Sei sulla pagina 1di 37

Complottismo, gatekeeper e debunker, piaghe della modernit

Grazie ad internet chiunque pu diffondere notizie e verit per il


globo, han cos preso piede le figure del complottista, del
gatekeeper e del debunker. Elementi che non nascono certo da
pochi anni, ma con la democrazia della rete il fenomeno esploso.
Analizziamoli in poche parole:
-Il complottista medio una persona convinta che la politica, la
storia, l'economia e la scienza siano frutto di disegni precisi gestiti
da gruppi di controllo (umani e non) del nostro pianeta.
-Il gatekeeper un individuo che si occupa di decidere come
filtrare le informazioni che passano tramite i mass media, costui
mescola verit e menzogna per depotenziare il tutto.
-Il debunker un razionalista, una persona che ci tiene alla sua
salute mentale, si approccia con fare irrisorio ad ogni teoria
anticonvenzionale che sorge e tenta di smontarla analiticamente.
Ora, non mia intenzione analizzare a fondo determinate
dinamiche, bens fare qualche breve considerazione su tale
degrado.
Il termine complottista oramai racchiude qualunque persona si
ponga delle domande, cos a causa della miriade di geni che
creano quotidianamente i video pi disparati su youtube
riguardanti pseudocomplotti, tutto entra nel calderone del
grottesco. Questi personaggi, oltre a rendersi ridicoli da soli con le
sciocchezze che affermano, rendono un enorme servizio a chi i
complotti li ordisce veramente.
Ma non solo, cos come l'esoterismo divenuto merce per persone
con mancanza di autostima, allo stesso modo il marketing ha
inglobato anche il complottismo. Come?
Molto semplice, si creano ad arte dei dubbi, si crea il panico, si
gioca sull'incertezza e si sfrutta la scarsa preparazione in
argomenti scientifici della massa.
Basta dunque toccare i tasti giusti approfittando della forma
pensiero del popolo, sapendo che al 90% non andr mai a

confutare e a verificare la veridicit delle affermazioni.


Ecco cos creato un nuovo metodo per far soldi.
Poi abbiamo il gatekeeper, una vera e propria valvola di sfogo per
la massa, un sedativo per il bisogno di giustizia di una
popolazione devastata dalla menzogna. Costui si manifesta
attraverso falsi uomini carismatici e giustizialisti (fare i nomi
inutile, chi segue il discorso ha gi fatto il parallelo).
Il gatekeeper una figura subdola che, attraverso l'inserimento di
menzogne enormi all'interno di verit, dipinge tutto il calderone
complottista come macchiettistico, egocentrico e paranoico.
Egli si infiltra per rendere ogni verit parziale il pi possibile
innocua per il sistema o perfino utile ai suoi piani, un lavoro molto
sottile insomma.
Ne esistono di vari tipi, ma il succo sempre quello di far
distogliere l'attenzione dall'essenziale.
Oltre a fungere da elemento strategico di incanalamento di
malumori di massa, pu anche mescolare dati veri con altri non
confermati e spesso palesemente assurdi giustificandoli con prove
deboli o volutamente errate.
Oppure pu presentarsi con una personalit sgradevole da
paranoico/credulone inserendo all'interno dei suoi deliri grandi
realt ma che vengono screditate agli occhi di chi legge per via
della sua figura non proponibile al buon senso comune.
Esistono poi altre tipologie di Gatekeeper, come ad esempio il
bonzo new age che inconsapevolmente o no serve determinate
cause o il fantasioso che vede rettiliani succhia-sangue e lucertole
che sgozzano bambini, infilando il tutto all'interno di studi che
invece porterebbero prove riguardanti organizzazioni occulte.
Infine ci sono i cosiddetti debunkers come ad esempio il Cicap, e
qui davvero si cade ancor pi a fondo delle due categorie
precedenti.
Questi si propongono come indagatori scientifici dei fenomeni
paranormali...

Dei veri geni, figli della modernit, che nulla hanno imparato dal
loro collega scienziato Heisenberg quando affermava che
l'osservatore influenza l'osservato.
Anche dando per scontata la loro buona fede nella ricerca (tutta da
verificare..), c' da sottolineare come il loro approccio fenomenico
con cui vorrebbero spiegare l'universo semplicemente una
barzelletta di cattivo gusto e non merita che si spendano ulteriori
argomentazioni.
Tutta questa degenerazione ovviamente alimentata dalla
democrazia: chiunque pu sparare idiozie a pari dignit rispetto a
chi ha conoscenze e cos il caos pu continuare a propagarsi
abbondantemente.
A fronte di ci l'attivit forsennata di gatekeepers (involontari e
non) e debunkers risulta assolutamente inutile. Anch'essi cadono
nell'equivoco egualitario e sopravvalutando la massa entrano nel
vortice delle stupidaggini.
Ma la massa si autoflagella da sola, lasciamo che sorgano
complotti e video catastrofisti dal primo adolescente paranoico di
turno, vittima del degradato mondo moderno, non v' dubbio che
in breve tempo lo ritroveremo come nel finale di Bug di
W.Friedkin.
Altrimenti che tutte queste guerriglie si compensino pure a mo' di
Yin e Yang dei poveri, in ogni caso non uno spettacolo
piacevole.
DEBUNKER, GATEKEEPER, TROLL : il controllo delle conoscenze su
INTERNET e il metodo tavistock (INSTITUTE OF HUMAN RELATIONS)

DEBUNKER, GATEKEEPER, TROLL :


il controllo delle conoscenze su
INTERNET e il metodo tavistock
( INSTITUTE OF HUMAN RELATIONS )

trovano nel pezzo che segue, integralmente


ripreso, una ulteriore ma concreta, empirica
e chiara articolazione .
Ovviamente la importanza dei precedenti articoli
su TAVISTOCK e metodologie di controllo
mentale e di gestione dinamico psicologica
degli individui , dei contesti sociali e
familiari, conservano un separato ma se
possibile maggiore interesse, da l
attingendosi
modalit
operative
e
metodologie utilizzate specificamente per
progetti di infiltrazione e controllo delle
istituzioni, intervenendo sugli uomini .
I link sui profili diversi li aggiungiamo qui per
dare completi riferimenti ai sempre pi
interessati e crescenti lettori .

DEBUNKER, GATEKEEPER, TROLL .


il controllo delle conoscenze su
INTERNET
Solo una precisa conoscenza della forma e modo di
formazione del pensiero,della logica e della linguistica e
della psicologia di massa ed individuale consente di
progettare le forme di controllo e intervento apparentemente
semplici appresso analizzate .

Esse si sono rese necessarie per arginare e invertire se


possibile gli effetti di diramazione delle conoscenze prodotti
dallo sviluppo imponente della rete.
Il World Wide Web intasato di false informazioni, detrattori,
distrattori, e di manipolatori istruiti , fa incontrare ai
demiurghi della disinformazione ostacoli difficilmente
sormontabili.
Questo articolo, i precedenti ed altri sono la prova di
quanto continui ad essere temibile la potenza della rete, se
gestita in modo sapiente colto e trasparente .

fonte MONDO S PORCO

https://www.facebook.com/photo.phpfbid=496697617097262&set=a.410123605754664.1073741828.366586370108388&type=1
http://alfredodecclesia.blogspot.it/2014/05/troll-provocatori-online-un-troll.html

LE ELITES PER CONTROLLARE IL POTERE DELL'INFORMAZIONE


SU INTERNET si servono non solo di DEBUNKER atti a negare, anche
contro qualsiasi evidenza scientifica o fattuale, ogni VERITA' NON
UFFICIALE, ma pure di una miriade di GATEKEEPER, ovvero
personaggi atti a guidare e monopolizzare sia il DISSENSO POLITICO
che la ricerca di VERITA' NON UFFICIALE .
In piu' si servono anche dei Troll, provocatori on line .
TROLL - PROVOCATORI ONLINE
UN TROLL PENTITO SPIEGA COME LA CASTA PAGA I
PROVOCATORI ONLINE
Vivi sempre connesso?
Purtroppo s. Abbiamo un software che ci consente di monitorare le
discussioni a cui partecipiamo e quando c una notifica abbiamo poco
tempo per rispondere. Se lasciamo andare o ritardiamo, ci viene
scalato dal compenso.
Quanto guadagni per fare questa attivit?
Beh, dipende. Se sono efficiente anche 4-5mila euro al mese.
Sono un sacco di soldi.
S, ma una vita tremenda. Devi leggere decine di blog, forum, account
facebook, tweet. Giorno e notte. Alcuni di noi non reggono, dopo un po i
loro nick spariscono, non c modo di sapere che fine abbiano fatto.
Chi vi paga?

Un grosso gruppo economico legato trasversalmente a tutti i partiti. Ma


non posso dire altro.
Ce ne sono molti come te?
Siamo un centinaio in tutta Italia, ma siamo divisi per competenze.
Nel senso che tu, per esempio, provochi e insulti solo specifici bersagli?
No, nel senso che ci sono provocatori e contro-provocatori. Ti faccio un
esempio. Metti che tu sia il portavoce di un partito X. Scrivi un post e io
arrivo a ridicolizzarti. Ovviamente ne nasce una discussione nella quale
chi contro di te in maniera "naturale", prende coraggio e viene allo
scoperto. Aspetta...
(Lo smartphone ha una luce blu che lampeggia, vuol dire che c una
notifica. Prende, legge velocemente e con uguale velocit posta una
qualche risposta, chiss in quale post o in quale discussione.)
Una sorta di effetto domino.
Esatto. Ovviamente ci sono quelli che sono a favore del Partito X e che ti
difendono. Poi, non so se lhai mai notato, salta fuori qualcuno che
difende il Partito X, ma lo fa in modo idiota e scomposto, con una marea
di punti di sospensione, maiuscole, punti esclamativi e via dicendo
S, che tu pensi: Ma allora sono tutti idioti.
Perfetto. Quelli sono sempre nostri colleghi. Semplicemente agiscono con
una psicologia inversa. Il loro scopo proprio quello di far sembrare i
tuoi sostenitori degli imbecilli. Cos come io faccio da stura a quelli che
sono contro di te in maniera genuina, diciamo, allo stesso modo loro
fanno da stura ai tuoi estremisti, e globalmente ne vieni fuori screditato.
Basta un provocatore come me e un contro-provocatore che fanno finta di
litigare, per sputtanarti una discussione o un post.

Questa troppo grossa, non posso crederci.


