Sei sulla pagina 1di 5

aut novembre 2010

Speciale Cantantesse
di Romina Ciuffa

Prosegue il nostro percorso per conoscere la generazione di ‘cantantesse’ del pano-


rama musicale italiano. Questo mese è la volta della grintosissima Diana Tejera, già
nota per il suo passato nei Plastico, per la sua partecipazione al Roma Pride concert
del 2002 e per un percorso artistico ormai consolidato per i locali della capitale. In
occasione dell’uscita del suo nuovo album, La mia versione, l’abbiamo incontrata.
Trovo che sia un razzo in partenza per un pianeta di sola le braccia aperte come una statua in cima al Corcovado. La
psiche, dove si fermano solo coloro che maneggiano ani- caccia. L’inconscio. Il filo costante al quale appendere pen-
ma. I suoi testi riflettono uno sforzo di materialità, per sieri da una finestra all’altra. Figlia di due psicologi, per que-
concretizzare l’emozione, ma i suoi occhi sono ad amo e sto tesa all’analisi e condannata a una costante sperimen-
scavalcano il nunc. Anni fa fu Tiziano Ferro ad intervistarla, tazione della profondità; una dea della caccia, impavida
quand’era speaker di una radio di locale, e a chiederle un nello scrutare dentro sé come ad indagare una selva in cui
autografo; nascono con lui E fuori è buio e Scivoli di nuo- dimorano gli animali selvatici e pericolosi che descrive ed
vo, quest’ultima scritta per un’amica, su basi armoniche di affronta, dando a ciascuno dignità. Oggi esce La mia ver-
Diana. Ma lei è molto altro: il primo gruppo, le Pink; i Pla- sione, album nel quale son contenuti, senza pudore, tutti i
stico, a Sanremo con Fruscio; l’Andalucia, da cui proviene; panni da lavare a casa e il fil di ferro cui sono appesi. Ab-
Trastevere, dove vive; Rio de Janeiro, che l’ha accolta con biamo commentato i brani in esso contenuti insieme a lei.

