Sei sulla pagina 1di 24

sistema delle istituzioni della formazione ai saperi

sistema delle istituzioni della formazione ai saperi. sovrasistema delle istituzioni sociali sottosistemi delle istituzioni che qualificano la relazione formativa soggetto-oggetto rispetto al contenuto e alla forma dei saperi.
Relazione soggetto-oggettoistituzioni Istituzioni della formazione ai saperi

Istituzioni sociali

antecedenti sistemici
Approcci di tipo debole, riferiti in senso culturale alla nozione di sistema: De Giacinto, Leducazione come sistema (idea di rapporto educatoreeducando) Frabboni, Il sistema formativo integrato (continuit scolasticaextrascolastica)
il carattere funzionale dellinterazione tra le agenzie formative. Esse agiscono congiuntamente in funzione della realizzazione di una formazione intenzionale e sistematica in grado di promuovere la formazione integrale delluomo.

formazione multilaterale diretta verso le molteplici direzioni (intellettuale, emotiva, estetica, ecc.) delleducazione, le quali sono legate ai domini conoscitivi e alle forme del sapere.

antecedenti sistemici
Approcci di tipo forte riferiti alla teoria generale dei sistemi la descrizione del sistema parte del sistema e che, di conseguenza, esistono molte descrizioni possibili; le descrizioni del sistema discendono dalla distinzione, operata in base ad un qualche criterio, tra sistema e ambiente o, il che lo stesso, tra sistema e sottosistema. Luhman riporta lattenzione sul sistema sociale concepito come una complessit organizzata. In questo quadro, il sistema educativo costituisce (insieme al sistema politico, al sistema economico ecc.) un sottosistema del sistema sociale. Il criterio di differenziazione dei sistemi tra loro risiede nel tipo di operazioni che permettono al sistema di autoriprodursi.

Appoggiandosi alle acquisizioni della biologia teorica di Maturana e Varela, Luhmann concepisce i sistemi come caratterizzati da chiusura operazionale e autopoietici. Il tipo di autopoiesi, ossia il tipo di operazioni interne che un sistema compie per autoriprodursi individua, secondo la teoria di Luhmann, anche il diverso tipo di sistemi: gli organismi viventi sono generati dalle operazioni di riproduzione cellulare; i sistemi psichici sono generati dalle operazioni di riproduzione del pensiero; i sistemi sociali sono generati dalle operazioni di comunicazione. Questultima permette lautoriproduzione anche educativo, in quanto sottosistema del sistema sociale. del sistema

Baldacci, interpretando il sistema formativo come sistema di interazioni sociali di tipo formativo, opta per una demarcazione tra sistemi di tipo logico-criteriale. Tre criteri: 1. Il primo criterio seleziona linsieme delle interazioni sociali che producono effetti formativi, ossia il sistema formativo allargato; 2. Il secondo individua linsieme delle interazioni sociali che hanno intenti formativi, ossia il sistema educativo, costituito dai processi intenzionalmente formativi; 3. Il terzo criterio individua linsieme delle interazioni sociali che hanno intenti formativi formalizzati, ossia la scuola.
Scuola (formativit e intenzionalit formalizzazione) Sistema educativo (formativit e intenzionalit) Sistema formativo allargato (formativit)

Pb.: Le istituzioni del Sistema Formativo che realizzano la formazione ai saperi sono tutte intenzionali, ma intrattengono interazioni sociali che ci interessa qualificare dal punto di vista dei saperi e dei relativi oggetti culturali.

A questo scopo, come preciseremo pi avanti, nel caso del Sistema Formativo occorre assumere un punto di vista che guardi alle interazioni formative che qualificano il rapporto tra soggetti e oggetti culturali.

lapproccio sistemico ci consente di trattare la complessit del Sistema Formativo rendendo disponibile una sua descrizione come schema concettuale e come realt empirica.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


Interazione Se concepiamo il Sistema Formativo come sistema di istituzioni, la definizione di sistema offerta da Bertalanffy ci invita a considerare ciascuna di esse in interazione reciproca, anzich isolatamente luna rispetto alle altre, e il loro insieme come una totalit la cui organizzazione determinata ricorsivamente dalle loro interazioni. Se le istituzioni formative sono costitutive di un sistema, le caratteristiche di questultimo sono nuove o emergenti rispetto a quelle delle singole istituzioni e sono definite dalle interazioni entro il sistema. Da un punto di vista pedagogico, ci significa che se si interviene a livello di unistituzione, tale variazione interviene sia sul funzionamento delle altre istituzioni, sia su quello di tutto il sistema.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


ES.: lintroduzione dellAutonomia scolastica, apre la strada, attraverso il dispositivo del Piano dellOfferta Formativa, a collaborazioni tra la scuola e le altre istituzioni culturali (musei, biblioteche, teatri, siti archeologici ecc.) e ci modifica luna e le altre in quanto esige di rivederne le funzioni, lorganizzazione, le pratiche. ES.: Allo stesso modo, per esempio, la delegittimazione delle istituzioni per la tutela del patrimonio culturale o il loro impoverimento economico introduce una perturbazione sul sistema scuola.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


Apertura Avanziamo lipotesi che il Sistema Formativo, sia un sistema aperto. Questa interpretazione deriva dalla necessit di interpretare le istituzioni formative in connessione con lambiente esterno (sia quello definito dalle altre istituzioni sia lambiente sociale) con il quale esso scambia, attraverso la comunicazione, conoscenze credenze pratiche sociali ecc.

