune di Pontinia, in quella
parte del territorio che confina con i comuni
di Priverno e Sonnino a est e sud-est, con il
corso del fiume Ufente a nord e a ovest, e con l’argine
destro del fiume Amaseno a sud.

A partire dal 1959, anno in cui viene inaugurata la or-


mai compianta Fulgorcavi di Latina, che segna l’incipit
dell’industrializzazione della nostra provincia, fino a
tutti gli anni ’80 cominciano ad arrivare nell’area in-
dustriale di Mazzocchio – che a differenza del nome si
trova in zona Cotarda – le prime aziende che converto-
no, almeno in parte, la tradizione agraria dei lavoratori,
in operaia. Infatti, non è un caso che proprio in questi
anni, oltre al boom economico, che coinvolge tutta la
nazione, c’è ne anche uno demografico che fa schizza-
re gli abitanti (ufficiali) di Pontinia, dai 5000 scarsi del
1961, ai quasi 10000 del 1971. Le tante società che

G
li anni ‘60 hanno rappresentato per Pon- zione rurale, ideata come città agricola dal Fascismo, si sia a Km 0, centro culturale, edilizia convenzionata. La storia arrivarono qui, furono anche straniere, tra cui la statu-
tinia, come in tutta Italia, un momento di ritrovata negli anni ’80 a essere la prima città della provin- dell’Hilme è rappresentativa di come abbia funzionato il nitense Alcoa, azienda produttrice di alluminio da tutti
grandi novità e trasformazioni. Il boom cia per sviluppo industriale. A Pontinia, poi, gli stabilimenti sistema Cassa del Mezzogiorno nel nostro paese. Fiumi ricordata nel nostro territorio per gli enormi silos che
economico si faceva strada, l’industrializ- sono stati costruiti anche nel centro cittadino. E ci sono di investimenti a fondo perduto, in nome di uno sviluppo da lontano sembravano astronavi. Ma anche aziende
zazione dell’Italia e del meridione era l’obiettivo da ancora oggi. industriale che chiedeva di nascere e rafforzarsi. Fabbriche italiane come Europack, Oter – poi Nuova Oter –, o la
perseguire. che aprono, si ampliano, danno lavoro a molte persone e Tecnogum, che nel 2002 venne devastata da un in-
Cosa è rimasto del fermento iniziale, degli investimenti dopo trent’anni chiudono, senza più un aiuto pubblico a cendio. Il destino di quest’area industriale si spense a
Nel 1950 è stata creata la Cassa del Mezzogiorno, ente pubblici e dei lavoratori? Proviamo a fare una passeggiata sostenerle. poco a poco fino ai primi anni duemila quando queste
pubblico destinato ad amministrare ingenti capitali per la in centro. Iniziamo da piazza Roma. L’acquedotto è in ri- Se usciamo poco fuori dal centro abitato e giungiamo a aziende si spostarono all’estero in cerca di manodo-
realizzazione di grandi opere. Inizialmente infrastrutture: strutturazione, di fianco c’è l’ex Arcobaleno, poi Sagest, ora Mesa di Pontinia, il risultato dello strumento Cassa del pera a basso costo o, peggio ancora, dichiararono il
acquedotti, fognature, strade, ferrovie, e opere di bonifica. Ima (Industrie manifatturiere alimentari). Si producevano Mezzogiorno ci si paleserà di fronte in tutta la sua velleità: fallimento. Tutto si riaccese però, nel 2002, quando a
Successivamente, dal 1957, i fondi sono stati spostati pomodori dentro quei capannoni. Pomodori biologici. Ora l’ex Miralanza. Una cattedrale nel deserto nata nel 1966, qualcuno venne la bell’idea di realizzare una centrale
verso progetti industriali: costruzione ex-novo di fabbriche e metà del terreno su cui sorge, ancora di proprietà pubbli- inaugurata alla presenza di Giulio Andreotti. Un progetto elettrica alimentata a gas naturale, Turbogas, nel mez-
ampliamento di quelle esistenti. ca, è di nuovo a disposizione del comune. Non serve più grandioso che ha chiuso dopo 20 anni, lasciando in eredità zo del nostro territorio. Dopodichè arrivò il progetto di
alla fabbrica. Lo stabilimento ha chiuso i battenti. È fallita. una struttura fatiscente, residui di materiale tossico e un una centrale elettrica a biomasse della potenza di 20
La provincia di Latina rientrò a pieno titolo nelle aree Pontinia non presenta più condizioni economiche favorevoli futuro da mega centro commerciale, che a quanto pare do- mW.
disagiate a cui erano destinati i fondi della cassa, e le per un imprenditore che vuole investire. vrebbe essere il più grande della nostra provincia. Ancora
fabbriche arrivarono anche a Pontinia. Arrivava l’industria e Si chiamava AisCream quella che poi è diventata Pontigel e un grandioso progetto per la bella addormentata! Quale sarà il futuro di questi progetti ancora non si sa,
con essa nuovi lavori, meno faticosi e meglio retribuiti. Per si nasconde in viale Mazzini. Faceva gelati, ghiaccioli e caf- Per caso ci sono in cantiere altri progetti per questa eredità ma una cosa è certa: il comune e la popolazione non
cui una cittadina destinata ad accogliere solo una popola- fè decaffeinato. Un domani chissà cosa diventerà, ma ora di capannoni industriali? li vogliono.