DIANA TE J ERA FIL DI FERRO


LA TUA VERSIONE MA UNA VITA NO DEGNI DI ESISTERE Tanta... ma mi camuffo da brava ragazza. (con Alessandro Orlando Graziano) Il termometro.
La tua o quella di Tiziano Ferro? Quanto romantica è una storia sbagliata? Il disgusto esiste? Hai una corda e delle manette, cosa ne fai? Che forma ha il labirinto? Sei veloce?
La mia e la sua, perché amo le diversità. Non credo nelle storie sbagliate: an- Esiste, si raggiunge e vale la pena raggiun- Lego mani e piedi e poi uso l’immaginazione. Quadrata. Velocissima.
Fuori è ancora buio? che quelle più distruttive hanno den- gerlo per potersene liberare, per combatte- Inventa un alibi per occultare un segreto… Ascolti l’inconscio nella notte? Le tue ali dove sono attaccate?
Sì, stanno tutti a casa. tro qualcosa che ha bisogno di essere re ciò che ci offende e non ci appartiene. Uscendo dal dentista ho preso l’ascen- Sempre. Ai piedi.
La parola più vuota… visto-affrontato. Una mente infelice e irrisolta può essere sore quando è andata via la luce e son L’imperfezione di un sogno è la perfe- Attrattiva dell’agonia…
Vuoto. Come oltrepassi una linea che divide “te oggetto di un amore puro? rimasta chiusa lì dentro 2 ore... non c’era zione delle proprie paure? È un’agonia la discontinuità ma il mo-
Come inizia un saggio sul costume e sul da me”? Non credo. Ma l’amore puro per me è nessuno... poi... che complicazione, fa No, è la perfezione dell’imperfetto. mento del piacere è così intenso da far
bontòn? Non lo so fare e, nonostante abbia sem- ancora un mistero. acqua da tutte le parti! Un’altra ombra, un altro rapporto in difetto, dimenticare tutto il resto.
Con un sorriso, un invito a entrare, una pre questa grande tentazione, forse è I disturbi della personalità spesso non sono Dov’eri durante il blackout di Roma 2003? un altro notturno di perplessità. Perché?
tavola apparecchiata e 2 candele. giusto non oltrepassarla. Mi piacerebbe riconosciuti da chi ne soffre. Fuggi o resti? Non ricordo. Diciamo “black out”... Perché i rapporti non sono semplici e io L’ARTISTA
Tra due versioni, esiste una verità? rispettarla senza sentirla una distanza. Resto fin quando non provo disgusto ma, Torna la luce: come ti ritrovo? ho un bisogno tremendo di capire... Cos’è un artista?
No, una sola verità non esiste. Rinasci: dove? ahimé, sono molto resistente e cerco di com- Confusa e scapigliata. Lo specchio specchia Diana? Colui che possiede la bellezza.
La più sofisticata nudità è nuda o vestita? In Brasile. prendere profondamente l’altra persona... se La divisa ha un fascino? L’egocentrismo aiuta?
Quale? A volte quella che aspetto, altre no.
È seminuda... in biancheria intima, co- Il tuo fiore è... riesco senza oltrepassare i miei limiti. Sì, io amo i piloti. Certo.
munque educata. Profumato: il gelsomino. L’accusa peggiore mai ricevuta… La sindrome di Stoccolma implica SENSO PRIMARIO L’arte è...
Amore-ombra: in una giornata molto Egoista. un’identificazione con l’aggressore. Non dormi nemmeno qui, anche se una vol- La vita come dovrebbe essere.
SCIVOLI DI NUOVO calda accetti il compromesso? Il confine tra sogno e incubo lo si com- Qual è il tuo meccanismo di difesa pre- ta c’è della seta al tuo risveglio. C’è una can- Il fenomeno da baraccone e l’artista
Le parole che non hai pronunciato, dinne 3… Non più... Preferirei tuffarmi in acque fre- prende da svegli. Un tuo sogno, un tuo dominante in una relazione? zone in cui dormi e fai pure un bel sogno? sono distinguibili oggi?
Io parlo troppo, ma: 1. No 2. Aiuto 3. Basta. sche e trasparenti. incubo, un tuo risveglio… Forse la proiezione. Arriverà prestissimo. Sì, ma i media tendono a confondere.
Quanto contano gli “altri”? Il vecchio film che preferisci… 1. Prendere la rincorsa, lentamente sollevar- Qual è della tua vita il senso primario?
Hai mai fatto la parte della sequestratrice?
Tantissimo. ULTIMO TANGO A PARIGI. mi in volo e planare con il mio corpo legge- No... ma mi sta piacendo l’idea. I rapporti interpersonali e la musica. SOSPENSIONI
Nel diritto penale l’omissione è equipa- Il tuo eroe… ro sopra il verde delle colline. 2. (ricorrente) Di te stessa che giudizio hai? Ancora sogni! Si può sognare a comando?
rata all’azione. Vale anche nella vita? Maria Schneider. L’aereo che precipita. 3. Raggio di sole che SCOLLATI LE CIGLIA Severo: tutta colpa del narcisismo. No. I sogni sono bellissimi proprio per-
No, nella vita a volte aiuta (verità utile). Definisci “futilità”… illumina il cuscino e un miagolio rauco. Hai fretta in amore? 3 cose in cui credere… ché impertinenti, sfacciati, puri, non han-
L’importanza dell’errore… Ciò che non produce. La bugia più grande… Sempre. Corpo, parole, cambiamenti. no sovrastrutture e non si comandano.
Fondamentale per conoscere ed evolvere. Il massimo dei giorni a disposizione per Che esistono certezze. Il proibito cos’è? La tua fantasia più smarrita...
Che forma di governo ha un mondo di intenti? soffrire… Quanto odio c’è nel perdono? Ciò che ostacola. MERCURIO Temo di averla voluta dimenticare.
Anarchia. Per amore massimo 3 mesi, per il raffreddo- Nel vero perdono non c’è odio. Truccata o struccata? Ancora una persona abile. Resti di nuovo? Rapporti sempre difficili per te?
Si vive solo facendo? re una settimana, per il mal di gola 4 giorni. Struccata. Amo le sfide. Sì, speriamo sempre meno... anche se
Si vive anche sognando. Ma in questo Di cosa è fatta una vita? BLACK OUT (con Barbara Eramo) Preferisci l’imprevisto o la conoscenza? Una tua (salda) teoria, inattaccabile… non credo “nell’amore tranquillo”.
mondo frenetico, grave di scopi, si rischia Percezione, curiosità, sensi, incontri, sor- Come ti piace esser legata? L’imprevisto nella conoscenza. Quella che mi fa sentire che ne vale la Dove sei sospesa ora?
di sembrare incapaci e disadattati se non prese, spazi illimitati, sentimenti, passio- Con un doppio nodo. pena: la vita è una. Tra le note di una nuova canzone... su un filo
si ottengono risultati. ni, abitudini, novità. Quanta trasgressione c’è in te? SOGNO IMPERFETTO La divinità, il pianeta o il termometro? di parole imprecise. Cerco di fare l’equilibrista.

