Sei sulla pagina 1di 9

Fratel Pasquino

Bollettino n 10 - 20 Febbraio 2008 E:. V:.


Della serie: IL TRUCCO CE MA NON SI VEDE Sempre a proposito della Gran Loggia. Continua il gioco delle tre carte. Vi avevamo illustrato nellultimo numero il trucco degli scrutatori. Ora vi riveleremo il trucco dellordine del giorno. Come tutti potete vedere al punto 16 dellordine del giorno di sabato 5 aprile c: ipotesi di riorganizzazione istituzionale del Grande Oriente dItalia con particolare riguardo agli aspetti regionali e nazionali: interventi e discussione. Al successivo punto 19 dellordine del giorno: discussione e votazione di eventuali proposte avanzate da parte delle Logge ai sensi dellart. 86-2comma del Regolamento. Attenzione, il trucco c ma non si vede. Lintenzione sfiancare i partecipanti in una lunga discussione sul punto 16, allapparenza non deliberativo, per poi chiudere col punto 19 con pochi presenti o, addirittura, con un rinvio. Il punto 16 nasconde la vera insidia nellintenzione nascosta di parlare delle Gran Logge Regionali nella speranza di far votare per la Gran Maestranza non pi di 19 persone, possibilmente di stretta fiducia. Non vi indicazione di delibera sul punto, ma la discussione potrebbe rappresentare un precedente ed un gradimento o, loccasione per forzare la mano, oltre al tentativo di evitare il rischio che al punto 19 si approvi qualche proposta proveniente dalle Logge e, quindi, dalla orrida base non gradita al Papa Re. ALLERTA FRATELLI! SIATE PRESENTI FINO ALLA FINE E ATTENTI!

Una questione di metodo


Quello del metodo un tema che appassiona tutti i massoni ed in particolare appassiona me che, per mantenermi in esso, sono costretto ad indossare la maschera di Pasquino. Innanzi tutto il metodo non una cosa astratta da applicare indiscriminatamente, infatti se avessimo bisogno di sangue non staremmo a spremere una rapa, poich esso, in ogni caso, strettamente legato al fine che si propone di raggiungere. E quale il fine che noi massoni andiamo cercando ? Non forse il risveglio delluniversale che ogni uomo nasconde in se stesso? Non consiste allora, il nostro metodo, nellessere costantemente tesi alla verit? Quella verit che, entrando nel Tempio per la prima volta, abbiamo giurato di voler cercare? Per tutte queste ragioni, che poi una soltanto, seguire il metodo massonico vuol dire riunirci in Loggia potendoci guardare negli occhi con sincerit, gettando la maschera con la quale, invece normalmente, affrontiamo il mondo profano, cogliendo cos, gradualmente, quella scintilla che dietro di essa tutti nascondiamo. Questo in sostanza il metodo, al quale in seguito potremmo anche dare unaltra forma, girando a destra o a sinistra senza che il fine subisca, comunque, variazioni. Di questi tempi, per, tale metodo non in funzione, perch tra noi lignoranza, lambizione e il fanatismo (vizi contro-iniziatici), sono stati eclissati dalle miserie umane pi primitive; oggi il fine dettato dalla brama di potere e di ricchezza personali dei nostri vertici e la menzogna stata assunta come metodo; tutti vizi, questi, ritenuti profani anche nel mondo profano. Questi signori non cercano altro che arraffare tutto ci che possono, blandendo, corrompendo e, se non ottengono la complicit che desiderano, usando la giustizia massonica come serva compiacente, liberandosi degli oppositori. Con quale metodo dobbiamo fare i conti dunque? Per cercare la verit e la virt, allora, si deve giocoforza indossare una maschera, anche quella di Pasquino, perch : dove regnano verit e luce il viso va scoperto ma, per analogia inversa, dove regnano tenebre e menzogna va coperto.