IL CHININO IL CHININO
Marzo 2011 4 5 Anno I n° 1
BCC AGRO PONTINO CROGIUOLO CITTADINO
testo di FEDERICA GUZZON
illustrazione di VALERIA PANNUNZIO

L’uomo è un animale SOCIALE:


«il gruppo, un modo per confrontarsi»

Quando una banca


non è solo una banca

di Andrea Zuccaro
si occupa dei bambini soli di Kinshasa, capitale del Congo
oppure finanziando il progetto “Il Pane di Betlemme”, cura-
to dai sacerdoti salesiani di Betlemme, i quali conducono
un forno per sfamare la popolazione locale e allo stesso L a civiltà ci ha insegnato a considerare normale il rela-
zionarci con gli altri creando gruppi separati. E anche a
Pontinia i ragazzi hanno sentito l’impulso di condividere
tra loro le proprie esperienze. Solo entrando nei loro
arricchimento che ci appartiene più di quanto crediamo. Secondo
Andrea «nel gruppo tutti hanno la possibilità di emergere confrontan-
dosi». «La difficoltà - conferma Mario - sta proprio nel comprendere
l’altro». Cosa che dipende, come dicono Carlos, Rebecca e Ilaria,

E
tempo portano avanti un centro di istruzione professionale microcosmi si comprende che, in realtà, tra i vari gruppi ci sono più dal rapporto che si instaura con le altre persone, che consente di
ssere banca del territorio significa contribuire al per avviare i giovani al lavoro. convergenze, che divergenze. essere più trasparenti.
benessere dell’intera comunità sostenendone la Non mancano infine gli interventi per le comunità religiose,
crescita sociale. Per tutto il 2010, la Cassa Ru- quella di Sant’Anna di Pontinia su tutte e le sponsorizzazio- «Il gruppo è un insieme di amici, un luogo di sfogo. Come fai a stare Dunque, la pluralità non soffoca le singole entità, ma le fa sbocciare.
rale ed Artigiana dell’Agro Pontino ha cercato di ni per importanti eventi culturali. da solo?», Gianmarco Potenziani, 17 anni, bar Alceste. «L’uomo è Solo nei gruppi più ampi c’è il pericolo dell’omologazione. In fondo,
essere vicina ai tanti gruppi ed associazioni che animano il fatto per stare in gruppo, è dimostrato anche dagli uomini primitivi non sembrano così lontani questi ragazzi, ma la scelta del gruppo
territorio. E’ questo un impegno che la Cassa ha intrapreso che sentirono la necessità di farsi forza l’un l’altro per superare le è legata a fattori diversi: età, luoghi frequentati, comodità, stagioni,
nel tempo, senza soluzione di continuità, come possono difficoltà», Rebecca Zamuner, 18 anni, piazza Pio VI. «La solitudine morfologia cittadina. Se ci fosse un luogo ospitale, forse, i nostri
testimoniare tutti coloro che sono ricorsi al suo aiuto o IL TERRITORIO, UNA PRIORITà distrugge l’uomo», Andrea Babbo, 18 anni, piazza Pio VI. «Far parte ragazzi diventerebbero più uniti e compatti, anche perché tra di loro
hanno usufruito delle tante iniziative promosse e realizzate di un gruppo significa mettersi in non c’è attrito,è solo che si