38 aut download: muccassassina.com 39


aut novembre 2010
Speciale Cantantesse
di Romina Ciuffa

Prosegue il nostro percorso per conoscere la generazione di ‘cantantesse’ del pano-


rama musicale italiano. Questo mese è la volta della grintosissima Diana Tejera, già
nota per il suo passato nei Plastico, per la sua partecipazione al Roma Pride concert
del 2002 e per un percorso artistico ormai consolidato per i locali della capitale. In
occasione dell’uscita del suo nuovo album, La mia versione, l’abbiamo incontrata.
Trovo che sia un razzo in partenza per un pianeta di sola le braccia aperte come una statua in cima al Corcovado. La
psiche, dove si fermano solo coloro che maneggiano ani- caccia. L’inconscio. Il filo costante al quale appendere pen-
ma. I suoi testi riflettono uno sforzo di materialità, per sieri da una finestra all’altra. Figlia di due psicologi, per que-
concretizzare l’emozione, ma i suoi occhi sono ad amo e sto tesa all’analisi e condannata a una costante sperimen-
scavalcano il nunc. Anni fa fu Tiziano Ferro ad intervistarla, tazione della profondità; una dea della caccia, impavida
quand’era speaker di una radio di locale, e a chiederle un nello scrutare dentro sé come ad indagare una selva in cui
autografo; nascono con lui E fuori è buio e Scivoli di nuo- dimorano gli animali selvatici e pericolosi che descrive ed
vo, quest’ultima scritta per un’amica, su basi armoniche di affronta, dando a ciascuno dignità. Oggi esce La mia ver-
Diana. Ma lei è molto altro: il primo gruppo, le Pink; i Pla- sione, album nel quale son contenuti, senza pudore, tutti i
stico, a Sanremo con Fruscio; l’Andalucia, da cui proviene; panni da lavare a casa e il fil di ferro cui sono appesi. Ab-
Trastevere, dove vive; Rio de Janeiro, che l’ha accolta con biamo commentato i brani in esso contenuti insieme a lei.