Inoltre, seguendo la prospettiva di Bertalanffy, in quanto sistema aperto il Sistema Formativo caratterizzato da equifinalit. Tale principio ci autorizza a ritenere, almeno in un senso teorico, che i sottosistemi che costituiscono il Sistema possano raggiungere lo stesso stato finale anche a partire da diverse condizioni iniziali e attraverso processi diversi. Questa circostanza risponde alleterogeneit propria delle istituzioni formative quanto a status sociale, ad assetto organizzativo, a velocit di crescita ecc.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


Dal nostro punto di vista, il Sistema Formativo tale non solo in quanto presuppone linterazione tra le istituzioni componenti, ma in quanto queste interazioni si configurano come scambi che assicurano, attraverso il flusso continuo di comunicazione, la trasformazione delle stesse istituzioni e, dunque, del sistema.

apertura

organizzazione

Apertura e organizzazione sono legate tra loro. Gli scambi con lesterno provocano lo sviluppo e la conservazione del sistema. Resta ora da chiarire in che senso ci valga per il Sistema Formativo. Ossia in che modo lo scambio informazionale e comunicazionale con lambiente esterno garantisca al sistema, allo stesso tempo, sviluppo e conservazione.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


il Sistema Formativo, concepito come sistema aperto, tende nonostante le perturbazioni introdotte dallambiente esterno, ovvero le condizioni di problematicit relative al suo sviluppo e al suo funzionamento a forme elevate di integrazione e, dunque, di organizzazione. Carattere organizzazionale dellapertura

Organizzazione attiva

riferire lo scambio allorganizzazione del sistema. Ossia ritenere che leffetto dellassimilazione di materia o di energia da parte del sistema produca trasformazioni, riduzioni, prestazioni, che hanno luogo in, attraverso e per lorganizzazione del sistema stesso.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


apertura organizzazionale chiusura organizzazionale

il sistema si autoproduce

il sistema si conserva

le trasformazioni interne al sistema modificano le sue strutture, ma mantengono invariata la sua organizzazione.
In sintesi: assumiamo di concepire lapertura sistemica in senso organizzazionale, anzich come mero input/output; assumiamo che essa non sia solo di tipo funzionale, ossia che serva al sistema solo per produrre lavoro, ma per produrre e trasformare s stesso; assumiamo che apertura e chiusura siano momenti di una circolarit in base alla quale esso cresce e si conserva.

sistema e sottosistemi
distinzione sistema/ambiente distinzione sistema/sottosistemi Le frontiere tra questi termini dipendono dallinquadratura che losservatore adotta sulla realt sistemica considerata. Losservatore identifica unentit come sistema o come sottosistema. dominio fenomenico di riferimento: istituzioni formative (istituzioni sociali che producono effetti formativi) istituzioni della formazione ai saperi (istituzioni sociali che producono effetti formativi in ordine alla formazione ai saperi) criterio: formativit

criterio: formativit ristretta

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi


sistema delle istituzioni della formazione ai saperi sistema delle istituzioni formative sistema delle istituzioni sociali

le istituzioni caratterizzate da formativit ristretta sono quelle nelle e attraverso le quali si realizza la relazione soggetto-oggetto, col fine della trasmissione, della produzione o dellacquisizione dei saperi. la formativit ristretta esprime ladesione del costrutto di Sistema Formativo ad un modello di formazione delluomo che riconosce a ciascun sapere lattitudine a formare lungo una direzione individuata dalla propria identit culturale ed epistemica.

Il sistema della formazione ai saperi: sistemi e sottosistemi


Hp: la specificit formativa degli elementi del sistema di due tipi: di contenuto e di forma. formativa dipende dal particolare dominio conoscitivo su cui insiste la relazione soggetto-oggetto allinterno dellistituzione.

Il secondo fattore causale rintraccia la specificit del modo in cui listituzione qualifica la relazione soggetto-oggetto nella forma rappresentazionale delloggetto.

Ci sottende una duplice assunzione. La prima riconosce in ogni oggetto il risultato socialmente e storicamente segnato di unattivit in un certo mbito culturale. La seconda, interpreta la connotazione disciplinare delloggetto come fattore di sviluppo di specifiche abilit.