L
in collaborazione con la Banca stessa. a mia banca è differente, non è solo il fortu- gioco, devi essere te stesso. Le La vita in società appare a conoscono poco. Infatti, «sareb-
nato slogan che ha accompagnato la cam- esperienze di gruppo hanno più be bello avere la possibilità di
Si tratta di interventi di beneficenza, sponsorizzazione e pagna pubblicitaria delle banche di Credito valore di quelle vissute da soli», noi “civilizzati” un elemento confrontarci e unirci, vivendo la
rappresentanza verso alcuni gruppi di riferimento, quali Cooperativo. E’ soprattutto la missione che Mario Della Rocca, 20 anni, imprescindibile, naturale, tanto nostra città, e non fuggendola»,
scuole, parrocchie, associazioni locali sportive, culturali e ogni giorno la Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro parrocchia. «L’uomo neces- come ha affermato Mario.
ricreative. Sempre più spesso il logo della Cassa Rurale di Pontino persegue, tanto nell’esercizio dell’attività ti- sita un confronto con gli altri», che passa inosservato.
Pontinia campeggia nelle manifestazioni più importanti op- Flaminia Casalati, 18 anni, A quanto pare, i nostri ragazzi
pure fa mostra di sé sulle maglie degli atleti. Basti pensare
pica di ricevere e prestare denaro, quanto nel soste-
gno della comunità locale. scuola don Milani. «L’uomo ha
Fin dall’infanzia il bambino non aspettano altro che uno
alla società di pallamano cittadina, di cui la Banca è il main La Cassa ha cercato infine di valorizzare la propria bisogno di amici, protezione e socializza con coloro che ritiene stimolo, un’opportunità, per met-
sponsor dal 1992, o a quella di pallavolo e alla stessa attitudine di banca del territorio, per promuovere la conforto», Carlos Ramirez, 23 tersi in gioco. L’input, forse, a
società di calcio di Pontinia. sensibilizzazione ai temi della sostenibilità, del ri- anni, bar Colonial. «Il gruppo è più vicini caratterialmente, poi loro manca per pigrizia, ma una
spetto dell’ambiente, della cura dei bambini e degli un’esigenza. Qui ci si confronta crescendo si abitua a stabilizzarsi buona dose di responsabilità ce
Un altro importante campo dove la banca interviene è il anziani, della valorizzazione dei saperi tradizionali e al di là delle differenze di sesso l’ha anche la nostra comunità,
sociale, con interventi diretti ad associazioni come “La della crescita culturale e morale dei soci e di quanti ed età: l’importante è stare in un gruppo. che non fa abbastanza.
Rete” e la Nemesis con le quali ha consolidato da anni un sono insediati nel territorio di competenza. insieme», Ilaria Toselli, 19 anni,
sodalizio. Sono quelli messi in risalto gli elementi che testi- parrocchia. Ecco perché il Consiglio dei Giovani dovrebbe mettere a frutto le
moniano un legame che si alimenta e consolida nel proprie risorse per nuove e interessanti iniziative: questi ragazzi
Meno conosciute ma non per questo meno importanti tempo in virtù del rapporto di reciproca fiducia fra la Tutti, seppure utilizzando parole diverse, ci hanno spiegato che non hanno solo bisogno di essere invogliati, e così da piccole macchie
le opere dirette di sostegno che la banca fa all’estero, Banca ed il nostro territorio. si può vivere da soli per una necessità imminente: crescere speri- diventeranno un’unica e compatta figura.
partecipando ad esempio al progetto “Maison Erica” che mentando il dissimile. L’altro non è un nemico, o un estraneo, ma un

IL CHININO IL CHININO
Marzo 2011 6 7 Anno I n° 1
NEWS DAL COMUNE NEWS DAL COMUNE

PONTINIA ONORA L’UNITà D’ITALIA FIERA DI MARZO «Il dissesto finanziario non C’era»
I l crescente interesse della cittadinanza intorno
a tutti gli eventi culturali ha indotto l’Ammini-
Dal 19 al 20 Marzo
Piazza Indipendenza Parla il sindaco Tombolillo
strazione Comunale a ripensare il tradizionale ca-
lendario teatrale di primavera, integrandolo con Consorzio Prisma di Latina, Fiva e Confcommercio, con il
diverse ed importanti serate musicali. patrocinio del Comune di Pontinia, daranno vita alla prima
edizione della Fiera di Marzo. Una Festa del Papà indi-
Il 150°anniversario dell’unità d’Italia, che tutti i menticabile da trascorrere tra collezionismo, artigianato e
Comuni sono stati invitati a celebrare adeguata- antiquariato.
mente, ha fornito un’ ideale e naturale caratteriz-
zazione a quest’ ultima, impegnativa stagione al
«Difficoltà economiche, danno d’immagine per
Teatro Fellini. Sarà un viaggio attraverso l’Italia il paese, tasse elevate ai massimi livelli. Per
dopo un secolo e mezzo di storia raccontato a più
un dissesto finanziario che non era vero, era insussistente:
voci. Vi aspettiamo!
Patrizia Sperlonga PONTINIA EXPò semplicemente, non c’era»
Assessore alla Cultura
Dal 16 al 25 Aprile
Piazzale ASL