Sei libero di non crederci. Comunque loro prendono molto di pi di noi.
Sono veri professionisti, copywriter di altissimo livello. Se ci pensi, hanno
creato un linguaggio.
Ma tu, politicamente, come hai votato?
Ho votato contro la Ka$ta. Ma il lavoro lavoro. Ci sono le cose da
pagare, ho moglie e figli. Quei soldi mi fanno comodo.
Cosa facevi prima?
Correggevo bozze in una casa editrice. Ora le bozze le fanno correggere
nei paesi dellEst, sottocosto. Cosa dovrei fare?
(Ci salutiamo, insiste per pagare lui il conto. Mette nella borsa il tablet e
si incammina, guardando lo smartphone e continuando a digitare.)
DEBUNKER CHI SONO
La finalit dei cosiddetti debunker (cio "smontatori di bufale" per
passione, a detta loro, ma in realt YesMen dell'Elit e dinsinformatori
prezzolati) evidente:
Servono a screditare qualsiasi Teoria Non Ufficiale, e qualsiasi persona
proponga o sostenga Teorie Non Ufficiali. Ci viene fatto a dispetto di
qualsiasi prova, con ossessivit, comportamenti aggressivi e/o
palesemente diffamatori, spudorate menzogne, tecniche di propaganda
subdole, trabocchetti logici e uso di paroloni altisonanti e concetti
scientifici snaturati che nascondano la pochezza delle loro affermazioni,
l'utilizzo di attacchi ad personam e la derisione e/o le accuse infondate
verso l'interlocutore ecc..
NON IMPORTA CHE SI TRATTI DI UNA TEORIA BASATA SU FATTI
DIMOSTRATI O DI QUALCOSA DI PALESEMENTE CAMPATO IN

ARIA: SE NON UNA TEORIA UFFICIALE ESSI DEVONO


SCREDITARLA, COME DEVONO SOSTENERE QUALSIASI TEORIA
UFFICIALE PER QUANTO PRIVA DI FONDAMENTO O ASSURDA
POSSA ESSERE.
FUNZIONI DEI DEBUNKER:
Fare in modo che la maggior parte della gente rifiuti a priori ogni Teoria
Non Ufficiale perch ".. tanto si sa che una bufala: l'ha sbufalata il
CICAP e del CICAP fa parte Piero Angela.."; tanto la persona media mica
approfondisce per farsi un opinione su qualcosa: quindi basta dire di aver
confutato una certa teoria, anche con confutazioni illogiche o inesistenti...
e la teoria diventa "sbufalata e fallace" nel sentire comune.
- Fare in modo che gli attivisti perdano tempo a litigare con i debunker
stessi o a confutare le affermazioni dei debunker, a difendersi dalle
calunnie ecc.
- Fare in modo che teorie sensate e ragionevolmente provate siano messe
sullo stesso piano di stupidaggini campate in aria (per questo nel loro
pietoso "blog presa per il culo" chiamato "strakerenemy" per via della
loro patologica ossessione verso Straker di Tankerenemy, teorie basate su
prove come quelle sull'auto-attentato dell'11 Settembre vengono messe
insieme a cavolate palesemente inventate sul "Salto Quantico della Nuova
Era ed il Comando Ashtar" ecc).
Questo fa in modo che, per il lettore inesperto, teorie con prove e robaccia
campata in aria abbiano realmente lo stesso valore, e la cosa aumentata
dal fatto che in trasmissioni spazzatura come "Mistero" (trasmissione di
Italia Uno) venga appunto fatto lo stesso mix, come in libri di blasonati
Gatekeeper quali David Icke ecc.

- Fare in modo che Forum a tema diventino quasi illeggibili oltre che
tremendamente noiosi per via deli loro continui attacchi verbali e/o
pseudo-confutazioni che fanno diventare ogni discussione un
interminabile loop [se siete stufi di ci e volete discutere di NWO e temi
connessi in modo decente venite sulla mia ML "debunker-free": "Mailing
List Teorici del Complotto":http://groups.google.com/group/teorici-delcomplotto?hl=it
Potete iscrivervi anche dall'apposita casella sulla barra a destra di questo
Blog e anche i non iscritti possono partecipare .
- Creare una logica del tipo "noi contro di loro" che faccia schierare i
lettori ai due estremi (o con i "complottisti" o con i "debunker"), inibendo
cos il pensiero critico individuale, facendo in tal modo passare
Gatekeeper come Giulietto Chiesa (membro del WPF) per "Paladini della
Verit" oppressi dal Sistema e dando automaticamente credibilit a ci
che dicono: in pratica si tratta come al solito della creazione di Falsi
Opposti
La funzione dei Gatekeeper invece assai meno intuitiva, e pu apparire
incomprensibile e contraddittoria a chi non conosce le tecniche di
disinformazione e "counterintelligence" attuate dai Servizi Segreti, dalla
Massoneria, ed in generale da qualsiasi gruppo organizzato che voglia
tener segrete delle informazioni.
Per comprendere l'operato dei Gatekeeper biogna pure conoscere
qualcosa sulle PsyOps
la psicologia delle masse, l'Ingegneria Sociale ecc...
I Gatekeeper servono per monopolizzare e guidare "il dissenso" (termine

qui inteso non solo come dissenso politico), ponendo l'attenzione su certi
temi, ma omettendone altri e proponendo determinate soluzioni (utili
all'Elit o innocue per essa), in pratica mischiando verit e menzogna.
Nell'era di Internet sempre pi difficile tenere segrete certe informazioni
sul mondo: reperire dei dati rapido, facile e quasi gratuito e ricerche che
avrebbero richiesto lunghe ore in biblioteca, magari viaggiando verso
biblioteche specifiche, diventano semplici come usare un motore di
ricerca, inoltre le barriere date dalle lingue sono abbattute dal
miglioramento costante dei programmi di traduzione automatica. Anche
un semplice scambio di idee che permetta di confrontarsi con molte
persone su uno stesso tema enormemente facilitato ed il mezzo da modo
quasi a chiunque di poter diffondere le proprie idee, scoperte e riflessioni
in gran parte del mondo..
Per Internet deriva dal progetto militare ARPANET, e ci ci fa capire
che, se ci permesso usarla vuol dire che per l'Elit non un problema
insormontabile... anzi, si tratta di un'opportunit.
MA COME FANNO I BURATTINAI A PROTEGGERE I LORO SEGRETI
DOPO L'AVVENTO DI INTERNET?
Da un lato hanno fatto in modo che Internet, come gli altri mezzi di
comunicazione di massa, venga utilizzato dalla maggior parte delle
persone per accedere a contenuti frivoli: difatti gran parte degli accessi
online non dovuti a motivi di lavoro riguardano la pornografia, e fra i siti
pi visitati ci sono quelli di gossip e quelli per fare incontri
"romantici/sessuali", mentre gli argomenti pi frequenti di discussione in
una chat riguardano frivolezze o il flirtare.
Anche fra chi cerca informazioni la maggior parte si rivolger

all'equivalente online di grosse testate giornalistiche o telegiornali, o


comunque a "derivati" dei tradizionali Mass Media e a piattaforme che
portino il "marchio di qualit" dell'Informazione Ufficiale..
Quindi solo un'infinitesima percentuale di popolazione (e parlo di una
minuscola parte della gi esigua percentuale di persone occidentali
capaci di utilizzare un computer connesso in rete) sfrutta questo mezzo per
cercare di comprendere realmente il mondo in cui viviamo [provate a
cercare su Google Trends le parole "NWO, o Nuovo Ordine Mondiale o
New World Order" confrontandole con la parola "porno" o con "gossip" o
simili, facendo la ricerca sia per l'Italia che per il mondo: avrete
immediatamente un grafico che mette a confronto ad es quante persone
cercano nel mondo siti che parlino di NWO e quanti dei siti di gossip, e vi
verr detto pure quante pagine nella rete parlano di NWO e quante di
gossip o di porno ecc]...
PER ANCHE QUELLA SEPPUR ESIGUA PERCENTUALE DI
PERSONE CHE SI INFORMANO SUL NUOVO ORDINE MONDIALE
POTREBBE CON IL TEMPO DIVENTARE UN PERICOLO O ALMENO
UN INTRALCIO PER L'ELIT.. COME GESTIRLE ?
Censurare semplicemente le informazioni in un sistema vasto come
Internet inefficiente e ci sarebbe il rischio che comunque una certa parte
di dati sfuggano al controllo; inoltre una censura ferrea rischierebbe di
far riflettere il resto della popolazione portandolo a capire che in questo
mondo non ci sia una vera libert di pensiero e di parola e che quindi
realmente "qualcuno" voglia sopprimere determinate informazioni per
qualche motivo: insomma, censurare una notizia, come far sparire chi la
propaganda, rischia di dare credibilit alla stessa presso "le masse"

altrimenti docili come pecore lobotomizzate.


Per questo molto pi efficace mantenere una blanda censura di certi
temi nei mass media tradizionali (parlandone solo all'interno di Format
che li screditino mischiandoli a cavolate, come ad esempio "Mistero")
lasciando che in rete ci sia una relativa libert di diffusione dei suddetti
contenuti, e parallelamente sommergere la rete di informazioni inventate
su tali temi allo scopo di confondere chi vi si avvicina (soprattutto tramite
i Gatekeeper) e colonizzarla di debunker che tengano d'occhio i grandi
Siti-blog e Forum e che attuino azioni di disturbo come sopra spiegato..
Bisogna ricordarsi che la rete viene anche sfruttata dall'Elit per
manipolare le masse dotando i loro tirapiedi di programmi atti a gestire
con facilit molti alter ego virtuali .
Ci fa capire che Internet pu dare dei fastidi ai Burattinai, ma anche un
grande strumento atto a portare avanti i loro piani; se cos non fosse, non
esisterebbe alcun Internet a basso prezzo facilmente disponibile a milioni
di persone, ne tantomeno un "Internet 2.0" che da la possibilit anche a
persone prive di particolari competenze informatiche di aprire un
Blog/Forum/ecc
in pochi minuti.
FUNZIONI E METODI DEI GATEKEEPER:
- Mischiano verit e menzogna:
Ci viene fatto per:
- Confondere il lettore in modo che non riesca a capire quali siano i dati
reali e quali quelli falsi.
- Screditare un dato reale mischiandolo a falsit spesso talmente palesi da
risultare ridicole (altre volte si scredita un dato reale omettendo le prove

migliori e adducendo come prove fatti insensati o irrilevanti); questa


tattica serve pi che altro a porgere il fianco ai Debunker e ad allontanare
dalle Teorie Non Ufficiali gran parte delle Masse (dandogli l'impressione
che si tratti di una marea di cazzate sostenute solo da pazzoidi).
- Far finire i lettori in un "binario morto" in modo che la loro ricerca vada
a vuoto e/o le loro deduzioni risultino errate poich basate su dati in parte
falsi.
- Inseriscono sempre una certa percentuale di verit scomode nei loro
libri-film-conferenze:
ci serve a dargli credibilit verso i lettori, difatti se raccontassero solo
bugie palesi nessuno li leggerebbe: la tattica della polpetta avvelenata!
- Inseriscono subdolamente nelle loro opere idee e valori affini all'Elit
senza menzionarne le reali fonti:
gli esempi pi comuni sono l'inserimento di elementi tratti da: New Age,
Finto-Ambientalismo, Transumanesimo, o perfino il delineare come
soluzione al NWO un qualcosa che somiglia troppo al NWO stesso
(chiamato in modo diverso e descritto come una meravigliosa Utopia).
- Hanno la funzione di "Leader di Movimento/Guru/Messia":
In pratica compattano gran parte del dissenso contro il NWO nelle loro
fila permettendo all'Elit di manipolarlo come un vero e proprio
Movimento e quindi di indirizzarlo su binari prestabiliti utili ai piani per il
NWO. Ci fa anche in modo che le persone siano indotte non tanto ad
indagare per conto proprio sul Nuovo Ordine Mondiale, ma aspettino le
rivelazioni del loro "Leader" e uniformino la loro visione alla sua (questo
scoraggia il pensiero critico e rende le persone pi facilmente
manipolabili).

