Sei sulla pagina 1di 100

8,00 - Rivista bimestrale nr. 108 - Vol.

1 - febbraio - marzo 2014


Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in Legge 27/02/2004 n.46) - Art.1, Comma 1, DCB - Padova
www.nexusedizioni.it
N
E
W

T
I
M
E
S
108
n
.

1
0
8

e
d
.

i
t
a
l
i
a
n
a 108
E D I Z I O N E I T A L I A N A
BANCA MONDIALE:
LE RIVELAZIONI DALLINTERNO
LE PROVE DI UN ARSENALE
NUCLEARE NAZISTA
CURARE IL DIABETE
CON LE MICROCORRENTI
LA MITOLOGIA NORRENA
E GLI ANUNNAKI
IL MISTERIOSO FENOMENO
DEI TRENI FANTASMA
Quello che pi incomprensibile
che ci sia ancora qualcosa di comprensibile
Albert Einstein
ACCEDI AL CODICE DEL TUO CERVELLO
Vol. II - Stato Theta
NEUROSONIC PROGRAMMING
Questo secondo volume di Accedi al codice del tuo cervello stato studiato per aiutarci
a incrementare le onde theta nel nostro cervello. Le onde cerebrali theta sono frequen-
ze che vibrano tra i 4 e i 7,9 cicli per secondo e sono presenti quando ci stiamo per
addormentare o per risvegliare. La presenza di onde theta potenzia le nostre capacit
cerebrali e la sincronizzazione tra i due emisferi, ma normalmente pi difcoltoso atti-
vare lo stato theta rispetto allo stato alfa o allabitudinario stato beta.
Disponibile nelle principali librerie e nel nostro shop:
shop.nexusedizioni.it
Novit Nexus Edizioni
Riccardo Tristano Tuis
Accedi al Codice del tuo Cervello
Vol. I - Stato Alfa
CD: durata 55 - Libretto: pag. 48
Dimensione: 12 x 17,5 cm
ISBN 9788889983270
Euro 20,00
Riccardo Tristano Tuis
Accedi al Codice del tuo Cervello
Vol. II - Stato Theta
CD: durata 55 - Libretto: pag. 52
Dimensione: 12 x 17,5 cm
ISBN 9788889983355
Euro 20,00
Novit Nexus Edizioni
Dopo 2000 anni, una straordinaria scoperta svela il mistero della stella dei
magi: la mappa del cielo sotto cui nacque Ges scolpita sul sarcofago
paleocristiano ritrovato a Boville. La mappa ci fornisce una data e unora
precise in linea con lantica tradizione cristiana e rivela che i magi videro di-
segnarsi in cielo la Stella di Davide, un segno astrologico atteso ma com-
pletato in quella notte da un fenomeno inaspettato: la famosa cometa.
Bue, asinello, mangiatoia si scopre che sono in realt nomi antichissimi di
elementi astronomici.
Disponibile nelle principali librerie e nel nostro shop:
shop.nexusedizioni.it
Teodoro Brescia
LA STELLA DEI MAGI E IL SARCOFAGO DECIFRATO
Pagine: 164 Prezzo: e 12,00 ISBN 978-88-89983-37-9
EDIZIONE ITALIANA
Periodico Bimestrale
Anno XX - Numero 108
FEBBRAIO - MARZO 2014
DICHIARAZIONE DI INTENTI
NEXUS riconosce che lumanit sottoposta
ad un massivo processo di trasformazione.
Tenendo presente tutto ci, NEXUS cerca di
fornire informazioni difcili da ottenere, per
assistere le persone attraverso tali cambiamenti.
NEXUS non ha legami con alcuna ideologia od
organizzazione religiosa, losoca o politica.
POLITICA DI AUTORIZZAZIONE
ALLA RIPRODUZIONE
Mentre incoraggiamo attivamente la riproduzione
e la diffusione delle informazioni di NEXUS,
chiunque colto a guadagnarci soldi,
senza la nostra espressa autorizzazione,
nir nei guai quando lo becchiamo!
LETTERE AL DIRETTORE 4
EDITORIALE 5
VILLAGGIO GLOBALE 6
Parliamo di uno studio tedesco che predice un calo nelle temperature globali, della stampa
3D di tessuto cellulare, di un codice genetico nascosto, dellADHD come di una patologia
inesistente, della strategia statunitense di reindirizzamento che rischia di inasprire i conitti
in Medio Oriente, dei dubbi sulla scienticit della sperimentazione animale, e altro.
KAREN HUDES: LA TALPA DELLA BANCA MONDIALE 13
Intervista di Sophie Shevardnadze. I cittadini iniziano a riconoscere la corruzione del sistema
nanziario globale e delllite aziendale che lo governa, spiega linformatrice della banca
mondiale Karen Hudes, che crede in una soluzione diversa dalla guerra valutaria per trasferire
pacicamente il potere al popolo.
LA TOP 25 DELLE NOTIZIE DI PROJECT CENSORED 17
Del Professor Mickey Hu e il team di Project Censored. In seguito a un lungo processo di
selezione, il team di Project Censored presenta la sua classica top 25 delle notizie vericate
apparse su media indipendenti nel 2012-2013 che non hanno ricevuto attenzione dai media
generalisti o sono state trattate solo parzialmente.
IL NUOVO VOLTO DELLE TECNOLOGIE OGM 27
Di Eva Sirinathsinghji. I prodotti delle pi recenti tecniche di ingegneria genetica, come
la mutagenesi mirata di oligonucleotidi, vengono venduti al pubblico come naturali e non
transgenici, ma si tratta di tecniche che aggirano le normative vigenti in materia di OGM.
LE PROVE DI UN ARSENALE NUCLEARE NAZISTA 31
Di Simon Gunson. Contrariamente a quanto narra la storia uciale della Seconda guerra
mondiale, fu il Terzo Reich a vincere la gara per lo sviluppo e luso della bomba atomica.
Testimonianze oculari orono prove convincenti che larma fu testata e schierata varie volte
durante la guerra, addirittura dal 1942.
SCIENCE NEWS 39
Presentiamo un estratto da un documento di ricerca che descrive i successi nellutilizzo di
microcorrente somministrata tramite un dispositivo Electro Pressure Regeneration Terapy
(EPRT) nella cura e nella gestione di diabete mellito, ipertensione e lesioni croniche.
GLI DEI NORRENI E IL MISTERO DEGLI ANUNNAKI 45
Di Tom Ashmore. Gli Anunnaki, a cui viene attribuito il merito di aver fatto nascere la civilt
nel Sumer, in Egitto, in Asia, nelle Americhe e altrove, potrebbero aver esiliato in Scandinavia
alcuni loro di, le cui gesta sono state trasmesse ai posteri attraverso la mitologia norrena.
I TRENI FANTASMA DELLEURASIA 55
Di Paul Stonehill. Il fenomeno dei treni fantasma stato osservato svariate volte in Eurasia, e se
alcuni racconti parlano di salvataggi fortuiti, in altri casi ci sono state morti inspiegabili. Sono
state proposte varie spiegazioni, dallo spostamento di campi cronali allazione di vortici invisibili.
THE TWILIGHT ZONE 61
In questo numero ci occupiamo della casistica UFO contenuta nel database di un ex poliziotto
investigatore britannico, Gary Heseltine. Questi rapporti da parte di osservatori credibili in
quanto poliziotti addestrati sono sia convincenti che avvincenti, e includono velivoli stazionari
e luci rotanti in formazione di volo.
PUNTO ZERO 69
Facciamo un po di chiarezza sul MES, il cosiddetto fondo salva-stati sottoscritto anche
dallItalia, parliamo del talento individuale, unico e irripetibile, quale espressione vitale di
Anima per creare armonia e bellezza, e inne esaminiamo il disagio delluomo in una cultura
alienante e i suoi riessi negativi nelle proprie relazioni sociali, aettive e sessuali.
RECENSIONI 88
4
Nexus New Times 108
Lettere al direttore
posta@nexusedizioni.it
Censura degli articoli scientici
Gentile direttore,
dopo solo due giorni dalla sua pub-
blicazione sul web, 168 scienziati e
427 non scienziati, da 44 paesi diver-
si, avevano rmato la lettera aperta
per protestare contro il potere arbi-
trario dei giganti delleditoria scien-
tica e la loro decisione di ritirare
dalla pubblicazione articoli rivisti
dai pari quando presentano risultati
a loro parere scomodi. Si tratta di un
episodio senza precedenti nella sto-
ria delleditoria scientica e potrebbe
presagire la ne della scienza stes-
sa, per non parlare del rapporto tra
scienza e democrazia e della scienza
come bene di tutti.
ancora possibile rmare la lettera a
questo indirizzo: http://tinyurl.com/
pp3y3cf.
Indicate il vostro nome e cognome
e inoltrate il messaggio quanto pi
possibile. Grazie.
Dr. Mae-Wan Ho, Institute of Science
in Society (ISIS) UK, http://www.i-
sis.org.uk
Combattere le interferenze EMF
Salve Duncan: oggi ho avuto una
giornata interessante, quando un ami-
co mi ha raccontato che nel momento
in cui ha iniziato ad avere problemi a
dormire, ha cominciato a indagare su
quale potesse esserne la causa.
Ha utilizzato una radiolina portatile
come contatore Geiger e ha scoperto
che la sua lampada sensibile al tocco
nella camera da letto, anche se spen-
ta, provocava interferenze che sulla
sua radio impazzivano; ha quindi eli-
minato le due lampade che si trova-
vano ai lati del letto.
Ho fatto una verica anche a casa
mia, riscontrando la stessa cosa. In
pi ho scoperto che anche le inter-
ferenze provenienti dalle lampadine
a uorescenza facevano la stessa co-
sa. Ora capisco come mai la mia TV
digitale scroscia ogni volta che ac-
cendiamo o spegniamo le luci. Qua-
li eetti hanno sul nostro cervello?
E poi parlano dei telefoni cellulari! I
cordless casalinghi sono la stessa cosa.
Adesso ho sostituito le lampadine a
uorescenza con delle normali a in-
candescenza che avevo conservato, le
quali non mostrano assolutamente
alcuna interferenza.
Cordiali saluti,
Brian D., Beenleigh, Queensland, Au-
stralia
La trua globale del fracking
Buongiorno Duncan: desidero sem-
plicemente ringraziarti per la pubbli-
cazione delleccellente articolo di F.
William Engdahl Limminente cri-
si del gas non convenzionale estratto
con il fracking [NEXUS nr. 105] .
Lo scritto del signor Engdahl met-
te in luce uno degli aspetti meno
compresi dellintero fallimento del-
le estrazioni di gas di scisto, ma che
fondamentale per questo imbro-
glio. Questo modello di business
del fracking sta venendo introdot-
to e perpetrato in tutto il mondo,
utilizzando una metodologia ana-
loga dai nostri governi in collusio-
ne coi grandi aaristi e i bankster,
con solo lievi variazioni in dieren-
ti continenti e in dierenti paesi.
Questo mi lascia pochi dubbi sul fat-
to che lintera impresa del fracking
fosse stata pianicata assai in anti-
cipo da qualche cabala mondialista
clandestina o altro. Senza dubbio,
collegata allAgenda 21.
Qui in Inghilterra, siamo nel bel
mezzo di unintensiva campagna di
pubbliche relazioni, orchestrata dal
governo, dalle principali compagnie
petrolifere e comprata e pagata alle
istituzioni accademiche.
Questanno abbiamo appreso che le
riserve britanniche di scisto sono op-
portunamente molto maggiori di
quanto precedentemente ritenuto, e
determinate istituzioni accademiche
hanno riferito che c un rischio mi-
nimo di attivit sismica nelle aree di
estrazione del gas di scisto.
Tutte queste belle notizievengono
debitamente riportate da quei barbo-
ni dei media generalisti, che scelgo-
no di ignorare altre inchieste meno
favorevoli e la montagna di prove re-
lative allinquinamento e ai rischi sa-
nitari dovuti ai composti tossici.
Di fronte a tutta questa propaganda,
il lavoro di quelli fra noi che vorreb-
bero raccontare la verit sul fracking
viene di fatto eliminato.
Se non lo fermiamo, questo imbro-
glio nanziario avr conseguenze di
gran lunga pi gravi della bolla del
.com, di quella immobiliare o di
quella bancaria.
I miei migliori auguri per la continua-
zione del vostro eccellente lavoro.
Dave Truman, Cheshire e Wirral Ac-
tion on Fracking, www.cawaf.org.
5
Nexus New Times 108
DIRETTORE RESPONSABILE
Tom Bosco
direttore@nexusedizioni.it
REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE
Tel. 049 9115516 - Fax 049 9119035
redazione@nexusedizioni.it
segreteria@nexusedizioni.it
amministrazione@nexusedizioni.it
HANNO COLLABORATO
Massimiliano Bonavoglia, Carmen Martina,
Nada Starcevic, Jacopo Castellini.
Dallestero: Giorgio Iacuzzo
TRADUZIONI
Denise Misseri, Carmen Mangiola
ILLUSTRAZIONE DI COPERTINA
info@idrawmade.com
IMPAGINAZIONE
carlo.gislon@nexusedizioni.it
EDITORE
NEXUS Edizioni S.r.l.
Via Terme 51 - 35041 Battaglia Terme (PD)
UFFICIO STAMPA
ufciostampa@nexusedizioni.it
PUBBLICIT
pubblicita@nexusedizioni.it
SERVIZIO ABBONAMENTI
abbonamenti@nexusedizioni.it
WWW.NEXUSEDIZIONI.IT
webmaster@nexusedizioni.it
NEXUS NEW TIMES
Pubblicazione bimestrale registrata presso
il Tribunale di Padova n.1466 del 27/07/95
Iscritta al R.O.C. n.5090
In questo numero la pubblicit non supera il 45%
Tutti i diritti riservati
La responsabilit dei contenuti degli articoli
rmati lasciata agli autori.
Il materiale ricevuto e non richiesto,
anche se non pubblicato, non sar restituito.
Leditore si dichiara disponibile a regolare
eventuali spettanze per quelle immagini di cui
non sia stato possibile reperire la fonte.
DISTRIBUZIONE LOGISTICA
MESSAGGERI PERIODICI SpA - Milano
STAMPA
COOPERATIVA TIPOGRAFICA
DEGLI OPERAI - Vicenza
Prodotto con autorizzazione di Duncan M. Roads
editore di NEXUS NEW TIMES
REDAZIONE CENTRALE EUROPEA
Per la corrispondenza in inglese:
PO Box 30, Mapleton, Qld 4560, Australia
Tel +61 (0)7 5442 9280
Fax +61 (0)7 5442 9381
E-mail: editor@nexusmagazine.com
Internet: www.nexusmagazine.com
Editoriale
Duncan M. Roads
linizio di gennaio, e ovunque il clima pi estremo del solito. Le statistiche,
accuratamente selezionate per provare che siano le perde emissioni di biossido
di carbonio le responsabili delle ondate di calore e degli incendi che aiggono
lAustralia, sono contraddette da prove sempre pi evidenti che siamo sullorlo di
una mini-era glaciale. Ogni qualvolta esterno la eresia che le emissioni prodotte
dalluomo non stanno causando cambiamenti climatici signicativi, ricevo il solito
bombardamento di lettere astiose. Gi, astiose, in quanto le persone che aermano
queste idiozie sono ignoranti, emotive e prive di argomenti. Prendete ad esempio
il Protocollo di Kyoto: quanti cosiddetti Verdi ne hanno mai letto il compen-
dio attuativo per rendersi conto che si tratta di un folle grammelot? E allora, vi
domanderete, come mai cos tanti paesi lhanno sottoscritto? Il motivo che si
trattava di un requisito imprescindibile per gli scambi commerciali con lUnione
Europea, o fra di loro. Il Protocollo di Kyoto di fatto morto e sepolto, in quanto
ben poche nazioni lhanno mai preso seriamente.
E vi prego di capire, prima di cercare la tastiera o il telefono, che non sto peroran-
do il diritto del genere umano di continuare a inquinare gli ecosistemi del piane-
ta. Ci che vi sto dicendo che il biossido di carbonio non il responsabile dei
cambiamenti climatici di cui dovreste preoccuparvi, tuttavia non aspettatevi di
scoprire nulla di tutto questo tramite il movimento ecologista. Di fatto, dove sono
i Verdi di questi tempi? Nessuno ha fatto caso che i vasti, vibranti gruppi ecolo-
gisti degli anni 80 sono stati ecacemente spazzati via dalla comparsa dei Verdi?
Scommetto che non sono in molti a comprendere chi siano o fossero i Verdi.
Questi ultimi, in Australia come dovunque, non giungono dai movimenti ambien-
talisti o ecologisti delle origini; sono i rimasugli del ben pi estremo movimento di
sinistra, diventati in esubero dopo la caduta della Cortina di Ferro. Si sono sempli-
cemente riciclati chiamandosi verdi, ed hanno utilizzato la loro pluridecennale
esperienza organizzativa, oltre ai propri considerevoli nanziamenti, per rimpiaz-
zare gli autentici gruppi Verdi gi esistenti. Io ero un attivista degli autentici gruppi
Verdi quando I Verdi comparvero dal nulla, quindi ho visto e so cosa accaduto.
Molti lettori rimarranno sbalorditi nel sapere che I Verdi in Australia non appog-
giano minimamente nessuna medicina alternativa o terapia naturale. Molti di noi,
anni fa, tentarono di mettersi in contatto con loro, pensando che ci avrebbero
aiutato contro le tattiche da Gestapo dei regolatori governativi nanziati dalle
compagnie farmaceutiche. Invece no, I Verdi sono molto pi interessati a porre sul
tavolo la questione dei matrimoni gay. E c di peggio: in Australia hanno utilizza-
to i propri privilegi parlamentari per diamare e mentire a proposito degli attivisti
della medicina alternativa. Ho ascoltato membri eletti dei Verdi perorare la vacci-
nazione obbligatoria in tutto il paese, e il loro atteggiamento nei confronti della
uorizzazione degli acquedotti del tipo solo i complottisti di destra vogliono to-
gliere il uoro dallacqua potabile. Non sono verdi, n lo sono mai stati. Questo
non vale solo per lAustralia: lo stesso negli USA e in Europa. Sono parte di un
paradigma di opposti preconfezionato (sinistra vs destra), e si adano allignoran-
za delle persone circa le loro origini e le loro politiche.
Comunque sia, scendendo dalla mia tribuna per passare a questo numero, come
al solito abbiamo parecchie chicche, ma vi prego di prestare particolare attenzione
allarticolo di Karen Mutton riguardo a come banche e governi stiano colludendo
per attingere alla vostra pensione e/o fondi dinvestimento se e quando necessario
(sul prossimo numero delledizione italiana, NdR). Lhanno fatto a Cipro, e oggi
si stanno preparando a farlo ovunque.
Ultimo ma non meno importante, cominciate a prepararvi per la prossima NEXUS
Conference del 2-4 agosto, presso il Novotel Twin Waters Resort, Sunshine Coast,
Queensland, Australia. Posteremo i dettagli nel nostro sito web man mano che sa-
ranno disponibili.
6
Nexus New Times 108
Villaggio Globale
CALO DELLE TEMPERATURE
GLOBALI IN VISTA
Alcuni scienziati tedeschi sostengo-
no che due cicli naturali porteranno
allabbassamento della temperatura
globale durante il XXI secolo. Esiste-
rebbe, infatti, un ciclo solare di circa
200 anni, come dimostrano dati sul-
le temperature nel corso della storia
e dati indiretti derivati da stalagmiti
in diverse grotte. Lattivit solare
compatibile con il clima sulla Terra
ed la chiara spiegazione di tutte le
temperature minime storiche. Inol-
tre, molteplici linee di osservazione
hanno confermato il ciclo di circa 65
anni dellOscillazione Multidecenna-
le Atlantica e di quella Decennale Pa-
cica (AMO, PDO).
Il ciclo solare di 200 anni ha appena
raggiunto il suo picco massimo e du-
rante il XXI secolo sar perci desti-
nato a diminuire. almeno in parte
responsabile del riscaldamento degli
ultimi anni del Novecento. Anche il
ciclo AMO-PDO entrato nella sua
fase di rareddamento e raggiunger
il suo minimo nel 2035.
Secondo gli studiosi: I processi non
periodici come un riscaldamento
dovuto allaumento monotonico di
CO
2
nellatmosfera potrebbero cau-
sare al massimo un aumento della
temperatura da 0,1 C a O,2 C a
fronte di un contenuto raddoppiato
di CO
2
, come previsto per il 2100.
Questo forcing positivo sar sopraf-
fatto dal pi potente forcing negativo
dei cicli naturali.
Gli scienziati concludono che: La
temperatura globale continuer a
scendere no al 2100 quando toc-
cher livelli corrispondenti a quelli
registrati durante la piccola era gla-
ciale del 1870.
Il graco sottostante mostra le tem-
perature storiche e le previsioni per i
prossimi 500 anni.
(Fonte: NoTricksZone.com, 3 dicembre
2013, http://tinyurl.com/ocxste9)
LALZHEIMER E IL DIABETE
SONO LA STESSA MALATTIA?
sempre pi dicile ignorare il lega-
me tra obesit e demenza.
Nel 2005, uno studio condotto
dallequipe della dottoressa Suzanne
de la Monte della Brown Universi-
ty di Providence, Rhode Island, ha
spiegato perch le persone colpite da
diabete di tipo 2 corrono un rischio
maggiore di sviluppare lAlzheimer.
In questo tipo di demenza, infat-
ti, lippocampo, la parte del cervello
coinvolta nel processo dellapprendi-
mento e della memoria, sembra es-
sere insensibile allinsulina. A quanto
pare, non solo il fegato, le cellule adi-
pose e muscolari potrebbero essere
diabetici, ma anche il cervello.
Dopo aver studiato animali alimen-
tati con una dieta atta a sviluppare il
diabete di tipo 2, gli studiosi hanno
evidenziato che il loro cervello veniva
permeato da placche insolubili di pro-
teina beta amiloide, uno dei tratti di-
stintivi della presenza dellAlzheimer.
risaputo che linsulina svolge un
ruolo chiave nella memoria. Dalla-
nalisi congiunta di questi dati, lo
studio suggerisce che lAlzheimer po-
trebbe essere causato da un tipo di
diabete del cervello.
Se cos fosse, i problemi di memoria,
che spesso accompagnano il diabete
di tipo 2, potrebbero essere una for-
Attivit solare dal 1650 a oggi e previsioni per i prossimi 500 anni. Le lettere M, D e G indicano le temperature minime
storiche a livello globale: Maunder, Dalton e Gleissberg. (Fonte: Ldecke & Weiss, 2013)
7
Nexus New Times 108
ma iniziale di Alzheimer piuttosto
che un semplice declino cognitivo.
Sebbene ancora non ci sia un consen-
so unanime sulle cause dellAlzhei-
mer, sappiamo per che il cervello
viene ostruito dalle placche di beta
amiloide.
Lipotesi che sembra sempre di pi
convincere gli studiosi che non si-
ano le placche in s a costituire la
causa dei sintomi, ma i loro precur-
sori, piccoli ammassi solubili di beta
amiloide detti oligomeri. In eetti, le
placche insolubili potrebbero costi-
tuire il tentativo del cervello di isola-
re gli oligomeri tossici.
(Fonte: NewScientist.com, 28 novem-
bre 2013, http://tinyurl.com/mydwte5)

