Sei sulla pagina 1di 2

Marcato Agnese 30 settembre 2013 classe 5 Cs

Mile splendidi soli: un romanzo di donne per gli uomini


Come lago della bussola segna il nord, cos il dito accusatore delluomo trova
sempre una donna cui dare la colpa. Sempre ed questo il destino delle donne
raccontate da Hosseini: una vita di sottomissione e crudele durezza, tuttavia come
la luce appare alla fine del romanzo, dopo una cruda e devastante lettura, cos
lautore vuole trasmettere al popolo afghano schiacciato dalle guerre un
messaggio di speranza.
Hosseini in Mille splendidi soli racconta parallelamente storie di donne diverse per
esperienze ed estrazione sociale. Il romanzo si apre con Nana che incarna la figura
della donna senza istruzione costretta a vivere ai margini della societ a causa di
una figlia illegittima; questa madre arriva a suicidarsi quando scopre che la figlia
ha tentato di scoprire il mondo ("<<Tu hai paura, Nana>> avrebbe potuto
dirle.<<Hai paura che io possa trovare la felicit che tu non hai mai
conosciuto>>). A causa della morte della madre Mariam costretta per
sopravvivere a sposare un brutale e crudele uomo, Rashid, il quale le infligge i
peggiori supplizi. La condizione di Mariam raggela il sangue al lettore quando alla
fine della prima parte legge di Rashid che costringe la moglie a masticare sassi
come punizione (poi se ne and, lasciando mariam a sputare sassi, sangue e
schegge di due molari scheggiati).
La terza donna introdotta da Hosseini si discosta totalmente dalle precedenti figure
in quanto cresciuta in una famiglia aperta alla cultura, tuttavia Laila costretta a
fare i conti con la guerra che le toglie brutalmente lintera famiglia e la costringe a
rifugiarsi presso Mariam e Rashid, che la prender presto come seconda moglie. A
questo punto del romanzo la solidariet femminile prende il sopravvento tanto da
creare una complicit e unamicizia cos solida da portare al sacrificio della stessa
Mariam. Se la morte di Nana era dettata dallignoranza e dalla disperazione quella
di Mariam al contrario corona con dignit unesistenza di soprusi tanto da
sembrare un suicidio stoico pieno di forza e liberazione. Mariam lascia il lettore
quindi alla fine della terza parte (<<Inginocchiati>> disse il talebano() per
lultima volta Mariam fece come le veniva ordinato).
Hosseini oltre ai valori della solidariet e dellamicizia gi espressi in Il cacciatore
di aquiloni introduce limportanza dellistruzione: una cultura aperta a tutti uomini
e donne. Il messaggio dellautore in questo senso si dirige soprattutto alla
condizione contemporanea dellAfghanistan, infatti, afferma apertamente che
quando questa guerra sar finita, lAfghanistan avr forse pi bisogno di donne
che di uomini. Perch una societ non ha nessuna possibilit di progredire se le
sue donne sono ignoranti. Lautore esorta le donne a non accontentarsi di una
feroce protezione di un uomo (<< quando eri piccola, quando pensavi di essere
cos superiore, con i tuoi libri e le tue poesie. A che ti serve ora tutta la tua
intelligenza? Cosa ti salva dalla strada, la tua intelligenza oppure io?>> Rashid)
bens a lottare per diventare libere di reggersi con le proprie forze.

Mille splendidi soli tratta di donne ma, sebbene luniverso femminile possa sentirsi
pi vicino psicologicamente alle protagoniste, questo romanzo dovrebbe essere
vissuto (non soltanto letto passivamente) dagli uomini per maturare una nuova
sensibilit nel rispetto delle donne come di ogni essere umano.