Altri indizi possono essere:


- Indicano come movimenti di resistenza al NWO o comunque positivi dei
movimenti creati dagli stessi Burattinai (ad esempio Alex Jones e le
"Rivoluzioni" in Nord Africa; altri dati compromettenti su Jones sono
quelli relativi al simbolo della V e alle informazioni sul Bohemian
Groove).
- Fanno grossolani errori su alcune tematiche (e/o ne omettono altre) che
difficilmente possono essere imputati alla semplice ignoranza (per
comprendere questo bisogna valutare se l'accuratezza di certi dati e la
loro qualit differisce troppo marcatamente da quella su altri dati da loro
proposti).
- spesso si scopre che tali personaggi sono legati all'Elit o ad istituzioni
dell'Elit in vario modo (ad es Giulietto Chiesa e il WPF, oppure le
conferenze ONU a cui hanno partecipato quelli del Movimento Zeitgeist).
- Sono "troppo famosi" rispetto alla qualit di informazione che danno (ad
es fanno conferenze in tutto il paese o perfino in tutto il mondo e vengono
invitati a trasmissioni televisive e/o radiofoniche sia nazionali che estere; i
loro libri vengono tradotti in molte lingue e/o sono presenti sugli scaffali
di ogni libreria; vengono descritti come "grandi ricercatori" quando la
qualit delle loro ricerche mediocre o scarsa; i loro siti/blog sono fra i
pi visitati su un certo tema, ecc; ci contrapposto al fatto che ci sono
miriadi di ottimi ricercatori i cui libri non vengono tradotti e pure in
patria risultano difficili da reperire, e i cui siti sono assai poco conosciuti
e quasi non tradotti in altre lingue).
- Prediligono costantemente (o quasi) trattare argomenti poco rilevanti e/o
con scarsissime prove piuttosto che argomenti seri e suffragati da prove

solide.
GATEKEEPER
- Se li si riesce ad avvicinare e gli si fa notare uno dei "grossolani errori"
o un tema in cui propagandano l'ideologia dell'Elit (chiaramente
portando tutte le prove di ci), danno risposte evasive e in seguito
continuano imperterriti senza modificare le idee divulgate.
- Talvolta cominciano proponendo un'alta percentuale di verit mista a
qualche menzogna e nel corso del tempo aumentano sempre pi la
percentuale di menzogne, oppure hanno un brusco cambiamento (in
negativo) su alcune questioni in seguito ad accordi di marketing o senza
apparente motivo (ad es: Beppe Grillo e la Casaleggio Associati). - ecc...
In certi casi pu essere difficile distinguere in modo certo un ricercatore in
buona fede da un Gatekeeper (in tal caso io proporrei la strategia della
prudenza: non saltate a conclusioni affrettate, ma vagliate con attenzione
qualsiasi cosa detta dalla persona in questione), altre volte la questione
appare veramente palese a chiunque si sia informato adeguatamente su di
un certo personaggio.
I due casi pi eclatanti riguardano, e non per caso, le due fonti pi
utilizzate e propagandate sul NWO, ovvero David Icke ed il Movimento
Zeitgeist con annesso Progetto Venus:
- entrambe le fonti mischiano verit e menzogna (e Icke in particolar
modo tende anche a screditare molto di ci che riporta, non solo
mischiandolo a cose insensate, ma portando come prove fatti assurdi);
- Entrambe le fonti omettono di parlare di tematiche importanti (ad
esempio i Gesuiti, e non mi si venga a raccontare che i minuscoli accenni
di Icke a tale ordine risolvono il problema);

- Entrambe le fonti inseriscono una buona dose di "ideologia dell' Elit"


nei loro scritti (la diffusione dell'ideologia New Age debitamente
mascherata, ha ormai invaso oltre l'80% dei siti-blog che parlano di
Nuovo Ordine Mondiale ; si salvano purtroppo quasi solo i siti/blog
Cristiani, che per omettono in toto il ruolo del Vaticano e dei Gesuiti
nell'attuazione del NWO: vedi http://nwotruthresearch.blogspot.com/ "cerca" GESUITI. Anche questo un esempio
di tattica dei Falsi Opposti utilizzata contro chi cerca di comprendere i
Burattinai ed il NWO).
- Entrambe le fonti propongono come SOLUZIONE contrapposta al
Nuovo Ordine Mondiale... una versione "infiocchettata" del Nuovo Ordine
Mondiale (Zeitgeist con il suo Venus Project, mentre Icke propone come
"arma" per sottrarci al NWO la filosofia Teosofico-New Age della Bailey,
che guarda caso era legata all'ONU e proponeva di creare un mondo
unito sotto un Nuovo Ordine Mondiale ed una Religione Unica Mondiale
Luciferina: se non ci credete date un occhiata ai suoi scritti!).
- Entrambi hanno una fama totalmente spropositata rispetto alla qualit
dell'informazione elargita e sono tradotti in moltissime lingue oltre ad
essere citati anche in televisione ecc.
Molte persone si dimostrano confuse e scettiche quando si parla di
Gatekeeper, forse perch non vogliono veder "colare a picco" l'immagine
di paladini che si erano fatti di questi personaggi [ci accade soprattutto
quando si va a toccare il personaggio che per primo stato letto dalla
persona che si ha davanti].
In particolare si chiedono:
"ICKE/ZEITGEIST PER HANNO CONTRIBUITO A DIFFONDERE

VERIT APRENDO GLI OCCHI A TANTE PERSONE, CHE MAGARI DA


LI HANNO COMINCIATO AD INFORMARSI DA SOLE AMPLIANDO I
PROPRI ORIZZONTI: PERCH LI SCREDITATE"
Gatekeeper: David Icke New Age (anche se lo nega)
OK, MA QUALE PREZZO ?
I Gatekeeper diffondono qualche verit facilmente disponibile condendola
con apposite menzogne, ed proprio per "colpa loro" che i siti contro il
NWO sono letteralmente INFESTATI dall'ideologia New Age (spesso
nemmeno riconosciuta come tale), che l'ideologia di base della
Religione Unica del Nuovo Ordine Mondiale.
In secondo luogo su 10 persone che guardano Zeitgeist o leggono Icke
almeno 6 di loro non cominceranno ad approfondire, ma si areneranno sul
"guru di turno" e aspetteranno che Icke o Zeitgeist gli donino nuove
informazioni o comunque non amplieranno abbastanza le loro conoscenze
da poter mettere in discussione la visione dei dati elargita dai loro
beniamini.
In terzo luogo, qui non si parla di SCREDITARE, ma di fare una CRITICA
BASATA SUI FATTI: un fatto che Icke propagandi molta dell'Iideologia
della Bailey anche se non la cita fra le fonti bibliografiche dei suoi libri
[chiunque legga la Bailey e poi Icke non pu che convenirne e l'articolo
da me indicato lo spiega dettagliatamente]; come un fatto che il Venus
Project contenga molti elementi della "Repubblica di Platone" come
elementi Teosofici e Transumanisti, nonostante Fresco e soci chiaramente
lo neghino, certi dell'ignoranza dei loro fan.
L'altra domanda frequente : "Per quale motivo i Burattinai sono cos
scemi da propagandare temi che vogliono tenere nascosti quali il

Signoraggio o il ruolo della Massoneria?" I Burattinai non sono affatto


stupidi, anzi sono geniali, purtroppo per noi.
Come ho spiegato prima, in un epoca in cui sempre pi difficile
mantenere totalmente segreto qualcosa, meglio far diffondere in modo
controllato (e da personaggi che si ergano a "Leader di
Movimento/Guru") qualche verit mista ad utili menzogne, cos da
spingere "il Movimento" nella direzione voluta, piuttosto che lasciare tutto
al caso o cercare invano di censurare rischiando di ottenere l'effetto
opposto.
Il genere di NWO che vogliono creare assomiglier pi a "A Brave New
World" ["Il Mondo Nuovo"] di Huxley che a "1984" di Orwell (se
avessero voluto agire grazie alla forza bruta lo avrebbero gi fatto da
almeno uno o due secoli)... e cosa c' di meglio che persuadere
nascostamente gran parte di chi contro il NWO a volere... il NWO senza
esserne neppure consapevoli?!?!
Dovrebbe essere ormai palese che i Gatekeeper hanno lo scopo di
avvelenare chi cerca informazioni sul Nuovo Ordine Mondiale, e la parte
"succulenta" della polpetta rappresentata dalle informazioni vere che
ogni gatekeeper da, mentre il veleno rappresentato non solo dalle
informazioni false, ma soprattutto da quelle informazioni tese a spingere i
lettori verso "soluzioni" e ideologie affini a quelle dell'Elit, come la New
Age o la grande enfasi su ipotesi apocalittiche quali il 2012 oppure la
finta catastrofe naturale del Riscaldamento Globale e della
Sovrappopolazione [Finto Ambientalismo e ideologie Malthusiane] ecc

fonte MONDO S PORCO


https://www.facebook.com/photo.phpfbid=496697617097262&set=a.4101
23605754664.1073741828.366586370108388&type=1
http://alfredodecclesia.blogspot.it/2014/05/troll-provocatori-online-untroll.html

Gatekeeper: queste misteriose creature

[GateKeeper: il Guardiano della Porta]