Massoneria e Media
In questi giorni di relativo riposo, ho riguardato le performance del Papa Re sui mezzi televisivi e mi sono nate perplessit, da Massone e uomo libero, che vorrei condividere con Voi Fratelli. Come si fa a parlare di esoterismo, ritualit iniziatica, massoneria, in televisione ed ad un pubblico profano? Le domande che i vari intervistatori pongono sono sempre le stesse e, a tali domande, il Nostro amato Papa non riesce a dare risposte convincenti. Alla domanda: cosa fate? Risponde partendo dal 1717 per arrivare al massimo a Zanardelli. Se si chiede oggi in giro, chi sia Zanardelli, mi rispondono che un cantante rap o una marca di cioccolatini da regalare per S. Valentino. La domanda mio caro Papa : che facciamo oggi? Non cosa hanno fatto secoli scorsi illustri Massoni. E Voi a questa domanda non avete risposta, perch non avete ben chiaro cosa facciamo oggi e cosa pensiamo di fare domani. Le persone questo vogliono sapere. Altrimenti, meglio non andare in televisione. Provate a dire che edifichiamo templi alla virt e vediamo come reagiscono gli ospiti in sala, il pubblico a casa e gli intervistatori. Ormai evidente che quando ci prestiamo a comunicare verso lesterno, i temi che interessano il mondo profano, sono solo quelli relativi ad aspetti poco chiari: elenchi, segreto, P2, ecc Vale la pena continuare a parlare di queste cose? Peraltro senza avere argomenti seri e validi? Noi non abbiamo argomenti da poter comunicare che riguardano il futuro e sui quali poterci confrontare. Non abbiamo una elaborazione essoterica seria e strutturata da poter divulgare e allora, mio caro Papa, per favore evitate di ridicolizzarci ancora. IL CORAGGIO Tavole Presumibili, Minacciate e Scagliate. Cera un Grande Potente Planetario che voleva tenere una riunione riservata con fratelli fidati. Lintenzione era: discutere la sua discesa in campo, nellagone elettorale, per il massimo soglio massonico. Senonch, un uccellino gli sussurr che poteva in astratto rischiare la tavola daccusa, sempre possibile in ogni caso. Allora, il Grande, armato di indomita tempra, decise di annullare la riunione. Quello che mi ha colpito nelle interviste larroganza ed il senso di superiorit dimostrati dal Papa Re, segno di fragilit e debolezza: Augias: il cattolico pu essere massone? Raffi: non un problema nostro, problema suo. I. Damico: il papa Benedetto XVI confermato la scomunica ai massoni, che pensate? Raffi: E un problema suo, Lui ha fatto scomunica, non noi.

un ha ne la

Non ci sembrano risposte da iniziato, non si pu rispondere cos di fronte a un pubblico; se non si capaci di argomentare meglio stare nei Templi a lavorare iniziaticamente. Per i tomisti che chiedono fatti a supporto, riporto le parole conclusive di una persona normale e di media cultura che ha partecipato allultima apparizione televisiva del Papa re: Augias: che impressioni avete avuto da questa chiacchierata sulla Massoneria? Vi siete rasserenati? Ospite: Io ne ho avuta una impressione oscura. Conoscevo poco della Massoneria, devo dire che ora conosco molto meno. Mi scuso con l'Avv. Raffi Tali parole indicano il fallimento di ogni tentativo di voler spiegare lesoterismo a chi di tale concetto non sa nulla e non interessato. Ma mi domando perch dobbiamo andare a farci deridere dallopinione pubblica su concetti per i quali possono avere solo spicciola curiosit ma senza alcuna motivazione seria della conoscenza del problema.

Morale: dalle cosiddette nostre guide ci aspetteremmo pi coraggio. Ma questo passa il convento. Un membro di giunta tent di opporsi alla protervia del Papa Re. Subito scatt la tavola del fratello compiacente per motivi risibili. Ammansito in un attimo. Attualmente silente, non proferisce pi parola. 2

Viene eletto un Presidente di Collegio non in linea con il PAPA RE. Scatta subito la tavola daccusa. Credo che in questo caso, in quella regione, il Papa non potr festeggiare con i cannoli.

