Sei sulla pagina 1di 36

CONTABILIZZATORI

CM EASY
Gruppi idraulici preassemblati riscaldamento e produzione acqua calda sanitaria centralizzata contabilizzazione del calore
I CM Easy Riello sono la gamma di cassette di distribuzione idraulica per la contabilizzazione del calore, appositamente progettati per gestire il comfort delle unit abitative nei moderni impianti termici con produzione sanitaria centralizzata. I CM Easy Riello consentono di abbinare i vantaggi dellimpianto centralizzato (risparmio energetico, ridotte spese di gestione) a quelli dellimpianto autonomo (lutente gestisce il comfort e paga per quanto consuma). Sono ideali per risparmiare spazio nelle nuove installazioni e per ristrutturazioni sottoposte a vincoli estetici da parte della committenza. Sono una serie di moduli idraulici componibili per installazione ad incasso o piastra a parete da DN20 e DN25. Si compongono di: - cassette vuote o piastre a parete con dima e valvole per il riscaldamento e sanitario per installazione in cantiere in fase di posa in opera della distribuzione; - moduli preassemblati per limpianto (DN20 o DN25) costituiti dalle tubazioni idrauliche, dalla valvola 3 vie compatta in ottone che comprende anche il filtro e la taratura impianto/by pass e dal contacalorie completo dellunit di calcolo (versione per DN25 conteggia il riscaldamento e il raffrescamento); - moduli preassemblati per il sanitario caldo/freddo (DN20) costituiti dalle tubazioni idrauliche e dal contalitri. Ogni modulo presenta anche dei raccordi estensibili per facilitarne linstallazione. Sono previste due versioni: con uscita M-bus per la gestione centralizzata delle letture,scatola di derivazione o interfaccia segnale lettura M-bus fornita con il frutto impianto, oppure con lettura locale dei consumi. Lampia disponibilit dei prodotti e degli accessori permettono unampia flessibilit di progettazione e di gestione dellimpianto.

PLUS DI PRODOTTO
Massimo risparmio garantito dalla gestione centralizzata Semplicit dutilizzo e lettura dei consumi (M-bus o locale). Versioni solo riscaldamento o Riscaldamento/Raffrescamento. Massima sicurezza: non c gas nellabitazione per il riscaldamento. Installazione semplice e rapida. Flessibilit dimpiego grazie alle molteplici applicazioni.

VANTAGGI PER LINSTALLAZIONE E MANUTENZIONE


Possibilit di personalizzare linstallazione in base ai moduli aggiuntivi. Sicurezza in cantiere installando i contabilizzatori solo quando serve. Installazione semplice e veloce con moduli preassemblati.

CM EASY
DATI GENERALI Dimensioni LxHxP Temp. massima ingresso dalla centrale termica Pressione massima sanitario Pressione massima riscaldamento CONNESSIONI IDRAULICHE Entrata/ Ritorno acqua calda da centrale Mandata/ Ritorno impianto di riscaldamento Ingresso/ Uscita acqua fredda sanitaria Ingresso/ Uscita acqua calda sanitaria Controllo circuito riscaldamento DATI ELETTRICI Tensione di alimentazione Potenza massima assorbita Grado di protezione Temperature ambiente di lavoro MISURA CONSUMI Misuratore di energia termica compatto Mbus (*) codice Metodo di misura Sonde di temperatura Range di temperatura acqua Alimentazione Durata Portata nominale Portata avviamento Portata minima e massima Contatori volumetrici sanitario (ACF-ACS) (**) Portata nominale - avviamento - min. e max. Uscita impulsiva l/imp anni m3 /h m3 /h m3 /h codice C Vac/Hz W IP C mm C bar bar

CM EASY DN 20
a parete da incasso

CM EASY DN 25
a parete da incasso

PLATE CM EASY DN20 BOX CM EASY DN20 PLATE CM EASY DN25 BOX CM EASY DN25 416x640x90 90 10 10 550x650x100 90 10 10 416x640x90 90 10 10 550x650x105 90 10 10

3/4 3/4 3/4 3/4

3/4 3/4 3/4 3/4

1 1 1 1

1 1 1 1

valvola 3 vie on/off - trasformabile in 2 vie

230/50 2,5 +5..+50

230/50 2,5 IP43 +5..+50

230/50 2,5 +5..+50

230/50 2,5 IP43 +5..+50

KB0M diretto PT1000 +5..+90 batteria al litio 10 2,5 0,005 0,05 - 5 U20I c.s. 2,5

KB0M diretto PT1000 +5..+90 batteria al litio 10 2,5 0,005 0,05 - 5 U20I c.s. 2,5

KB0M diretto PT1000 +5..+90 batteria al litio 10 2,5 0,005 0,05 - 5 U20I c.s. 2,5

KB0M diretto PT1000 +5..+90 batteria al litio 10 2,5 0,005 0,05 - 5 U20I c.s. 2,5

(*) Nella versione per impianti a 2 tubi riscaldamento e raffrescamento il codice del misuratore di energia termica diventa KB1M. Nella versione con lettura locale dei consumi il codice diventa KB0 (solo riscaldamento) e KB1 (riscaldamento e raffrescamento). (**) Nella versione per lettura locale dei consumi il codice dei misuratori diventa U20, senza uscita impulsiva.

DIMENSIONI DINGOMBRO
L P

Legenda
240

H 120

Portata nominale m3/h

Tipo applicazione

Comunicazione contabilizzatore

105

105

1 2 3 4 5 6

Box incasso Plate a muro Modulo preassemblato impianto Modulo preassemblato sanitario Elettrovalvola di zona Corpo

80

H* mm

L* P* mm mm

Attacchi idraulici Riscaldamento Sanitario

Codice n.

Denominazione commerciale

Note

Moduli preassemblati solo riscaldamento o con produzione sanitaria da 3/4 Risc/Sanit 650 550 110 DN25 Risc/Sanit 650 550 110 DN20 Risc/Sanit 640 416 90 DN25 Risc/Sanit 640 416 90 DN20 2,5 Riscald/Raffrescamento M-Bus DN25 2,5 Riscaldamento M-Bus DN20 2,5 Riscaldamento Locale DN20 2,5 Sanitario Caldo/Freddo M-Bus DN20 2,5 Sanitario Caldo/Freddo Locale DN20
* dimensione della cassetta finita

DN20 DN20 DN20 DN20

20006944 20008556 20006945 20008557 20006947 20008558 20008559 20006949 20008561

BOX CM Easy DN25 BOX CM Easy DN20 PLATE CM Easy DN25 PLATE CM Easy DN20 CM Easy HC Bus DN25 CM Easy H Bus DN20 CM Easy H Local DN20 CM Easy ACFS Bus DN20 CM Easy ACFS Local DN20