[visto che in rete si sta consumando una querelle riguardo a questi argomenti preferisco
non gettare altra benzina sul fuoco ed evitare di nominare i diretti interessati se non come
link a fondo articolo, sia perch non ho voglia di passare i prossimi mesi a rispondere a
ripetitivi commenti di persone infuriate, sia per poter utilizzare questo articolo un po'
come un "glossario" in futuro; comunque chi ha seguito la cosa sa benissimo a che
diatriba mi stia riferendo, e chi mi conosce sa esattamente cosa io pensi in materia e
riguardo ai "contendenti". Nel "corpo dell'articolo" saranno presenti solo i "link di rimando
interni al mio blog" e qualche altro link utile, mentre tutti i link, compresi quelli di
approfondimento e quelli dedicati alla "querelle online", sono visibili come di consueto
nell'apposita sezione Bibliografica/Linkografica a fondo articolo].
Ero ormai convinta che il termine GATEKEEPER fosse, non solo noto un po' a tutti
(intendo tutti quelli che si occupano di NWO ed argomenti ad esso correlati), ma che fosse
anche stato COMPRESO da quelle stesse persone, almeno a grandi linee...
Invece mi sono trovata per caso davanti ad articoli che fanno capire come perfino molti
miei lettori pi assidui non abbiano assolutamente capito a cosa mi riferisca io, e altri
Blogger , quando parliamo di gatekeeper o quando identifichiamo un autore come
probabile gatekeeper (non solo io parlo di gatekeeper e non sono stata io ad inventare
questo termine, che anzi utilizzato in svariate lingue e non solo fra chi tratta di Nuovo
Ordine Mondiale).
In particolare leggendo alcuni articoli sparsi per la rete [li trovate citati a fondo articolo, e
mi riferisco ai due articoli citati di TNEPD in cui lui stravolge completamente il significato
del termine gatekeeper] mi sono imbattuta davanti a definizioni di Gatekeeper veramente
insensate secondo cui "il Gatekeeper un individuo che consapevolmente o
inconsapevolmente devia gli altri dalla retta via mischiando verit e menzogna"...
L'autore (qui parafrasato) seguendo questa sua fantasiosa ri-definizione del
termine sosteneva che "in fondo siamo tutti gatekeeper" poich "nessuno ha la verit
assoluta in tasca" e quindi tutti noi quando parliamo di NWO diciamo cose vere mischiate
a cose false, e, secondo tale logica, chi accusa un altro autore di essere un gatekeeper lo
fa semplicemente perch quell'autore ha un opinione diversa dalla sua e non in base a
prove e dati di fatto, e lo fa a prescindere dalla presunta buona o malafede della persona
accusata.
Si, certo, il ragionamento di TNEPD fila alla perfezione...peccato che quella NON SIA LA
VERA DEFINIZIONE DI GATEKEEPER, quindi anche tutti gli altri postulati crollano
diventando gratuite calunnie o sintomo di estrema sciatteria, poich prima di scrivere
un articolo bisognerebbe degnarsi di ripassare la materia adeguatamente proprio per
evitare simili errori; errori che possono sembrare insignificanti, se non fosse che in tal
modo si delegittimano pesantemente ottimi Blogger dipingendoli alla stregua di macchiette
egocentriche con tendenze paranoidi, e si distrugge tutto il lavoro fatto per cercare di
individuare e rendere inoffensivi i veri gatekeeper che danneggiano enormemente il lavoro
di ricerca sul NWO (visto che si tratta di gente mandata apposta dai Burattinai per
ostacolarci in modo assai pi subdolo ed efficace rispetto ai Debunker).
L' asserzione di TNEPD in realt molto insultante poich fa credere al lettore pi
ingenuo che chiunque parli di gatekeeper lo faccia per "partito preso" accusando
banalmente tutti coloro che non la pensano come lui per via di qualche fissazione o
pulsione aggressiva o di paranoia o della volont di "annientare la concorrenza", invece gli
autori seri accusano di essere gatekeeper SOLO persone contro cui hanno prove
solide riguardo alla loro malafede....

DEFINIZIONE DI GATEKEEPER:
- Origini del termine:
Il termine GateKeeper significa [in Inglese] testualmente "guardiano della porta" o
"guardiano del cancello" [da Gate: cancello/entrata/varco/porta e Keeper:
guardiano/sorvegliante] ecc..
Si riferisce all'addetto alla sorveglianza delle Porte della Citt, che dovevano
essere chiuse la sera ed aperte la mattina; doveva anche controllare le persone e le merci
in entrata ed in uscita, bloccare al cancello gli individui sospetti e chiudere le porte in caso
di attacco nemico; questa era prassi comune anticamente, quando gran parte delle Citt
avevano spesse mura e pesanti cancelli, da qui l'usanza di donare le "chiavi della citt" ad
individui che si erano distinti per merito.
- Significati odierni/significati metaforici:
Per gatekeeper al giorno d'oggi si intende generalmente un individuo che abbia il
compito di decidere quali informazioni debbano essere rese note al pubblico tramite
i mass media; tale termine spesso utilizzato per definire ad esempio i direttori di una
testata giornalistica che decidono ci di cui si debba occupare il giornale, oppure si
indicano come gatekeeper i responsabili delle grandi Agenzie Stampa (come l'ANSA o la
REUTERS, la AdnKronos ecc..) da cui tutti i giornali e telegiornali traggono le notizie in
pratica senza controllarne la veridicit e le fonti e senza sforzarsi di reperire notizie
autonomamente. Si conti che nel mondo esistono meno di una ventina di grandi Agenzie
Stampa veramente importanti [i link qui inseriti non sono un elenco delle pi
influenti Agenzie Stampa a livello Mondiale, ma solo un piccolo elenco esplicativo atto a
far capire al lettore di cosa stiamo parlando: si conti che questo NON un articolo sulle
Agenzie Stampa e su come il Sistema Giornalistico Globale venga manipolato], da cui
dipende la quasi totalit di testate giornalistiche ufficiali e dei telegiornali (e ora anche delle
testate online) per il reperimento delle notizie da divulgare; quindi controllate quelle il
controllo sul flusso di notizie reperibili al grande pubblico ottenuto almeno al 90%.
Chi fa ricerca sul Nuovo Ordine Mondiale e su tematiche occultate dai mass media , da
per scontato il fatto che i media ufficiali filtrino le notizie scomode o le manipolino, come il
meccanismo di controllo del flusso di notizie dato dalle grandi Agenzie Stampa; per questo
nell'ambito della ricerca sul NWO il termine gatekeeper viene solitamente utilizzato
per indicare autori che, fingendo di divulgare informazioni sul Nuovo Ordine
Mondiale, mischiano consapevolmente verit e menzogne al fine di sviare i lettori e
confonderli, non solo per renderli inoffensivi, ma talvolta anche per renderli utili ai
piani dell' Elite (ad es. la diffusione della New Age nel "complottismo sul NWO"
finalizzata a diffondere la Religione Unica della Nuova Era facendo credere che essa sia
un modo per combattere il NWO , oppure la creazione di uno zoccolo duro anti-NWO
composto da Cattolici spesso quasi fanatici che non vorranno mai sentirsi dire che i
Gesuiti sono implicati nel NWO a prescindere dalle prove).
Da adesso in poi quando parler di Gatekeeper mi riferir specificamente ai
gatekeeper utilizzati per manipolare la ricerca sul NWO.
- Come si riconosce un Gatekeeper?
Spesso non possibile individuare con assoluta certezza un gatekeeper, ma si pu
arrivare ad avere fondati sospetti basati su prove che diano la quasi certezza della

malafede di un autore, mentre in alcuni casi possiamo solo avere sospetti che dovrebbero
portarci a verificare con maggior scrupolo ogni notizia proveniente dall'autore sospettato.
Come detto sopra, non esistono metodi infallibili per individuare un gatekeeper, ed
possibile confondere una persona in buona fede, ma ingenua, con un gatekeeper o
viceversa, per se sono presenti la maggior parte degli indicatori sotto enunciati i
sospetti si fanno forti:
1) L'Autore in questione mischia dati veri e confermati da prove di buona qualit a dati
non confermati da prove degne di questo nome, spesso sono presenti anche dati
palesemente assurdi che vengono messi sullo stesso piano di quelli confermati da prove
solide (che cos scredita agli occhi del pubblico l'intero lavoro di quell'autore ed il lavoro di
chiunque tratti uno degli argomenti trattati dall'autore stesso, anche qualora si portino
prove solide a supporto).
2) L'Autore porta dati in gran parte veri, ma li giustifica con prove deboli/parziali o
volutamente fallaci, quando sarebbe semplice trovarne di valide e ci stona con la qualit
del resto del suo lavoro.
3) L'Autore porta dati in gran parte veri, ma permea i suoi scritti con un atteggiamento
volutamente ultra-razzista o da fanatico religioso o da santone-guru, o da pazzo
paranoico/credulone squinternato o simili (intendo atteggiamenti che provochino forte
repulsione per tale personaggio e le sue idee da parte della maggioranza dei lettori, e che
quindi screditino anche le cose vere e provate che dice/scrive), cosa che lo scredita agli
occhi di chi legge rendendo vana ogni prova da lui portata e ridicolizzando o portando
astio verso chiunque proponga tesi anche solo in parte simili alle sue (anche in casi in cui
la persona non abbia l'atteggiamento "fanatico" dell'Autore citato e cerchi in tutti i modi di
discostarsi da esso).
4) L'Autore molto famoso anche al di fuori del suo paese natale, pubblica libri tradotti in
molte lingue e facilmente reperibili in ogni libreria, presente in programmi TV sia della
sua madrepatria che esteri (mentre libri di altri autori ben pi validi risultano quasi
introvabili perfino nella madrepatria, non vengono tradotti in altre lingue e i loro autori
raramente finiscono in televisione); molto citato sia sul WEB che al di fuori; dipinto da
molti come "uno dei maggiori studiosi sul NWO/11settembre/ecc" quando le sue ricerche
non sono ne molto ben documentate, ne molto innovative e la sua esposizione
mediatica/credito appare molto superiore alla qualit delle sue ricerche.
L'Autore pu anche essere famoso solo in patria e/o sul WEB, ma comunque la sua
popolarit e la stima che gli altri sembrano avere di lui appare molto eccessiva rispetto alla
qualit e innovazione date dalle sue ricerche (questo punto da solo o abbinato a pochi altri
non pu determinare la malafede di un soggetto, quindi usare prudenza).
5) L'Autore ha amicizie o forti contatti con esponenti o enti di diretta emanazione dell' Elite
che vuole il NWO, anche se dice di voler combattere il NWO e/o di essere uno slegato
dall'Elite e dagli intrighi di potere (questo punto assai rilevante, ed uno degli indici che
pi di altri pu farci propendere per la malafede del soggetto, ma come al solito da solo
pu essere considerato come un forte indizio e non come una prova definitiva).
6) L'Autore evita sempre di parlare di un certo problema o di alcuni dati scottanti e,
quando invitato a farlo, diventa aggressivo, glissa o minimizza (non solo sul momento, ma
evita cotinuativamente di trattare o dare importanza a certi argomenti, anche quando gli si
mostrato che essi potrebbero essere molto importanti e supportati da solide prove, E/O
invece continua imperterrito a trattare argomenti supportati da prove assai labili
anche quando gli si mostrata ripetutamente la cosa): ad es un autore che parla di
NWO e ci mette dentro Massoni, Sionisti ecc, ma si rifiuta categoricamente di parlare di
Gesuiti nonostante le prove a loro carico, oppure si fissa a parlare delle Multinazionali e
degli OGM , ma non vuole assolutamente parlare di Signoraggio Bancario (in questi casi

