Sei sulla pagina 1di 20

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia

Berta Martini, Maria Chiara Michelini Universit degli Studi Carlo Bo

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


La ricognizione dei lavori delle scuole: Circoli: 4, 5, 9, 10

Scuole dellinfanzia: 32

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


i criteri dellanalisi tipologia dei materiali ricevuti osservazioni relative alla programmazione

punti di forza punti di miglioramento

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola 1. Cimone Circolo Tipologia di materiali 4 Stralcio progr.ne dicembre 2010 lavoro articolato tra gruppi eterogenei ed omogenei per et Articolazione: Periodo bambini coinvolti insegnanti tempi spazi obiettivi (articolati per et) attivit (articolate per et) Programmazione ottobre 2010 gruppi eterogenei individuazione dello sfondo (il filo) a partire dalla routine il cerchiolino osservazioni visibilit rispetto alle famiglie attenzione alle tradizioni del territorio osservazione preventiva del livello di sviluppo e dei bisogni dei bambini

2. Romagnano

articolazione delle attivit per campi di esperienza valorizzazione delle attivit di routine attenzione agli aspetti affettivo-relazionali

3. Maso 4 Ginocchio

Articolazione campo di esperienza individuazione di alcune attivit pertinenti rispetto allo sfondo Programmazione per le attivit di inserimento. Settembre articolazione e variet delle attivit proposte ottobre 2010 elenco di attivit non esplicitamente riferite ai campi di Articolazione esperienza argomento obiettivi generali e specifici attivit
Programmazione di sezione gennaio-febbraio 2010 attivit riferite a due ambiti (conoscenza del s corporeo e musica e colore)

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola
4. Torrione

Circolo Tipologia di materiali


4 Progetto annuale 2009-2010 Articolazione il senso del progetto finalit modalit e strategie operative Adozione di uno sfondo (Lalbero) riarticolato in fasi (il tronco, la chioma ecc) per ciascuna dlle quali si specificano le voci: che senso ha e che cosa facciamo Programmazione annuale Articolazione (mese per mese) attivit obiettivi Progetto continuit osservazione dei bambini nel gioco libero Articolazione (mese per mese) attivit obiettivi

osservazioni
connessione tra visione globale (relativa al senso ) e locale (relativa alle attivit concrete)

5. Piedicastello

il riferimento ai campi di esperienza solo implicito

A che tipo di continuit ci si riferisce? (orizzontale, verticale, tra gruppi di et) Come il progetto continuit si inserisce in quello ordinario?

6. Mattarello 4

Progetto per linserimento Articolazione elencazione delle attivit/eventi identificazione di spazi fisici e tematici (angolo conversazione, dellespressione spontanea, delle osservazioni scientifiche) intenzionalit educativa bisogni affettivi ed emotivi variabili da osservare organizzazione della giornata scolastica (obiettivi e attivit)

le variabili considerate corrispondono ad indicatori di capacit

Scuola

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Circolo Tipologia di materiali 4 osservazioni Verifica di fine anno documentazione relativa alle attivit svolte mese per mese corredate da alcune riflessioni finali. Articolazione (per alcune sezioni): attivit obiettivi Articolazione (Aula verde) Premessa motivazione finalit obiettivi formativi declinati per ambiti aspetti metodologici (articolazione dei gruppi) attivit competenze attese documentazione Articolazione (Aula azzurra) attivit obiettivi Laboratori le attivit si riferiscono ad ambiti tematici articolazione analitica e documentata esplicitazione delle competenze attese

7. Girotondo

documentazione accurata, anche attraverso la trascrizione di interviste ai bambini, delle attivit svolte

8. Rovereto

Linee pedagogiche condivise. Rispetto alla programmazione si individua Articolazione attivit di sezione attivit di intersezione laboratori attivit per il tempo prolungato osservazione per la definizione dei prerequisiti risorse ambientali (tempi, spazi, agenzie)

distinzione tra progetto e programmazione (questultima considerata personale) nella programmazione si richiede la correlazione attivit-obiettivo non si richiede il dettaglio delle attivit si danno linee generali per la valutazione in maniera distintamente da quelle relative alla programmazione

Scuola

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Circolo Tipologia di materiali 9 osservazioni Progetto educativo suddivisione per aule/sezioni Articolazione osservazione dei bambini divisi per et al fine di individuare bisogni e interessi articolazione degli obiettivi per ambiti proposte educative Progetto educativo didattico suddivisione per aule/sezioni Articolazione Progetto castello obiettivi del progetto Progetto castello e tre fantastici abitanti (TP) Progetto educativo didattico Progetto fattoria traguardi obiettivi specifici di apprendimento organizzazione degli spazi Riferimento alla continuit osservazione e verifica (mensile e trimestrale) valutazione del progetto Progetto pedagogico Articolazione organizzazione scolastica e degli spazi finalit educative obiettivi dellintervento formativo osservazione, verifica, valutazione, documentazione continuit