UNALIMENTAZIONE DI-
VERSA PRODUCE UN CAM-
BIAMENTO DELLA FLORA
BATTERICA IN SOLE 24 ORE
Passare a una dieta completamente a
base di carne o verdura provoca dei
cambiamenti immediati nei batteri
presenti nel nostro intestino.
Il corpo umano ospita un insieme di
microrganismi, il cosiddetto micro-
bioma, che superano nel numero le
cellule umane con un rapporto di 10
a 1 e che si concentrano soprattutto
nellintestino.
Peter Turnbaugh della Harvard Uni-
versity e i suoi colleghi hanno chiesto
a dieci volontari, tra cui un vegeta-
riano, di passare dalla loro dieta abi-
tuale a una a base di carne, uova e
formaggio o a una ricca di cereali,
frutta e verdura per cinque giorni.
Ogni giorno, i ricercatori hanno se-
quenziato lRNA microbico delle fe-
ci dei volontari per identicare quali
batteri fossero presenti nellintestino.
In particolare, nella dieta a base di
carne, abbiamo notato un cambia-
mento drastico nella presenza co-
spicua di diversi batteri, addirittura
nel corso dello stesso giorno, spie-
ga Turnbaugh. il caso del Bilophila
wadsworthia, un microrganismo che
si nutre di acidi biliari, che aiutano la
digestione dei grassi saturi del latte.
Invece, passare a una dieta a base di
verdure ha favorito un aumento nel
numero di batteri che producono un
acido grasso chiamato butirrico, che
sembra ridurre linammazione.
Nella dieta a base di frutta e verdu-
ra, i batteri ricavano gran parte della
loro energia dalla fermentazione dei
carboidrati, mentre nella dieta a base
di carne, gli ospiti dellintestino de-
vono scomporre le proteine.
Nonostante lo scompiglio, i cam-
biamenti dei batteri intestinali han-
no avuto vita breve: infatti, hanno
ripreso la composizione originaria
circa due giorni dopo che i volonta-
ri erano ritornati alle loro consuete
abitudini alimentari.
(Fonte: NewScientist.com, 11 dicem-
bre 2013, http://tinyurl.com/mddy6tx)
CELLULE OCULARI STAMPA-
TE IN 3D
I ricercatori dellUniversit di Cam-
bridge, avvalendosi di una tecnologia
a getto dinchiostro, sono riusciti a
stampare cellule umane dallocchio.
Al momento i risultati sono prelimi-
nari, ma dimostrano in linea di prin-
cipio che la tecnologia inkjet pu
essere usata per stampare due tipi
di cellule della retina di topi adulti:
quelle gangliari e quelle gliali.
Si tratta della prima volta in cui la
tecnologia stata usata per stampa-
re cellule mature del sistema nervo-
so centrale. I risultati mostrano che
le cellule stampate sono sane e che
continuano a sopravvivere e a cresce-
re in coltura.
Nel loro studio, i ricercatori hanno
usato una stampante piezoelettrica a
getto dinchiostro in grado di espel-
lere le cellule attraverso un ugello,
con un diametro inferiore al milli-
metro, applicando uno specico im-
pulso elettrico. Inoltre, hanno usato
una tecnologia video ad alta velocit
per registrare il processo di stampa ad
alta risoluzione e ottimizzare cos le
procedure.
Una volta stampate, le cellule sono
state analizzate per vedere quante
erano sopravvissute al processo e -
no a che punto fosse stata inuenzata
la loro capacit di sopravvivere e svi-
lupparsi.
(Fonte: ScienceDaily.com, 18 dicembre
2013, http://tinyurl.com/lfp7e6s)
PROFESSORE FALSIFICA VAC-
CINO PER RICEVERE FONDI
DA 19 MILIONI DI DOLLARI
Un professore della Iowa State Univer-
sity ha rassegnato le sue dimissioni do-
po aver rilasciato false dichiarazioni su
un presunto vaccino contro lAIDS.
In realt, infatti, il dr. Dong-Pyou
Han aveva aggiunto del sangue uma-
no sano al siero di coniglio in modo
da far credere che si fossero davvero
prodotti degli anticorpi.
La ricerca fasulla aveva fruttato alle-
quipe del dr. Han sovvenzioni per
ben 19 milioni di dollari da par-
te del National Institutes of Health
(NHI), come racconta il dr. James
Bradac, a capo degli istituti di ricerca
sullAIDS.
Villaggio globale
8
Nexus New Times 108
Questa straordinaria scoperta era sta-
ta pubblicata su diverse riviste specia-
lizzate, ma i primi sospetti erano sorti
di fronte allimpossibilit di altri ri-
cercatori di ripetere i risultati di Han.
stato il NHI ha smascherare la truf-
fa dopo aver analizzato il siero di coni-
glio e individuato gli anticorpi umani.
Il dr. Han ha rinunciato al suo posto
di ricercatore universitario in studi
biomedici a ottobre e il mese succes-
sivo ha accettato di astenersi dal rico-
prire ruoli simili per almeno tre anni.
(Fonte: NYPost.com, 26 dicembre
2013,http://tinyurl.com/kybz9m3)
IL CODICE SEGRETO NEL DNA
Un gruppo di ricercatori guidati
dal dr. John Stamatoyannopoulos,
professore associato di Genetica e
Medicina presso la University of Wa-
shington, ha scoperto un secondo co-
dice nascosto nel DNA.
Il loro studio fa parte dellEncyclo-
pedia of Dna Elements Project, me-
glio conosciuto come ENCODE, un
progetto internazionale volto a sco-
prire dove e come le istruzioni per le
funzioni biologiche sono immagazzi-
nate nel genoma umano.
Da quando il codice genetico sta-
to decifrato negli anni Sessanta, gli
scienziati hanno ritenuto che la sua
funzione fosse esclusivamente legata
alle informazioni sulla struttura delle
proteine. Per questo, i ricercatori della
UW sono rimasti sbalorditi nello sco-
prire che i genomi usano il codice ge-
netico per scrivere due lingue distinte.
Una descrive come sono fatte le pro-
teine, laltra fornisce le indicazioni su
come controllare i geni. Le due lin-
gue sono scritte una sullaltra e questo
spiegherebbe come mai la seconda
rimasta nascosta cos a lungo.
Per oltre quarantanni abbiamo cre-
duto che i cambiamenti del DNA
riguardanti il codice genetico in-
uenzassero unicamente il modo in
cui vengono prodotte le proteine,
aerma il dr. Stamatoyannopoulos.
Ora, sappiamo che questa ipote-
si basilare sulla lettura del genoma
umano non era completa. Questa
nuova scoperta evidenzia che il DNA
uno straordinario strumento di im-
magazzinamento di informazioni,
sfruttato dalla natura stessa in modi
sorprendenti.
Il codice genetico usa un alfabeto di
64 lettere chiamate codoni. I ricerca-
tori della UW hanno scoperto che
alcuni codoni, che hanno ribattez-
zato duoni, possono avere una dop-
pia funzione: da un lato, forniscono
le istruzioni per costruire le proteine,
dallaltro quelle per controllare i ge-
ni. Queste due funzioni si sono evo-
lute di pari passo e sembrerebbe che
le istruzioni per regolare lattivit dei
geni contribuiscano a stabilizzare al-
cune caratteristiche delle proteine e
la loro composizione.
La scoperta dei duoni ha importanti
implicazioni nellinterpretazione del
genoma umano da parte di scienziati
e sici.
Il fatto che il codice genetico sia in
grado di scrivere al contempo due ti-
pi di informazioni signica che molti
cambiamenti del DNA che sembrano
alterare le sequenze proteiche potreb-
bero essere in realt la causa di diver-
se malattie che stravolgono lattivit
di regolazione dei geni, o addirittura
entrambi i meccanismi, conclude il
dr. Stamatoyannopoulos.
(Fonte: University of Washington, 12
dicembre 2013, http://tinyurl.com/
o9sxz6v)
GLI IPOCRITI INVESTIMENTI
DELLA GATES FOUNDATION
Grandi magnati dellindustria belli-
ca, colossi della ristorazione fast-food
e potenti compagnie petrolifere, tra
cui ExxonMobil, BP, Chevron, Dyn-
Corp, G4S, Walmart e McDonalds,
sono solo alcune delle societ alle
quali la Gates Foundation elargisce i
Villaggio Globale
9
Nexus New Times 108
suoi mega fondi per la benecenza.
La Bill & Melinda Gates Foundation
la pi inuente associazione di be-
necenza con il capitale gestito pi
grande al mondo. Come si legge nel
loro sito web, lorganizzazione lavo-
ra per fare in modo che tutte le per-
sone possano condurre una vita sana
e produttiva.
La Gates Foundation dichiara: La
nostra campagna alimentare ha co-
me obiettivo quello di intervenire in
maniera concreta per sviluppare stra-
tegie e strumenti migliori volti a ga-
rantire ladeguata alimentazione di
donne incinte e bambini.
Per questo stato istituito il Gates
Foundation Asset Trust, stanzian-
do un capitale di ben 36 miliardi di
dollari da investire in diversi proget-
ti umanitari. Ma in che modo lasso-
ciazione riesce ad adempiere alla sua
missione?
Secondo la dichiarazione dei reddi-
ti del gruppo pubblicata nel 2012, il
Trust ha investito in:
Coca-Cola (tra cui la Coca-Cola
FEMSA, il principale distributore
dellAmerica Latina): $2,2 miliardi
Walmart: oltre $1 miliardo
McDonalds: $871 milioni
ExxonMobil: $662 milioni
BP: $17,8 milioni
Shell: $16,3 milioni
Altre industrie del settore petrolio,
gas e carbone: $48 milioni
PepsiCo: $7,8 milioni
DynCorp (imprenditore privato
industria bellica): $2,5 milioni
G4S (la pi grande societ di assi-
curazioni al mondo): $2,4 milioni
GEO Group (mercato statunitense
carceri private): $2,2 milioni
Burger King: $1,4 milioni
Yum! (societ madre di KFC, Taco
Bell e Pizza Hut): $823.000.
(Fonte: MotherJones.com, 6 dicembre
2013, http://tinyurl.com/msvam3x)
SOLO MET DELLE SOSTAN-
ZE INQUINANTI ELIMINATE
DAL TRATTAMENTO DELLE
ACQUE REFLUE
Solo met delle sostanze chimiche e
di altri agenti contaminanti vengono
rimossi dal trattamento delle acque
reue. quanto aerma una nuova
indagine condotta dallInternatio-
nal Joint Commission, un gruppo di
esperti provenienti dagli Stati Uniti
e dal Canada che ha esaminato la si-
tuazione nei Grandi Laghi.
Secondo questo studio, oltre 1.400
impianti di depurazione tra Stati
Uniti e Canada scaricano 4,8 miliar-
di di galloni di euente trattato nel
bacino della regione dei Grandi La-
ghi ogni giorno.
Gli scienziati hanno esaminato dieci
anni di dati che riguardano le moda-
lit attraverso le quali impianti di de-
purazione di tutto il mondo hanno
rimosso 42 composti che sono sem-
pre pi presenti nei Grandi Laghi.
Sono state rilevate con maggiore fre-
quenza sei sostanze chimiche con un
basso tasso di rimozione nelleuen-
te trattato: un erbicida, un antiepilet-
tico, due antibiotici, un antibatterico
e un antinammatorio.
Nelle acque di scarico, sono spesso
presenti anche caeina, paracetamo-
lo ed estriolo (un estrogeno natura-
le), ma con tassi di rimozione pi
elevati.
Gli impianti di depurazione avevano
un tasso di rimozione basso (meno
del 25 percento di possibilit di ri-
muovere il 75 percento o pi) di 11
delle 42 sostanze chimiche.
Unindagine federale su 74 corsi dac-
qua potabile in 25 stati diversi ha evi-
denziato che in ben 53 era possibile
trovare tracce di uno o pi sostanze
farmaceutiche per parti su trilioni.
Attualmente non esistono leggi fe-
derali che regolamentino la presen-
za di sostanze farmaceutiche nelle
acque reue o potabili. Tuttavia, 12
di queste sostanze sono state incluse
nellelenco della US Environmental
Protection Agency per ulteriori inda-
gini relative agli standard di qualit
delle acque potabili.
(Fonte: ScienticAmerican.com, 22
novembre 2013, http://tinyurl.com/
l5qjeno)
LADHD UNA MALATTIA
FITTIZIA
Zero la percentuale di bambini che
sorono di decit di attenzione e ipe-
rattivit. quello che aerma nel suo
nuovo libro, ADHD Does Not Exi-
st: Te Truth About Attention Decit
and Hyperactivity Disorder (LADHD
non esiste: tutta la verit su decit di
attenzione e iperattivit), il neurolo-
go Richard Saul, che nel corso della
sua lunga carriera, interamente de-
dicata a pazienti con problemi legati
alla capacit di attenzione e concen-
trazione, arrivato a questa conclu-
sione. LADHD solo un insieme di
sintomi, ma non una malattia o un
disturbo in s, pertanto non dovreb-
be essere inclusa nel Diagnostic and
Statistical Manual della American
Psychiatric Association.
Sempre secondo il prof. Saul, lau-
mento dei casi di ADHD negli ulti-
mi anni dovuto semplicemente al
Villaggio globale
10
Nexus New Times 108
fatto che i medici non riescono a in-
dagare come dovrebbero sullo stato
di salute dei pazienti e che lADHD
diventata una malattia tutto som-
mato accettata, compresa e la cui dia-
gnosi va bene un po per tutto.
Senza mezzi termini, il dr. Saul pun-
tualizza anche che spesso i genitori
sono alla ricerca di una strada facile
per tenere a bada bimbi un po trop-
po vivaci e i trattamenti dellADHD,
Adderall e Ritalin, servono perfetta-
mente lo scopo.
(Fonte: WashingtonTimes.com, 6
gennaio 2014, http://tinyurl.com/
k5qzp3j)
ANCHE LE CELLULE ANIMA-
LI COMUNICANO ATTRAVER-
SO SINAPSI
In uno studio che contraddice to-
talmente il modello biologico clas-
sico della comunicazione tra cellule
animali, gli scienziati dello UCSF
hanno scoperto che le tipiche cellule
animali hanno labilit di trasmettere
e ricevere segnali biologici le une alle
altre attraverso il contatto sico an-
che a grandi distanze.
Da molto tempo risaputo che i
neuroni comunicano in un modo si-
mile, trasferendo segnali attraverso
punti di contatto chiamati sinapsi,
e facendo viaggiare le risposte attra-
verso lunghi tubi chiamati assoni,
spiega Tomas Kornberg, dottore
di ricerca e professore di biochimica
presso il UCSF Cardiovascular Rese-
arch Institute.
Tuttavia, si sempre ritenuto che
questa modalit di trasmissione ap-
partenesse unicamente ai neuroni.
Ora abbiamo dimostrato che molti
tipi di cellule animali hanno la stes-
sa abilit di estendersi e comunicare
le une con le altre attraverso sinapsi,
usando delle proteine come unit di
informazione al posto dei neurotra-
smettitori e degli impulsi elettrici.
(Fonte: UCSF, 2 gennaio 2014, http://
tinyurl.com/l45koes)
TUTTO QUELLO CHE NON
VI ANCORA STATO DETTO
SUL MEDIO ORIENTE
Nel 2007, Seymour Hersh scrisse
che, dopo la scontta di Israele in Li-
bano nel 2006, il governo statuniten-
se aveva adottato una nuova strategia
chiamata reindirizzamento. Secon-
do Hersh, questa politica aveva por-
tato gli Stati Uniti a un confronto
pi aperto con lIran e, in alcune aree
della regione, aveva portato allinten-
sicarsi del conitto settario tra Sciiti
e Sunniti.
Con la cooperazione di Arabia Sau-
dita e di tutti gli altri protagonisti che
avevano contribuito a lanciare la car-
riera di Osama Bin Laden in Afgha-
nistan, il governo statunitense prese
parte a operazioni clandestine con-
tro lIran e il suo alleato siriano.
importante notare che Hersh aer-
m anche che: Leetto collaterale
di queste attivit stato lacuirsi del-
le azioni dei gruppi sunniti estremi-
sti che hanno abbracciato una visione
militante dellIslam, sviluppando un
sentimento di ostilit nei confronti
dellAmerica e aliandosi sempre di
pi ad Al Qaeda.
Se c qualcosa che i Sauditi sanno fa-
re molto bene, radunare orde di fa-
natici come strumento al servizio dei
difensori dellArabia Saudita a Wa-
shington. Lo fecero in Afghanistan,
in Bosnia, nel Caucaso del Nord, in
Libia e lo fanno anche in Libano e
in Siria.
Gli attentati terroristici in Liba-
no hanno aperto una nuova fase del
conitto siriano, volta a obbligare gli
hezbollah a ritirarsi dalla Siria e com-
battere una guerra civile nella loro
stessa terra. Gli attacchi fanno parte
del reindirizzamento. I Sauditi han-
no aggravato questa nuova fase attra-
verso gli attacchi terroristici contro
lambasciata iraniana a Beirut il 19
novembre del 2013.
I primi di dicembre del 2013, il prin-
cipe Bandar bin Sultan bin Abdula-
ziz Al-Saud, famigerato leader del
terrorismo saudita ed ex inviato dei
Sauditi a Washington, diventato ca-
po dellintelligence, visit la Federa-
zione russa per sollecitarne il governo
ad abbandonare i siriani.
Lobiettivo del principe Bandar era
quello di stipulare un accordo col
Cremlino anch Damasco fosse la-
sciata in mano alle brigate appoggia-
te dai Sauditi che assediavano le forze
governative siriane dalle province e
dalle zone di conne del paese dal
2011. Bandar incontr Vladimir Pu-
tin in una riunione a porte chiuse per
discutere della Siria e dellIran pres-
so la residenza uciale del presidente
russo a Novo-Ogaryovo.
Molte cose erano cambiate da quan-
do Bandar aveva incontrato Putin
per la prima volta e i successivi due
incontri, nel luglio e dicembre del
2013. I Sauditi si aspettavano che i
loro sostenitori negli Stati Uniti ri-
uscissero a coinvolgere il Pentagono
in una campagna di bombardamen-
ti contro la Siria a settembre. Molto
probabilmente, Riyadh era alloscuro
delle trattative segrete intercorse tra
Villaggio Globale
11
Nexus New Times 108
Stati Uniti e Iran tramite lOman,
sullo scenario di quella che appariva
ormai come una inarrestabile escala-
tion verso la guerra aperta.
Le minacce di Bandar di rivalutare i
legami dei Sauditi con Washington
probabilmente il risultato diretto del-
la scelta del governo statunitense di
non metterli al corrente del loro pia-
no di usare la Siria per negoziare con
il governo iraniano.
I funzionari statunitensi potrebbero
aver istigato i Sauditi a intensica-
re loensiva contro la Siria in modo
da indurre gli iraniani a siglare un ac-
cordo per evitare un attacco contro la
Siria e una guerra regionale. Inoltre,
non solo sarebbe cambiata la situazio-
ne tra Stati Uniti e Iran, ma la Russia
avrebbe alla ne rmato un impor-
tante contratto sul gas naturale siria-
no nel Mediterraneo. I Sauditi erano
stati pesantemente danneggiati sotto
molteplici punti di vista e iniziarono
a rivalutare la loro disponibilit.
Oltre allattacco terroristico in Liba-
no e allattacco allambasciata russa
di Damasco, la Russia stessa fu nel
mirino degli attentati. Con lina-
sprirsi del conitto siriano, anche le
tensioni nel Caucaso del nord si so-
no riaccese, sfociando in una serie di
attacchi terroristici e portando alluc-
cisione dei religiosi musulmani russi,
noti per il loro sostegno a favore della
coesistenza della comunit cristiana e
musulmana e contrari ai separatismi.
Gli attacchi a Volgograd del 29 e
30 dicembre dello scorso anno sono
solo uno dei casi pi recenti delle-
spansione nel Volga di ci che sta
succedendo nel Caucaso del Nord,
ma avvengono in modo inquietante
alla vigilia dellinizio delle Olimpiadi
invernali che il principe Bandar ave-
va assicurato di proteggere nel caso
Mosca avesse tradito la Siria.
stato appurato con certezza da fonti
esterne, interessante agli aari inter-
ni dei Sauditi, che il principe Bandar
sia uno dei tre principi Al-Saud che
controllano la sicurezza e la politica
estera dellArabia Saudita. Gli altri
due sono il principe Abdulaziz bin
Abdullah bin Abdulaziz Al-Saud, vi-
ceministro degli Esteri saudita e uno
dei portavoce del re Abdullah in Siria
per via dei suoi legami con la Siria
da parte materna, e il principe Mo-
hammed bin Nayef bin Abdulaziz
Al-Saud, ministro degli Interni.
Tutti e tre sono legati agli Stati Uni-
ti molto di pi dei loro predecessori.
Lo stesso principe Bandar ha lavorato
a stretto contatto con gli Stati Uni-
ti per lungo tempo, collaborazione
che gli valsa laettuoso nomignolo
di Bandar Bush, cos ampiamente
usato. Ma non lunico soprannome:
un altro Bandar il chimico per via
del suo presunto coinvolgimento ne-
gli attacchi chimici siriani nella re-
gione del Ghouta.
I Sauditi hanno giocano un ruolo de-
terminante nel destabilizzare la Fe-
derazione russa e organizzare degli
attacchi terroristici nel cuore della
Russia.
A prescindere o meno dal supporto
ai movimenti separatisti nel Cauca-
so del Nord, la verit che sono stati
usati in modo opportunistico sia dai
Sauditi sia da Washington.
Nonostante lautenticit delle minac-
ce di Bandar alla Russia, Volgograd
parla della Siria e la Siria parla di Vol-
gograd. Entrambe fanno parte della
stessa lotta.
(Fonte: tratto da Volgograd and the
Conquest of Eurasia: Has the House
of Saud seen its Stalingrad? di Mahdi
Darius Nazemroaya, GlobalResearch.
ca, 3 gennaio 2014, http://tinyurl.com/
k8vvp8p)
Villaggio globale
Chiama il Ministero della Sanit. D che ho trovato
un caso insolito di inuenza che salta le specie
12
Nexus New Times 108
Villaggio Globale
DUBBI SULLA SPERIMENTAZIONE ANIMALE
di Pat Dutt e Jonathan Latham
I nuovi metodi di investigazione scientica hanno solle-
vato numerosi dubbi sui metodi per testare la sicurezza
di migliaia di beni di consumo, additivi alimentari e so-
stanze chimiche industriali.
I prodotti che usiamo quotidianamente, dalle bevande
agli omogeneizzati, dalle vernici ai prodotti per il giar-
dinaggio, ai cosmetici e gli sciampo, contengono sva-
riate sostanze chimiche sintetiche come conservanti,
coloranti, ingredienti attivi o contaminanti. Le uniche
certezze uciali sulla sicurezza di questi prodotti chi-
mici provengono in ampia parte dalla sperimentazio-
ne animale che utilizza a tal scopo conigli, topi, ratti e
cani. Tuttavia, i risultati di uno studio condotto da un
consorzio di ricercatori e pubblicati in Proceedings of the
National Academy of Sciences portano a ritenere che que-
ste rassicurazioni siano pressoch prive di valore.
I risultati degli esperimenti, infatti, mettono in dubbio
i modelli scientici tradizionali che partono dal presup-
posto che la sperimentazione sugli animali abbia rile-
vanza diretta negli uomini. Questo proprio il punto
messo in discussione dagli studiosi, che con la loro sco-
perta potrebbero potenzialmente invalidare lintero cor-
pus di informazioni costruito per distinguere le sostanze
chimiche sicure da quelle che non lo sono. Anche la
loro indagine ha ovviamente fondamenta scientiche,
anche se si dierenzia dalla sperimentazione tradiziona-
le, radicata nellidea che sia possibile sviluppare i tratta-
menti sugli animali e poi applicarli alluomo.
I ricercatori, che lavorano nellambito delle malattie in-
ammatorie (tra cui diabete, asma e artrite), si sono ac-
corti che i farmaci che no a quel momento erano stati
sviluppati sui topi avevano un tasso di fallimento del
100 percento in quasi 150 test clinici sugli uomini.
Volendo capire le ragioni di questa situazione, han-
no pertanto deciso di testare gli eetti di diversi trat-
tamenti utilizzati nelle inammazioni e di comparare
sistematicamente i risultati tra topi e uomini. Questa
correlazione postulata, tra specie animali diverse, viene
a volte chiamata ipotesi di concordanza.
Nel primo gruppo di esperimenti, i ricercatori hanno
esaminato un tipo di inammazione acuta nei topi pro-
vocata da diversi stimoli, tra cui tossine batteriche (en-
dotossemia), traumi e bruciature. I ricercatori hanno
scoperto che i cambiamenti nellattivit di un partico-
lare gene nei topi dopo il trattamento di solito non riu-
scivano a predire la risposta nellattivit del gene umano
pi simile. Questo ovviamente non era il risultato che
si aspettavano. Se uomini e topi sono signicativamen-
te simili (quindi concordanti), allora i cambiamenti
nellattivit genetica dei topi avrebbero dovuto rassomi-
gliare a quelli negli umani dopo essere stati sottoposti a
un test del genere, ma non fu cos.
In esperimenti successivi, i ricercatori identicarono
unaltra dierenza. Mentre gli umani rispondevano con
schemi di cambiamenti genetici simili in ognuno dei
tre test (trauma, bruciature ed endotossemia), i topi si
comportavano diversamente. Ognuno dei tre test negli
animali, infatti, risultato in una serie distinta di cam-
biamenti dellattivit genetica, confermando lipotesi ini-
ziale che topi e uomini hanno un tipo di risposta diverso.
Successivamente, i ricercatori hanno esaminato lattivit
di vie di segnalazione biologiche speciche dopo simili
trattamenti. Anche queste divergevano in modo signi-
cativo. Sorpresi dalle costanti poche correlazioni tra le
due specie, gli studiosi hanno analizzato altri modelli
uomini-topi in malattie inammatorie. Anche in que-
sto caso, le somiglianze erano scarse.
In conclusione, possiamo dire che questi esperimenti
hanno confermato che topi e uomini hanno davvero po-
co in comune nel campo delle malattie inammatorie.
Una scoperta di primaria importanza vista lincidenza
delle patologie a carattere inammatorio nelluomo, tra
cui allergie, celiachia, asma, artrite reumatoide e malat-
tie autoimmuni.
(Fonte: Independent Science News, 6 maggio 2013, http://
tinyurl.com/kxbs9qm)
13
Nexus New Times 108
I cittadini stanno
iniziando a riconoscere
la corruzione del sistema
nanziario globale e
delllite aziendale che
lo governa, come ci
spiega linformatrice
della banca mondiale
Karen Hudes, che crede
in una soluzione diversa
dalla guerra valutaria per
trasferire pacicamente il
potere al popolo.
Karen Hudes
La talpa della banca mondiale
Unintervista con Karen Hudes
di Sophie Shevardnadze
SophieCo., Russia Today
7 ottobre 2013
Sito Web: http://rt.com
Sophie Shevardnadze (SS): La nostra ospite di oggi linformatrice Karen
Hudes, ex consulente senior per la Banca Mondiale. Karen, un piacere averla
ospite della nostra trasmissione oggi.
Karen Hudes (KH): Grazie dellinvito, Sophie. Sono contenta di essere qui
con lei.
SS: Dunque, parliamo del government shutdown [blocco delle attivit ammi-
nistrative negli Stati Uniti per mancata approvazione della legge di rinanzia-
mento, NdT]. La mossa dei Repubblicani giusticata? Bloccare lObamacare
[riforma per lestensione universale dellassistenza sanitaria, NdT] valeva tutto
questo disastro?
KH: Io penso che in realt dietro le quinte ci sia dellaltro. Molto altro.
SS: Che cosa intende?
KH: Be, c un terribile problema valutario. Siamo sullorlo di una guerra va-
lutaria. La Federal Reserve sta stampando dollari come se non ci fosse un do-
mani, e se andr avanti cos il resto del mondo smetter di accettarli. Infatti, i
paesi del BRICS Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica hanno deciso che
i commerci fra questi stati saranno nanziati attraverso compensazioni e la
dierenza sar pagata in oro. E per loro la mossa giusta, perch...
SS: Ma questo che relazione ha con lo shutdown?
KH: Il Congresso degli Stati Uniti in lotta con la presidenza perch la pre-
sidenza mostra una totale mancanza di considerazione nei confronti delle sue
opinioni, e anche il pi alto uciale giudiziario del governo degli Stati Uniti
mostra scarsa considerazione per il Congresso nella lotta a questa corruzione in-
ternazionale che sta rovinando il dollaro come valuta di riserva internazionale.
SS: Lo sa, gli economisti profetizzano la caduta del dollaro n dallinizio della
crisi nel 2008, ma il governo riuscito a mantenerlo a galla.
KH: Be, non per molto ancora. Se osserva cosa sta succedendo nei mercati
delloro e di altri metalli preziosi anche largento siamo diretti verso una situa-
zione detta backwardation permanente delloro. Signica che si sta perdendo la
ducia nelle valute legali emesse da quelle banche private. Anche se loro amano
considerarsi banche pubbliche, in realt sono di propriet di soggetti privati.
Queste valute niranno per crollare perch sono senza valore. ci che capita
sistematicamente alle valute cartacee che non sono supportate da beni materiali.
SS: Come ha detto per la backwardation delloro, spesso loro viene decantato
come un investimento perfettamente sicuro... perno unalternativa al dolla-
ro. Ma com possibile che il prezzo delloro stia calando?
Nexus New Times 108
14
KH: Per via della manipolazione del mercato, ma ci
potr andare avanti solo no a un certo punto, perch
le banche centrali stanno esaurendo loro e il resto del
mondo gi in la per acquistarlo. Se si vuole comprare
oro oggi, bisogna pagare un sovrapprezzo. La loro oer-
ta collocata nel futuro si chiama vendita allo scoperto.
Non possiedono loro per sostenere questa oerta. Ci
che fanno illegale.
SS: Torneremo a parlare delloro, ma per il momento vor-
rei concentrarmi sullObamacare. Secondo lei, lObama-
care davvero cruciale per leconomia statunitense?
KH: In realt va benissimo per le compagnie assicurative,
perch molti degli altri paesi che orono lassicurazione me-
dica lo fanno attraverso un distributore unico, e non quel-
lo che succede qui. Qui abbiamo un progetto di legge che
stato stilato direttamente dalle compagnie assicurative. Non
va bene per questa economia. Non mai andato bene.
SS: Perch dice di no?
KH: Perch adesso succede che i lavoratori che prima la-
voravano a tempo pieno vengono messi deliberatamente
a part-time, cos le aziende possono evitare legalmente di
pagare la loro assicurazione medica.
SS: A proposito dellObamacare, spesso lho sentito para-
gonare al socialismo... a volte persino al comunismo! Lei
vede questa somiglianza?
KH: Questo succede solo perch i media generalisti,
quando spiegano cosa sta succedendo, lo fanno dicendo
bugie e compiacendo i potenti. I media generalisti so-
no sotto la propriet e il controllo delle stesse aziende
aziende private che hanno in mano la Federal Reserve.
La maggior parte dei cittadini americani non ha idea della
corruzione che si annida nella loro economia.
SS: Giusto per non fraintendere, lei sta dicendo che lO-
bamacare assolutamente nocivo? O c anche qualcosa
di buono?
KH: No, ovviamente qualcosa di buono c, ma il proble-
ma che la gente che chiedeva una copertura decente non
ha ricevuto gli strumenti, non ha ricevuto i mezzi, non ha
avuto linformazione mediatica linformazione onesta
che sono necessari perch una societ applichi una legi-
slazione giusta. I loro parlamentari sono tutti al soldo di
queste forze corrotte e i cittadini statunitensi non hanno
nessuna ducia nel loro Congresso.
SS: Quindi, a questo punto, lei daccordo con i Repub-
blicani che ostacolano la riforma sanitaria?
KH: Non mi schiero n con i Democratici n con i Re-
pubblicani, perch entrambi i partiti sono asserviti a que-
sta forza terribile e corrotta di cui parlo.
SS: Adesso la situazione che tutti gli statunitensi so-
no costretti ad avere unassicurazione sanitaria. Che ne
del loro amore per la libert, e in particolare la libert
di scelta?
KH: La questione non tanto il fatto di essere obbligati.
Bisogna guardare a quelle parti della societ che sono state
sacricate: i ragazzi senza istruzione, a cui non viene pi
oerta quella qualit dellistruzione a cui eravamo abitua-
ti noi. Siamo una societ che presta poca attenzione alla
gente che ha bisogno. Non dico che dovremmo ignorare
le necessit sanitarie del nostro paese. Per dico di igno-
rare i media generalisti, perch non ci dicono la verit.
SS: Lei ha limpressione che leconomia americana si stia
risollevando? Sentiamo dire al presidente Obama che lo
shutdown danneggia leconomia americana proprio nel
delicatissimo momento in cui ha appena iniziato a ripren-
dersi... Lei crede che si stia davvero riprendendo?
KH: Le cifre sulloccupazione sono del tutto articiali,
perch non tengono conto di tutti quei disoccupati che
ormai hanno rinunciato a trovare un lavoro. ridicolo. Il
dato vero della disoccupazione circa il doppio di quello
che dichiarano.
SS: Insomma, il debito americano sembra ormai senza
speranza. Esiste unaltra possibilit, oltre a quella di una
crescita costante? Voglio dire, innalzare il tetto del debito
una o due volte allanno... qual il problema?
KH: Il problema in realt, quando si parla di debito, che
la nostra valuta nanziata dal debito. La nostra valuta
emessa dalla Federal Reserve, e non dal Tesoro, e questo
anticostituzionale. Quando fu istituita la Federal Reserve
nel 1913, la maggior parte del Congresso era in vacanza;
avevano fatto passare la legge in sordina. Insomma, il de-
bito l apposta perch le banche possano metterci sopra
un interesse e vederlo crescere e peggiorare ogni anno. Il
debito articiale. Probabilmente bisognerebbe rinnegar-
lo, ma non lo si pu rinnegare nch non si esaminano
tutte le implicazioni.
SS: Lei pensa che continuer a crescere allinnito?
KH: No. Io penso che alla prossima conferenza di Bret-
ton Woods del 9 ottobre i paesi del mondo, i primi mi-
nistri esteri, si siederanno e ideeranno una base valutaria
logica al posto di questa valuta legale che assolutamen-
te... come posso dire? Non serve a nessuno se non alle
banche che la emettono.
La corruzione nel conglomerato aziendale
SS: Insomma, quando si pensa al concetto di debito, c
dietro molto di pi che il semplice prendere dei soldi in
prestito, giusto? qualcosa che rende controllabili. Per
esempio, nel caso degli USA, chi lo controlla? Cio, le
grandi aziende, o i paesi come Cina e Giappone che con-
trollano una grossa parte del debito?
"Il problema in realt, quando si parla di
debito, che la nostra valuta nanziata
dal debito. La nostra valuta emessa
dalla Federal Reserve, e non dal Tesoro,
e questo anticostituzionale."
Nexus New Times 108
15
KH: Be, questa unottima domanda e, fortunatamente,
i matematici dellIstituto Tecnologico Federale svizzero
ci hanno dato una risposta molto precisa. Hanno svolto
uno studio su chi detiene e controlla le societ sui merca-
ti dei capitali, 43.000 societ. Hanno scoperto che esiste
una super-entit segreta, la chiamano cos, che detiene
il 60% dei guadagni annuali e il 40% degli asset. Succede
perch nei Consigli di Amministrazione di queste societ
ci sono sempre le stesse persone. Quindi costoro deten-
gono il decuplo del potere economico che gli spetta, e
credevano che nessuno lavrebbe mai scoperto. Si tratta di
un conglomerato enorme che manipola i prezzi del Libor,
manipola i prezzi di tutte le merci, fa insider trading nel
mercato dei titoli. Bisogna fermare tutto questo. Inoltre i
media sono in mano loro, cos alla gente dicono delibera-
tamente solo bugie. Ma questo deve nire.
SS: Dunque, per rispondere alla mia domanda: il governo
controllato dal conglomerato o dalle aziende, piuttosto
che da altri paesi che hanno i loro alti e bassi economici,
giusto? Ma allora perch queste aziende o il conglome-
rato, come lo ha chiamato lei non sono state scoperte?
Perch non sta cambiando nulla?
KH: proprio questo il punto. A loro piace pensare di
avere il controllo, ma non cos. Non sono al di sopra
della legge. E noi cittadini sappiamo esattamente di co-
sa sono capaci. Abbiamo lavorato su questo problema.
Tutti i governatori degli stati [degli USA] hanno lavorato
contro questa terribile corruzione lhanno fatto i pro-
curatori generali, lhanno fatto gli sceri ed essa non
continuer. Il popolo americano si sta riprendendo il suo
governo e sta per porre ne a questa terribile corruzione.
SS: A oggi, gli Stati Uniti sono il cuore nanziario del
mondo. Sia che crollino o che restino a galla, palesemente
sbagliato che tanto potere sia concentrato in un unico po-
sto. In questo momento lAsia un colosso nascente. Po-
trebbe rubare agli USA il loro ruolo nanziario? Lei pensa
che la Cina, per esempio, potrebbe appropriarsi del ruolo
nanziario degli Stati Uniti? Oppure anche i cinesi sono
controllati dalla stessa lite nanziaria che lei ha citato?
KH: Be, posso dire che i gesuiti hanno un fortissimo con-
trollo anche sulla Cina, e poi posso dire che il passaggio del
potere economico dai paesi occidentali allOriente ci sar,
ma avverr senza grosse scosse. La transizione non avverr
attraverso una guerra valutaria, come quella che sta cercan-
do di tramare quel gruppo terribile e corrotto. No, questa
volta avremo un passaggio di potere pacico. Non ci sar la
Terza guerra mondiale. Ci hanno gi provato in Siria, ora
pensano di poterci riuscire in Iran. Ma non succeder. I cit-
tadini del mondo si sono accorti di cosa stanno facendo e
non permetteremo che la passino liscia questa volta.
SS: I governi stranieri continuano a comprare bond del
Tesoro americano, nonostante gli evidenti problemi che
sta arontando leconomia statunitense. Secondo lei,
perch lo fanno?
KH: Io credo che il mercato maggiore per le banconote
della Federal Reserve sia il Tesoro USA, e in questo mo-
mento c un surplus di dollari. Ma del resto, s, c anche
un mercato piccolo. Purtroppo il mercato si sta indebo-
lendo di pari passo allindebolimento del dollaro, per via
di tutte queste manovre di alleggerimento quantitativo,
dove ogni mese vengono stampati tanti nuovi dollari as-
solutamente senza alcun sostegno.
SS: Quindi lei ritiene che il ritorno al gold standard sia re-
alistico? Potrebbe essere una possibilit?
KH: In realt non poi una cosa tanto buona. La valuta
dovrebbe essere sempre supportata da valore, ma non c
motivo per limitare la scelta ai metalli preziosi: qualsiasi
merce di valore va bene. La cosa importante che a soste-
nere la valuta ci siano attivit e non passivit, come invece
sta succedendo adesso.
SS: Se si vericasse un crollo nanziario, loro poniamo
sarebbe di qualche utilit? Voglio dire, manca anche il
cibo. Guardiamo il mondo di oggi: il problema pi gros-
so che abbiamo di fronte la mancanza di acqua potabile
pulita. Loro di che utilit pu essere?
KH: Dunque, innanzi tutto io credo che riusciremo a te-
nere a galla tutto. Non mi aspetto un crollo. Un modello
molto accurato preso in prestito dalla teoria dei giochi di-
mostra che riusciremo a compiere la transizione in modo
molto graduale. Magari qualche singhiozzo ci sar, ma
credo che la maggior parte dei paesi del mondo sia a favo-
re della collaborazione per evitare un crollo. Lunica cosa
evidente che qualcuno di questi truatori non si rende
conto, non interpreta i segnali, non capisce che noi sap-
piamo che c un modo per collaborare ed evitare questi
problemi, che sicuramente sono evitabili.
Gli informatori della Banca Mondiale
SS: Allora, Karen... lei era consulente senior per la Ban-
ca Mondiale... Mi dica una cosa. Banche oneste: un
ossimoro?
KH: No, ne vediamo degli esempi dappertutto. Negli
Stati Uniti, lo stato del North Dakota ha una propria
banca statale e molti degli altri stati ci stanno pensando.
Al momento, 22 stati stanno valutando la cosa e abbiamo
sollecitato anche gli altri 28 stati a farlo. Ad Amsterdam
cera una banca che andata avanti per 300 anni, cre-
do, senza il minimo problema. Noi sappiamo come deve
lavorare una banca. Dovrebbe essere uninfrastruttura a
"Si tratta di un conglomerato
enorme che manipola i prezzi del Libor,
manipola i prezzi di tutte le merci,
fa insider trading nel mercato dei titoli.
Bisogna fermare tutto questo."
Nexus New Times 108
16
supporto delleconomia. Non dovrebbe servire solo alle
lite che si credono al di sopra della legge, come avviene
attualmente. Se pensa alla Banca dei Regolamenti Inter-
nazionali (BRI)... questistituto fu fondato per riscuotere
lindennit di guerra dalla Germania dopo la Prima guer-
ra mondiale. Inizi allora, nel 1930, e se non erro oggi so-
no 60 le banche centrali che fanno parte della BRI. Sono
loro i colpevoli, sono loro quelli che dovrebbero davvero
essere estromessi dal gioco.
SS: Lei stata la prima a denunciare la corruzione allin-
terno della Banca Mondiale. Ci dica di pi su ci che ha
rivelato.
KH: Be, ecco cos successo. Io lavoravo nelle Filippine
e cera una banca... era la ne degli anni Novanta, quan-
do lAsia orientale stava uscendo dalla crisi nanziaria...
era la seconda grande banca delle Filippine, la Philippi-
ne National Bank. Era in corso un prestito per raorza-
re il settore bancario, e successe che il proprietario delle
Philippine Airlines, Lucio Tan, n per acquistare oltre
il 10% delle azioni della Philippine National Bank senza
informare le autorit lippine di vigilanza sugli strumenti
nanziari. Non era legale.
Allora io dissi al responsabile del programma prestiti del-
la Banca Mondiale che era necessario avvertire il governo
delle Filippine che in questo modo venivano a mancare le
condizioni per il prestito. Per tutta risposta fui riassegnata
ad altre mansioni, e non potevo accettarlo. Allora andai alla
riunione in cui si decideva se sborsare o no il prestito, e io
dissi che il Consiglio non era stato informato che cerano
delle condizioni non rispettate. Allora successe che il presti-
to non venne sborsato, ma le persone che avevano depositi
in quella banca ritirarono i loro soldi e la Philippine De-
posit Insurance Corporation dovette sostenere la banca per
500 milioni di dollari; noi, dal canto nostro, non sborsam-
mo il nostro prestito per 200 milioni e i giapponesi non
sborsarono il loro prestito di altri 200 milioni. Insomma,
fanno 900 milioni di dollari di prestito andato a monte,
e quando gli organi di valutazione della Banca Mondiale
dissero che loperato della Banca Mondiale era stato sod-
disfacente, io corressi il rapporto, e la mia correzione non
arriv mai al Consiglio. Insomma, fu un insabbiamento.
Non possono esserci insabbiamenti in una banca: signica
che i soldi stanno andando nel posto sbagliato.
Ho lavorato insieme ad altri informatori alla Banca Mon-
diale, perch sappiamo che il Consiglio deve essere infor-
mato di cosa succede veramente. Altri informatori hanno
denunciato frodi contabili. Lo abbiamo segnalato al Par-
lamento britannico. Io lho segnalato al Parlamento eu-
ropeo nel 2011, e il Parlamento europeo ha scritto una
lettera alla Banca Mondiale. Avevo tenuto uno storico
molto dettagliato, e la Banca Mondiale non ha mai rispo-
sto. Ho denunciato il fatto al Congresso degli Stati Uniti,
e quando il Congresso ha ricevuto la richiesta di aumen-
tare il capitale della Banca Mondiale, ha commissionato
una verica del Government Accountability Oce che
non mai avvenuta. Allora io ho riferito il tutto allOr-
ganizzazione internazionale delle Istituzioni superiori di
controllo (INTOSAI) e ho chiesto al Consiglio di com-
missionare a KPMG una revisione dei controlli interni
della Banca Mondiale. KPMG non ha rispettato gli stan-
dard di revisione, e io lho riferito al PCAOB (Consiglio
di controllo sulla contabilit delle societ per azioni). Lho
segnalato anche alla SEC [Commissione USA per i titoli
e gli scambi]. Ma se non si poteva disturbare la SEC per
sbrogliare linsider trading della Federal Reserve, guria-
moci se avrebbero mosso un dito per le obbligazioni della
Banca Mondiale. Allora ho acquistato io stessa unobbli-
gazione della Banca Mondiale e ho intentato una causa
per violazione delle leggi sui titoli. Inoltre sono stata da
tutti i procuratori generali degli Stati Uniti, dicendo che
era loro responsabilit assicurarsi che gli obbligazionisti
dei loro stati ricevessero informazioni nanziarie corrette.
Sono andata anche alla IOSCO [Organizzazione interna-
zionale delle commissioni sui titoli]. Insomma, la Banca
Mondiale deve ritornare nella legalit e ci deve essere tra-
sparenza nei mercati dei capitali. Linsider trading della
Federal Reserve dovr diventare presto storia passata.
SS: Lei si sente al sicuro dopo queste rivelazioni? Voglio
dire, lei stata licenziata.
KH: Be, sa, ho lavorato con informatori davvero stra-
ordinari. In particolare, vorrei menzionare Mark Novit-
sky che ha denunciato linsider trading e le irregolarit di
bilancio di TeleTech, una delle aziende che spiano i cit-
tadini americani. Insomma, quando gli informatori co-
operano, si confrontano e condividono informazioni, si
ottiene un quadro molto accurato. Inoltre, vorrei menzio-
nare Larry Garrison, che si occupato delle mie relazioni
pubbliche. Se in questo lavoro non siamo soli, non cos
facile liberarsi di noi. Da forza nasce forza.
Lintervistata:
Karen Hudes ha studiato giurisprudenza alla Yale Law School ed economia
allUniversit di Amsterdam.
Ha lavorato presso la Export-Import Bank of the United States dal 1980 al
1985 e al dipartimento legale della Banca Mondiale dal 1986 al 2007. Ha
fondato la Commissione delle organizzazioni non governative allinterno del-
la Sezione di diritto internazionale dellAmerican Bar Association, nonch la
Commissione sul multilateralismo e la responsabilit delle organizzazioni in-
ternazionali nella divisione americana dellInternational Law Association. Il
suo sito Web http://kahudes.net.
Nota di redazione:
La trascrizione completa dellintervista a Karen Hudes disponibile su http://
rt.com/shows/sophieco/world-bank-us-shutdown-820/. Lintervista visibi-
le su YouTube allindirizzo http://tinyurl.com/n2v5r84.
Nexus New Times 108
17
In seguito a un lungo
processo di selezione, il
team di Project Censored
presenta la sua classica
top 25 delle notizie
vericate apparse su
media indipendenti nel
2012-2013 che non
hanno ricevuto attenzione
dai media generalisti o
sono state trattate solo
parzialmente.
La top 25 delle notizie
di Project Censored
Compilato da
Project Censored 2013
Professor Mickey Huff
Direttore di Project Censored
Media Freedom Foundation
PO Box 571 Cotati, CA 94931, USA
http://www.projectcensored.org
1. Bradley Manning e le colpe dei media generalisti
Nel febbraio 2013, lanalista di intelligence militare statunitense Bradley
Manning ha confessato in tribunale di avere fornito al gruppo antisegretezza
WikiLeaks vasti archivi di le militari e diplomatici, spiegando che desidera-
va rendere pubbliche le informazioni ivi contenute per rendere il mondo un
posto migliore, e che sperava di accendere un dibattito negli Stati Uniti sul
ruolo dellapparato militare nella politica estera. I 700.000 documenti trape-
lati svelavano numerosi crimini, true e atti di corruzione precedentemente
segreti perpetrati da uciali militari e governativi statunitensi.
Secondo la sua testimonianza del febbraio 2013, Manning aveva tentato di far
pubblicare i registri relativi alle guerre in Afghanistan e in Iraq attraverso fonti
convenzionali. Nellinverno 2010, aveva contattato il Washington Post, il New
York Times e il Politico nella speranza che avrebbero pubblicato il materiale. So-
lo dopo il riuto di questi tre editori, Manning inizi a caricare i documenti su
WikiLeaks. Su Al Jazeera si era detto che la testimonianza di Manning sollevava
il dubbio che la stampa generalista non fosse pronta a ospitare il dibattito che
Manning aveva in mente sullintervento militare e la politica estera statunitense.
In eetti, i media generalisti statunitensi hanno detto pochissimo sul caso di
Manning, e meno ancora delle importantissime informazioni da lui divulgate.
Quando i media corporativi hanno parlato di Manning, ne hanno soprattutto
enfatizzato lorientamento sessuale e i trascorsi, pi che i suoi diritti secondo
il Primo emendamento o la natura illegale della sua detenzione: quasi tre anni
senza processo e quasi un anno in segregazione amministrativa, ovvero le-
quivalente militare dellisolamento.
Quando si presentato in tribunale nel febbraio 2013, Manning si dichia-
rato colpevole per 12 dei 22 capi daccusa mossi contro di lui, fra cui gura il
reato capitale di complicit con il nemico. Si prospetta per lui la possibilit di
una condanna allergastolo senza condizionale. Il trattamento da lui subito
un monito per altri possibili informatori.
(Fonti: FireDogLake, 28 febbraio 2013, http://tinyurl.com/lgaywhn; Te Guard-
ian, 28 febbraio 2013, http://tinyurl.com/mymjvl4; Al Jazeera, 9 marzo 2013,
http://tinyurl.com/cr7os4y)
2. L1% dei pi ricchi del pianeta nasconde migliaia di miliardi nei para-
disi scali
Secondo James S. Henry, ex direttore economico presso la societ di con-
Nexus New Times 108
18
sulenza gestionale McKinsey & Company, l1% dei pi
facoltosi abitanti del pianeta custodisce una cifra com-
presa fra 21 e 32 bilioni di dollari in banche oshore per
poter evadere le tasse. Analizzando i dati della Banca dei
Regolamenti Internazionali, del Fondo Monetario Inter-
nazionale, della Banca Mondiale e di 139 paesi, Henry
ha scoperto che l1% ai vertici mondiali tiene nascosta
una somma superiore al PIL annuale di USA e Giappone
messi insieme. Per fare un confronto, la somma occultata
equivale a oltre 7 volte la cifra necessaria stimata 3 bilio-
ni di dollari per porre ne alla povert globale. In base
allanalisi, se questo denaro nascosto fruttasse un tasso di
interesse modesto del 3% e tale reddito da interesse venis-
se tassato solo del 30%, questi investimenti avrebbero ge-
nerato un gettito da imposta sui redditi compreso fra 190
e 280 miliardi di dollari.
A livello statunitense, la Federal Reserve ha indicato che
le maggiori sette banche degli USA detengono oltre 10
bilioni di dollari registrati in oltre 14.000 succursali ap-
positamente create per eludere le tasse.
Henry ha paragonato questa ricchezza nascosta a un
grande buco nero nelleconomia mondiale mai misura-
to prima dora, e ha notato che la scoperta particolar-
mente signicativa in unepoca in cui i governi di tutto
il mondo sono in crisi di risorse e siamo pi che mai co-
scienti dei costi della disparit economica.
(Fonti: Washingtons Blog, 24 luglio 2012, http://tinyurl.
com/pgkhshl; Tax Justice Network, luglio 2012, http://
tinyurl.com/cqjn5p3)
3. La Trans-Pacic Partnership minaccia di instaurare
un regime globale dominato dalle aziende
La Trans-Pacic Partnership (TPP), marchiata come ac-
cordo commerciale e negoziata in un clima di segretez-
za senza precedenti, costituisce in realt un trasferimento
di sovranit applicabile dalle nazioni e i loro popoli alle
aziende straniere.
A tutto il dicembre 2012, sono stati coinvolti 11 paesi
Australia, Brunei, Canada, Cile, Malesia, Messico, Nuova
Zelanda, Per, Singapore, Vietnam e Stati Uniti con la
possibilit che se ne aggiungano altri in futuro tramite
linclusione di un insolito accordo di attracco.
Mentre il pubblico, il Congresso USA e la stampa sono ta-
gliati fuori, 600 consulenti aziendali si stanno riunendo a
porte chiuse con gli uciali degli stati rmatari per com-
pletare il testo del pi grande accordo commerciale mul-
tinazionale al mondo, che mira a penalizzare i paesi che
tutelano i propri lavoratori e consumatori e lambiente.
Il testo trapelato dai 30 capitoli di questo accordo rive-
la che i negoziatori hanno gi dato il consenso a svariate
condizioni radicali che concedono agli investitori stranie-
ri nuovi e amplissimi diritti e privilegi, i quali saranno
fatti rispettare attraverso tribunali extragiudiziali del-
lo stato investitore. Tali tribunali conferirebbero alle
aziende unautorit speciale per contestare leggi, norma-
tive e sentenze. Le aziende straniere potrebbero appro-
priarsi di somme illimitate di denaro dei contribuenti a
titolo di risarcimento per i danni nanziari ai protti
futuri stimati causati dai tentativi del paese di applicare
leggi a tutela delle proprie nanze, forza lavoro, salubrit,
ambiente, sfruttamento dei terreni e altro: leggi che, se-
condo le aziende, minaccerebbero i loro nuovi privilegi in
base alla TPP.
Non esiste movimento o campagna progressista i cui
obiettivi non siano minacciati, ora che nel mirino ci sono
tante politiche di interesse pubblico conquistate attraver-
so decenni di lotte.
Lori Wallach, direttrice di Public Citizens Global Trade
Watch, ha dichiarato che una volta che laccordo top-se-
cret della TPP verr approvato, non sar pi possibile tor-
nare indietro. Nessuna regola si potr cambiare senza il
consenso di tutti i paesi a emendare laccordo. I popoli del
mondo resteranno bloccati sotto il dominio delle aziende.
(Fonti: Global Research, 10 settembre 2012, http://ti-
nyurl.com/lxjhqpc; Democracy Now!, 14 giugno 2012,
http://tinyurl.com/cejgwvz; Truthout, 20 novembre
2012, http://tinyurl.com/cqmyp8v; Yes!, 21 novembre
2012, http://tinyurl.com/d2hx7sq)
4. La guerra di Obama agli informatori
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha promul-
gato nel novembre 2012 il Whistleblower Protection En-
hancement Act, una legge che amplia la protezione per
gli informatori, e nel gennaio 2013 il National Defense
Authorization Act (NDAA), che espande ulteriormente
tale protezione. Ciononostante, nella dichiarazione pro-
nunciata durante la rma dellNDAA, Obama minaccia
la suddetta misura di protezione allargata sostenendo che
la sua interpretazione potrebbe interferire con la mia au-
torit nella gestione e guida dei funzionari del ramo ese-
cutivo. Cos, nel suo discorso Obama ha promesso che
Nexus New Times 108
19
ignorer le norme che estendono la protezione degli in-
formatori se esse saranno in conitto con il suo potere di
supervisione, controllo e rettica delle comunicazioni dei
dipendenti con il Congresso nei casi in cui tali comunica-
zioni siano illegali o rivelatrici di informazioni riservate.
Nonostante la retorica del contrario, lamministrazione
Obama in lotta con gli informatori governativi, come
dimostra il fatto che sia stato invocato ben sette volte lE-
spionage Act del 1917, che diversamente sarebbe inattivo.
Il Dipartimento di Giustizia di Obama ha inoltre utiliz-
zato lIntelligence Identities Protection Act per ottenere
unaccusa contro linformatore della CIA John Kiriakou
che ha denunciato la tortura dellacqua (waterboard) init-
ta ai prigionieri, diventando ironicamente il primo ucia-
le della CIA a essere condannato alla reclusione per avere
legami con il programma di tortura. Il Dipartimento di
Giustizia ha accusato di spionaggio lex direttore dellA-
genzia di Sicurezza Nazionale (NSA) Tomas Drake per
aver denunciato sprechi per centinaia di milioni di dollari.
Il noto procedimento contro Bradley Manning diven-
tato quello che secondo alcuni il deterrente pi ecace
contro gli informatori governativi. Manning ha ammes-
so di aver diuso interi archivi di documenti riservati su
WikiLeaks, ma non si dichiarato colpevole per le accuse
di spionaggio.
(Fonti: Mother Jones, 10 gennaio 2013, http://tinyurl.
com/atk9h9l; Te Guardian, 27 gennaio 2013, http://ti-
nyurl.com/kk2mnmb, 9 febbraio 2013, http://tinyurl.com/
mvhsqtv, 1 marzo 2013, http://tinyurl.com/k3w9kw4)
5. In aumento negli USA i gruppi antigovernativi e
dincitamento allodio
Nel marzo 2013 il Southern Poverty Law Center (SPLC),
che controlla i gruppi antigovernativi e dincitamento
allodio, ha pubblicato un rapporto secondo cui negli
Stati Uniti operano attivamente 1.360 gruppi patriotti-
ci radicali e antigovernativi e 321 milizie. Queste stati-
stiche dimostrano un aumento dell813% del numero di
tali gruppi dal 2008, e la cifra cresce di anno in anno. I
gruppi dincitamento allodio sono pi prevalenti in Ca-
lifornia, che ne conta 82 in totale, mentre il Texas al se-
condo posto con 62.
Nel 2012, lSPLC ha contato oltre 1.000 gruppi dinci-
tamento allodio negli Stati Uniti. Secondo gli standard
dellSPLC, i gruppi dincitamento allodio adottano
convinzioni o pratiche che attaccano o denigrano unin-
tera classe di popolazione, tipicamente in merito a carat-
teristiche immutabili e le loro attivit possono includere
atti criminali, marce, raduni, discorsi pubblici, riunioni,
volantinaggio o pubblicazioni. Il numero dei gruppi pa-
triottici oggi molto pi alto rispetto al periodo di mas-
sima espansione del movimento delle milizie negli anni
Novanta, e la minaccia di attacchi terroristici interni
assolutamente reale. In seguito alla pubblicazione del rap-
porto dellSPLC, Richard Cohen, presidente del Centro,
ha inviato una lettera al Procuratore generale degli Stati
Uniti nonch al Segretario della sicurezza interna chie-
dendo loro di creare una nuova task-force per garantire
che il governo dedichi le risorse necessarie contro il terro-
rismo interno.
I gruppi dincitamento allodio, in passato volti soprattut-
to allodio razziale, oggi sono per lo pi diretti contro il
governo e i suoi rappresentanti. I gruppi patriottici e le mi-
lizie sono quelli a pi rapida crescita, e secondo lSPLC
necessario comprenderne obiettivi e retorica onde poter at-
tuare strategie ecaci per contrastarne il comportamento
qualora diventi violento. LSPLC ha inoltre identicato dei
cittadini autonomi che spesso agiscono da lupi solitari,
allontanandosi dal gruppo per commettere atti violenti.
Purtroppo, con luso di Internet e dei social media, i
gruppi dincitamento allodio sono in grado di reclutare
adepti e diondere le proprie convinzioni molto pi velo-
cemente che in passato.
I media generalisti non hanno dedicato grande attenzione
al rapporto dellSPLC. Sia il New York Times che MSNBC
hanno parlato del rapporto il giorno della pubblicazione,
ma per il resto la stampa generalista ha fatto ben poco per
gettare luce sullargomento.
(Fonti: Southern Poverty Law Center, primavera 2013,
http://tinyurl.com/chd7k3v; Te National Memo, 7 marzo
2013, http://tinyurl.com/kor68cn; Hungton Post, 8 marzo
2012, http://tinyurl.com/75utl9d)
6. La ricchezza dei miliardari, in crescita, aggrava la
povert e le disuguaglianze
Una conseguenza diretta delle attuali politiche nanzia-
rie che nel 2012 le 100 persone pi ricche del mondo
si sono arricchite di 241 miliardi di dollari. Ci porta la
loro ricchezza collettiva a 1,9 bilioni di dollari, una cifra
di poco inferiore al PIL del Regno Unito.
Alcune delle politiche responsabili di questa situazione
sono la riduzione delle aliquote e dei controlli scali, la
privatizzazione di risorse pubbliche, i controlli salariali e
lo stralcio dei contratti collettivi di lavoro. Queste stesse
politiche che arricchiscono i pi ricchi non fanno che ag-
gravare gli stenti per il resto della popolazione mondiale.
George Monbiot ha attribuito questa situazione alle po-
litiche neoliberiste che producono risultati economi-
ci contrari a quelli previsti, e addirittura promessi, dai
sostenitori del neoliberismo e del lassez-faire. Di conse-
guenza, fra i 34 paesi che costituiscono lOrganizzazione
Il noto procedimento contro
Bradley Manning diventato quello
che secondo alcuni il deterrente pi
efcace contro gli informatori governativi
Nexus New Times 108
20
per la cooperazione e lo sviluppo economico, la tassa-
zione diminuita per i ricchi mentre aumentata per i
poveri. Nonostante le previsioni sbandierate dai neoli-
berali, la capacit di spesa dello stato e delle persone pi
povere diminuito, e ci si accompagna a una contrazio-
ne della domanda.
Le diseguaglianze salariali e la disoccupazione sono alle
stelle, e hanno reso leconomia sempre pi instabile, con
un indebitamento monumentale.
Monbiot osserva: Il totale fallimento di questo esperi-
mento su vasta scala non basta a impedire che si ripeta.
Qui non centra niente leconomia. Centra solo il potere.
(Fonte: Monbiot.com, 14 gennaio 2013, http://tinyurl.com/
d2n3jxn)
7. Commercianti di morte e di armi nucleari
Lorganizzazione Physicians for Social Responsibility ha
pubblicato uno studio in cui si stima che un miliardo di
persone un settimo della razza umana potrebbe mori-
re di fame nel decennio successivo a ununica detonazio-
ne nucleare. Un dato chiave che la produzione di mais
negli Stati Uniti calerebbe in media del 10% allanno per
un intero decennio, con il calo pi grave (20%) concen-
trato nel quinto anno. Unaltra previsione che laumen-
to dei prezzi alimentari renderebbe il cibo inaccessibile
a centinaia di milioni di persone della fascia pi povera.
I 925 milioni di persone che nel mondo sorono gi di
malnutrizione cronica (con un consumo medio di meno
di 1.750 calorie al giorno) sarebbero a rischio di una ridu-
zione del 10% del consumo alimentare.
La International Campaign to Abolish Nuclear Wea-
pons ha pubblicato uno studio di 180 pagine che mo-
stra che le nazioni con armamenti nucleari spendono
oltre 100 miliardi di dollari allanno per costruire nuove
testate, mantenere quelle vecchie e costruire missili ba-
listici, bombardieri e sottomarini per lanciarle. Per gli
USA si contano circa 2.500 armi nucleari schierate e al-
tre 2.600 di scorta. Washington e Mosca hanno in mano
il 90% di tutte le armi nucleari. Nonostante la promessa
della Casa Bianca di lavorare per un mondo senza armi
nucleari, il budget federale del 2011 per la ricerca e svi-
luppo sulle armi nucleari stato di oltre 7 miliardi di
dollari e potrebbe superare gli 8 miliardi allanno entro
la ne del decennio (se lamministrazione Obama riusci-
r nel suo intento).
Le istituzioni pi coinvolte nel nanziamento dei pro-
duttori di armi nucleari includono: Bank of America,
BlackRock e JPMorgan Chase negli Stati Uniti; BNP Pa-
ribas in Francia; Allianz e Deutsche Bank in Germania;
Mitsubishi UFJ Financial Group in Giappone; Banco
Bilbao Vizcaya Argentaria (BBVA) e Banco Santander in
Spagna; Credit Suisse e UBS in Svizzera; Barclays, HSBC,
Lloyds e Royal Bank of Scotland nel Regno Unito.
(Fonte: Project Censored, 22 novembre 2012, http://tinyurl.
com/l9btc5y)
8. Gli interessi bancari gonano i prezzi del 35-40%
Lincredibile percentuale del 35-40% di tutto ci che
compriamo nisce in interessi. Come spiega Ellen Brown:
Questo ci aiuta a capire come la ricchezza viene siste-
maticamente trasferita dai negozi a Wall Street. Nel suo
rapporto, Brown citava la ricerca tedesca della Dott.Ric.
Margrit Kennedy, secondo cui gli oneri per interessi van-
no dal 12% per la raccolta dei riuti al 38% per lacqua
potabile e al 77% per latto delle case popolari. Kenne-
dy ha scoperto che l80% dei meno abbienti a pagare i
tassi dinteresse nascosti incassati dal 10% dei pi abbien-
ti, cos linteresse diventa una tassa fortemente regressiva
che i poveri pagano ai ricchi.
Avvalendosi dei dati di Kennedy, Brown ha stimato che
se il nostro sistema nanziario restituisse direttamente al
pubblico gli interessi, tutto ci che compriamo potreb-
be costare il 35% in meno. A questo scopo, ha proposto
lintroduzione di un rimborso diretto. Secondo Brown:
Possiamo farlo trasformando le banche in enti pubblici
e trasformando i loro protti in risorse pubbliche. I pro-
tti tornerebbero alla collettivit, attraverso la riduzione
delle tasse o la maggiore disponibilit di servizi e infra-
strutture pubbliche.
(Fonte: Web of Debt, 8 novembre 2012, http://tinyurl.com/
n7d36lf )
9. Gli islandesi votano per includere i beni comuni
nella loro Costituzione
Nellottobre 2012 gli islandesi hanno votato per un re-
ferendum consultivo riguardante sei proposte di mo-
dica alla Costituzione nazionale del 1944. Al quesito
Nella nuova Costituzione, volete che le risorse naturali
che non sono di propriet privata vengano dichiarate di
propriet nazionale? gli islandesi hanno risposto con un
chiaro s. L81% dei votanti ha approvato la proposta
sui beni comuni.
Le riforme costituzionali sono una risposta diretta al crol-
lo nanziario della nazione del 2008, quando le banche
islandesi deregolamentate hanno preso in prestito dai
mercati monetari internazionali allingrosso una somma
superiore al PIL del paese.
Come riporta Jessica Conrad di On the Commons:
chiaro che i cittadini stanno iniziando a riconoscere il va-
lore di ci che condividono rispetto alla ricchezza perce-
pita creata dalleconomia di mercato.
Per gli USA si contano circa 2.500 armi nucleari
schierate e altre 2.600 di scorta. Washington e
Mosca hanno in mano il 90% di tutte
le armi nucleari.
Nexus New Times 108
21
Dopo il voto di ottobre, il Primo ministro Jhanna Si-
gurardttir ha dichiarato: Il popolo ha messo alla prova
il parlamento.
(Fonti: Commons Magazine, novembre 2012,
http://tinyurl.com/mfbnz6p; Open Democracy, 12 novembre
2012, http://tinyurl.com/kpclbgf )
10. Una cultura della crudelt lungo il conne Mes-
sico-USA
I migranti che attraversano il conne Messico-USA non
si trovano ad arontare solo i pericoli rappresentati da
un deserto spietato, ma anche gli abusi della Pattuglia di
frontiera statunitense. Durante il loro viaggio nel deserto,
i migranti rischiano disidratazione, denutrizione e sni-
mento oltre alla possibilit di essere minacciati e derubati.
Purtroppo, i pericoli continuano se entrano in contatto
con la Pattuglia di frontiera.
In A Culture of Cruelty, lorganizzazione No More De-
aths ha svelato varie violazioni dei diritti umani da parte
della Pattuglia di frontiera statunitense, fra cui il razio-
namento o il riuto di fornire acqua e cibo, abusi verbali
e sici e la negazione di cure mediche necessarie. Per le
donne migranti si aggiungono ulteriori violazioni, fra cui
labuso sessuale.
Il dibattito pubblico sullimmigrazione tende a ignorare
non solo i potenziali pericoli dellattraversamento del de-
serto, ma anche i motivi per cui gli immigrati clandestini
si recano negli Stati Uniti. Laccordo sul libero scambio
North American Free Trade Agreement (NAFTA), rma-
to dal presidente degli USA Bill Clinton e dal presidente
messicano Carlos Salinas nel 1994, ha signicato la per-
dita dellimpiego per molti coltivatori e lavoratori delle
fattorie messicane. La disoccupazione creata dal NAFTA
continua a essere una delle maggiori motivazioni dellim-
migrazione negli Stati Uniti.
(Fonti: AlterNet, 26 giugno 2012, http://tinyurl.com/lvpd-
8mx; No More Deaths, 21 settembre 2011, http://tinyurl.
com/l4tzzak)
11. Bush blocc laccordo nucleare con lIran
Secondo un importante ex diplomatico iraniano, Seyed
Hossein Mousavian, nel 2005 lIran aveva oerto a Sta-
ti Uniti, Francia, Germania e Regno Unito un accordo
che avrebbe reso impossibile la creazione di un arsenale
nucleare iraniano. A quellepoca, lIran non aveva la ca-
pacit per fabbricare le barre di combustibile. Loerta
prevedeva il piano per spedire il suo uranio in un paese
designato per larricchimento in cambio di yellowcake,
la materia prima per produrre le barre di combustibi-
le. Una volta che luranio viene utilizzato per le barre
di combustibile, praticamente impossibile riconvertirlo
per scopi militari.
Come riferisce Gareth Porter di Consortium News, dal
racconto di Mousavian si evince chiaramente che lam-
ministrazione del presidente George W. Bush riut di
tollerare qualunque capacit di arricchimento dellIran,
indipendentemente dalle circostanze.
Allepoca i governi francese e tedesco erano pronti a di-
scutere loerta e a negoziare, ma il Regno Unito mise il
veto alla proposta su insistenza degli Stati Uniti. Erano
pronti a un compromesso, ma gli USA erano un ostaco-
lo, dichiarava Mousavian nelle sue memorie pubblica-
te nel 2012, Te Iranian Nuclear Crisis. La prosecuzione
delle negoziazioni avrebbe potuto impedire lattuale crisi
politica per il programma nucleare iraniano, se non eli-
minare la minaccia di guerra e il peso delle severe sanzio-
ni economiche.
Dopo il riuto delloerta da parte di USA e Regno Uni-
to, lUnione Europea ha dichiarato che occorreva pi tem-
po per considerare laccordo, ma la squadra di Mousavian
in seguito venne a sapere che lUE non aveva intenzione
di rivedere la proposta. Mousavian cita Franois Nicoul-
laud, ambasciatore francese in Iran, che avrebbe detto che
per gli Stati Uniti, larricchimento in Iran una linea
rossa che lUE non pu attraversare. Il rappresentante
britannico dellAgenzia Internazionale per lEnergia Ato-
mica (IAEA), Peter Jenkins, ha ricordato che lobiettivo
britannico era eliminare interamente la capacit di arric-
chimento dellIran su pressione degli Stati Uniti. Una
delle proposte poneva un tetto al numero di centrifughe
e alla scala di produzione in modo che restasse ben al di
sotto dei livelli necessari per la produzione di armi.
Inoltre la squadra britannica e americana ignorarono que-
ste trattative per fare pressione allIran con la minaccia di
fare rapporto al Consiglio di sicurezza dellONU. Con
lavvicinarsi delle elezioni presidenziali in Iran, le trattati-
ve furono abbandonate.
Oggi ricercatore invitato presso la Woodrow Wilson
School of Public & International Aairs dellUniversit
di Princeton, Mousavian fu arrestato dallamministrazio-
ne di Mahmoud Ahmadinejad nellaprile 2007 con accu-
se di spionaggio.
(Fonte: Consortium News, 6 giugno 2012, http://tinyurl.
com/7x6qw7w)
12. Leredit degli USA in Iraq: unepidemia di cancro
e difetti congeniti
Si ritiene che siano stati gli elevati livelli di piombo, mer-
curio e uranio impoverito a causare i molti casi di difet-
Si ritiene che siano stati gli elevati livelli di
piombo, mercurio e uranio impoverito a causare
i molti casi di difetti congeniti, aborti spontanei
e tumori nella popolazione delle citt
irachene di Bassora e Falluja.
Nexus New Times 108
22
ti congeniti, aborti spontanei e tumori nella popolazione
delle citt irachene di Bassora e Falluja. I ricercatori so-
stengono che la colpa di questa crisi sanitaria in rapida
espansione sia da attribuirsi ai bombardamenti americani
delle due citt.
Uno studio recente ha dimostrato che oltre il 50% dei
bambini nati a Falluja presenta un difetto congenito, e una
gravidanza su sei non viene portata a termine. Nonostan-
te manchino dati denitivi a dimostrazione di un legame
diretto fra gli attacchi militari e i problemi di salute nella
popolazione irachena, laumento sproporzionato di difetti
congeniti e aborti in seguito agli attacchi suciente a su-
scitare la preoccupazione di numerosi ricercatori.
Gli uciali militari continuano ad aggirare le domande
sugli attacchi e in particolare sulluso delluranio impove-
rito, e continuano a non pronunciarsi riguardo alla crisi
sanitaria. Il governo degli USA, invece, ha liquidato i rap-
porti descrivendoli come controversi e infondati.
(Fonti: Te Independent, 14 ottobre 2012, http://tinyurl.
com/9m78wx7; Te Guardian, 25 ottobre 2012, http://
tinyurl.com/kk6b2zb; Bulletin of Environmental Conta-
mination and Toxicology 89(5), novembre 2012, http://
tinyurl.com/lxfx9xb; Democracy Now!, 20 marzo 2013,
http://tinyurl.com/bsrkoyo)
13. Un quinto degli statunitensi ridotto alla fame
Un sondaggio Gallup dellagosto 2012 evidenziava che il
18,2% degli statunitensi, almeno in unoccasione durante
lanno precedente, non aveva avuto denaro per acquista-
re alimenti necessari. A peggiorare le cose si aggiunta la
peggior siccit degli ultimi 50 anni, che ha colpito l80%
delle terre agricole del paese, facendo salire i prezzi delle
derrate. Ciononostante, nel 2012 il Congresso ha con-
siderato dei tagli al Supplemental Nutrition Assistance
Program (SNAP) ovvero il programma per i sussidi ali-
mentari nel quadro del Farm Bill del 2013.
I tagli proposti dal Senato costerebbero a circa 500.000
famiglie quasi 90 dollari al mese in sussidi alimentari. I
tagli proposti dalla Camera dei Rappresentanti andreb-
bero addirittura oltre e toglierebbero almeno 1,8 milioni
di persone dal programma SNAP. I repubblicani che con-
trollano la Camera sono ansiosi di tagliare la spesa e sono
i primi sostenitori dei tagli ai sussidi alimentari.
Gli oppositori hanno espresso preoccupazione per i danni
che questi tagli causerebbero ai membri pi vulnerabili del-
la societ, fra cui anziani, bambini e famiglie di lavoratori.
Laumento dei prezzi alimentari colpirebbe pi duramen-
te gli stati del Sud, mentre gli stati centrali e del Midwest
sarebbero i meno colpiti. Nonostante la crisi alimentare,
il Natural Resources Defense Council ha dichiarato in un
rapporto che il 40% del cibo del paese nisce nei riuti.
(Fonte: Truthout, 23 agosto 2012, http://tinyurl.com/
luo4k2j)
14. La tecnologia wireless scatener una crisi sanitaria
Mentre nelle nostre abitazioni, scuole e posti di lavoro si
continuano a installare tante rischiose tecnologie wireless,
i rappresentanti dei governi e dellindustria continuano a
insistere sulla loro sicurezza nonostante sempre pi prove
dimostrino il contrario. La diusa implementazione della
tecnologia smart grid, le reti elettriche intelligenti, non
fa che arettare larrivo di una crisi sanitaria.
Molti residenti di Stati Uniti e Canada hanno gi fatto
installare nelle loro abitazioni i cosiddetti contatori intel-
ligenti. Questi contatori trasmettono alla societ elettrica
informazioni dettagliate sui consumi elettrici a interval-
li di pochi minuti. Ciascun contatore possiede una tra-
smittente cellulare elettronica che sfrutta potenti scariche
di radiazioni di radiofrequenze elettromagnetiche per co-
municare con i contatori vicini, che insieme formano una
rete interconnessa. Queste informazioni possono essere
facilmente usate per determinare modelli di comporta-
mento individuali basati sul consumo elettrico.
Le societ elettriche vendono al pubblico le tecnologie
della smart grid come mezzo per dare potere ai singoli
consumatori di energia, permettendo loro di accedere alle
informazioni sui loro consumi e poter risparmiare pro-
grammando laccensione di elettrodomestici e apparecchi
smart (con funzionamento wireless) nelle fasce orarie in
cui le tarie elettriche sono pi basse. In altre parole, la
tecnologia della smart grid fa parte di un progetto di pi
ampio respiro che prevede un sistema di fasce di prezzo
per il consumo energetico impostato dalla societ elettri-
ca, a cui i clienti non potranno far altro che conformarsi.
(Fonte: Global Research, 8 luglio 2012, http://tinyurl.com/
ls8q74q)
15. Rivolte per il cibo: la nuova normalit?
La minor produttivit dei terreni combinata al costo ele-
vato del petrolio e alla crescita della popolazione minac-
cia una crisi alimentare globale e sistemica. Citando i
risultati di uno studio di Paul e Anne Ehrlich, pubblicato
da Te Royal Society, Nafeez Mosaddeq Ahmed ha iden-
ticato i legami fra lintensicarsi delle disuguaglianze
economiche, lindebitamento, i cambiamenti climatici
e la dipendenza da combustibili fossili, giungendo alla
conclusione che una nuova crisi alimentare globale or-
mai innegabile.
I prezzi alimentari globali sono costantemente pi alti
rispetto ai decenni precedenti, segnala Ahmed. Questa
Un sondaggio Gallup dellagosto 2012
evidenziava che il 18,2% degli statunitensi,
almeno in unoccasione durante lanno
precedente, non aveva avuto denaro per
acquistare alimenti necessari.
Nexus New Times 108
23
tendenza produce sensibili aumenti di prezzo per le derra-
te di base e scatena rivolte per il cibo lungo tutto il Medio
Oriente, il Nord Africa e il Sud Asiatico. Il nodo di que-
sto fenomeno globale il cambiamento climatico: gravi
disastri naturali come siccit, alluvioni, ondate di calore
e monsoni hanno colpito zone agricole importanti per la
produzione alimentare di queste aree.
Ahmed prevede che, entro la met del secolo, i raccol-
ti mondiali potrebbero calare del 20-40% solo a causa
del cambiamento climatico. I metodi agricoli industriali
che impoveriscono il terreno hanno gi contribuito a im-
minenti carestie. Di conseguenza, secondo il rapporto di
Ahmed, la produttivit delle terre a livello globale cala-
ta signicativamente: dal 2,1% durante il periodo 1950-
1990 all1,2% nel periodo 1990-2007.
In contrasto con il rapporto di Ahmed, le notizie dei me-
dia generalisti tendono a trattare linsicurezza alimentare
come un problema locale ed episodico. I media corpora-
tivi non hanno voluto analizzare in che modo le crescenti
disuguaglianze, lindebitamento, il cambiamento climati-
co e il consumo di combustibili fossili abbiano contribu-
ito a creare il potenziale per una crisi alimentare globale
nel prossimo futuro.
(Fonti: Te Guardian, 6 marzo 2013, http://tinyurl.com/
lmk95ah; Proceedings of Te Royal Society B 280(1754),
7 marzo 2013, http://tinyurl.com/bgg7d3h)
16. Giornalismo sotto attacco in tutto il globo
Oggi il mondo un posto pi pericoloso per i giornalisti.
Il mestiere di giornalista comporta sempre pi spesso il
rischio di venire imprigionati o uccisi, e questa situazio-
ne mette a repentaglio la libert di stampa. Dal 2011 al
2012, il numero dei giornalisti niti dietro le sbarre a cau-
sa della loro professione salito da 53 a 232, e nel 2012
i 70 giornalisti uccisi mentre svolgevano il proprio lavoro
rappresentano un aumento del 43% rispetto al 2011, se-
condo uno studio della Commissione per la protezione
dei giornalisti (Committee to Protect Journalists, CPJ).
Il CPJ ha anche pubblicato una blacklist che identica i 10
paesi del mondo in cui la libert di stampa stata maggior-
mente soocata nel 2012. In particolare, met delle nazio-
ni della lista Brasile, Turchia, Pakistan, Russia ed Ecuador
praticano una forma di democrazia ed esercitano una
notevole inuenza a livello regionale o internazionale.
Il CPJ il principale sostenitore della piena attuazione di
una risoluzione quinquennale dellONU per la protezio-
ne dei giornalisti nelle zone di guerra al ne di garantire
una stampa libera e sicura. Larticolo 19 della Dichiara-
zione universale dei diritti delluomo del 1948 include la
libert di diondere informazioni e idee attraverso ogni
mezzo e senza riguardo a frontiere, rendendo la libert di
stampa un diritto transnazionale.
Dave Lindor, di Tis Cant Be Happening!, ha scritto
che lincidenza delle morti di giornalisti per mano delle
forze statunitensi nei recenti conitti degli USA stata
molto, molto maggiore di quanto sia mai accaduto nelle
guerre precedenti, come quella del Vietnam, di Corea o la
Seconda guerra mondiale, dunque viene da chiedersi se
alcune di queste morti siano state volute, forse con lin-
tento di mettere in riga i giornalisti.
(Fonti: Committee to Protect Journalists, http://tinyurl.com/
l562796; TisCantBeHappening!, 22 novembre 2012,
http://tinyurl.com/klzsosd; Te Guardian, 14 febbraio
2013, http://tinyurl.com/lfcv3eo)
17. Creative Commons festeggia 10 anni di condivi-
sione e creazione culturale
Creative Commons (CC) compie 10 anni, durante i qua-
li ha aiutato scrittori, artisti, tecnologi e altri creatori di
contenuti a condividere con il resto del mondo le loro
conoscenze e la loro creativit. CC ore licenze gratuite,
pubbliche e standardizzate che consentono ai creatori di
contenuti di condividere il proprio materiale e di trovare
un equilibrio fra la natura aperta del pubblico dominio
(come Internet) e le leggi sul copyright.
Le prime licenze di Creative Commons furono emes-
se nel dicembre 2002, e oggi se ne contano milioni. Per
esempio, governi e biblioteche rendono disponibili al
pubblico le proprie informazioni utilizzando strumenti
di CC. Attualmente YouTube mette a disposizione oltre
4 milioni di video grazie a CC, permettendo a chiunque
di usarli e modicarli.
Oggi nel mondo si avverte un forte impulso per una ri-
forma del copyright, dato da un maggior riconoscimento
dei diritti del pubblico/utente oltre che dalla necessit di
tutelare lautore.
Creative Commons e il movimento della cultura libera
immaginano un nuovo mondo in cui la collaborazione
basata su vantaggi condivisi sostituisce la falsa battaglia
fra interesse personale e comunit.
Imitare o rubare unidea un conto, ma trasformare o
remixare un contenuto citando le fonti qualcosa di
nuovo e completamente diverso.
La collaborazione il centro della comunit, e gli stru-
menti di Creative Commons orono un importante pas-
so in avanti verso un mondo pi cooperativo e rigoglioso.
(Fonti: Open Source, 29 novembre 2012, http://tinyurl.com/
cqm5cfy; Shareable, 7 dicembre 2012, http://tinyurl.com/
k9des; Creative Commons News, 20 marzo 2013, http://
tinyurl.com/lnrkn33)
La collaborazione il centro della comunit,
e gli strumenti di Creative Commons
offrono un importante passo in avanti
verso un mondo pi cooperativo e rigoglioso.
Nexus New Times 108
24
18. Limpatto del fracking sulla produzione alimentare
Lentamente iniziano a farsi notare gli eetti della frattu-
razione idraulica (o fracking) sulla produzione alimen-
tare e lambiente. Il processo di fratturazione dostacolo
per una produzione alimentare sicura e sostenibile. Nella
regione agricola ricca di giacimenti energetici chiamata
Marcellus Shale iniziato un tiro alla fune fra produttori
alimentari e compagnie estrattive. Le sostanze chimiche
usate nel processo del fracking contaminano le terre cir-
costanti, laria e lacqua.
I proprietari di fattorie in Pennsylvania, North Dakota,
Louisiana e New Mexico hanno denunciato problemi ve-
terinari e morti di animali per avvelenamento a causa dei
livelli elevati di sostanze inquinanti nei pozzi vicini. Non
esistono ricerche a lungo termine sugli eetti del fracking
sulluomo, il bestiame o le piante, tuttavia un rapporto
a revisione paritaria di Michelle Bamberger e Robert E.
Oswald ha collegato il fracking ad alcune malattie degli
animali. Essi ritengono che le sostanze fuoriuscite dai gia-
cimenti sfruttati con il fracking stiano iniziando a entrare
nelle forniture alimentari destinate alluomo, per via della
scarsit di test e regolamentazione.
Ci che manca unadeguata trasparenza da parte del-
le compagnie estrattive e una regolamentazione tempe-
stiva da parte dei governi per proteggere lambiente e i
proprietari terrieri. La segretezza che circonda il processo
del fracking e le scappatoie dellera Bush oscurano lin-
formazione pubblica in materia di sicurezza alimentare.
Il fatto che non ci siano informatori stato attribuito al
timore di rappresaglie, agli accordi di non-divulgazione o
al coinvolgimento in processi penali. E mentre qualcuno
teme che questi primi segnali verranno ignorati, due im-
portanti compagnie assicurative per lagricoltura oggi si
riutano di risarcire i danni dovuti al fracking.
(Fonti: New Solutions 22(1)51-77, gennaio 2012, http://
tinyurl.com/mljm7wt; Te Nation, 17 dicembre 2012,
http://tinyurl.com/c47amt9)
19. Il potere della rivoluzione pacica in Islanda
LIslanda protagonista di una delle maggiori riprese eco-
nomiche di tutti i tempi, secondo Alex Pietrowski. In se-
guito alla privatizzazione del settore bancario nazionale,
completato nel 2000, le banche private presero in prestito
120 miliardi di dollari (il decuplo del PIL nazionale), cre-
ando unenorme bolla economica che fece raddoppiare i
prezzi immobiliari e rese eccessivamente ricca una piccola
percentuale della popolazione. Quando la bolla esplose, le
banche lasciarono la nazione sullorlo della bancarotta e i
cittadini a dover sostenere un debito insanabile.
Nellottobre 2008, il popolo islandese si riversato in
strada per protestare contro la crisi economica causata
dalla gestione criminale delle banche. Nel giro di cinque
mesi, la principale banca islandese stata nazionalizzata,
i funzionari governativi sono stati costretti alle dimissio-
ni, il vecchio governo stato liquidato e si insediato
un governo nuovo. Nel marzo 2010, il popolo islandese
ha votato il riuto di pagare il debito da 3.500 milioni
di dollari creato dalle banche, e circa 200 alti dirigenti
e banchieri responsabili della crisi economica del paese
sono stati arrestati o incriminati. Nel febbraio 2011, una
nuova assemblea costituzionale ha iniziato a riscrivere la
breve costituzione dello stato, con lobiettivo di evitare i
tranelli dei debiti in valuta estera.
Nel 2012, lOrganizzazione per la cooperazione e lo svi-
luppo economico, con sede a Parigi, ha previsto che leco-
nomia islandese crescer al punto da superare leuro e la
media del mondo sviluppato.
(Fonte: Waking Times, 11 dicembre 2012, http://tinyurl.
com/km9uy5y)
20. Israele contava il fabbisogno minimo di calorie
durante il blocco della Striscia di Gaza
Alcuni documenti ormai declassicati rivelano che i mi-
litari israeliani calcolavano il fabbisogno calorico mini-
mo per la sopravvivenza di un tipico abitante di Gaza,
in modo da determinare quanto cibo far passare nella
Striscia di Gaza durante lembargo imposto da Israele dal
2007 al 2010. Il gruppo israeliano per i diritti umani Gi-
sha, contrario al blocco israeliano a Gaza, ha combattuto
una battaglia legale per costringere il ministro della Di-
fesa israeliano a rendere pubblici i documenti. Israele ha
istituito il blocco nel settembre 2007, identicando Gaza
come territorio ostile sequestrato da Hamas. Israele so-
steneva che il blocco era necessario per indebolire Hamas.
I critici hanno accusato il governo israeliano di aver preso
di mira la popolazione di Gaza, di oltre 1 milione e mezzo
di persone, nel tentativo fallito di rovesciare Hamas.
Nel calcolo alimentare, Israele ha applicato il fabbisogno
medio quotidiano di 2.279 calorie a persona per decidere
di fare entrare circa 1.836 grammi di cibo per persona al
giorno. Dallinizio del blocco, limportazione di derrate a
Gaza stata tagliata di circa il 75%, da 400 a 106 camion
al giorno, per cinque giorni alla settimana.
Come pu Israele sostenere di non essere responsabile
delle vite dei civili a Gaza quando controlla ogni tipo e
quantit di derrata alimentare che concesso consumare
ai residenti palestinesi di Gaza?, chiede in una dichia-
razione uciale Sari Bashi, direttore esecutivo di Gisha.
Non esistono ricerche a lungo termine
sugli effetti del fracking sulluomo, il bestiame
o le piante, tuttavia un rapporto a revisione
paritaria di Michelle Bamberger e Robert E.
Oswald ha collegato il fracking ad
alcune malattie degli animali.
Nexus New Times 108
25
Il contesto in cui si collocano questi sviluppi quello di
un cablogramma diplomatico del 2008 in cui Israele in-
formava gli uciali statunitensi che avrebbe mantenuto
leconomia di Gaza sullorlo del collasso pur evitando
una crisi umanitaria.
(Fonti: Antiwar.com, 17 ottobre 2012, http://tinyurl.com/
mqxzl4t; BBC News, 17 ottobre 2012, http://tinyurl.com/
c6fy5we; Maan News Agency, 17 ottobre 2012, http://ti-
nyurl.com/n4j3xof; Al Jazeera, 18 ottobre 2012, http://ti-
nyurl.com/dxzx6e2)
21. Monsanto e leconomia del suicidio in India
La Monsanto da molto tempo al centro di vicende di
contaminazione e insabbiamenti. Oggi in India si sta
consumando unaltra di queste storie. Dal 1995 a oggi,
quasi 300.000 coltivatori indiani si sono suicidati per-
ch stretti da pesanti debiti. La Monsanto sostiene che
questi suicidi non hanno ununica causa, tuttavia ci sono
prove schiaccianti secondo cui implicato il cotone Bt
della Monsanto.
La Dott.ssa Vandana Shiva, sico e scrittrice, ha monito-
rato la situazione di queste cittadine rurali, notando che il
prezzo per kg dei semi di cotone passato da 7 a 17.000
rupie. Ha aggiunto che La Monsanto vende i suoi semi
OGM utilizzando dichiarazioni fraudolente secondo cui
darebbero raccolti da 1.500 kg allanno, quando invece
gli agricoltori producono in media 300-400 kg allanno.
Shiva e altri critici concludono che le politiche orienta-
te al protto della Monsanto hanno creato in India una
economia del suicidio.
Un nuovo documentario di Leah Borromeo, Dirty White
Gold, esamina la supply chain del cotone nellintento di
sostenere una legislazione che, secondo le parole di Bor-
romeo, renda letica e la sostenibilit la norma nellindu-
stria della moda.
Il terribile impatto di Monsanto in India evidenziato
anche in un documentario precedente, Bitter Seeds, diret-
to da Micha X. Peled, che narra la vita di una ragazza ado-
lescente il cui padre si suicidato per debiti. Bitter Seeds
illustra i problemi principali del popolo indiano e come
la Monsanto menta apertamente agli agricoltori indiani,
arrivando al punto da inventare degli agricoltori ttizi che
hanno successo grazie al nuovo cotone Bt. La Monsanto
sostiene di aver anche abbassato i prezzi dei pesticidi del
25%. In Bitter Seeds, si dimostra che anche questa argo-
mentazione falsa.
(Fonti: Global Post, 8 ottobre 2012, http://tinyurl.com/kh-
qqmqf; Al Jazeera, 8 dicembre 2012, http://tinyurl.com/
c4a224r)
22. Le leggi della Pennsylvania imbavagliano i medici
per proteggere il segreto industriale delle lobby pe-
trolifere
Nelle comunit colpite dai danni della fratturazione
idraulica, o fracking, la popolazione si rende conto che
questo processo per lestrazione di gas naturale mette a ri-
schio sia lambiente che la propria salute.
Nel febbraio 2013, in Pennsylvania uno stato in prima
la nel dibattito nazionale sul fracking passata una
legge che impone alle societ di rivelare ai professionisti
medici che lo richiedono lidentit e la quantit delle so-
stanze chimiche usate nei uidi di fratturazione, in modo
da permettere diagnosi e trattamenti di pazienti che po-
trebbero essere stati esposti a sostanze pericolose. Tutta-
via, come ha scritto Kate Sheppard su Mother Jones, una
clausola della nuova legge prevede che i medici rmino
un patto di riservatezza sottoscrivendo che non divulghe-
ranno le informazioni a nessun altro: neppure ai loro pa-
zienti. Le societ considerano gli ingredienti chimici usati
per il fracking segreto industriale.
La clausola che imbavaglia i medici stata aggiunta dopo
la presentazione della proposta di legge, dunque molti le-
gislatori non hanno riconosciuto la modica sostanziale e
problematica che stata introdotta.
Il senatore della Pennsylvania Daylin Leach ha detto a
Mother Jones: Limportanza di mantenere queste infor-
mazioni come segreto industriale sembra minima se para-
gonata al far sapere ai cittadini a quali sostanze chimiche
sono esposti loro e i loro gli.
Sotto lamministrazione Obama, lAgenzia di protezione
ambientale ha fatto pressioni alle aziende perch fornisse-
ro volontariamente le informazioni sui uidi di frattura-
zione, ma il settore ha per lo pi ignorato questi appelli.
(Fonti: Mother Jones, 23 marzo 2012, http://tinyurl.com/
nxolhv4; Liberation News, 13 giugno 2012, http://tinyurl.
com/l5waepd)
23. La tassa sulle transazioni nanziarie contribuisce
a civilizzare Wall Street e ad abbassare il debito nazio-
nale
Nel febbraio 2013, i senatori degli Stati Uniti Tom Har-
kin (D-Iowa) e Peter DeFazio (D-Oregon) hanno presen-
tato una proposta di legge per istituire una nuova tassa di
tre punti base sulla maggior parte delle negoziazioni di
titoli non relativi a beni di consumo. Se la legge passasse,
la tassa potrebbe generare 350 miliardi di dollari di gettito
a livello federale nei successivi 10 anni.
Descrivendo la tassa proposta come una semplice que-
stione di equit e buon senso scale, il senatore Harkin
Bitter Seeds illustra i problemi principali del
popolo indiano e come la Monsanto menta
apertamente agli agricoltori indiani, arrivando
al punto da inventare degli agricoltori ttizi che
hanno successo grazie al nuovo cotone Bt..
Nexus New Times 108
26
prosegue: Abbiamo bisogno dei nuovi introiti generati
da questa tassa per poter ridurre i decit [dopo i tagli
alla spesa pubblica] e mantenere gli investimenti critici
per listruzione, le infrastrutture e loccupazione... [Gli
investitori di] Wall Street potranno sostenere questa tassa
modesta senza sorirne. Dato che la tassa su base per-
centuale, le pi colpite sarebbero le grandi transazioni;
per la maggior parte degli investitori del ceto medio gli
oneri aumenterebbero di pochissimo. La tassa contribu-
irebbe anche a mettere un freno al fervente mercato del-
le speculazioni, scoraggiando gli investimenti rischiosi di
grosse somme a breve termine che tendenzialmente inde-
boliscono leconomia.
La legge stata proposta durante passate sedute del Con-
gresso, tuttavia i media corporativi non ne parlano ab-
bastanza, dunque fatica a guadagnare supporto pubblico.
Recentemente la Francia diventata il primo paese eu-
ropeo a varare una tassa simile. Il ministro francese delle
Finanze, Pierre Moscovici, ha detto che la legge segna il
primo passo verso una riforma scale e uno slancio verso
la giustizia. Altri dieci paesi europei stanno discutendo
lintroduzione di leggi simili.
Per gli USA, la tassa Harkin-DeFazio sulle transazioni co-
stituirebbe un grande passo per rendere pi civili gli in-
vestimenti speculativi, stabilizzare leconomia e ridurre il
debito nazionale.
(Fonti: Bloomberg Businessweek, 1 agosto 2012, http://
tinyurl.com/m56pgb3; Te Nation, 28 febbraio 2013,
http://tinyurl.com/jw5zomg; Albany Tribune, 28 febbraio
2013, http://tinyurl.com/m97d79l; Reader Supported News,
7 marzo 2013, http://tinyurl.com/kbm3jkp)
24. Contaminazione OGM: la Monsanto ha introdot-
to degli OGM prima dellapprovazione dellUSDA?
Secondo prove di recente pubblicazione, lalfa-alfa gene-
ticamente modicato stato introdotto dalla Monsan-
to nel 2003, due anni prima che ne fosse autorizzata la
deregolamentazione. Global Research ha riportato una
lettera di Cal/West Seeds che indicava che le prove
della contaminazione sono state trattenute e nel 2005
lUSDA ha chiuso un occhio in merito, consentendo
cos unestesa contaminazione di campi precedentemen-
te liberi da OGM.
La lettera di Cal/West Seeds al Ministero dellAgricoltu-
ra degli USA (USDA) aermava che era stato trovato il
gene Roundup Ready in lotti di produzione di sementi
pure del 2005.
Secondo la lettera, la contaminazione di sementi pure con
OGM partita nel 2003 da un campo della contea di
Solano, in California. La lettera diceva: Cal/West Seeds
non aveva alcun accesso alle sementi Roundup Ready in
quel periodo: dunque partiamo dal presupposto che la
contaminazione sia partita da una fonte esterna.
Lalfa-alfa una pianta perenne eccezionalmente vulne-
rabile alla contaminazione. Questo alfa-alfa OGM po-
trebbe rapidamente contaminare tutti i campi di alfa-alfa
degli Stati Uniti, minacciando lintegrit dei prodotti bio-
logici, comprese le carni e i latticini bio in caso di animali
nutriti con alfa-alfa ritenuto privo di OGM ma in realt
portatore del tratto geneticamente modicato brevettato
dalla Monsanto.
Nel 2010, lUSDA ha pubblicato un documento sullim-
patto ambientale in cui si riconosce la consapevolezza che
lalfa-alfa OGM ha diuso i suoi tratti anche a coltivazio-
ni non OGM gi dal 2003. Quindi lUSDA non solo era
a conoscenza dello scandalo, ma ha poi deregolamentato
lalfa-alfa geneticamente modicato ben consapevole dei
pericoli ambientali e dei problemi di contaminazione.
(Fonte: Global Research, 4 maggio 2012, http://tinyurl.com/
kcj5lhq)
25. Israele ha somministrato anticoncezionali alle im-
migrate etiopi senza il loro consenso
Nel gennaio 2013, Israele ha ammesso che le autorit
mediche somministravano alle immigrate etiopi iniezioni
contraccettive dagli eetti a lungo termine, spesso senza
che le donne lo sapessero o avessero dato il loro consenso.
Il governo israeliano in precedenza aveva negato le accuse,
che inizialmente erano state mosse l8 dicembre 2012 dal
reporter investigativo Gal Gabbay durante la trasmissio-
ne Vacuum, un programma dinformazione dellemittente
Israeli Educational Television.
A gennaio, il direttore generale del Ministero della Sanit
israeliano, Ron Gamzu, ha ordinato a tutti i ginecologi di
smettere di somministrare i farmaci. Gabbay ha intervi-
stato oltre 30 donne etiopi nel tentativo di scoprire per-
ch nella comunit di immigrati ci fossero tassi di natalit
tanto bassi.
Le autorit mediche israeliane avevano iniettato alle
donne di origini etiopi un farmaco, presumibilmente il
Depo-Provera, che un contraccettivo a lungo termine
altamente ecace. In alcuni casi, secondo le testimonian-
ze, il farmaco era somministrato alle donne in attesa del
permesso di soggiorno nei campi di transito. Ali Abuni-
mah, che scrive per Te Electronic Intifada, sostiene li-
dea che se le accuse fossero dimostrate, questa pratica
corrisponderebbe alla denizione legale di genocidio.
Fin dagli anni Ottanta, quasi 100.000 ebrei etiopi si sono
trasferiti in Israele avvalendosi della Legge del ritorno, ma
alcuni rabbini hanno messo in dubbio la loro religiosit.
Nel maggio 2012, il primo ministro israeliano Benjamin
Netanyahu ha scatenato una polemica quando ha dichia-
rato che gli immigrati africani clandestini minacciano la
nostra esistenza come stato ebraico e democratico.
(Fonti: Te Independent, 27 gennaio 2013, http://tinyurl.
com/atgngsh; Te Electronic Intifada, 28 gennaio 2013,
http://tinyurl.com/n59ohph; Common Dreams, 29 gennaio
2013, http://tinyurl.com/a4rfdoe)
Nexus New Times 108
27
I prodotti delle pi recenti
tecniche di ingegneria
genetica, come la
mutagenesi mirata di
oligonucleotidi, vengono
venduti al pubblico
come naturali e non
transgenici, ma si tratta
di tecniche che aggirano
le normative vigenti in
materia di OGM.
Il nuovo volto delle tecnologie OGM
di Eva Sirinathsinghji
Institute of Science in Society
2 settembre 2013
http://www.i-sis.org.uk
Fate attenzione, perch il volto delle manipolazioni genetiche sta cambian-
do. Le nuove tecniche dellingegneria genetica, come la mutagenesi mirata
di oligonucleotidi, potrebbero riuscire ad aggirare le gi deboli normative in
materia di OGM. Questi nuovi sviluppi nelle tecniche di genetica molecolare
potrebbero porre una seria minaccia alla legislazione gi inadeguata sugli orga-
nismi geneticamente modicati. Un esempio fra tanti la nuova tecnica della
mutagenesi mirata di oligonucleotidi (ODM). Recentemente una piccola so-
ciet dellagritech, la Cibus LLC, ne ha depositato il marchio registrato come
Rapid Trait Development System (RTDS): la tecnologia stata brevettata e
viene spacciata come naturale e non transgenica.
Un partenariato fra Cibus e BASF ha portato allo sviluppo della colza OGM
tollerante agli erbicidi sulfaniluree, che molti gruppi di consulenza governati-
vi hanno gi considerato non geneticamente modicata. Ci signicherebbe
aggirare letichettatura OGM nellUnione Europea, oltre che i divieti attual-
mente in vigore in diversi stati membri dellUE. Nel Regno Unito, lACRE
(Commissione di consulenza sulle immissioni nellambiente) che fa parte del
Ministero per lAmbiente, lAlimentazione e gli Aari rurali, ha pubblicato
nel 2011 un rapporto che aerma:
LACRE considera le piante di colza tolleranti agli erbicidi prodotte da Cibus
LLC come sviluppate attraverso una forma di mutagenesi. Considera che que-
sta tecnica non prevede luso di molecole di acidi nucleici ricombinanti. Di
conseguenza, le piante di colza tolleranti agli erbicidi si potrebbero escludere
dalle leggi sullemissione deliberata nellambiente di OGM conformemente
allAllegato 1B della Direttiva 2001/18/CE.
1
Food Standards Australia New Zealand (FSANZ) e altri enti di consulenza
analoghi negli Stati Uniti hanno assunto una posizione equivalente,
2
e il Mi-
nistero dellAgricoltura statunitense (USDA) ha informato Cibus gi nel 2004
che le colture che sfruttano lODM non necessitano di speciali controlli.
3
I primi brevetti UE per le colture RTDS sono stati concessi a Cibus nel 2010
e confermati nel 2012. Inoltre Cibus ha fatto richiesta per ulteriori brevet-
ti su piante tolleranti al glifosato generate con RTDS (mais, frumento, riso,
orzo, soia, cotone, barbabietola da zucchero, colza, lino, girasole, patata, ta-
bacco, pomodoro, alfa-alfa, pioppo, pino, eucalipto, melo, lattuga, pisello,
lenticchia, vite, erba da prato e piante della specie Brassica) e sulla colza tol-
lerante agli erbicidi sulfaniluree; questultima richiesta in particolare rivolta
allUE.
4-8
Le piante di colza sviluppate da Cibus e BASF, gi coltivate nel Re-
Nexus New Times 108
28
gno Unito, sono un ulteriore sviluppo attraverso incro-
ci convenzionali e ibridazione delle colture Cleareld di
BASF, rese tolleranti allerbicida Cleranda di BASF. Si
mirava alla commercializzazione delle nuove colture ge-
nerate con RTDS gi nel 2013, ma ad oggi non sono an-
cora apparse sul mercato.
Le colture RTDS sono vendute al pubblico come com-
pletamente naturali e sviluppate attraverso il processo
di mutagenesi, una tecnica non contemplata dalle legi-
slazioni sugli OGM e che viene utilizzata n dai tempi
della Seconda guerra mondiale.
In seguito al disastroso utilizzo dellenergia nucleare nel-
la bomba atomica, il settore nucleare ha voluto destinare
lenergia atomica a usi alternativi. La mutagenesi classica
prevede luso di sostanze chimiche o radiazioni ionizzanti
per generare mutazioni casuali, alcune delle quali possono
orire vantaggi per le colture a seconda della posizione e
del tipo di mutazione generata, ma azzardato dire che
questa tecnica naturale. Tuttavia, molti studi e relazioni
che consigliano la selezione attraverso mutazioni indotte
da radiazioni sono sponsorizzati da enti che promuovono
lenergia nucleare. Si stima che attraverso le tecniche di
mutagenesi siano state generate 3.000 variet di colture,
un numero che sembra piccolo in confronto ai milioni
generati con le tecniche di incrocio convenzionali.
Oltretutto, la mutagenesi imprevedibile e si ritiene che
circa il 70% delle mutazioni produca eetti dannosi e
non beneci (cfr. la nota 9 per un elenco degli incroci
con mutagenesi).
Le piante create attraverso la mutagenesi sono comune-
mente disponibili e, in genere, non vincolate da brevet-
ti. Quantomeno il processo libero dallintroduzione di
DNA, anche se i rischi relativi della mutagenesi rispetto
alle tecniche di ingegneria genetica sono tuttora opinabili.
Un aspetto cruciale, per, che la RTDS va oltre la muta-
genesi, in quanto introduce del DNA sintetico attraverso
il bombardamento di particelle. Inoltre questo processo
richiede il mantenimento di colture cellulari delle piante
in vitro, e si sa che le colture cellulari in vitro in laborato-
rio inducono mutazioni casuali (si veda oltre).
Il bombardamento di particelle un processo con cui si
introduce DNA esogeno nelle colture cellulari, usando la
forza sica per far penetrare allinterno delle cellule della
pianta del DNA legato a particelle doro. Potenzialmente
ci pu creare danni alla cellula, al DNA esogeno intro-
dotto e anche al DNA genomico bersaglio della cellula
della pianta.
10
Uno studio sulle linee cellulari dei mam-
miferi ha rilevato che il tasso di sopravvivenza delle cel-
lule bersaglio si riduceva quando si applicavano pressioni
elevate per dare propulsione alle particelle. Inoltre sono
inevitabili danni al DNA plasmidico esogeno: le forme
circolari originali del DNA plasmidico si spezzano assu-
mendo forma lineare.
11
Nonostante questi rischi, Cibus
scrive sul proprio sito Web:
LRTDS consente di sviluppare nuovi tratti con una
maggiore velocit di commercializzazione e minori spe-
se legali. La tecnologia RTDS costituisce un approccio
non transgenico per apportare migliorie alle piante rispet-
to alla trasformazione genetica classica.
12