bisogna accertarsi che l'omissione sia dovuta a malafede e non ad ignoranza o


a particolari convinzioni ideologiche dell'autore, e questo dato da solo, come del resto gli
altri, non fa di un autore un gatekeeper, , ma se unito a svariati altri indicatori pu dare
forti sospetti, soprattutto quando si tratta di autori che studiano una certa materia da molti
anni ed hanno molti collaboratori capaci di fornirgli materiale).
7) L'Autore unisce ai dati sul NWO una forte dose di propaganda New Age, spesso
spacciandola come antidoto al NWO e negando perfino che si tratti di New Age o
comunque omettendo i legami fra la New Age, l'ONU, la Teosofia ed il Luciferismo e fra la
New Age e quella che sar la Religione Unica Mondiale del NWO. Spesso tale
propaganda spacciata per "rivelazioni personali fatte all'autore da entit
sovrannaturali/angeliche/aliene benevole e vogliose di aiutare l'umanit ad Evolversi" (in
tali casi facile che l'autore si atteggi a Guru o a Messia almeno in modo velato) o roba
simile, quando basta un minimo di conoscenza della New Age per capire che si tratta di
materiale trito e ritrito derivante dalla Teosofia e/o da pubblicazioni New Age pi moderne.
8) L'Autore si affianca o si appoggia ripetutamente ed ampiamente ad altri autori che
sembrano essere noti gatekeeper o personaggi assai sospetti, e quando gli si fa notare la
cosa (portandogli prove solide e mostrandosi gentili) evita di rispondere o glissa (o
attacca) per poi continuare imperterrito.
9) L'Autore sostiene di aver fatto rivelazioni estremamente scottanti e di doversi
nascondere o guardare le spalle per via di ci; per continua a scrivere libri, comparire in
TV ecc, senza che nessuno cerchi di eliminarlo o metterlo a tacere in altro modo e la sua
popolarit sembra aumentare invece che diminuire, cos come la sua esposizione
mediatica (es: Adam Kadmon, un nome New Age per un finto rampollo degli Illuminati che,
a suo dire, deve nascondersi dietro una maschera per farci grandi rivelazioni in video,
quando in realt dice cose trite e ritrite a cui accuratamente toglie ogni prova tangibile
mischiandole a cavolate immani, tutto ci dietro ad una maschera ridicola che serve
SOLO a fare scena visto che qualsiasi scanner facciale utilizzato dalla polizia potrebbe
benissimo identificarlo con o senza quella stupida maschera).
10) L'Autore propone come strategia per combattere il NWO qualcosa che invece
avvantaggia il Nuovo Ordine Mondiale stesso o che comunque non lo combatte
affatto o che propaganda un ideologia affine a quella del NWO (ad es. tutti quegli
autori che propagandano l'ideologia New Age spacciandola come antidoto al Nuovo
Ordine Mondiale).
Questo uno degli indicatori pi importanti, anche se da solo non basta a distinguere una
persona che in buona fede riporta idee lette da un gatekeeper da un vero gatekeeper.
11) L'Autore sembra voler giustificare moralmente e/o Spiritualmente a tutti i costi i
Burattinai (compresi i piani del NWO e chi li attua):
- potrebbe dire che, in fondo l'umanit si comporta come un Virus che attacca Gaia la
Sacra Madre Terra e quindi l'Elite ha ragione a voler ridimensionare il numero di umani e a
volerli controllare attentamente (dimenticandosi per che si parla di quella stessa Elite che
ha deciso di inquinare quello stesso Pianeta volutamente a pi non posso con chemtrails,
pesticidi, fertilizzanti, quantit esorbitanti di antibiotici rilasciati nell'ambiente ecc,
costruendo deleterie dighe e rettificando fiumi, abbattendo intere foreste, estirpando interi
ecosistemi e sovrasfruttando le risorse ambientali per poi sprecarne la maggior parte
condannando cos appositamente alla morte per fame una grande % dell'umanit e
dell'ecosistema..);
- o che " tutta questione di Karma", quindi se nasci come un bambino destinato a morire
di fame nel Terzo Mondo o a vivere in modo infernale solo perch lo hai scelto tu prima
di nascere, poich questo era ci che ti serviva per Evolverti Spiritualmente/Karmicamente
(fino ad arrivare al Brahman, al Dio-Fonte trasformato dalla New Age nel "Tutto Uno"), o
perch "te lo sei meritato" per via delle colpe di una tua vita passata o roba

simile (seguendo tale filosofia non si dovrebbe mai cercare di eliminare le ingiustizie
sociali e la sofferenza altrui, poich ogni nostra azione atta a dare sollievo ad un altro
umano o animale, interferirebbe con la sua evoluzione spirituale...);
- o che i Burattinai ci fanno del male per farci del bene, in pratica che ci seviziano
perch solo cos possono aiutarci ad Evolvere Spiritualmente (terrificante ed
abominevole tesi esposta dal blog Anticorpi e presa da scritti New Age come "Il Libro dell'
UNO" e gli sproloqui di "Hidden Hand" che fece finta di essere un pezzo grosso degli
Illuminati quando era solo un gatekeeper New Age); secondo tale nauseante concezione,
se domani uno mi sbatte per terra spaccandomi un braccio e 3 costole, decide di spararmi
rendendomi paraplegica e mi stupra lacerandomi pure l'utero per la violenza usata io
dovrei RINGRAZIARLO poich mi ha MOLTO AIUTATA ad Evolvermi Spiritualmente!
Quindi, alle vittime di stupri, torture, molestie su minori o di genocidio ed ogni altra
nefandezza di cui la mente umana capace, dovremmo dire: ringraziate i vostri aguzzini
poich hanno abbreviato notevolmente il vostro percorso verso l'Illuminazione Spirituale!
(visto che gli Ebrei tendono ad essere parecchio suscettibili al riguardo, chi che va a
comunicargli che dovrebbero innalzare subito una statua in onore di Hitler e magari
istituire una festivit che gli renda gloria? in fondo lui ha contribuito pi di altri a depurarli
Karmicamente...almeno secondo la filosofia di Anticorpi/TNEPD e Company..).
12) L'Autore sembra volerci terrorizzare a tal punto da farci venire gli incubi descrivendo
situazioni cos mostruose ed impossibili da affrontare anche solo psicologicamente oltre
che tecnologicamente e spiritualmente per l'umanit da far gettare la spugna a chiunque o
da farci solo sperare l'intervento di una potenza pi grande che venga in nostro soccorso
(da Dio con l'Apocalisse, agli Alieni Buoni del Comando Ashtar, ai cicli cosmici che
dovrebbero provocare "il salto Quantico, ecc); e fa ci, non parlando di cose su cui ha dati
presi da fonti attendibili, ma parlando di roba tratta da racconti che di attendibile hanno
ben poco (ad es le descrizioni splatter dei Rettiliani succhia-sangue di Icke con la Regina
Elisabetta che si trasforma in mega-lucertola e sgozza bambini con frenesia omicida ecc;
idem molte descrizioni tratte da alcuni Ufologi, capaci di far venire gli incubi a qualsiasi
lettore).
13) In puro "stile New Age" l'Autore sostiene che l'unico modo per combattere il Nuovo
Ordine Mondiale , non sia quello di informarsi il pi possibile ed informare quante pi
persone possibili per poi DOPO organizzare qualcosa di concreto, ma quello di mettersi
tutti a meditare sull'Amore per influenzare
Quantisticamente/Etericamente/Spiritualmente la Realt/il Mondo/La Matrice-Matrix o per
velocizzare l'Evoluzione Spirituale Umana verso il Salto Quantico o la Quarta Dimensione
o per sconfiggere spiritualmente le influenze dei Demoni/Alieni/Rettiliani/Arconti o roba
simile (in questo campo le teorie sono tantissime, ma le soluzioni sembrano spesso
essere simili ed incentrate sulla Meditazione in stile Osho, sulla Preghiera o sul dare
Amore Incondizionato o sul non accettare la realt che vediamo come realt reale ecc).
Tali autori talvolta possono arrivare a criticare aspramente chi invece cerca di agire
accumulando informazioni attendibili sul NWO per poi divulgarle e pensare a soluzioni
concrete:
infatti secondo alcuni di loro, se si propagandano "idee deprimenti" (che destabilizzano
Spiritualmente/Esotericamente o Quantisticamente o Karmicamente la persona e/o la sua
Aura) o che trattino di "questioni negative", non importa se esse siano immaginarie o
supportate da prove o di cosa trattino, si finisce per influenzare negativamente le altre
persone a livello Spirituale/Esoterico/Karmico/Quantistico/Aurico e quindi per influenzare
negativamente il mondo rendendo pi probabile che tali fatti negativi avvengano (mentre
se si parla solo di pace amore ed unicorni viola concentrandosi fortemente su tali cose..il
mondo comincer magicamente a rifiorire divenendo un luogo idilliaco..e se ci non
succede SOLO perch non erano abbastanza persone a farlo o qualcuno non si era