Vi terremo informati delle numerose iniziative della Santa Inquisizione. Provvederemo a stilare una lista dei caduti sul campo del libero pensiero. Gli intavolati sono molti e gli incavolati ancor di pi. PAPA RE sei quasi al capolinea!

La Tavola come strumento per la dittatura


Abbiamo accennato nei numeri precedenti, sulluso, un po leggero, della tavola daccusa, abbiamo anche indicato i nomi delle persone, di indubbia moralit e appartenenza massonica (Vaccari, Corsi, Bellantoni, Cristiani, De Dominicis, Vergati, Balacco, Sganga, ecc.) A questi, notizia di questi giorni, si aggiunge la tavola daccusa al caro Fratello Silverio Magno, presidente del Collegio dei MMVV della Sicilia. Cari Fratelli, ormai evidente che la Tavola daccusa non uno strumento per rendere giustizia, ma serve a eliminare ogni fonte di confronto interno, di possibilit di esprimere liberamente il proprio pensiero. Il dato comune ai Fratelli oggetto delle attenzioni del Papa Re , che sono persone libere e di buoni costumi e non condividono tale sistema totalitario e di profanizzazione dellIstituzione. Il Papa e i suoi scagnozzi stanno seriamente attentando alla libert dei fratelli. I fatti parlano da soli. A tutti coloro che ancora dormono, il comodo e piacevole sonno, immersi nella voluta ignoranza, suggeriamo di svegliarsi e di prendere coscienza di ci che sta accadendo anche attorno a loro. La Massoneria non questa. Non fatta di tali sistemi della peggiore inquisizione. Non eliminando con ogni mezzo chi la pensa diversamente che costruiamo il bene dellOrdine e dellUmanit. Quindi sveglia! Aiutate tutte le persone libere e di buoni costumi che stanno lavorando per ripristinare la normale vita muratoria, fatta di confronto sereno, di unione, di libert di pensiero e di espressione. Cari Fratelli come abbiamo detto nel primo numero, un po di coraggio ed uniamoci a coorte..

Falsa Trasmutazione
Riceviamo da un Fratello la seguente storiella che molto interessante. Invitiamo ad unattenta riflessione; premettiamo che ogni riferimento a cose persone NON puramente casuale. Nel mezzo della piazza era una rotonda pietra de diametro di dodici passi e alta sei; sopra d'essa vidi un' aureata figura, la quale per quello che potei immaginare pensai che fosse opera di Apuleio o di quello nostro moderno autore, qual tratta del suo asino d'oro. Questa figura sedendo nel mezzo della pietra, stava con le spalle appoggiate ad un alto Cornucopia pieno di fiori e frutti, inutili, e sonando con certi ciuffoletti ; stava circondato da gioiose scimmiette , le quali a due a due facevano ridicolosi balli. La satira capace di tratteggiare con immediatezza anche concetti complessi, per questo, volendo parlare di pifferai e finti iniziati abbiamo scelto un'immagine tratta dal primo di tre volumi del Trattato della Trasmutazione Metallica del bresciano Nazari G.Battista (1599). Nel volume che tratta della falsa trasmutazione sofistica, a pag. 16 troviamo una xilografia che mette in ridicolo i proseliti delle false iniziazioni, che allegramente danzano alla musica dell'asino, che raffigura il cattivo maestro che ne comanda l'Ordine. I cattivi maestri sono i finti iniziati chi bisogna imparare a riconoscere per evitarli. La differenza tra un pifferaio ed un iniziato la stessa che passa tra illusione, sogno e realt. Ma i seguaci dei pifferai non sempre sono vittime. Sar pur vero che alcuni non sappiano distinguere il vero dal falso; ma altrettanto vero che per comodo, quella distinzione molti non vogliono vederla. E questo ci riporta alla libera scelta, che raramente si coniuga con l'intelligenza. Saper scegliere tanto importante da essere la prova che segue l'iniziando, dal periodo del probantato sino ai maggiori traguardi. Scegliere o meno con intelligenza una selezione naturale che non coinvolge solo gli iniziandi, ma pure gli iniziati pi avanzati, perch, pi la via si fa stretta e pi illusioni ed inganni si fanno pi difficili da identificare. Esiste una iniziazione e molte iniziazioni exoteriche, cos come esiste una spiritualit e 3