Il Dott. Peter Beetham, vice-direttore della ricerca di Ci-
bus, descrive lRTDS come uno strumento intelligente di
miglioramento genetico, completamente naturale e sicuro
per lambiente, che aiuta gli agricoltori a coltivare pian-
te con tratti desiderabili per ottimizzare la produttivit.
13

Che cos la mutagenesi mirata di oligonucleotidi?
La mutagenesi mirata di oligonucleotidi (ODM) un
metodo di gene targeting [bersagliamento di un gene] in
cui viene modicata una specica sequenza di DNA del
gene. Si distingue dalla transgenesi convenzionale, in cui
un gene estraneo viene integrato in modo casuale nel ge-
noma bersaglio. Il gene targeting si utilizza da diversi anni
con vari metodi che mirano alla ricombinazione omolo-
ga, ossia la ricombinazione fra sequenze di DNA simili.
Il gene targeting attraverso la ricombinazione omologa
stato responsabile della generazione di migliaia di topi
knock-out e knock-in, ovvero topi nel cui genoma sono
state eettuate la cancellazione o laggiunta di sequenze di
DNA per creare linee germinali di topo ereditabili, usate
principalmente a scopo di studio per esaminare la funzio-
ne dei geni o i meccanismi patologici alla base di muta-
zioni di malattie umane.
Inoltre stato usato per generare linee cellulari in vitro
e altri animali da laboratorio geneticamente modicati.
Tuttavia, nonostante la frequenza soddisfacente di eventi
mirati negli organismi dei mammiferi, stato dimostra-
to che la frequenza di eventi di integrazione casuali non
mirati in altre zone del genoma di 1.000 volte superiore
alla frequenza degli eventi mirati.
14
Questa disparit si pu ridurre con lintroduzione di mar-
catori di selezione positivi e negativi, sebbene ci non
elimini gli eventi di integrazione casuali. possibile ana-
lizzare no a un certo punto il problema dellintegrazio-
ne casuale o mirata attraverso tecniche come il Southern
Blot, in cui delle sonde radioattive si legano alle sequen-
ze di DNA articiale integrate che poi diventano visibili
quando il DNA genomico (tagliato in precedenza con de-
gli enzimi che tagliano il DNA in modo da conferire un
aspetto prevedibile al DNA digerito se il bersagliamento
funziona correttamente) viene separato su un gel di aga-
Un aspetto cruciale, per, che la
RTDS va oltre la mutagenesi, in quanto
introduce del DNA sintetico attraverso
il bombardamento di particelle.
Nexus New Times 108
29
rosio. Tuttavia, nel caso in cui il DNA articiale si dovesse
ridisporre, le sonde potrebbero non essere pi in grado di
riconoscerlo e quindi non capterebbero questi eventi di
ridisposizione.
Solo un sequenziamento genomico completo riuscirebbe
a determinare lintegrit del DNA articiale, ma in prati-
ca questo si fa raramente. Dunque lintroduzione di DNA
articiale esogeno pu causare ridisposizioni cromosomiali
oltre che duplicazioni, integrazioni di ripetizioni in tandem
e ridisposizioni delle sequenze di DNA articiale.
La ricombinazione omologa ha una minore frequenza di
bersagliamento nelle piante rispetto ai mammiferi come i
topi, il che ha portato allo sviluppo di tecniche per miglio-
rare la frequenza di ricombinazione usando, per esempio,
nucleasi sito-speciche per tagliare il DNA nella regione
bersaglio o altri meccanismi di riparazione genetica.
LODM una tecnica nuova, e si ritiene che coinvolga
altri percorsi endogeni di riparazione genetica. Utilizza
piccole sequenze chimeriche di oligonucleotidi di DNA/
RNA contenenti circa 25 coppie di basi di sequenza omo-
loga a quella del bersaglio [sic] eccetto la mutazione pres-
sata, che pu essere la modica anche di una singola base.
La regione omologa attorniata da molecole di RNA che
si ritiene stabilizzino la molecola nelle cellule oltre ad au-
mentare la frequenza di ricombinazione.
Inizialmente lODM stata eseguita su cellule di mam-
miferi
15, 16
e in seguito sono stati pubblicati diversi studi
che illustrano modiche a piante da coltura, fra cui tabac-
co, riso, mais e frumento.
17-21
Un elemento critico per poter valutare la sicurezza di
questa nuova tecnologia sarebbe il meccanismo su cui
si basa lODM, ma questo rimasto ignoto nonostante
le presentazioni patinate fornite dai promotori di questa
tecnica, al punto che lo stesso vice-presidente senior di
Cibus, il Dott. Peter Beetham, ha descritto il meccani-
smo come elusivo.
20

stato ipotizzato che il processo si adi al meccanismo
endogeno di riparazione del DNA che rimuove le basi
spaiate nel DNA o le basi danneggiate. La riparazione
delle basi spaiate usata ordinariamente dalla cellula in
seguito a errori nella replicazione o ricombinazione del
DNA oltre che a danni del DNA. Si ada a enzimi che
riconoscono la base spaiata confrontando il lamento con
la regione omologa di un lamento modello: nel frattem-
po appaiono speciche conformazioni strutturali, con i
lamenti di DNA che formano una struttura specializzata
di abbinamenti omologhi, ovvero un D-loop, dopodich
la sequenza spaiata del DNA viene tagliata via, vengono
sintetizzate le basi corrette e il DNA si ricompone. Si trat-
ta di un processo estremamente complesso, essenziale per
lintegrit del DNA e della cellula. Tuttavia, ci non che
speculazione, e altri hanno suggerito che oltre che ai pro-
cessi di replicazione del DNA siano coinvolti ricombina-
zione omologa e trascrizione.
22
Denizioni di OGM
Apparentemente non sono stati compiuti veri sforzi per
comprendere lODM prima di consentire lingresso dei
prodotti sul mercato. Ma comprendere cruciale, non so-
lo per determinare se queste colture vanno o meno de-
nite come OGM, ma anche per prevedere e identicare
gli eetti non mirati (si veda oltre) che possono rendere
pericolosi i prodotti.
Anche se la ricombinazione omologa fra loligonucleotide
e la sequenza bersaglio non avviene, di fatto si verica lin-
troduzione di DNA estraneo dalloligonucleotide, dunque
la coltura diventa OGM secondo la denizione della di-
rettiva UE (2001/18/CE Allegato IA) che aerma che le
tecniche di modicazione genetica sono tecniche in cui
in un organismo avviene lintroduzione diretta di materia-
le ereditabile preparato al di fuori dellorganismo....
Anche se non vi introduzione di DNA estraneo, la legge
europea sugli OGM denisce gli OGM non solo nellac-
cezione del prodotto nito, ma anche del processo per
mezzo del quale generata la coltura. Dunque si intendo-
no come OGM anche tecniche speciche come luso di
vettori plasmidici, mentre la mutagenesi la cui denizio-
ne esclude luso di DNA ricombinante esente (Diretti-
va 90/219/CEE Allegato II Parte A). Tuttavia, numerose
nuove tecniche fra cui lODM non sono denite. Per
quanto preveda o meno lintroduzione di DNA estraneo,
lODM utilizza molecole ricombinanti, il che ne fa una
tecnica OGM e la distingue dalla mutagenesi.
Cibus mira a usare queste tecniche per aggirare le leggi,
e si spinge no al ghost-authoring di una recensione pub-
blicata in una rivista a revisione paritaria in cui esprime
contrariet per le leggi europee sugli OGM.
23
Nonostan-
te fra gli autori appaiano solo ricercatori di enti pubblici
europei, il testo in realt pubblicizzato sul sito di Cibus
come scritto dallazienda.
24
Eetti indesiderati
Non possibile escludere che la tecnica abbia eetti indesi-
derati. Quando si generano piante con tecniche ODM, si
crea una coltura in vitro delle cellule delle piante da modi-
care: questo processo induce sistematicamente anomalie
del DNA (variazioni somaclonali). Inoltre, si dimostrato
che la stessa ODM causa modicazioni non mirate, come
si legge nella pubblicazione Cibus, fra cui lintroduzione
di una base errata nel genoma; e secondo la pubblicazione
Dunque lintroduzione di DNA articiale
esogeno pu causare ridisposizioni
cromosomiali oltre che duplicazioni,
integrazioni di ripetizioni in tandem e ridi-
sposizioni delle sequenze di DNA articiale.
30
di Pioneer Hi-Bred International, 6 su 40 cloni generati
presentavano mutazioni alternative alla mutazione di una
sola base che si era cercato di generare.
17, 25
La conclusione
era che la sequenza bersaglio, o la formazione strutturale
delloligonucleotide di RNA/DNA con la sequenza bersa-
glio, potrebbe attivare una riparazione degli errori di abbi-
namento a sua volta soggetta a errori, e che il fenomeno
si potrebbe usare per saggiare i percorsi di riparazione mal
caratterizzati nelle piante.
Nessuna pubblicazione ha trattato la stabilit dellintero
genoma o lintegrazione o modicazione non mirata, dun-
que impossibile prevedere gli eetti di pi ampio respiro
che potrebbe avere questa tecnologia sullintero genoma,
trascrittoma, proteoma o metaboloma delle colture.
Le procedure per caratterizzare il genoma, trascrittoma,
proteoma o metaboloma oggi stanno diventando una
prassi e dovrebbero essere incluse in qualunque caratteriz-
zazione di organismi prodotti da una nuova tecnica bre-
vettata come lODM.
Finora non sono state svolte ricerche sucienti per va-
lutare tutte le possibilit genetiche dellintroduzione di
questi nucleotidi chimerici nel DNA genomico. Se, come
avviene per il classico gene targeting attraverso tecniche
di ricombinazione omologa, possono vericarsi diver-
si eventi non specici, sarebbe scandaloso lasciare che le
tecniche ODM sfuggissero al quadro normativo e ci co-
stringessero a mangiare involontariamente degli alimenti
modicati a un livello completamente ignoto.
Nuove tecniche, stesse colture tolleranti agli erbicidi
Questa tecnica viene spacciata per una tecnologia nuova,
assolutamente naturale e non transgenica per rispondere
ai critici del geneticamente modicato. Tuttavia, non
stato fatto altro che applicare una tecnologia pi re-
cente per generare gli stessi vecchi raccolti tolleranti agli
erbicidi che esistevano gi, sia attraverso il processo di
miglioramento genetico tradizionale come nel caso delle
colture tolleranti alle sulfaniluree, sia attraverso le classi-
che tecnologie OGM come nel caso delle colture tolle-
ranti al glifosato.
noto che queste tecnologie portano a un maggiore
uso degli erbicidi e quindi a una maggiore esposizione
ambientale e umana a questi erbicidi (cfr. Study Con-
rms GM Crops Lead to Increased Pesticide Use, Sci-
ence in Society 56
26
, e Ban GMOs Now Special ISIS
Report
27
). Oltretutto, queste tecnologie hanno un valore
limitato in termini di protezione dei raccolti e produtti-
vit, poich generalmente le erbe infestanti si evolvono e
diventano resistenti agli erbicidi. Esistono oltre 23 specie
di erbe infestanti resistenti al glifosato e 132 specie resi-
stenti agli inibitori dellacetolattato sintasi (ALS), ovve-
ro la classe di erbicidi a cui appartengono le sulfaniluree.
Dato che simili mutazioni avvengono naturalmente nelle
erbe infestanti cos come nelle piante da coltura, sembra
poco utile usare queste tecnologie se non per generare ric-
chi guadagni per le aziende degli OGM attraverso lappli-
cazione di brevetti e la vendita di pi erbicidi tossici.
Lautrice:
La Dott.ssa Eva Sirinathsinghji ricercatrice presso lInstitute of
Science in Society (ISIS) e articolista per la rivista trimestrale dellisti-
tuto, Science in Society. Si laureata in Biologia con specializzazione
in Neuroscienze presso lUniversit di Edimburgo nel 2005 e ha con-
seguito il dottorato in Neurogenetica al Kings College dellUniversit
di Londra nel 2010. Dal febbraio allagosto 2011 ha accettato un
incarico part-time come ricercatrice interna dellISIS. Sirinathsinghji
motivata a superare il riduzionismo per andare verso una scienza
al servizio della societ, studiando gli effetti dellasservimento della
scienza alle aziende sulla salute e il benessere delle persone. Pu
essere contattata tramite http://www.i-sis.org.uk.
Nota di redazione:
Questo articolo tratto dal rapporto dellISIS del 2 settembre 2013, di
cui disponibile una versione ridotta su http://tinyurl.com/k4zy69a.
La versione completa con riferimenti pu essere scaricata dai mem-
bri dellISIS da http://www.i-sis.org.uk.
Messaggi & Sapori
Pecorino delle Fate. un formaggio rarissimo ricava-
to dal latte di una pecora in via di estinzione che vive sui
monti Sibillini, la Sopravissana, la quale produce un litro di
latte contro i cinque della pecora tradizionale. Si tratta di
animali molto testardi che mangiano solo erba di monta-
gna. Sono rimaste circa 3.000 pecore.
Ricotta ingrottata. Dal siero del Pecorino delle Fate si
produce questa ricotta. Si appende nelle grotte o nelle can-
tine in canovacci di cotone a stagionare per circa tre mesi.
Posta poi in contenitori di vimini e avvolta completamente
dalla crusca, un antico sistema di conservazione termico
atto a mantenerla fresca. Prodotto soltanto da pastori.
Claudio R. Naim 3337100703 - email c.naim@alice.it
31
Nexus New Times 108
Contrariamente a quanto
narra la storia ufciale
della Seconda guerra
mondiale, fu il Terzo
Reich a vincere la gara
per lo sviluppo e luso
della bomba atomica.
Testimonianze oculari
offrono prove convincenti
che larma fu testata
e schierata varie volte
durante la guerra.
Le prove di un
arsenale nucleare nazista
di Simon Gunson
2013
E-mail: symngun@gmail.com
Nessuno ci fece troppo caso nel 1978, quando gli Stati Uniti declassicarono
un segnale diplomatico che era stato inviato dallambasciata del Giappone a
Stoccolma e intercettato il 12 dicembre 1944. Il contenuto del messaggio de-
criptato era sorprendente. Diceva che i Nazisti avevano sviluppato la bomba
atomica durante la Seconda guerra mondiale, e che lavevano usata contro i
Sovietici nel 1942, tre anni prima che gli Stati Uniti devastassero Hiroshima e
Nagasaki. Nel 2005, lo storico tedesco Rainer Karlsch pubblic le prove che la
Germania nazista aveva testato delle armi nucleari nellottobre 1944 a Rgen
Island, al largo della costa baltica, e nel marzo 1945 a Ohrdruf, in Turingia. Il
giornalista televisivo Heiko Petermann si era imbattuto nei documenti di una
corte dinchiesta di Arnstadt dellex governo comunista della Germania Est (la
DDR, la Repubblica Democratica Tedesca) e chiese consiglio a Karlsch. Pur-
troppo, il libro di Karlsch, Hitlers Bombe, fu pubblicato solo in Germania in
tedesco e in pochi lo conoscono nel resto del mondo.
Gli archivi di Arnstadt
Grazie alla caduta del comunismo nel 1989, Petermann ricevette una soata
sul ritrovamento delle carte di uninchiesta tenutasi dal 1961 al 1962, dal ti-
tolo Befragung von Brgern zu Ereignissen zur rtlichen Geschichte (liberamente
traducibile con Interrogazione dei cittadini sugli eventi della storia locale),
indetta per indagare sullo sviluppo di armi nucleari in Germania in tempo di
guerra. Il governo della DDR aveva radunato tutti i testimoni che era riuscito
a trovare per farli testimoniare davanti alla corte, allo scopo di ricostruire la
verit sulle voci persistenti di test nucleari a Ohrdruf nel marzo 1945. Nella
deposizione del testimone n. 2, Ludwig Lauer, ex detenuto di un campo di
prigionia, si citava la produzione di razzi allinterno della fabbrica sotterranea
Polte II, fra cui un razzo a due stadi America A9/A10 che veniva tenuto oriz-
zontalmente su un binario ferroviario allinterno di un tunnel. Lauer disse
che lui stesso aveva contribuito alla costruzione di un razzo incredibilmente
lungo alla MUNA Rudisleben. Il testimone n. 3, ex tecnico missilistico, e il
testimone n. 4, ex ingegnere per sistemi di alimentazione missilistici, testimo-
niarono di aver partecipato al lancio di prova di questo stesso razzo il 16 marzo
1945 da un silo sotterraneo, a un chilometro da Rudisleben. Lo stesso lancio
risulta annotato in segnalazioni uciali dellEsercito statunitense: Messag-
gio N. 65, 5 Aprile 1945, ore 1600, Diario G-2, 4
a
divisione corazzata del
Quartier generale, A.P.O. [Ucio postale dellEsercito] 254, custodito negli
Prima parte
Nexus New Times 108
32
Archivi Nazionali degli Stati Uniti a Washington, DC.
Fecero pensare a una bomba atomica due forti esplosioni
al campo di concentramento di Ohrdruf che annienta-
rono istantaneamente centinaia di prigionieri di guerra
(PoW) sovietici e lasciarono gravemente ustionati i cor-
pi di altri 700. Ohrdruf, istituito nel giugno 1944, era
uno dei sotto-campi del campo di concentramento di Bu-
chenwald. Il campo di Ohrdruf si trovava a sud di Erfurt
e 12 km a ovest di Arnstadt, nella provincia della Turin-
gia, cuore profondo della Germania vicino al conne con
la Cecoslovacchia. Ospitava 1.000 PoW sovietici e iugo-
slavi, a cui era stato ordinato di scavare una rete di tunnel
lunga circa 24 km per una fabbrica sotterranea di arma-
menti. Dopo cinque mesi, al terribile regime di lavoro
erano sopravvissuti solo 200 dei prigionieri originali, ma
il campo veniva costantemente rifornito con prigionie-
ri nuovi. Uno di questi tunnel passava sotto il castello
di Wachsenburg, in direzione di Rudisleben. Il campo di
Ohrdruf fu liberato il 5 aprile 1945 dalle truppe della 89
a