DIANA TE J ERA FIL DI FERRO


LA TUA VERSIONE MA UNA VITA NO DEGNI DI ESISTERE Tanta... ma mi camuffo da brava ragazza. (con Alessandro Orlando Graziano) Il termometro.
La tua o quella di Tiziano Ferro? Quanto romantica è una storia sbagliata? Il disgusto esiste? Hai una corda e delle manette, cosa ne fai? Che forma ha il labirinto? Sei veloce?
La mia e la sua, perché amo le diversità. Non credo nelle storie sbagliate: an- Esiste, si raggiunge e vale la pena raggiun- Lego mani e piedi e poi uso l’immaginazione. Quadrata. Velocissima.
Fuori è ancora buio? che quelle più distruttive hanno den- gerlo per potersene liberare, per combatte- Inventa un alibi per occultare un segreto… Ascolti l’inconscio nella notte? Le tue ali dove sono attaccate?
Sì, stanno tutti a casa. tro qualcosa che ha bisogno di essere re ciò che ci offende e non ci appartiene. Uscendo dal dentista ho preso l’ascen- Sempre. Ai piedi.
La parola più vuota… visto-affrontato. Una mente infelice e irrisolta può essere sore quando è andata via la luce e son L’imperfezione di un sogno è la perfe- Attrattiva dell’agonia…
Vuoto. Come oltrepassi una linea che divide “te oggetto di un amore puro? rimasta chiusa lì dentro 2 ore... non c’era zione delle proprie paure? È un’agonia la discontinuità ma il mo-
Come inizia un saggio sul costume e sul da me”? Non credo. Ma l’amore puro per me è nessuno... poi... che complicazione, fa No, è la perfezione dell’imperfetto. mento del piacere è così intenso da far
bontòn? Non lo so fare e, nonostante abbia sem- ancora un mistero. acqua da tutte le parti! Un’altra ombra, un altro rapporto in difetto, dimenticare tutto il resto.
Con un sorriso, un invito a entrare, una pre questa grande tentazione, forse è I disturbi della personalità spesso non sono Dov’eri durante il blackout di Roma 2003? un altro notturno di perplessità. Perché?
tavola apparecchiata e 2 candele. giusto non oltrepassarla. Mi piacerebbe riconosciuti da chi ne soffre. Fuggi o resti? Non ricordo. Diciamo “black out”... Perché i rapporti non sono semplici e io L’ARTISTA
Tra due versioni, esiste una verità? rispettarla senza sentirla una distanza. Resto fin quando non provo disgusto ma, Torna la luce: come ti ritrovo? ho un bisogno tremendo di capire... Cos’è un artista?
No, una sola verità non esiste. Rinasci: dove? ahimé, sono molto resistente e cerco di com- Confusa e scapigliata. Lo specchio specchia Diana? Colui che possiede la bellezza.
La più sofisticata nudità è nuda o vestita? In Brasile. prendere profondamente l’altra persona... se La divisa ha un fascino? L’egocentrismo aiuta?
Quale? A volte quella che aspetto, altre no.
È seminuda... in biancheria intima, co- Il tuo fiore è... riesco senza oltrepassare i miei limiti. Sì, io amo i piloti. Certo.
munque educata. Profumato: il gelsomino. L’accusa peggiore mai ricevuta… La sindrome di Stoccolma implica SENSO PRIMARIO L’arte è...
Amore-ombra: in una giornata molto Egoista. un’identificazione con l’aggressore. Non dormi nemmeno qui, anche se una vol- La vita come dovrebbe essere.
SCIVOLI DI NUOVO calda accetti il compromesso? Il confine tra sogno e incubo lo si com- Qual è il tuo meccanismo di difesa pre- ta c’è della seta al tuo risveglio. C’è una can- Il fenomeno da baraccone e l’artista
Le parole che non hai pronunciato, dinne 3… Non più... Preferirei tuffarmi in acque fre- prende da svegli. Un tuo sogno, un tuo dominante in una relazione? zone in cui dormi e fai pure un bel sogno? sono distinguibili oggi?
Io parlo troppo, ma: 1. No 2. Aiuto 3. Basta. sche e trasparenti. incubo, un tuo risveglio… Forse la proiezione. Arriverà prestissimo. Sì, ma i media tendono a confondere.
Quanto contano gli “altri”? Il vecchio film che preferisci… 1. Prendere la rincorsa, lentamente sollevar- Qual è della tua vita il senso primario?
Hai mai fatto la parte della sequestratrice?
Tantissimo. ULTIMO TANGO A PARIGI. mi in volo e planare con il mio corpo legge- No... ma mi sta piacendo l’idea. I rapporti interpersonali e la musica. SOSPENSIONI
Nel diritto penale l’omissione è equipa- Il tuo eroe… ro sopra il verde delle colline. 2. (ricorrente) Di te stessa che giudizio hai? Ancora sogni! Si può sognare a comando?
rata all’azione. Vale anche nella vita? Maria Schneider. L’aereo che precipita. 3. Raggio di sole che SCOLLATI LE CIGLIA Severo: tutta colpa del narcisismo. No. I sogni sono bellissimi proprio per-
No, nella vita a volte aiuta (verità utile). Definisci “futilità”… illumina il cuscino e un miagolio rauco. Hai fretta in amore? 3 cose in cui credere… ché impertinenti, sfacciati, puri, non han-
L’importanza dell’errore… Ciò che non produce. La bugia più grande… Sempre. Corpo, parole, cambiamenti. no sovrastrutture e non si comandano.
Fondamentale per conoscere ed evolvere. Il massimo dei giorni a disposizione per Che esistono certezze. Il proibito cos’è? La tua fantasia più smarrita...
Che forma di governo ha un mondo di intenti? soffrire… Quanto odio c’è nel perdono? Ciò che ostacola. MERCURIO Temo di averla voluta dimenticare.
Anarchia. Per amore massimo 3 mesi, per il raffreddo- Nel vero perdono non c’è odio. Truccata o struccata? Ancora una persona abile. Resti di nuovo? Rapporti sempre difficili per te?
Si vive solo facendo? re una settimana, per il mal di gola 4 giorni. Struccata. Amo le sfide. Sì, speriamo sempre meno... anche se
Si vive anche sognando. Ma in questo Di cosa è fatta una vita? BLACK OUT (con Barbara Eramo) Preferisci l’imprevisto o la conoscenza? Una tua (salda) teoria, inattaccabile… non credo “nell’amore tranquillo”.
mondo frenetico, grave di scopi, si rischia Percezione, curiosità, sensi, incontri, sor- Come ti piace esser legata? L’imprevisto nella conoscenza. Quella che mi fa sentire che ne vale la Dove sei sospesa ora?
di sembrare incapaci e disadattati se non prese, spazi illimitati, sentimenti, passio- Con un doppio nodo. pena: la vita è una. Tra le note di una nuova canzone... su un filo
si ottengono risultati. ni, abitudini, novità. Quanta trasgressione c’è in te? SOGNO IMPERFETTO La divinità, il pianeta o il termometro? di parole imprecise. Cerco di fare l’equilibrista.