9. Fucine

10. Brione

10

nel progetto non si fa esplicito riferimento ai campi di esperienza

11. Lavarone

10

i traguardi e gli obiettivi non fanno esplicito riferimento ai campi di esperienza centratura del progetto rispetto allambito della scoperta/esplorazione/sperimentazione il controllo della continuit curricolare avviene attraverso colloqui con gli insegnanti di scuola primaria nei quali si prendono in considerazione i casi individuali Sulla base degli orientamenti della PAT le finalit educative sono riferite a: relazione:; unicit di ciascuno; rispetto del mondo naturale; rispetto dei materiali della scuola;educare alla consapevolezza; educazione religiosa Gli obiettivi dellintervento formativo riguardano gli ambiti: comunicazione, identit personale, relazione, azione e conoscenza, identit personale e relazionale uso di griglie di osservazione verifica operata attraverso losservazione libera

12. Nogaredo 10

Scuola

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Circolo Tipologia di materiali 10 osservazioni Progetto pedagogico Progetto su come si mangiava una volta Articolazione campi di esperienza continuit progetto lingua cimbr Progetto centrato su aspetti della cultura e tradizione cimbra il progetto prevede obiettivi riferiti a ciascun campo di esperienza

13. Luserna

14. S. Ilario

15. Terragnolo

Progetto pedagogico Progetto su per ognuno un posto c basato sul racconto Larca di No osservazione (anche sistematica), verifica, valutazione continuit Progetto continuit (verticale vs nido e primaria; orizzontale vs extrascuola)
Articolazione individuazione obiettivi in riferimento a 3 ambiti tema del progetto organizzazione della giornata organizzazione della scuola descrizione del contesto Tabella sintetica a struttura cronologica - Denominazione progetto - Finalit - Destinatari - Tampi - considerazioni segue la programmazione educativa di dicembre (Natale) e gennaio (linverno) come elencazione di attivit

Il progetto mira a fornire situazioni di riferimento, aperti agli sviluppi determinati dagli interessi e dalle proposte dei bambini. E assente il riferimento a campi di esperienza ed obiettivi

Il progetto ha una struttura cronologica come elencazioni di attivit ancorate al periodo dellanno (natale, carnevale, etc.) Richiamo allosservazione sistematica del bambino supportato dalle indicazioni del diario delle osservazioni. Non chiaro laggancio/distinzione con la programmazione di gruppo per et Assente la valutazione

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola Circolo Tipologia di materiali osservazioni

16. Isera

Progetto Pedagogico a.s. 2009/2010 I bambini, le idee, i segni, i colori, le cose Articolazione ampia descrizione del contesto, della scuola organizzazione della giornata organizzazione (motivata) dei gruppi griglia per losservazione di inizio anno inserimento rapporto scuola-famiglia attivit extrascolastiche presentazione del progetto per bimestri (attivit) articolazione degli obiettivi per et (2/3 3/4 /5 anni) programmazione per tempo prolungato

Le parti descrittive sono analitiche e motivate (descrizione dei contesti, griglia di osservazione, etc.) , meno sviluppate la parte squisitamente progettuale. Assente la valutazione

17. Tierno (Il Girasole)

Progetto Pedagogico a.s. 2010/2011 Io con te alla scoperta dei nostri diritti Il progetto articolato in maniera analoga a quello di Isera, a Ladozione della medesima articolazione del progetto parte la mancata articolazione degli obiettivi per et (2/3 indicativo del confronto e dello scambio esistente tra 3/4 /5 anni) le due scuole. Progetto annuale (a.s. non precisato) Articolazione Esito osservazioni di inizio danno Presentazione del tema dellanno Elenco attivit extrascolastiche Finalit educative Organizzazione dellattivit didattica e della giornata Rapporti scuola famiglia Strutturazione degli spazi Analisi del contesto socioculturale della scuola Inserimento dei bambini

18. Rovereto (Il giardino incantato)

Le osservazioni si riferiscono al contesto, non ai profiliLarticolazione del progetto non giunge alla enucleazione di obiettivi, attivit. Assente la valutazione

Scuola

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Circolo Tipologia di materiali osservazioni 10 Progetto educativo didattico osservazione scritta attivit di continuit Progetto viaggiamo attraverso la favola (TP) Progetto educativo-didattico Progetto io e la mia famiglia Articolazione: obiettivi formativi Progetto centrato sullascolto attivo e la comprensione del testo scritto il progetto educativo prevede una buona articolazione e differenziazione degli spazi Non c esplicito riferimento ai campi di esperienza Il progetto centrato sugli aspetti emotivi, affettivi e relazionali si prevede unarticolazione degli obiettivi per fasce di et