Q
20 Marzo 2011
Banda della Scuola All’interno della manifestazione ci saranno momenti dibatti- uesto è il pare- della delibera fossero errati. co. Si è dovuto viaggiare con «Un grande aiuto l’ha dato
Popolare di Musica di to politico e culturale con esponenti della Giunta regionale re del sindaco Infatti, da una situazione di una marcia ridotta anche la Regione Lazio, soprattutto
Testaccio, 150 anni di e operatori dei vari settori economici. di Pontinia, conti negativi (-13 milioni di perché ogni atto amministra- durante il governo della giun-
storie cantate Eligio Tombolil- euro), ci si è trovati addirit- tivo deve passare i controlli ta di Piero Marrazzo (Pd). La
Concerto per l’Unità d’Italia Vi saranno momenti di degustazioni gratuite di prodotti lo, che abbiamo intervistato tura in positivo. Dunque, il del ministero, che rallentano stragrande maggioranza dei
Ore 18:00 - Ingresso gratuito tipici locali e il “1° Concorso della migliore Mozzarella di per fare un punto sull’attuale debito alla base della dichia- le procedure». finanziamenti per le opere
Bufala Pontina” con arbitri degustatori specializzati. scenario e capire le rispo- razione di dissesto non era pubbliche, per la cultura e
1 Aprile 2011 ste dell’amministrazione vero. Una brutta pagina nella Come hanno risentito i servizi sociali, vengono
Il ponte sugli Oceani. Ogni sera sarà animata da canti, danza e cabaret. comunale. storia di Pontinia, un grave del dissesto le tasche dei dalla Regione. Le entrate
Amori Ci sarà l’angolo per i bambini e il gran finale con i fuochi danno d’immagine al paese, cittadini? delle imposte sono servite a
Teatro d’artificio. Perché ritiene che il de- bollato con l’etichetta del «I cittadini hanno dovuto investimenti mirati e di qua-
Ore 21.00 - Ingresso: € 13,00 bito alla base del dissesto fallimento». sopportare le tasse al lità, in particolare nei servizi
www.fieradipontinia.it non era vero? massimo, dal 2004 pagano sociali: mense scolastiche e
2 Marzo 2011 14 Aprile 2011 «Nel nostro caso siamo di Sindaco, quali sono state le tasse ai più alti livelli. Sia trasporti. Abbiamo cercato di
Mozart e Pulcinella “Noi le ragazze degli fronte a un dissesto finan- le conseguenze di questo la tassa sui rifiuti (Tarsu), contenere i costi facendoci
Teatro anni ‘60” ziario anomalo. E i numeri lo stato di «anomalia» fi- sia l’Ici (imposta comunale carico del 60% delle spese,
Ore 21:00 - Ingresso gratuito di G. Scuccimarra confermano. Le casse comu- nanziaria, come lei stesso sugli immobili) viene pagata con il contributo delle fami-
Teatro nali sono in avanzo positivo l’ha definita? dai cittadini al 100%. Non glie al 40%».
6 Marzo 2011 Ore 21.00 - Ingresso: € 13,00 PONTINIA IN FIORE di poco superiore ai 4 milioni «Il danno economico non è è stato un bel regalo per la
“Assolo” di E. Femiani
Teatro 6 Maggio 2011 Dal 6 al 8 Maggio e 500 mila euro, partendo
da un fondo cassa disponi-
indifferente, amministrare comunità». Come valuta questi anni
di amministrazione?
Ore 18:00 - Ingresso gratuito Maramao Social Club
Swing italiano dei
Parco di Via Cavour bile di circa 6 milioni e 700
mila euro. Questo è il debito «Non è bello avere «Positivi. Nonostante le dif-
ficoltà economiche abbiamo
12 Marzo 2011
Dianara Ensemble
primi del ’900, Trio
Lescano e Quartetto
Seconda edizione della Fiera Florovivaistica: dai fiori agli
odori, il percorso si svolgerà all’interno del suggestivo
reale. I tecnici del ministero
dell’Economia nell’analizzare addosso l’etichetta dato una buona risposta ai
bisogni dei cittadini. Per fare
Musica napoletana e romana
Ore 21.00 - Ingresso gratuito
Cetra
Concerto
parco di Via Cavour. i dati della delibera si sono
basati solo sulla firma in cal- del fallimento» un esempio, oggi abbiamo
30 posti di asili nido con-
Ore 21:00 - Ingresso gratuito Sono attesi numerosi stand di aziende florovivaistiche pro- ce e hanno messo il loro tim- venzionati per bambini d’età
18 Marzo 2011 venienti dalla provincia di Latina e non solo, per quello che bro, così come il Consiglio di in queste condizioni porta inferiore ai 3 anni mentre,
Partire partirò vuole diventare un appuntamento fisso per chi ama i fiori. Stato. Ma la perizia effettua- a scelte forzate. Per cinque Allora, il Comune dove ha fino a poco tempo fa, non
Canti popolari risorgimentali INFO ta dalla commissione tec- anni non abbiamo assunto: trovato i fondi necessari esistevano che quelli per età
italiani tel. 380 722231 Ernesto Bilotta nica – organo straordinario il personale è minimo e la per le opere pubbliche? compresa tra i 3 e i 5 anni».
Ore 21.00 - Ingresso gratuito teatrofellinipontinia.com Assessore alle Attività Produttive di liquidazione (osl) – sulle mancanza di risorse umane Le entrate delle imposte
carte contabili del Comune non consente di rispondere comunali come sono di Paolo Periati
ha dimostrato come i numeri al meglio al carico burocrati- state utilizzate?