divisione di Fanteria USA e dal 602 battaglione Caccia-
carri. Il Generale Patton arriv in visita al campo con il
Generale Eisenhower, Comandante supremo degli Allea-
ti, l11 aprile 1945.
Il rapido crollo del comunismo condusse la Germania al-
la riunicazione nel 1989 sotto lex repubblica federale
della Germania Ovest. Nel trambusto della riunicazio-
ne, alcuni documenti importanti nelle mani delle autori-
t municipali divennero di pubblico dominio. Seguendo
delle soate, i giornalisti scoprirono degli estratti dellin-
chiesta della DDR. Il governo degli Stati Uniti si allarm
e fece pressioni alla Germania perch riclassicasse come
top secret gli archivi di Arnstadt. Sfortunatamente, il se-
greto era ormai uscito allo scoperto e il genio non si po-
teva ricacciare nella lampada. Oggi laccesso agli archivi
soggetto a restrizioni.
I racconti dei testimoni di Ohrdruf
Linchiesta del 1961-62 citava almeno un testimone ocu-
lare per i test nucleari: Clre Werner, che era ancora viva.
Infatti, Clre mor solo nel 2005, ma non prima di aver
rilasciato preziosissime interviste che sono state registrate
e pubblicate su YouTube. I familiari di Clre erano i cu-
stodi del castello di Wachsenburg, su una collina a nord-
ovest di Arnstadt. Clre raccontava che la sua famiglia era
amica di Hans Rittermann, un avvocato che faceva parte
della divisione per i progetti speciali del Consiglio di Ri-
cerca sul Reich, il Reichsforschungsrat (RFR), che dipen-
deva dalle Poste tedesche.
Per contestualizzare, lRFR aveva fornito fondi e risorse
a uno dei quattro progetti nucleari dei Nazisti durante la
Seconda guerra mondiale. In tempo di guerra lRFR era
noto per aver sostenuto lindustriale dellelettronica Prof.
Manfred von Ardenne, che era particolarmente interessa-
to alla ricerca sulla sica del plasma nucleare.
Spesso questidea viene smentita dicendo che il maggior
sico nazista, il Prof. Werner Heisenberg, non aveva com-
preso le distanze del cammino libero medio del neutro-
ne per la ssione e dunque non era in grado di calcolare
la massa critica delluranio. La ricerca nucleare di Hei-
senberg, per, era nanziata dal Kaiser-Wilhelm-Gesell-
schaft (KWG), oggi noto come Max Planck Institute,
mentre la ricerca sulle armi nucleari era condotta dallo
Heereswaenamt (HWA) lUcio degli Armamenti
dellEsercito e dal Reichsforschungsrat, non dallorga-
nizzazione di Heisenberg.
Dal settembre 1939 al gennaio 1942, il progetto tedesco
per le armi nucleari fu in mano allo HWA, che poi ce-
dette il controllo a un progetto civile amministrato dal
Kaiser Wilhelm Institute, che in realt comprendeva di-
versi istituti di ricerca educativi. Gli storici notano, piut-
tosto correttamente, che i nanziamenti per lo sviluppo
di armi nucleari da parte del KWG sono stati interrotti in
via uciale il 4 giugno 1942. Tuttavia, due importanti -
gure del Nazismo, Hermann Gring e Martin Bormann,
erano intenzionate a far proseguire le ricerche sulle armi
nucleari, e cos il Partito Nazista dirott dei fondi privati
e del partito in un progetto nucleare amministrato dal-
lRFR. Il 9 giugno 1942, Hitler emise un decreto per ri-
organizzare lRFR come ente legale separato dipendente
dal Ministero del Reich per gli Armamenti, sotto la guida
di Hermann Gring.
Ritornando alla testimonianza, Clre Werner not che
Hans Rittermann veniva spesso di domenica a prendere il
ca dalla sua famiglia. Testimoni che, il 4 marzo 1945,
Rittermann venne in visita e disse loro di recarsi sulla tor-
re quella sera e guardare verso il villaggio di Rhrensee:
avrebbero assistito alluso di una nuova importante inven-
zione che avrebbe cambiato il corso della guerra.
Clre disse che, intorno alle 21.30 di quella sera, nel cielo
sopra Rhrensee vide una luce che sembrava fatta di mille
lampi, talmente luminosa che si sarebbe potuto leggere
il giornale. Not che lesplosione fu molto breve, e vi si
scorgeva una tinta rossastra al centro e gialla sui bordi, e
poi fu seguita da un potente spostamento daria. Il gior-
no dopo Clre non stava bene: perdeva sangue dal naso,
aveva mal di testa e problemi alle orecchie dati dallecces-
so di pressione. Clre testimoni che anche gli abitanti
di diversi villaggi vicini, fra cui Rhrensee, Holzhausen,
Mhlberg e Wechmar, lamentavano tutti gli stessi sinto-
Clre disse che, intorno alle 21.30 di quella
sera, nel cielo sopra Rhrensee vide una luce
che sembrava fatta di mille lampi, talmente
luminosa che si sarebbe potuto leggere il
giornale. Not che lesplosione fu molto breve.
Nexus New Times 108
33
mi. Alle 14 circa del giorno seguente, arrivarono da 100
a 150 soldati della Wehrmacht e delle SS, chiedendo do-
ve potevano trovare i corpi. Un fattorino motociclista del
luogo li condusse verso larea di addestramento militare
di Ohrdruf.
Qualche giorno dopo, il 12 marzo 1945, Hans Ritter-
mann and sulla torre del castello con un gruppo di di-
gnitari che indossavano sul bavero il distintivo del Partito
Nazista, e osservarono un altro test. Suonarono le sirene
dallarme, avvisando i civili di ripararsi nei rifugi antiae-
rei. Alle 22.15 circa, ci fu unaltra esplosione, leggermen-
te pi ridotta di quella del 4 marzo. Rittermann avvert
la famiglia di Clre di non menzionare minimamente il
lampo questa volta.
Linchiesta della Germania Est raccolse anche la testimo-
nianza di Heinz Wachsmut, dipendente delle SS addetto
alla costruzione di pozzi. Questi testimoni che, in se-
guito alla prima esplosione, a lui e altri della Giovent
Hitleriana era stato detto di raccogliere legna nella fore-
sta intorno a Muhlberg Ringhofen e di portarla sul luogo
dellesplosione. La legna fu usata per costruire 14 enormi
pire ai margini della foresta. Wachsmut disse che cerano
ovunque corpi di prigionieri malamente ustionati, e che
era stato dato lordine di raccogliere i corpi e accatastarli
sulle pire. Wachsmut not che i corpi erano completa-
mente coperti di ustioni e vesciche, e in molti si vedeva
esposta la carne nuda. Non si vedevano pi capelli e in
molti casi neppure indumenti. Wachsmut e la squadra ac-
catastarono sulla pira 50 corpi. Wachsmut testimoni che
un forzato russo, Oleg Barto di Guryev, che aveva il com-
pito di aiutarlo a raccogliere i corpi, gli aveva detto che
cera stato un enorme lampo di fuoco e che molte vittime
erano scomparse istantaneamente dalla faccia della Terra.
Aveva detto a Wachsmut che i sopravvissuti erano per lo
pi ciechi e coperti di gravissime ustioni. La cecit nei so-
pravvissuti una caratteristica dovuta al lampo prodotto
dallarma nucleare, che tipicamente non avviene con altri
tipi di esplosioni.
Wachsmut inoltre testimoni che dopo aver raccolto e
bruciato i corpi ammassati, il suo gruppo era stato ripor-
tato a Ringhofen, con lordine di spogliarsi e fare il ba-
gno. Come ricompensa per il lavoro, ciascuno ricevette
una bottiglia di vodka. A questo punto, un alto uciale
delle SS si rivolse loro dicendo che i prigionieri arsi tra
le amme avevano ripagato alla Germania un grosso de-
bito, e ora la Germania era la prima potenza al mondo a
sviluppare questa nuova arma e ben presto il mondo se
ne sarebbe accorto. Luciale disse che la Germania non
aveva fatto altro che liberarsi di un mucchio di parassiti.
Il giorno dopo, ritornarono sul posto e trovarono circa 12
o 15 prigionieri ciechi che erano giunti l strisciando dai
boschi. Le SS fecero fuoco allistante, e i corpi dei prigio-
nieri furono gettati sulle pire ancora fumanti.
Larea di Ohrdruf fu difesa dalle truppe della 6
a
divisione
Gebirgs delle SS (divisione da montagna), ma gli uciali
delle SS ucraini, che si erano forse arruolati volontaria-
mente per servire la Divisione Galicia, disertarono Ohr-
druf non appena si avvicinarono le forze statunitensi. In
seguito la maggior parte di loro fu radunata e portata nel
Regno Unito o reclutata nei servizi americani di contro-
spionaggio e in seguito nella CIA, impedendo cos per
sempre che rivelassero ci che sapevano. generalmente
poco noto che molti soldati tedeschi, e in particolare SS,
dopo la guerra furono maltrattati e addirittura lasciati mo-
rire di fame a migliaia nei campi di internamento statu-
nitensi. Dunque, non c da sorprendersi che il personale
tedesco sopravvissuto che ha assistito agli eventi di Ohr-
druf non si sia fatto avanti. Anzi, quellesplosione di pro-
va stata unatrocit a cui nessuno vuole essere associato.
Il Generale Eisenhower, che raramente si fece vedere in
prima linea, giunse con il Generale Patton sul luogo dove
sorgeva il campo di concentramento di Ohrdruf annien-
tato immediatamente dopo la liberazione delle forze sta-
tunitensi. Eisenhower diresse personalmente unindagine
dettagliata dellintero sito, durante la quale vennero rac-
colti dei campioni. Il motivo esatto per cui questo sito in
particolare meritasse tanta attenzione non fu mai rivelato
dal governo degli USA.
Tuttavia, al processo di Norimberga, al ministro degli Ar-
mamenti del Reich Albert Speer fu chiesto se a Ohrdruf
si fossero tenuti dei test per armi nucleari. Speer rispose
che lui non era a conoscenza di simili test, e sostenne che
se ce ne fossero stati lui lavrebbe saputo. Eppure, secondo
il giornalista Heiko Petermann, nel gennaio 1945 Speer
fu citato in un altro contesto in cui, indicando una sca-
tola di ammiferi su un tavolo, avrebbe detto con vanto
che la Germania possedeva un esplosivo atomico, grande
quanto una scatola di ammiferi, in grado di distruggere
lintera New York.
Tracce di radiazioni
Il sito della presunta esplosione resta tuttora inaccessibile,
ed ancora usato come zona di addestramento militare.
Tuttavia, lemittente televisiva ZDF, che ha realizzato un
reportage, ha ottenuto otto campioni di terreno da Ohr-
druf, commissionandone lanalisi al Physikalisch-Techni-
sche Bundesanstalt (PTB) per trovare prove di test nucleari.
Sono state rinvenute tracce di uranio 235 e dei radionuclidi
articiali cobalto-60 e cesio-137. Il PTB ha usato un me-
Wachsmut not che i corpi erano
completamente coperti di ustioni e vesciche, e
in molti si vedeva esposta la carne nuda.
Non si vedevano pi capelli e in molti casi
neppure indumenti.
Nexus New Times 108
34
todo per calcolare le emissioni gamma ma si riutato di
pubblicare la massa totale dei gamma-emittenti nel cam-
pione, rendendo cos insignicante la misurazione.
La critica pi comune alla denuncia di Karlsch relativa
alla radioattivit del suolo di Orhdruf il dubbio che es-
sa possa derivare dallesplosione di Chernobyl del maggio
1986, tuttavia questaermazione contestabile. A Ohr-
druf non stato menzionato il ritrovamento di tracce di
ssione di nessuno dei radionuclidi associati esclusiva-
mente alla pioggia radioattiva di xeno-135 di Chernobyl.
Per esempio, lo studio del PTB non rivelava alcun segno
del caratteristico bario-135, dunque la radioattivit di
Ohrdruf non presenta le qualit della pioggia radioattiva
di Chernobyl.
Il rapporto del PTB concludeva che se pure linterrogati-
vo su unesplosione nucleare a Ohrdruf nel 1945 restava
aperto, secondo lopinione del co-autore del rapporto,
il Dott. Janssen, non cerano prove di unesplosione nu-
cleare. In realt, quando i test delle
emissioni gamma erano stati appli-
cati ai campioni di suolo di Hiroshi-
ma nel 1983, i risultati mostravano
che non cera mai stata unesplosio-
ne nucleare neppure a Hiroshima!
Fonti di intelligence
Karlsch cita il rapporto di una spia
militare sovietica del GRU in Ger-
mania, datato 15 novembre 1944,
sui preparativi in Turingia per il test
di una nuova arma con grande po-
tere distruttivo... una bomba parti-
colare. Vale la pena di notare che
Kurt Diebner, direttore del proget-
to per lo sviluppo di armi nucleari
allo Heereswaenamt, si trasfer a
Stadtilm in Turingia, non lontano
da Arnstadt, il che corrobora il rap-
porto del GRU.
Il rapporto sovietico non fu il so-
lo a notare questi sviluppi. Un ca-
blogramma urgente dalla stazione
svizzera dellagenzia di intelligen-
ce dellUcio dei Servizi Strategici
degli Stati Uniti (OSS) avvis Wa-
shington che in Germania si sta-
vano eettuando esperimenti con
la bomba atomica. Il documento
di intelligence n. FF4936, datato
gennaio 1945 e intitolato Ricer-
ca su armi segrete, fa riferimento
al cablogramma di Berna 2877 del
21 dicembre 1944 (identicato co-
me IN 29784). Il documento par-
la di una ricerca tedesca per lesplosione atomica, svolta
con grande zelo... presso lAccademia tecnica delle SS a
ZELLENDORF e in particolare a BRNO in Boemia.
Inoltre si indica: stato approntato un centro di ricerca
a KAPPEL, 37 km a nord di Berlino, camuato tra i bo-
schi. Vicino a questo centro, e sempre mimetizzato negli
stessi boschi, c lintero E. M. de DOENITZ [sic] (il
Grandammiraglio Karl Dnitz era a capo della Marina te-
desca, la Kriegsmarine, che aveva fra i suoi piani segreti il
lancio di missili da crociera V-1 con testate nucleari verso
gli Stati Uniti da sommergibili nellAtlantico). Il cablo-
gramma prosegue notando: Questi esperimenti sono sta-
ti condotti senza posa nei vecchi stabilimenti di BAYER
[la compagnia farmaceutica] (la sezione speciale di I. G.
Farben vicino a Berlino e nelle vicinanze di Regensburg).
Gli Alleati stavano gi leggendo informazioni su armi nu-
cleari da vari segnali diplomatici intercettati e decripta-
ti mandati a Tokyo da diplomatici giapponesi in Europa
Il cablogramma di Berna 2877 del 21 dicembre 1944
Nexus New Times 108
35
che avevano accesso ai progetti di ricerca nazisti. Il primo
di una serie di segnali da Tokyo, intercettato il 7 luglio
1943, chiedeva informazioni sulla possibilit che la Ger-
mania spedisse delluranio in Giappone. A questo segui-
rono altri due segnali e inne, nel novembre 1943, una
schietta rivelazione da parte dei giapponesi ai loro alleati
tedeschi che anche loro erano impegnati in un progetto
per armi nucleari.
Dopo questo scambio di messaggi, la Germania inizi a
inviare ossido di uranio in Giappone tramite i sommer-
gibili e a condividere la tecnologia nucleare. Fu stabilito
un ponte aereo nel 1944, con voli a lungo raggio per la
Manciuria e in seguito per una pista datterraggio alle iso-
le Curili. Il ministro agli Armamenti Albert Speer scrisse
nelle sue memorie che lultimo di questi voli a lungo rag-
gio vol a Tokyo passando per lArtico dalla Norvegia il
28 marzo 1945.
Un rapporto di intelligence della Marina statuniten-
se intitolato Aiuto tecnico al Giappone dalla Germa-
nia: unindagine, datato 15 giugno 1945 (custodito alla
Combined Arms Research Library di Fort Leavenworth,
Kansas), indica che la Germania trasfer la tecnologia per
una bomba atomica grande come una scatola di ammi-
feri in Giappone nel 1944 e inoltre nota che il suo raggio
di esplosione era di 1.000 metri. Altrove, il rapporto nota
che la Germania aiut il Giappone a stabilire la produzio-
ne del razzo V-2 a Mukden, in Manciuria, nel 1945.
Karlsch inoltre parla dellintercettazione, nel quadro
delloperazione MAGIC, di un segnale inviato a Tokyo
dallambasciata del Giappone a Stoccolma. Il messaggio
n. 232, datato 9 dicembre 1944, fu intercettato il 12 di-
cembre 1944. Si pu trovare negli Archivi Nazionali sta-
tunitensi con la dicitura RG 0457, National Security
Agency/Central Security Service, Entry #A1 9004, Japa-
nese Army Attache Messages Translations, SRA 14,200
thru 15,000 (rapporti tradotti di messaggi intercettati da
addetti dellEsercito giapponese, 25 agosto 1941 agosto
1945). Fu declassicato dallAgenzia di Sicurezza Nazio-
nale degli USA il 1 ottobre 1978. Il messaggio descrive
la bomba che divide latomo come Genshi Hakai Dan,
con una testata che pesa 5 kg, dicendo (a pag. 14632):
Il dispositivo tedesco che divide latomo il disintegratore
NEUMAN. Unimmensa energia viene diretta nella parte
centrale dellatomo e ci genera una pressione atomica di
varie decine di migliaia di tonnellate per pollice quadrato.
Questo dispositivo in grado di dividere gli atomi relativa-
mente instabili di elementi come luranio. Inoltre, pone in
essere un magazzino di energia atomica esplosiva.
Ovvero, una bomba che trae la sua forza dal rilascio di
energia atomica.
Unaltra descrizione contemporanea di questo dispositivo
fu data dallo stesso Hitler a una riunione nel quartier ge-
nerale della Tana del lupo in Polonia, il 5 agosto 1944, cui
era presente il maresciallo Ion Antonescu, che governava
la Romania in tempo di guerra. Se ne trova una trascri-
zione negli archivi del Ministero degli Esteri tedesco. Cita
Hitler che parla di nuovi esplosivi, il cui sviluppo era gi
avanzato alla fase sperimentale, e dice di condare che il
salto dagli esplosivi moderni a questo era il pi grande dai
tempi dellinvenzione della polvere da sparo.
Dopo questo scambio di messaggi,
la Germania inizi a inviare ossido di uranio in
Giappone tramite i sommergibili e a condividere
la tecnologia nucleare. Fu stabilito un ponte
aereo nel 1944, con voli a lungo raggio
per la Manciuria e in seguito per una pista
datterraggio alle isole Curili.
U-boot Tipo XXI con lanciatori di missili subacquei "Ursel"
come Vergeltungswaffe (arma di rappresaglia), Kiel (1945).
Rappresentazione artistica di Igor Shestakov.
Nexus New Times 108
36
Hitler era consapevole che Antonescu era in trattative
con le forze dopposizione in Romania, che fra laltro
avevano contatti diretti con Londra. Sembra plausibile
che lobiettivo di Hitler fosse far arrivare a Londra una
minaccia sulle proprie capacit nucleari. In quella data,
il V-2 non aveva ancora fatto il suo debutto operativo
contro Londra. Hitler, per, espresse cautela sullutilizzo
della bomba atomica ntanto che la Germania non fosse
in grado di proteggersi da contrattacchi con armi simili.
Secondo la trascrizione:
Poi Hitler spieg che la dicolt, con le armi comple-
tamente nuove, era larma stessa. Aveva dunque ordinato
che non si impiegasse alcuna nuova arma nch la Ger-
mania non avesse sviluppato delle misure per contrastare
la stessa arma. Per questo motivo, spiegava Hitler, non
era possibile usare un nuovo tipo di mina gi sviluppato.
Il Fhrer aggiunse che la Germania aveva quattro armi se-
grete. La bomba volante V-1 e il razzo V-2 non erano che
due di queste. Disse che unaltra di queste armi... aveva
una forza colossale tale da distruggere ogni vita umana nel
raggio di 3 o 4 chilometri dal punto dimpatto.
Test atomici a Rgen
interessante notare che Philip Morrison, sico nucleare
americano e membro del Progetto Manhattan, in unin-
tervista pubblicata sulla rivista Time del 27 novembre
1944 rivel lesistenza della bomba atomica tedesca. Allu-
dendo ai precedenti test di una bomba atomica nellisola
di Rgen nellottobre 1944, Morrison disse:
Lessi un rapporto sullinterrogazione di uciali tedeschi
[ascoltati] vicino a Peenemnde che avevano visto la nube
viola a forma di fungo. La fonte ci sembrava molto ada-
bile, ma restammo sconvolti. Inviai un messaggio ai con-
siglieri della sicurezza, in cui informavo che il presidente
Roosevelt non avrebbe dovuto incontrarsi con Churchill
a Londra, perch si temeva un attacco a Londra con luso
della bomba atomica. Ogni sera e ogni mattina ascoltavo
la radio della BBC per sapere se Londra esisteva ancora.
Per trasportare una piccola bomba atomica sarebbe su-
ciente un razzo V2.
Karlsch ci ore la testimonianza oculare dellesplosione
prodotta da un test nucleare sullistmo di Bg delliso-
la di Rgen da parte di Elisabeth Mestlin, residente di
Stralsund. Il 12 ottobre 1944, Elisabeth vide dalliso-
la di Hiddensee unenorme esplosione e una grandissi-
ma nube viola a forma di fungo che sovrastava listmo.
Il suo racconto fu trasmesso dallemittente Norddeutsche
Rundfunk (NDR) nellottobre 2004. E Mestlin non fu
lunica testimone.
Dopo la guerra, lintelligence degli Alleati intervist me-
ticolosamente tutti i prigionieri tedeschi prima della loro
liberazione. Uno era un pilota osservatore, Hans Zins-
ser, assegnato alla zona di collaudo razzi di Peenemnde,
vicino a Rgen. Il racconto di Zinsser spesso indica-
to come ladavit Zinsser; tuttavia, in realt a giurare
per ladavit fu il suo interrogatore, luciale dellin-
telligence della Marina USA Cap. Helenes T. Freiberger,
in un rapporto intitolato Indagini, ricerche, sviluppo e
uso pratico della bomba atomica tedesca, datato 19 ago-
sto 1945 (Box RG38, Box 9-13, Entry 98c, A.P.W./U
[Ninth Air Force] 96/1945, A.P.O. 696, US Army, No.
373.2, Pkts Nos. 47-53, pubblicato da Captain Hickey,
COMNAVEU, 1946), custodito presso la US Natio-
nal Archives Records Administration. La dichiarazione di
Zinsser si trova nellultima pagina del rapporto. Zinsser
disse a Freiberger:
47. Allinizio di ottobre del 1944 mi trovavo in volo da
Ludwigslust (a sud di Lubecca), a circa 12-15 km da una
stazione di collaudo della bomba atomica, quando notai
in tutta latmosfera una luce intensa e brillante, che dur
circa 2 secondi.
48. Londa di pressione, chiaramente visibile, sfuggiva
dalla nube in avvicinamento formata dallesplosione e
dalla seguente. Questonda aveva un diametro di circa 1
km quando divent visibile e il colore della nube cambia-
va di continuo. Dopo un breve periodo di buio si pun-
teggi con zone di luce di ogni sorta, che contrariamente
a quanto avviene nelle normali esplosioni, erano di un
azzurro pallido.
49. Dopo circa 10 secondi i contorni deniti della nube
scomparvero, e la nube inizi ad assumere un colore pi
chiaro contro il cielo coperto e grigio. Il diametro dellon-
da di pressione ancora visibile era di almeno 9.000 metri,
e rest visibile per almeno 15 secondi.
50. La mia osservazione personale dei colori della nube
dellesplosione rilevava una tinta quasi blu-violetta. Duran-
te questa manifestazione si vedevano bordi rossastri, che
cambiavano tinta scurendosi in successione molto rapida.
51. La combustione era ancora leggermente avvertibile
dal mio aereo dosservazione, sotto forma di scossoni che
tiravano e spingevano. La perturbazione atmosferica fu
visibile per circa 10 secondi senza un climax osservabile.
52. Circa unora dopo partii con un [aereo] He 111 da
Ludwigslust e volai verso est. Poco dopo la partenza pas-
sai attraverso una zona quasi completamente coperta di
nuvole (fra 3.000 e 4.000 metri di quota). Una nube a
forma di fungo con sezioni turbolente e ondeggianti (a
circa 7.000 metri di quota) si ergeva, senza un legame
apparente, sul luogo dove era avvenuta lesplosione. So-
interessante notare che Philip Morrison, sico
nucleare americano e membro del Progetto
Manhattan, in unintervista pubblicata sulla
rivista Time del 27 novembre 1944 rivel
lesistenza della bomba atomica tedesca.
Nexus New Times 108
37
praggiunsero forti interferenze elettriche, ed era impossi-
bile continuare la comunicazione radio, come quando ci
sono fulmini...
Karlsch ci ore unulteriore testimonianza oculare per
questi test a Rgen da parte dellinviato di guerra del Cor-
riere della Sera Luigi Romersa, che fu mandato da Musso-
lini a realizzare un reportage sulla nuova arma miracolosa
di Hitler, la Zerlegungsbombe. Karlsch sostiene che i test di
Rgen furono condotti dalla Marina tedesca.
Prima della sua morte, nel 2007, Romersa ci lasci una
lucidissima intervista registrata delle sue esperienze, an-
cora visibile su YouTube. Romersa raccont la sua con-
versazione con il Ministro nazista della Propaganda
Joseph Gbbels:
[Gbbels] mi invit a guardare lesplosione di una nuo-
vissima bomba dalla potenza straordinaria a cui nessuno
avrebbe potuto resistere. Quando fosse stata pronta e
Gbbels disse nel giro di sei-otto mesi il piano era di
farla detonare in Russia.
Romersa disse che il 12 ottobre 1944 fu portato a Pee-
nemnde, e da l verso unisola del mar Baltico. Listmo
di Bg, vicino a Dranske, era la sede dellunit top-secret
della Luftwae 3/KG 200 I Gruppe, che aveva una pista
datterraggio e uno scalo per idrovolanti. Qui, si era posi-
zionato insieme agli uciali tedeschi allinterno di un ri-
fugio in cemento armato. Descrisse ci che accadde dopo:
Intorno a mezzogiorno avvertii un terremoto cos forte
che ci sembr che il nostro piccolo rifugio si muovesse.
Vidi con una certa chiarezza un lampo di luce, delle luci
tremolanti, e poi di fronte a noi cera un muro di fumo.
Limmensa nube di fumo ... prima prese la forma di una
colonna, e un momento dopo di un ore gigante. Per
qualche ora ci fu proibito di lasciare il bunker per via del-
le caratteristiche dellesplosione. Quando nalmente ci
fecero uscire, ci dissero di indossare una tuta, probabil-
mente di amianto.
Le fotograe della ricognizione aerea scattate nel 1944 e
1945 dalla punta dellistmo di Bg mostrano due gran-
di crateri e degli edici distrutti sul luogo dellesplosio-
ne. Oggi quei due crateri sono ancora visibili su Google
Earth, e i bacini dacqua che vi si trovano sono altamente
contaminati con cobalto-60 e cesio 137: radionuclidi che
non si trovano in natura. Il cobalto-60 un prodotto di
decadimento associato tipicamente alla ssione delle armi
alluranio, ma non delle armi al plutonio.
Listmo di Bg era inaccessibile al pubblico durante la Se-
conda guerra mondiale, e dopo la guerra fu custodito in
segreto come riserva militare da un presidio sovietico a
Dranske, che si era insediato in una colonia costruita dai
Nazisti per i gli degli alti uciali. Dopo il crollo del co-
munismo, il controllo pass allattuale governo tedesco,
che tuttora mantiene una base militare sul posto.
In realt, Zinsser descriveva unesplosione atomica not-
turna, mentre Romersa parlava di unesplosione a mez-
zogiorno. Dunque, se accettiamo la validit di entrambi
i racconti, ci sono le prove compresi i due crateri di
almeno due test nucleari nellottobre 1944 a Rgen.
Fu usata una bomba atomica nel 1942?
Il segnale diplomatico intercettato n. 232, inviato da
Stoccolma a Tokyo e decrittato il 12 dicembre 1944, ci-
ta anche lutilizzo nazista di armi nucleari in unazione
a sud di Kursk nel giugno 1942, e in seguito nella cam-
pagna di Crimea.
Il messaggio sostiene che la Germania abbandon luso
di armi nucleari contro i Sovietici di fronte alla minaccia
di una rappresaglia sovietica con armi chimiche. Inoltre si
cita il Tenente-Colonnello U. Kenji, consulente dellad-
detto militare giapponese in Ungheria; egli assistette alla-
zione a sud di Kursk e descrisse la distruzione completa
del 19 reggimento di Fanteria sovietico (p. 14629):
Tutti gli uomini e i cavalli [nellarea della] esplosione de-
gli ordigni erano neri come il carbone e persino le loro
munizioni erano tutte esplose.
Inoltre, indubbio che lo stesso tipo di materiale belli-
co era stato usato anche in Crimea. A quellepoca i russi
sostenevano che fosse stato il gas, e protestarono che se la
Germania lavesse fatto di nuovo anche la Russia avrebbe
usato il gas.
In unintervista sul lato nascosto della storia [NEXUS
nr. 104], Douglas Dietrich, ex archivista del Dipartimen-
to della Difesa degli Stati Uniti, aerma di aver ricevuto
lordine di distruggere innumerevoli documenti relativi
alla guerra, fra cui alcuni sulluso di armi nucleari da par-
te dei Nazisti in Curlandia (oggi in Lettonia) sulla costa
baltica. Luso di armi simili, dunque, non sembra isolato
alla Germania.
Ci si pu chiedere in che modo i Nazisti possono aver
creato armi nucleari, ma la vera domanda da un milione
di dollari : se avevano la bomba-A, perch non lhanno
usata per vincere la guerra? Nei prossimi articoli, intendo
esaminare questi interrogativi e il rapporto che hanno con
la Guerra Fredda.
Nota dellautore:
Ringrazio con sentita riconoscenza William J. Pellas del Tennessee,
USA, per aver condiviso con me una copia del cablogramma di Stoc-
colma del dicembre 1944.
Lautore:
Simon Gunson un ex dipendente di una compagnia aerea, ex pro-
prietario di un bar e pilota privato che vive in Nuova Zelanda. La sua
passione per la storia della Seconda guerra mondiale stata ispi-
rata dalle esperienze militari di suo padre. Si interessato al pro-
getto nazista per la bomba atomica durante una ricerca sul viaggio
dellU-862 intorno alla Nuova Zelanda, incuriosito dai carichi di ura-
nio che venivano inviati in Giappone. Simon Gunson pu essere con-
tattato per posta elettronica allindirizzo symngun@gmail.com
Regulat Italia | tel. +39 0473 231 669 | info@regulat.it | www.regulat.it
Dr. Niedermaier

RegulatPro Metabolic
Energia
e regolazione
Prezzo di vendita consigliato
350 ml 48,90
Si trova in tutte le farmacie
e nelle migliori erboristerie
Integratore alimentare con
vitamine e minerali per il sostegno
dei processi vitali naturali nel corpo

varie vitamine riducono stanchezza


e affaticamento

vitamina B1 per un buon


funzionamento del sistema
cardiocircolatorio

zinco favorisce la normale


funzionalit immunitaria

manganese fondamentale per il


sistema protettivo antiossidante
39
SCIENCE
n e w s
Nexus New Times 108
Microcorrente ultrabassa
nel trattamento di diabete,
ipertensione e lesioni croniche
Quello che segue un estratto di un testo di ricerca intitolato Microcor-
rente ultrabassa nel trattamento di diabete mellito, ipertensione e lesioni
croniche: rapporto di dodici casi e discussione dei meccanismi dazione, del
Dott. Bok Y. Lee e all., pubblicato sullInternational Journal of Medical Scien-
ces 2010; 7(1):29-35. Redazione
Abstract
Lo stress ossidativo svolge un ruolo importante nella patogenesi di entrambi i
tipi di diabete mellito e delle malattie cardiovascolari, fra cui lipertensione. I
bassi livelli di antiossidanti accompagnati da livelli pi elevati di marcatori dei
danni da radicali liberi hanno un ruolo determinante nel ritardare la guarigio-
ne delle lesioni. La microcorrente ultrabassa ha un apparente eetto antiossi-
dante, e ne stato dimostrato leetto accelerante nella guarigione delle lesioni.
Lo scopo di questo studio vericare lecacia della microcorrente ultrabas-
sa emessa dal dispositivo Electro Pressure Regeneration Terapy (EPRT, di
EPRT TechnologiesUSA, Simi Valley, California) per il trattamento del dia-
bete, dellipertensione e delle lesioni croniche. LEPRT un dispositivo elet-
trico che invia un usso pulsante di elettroni in concentrazione relativamente
bassa per tutto il corpo. un dispositivo non invasivo, e la corrente che emette
imita lenergia elettrica endogena del corpo umano. Funziona con una batteria
ricaricabile che eroga una corrente diretta (max 3 milliampre) a una polarit
per 11,5 minuti, per poi passare alla polarit opposta per altri 11,5 minuti. Il
ciclo di tempo risultante di circa 23 minuti o 0,000732 Hz ed emette una
corrente bipolare a onda quadra con tensione che va da 5 V a un massimo di
40 V. Il dispositivo produce un intervallo di corrente da 3 mA scendendo no
a 100 nA. Dodici pazienti soerenti da molto tempo di diabete, ipertensione
e lesioni non cicatrizzate sono stati trattati con lEPRT.
I pazienti sono stati trattati per circa 3,5 ore al giorno, per 5 giorni alla settimana.
Le ulcere sono state valutate in base a una scala utilizzata dal National Pressure
Ulcer Advisory Panel Consensus Development Conference. I pazienti sono stati
sottoposti a follow-up con misurazione quotidiana della pressione sanguigna e
della glicemia, e ne sono state annotate le esigenze farmacologiche. Il trattamen-
to ha avuto una durata da 2 a 4 mesi in base alla risposta dei pazienti. I risultati
mostravano una buona compensazione del diabete mellito e dellipertensione
dopo luso del dispositivo, e le lesioni apparivano notevolmente migliorate (gua-
rigione dal 30 al 100%). I pazienti mostravano esigenze farmacologiche minori
e in alcuni casi hanno interrotto del tutto lassunzione di farmaci. Non sono stati
riferiti eetti collaterali. Segue una discussione sui meccanismi dazione.
Introduzione
Il diabete mellito e le malattie cardiovascolari sono problemi medici e socia-
li di dicile gestione. I pazienti aetti da diabete mellito corrono un rischio
40
SCIENCE
n e w s
Nexus New Times 108
maggiore di sviluppare disfunzioni vascolari e ipertensione. La vera eziologia
di queste patologie non ancora stata ben compresa, tuttavia sono state ac-
cumulate numerose prove che indicano che lo stress ossidativo possa avere
un ruolo cruciale nello sviluppo delle malattie. Si scoperto che lo stress os-
sidativo associato a diverse patologie cardiovascolari, fra cui arteriosclerosi,
ipertensione, scompensi cardiaci, ictus e diabete, e che esso ha un ruolo fonda-
mentale nella disfunzione endoteliale associata a queste malattie.
1-6
Inoltre, lo stress ossidativo ha un ruolo importante nella patogenesi di entram-
be le tipologie di diabete mellito. I livelli elevati di radicali liberi e lindeboli-
mento dei meccanismi di difesa degli antiossidanti danneggiano gli organuli
cellulari e gli enzimi, aumentano la perossidazione lipidica e lo sviluppo di
insulino-resistenza.
7
Le complicazioni vascolari e sistemiche del diabete sono associate a una so-
vrapproduzione di specie reattive dellossigeno dovuta alliperglicemia.
8, 9
Altri studi hanno dimostrato che la sovrapproduzione di specie reattive
dellossigeno e dellazoto, le minori difese degli antiossidanti e lalterazione
dei percorsi enzimatici nelle persone con diabete mellito scompensato posso-
no contribuire a disfunzioni endoteliali, vascolari e neurovascolari.
10
Linsulino-resistenza associata a difese ridotte degli antiossidanti intracellu-
lari, e dunque i pazienti diabetici possono avere una risposta carente degli an-
tiossidanti intracellulari che causa complicazioni del diabete.
11-13
La combinazione di bassi livelli di antiossidanti e maggiori livelli di radicali
liberi sono determinanti nel ritardare la guarigione delle lesioni nei ratti an-
ziani e nei ratti diabetici.
14
stato scoperto che le ulcere croniche alle gambe
presentano stress ossidativo localizzato.
15
Dati recenti indicano che linsuli-
no-resistenza associata a una riduzione degli antiossidanti intracellulari nel
corpo umano.
11
Un aspetto interessante che gli antiossidanti migliorano la sensibilit allin-
sulina e contribuiscono alla guarigione delle lesioni.
16, 17
I ricercatori di questo studio, unendosi ad altri, hanno usato la microcorrente
per il trattamento di lesioni e ulcere croniche.
18-20
In un lavoro precedente,
stato usato per il trattamento di lesioni e ulcere croniche associate a patolo-
gie croniche un dispositivo EPRT che produce una gamma di corrente da 3
41
SCIENCE
n e w s
Nexus New Times 108
mA a scendere no a 100 nA.
21
Il dispositivo usato nellesperimento era stato
progettato per fornire elettroni ai tessuti e poi saturare i radicali liberi con gli
elettroni mancanti.
Leettiva rigenerazione dei tessuti, con il concomitante miglioramento nota-
to nelle condizioni generali del paziente, indica un eetto antiossidante molto
potente su tessuti localizzati ma anche sui tessuti in generale. Ci riduce i ra-
dicali liberi e potrebbe facilitare la riparazione dei tessuti. Questo dispositivo
usato come modello per fornire elettroni allorganismo, inclusi i mitocondri,
e presumibilmente svolge unazione antiossidante. stato ritenuto opportu-
no usarlo su pazienti con diabete mellito, ipertensione e lesioni croniche, per
testare lipotesi che fornire elettroni al corpo possa contribuire a eliminare lo
stress ossidativo, a stabilizzare i mitocondri e a prevenire lulteriore formazione
di radicali liberi in eccesso.
Metodi
LEPRT un dispositivo elettrico che invia un usso pulsante di elettroni
in concentrazione relativamente bassa per tutto il corpo. un dispositivo
non invasivo, e la corrente che emette imita lenergia elettrica endogena del
corpo umano. Funziona con una batteria ricaricabile che eroga una corrente
diretta (max 3 milliampre) a una polarit per 11,5 minuti, per poi passare
alla polarit opposta per altri 11,5 minuti. Il dispositivo stato progettato in
modo da invertire la direzione del usso di corrente a met del ciclo. Il ciclo
di tempo risultante di circa 23 minuti o 0,000732 Hz ed emette una cor-
rente bipolare a onda quadra con tensione che va da 5 V a un massimo di 40
V. Il dispositivo produce un intervallo di corrente da 3 mA scendendo no a
100 nA. Gli elettrodi sono applicati in 2 strati, e come conduttore si utilizza
acqua di rubinetto. I rivestimenti coprono unampia supercie, riducendo
cos la resistenza e consentendo a un numero ottimale di elettroni di scorrere
liberamente nei tessuti.
Pazienti e trattamenti
Caso 1: il primo paziente era una donna di 74 anni con diabete non insulino-
dipendente scompensato, ipertensione e ipercolesterolemia. Alla prima visita
accusava vomito, diarrea e cancrena del secondo dito del piede sinistro. Due
settimane prima del ricovero, la paziente era stata vittima di una caduta nel
bagno che aveva prodotto una frattura allanca sinistra, con vomito e diarrea
per sette giorni. La paziente stata trattata con metformina e Augmentin. Sot-
toposta a esame medico, la paziente risultava afebbrile, con parametri vitali
stabili, e il polso femorale era presente sui due lati. Il polso popliteo e pedidio
erano assenti sui due lati, con insuciente rifornimento capillare. Il piede si-
nistro era arrossato e inammato no al malleolo mediale incluso. Laspetto
laterale dellalluce e del secondo dito era nero.
Le analisi di laboratorio rivelavano glicemia elevata (17,9 mmol/L) e ipona-
triemia (Na+ 128 mEg/L). Per limitare la degenerazione, la paziente era stata
sottoposta allamputazione dellavampiede mediale. Entro 28 giorni dallin-
tervento, il 4 e il 5 dito avevano mutato colore, annerendosi. La paziente
aveva inoltre sviluppato una grossa vescica con sangue sul tallone.
La valutazione vascolare consigliava unamputazione sotto il ginocchio. La pa-
ziente si fatta dimettere dallospedale contro il parere dei medici.
42
SCIENCE
n e w s
Nexus New Times 108
La paziente aveva iniziato un trattamento con il dispositivo EPRT durante la
degenza in ospedale. Ha continuato il trattamento a casa usando il dispositivo
EPRT quotidianamente e seguendo una dieta per diabetici. Il piede sinistro
ha continuato a migliorare e guarire, e le restanti dita in cancrena alla ne si
sono staccate. La pressione sanguigna al momento del ricovero era 166/53 con
luso di Lisinopril, che stato ridotto e poi interrotto in quanto la pressione
continuava a calare, poi 146/68, 129/64, 144/67 nella seconda, terza e quarta
settimana dopo il trattamento, e 128/66 dalla sesta allottava settimana post-
trattamento mentre la paziente non assumeva farmaci. La glicemia migliora-
ta e lHbA1c scesa da 9,8 prima del trattamento a 7,6, 6,5, 5,9 e 5,5 durante
i 9 mesi successivi allinizio del trattamento. Alla ne la paziente ha smesso di
assumere farmaci per il diabete e lipertensione. Fino a oggi, lHbA1c rima-
sta sotto il 6 grazie alla sola dieta.
[Gli altri 11 casi si trovano nella versione integrale dellarticolo. Red.]
Discussione
I risultati di questo test preliminare dimostrano che la microcorrente ultrabas-
sa ha evidenti eetti terapeutici per diabete, ipertensione e lesioni. Presumibil-
mente, uno dei meccanismi dazione lattivit antiossidante.
Lazione dellEPRT produrre pressione elettrica piuttosto che una scarica
elettrica come invece avviene nei dispositivi Transcutaneous Electrical Nerve
Stimulator. Mentre un dispositivo Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator
pu produrre una corrente che varia da 1 A a 100 mA, lEPRT va da 100 nA
a 3 mA. Inoltre, la gamma di frequenza del Transcutaneous Electrical Nerve
Stimulator va da 0,5 a 40.000 Hz, con il ciclo che varia da 2 secondi a 0,025
millisecondi. LEPRT ha una frequenza di circa 0,000732 Hz, per un ciclo di
22,77 minuti. Il Transcutaneous Electrical Nerve Stimulator con potenza di
10 mA e frequenza di 1 Hz trasmette circa 6x10
14
elettroni per ciclo. Quando
il ciclo di 1 secondo, tutti questi elettroni sono forniti in tale periodo sotto
forma di scarica. LEPRT impostato su 100 nA ne trasmette 8,129x10
14
per
ciclo. Questa quantit, per, viene fornita nel corso di 23 minuti (al ritmo
di 6x10
11
elettroni al secondo) e il comportamento non una scarica bens
una pressione. Questo usso regolare di elettroni ci che rende lEPRT un
superantiossidante, che non solo riesce a correggere i malfunzionamenti del
sistema elettrico delle cellule ma anche a eliminare i radicali liberi, e quindi
stimola i mitocondri a produrre ATP.
La microcorrente si rivelata utile per il trattamento dei tessuti molli e per
curare la non-unione ossea nelle fratture.
22, 23
La microcorrente allevia le mio-
contratture e pu coadiuvare i programmi di riabilitazione convenzionali per
i bambini con paralisi cerebrale.
24
Alcuni studi degli anni Ottanta suggeriscono che la terapia con microcorren-
te pu essere ecace nellalleviare gli eetti collaterali della radioterapia.
25
I
ricercatori hanno scoperto che la terapia elettrica diretta era ecace per cu-
rare gli ascessi gengivali e accelerava la guarigione delle ferite.
20
Le sostanze
che incrementano il campo elettrico, come la prostaglandina E2, accelerano
la guarigione delle lesioni e aumentano la divisione cellulare.
26-28
I campi elet-
trici stimolano la secrezione del fattore di crescita.
28
Una corrente di pochi
mA stimola la produzione di adenosina trifosfato (ATP).
26
stato scoperto in
un altro studio che la microcorrente stimola i broblasti dermici e le cellule
43
SCIENCE
n e w s
Nexus New Times 108
U937 a secernere fattore di crescita trasformante 1, uno dei principali rego-
latori dellinammazione mediata da cellule e della rigenerazione dei tessu-
ti.
29
Linsulino-resistenza svolge un ruolo importante nello sviluppo di svariate
anomalie e malattie metaboliche come il diabete mellito di tipo 2, lobesit
e la sindrome metabolica.
30
In queste condizioni si riscontra un aumento dei
livelli sia di glucosio che di acidi grassi liberi nel sangue e un aumento dello
stress ossidativo.
30, 31
Lelevato grado di stress ossidativo potrebbe essere determinante per la minore
reattivit insulinica.
31-33
Molte ricerche hanno suggerito che la disfunzione delle cellule derivi da
unesposizione prolungata a livelli elevati di glucosio e acidi grassi liberi.
33

Lalta concentrazione di glucosio promuove le specie reattive dellossigeno
nei mitocondri, che sopprimono la prima fase della secrezione di insulina
indotta da glucosio.
34
Le cellule sono particolarmente sensibili alle specie
reattive dellossigeno in quanto sono povere di enzimi antiossidanti quali
catalasi, glutatione perossidasi e superossido dismutasi.
35
Dunque, lo stress
ossidativo potrebbe danneggiare i mitocondri e indebolire marcatamente la
secrezione di insulina.
34
Studi recenti indicano che la lipotossicit delle cellule acuita in presenza
di iperglicemia e che il mediatore potrebbe essere lo stress ossidativo.
36, 37
Un
aumento dellinsulina, degli acidi grassi liberi e/o dei livelli di glucosio pu
intensicare la produzione delle specie reattive dellossigeno e lo stress ossida-
tivo, nonch attivare i percorsi sensibili allo stress ossidativo.
33
Molti studi dimostrano che liperglicemia post-prandiale associata alla ge-
nerazione di stress ossidativo.
38
Lesposizione ripetuta a iperglicemia e livel-
li eccessivi di acidi grassi liberi pu indurre una disfunzione delle cellule
che rischia di diventare irreversibile nel corso del tempo. stato ipotizza-
to che lo stress ossidativo possa essere il mediatore di danni ai componenti
cellulari della produzione insulinica.
33, 39
Una delle maggiori fonti di specie
reattive dellossigeno nelle cellule sono i mitocondri, la cui disfunzione favori-
sce condizioni patologiche come complicazioni vascolari del diabete, malattie
neurodegenerative e senescenza cellulare.
40-45
Nelle cellule pancreatiche che
secernono insulina e nelle cellule target dellinsulina, si ritiene che la fonte di
specie reattive dellossigeno sia la catena di trasporto degli elettroni nei mito-
condri. Liperglicemia e la lipotossicit in presenza di obesit e disturbi corre-
lati sono associate alla disfunzione mitocondriale e allo stress ossidativo.
46, 47
Lattivazione indotta dallo stress ossidativo del fattore di trascrizione NF-KB
potrebbe essere associata alla patogenesi dellinsulino-resistenza e del diabete
di tipo 2.
48-51
stato segnalato che nellobesit e nel diabete di tipo 2 gli an-
tiossidanti e gli inibitori IKK-B proteggono contro linsulino-resistenza.
52, 53
I dati dimostrano che la maggiore perossidazione lipidica nel diabete mellito
non insulino-dipendente implica malattie vascolari nel diabete.
54
Lo stress os-
sidativo ha un ruolo importante nella patogenesi delle patologie cardiovasco-
lari, fra cui lipertensione.
55
Studi clinici indicano lincidenza di una maggiore
produzione di specie reattive allossigeno nei pazienti con ipertensione essen-
ziale.
56, 57
Lo stress ossidativo considerato un meccanismo unicatore per li-
pertensione e larteriosclerosi.
58, 59
I radicali liberi dellossigeno sono determinanti nella mancata guarigione delle
lesioni ischemiche, mentre gli antiossidanti in parte migliorano la riparazione
44
SCIENCE
n e w s
Nexus New Times 108
delle ulcere cutanee ischemiche.
60
I radicali liberi dellossigeno mediano lini-
bizione della riparazione delle lesioni seguite a ischemia: riperfusione e sepsi.
61
Apparentemente il diabete mellito, le malattie cardiovascolari come liperten-
sione e la dicolt di riparazione delle lesioni hanno una patogenesi comune
alla base, relativa alla sproporzione fra i radicali liberi prodotti ed espulsi.
Luso della microcorrente ultrabassa potrebbe contribuire a stabilizzare i mito-
condri, che funzionano da antiossidanti e quindi migliorano la normale fun-
zionalit delle cellule e del tessuto vascolare.
Numerosi test clinici hanno dimostrato che il trattamento con vitamina E, vi-
tamina C o glutatione migliora la sensibilit allinsulina nei soggetti insulino-
resistenti.
16, 62
Gli eetti acuti della disfunzione iperglicemia-dipendente delle
cellule endoteliali sono controbilanciati dagli antiossidanti.
63-65
Tuttavia i test
clinici con gli antiossidanti, in particolare la vitamina E, non hanno mostrato
alcun eetto positivo.
66
In ogni caso, la terapia antiossidante con vitamina E o
altri antiossidanti si limita a eliminare ossidanti gi formati e pu essere con-
siderata un trattamento sintomatico, anzich causale, per lo stress ossidativo.
67