38 aut download: muccassassina.com 39


aut novembre 2010
Speciale Cantantesse
di Romina Ciuffa

Prosegue il nostro percorso per conoscere la generazione di ‘cantantesse’ del pano-


rama musicale italiano. Questo mese è la volta della grintosissima Diana Tejera, già
nota per il suo passato nei Plastico, per la sua partecipazione al Roma Pride concert
del 2002 e per un percorso artistico ormai consolidato per i locali della capitale. In
occasione dell’uscita del suo nuovo album, La mia versione, l’abbiamo incontrata.
Trovo che sia un razzo in partenza per un pianeta di sola le braccia aperte come una statua in cima al Corcovado. La
psiche, dove si fermano solo coloro che maneggiano ani- caccia. L’inconscio. Il filo costante al quale appendere pen-
ma. I suoi testi riflettono uno sforzo di materialità, per sieri da una finestra all’altra. Figlia di due psicologi, per que-
concretizzare l’emozione, ma i suoi occhi sono ad amo e sto tesa all’analisi e condannata a una costante sperimen-
scavalcano il nunc. Anni fa fu Tiziano Ferro ad intervistarla, tazione della profondità; una dea della caccia, impavida
quand’era speaker di una radio di locale, e a chiederle un nello scrutare dentro sé come ad indagare una selva in cui
autografo; nascono con lui E fuori è buio e Scivoli di nuo- dimorano gli animali selvatici e pericolosi che descrive ed
vo, quest’ultima scritta per un’amica, su basi armoniche di affronta, dando a ciascuno dignità. Oggi esce La mia ver-
Diana. Ma lei è molto altro: il primo gruppo, le Pink; i Pla- sione, album nel quale son contenuti, senza pudore, tutti i
stico, a Sanremo con Fruscio; l’Andalucia, da cui proviene; panni da lavare a casa e il fil di ferro cui sono appesi. Ab-
Trastevere, dove vive; Rio de Janeiro, che l’ha accolta con biamo commentato i brani in esso contenuti insieme a lei.