molte religioni. L'iniziazione procede dalla trasmutazione di s stessi e porta ad un'estrema consapevolezza; mentre le false trasmutazioni diventano iniziazioni exoteriche che non aggiungono altro al semplice nozionismo se non intricati ricami dialettici. Concezioni cos diverse comportano una doppia fratellanza, una esoterica e l'altra exoterica. nella dimensione exoterica che i cattivi maestri possono occupare posti di primo piano, per affabulare chi non ha ancora la consapevolezza per smascherarli. Distinguere le differenze tra le due Fratellanze non difficile, anche basandosi su due soli aspetti. La Fratellanza iniziatica discreta, non pratica il proselitismo, ma agisce per chiamata diretta, perch il suo metro di

misura la qualit. La Fratellanza exoterica ostenta una visibilit chiassosa e autocelebrativa; persegue fortemente il proselitismo, poich, la sua misura di potere sta nella quantit. La Fratellanza bianca non fa proselitismo e noi crediamo alle ragioni di quest'atteggiamento. A cosa servirebbe sollecitare l'attenzione di scimmiette interessate a rincorrere ruoli e titoli dai nomi imponenti? Paramenti, copricapo e vestimenti decorati ornati da simboli enigmatici. In attesa che crescano, accettarli quindi compito dei promotori del proselitismo simbolico e dei maestri del virtuale. Crescendo, troveranno la forza di orientarsi verso un vero riconoscimento.

Camera di Mezzo a Milano


Torniamo sulla triste vicenda di Milano della quale abbiamo parlato nei numeri precedenti: due compagni partecipano in camera di mezzo alle elezioni delle cariche di loggia determinando per un voto lelezione del nuovo MV. Gli autorevoli cardinali Lombardi si sono premurati di sostenere che tutto avvenuto secondo le norme regolamentari. Le norme che riguardano il caso sono queste. Come si evince con chiarezza dalla nostra tradizione, per poter accedere al terzo grado, bisogna essere maestri ed iscritti nel pi di lista come tali, al momento della convocazione. Lelevazione a Maestro richiede una esecuzione rituale (art. 13). Il comma cui si appigliano impropriamente i Cardinali Lombardi quello riferito allanzianit massonica nel grado, che nulla ha a che vedere con lelevazione.
Art. 13 - Il passaggio a Compagno dArte e lelevazione a Maestro, eseguiti ritualmente, hanno luogo dopo il rilascio del Nulla Osta e del Brevetto da parte del Gran Maestro. Lanzianit massonica per lApprendista si computa dalla data del Rito di Iniziazione; per il Compagno ed il Maestro dalla data del rilascio del Brevetto. Art. 30 - Sono eleggibili alle cariche di Loggia i Fratelli Maestri in possesso dei requisiti previsti dalla Costituzione, iscritti nel pi di lista ed in regola con il tesoro. Art. 31- Lelezione delle cariche di Loggia viene effettuata in un unica seduta di Terzo Grado appositamente convocata a mezzo raccomandata spedita anche al Presidente del Collegio Circoscrizionale almeno quindici giorni prima ,