IL CHININO IL CHININO
Marzo 2011 8 9 Anno I n° 1
JUMP AROUND MUSIC PONTINI ALL’ESTERO

Da Roma a Boston, pas-


sando per Pontinia, i
Pink Puffers raccontati
«Su invito del comune di Roma, suoneremo nella mattinata di sa-
bato 5 marzo a Boccea, e il pomeriggio saremo al centro sociale
occupato Spartaco, quartiere Tuscolano. Domenica mattina a Ci-
«Ho visto l’egitto in fiamme»
da Cristian Lombardi. vitavecchia per la sfilata dei carri allegorici e domenica 13 marzo
al Carnevalone Liberato di Poggio Mirteto: la famosa festa che
la testimonianza di cristina
H o il piacere d’intervista-
re Cristian Lombardi,
nostro concittadino e percussionista della banda.
ricorda l’autoliberazione del paese dal giogo dello stato pontificio
nel 1862, una grande celebrazione dal forte valore simbolico».
La popolazione egiziana ha deciso.
Siete una street band e di strade ne avete percorse tante,
Quando hai iniziato a suonare nei “Pink Puffers”? anche internazionali. Dopo tre settimane di scontri e manifestazioni Mubarak si dimette
«Era il maggio 2008, spinto dalla voglia di sperimentare for- «Sì. Ero da poco entrato nella banda quando siamo partiti per il
mule diverse rispetto alle rock band, cercavo da tempo tour fin ora più importante della mia vita. Un tour americano che
una situazione dove potevo entrare in contatto più libera- ci ha visti partecipi d’importanti rassegne: Brooklyn (New York), e
mente con il pubblico e alla fine ho trovato i Pink Puffers». Honk Festival di Boston. Suonavamo ovunque, nelle strade con le
altre band, nelle università, nei teatri e nelle feste private. Un’altra di Paolo Periati governo diffonde la paura per giustifica-
Vi definite una drum’n’brass phunk band, puoi spiegarci grande esperienza è stato il festival Des Fanfares di Montpellier, re i soprusi, ma ora l’Egitto ha deciso di

E
che significa? in Francia». alzare la testa».
«Il termine phunk è l’insieme di punk e funk, due generi musicali gitto, Il Cairo, piazza Tahrir,
che derivano dal rock. Le drum’n’brass band sono bande di fiati Parlami dell’esperienza nelle strade del tuo paese l’estate ultima settimana di gennaio Quanto hanno inciso le difficoltà
(ottoni), integrate dalle percussioni. Nascono agli inizi del novecen- scorsa per il Rock’n’Blues Festival. del 2011. Da ogni angolo economiche? «In un paese dove il
to a New Orleans, città dove la vita scorre tranquilla, tutt’altro ri- «Pontinia ha reagito benissimo allo stimolo dei Pink Puffers, sono della città si odono giovani, 14% della popolazione vive con un
spetto alla frenesia di New York. In occasione dei riti funebri dietro rimasto sorpreso del calore trasmesso. Il cordone umano danzan- vecchi, donne e bambini gridare «libertà dollaro al giorno, primo importatore di
al feretro, una brass band procedeva a ritmo lento coinvolgendo te che ci ha accompagnato da Piazza Indipendenza all’Anfiteatro e democrazia», due parole temute da grano dell’area mediterranea, un rialzo
folle di persone, per poi vederli di ritorno dal cimitero con repertori Verga è stato stupendo». un governo dispotico che opporrà la dei prezzi dei beni primari incide mol-
più gioviali e ritmi accelerati». violenza alle proteste pacifiche. Tra la to. Già nel 2008 c’erano state prote-
Aspettando di vederli tornare nelle strade di Pontinia, per poter folla in quella piazza c’era anche una ste per l’aumento del pane, ora anche
Dal dolore alla festa di Carnevale, siamo nel pieno del pe- continuare a danzare a ritmo phunk, rimanete sintonizzati sulla nostra concittadina, Cristina Cocchieri, la verdura ha subito un forte incremen-
riodo di Carnevale, quali sono le prossime date? stazione Pink Puffers sul sito www.pinkpuffers.com che da tre anni vive con il marito nella to e se non ci sarà presto stabilità
capitale egiziana, dove fa l’insegnante politica il problema si aggraverà».
di Gianpaolo Danieli e coopera con una ong italiana (Ciss, non sapendo realmente cosa sono
Cooperazione internazionale sud sud). perché non le hanno mai sperimenta- Hanno senso i nostri timori per
Rimpatriata, ha lasciato i propri amici te, è una delle emozioni più forti che l’estremismo?
BIBLIOFAGIA Massimiliano Santini, Aurora e Psiche Editore - euro 9,90 con la speranza di tornare al più presto io abbia mai provato. Sono rimasta «La preoccupazione per l’organizzazio-
in un Egitto nuovo. L’abbiamo incon- molto colpita dalla solidarietà del ne dei Fratelli Musulmani deriva dalla
trata durante il presidio di solidarietà popolo egiziano che durante quelle cattiva informazione. Esistono frange