Invece, interrompere la sovrapproduzione di superossido da parte della catena
di trasporto mitocondriale degli elettroni normalizzerebbe i percorsi coinvolti
nello sviluppo dello stress ossidativo.
68
Se le nostre scoperte verranno avvalorate da ulteriori studi su un numero pi
ampio di pazienti, la terapia con microcorrente ultrabassa potrebbe trasfor-
mare concettualmente la gestione delle malattie croniche. In conclusione,
lo stress ossidativo e i danni ossidativi ai tessuti sono una causa comune di
malattie croniche, e luso di antiossidanti, come il dispositivo EPRT usato in
questo esperimento, potrebbe cambiare il concetto di trattamento delle ma-
lattie croniche.
Gli autori:
Bok Y. Lee: professore, Dipartimento di Chirurgia, New York Medical College, Valhalla, New
York, e direttore della ricerca per Life Support Technologies Group, Mount Vernon Hospital,
Sound Shore Health System, Mount Vernon, New York. Corrispondenza: BYLee2100@aol.com.
Noori Al-Waili: direttore della ricerca clinica per Life Support Technologies Group, Mount
Vernon Hospital, Sound Shore Health System, Mount Vernon, New York.
Dean Stubbs: direttore medico per BodiHealth Technology, North Tamborine, Queensland,
Australia.
Keith Wendell: CEO e direttore di American Institute of Regeneration, Simi Valley, California,
Mt Tamborine, Queensland, Australia.
Glenn Butler: CEO e coordinatore della ricerca per Life Support Technologies Group, Mount
Vernon Hospital, Sound Shore Health System, Mount Vernon, New York.
Thia Al-Waili: American Global University School of Medicine, Belize.
Ali Al-Waili: York College, Queens, New York.
Nota di redazione:
Questa ricerca stata pubblicata per la prima volta su International Journal of Medical Sci-
ences 2010; 7(1):2935. Il testo completo, comprensivo di riferimenti, disponibile su: www.
medsci.org/v07p0029.pdf.
45
Nexus New Times 108
Gli Anunnaki, a cui viene
attribuito il merito di aver
fatto nascere la civilt nel
Sumer, in Egitto, in Asia,
nelle Americhe e altrove,
potrebbero aver esiliato
in Scandinavia alcuni
loro di, le cui gesta
sono state trasmesse
ai posteri attraverso la
mitologia norrena.
La relazione fra gli di norreni
e il mistero degli Anunnaki
di Thomas Ashmore
2013
E-mail: tomashmore@wcc.net
Come sapranno i seguaci dello studioso e scrittore Zecharia Sitchin, le tan-
te denominazioni di di e dee venerati in diversi imperi della storia antica in
realt corrispondevano allo stesso pantheon rivelato nelle decine di migliaia di
tavolette dargilla scoperte fra le rovine della Biblioteca reale di Assurbanipal
(o Sardanapalo) nella citt assira di Ninive, risalenti al VII secolo a.C.
Si parla di questi di nei testi di tutte le civilt del mondo, tuttavia non si
trattava di di mitici inventati per tenere a bada il popolo. Per le popolazioni
a loro soggette erano divinit, ma in realt si trattava di un piccolo gruppo di
visitatori, assolutamente reali, di una razza evoluta chiamata Anunnaki. Fu-
rono loro a dare lavvio alla civilt sumera e in seguito a quella assira, egizia,
persiana, ittita, accadica, indiana, cinese, pre-inca, tolteca, maya e olmeca.
Gli Anunnaki sulla Terra
Com possibile che gli Anunnaki fossero conosciuti e abbiano interagito con
tutte queste diverse civilt nel corso di un periodo storico lunghissimo? La
risposta che la loro vita durava enormemente di pi rispetto alla nostra.
Quanto di pi, esattamente, non fu mai rivelato, ma i testi indicano che men-
tre vivevano sulla Terra la durata della loro vita era diversa. Almeno uno di
loro, Marduk, mor di morte naturale; il suo corpo fu preservato con oli e
racchiuso in una bara a Babilonia, dove nel 331 a.C. fu ammirato da Alessan-
dro Magno.
1
Come indicano le tavolette, la sua vita sulla Terra sarebbe durata
331.000 anni. Questo articolo non ha come scopo convincervi dellesistenza
di questi visitatori del nostro mondo. Zecharia Sitchin ha trascorso la vita a
studiare questo antico enigma e ha scritto 14 libri in cui illustra la sua ricerca.
Questo articolo intende fare luce su un aspetto poco considerato da Sitchin
e altri ricercatori. un interrogativo che ha continuato a tormentarmi dopo
aver trascorso tanto tempo a studiare il lavoro di Sitchin che spiegava accura-
tamente come questo piccolo gruppo, nel bene o nel male, contribu a dare
lavvio allumanit e alla civilt in tutto il mondo.
Io dico piccolo gruppo perch le tavolette ci dicono che nel momento della
loro massima occupazione erano solo 600, e che erano guidati da due fratelli,
Enlil ed Enki, e dalla loro prole. Costoro erano le due autorit supreme sulla
Terra, assistiti dai loro gli e glie, noti da chi li venerava come di e dee di
rango lievemente inferiore.
Enlil aveva ricevuto il titolo di Signore del Comando, mentre Enki era il Si-
gnore della Terra. Secondo i nostri termini, questi titoli potrebbero equivale-
Nexus New Times 108
46
re a Comandante della missione e Ricercatore capo. Per
questo articolo non posso ripercorrere lintera storia spie-
gata nei 14 libri di Sitchin, dunque mi concentrer solo
su due aspetti. Il primo sono i vari nomi con cui erano
noti fra le diverse civilt questi visitatori appartenenti a
due famiglie. La lista che ho stilato non nata per caso,
ma il risultato di un meticoloso progetto di ricerca per-
sonale, che parte dalle scoperte di Sitchin e prosegue con
lo studio delle traduzioni disponibili delle antiche scrittu-
re, dei testi accademici e altre rappresentazioni prevalen-
temente antiche di incisioni su pietra. Il secondo aspetto
riguarda la collocazione degli di norreni, presumibil-
mente mitologici, nel quadro del mistero degli Anunnaki
dellantichit.
La famiglia suprema degli Anunnaki con due fratelli,
due sorelle e coniugi (fonte: Thomas Ashmore)
Linea familiare di Enlil (fonte: Thomas Ashmore)
Nexus New Times 108
47
Questi visitatori erano trattati come di assoluti dallintera
umanit con cui erano entrati in contatto. Avevano inse-
gnato le proprie conoscenze alle varie civilt, a volte a pro-
prio vantaggio e a volte per il bene e lautosostentamento
dei loro fedeli. Ciascuna civilt li aveva chiamati con nomi
diversi, tuttavia si trattava degli stessi singoli individui in
grado di sopravvivere per un tempo lunghissimo.
La creazione delle civilt
Sono stati in molti, oltre a Sitchin, a fare ricerche sui le-
gami fra gli di delle varie civilt. I templi megalitici, le
piramidi, le fortezze e persino le prime citt sparse per
il pianeta, che no ad oggi n gli archeologi tradizio-
nali, n gli ingegneri, n gli storici sono stati in grado
di spiegare, sono un testamento dellesistenza degli di.
Lunica mitologia che stata poco considerata nel ten-
tativo di trovare un legame con gli Anunnaki quella
degli di norreni. La storia degli Anunnaki, per come
spiegata nelle tavolette, si pu seguire secondo una li-
nea temporale logica che segue il progresso delle civilt
durante i rispettivi periodi di crescita. Archeologi e stu-
diosi si trovano daccordo nel dire che tutto part dalla
civilt sumera in Mesopotamia. Fu la civilt che docu-
ment il nome Anunnaki, che signica Coloro che dai
Cieli vennero sulla Terra. Ci che per gli studiosi non
ammettono che non esiste una spiegazione terrena per
levoluzione rapidissima dellumanit da un gruppo di
cacciatori-raccoglitori che riuscivano a malapena a so-
pravvivere a una orente civilt con conoscenze avan-
zate di matematica, astronomia, medicina, metallurgia,
scrittura, musica, poesia, agricoltura, allevamento, inge-
gneria, amministrazione pubblica e governo. In termi-
ni evolutivi, questo passaggio avvenuto praticamente
da un giorno allaltro. A mano a mano che lumanit
cresceva e si diondeva sul pianeta, anche la prole degli
Anunnaki, generata dai due capostipiti Enki ed Enlil,
cresceva. Il consiglio degli anziani degli Anunnaki, ca-
peggiato da Anu, decise di assegnare ai gli il governo
di nuove aree. Enlil divenne signore dellAsia e dellEu-
ropa, ed Enki era il signore dellAfrica. Il Sinai e le terre
dellattuale Israele furono cedute a Ninmah, una delle
due sorelle di Enlil ed Enki. Le nuove terre del Sud Ame-
rica occidentale (corrispondenti oggi a Bolivia e Per)
diventarono la provincia di Enlil e dei suoi gli, mentre
le aree settentrionali e orientali dellAmerica Centrale (il
Messico, compreso lo Yucatn) diventarono la provincia
di Enki e dei suoi gli. Marduk, glio di Enlil, prese lE-
gitto da suo fratello, Ningishzida, che allora port alcu-
ni dei suoi seguaci nella regione dellAmerica Centrale.
Marduk divenne noto come il dio egizio Ra. Ningishzi-
da divenne il Kukulcan dei Maya e il Quetzalcoatl dei
Toltechi (e pi tardi degli Aztechi).
La storia degli Anunnaki, per come spiegata
nelle tavolette, si pu seguire secondo una linea
temporale logica che segue il progresso delle
civilt durante i rispettivi periodi di crescita.
Linea familiare di Enki (fonte: Thomas Ashmore)
Nexus New Times 108
48
La missione degli Anunnaki, n dallinizio, era di prele-
vare loro e portarlo nel loro pianeta natale. Per farlo, ave-
vano bisogno della forza lavoro fornita dallumanit. Per
poter sfruttare la forza lavoro, dovevano assicurarsi che le
masse fossero in grado di sostentarsi da s: cos impartiro-
no agli uomini le conoscenze necessarie per raggiungere
questo obiettivo, e nel frattempo i loro seguaci li vene-
ravano per i loro grandi poteri. Nominarono dei re per
amministrare i popoli e dei sacerdoti e sacerdotesse per
trasmettere le conoscenze e insegnare agli uomini come
adorare i loro di e soddisfare ogni loro desiderio.
La missione inizia a vacillare
Purtroppo, la missione degli Anunnaki port anche la
guerra fra gli uomini. La guerra, come documentano mol-
te antiche scritture fra cui lAntico testamento della Bibbia,
nella maggior parte dei casi era ordinata dagli di. Alcuni
dei gli degli Anunnaki non erano soddisfatti dei regni che
erano stati loro assegnati e decisero di espandere il proprio
impero in altri regni attraverso la conquista di territori,
causando inimicizie e pesanti guerre fra i due clan.
Il principale istigatore di tali inimicizie fu Marduk, glio
di Enki. Oltretutto Marduk peggior le cose decidendo
di sposare una donna umana. Fino a quel punto, le rela-
zioni sessuali e le interazioni con le donne umane erano
severamente vietate. Lannuncio dello sposalizio raggiun-
se anche gli Anunnaki lavoratori preposti al trasporto
delloro e delle merci fuori dalla Terra. Questo gruppo era
descritto come formato da 300 individui forti a cui era at-
tribuito il titolo di Igigi, coloro che osservano e vedono.
Duecento Igigi furono invitati sulla Terra per la solenne
cerimonia.
Enlil era furioso per lo sprezzo eclatante dimostrato da
Marduk verso le loro rigide regole, ma dalle azioni ribelli
di Marduk deriv una conseguenza ancor pi dramma-
tica. Lannuncio aliment un sospetto e un risentimento
che gi covava da diverso tempo fra gli Igigi. Il sospet-
to era che loro fossero stati tagliati fuori dalla possibilit
di provare i piaceri proibiti delle donne umane. Prima
di ci, agli Igigi era concesso di prendersi, per cos dire,
una vacanza sulla Terra (a Baalbek, nellattuale Libano)
ma non avevano il permesso di mescolarsi con gli umani.
Quindi gli Igigi architettarono un piano per cui, giunti
sulla Terra per le nozze, sarebbero invece andati a rapire
donne umane per s.
Potr sembrarvi un racconto di fantasia, ma in eetti
descritto anche nellAntico testamento, che in gran parte
deriva direttamente dalle antiche scritture delle tavolette.
In Genesi 6:1-2 si legge: Quando lumanit inizi a mol-
tiplicarsi sulla faccia della terra, e da essa nacquero delle
glie, i gli di Dio videro che le glie dellumanit erano
belle e ne presero per mogli quante ne vollero.
Enlil si indign per questo tradimento e band gli Igigi
per le loro azioni. Ancora nella Bibbia, in Genesi 6:3 si
legge: Allora il Signore disse: Il mio spirito non rester
sempre nelluomo, perch egli carne e la sua vita sar di
centoventi anni. Cerano sulla terra i Nephilim a quei
tempi e anche dopo quando i gli di Dio si univano
alle glie degli uomini e queste partorivano loro dei gli:
sono questi gli eroi dellantichit, uomini famosi. Cos
gli Igigi dei testi sumeri erano i Nephilim della Bibbia.
Gli Igigi, ora banditi da Enlil, divennero i seguaci di Mar-
duk e di Enki.
Perch le regioni del Nord?
Ora dobbiamo capire perch gli Anunnaki nirono nelle
regioni boreali. Durante le continue lotte fra i clan, co-
me in un Romeo e Giulietta ante litteram, Inanna, una
potente dea che era nipote di Enlil, si innamor di uno
dei gli di Enki, Dumuzi. La loro unione risale allincir-
ca al 3100 a.C.
Marduk si oppose a questo matrimonio poich odiava
Enlil e tutto il suo ramo della famiglia, che a suo avviso
lo intralciavano nel suo piano di diventare il governatore
pi potente della Terra, come riteneva fosse suo diritto.
Questo matrimonio fece infuriare Marduk al punto da
escogitare un modo per sabotarlo attraverso la seduzione
e il tradimento. Il piano funzion, tanto che Dumuzi fu
preso dal panico e corse via nelloscurit: scivol e cadde
su un gruppo di scogli, restando ucciso nellincidente.
3
Ci segn linizio di una guerra lunga e dolorosa fra Inan-
na e Marduk, che termin con Marduk in n di vita e
inne esiliato dal consiglio degli Anunnaki. I testi non di-
cono dove and in esilio, ma durante questo periodo era
noto fra gli Egizi come Amon-Ra, il Ra invisibile. Dai
testi sappiamo per dove non poteva andare, perch mol-
te parti della Terra erano state gi assegnate. I luoghi che
allepoca erano gi occupati erano le zone del Mediterra-
neo, dellAfrica, della Mesopotamia, della Persia, dellIn-
dia e dellAmerica Centrale e Meridionale.
Se ne fa cenno nelle traduzioni di Sitchin in Il libro per-
duto del dio Enki: Con Sarpanit e Nabu part per una
Terra-Senza-Ritorno. Con la moglie e il glio and verso
un luogo in cui si cacciano bestie cornute.
4
Dunque, io ritengo che ci che accadde fu che Enki port
suo glio Marduk e i seguaci Igigi (con le loro spose) nel
nord dellEuropa e in Scandinavia. Enki divenne lOdino
e Marduk divent il Tor della mitologia norrena. Gli
Igigi diventarono tutti gli altri di e dee della mitologia
norrena, che erano centinaia.
Dunque, io ritengo che ci che accadde
fu che Enki port suo glio Marduk e i seguaci
Igigi (con le loro spose) nel nord dellEuropa
e in Scandinavia.
Nexus New Times 108
49
Confronto fra i miti norreni e i testi sumeri
La mitologia norrena una raccolta di credenze e leg-
gende condivise dalle trib germaniche che occupavano
soprattutto lodierna Scandinavia. I racconti venivano
tramandati oralmente in forma di Prosa, uno stile narra-
tivo libero che aiutava i cantastorie a ricordare le vicen-
de prima delladozione della scrittura. Ci che sappiamo
di queste storie si basa principalmente sui testi medieva-
li messi per iscritto durante e dopo la cristianizzazione
dellarea. Non si trova nientaltro in documenti scritti.
LEdda in Prosa una delle due raccolte in norreno antico
composte in Islanda allinizio del XIII secolo.
Dalla Prosa si evince che gli antichi popoli norreni che
abitavano lattuale Scandinavia veneravano poco meno di
300 di e dee. La descrizione del capo degli di, Odino,
corrisponde quasi esattamente alla descrizione sumera di
Enki. Odino cercava e donava la saggezza, rispecchiando
bene la gura di scienziato di Enki.
Cerano due trib di divinit, gli Aesir e i Vanire, e Odino
era il padre degli Aesir. Queste trib ricordano molto le
caste degli Anunnaki e degli Igigi. La Prosa indica che le
due trib litigarono e si fecero la guerra. Questo accadeva
anche nelle tavolette sumere/assire. La storia complica-
ta, ma cerano cattivi rapporti fra Marduk e alcuni degli
Igigi a causa di una rivalit interna fra due fratelli Igigi
che avevano sposato due glie di Marduk. Un fratello n
per uccidere laltro perch geloso della sua maggior in-
uenza nella cerchia di Marduk. Fu una vera catastrofe fa-
miliare e in seguito anche i seguaci degli Igigi e di Marduk
si schierarono covando forti risentimenti. Anche se le due
storie (norrena e sumera) sulle cause dei litigi presenta-
no qualche dierenza, lanalogia che entrambe le storie
hanno come base comune una dea che dionde il sospet-
to e il conitto a supporto della propria ascesa al potere.
Ci potrebbe spiegare le storie delle trib di di Aesir e
Vanire che litigano e combattono fra loro in epoche suc-
cessive. Secondo la Prosa norrena, alla ne le divinit si
stancarono di lottare e decisero di chiedere una tregua.
Tor era il glio maggiore di Odino, e in questo coincide
con Marduk. Tor descritto come la personicazione
del tuono e il principale dio della guerra, analogamente
a Marduk in particolare nei periodi successivi al suo ri-
torno in Egitto. Gli veniva attribuita la tendenza ad agire
prima di pensare, e ci spesso lo metteva nei guai: anche
Marduk aveva una tendenza simile. Una narrazione inte-
ressante della Prosa la storia di Baldr, il glio di Odino
che era sposato con Nanna (molto simile al nome Inan-
na). Come Dumuzi, nelle leggende norrene anche Baldr
moriva. Anche la sua descrizione di personaggio gentile,
saggio, eloquente e amabile corrisponde alla descrizione
sumera/assira di Dumuzi. Al di l della descrizione, Baldr
noto soprattutto per la storia della sua morte, anchessa
causata da un intrigo, ma in questo caso non attribuito a
Tor, che poteva corrispondere allinsidioso Marduk. In-
vece fu attribuito allinsidioso Loki. Per molti versi, Loki
sembra rappresentare il lato malvagio di Marduk.
Laltro glio, Hermod, il dio messaggero, sembra rappre-
sentare Ningishzida. Hermod citato molto di rado nella
Prosa norrena, e ci ha senso perch Ningishzida passava
il suo tempo a preparare lo sviluppo delle civilt mesoa-
mericane degli Olmechi, Maya e Toltechi durante questo
periodo in cui Marduk era in esilio.
La descrizione del capo degli di,
Odino, corrisponde quasi esattamente alla
descrizione sumera di Enki. Odino cercava e
donava la saggezza, rispecchiando bene la
gura di scienziato di Enki.
Sigillo cilindrico che rappresenta Inanna vittoriosa su Marduk intrappolato, con Enki (a destra), Enlil (estrema destra) e Ningishzida, secondo glio di Enki (a sinistra).
(Fonte: http://www.ancientworlds.net)
Nexus New Times 108
50
sumeri non c un secondo fratello di Enki. Gli studiosi
hanno identicato variamente Ve/Lodur con Loki e Freyr,
ma nessuna delle teorie ha raggiunto un consenso. Al di
l del ruolo nel dare la vista e ludito al primo uomo e alla
prima donna, dicilmente verr pi menzionato.
La storia della creazione di Odino del primo uomo e del-
la prima donna combacia con la storia della creazione
dellumanit nei testi sumeri. Tuttavia, anzich parlare di
tronchi, le tavolette parlano dettagliatamente della mani-
polazione genetica e degli esperimenti di Enki, che aveva
addirittura combinato parte del proprio DNA di Anun-
naki con il DNA degli antenati dellHomo erectus trova-
ti nellAfrica sud-occidentale. Sebbene per perfezionare
la sua creatura ci fosse voluto un tempo estremamente
lungo, cos si spiega completamente il salto evolutivo in-
spiegabile dellumanit da creature semplici a una civilt
avanzata come quella sumera, praticamente da un giorno
allaltro in termini evolutivi. In questo modo, Enki/Odi-
no fu eettivamente colui che diede la vita e il respiro al
primo uomo e alla prima donna.
Enlil, invece, governava le citt della civilt sumera. Or-
ganizzava linsegnamento di tutta la conoscenza da tra-
mandare alla nuova umanit. Lo fece per necessit, oltre
che a vantaggio degli Anunnaki. Occorreva insegnare a
un popolo in crescita come prendersi cura di s stesso.
Cos, assegn degli insegnanti per tutte le necessit di una
civilt orente. In sostanza, fu colui che diede allumanit
il cervello e i sentimenti, come espresso nel mito norreno
della creazione.
Prove siche
Ma quali prove siche tangibili abbiamo del fatto che die-
tro i miti norreni potrebbero esserci gli Anunnaki? Un
elemento che gli Anunnaki lasciarono dietro a s ovunque
andarono sono i calendari astronomici megalitici. Questi
si trovano in tutte le parti del mondo.
Sitchin approfond nel suo libro Gli architetti del Tempo
lo scopo di questi calendari, che il pi delle volte erano
solari e lunari.
In Svezia troviamo proprio un antico calendario astrono-
mico megalitico di questo tipo: Ales Stenar (le pietre di
Ale). Gli antichi Scandinavi avevano trascinato 59 massi
su una scogliera in riva al mare vicino allodierno villaggio
di pescatori svedese di Kseberga. Gli enormi massi cia-
scuno pesante no a 1.800 kg furono disposti con cura
creando il prolo di una nave lunga 67 metri che guarda
verso il mar Baltico.
I ricercatori ritengono che fosse costruito come calendario
astronomico con la stessa geometria fondamentale di Sto-
nehenge in Inghilterra, che tutta la comunit archeologica
oggi accetta come calendario solunare. Curiosamente, i re-
sti organici e gli attrezzi in pietra associati a Stonehenge
indicano che la costruzione inizi fra il 2900 e il 2600 a.C.
La data scelta dalle autorit britanniche il 2800 a.C.
Inne c Tyr, il quarto glio di Odino, che sembra rispec-
chiare il quarto glio di Enki, Nergal. Nei testi sumeri/ac-
cadici, Nergal anche il primo a scegliere come soluzione
la guerra. LEdda in Prosa narra una storia di quando gli
di cercarono di legare con una corda magica la loro neme-
si malvagia, il lupo Fenrir. Il lupo riutava di lasciarsi lega-
re con la corda a meno che uno degli di non mettesse una
mano nella bocca del lupo come pegno di lealt. Fu Tyr
il coraggioso che mise la mano nella bocca della bestia, e
quando questa fu legata stacc la mano di Tyr. Nergal in
qualche modo il personaggio che volta le spalle a Marduk
nei testi sumeri. Era sposato con la nipote di Enlil, Inanna,
e si schier con gli Enliliti. Form unalleanza con Inanna
durante la guerra con Marduk, aiutandola a sconggerlo e
mandarlo in esilio. interessante come il dio norreno Tyr
sia rappresentato con una storia che sembra unallegoria di
come Marduk/Tor avrebbe voluto ragurare il fratello
traditore. Se considerate che la divinit Anunnaki Nergal
prese le parti del clan di Enlil nelle guerre contro Marduk,
capirete che questo potrebbe eettivamente essere un rac-
conto allegorico per indicare come il fratello fosse stato
ingannato dalla bestia e ne abbia pagato il prezzo. Inoltre
fa emergere il dubbio che la bestia, Fenrir, fosse una rap-
presentazione allegorica di Enlil.
Fenrir era un lupo gigante che gli di Aesir assoggettaro-
no per controllarlo ed evitare che gettasse scompiglio nei
Nove Mondi degli di. Gli di conoscevano una profezia
che diceva che il lupo e la sua famiglia un giorno sareb-
bero stati responsabili della distruzione dei mondi degli
di. Catturarono il lupo e lo bloccarono con una corda
magica. La profezia diceva che nel giorno di Ragnark (il
Destino degli di), Fenrir si sarebbe liberato e si sarebbe
unito ai giganti nella loro battaglia contro gli di. Avreb-
be cercato Odino e lavrebbe divorato. Ricorda molto un
racconto allegorico delleterna partita a scacchi fra Mar-
duk ed Enlil per il potere supremo su tutte le terre, e di
come la vittoria di Enlil avrebbe portato distruzione e la
ne del regno degli di sulla Terra.
La mitologia norrena indica che Odino aveva due fratel-
li, Vili e Ve; alcune fonti usano i nomi Hoenir e Lodur.
A loro attribuita la creazione della Terra e anche degli
esseri umani. Dopo aver creato la Terra, i tre fratelli si im-
batterono in due tronchi, che usarono per creare luomo
e la donna. Odino diede loro il respiro e la vita, Vili die-
de loro la mente e i sentimenti e Ve diede loro ludito e
la vista. Vili/Hoenir pu rappresentare Enlil, ma nei testi
La storia della creazione di Odino
del primo uomo e della prima donna
combacia con la storia della creazione
dellumanit nei testi sumeri.
Nexus New Times 108
51
Nils-Axel Mrner, ex-direttore oggi in pensione del di-
partimento di paleogeosica e geodinamica dellUniversi-
t di Stoccolma, ha detto su Ales Stenar: un calendario
astronomico. Gli spazi fra le pietre sono perfettamente
allineati dopo lalba e il tramonto. statisticamente im-
possibile che sia una coincidenza.
La datazione al carbonio 14 dei resti organici del sito ha
prodotto sette risultati: un risultato indica che il materiale
avrebbe circa 5.500 anni, mentre gli altri sei risultati indi-
cano unet di circa 1.400 anni. Il margine di errore non
era indicato, ma in genere pu esserci uno scarto no a
500 o 800 anni in un luogo con questo clima. Il periodo
di 5.500 anni fa molto vicino allepoca indicata per le-
silio di Marduk.
Usare la data della maggior parte dei risultati al carbonio
14 come gruppo, come stato riportato, crea problemi
endemici che non sono stati considerati dalla comunit
accademica. Vale a dire che evidentemente intorno alla
struttura c stata attivit, no ai giorni nostri. La data-
zione al carbonio 14 dei manufatti pi antichi dovrebbe
essere considerata la possibilit migliore per risalire allet
originale, e non la meno importante.
Un altro reperto interessante la pietra dipinta di Lrbro,
Tngelgrda, presso il Museo Svedese delle Antichit Na-
zionali, che considerata una rappresentazione di Odino
e dei suoi gli in marcia per la guerra. La pietra fu realiz-
zata probabilmente nel VII secolo sulla base di leggende
tramandate oralmente. Laspetto pi interessante dellim-
Ales Stenar, nei pressi di Kseberga, Svezia. (Fonte: Wikipedia)
Divinit Anunnaki con anello del potere (Faravahar, la forma visibile di Ahuramazda), rappresentato su un bassorilievo a Persepoli. (Fonte: http://www.
levius.org)
Nexus New Times 108
52
magine, per, sono gli anelli del potere tenuti in mano.
Sono gli stessi anelli del potere rappresentati nelle incisio-
ni persiane e sumeriche degli di Anunnaki.
Ritorno in Egitto
Non si sa per quanto tempo Marduk sia rimasto in esi-
lio, ma a un certo punto, prima del 2000 a.C., fu per-
donato dal dominatore supremo, Anu, mentre questi si
trovava in visita uciale. Durante la visita, Anu fu por-
tato a vedere come procedevano i lavori di estrazione
delloro, dello stagno e del rame nelle Ande peruviane,
nei pressi del lago Titicaca. Mentre si trovava l, ebbe dei
ripensamenti sullesilio e chiese che Marduk fosse porta-
to al suo cospetto.
Secondo le tavolette, nella traduzione di Zecharia Sitchin
in Il libro perduto del dio Enki: Dalle terre del nord, terre
in cui si cacciavano grosse bestie cornute, Marduk si pre-
sent al cospetto di suo padre Enki e di suo nonno Anu.
Con lui era Nabu, suo glio.
5
I riferimenti al nord e alle grosse bestie cornute cor-
roborano lipotesi secondo cui Marduk era stato esiliato
nella regione nordeuropea della Scandinavia, dove abbon-
dano grossi cervi rossi e alci.
Anu ebbe piet di Marduk e lo perdon per le sue tra-
sgressioni, il che gli consent di ritornare alla precedente
posizione di dio vivente in Egitto.
Ci sono indizi secondo cui, al suo ritorno, anche gli Igigi
che lo avevano seguito nelle aspre regioni del nord torna-
rono con lui, lasciando cos che le storie degli di norreni
diventassero mitologia.
La ne del tempo degli di sulla Terra
Essenzialmente Marduk ritorn alla sua precedente abi-
tudine di conquistare nuove terre e combattere contro il
clan di Enlil per acquisire sempre pi potere. Le guerre
proseguirono e si aggravarono, ma arriv un tempo in
cui tutti ne avevano abbastanza. Dopo tanta distruzione,
Enlil arriv ad accettare che il destino era una conquista
totale. Alla ne Marduk riusc a ottenere ci che voleva: la
posizione di governatore supremo. Si insedi a Babilonia,
che aveva costruito lui stesso. I seguaci Igigi erano presen-
ti allavvenimento, e ci conferma che lo avevano seguito
nel suo ritorno dalle regioni del nord.
Enlil e il suo clan partirono per completare la loro opera
nelle terre al di l del mare. Ci fa riferimento alle opere
di metallurgia nei siti oggi noti come Tiwanaku e Puma
Punku nei pressi del lago Titicaca, in Bolivia. Alla ne
tutti ricevettero lordine di abbandonare completamente
la Terra. Secondo i calcoli di Sitchin, questo avvenne du-
rante un periodo compreso fra il 610 e il 560 a.C.
6
Conclusione
Diverse prove indicano che la mitologia norrena un ulte-
riore indizio della presenza degli Anunnaki durante il salto
evolutivo compiuto dallumanit quando comparvero le
civilt caratterizzate dalla conoscenza. Ci che inizialmen-
te costitu un esilio dovuto alle trasgressioni verso la pro-
pria razza divent il principio della coesistenza delle trib
previchinghe e germaniche settentrionali con gli di vi-
venti. Non possibile determinare esattamente il periodo
della loro occupazione in terra scandinava, ma con ogni
probabilit avvenne durante una lunga permanenza a me-
t del II millennio a.C. e dur per molte centinaia di anni.
possibile che usassero racconti allegorici e abeschi per
Alla ne tutti ricevettero lordine di
abbandonare completamente la Terra. Secondo
i calcoli di Sitchin, questo avvenne durante un
periodo compreso fra il 610 e il 560 a.C.
Pietra dipinta a Lrbro, Tngelgrda, che rappresenta Odino e i suoi gli con in mano
gli anelli del potere. (Fonte: Wikipedia)
Stele di Ur-Nammu, fondatore della terza dinastia sumerica di Ur, che regge un anello
del potere. (Fonte: Wikipedia)
Nexus New Times 108
53
spiegare i loro poteri che apparivano magici ai fedeli, e che
queste storie si siano tramandate prima in versi attraverso i
cantastorie e poi per iscritto. Quando lesilio in Scandina-
via termin, partirono per non tornare mai pi, lasciando
dietro di s solo i racconti della loro presenza.
Lautore:
Thomas Ashmore ha trascorso gli ultimi 35 anni come analista spe-
ciale dellintelligence: 21 anni come militare dellAeronautica e 14
anni come civile per lAeronautica e la relativa scuola di addestra-
mento tecnico per lintelligence. appassionato di archeologia e ha
scritto numerose relazioni approfondite sui siti archeologici del Texas
occidentale, negli USA. Pu essere contattato per posta elettronica
allindirizzo tomashmore@wcc.net.
Note
1. Sitchin, Zecharia, There Were Giants Upon the Earth: Gods, De-
migods, and Human Ancestry: The Evidence of Alien DNA, Bear &
Company, 2010
2. Sitchin, Zecharia, There Were Giants Upon the Earth, op. cit., p. 127
3. Sitchin, Zecharia, The End of Days: Armageddon and Prophecies of
the Return, HarperCollins, 2009
4. Sitchin, Zecharia, The Lost Book of Enki: Memoirs and Prophecies
of an Extraterrestrial God, Bear & Co., 2004,
5. Sitchin, Zecharia, The Lost Book of Enki, op. cit., p. 274
6. Sitchin, Zecharia, The End of Days, op. cit., posizione Kindle
3602-3603
Fonti
Earth Chronicles di Zecharia Sitchin:
The 12th Planet, Stein & Day, NY, 1976
The Stairway to Heaven, Avon Books, 1980, HarperCollins, 2007
The Wars of Gods and Men, Avon Books, 1985, Bear & Company,
1992
The Lost Realms, Avon Books, 1990
When Time Began, Avon Books, 1993, HarperCollins, 2007
The Cosmic Code, Avon Books, 1998
The End of Days: Armageddon and Prophecies of the Return, 2007,
HarperCollins
Altri volumi di Zecharia Sitchin
Genesis Revisited: Is Modern Science
Catching Up With Ancient Knowledge?, Avon Books, 1990
Divine Encounters: A Guide to Visions, Angels and Other Emissari-
es, Avon Books, 1995
The Lost Book of Enki: Memoirs and Prophecies of an Extraterre-
strial God, Bear & Co., 2001
The Earth Chronicles Expeditions, Bear & Company, 2004
Journeys to the Mythical Past, Bear and Company, 2007
The Earth Chronicles Handbook, Bear & Company, 2009
There Were Giants Upon the Earth: Gods, Demigods, and Human
Ancestry: The Evidence of Alien DNA, Bear & Co., 2010
The King Who Refused to Die: The Anunnaki and The Search for
Immortality, Bear & Company, 2013
Siti Web
Encylopedia Mythica, http://www.pantheon.org
Genesi: versione NET Bible (netbible.com), biblehub.com, http://
tinyurl.com/m8kbwlz
Mitologia norrena: The Ultimate Online Resource For Norse Mythol-
ogy and Religion, http://www.norse-mythology.org
Edda in Prosa: Gutenberg.org, http://tinyurl.com/k7cnlop
Le rune vichinghe: All Things Scandinavian, http://www.vikin-
grune.com
Vichinghi: missgien.net, http://tinyurl.com/ldtx9ee
Sabina Marineo
PRIMA DI CHEOPE: LE ORIGINI
Chi erano, in realt, i leggendari fondatori delle prime grandi culture?
Da dove giunsero gli di, signori dEgitto e di Sumer? Quelli che con
luso delle armi e con lapporto di nuove tecnologie rivoluzionarono il
mondo protostorico?
Nelle librerie e on line: shop.nexusedizioni.it
Pagine: 244
Costo: E 18,00
ISBN: 9788889983218
REALT ALLO SPECCHIO
presenta
POTERI FORTI
CHI E PERCH CI
NASCONDE LE VERIT
Domenica 30 marzo 2014
III CONVEGNO
Ore 9.45
PAOLO FRANCESCHETTI
Omicidi rituali e mediatici in Italia
e negli Stati Uniti
Ore 11.30
TOM BOSCO
Geoingegneria clandestina:
una questione globale
Ore 14.30
GIANFRANCO PECORARO CARPEORO
Tecniche di manipolazione psicologica nella pubblicit,
nel commercio, nella politica, nei rapporti personali.
Come difendersi dai condizionamenti
Ore 16.00
ALBERTO ROCCATANO
Dalle stragi del 1992 a Mario Monti
Ore 17.30
LEO LYON ZAGAMI
La rivoluzione di Leo Lyon Zagami
AUDITORIUM SCUOLE MEDIE DI RESANA (TV) VIA VITTORIO VENETO 22
INGRESSO LIBERO E GRATUITO
Info: www.realtallospecchio.it 346 9681427
pausa pranzo
55
Nexus New Times 108 Nexus New Times
Il fenomeno dei treni
fantasma stato
osservato svariate
volte in Eurasia, e se
alcuni racconti parlano
di salvataggi fortuiti,
in altri casi ci sono
state morti inspiegabili.
Sono state proposte
varie spiegazioni, dallo
spostamento di campi
cronali allazione di
vortici invisibili.
Mistero sui binari
I treni fantasma dell'Eurasia
di Paul Stonehill
2013
E-mail: rurcla@hotmail.com
Fra tutti i fenomeni strani che si sono riscontrati in Eurasia (lintero blocco
continentale di Europa e Asia), i treni fantasma rappresentano senzaltro uno
dei pi strani in assoluto. Il trasporto ferroviario uno dei sistemi di locomo-
zione via terra meccanizzati dalla maggior ecienza energetica, ma c una
variet di treni, i treni fantasma, che attraversa lo spazio e il tempo e appare in
diversi angoli del mondo.
Lautore ha raccolto le testimonianze su questi treni fantasma e ritiene che esi-
stano anche molti altri casi non segnalati, soprattutto a causa della riluttanza
dei ferrovieri a parlare di questo fenomeno inspiegato che infesta le ferrovie
europee e asiatiche.
Si parlato di questi inquietanti treni nei mass-media russi (per esempio nel
quotidiano Trud, nella rivista Tekhnika Molodezhi e nel quotidiano Sovershen-
no Sekretno nel 1994 e 1995), ed stato pubblicato un articolo lungo e det-
tagliato il 25 settembre 1998 sulla Rossiyskaya Gazeta, una pubblicazione del
governo federale russo.
Del fenomeno dei treni fantasma (poyezd-prizrak in russo) si occupa, stando a
quanto si dice, un gruppo di scienziati dellUniversit Statale di Mosca.
Il mistero del teschio di Gogol
Secondo lo scrittore russo Boris Tarakanov e il quotidiano georgiano Svo-
bodnaya Gruziya (2 febbraio 2002), il Capitano di prima classe Nikolay A.
Cherkashin, ex uciale di Marina e giornalista, scrittore e losofo, ha raccolto
numerosi dati e storie aascinanti riguardo al fenomeno dei treni fantasma.
Ha dedicato oltre 15 anni della propria vita alle ricerche su questo mistero.
Anche altri autori, nelle proprie indagini, si sono avvalsi delle sue scoperte.
Uno dei racconti piuttosto macabro, e riguarda fatti risalenti al 1909. Lauto-
re di questo articolo ha aggiunto importanti dettagli e informazioni alla storia
del teschio scomparso, trovati nei propri archivi e su altre fonti.
Il famoso novellista, romanziere e drammaturgo russo Nikolai V. Gogol
(1809-1852), spesso soprannominato il Dickens russo, una volta scrisse:
Sono stato destinato da poteri misteriosi a camminare mano nella mano con i
miei strani eroi, scorgendo la vita in tutta la sua immensit nel suo scorrere via
restandomi alle spalle: la scorgo attraverso le risa visibili al mondo e le lacrime
che a esso restano invisibili e ignote. Nikolai Gogol nacque a Sorochintsy, in
Ucraina, e crebbe nella propriet di campagna dei suoi genitori. Il suo vero co-
gnome era Yanovsky, ma suo nonno aveva preso il nome di Gogol rifacendosi
Nexus New Times 108
56
a unantica ascendenza cosacca. Le novelle, i romanzi e le
opere teatrali di Gogol sono considerati fra i pi grandi
capolavori della letteratura realista russa del XIX secolo.
I suoi libri erano pieni di personaggi indimenticabili e
talvolta grotteschi, misteri angoscianti e avvenimenti in-
credibili. La maggior parte delle sue opere era ambientata
in Ucraina.
La vita e la morte di Gogol furono piene di strani avveni-
menti. Nei suoi ultimi anni, Gogol cadde sotto linuen-
za di un prete ossessivo, Padre Konstantinovsky, e bruci
il seguito non ancora pubblicato di Anime morte, il suo
famoso romanzo, dieci giorni prima di morire in preda
alla pazzia il 4 marzo 1852. Si riutava completamente di
mangiare, e furono impiegati vari rimedi per costringerlo
a prendere qualcosa: liquori versati sopra la testa, sangui-
sughe attaccate al naso, pagnotte fumanti appoggiate sul
corpo per tenerlo al caldo... nulla di questo funzion. Si
vociferava che Gogol fosse stato sepolto vivo.
Gogol fu sepolto nel monastero di Svyato-Danilov (San
Daniele), il monastero pi antico di Mosca, fondato nel
1282 dal principe Daniele, glio di Alexander Nevsky,
come avamposto contro gli attacchi delle orde dei Mon-
goli che da sud muovevano verso Mosca. Si narra che
durante i primi anni del regime di Stalin, quando i comu-
nisti saccheggiarono e demolirono il cimitero, la tomba di
Gogol fu aperta e furono trovati i suoi resti che giacevano
in una bara dai bordi lacerati.
Nel 1931, i Sovietici decisero di spostare le spoglie di Go-
gol nel cimitero di Novodevichy (Vergine Nuova) di Mo-
sca (il secondo cimitero pi importante di Mosca, dopo
quello della Piazza Rossa). Tuttavia, al momento della ri-
esumazione, le autorit sovietiche scoprirono che al cada-
vere mancava il teschio.
Le voci circolate nel 1931 attribuivano il furto del te-
schio di Gogol ad Aleksey A. Bakhrushin (1865-1929),
un fanatico appassionato di teatro, aermato storico te-
atrale e collezionista di cimeli teatrali. In et avanzata,
Bakhrushin trasform la sua collezione di cimeli in un
tesoro del teatro nazionale e mondiale che don alla citt
di Mosca. Imprenditore di successo, fu membro onorario
dellAccademia Imperiale delle Scienze, oratore del Con-
siglio Cittadino di Mosca e uno dei fondatori e diretto-
ri dellAssociazione Teatrale Russa. Si dice che nel 1909
Bakhrushin avesse istigato due sentinelle della necropoli
del Monastero di San Danilo a rubare il teschio di Go-
gol. Sembrava che Bakhrushin possedesse gi il teschio di
Mikhail Shchepkin (1788-1863), famoso attore russo che
lavorava al teatro Maly (Piccolo).
Queste voci giunsero al Tenente Yanovsky, un ucia-
le della Marina Imperiale russa imparentato con Niko-
lai Gogol. Luciale incontr Bakhrushin e minacci di
sparargli se non gli avesse restituito il teschio. Bakhrushin
cedette, e Yanovsky se ne and con un cofanetto in palis-
sandro contenente il teschio. Si rec a Sebastopoli, citt
portuale della Crimea in cui era di stanza.
Non molto tempo dopo, dei posamine della Marina ita-
liana arrivarono in quel porto per caricare a bordo le spo-
glie dei generali del Regno di Sardegna da ritumulare.
Yanovsky consegn il cofanetto a uno dei capitani ita-
liani, chiedendogli di portarlo al Console generale russo.
Nella primavera del 1911, il capitano di marina italiano
part per un lungo viaggio. Nel frattempo, il fratello mi-
nore del capitano, studente allUniversit di Roma, pre-
se un treno dalla Lombardia per un goliardico viaggio in
compagnia di amici, ma non prima di aver prelevato il
cofanetto in palissandro dallo studio di suo fratello. Lo
studente voleva fare uno scherzo ai suoi amici spaven-
tandoli non appena il treno avesse imboccato una lunga
galleria, e il teschio dello scrittore doveva essere loggetto
dello spavento.
Tuttavia, poco prima che il treno entrasse nella galleria,
i passeggeri furono colti inspiegabilmente dal panico. Lo
Si narra che durante i primi anni del regime
di Stalin, quando i comunisti saccheggiarono
e demolirono il cimitero, la tomba di Gogol
fu aperta e furono trovati i suoi resti che
giacevano in una bara dai bordi lacerati.
Nikolai V. Gogol (1809-1852)
Nexus New Times 108
57
studente decise di saltare gi dal treno in corsa. Fu lui in
seguito a descrivere ai giornalisti una strana nube bian-
ca e densa che aveva inghiottito lo sfortunato treno. Lo
studente descrisse una sensazione inspiegabile di orrore,
paura e panico che aveva colto tutti i passeggeri e raccon-
t ai giornalisti del cofanetto in palissandro. Dei 106 pas-
seggeri, solo due furono in grado di saltare gi dal treno
prima che svanisse.
In seguito, le autorit locali esaminarono con cura il tun-
nel ma non riuscirono a trovare neppure la fuliggine del
motore del treno. Sigillarono lentrata del tunnel. Da
quanto si sa, la galleria successivamente fu colpita da una
bomba durante la Seconda guerra mondiale.
La ricerca di Boris Tarakanov
Boris Tarakanov si interess appassionatamente alla storia
del misterioso treno fantasma (o litaliano volante, co-
me lo chiamava qualcuno). Contatt i suoi colleghi italia-
ni e condussero unindagine per conto proprio.
Non fu facile, ma scoprirono che un treno era scomparso
nel 1911. Era un treno di tre vagoni, attato per i tu-
risti dalla societ italiana Sanetti. A bordo cerano 106
passeggeri, ma solo due riuscirono a salvarsi. Sembra che
esistesse un modello del treno nel magazzino del Museo
ferroviario di Milano. Gli investigatori cercarono di sco-
prire cosa fosse successo studiando il modellino, simile a
un giocattolo, ma non ebbero successo.
Tarakanov scopr una pista aascinante riguardante que-
sto treno svanito e la scopr in Messico. Allincirca nel
periodo della scomparsa del treno, furono pubblicati gli
studi di un famoso psichiatra messicano (il suo nome, se-
condo lautore russo, era Jos Saksino o Sacsino, ma lau-
tore di questo articolo non ha trovato menzione di questo
nome nella sua ricerca). I documenti, datati 1840, citano
un caso curioso di 104 italiani che avevano trascorso una
settimana nella clinica dello psichiatra messicano perch
si dicevano certi di essere arrivati in Messico in treno.
Questo signica forse che il treno fantasma pu avere at-
traversato il tempo e lo spazio? Da quando il treno italia-
no scomparso, il teschio di Nikolai Gogol ha viaggiato
per il mondo in un treno fantasma. stato avvistato in
varie occasioni a Zavalichi, nei pressi di Poltava, in Ucrai-
na, nella zona in cui era nato il famoso scrittore. N Tara-
kanov n lautore di questo articolo sono riusciti a trovare
lubicazione geograca di Zavalichi nella regione di Polta-
va, forse a causa del fatto che molti toponimi sono cam-
biati dopo la caduta dellURSS.
Durante la Seconda guerra mondiale, poco prima del
compleanno di Adolf Hitler nel 1943, il treno fantasma
comparve sulla segretissima ferrovia a un solo binario che
portava al quartier generale del Werwolf di Hitler, nellU-
craina centrale. Il quartier generale, che consisteva in una
ventina di villini e baracche di legno e tre bunker, si tro-
vava circa 12 km a nord di Vinnytsia e 600 km a ovest
di Poltava. Il misterioso treno fantasma stato avvistato
anche nel tunnel ferroviario sotto il Canale della Manica.
La sparizione del 1991
Ma nella regione di Poltava fu osservato nuovamente il
treno fantasma nel 1991, come scrivevano il 12 agosto
1992 due quotidiani ucraini, Pravda Ukrainy e Slava Se-
vastopolya.
Yelena Chebrets, addetta al controllo degli scambi ferro-
viari, conferm la storia dellapparizione il 25 settembre
1991. Quel giorno, V. P. Leschatiy, scienziato di Kiev e
presidente del Comitato di ricerca su fenomeni anomali
dellAccademia delle Scienze ucraina, era in attesa dellar-
rivo ricorrente del treno fantasma allo scambio ferrovia-
rio. Quando il poyezd-prizrak apparve dal nulla, di fronte
a diversi testimoni luomo salt sopra lultimo vagone di
passaggio. Il treno, insieme allo scienziato ucraino, svan.
Luomo non fu mai pi visto da allora.
Secondo lo scienziato e docente dellUniversit di Mosca
Ivan P. Patsey, come riporta il quotidiano online Forum,
il treno fantasma fu rivisto allo scambio pi di una vol-
ta dopo questo incidente, ma nessuno volle pi saltar-
ci sopra. Gli stessi giornali descrissero unapparizione del
treno fantasma nel 1955, mentre era al governo Nikita
Khrushchev, nellarea di Balaklava in Crimea. L, il treno
attravers un vecchio terrapieno ferroviario da cui erano
stati rimossi i binari molti anni prima.
Indagini sugli URO
Il treno fantasma stato avvistato da testimoni oculari a
Mosca, Novosibirsk, sullisola di Sachalin, in Carelia e in
altre citt e regioni dellex Unione Sovietica e altre parti
dellEurasia. Sistematicamente, stato descritto come un
treno a vapore, di costruzione non russa, senza persone
nel locomotore e tre vagoni con alcune porte aperte e ten-
de chiuse ai nestrini.
Laltro termine usato dal personale ferroviario russo per de-
scrivere il treno fantasma neopoznanniy zheleznodorozh-
niy obyekt, o oggetto ferroviario non identicato (URO
nellacronimo anglicizzato unidentied railway object). Se-
condo varie voci, analoghi URO sono stati avvistati nella
regione di Mosca e nella citt stessa (1975, 1981, 1986 e
1992). Boris Tarakanov condusse ricerche molto approfon-
dite, ma quando parl del fenomeno con degli uciali del
KGB in pensione, questi gli consigliarono in condenza, e
con una certa gravit, di interessarsi meno a tutto questo.
Quando il poyezd-prizrak apparve dal nulla,
di fronte a diversi testimoni luomo salt
sopra lultimo vagone di passaggio. Il treno,
insieme allo scienziato ucraino, svan.
Luomo non fu mai pi visto da allora.
Nexus New Times 108
58
Ivan Patsey dirige un gruppo di scienziati russi che si so-
no interessati a questo fenomeno. Fisico e matematico,
anche esperto di topologia: lo studio matematico del-
le propriet degli oggetti che si preservano nonostante le
deformazioni. Si tratta di un ramo della matematica pura
correlata alla geometria. Ha a che fare con lo studio di
oggetti spaziali quali curve, superci, lo spazio che de-
scriviamo come universo, lo spazio-tempo della relativit
generale e gli oggetti che hanno alcune propriet spaziali
elementari in comune con luniverso.
Il gruppo di Patsey include un esperto ferroviario, un -
losofo e altri personaggi con diversi background profes-
sionali. Hanno condotto ricerche sul campo nelle zone
circostanti i grossi snodi ferroviari di Baranovichi e Pskov,
dove stato avvistato il treno fantasma. Patsey sottolinea
che le ferrovie in Eurasia e nel resto del mondo formano la
pi grande struttura articiale sul pianeta. La gigantesca
rete di strade ferrate evidentemente esercita uninuenza
geosica sul usso del tempo terrestre. Patsey ritiene che
qualsiasi trasformazione dello spazio di una certa entit
causi delle anomalie temporali. Il tempo uno speciale
campo cronico, legato indissolubilmente alla struttura elet-
tromagnetica dello spazio. La spedizione di Patsey ha sco-
perto una legge della conservazione del tempo: il tempo
trascorso non scompare
Il gruppo di Patsey ricorda inoltre il terremoto mortale di
Messina che devast molte aree dellItalia il 28 dicembre
1908, uccidendo circa 100.000 persone. Il terremoto di
magnitudo 7,5 potrebbe aver generato una grossa spac-
catura nel campo cronico. Se il buco cronico vagante
di Messina si fosse spinto no alla lunga galleria fra le
montagne italiane nel 1911, avrebbe potuto spostare il
treno dallo spazio convenzionale a un altro spazio. Poich
lo spostamento delloggetto fu determinato da coordinate
spaziali rigide (binari ferroviari), loggetto sarebbe potuto
riapparire solo dove esistevano dei binari in passato o do-
ve sarebbero esistiti nel futuro.
La teoria spazio-temporale di Patsey sulla geocronologia, i
buchi neri e le ferrovie non si ferma qui. Forse, un gior-
no, le sue idee verranno tradotte in altre lingue.
Esaminiamo alcune altre segnalazioni riguardo al miste-
rioso treno fantasma.
Ucraina, 2002
Vyacheslav Fomenko, tecnico di unemittente televisiva a
Zaporozhye, Ucraina, un sabato era di ritorno a casa do-
po essere stato a pesca. Alle 11 del mattino circa, giunto
alla stazione ferroviaria di Plavni, vide un treno apparso
dal nulla, a circa 50 metri dalla stazione. Fu esterrefatto
nel vedere sei o sette vagoni depoca. Il suo primo pen-
siero fu: da dove arrivano? Alla stazione non cera nessun
altro oltre a lui. Il cielo era sereno, e il treno appariva as-
solutamente reale. Fomenko si spavent. Si riprese uden-
do il suono di un treno in movimento: un treno merci si
stava avvicinando al treno fantasma, ed era sugli stessi bi-
nari! Sembrava che stesse per avvenire una collisione. In-
vece, varie centinaia di metri prima del punto dimpatto,
il treno fantasma scomparve!
Quando Fomenko raccont la storia ai suoi colleghi, que-
sti risero. Lui insistette nel dire che non era ubriaco.
una persona sana di mente, notoriamente poco incline
agli scherzi. In seguito Fomenko venne a sapere di un caso
molto simile al suo.
Ucraina, 1995
Il 14 luglio 1995, il direttore dellospedale psichiatrico
di Kiev, il Dott. Pavel Andreychenko, aveva in cura un
paziente molto strano. Anton Gnatyuk, 40 anni, era un
tecnico specializzato delle forze armate e comandante di
un plotone radar. La sua storia ricorda levento osservato
da Fomenko. Gnatyuk, tornando a casa da un viaggio di
lavoro, acquist i biglietti per il treno della mattina suc-
cessiva, ma non gli erano rimasti soldi per pernottare in
un albergo. Luomo si mise daccordo con i macchinisti
per trascorrere la notte in uno dei vagoni passeggeri che
stazionavano su un binario di servizio.
L trov uno strano treno la cui costruzione sembrava
precedente alla Seconda guerra mondiale, se non addi-
rittura pi antica. Decise di dormire dentro uno dei suoi
vagoni, ma non appena tocc la maniglia del vagone fu
respinto da una potente scossa elettrica. Il treno svan nel
nulla. Gnatyuk scamp alla morte per un soo.
Morti inspiegabili, 2001
Data la vastit degli spazi e le dure condizioni climatiche,
spostarsi in Russia in inverno sempre stato disagevole,
specialmente per coloro che vivevano nelle regioni pi re-
mote. Fu nel XVIII secolo che vennero costruite in Russia
le prime ferrovie.
Costruire ferrovie in Russia relativamente facile, perch
il territorio in prevalenza pianeggiante. Spesso la stra-
da ferrata lunico collegamento fra centri industriali e
agricoli, perch non vi sono molte strade in buone con-
dizioni.
Nel 1917, la lunghezza totale della rete ferroviaria era di
70.300 km, e l80% si trovava nella parte europea della
Russia. Nel 1978, le ferrovie sovietiche avevano raggiunto
la lunghezza di 141.400 km.
Il 27 febbraio 2002 il quotidiano siberiano Novoye
Obozreniye pubblic un articolo riguardo a strani deces-
Decise di dormire dentro uno dei suoi vagoni,
ma non appena tocc la maniglia del vagone
fu respinto da una potente scossa elettrica.
Il treno svan nel nulla.
Nexus New Times 108
59
si che avevano in qualche modo a che fare con le ferro-
vie russe.
Accadde un incidente molto insolito non lontano dal
villaggio di Balakovka nella regione di Vologda. Il 15
settembre 2001, un gruppo di raccoglitori di funghi si
avvicin ai binari della ferrovia che conducevano a una
miniera di torba abbandonata. Sui binari giaceva il corpo
straziato di un uomo. Le traversine erano coperte di san-
gue per diversi metri. Limpatto era stato cos forte che il
corpo delluomo era ridotto in pezzi. Due donne, veden-
do il cadavere, svennero.
Quando fu aperta unindagine penale sulla morte di
questuomo russo non identicato, gli investigatori sco-
prirono con sconcerto che su quel ramo abbandonato di
ferrovia non passavano treni da 20 anni. Le traversine era-
no arrugginite e ricoperte di vegetazione. La causa della
morte dello sconosciuto non stata tuttora determinata.
Una sola cosa chiara: solo un treno che passava a gran
velocit avrebbe potuto menomare a tal punto un uomo.
Eppure, la pi vicina ferrovia funzionante si trovava a 20
km di distanza. Dunque, se non erano passati treni sui bi-
nari abbandonati, che cosa lo aveva ucciso?
Un caso non meno misterioso si era vericato tre mesi
prima, in unex repubblica sovietica dellAsia centrale che
oggi uno stato indipendente: il Turkmenistan. Hamurat
Berdiyev, ministro delle Ferrovie del Turkmenistan, mo-
r prematuramente il 14 giugno 2001 allet di 41 anni.
Nonostante le circostanze della sua morte fossero inspie-
gabili, i media russi non ne fecero menzione. Lunico rife-
rimento mediatico, oltre a quello sul Novoye Obozreniye,
si trovava su un sito turkmeno che non esiste pi. Ber-
diyev stava dirigendo unispezione nei pressi del deposito
di locomotive di Ashkhabad. Secondo la versione uciale
dei fatti, lo sventurato ministro non not una locomotiva
in avvicinamento e trov la morte sotto le sue ruote.
Tuttavia, secondo persistenti indiscrezioni circolate fra i
dipendenti delle ferrovie turkmene, il macchinista del tre-
no che avrebbe presumibilmente investito Berdiyev so-
steneva che era stata una forza potente a far cadere il
ministro ben prima che la locomotiva in manovra lo rag-
giungesse.
Lindagine, condotta dallucio del Procuratore generale
turkmeno, non prest attenzione alla testimonianza del
macchinista. Gli investigatori per ignorarono anche il
fatto che questa locomotiva termica non mostrava alcun
segno dellimpatto: nessuna traccia di sangue, nessun mi-
croframmento dei vestiti. Eppure lautopsia determin
che il ministro era morto a causa dellimpatto con una
locomotiva: lo dimostravano le sue lesioni.
Onde invisibili
Fin dal 1991, in Russia e negli stati post-sovietici sono
morte migliaia di persone in incidenti in qualche modo
legati alle ferrovie. Molte di queste morti sono misterio-
se, proprio come quella dello sconosciuto di Balakovka
e del ministro turkmeno. Ai ferrovieri russi pi navigati
non piace parlare di questi casi. Uno di loro, Vladimir
Donskoy, ha unesperienza trentennale nella guida di tre-
ni elettrici nella regione di Mosca. Durante la sua lunga
Quando fu aperta unindagine penale
sulla morte di questuomo russo non
identicato, gli investigatori scoprirono con
sconcerto che su quel ramo abbandonato di
ferrovia non passavano treni da 20 anni.
Rappresentazione artistica di un treno fantasma che attraversa una stazione ferroviaria. (Fonte: http://survincity.com/2013/05/ghost-train)
Nexus New Times 108
60
carriera aveva assistito a sei tragedie: tre erano dovute al
consumo di alcol, mentre le altre tre erano state episodi di
risucchio sotto i treni che guidava.
Quando una persona in piedi vicino al bordo di una
banchina e un treno le passa di anco a forte velocit,
possibile che la persona venga risucchiata dal vuoto -
nendo sotto le ruote. Il treno in movimento crea un vor-
tice che risucchia la persona sui binari e sotto le ruote
del treno. La maggior parte delle persone che sono state
risucchiate si trovava in piedi nella parte anteriore della
banchina dove il treno arrivava a velocit elevata. Veniva-
no sempre risucchiati sotto la seconda carrozza. Succe-
de cos per le leggi della sica, a quanto dice Donskoy. La
spiegazione che una persona in piedi ai bordi della ban-
china viene spinta da unonda di aria densa. La persona
allora cerca di mantenersi in equilibrio, premendo verso
il basso una gamba e dunque spingendosi sotto il treno.
Quando londa scompare, la persona resta intrappolata
nella zona di aria rarefatta.
Le tre morti osservate da Donskoy lo convinsero che gli
inquirenti della polizia russa avevano sbagliato a classi-
carle come casi di suicidio. Gli investigatori gli avevano
mostrato nervosismo e chiaro disappunto dopo che lui
aveva parlato con le famiglie delle vittime dicendo che ci
che aveva visto non era un suicidio.
Vladimir Donskoy si preoccupava degli aspetti mistici dei
decessi e si consult con altri macchinisti russi. Tutti era-
no daccordo nel sostenere che a volte appariva unonda
invisibile di fronte al treno, a una distanza di circa 70
metri. La forza dellonda cos potente da creare lim-
pressione che davanti al treno si stia muovendo una lo-
comotiva fantasma. una specie di treno fantasma: un
treno invisibile che risucchia le persone sotto di s.
Il treno fantasma di Mosca
La metropolitana di Mosca, Moskovsky Metropolitan,
il principale mezzo di trasporto pubblico della capita-
le russa, che serve pi di met dei passeggeri della cit-
t. Molte stazioni e biglietterie della metropolitana sono
monumenti storici, culturali e architettonici. Aperta nel
1935, la Moskovsky Metropolitan fu la prima rete ferro-
viaria sotterranea dellUnione Sovietica. A tutto il 2013,
conta 188 stazioni e 313 km di linee.
Sono numerose le storie di fantasmi e fenomeni paranor-
mali che riguardano la Moskovsky Metropolitan. Entit
biologiche non identicate e ratti giganti vanno al di l
dellambito di questo articolo, ma piuttosto ci interessa,
come interessa ai moscoviti, linsistente leggenda di un
treno fantasma.
Il treno fantasma viaggia lungo la linea circolare. Il treno
di un tipo che veniva prodotto fra gli anni Cinquanta e
Sessanta. Si ferma a ogni stazione, ma nella maggior parte
dei casi le porte non si aprono. Il treno fantasma faci-
le da riconoscere: trasuda aria fredda e un orrore glacia-
le. Nella cabina del treno si scorge un conducente vestito
con ununiforme degli anni Cinquanta. Ci sono molte
persone a bordo del treno, che indossano uniformi gri-
gie. I loro volti sembrano sempre stanchi perch sono le
anime dei lavoratori che hanno costruito i tunnel della
Metropolitan in epoca sovietica trovandovi la morte. Le
loro anime vagano lungo la linea circolare e non riescono
a trovare pace.
Il treno fantasma non interferisce mai con le corse norma-
li e appare sempre allimprovviso. Se qualcuno lo vede, il
consiglio di non avvicinarsi mai, altrimenti lanima del-
la persona pu restare intrappolata e condannata a viag-
giare in eterno sulla linea come quelle degli operai morti.
Questa leggenda viene narrata a Mosca, in una forma o
in unaltra, da molti anni. Una versione descrive il tre-
no fantasma come unentit rugginosa e vetusta che non
ha passeggeri a bordo per via di un incidente avvenuto
molti anni prima (secondo alcune persone che avevano
costruito la Metropolitan) in cui erano morti tutti i pas-
seggeri. Da allora, il treno fantasma infesta le linee sot-
terranee di Mosca.
Naturalmente, i treni continuano a essere uno dei mezzi
di trasporto pi sicuri. Solo che alcuni aspetti di questo
mezzo di trasporto non sempre sono spiegabili in modo
convenzionale.
Lautore:
Paul Stonehill un ricercatore, scrittore e conferenziere specializzato
in fenomeni anomali, e in particolare nelle ricerche di militari sovieti-
ci e russi sullargomento. autore di numerosi articoli per riviste di
ufologia e di vari libri tra cui Paranormal Mysteries of Eurasia (Galde
Press, USA, 2011), UFO Case Files of Russia (con Philip Mantle;11th
Dimension Publishing/Healings of Atlantis, UK, 2010), The Soviet UFO
Files: Paranormal Encounters Behind the Iron Curtain (Quadrillion Pu-
blishing, UK, 1998). I suoi articoli Avvistamenti UFO sul Kazakistan,
UFO sulle regioni remote della Russia artica, Il mistero dei fantasmi
dellOceano e Avvistamenti sovietici di UFO in acque internazionali
sono stati pubblicati rispettivamente su NEXUS n.ri 108, 105, 95 e 92.
Paul Stonehill parla correntemente russo e ucraino e pu essere con-
tattato allindirizzo rurcla@hotmail.com.
Il treno fantasma facile da riconoscere:
trasuda aria fredda e un orrore glaciale.
Nella cabina del treno si scorge un conducente
vestito con ununiforme degli anni Cinquanta.
Ci sono molte persone a bordo del treno,
che indossano uniformi grigie.
61
Twilight Zone
Nexus New Times 108
Gli UFO visti dagli occhi
di un poliziotto
di Gary Heseltine
dicembre 2013
Nel gennaio del 2002, quando lavoravo ancora come agente di polizia per la
British Transport Route, creai il PRUFOS (Police Reporting UFO Sightings)
www.prufospolicedatabase.co.uk, un database che suddivide gli avvistamenti
fatti dalla polizia britannica in due categorie: in servizio e non.
Iniziai a indagare su sei casi in cui erano coinvolti dieci poliziotti. A dicembre
del 2013, avevo raccolto ben 450 testimonianze di avvistamenti vericatisi
tra il 1901 e il 2012 con protagonisti circa 950 poliziotti britannici. Molti di
questi casi sono straordinari e oltre il 70 percento sono avvistamenti multipli,
che ritengo particolarmente signicativi.
Prima di esporre alcuni casi di cui mi sono occupato, voglio raccontarvi la sto-
ria inviatami da un collega australiano.
Un misterioso caso australiano
Il 3 marzo del 2003 ricevetti questa mail, dalla quale ho omesso i nomi, in
quanto i tre poliziotti australiani coinvolti potrebbero ancora prestare servi-
zio o semplicemente preferirebbero non sentir pi parlare dellintera vicenda.
Lepisodio avvenuto a circa due ore da Sydney. Di seguito, riporto la parte
iniziale del racconto:
Come ti dicevo, ero con altri colleghi sulla scena del rapimento. Sono anco-
ra in contatto con loro e mi hanno dato il consenso a raccontare questa sto-
ria. Ho anche i loro indirizzi email, nel caso volessi contattarli, ma non sono
sicuro che saranno disposti a parlarti direttamente. Comunque, non ti costa
nulla provare.
Loro pensano che stia correndo un grosso rischio, ma allo stesso tempo sanno
che sei lontano dal NSW [New South Wales]. Ti prego di garantirci lanoni-
mato. Potremmo passare un brutto quarto dora se si scopre che ti ho scritto.
Ok. Come ti dicevo, ci siamo portati su un terreno, dove alcuni aborigeni
avevano detto di essere stati rapiti.
Ovviamente, nessuno di noi ci credeva, ma quando siamo arrivati l, sem-
bravano davvero spaventati e sono sicuro che fossero sinceri. Trovammo la
carcassa di un animale morto, credo di una capra o qualcosa del genere, ma
fu dicile stabilirlo. Il capo ci disse di caricarla su una volante. Eseguimmo
lordine e fu portata via, non ho idea di dove.
Un esperto venne a misurare le radiazioni mentre ci trovavamo l. Nel frat-
tempo, parlai con un uomo che mi disse che gli aborigeni erano pi lontano
rispetto allanimale morto e non nelle sue vicinanze.
Poi abbiamo raccolto le testimonianze della famiglia in questione, in tutto
tre persone. Trasmettemmo il verbale, ma non ho mai scoperto come sia an-
data a nire.
Come ti ho gi detto, ci ordinarono di non dire nulla e, circa una settimana
dopo, gli altri furono trasferiti. Xxxx fu mandato a Gxxxxx e Xxxxx a Nxxxx.
Io rimasi a Fxxxxx.
62
Twilight Zone
Nexus New Times 108
Tutto fu davvero molto strano, dato che di solito vieni trasferito solo se sei
nei guai no al collo.
In questo caso, il capo disse che eravamo diventati troppo amici e avevano
deciso di separarci.
Naturalmente, cercai di farmi dare maggiori spiegazioni su quanto era succes-
so. Tuttavia, su pressione di alcuni amici e la paura di ripercussioni, lagente
decise di interrompere la nostra corrispondenza.
Sono sicuro che dal tono del rapporto iniziale fosse davvero successo qualco-
sa. Ho contattato gli altri due poliziotti via email, ma anche loro sembrarono
restii a darmi ulteriori dettagli. Si conclusa cos questa intrigante indagine.
Lavvistamento dellagente di polizia Colin Perks
Uno dei pi eclatanti casi degli anni Sessanta fu quello del poliziotto Colin
Perks. Il suo avvistamento avvenne venerd 7 gennaio 1966 alle 04:10, nel
centro di Wilmslow, nel Cheshire, Regno Unito.
Il caso fu ucialmente trasmesso dal poliziotto mentre era sul posto e, quando
la notizia divenne nota, suscit un grande interesse.
Grazie alle ricerche dello scrittore Nick Redfern, sappiamo che sullincontro
stato redatto un verbale di venti pagine conservato presso il Public Record
Oce (PRO).
Dopo la conferenza sugli UFO del 2002 a Leeds, mi misi in contatto con Co-
lin. Di seguito, riporto la testimonianza originale e poi la dichiarazione che
rilasci a me, 37 anni dopo.
Signore, sono nella polizia da quasi quattro anni. Ho 28 anni e sono sposato.
Abito con moglie e gli a XXXXXXX. Godo di ottima salute e non ho pro-
blemi di sorta.
La notte tra gioved 6 e venerd 7 gennaio del 1966 faceva freddo, ma il cielo
era limpido e la luna piena rendeva la visibilit ottima. Iniziai il turno alle 22
del 6 e dovevo nire alle 6 di mattina del giorno seguente. Alle 01:15 del 7
gennaio feci una pausa alla Wilmslow Police Station e ripresi la mia normale
attivit di pattuglia alle 2 di mattina della stessa data. Iniziai a perlustrare il
villaggio. Ero da solo.
Verso le 04:00 di mattina del 7 gennaio, stavo controllando una propriet
dietro un edicio con diversi negozi situato lontano dalla A34 (Alderley Road)
a Wilmslow. Alle 04:10 mi trovavo ancora nellarea, quando sentii uno stridio
acuto. Per un attimo, non riuscii a capire di cosa si trattasse, dato che non cera
nulla nei dintorni che potesse esserne la fonte.
Mi guardai attorno e vidi un bagliore grigio-verdastro nel cielo a circa 100
iarde [91,4 metri] da me e circa 35 piedi [10,7 metri] di altezza. Rimasi come
paralizzato, non riuscivo a credere ai miei occhi.
Tuttavia, cercai di ricompormi e dopo alcuni secondi fui in grado di racco-
gliere le seguenti informazioni. Loggetto era lungo quasi quanto un autobus
(30 piedi [9,2 metri]) e largo allincirca 20 piedi [6,1 metri]. Aveva forma ellit-
tica ed emanava uno strano bagliore grigio-verdastro che mi fece accapponare
la pelle. Sembrava immobile, n ebbi limpressione che ruotasse. Loggetto era
a circa 15 piedi [4,6 metri] di altezza e aveva una base piatta.
In quel momento era assai brillante e da est soava del vento. Anche se fa-
ceva freddo, non cera ghiaccio. Non cerano formazioni nuvolose basse e il
cielo era sgombro. Loggetto rimase fermo per circa cinque secondi. Poi, senza
63
Twilight Zone
Nexus New Times 108
che lo stridio cessasse, inizi a muoversi a velocit molto elevata in direzione
est sud est.
In un attimo, spar dalla mia vista. Quando inizi a muoversi, non sembrava
ruotare, ma spostarsi lateralmente e tra la parte anteriore e quella posteriore
cerano circa 30 piedi [9,1 metri].
possibile che il lato corto fosse eettivamente pi lungo, dato che avendo
guardato loggetto dal basso potrei essermi sbagliato.
A circa 500 iarde [457 metri] dal punto in cui mi trovavo, corre la linea fer-
roviaria elettrica, ma il rumore che avevo avvertito non aveva nulla a che fare
con un treno, n elettrico n diesel.
A circa 50 iarde [45,7 metri] dal punto in cui mi trovavo, situato anche un
trasformatore della centrale elettrica. una sottostazione, ma anche in questo
caso, il rumore che ho sentito non paragonabile al ronzio che produce.
Non c ombra di dubbio che loggetto che ho visto avesse una forma ap-
puntita, distinta e ben denita e fosse di consistenza solida. Tuttavia, non so-
no riuscito a distinguere portelli, obl o altre vie di accesso. Il bagliore veniva
dallesterno delloggetto ed era lunica luce visibile. Subito dopo lepisodio, mi
confrontai con Jodrell Bank [dellOsservatorio] e con laeroporto di Manche-
ster, ma non riuscirono ad aiutarmi o a darmi qualche indicazione su quello
che avevo visto.
Indagini uciali
Colin Perks invi il suo rapporto che, attraverso la catena di comando, arri-
v al ministero dellAviazione e da qui trasmesso al ministero della Difesa, a
Whitehall, Londra.
Lucio che si occup del rapporto fu il Defence Intelligence Sta (DIS), co-
nosciuto anche come D161.
Il primo febbraio 1966 il tenente Mercer, della Royal Air Force, intervist Per-
ks. Il relativo rapporto fu classicato come riservato.
Il ministero della Difesa concluse che Perks era attendibile e che aveva assisti-
to a qualcosa di completamente insolito rispetto alla sua normale esperienza,
ma non fu in grado di determinare la natura dellUFO.
Trentasette anni dopo
Dopo aver incontrato Colin Perks di persona, nel 2002, sono emersi nuovi
particolari.
In seguito al suo avvistamento, un sergente e un agente di polizia ritornarono
sul luogo e trovarono una specie di strato di vetro, spesso circa 2-3 pollici [5-7,6
centimetri] nel parcheggio vicino a dove loggetto era stato avvistato. Quando
gli uciali vi ritornarono, 90 minuti dopo, la sostanza era sparita! In ogni caso,
il materiale vetroso fu verbalizzato e incluso nel le del ministero della Difesa,
anche se non fu possibile stabilire alcuna connessione con lavvistamento.
Inoltre, Perks fu ritirato dalle ronde per un mese e la notizia del suo avvista-
mento fu diusa solo due mesi dopo levento, attirando ovviamente linteresse
dei media.
Chiesi a Colin se aveva mai pensato a cosa potesse essere veramente loggetto
che aveva visto e mi rispose che secondo lui era di origine extraterrestre per-
ch che cosaltro poteva essere?
Ero daccordo con lui. Quando un oggetto osservato cos da vicino, ogni
64
Twilight Zone
Nexus New Times 108
dubbio pu essere fugato. Secondo la sua descrizione, loggetto era una strut-
tura solida, grande quanto un autobus, sospesa in aria e che emise uno stridio
acuto per poi scomparire a velocit supersonica. Loggetto non identicato che
aveva visto non corrispondeva alle caratteristiche di nessun velivolo dellepoca
n di nessunaltra.
Per quanto mi riguarda, un caso come questo ha solo due spiegazioni possibili:
o Colin Perks sta mentendo, o ha semplicemente riferito di uno strano ogget-
to volante. Tenendo in considerazione tutti i dati disponibili, credo che abbia
veramente visto un UFO.
Dopotutto, perno gli scettici del ministero della Difesa furono estremamente
colpiti dalla personalit e dallattendibilit di Perks.
Il caso dellagente Trevor Blower
Sono venuto a conoscenza di questo caso, come accade spesso, via mail. Per
molti versi, questo avvistamento contiene diversi elementi che permettono di
sfatare la credenza che siano sempre poliziotti di turno da soli a vedere strane
luci nel cielo.
Il poliziotto Trevor Blower entr in polizia nel novembre del 1965 nello Staf-
fordshire. Lavor come agente di polizia per quattro anni, poi decise di intra-
prendere unaltra carriera. Fu assegnato alla Leek Division, presso le stazioni
di Staord e Werrington.
Quella che segue la testimonianza rmata dei suoi avvistamenti il 19 novem-
bre del 1967 o 1968.
Ero di pattuglia in Washerwall Lane, a Werrington, tra le 20 e le 21, quando
una chiamata via radio chiedeva di portarsi a nord della contea per una se-
gnalazione di strane luci nel cielo, verso ovest. Dato che mi trovavo gi nelle
vicinanze, risposi alla chiamata. La visibilit era ottima verso ovest, verso la
Cheshire Plain e su Stoke-on-Trent, che si estende nella vallata.
A un certo punto, vidi delle luci ovali che viaggiavano in formazione a V da
Cheshire verso ovest, passando leggermente a sud di dove ero io. Si muoveva-
no a velocit sostenuta senza nessun rumore. Erano di un colore perlato che
sembrava vorticare. Chiamai via radio la YF (Yankee Foxtrot, quartier generale
della polizia dello Staordshire) e raccontai cosa avevo appena visto.
Nel frattempo unaltra volante, credo di Cheadle, stava facendo la stessa co-
municazione alla radio.
Le luci rimasero visibili per circa venti secondi.
Dati aggiuntivi
Al momento dellavvistamento era notte, ma il cielo era terso e faceva freddo.
Larea descritta come terreno pubblico, a circa 1.700 piedi [518 metri] sul
livello del mare, si aaccia su Stoke-on-Trent, verso il Cheshire. La durata
dellavvistamento fu di circa venti secondi.
Lagente disse che la formazione, nove luci in tutto, gli aveva ricordato uno
stormo di oche. Tuttavia, erano molto pi veloci di qualunque velivolo o uc-
cello, e stim che fossero grandi quanto una moneta da dieci penny, tenuta
alla distanza di un braccio.
Dopo lavvistamento
Il giorno seguente, Trevor Blower fu convocato presso il dipartimento di po-
65
Twilight Zone
Nexus New Times 108
lizia di Leek per esser interrogato da un uomo in abiti civili che doveva essere
della Royal Air Force. Quando arriv alla centrale di polizia, non solo scopr
che sarebbe stato interrogato, ma che la stessa sorte era toccata ad altri cinque
poliziotti!
Dopo gli interrogatori, agli agenti fu ordinato di non parlare con nessuno
dellaccaduto. Solo tra colleghi era lecito fare battute scherzose sullepisodio,
come capita spesso in polizia!
Conclusioni
Lavvistamento multiplo di Trevor Blower un caso davvero interessante dal
quale trarre diverse conclusioni. Appare chiaro che diversi agenti in aree geo-
grache diverse avvistarono gli stessi UFO alla stessa ora, fornendo uneccel-
lente testimonianza uciale di un avvistamento multiplo.
Lagente Blower ha aermato che le luci non producevano alcun suono, una
caratteristica tipica degli UFO, e che sembravano vorticare, quindi proba-
bilmente ruotare, come spesso viene raccontato.
Lavvistamento fu segnalato da diversi agenti in unarea geograca piuttosto
ampia, il che signica che cerano dei precisi oggetti che volavano in cielo
quella notte.
Come per molti casi inclusi nel database del PRUFOS, anche questi agenti
furono ascoltati da un funzionario del ministero della Difesa o dellesercito.
Quando uno si chiede se gli occultamenti sono realt o invenzione, la rispo-
sta viene data, nel caso specico, dal fatto che a tutti gli agenti fu ordinato di
non raccontare a nessuno laccaduto. Se gli UFO sono soltanto degli errori di
identicazione, a che cosa serve tutta questa segretezza?
Per quanto riguarda le luci, erano silenziose e si muovevano in formazione
insolita. Alla ne degli anni Sessanta, laviazione non disponeva di nessun ve-
livolo che potesse, anche lontanamente, corrispondere alla descrizione di Blo-
wer: nove luci ovali, che ruotavano e si muovevano velocemente.
Persino oggi, raro che nove velivoli si spostino in formazione a V (come la
pattuglia acrobatica delle Red Arrows). Lagente Blower aerm anche che le
luci sembravano viaggiare allunisono. Le condizioni meteo il giorno dellav-
vistamento erano praticamente perfette: freddo e limpido con una visibilit
eccellente e sgombra da qualunque ostacolo su tutta larea.
Il caso dellagente Robert Tomlinson
Nuovi casi di avvistamenti da parte di poliziotti arrivano sulla mia scrivania in
tanti modi diversi. Spesso il primo contatto via email. In questo caso parti-
colare, ricevetti una email dal ricercatore David Clarke, un noto scettico che
mi suggeriva di contattare lex agente di polizia del West Yorkshire, Robet
Tomlinson.
Capii subito che aveva assistito a qualcosa di incredibile. Questa la sua storia.
Era il 1974 o il 1975 ed ero assegnato allarea di Normanton. Facevo il tur-
no di notte e, a ne settimana, fui mandato a coprire Ryhill e Havercroft, che
allepoca erano delle zone pi periferiche.
Allinizio della settimana, avevo fatto un giro di ambientamento con lagente
che avrei dovuto sostituire. Quella particolare notte mi trattenni a Norman-
ton, poi sbrigai alcune pratiche e inne partii per Ryhill, verso le 04:00. Ero
da solo di pattuglia, era il ne settimana, ed ero completamente sveglio.
66
Twilight Zone
Nexus New Times 108
Non avevo fretta e guidavo a circa 30 mph [48 km/h]. Mi diressi lungo la
Wakeeld Road in direzione di Wakeeld, risalendo la collina verso il con-
ne di Normanton dove la strada scorre attraverso unarea pianeggiante. Non
appena mi ritrovai sulla sommit della collina, i miei occhi furono attirati da
qualcosa nel cielo, quasi di fronte a me, a circa 200-300 piedi [61-91.4 metri]
sopra la mia testa.
Fermai immediatamente lauto. Data lora, la strada era deserta e rimasi sbi-
gottito a osservare loggetto davanti a me. Capii subito che non era di questo
mondo. Aveva la forma di una trottola. Non saprei dire con precisione quanto
fosse grande, ma era abbastanza vicino da poter dire che il diametro al centro
doveva essere di circa 100 piedi [30,5 metri]. Il bordo esterno del velivolo era
ricoperto di luci rettangolari che assomigliavano a degli obl. Dopo circa due
minuti loggetto spar, anche se mi sembr di scorgere una luce che schizzava
via verso Wakeeld.
Presi la radio per comunicare levento, ma pensai che vista la natura cinica
degli uciali di polizia e il fatto che ero relativamente nuovo, mi avrebbero
quasi sicuramente riso in faccia.
Non lho mai raccontato a nessuno e mi sono portato questo rimpianto no
ad oggi. Ripresi la ronda e tornai a Normanton. Quando smontai, alle 06:00,
incontrai un collega del reparto Comunicazioni che mi chiedeva se avessi visto
qualche disco volante dato che erano state fatte due segnalazioni a Wakeeld,
una verso le 04:00 del mattino.
Sapevo che ormai era tardi per raccontare tutto, quindi ridemmo insieme e
liquidammo la cosa come una coppia di svitati che vedono cose inesistenti.
Completando il modulo del PRUFOS, ho ottenuto anche altre informazioni,
per esempio circa la struttura dell UFO. Ecco cosa rispose Tomlinson.
Due coni uniti insieme, dalle punte arrotondate. Luci rettangolari nel mezzo.
Disse anche che il velivolo poteva essere alto circa 100 piedi e 100 piedi di
diametro al punto pi largo. Se si tiene conto di quanto era vicino loggetto,
la sua risposta a una delle mie domande fu eloquente. Quando gli chiesi di
descriverne le dimensioni a debita distanza, scrisse:
Occupava quasi tutta la mia visuale.
Poi, quando gli chiesi se qualche altro agente gli aveva mai condato di aver
vissuto unesperienza simile, questa fu la sua risposta:
Dopo alcuni anni, quando mi sentii pi sicuro del mio lavoro, raccontai
dellavvistamento agli amici pi stretti e fui sorpreso quando due di loro mi
dissero di aver visto un oggetto a forma di sigaro vicino allantenna della Em-
ley TV, nei pressi di Hudderseld.
(Nota: Ho contattato direttamente uno di questi agenti.)
Inne, Tomlinson rilasci una dichiarazione spontanea sullincontro:
Credevo nella vita extraterrestre prima dellavvistamento? Posso dire che so-
no sempre stato di larghe vedute. Credo nella vita extraterrestre ora? S.
Robert Tomlinson and in pensione nel 2001, dopo 30 anni di servizio presso
la West Yorkshire Police. Il suo numero identicativo era 2539 e prest servi-
zio in diverse stazioni di polizia.
Conclusioni
Che ne penso di questo racconto?
Be, intanto posso dire che Bob Tomlinson mi sempre sembrato una persona
aperta e sincera. Non in cerca di soldi n di notoriet; quello che vuole to-
Gary Heseltine, fotografato nel 1989 presso lAshford
Police Training Centre, Kent, UK.
67
Twilight Zone
Nexus New Times 108
gliersi nalmente un peso dallo stomaco. Ha il rimpianto di non aver comu-
nicato lavvistamento quella stessa notte, ma sente che arrivato il momento
di rimediare.
Come per molti degli agenti con i quali ho parlato, esperienze simili lasciano
un segno indelebile.
Se, come faccio io, decidete di credere alla testimonianza di Tomlinson, molte
cose appaiono subito pi chiare.
Ha visto un velivolo straordinario a distanza ravvicinata. Oggetti conven-
zionali come aeroplani, mongolere ed elicotteri si possono tranquillamente
escludere. Cos come possibile escludere una spiegazione plausibile. Era sem-
plicemente troppo vicino per sbagliarsi e, stando alla sua descrizione, quello
che ha chiaramente osservato era un oggetto volante non identicato.
Gli UFO hanno la capacit di rimanere sospesi nellaria prima di schizzare via
a velocit impressionante e, in un battibaleno, sparire dalla vista. Anche le di-
mensioni e la forma delloggetto non assomigliano neanche lontanamente a
nessun velivolo in uso allepoca.
Mi piacciono i casi come questo perch sono lo spauracchio dei cinici. Di
fronte a incontri cos ravvicinati, ci possono essere solo due spiegazioni possi-
bili. O il testimone ha davvero visto l UFO, o si inventato tutto (ovviamen-
te lo scettico formuler una terza ipotesi, cio che il soggetto ha vissuto questa
esperienza ma in qualche modo evocandola nella sua mente!). Scusatemi, ma
una simile aermazione mi sembra proprio assurda.
Avendo parlato a lungo con Bob Tomlinson, io per primo non credo che stia
mentendo. Per quanto mi riguarda, si tratta di un caso eccezionale che non
pu che avere una spiegazione di tipo extraterrestre.
In conclusione, le parole di Tomlinson parlano da sole:
Capii subito che non era di questo mondo.
Conclusioni generali
Ho selezionato solo alcuni dei casi che riguardano gli incontri pi straordinari
che hanno avuto come protagonisti degli agenti di polizia in diverse localit
della Gran Bretagna. Dai loro racconti cos dettagliati, appare chiaro che molti
hanno davvero osservato strani oggetti volanti nei cieli di tutto il paese.
Avendo esaminato le caratteristiche di volo di questi oggetti, che non corri-
spondono a nessun velivolo che conosciamo, posso aermare che, con ogni
probabilit, ci troviamo di fronte alla prova di unintelligenza extraterrestre.