Ci consta tra laltro che i due fratelli in questione hanno avuto accesso in Terzo Grado con il grembiule da Compagno (del loro grado), hanno votato e poi sono stati fatti uscire, su invito dellispettore, in quanto non avevano i titoli per partecipare ai lavori in Terzo grado. Miei cari Cardinali ormai siamo alla farsa, alla commedia allItaliana. Se non hanno diritto di partecipare ai lavori in Terzo grado, perch non sono maestri e quindi non possono votare. Rebus sic stantibus, riteniamo ci sia grave colpa massonica per il MV uscente, lOratore uscente, lIspettore, il Presidente del Collegio (presente alla tornata) ed il professo Cardinale Catanese, fratello dellofficina, presente, che, nella sua qualit di Membro di Giunta, avrebbe dovuto vigilare sulla corretta applicazione delle regole. Considerata la grave colpa, invitiamo chi di competenza, a provvedere al ripristino della correttezza, della legalit e della moralit. Non facciamo, per favore, tavole daccusa strumentali solo contro gli oppositori, ogni tanto facciamole dove sono necessarie.

Per gli aspetti regolamentari leggere il parere fornito da un avvocato, allegato al presente numero, illuminante anche per chi non vuol vedere.

A UN CARDINAL DE MILAN Se a Milano un Maestro crede desser fico e lesto se il Maestro fa lartista con il giovin apprendista presto presto deve andare da Re Gustavo a denunciare Fra Pasquino che ha scoperto il suo ignobile vizietto Ma Pasquin non tacer e ai fratelli sveler che un Maestro approfitta del suo giovin apprendista

e Re Gustavo compiacente pur sapendo lo difende Che vergogna che vergogna tu ti meriti la gogna non Pasquin topo di fogna che Re Gustavo ognor rampogna Ma Re Gustavo e la sua casta stai sicuro non potr su Pasquino intervenire e impedire a lui di dire che tu sei, al tuo imbrunire, un vigliacco e un

MASSONERIA E AFFARI Giunge notizia di un convegno a Lucca su Etica e Finanza nel Terzo Millennio, che vedr come protagonista il nostro Papa Re. Partecipazione anche del Presidente della Fondazione Monte dei Paschi. Ma compito della Massoneria occuparsi di finanza? La risposta S, quando c qualche istituto bancario cliente di qualche illustre avvocato che partecipa al convegno. La Toscana, con la sua rete, offre molti servizi bancari.

La Massoneria e lo Scozzesismo - Contraddizioni e Limiti


Capita di far parte, allinterno della Massoneria, di strutture diverse senza chiederci mai quali siano le loro radici e la loro compatibilit sul piano teorico, culturale e ideale. Lorganizzazione rituale pi diffusa nel nostro Paese, ma anche nel mondo, quella Scozzese. Ebbene, fare alcune osservazioni sui valori e la storia della muratoria e dello scozzesismo, pu servire a capire meglio la nostra realt iniziatica e anche il modo di atteggiarsi dellOrdine e delle loro guide. Cominciamo dalla Massoneria. E un dato storico incontrovertibile, che la Massoneria affonda le radici nelle gilde operative medievali. Sappiamo tutti che gli accettati erano coloro, non operai, intellettuali, uomini di scienza e di cultura in genere, che vennero accolti tra le fila muratorie. Cos facendo, si crearono le basi sulle quali ebbe poi fondamento la Massoneria moderna, nel famoso 1717 a Londra. Le radici morali di quella istituzione muratoria, non potevano che essere riproposte da Anderson nei famosi Old Charges, laddove si stabiliscono regole di comportamento che fanno emergere la natura del Libero Muratore e il suo impegno morale: il rispetto di tutti, lessere uomini liberi, di buoni costumi, non atei, luguaglianza tra fratelli che aveva il suo massimo esempio nel merito (Capo V, il Maestro veniva scelto tra gli operai sulla base delle capacit). In buona sostanza, si incominciava a vedere, sia pure in nuce, il delinearsi dei concetti di libert, uguaglianza e fratellanza che solo alcuni decenni dopo, cambiarono il mondo. Si pensi solo al Marchese de La Fayette che, appresi tali valori nella sua loggia francese e, col elaborati, nel 1776 l esport nel nuovo mondo di allora, lAmerica, e costituirono la basa fondante della rivoluzione e, poi, della costituzione americana. Pensate: da una confraternita di mestiere, di umili artigiani, di uomini della classe sociale tra le pi basse dellepoca, nata una grande istituzione che ha cambiato lassetto delle societ. In epoca successiva al 1717 si formarono qua e l sistemi rituali. Molti posero alla base del loro sistema i tre gradi muratori, ponendoli nelle prime tre posizioni, prima che ladepto potesse apprendere gli alti misteri. Per evidenti ragioni editoriali, non sto qui a dilungarmi sul formarsi, scomporsi e ricomporsi dei svariati sistemi rituali che, nel 1800, trovano pi o meno assetti stabili nella loro configurazione. Ma la data che per prima in America d definitivo progetto allo scozzesismo il 1801 a Charleston con listallazione del primo Supremo Consiglio nel Mondo e poi nel 1802 in Francia ed, infine, nel 1805 in Italia. Il sistema posiziona la muratoria nei primi tre gradi della piramide, nella parte pi bassa, la base, cos come era nella antica societ pre-rivoluzionaria: i servi, gli artigiani i contadini occupavano il posto pi basso. Dopo, 5