concentrato per bene! Insomma, Osho con i suoi "Studi Scientifici" sulla Meditazione
Trascendentale ha dimostrato inequivocabilmente questo postulato e fatto capire che, se il
mondo va a puttane NON per colpa di un branco di grandi stronzi che da secoli e secoli
ci tratta come bestie da macello, ma perch noi pensiamo negativo, non meditiamo tutti
insieme su Pace e Amore, e quindi facciamo accadere cose brutte, oppure il nostro
Karma che richiede che noi soffriamo per farci evolvere...in ogni caso zitti tutti e
concentriamoci sugli unicorni viola o sulla nave Astrale di Ashtar Sheran che presto ci
verr in aiuto!).
Lo scritto tra parentesi qui sopra da interpretarsi come ironico, tanto per non generare
fraintendimenti...
14) L'Autore sembra perdersi cronicamente in questioni marginali ed inutili dettagli su
questioni ormai non pi molto significative ed attuali: ad esempio scrive lunghissimi trattati
che analizzino ogni minimo dettaglio tecnico sull'11settembre (quando ormai il fatto che si
tratti di un autoattentato appare palese a chi ha orecchie per intendere, e di articoli
sull'argomento che hanno sviscerato ogni sua implicazione ce ne sono a migliaia) come se
comprendere l'esatta formula dell'esplosivo utilizzato per minare le Torri fosse cruciale per
la teoria e per il futuro della ricerca sul NWO; oppure si perde ad analizzare
ossessivamente altri complotti ormai vecchi e gi adeguatamente provati (ad es l'omicidio
Kennedy) e tratta quasi solo queste cose con una grande attenzione ai dettagli pi che al
quadro generale, finendo cos per trascurare grandemente argomenti ben pi attuali ed
importanti.
(Questo punto significativo solo se associato a molti altri indicatori e se tale
atteggiamento veramente estremo e vi una quasi ossessiva predilezione all'analisi di
dettagli marginali piuttosto che al quadro d'insieme tanto da divenire una "tecnica di
distrazione": una banale predilezione per l'analisi del'11settembre o dell'Omicidio Kennedy
o del finto allunaggio o di altri vecchi casi, oppure saltuari articoli su tali temi non sono
affatto prove di malafede).
15) L'Autore sostiene che non abbia senso fare ricerche per individuare i responsabili dei
piani del NWO , ne accumulare prove atte a comprendete quali siano esattamente i loro
piani e come vogliano attuarli ecc, per continua a scrivere articoli/libri/ecc sul Nuovo
Ordine Mondiale (in cui spesso parla di fantomatici vertici sovrumani poco identificabili e
impossibili da combattere e/o dice che non ha senso affannarsi per cercare i responsabili
dei piani sul NWO poich tanto sono cos pi forti che tutto inutile ecc), quando le sue
idee dovrebbero a rigor di logica farlo dedicare ad altro (spesso prende in giro chi si
affanna a fare ricerche reperendo dati per stabilire chi esattamente sia a tirare le fila per i
piani del NWO e nel fare ci paragona autori che fanno ricerche meticolose ad autori che
additano una fazione propugnando come prove solo aneddoti, mettendo tutto sullo stesso
piano e cercando di far fare ai vari autori la figura di bambini che litigano per stabilire se
sia pi buono il gelato alla cioccolata oppure quello al limone, omettendo per di far capire
come fra i vari autori ci siano forti differenze di qualit delle indagini e non solo di
opinione).
16) L'Autore ha un comportamento viscido e velatamente aggressivo, anche se
mascherato da un tono apparentemente bonario e mite o ironico; critica gli altri autori, non
basandosi sui dati che essi portano e confutando con prove alla mano opinioni basate su
dati che ritiene errati o parziali, ma agendo in modo subdolo con attacchi ad personam,
mistificando il pensiero altrui per far apparire gli altri autori come idioti o fanatici
ossessionati da una certa idea a prescindere dal loro reale modus operandi; tende ad
avere un tono di superiorit mascherato da "saggia benevolenza", quando in realt le sue
analisi non portano la ricerca sul Nuovo Ordine Mondiale molto avanti e le sue critiche ad
altri autori sembrano pi prese in giro velate o tentativi di ridurre chi non la pensa come lui
a macchiette comiche, mentre probabile che lui stesso accusi gli altri autori di

prendersela per partito preso verso chi non la pensa come loro (questo pu essere anche
un caso di proiezione, in cui un autore accusa altri di fare ci che in realt lui fa; come
negli altri casi, non tutte le persone che si comportano cos sono gatekeeper: possibile
che autori in buona fede, ma con un grande Ego e tendenze alla manipolazione altrui e ad
agire in modo subdolo, si comportino cos anche senza aver studiato alcuna strategia a
tavolino, come anche possibile che lettori in buona fede rimangano affascinati da questi
millantatori e ne assorbano le idee riportandole a loro volta nei propri articoli senza
rendersi conto della grande aggressivit nascosta di questi personaggi, che spesso
risultano molto carismatici e capaci di ipnotizzare i lettori con il loro linguaggio fintamente
gentile e pacato, ma in realt zeppo di aggressivit velata verso chiunque non gli vada a
genio o sospetti il loro reale carattere).
17) L'Autore sembra comportarsi gentilmente con tutti, ma alle loro spalle (o se lo
contraddicono/umiliano pubblicamente) capace di creare vere e proprie campagne
denigratorie verso chiunque lo contraddica; al posto che cercare di dimostrare
apertamente, dati alla mano, di avere ragione o al posto di instaurare un dialogo aperto e
sincero con la persona con cui non d'accordo in modo da confrontarsi ed appianare
le differenze o almeno effettuare attacchi alla luce del sole rispondendogli direttamente ci
che pensa nel proprio blog, lui "mobilita la cavalleria" (ovvero chi lo segue fedelmente ad
es. online) scatenandola contro il bersaglio designato, spesso con falsi pretesti e
suggerendo strategie anche molto subdole ed aggressive atte a "sbaragliare il nemico"
(come ad es. fomentare i propri seguaci fingendo di essere perseguitati da qualcuno e
sugerendogli di danneggiarlo bloccandogli gli account YouTube con false accuse di
violazione di Copy-Right o cose simili, o spammando a destra e a manca su blog e forum
accuse pi o meno false contro chi lo ha infastidito/contraddetto/umiliato e chiedendo ai
propri accoliti di fare altrettanto, ecc)..
18) L'Autore sembra comportarsi da "Guru/Messia/Capo", tendendo a ghettizzare i suoi
accoliti e facendone un Gruppo Chiuso che lo segue in modo fideistico, al posto che
cercare di stimolare nei lettori la capacit autonoma di cercare ed interpretare
informazioni; potrebbe avere la tendenza ad usare i suoi accoliti per sbaragliare quelli che
percepisce come nemici o concorrenti anche in modo subdolo e/o molto aggressivo
oppure potrebbe creare un gruppo talmente chiuso da scoraggiare chiunque si intrometta
esponendo un parere anche solo leggermente diverso, pena l'attacco in massa del gruppo
stesso verso l'intruso (in questi casi pu essere difficile capire se ci si trova davanti ad un
millantatore che prende per i fondelli chi lo segue sfruttando tecniche "da setta" o di una
persona che crede genuinamente in ci che professa e quindi pi inquadrabile come una
sorta di fanatico religioso).
19) L'Autore tende ad utilizzare in gran parte fonti inaffidabili, anedottiche, a basarsi quasi
solo su supposizioni e a costruire la spina dorsale delle proprie teorie su di esse, anche
quando gli vengono presentate "su un piatto d'argento" prove ottime e ben documentate
su ci di cui sta parlando, continua nel lavoro successivo a citare solo o quasi solo prove
anedottiche e poco affidabili ignorando del tutto o in parte i dati affidabili o dandogli poco
peso..
20) ecc...
Come detto sopra, per individuare con ragionevole certezza un gatekeeper non basta
che uno o 2 di questi punti sia "positivo", ma bisogna che gran parte di questi punti
risulti positivo sulla base di dati di fatto confermati e non di soli sospetti pi o meno
plausibili (sono particolarmente rilevanti i punti che associano un certo autore a
personaggi, gruppi o istituzioni marcatamente Pro-NWO, poich non molto sensato
pensare che un autore possa credere realmente di combattere il Nuovo Ordine
Mondiale se frequenta attivamente persone che vogliono apertamente il NWO, a meno

che non sia totalmente rincitrullito o scisso, e in tali casi appare dubbia l'ipotesi
dell'ingenuit che, se fosse vera, renderebbe comunque l'autore totalmente inaffidabile
per via dello scarso discernimento dimostrato).
Comunque opportuno valutare caso per caso senza giungere a conclusioni
affrettate e senza rischiare di scatenare una caccia alle streghe. Soprattutto bisogna
curarsi di distinguere fra probabili gatekeeper in mala fede e fra chi, in buona fede,
ha magari un piccolo blog che banalmente si limita a copiare pari pari l'ideologia e i
dati di uno o pi gatekeeper e, anche se stimolato a riflettere con dati alla mano sulla
probabile fallacia di alcune asserzioni del suo beniamino (e ancor peggio se si accusa
direttamente il suo beniamino di essere in mala fede), finisce per impuntarsi come un mulo
per ignoranza, ingenuit, inesperienza o orgoglio; la "carta dell' ingenuit/ignoranza" [qui il
termine IGNORANZA viene usato in modo NON dispregiativo, ma secondo il suo originale
significato, ovvero "persona che ignora/non conosce determinate
cose/fatti/dati/informazioni"] pu essere poco plausibile per autori di fama nazionale o
internazionale che parlano di Nuovo Ordine Mondiale da molti anni avendo i mezzi
necessari per approfondire [comunque non mai detto: molte persone possono
convincersi a tal punto di una tesi fallace da non voler sentir ragioni, soprattutto quando
entrano in gioco forti convinzioni personali o di fede; per questo serve anche il buon senso
per individuare un gatekeeper], ma perfettamente plausibile quando si parla di persone
che si sono avvicinate al problema da poco e non hanno le conoscenze ne i mezzi per
approfondire al meglio la questione, e soprattutto che hanno solo un' influenza minima nel
"panorama della ricerca sul NWO", possedendo al massimo piccoli Blog o account
Facebook o YouTube o cose simili, frequentati da poche persone e che appaiono "molto
amatoriali" e composti in gran parte di "copia-incolla" presi da altri siti/blog e/o da piccoli
articoli assai poco professionali che denotano scarsa attitudine all'approfondimento e al
pensiero critico/indipendente da parte dell'autore.
Chiaramente il caso dell'Autore Internazionale molto famoso e quello dell'Autore del
piccolo Blog/Account sono i 2 estremi: in tutti i "casi intermedi" bisogna agire di
volta in volta con buon senso e prudenza, per questo ho detto che molto
importante valutare caso per caso e non affidarsi a criteri rigidi per l'individuazione
dei Gatekeeper [la lista di criteri enunciata sopra indicativa e va presa come una serie
di indicatori che possono portarci a sospettare di un certo Autore, ma solo se si
accumulano molte prove inconfutabili lo si potr definire a ragion veduta come gatekeeper
o sospetto gatekeeper ], perch un VERO Gatekeeper in mala fede, senn pi che di
gatekeeper si parla di "Utili Idioti" inconsapevoli, persone che propagandano teorie
funzionali al' Elite senza accorgersene, anzi spesso credendo cos di combattere l' Elite;
non voglio essere offensiva verso chi ha poca esperienza nella ricerca di dati sul Nuovo
Ordine Mondiale poich queste sono terminologie tecniche, da non interpretare in senso
dispregiativo: in fondo normale che, quando una persona si avvicina a tematiche molto
complesse, spinose e zeppe di inganni, rischi di perdersi o di cadere in una delle
innumerevoli trappole...l'unico antidoto continuare ad informarsi da pi fonti possibili e
diversificate e cercando di non dare mai nulla per scontato, cercando di verificare ogni
dato che si incontra e non fidandosi MAI ciecamente di NESSUN autore, nemmeno di
quelli in totale buona fede, o presunta tale: ogni Autore pu sbagliare, anche quello pi
meticoloso ed informato, ma creandosi una propria teoria basata sui dati che si sono
scoperti fino a quel punto, ed essendo per pronti a cambiarla anche radicalmente
ogni volta che nuovi dati la smentiscano..e ci accadr moltissime volte, lo dico per
esperienza diretta!
Noi umani tendiamo ad affezionarci molto alle ideologie e siamo assai restii ad
abbandonarle, poich ci ci lascia un insostenibile senso di vuoto o peggio ci fa sentire
stupidi, soprattutto quando abbiamo passato anni e utilizzato molte energie a sostenere