S tanchi di fare la fame nel loro


paesino del Veneto, i due figli mi-
nori di Bartolo Masiera prendono una
Tra lotta alla malaria e vita nei campi, tra case coloniche, pantani,
lestre e nuove città, nel libro si narrano le difficoltà di adattamento
dei Masiera, del rapporto con i pastori che diviene amicizia recipro-
con il popolo egiziano Siamo tutti
Khaled Said organizzato dall’associa-
zione culturale Cantiere Creativo, con
giornate si preoccupava che tutti
stessero bene, anche i poliziotti, sen-
za discriminazioni».
estremiste così come ce ne sono nei
movimenti politici occidentali. Hanno
forte appoggio popolare perché arriva-
decisione coraggiosa che cambierà ca, e di quello con i funzionari delle istituzioni (l’Opera nazionale il patrocinio del comune di Pontinia. È no dove le istituzioni egiziane latitano:
per sempre la vita delle loro famiglie: combattenti e il fattore) che spesso si rivela vessatorio. Ampio stata l’occasione per ascoltare la sua Qual è la situazione dei diritti assistenza medica, scolarizzazione,
emigrare al sud, in quella campagna spazio è dato all’importanza dell’integrazione socio-culturale, al esperienza e farci raccontare cosa vuol umani? «Pessima, è uno dei motivi distribuzione di cibo. Noi, prima di
romana dove era iniziata la bonifica rispetto dell’altro al di là di ogni pregiudizio. Gli eventi della trama dire vivere nella povertà, senza libertà della ribellione al regime di Hosni Muba- allarmarci, dovremmo orientare meglio
delle Paludi Pontine e dove, si diceva, occupano la seconda parte del libro: la famiglia Masiera si ritro- politica e nella pressoché totale nega- rak. Dal 1981 vige lo stato d’emergenza i nostri aiuti, educare e formare le
affidassero dei poderi e tanta terra verà coinvolta, suo malgrado, in un losco giro d’affari retto da un zione dei diritti che da pieni poteri alla nuove generazioni con i valori della
da coltivare ai coloni. Così, insieme alle loro mogli e ai figli, lascia-
no il fratello maggiore e il vecchio padre con la speranza di una
burbero fattore, che tenterà di tutto per distruggere il loro sogno. umani.
«Il 14% della polizia. Questo vuol
dire che chiunque può
democrazia».

futuro migliore. La narrazione è dinamica e scorrevole anche se questo, a vol- Che sensazioni popolazione vive essere considerato Hai in calendario iniziative di
te, porta a terminare il racconto degli eventi in modo troppo bru- hai provato in con un dollaro al sospetto, sottoposto solidarietà?
Una volta giunti in palude, «tra sporchi e analfabeti briganti dal
coltello facile, che non hanno voglia di far niente», come l’anziano
sco. Così come i dialoghi che, se da un lato risultano molto brevi,
dall’altro sono facili da comprendere e riescono a cogliere l’at-
piazza Tahrir?
«L’Egitto è un
giorno» a torture e detenzioni
preventive. Come nel
«Comune di Pontinia e Cantiere Creati-
vo sono disponibili per una raccolta di
capofamiglia apostrofa gli abitanti del luogo, protagonista della tenzione del lettore. Il libro offre diversi spunti di riflessione per paese che cerca caso di Khaled Said, il beni materiali per aiutare la popolazio-
storia diventa la piccola Vincenzina Masiera. Lei è La ragazza conoscere chi eravamo e i luoghi della nostra terra. La storia dei disperatamente la libertà ed essere giovane blogger pestato a morte dalla ne egiziana, ma occorre attendere, si
della palude che, nel romanzo storico d’avventura di Massimilia- pionieri della bonifica e del loro incontro con l’altro, qui diventa testimone di un evento storico di tale polizia e divenuto simbolo della rivolta. potrà fare solo con la situazione stabi-
no Santini, attraverso scoperte e amicizie, accompagna il lettore l’esempio migliore per ricordarci che facciamo parte di un vero e portata è qualcosa di indescrivibile. Non ci sono libertà d’espressione e lizzata e attraverso canali ufficiali».
alla conoscenza di una realtà nuova, divenendo lei stessa paradig- proprio meltin’ pot culturale. Vedere un intero popolo chiedere a d’associazione, le elezioni sono false,
ma della convivenza sociale. di pa.per. gran voce libertà e democrazia, forse ci sono discriminazioni di genere. Il