Nota dellautore:
Se siete un agente di polizia, in servizio o in pensione, e volete contattarmi, potete farlo a que-
sto indirizzo email: heseltinegary@hotmail.com.
Lautore:
Gary Heseltine ha prestato servizio presso la British Transport Police dal 1989 al 2013. Nel
1995 diventato ispettore, occupandosi di numerosi delitti, omicidi e stupri. Il 7 luglio del
2005 intervenuto nella maxi operazione sugli attentati di Londra in qualit di esperto insie-
me alla polizia di primo soccorso.
Nel 2013, Gary Heseltine ha deciso di andare in pensione per lanciare una rivista online chia-
mata Ufo Truth Magazine. Per maggiori informazioni, visitate il sito http://www.ufotruthma-
gazine.co.uk.
Per consultare il database PRUFOS: http://wwwprufospolicedatabase.co.uk.
Immersioni a Dubrovnik, Croazia
Nel blu dipinto di raggi di sole
Il centro si trova a soli 16 km dal centro
storico di Dubrovnik. Gli autobus partono
ogni mezz'ora. Inoltre ci sono frequenti
collegamenti via mare.
Grazie a questa vicinanza possibile
organizzare una vacanza fatta di
immersioni, divertimento e cultura.
Sono a disposizione un catamarano da 40
posti e due motoscafi da 15 ciascuno. La
distanza dai compressori all'imbarco di
circa 10 m.
possibile anche il noleggio delle
attrezzature.
Gli istruttori sono a disposizione per chi
vuole ottenere il primo brevetto sub.
Il mare intorno a Dubrovnik pieno di
anfore e, in certe zone, difficile
immergersi senza avvistarle.
A un paio di miglia dal centro si trova il pi
grande ritrovamento di anfore del
Mediterraneo. Il proprietario del centro ha
scoperto, pochi anni fa, circa 1.800 anfore
risalenti al quarto secolo dopo Cristo.
Nella zona circostante ci sono molti relitti di
navi, anche di grandi dimensioni.
L'acqua famosa per essere la pi pulita e
trasparente di tutto l'Adriatico. Nelle
giornate favorevoli la visibilit raggiunge i
30 m. Le spettacolari pareti arrivano anche
a 100 m di profondit.
Siamo a disposizione per organizzare anche il vostro pernottamento.
Per ulteriori informazioni:
www.diving.duper.org
349 623 6886
69
Nexus New Times 108
Rubrica a cura della redazione italiana
PuntoZero
Editoriale
Tom Bosco
Linarrestabile ondata del cambiamento si sta inesorabilmente manifestando a livello
individuale e collettivo, e lunica scelta apparente sembra essere quella tra il farsene tra-
volgere o il cavalcarla. Perlomeno, questo quanto sto riscontrando nella mia sfera per-
sonale e pi in generale in quella planetaria: rimanere aggrappati al vecchio anzich far
spazio per accogliere il nuovo non aiuta questo processo, bens lo ostacola, generando
disarmonia, frustrazione e soerenza.
come se fossimo davvero entrati in quella nuova dimensione di cui si favoleggiato
per lungo tempo, nella quale i vecchi paradigmi non hanno pi domicilio, n alcuna ra-
gion dessere. Tuttavia, nellabbandonare gli antichi schemi, veniamo messi di fronte alle
nostre paure allo scopo di riconoscerle, comprenderle e inne dissolverle, e molto spesso
non aatto una passeggiata. Molti di noi, probabilmente, stanno attraversando quella
che stata denita loscura notte dellanima, una fase necessaria al nostro aggiorna-
mento di sistema, per usare una metafora in linea coi tempi. Lo scatto di consapevolez-
za che ne risulta come un sole che, sorgendo, dissipa le tenebre delle quali nemmeno
eravamo consapevoli, essendo cos pervicacemente aggrappati alla nostra personale Flat-
landia da non poter nemmeno immaginare lesistenza di qualcosa di molto pi grande.
Alla luce di questa rinnovata consapevolezza, ci riconosciamo nalmente per quello che
siamo: esseri unici, irripetibili e meravigliosi, destinati e determinati a manifestare la
propria essenza e i propri peculiari talenti irradiando Bellezza, Amore ed Armonia.
Tutto questo coincide con nuove modalit di relazione con gli altri, che di fatto sono
semplicemente riessi di noi stessi: vediamo in loro ci che pi abbiamo bisogno di
comprendere, e tale interazione ci conduce a una comunione di intenti, un nuovo orga-
nismo sociale al quale ognuno contribuisce con la propria peculiare unicit.
In virt di quanto sopra, stiamo avviando una nuova fase della rivista che avete in mano,
la quale sar completamente rivisitata nella graca, pi in linea col nuovo sito in procin-
to di esordire in rete, ma non certo nei contenuti. Altre novit sono in arrivo, sulle quali
vi aggiorner quanto prima. Lunga Vita e Prosperit.
[Nota: al momento di andare in stampa apprendiamo della scomparsa del Professor Emilio
Del Giudice, scienziato brillante e controcorrente, che a suo tempo (fra le altre cose) collabo-
r col Professor Giuliano Preparata all'elaborazione dei principi dellelettrodinamica quan-
tistica (QED) che riaprirono il dibattito intorno alla "memoria dell'acqua". In attesa di
ricordarne degnamente la gura sulle pagine della rivista, formuliamo le nostre pi sentite
condoglianze alla sua famiglia.]
70
PuntoZero
Nexus New Times 108
Il 25 marzo 2011 il Consiglio europeo istituisce il Mecca-
nismo Europeo di Stabilit (MES), altrimenti detto Fon-
do Salva-Stati. Il fondo gestito da 17 supergovernatori
che sono i ministri delleconomia dei 17 Paesi membri,
con un fondo iniziale di circa 700 miliardi di euro di cui
500 miliardi prestabiliti e che possono essere accresciuti
ad esclusiva discrezionalit dei governatori stessi.
Si tratta di una vera e propria organizzazione intergover-
nativa sul modello del Fondo Monetario Internazionale
(FMI), che pu imporre scelte di politica macro-economi-
ca ai 17 Paesi aderenti, come appunto lItalia. Il trattato
disponibile in Internet, anche in lingua italiana. Con la sot-
toscrizione di questo trattato allorganizzazione intergover-
nativa che gestisce il fondo, le istituzioni pubbliche danno
il compito di gestire quella dotazione di denaro che teorica-
mente dovrebbe servire agli Stati in dicolt dal punto di
vista nanziario. In quale regime giudiziario e con quali li-
mitazioni opera questa organizzazione non pubblica? Col-
pisce subito limmunit pressoch assoluta di cui godono
sia il fondo stesso, sia i suoi membri, sia le disponibilit di
beni e propriet (art. 32 comma 3). I beni, le disponibilit
e le propriet del MES, ovunque si trovino e da chiunque
siano detenute, sono immuni da ogni forma di giurisdizio-
ne, salvo qualora il MES rinunci espressamente alla pro-
pria immunit in pendenza di determinati procedimenti
o in forza dei termini contrattuali, compresa la documen-
tazione inerente gli strumenti di debito (ibidem). Quin-
di solo lorganizzazione ha il potere di revocare a s stessa
limmunit. Un magistrato o un tribunale di qualunque
Stato membro non ne avr facolt e non ha il potere di ci-
tare in giudizio alcun membro del fondo, se costui dovesse
commettere un reato durante le attivit del fondo. I 17 su-
pergovernatori sono i ministri delleconomia e fanno par-
te dei rispettivi governi e dunque sono eletti dai popoli di
provenienza mediante lesercizio dellelezione democratica,
tuttavia per le loro attivit nel MES non possono rendere
pubblici i documenti che produrranno, non sono soggetti
ad alcuna giurisdizione e godono di totale e assoluta immu-
nit, per cui sfuggono al controllo sia da parte dei cittadini
che delle istituzioni giuridiche di qualunque Paese.
Facciamo un po' di chiarezza intorno
al cosiddetto MES, un trattato sottoscritto
anche dal nostro paese e fatto passare
come un fondo salva-stati dai media
generalisti, che si sono ben guardati
dall'approfondirne e riportarne i
contenuti e le implicazioni per l'esercizio
delle scelte democratiche dei cittadini.
RIFLESSI GIURIDICI E COSTITUZIONALI
DEL MECCANISMO EUROPEO
DI STABILIT
di Massimilano Bonavoglia
71
PuntoZero
Nexus New Times 108
Per immunit si intende immunit giudiziaria e immu-
nit di giurisdizione (ibidem) per gli atti del MES e per
coloro che li redigono: (...) il presidente del consiglio
dei governatori, i governatori e i governatori supplenti,
gli amministratori, gli amministratori supplenti, nonch
il direttore generale e gli altri membri del personale (art.
35 comma 1). Non solo, nello stesso articolo si sancisce
che costoro godono di assoluta () inviolabilit per tut-
ti gli atti scritti e documenti uciali redatti (ibidem).
Per entrare a far parte in qualit di soci, e non Stati so-
vrani, necessario acquistare delle quote per le quali
prevista la corresponsione di rate come si spiega nellart.
41 (comma 1):
Fatto salvo quanto previsto dal paragrafo 2, il versa-
mento delle quote da corrispondere in conto del capitale
inizialmente sottoscritto da ciascun membro del MES
eettuato in cinque rate annuali, ciascuna pari al 20%
dellimporto totale. La prima rata versata da ciascun
membro del MES entro quindici giorni dalla data di en-
trata in vigore del presente trattato. Le restanti quattro
rate sono corrisposte rispettivamente alla prima, seconda,
terza e quarta data coincidenti con la data di pagamento
della prima rata.
E al comma 2 si precisa: Nel corso del quinquennio du-
rante il quale eettuato il versamento delle rate di ca-
pitale, i membri del MES accelerano il versamento delle
quote, in congruo anticipo rispetto alla data di emissione,
allo scopo di conservare il rapporto minimo pari al 15%
tra il capitale versato e limporto in essere delle emissioni
del MES e garantiscono una capacit minima di eroga-
zione congiunta del MES e del FESF di 500.000 milioni
di EURO [ossia cinquecento miliardi di euro prestabili a
fronte di un fondo di settecento miliardi].
Ora ci si chiede: come si nanzieranno gli Stati soci del
MES per acquistare queste quote? Mediante lemissione di
nuovi titoli pubblici, ovvero accrescendo il proprio debi-
to, e prendendo quindi altro denaro in prestito a interessi.
Supponiamo quindi che uno Stato si rivolga al fondo per
un prestito a fronte di una situazione di dicolt nan-
ziaria interna. Il fondo decide a propria discrezione se -
nanziare (ovvero prestare soldi a interesse) o meno quello
Stato, ponendo (o meglio, imponendo) allo Stato debitore
delle non meglio specicate rigorose condizioni:
Il MES pu pertanto fornire un sostegno alla stabilit
Ora ci si chiede: come si nanzieranno
gli Stati soci del MES per acquistare
queste quote? Mediante lemissione di nuovi
titoli pubblici, ovvero accrescendo il proprio
debito, e prendendo quindi altro denaro
in prestito a interessi.
72
PuntoZero
Nexus New Times 108
sulla base di condizioni rigorose commisurate allo stru-
mento di assistenza nanziaria scelto, se indispensabile
per salvaguardare la stabilit nanziaria della zona euro
nel suo complesso e dei suoi Stati membri (punto 6 delle
premesse del trattato).
Ora, il fatto che si ratichi un trattato che conferisce il
potere a un ente intergovernativo privatistico, che go-
de di inviolabilit dei documenti e immunit dei propri
membri, di porre condizionalit rigorose alle linee poli-
tico-economiche (come risulta dalla prima versione del
trattato rmata l11 luglio 2011 dallallora ministro Tre-
monti) al Paese debitore che contrae un prestito, sarebbe
evidentemente degno di maggiore approfondimento. Per
esempio, si potrebbe riettere sul fatto che la causa della
prolungata crisi nanziaria in corso proprio la specu-
lazione nanziaria, e quindi interrogarsi se sia il caso di
cedere la propria sovranit ad una organizzazione nan-
ziaria che potr imporre condizionalit nelle scelte eco-
nomiche e dunque anche riguardanti lo stato sociale del
Paese a cui il MES concede un prestito.
A questo proposito bisogna considerare la modalit di
corresponsione obbligatoria delle quote nei tempi e nei
modi previsti dal fondo stesso:
I membri del MES si impegnano irrevocabilmente e in-
condizionatamente a versare la propria quota di capitale
autorizzato in conformit al modello di contribuzione di
cui allallegato I. Essi provvedono in tempo utile al versa-
mento delle quote di capitale richiamato secondo le mo-
dalit stabilite nel
presente trattato
(art. 3 comma 4
[corsivo nostro]).
Non solo non se ne
d notizia in gior-
nali e telegiornali,
ma nemmeno nei
siti uciali (Sena-
to.it e Parlamento.
it) si trova alcuna
traccia di discus-
sione pubblica sui termini di assoluta irrevocabilit e in-
condizionabilit con cui ssata la corresponsione delle
quote, bens troviamo solamente le note dissertazioni su
quali tagli alla spesa o quali interventi operare, per riu-
scire a rispettare le modalit e i tempi delle rate ssate
dal MES. Ci vuol dire che nelle due Camere non si
discusso n si cercato di approfondire quanto sia scritto
nel trattato a tal proposito. Sottoscrivendo questo tratta-
to, i membri del MES si impegnano a versare la propria
quota di capitale irrevocabilmente (quindi senza possi-
bilit di revoche o proroghe) e incondizionatamente (le
condizioni vengono poste solamente dal MES) secondo
il capitale autorizzato (dal MES stesso). Ci signica che
se i 17 governatori del fondo ad un dato momento deci-
dono di alzare le quote di capitale ad una certa cifra, gli
Stati membri, in quanto soci, non potranno fare altro
che seguire le direttive e riconoscere gli importi, quali
che essi siano. Non se ne potr discutere quindi allinter-
no dei consessi previsti dalle costituzioni democratiche
degli Stati stessi.
Il Fondo potr rivolgersi a nanziatori esterni al Fondo
stesso, ovvero a istituti di credito, banche o Stati in grado
di emettere prestiti come la Cina o le maggiori banche
daari, permettendo a questi di presenziare come osser-
vatori alle riunioni dei governatori del Fondo, nelle quali
si stabiliranno le condizioni a cui lo Stato debitore dovr
sottostare per ottenere i prestiti, in regime come abbiamo
visto di incondizionabilit e irrevocabilit assolute:
Gli Stati membri dellUnione europea la cui moneta non
leuro (Stati membri non facenti parte della zona eu-
ro) che partecipano su base ad hoc, a anco del MES, a
unoperazione di sostegno alla stabilit prevista a favore
di Stati membri della zona euro, saranno invitati a parte-
cipare, in qualit di osservatori, alle riunioni del MES in
cui saranno discussi tale sostegno alla stabilit e la relativa
sorveglianza. Essi avranno accesso a tutte le informazio-
ni in tempo utile e saranno opportunamente consultati
(punto 9 delle premesse [corsivo nostro]).
La presenza di questi osservatori sar anche costituita da
enti privati come banche o istituti di credito come preve-
de il trattato:
Nella realizzazione del suo obiettivo il MES autoriz-
zato ad indebitarsi sui mercati dei capitali con banche,
istituzioni nanziarie o altri soggetti o istituzioni (art.
21 comma 1).
Lo Stato membro dunque si assoggetta ai propri creditori
(pensiamo alle grandi banche daari come Goldman Sa-
chs o JP Morgan, non immuni da coinvolgimenti nello
scoppio della crisi nanziaria in corso) che avranno il di-
ritto di sedersi al tavolo con i governi, per decidere quali
politiche economiche da imporre agli Stati sono buone e
Ci signica che se i 17 governatori del fondo
ad un dato momento decidono di alzare le
quote di capitale ad una certa cifra, gli Stati
membri, in quanto soci, non potranno fare
altro che seguire le direttive e riconoscere
gli importi, quali che essi siano.
73
PuntoZero
Nexus New Times 108
quali no. evidente a questo punto che la gran-
de nanza internazionale, di natura speculativa e
quindi volta a seguire la logica del protto, si ve-
dr de facto consegnata nelle proprie mani la sovra-
nit di Paesi come lItalia e gli altri appartenenti
ai cosiddetti PIIGS (Portogallo, Irlanda, Grecia,
Spagna) per mezzo dellindebitamento. C da
chiedersi quanto sia compatibile il contenuto di
questo trattato internazionale con le fondamen-
ta giuridiche di uno Stato democratico, fondato
sul diritto alla rappresentativit e partecipazione
popolare alle scelte politiche di un Paese. Le de-
cisioni sul futuro di un popolo dovrebbero esse-
re prese dal popolo stesso mediante gli strumenti
della democrazia, che tuttavia sono ora sottoposte
alle condizioni del MES che ne pregiudicano le direttive
di fatto, subordinando ogni scelta popolare di uno Sta-
to a condizionalit irrevocabili (im)poste dai creditori di
quello stesso Stato. Codesti creditori, lo ricordiamo, go-
dranno di inviolabilit dei documenti e di immunit di
giurisdizione, in un rapporto di forze evidentemente sbi-
lanciato a favore di questi ultimi, a discapito dei Paesi de-
bitori, perch inevitabilmente la partecipazione alle quote
di capitale del MES da parte di Stati come lItalia, avverr
mediante la contrazione di nuovo debito.
La governance, ossia il diritto al voto, dei membri del
MES e del consiglio dei governatori intrinsecamente di-
pendente dalle quote di capitale possedute:
Il numero dei diritti di voto di ciascun membro del
MES, esercitati dalla persona da esso designata o dal rap-
presentante di questultimo in seno al consiglio dei gover-
natori o al consiglio di amministrazione, pari al numero
di quote assegnate a tale membro a valere sul totale di ca-
pitale versato del MES (art. 4 comma 7).
Quindi la partecipazione al voto e alle scelte del MES non
data su base di diritto democratico sovraordinato agli
interessi economico-nanziari, ma lesatto contrario. Se
vi dovessero essere dei ritardi nel pagamento e delle insol-
venze, si perde progressivamente il diritto al voto stesso:
In caso di mancato pagamento, da parte di un membro
del MES, di una qualsiasi parte dellimporto da esso do-
vuto a titolo degli obblighi contratti in relazione a quote
da versare o a richiami di capitale ai sensi degli articoli 8,
9 e 10, o in relazione al rimborso dellassistenza nanzia-
ria concessa ai sensi dellarticolo 16 o 17, detto membro
del MES non potr esercitare i propri diritti di voto per
lintera durata di tale inadempienza. Le soglie di voto so-
no ricalcolate di conseguenza (art. 4 comma 8).
Verrebbe da chiedersi quanto sia compatibile con la Co-
stituzione, questa sorta di nanziarizzazione della de-
mocrazia. In Germania accaduto che si ricorso e si
chiesto il pronunciamento della Corte Costituzionale
tedesca. Si ricorso ad un parere di legittimit giuridica e
costituzionale del Fondo Salva-Stati a seguito forse di una
maggiore e migliore informazione che i media tedeschi
hanno operato, divulgando i contenuti del MES nei pun-
ti pi critici. Il 12 settembre 2012 la Corte Costituzio-
nale si pronunciata a favore del MES introducendone
tuttavia dei correttivi di non poco conto: innanzitutto la
quota di partecipazione massima della Germania al MES
non potr essere superiore a 190 miliardi di euro, quindi
si posto un limite che non era previsto ed venuta me-
no la clausola di incondizionabilit delle scelte e decisioni
del MES. La quota massima dei 190 miliardi corrispon-
de esattamente alla percentuale del capitale tedesco del
MES, e quindi tale importo stato riconosciuto altrimen-
ti si sarebbe tout court sancita luscita della Germania dal
MES stesso. Tuttavia laver imposto questo importo come
limite massimo fa s che se il MES decider, come nei
suoi poteri, la propria ricapitalizzazione e quindi imporr
agli Stati membri di aumentare gli importi in misura pro-
porzionale alla loro quota capitale, la Germania impone
che si sottoponga la decisione alle istituzioni democrati-
che del popolo tedesco.
La seconda condizione importante introdotta dalla Cor-
te Costituzionale tedesca alladesione della Germania al
Quindi la partecipazione al voto e alle
scelte del MES non data su base di diritto
democratico sovraordinato agli interessi
economico-nanziari, ma lesatto contrario.
Se vi dovessero essere dei ritardi nel
pagamento e delle insolvenze, si perde
progressivamente il diritto al voto stesso...
74
PuntoZero
Nexus New Times 108
MES che il Parlamento tedesco dovr essere sempre in-
formato anticipatamente sugli atti e le iniziative del trat-
tato, eventualmente con approvazioni necessarie dalla
parte delle istituzioni federali tedesche. Questaltra cor-
rezione sostanziale, evidentemente, modica il carattere
della irrevocabilit e, di nuovo, della incondizionabilit
delle decisioni del MES, perch le subordina allapprova-
zione del Parlamento tedesco come uno Stato democra-
tico dovrebbe sempre poter fare. Quindi si tratta di una
riaermazione, evidentemente necessaria, della sovranit
parlamentare e quindi popolare tedesca attraverso le isti-
tuzioni che la rappresentano, sia per quanto riguarda le
scelte e le linee politiche interne sia per quanto riguarda
lesposizione nanziaria dello Stato tedesco nel contrarre
nuovi debiti. Lultima parola, a prescindere dallammon-
tare dellindebitamento nazionale, cui comunque si d
un limite massimo di 190 miliardi anzich lasciare carta
bianca ai supergovernatori del MES, spetta insomma alle
istituzioni democratiche tedesche.
Lassordante silenzio nel nostro Paese sullargomento, al
confronto con quanto avvenuto in Germania, induce a
interrogarsi sulla qualit dellinformazione. La quota ca-
pitale italiana al momento di circa 125 miliardi di euro
(125.395.900.000 euro), per circa 5 miliardi allanno per
i primi tre anni, da corrispondere al di sotto delle condi-
zioni che il MES impone, rispetto alle quali la Corte Co-
stituzionale italiana non si mai espressa. Il MES tuttavia
ha la facolt di accrescere gli importi in regime di arbitra-
riet assoluta e di insindacabile giudizio, ed ha il potere di
dettare i modi e i tempi di corresponsione da parte degli
Stati, mentre per la Germania, a dierenza del nostro Pa-
ese, dovr aspettare il parere del Parlamento tedesco.
Il motivo per cui la Corte Costituzionale italiana, come
quella tedesca, dovrebbe occuparsi della costituzionalit
del MES, naturalmente lo stesso che ha portato alla pro-
nunciazione della Corte tedesca; viene meno il principio
stesso della democrazia e quindi larticolo 1 della Costitu-
zione: LItalia una Repubblica democratica, fondata sul
lavoro. La sovranit appartiene al popolo, che la esercita
nelle forme e nei limiti della Costituzione.
Tuttavia, trovandosi in regime di disparit rispetto ad al-
tri Stati con i quali si concorre a cedere parti della propria
sovranit, si contravviene anche allarticolo 11 della stessa
costituzione italiana: LItalia ripudia la guerra come stru-
mento di oesa alla libert degli altri popoli e come mezzo
di risoluzione delle controversie internazionali; consente,
in condizioni di parit con gli altri Stati, alle limitazioni
di sovranit necessarie ad un ordinamento che assicuri la
pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le
organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo [corsivo
nostro]. Dopo il pronunciamento della Corte Costituzio-
nale tedesca di tutta evidenza che non ci troviamo pi
in condizione di parit con gli altri Stati nella limitazione
della sovranit, dunque in Italia dovremmo ricorrere in
Corte Costituzionale due volte.
Per come viene presentato dai media, il MES un tratta-
to internazionale che ha lo scopo di costituire un fondo
salva Stati, ma a ben guardare a quanto sta accadendo,
si rivela essere un fondo di salvataggio delle banche. Ta-
le trasformazione avvenuta nel marzo 2012 scorso do-
po una riunione dellEcon, nella quale si deciso che il
MES avrebbe potuto avere anche la nalit di salvare le
banche, dopodich sembra salvare quasi solo quelle. Si
parla di attingere al MES per dare 100 miliardi di eu-
ro alle banche spagnole. Non si dice per che di questi
100 miliardi, 20 miliardi tondi proverranno dal nostro
Paese, e che per nanziarli, dovremo pagare tassi di inte-
resse altissimi (6/7%) mentre le banche spagnole, questi
soldi li potranno restituire a tassi notevolmente pi bassi
(3/3,5%). Anche su questo punto c disparit.
Ma torniamo ai nostri debiti. Dovendo pagare 125 mi-
liardi al MES, e non disponendo di questa somma, lo
Stato italiano costretto a contrarre nuovo debito, con
degli interessi proporzionali allo spread che, come si sa,
attualmente molto elevato. Ci si aspetterebbe tuttavia
che avendo aderito al fondo e acquistato delle quote di
capitale, se il nostro Paese dovesse andare in default (cosa
sempre pi probabile) dovremmo poter battere cassa ed
avere gli indennizzi a fronte della condizione di dicolt
in cui ci troviamo, ma ci non accade. Questa organizza-
zione intergovernativa non agisce come un ente assicura-
tivo che rimborsa il proprio cliente allorch si verichino
le condizioni previste dal contratto. Il MES elargisce a
propria assoluta discrezionalit altri prestiti ad interesse,
assumendo tuttavia il potere di esercitare ingerenze nelle
direttive in materia politica ed economica, al ne di ga-
rantirsi la restituzione dei prestiti.
Lautore:
Massimilano Bonavoglia, dopo la
Laurea in Filosoa (110/110 con
Lode) con una tesi su Martin Hei-
degger, Il concetto della verit in
Martin Heidegger, ha seguito un
dottorato di ricerca presso lo IAP
(Internationale Akademie fr Phi-
losophie im Frstentum Liechten-
stein for Platon Institut). Tiene
regolarmente conferenze in Filosoa politica e storia della Filosoa e
partecipa come opinionista a svariate trasmissioni televisive.
75
PuntoZero
Nexus New Times 108
Forse, ogni essere umano dotato di sensibilit e intelli-
genza si chiesto almeno una volta nella vita: Chi so-
no? Cosa ci faccio qui? Come funziona la realt?
Personalmente ho memoria del fatto di essermi posta per
la prima volta queste domande quando ero molto picco-
la. Da bambina mi domandavo se davvero la vita potesse
essere solo tristezza, angherie e soerenza, o se potesse
esistere anche dellaltro...
Man mano che crescevo, osservavo intorno a me tante
persone che raccontavano di volersi dedicare ad una serie
di esperienze di un tipo o di un altro, che sarebbe piaciu-
to loro fare, ma che non potevano fare perch i doveri,
le priorit e non si sa quali altri innumerevoli disastri
impedivano loro di vivere. Vedevo queste persone accu-
mulare giorno dopo giorno veleno nel sangue e am-
malarsi velocemente; avevano represso s stesse perch
le credenze limitanti e depotenzianti di una mentalit
ignorante e malata avevano impedito loro di esprimersi e
dunque di crescere.
Come dimostrato dalle nostre impronte digitali, dal tim-
bro della nostra voce e dalliride, ciascun individuo nasce
unico ed irripetibile, con talenti ed abilit unici ed irri-
petibili. A quanto pare, la Natura non conosce copie, ma
solo originali. Chiss come mai, storicamente il tentativo
di reprimere e sminuire loriginalit dellindividuo e la sua
completa espressione stato cos forte...
Nel lm Lattimo fuggente del 1989 vediamo lallora fre-
sco e appassionato Robert Sean Leonard nei panni di uno
studente brillante che ama il teatro al quale il padre, no-
nostante leccellente rendimento negli studi, vuole impe-
dire a tutti i costi di sprecare tempo con uno dei suoi
talenti innati: la recitazione. Guardando la pellicola, in
tanti hanno rivisto parte della propria esperienza: non
ci poteva e non ci doveva essere tempo da sprecare
per fare la cosa pi naturale dellesistenza: esprimersi...
Come mai?
Perch si dovevano fare solo ed esclusivamente le cose
che si dovevano fare, per la gran parte decise da altri...
Oggi risulta cristallino che quando si scoraggia un bam-
bino nellespressione delle proprie abilit innate, lo si de-
motiva no ad un totale crollo del rendimento negli studi
e in qualunque altra attivit.
In qualche modo, sembrava quasi che venisse creato ad ar-
te un condizionamento culturale tale per cui lessere uma-
Ognuno di noi un essere unico e
irripetibile, come pure i suoi talenti
innati. Esprimerli liberamente rigenera
la nostra energia vitale, collegandoci
all'Intelligenza Universale per creare
gioia, salute, bellezza e armonia.
IL TALENTO:
LA VOCE DI ANIMA
di Carmen Martina
76
PuntoZero
Nexus New Times 108
no dovesse essere tenuto alloscuro del proprio potenziale
reale e totale; il metodo pi ecace pareva essere portarlo
a non fare, a non esprimersi, a reprimere i propri talenti.
Luomo non doveva conoscere s stesso e le proprie po-
tenzialit uniche ed irripetibili, perch quando lessere
umano esprime s stesso e le proprie abilit innate (la so-
stanza dellessenza interiore che qui chiamiamo Anima),
conosce s stesso e diventa libero, felice, vive in piena
Salute perch fa quello che Ama e di conseguenza Ama
tutto quello che fa.
Mi capitato spesso di incontrare persone che mi dicono
di non poter trovare unora al giorno per dedicarsi al fa-
re ci che Amano perch hanno troppe priorit... e cos,
il martirio diventa la priorit... e i loro corpi diventano
colmi delle tossine dellodio verso s stesse e verso gli al-
tri che hanno rovinato le loro vite... sono cronicamen-
te tristi, i loro visi sono spenti o intrisi di rabbia. Anche se
gli altri, si sa, fanno quello che permettiamo loro di fare. E
cos si prospettano principalmente due possibilit: repri-
mere la propria natura autentica e di conseguenza vivere
in odio, tristezza e malattia, vanicando il senso dellesi-
stenza e morendo di rimpianti, o diventare consapevoli
delle bugie colossali che ci sono state raccontate (dal mio
punto di vista, quella pi grossa che i talenti servono
solo per diventare famosi quando invece nascono per
essere espressi nella vita di tutti i giorni per creare Gioia,
Armonia, Salute e Bellezza), delle credenze limitanti, del-
le mentalit ignoranti e spesso malate... per andare oltre
e riscoprire la nostra vera Natura Umana e Divina ad un
tempo, che si manifesta proprio attraverso lunicit ed ir-
ripetibilit delle nostre doti innate. In fondo, tutti noi
vogliamo esprimere autenticamente noi stessi, questa vo-
ce sempre presente al nostro interno... come se arrivas-
se dalla Sorgente Universale, perch solo quando siamo
autentici viviamo in sintonia con lesistenza e di conse-
guenza felici e in Salute.
Ci troviamo in un sistema che non sembra voler valo-
rizzare lindividuo, ma sminuirlo. Di questo farebbero
tendenzialmente esperienza i bambini nelle scuole: inve-
ce di venire coinvolti nello studio attraverso il metodo di
apprendimento pi semplice e potente, il gioco, per po-
ter dare il meglio di loro stessi, vengono continuamente
rimproverati (la cosa pi idiota e depotenziante che si
possa fare), a volte derisi, denigrati, e il risultato la de-
motivazione totale.
Sembrerebbe quasi tutto studiato ad arte per tentare di
Luomo non doveva conoscere s stesso
e le proprie potenzialit uniche ed irripetibili,
perch quando lessere umano esprime s
stesso e le proprie abilit innate, conosce
s stesso e diventa libero, felice, vive in
piena Salute perch fa quello che Ama e di
conseguenza Ama tutto quello che fa.
Una scena tratta dal lm L'attimo fuggente
77
PuntoZero
Nexus New Times 108
ridurre lindividuo ad un robot che trascina s stesso, con
la mente nel passato o nel futuro, mai dove lui in quel
momento.
Questo non possibile, la Natura Suprema dalla quale
abbiamo avuto origine ci dimostra che la nostra Essenza
Interiore intuitiva e creativa (che per nostra Armonia del
sentire, qui, chiamiamo Anima) una sostanza dellIntelli-
genza Universale divina cos potente da essere Incontenibi-
le e totalmente priva della possibilit di essere manipolata.
il divino dentro ciascuno di noi... e qui facciamo riferi-
mento al divino non in senso religioso ma semplicemen-
te in termini di sostanza vitale della quale siamo fatti.
Ma come si pu ascoltare la voce di Anima?
Semplicissimo! Mettiamola giocosamente cos: la voce dei
conformisti che ci circonda dice ammalati, sii sempre tri-
ste, ingrassa, diventa brutto e quando ti alzi la mattina me-
glio se ti dai un paio di frustate come penitenza preventiva.
La Voce di Anima, della Natura, dellintelligenza univer-
sale, dice: Esprimi te stesso in Amore, creando Bellezza
e Armonia intorno a te, sii presente a te stesso nel qui e
ora. Fai quello che Ami e Ama quello che fai vivendo la
sostanza naturale dellesistenza, la Gioia.
Dedicarci allespressione dei nostri talenti, almeno unora
al giorno, rigenera completamente la nostra Energia Vita-
le. Va da s che la Natura ci ha donato delle abilit inna-
te per farcele esprimere, per farcene fare esperienza e non
per soocarle. come dire nasco con il dono della vista
per mi bendo e vivo senza. Che senso ha?
Quando proviamo Gioia, vuol dire che stiamo facendo
le cose giuste per noi; La felicit lunico parametro,
diceva Osho.
Quando, invece, proviamo uninspiegabile tristezza o pe-
santezza di fronte ad una decisione, vuol dire semplice-
mente che non quella giusta per noi.
La Mente va svuotata ogni giorno dalla spazzatura delle
credenze limitanti, dei pensieri inquinanti frutto di bugie,
della stupidit e grettezza delle opinioni altrui. Quando la
mente pulita noi siamo unione di razionalit e creativit
intuitiva ad un tempo, che esprime s stessa. Ci sentia-
mo integri, felici, sani. Quando accade questo siamo in
Amore, diventiamo luminosi, et biologica ed et anagra-
ca non corrispondono pi (interessanti su questo punto
anche gli studi di Bruce Lipton) perch quando lEssere
esprime totalmente s stesso, il corpo ringiovanisce. Ne
facciamo costantemente esperienza.
Quindi, per tornare alle domande iniziali, noi siamo
Essenza dellIntelligenza Universale che si manifesta. Il
Dedicarci allespressione dei nostri
talenti, almeno unora al giorno, rigenera
completamente la nostra Energia Vitale. Va
da s che la Natura ci ha donato delle abilit
innate per farcele esprimere, per farcene fare
esperienza e non per soffocarle.
78
PuntoZero
Nexus New Times 108
senso dellEssere qui Esprimersi creando Armonia e Bel-
lezza in Amore e Comunione di Intenti con noi stessi e
con gli altri.
Lessere Umano non qui per rimanere nellignoranza di
s, trascinarsi in unesistenza infelice con la costante pau-
ra di invecchiare. Anima dice che ciascun essere uma-
no nasce con un preciso, unico ed irripetibile compito
da svolgere durante il viaggio quaggi, il cui senso sta nel
fare lesperienza di s stesso attraverso lo scambio e la con-
divisione di crescita con le persone con le quali si sente
in risonanza. I talenti unici ed irripetibili di ogni essere
umano sono in qualche modo la sostanza, limpronta di-
gitale di Anima, fatta di una forza vitale propulsiva che
lAmore. Molti studiosi ormai hanno chiarito con preci-
sione che tutto nellUniverso vibrazione e dunque suo-
no. La sica quantistica spiega chiaramente che gli oggetti
che osserviamo non sono oggetti ma onde di frequenza.
Lesperienza ci insegna che anche i pensieri hanno delle
frequenze, e quello che un pensiero frutto di un malinteso
pu causare nel nostro essere e di conseguenza nel nostro
corpo di una potenza inaudita, dal momento che tutto
ci che accade dentro di noi ha una risposta chimica im-
mediata nel nostro corpo.
Nella mia esperienza, stato molto interessante e salutare
scoprire che (come testimoniato anche dagli studi di Ma-
saru Emoto) parole buone e potenzianti creano Armonia,
ma stato ancora pi interessante vericare concretamen-
te che i suoni con i quali pronunciamo le parole che sce-
gliamo, fanno realmente la dierenza nel risultato della
comunicazione e quindi nella realt che creiamo intorno
a noi, ogni giorno.
Nel panorama musicale, attualmente siamo circondati da
canzonette tristi trasmesse da radio e tv, che tendenzial-
mente svuotano e stancano lascoltatore, i cui testi parla-
no di separazione, odio, incomprensioni di ogni genere,
utilizzando un linguaggio poverissimo e terribilmente
confuso... dal momento che risulta cristallino il fatto che
creiamo la realt con i nostri suoni, la domanda : questi
personaggi cosa creano per s stessi?
Sappiamo che i suoni della Natura creano Salute, Gioia,
Bellezza e Armonia intorno a noi e sono celebrazione
dellUnione: in Natura tutto in Comunione di Intenti.
In un mondo di individui consapevoli lunica priorit
vivere in Salute e Armonia esprimendo s stessi: leccel-
lenza una conseguenza della conoscenza di s e delle-
spressione concreta dei propri talenti innati.
Ci siamo accorti che comunicare con Consapevolezza an-
che e soprattutto attraverso la nostra Voce, che lo stru-
mento principale che utilizziamo ogni giorno, signica
conoscere e comprendere tutte le possibilit dei nostri
suoni e dei suoi eetti su noi stessi e sugli altri. Siamo
circondati ovunque da voci che si esprimono con suoni
aggressivi, suoni di allarme (per esempio nei telegiorna-
li che di fatto sembrano interessati solo a creare caos e
a destabilizzare), che utilizzano volumi nettamente al di
sopra di quello naturale e rendono incandescente lorec-
I talenti unici ed irripetibili di ogni essere
umano sono in qualche modo la sostanza,
limpronta digitale di Anima, fatta di una forza
vitale propulsiva che lAmore.
Due magnici esempi di "cristalli d'acqua" divulgati da Masaru Emoto
79
PuntoZero
Nexus New Times 108
chio del malcapitato ascoltatore. Oppure suoni impastati
al di sotto del proprio volume naturale che richiederebbe-
ro uno sforzo enorme per essere decifrati. Nella nostra
esperienza, i suoni della voce completano il linguaggio
del corpo, perch spesso rivelano con chiarezza lo stato
emotivo di una persona. Possiamo davvero scoprire un
Universo Meraviglioso e aascinante nascosto nella no-
stra Voce per esprimere Amore e creare Gioia, Salute, Bel-
lezza e Armonia intorno a noi, nella Vita di ogni giorno,
cambiandone completamente la qualit.
NellUnione dellEsistenza il talento unico ed irripetibi-
le di ciascuno di noi solo una delle innite possibilit
dellIntelligenza Universale ed Energia Vitale Anima di
esprimersi e manifestarsi... questo ci che accade... que-
sta la volont di Anima.
Lautrice:
Carmen Martina (R.d.A. Ananda per la Co-
municazione Consapevole) una ricercatri-
ce indipendente nel campo della crescita
interiore e personale, con studi e approfon-
dimenti che spaziano dalla sica quantisti-
ca alla PNL classica, alla nuova PNL dopo
la sica di Bohm, nonch autrice dei me-
todi Open Energy e Voice Energy; si
occupa principalmente di Comunicazione
Consapevole e Potenziante, Educazione
allespressivit della Voce di bambini, ragazzi e adulti, nel parlato, nel
canto sole voci e nel canto creativo sole voci (del quale ideatrice),
quale strumento di espressione della propria autenticit, conoscenza
di s e consapevolezza del proprio unico ed irripetibile potenziale in-
teriore, che si esprime concretamente, nel qui e ora, nelleccellenza.
Accompagna seminari e percorsi individuali e di gruppo.
educatrice dellespressivit della Voce nel public speaking e nel
voice over (voce narrante fuori campo). I suoi concerti Voce e Ani-
ma Canto Creativo Sola Voce sono unici nel loro genere in Italia.
Nel prossimo numero
Consca delle pensioni, bail-in e tassazioni
Maggiore energia con vitamina C e MSM
Energia luminosa e processi biologici
I campi-L e gli schemi elettrici della vita
Le armi nucleari del III Reich seconda parte
Le misteriose amazzoni dellEurasia
Visione a distanza degli antichi alieni su Marte
e altro...
80
PuntoZero
Nexus New Times 108
La vita si perpetua e si organizza in strutture sempre pi
complesse grazie al piacere e a quel moto di spirito insito
in ogni cellula: il senso della riproduzione di s. Il prin-
cipio di piacere la base arcaica, inconscia dellistinto
di vita, mentre il principio di realt, a detta di Schope-
nauer, viene a creare il meccanismo di volont di potenza
e di aggressivit.
Laggressivit entra nel ciclo di vita come un atto neces-
sario se si pensa ai livelli di organizzazione: sopravvive il
pi forte, il pi intelligente, il pi astuto, il pi adatta-
bile Sopravvivere nel corso dellevoluzione signica
riprodursi, cio garantire laccoppiamento con la femmi-
na-maschio migliore della specie. Ma solo quando lag-
gressivit progettata dalla natura, oppure compresa
dallindividuo in un dato momento, essa ha un senso,
cio attraverso lappagamento del bisogno, dona equili-
brio allecosistema personale.
Anche quando questo senso non si comprende, come nel
caso del seme di grano o dello spermatozoo, ognuno ha
in s la spinta a compiere azioni utili per propagarsi ed
esplicarsi tramite il principio di piacere, che corona ogni
azione sensata. Nellagire di ogni organismo dovrebbe
essere implicito il senso di ogni manifestazione conscia o
inconscia che sia. Tale richiesta pu essere vista come una
evoluzione qualitativa del soggetto, il quale pu essere
portatore di unidea che, come la parola, ha bisogno di
essere a sua volta inserita nella relazione sociale (lingua).
Senso e qualit guidano verso le strutture pi complesse.
Per, se questa ricerca di senso proviamo ad applicarla
allindividuo, alluomo di oggi, ci troviamo in seria dif-
colt: dove troviamo il piacere che dovrebbe essere pro-
dotto dalle sue azioni sensate?
La cultura e le scienze, che si dovrebbero occupare del
suo benessere e del suo equilibrio, lo studiano dividendo-
lo in organi ed atti disgiunti dal pensiero, dallambiente
e dallhabitat. Il suo ecosistema, le interazioni tra fuori
e dentro, creano disagio e alienazione, mentre le scienze
ammettono solo le reazioni visibili come anomale o de-
vianti. Se vogliamo che la cultura comprenda lindividuo
nella sua complessit, bisogna tornare ad occuparsi del
piacere e della riproduzione, cio della evoluzione quali-
tativa di s e della specie.
Sarebbe utile e necessario stimolare lindividuo ad agire
perch ogni azione, anche quella tentata e persa, d la
Questo saggio si propone di
comprendere luomo nel suo disagio
mentre lotta con una cultura alienante,
per aiutarlo a comprendersi e a prevenire
laggressivit e linsoddisfazione dovute
alle relazioni sociali, affettive e sessuali.
IL SENSO
E LA SESSUALIT
di Nada Starcevic
81
PuntoZero
Nexus New Times 108
possibilit di comprendere e migliorare il prossimo atto,
come uno sportivo potr usufruire di un prossimo tenta-
tivo e miglioramento.
Lazione a livello biologico restituisce allorganismo une-
nergia e un equilibrio, percepito come omeostasi, del
quale ultimamente la nostra cultura sembra sempre pi
sprovvista.
Si deve presupporre che lazione sensata sia insita nel-
la materia, visto che un pino marittimo e un salice non
succhiano i medesimi elementi dalla terra nella quale
entrambi crescono. Ma non cediamo alla teoria in base
alla quale il destino solo quello codicato nel DNA.
Lassimilazione e la sintesi non sono soltanto una que-
stione meccanica, ma anche aettiva e selettiva. Una per-
sona interagisce sempre con lambiente. Possiamo trovare
una conferma di ci osservando, ad esempio, alcuni pri-
mati rinchiusi negli zoo. Questi, nonostante la garanzia
del cibo, spesso non si riproducono. Segno che il senso
del loro istinto riproduttivo non risiede solo nel DNA
o nellistinto, ma anche nellambiente nel quale vivono.
Quando il disagio di questo ambiente viene percepito
dallindividuo, la parte arcaica dellorganismo inibisce la
funzione riproduttiva.
Prima di ogni devianza, prima che intervengano le mani-
polazioni culturali e psicologiche, la natura ricompensa le
giuste azioni con il piacere.
Purtroppo muoverci nel labirinto della cultura e rimanere
fedeli a una propria natura, come il pino e il salice, diven-
ta unimpresa ciclopica e le scienze non possono, come le
stelle, rimanere a guardare.
La linguistica nella valutazione dei sentimenti
Lindividuo, nella sua relazione intima e aettiva, esprime
s stesso a molti livelli. Tutto di lui parla. Ci che non tro-
va parole si esprime in gesti, atti, silenzi. Nella sessualit i
due linguaggi portano in supercie i processi emotivi in-
consci, superando la coscienza e la sua griglia di controllo.
La sfera sessuale attiva tutte le strutture del sistema ner-
voso: ipotalamo, sistema limbico e sistema corticale. Di
conseguenza lincomprensione dei processi che inibisco-
no o deviano le normali attivit di queste richieste istin-
tuali pu essere alla base di molti disturbi psicosomatici e
comportamentali. Questo ci porta alla ragione di questo
saggio: la valutazione delle problematiche legate alla ses-
La sfera sessuale attiva tutte le strutture
del sistema nervoso: ipotalamo, sistema
limbico e sistema corticale. Di conseguenza
lincomprensione dei processi che inibiscono o
deviano le normali attivit di queste richieste
istintuali pu essere alla base di molti disturbi
psicosomatici e comportamentali.
Ren Magritte, Les amants (gli amanti), 1928
82
PuntoZero
Nexus New Times 108
sualit e una modalit per prevenire tali disturbi. Inne si
propone un progetto per leducazione e lautovalutazione
di questo lato oscuro della forza.
Nel linguaggio di L. Geymonat, lindividuo unattivi-
t che si esprime attraverso un insieme di manifestazio-
ni che potremmo dividere in due classi: una riguarda
la natura conoscitiva, sica, percepibile e laltra riguar-
da la sfera sentimentale, aettiva e perci anche sessuale.
Lanalisi e la valutazione complessiva creano un ostaco-
lo quasi insormontabile tra questi due sistemi. Serve un
ponte per collegare lo studio empirico e riproducibile
con quello delle emozioni e dei sentimenti. Solo cos si
potrebbero dedurre il senso e la ragione dellagire umano.
Dopo gli studi di L. Geymonat e la via indicata con la
sua Filosoa dei sentimenti, possiamo tentare di supe-
rare questa dicolt prendendo a prestito la linguistica e
la semiologia, suggerita da F. de Saussure, considerando
la linguistica nella sua duplice azione: lingua e segno. La
lingua con la sua struttura analizzabile da diversi punti di
vista: sico, psichico sociale e la semiologia, come quel-
la branca di studio che si occupa dei segni, come forme
espressive di tutto ci che non verbale. Consideriamo la
struttura della lingua come un ente in cui ogni elemento
ha un valore determinato da s e dal rapporto con tutti
gli altri elementi.
La linguistica di de Saussure arriva in aiuto suggerendo
luso simbolico di due aspetti da lui proposti, lingua
e parola. La prima rappresenta il momento sociale del
linguaggio ed costituita dal codice di strutture e regole
che ciascun individuo assimila dalla comunit di cui fa
parte, senza poterle inventare o modicare; la seconda ,
invece, il momento individuale, cangiante e creativo del
linguaggio, ossia la maniera in cui il soggetto che parla
utilizza il codice della lingua in vista dellespressione del
proprio pensiero personale.
Si ottengono cos due dati utili per comprendere lindivi-
duo tramite luso del linguaggio. Sono due aspetti die-
renti: uno apparentemente statico che garantisce le regole
per le relazioni sociali, laltro diacronico che in rappor-
to allindividuo e alla sua personale evoluzione. come
il gioco degli scacchi, che si basa su regole codicate e su
azioni creative, in cui ogni giocatore interagisce con tutti
gli elementi, senza compromettere il sistema.
Se riportiamo questo modello alle interazioni umane, ot-
teniamo la possibilit di valutazione dei comportamenti
sociali (la lingua), sui quali le azioni e le dierenze sog-
gettive ed emotive (la parola) danno allindividuo la pos-
sibilit di interagire esprimendo le dierenze di identit
sentimentale soggettiva.
In questo modo mediante la lingua possiamo dire di aver
posto le basi per unanalisi in cui il sociale, cio lo stru-
mento vericabile (grammatica e sintassi), si incontra con
lindividuale, psichico, sentimentale della parola.
Spesso le persone scontano la loro incapacit di relazio-
narsi con il loro prossimo e, come spiega il professor
G.Gulotta, nei suoi studi, possono arrivare a sorire di
numerosi disturbi del comportamento.
Ecco quattro esempi da lui portati, che sintetizzano le si-
tuazioni e le conseguenti devianze dovute alle dicolt di
comunicazione:
si pu accettare di comunicare con laltro;
si pu riutare apertamente il dialogo;
ci si pu rifugiare dietro a un sintomo: mal di gola, mal
di testa, ubriachezza;
si pu squalicare la propria o altrui comunicazione
contraddicendosi o contraddicendo, distraendosi, sal-
tando di palo in frasca, essendo evasivi, fraintendendo
e cos via.
Trasferendo questa valutazione nella vita di coppia, avremo:
buon adattamento reciproco;
un comportamento litigioso;
le nevrosi;
una vera e propria malattia mentale.
Oggi, numerosi studi sulla comunicazione e sulla malattia
confermano come un modello di relazione possa portare
alle peggiori malattie.
La griglia usata dal modello MAKOS 21 descritto pi
avanti viene utilizzata nella prevenzione e nel recupero
dei comportamenti aggressivi.
A questo punto la linguistica ci ore, con la semiotica,
cio la lettura dei segni e dei simboli, un ulteriore model-
lo in grado di valutare la sfera sentimentale e intima che
si esprime mediante il linguaggio analogico proprio della
sessualit.
Se, come abbiamo gi detto, lindividuo unattivit che
si esplica attraverso un insieme di manifestazioni, allo-
ra le scienze dovrebbero essere in grado di comprendere
la struttura base, istintuale, per la quale tutti gli indivi-
dui agiscono mossi dagli stessi bisogni (listinto di soprav-
vivenza, prima di tutto) della struttura-individuo e della
struttura-specie. Ma allo stesso tempo devono essere in
grado di dare parola al soggetto in modo da arricchire la
base istintuale comune e soprattutto orire al soggetto un
Spesso le persone scontano la loro
incapacit di relazionarsi con il loro
prossimo e possono arrivare a soffrire
di numerosi disturbi del comportamento.
83
PuntoZero
Nexus New Times 108
contenitore sociale. Cos si possono limitare le situazioni
di disagio e alienazione e garantire a ciascuno una evolu-
zione qualitativa.
Leros divino di Platone
Ad un famoso convivio platonico, un ospite, mettendosi
a parlare delleros disse che esistevano due modi per viver-
lo: uno apparteneva al basso popolo e allo schiavo, mentre
laltro era degli eletti, dei dotti e degli dei.
Alla stessa tavola prendeva la parola Erissimaco che, par-
lando della sua arte, la medicina, considerava i due tipi
damore, posti nello stesso corpo, uno tendente a essere
malato e laltro sano. Ma se vogliamo essere dei bravi me-
dici disse per esprimerci in modo sommario, la medicina
la scienza del corpo e colui che riesce a distinguere lamore
brutto dallamore bello e chi sa permutarli veramente medi-
co competente, e in coloro in cui non c amore sa suscitarlo e
insegnarlo, colui valente nella sua arte. (Platone, Simposio)
Oggi, dopo anni di ricerca clinica, con laiuto della lo-
soa potremmo sintetizzare le parole di Socrate in un lin-
guaggio corrente: il primo modo riguarda il sesso come
spinta istintuale che per essere soddisfatto non ha bisogno
di una selezione aettiva e sentimentale e viene elabora-
to solamente nellipotalamo, cio nella parte pi antica
del cervello, quello che precede i mammiferi e ci lega, a
ritroso, nella catena evolutiva ai rettili. Fisiologicamen-
te, quella spinta istintuale allaccoppiamento non passa o
non conosce la via dellevoluzione limbica e neocorticale.
Il secondo modo, quello che Platone indica come subli-
me, suggerisce una scelta aettiva in base alla quale Uno,
tramite lAltro e con lAltro, trascende i corpi ed entra nel
ciclo cosmico e divino.
In questo modo il sentimento non diviso dal corpo e
lindividuo ritrova il senso compiuto della sua azione.
Lappagamento trascende i singoli sensi e d la percezione
di unit e di legame che oltrepassa i due partner e crea un
terzo ente.
Cos uno pi uno non una semplice somma, non fa due
ma tre, e il soggetto non pi lo stesso di quello che era
prima di quellunione. In questo modo il DNA include
nelle proprie sinapsi nuove esperienze che dicilmente
potranno essere cancellate.
Dopo questa lunga analisi, eettuata attraverso pi di cin-
quecento colloqui semi-strutturati, ho compreso le parole
di Erissimaco: lequilibrio e il benessere vengono garantiti
solo quando la spinta istintuale trova nelle proprie azioni
la graticazione e il senso.
Naturalmente, ogni gradino del livello organizzativo evo-
lutivo ha un diverso senso, una diversa ragione di agire ed
esprimersi in quello specico modo.
In questo modo il sentimento non diviso
dal corpo e lindividuo ritrova il senso
compiuto della sua azione. Lappagamento
trascende i singoli sensi e d la percezione
di unit e di legame che oltrepassa i due
partner e crea un terzo ente.
Jean Delville, La Scuola di Platone, 1898
84
PuntoZero
Nexus New Times 108
Man mano che procedevo nella elaborazione dei dati, ri-
sultava sempre pi chiaro che nel primo gruppo, quello
denito da Platone come plebeo, si trovavano soggetti
ansiosi, depressi, nevrotici, aggressivi e narcisi.
Risulta chiara allora anche laermazione che pronunci
il Medico durante quel convivio il vero medico co-
lui che riesce a riportare leros malato e sconcio a livello
sublime (Platone, op.cit.)
Platone intendeva inglobare in un sistema losoco
quellimpulso erotico che allo stesso tempo elementare
e cosmico.
E se Platone ci spinge a capire la dierenza fra lamore
primitivo e quello sublime, gli strumenti della linguistica
e della semiotica ci aiutano a capire e riconoscere limpul-
so sano da quello malato e come operare la transizione
dalluno allaltro.
Da tutto ci risulta necessaria lunione tra la scienza e la
losoa. Non possiamo continuare a considerare i senti-
menti come qualcosa che comprometta il funzionamento
meccanicistico della materia.
Nonostante la dimostrazione sica che la materia non
pu essere messa solo nelle regole meccanicistiche, anco-
ra oggi la medicina continua a catalogare il buon funzio-
namento dellorganismo come qualcosa di autonomo e
disgiunto da ogni elemento intimo, negando la relazione
con i sentimenti e lambiente, ossia con le interazioni nel
loro complesso.
A questo punto sorge spontanea la domanda: visto che la
libert sessuale garantita, come mai esistono cos tante
persone che, pur essendo culturalmente evolute e quindi
predisposte a desiderare e ricercare la qualit soggettiva,
rimangono ancora nel limbo, vittime di un sesso fru-
strante? Come mai la nostra cultura mediante la losoa
non attribuisce la giusta importanza allestetica, ossia a
quellattivit fondamentale per riconoscerci moralmente
appagati? Dove ci siamo smarriti? Chi quel medico che
pu riportare lEros malato a essere sano?
Forse la vera cultura sar quella che non nega gli istinti
ancestrali ma che li eleva, l dove lestetica e letica si in-
contrano e ridanno Senso e Dignit allumano, anche se
Forse la vera cultura sar quella che non
nega gli istinti ancestrali ma che li eleva,
l dove lestetica e letica si incontrano e
ridanno Senso e Dignit allumano, anche
se troppo umano.
85
PuntoZero
Nexus New Times 108
troppo umano. Una cultura che comprende gli esseri
complessi ma unitari, perch laltro un nostro simile,
uno che possibile ri-conoscere solo per ci che abbiamo
imparato a conoscere di noi.
Ecco spiegata la ragione dellimperativo categorico dello-
racolo di Del: conosci te stesso!
Come fare? Come conoscermi se, da quando nasco a
quando muoio, nessuno si occupa dei miei sentimenti e
dei miei bisogni, nessuno vuol sentire la parola desiderio
o piacere, nel deserto educativo che ne risulta? Non sono
forse individuo, unico, irripetibile? E allora perch vengo
considerato una massa da plasmare in forme predenite,
omologate e avallate dalla cultura dominante?
Non mi considero razionale, ma come direbbe Cassirer,
sono razionabile. Perch invece i miei insegnanti sono
convinti di essere razionali? Forse perch dominano o ne-
gano gli istinti oppure non dialogano con le parti basse
e sono convinti di poter imporre il diktat della parte alta
del cervello a quella animale, senza compromessi, e sen-
za arrecare danni.
Come individuo non ho interlocutori, esisto solo come
parte in mano ad uno specialista del dettaglio che pur-
troppo ignora le relazioni con il tutto.
Con il medico posso parlare della disfunzione di un or-
gano o del dolore in una parte del corpo, ma se lorgano
non risulta leso vengo mandato da un altro specialista e
cos, come disse Buzzati, dal settimo al primo piano no
alla ne.
Se mi inducono a credere che la sessualit sia un atto
impuro, allora devo confessarmi e umiliarmi davanti al
prete per il quale la sessualit solo un elenco di regole e
lamore solo quello cristiano.
Torniamo a parlare di quelluomo che si deve conoscere,
colui che nella parabola biblica lascia le garanzie che pos-
sedeva come schiavo: cibo, casa, sesso e discendenza per
inseguire la sua terra promessa.
Tutte le antiche culture e le religioni ci inducono a con-
siderare lintuizione come un sentimento umano indi-
spensabile, una capacit biologica e antropologica che nei
milioni di anni ci ha guidato verso organismi sempre pi
strutturati, sempre pi perfetti.
In questo lungo percorso le sue guide sono state da sem-
pre i due stimoli: il piacere di unazione riuscita e il senso
di disagio che provoca unazione non graticante.
Cos, dalla notte dei tempi, la ricerca della qualit segna
il percorso dellindividuo come soggetto autoreferenziale
e sociale allo stesso tempo. Questo modo di essere unico
e sociale ha posto le basi per una morale intuibile da tutti
come struttura in cui la persona non solo non disgiunta
dallinsieme, ma deve anche essere portatrice creativa del-
la soggettivit nella struttura.
La gabbia dei dogmi
A tuttoggi siamo sottomessi alla cultura che si impone
come dogma, togliendoci la vera dote che la natura ci ha
fornito per poter diventare uomini liberi in grado di prov-
vedere ai propri bisogni.
Per una logica conseguenza, bisogna aggiungere che que-
ste doti sono tanto pi richieste quanto pi una societ
basata sul capitale e sul protto. Nella parabola biblica
dellEsodo troviamo chiaro un altro messaggio per non
smettere di camminare sulla retta via, cio la via verso s
stessi: il divieto di idolatrare qualunque vitello doro.
chiara lindicazione: adarsi a s, come unico ente che,
in quanto sintesi biologica e psicologica, capace di valu-
tare, di leggere e interagire con i messaggi provenienti
dallinterno e dallesterno, di adattarsi o di fuggire, nel
caso non fosse in grado di modicare il contesto, lam-
biente, lhabitat nel quale si viene a trovare. Parafrasando
Heidegger: non son pro-gettato come un pesce per il suo ma-
re, sono gettato nel mondo in cerca di me e del mare nel quale
mi possa sentire a mio agio.
Dovremmo considerare la regola del conosci te stesso
come una unit di misura aettiva che la cristianit ri-
prende con lesortazione ama il prossimo tuo come te
stesso. In questo modo acquisiamo la capacit di entrare
in relazione con laltro e sentire il piacere dato dallintimi-
t o riuscire a riconoscere la mancanza di empatia e sot-
trarsi, quando questa viene a mancare.
Nel suo libro Genitalit e cultura Franco Fornari eviden-
zia lassenza, nella teoria della sessualit di Freud, del con-
cetto di Logos, e cio di quella serie di segni e simboli
analogici che determinano una genitalit matura rispet-
to alla pregenitalit. Ne deriva la possibilit di valutare
il senso e la qualit delle relazioni aettive e sessuali.
Come sua allieva ho continuato su questo percorso con una
tesi sulla sessualit tra natura e cultura, e ho cercato di de-
nire e rendere comprensibile ununit di misura aettiva.
I tre livelli del rapporto amoroso nel metodo MAKOS 21
Riporto nella prossima tabella i tre livelli di evoluzione e
lattivit mentale che si sviluppa tramite richieste sempre
pi complesse.
Tutte le antiche culture e le religioni ci
inducono a considerare lintuizione come un
sentimento umano indispensabile, una capacit
biologica e antropologica che nei milioni
di anni ci ha guidato verso organismi sempre
pi strutturati, sempre pi perfetti.
86
PuntoZero
Nexus New Times 108
La tabella indica il percorso del messaggio che parte
dallipotalamo e che ad ogni stadio dello sviluppo poteva
soddisfare con laccoppiamento gli individui giunti allo
stesso livello.
Se il desiderio sessuale listinto che ci lega al coccodril-
lo in quanto proviene dallipotalamo, oggi per trovare la
sua graticazione, lindividuo evoluto avrebbe bisogno di
passare dallipotalamo al limbico e al corticale; cio dalla
a) alla b) alla c) (v. schema sottostante), in modo da appa-
gare anche limmaginazione e il desiderio di qualcosa di
assolutamente soggettivo.
Per piantare un chiodo nel muro si attiva una parte del
cervello grande come uno spillo mentre per soddisfare
e graticare s stessi nella sfera aettiva e sessuale sono
coinvolti, o dovrebbero essere coinvolti, i tre livelli del si-
stema nervoso centrale con i relativi stati mentali.
Schema dellevoluzione del cervello e del pensiero
a) Ipotalamo a) Pulsionale a) ci che
b) Limbico b) Apprendimento b) come potrebbe essere
c) Corticale c) Immaginazione c) come vorrei che fosse
Se parliamo di sessualit come bisogno pulsionale, come
di unesigenza siologica, per cui non necessario badare
a chi sar il partner o a ci che si sente durante latto, si-
gnica che si pu scambiare un partner con un altro e che
gli individui non hanno superato quella fase del rettile e
subiscono lerezione allo stesso modo di un cavallo o di
un toro, con una grossa dierenza: gli animali corteggia-
no e si accoppiano con la femmina solo quando questa
pronta e manda a sua volta chiari segnali di disponibilit
allaccoppiamento.
Quando gli individui sono allo stesso livello, nessuno dei
due viene deluso perch la qualit raggiunge esattamente
lo scopo e ha il senso insito in quellazione.
Lipotalamo, che nellanimale come nelluomo d linput
al bisogno sessuale, accetta questo fatto come ci che
necessario.
Nella parte limbica limpulso proveniente dallipotalamo
viene elaborato dai dati culturali che sono sottoposti ad
alcune regole personali o soggettive che tentano di realiz-
zare il come potrebbe essere. Qui la sessualit si diver-
sica: una cattolica osservante e una ragazzina tailandese,
magari venduta al mercato del sesso, devono trovare en-
trambe un diverso senso alle loro azioni.
Inne, nella parte neocorticale, dovrebbe attivarsi linte-
grazione del risultato dei due precedenti passaggi, aggiun-
gendo la propria immaginazione alla selezione del partner.
Il desiderio in questo modo supera e guida la pulsione a
percorrere il labirinto dellapprendimento, cercando lin-
timit nella relazione che non pu essere realizzata se non
tramite la comunicazione dei tre livelli di questa struttura
complessa, frutto della nostra evoluzione.
A questo proposito ho creato il metodo MAKOS 21
in decenni di lavoro clinico e di ricerca interdisciplinare
autonoma e lho presentato in varie universit italiane e
straniere, come metodo di prevenzione e terapia in vari
stati dello stress e del disagio. Suggeriamo di insegnarlo
anche a medici e psicologi e in scuole di specializzazione.
Il desiderio in questo modo supera e
guida la pulsione a percorrere il labirinto
dellapprendimento, cercando lintimit
nella relazione che non pu essere
realizzata se non tramite la comunicazione
dei tre livelli di questa struttura complessa,
frutto della nostra evoluzione.
87
PuntoZero
Nexus New Times 108
Il metodo prevede sei chiavi di valutazione:
1. Relazione con il cibo
2. Qualit del sonno e sogni
3. Aettivit eros
Queste prime tre chiavi sono endogene.
4. Logos ossia capacit di comunicazione
5. Espressione di s (talenti)
6. Cre-attivit
Queste ultime tre chiavi sono la base dellevoluzione qua-
litativa del soggetto.
Usando un graco, si valuta la qualit di entrambi i sog-
getti della coppia durante latto sessuale e si stimano i
diversi livelli di soddisfazione. un metodo che oltre a
poter essere un sistema di autovalutazione potrebbe essere
utilizzato da medici e psicologi per una veloce diagnosi
che permetta di integrare latto empirico con latto sen-
timentale e vericare cos lequilibrio e il benessere del
soggetto. In questo modo la collaborazione tra scienza e
losoa sarebbe di grande utilit.
Nel caso in cui entrambi i partner risultino graticati
dallamplesso, e cio entrambi abbiano soddisfatto le ri-
chieste intime della qualit, si troveranno con lenergia
dovuta alla memoria positiva, entrambi desiderosi di ri-
petere lesperienza.
Nel caso presentato dal graco qui sopra, invece, esiste
una notevole dierenza nellappagamento dei due part-
ner, che stata numericamente quanticata in 47. Questa
dierenza fa s che lincomprensione dovuta alla insuf-
ciente graticazione risulti dannosa per entrambi. Nel
caso del partner che sembra pi graticato (M=+74), in
realt la percezione della insoddisfazione dovuta alla po-
ca energia sviluppata nella partner, porter ad una serie
di ricadute negative sullequilibrio e sulla comprensione
nella coppia.
Tutta questa incomprensione determina un conitto
quotidiano che si esprimer invadendo altri campi, dove
lo stress attiver la produzione degli ormoni che portano
a comportamenti aggressivi o alle malattie psicosomati-
che e nervose.
In conclusione possiamo dire che, usando gli strumenti
della linguistica integrati nel metodo MAKOS 21, pos-
siamo analizzare lo stato evolutivo di un essere umano, la
sua capacit di esprimere il proprio potenziale personale.
Tutte le volte che questa evoluzione non viene compresa
e manifestata, dobbiamo supporre che sia lindividuo che
la societ possano mostrare sintomi di impoverimento,
degrado, aggressivit e ogni altra forma di squilibrio, han-
dicap, disfunzione.
La losoa e le scienze dovrebbero allearsi per agevolare
il passaggio da una sessualit incompleta ad una sessua-
lit divina.
Lautrice:
Nada Starcevic, laureata in loso-
a della psicologia e specializzata
in psicoterapia ericksoniana, pre-
sidente della societ pluridisciplinare
di Ricerca Biopsicologica nellinsor-
genza dei tumori, nonch socia del
SIRF (Societ Italiana di Ricerca e
Formazione in Sessuologia).
Ha tradotto Montale, Foscolo e Leo-
pardi in serbo croato; ha pubblicato sulle pagine di scienza e medi-
cina de Il Giornale di Indro Montanelli, e ha scritto per altre riviste
specializzate. Conduce inoltre corsi rivolti ai medici allinterno dei
progetti Ecm (educazione continua in medicina), dove propone il suo
metodo per la comprensione e prevenzione degli stati depressivi.
Docente della Psiconeuroendocrinologia del piacere-benessere pres-
so la scuola di specializzazione di Neuropsicologia Valet a Bologna,
collabora come consulente per la psicoimmunologia con diverse cat-
tedre italiane e straniere.
Nel 2007 Nada Starcevic stata nominata presidente della neofor-
mata UNITRE di Lecco, unassociazione culturale che si occupa della
divulgazione scientica, emotiva e umanitaria.
Organizza corsi e seminari su varie tematiche culturali, valendosi del-
la collaborazione di relatori ed esperti, e porta avanti un progetto
culturale che si pu riassumere nella frase trasmettere sapere e
umanit ed essere di servizio per tutto il territorio. Pu essere con-
tattata tramite posta elettronica (nadastarcevic@hotmail.it) o telefo-
nicamente (333-2723-936)
Nexus New Times 108
88
LA SACRA SESSUALIT
di Salvatore Brizzi
ISBN 978-88-98436-09-5
2013 Arte di Essere Edizioni
www.artediessere.com
Pag. 130 Euro 11,00
Non pochi di voi forse avranno gi
sentito parlare di sesso sacro o di
magia sessuale. Qualcuno magari
si sar anche pi che volentieri fat-
to coinvolgere in queste esperienze
o avr segretamente coltivato il de-
siderio di accedere (attraverso rituali
ed espedienti che lascio allimmagi-
nazione) a piani di beatitudine sen-
soriale molto rari o inaccessibili ai
pi, descritti da molti testi antichi.
Pochi, per, avranno veramente spe-
rimentato ci di cui si parla in que-
sto libro: lapertura del Cuore. Senza
la quale, non solo ogni pratica risulta
vana, ma addirittura pericolosa. Per-
ch, anche se il testo (trascrizione di
alcune conferenze dellautore) parla
dellorigine dei nostri problemi ses-
suali e della prostituzione sacra del
passato e del futuro, sin dallinizio il
lettore viene ravvisato che leggendo-
lo non imparer come vivere lorga-
smo perfetto o come trasformare le
proprie prestazioni in quelle di Roc-
co Siredi o Moana Pozzi (magari
per tenere legato a s il proprio part-
ner ma bens di come uscire da quelli
schemi limitanti che ci fanno vivere
lesperienza sessuale (e non solo) in
modo totalmente distorto da come
essa stata concepita per lumanit
dalla Coscienza. Unesperienza che,
se vissuta con il Cuore aperto, ren-
de lamore fatto tra due amanti uno
scambio di Forza (o Vril, come pia-
ce allautore) spontaneo e consape-
vole. Un salto evolutivo, rispetto al
pi comune sfregamento anatomi-
co tra le parti intime spesso seguito
dallorgasmo (magari solo di uno dei
due, anche se non detto debbano
essere solo due). Una sessualit che,
secondo lautore, massima espres-
sione di sacralit e sacra destinata
a ritornare anche nella societ, co-
me sacro il tempio che gli uomini
chiamano corpo. Una visione del
rapporto sessuale, quella espressa in
questo breve testo, molto lontana da
quella che negli ultimi millenni lha
additato come una pratica peccami-
nosa, ma anche da quella oggi in vo-
ga di una trasgressione da ricercare
a tutti i costi ma che diventa spes-
so, con il tempo, il solo motore del
sentimento e lunico legame fondan-
te della coppia. Proprio per garanti-
re un approccio adeguato a questo
importante rito, invece, un tempo
esistevano donne che accettavano
una missione di servizio (le prosti-
tute sacre) per educare i pi giova-
ni a veicolare correttamente il loro
Vril allinterno del calice femminile
(un rito che sarebbe allorigine an-
che della messa cattolica, per quanto
incredibile a pensarsi). Oggi, invece
come lautore sottolinea a pi ri-
prese leducazione allatto sessuale
viene lasciata ai video porno su inter-
net, con il risultato della ripetizione
robotica di atti appresi meccanica-
mente o, peggio, di trovarsi impre-
parati nel rapporto tra coetanei. Da
cui derivano, spesso, vere e proprie
schiavit emozionali verso forme di
sessualit deviata, in cui laltro divie-
ne (consapevolmente o meno) solo
un oggetto per il proprio desiderio.
Ma non si illuda chi ama lesoterismo
da salotto: parlare di sacra sessualit
per lautore signica anche e soprat-
tutto restare lontano da disquisizioni
metasiche sul sesso degli... di, af-
frontando invece i problemi comuni
ai pi che colpiscono la sfera sessuale
ed aettiva. Limpotenza o leiacula-
zione precoce (per i maschi), linsod-
disfazione sessuale (per le donne) o
un pessimo rapporto con il proprio
corpo (per entrambi), spesso pos-
sono essere il risultato di un cattivo
utilizzo dellenergia sessuale in altre
incarnazioni (lautore cita spesso At-
lantide come esempio di una civilt
che avrebbe abusato del Vril in que-
sto senso), ma hanno alla base, nel
qui ed ora, attitudini auto-sabotan-
ti come la non accettazione di s o
il giudizio costante (verso gli altri e
verso s stessi). Atteggiamenti che
la maggior parte di noi manifesta in
ogni aspetto della propria esistenza,
Recensioni
Nexus New Times 108
89
e quindi a maggior ragione nel rap-
porto sessuale (anche per le eccessive
aspettative che vi ruotano attorno).
In sostanza, il libriccino consigliato
a chiunque voglia comprendere me-
glio le dinamiche sottili che si ma-
nifestano nel rapporto sessuale, non
solo per nutrire la curiosit della pro-
pria mente, ma soprattutto per trar-
re utili spunti per il lavoro su di s.
Buona lettura!
(j.c.)
PICCOLO MANUALE PER UN
GRANDE PASSAGGIO
di Anne Givaudan
ISBN 978-88-96865-36-1
2013 Edizioni Amrita
www.amrita-edizioni.com
Pag. 130 Euro 12,00
Questo libriccino di Anne Givau-
dan si presenta sin da subito al lettore
come un testo agevole, nella lettura
e nella comprensione, e adatto alla
funzione per cui lautrice lha scrit-
to, espressa anche nel titolo: fornire
un piccolo manuale per un passag-
gio che denire epocale sarebbe so-
lo un eufemismo. Si tratta infatti di
una totale trasformazione della realt
che abbiamo vissuto no ad oggi, ge-
nerazione dopo generazione, millen-
nio dopo millennio: il passaggio dalla
nostra attuale terza dimensione alla
quarta e quinta dimensione. Ma
a dierenza dei molti scritti sullar-
gomento, veicolati anche dalla rete,
queste dimensioni vengono presenta-
te dallautrice come stati di coscienza,
condizioni interiori dellindividuo.
Passare attraverso la quarta dimen-
sione signica infatti vivere nellaper-
Recensioni
tura del Cuore e allinearsi allAmore,
superando lattuale terza dimen-
sione, vissuta come il regno (disor-
dinato) delle emozioni. Il passaggio
successivo la quinta dimensione,
cio aprirsi ad una mente superiore
che non giudica ma agisce e crea, -
dandosi totalmente delle scelte della-
nima... questo lUomo Nuovo, uno
stadio evolutivo di fronte al quale
tutta la storia dellumanit come co-
nosciuta sinora stata solo un pre-
ambolo. Un passaggio che avverte
lautrice presenta inevitabilmente
delle complicazioni, anche notevo-
li. Complicazioni per la nostra per-
sonalit, perch in questa transizione
emergeranno tutti i nostri punti de-
boli, inizialmente perch siano scor-
ti, e poi portati a guarigione. Pi che
mai necessario quindi liberarsi dagli
attaccamenti, dai sensi di colpa, dai
fardelli troppo gravosi (e inutili). Tra
questi ultimi, anche quelle credenze
che ci trattengono nel vecchio... tra le
pi comuni: credere nellillusione di
un mondo esterno, governato per il
nostro bene, o nellimminenza di ca-
tastro (la ne del mondo), ma an-
che credere che il corpo sico possa
diventare immortale senza un allinea-
mento degli altri corpi sottili (e quin-
di di quegli aspetti di noi che devono
essere reintegrati), ma soprattutto...
non credere in s stessi (o creder-
ci troppo) e di conseguenza pensa-
re di essere troppo pochi per poter
cambiare le cose. Insomma: lautrice
suggerisce di arrendersi e mollare la
presa, che non signica sottometter-
si, ma lasciare che ci che gi stato
faccia il suo corso, senza la paura di
far morire una parte di noi. I cambia-
menti da arontare, come si avverte
nel libro, avranno inoltre anche pro-
babili ricadute sul corpo sico, vero e
proprio laboratorio alchemico in cui
la crisalide diventa farfalla.
Questa transizione verso altri stadi
dellevoluzione viene vista dalla Gi-
vaudan allinterno di un processo che
denisce eterizzazione della Terra:
una trasformazione alchemica del
nostro pianeta, che molti di noi av-
vertono come una sempre maggiore
apertura verso i propri corpi sotti-
li ed i relativi mondi che ne sono il
riesso, e verso gli esseri che li abi-
tano, che animano la Natura o che
provengono da regni che la scienza
attuale denirebbe lontani. Unal-
tra manifestazione di questo proces-
so, a cui molti stanno assistendo, il
concretizzarsi sempre pi immediato
dei propri pensieri: un motivo in pi
per riprenderne il comando e, con
esso, anche il potere di cui abbiamo
Nexus New Times 108
90
sempre disposto (pur ignorandolo)
di creare la nostra realt.
Il salto evolutivo del nostro pianeta
quindi un tuttuno con il salto epo-
cale dellUmanit che lo ha abitato
sinora. La Terra infatti ha oerto il
proprio corpo per vivere lesperienza
umana e ha accettato di rallentare la
propria evoluzione per aspettare che
anche gli umani siano pronti. Oggi
arrivata ad un punto di non ritorno,
una fase che pu essere paragonata al
passaggio dallinfanzia alladolescen-
za, o meglio ancora al parto... una
nuova nascita, il rinascere a s stes-
si della Terra, dellUmanit e di cia-
scuno di noi. Ecco allora che molti
esseri osservano con attenzione il no-
stro passaggio, molti con ammirazio-
ne, altri tentando di darci una mano,
ma il vero aiuto quello ad entrare
dentro noi stessi, non la creazione di
nuove dipendenze. A questo proposi-
to, lautrice che ha alle spalle anni
di esperienze astrali sottolinea lim-
portanza della qualit dei contatti che
possono venire a crearsi con esseri di
altre dimensioni: spesso, esseri che si
presentano come benevoli, conceden-
do agli esseri umani parte delle loro
conoscenze, potrebbero non essere
realmente tali e prendersi facilmente
gioco di persone che, in buona fede,
possono essere mosse da un deside-
rio di riconoscimento che scambiano
per altruismo. Ma anche queste even-
tualit, con il passaggio alla quarta
dimensione, si mostrano sempre pi
per ci che sono. Come scrivono gli
Esseri Solari, con cui lautrice en-
trata in contatto: Il vostro cuore si
apre e come un antenna sapr rico-
noscere chi d e chi prende. Questo
Recensioni
perch possiamo entrare in contatto
solo con universi, regni o mondi, che
sono in armonia con le nostre aspi-
razioni, con le nostre emozioni, con
le nostre paure. Proprio agli Esseri
Solari dedicato lultimo capitolo,
di cui la Givaudan riporta i messaggi
pi signicativi, ancora oggi attuali,
anch il lettore possa trarne utilit
o giovamento. Messaggi in cui, co-
me del resto in tutto il libro, emerge
la necessit di fare anzich limitarsi a
pensare o sentire, senza aspettative e
senza preoccupazione.
Per concludere, ho trovato questo
piccolo manuale un grande dono,
utile a molti di noi, e lo consiglio a
chiunque voglia intraprendere il pi
bel viaggio mai vissuto...
(j.c.)
IL BAMBINO E IL MAGO
di Salvatore Brizzi
e Riccardo Geminiani
ISBN 9788868200152
2013 Edizioni Il Punto dIncontro
www.edizionilpuntodincontro.it
Pag. 128 Euro 10,90
Quando ci si rivolge al bambino che
in noi, lui non vuole essere scos-
so bens amato. Lui cerca chiarezza,
comprensione, ducia. Lui sempre
in ascolto, e parlandogli con amore
sempre pronto a rispondere...
Recentemente mi capitato tra le
mani questo piccolo volume, e tro-
vandomi nella giusta predisposizione
lho letto tutto dun ato. Sin dalle
prime pagine mi ha subito colpito il
linguaggio semplice e amorevole con
cui Salvatore si rivolge al giovane Ge-
remia, cos tanto curioso di scopri-
re come diventare un vero mago. Ne
scaturisce un interessante dialogo che
diventa una piacevole introduzione
al misterioso mondo esoterico.
Un libro alla portata di tutti, adulti e
bambini, dove i trucchi di magia pro-
posti si rivelano preziosi consigli da
eseguire nella vita quotidiana i quali,
gi con la sola richiesta di vivere in
presenza a s stessi, aiutano a com-
prendere che siamo noi ad attrarre la
nostra realt, che tutto ci che ci ac-
cade creato da noi.
Una piccola guida con un intento
importante, rivolto a tutti coloro che
cominciano a chiedersi chi sono e
desiderano svegliarsi dal loro sonno.
Una porta magica che si apre lascian-
dosi allesterno un mondo che non
ore pi alcunch, ma che guardato
dallinterno di noi stessi tutto da vi-
vere. Naturalmente solo un inizio,
lo spiraglio di una porta che una vol-
ta spalancata ci proietta nella vera vi-
ta che gi .
(t.c.)
91
Nexus New Times 108
Fotocopia e compila il coupon e spediscilo a:
Nexus Edizioni srl - Via Terme 51 - 35041 Battaglia Terme PD
Abbonati on-line http://shop.nexusedizioni.it
Per informazioni: tel. 049 9115516 - fax 049 9119035 - email: abbonamenti@nexusedizioni.it
I vostri dati sono inseriti nella banca dati della NEXUS EDIZIONI srl e sono utilizzati solo ed esclusivamente dalla stessa per linvio di materiale informatico, pubblicitario, e promozionale. Ai sensi dellarticolo 13 L. 675/96 potrete in
qualsiasi momento esercitare i relativi diritti, tra cui consultare, modicare e cancellare i vostri dati, scrivendo a: Nexus Edizioni srl - Via Terme 51 - 35041 Battaglia Terme (PD)
Nome Cognome
Via N
CAP Localit Prov.
E-mail Tel.
Data di Nascita Professione
Direttamente a casa tua senza spese di spedizione? Abbonati.
Prezzo bloccato e un numero in omaggio ogni anno? Abbonati.
Per non perdere nessun numero di Nexus New Times? Abbonati.
Ma in caso di smarrimento da parte delle Poste, mi rispedite la rivista? Certo, sei abbonato.
E se regali un abbonamento Nexus ti spediamo la maglietta di Nexus New Times!
Vuoi sostenere Nexus con un abbonamento speciale?
Questo tipo di abbonamento prevede sei uscite della rivista a prezzo pieno pi un importo aggiuntivo a tua discrezione:
lofferta rimane libera a seconda di come ti senti di intervenire. Lo scopo di questo abbonamento quello di sostenere gli
sforzi che noi tutti stiamo facendo per il nostro diritto allinformazione.
Abbonamento per chi risiede in Italia: e 40 | Abbonamento europeo: e 80 | Abbonamento internazionale: e 100
Puoi chiederci qualsiasi numero, gli originali esauriti sono disponibili in fotocopie.
Ogni dieci numeri acquistati ne avrai uno in omaggio.
Gli ultimi dodici mesi
102
Progetto Censura: le notizie che non fanno notizia - La normalit se-
condo lindustria Psico-farmaceutica - I pericoli nascosti dei cibi indu-
striali - Disonest Scientica e Radiazioni Nucleari - Quenco, un rivoluzionario
convertitore di energia quantica - Il Re dei Giudei e la stella dei magi e altro...
103
USA: "Opzione Salvador" per la Siria - I rischi per la salute dai "Con-
tatori Intelligenti" - Elettricit dell'aria, ioni e benessere - Glutatione:
l'antiossidante per la longevit - Lo straordinario motore magnetico Yildiz - La mi-
steriosa civilt primordiale in Anatolia - L'impero del Leone Alato e altro...
104
Mais Letale: l'insabbiamento della Monsanto - Una nuova prospettiva
sull'asma - in arrivo una superonda dal centro della galassia? - Can-
cro: nuove scoperte e terapie - Incontri ravvicinati nel Triangolo delle Bermude -
Area 51: l'ultimatum di Eisenhower - Pirati di ieri e di oggi e altro...
105
Gas di scisto: la bolla del fracking sta per esplodere - I beneci della
vitamina D3 e della luce ultravioletta - Alimenti OGM e controllo mentale
di massa - L'acqua impoverita di deuterio nelle terapie antitumorali - Avvistamenti
UFO sulle regioni artiche della Russia - L'umanoide di Atacama e altro...
106
I nostri depositi bancari sono a rischio? - Oil Pulling: come disintossicare
l'organismo - La grande inuenza del 1918-19 e il tragico ruolo dell'a-
spirina - E-Cat: le nuove conferme sperimentali - Enigmi dei deserti sudamericani
- L'isteria delle aeronavi negli usa di ne '800 - 8 Hertz: il codice della vita e altro...
107
I dannosi effetti delle tecnologie wi- - Fitolacca: un antico rimedio
terapeutico - Rischio glifosato per gli alimenti OGM - Vi-aqua, una
rivoluzionaria tecnologia per l'agricoltura - Contatti ET ed evoluzione umana - Il
fenomeno del Cerchio Firenze 77 e altro...
Servizio abbonamenti
Che Nexus ti manca?
Scelgo il seguente metodo di pagamento e allego:
Ricevuta di versamento su CCP 41049164