una certa ideologia che l'interlocutore cerca di farci vedere come fallace, privandoci cos di
botto della nostra Visione del Mondo.
Per questi motivi pu essere assai difficile convincere, pur avendo tonnellate di prove, una
persona che segue una certa ideologia/teoria da molto tempo a cambiarla all'improvviso:
ad es. difficilissimo convincere un volontario del WWF che l'Effetto Serra sia una
montatura, o convincere uno che ha passato 20 anni da militante di Rifondazione
Comunista che il Comunismo non sia mai stato in reale contrapposizione con
il Capitalismo durante la Guerra Fredda, o convincere una persona Cattolica e molto
credente del fatto che la Chiesa Cattolica non incarni affatto i dettami di Ges (o quelli che
dovrebbero essere i suoi dettami: fra le imprecisioni storiche e la manipolazione dei dati
effettuata in 2000 anni, di certezze ne abbiamo poche in materia) e che siano gli stessi
Gesuiti a portare avanti quei piani del NWO che prevedono la New Age come Religione
Unica Mondiale [anche se personalmente penso che ci sia solo la prima fase del piano
per il Nuovo Ordine Mondiale e che nella seconda fase i Gesuiti, dopo aver fatto finta che
la Chiesa di Roma sia stata quasi distrutta insieme alle altre fedi religiose del mondo,
faranno in modo che il Luciferismo New Age sia ben chiaro a tutti nelle sue orribili
conseguenze, e ci gli dar campo libero per fare ci a cui il loro Ordine preposto da
secoli e che con il solo Proselitismo e la conquista militare non avrebbero mai potuto
ottenere, ovvero convertire forzatamente l'intero Globo al Cattolicesimo dando al Vaticano
il potere sia Spirituale che Temporale totale, cosa assai semplice dopo che tutte le altre
religioni saranno state spazzate via dalla New Age e dopo che la New Age Luciferina sar
stata vista da tutti come una maledizione globale..ma questa per ora rimane solo una mia
ipotesi] ecc..
Per queste ragioni quando "si va a caccia di Gatekeeper" bisogna usare prudenza e
buon senso, e nei tantissimi casi dubbi molto meglio mettere un autore sospetto
in "forse", e tenere d'occhio il suo operato facendo particolarmente attenzione a
verificare ancor pi attentamente del solito ogni teoria o dato lui propugni, al posto
che "gridare al gatekeeper" quando non si hanno ancora prove certe...
- A cosa servono i Gatekeeper?
Il ruolo dei gatekeeper pu non essere facilmente comprensibile come invece il ruolo dei
Media Ufficiali o dei Debunker, per questo pochi ne parlano ed il termine molto spesso
frainteso o percepito come se un autore desse banalmente del gatekeeper agli autori con
cui non d'accordo.
Fin dalla notte dei tempi chi voleva nascondere un segreto si accorse che uno dei
modi pi efficaci per farlo non era celarlo scrupolosamente e ad ogni costo, alimentando
cos la curiosit altrui, ma era DIVULGARLO in maniera volutamente parziale e
distorta...difatti le persone sono assai pi propense ad indagare quando percepiscono un
segreto che vorrebbero svelare, che quando credono di aver svelato tale segreto:
- Questo stato fatto dagli Eserciti e dall' Intelligence ed ha preso il nome di
"disinformazione/storie di copertura" e di "Operazioni Psicologiche" (ovvero le PsyOps, per
cui ad oggi esistono reparti specificamente addestrati) atte a confondere il nemico con
false informazioni e a demoralizzarlo o spingerlo a fare errori tattici ecc;
- stato fatto dalle Societ Segrete che, per evitare infiltrazioni dall'esterno, divulgavano
gi secoli fa versioni parziali delle "Parole di Passo", e per sopire curiosit indesiderate,
diffondevano versioni alterate dei propri rituali pi esclusivi insieme a liste parziali od
inventate dei propri membri pi illustri o dei propri scopi e piani;
- sempre nelle Societ Segrete e nei Gruppi Iniziatici di ogni parte del mondo e di ogni
epoca, usuale confondere i propri adepti dei gradi pi bassi con versioni parziali o
volutamente false della propria dottrina, e solo dopo ogni Iniziazione, verr svelato pezzo
per pezzo il vero credo del Gruppo ed i suoi reali scopi; stesso motivo per cui i libri

sull'Esoterismo che si trovano in commercio contengono sempre parti volutamente errate


o parziali e mistificazioni pi o meno palesi unite a frasi criptiche quasi indecifrabili volte a
celare al pubblico di non iniziati i Segreti del Gruppo.
- In generale ogni Gruppo che anela alla segretezza utilizza tattiche di disinformazione e
di "esposizione controllata" (ovvero il rilascio di "verit parziali" e spesso distorte atto a
placare la "sete di segreti" del pubblico) studiate per controllare le informazioni che
giungono all'esterno.
Oggi con Internet ancor pi impensabile l'idea di poter impedire al 100% per un tempo
indefinito la fuga di notizie, soprattutto perch con "l'Internet 2.0" basta in teoria che un
solo individuo decida di divulgare un segreto perch esso possa diffondersi rapidamente in
modo virale e senza quasi possibilit di controllo (prima di Internet il controllo del Mass
Media poteva frenare in gran parte la diffusione indesiderata di una notizia, ma ora tale
notizia pu essere rallentata o le si pu far perdere peso e credibilit, ma non pu mai
essere fermata del tutto con assoluta certezza), per questo la figura del Gatekeeper
diventa ancor pi importante:
non essendo pi possibile impedire alle persone di scoprire almeno in parte i piani
per il NWO, l'unica strategia fattibile rimane quella di infiltrarsi fra chi fa ricerca
sul Nuovo Ordine Mondiale e cercare di guidare l'informazione su tale tematica in
modo da renderla il pi possibile innocua per il Sistema o perfino utile ad esso ed ai
suoi piani, ed proprio a questo che servono i gatekeeper!
Per questo i Burattinai impiegano tempo ed energie per trovare le persone adatte a
diventare gatekeeper e per dargli ampia visibilit sia in rete che nell'editoria sul tema NWO
che in TV (a livello nazionale e talvolta internazionale): vogliono sapere che quasi ogni
persona che si avvicina alle tematiche inerenti al Nuovo Ordine Mondiale abbia
come prima fonte uno dei loro gatekeeper o qualcuno che in buona fede riporti i dati
di un gatekeeper , e vogliono che tali dati costituiscano la maggior parte delle
informazioni pi diffuse e gettonate sul NWO in modo che diventino preponderanti e
difficili da contrastare per i pochi ricercatori che si accorgano dell'inganno; difatti sanno
che la maggior parte delle persone rimane emotivamente legata al primo autore ed alle
prime teorie che ha appreso su tale argomento e ci fa in modo che diventino molto restie
ad abbandonarle anche di fronte all'evidenza...
Essi vengono propagandati come autori di primo piano nella lotta al NWO, i loro libri sono
tradotti in molte lingue ed ampiamente disponibili (quando i libri di gran parete degli autori,
soprattutto se molto validi, sono disponibili solo nella loro lingua madre e difficili da
reperire perfino in patria), la loro opera messa in primo piano su internet ed in TV (dentro
programmi dedicati a misteri o roba simile, tanto per screditare l'argomento rendendolo
simile al "mistero dell'uomo falena che predice le sfortune", e facendo cos in modo che
siano soprattutto persone di un certo tipo ad avvicinarsi alla ricerca sul NWO che verr
invece snobbata da altre, anche persone che ideologicamente potrebbero accogliere la
lotta al Nuovo Ordine Mondiale se la conoscessero adeguatamente, ma che spesso
andranno dritte a finire dentro gruppi controllati come i No-Global, gli Indignati/OWS/15M, i
Grillini ecc), facendo in modo che le persone che per la prima volta cercano informazioni
sul Nuovo Ordine Mondiale finiscano invariabilmente per trovare uno di loro come prima
fonte (questo determiner spesso il loro futuro approccio al tema NWO o l'allontanamento
da esso, oppure creer un legame emotivo con tali autori per cui anche quando la
persona sar pi esperta e comincer a vedere le lacune di questi autori tender ad
ignorarle o a giustificarli poich ormai emotivamente legata a loro), e ci li render
automaticamente non solo la fonte pi diffusa di informazioni sul NWO, ma anche quella
pi citata e riportata appiattendo gran parte della ricerca sul NWO ad un mero copiaincolla di ci che loro propongono [difatti se si prendono 100 blog a caso sul NWO si

noter che almeno 60 o 70 di loro prendono gran parte delle informazioni da David Icke o
dai "film" di Zeitgeist, che sono le 2 fonti pi popolari in materia nel mondo e che sono 2
Gatekeeper fra i pi palesi e pericolosi], magari fatti da gente che non sa nemmeno di aver
copiato le loro teorie.
----------------------------

BIBLIOGRAFIA/LINKOGRAFIA:
- Sui Gatekeeper:
- ETICHETTA: Gatekeeper:
http://aliceoltrelospecchio.blogspot.it/search/label/Gatekeeper
- "La Tattica della Polpetta Avvelenata":
http://aliceoltrelospecchio.blogspot.it/2011/07/la-tattica-della-polpetta-avvelenata.html
- Definizione di Gatekeeper (da Wikypedia Inglese):
http://en.wikipedia.org/wiki/Gatekeeper
- "Insospettabili Gatekeeper":
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?
name=News&file=article&sid=4940
- Sulla "querelle" che mi ha portata a fare l'articolo:
- "La Teoria del Complotto: un blog in stato confusionale":
http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2012/04/la-teoria-del-complotto-un-blog-in.html
- "TNEPD: mi si cita" & "Se va bene siamo tutti Gatekeeper":
http://www.tnepd.com/2012/mi-si-cita
&
http://www.tnepd.com/2011/se-va-bene-siamo-tutti-gatekeepers
- "TNEPD: un altro tipo bizzarro nella rete":
http://nwo-truthresearch.blogspot.it/2011/07/tnepd-un-altro-tipo-bizzarro-nella-rete.html
- "Questo non il solito post sulla no-plane":
http://www.lateoriadelcomplotto.com/2012/04/la-teoria-del-complotto.html
(articolo dedicato a rispondere a chi avversa a tutti costi la teoria sull'11Settembre
denominata "no plane", ma che conteneva alcune frasi che, se lette senza conoscere il
modo di scrivere particolare dell'articolista, erano interpretabili come insulti a vari blogger e
che quindi ha generato la vasta querelle online)
&
"Il caso Gatekeeper La Teoria del Complotto e il Metalinguaggio":
http://www.lateoriadelcomplotto.com/2012/05/la-teoria-del-complotto-gatekeeper.html

"Una volta eliminato l'impossibile, quel che resta, per quanto improbabile, deve
essere necessariamente la verit!" Sherlock Holmes
Informazioni personali

Sigerson
"Forse alla gente non piacer che io dica queste cose, ma voglio chiederle una
cosa: che cosa vuol dire amare veramente l'umanit? Vuol dire affermare ci
che credi la gente debba sapere e prenderti le critiche? O vuol dire affermare
ci che credi la gente voglia sapere e prenderti gli elogi?" David Icke

Debunker e Gatekeeper: facciamo chiarezza...