DIANA TE J ERA FIL DI FERRO


LA TUA VERSIONE MA UNA VITA NO DEGNI DI ESISTERE Tanta... ma mi camuffo da brava ragazza. (con Alessandro Orlando Graziano) Il termometro.
La tua o quella di Tiziano Ferro? Quanto romantica è una storia sbagliata? Il disgusto esiste? Hai una corda e delle manette, cosa ne fai? Che forma ha il labirinto? Sei veloce?
La mia e la sua, perché amo le diversità. Non credo nelle storie sbagliate: an- Esiste, si raggiunge e vale la pena raggiun- Lego mani e piedi e poi uso l’immaginazione. Quadrata. Velocissima.
Fuori è ancora buio? che quelle più distruttive hanno den- gerlo per potersene liberare, per combatte- Inventa un alibi per occultare un segreto… Ascolti l’inconscio nella notte? Le tue ali dove sono attaccate?
Sì, stanno tutti a casa. tro qualcosa che ha bisogno di essere re ciò che ci offende e non ci appartiene. Uscendo dal dentista ho preso l’ascen- Sempre. Ai piedi.
La parola più vuota… visto-affrontato. Una mente infelice e irrisolta può essere sore quando è andata via la luce e son L’imperfezione di un sogno è la perfe- Attrattiva dell’agonia…
Vuoto. Come oltrepassi una linea che divide “te oggetto di un amore puro? rimasta chiusa lì dentro 2 ore... non c’era zione delle proprie paure? È un’agonia la discontinuità ma il mo-
Come inizia un saggio sul costume e sul da me”? Non credo. Ma l’amore puro per me è nessuno... poi... che complicazione, fa No, è la perfezione dell’imperfetto. mento del piacere è così intenso da far
bontòn? Non lo so fare e, nonostante abbia sem- ancora un mistero. acqua da tutte le parti! Un’altra ombra, un altro rapporto in difetto, dimenticare tutto il resto.
Con un sorriso, un invito a entrare, una pre questa grande tentazione, forse è I disturbi della personalità spesso non sono Dov’eri durante il blackout di Roma 2003? un altro notturno di perplessità. Perché?
tavola apparecchiata e 2 candele. giusto non oltrepassarla. Mi piacerebbe riconosciuti da chi ne soffre. Fuggi o resti? Non ricordo. Diciamo “black out”... Perché i rapporti non sono semplici e io L’ARTISTA
Tra due versioni, esiste una verità? rispettarla senza sentirla una distanza. Resto fin quando non provo disgusto ma, Torna la luce: come ti ritrovo? ho un bisogno tremendo di capire... Cos’è un artista?
No, una sola verità non esiste. Rinasci: dove? ahimé, sono molto resistente e cerco di com- Confusa e scapigliata. Lo specchio specchia Diana? Colui che possiede la bellezza.
La più sofisticata nudità è nuda o vestita? In Brasile. prendere profondamente l’altra persona... se La divisa ha un fascino? L’egocentrismo aiuta?
Quale? A volte quella che aspetto, altre no.
È seminuda... in biancheria intima, co- Il tuo fiore è... riesco senza oltrepassare i miei limiti. Sì, io amo i piloti. Certo.
munque educata. Profumato: il gelsomino. L’accusa peggiore mai ricevuta… La sindrome di Stoccolma implica SENSO PRIMARIO L’arte è...
Amore-ombra: in una giornata molto Egoista. un’identificazione con l’aggressore. Non dormi nemmeno qui, anche se una vol- La vita come dovrebbe essere.