19. Besenello 10

20. Nosellari

21. Pomarolo 10

22. Rione Nord

10

Progetto la terra magico scrigno Articolazione: ambito della comunicazione si prevede luso di griglie di osservazione sistematica della conoscenza (predisposte dal servizio) dellidentit personale e relazionale Progetto Amicizia. La grande famiglia dei bambini della scuola Articolazione: la famiglia di ogni bambino (io sono) la famiglia degli animali (La fattoria) la famiglia dei colori/numeri/lettere interculturalit Progetto educativo Progetto matite colorate Articolazione: ambito della comunicazione ambito dellazione e della conoscenza ambito dellidentit personale e relazionale Alla scoperta del vero castello obiettivi generali

23. Calliano

10

il riferimento ai campi di esperienza di tipo implicito. Le capacit coinvolte riguardano soprattutto lambito linguistico ed espressivo, pi debole il riferimento agli altri ambiti.

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola Circolo Tipologia di materiali

La documentazione delle scuole del 5 circolo accompagnata dal libretto Il progetto pedagogico della scuola dellinfanzia , contenente linee guida per lelaborazione dei progetti, con esplicitazione degli elementi in cui essi si articolano (analisi del contesto socio-culturale, finalit, ambiti curriculari, temi, organizzazione tempi-spazi-giornata, osservazione, verifica, valutazione, documentazione, inserimento, rapporti scuola famiglia, integrazione scolastica, continuit, tempo prolungato ) e loro funzione. 24. Sardagna 5 Progetto Pedagogico di Scuola a.s. 2010/2011 Articolazione: segue le linee essenziali del libretto, salvo la valutazione che non esplicitata Da segnalare: La presenza di un mansionario dettagliato delle cuoche (es. accendere la lavastoviglie, si serve il primo nei piatti individuali e si passano attraverso la finestrella) Solo il progetto di avvicinamento alla musica (promosso dallassociazione genitori) esplicita: - Riferimenti alle indicazioni nazionali - Obiettivi didattici - Obiettivi educativi (trasversali) rifeiti alle componenti fisica, affettiva, sociale, intellettive ed estetiche) Verifica di fine a.s. 2010/2011 Sintetica esposizione di punti di forza a ipotesi organizzative per settembre
Programmazione didattica gruppo misto grandi-medi a.s, 10/11 Articolazione: Premessa sul progettare nelle sezioni miste det (rischi) Osservazioni iniziali per bambini/adulti, spazio/contesto, tracce, interesse/bisgni Tabella - Analisi situazione di partenza - Finalit (riferite alle diverse et) - Competenze - Metodologie - Opportunit didattiche e attivit Verifica La medesima articolazione viene utilizzata per progetti particolari (psicomotricit, avvicinamento alla musica, natale etc. continuit

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola Circolo Tipologia di materiali Verifica di fine a.s. 2010/2011 La valutazione sintetica dellintero plesso, si sofferma in particolare sui rapporti scuola-famiglia, con le agenzie del territorio, sulla presenza di bambini con disagio. Progetto annuale per singole sezioni quando le storie si incontrano Articolazione Sezione blu Il progetto viene sviluppato in forma discorsiva e analitica, coniugando presentazione delle attivit e indicazione di motivazioni e finalit delle stesse. La narrazione del progetto tocca i vari ambiti (linguistico, psicomotorio, artistico ) Articolazione sezione gialla la storia di Pinocchiio Elencazione di attivit suddivise per temi In alcuni casi le attivit vengono ancorate ad obiettivi (capacit di) Articolazione Sezione Verde Premessa (finalit, riferimento alle competenze, opzioni pedagogiche di fondo) Singole unit tematiche articolate in Obiettivi generali Attivit eventuali uscite programmate osservazioni 25. Roncafort 5 M. Levinsono

Variet delle modalit di articolazione e sviluppo dei progetti. Attenzione alle attivit didattiche. Non vengono esplicitate le modalit di osservazione, valutazione, documentazione.

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola 26. Il piccolo principe Circolo Tipologia di materiali 5 Aspetti organizzativi Verifica fine anno 2010/2011 divisa per tempo prolungato e non Articolazione Punti di forza Punti critici Articolazione (Tempo prolungato) Organizzazione degli spazi Particolare attenzione ai rapporti dentro e fuori la Scansione dei tempi scuola Organizzazione dei gruppi frequenza dei bambini Scansione della giornata Materiali Organizzazione attivit Rapporti (con le famiglie, colleghe tempo normale, personale ausiliari) Riflessioni conclusive 27. Cadine Il 5 Melograno Presentazione del progetto didattico-educativo a.s. 2010/2011 Riferimento a obiettivi trasversali a tutte le aree Motivazione del tema (il bosco) Verifica di fine a.s. 2010/2011 Articolazione Punti di forza Punti critici 28. Gardolo 5 Biancaneve Articolazione Punti di forza Punti critici Utilizzo dello sfondo (bosco) e di un personaggio mediatore per interessare i bambini e valorizzare la dimensione della fantasia. Assenti osservazione e valutazione. Accenno interessante, anche se non adeguatamente sviluppato, allinsufficienza del fare, non supportato da riflessione, rispetto a crescenti problematiche di tipo comportamentale osservazioni