Nei primi post di questo blog vi avevo promesso di pubblicare qualcosa sul perch
alcuni personaggi che fanno controinformazione o cos sembrerebbe, facciano in
realt parte di un sistema che loro stesso alimentano, non andando al sodo della
questione ed essendo legati alle catene dei maniplatori, un'argomento delicato e
incomprensibile per i pi, ancora legati ai 4 gatekeeper del momento: Travaglio,
Grillo, Santoro, Di Pietro.
In realta cene sono tanti altri ma loro in tv appaiono come gli irriducibili, potermmo
aggiungere Noam Chomsky, Piero Angela e la sua banada: il CICAP, i vari comunisti
che non vogliono parlare di signoraggio, e tutti gli altri che sostengono la versione
ufficiale dell'11 settembre, in pratica tutto il mondo dei media uficiali.
Per molti quindi questi personaggi sono degli eroi ma per chi addentro alle cose per
modo di dire velate del NWO, pifferai depistatori avanzatori di proposte e di
informazioni che in real non vanno a celare l'ossatura del sistema in cui viviamo.
Ecco allora qualche articolo che descrive le categorie dei debunker e dei gatekeeper
di cui ripeto parleremo ancora:
E' iniziato il Nuovo Rinascimento
Molti indizi suggeriscono che sia ormai iniziata la terza fase nellevoluzione della
fondamentale figura del debunker nel dibattito in Internet. Dopo Arcadia e Medioevo,
ora tocca al Rinascimento. La prima fase ha avuto luogo approssimatamente dal 2002
al 2004, la seconda dal 2005 al 2008, la terza appena cominciata, con l'avvento del
2009. (A chi non avesse ben chiara la definizione di debunker consigliamo di
riguardarla, prima di proseguire, nel suo stesso interesse.).

Per quanto Internet esistesse gi da tempo (il cosiddeto Pleistocene), stato


indubbiamente l11 settembre a trasformare la rete nel campo di battaglia globale che
oggi conosciamo, dove si dibattono ormai tutti i pi importanti argomenti che
riguardano lumanit. Falso terrorismo, scie chimiche, revisionismo storico, finanza
internazionale, bugie mediatiche, poteri occulti, mafia medica, ecc. sono diventati
tutti argomenti di scontro frontale fra chi trova ingiuste certe situazioni e chi invece
vuole che restino immutate.
Nei primi anni, con linsorgere di queste problematiche, il debunker visse un periodo
relativamente sereno detto appunto Arcadia nel quale gli bastava bighellonare
allegro per la rete, buttando ogni tanto qu e l un ma non diciamo stupidaggini!.
(Corrisponde alla prima fase descritta da Schopenhauer nel comportamento della
societ di fronte a una scomoda novit: il dileggio).
Ma presto gli stessi debunker si resero conto che si trattava di problemi molto
complessi e variegati, e dovettero organizzarsi seriamente per tenere a bada questo
dilagare improvviso di ideologia destabilizzante.
Iniziarono cos gli anni bui del medioevo, dove il sangue scorse a fiumi, le bestemmie
coprirono le parole, ...
... e ogni limite di decenza morale fu calpestato, nella disperata lotta di chi sa che per
sopravvivere deve riuscire comunque a tagliare una testa pi dellaltro. (E la seconda
fase di Schopenhauer, la reazione virulenta).
Poi di colpo fu la calma.
Affrontati in qualche modo tutti gli argomenti pi importanti, esulcerato
allinverosimile ogni aspetto pi recondito, ci si rese conto che ormai Internet era
diventato un luogo dove chiunque pu trovare il meglio del meglio, su un fronte
come sullaltro, di quanto stato prodotto nel corso di questa lunga battaglia.
Oggi non pi necessario rimettersi a discutere da zero ogni argomento del dibattito,
basta confrontare le tesi gi esistenti sui siti avversi, per potersi fare con serenit la
propria opinione. (E la terza fase di Schopenhauer, lintroduzione della novit).
Ecco quindi che il debunker, che fa di tutto per resistere al cambiamento, si ritrova a
dover cambiare strategia. Di fronte al panorama desolante della novit, che ha ormai
attestato le sue posizioni un p dovunque, a lui non serve pi convincere la gente che
lacciaio fonde a 40 sottozero, deve semplicemente evitare che troppe persone,
informandosi qui e l, capiscano che non vero.
Tramonta quindi il debunker-guerriero medioevale, ormai lordo di sangue da non
essere pi nemmeno presentabile, e subentra il debunker-ideologico, molto pi

elegante e distaccato, che si presenta come il nuovo mecenate della verit in stile
rinascimentale.
Colto e delicato, con una approccio completamente diverso dai rudi antenati, il
debunker ideologico si dedica esclusivamente ad una propaganda di ampio respiro,
tesa a colpire nel suo insieme tutta lideologia destabilizzante, senza pi sporcarsi le
mani sui singoli argomenti (che fra l'altro non conosce nemmeno). Da oggi in poi lo
sentirai semplicemente dire che stato smontato tutto, mentre ti parler
preoccupato di questa nuova malattia del secolo, il complottismo, che stranamente
continua a diffondersi nonostante non sia stato dimostrato un solo capo di accusa di
una qualunque tesi complottistica.
La cosa non affatto semplice, ovviamente, perch ha di fronte nemici temprati dalle
lunghe battaglie medioevali, che nel frattempo si sono guadagnati una reputazione
non facile da scalfire al primo sparo di archibugio. Anche perch appena si provano a
sparare un pallettone vengono travolti da un fuoco di ritorno impressionante, che li
obbliga a ritirate poco dignitose.
Ecco allora spuntare larma segreta del debunker ideologico, vero e proprio
Machiavelli rinascimentale. Laddove non sia possibile battere lavversario sul campo,
e sia necessario riconoscere le sue indubbie capacit critiche, si pu sempre suggerire
che queste capacit vengano usate a discapito del lettore stesso.
Si suggerisce cio - prima subdolamente, poi sempre pi apertamente - che costui sia
un gatekeeper, ovvero un personaggio mandato dal potere per tenere buone le
masse, portandole a pascolare su prati appetitosi ma poco pericolosi.
E una tentazione che purtroppo inizia a manifestarsi abbastanza spesso anche su
questo sito, con frasi pi o meno velate che cercano di alludere al vero ruolo del
sottoscritto nel condurre le sue battaglie quotidiane.
Di certo molto pi comodo che non stare ad argomentarle il singolo tema, perch
non devi pi sforzarti di ragionare allinfinito, devi solo buttare l una mezza frase
ambigua e vigliacca, nella speranza che poi germogli da sola.
Naturalmente, non sta a me suggerire quale sia il mio vero ruolo nella rete. Posso solo
ricordare che per definizione il gatekeeper uno che porta il gregge su certi pascoli,
proprio perch vuole evitarne altri. E una accusa che si pu quindi rivolgere a tutti
quei personaggi che, per qualche motivo, si rifiutino sistematicamente di trattare certi
argomenti scomodi, arrivando spesso a negarne lesistenza pur di non doverlo fare.
Vi sono ad esempio comici famosi che non riconoscono nemmeno lesistenza delle
scie chimiche, mentre una volta le denunciavano apertamente. Oppure popolari
scrittori da salotto, che dicono che l11 settembre un problema irrilevante,

mentre passano le giornate in TV a parlarci di Berlusconi. E si potrebbe anche far


notare che questi personaggi, che condividono grandi fama e comfort personali, si
sostengano curiosamente a vicenda.
In tutto questo, io sfido chiunque ad indicare un solo argomento fra tutti quelli citati
che questo sito non abbia trattato in modo approfondito e da ogni angolazione
possibile, se non lanciato in primo luogo. (Se non sbaglio, fui fra i primi in Italia a
denunciare le scie chimiche, alla radio e sulla rete). Nello stesso modo sfido chiunque
a indicare un solo argomento scomodo al quale io abbia negato lo spazio in modo
sistematico e ingiustificato.
In conclusione: se io fossi un gatekeeper sarei semplicemente il pi imbecille di tutti,
perch lunico argomento da cui avrei tenuto lontano i miei lettori fino ad oggi sono
la briscola ungherese e la pesca al cucchiaino.
Mi rendo conto che questo articolo possa sembrare prematuro, ma mi piace pensare
di aver sviluppato una certa sensibilit per queste nuove correnti culturali, per cui
mi porto avanti e comincio a serrare bene le finestre di casa nostra.
Vedrete fra non molto che non sbagliavo affatto.
Massimo Mazzucco
DEFINIZIONE DI DEBUNKER:
Va sempre ricordato che discutere con le stesse posizioni di un debunker non significa
esserlo in prima persona. Uno pu essere perfettamente convinto di quello che
sostiene, pur usando le stesse argomentazioni dei debunkers. Anzo, sono loro che
gliele confezionano apposta.
Il debunker invece una persona che PER PRINCIPIO, SISTEMATICAMENTE E
IN QUALUNQUE CASO si dedica a smontare tesi contrarie allo status quo, che ci
creda o meno.
Trattasi, in utima analisi, di buonafede e di malafede.
Un altro modo per individuarlo quello di osservare la cura e lattenzione che il
debunker dedica allo smontaggio DELLE PERSONE, invece di dedicarsi
esclusivamente agli argomenti trattati. Uno che discuta in buona fede potr trovarsi
daccordo o meno con laltro sullargomento specifico, ma non gli verr mai in mente
di attaccarlo personalmente, in modo complessivo e radicale, perch non ha alcun
interesse a farlo. A lui interessa solo capire.

Mentre il debunker ha gi capito tutto, e mira proprio a screditare la persona, perch


vorrebbe screditare in quel modo tutto il suo operato.
Fonte
Per ulteriori approfondimenti rimando all'articolo di Antonella Randazzo:
INSOSPETTABILI GATEKEEPERS