DATI TECNICI COMPONENTI


Misuratore di energia termica compatto M-Bus
Modello: Unit di calcolo: Interfacce: contatore di calore compatto con alimentazione a batterie ruotabile di 270 KUNDO-Opto (2 modalit) uscita di impulsi ed uscita M-bus per moduli integrati (opzione) Batteria: Sistema di scansione: Moduli esterni montabili: batteria della durata di 10 anni scansione della conduttanza senza magneti brevettata modulo M-bus modulo M-bus LON modulo RS232 Moduli integrabili interni: modulo radio 868 NHz (rcu4) modulo con uscita di impulsi modulo M-bus Alimentazione: Gamma di temperature di funzionamento: Gamma di temperature di immagazzinaggio: Tipo di protezione: batteria al litio 3,0 V da +5 C fino a +55 C, allinterno da -20 C fino a +60 C (timer e ora attivi) IP 54

Strumenti di misurazione del volume / unit di calcolo


Modello dellapparecchio KUNDO Portata nominale VT Qn Lunghezza di montaggio Filettatura di connessione del contatore Posizione di montaggio Classe metrologica Avviamento Portata minima Qmin Portata massima Qmax Perdita di pressione con Qn Pressione nominale Pn Diametro nominale Limiti della temperatura Temperatura max. (per brevi periodi) Taratura della differenza di temperatura Differenza di temperatura minima Tipo di sensore di temperatura Lunghezza del cavo per il sensore di temperatura Alimentazione Durata Tipo di protezione Livelli del display Display Indicazione di energia anni m K K C l/h m/h m/h bar bar m/h mm G 20 / G 21 2,5 130 G 1 a scelta B (opz. C) 5 0,050 (0,025) 5,0 < 0,24 16 DN 20 5 - 90 110 3 - 70 1,0 / 0,2 PT 1000 1,5 (opz. 3,0) batteria al litio > 6 (opz. 10) IP 54 4/5 LCD a 7 caratteri kWh (opz. MWh) MJ (opz. GJ)

Contatori volumetrici sanitario (ACF-ACS)


Serie Codice Portata Q 3 R Temperatura massima Pressione massima Certificato GWF Unico 2 U 20 I 4 m3 /h 80 H/V 90C 16 bar CE M08 1259

Elettrovalvola di zona
Serie Codice Tensione Frequenza Potenza Grado di protezione RDM TEAP 230 V 50/60 Hz 2,5 W IP 54

Contatore di calore KUNDO G 20 / G 21


DESCRIZIONE DELLAPPARECCHIO Il contatore di calore G 20 / G 21 unapparecchio di misurazione per il calcolo dellenergia termica. Il modello G 21 permette di misurare sia lenergia termica che quella di raffreddamento. Lenergia termica o di raffreddamento emessa dal sistema il prodotto del volume della quantit di fluido vettore in circolazione e della differenza di temperatura tra il flusso di mandata e quello di ritorno tenendo presente la densit e lentalpia del fluido vettore. Un contatore di calore quindi costituito da due sensori di temperatura precisi e da uno strumento di misurazione del volume il quale viene installato nel circuito dellacqua calda o in quello dellacqua fredda. Ununit di calcolo elettronica calcola costantemente la differenza di temperatura tra il flusso di mandata e quello di ritorno e moltiplica tale valore per la portata. Il risultato cos ottenuto (lattuale potenza termica o di raffreddamento) viene sommato, indicato o inviato via cavo o via radio ad un sistema di elaborazione di dati. I contatori di calore devono essere tarati. Il contatore di calore compatto G20/ G 21 viene gi completamente installato in fabbrica e posizionato sul suo punto di taratura. Ci significa che il sensore della temperatura del flusso di ritorno gi stato installato nello strumento di misurazione del volume. A seconda del modello, il sensore della temperatura del flusso di mandata dotato di parti di avvitamento in modo da dover essere solo pi inserito nella bussola ad immersione KUNDO o nel rubinetto a sfere e poi avvitato. Durante il montaggio di pi contatori di calore compatti G 20 / G 21, garantire delle condizioni di montaggio possibilmente omogenee allinterno di un impianto. DESCRIZIONE TECNICA Il contatore di calore KUNDO G 20 / G 21 un prodotto di nuova creazione ampliabile con moduli sia interni che esterni. I moduli interni vengono montati nellapparecchio in modo definitivo in fabbrica durante la produzione. Il G 20 / G 21 possiede due interfacce di comunicazione. 1. Linterfaccia ottica KUNDO-Opto accessibile dallesterno. Grazie a questa interfaccia, il contatore G 20 / G 21 programmabile ed ampliabile sul posto in qualsiasi momento. Il contatore di calore pu essere ampliato per il funzionamento via radio o tramite altre vie di comunicazione. I relativi moduli vengono semplicemente montati sullunit di calcolo. Linterfaccia KUNDO-Opto pu essere utilizzata nelle modalit 202 / rcu4 Mode e G 07 Mode. 2. Linterfaccia modulare interna per il modulo radio, il modulo con uscita di impulsi o il modulo Mbus interni. Con i moduli integrati, le informazioni vengono trasmesse tramite un collegamento a cavo montato fisso, avvitato e piombato (uscita di impulsi e M-bus) o via radio (868 MHz).

CARATTERISTICHE DELLAPPARECCHIO
Legenda 1+6 Piombini e aperture di ssaggio per i moduli esterni opzionali (lapertura ed il montaggio dei moduli sono possibili solo dopo aver eliminato i piombini) 2 a. selezione del display e dei livelli b. tasto di funzione per limpostazione della data di lettura c. tasto di funzione per limpostazione dellindirizzo dellM-bus (opzionale) 3 Uscita per il sistema M-bus con modulo interno M-bus installato (opzionale) Uscita del modulo con uscita di impulsi installato (opzionale) 4 Interfaccia di dati ottica KUNDO-Opto (contabilizzatore elettronico HKVE standard e G 07 standard) 5 Display a cristalli liquidi (LCD) 6+1 Piombini e aperture di ssaggio per i moduli esterni opzionali (lapertura ed il montaggio dei moduli sono possibili solo dopo aver eliminato i piombini) 7 Marchio di taratura e di controllo 8 Filettatura di collegamento ingresso dello strumento di misurazione del volume 9 Filettatura di collegamento ingresso dello strumento di misurazione del volume 10 Contenitore dellunit di calcolo 11 Sensore di temperatura (usso di ritorno) montato sso 12 Sensore di temperatura (usso di mandata) montato sso 13 Contrassegno della direzione di usso 14 Collegamento a vite del sensore montato sso 15 Contenitore metallico dellimpianto idraulico / indicatore di volume

Moduli interni ed esterni (modulo radio, modulo con uscita di impulsi e modulo M-bus opzionali) I moduli esterni vengono collocati allesterno sullunit di calcolo del contatore di calore e poi avvitati e piombati. Il contatore G 20 / G 21 pu essere ampliato con moduli esterni in qualsiasi momento. I moduli esterni comunicano con il contatore di calore tramite linterfaccia ottica integrata (KUNDO-Opto).

G 20 / G 21 CON STRUMENTO DI MISURAZIONE DEL VOLUME (impianto idraulico)


VISTA DALLALTO

(*) Le dimensioni possono variare a seconda del modello di strumento di misurazione del volume.