SCIVOLI DI NUOVO calda accetti il compromesso? Il confine tra sogno e incubo lo si com- Qual è il tuo meccanismo di difesa pre- ta c’è della seta al tuo risveglio. C’è una can- Il fenomeno da baraccone e l’artista
Le parole che non hai pronunciato, dinne 3… Non più... Preferirei tuffarmi in acque fre- prende da svegli. Un tuo sogno, un tuo dominante in una relazione? zone in cui dormi e fai pure un bel sogno? sono distinguibili oggi?
Io parlo troppo, ma: 1. No 2. Aiuto 3. Basta. sche e trasparenti. incubo, un tuo risveglio… Forse la proiezione. Arriverà prestissimo. Sì, ma i media tendono a confondere.
Quanto contano gli “altri”? Il vecchio film che preferisci… 1. Prendere la rincorsa, lentamente sollevar- Qual è della tua vita il senso primario?
Hai mai fatto la parte della sequestratrice?
Tantissimo. ULTIMO TANGO A PARIGI. mi in volo e planare con il mio corpo legge- No... ma mi sta piacendo l’idea. I rapporti interpersonali e la musica. SOSPENSIONI
Nel diritto penale l’omissione è equipa- Il tuo eroe… ro sopra il verde delle colline. 2. (ricorrente) Di te stessa che giudizio hai? Ancora sogni! Si può sognare a comando?
rata all’azione. Vale anche nella vita? Maria Schneider. L’aereo che precipita. 3. Raggio di sole che SCOLLATI LE CIGLIA Severo: tutta colpa del narcisismo. No. I sogni sono bellissimi proprio per-
No, nella vita a volte aiuta (verità utile). Definisci “futilità”… illumina il cuscino e un miagolio rauco. Hai fretta in amore? 3 cose in cui credere… ché impertinenti, sfacciati, puri, non han-
L’importanza dell’errore… Ciò che non produce. La bugia più grande… Sempre. Corpo, parole, cambiamenti. no sovrastrutture e non si comandano.
Fondamentale per conoscere ed evolvere. Il massimo dei giorni a disposizione per Che esistono certezze. Il proibito cos’è? La tua fantasia più smarrita...
Che forma di governo ha un mondo di intenti? soffrire… Quanto odio c’è nel perdono? Ciò che ostacola. MERCURIO Temo di averla voluta dimenticare.
Anarchia. Per amore massimo 3 mesi, per il raffreddo- Nel vero perdono non c’è odio. Truccata o struccata? Ancora una persona abile. Resti di nuovo? Rapporti sempre difficili per te?
Si vive solo facendo? re una settimana, per il mal di gola 4 giorni. Struccata. Amo le sfide. Sì, speriamo sempre meno... anche se
Si vive anche sognando. Ma in questo Di cosa è fatta una vita? BLACK OUT (con Barbara Eramo) Preferisci l’imprevisto o la conoscenza? Una tua (salda) teoria, inattaccabile… non credo “nell’amore tranquillo”.
mondo frenetico, grave di scopi, si rischia Percezione, curiosità, sensi, incontri, sor- Come ti piace esser legata? L’imprevisto nella conoscenza. Quella che mi fa sentire che ne vale la Dove sei sospesa ora?
di sembrare incapaci e disadattati se non prese, spazi illimitati, sentimenti, passio- Con un doppio nodo. pena: la vita è una. Tra le note di una nuova canzone... su un filo
si ottengono risultati. ni, abitudini, novità. Quanta trasgressione c’è in te? SOGNO IMPERFETTO La divinità, il pianeta o il termometro? di parole imprecise. Cerco di fare l’equilibrista.