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola 29. Terlago Circolo Tipologia di materiali 5 Verifica di fine a.s. 2010/2011 corredata da documentazione (CD) per sezione Articolazione Punti di forza Punti critici Progetto continuit a.s. 2010/2011 e da storia utilizzata come sfondo (excalibur!!!) Verifica di fine a.s. 2010/2011 corredata da documentazione (CD) per sezione, comprensiva di progetto pedagogico Articolazione Motivazione del progetto Presentazione dei gruppi per et Continuit orizzontale e verticale Riflessione sulla gestione dei bambini in difficolt Organizzazione del prossimo anno Mappa del progetto sulla casa e singole schede correlate Sua articolazione (la mia casa, la casa nellarte, la casa nel tempo, la casa nel fantastico) con aggancio a obiettivi generali e attivit Prospetto annuale delle iniziative della scuola (allinterno e allesterno) Progetto Ricicliamo Articolazione Attivit e argomenti per ogni incontro Finalit CD Si utilizza il termine modulo per indicare il singolo incontro di 1 ora. Grande attenzione ai bambini con difficolt, al territorio e al rapporto con le famiglie. La lettura dei bisogni del contesto viene coniugata con le scelte effettuate, soprattutto sul versante organizzativo, per rispondere efficacemtne ai bisogni emersi. Il progetto sulla casa si presenta organico e articolato in parti componibili tra loro. Tentativo di raccordare il progetto con lattenzione alla cronologia (ricorrenze) osservazioni Attenzione ai rapporti con le famiglie e alla documentazione dei materiali prodotti dai bambini. Attenzione alla continuit verticale (nido e scuola primaria).

30. San Martino

31. Calavino

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Scuola
32. Lasino

Circolo Tipologia di materiali


5 Progetto educativo a:s: 2010/2011 Articolazione Mete della scuola finalit obiettivi per esperienze percorsi didattici e attivit aspetti organizzativi rapporti con le famiglie continuit documentazione osservazione, verifica, valutazione

osservazioni
Il progetto ampio e articolato, corredato da riferimenti teorici importanti (esempio Aucuturier , Piaget, Wallon, Winnicot per la psicomotricit). Questi aspetti sono indicativi di una ricerca di approfondimento avviata, che potrebbe aprire a un grado maggiore di coerenza interna e sviluppo dei vari aspetti.

Relazione di chiusura a.s. 2010/2011 Riprende i vari aspetti del progetto Anche la relazione ampia e dettagliata, soprattutto sugli aspetti organizzativi e delle relazioni con famiglie ed altre istituzioni educative.

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Punti di forza
legame con il territorio e lextrascuola per le scelte della progettazione cura del rapporto con le famiglie attenzione agli aspetti affettivo-relazionali attenzione allorganizzazione degli spazi formalizzazione dellorganizzazione della giornata e delle routines

progetto come sfondo: opportunit di integrazione inter-campo di


esperienza

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Punti di miglioramento
il riferimento ai campi di esperienza definizione degli obiettivi (generali/specifici) coerenza tra obiettivi e attivit (obiettivo specifico attivit obiettivo generale) valutazione: oggetto e modalit

osservazione: formale o strategica? quali ricadute sula progettazione (regolazione


della programmazione, valutazione, documentazione) programmazione: organizzazione cronologica di temi/contenuti vs strumento di progettazione curricolare progetto come sfondo curricolo

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Programmare: compiere scelte per decidere che cosa, come, quando e per quali ragioni insegnare e apprendere

Individuazione di alcuni criteri condivisi i quali assicurino alle scelte pertinenza e coerenza rispetto ai fini stabiliti e ai mezzi previsti

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Lo sfondo teorico e metodologico: la programmazione modulare
I incontro: Principi teorici e dimensioni operative della programmazione modulare del curricolo II incontro: Criteri per la costruzione di un modello condiviso di programmazione modulare III incontro: Analisi e verifica dei lavori svolti in vista della costruzione di segmenti del curricolo IV incontro: La regolazione della progettazione didattica

La programmazione didattica nella scuola dellinfanzia


Gli incontri di approfondimento:
tema1: Saperi per formare
Tema 2: Riflettere per progettare

Tema 3: Osservare per valutare


Tema 4: Life skills per crescere