IL CHININO IL CHININO
Marzo 2011 10 11 Anno I n° 1
CINEDOCUFORUM
Viaggio immaginario a
CAMPO SORIANo
S
embra proprio che l’opificio delle teste dure crea- ciale Acqua Pubblica, e Giorgio Libralato, promotore del comitato
tive stia ritessendo le fila di una, a detta loro, «in- referendario di Pontinia.
teressante» rassegna cinematografica, che ave-
va già scomodato il Teatro Fellini nel 2010. C’era Viva rimane la ferita della strage delle Torri Gemelle dell’ 11 set-
da aspettarselo da quegli irriverenti dell’Associazione tembre 2001, data divenuta simbolo di un profondo cambiamen-
Cantiere Creativo. to mondiale, che rivivre-
mo il 10 Aprile alle 18
Il via è arrivato sotto attraverso l’insieme degli
lo sguardo attento di «undici cortometraggi di
Michael Moore il 20 11 minuti, 9 secondi e 1
febbraio con Capi- decimo», nel film del pro-
talism: A Love Sto- duttore Alain Brigand.
ry, un documentario
rivelatore, o meglio, My name is Khan,
un promemoria per pellicola di Karan Johar,
chi continua a confon- scelta dalla comunità
dere capitalismo con indiana di Pontinia, ver-
democrazia. rà proiettata l’8 maggio
alle 18. «Il mio nome
La riflessione sociale è Khan e non sono un
si spinge oltre, il 27 terrorista», diventerà un
febbraio, arrivando monito contro i pregiudi-
alla punta estrema zi sociali che dopo l’11
dell’Alaska, in com- settembre 2001 hanno
pagnia di Alexander additato indistintamente
Supertrump con il film
Into The Wild, di
Sean Penn.
i musulmani come terro-
risti. Con questo «Forrest
Gump indiano», conclu-
G oing to California suonavano i Led Zeppelin e vi consiglio
di alzare il volume dei vostri Ipod per godervi al meglio
l’arrivo a Campo Soriano, Monumento naturale tra Sonnino e
deremo il nostro viaggio Terracina in Provincia di Latina.
Il 6 marzo, alle ore all’insegna della diver-
20:30, ci ritrovere- sità e dell’integrazione Un viaggio sospeso nel tempo in un paesaggio atipico ed ori-
mo in sala con il film culturale. ginale a pochi chilometri dal mare. Per un attimo vi sembrerà Sopra, i campi di vigne che circondano il monolite.
Mio fratello è figlio di attraversare la campagna californiana tra distese di vite ai In alto, la “Cattedrale” vista da vicino.
unico, ambientato Non mancheranno spazi piedi di una montagna carsica che è unica, nella sua morfolo-
a Latina negli anni dedicati all’animazione gia, nel bacino mediterraneo. la montagna scolpita e i frammenti rimasti giocheranno con
’60: i due fratelli Ac- cinematografica. Il pri- la vostra fantasia senza controindicazioni. E per rimanere in
cio e Manrico sono i mo sarà il sagace Per- Ad accogliervi la “Cattedrale”, un monolite di natura calca- tema, fate attenzione appena lasciata la strada asfaltata per
protagonisti del film sepolis, (27 marzo ore rea alto oltre 15 metri, in compagnia di altri più piccoli che quella sterrata, alle voragini che si trovano a lato della via che
di Daniele Lucchetti 18), uno spaccato auto- sembrano creati ad arte come a voler inscenare un racconto vi porta vicino la “Cattedrale”. Due grandi cavità così profonde
ispirato al romanzo «Il biografico che descrive mistico, fugace e metafisico. che paiono pronte a risucchiarvi verso il centro della Terra.
Fasciocomunista» di infanzia e adolescen-
Antonio Pennacchi. za dell’autrice iraniana Lasciata la “Cattedrale” alle spalle, addentratevi nel percorso
Marjane Satrapi. naturalistico, anche se molto sui generis, dove tra proprietà LINK UTILI
Il 13 marzo alle 18 privata e zona demaniale troverete crateri naturali, pozze
sarà la volta del film Passeremo alla dolcezza d’acqua e rocce scolpite dal tempo. Sarà importante, oltre a
Vogliamo anche le rose, di Alina Marazzi, un lungometraggio e alla costanza di Elzéard Bouffier, il pastore che combatte la de- non inciampare dato il • www.comune.terracina.lt.it/turismo/
dalla parte delle donne, che svelerà il ruolo della donna negli anni forestazione, nel cortometraggio: L’uomo che piantava gli al- sentiero accidentato,
’60 e ‘70, per offrire uno spunto di riflessione su temi ancora oggi beri di Frédéric Back, tratto dal libro di Jean Giono. Per concludere
«Munitevi di non rimanere preda camposoriano/index.html
parzialmente irrisolti. Parlerà con noi l’editorialista della storica ri- con la spirale immaginativa del nipponico Hayao Miyazaki con la acqua e di molta del tempo che vi sem-
vista «Noi Donne», Tiziana Bartolini. streghetta Kiki, consegne a domicilio, (21 aprile ore 18), che fantasia, il resto brerà non scorrere. • http://www.parks.it/mn.campo.soriano/
ci farà viaggiare nel mondo della fantasia.
Con il film Un amore per l’acqua. Flow, di Irena Salina, sabato
andrà da se» Il percorso, ben par.php
2 aprile riempiremo goccia a goccia quel vuoto informativo che illustrato da appositi
dilaga con indifferenza nei confronti di ciò che ci da la vita: l’acqua. di Annalisa M.- Gianpaolo D.- Lorenza L. pannelli, vi condurrà fino a una vecchia cava di pietra. Vi
Interverranno Alberto De Monaco, referente del comitato provin- sembrerà di calpestare le rovine Maya del centroamerica: testo e foto di Alessandro Cocchieri