SCHEMA MISURATORE DI ENERGIA TERMICA

Contatori volumetrici sanitario (ACF-ACS) GWF Unico 2

80

0 16

70

Elettrovalvola di zona
70

170

140

STRUTTUR A GENER ALE


CM EASY - produzione sanitaria in centrale Cassette da incasso Piastre a parete

versione da incasso dimensioni 500 x 650 x 100 mm

versione da parete dimensioni 415 x 640 x 88 mm

2 taglie di Cassette o Piastre :

DN25 Riscaldamento DN25 Sanitario


6

DN20 Riscaldamento DN20 Sanitario

SCHEMA IDR AULICO DI UNA CASSETTA DI CONTABILIZZAZIONE

Prima di effettuare gli allacciamenti, tutte le tubature devono essere accuratamente lavate per rimuovere eventuali residui che potrebbero compromettere il buon funzionamento della Standard Unit. Gli allacciamenti idraulici verso caldaia e impianto devono essere eseguiti come da illustrazioni seguenti. Sono forniti di serie i rubinetti di intercettazione sia verso limpianto che verso la centrale termica.

PERDITA DI CARICO DN20 - DN25


Perdita di carico (kPa)

DN25

DN20

(10 kPa = 0,1 bar = 1 m ca)

Portata (m3/h)

DN20

DN25
valore massimo 1,5 29 valore nominale 1,7 2,3 valore massimo 20 40

Tabella Portate
Portata Perdita di carico m3 /h m /h
3

valore nominale 1,0 13

FORNITUR A PRIMA PARTE (installazione dime) Dima da incasso


Le dime sono in grado di alloggiare: - circuito riscaldamento (riscaldamento / raffrescamento) nel diametro o 1 - circuito acqua calda sanitaria - circuito acqua fredda sanitaria

Modalit di installazione - Posizionare la dima nella nicchia appositamente realizzata nel muro; - Realizzare un appoggio solido e stabile per la cassetta allinterno della nicchia; - Mettere in bolla la cassetta di contenimento; - Chiudere le valvole a sfera; - Realizzare le connessioni con la rete, le colonne, e lutenza; - Collegare le tubazione alle valvole a sfera prestando attenzione a non ruotare le valvole dalla propria sede; - Fissare in modo definitivo la cassetta, riempire con la calce gli spazi tra pareti metalliche e muro.

Dima da parete
Le dime sono in grado di alloggiare: - circuito riscaldamento (riscaldamento / raffrescamento) nel diametro o 1 - circuito acqua calda sanitaria - circuito acqua fredda sanitaria

Modalit di installazione - Fissare la dima a parete mediante tasselli, utlizzando i 2 fori esistenti nella parte superiore della piastra di fondo; - Verificare la messa in bolla della dima; - Chiudere le valvole a sfera; - Realizzare le connessioni con la rete, le colonne, e lutenza. Collegare le tubazione alle valvole a sfera prestando attenzione a non ruotare le valvole dalla propria sede.

Box CM EASY - DN20

Box CM EASY - DN25

Legenda 1 2 Cassetta Valvola a sfera 3/4

Legenda 1 2 3 Cassetta Valvola a sfera 1 Valvola a sfera 3/4

Plate CM EASY - DN20

Plate CM EASY - DN25

Legenda 1 2 Piastra Valvola a sfera 3/4

Legenda 1 2 3 Piastra Valvola a sfera 1 Valvola a sfera 3/4

Orientamento
Le dime di montaggio non hanno vincoli rispetto al senso di flusso dei fluidi. Il senso di flusso viene determinato durante lassemblaggio dei componenti di regolazione e di contabilizzazione allinterno nella dima. Lo stesso modulo pu essere installato in: - orizzontale con ingresso fluido da destra o da sinistra. - verticale con ingresso fluido dallalto o dal basso (in questo caso la dima deve essere ruotata di 90).

Ingresso da destra Uscita a sinistra

Ingresso da sinistra Uscita a destra

Ingresso dallalto Uscita dal basso

Ingresso dal basso Uscita dallalto

10

COPERCHIO e CORNICE - DN20 e DN25

Legenda 1 2 3 Coperchio Serratura Cornice

FORNITUR A SECONDA PARTE (inserimento frutti) 3 Tipologie di frutti preassemblati Riscaldamento


- DN25 Caldo/Freddo Lettura Locale e M-Bus Per impianti a pavimento o Fancoil con raffrescamento con gestione letture centralizzata - DN20 Caldo Lettura Locale e M-Bus Per impianti solo riscaldamento con gestione letture centralizzata - DN20 Caldo Lettura Locale Per impianti solo riscaldamento con gestione letture locali
Raccordi estensibili

Valvola di zona

Misuratore di energia

2 Tipologie di frutti preassemblati Sanitario


- DN20 Caldo/Freddo Lettura Locale e M-Bus Per acqua calda e fredda sanitaria con gestione letture centralizzate - DN20 Caldo/Freddo Lettura Locale Per acqua calda e fredda sanitaria con gestione letture locali
Contatore volumetrico

Raccordo estensibile

11

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Gruppo circuito di regolazione e contabilizzazione riscaldamento/condizionamento


INGRESSO DA DESTRA USCITA A SINISTRA INGRESSO DAL BASSO USCITA DALL ALTO (non rappresentato) Prendere dalla confezione il gruppo di regolazione e contabilizzazione riscaldamento/raffrescamento e quattro guarnizioni piane. Tenendolo nella posizione della figura a fianco ruotare il corpo blu del misuratore di energia per portare il display sul lato opposto alloperatore con il pulsante di selezione in basso a sinistra, visualizzando al contrario i dati riportati sulla etichetta.
Raccordi estensibili

Valvola di zona

Misuratore di energia

Posizionare il gruppo regolazione e contabilizzazione con la valvola di zona verso le prime due valvole a sfera, in alto sulla dima, collegate alle tubazioni dellIMPIANTO CENTRALE. Posizionare due guarnizioni nei dadi delle tubazioni di rame e stringere i dadi con chiave del 36 sulle valvole di sinistra della dima come da figura a fianco.

Posizionare le altre due guarnizioni nei dadi dei raccordi estensibili e serrare i dadi con chiave del 36 sulle valvole di destra della dima come da figura a fianco.

Aprire le valvole a sfera e verificare la perfetta tenuta idraulica.

Collegare il motore della valvola di zona al cronotermostato ambiente della UTENZA verificando la corrispondenza dei valori di tensione utilizzati.

12

INGRESSO DA SINISTRA USCITA A DESTRA INGRESSO DALL ALTO USCITA DAL BASSO (non rappresentato) Prendere dalla confezione il gruppo di regolazione e contabilizzazione riscaldamento/raffrescamento e quattro guarnizioni piane. Tenendolo nella posizione della figura a fianco ruotare il corpo blu del misuratore di energia per portare il display verso loperatore con il pulsante di selezione in alto a destra, visualizzando correttamente i dati riportati sulla etichetta.
Raccordi estensibili

Valvola di zona

Misuratore di energia

Posizionare il gruppo regolazione e contabilizzazione con la valvola di zona verso le prime due valvole a sfera, in alto sulla dima, collegate alle tubazioni dellIMPIANTO CENTRALE. Posizionare due guarnizioni nei dadi delle tubazioni di rame e stringere i dadi con chiave del 36 sulle valvole di destra della dima come da figura a fianco.