Ricevuta di bonico bancario
IBAN IT06R0845270000009130000970
Intestare il pagamento a NEXUS EDIZIONI srl
92
I libri di Nexus Edizioni
Nexus New Times 108
di Paolo Bonacchi
ISBN 9788889983164
Unopera che esprime in modo assai sem-
plice un pensiero complesso e si propone
di mostrare il legame che unisce la civilt
alla natura, lidentit delle leggi natura-
li e di quelle della ragione, lindustriosit
umana come complemento dellopera della
Creazione.
PAGINE 264
e 18,00
DALLA SOCIET DELLE API ALLE
CITT STATO DEL FUTURO
IL CODICE DI MYA
di Marco Della Luna
ISBN 978-88-89983-06-5
Il Codice di Mya dedicato alla ne dellIl-
lusione, alla bellezza della Coscienza e delle
sue opere. Oltre a svelare i metodi di condi-
zionamento mentale usati nelle sette e nelle
religioni organizzate, delinea e sviscera con
grande nitore ed eleganza i principali temi
losoci ed esistenziali: morte e immortalit,
tempo ed eternit, la realt ultima.
SECONDA
EDIZIONE
PAGINE 286
e 18,00
Marco Della Luna
IL CODICE DI MYA
Tempo, illusione, eternit
2 2
18,00
Marco Della Luna
IL CODICE DI MYA
Tempo, illusione, eternit
Dopo lapertura del Cuore, quella del Logos: lopera di Me-
tasica Realizzativa che il lettore occidentale da molto tempo
aspettava, per superare la palude delle troppe esperienze e
dei troppi Maestri, per volare alla meta con la propria Ragione,
scoprendo in essa le radici delle pi luminose intuizioni dei
Saggi Vedici.
Attraverso i capitoli del libro, il mondo dellIllusione, Mya, vie-
ne gradualmente spogliato dei suoi veli, si apre una conoscen-
za del S libera da morte, dualismi e angosce, e dal bisogno
di ricorrere alla fede per convincersi di ci che non ci si pu
dimostrare: si crede nch non si sa.
Allora appare la risposta positiva e puramente razionale al vero
dubbio dellUomo: la Vita Eterna.
E si delineano, nel superamento del relativismo, i fondamenti
di unetica universale.
LAUTORE
Marco Della Luna, avvocato e studioso dei sistemi di
dominazione sociale, autore del best seller Euroschiavi - I
segreti del signoraggio (Arianna) e di altri saggi tra cui Polli da
spennare, La moneta copernicana editi da Nexus Ed., Basta
con questa Italia (Arianna), Neuroschiavi - Macro Ed., Le chiavi
del potere - KOIN Ed.
M
arco Della Luna
IL CODICE DI M
YA
I SBN 978-88-89983-06-5
9 7 8 8 8 8 9 9 8 3 0 6 5
Seconda Edizione
Collana scientica
OLOS O LOGOS
IL TEMPO DELLA SCELTA
di Teodoro Brescia
ISBN 978-88-89983-19-5
Stiamo vivendo, spesso inconsapevolmen-
te, una rivoluzione epocale diventata irre-
versibile nellultimo quarto del Novecento:
il passaggio dal modello scientico e cul-
turale riduzionistico (logos) a quello olistico
(olos). Un modo nuovo, per il mondo moder-
no e occidentale, di concepire la natura, la
vita e la salute
PAGINE 440
e 25,00
Teodoro Brescia
OLOS O LOGOS
IL TEMPO DELLA SCELTA
Scienza, bioetica e biopolitica per il Terzo Millennio
1
25,00
Teodoro Brescia
OLOS O LOGOS
IL TEMPO DELLA SCELTA
Scienza, bioetica e biopolitica per il Terzo Millennio
Stiamo vivendo, spesso inconsapevolmente, una rivoluzione epocale
diventata irreversibile nellultimo quarto del Novecento: il passaggio dal
modello scientico e culturale riduzionistico (logos) a quello olistico (olos).
Un modo nuovo, per il mondo moderno e occidentale, di concepire la
natura, la vita e la salute, ma con radici antichissime nelle losoe orien-
tali: un ponte tra passato e futuro. necessario che questo passaggio
avvenga in tempo utile, pi coordinato tra le varie scienze e in maniera
pi consapevole.
il tempo della scelta, prima che errati stili di vita del modello riduzionistico
continuino a distruggere interi ecosistemi ed equilibri sociali e ad attivare
in molti di noi processi patologici irreversibili di lieve, media o grave entit.
Solo individuando ed estirpando le radici del pensiero riduzionistico, che
discendono dal dualismo, e sviluppando quelle del pensiero olistico ra-
dici spesso risalenti ad antiche concezioni losoco-religiose delluomo e
della natura potremo creare una nuova cultura scientica, bioetica e bio-
politica per il Terzo Millennio, in cui nalmente lapproccio globale alla cura
della vita e della salute divenga una realt umanamente e scienticamente
fondata per il futuro dei popoli e della Terra.
Al primo impatto potrebbero impressionare la dimensione e gli argomen-
ti trattati, ma gi dalle prime pagine la lettura scorre con un itinerario
sorprendente. Sorprendente per i contenuti e per i molteplici e interes-
santi riferimenti. Nel corso della lettura poi, potrebbe sembrare quasi
catastroco il nostro percorso su questa terra, ma alla ne del testo ci
si sente pi coscienti e pronti per una rivalutazione del sistema attuale e
del nostro vivere quotidiano. Io ci voglio provare.
Marisa Bonometti
LAUTORE
Teodoro Brescia, studioso di olismo e simbologia universale, dottore di ricerca
in losoa e docente del Master in Consulenza Bioetica e losoca presso
lUniversit degli Studi di Bari, dottore in sioterapia, specializzato in MTC e
istruttore di arti marziali. Fondatore del Progetto La Scienza Olistica (2000),
Premio della Cultura (2001), Socio onorario UNSA (2003) e Premio Cucurachi-
Achille (2010), autore di numerosi articoli e volumi tra cui ricordiamo: Il Tao
dello spirito (2000), Il Tao della medicina (2001), Le eterne leggi dellanima
(2004), I misteri del cristianesimo (2006).
Teodoro Brescia
OLOS O LOGOS: IL TEM
PO DELLA SCELTA
1
Collana scientica
IL SEGNO DEL MESSIA
LENIGMA SVELATO
di Teodoro Brescia
ISBN 9788889983249
La presente ricerca, partendo dallo studio
della simbologia sacra, ha dimostrato che
ci che i Magi videro era un segno atteso
e ben preciso e ne ha vericato la presenza
astronomica nella mezzanotte del giorno in-
dicato dallantica tradizione cristiana.
PAGINE 352
e 20,00
LA GUERRA DELLEUROPA
di Monia Benini
ISBN 978-88-89983-23-2
C una nuova guerra in Europa. Una guerra
che si combatte senza fucili, senza cannoni,
senza bombe, ma con le sosticate armi di
distruzione di massa della grande nanza
internazionale. Una guerra che viene da
lontano e che dilaga e contagia anche i
paesi europei.
Disponibile
anche come
ebook (e-pub)
PAGINE 144
e 8,50
LA FRANCIA IN COSTA DAVORIO
GUERRA E NEOCOLONIALISMO
di Tony Akmel
ISBN 978-88-89983-26-3
Una illuminante riessione sulla recente tra-
gedia del paese africano e sulle sue cause
storiche, basata su fatti ben poco conosciu-
ti e ancor meno divulgati, mette in luce le
pesanti responsabilit della Francia e pi
in generale dei potenti interessi economici
internazionali nella destabilizzazione della
sovranit nazionale ivoriana.
Disponibile
anche come
ebook (e-pub)
PAGINE 144
e 8,50
MEDIOEVO SCONOSCIUTO
di Paolo Cortesi
ISBN 978-88-89983-25-6
Esistono ancora isole inesplorate nel gran-
de mare del Medioevo? Pare proprio di s.
Basta guardare, con curiosit irriverente, tra
le pieghe della Storia per avere sorprese:
episodi, gure, usanze che pure hanno fatto
il Medioevo ma che sono stati dimenticati
o travisati. In questo saggio, brillante ma
basato su fonti storiche, tutto sembra inven-
tato e invece nulla lo .
Disponibile
anche come
ebook (e-pub)
PAGINE 240
e 8,50
IL PATTO
di Paolo Cortesi
ISBN 978-88-89983-08-9
Cosa si farebbe pur di ottenere il potere as-
soluto sulla terra? Nella ricerca del misterio-
so eone che assicura il dominio totale, tutti
i colpi sono ammessi, in una lotta segreta e
senza quartiere. Seguendo una oscura rete
di segnali, due studiosi si trovano al centro
di ci che molto di pi che un complotto le
cui origini risalgono ai RosaCroce.
Disponibile
anche come
ebook (e-pub)
PAGINE 304
e 15,00
ACCEDI AL CODICE
DEL TUO CERVELLO VOL. II
di Riccardo Tristano Tuis
ISBN 978-88-89983-35-5
Le onde theta possono aiutare a entrare in
uno stato meditativo pi profondo per chi
pratica meditazione e sono il veicolo che
permette di passare dalla trance leggera alla
trance profonda; le onde theta sono quindi
necessarie per accedere a uno stato menta-
le ottimale nel lavoro con la visualizzazione,
con la verbalizzazione intenzionale e con la
neuro-riprogrammazione di livello II.
ACCEDI AL CODICE
DEL TUO CERVELLO VOL. I
di Riccardo Tristano Tuis
ISBN 978-88-89983-27-0
NEUROSONIC PROGRAMMING quan-
to di pi innovativo si possa trovare tra le
opere audio di neuro-programmazione e
benessere. Questopera stata creata per
portare lascoltatore a uno stato pi profon-
do di coscienza e pu essere impiegata per
abbassare i livelli di stress dopo una lunga
giornata e stimolare il sonno no alla pratica
della meditazione.
LA STELLA DEI MAGI
IL SARCOFAGO DECIFRATO
di Teodoro Brescia
ISBN 978-88-89983-37-9
Dopo 2000 anni, una straordinaria scoperta
archeologica svela il mistero della Stella dei
Magi: la mappa astronomica incisa sul sar-
cofago paleocristiano di Boville, che ritrae la
volta stellata nella mezzanotte dellavvento di
Ges. La stella vista dai Magi era la Stella di
Davide, un segno astrologico che si disegn
astronomicamente allAvvento con laiuto di
un fenomeno inaspettato: la famosa Cometa.
DALLE STRAGI DEL 1992
A MARIO MONTI
di Alberto Roccatano
ISBN 978-88-89983-22-5
In questa ricerca, fondata su solide basi do-
cumentali, poste a perfetta vista del lettore,
si cerca di capire se esista, ben nascosta
allinterno dello Stato, una struttura, ancora
operante in Italia, che non solo tace ci che
sa, ma che dirotta lattenzione di chi pu
giungere a scomode verit.
Disponibile
anche come
ebook (e-pub)
PAGINE 416
e 22,00
PAGINE 164
e 12,00
PAGINE 48 - CD 55'
e 20,00
PAGINE 52 - CD 55'
e 20,00
NOVIT
SCONTO 50% SCONTO 20%
SCONTO 50%
RISTAMPA NOVIT
93
I libri di Nexus Edizioni
Nexus New Times 108
BASTA SEGRETI
BASTA BUGIE
di Patricia Cori
ISBN 978-88-89983-03-4
Anno Maya 2012. Lumanit si trova sulla so-
glia di un cambiamento epocale, una ascen-
sione planetaria. Questo libro smaschera
le oscure lite che controllano il mondo e i
meccanismi con cui cercano di mantenerci
soggiogati e impedire che si compia la mera-
vigliosa trasmutazione di Gaia. Un imperdibile
inno al futuro in arrivo, se sapremo coglierlo.
PAGINE 264
e 17,00
GRA(D)AL
Il segreto della torre
di Devana
ISBN 978-88-89983-01-0
Dalle stirpi degli dei che scesero sulla Terra
al DNA dellimmortalit, dallantico Calice al
misterioso Zed: un percorso di ricerca che si
snoda lungo sentieri insoliti per riannodare
i li spezzati di un remoto passato caduto
nelloblo. Questo libro presenta una delle
ipotesi pi originali e controverse sulle vere
origini e lautentico signicato del Graal.
PAGINE 208
e 14,00
SCONTO 50%
SCONTO 50%
SCONTO 20% SCONTO 20% SCONTO 20% SCONTO 20%
SCONTO 50% SCONTO 50%
RISTAMPA
EARTH UNDER FIRE
Il codice dellApocalisse
di Paul A. LaViolette
ISBN 978-88-89983-02-7
Un codice nello Zodiaco astrologico fareb-
be riferimento ad una Superonda Galattica,
fenomeno ciclico determinato da esplosioni
nel centro della galassia e responsabile dei
disastri tramandati dalle tradizioni di tutte le
culture umane. Questopera illustra unipote-
si brillante e originale, confermata da recenti
scoperte scientiche, e rivolta verso il futuro...
PAGINE 560
e 23,00
CONTATTISMI DI MASSA
di Stefano Breccia
ISBN 978-88-89983-04-1
Allepoca in cui prese piede il fenomeno dei
dischi volanti, in molti affermarono di es-
sere entrati in contatto con i loro occupanti.
Questo libro racconta come interi gruppi
di persone, per prolungati periodi, abbiano
direttamente interagito con entit extrater-
restri sul nostro pianeta.
PAGINE 424
e 20,00
ATLANTIDE RISORGE
di Patricia Cori
ISBN 978-88-89983-09-6
Il libro svela la storia mai raccontata del
genere umano, come e perch la civilt
atlantidea venne manipolata da una cultura
aliena, che ne decret la ne. La caduta di
Atlantide rivela come modicare lesito della
nostra stessa realt e liberarci dalla morsa
del Potere, realizzando il nostro potenziale
come partecipanti liberi allevoluzione del
nostro mondo.
PAGINE 224
e 17,00
Patricia Cori
ATLANTIDE RISORGE
La lotta tra luce e oscurit
7 7
17,00
Patricia Cori
ATLANTIDE RISORGE
Perch Atlantide, la mitica civilt perduta che si sarebbe inabis-
sata oltre tredicimila anni fa, continua a riemergere nella nostra
coscienza collettiva, sospinta da memorie ancestrali rimaste si-
nora profondamente sepolte nellinconscio di ognuno di noi?
Probabilmente perch mai come in questa epoca il genere
umano si ritrovato a ricalcare le orme di quegli antichi progeni-
tori, con la prospettiva di ripeterne gli errori e seguirne il tragico
destino. Come allora anche oggi, infatti, le forze contrastanti e
le sde poste in essere da una ristretta cerchia di potere, intenta
a fare di tutto per limitare il potenziale dellumanit e mantenere
il totale controllo sulla Terra e le sue risorse, potrebbero portare
la nostra civilt sullorlo della catastrofe.
In questo secondo volume dedicato alle rivelazioni dei Portavo-
ce dellAlto Consiglio di Sirio, viene svelata la storia mai raccon-
tata dellumanit, con particolare riguardo a come e perch la
grande civilt Atlantidea fu inltrata e manipolata da una cultura
aliena che la condusse inne alla propria distruzione. Il nostro
autentico destino, la nostra libert come individui e custodi del
Pianeta Terra, sono seriamente messi in pericolo da metodi e
tecnologie paurosamente simili a quelle utilizzate nei confronti
dei nostri antenati.
LAUTRICE
Nativa di San Francisco, Patricia Cori ha utilizzato le sue capa-
cit chiaroveggenti nel corso di tutta la sua vita, in gran parte
dedicata allo studio del misticismo e della losoa, delle antiche
civilt, delle guarigioni metasiche, della spiritualit e della vita
extraterrestre.
In Italia dal 1983, organizza corsi, seminari e gruppi di lavoro
su una vasta gamma di argomenti. Patricia ha attivamente ca-
nalizzato i Portavoce dellAlto Consiglio Siriano sin dai tempi
della sua prima visita ai cerchi nel grano inglesi, nel 1996, e
continua a tenere conferenze e a scrivere messaggi per coloro
che li cercano.
Patricia Cori
ATLA
N
TID
E R
ISO
R
G
E
POLLI DA SPENNARE
di Marco Della Luna
ISBN 978-88-89983-07-2
Vivere in un sistema capitalistico, guidato dal
protto signica essere governati da soggetti
che ci trattano come lallevatore tratta i polli
allevati nel capannone: anonime parti del ci-
clo aziendale, con una funzione e un destino
programmati di sorveglianza totale e priva-
zione delle libert per realizzare il massimo
della resa, lo sfruttamento sino allosso.
PAGINE 256
e 15,00
LA MONETA COPERNICANA
di Nino Galloni e Marco Della Luna
ISBN 978-88-89983-11-9
La capacit rigenerativa della moneta, che
le banche tengono nascosta alleconomia
reale. Perch restare sottoposti a un siste-
ma banco-centrico basato su una scarsit
artefatta delle risorse, che ormai si sostiene
solo attraverso continue trasfusioni di dena-
ro sottratto ai contribuenti?
Ecco come uscirne...
Disponibile
anche come
ebook (e-pub)
PAGINE 240
e 15,00
LA RELIGIONE CHE UCCIDE
di Alessio di Benedetto
ISBN 9788889983157
Un libro che ripercorre la documentazione
dei crimini pi efferati del cattolicesimo, an-
dando in denitiva a spiegare come il vero
spartiacque per la comprensione della storia
costituito dal Vaticano, non dalla politica.
PAGINE 544
e 25,00
NIENTALTRO CHE S STESSI
di Carlo Dorofatti
ISBN 9788889983140
Questo originale saggio analizza lucida-
mente tutti gli aspetti che caratterizzano
questa Nuova Era, annunciata da spirituali-
sti e profeti di ogni continente, allo scopo di
comprenderla pienamente e di realizzare il
nostro ruolo in essa.
PAGINE 176
e 15,00
ANIMA E REALT
di Carlo Dorofatti
ISBN 9788889983188
In questopera lautore entra nel merito dei
contenuti specici dei suoi studi quali la si-
ca spirituale, la cabala esoterica, lalchimia
interiore, lanima, la morte e la reincarna-
zione, no a parlare di universo olograco,
archeologia misterica e viaggi nel tempo,
proponendo rinnovate chiavi di lettura alla
luce della sua esperienza spirituale.
PAGINE 256
e 17,00
NOI E LORO
di Paolo di Girolamo
ISBN 978-88-89983-12-6
Questo libro nasce dal tentativo di dare una
spiegazione logica a fatti che coinvolgono
luomo della strada, lanonimo cittadino o
addirittura il semplice contadino, in un gio-
co delle parti di autore ignoto e con epilogo
inimmaginabile. Frutto di un lungo lavoro,
nalmente il diario personale dellufologo
Paolo Di Girolamo viene dato alle stampe, e
non mancher di suscitare grande interesse.
PAGINE 200
e 17,00
13 13
17,00
N
E
X
U
S
E
D
IZ
IO
N
I
N
E
X
U
S
E
D
IZ
IO
N
I
N
E
X
U
S
E
V
E
N
T
I
N
E
X
U
S
E
V
E
N
T
I
N
E
X
U
S
MULTIMEDIA
N
E
X
U
S
MULTIMEDIA
N
E
X
U
S
NEW
TIM
ES
N
E
X
U
S
E
D
IZ
IO
N
I
N
E
X
U
S
E
V
E
N
T
I
N
E
X
U
S
MULTIMEDIA
N
E
X
U
S
NEW
TIM
ES
N
E
X
U
S
NEW
TIM
ES
N
E
X
U
S
E
D
IZ
IO
N
I
N
E
X
U
S
E
D
IZ
IO
N
I
N
E
X
U
S
E
V
E
N
T
I
N
E
X
U
S
E
V
E
N
T
I
N
E
X
U
S
MULTIMEDIA
N
E
X
U
S
MULTIMEDIA
N
E
X
U
S
NEW
TIM
ES
N
E
X
U
S
NEW
TIM
ES
13 13
17,00