nella piramide iniziatica, troviamo i gradi superiori quasi tutti cavallereschi e quelli amministrativi di sovrani e principi. Vedete che qui, in una sorta di controriforma, si ristabiliscono gli antichi e tradizionali ruoli, la societ tradizionale arcaica: la plebe ( servi, artigiani, osti ecc), i cavalieri (spesso nobili), le dame, i nobili ( principi, sovrani ecc) e il clero. Qui non c libert, uguaglianza e fratellanza, come nellordine massonico, mentre invece, come nella antica societ tradizionale, c: obbedienza, fedelt e lealt al sovrano che, nel caso del cavaliere, si unisce al coraggio. Qui non c il merito, secondo il quale si sceglie il migliore per dirigere gli operai, qui c il lignaggio, i nobili natali, laristocrazia cui segue inevitabilmente il nepotismo che prescinde dal merito. L, nella massoneria, si staglia allorizzonte la democrazia qui invece si delinea laristocrazia.

Come si pu constatare, modi diversi di atteggiarsi rispetto alla realt. Vie interiori diverse. Nei primi del 1900 poi, i riti rinunciarono ai primi tre gradi muratori a favore dellordine massonico ma alcune realt furono permeate dalla mentalit aristocratico-rituale. Nel 1805 nasce il rito scozzese in Italia e, da questo, lordine. E quindi inevitabile che allinterno di questultimo, si consolidino come valori, pi lobbedienza, la fedelt e la sottomissione, che la libert, luguaglianza e la fratellanza. Tornando quindi ai giorni nostri. Il nostro Papa Re un perfetto scozzese. Ma vi di pi: con le tavole daccusa ottiene la sottomissione, il diritto di parola e di pensiero li confonde con la slealt, la giustizia con larbitrio, luguaglianza solo per quelli a lui proni, la fratellanza solo per i suoi compagni di merende. In sostanza chiede obbedienza e fedelt servile, cieca, assoluta come i pi dispotici dei Sovrani. che i rapporti tra i due Gran Maestri sono connotati da una decennale amicizia e da stima reciproca. Cos pure non risponde al vero che il Gran Maestro Fabio Venzi abbia rilasciato dichiarazioni denigratorie nei confronti degli appartenenti alla propria Obbedienza, n alcun altro tipo di dichiarazione a presunti giornalisti non meglio identificati.E evidente che questo sito si reso inconsapevole strumento di una campagna denigratoria e diffamatoria orchestrata da terze persone ai danni della Gran Loggia Regolare dItalia e del suo Gran Maestro. Per tale motivo ci siamo resi disponibili a fornire ogni documento in nostro possesso, utile alle indagini volte ad accertare gli autori del reato. Tale smentita, seppure tardiva, risulta da parte nostra doverosa, unitamente alle pubbliche scuse che con la presente intendiamo porgere al dottor Venzi per il nocumento arrecatogli dalla pubblicazione e diffusione di notizie che si ripete essere risultate assolutamente false. Dagospia 15 Febbraio 2008

