Sei sulla pagina 1di 3

IL RITRATTO DI DORIAN GRAY

Oscar Wilde
-PERSONAGGI PRIMARI:

-Dorian Gray: il protagonista del romanzo, giovane e dotato di una bellezza fuori dal
comune, si presenta all'inizio della vicenda come un innocente e puro giovane uomo inglese.
Ossessionato dalla consapevolezza del fatto che la sua gloriosa bellezza sar destinata ad
appassire inesorabilmente col passare del tempo, compie un patto con il diavolo per
preservarla.
Scopre che il suo ritratto, dipinto da Basil, invecchier al suo posto, testimone del suo
sfacelo fisico e psicologico. Diventer Da un'iniziale situazione di purezza e grazia passer
ad incarnare la pazzia e
-Lord Henry Wotton: giovane signore inglese, dotato di una personalit assolutamente
trasgressiva, convince Dorian che la bellezza tutto, spingendolo a volerla preservare.
Assume la parte di chi sa sempre la verit, molto spesso in maniera arrogante, molto
raramente in maniera sensata. Pare che le sue riflessioni provengano da una mentalit
assolutamente insensata, piena di contraddizioni. E' lui il personaggio che spinge Dorian nel
turbine di delitti e pene che lo assillano per anni, anche se inconsapevolmente. Incarna una
societ ipocrita e disillusa.
-Basil Hallward: giovane e talentuoso pittore inglese, migliore amico di Dorian nella prima
parte del romanzo. Vede Dorian come una Musa ispiratrice per le sue opere, un essere dotato
di bellezza, purezza, grazia e innocenza per lui inconcepibili. Se ne innamora, da un punto
di vista artistico.
Viene assassinato dallo stesso Dorian quando scopre che il suo ritratto invecchia al posto
dell'amico.
Unico personaggio che testimonia veramente l'innocenza, l'incorruttibilit e la saggezza.
-Sibyl Vane: giovane attrice, di cui Dorian si innamora pazzamente, vedendola recitare
durante uno spettacolo a teatro. Vede in lei grazia ed eleganza, ma quando si fa avanti e il
suo amore viene ricambiato, lei perde il suo talento di attrice, rendendosi conto della falsit
degli attori con cui recitava e dell'indecenza delle ambientazioni, ora che ha riconosciuto la
bellezza in Dorian.
Si suicida con del veleno dopo che Dorian la lascia deluso dalla sua esibizione.
-PERSONAGGI SECONDARI:

-Alan Campbell: assume un ruolo di aiutante per Dorian, disfandosi del cadavere di Basil
dopo il suo assassinio. Nonostante questo non lo fa di sua volont, viene ricattato da Dorian
costringendolo ad aiutarlo.
-James Vane: fratello di Sibyl, giura vendetta a Dorian per la morte di sua sorella,
attribuendogli la colpa.
Durante l'intera vicenda sono presenti numerosi personaggi secondari, nessuno dei quali di

degna nota, trattandosi in alcuni casi di comparse.


TRAMA:

Il romanzo narra di Dorian Gray, giovane londinese.


Basil Hallward, un pittore, gli regala un suo ritratto che lo vede nel fiore degli anni,
esprimendo a pieno la sua bellezza fuori dal comune.
Lord Henry Wotton, amico di Basil, viene presentato a Dorian. I due legano molto, e Henry
si dimostra un uomo dalla personalit curiosa, di cui Dorian si innamora.
Convinto da Henry che la sua bellezza sar destinata ad appassire, mentre il ritratto
testimonier il suo massimo splendore, Dorian, involontariamente, fa s che il ritratto
invecchi al suo posto, caricandosi il peso degli anni e della sua coscienza.
Quest'ultimo si innamora di un'attrice di teatro: Sibyl Vane, che per si suicida dopo un
litigio con l'innamorato.
Da quel momento Dorian incarna la vita sregolata, la pena, il decadimento.
Uccide l'amico Basil dopo che quest'ultimo scopre il segreto del ritratto.
Dopo aver corso il rischio di morire ucciso dal fratello di Sibyl, Dorian decide di tornare a
condurre una vita all'insegna dell'onest e dei sani principi, ma tormentato dalla
consapevolezza della sua ipocrisia, decide di cancellare ogni traccia del suo passato,
distruggendo il quadro.
Lo troveranno morto, con il coltello usato per distruggere il quadro conficcato nello
stomaco, vecchio e avvizzito, ai pedi del quadro, giovane e bello come quando era stato
dipinto.
AMBIENTI:

La maggioranza degli ambienti sono interni, ma non ne viene fatta una descrizione
dettagliata, se non in pochi punti.
-Il romanzo si apre all'interno dello studio di Basil, che conversa con Lord Henry. Viene
descritto come colmo di del profumo delle rose del giardino.
-Abitazione di Dorian: una grande casa a pi piani, la soffitta utilizzata come nascondiglio
per il quadro di Dorian.
-Londra: al capitolo XVI Wilde compie una dettagliata descrizione di Londra.. Ne mette in
evidenza il lato pi oscuro, viene descritta come una citt decadente, corrotta, criminale.
Viene a galla l'ipocrisia della societ che si divide in due categorie: l'aristocratica e la
borghese, la quale vive una vita ignobile e destinata alla miseria.
Ubriachi che si azzuffano, cani randagi abbaianti, strade buie e malfamate sono la scena che
Dorian incontra in un'uscita notturna. La bruttezza era l'unica realt, riflette lo stesso
Dorian a testimone del fatto di essere cosciente della volgarit della sua condizione.
-Il teatro nel quale Sibyl si esibisce e poi si uccide. Viene descritto come decadente e
squallido, il palcoscenico patetico quanto gli attori.
VOCE NARRANTE:

La voce narrante in terza persona, esterna alla faccenda, che assume per la maggior parte
del tempo il ruolo di descrivere le riflessioni di Dorian.
Il registro linguistico alto, in quanto il romanzo ambientato nella Londra del XIX
secolo, con aristocratici come soggetti principali.
COMMENTO PERSONALE:
Ho trovato il romanzo molto coinvolgente. La storia molto interessante, in quanto gli
avvenimenti fisici scarseggiano, lasciando spazio alle riflessioni, che riguardano le pi
disparate questioni, dalle pi superflue e stupide, alle pi sofisticate e impegnative. Ho
trovato i personaggi molto interessanti, primo fra tutti Lord Henry, la sua arroganza e la sua
trasgressivit lo distinguono dal resto dei personaggi, che si adeguano al costume della
societ londinese del tempo. Anche la sua funzione all'interno del romanzo interessante, in
quanto fa riflettere Dorian su aspetti che lui neanche aveva preso in considerazione, quali
l'importanza e la precariet della sua bellezza: assume lui la parte del fattore scatenante della
sua pazzia.
In conclusione ho trovato il romanzo assolutamente fantastico, dimostrandosi all'altezza
della sua fama.