Posizionare le altre due guarnizioni nei dadi dei raccordi estensibili e serrare i dadi con chiave del 36 sulle valvole di sinistra della dima come da figura a fianco.

Aprire le valvole a sfera e verificare la perfetta tenuta idraulica.

Collegare il motore della valvola di zona al cronotermostato ambiente della UTENZA verificando la corrispondenza dei valori di tensione utilizzati.

13

Modulo INTERFACCIA MBUS nella dima


Viti fissaggio coperchio

Foro fissaggio Modulo

Foro fissaggio Modulo

Prendere dalla confezione il modulo interfaccia MBus e fissarlo alla piastra di fondo utilizzando il velcro adesivo. Posizionare i passacavi verso i gruppi idraulici come da figura a fianco.

Aprire il coperchio del modulo interfaccia MBus e collegare i cavi dei contatori e la linea MBus come da schema elettrico descritto nella pagina a finco.

Collegare il motore della valvola di zona al cronotermostato ambiente delL UTENZA verificando la corrispondenza dei valori di tensione utilizzati.

Raccogliere i cavi elettrici mediante fascette per ottenere il risultato come da figura a fianco.

14

Schema elettrico
CM EASY HC BUS e CM EASY ACFS BUS

Disposizione componenti e cablaggio

15

Gruppo circuito contabilizzazione acqua calda sanitaria


INGRESSO DA DESTRA USCITA A SINISTRA INGRESSO DAL BASSO USCITA DALL ALTO (non rappresentato) Prendere dalla confezione il gruppo sanitario caldo (si riconosce dal posizionamento del raccordo estensibile dopo il contatore, rispetto al senso della freccia di flusso) e due guarnizioni piane. Posizionare il gruppo sanitario caldo con la freccia stampata sul contatore volumetrico verso la valvola nella penultima posizione in basso a sinistra della dima collegata alla tubazione dellIMPIANTO CENTRALE SANITARIO acqua calda.

Contatore volumetrico

Raccordo estensibile

Posizionare una guarnizione nel dado della tubazione di rame e stringere il dado con chiave del 36, durante la manovra assicurarsi che il contatore volumetrico rimanga in bolla nella posizione verticale come da figura a fianco.

Posizionare laltra guarnizione nel dado del raccordo estensibile verso la valvola in basso a sinistra della dima collegata alla tubazione acqua calda sanitario dellUTENZA come da figura a fianco.

Serrare il dado con chiave del 36 sulla valvola sinistra della dima come da figura a fianco.

Aprire le valvole a sfera e verificare la perfetta tenuta idraulica.

16

INGRESSO DA SINISTRA USCITA A DESTRA INGRESSO DALL ALTO USCITA DAL BASSO (non rappresentato) Prendere dalla confezione il gruppo sanitario caldo (si riconosce dal posizionamento del raccordo estensibile dopo il contatore, rispetto al senso della freccia di flusso) e due guarnizioni piane. Posizionare il gruppo sanitario caldo con la freccia stampata sul contatore volumetrico verso la valvola nella penultima posizione in basso a sinistra della dima collegata alla tubazione dellIMPIANTO CENTRALE SANITARIO acqua calda.

Contatore volumetrico

Raccordo estensibile

Posizionare una guarnizione nel dado della tubazione di rame e stringere il dado con chiave del 36, durante la manovra assicurarsi che il contatore volumetrico rimanga in bolla nella posizione verticale come da figura a fianco.

Posizionare laltra guarnizione nel dado del raccordo estensibile verso la valvola in basso a destra della dima collegata alla tubazione acqua calda sanitario dellUTENZA come da figura a fianco.

Serrare il dado con chiave del 36 sulla valvola destra della dima come da figura a fianco.

Aprire le valvole a sfera e verificare la perfetta tenuta idraulica.

17

Gruppo circuito contabilizzazione acqua fredda sanitaria


INGRESSO DA DESTRA USCITA A SINISTRA INGRESSO DAL BASSO USCITA DALL ALTO (non rappresentato) Prendere dalla confezione il gruppo sanitario freddo (si riconosce dal posizionamento del raccordo estensibile prima del contatore, rispetto al senso della freccia di flusso) e due guarnizioni piane. Posizionare il gruppo sanitario freddo con la freccia stampata sul contatore volumetrico verso la valvola, in basso a sinistra della dima collegata alla tubazione acqua fredda sanitaria UTENZA.
Raccordo estensibile

Contatore volumetrico

Posizionare una guarnizione nel dado della tubazione di rame e stringere il dado con chiave del 36, durante la manovra assicurarsi che il contatore volumetrico rimanga in bolla nella posizione verticale come da figura a fianco.

Posizionare laltra guarnizione nel dado del raccordo estensibile come da figura a fianco.

Serrare il dado con chiave del 36 sulla valvola in basso a destra della dima come da figura a fianco.

Aprire le valvole a sfera e verificare la perfetta tenuta idraulica.

18

INGRESSO DA SINISTRA USCITA A DESTRA INGRESSO DALL ALTO USCITA DAL BASSO (non rappresentato) Prendere dalla confezione il gruppo sanitario freddo (si riconosce dal posizionamento del raccordo estensibile prima del contatore, rispetto al senso della freccia di flusso) e due guarnizioni piane. Posizionare il gruppo sanitario freddo con la freccia stampata sul contatore volumetrico verso la valvola, in basso a destra della dima collegata alla tubazione acqua fredda sanitaria UTENZA.
Raccordo estensibile

Contatore volumetrico

Posizionare una guarnizione nel dado della tubazione di rame e stringere il dado con chiave del 36, durante la manovra assicurarsi che il contatore volumetrico rimanga in bolla nella posizione verticale come da figura a fianco.

Posizionare laltra guarnizione nel dado del raccordo estensibile come da figura a fianco.

Serrare il dado con chiave del 36 sulla valvola sinistra in basso alla dima come da figura a fianco.

Aprire le valvole a sfera e verificare la perfetta tenuta idraulica.

19

SCHEMA INSTALLAZIONE TIPICA


Qualora si decidesse di effettuare la lettura centralizzata dei dati tramite Personal Computer necessario predisporre un sistema di canaline elettriche riservate a questo utilizzo. Il software di contabilizzazione permette la lettura centralizzata dei consumi di ogni singola utenza, si consiglia per avere unanalisi completa dellandamento dellimpianto anche la lettura dellenergia prodotta in centrale termica, che consente di calcolare le perdite di calore che avvengono nel sistema di distribuzione. Per la contabilizazione dellenergia prodotta in centrale termica occorre installare: un contatore volumetrico adeguato con corrispettivo protocollo di comunicazione al contatore di energia. un contatore di energia termica adeguato con corrispettivo protocollo di comunicazione al contatore volumetrico. una coppia di sonde di temperatura e relativi pozzetti, con corrispettivo protocollo di comunicazione al contatore di energia. La scelta del contatore volumetrico che consenta una lettura attendibile del volume con una percentuale di errore contenuta (2%) dipende dalla portata che transita nel circuito. Tipicamente si considera la portata nominale, anche se la soglia di riferimento sotto la quale non si deve mai scendere la portata di transizione.