Articolo da Dagospia
DAGO SMENTITA - LE NOTIZIE RIGUARDANTI LA GRAN LOGGIA REGOLARE DITALIA SONO RISULTATE ESSERE DESTITUITE DI OGNI FONDAMENTO LE NOSTRE SCUSE AL GRAN MAESTRO FABIO VENZI

In riferimento alle notizie apparse su questo sito in data 4 dicembre 2007 e 28 gennaio 2008, e riguardanti la Gran Loggia Regolare dItalia ed il suo Gran Maestro, dottor Fabio Venzi, si precisa che le stesse sono risultate essere destituite di ogni fondamento e non rispondenti al vero. Infatti, a seguito di nostre doverose seppure tardive, perch successive alla pubblicazione e diffusione delle predette notizie verifiche, si appurata la reale provenienza delle stesse e la loro assoluta falsit. Non risponde infatti al vero, come riportato il 4 dicembre 2007, che dopo la riunione svoltasi a Londra di tutte le massonerie europee (...) il marchese Lord Northampton ha rimproverato pubblicamente il Gran Maestro Fabio Venzi; vero, al contrario,

E noi aspettiamo ancora il tanto strombazzato riconoscimento inglese. (ndr)

LETTERE A FRATEL PASQUINO Caro Amico, nonch fratello, alcune aggiunte maliziose: il gioco delle tre carte viene ancora praticato a Napoli, non solo alla Ferrovia, ma anche in altre Sedi. Avevi invitato qualcuno a non farsi sedurre dalle Sirene. In realt, vedi, non si pu sedurre chi gi sedotto e magari intrattiene da tempo una tenera quanto discreta relazione. Alle strette, egli pu negare davanti a pap e mamm, ma poi la verit si rivela con la fuitina o con il matrimonio riparatore. Sulla ridicola vicenda di Milano: 1- il Presidente deve stare al posto che gli compete; dovrebbe essere semmai l'Oratore (ammesso che ci sia) ad assumere o a non assumere iniziative. 2considerazione non massonica (quelle massoniche le avete fatte): la presa di servizio una cosa; l'anzianit amministrativa cosa Caro Fratel Pasquino sono convinto della bont e delle verit che Tu racconti!! In special modo la finta guerra che c' tra scozzesi e goi, la quale confluir in accordi, che gi esistono sotto banco, per la distribuzione delle cariche!!! Insomma gli scozzesi faranno di tutto per perdere in accordo con il Papa re. diversa. Serve per il computo dello stipendio. E' questo il caso? 3- Vi sono precedenti specifici: in un Oriente che non cito, una Loggia elesse i Dignitari avendo raggiunto il numero legale solo con la presenza di un fratello onorario che condizion, per il suo grado e le prerogative, il voto. Allora per i fratelli, forse consigliati, ottennero la ripetizione delle votazioni secondo modalit regolari. La storia si ripete, ma le tecniche si perfezionano! Sui rapporti con i riti: molto opportuna la tua messa a punto. Anche in questo settore il gioco delle tre carte. Mi risulta che negli ultimi anni alcune esclusioni e nomine nel S.C. sono state deliberate dal papa, e puntualmente eseguite dal sovrano. Quale la finale credibilit delle dichiarazioni di indipendenza? A proposito... Ti informo che dopo oltre un decennio un lanzichenecco raffiano diventato per la 1 volta MV all'Oriente di Pesaro (vedi il tuo bollettino sugli scrutatori) ma udite udite era da anni Grande Ufficiale di Loggia in barba ad ogni regola morale!!!