Questidea trova un ampio riscontro nelle note concezioni di Olson e Gardner. Olson indaga la correlazione tra lattivit esecutiva, il medium e la struttura della mente, formulando lipotesi che lesperienza nei media culturali che d alla mente le sue propriet peculiari e che lintelligenza labilit in un medium, o pi precisamente, in un medium culturale Gardner circoscrive il numero delle intelligenze ad un numero limitato, interpretandole come formae mentis, ossia come insiemi di competenze intellettive umane relativamente autonome e rilevanti allinterno di un certo contesto culturale. In particolare, egli definisce lintelligenza come la capacit di risolvere problemi o di realizzare prodotti apprezzati in uno o pi ambienti culturali

la direzionalit formativa del sistema la formazione ai saperi

sommatoria delle specifiche direzionalit dei suoi sottosistemi somma dei risultati parziali ottenuti in ciascun dominio di sapere distintamente.

possibile, tuttavia, affrancarci da questa obiezione tenendo in conto: la natura continua dellesperienza educativa; la natura sistemica della prospettiva assunta.
In sintesi, il criterio del contenuto degli oggetti culturali individua come sottosistemi del Sistema Formativo le istituzioni della formazione ai saperi che qualificano la relazione formativa in ordine al dominio conoscitivo nel quale si collocano gli oggetti culturali. Musei Centri di ricerca Biblioteche

oggetti di tipo storico, scientifico, letterario, musicale, ecc.

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi: sistema e sottosistemi


sistema individuato secondo il criterio del contenuto

sistema individuato secondo il criterio della formativit ristretta sistema individuato secondo il criterio della formativit

Il sistema delle istituzioni della formazione ai saperi: sistema e sottosistemi


Si suppone che ciascun sottosistema istituisca una specifica qualit di relazione formativa e che questa qualit dipenda dalla forma che il sapere assume allinterno dellistituzione. in ciascuno di essi

Museo Biblioteca Scuola Centro di ricerca Sito archeologico Parco letterario

In ciascuno di queste istituzioni il sapere assume un diverso status e una diversa forma che, come tali, influiscono sul modo in cui questo viene prodotto, trasmesso, fruito o appreso

La specificit della forma


ascoltato in una sala da concerto Es.: brano musicale riprodotto attraverso un dispositivo digitale commentato in un seminario di studi musicologici letto su uno spartito manoscritto

Ciascuno di questi modi di darsi delloggetto, caratteristici, almeno prevalentemente, di certe istituzioni formative, qualifica in una certa direzione la relazione soggettooggetto che ha luogo allinterno di ciascuna di esse.
un oggetto culturale percepibile attraverso una forma sulla quale compiamo delle elaborazioni mentali dandole un significato per il tramite del quale ci rappresentiamo gli aspetti significativi della realt. La forma, dunque, portatrice di un significato e svolge, attraverso di esso, una funzione rappresentativa.

La specificit della forma


In sintesi, il criterio della forma rappresentazionale degli oggetti culturali individua come sottosistemi del Sistema Formativo le istituzioni della formazione ai saperi che qualificano la relazione formativa in ordine alla modalit rappresentazionale degli oggetti culturali. Restano cos individuati, per esempio, il museo, la biblioteca, gli ambienti virtuali

forma ostensiva

forma-libro forma digitale

Seguendo questa prospettiva possiamo intendere gli oggetti culturali di cui facciamo esperienza nelle relazioni formative come esemplari concreti di forme di rappresentazione, per esempio verbale, grafica, simbolica, musicale, plastica, corporea e cos via.

Il sistema della formazione ai speri: sistema e sottosistemi


sistema individuato secondo il criterio della forma rappresentazionale dell'oggetto sistema individuato secondo il criterio della formativit ristretta sistema individuato secondo il criterio della formativit

Il sistema della formazione ai speri: sistema e sottosistemi


I sottosistemi cos individuati corrispondono a due descrizioni possibili del sistema, ciascuna delle quali operata a partire da un certo punto di vista (quello individuato dal contenuto e dalla forma). Se, tuttavia, ci poniamo da un terzo punto di vista dal quale guardare nello stesso tempo ai due sottosistemi, si osserva che essi sono uno incluso nellaltro.
Sistema individuato secondo il criterio del contenuto Sistema individuato secondo il criterio della forma rappresentazionale Sistema individuato secondo il criterio della formativit ristretta

Il sistema della formazione ai speri: sistema e sottosistemi


Da un punto di vista logico, infatti, si danno istituzioni specializzate rispetto alla forma rappresentazionale e rispetto al contenuto.

istituzioni con oggetti di una certa forma rappresentazionale

istituzioni con oggetti di una certa forma e di un certo contenuto