1 2 3 4 5 6 7

STANDARD UNIT Cronotermostato Bypass (ricircolo impianto necessario per chiudere lanello di circolazione) Convertitore segnale Software Contatore volumetrico Contatore di energia termica

FASI OPER ATIVE PER LA TAR ATUR A


TARATURA RAMO BY-PASS DN20 E DN 25 Il by-pass pu essere regolato per generare le stesse condizioni di perdite di carico dellutenza sia a valvola di zona aperta che a valvola di zona chiusa (passaggio del fluido attraverso il ramo di by-pass). Per la taratura del ramo di by-pass, procedere come segue: - togliere il coperchio inferiore della valvola di zona, utilizzando una chiave a brugola del 12 mm, per accedere al detentore del by-pass come indicato in figura;

Bilanciamento

By-pass

- inserire la stessa brugola nella sede del detentore e impostare il nr. di giri sulla base della portata nominale desiderata, secondo la tabella a lato.

Nr. giri detentore Chiusura totale Apertura 1/4 g Apertura 1/2 g Apertura 3/4 g Apertura 1 g Apertura 11/4 g Apertura 11/2 g Apertura totale 3 g

Portata nominale [l/h] 90 470 680 820 910 970 990 1000

20

By-pass regolabile NON RIMUOVERE!

Tappo regolazione by-pass Tappo regolazione by-pass

- Il by-pass anche se completamente chiuso consente in ogni caso una circolazione minima di 50 litri/h tra mandata e ritorno generatore. Questo accorgimento garantisce anche nel caso che tutti gli impianti a valle delle cassette siano chiusi, esita una circolazione tra mandata e ritorno, caratteristica che impedisce di avere circolatori di impianto in funzione con portate pari a 0.

TARATURA PORTATA IMPIANTO A VALLE DEL CONTABILIZZATORE - smontare lattuatore della valvola di zona (cio ruotare la ghiera di fissaggio in senso antiorario) ed inserire la chiave di regolazione che possiede lo stesso principio di fissaggio dellattuatore;

- Effettuare la taratura della portata agendo sulla parte superiore della chiave. Si pu utilizzare sia una chiave esagonale che un utensile (tipo cacciavite) da infilare nel foro apposito; - Dopo ogni manovra di regolazione, attendere almeno 15 secondi, affinch il passaggio del fluido si stabilizzi; - Leggere sul display del misuratore di energia termica il valore della portata; - Continuare con questa modalit finch non si ottiene la portata desiderata. Per le operazioni di bilanciamento globale dellimpianto, per cui necessario effettuare un bilanciamento con metodo compensato, si rimanda a testi specialistici relativi al bilanciamento delle reti idroniche. La taratura della portata nominale di impianto effettuata dopo che si sia provveduto a sfiatare il circuito termico a valle della cassetta di contabilizzazione e dopo aver verificato che tutti i rami dellimpianto domestico a valle della cassetta di contabilizzazione siano aperti. La taratura della portata pu essere fatta a freddo (impianto termico non funzionante). In caso di impianto termico funzionante e con la presenza di valvole termostatiche sugli elementi, provvedere a posizionare le testine termostatiche al massimo e verificando la loro completa apertura.

21

TABELLE COMPOSIZIONI
Moduli preassemblati solo riscaldamento o con produzione sanitaria da 3/4 e 1
Portata nominale m3/h Risc/Sanit Risc/Sanit Risc/Sanit Risc/Sanit 2,5 2,5 2,5 2,5 2,5 Riscald/Raffresc Riscaldamento Riscaldamento Sanit Caldo/Freddo Sanit Caldo/Freddo M-Bus M-Bus Locale M-Bus Locale Tipo applicazione Comunicazione contabilizzatore H* mm L* mm P* mm DN25 DN20 DN25 DN20 DN25 DN20 DN20 DN20 DN20
(3) modulo preassemblato lato impianto.

Attacchi idraulici Riscaldamento Sanitario

Codice n.

Denominazione commerciale

Note

650 550 110 650 550 110 640 416 640 416 90 90

DN20 DN20 DN20 DN20

20006944 BOX CM Easy DN25 20008556 BOX CM Easy DN20 20006945 PLATE CM Easy DN25 20008557 PLATE CM Easy DN20 20006947 CM Easy HC Bus DN25 20008558 CM Easy H Bus DN20 20008559 CM Easy H Local DN20 20006949 CM Easy ACFS Bus DN20 20008561 CM Easy ACFS Local DN20

(1) (1) (2) (2) (3) (3) (3) (4) (4)

(1) cassetta da incasso. (2) piastra a parete. * Dimensione della cassetta finita.

(4) modulo preassemblato lato sanitario.

Denominazione e componenti Contomodulo V3V HC ACSF Bus 1P CM Easy HC Bus DN25 CM Easy ACFS Bus DN20 CM Easy ACFS Bus DN20 BOX CM Easy DN25 Kit Porta e cornice

Codice

Descrizione

20006947 20006949 20006949 20006944 20006951

Frutto DN25 premontato con contacalorie per caldo/freddo compatto Kundo con display e scatola di uscita segnale M-bus. Comprensivo di valvola 3 via con filtro, by-pass e taratura incorporati alla valvola. Frutto DN20 Premontato con contalitri sanitario caldo/freddo compatto con uscita M-Bus Frutto DN20 Premontato con contalitri sanitario caldo/freddo compatto con uscita M-Bus Incasso zincato DN25 con dima e rubinetti riscaldamento (DN25) e sanitario (DN20) premontati Porta e cornice zincata

Contomodulo V3V H ACSF Bus 3/4P CM Easy H Bus DN20 CM Easy ACFS Bus DN20 CM Easy ACFS Bus DN20 BOX CM Easy DN20 Kit Porta e cornice 20008558 20006949 20006949 20008556 20006951
Frutto DN20 premontato con contacalorie per caldo compatto Kundo con display e scatola di uscita segnale M-bus. Comprensivo di valvola 3 via con filtro, by-pass e taratura incorporati alla valvola. Frutto DN20 Premontato con contalitri sanitario caldo/freddo compatto con uscita M-Bus Frutto DN20 Premontato con contalitri sanitario caldo/freddo compatto con uscita M-Bus Incasso zincato DN20 con dima e rubinetti riscaldamento (DN20) e sanitario (DN20) premontati Porta e cornice zincata

Contomodulo V3V H ACSF Local 3/4P CM Easy H Local DN20 CM Easy ACFS Local DN20 CM Easy ACFS Local DN20 BOX CM Easy DN20 Kit Porta e cornice 20008559 20008561 20008561 20008556 20006951
Frutto DN20 premontato con contacalorie per caldo compatto Kundo con display e lettura locale. Comprensivo di valvola 3 via con filtro, by-pass e taratura incorporati alla valvola. Frutto DN20 Premontato con contalitri sanitario caldo/freddo compatto con lettura locale Frutto DN20 Premontato con contalitri sanitario caldo/freddo compatto con lettura locale Incasso zincato DN20 con dima e rubinetti riscaldamento (DN20) e sanitario (DN20) premontati Porta e cornice zincata