38 aut download: muccassassina.com 39


aut novembre 2010
Aut aut [àut àut]
modo familiare tolto al latino che significa o sì o no, o in un modo o in un altro.
Per noi da sempre simbolo della scelta.

Aut magazine è distribuito gratuitamente in tutta Italia


grazie alla tenacia e all’impegno dei volontari del Circolo Mario Mieli,
e al sostegno dei nostri partner. Aspettateci, cercateci, leggeteci.

novembre 2010
aut sommario ultimo nato in redazione

Questo mese
InPiazza: Non solo calcio
Polis Aperta Di Daniele Catena
Di Andrea Berardicurti A pag.38
A pag.8
Tempo di cinema glbt
Di Alessio Ponzio
Protest the Pope Uk A pag.40
Di Andrea Berardicurti
A pag.20
Cultureostili:
Letizia Letza
Noi: Di Stefano Mastropaolo
Smontiamo i bullismi A pag.30
Di Daniele Cenci
A pag.10 Cantantesse: Diana Tejera
Di Romina Ciuffa
A pag.36
Speciale matrimoni gay
Di Gabriella Giacinto e Marino Buzzi Moda: Sfilate e ancora sfilate
Da pag. 12 Di Andrea Bandiera
A pag.42

Speciale scrittori Film tv, la passione continua


Di Egizia Mondini, Domenico Oriolo, Stefa- Di Roberto Paterlini
no Mastropaolo A pag.46
Da pag.22

Roboterie: La musica elettronica vive pag 46 Sensi


Di Alessandro Ciferri pag 62 Metropoli
Da pag.32 pag 64 Incipit

Questo numero è dedicato all’arrivo di Paros Eugenio Mondini Sirgiovanni Lispi


Dalle tue mamme, il tuo papà e tutta la famiglia del Circolo Mario Mieli, con smisurato amore.

Direttore responsabile Editor in chief: Gabriele Bonincontro (g.bonincontro@mariomieli.org)


Caporedattore Editor in charge: Egizia Mondini (egizia@mariomieli.org)
Progetto grafico Art director: Eleonora (Molly) Coppini (redazione.aut@gmail.com)
Segretario di redazione Assistant: Stefano Mastropaolo (s.mastropaolo@mariomieli.org)
Image consultant: Mirta Lispi
Redazione: Daniele Cenci, Luigi Conversini, Vincenzo Errico, Francesco Paolo Del Re, La Karl Du Pigné, Massimo Farinella, Fabio Nol-
li, Daniele Catena, Domenico Oriolo - Consulenti di redazione: Rossana Praitano, Andrea Mele, Stefano Giardina, Damiano De Fran-
cesco, Vincenzo Diodati - Hanno collaborato a questo numero: Marino Buzzi, Alessio Ponzio, Gabriella Giacinto, Alessandro Ciferri,
Romina Ciuffa, Andrea Bandiera, Aspasia - Fotografi: Mirta Lispi. Ringraziamo: La Roboterie, Saverio Aversa. Ci scusiamo per eventuali
omissioni. Il © delle immagini o delle foto è di proprietà degli autori - Pubblicità: Società Cooperativa Laltrasponda tel.065413985.
Aut - Muccassassina - World Pride Roma 2000 sono marchi di proprietà del Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli - Stampato
a novembre ‘10 da Fotolito Moggio, Strada Galli snc, Villa Adriana (Tivoli). In attesa di modifica c/o il Tribunale ordinario di Roma
In copertina: La Roboterie
interpreta le nuove famiglie
- Editoria: Società Cooperativa Laltrasponda - Registrato al Tribunale di Roma n.522/98 del 11/11/98 - Sede, Via Efeso, 2a - 00146,
Foto: Francesco Griselli Roma - Italy - Tel. 0039.06.54.13.985 - FAX 0039 3487708430 - E-mail: info@mariomieli.org - mariomieli.org - aut@mariomieli.org

4 aut download: muccassassina.com 5


1