IL CHININO IL CHININO
Marzo 2011 12 13 Anno I n° 1
UTILITà

Da Pontinia per Latina Da FS Priverno-Fossanova a Pontinia


FERIALI: 05:35 - 06:25SA - 06:35NS - 06:55 07:00 - 07:00 - 10:05 - 12:40 - 13:05
07:10 - 07:20 07:25 - 07:30(NS) - 07:30 16:25(NS) - 16:40
07:35 - 07:40(SA) - 07:40 - 07:40 07:55 - 8:35
09:00 - 10:00 - 10:30 - 11:25 - 12:30 12:55 Da Pontinia per Terracina
13:00 - 13:00 - 13:25 - 13:45(SA) - 13:55(NS) FERIALI: 07:50(1) - 08:15(1) - 11:05(1) - 12:25(1)
14:05 - 14:10 14:20 - 14:55(NS) - 15:10 - 15:50 13:25(1) - 14:10(1) 14:25(2) - 14:35(1) - 16:00(NS)
16:45(NS) - 17:00(SA) - 17:55(NS) 18:25 - 20:30 17:20(1) - 19:10(NS) - 20:40(NS) 21:25(NS)
FESTIVI: 08:25 - 09:35 - 15:35 - 16:45 - 16:55 FESTIVI: 10:30(1) - 10:58 - 17:45(1) - 21:15(1)
- 20:25 (1) Appia Migliara 48 Bv - Appia Migliara 50 Bv - Appia Migl. 52 bv - Ca-
(NS) escluso il sabato (SA) si effettua il sabato sale Orsini (2) Borgo Vodice - Migliara 54 - Mediana Campo Di Grano
bv - La Marna - Borgo Hermada - Terracina Via Badino (NS) escluso il
Da Latina per Pontinia sabato - (SA) si effettua il sabato
FERIALI: 06:15 - 07:00 - 07:25 - 07:50 - 08:00(NS)
08:15(SA) - 08:25(NS) - 09:00 - 10:15 - 10:40 - 11:15 Da Terracina per Pontinia
11:30 - 12:00 - 12:35 12:45 - 13:00 - 13:05 FERIALI: 05:10(1) - 05:50 (SA) (1) - 06:00(NS) (1)
COTRAL 13:40 - 13:45 - 13:45 - 14:00 14:10 - 14:20 06:20(2) - 07:00(1) 07:05(1) - 08:25(1) - 09:25(1)
14:40 - 15:00 - 15:35(NS) - 16:55 - 17:15 - 17:30 11:55(1) - 12:20(1) - 13:10(SA) (1) - 13:20(NS) (1)
18:10 18:45(NS) - 19:40 - 20:15(NS) - 21:00(NS) 13:45 - 14:20(NS) (1) - 17:20(NS) (1) - 19:55(1)
FESTIVI: 09:30 - 10:05 - 10:35 - 17:20 - 17:30 FESTIVI: 09:00(1) - 15:00(1) - 16:10(1) - 19:50(1)
- 20:50 (1) Casale Orsini - Appia Migliara 52 bv - Appia Migliara 50 bv - Appia
(NS) escluso il sabato (SA) si effettua il sabato
Migliara 48 bv (2) Borgo Hermada - La Marna - Mediana Pantalone
Bv - Migliara 54 - Borgo Vodice - Appia Migliara 52 bv (NS) escluso il
Da Pontinia per FS Priverno-Fossanova sabato (SA) si effettua il sabato
09:25 - 11:55 - 13:30 - 15:25 - 17:55 - 18:35

Treni regionali da Priverno/Fossanova per Roma Termini

P A P A P A P A
04:34 - 05:35 07:14 - 08:24 12:12 - 13:10 18:12 - 19:10
04:51 - 06:00 07:59 - 08:53 13:12 - 14:10 19:12 - 20:10
05:55 - 06:58 08:12 - 09:13 14:12 - 15:10 20:17 - 21:16
06:08 - 07:18 08:18 - 09:18 15:12 - 16:10 21:12 - 22:10
06:32 - 07:32 09:12 - 10:10 16:12 - 17:10 22:15 - 23:22
06:43 - 07:47 10:18 - 11:16 17:12 - 18:10
06:59 - 07:59 11:12 - 12:10 17:23 - 18:26
FS
Per calcolare gli orari di partenza da Sezze Romano aggiungere circa 9 minuti all’orario di partenza
da Fossanova. Per i treni che partono da Latina aggiungere circa 15 minuti all’orario di partenza da
Fossanova.

DONAZIONI AVIS

MARZO APRILE MAGGIO GIUGNO


sabato 5 venerdì 8 sabato 7 sabato 4
domenica 6 domenica 10 domenica 8 domenica 5
sabato 19 sabato 30 sabato 21 sabato 25
domenica 20 domenica 22 domenica 26
IL CHININO IL CHININO
Marzo 2011 14
Le donazioni si terranno presso il presidio permanente dell’AVIS di Pontinia, in via IV Novembre. 15 Anno I n° 1

Potrebbero piacerti anche