Concentratori con Display per M-Bus Concentratore 60 nodi M-Bus 20008831


Concentratore per 60 nodi con protocollo com M-Bus, display e tastiera per lettura locale dei consumi e porta seriale RS232 per PC o Modem GSM Concentratore per 120 nodi con protocollo com M-Bus, display e tastiera per lettura locale dei consumi e porta seriale RS232 per PC o Modem GSM Concentratore per 250 nodi con protocollo com M-Bus, display e tastiera per lettura locale dei consumi e porta seriale RS232 per PC o Modem GSM

Concentratore 120 nodi M-Bus

20008832

Concentratore 250 nodi M-Bus

20012059

22

KIT PORTA E CORNICE (accessorio)


Gi disponibile vedi pagina 11.

CONCENTR ATORI MBUS PER LA LETTUR A CENTR ALIZZATA MISUR ATORI DI ENERGIA TERMICA (accessori)
CONCENTRATORE PER MAX 60 NODI CONCENTRATORE PER MAX 120 NODI CONCENTRATORE PER MAX 250 NODI

Alimentazione Baud rate Montaggio N. max misuratori

230 Vac 3009600 a parete 60

Alimentazione Baud rate Montaggio N. max misuratori

230 Vac 3009600 a parete 120

Alimentazione Baud rate Montaggio N. max misuratori

230 Vac 3009600 a parete 250

La lettura centralizzata dei consumi e dei dati di funzionamento dei contabilizzatori viene effettuata tramite concentratori M-Bus conformi allo standard EN1434. I concentratori sono muniti di display e tastiera per la lettura locale dei dati in un unico punto delledificio, hanno una porta seriale RS232 per il collegamento a Personal Computer locale ed una porta seriale RS232 per il collegamento a modem per la telelettura a distanza.

Caratteristiche Software
- Tutte le funzioni sono gestite da microprocessore. - Gestione simultanea dei misuratori denergia termica M-Bus. - Il concentratore master disponibile nella versione: massimo 60 dispositivi / carico unitario (1.5 mA ciascuno). - Velocit di comunicazione seriale: 300-9600 Baud. - Estensione completa del bus secondo specifica M-Bus. - Interruzione della alimentazione sul bus in caso di corto circuito e sovracorrente con ripristino automatico alla fine dellanomalia. - Protezione delle sovratensioni transitorie sui collegamenti M-Bus. - Protezione da campi elettromagnetici. - Rivelazione e segnalazione di collisione dati. - LED per segnalazione: comunicazione M-Bus, corrente massima del bus e sovracorrente / cortocircuito. - Visualizzazione stato di servizio interfaccia seriale e collegamento modem. - Diagnosi e segnalazione del bus system. - Il concentratore dati conforme alla normative CE.

Carattestiche CPU
Il concentratore dati basatosi di un microcontrollore che gestisce in modo autonomo la comunicazione di protocollo M-Bus, la tastiera multifunzione e display alfanumerico a quattro righe, CPU da 512 kB di RAM, 512 kB per Messaggio Lampo Eprom, un orologio datario e dispositivo di ripristino automatico. I dati possono essere letti sul display LCD del concentratore utilizzando la tastiera.

Autodiagnosi
Il concentratore dati effettua lautodiagnosi per controllare i sistemi hardware collegati CPU o PC, rilevando informazioni sul tipo di software e hardware, e sullo stato del M-Bus collegato.
23

Caratteristiche Hardware
Alimentazione Tensione Contenitore Dimensioni Protezione Materiale Colore Peso Condizioni desercizio Temperatura funzionamento Temperatura stoccaggio Umidit Normative Direttiva EMC Emissioni Sicurezza M-Bus DIN EN 50081-1 / EN 55022 Classe B / EN 60555 DIN EN 50082-2 / ENV50140 / ENV50204 / EN61000-4-4 EN1434-3 045 C -1060 C 1070% LHP = 166190112 mm IP 53 (con pressacavi) Plastica ABS Grigio chiaro, RAL7035 1,3 Kg 230 Vca, 50 Hz, 25 W

Scelta del concentratore in funzione del tipo di utenza


Per una corretta scelta del tipo di concentratore dunque necessario considerare quanto segue: - Una cassetta di contabilizzazione dotata di una contatore di riscaldamento necessita di 1 nodo M-bus. - Una cassetta di contabilizzazione dotata di un contatore di riscaldamento e di raffrescamento necessita di 2 nodi M-bus. - Ogni misuratore di portata dacqua 1 nodo M-bus.

1 nodo M-Bus (se anche freddo aggiungere un nodo al conteggio)

1 nodo M-Bus

1 nodo M-Bus Per quanto sopra ogni singola cassetta di contabilizzazione pu necessitare di 4 nodi M-Bus. Nella scelta del concentratore va quindi considerata la configurazione di contabilizzazione da applicarsi in centrale termica nel caso la si voglia collegare.

Installazione del concentratore


INSTALLAZIONE MECCANICA Il fissaggio del concentratore a parete.

24

INSTALLAZIONE ELETTRICA Morsettiera di collegamento

M-BUS RS485 Terra N F

(+),(-) RxTx+,RxTx-

3 coppie per M-Bus Slaves 2 morsetti su due livelli per RS485 Terminali di terra per alimentazione e M-Bus Slaves Neutro alimentazione (220 Vca) Fase alimentazione (220 Vca)

LED di segnalazione
ON OFF ON OFF ON ON Alimentazione inserita e Master in attesa di comunicazione Master in comunicazione Slave in comunicazione Slave in attesa di comunicazione Stato del bus con funzionamento regolare Sovracorrente sul bus (cortocircuito)

ON (verde)

SLAVE (giallo) MAX (giallo) SHORT (rosso)

Schema centralizzazione Mbus (max 60 unit)

25

Schema centralizzazione Mbus (max 250 unit)

26

LA STRUMENTAZIONE DA CENTR ALE


MISURATORE DI ENERGIA TERMICA UNIVERSALE CON TRASMISSIONE SERIALE DATI M-BUS EN1434

Specifiche tecniche Vista frontale con dimensioni in millimetri:

Alimentazione Batterie Vers B Standard Litio 3V 1,8Ah, durata 10anni

Display Protezione Temperatura funzionamento Temperatura stoccaggio Sonde di temperatura Cavi di collegamento sonde Per lunghezze fino a 7,5 mt Per lunghezze fino a 10 mt Per lunghezze fino a 15 mt Campo di lavoro Temperature Delta temperature mandata/ritorno Misuratore di portata Frequenza impulso Lunghezza impulso Tensione Lunghezza cavi Peso impulso Uscita seriale dati Uscite digitali (vers.U) Energia e volume Lunghezza impulso Uscita digitale di allarme Open collector con lunghezza iimpulso