Paolo Di Girolamo
NOI E LORO
Paolo D
i G
irolam
o
N
O
I E
LO
R
OT & ET
Paolo Di Girolamo
NOI E LORO
Questo libro nasce dal tentativo di dare una spiegazione
logica a fatti che coinvolgono, assai pi di quanto possa
sembrare a prima vista, luomo della strada, lanonimo citta-
dino o addirittura il semplice contadino, in un gioco delle
parti di autore ignoto e con epilogo inimmaginabile. Il modo
di contattare messo in opera dalle entit aliene tra i pi
inafferrabili, se visto con lottica della ragione umana; ma
rivela invece una precisa programmazione di eventi che, se
analizzati attentamente, sembrano portare inevitabilmente
allaccettazione della loro presenza e alla preparazione
psichica e fisica ad un contatto di massa. Tale programma,
probabilmente nato dalla volont o dalla necessit di accel-
erare il processo di assimilazione di una realt di per s
sconvolgente, stato portato avanti in fasi alterne e da un
lungo tempo, il che sta a dimostrare quanto gli ufonauti
siano preoccupati di non traumatizzare la psiche collettiva
degli umani. Unassimilazione graduale, attraverso le
generazioni, porta ad unaccettazione inevitabile di concetti
e verit rivoluzionari. Frutto di un lungo lavoro, finalmente il
diario personale dellufologo Paolo Di Girolamo viene dato
alle stampe, e non mancher di suscitare grande interesse e
curiosit allinterno dellambiente ufologico, ma soprattutto
al di fuori di esso.
LAUTORE
Appassionatosi allargomento fin dal 1955, ha avuto la sua
prima esperienza ufologica nel 1959. Ha creato nel 1966 il
gruppo romano della ISSI (International Sky Scouts), organo
della CBA giapponese di Yusuke Matsumura. In seguito ha
formato il gruppo italiano della Contact International, di cui
stato il responsabile fino al 1972, anno in cui il CUN si
qualificato come Centro Unico Italiano di ricerca. Il suo
primo libro, Dossier UFO, pubblicato da edizioni Mediter-
ranee (1980).
ISBN 978-88-89983-12-6
9 788889 9 8 3 1 2 6 NEXUS E D I Z I O N I
N
E
X
U
S
E
D
IZ
IO
N
I
ISBN 978-88-89983-12-6
9 788889 9 8 3 1 2 6
Paolo Di Girolamo
NOI E LORO
Questo libro nasce dal tentativo di dare una spiegazione logica
a fatti che coinvolgono, assai pi di quanto possa sembrare a
prima vista, luomo della strada, lanonimo cittadino o addirittu-
ra il semplice contadino, in un gioco delle parti di autore ignoto
e con epilogo inimmaginabile. Il modo di contattare messo in
opera dalle entit aliene tra i pi inafferrabili, se visto con lot-
tica della ragione umana; ma rivela invece una precisa program-
mazione di eventi che, se analizzati attentamente, sembrano
portare inevitabilmente allaccettazione della loro presenza e
alla preparazione psichica e sica ad un contatto di massa. Tale
programma, probabilmente nato dalla volont o dalla necessit
di accelerare il processo di assimilazione di una realt di per s
sconvolgente, stato portato avanti in fasi alterne e da un lungo
tempo, il che sta a dimostrare quanto gli ufonauti siano pre-
occupati di non traumatizzare la psiche collettiva degli umani.
Unassimilazione graduale, attraverso le generazioni, porta ad
unaccettazione inevitabile di concetti e verit rivoluzionari. Frut-
to di un lungo lavoro, nalmente il diario personale dellufologo
Paolo Di Girolamo viene dato alle stampe, e non mancher di
suscitare grande interesse e curiosit allinterno dellambiente
ufologico, ma soprattutto al di fuori di esso.
LAUTORE
Appassionatosi allargomento n dal 1955, ha avuto la sua pri-
ma esperienza ufologica nel 1959. Ha creato nel 1966 il grup-
po romano della ISSI (International Sky Scouts), organo della
CBA giapponese di Yusuke Matsumura. In seguito ha formato
il gruppo italiano della Contact International, di cui stato il re-
sponsabile no al 1972, anno in cui il CUN si qualicato come
Centro Unico Italiano di ricerca. Il suo primo libro, Dossier UFO,
pubblicato da edizioni Mediterranee (1980).
Paolo Di Girolam
o
N
O
I E LO
R
O
Paolo Di Girolamo
NOI E LORO
T & ET
NEXUS E D I Z I O N I NEXUS E D I Z I O N I
NEXUS E V E N T I NEXUS E V E N T I
NEXUS MULT I MEDI A NEXUS MULT I MEDI A
NEXUS N E W T I M E S
NEXUS E D I Z I O N I
NEXUS E V E N T I
NEXUS MULT I MEDI A
NEXUS N E W T I M E S NEXUS N E W T I M E S
NEXUS E D I Z I O N I NEXUS E D I Z I O N I
NEXUS E V E N T I NEXUS E V E N T I
NEXUS MULT I MEDI A NEXUS MULT I MEDI A
NEXUS N E W T I M E S NEXUS N E W T I M E S
LA VIA DEL DENARO
di Salvatore Tamburro
ISBN 9788889983164
Nato dallesigenza di comprendere gli
aspetti economici della Banca dItalia, del
sistema bancario in generale e delle princi-
pali istituzioni del libero commercio, questo
documentatissimo volume espone tutte le
anomalie e i veri e propri conitti di interes-
se che ruotano intorno a queste istituzioni.
PAGINE 168
e 15,00
94
I libri di Nexus Edizioni
Nexus New Times 108
COME GUARIRE
DALLA PRESBIOPIA
di Giorgio Ferrario
EAN 9788864120935
LIBRO+DVD 65 min.
17,50
Il libro affronta la presbiopia in modo chiaro
e intuitivo, attraverso semplici spiegazioni,
e una serie di esercizi e proposte concrete,
strutturate sulla base di unesperienza plu-
riennale che nel tempo ha portato la mag-
gior parte delle persone che le utilizzano a
ridurre, se non addirittura eliminare, luso
dei classici occhiali per la lettura e a ripren-
dere a leggere senza sforzo.
IL CODICE UMANO
di Nader Butto
ISBN: 978-88-9058-940-9
PAGINE 428
35,00
Il codice umano ora alla portata di tutti! Un
metodo unico, rivoluzionario ed efcace per
scoprire la propria costituzione e personalit.
Siamo giunti ora ad una grande novit: per
completare la conoscenza di s ora a di-
sposizione un metodo per denire e scoprire
il codice dell'anima umana, collegato alla
realizzazione del proprio cammino e al com-
piemento del proprio destino.
IL CODICE UMANO - DVD
di Nader Butto
DURATA 1h 48'
30,00
In questa seconda opera dedicata al Codice
Umano, il dottor Nader Butto presenta uno
studio ancor pi approfondito delle Costi-
tuzioni e dei Temperamenti, arrivando ad
inserire nuove tabelle pratiche, di facile con-
sultazione, per comprendere le compatibilit
affettive e sessuali e per scoprire le afnit
nei rapporti sociali, nel lavoro e in famiglia.
IL POTERE DI REALIZZAZIONE
DELLA PREGHIERA...
di Ernest Holmes
ISBN 9788862281959
PAGINE: 208
9,80
Il metodo di Holmes sprigiona una forza sco-
nosciuta anche per chi prega abitualmente.
Questopera rafforza la predisposizione men-
tale e la fede nellintelligenza superiore di
Dio, ingredienti fondamentali perch la pre-
ghiera sia efcace e ci cambi davvero la vita.
MANUALI DEI TRANSITI
ASTROLOGICI
di Antonella Dalla Benetta
ISBN: 9788866231875
PAGINE: 160
25,00
Cos' un tema natale? Cosa sono i transiti
astrologici? Come ottimizzare la qualit del
tempo? Le risposte sono qui, nel Manuale
dei Transiti Astrologici, un'esauriente guida
per comprendere e analizzare il transito
di tutti i pianeti. Lo scopo appropriarsi
dell'arte del tempo.
GEOMETRIA DELLA
GUARIGIONE
di Petra Neumayer - Roswitha Stark
ISBN 9788868200176
PAGINE: 144
10,90
Uno dei sistemi di guarigione pi antichi
costituito dai segni geometrici dipinti sulla
pelle. Secondo Krbler, noto precursore
viennese della Teoria dei simboli di gua-
rigione e padre della Nuova Omeopatia,
gli organismi possono essere inuenzati
positivamente se vengono esposti a forme
e simboli particolari.
THE CHINA STUDY
di T. Colin e Thoma M. Campbell II
ESBN 886229056X
Basandosi sui risultati di un progetto svolto
dallautore nella Cina rurale, ma andando
ben oltre queste constatazioni, The China
Study spiega nel dettaglio la correlazione
tra alimentazione e malattie. The China
Study denuncia anche la disinformazione
alimentare prodotta da potenti lobby, enti
governativi e scienziati.
PAGINE: 400
20,00
432 Hertz
LA RIVOLUZIONE MUSICALE
di Riccardo Tristano Tuis
ISBN 9788889983133
Questopera tenta di svelare il grande arcano
che si cela dietro a ci che deniamo suo-
no, mettendo in correlazione la musica e la
misconosciuta scienza dellintonazione alle
pi moderne ricerche dellepigenetica, della
sica quantistica e delle neuroscienze.
RISTAMPA
PAGINE 192
e 17,00
ALLORIGINE
FU LA VIBRAZIONE
di Alessio Di Benedetto
ISBN 978-88-89983-10-2
LUniverso un immenso campo vibratorio
nel quale innumerevoli dimensioni si inter-
penetrano, esplicandosi in quella che noi
deniamo realt. La musica offre inim-
maginabili capacit di interpretazione e
comprensione dello spazio-tempo, quale ad
esempio la gravitazione.
RISTAMPA
PAGINE 336
e 19,00
PRIMA DI CHEOPE
LE ORIGINI
di Sabina Marineo
ISBN 978-88-89983-21-8
Chi erano, in realt, i leggendari fondatori
delle prime grandi culture? Da dove giunse-
ro gli di, signori dEgitto e di Sumer?
Tornando alle origini, scavando nel passato
e indagando intorno alle radici, possiamo
comprendere perch il progresso dei nostri
progenitori, pur contando millenni di storia,
non fu distruttivo come il nostro.
PAGINE 240
e 18,00
CONTROLLO MENTALE
di Armen Victorian
ISBN 978-88-89983-05-8
Un agghiacciante resoconto sui metodi di
controllo mentale. Milioni di dollari stanziati
per lo studio delle tecniche di percezione ex-
tra-sensoriale, visione a distanza, microchip
impiantabili, lavaggio del cervello, nonch
degli effetti di droghe, sperimentate su cavie
umane spesso inconsapevoli, nel contesto
della ricerca di nuove armi non-letali.
PAGINE 232
e 17,00
La vetrina
IL DESTINO COME SCELTA
di Thorwald Dethlefsen
ISBN 9788827200063
Thorwald Dethlefsen con quest'opera provo-
ca la scienza moderna, fornendo, sulla base
delle antiche dottrine segrete, una immagine
esoterica del mondo. La sua psicologia esote-
rica, nella quale egli introduce gradualmente
il lettore, consente a tutti di capire meglio la
propria vita e specialmente di vedere il signi-
cato della malattia e della morte.
PAGINE 208
e 12,95
95
La vetrina
Nexus New Times 108
OGM
I RISCHI PER LA SALUTE
di Jeffrey Smith
EAN 9788865880357
Quanto pericoloso comprare e mangiare
cibi geneticamente modicati? Quali sono i
reali rischi per la nostra salute? E che peri-
coli corrono i nostri gli? Il famoso esperto
di OGM Jeffrey M. Smith, risponde a tutte
queste domande e offre unagghiacciante
dimostrazione di come gli effetti di questi
alimenti non siano assolutamente sottoposti
ad analisi da parte delle aziende alimentari.
PAGINE: 368
14,50
CHIESA ROMANA CATTOLICA
E MASSONERIA
di Mauro Biglino
ISBN 8890369736
Il libro indirizzato a tutti coloro che deside-
rano approfondire per comprendere e sco-
prire che spesso la realt profondamente
diversa da ci che comunemente si crede.
L'autore da circa trent'anni si occupa di
storia delle religioni e da pi di dieci si in-
teressa di Massoneria come organizzazione
iniziatica e simbolica che ha avuto notevole
inuenza nelle vicende dell'occidente.
PAGINE 91
e 11,00
LA BIBBIA NON
UN LIBRO SACRO
di Mauro Biglino
ISBN 9788897623755
Chi intervenuto nei secoli modicando la
Bibbia? Siamo vittime di un grande ingan-
no? La divinit spiritualmente intesa non
presente nell'Antico Testamento. In partico-
lare nella Bibbia non c' Dio e non c' culto
rivolto a Dio. Ecco perch il titolo afferma
che la Bibbia non un libro sacro.
PAGINE 178
e 13,90
SEQUENZE NUMERICHE
di Grigorij Grabovoj
EAN 9788862294591
Scopri le efcaci tecniche di pilotaggio della
realt e di ripristino cosciente della salute
psicosica che il famoso scienziato russo
Grigorij Grabovoj presenta in questa imper-
dibile opera. Dopo una breve introduzione in
cui accenna al metodo, l'autore si concentra
sull'aspetto pratico della tecnica e raccoglie
oltre mille sequenze numeriche, ciascuna
associata a un determinato disturbo.
PAGINE 254
e 16,50
SCARDINARE IL SISTEMA
TECNOGENO
di Vadim Zeland
ISBN 9788880935315
Colui che esce dai ranghi ottiene sempre
dei privilegi: guardare dall'esterno e vedere
dove stanno marciando tutti gli altri; libe-
rarsi dalle mollette e dagli stereotipi della
societ; imparare a vedere e a capire quello
che gli altri non vedono e non capiscono;
smettere, inne, di aspirare a essere miglio-
ri, per diventare invece gli unici.
PAGINE 520
e 18,60
LA RIVOLUZIONE
ALIMENTARE
di Frank Laporte - Adamski
ISBN 9788866231738
Recenti scoperte scientiche evidenziano
che la pancia il nostro secondo cervello:
l si trovano le difese immunitarie. La Rivo-
luzione Alimentare un libro frutto di molti
anni di pratica e di centinaia di casi risolti
destinato a tutti coloro che hanno a cuore il
proprio benessere e che vogliono una rispo-
sta concreta a molti problemi sici.
PAGINE 108
e 15,00
NON A SUA IMMAGINE
John Lash
EAN: 9788897623564
Il libro descrive il ricco mondo spirituale
dell'Europa classica pre-cristina - i Misteri
Pagani, la Grande Dea, la Gnosi, il mythos
di Sophia - e il suo futuro come forza per
ristabilire la nostra connessione con la terra.
Non a Sua Immagine ci restituisce la nostra
vera storia e ci guida oltre lo stato caotico
e distruttivo della societ attuale, verso un
futuro ecologico e sacro.
PAGINE 616
e 18,50
IL MIRACOLO DELL'ACQUA
di Masaru Emoto
ISBN 9788880935605
Masaru Emoto introduce e spiega il concet-
to chiave di risonanza, il veicolo attraverso
cui viene trasmessa l'energia della forza
vitale. Una conoscenza applicabile alla
nostra vita quotidiana per ristabilire la
nostra salute, avere relazioni pi armoniose
e migliorare la nostra comunicazione.
PAGINE 128
e 12,90
UNA MEDICINA
INTELLIGENTE
di Massimo Citro
ISBN 9788897623724
Moltissime malattie si possono risolvere
facilmente eliminando gli alimenti che in-
tossicano il tuo corpo. Infatti ci sono cibi che
ti fanno stare bene e altri a cui sei intolle-
rante e ti fanno ammalare di pi. Finalmente
la verit su questo contrastato argomento,
attraverso pagine ironiche, divertenti e so-
prattutto innovative.
PAGINE 176
e 12,90
IL SEGRETO DELLE ERE
di Piero M. Ragone
ISBN 9788862296243
Il Segreto delle Ere un'indagine accurata e
scrupolosa che conduce il lettore in un'avven-
tura ricca di scoperte e spunti di riessione,
ricomponendo le tessere di un mosaico che
rivela uno stupefacente segreto: chi ha por-
tato la vita sulla Terra ha ideato un "progetto"
che prevede l'Avvento di un Messia in ogni
Era Zodiacale.
PAGINE 408
e 16,90
SUCCHI VERDI
DI Colette Herv - Pairain e Nadge Pairain
IEAN 9788880938781
I frullati a base di ortaggi a foglia verde e
frutta sono la soluzione ideale per consu-
mare il fabbisogno giornaliero di minerali,
proteine, vitamine, bre, clorolla e sostan-
ze nutritive essenziali. Le ricette originali,
rapide da seguire e facili da portare anche
al lavoro, ti permettono di coniugare
alimentazione sana e ritmi di vita.
PAGINE 128
e 9,90
LE TECNICHE MENTALI
di Grigorij Grabovoj
EAN: 9788864121048
Ogni sistema vivente e ogni oggetto che ci
circonda in perenne movimento e pos-
siede una vibrazione di base che lo con-
traddistingue Questa vibrazione pu essere
decodicata e trasformata in una categoria
logica, come per esempio un numero o una
forma geometrica conosciuta.
PAGINE 32 + DVD
e 23,50
96
La vetrina
Nexus New Times 108
CORPO SOTTILE
di Cyndi Dale
EAN 9788862282024
L'autrice ha realizzato una vera e propria
Enciclopedia di Anatomia Energetica Sottile.
Quest'opera presenta in maniera chiara e
completa le energie che sono alla base della
realt materiale e del nostro corpo sico.
Fornisce tutte le informazioni che ci con-
sentono di operare cambiamenti energetici
e produrre una reale guarigione.
PAGINE 464
e 23,50
LE BASI DELLA BIOLOGIA
DELLE CREDENZE
di Bruce Lipton
EAN 9788864120942
Per la prima volta, riunite in uno speciale
cofanetto dvd, le conferenze che costitu-
iscono la genesi del pensiero del famoso
autore Bruce Lipton e che stanno alla base
del bestseller internazionale La Biologia del-
le Credenze. I geni non controllano la nostra
biologia, invece l'ambiente e di conse-
guenza il nostro pensiero a inuenzare il
comportamento delle cellule
DVD 260'
e 19,50
CELIACHIA, INTOLLERANZE,
ALLERGIE ALIMENTARI
di Teresa Tranfaglia
ISBN 978-88-62293-35-8
Dagli antipasti ai dessert, 800 ricette per
una tavola equilibrata e un'alimentazione
naturale a misura della salute, proposta in
una nuova e pi moderna veste graca a un
prezzo strepitoso! Tantissimi consigli, spunti
e ricette in un long seller presentato oggi in
un formato pi fruibile e leggero.
PAGINE 540
e 9,80
L'ALBERO DI NUVOLE
di Enzo Braschi
ISBN 978-88-97623-43-4
Una favola senza tempo Stefano un
bambino di quattro anni che abita nellulti-
ma casa con giardino in mezzo a una tta
selva di grattacieli di vetro e acciaio, innite
strade che si intersecano le une alle altre,
e tanto cemento.Tutto accade una tiepida
mattina di primavera...
PAGINE 128
e 12,00
LA MIA VERIT SULLA
MEMORIA DELL'ACQUA
di Jacques Benveniste
ISBN 8862290071
In diversi settori scientici ormai evidente
che lacqua capace di trasportare infor-
mazioni molecolari come pure accettata la
possibilit di registrare, trasmettere e ampli-
care queste informazioni, ad esempio, con
il suono e la musica. Non tutti sanno che
queste scoperte vennero fatte da Jacques
Benveniste.
PAGINE 184
e 14,50
SAPONI E
DETERSIVI NATURALI
di Liliana Paoletti
ISBN 9788865880524
PAGINE: 144
12,90
Lesperta di autoproduzione naturale di sa-
poni e di detergenti Liliana Paoletti, attraver-
so tante ricette chiare e dettagliate, ti guida
passo passo alla realizzazione di saponi e
detersivi ecologici e biodegradabili. Avrai il
piacere di produrre con le tue mani e in pie-
na autonomia i detergenti che ti servono per
mantenere la tua casa pulita e splendente in
maniera ecologicamente compatibile.
IL BAMBINO E IL MAGO
di Salvatore Brizzi - Riccardo Geminiani
ISBN 9788868200152
Il bambino e il mago rappresenta una rivo-
luzione, perch il primo libro di questo tipo
rivolto sia agli adulti che stanno percorrendo
un cammino interiore, sia ai loro gli, che
possono cos usufruire di una "iniziazione"
dolce e senza controindicazioni a un mondo
che, in realt, per loro gi molto familiare.
PAGINE 126
e 10,90
LIBRI SCOMPARSI
NEL NULLA
di Simone Berni
ISBN 9788889177990
Un altro possibile titolo per questo lavoro
avrebbe potuto essere "I libri che Loro non
vogliono che siano letti", dove per Loro dovete
intendere i "potenti" della Terra: politici, indu-
striali, grandi personalit in campo artistico,
musicale, sportivo e letterario, associazioni,
chiese e congregazioni.
PAGINE 262
e 16,00
LA MAPPA DEL SUCCESSO
di Napoleon Hill
ISBN 9788862282345
Hai grandi idee e grandi sogni ma ti perdi
facilmente quando provi a realizzarli?
Tendi a farti distrarre dalle opinioni di altre
persone e non riesci a mettere a fuoco
il tuo obiettivo nella vita? Pensi di avere
delle capacit ma non sai come coltivarle
e come metterle a frutto? Il maestro
Napoleon Hill ha sviluppato una mappa per
il successo con 15 chiare indicazioni.
PAGINE: 224
9,80
La vetrina
CRESCERE NELLA FIDUCIA
di Justine Mol
EAN 9788897623533
Crescere nella ducia guarda alle conse-
guenze negative che i premi e le punizioni
hanno sui bambini e sulla relazione tra bam-
bini, genitori, insegnanti e ambiente. La via
delle ricompense e delle punizioni la via
preferenziale per portare i nostri bambini
alla vergogna, alla paura, alla competizione,
alla manipolazione. L'alternativa il metodo
basato sulla ducia.
PAGINE 132
e 10,00
SMETTILA DI REPRIMERE
TUO FIGLIO
di Roberta Cavallo - Antonio Panarese
ISBN 978-88-97623-71-7
Leggilo e anche tu scoprirai: la mappa per
la crescita felice che ti guider ogni giorno
a essere autonomo, sicuro e a fare sempre
le scelte giuste nella crescita di tuo glio da
0 a 21 anni; il libretto delle istruzioni per
comprendere i bambini e gli adolescenti
attraverso 5 fattori che inuenzano tutte le
aree della vita...
PAGINE 296
e 13,90
L'ALOE
di Alasdair Barcroft
EAN 9788879381482
Fin dagli albori della civilt, l'aloe stata
conosciuta per le sue propriet terapeuti-
che, ma solo di recente gli scienziati hanno
potuto vericare le sue innumerevoli carat-
teristiche terapeutiche. Questo autorevole
libro rappresenta una pratica guida all'uso
dell'aloe per diversi problemi che ha dimo-
strato di poter risolvere.
PAGINE 144
e 7,95
97
La vetrina
Nexus New Times 108
La vetrina
SOLO CRUDO
di Stefano Moment e Sara Cargnello
ISBN: 978-88-75077-98-3
Solo Crudo una guida completa, rivolta a
quanti vogliono conoscere e sperimentare
l'affascinante mondo dell'alimentazione
veramente naturale. Ad ogni pagina tante
risposte anche per quanti gi conosco-
no, utilizzano e amano il cibo crudo (Raw
Food), e cercano sempre le ricette pi
indicate per un'alimentazione sana ed
equilibrata.
PAGINE 136
e 9,80
GUARIRE CON IL CIBO
di Giusi De Francesco
ISBN: 978-88-62293-28-0
Il cibo pu essere il primo elemento su cui
basare un migliore equilibrio e armonia per
il corpo, la mente e lo spirito. La prima par-
te del libro presenta la cucina terapeutica
rivolta al recupero della salute. Segue una
seconda parte relativa alla cucina natura-
le, pi varia e gustosa, destinata a chi in
buona salute e utilizza il cibo per mante-
nersi in forma e di buon umore.
PAGINE 376
e 9,80
LA CHIAVE ESSENZIALE
di Omraam Mikhael Aivanhov
EAN 9788885879065
Il maestro Omraam Mikhael Aivanhov orien-
ta il suo insegnamento in una direzione pi
ampia e pi essenziale: la sua principale
preoccupazione d'ordine pedagogico; vuole
presentare una scienza accessibile a tutti e
immediatamente utilizzabile tanto nella vita
pratica che nella vita spirituale.
Pagine 288
e 19,00
LA NUOVA TERRA
di Omraam Mikhael Aivanhov
EAN 9788885879980
Nel presente saggio sono riuniti nuovi meto-
di, semplici ed efcaci, che l'autore Omraam
Mikhael Aivanhov ha indicato nel corso delle
sue conferenze. Essi sono rivolti a coloro che
avvertono il bisogno di applicarli nella loro
vita quotidiana. Alcuni di questi esercizi ri-
guardano certi aspetti concreti della vita, altri
invece sono rivolti ad un'attivit spirituale.
Pagine 249
e 19,00
L'ALCHIMIA SPIRITUALE
di Omraam Mikhael Aivanhov
EAN 9788895737089
Perch, fra gli esseri umani, i pi lasciano
che le proprie tendenze istintive si sviluppino
liberamente, senza permettere alle facolt
superiori di intervenire per dominarle e orien-
tarle?... Oppure essi le attaccano per annien-
tarle, come se queste fossero nemiche della
loro evoluzione. Ebbene, in entrambi i casi
commettono un errore perch introducono
una divisione fra l'alto e il basso.
Pagine 248
e 19,00
AMORE E SESSUALIT
di Omraam Mikhael Aivanhov
EAN 9788885879423
La sessualit una tendenza egocentrica che
spinge l'uomo a cercare soltanto il proprio
piacere, perno a detrimento altrui. L'amo-
re, invece, pensa prima di tutto alla felicit
dell'altro ed basato sull'abnegazione e il
sacricio: sacricio di tempo, di energie, di
denaro, sacricio perno della propria sod-
disfazione pur di aiutare la persona amata.
Pagine 288
e 19,00
IL SENSO DEL SILENZIO
di Omraam Mikhael Aivanhov
EAN: 9788885879454
Ci si sbaglia enormemente quando si pensa
che il silenzio altro non che il deserto, il
vuoto, l'assenza di ogni attivit, di ogni cre-
azione, in poche parole: il nulla. In realt c'
silenzio e silenzio. Infatti, in linea generale,
si pu affermare che esistono due tipi di si-
lenzio: quello della morte e quello della vita
superiore.
PAGINE 192
e 10,00
LE PORTE DELL'INVISIBILE
di Omraam Mikhal Avanhov
EAN 9788885879515
Se volete entrare in comunicazione con le
entit celesti, con lo splendere divino, dove-
te prima di tutto puricarvi, poi espandere
la vostra coscienza e inoltre lavorare per un
ideale molto elevato. La fratellanza tra gli
uomini la realizzazione del Regno di Dio
sulla Terra.
PAGINE 240
e 10,00
REGOLE D'ORO
PER LA VITA QUOTIDIANA
di Omraam Mikhal Avanhov
EAN 9788885879324
Abituatevi a considerare la vostra vita quo-
tidiana, con le azioni che siete obbligati a
compiere, le situazioni che vi si presentano
e le persone con le quali dovete vivere o
che incontrate regolarmente, come materia
prima sulla quale lavorare per ottenere la
trasformazione. Non accontetatevi di otte-
nere ci che ricevete e di subire ci che vi
accade, non rimanete passivi...
PAGINE 206
e 10,00
CIBO PER LA SALUTE
DELLE OSSA
di Annemarie Colbin
ISBN: 978-88-62293-45-7
Oggi i medici sempre pi spesso prescri-
vono farmaci per la salute delle ossa, la
Colbin invece ci suggerisce di mangiare
alimenti integrali, i soli in grado di fornire in
forma naturale i necessari nutrienti, unita-
mente allesercizio sico e allesposizione
alla luce del sole.
PAGINE 300
e 16,50
100 BABY PAPPE
di Silvia Srozzi
ISBN: 978-88-62292-93-1
In questo libro sono presentate 100 pappe
indicate per lalimentazione naturale del
bambino no allanno di vita. Verdure, ce-
reali, legumi e frutta da preparare in modo
semplice e veloce. Inoltre una guida allin-
troduzione degli alimenti e alle combina-
zioni alimentari migliori per lo svezzamento
del vostro bambino.
PAGINE 93
e 9,80
ATLANTIDE
di John Michael Greer
ISBN 9788887944983
Lautore ci accompagna in un viaggio nel
tempo alla ricerca di risposte su uno dei pi
grandi misteri del passato: Atlantide. Inizian-
do con le prime visioni originali del mito nei
dialoghi di Platone, Greer segue levoluzione
del mito attraverso le logge delle societ
segrete occulte e della storia alternativa e
non ufciale, no alle ultime scoperte scien-
tiche sul passato preistorico.
PAGINE 256
e 19,50
98
La vetrina
Nexus New Times 108
Prodotti Naturali
COME ACQUISTARE
Effettua lordine on line allindirizzo shop.nexusedizioni.it oppure chiamandoci allo 0499115516.
Modalit di pagamento:
pagamento anticipato con versamento su ccp nr. 41049164 intestato a Nexus Edizioni Srl
pagamento anticipato con bonico bancario intestato a Nexus Edizioni Srl
- IBAN BANCARIO IT 06 R 08452 70000 009130000970
- IBAN POSTALE IT08L0760112100000041049164
pagamento in contrassegno alla consegna (solo con spedizione a mezzo corriere GLS)
pagamento on line tramite paypal, attraverso iscrizione gratuita allo shop del sito www.nexusedizioni.it
Spese di spedizione (da aggiungere allimporto totale):
2,00 euro per spedizione in piego libri (consegna dai 5 ai 7 giorni lavorativi), con pagamento anticipato e acquisto
massimo di due prodotti.
5,00 euro per spedizione con corriere GLS o contrassegno (consegna in 24/48 ore).
7,00 euro per spedizione con corriere GLS o contrassegno e preavviso telefonico o orario di consegna.
Per velocizzare i tempi di evasione degli ordini consigliabile inviare copia della ricevuta di pagamento al numero di fax
0499119035 o allindirizzo mail
segreteria@nexusedizioni.it, indicando tutti i dati per la spedizione e un contatto telefonico.
Info: Tel 0499115516 - Fax 0499119035 - E mail segreteria@nexusedizioni.it
OCCHIALI STENOPEICI
Gli occhiali Naturalight aiutano a ridurre la
dipendenza dalle lenti graduate e le tensioni
provocate dalle difcolt di visione miglio-
rando la qualit della vista. Sono particolar-
mente adatti a tutti coloro che hanno disturbi
di vista uguali o inferiori a +/- 4 diottrie.
CON CUSTODIA
E 35,00
CALMAG LIFE
Calmag Life un supplemento di magnesio,
calcio (4,5 parti si magnesio - 1 di calcio),
vitamina C e vitamina D3, con aggiunta di
potassio e boro, utili in caso di aumentato
fabbisogno o scarso apporto di tali nutrienti,
coinvolti in numerosi processi organici.
POLVERE
160 GR.
E 16,00
SAPONE DI ALEPPO
Il Sapone di Aleppo combina ingredienti
completamente naturali come olio di oliva e
di alloro, soda (per la saponicazione) e sale
marino. Il sapone di Aleppo pu essere usato
per detergere con delicatezza viso, corpo e
capelli. Viste le sue propriet antiallergiche,
se ne consiglia luso anche per lavare la
biancheria.
PANETTO 200 GR.
E 5,50
GREEN PLUS
GreenPlus fonte naturale di iodio e mi-
croelementi essenziali bilanciati e com-
pleti, ottimo supporto nell'ambito delle
diete ipocaloriche per l'equilibrio del peso
corporeo ed ha un'azione tonicante. Gra-
zie alla fucoxantina e degli alginati, l'alga
utile come supporto nei regimi dietetici
volti alla perdita e all'equilibiro del peso
corporeo.
60 CAPSULE
250 MG
E 11,80
CARAFFA ALLADIN
Produzione a mano, vetro privo di piombo.
Il design basato sulle 6 sezioni sequenziali,
in cui ogni sezione o meglio ogni onda cor-
risponde al suo equivalente della sequenza
di Fibonacci, allineandosi con la geometria
che si trova ovunque in natura. L'acqua
revitalizzata forma delle strutture di 6 lati a
livello cristallino che confermano l'aumento
della forza vitale.
CAPACIT 1,3 LT
E 60,00
SET 6 BICCHIERI MYTHOS
Realizzati a macchina, vetro privo di piombo
Il bicchiere Mythos disponibile anche nelle
6 versioni con un'affermazione per ogni bic-
chiere. Sono una combinazione di simbolo,
colore e parola. I bicchieri sono stati realiz-
zati per promuovere un maggiore riconosci-
mento delle proprie capacit e potenzialit.
CAPACIT 0,25 LT
E 54,40
PIATTO ENERGY 22 CM
Vetro lucidato a mano con ore della vita in
oro. Il piatto TC Energy in vetro lucidato a
mano decorato con il simbolo del ore della
vita. Il simbolo realizzato in oro (23,9 cara-
ti). L'intenzione di questi piatti di rafforzare
energeticamente e revitalizzare ci che vie-
ne posto su di essi. Il piacevole design esa-
gonale lo allinea con i movimenti ciclici. Non
indicato per bevande e cibi caldi.
DIAM. 22 CM
E 40,00
TAZZA DI T E CAFF SHINNO
Realizzazione: secondo antica lavorazione
della porcellana. Materiale: porcellana in
tinta avorio, lavabile in lavastoviglie.
La tazza Shinno realizzata in porcellana
color avorio. E' ideale per il t o il caff. Il de-
sign elegante e rafnato viene perfezionato
magnicamente unendo design e rapporto
aureo. Il ore della vita in color argento
all'interno della tazza dona luce e intensica
il piacere di gustare il t o il caff.
CAPACIT 0,30 LT
E 18,90
SCOPRI LE PROMOZIONI ON LINE SU SHOP.NEXUSEDIZIONI.IT
MELATONINA PIERPAOLI
La Melatonina Zinco-Selenio stata svilup-
pata con la giusta selezione e combinazione
di principi attivi eccipienti allo scopo di ri-
produrre nellorganismo il picco notturno -
siologico di melatonina prodotta dalla ghian-
dola pineale, che tipico dellet giovanile.
60 CAPSULE da 200mg
E 15,80
10% SCONTO
ACCEDI AL CODICE DEL TUO CERVELLO
Vol. II - Stato Theta
NEUROSONIC PROGRAMMING
Questo secondo volume di Accedi al codice del tuo cervello stato studiato per aiutarci
a incrementare le onde theta nel nostro cervello. Le onde cerebrali theta sono frequen-
ze che vibrano tra i 4 e i 7,9 cicli per secondo e sono presenti quando ci stiamo per
addormentare o per risvegliare. La presenza di onde theta potenzia le nostre capacit
cerebrali e la sincronizzazione tra i due emisferi, ma normalmente pi difcoltoso atti-
vare lo stato theta rispetto allo stato alfa o allabitudinario stato beta.
Disponibile nelle principali librerie e nel nostro shop:
shop.nexusedizioni.it
Novit Nexus Edizioni
Riccardo Tristano Tuis
Accedi al Codice del tuo Cervello
Vol. I - Stato Alfa
CD: durata 55 - Libretto: pag. 48
Dimensione: 12 x 17,5 cm
ISBN 9788889983270
Euro 20,00
Riccardo Tristano Tuis
Accedi al Codice del tuo Cervello
Vol. II - Stato Theta
CD: durata 55 - Libretto: pag. 52
Dimensione: 12 x 17,5 cm
ISBN 9788889983355
Euro 20,00
Novit Nexus Edizioni
Dopo 2000 anni, una straordinaria scoperta svela il mistero della stella dei
magi: la mappa del cielo sotto cui nacque Ges scolpita sul sarcofago
paleocristiano ritrovato a Boville. La mappa ci fornisce una data e unora
precise in linea con lantica tradizione cristiana e rivela che i magi videro di-
segnarsi in cielo la Stella di Davide, un segno astrologico atteso ma com-
pletato in quella notte da un fenomeno inaspettato: la famosa cometa.
Bue, asinello, mangiatoia si scopre che sono in realt nomi antichissimi di
elementi astronomici.
Disponibile nelle principali librerie e nel nostro shop:
shop.nexusedizioni.it
Teodoro Brescia
LA STELLA DEI MAGI E IL SARCOFAGO DECIFRATO
Pagine: 164 Prezzo: e 12,00 ISBN 978-88-89983-37-9
ACCEDI AL CODICE DEL TUO CERVELLO
Vol. II - Stato Theta
NEUROSONIC PROGRAMMING
Questo secondo volume di Accedi al codice del tuo cervello stato studiato per aiutarci
a incrementare le onde theta nel nostro cervello. Le onde cerebrali theta sono frequen-
ze che vibrano tra i 4 e i 7,9 cicli per secondo e sono presenti quando ci stiamo per
addormentare o per risvegliare. La presenza di onde theta potenzia le nostre capacit
cerebrali e la sincronizzazione tra i due emisferi, ma normalmente pi difcoltoso atti-
vare lo stato theta rispetto allo stato alfa o allabitudinario stato beta.
Disponibile nelle principali librerie e nel nostro shop:
shop.nexusedizioni.it
Novit Nexus Edizioni
Riccardo Tristano Tuis
Accedi al Codice del tuo Cervello
Vol. I - Stato Alfa
CD: durata 55 - Libretto: pag. 48
Dimensione: 12 x 17,5 cm
ISBN 9788889983270
Euro 20,00
Riccardo Tristano Tuis
Accedi al Codice del tuo Cervello
Vol. II - Stato Theta
CD: durata 55 - Libretto: pag. 52
Dimensione: 12 x 17,5 cm
ISBN 9788889983355
Euro 20,00
Novit Nexus Edizioni
Dopo 2000 anni, una straordinaria scoperta svela il mistero della stella dei
magi: la mappa del cielo sotto cui nacque Ges scolpita sul sarcofago
paleocristiano ritrovato a Boville. La mappa ci fornisce una data e unora
precise in linea con lantica tradizione cristiana e rivela che i magi videro di-
segnarsi in cielo la Stella di Davide, un segno astrologico atteso ma com-
pletato in quella notte da un fenomeno inaspettato: la famosa cometa.
Bue, asinello, mangiatoia si scopre che sono in realt nomi antichissimi di
elementi astronomici.
Disponibile nelle principali librerie e nel nostro shop:
shop.nexusedizioni.it
Teodoro Brescia
LA STELLA DEI MAGI E IL SARCOFAGO DECIFRATO
Pagine: 164 Prezzo: e 12,00 ISBN 978-88-89983-37-9
Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv. in Legge 27/02/2004 n.46) - Art.1, Comma 1, DCB - Padova
www.nexusedizioni.it
N
E
W

T
I
M
E
S
108
n
.

1
0
8

e
d
.

i
t
a
l
i
a
n
a 108
E D I Z I O N E I T A L I A N A
8,00 - Rivista bimestrale nr. 108 - Vol. 1 - febbraio - marzo 2014
BANCA MONDIALE:
LE RIVELAZIONI DALLINTERNO
LE PROVE DI UN ARSENALE
NUCLEARE NAZISTA
CURARE IL DIABETE
CON LE MICROCORRENTI
LA MITOLOGIA NORRENA
E GLI ANUNNAKI
IL MISTERIOSO FENOMENO
DEI TRENI FANTASMA
Quello che pi incomprensibile
che ci sia ancora qualcosa di comprensibile

Albert Einstein