LCD a 7+2 cifre IP54 +5 +55 C -20 +70 C Pt500 selezionate in coppia

conduttori sez 0,75 mm2 conduttori sez 1,00 mm2 conduttori sez 1,50 mm2

0 190 C 2 120 K

max 12 Hz min 40 ms max 3 V max 15 mt programmabile da 1 a 250 lt/p (*) M-Bus standard EN14134-3

open collector 250 ms

250 ms

Omologazione
(*) il valore impostato indicato alla riga 63 del display

CE-MID

27

MISURATORE DI ENERGIA TERMICA PER UTENZA CON LETTURA CENTRALIZZATA DEI DATI Il misuratore munito di display a cristalli liquidi LCD per la verifica dei parametri di funzionamento e la lettura di dati di consumi memorizzati. La posizione standard del display mostra lenergia termica totalizzata come indicato in figura:

Mediante il pulsante a bordo dello strumento possibile selezionare la lettura dei seguenti parametri: - Volume totalizzato. - Diagnostica con eventuale codice di errore e tempo trascorso dallaccaduto. - Potenza termica istantanea. - Portata istantanea. - Temperatura di mandata. - Temperatura di ritorno. - Differenza di temperatura. - N. 2 date programmate per la registrazione dei consumi e relativi parametri memorizzati: .Data impostata .Energia termica totalizzata. .Volume totalizzato. .Volume totalizzato in presenza di misura di energia. .Eventuale errore e tempo trascorso. - Registrazione di 37 consumi mensili con gli stessi parametri come per le date programmate. - Tempo di funzionamento totale dello strumento. - Orologio con data e ora. - Data suggerita per il cambio delle batterie. - Numero di serie. - Indirizzo sul bus di comunicazione. - Peso impulso da contatore volumico. - Posizione del contatore volumico (mandata o ritorno).

Collegamenti elettrici La figura mostra la morsettiera di collegamento e la batteria di alimentazione, situati nella parte posteriore del misuratore.
Morsetti Descrizione

Kt 0 F F R R P1 0 P2 A A1 A2 M-Bus M-Bus

Contatore volumico - segnale Contatore volumico - riferimento Sonda alta temperatura (mandata riscald.) Sonda alta temperatura (mandata riscald.) Sonda bassa temperatura (ritorno riscald.) Sonda bassa temperatura (ritorno riscald.) Uscita impulsiva Energia Uscite / Ingressi digitali - riferimento Uscita impulsiva Volume Uscita digitale di allarme Bus Siox (opzione) Bus Siox (opzione) Meter Bus Meter Bus

SONDE DI TEMPERATURA TCF85 Coppia di sonde di temperatura Pt500. Complete di guaina in acciao inox con attacco filettato 1/2 L = 85 mm. Adatte a misuratori con Dn 50.

28

MISURATORI DI PORTATA CON USCITA IMPULSIVA MTW / MTW-VA / MTW-VB


Caratteristiche Temperatura massima acqua Pressione nominale Corpo in ottone. Lettura diretta volume transitato a quadrante asciutto. Attacchi filettati (da abbinare a dadi e cannotti mod. DC..) (2) Completo di trasmettitore di impulsi per collegamento a pannello elettronico misuratore di energia termica. MTW MTW-VA MTW-VB montaggio orizzontale - cl. B/Ac 3 verticale con ingresso dallalto- cl. B/Ac 3 verticale con ingresso dal basso - cl. B Ac 3 90 C (1) PN 16

(1) Su richiesta esecuzioni con temperatura massima fino a 110 C. (2) Su richiesta esecuzioni con attacchi flangiati.

Perdite di carico

Dati tecnici

Modello

MTW

MTW-VA / MTW-VB

DN Attacchi filettati senza dadi e cannotti Attacchi filettati con dadi e cannotti Campo di lavoro Portata nominale Portata massima Portata minima Range di misura qi/qs Dimensioni Lunghezza senza dadi e cannotti Lunghezza con dadi e cannotti Altezza totale misuratore Altezza dallasse del tubo Profondit totale Profondit dallasse del tubo Larghezza B C D E F mm mm mm A mm mm mm qp qs qi mc/h mc/h lt/h

25 1-1/4 1 3,5 7,0 70 1:50 260 378 159 116

32 1-1/2 1-1/4 6,0 12,0 120 1:50 260 378 159 116

40 2 1-1/2 10,0 20,0 200 1:50 300 438 185 139

50 23/8 2 15,0 30,0 300 1:50 300 438 199 142

25 1-1/4 1 3,5 7,0 70 1:50 150 268

32 1-1/2 1-1/4 6,0 12,0 120 1:50 150 268

40 2 1-1/2 10,0 20,0 200 1:50 200 338

171 145 101 29 101 137 150 100

171 146 103

186 162 134

Legenda

2 6

ESEMPI DI APPLICAZIONE

10

12

13

14

Sistema CS25R TAU UNIT 35 e sistema di contabilizzazione con CM EASY

15

30

20 21 22

23

24 25

26

27

28

29

Degasatore manuale Collettore solare Trattamento acqua Termostato ambiente Collettore distribuzione Miscelatore termostatico Vaso espansione sanitario Vaso espansione impianto Valvole termostatiche Circolatore Sonda esterna Bollitore solare Riello 7200/2 Ready Vaso espansione solare Tau Unit 25 Incasso o Piastra Box o Plati CM Easy DN20 Frutto premontato CM Easy H Bus DN20 per riscaldamento Frutto premontato CM Easy ACFS Bus DN20 per sanitario Concentratore dati 60 nodi Kit contacalorie completo da centrale MTW

Sistema con caldaia murale, collettore solare, gruppo idraulico e sistema di contabilizzazione con CM EASY

31

CM EASY
DESCRIZIONE PER CAPITOLATO
GRUPPI IDRAULICI PREASSEMBLATI - RISCALDAMENTO E PRODUZIONE ACQUA CALDA SANITARIA CENTRALIZZATA CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE I CM Easy Riello sono la gamma di cassette di distribuzione idraulica per la contabilizzazione del calore, appositamente progettati per gestire il comfort delle unit abitative nei moderni impianti termici con produzione sanitaria centralizzata. I CM Easy Riello consentono di abbinare i vantaggi dellimpianto centralizzato (risparmio energetico, ridotte spese di gestione) a quelli dellimpianto autonomo (lutente gestisce il comfort e paga per quanto consuma). Sono ideali per risparmiare spazio nelle nuove installazioni e per ristrutturazioni sottoposte a vincoli estetici da parte della committenza. Sono una serie di moduli idraulici componibili per installazione ad incasso o piastra a parete da DN20 e DN25. Si compongono di: - cassette vuote o piastre a parete - dima - valvole per il riscaldamento e sanitario per installazione in cantiere in fase di posa in opera della distribuzione - moduli preassemblati per limpianto (DN20 o DN25) costituiti dalle: - tubazioni idrauliche - valvola 3 vie compatta in ottone che comprende anche il filtro e la taratura impianto/by pass - contacalorie completo dellunit di calcolo (versione per DN25 conteggia il riscaldamento e il raffrescamento) - moduli preassemblati per il sanitario caldo/freddo (DN20) costituiti da: - tubazioni idrauliche - contalitri. - raccordi estensibili per facilitarne linstallazione. Due versioni: - con uscita M-bus per la gestione centralizzata delle letture - con lettura locale dei consumi.

ACCESSORI
- Kit Porta e Cornice per BOX CM Easy DN20 o DN25 - Kit Coibentazione per CM Easy HC DN25 in applicazione Raffrescamento (1) - Kit Taratura impianto e By-pass (3) - Kit 4 tubi lavaggio impianto (per una cassetta completa) - Cronotermostato Digitale settimanale EASY E1 20006951 20006940 20006943 20006954 4334400 vedi pag. 11

ACCESSORI DA CENTR ALE


- Concentratore Dati con Display fino a 60 nodi (2) - Concentratore Dati con Display fino a 120 nodi (2) - Concentratore Dati con Display fino a 250 nodi (2) - Kit contacalorie completo da centrale MTW25 orizzontale 3,5 m3 /h (4) - Kit contacalorie completo da centrale MTW32 orizzontale 6,0 m3 /h (4) - Kit contacalorie completo da centrale MTW40 orizzontale 10,0 m3 /h (4) - Kit contacalorie completo da centrale MTW50 orizzontale 15,0 m3 /h (4) 20008831 20008832 20012059 20012068 20012069 20012070 20012071 vedi pag. 23 vedi pag. 23 vedi pag. 23

(1) Coibentazione a celle chiuse per CM Easy HC DN25 utilizzato in particolare contro la condensa per applicazioni in raffrescamento. (2) Concentratore dati M-Bus EN1443-4 con display e tastiera per configurazione e letture locali. Fornito anche di 2 porte seriali RS232 per uscita PC o Modem GSM. (3) Kit di taratura necessario per settare la valvola a 3 vie a corredo del CM Easy. (4) Comprensivo di misuratore di portata, due sonde per diametri < DN50 con guaina in acciaio e misuratore energia termica.

CERTIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI DI MISUR A DI CM EASY


La normativa europea che regolamenta gli strumenti di misura utilizzati nel nostro sistema la direttiva MID (direttiva 2004/22/CE Measurament Instrument Directive). La Direttiva MID stabilisce con la categoria MI-001 i requistiti dei misuratori dacqua, con la categoria MI-004 i requisiti dei contatori di energia termica. La direttiva MID stata recepita in Italia dal DL 2 Febbraio 2007 n22. Tutta la strumentazione utilizzata nel nostro sistema certificata MID.
Dispositivo Contatore di energia Contatore acqua sanitaria Contatore di energia Misuratore di portata Collocazione Cassetta / dima Cassetta / dima Centrale Centrale Fornitore KUNDO GWF Metrima/svm GWF Sigla di riferim. G20/G21 Unico2 F2 MTW Tipo certificato MID (MI004) MID (MI001) MID (MI004) MID (MI004) Rilasciato da Ente PTB METAS Metrima/SP (Tech Inst Sweden) METAS

32

CERTIFICATI

33

34

Di seguito i capisaldi del decreto del 2 Febbraio 2007 N 22. Il Decrteo Legislativo 2 febbraio 2007 n. 22 Attuazione della direttiva 2004/22/CE relativa agli strumenti di misura recepisce la Direttiva Europea 22 del 31 marzo 2004, emanata dal Parlamento e dal Consiglio Europeo e relativa agli strumenti di misura Il decreto legislativo definisce i requisiti cui debbono conformarsi una serie di dispositivi e di sistemi di misura ai fini della loro commercializzazione e messa in servizio. Tra i dispositivi vi sono anche i) contatori dellacqua e ii) contatori di calore Il decreto si reso necessario per motivi di interesse pubblico, protezione dellambiente, tutela dei consumatori, imposizione di tasse e di diritti e lealt delle transazioni commerciali, ecc. Art. 5: Marcatura di conformit Comma 1. La conformit di uno strumento di misura a tutte le disposizioni del presente decreto attestata dalla presenza, sul medesimo, della marcatura CE e dalla marcatura metrologica supplementare secondo quanto specificato allartivolo 13 Art. 13: Marcature Comma 2. La marcatura metrologica supplementare costituita dalla lettera maiuscola M e dalle ultime due cifre dellanno di apposizione della marcatura, iscritti in un rettangolo. Laltezza del rettangolo uguale allaltezza della marcatura CE. La marcatura metrologica supplementare segue immediatamente la marcatura CE Art. 23: Disposizioni transitorie In deroga allarticolo 8, paragrafo 2, gli Stati membri consentono, per le funzioni di misurazione per cui hanno prescritto limpiego di uno strumento di misura sottoposto a controlli legali, la commercializzazione e la messa in servizio degli strumenti di misura che si conformino alle norme applicabili anteriormente al 30 ottobre 2006 fino alla scadenza della validit dellomologazione di tali strumenti o, in caso di omologazione di validit indefinita, per un periodo massimo di dieci anni a decorrere dal 30 ottobre 2006

35

ALTRE NORMATIVE DI RIFERIMENTO


NORME SUL RISPARMIO ENERGETICO - La legge 10/91 ed i decreti di attuazione ad essa collegati (DPR 412/93 e 551/99) hanno sottolineato limportanza della termoregolazione e della contabilizzazione. - In particolare la contabilizzazione stata assimilata ad una Fonte di energia rinnovabile. - Essa beneficia quindi delle facilitazioni previste dalla legge per quanto riguarda lapprovazione dellintervento in sede condominiale e leventuale erogazione di contributi in conto capitale.

- Risparmio economico, Comfort, Equit, Tutela dellambiente, Investimento economico, Detrazione fiscale, IVA agevolata, Sicurezza, Efficienza energetica. RIFERIMENTI LEGISLATIVI E NORMATIVI - Legge 10/1991 - Lapprovazione della contabilizzazione del calore in assemblea di condominio - Sentenza causa 1452/1999 Tribunale di Sanremo - Installazione dellimpianto di contabilizzazione del calore in condominio con regolamento di natura contrattuale - Norma UNI 10200/2005 - Norme tecniche sullinstallazione e il servizio di contabilizzazione del calore - Norma EN 834 - Norme tecniche sui ripartitori di calore - D.P.R. 412/1993 - Orario di accensione dellimpianto centralizzato con impianto di contabilizzazione del calore - D.P.R. 551/1999 - Obbligatoriet della contabilizzazione del calore - Decreti Legislativi 192/2005 e 311/2006 - Obbligo valvole termostatiche - D.L. 223/2006 - Agevolazioni fiscali per linstallazione dellimpianto di contabilizzazione del calore - Legge Finanziaria 2007 - Detrazione fiscale del 55% - Legge Finanziaria 2008 - Detrazione fiscale del 55% - Norma EN 442/1999 - Norme tecniche sulla determinazione della potenza radiante dei termosifoni.

Cod. 27002192 rev. 2 9/2010