Cardinal Jumping - DallOriente di Milano


Ormai il clima milanese di decadenza pura, accadono sempre pi spesso episodi che mortificano regolamenti, buonsenso e dignit massonica ed umana. Ultimo episodio del quale siamo venuti a conoscenza la dice lunga su come oggi ridotto lOriente milanese, al di l di quello che dichiarano i pomposi che non tolgono la benda dagli occhi e amano avere uno o pi professi che li guidino come pecore al pascolo. In unofficina non allineata, arrivata la longa manu del professo che ha provveduto a generare il caos con ogni mezzo. Ha pensato di aizzare contro il MV in carica i suoi fedeli che lhanno preso in parola e in una tornata hanno messo addirittura le mani addosso allMV. Il corso delle elezioni delle cariche si svolto in un clima non fraterno ed stato caratterizzato da una serie di irregolarit che di seguito in sintesi riportiamo. Premettiamo che di tale vicenda ne a conoscenza sia il Gran Segretario di Camera che il Papa in persona, informati con adeguata corrispondenza e dettagliata documentazione, ma fanno finta di non sentire per non perdere il professo. Alcuni fratelli proposti come dignitari (dal Professo) : 1) Erano sottoposti a procedimento massonico, per aver assunto un comportamento ingiurioso nei confronti del MV, il quale stato assalito fisicamente durante i lavori di Loggia dal proprio Oratore ed altri gravi motivi che per esigenze di sintesi non descriviamo nel dettaglio. 2) Non erano in possesso dei "requisiti soggettivi" (non avendo maturato l'anno di anzianit > brevetto del 20/02/07) (art 21 Cost. ) 3) Hanno coscientemente disatteso un preciso ordine della Giunta, hanno aderito ad un Rito prima della maturazione dellanno di Maestro. (vedasi Circolare 32/GA del 10/02/07): In questo clima il MV in carica ha chiesto al Papa Re ed ottenuto la sospensione delle elezioni. Ma il Professo e il Gastaldi sono andati 7

avanti lo stesso, hanno autorizzato lo svolgersi delle elezioni (in un clima di assoluta armonia e fratellanza) e i fratelli senza requisiti oggi sono dignitari dellOfficina. A suggello di quanto accaduto nella tornata dinsediamento lautorevole professo a nome del

Gran Maestro e della Giunta, ci ha tenuto a precisare:"tutto giusto e perfetto". Morale, come insegna un famoso detto da "legulei":le norme per gli amici si interpretano, mentre per i nemici si applicano!"

Storiella Vesuviana: La Famiglia - Esposito


Ci giunge notizia che allombra del Vesuvio non tutto oro quello che riluce anzi.. Esiste una nobile famiglia ben organizzata, Esposito (e da quelle parti non poteva essere diversamente). La mente un illustre ed eccellente medico, questi si avvale della collaborazione del fratello germano con compiti pi operativi ed hanno il supporto di altri soggetti opportunamente selezionati e organizzati. La struttura messa in piedi funziona molto bene, molto efficace dentro e fuori listituzione. Il Papa Re, da persona illuminata e lungimirante li conosce molto bene e sa che dovr prometter Loro qualcosa alle prossime elezioni, altrimenti sa che venendo meno a questo impegno, lintera famiglia potrebbe assumere atteggiamenti sodomitici nei suoi confronti (poco piacevoli per tutti o quasi tutti.)! La famiglia ha aderenze con il mondo della politica, della finanza ecc., i vari membri di giunta, illuminati anche loro, lo sanno!!!! I fratelli sono nei gradi bassi del RSAA da vari anni ed, udite udite, non vengono fatti avanzare per poca frequenza ai lavori!!! Il sacro rigore dello Scozzesismo. Come potranno mai vincere gli Scozzesi in Campania che si attorniano di tali geni della politica? La famiglia (allargata) ha rapporti trasversali con tante regioni: Sardegna, Calabria, Lazio, Veneto, Piemonte,Marche, Toscana ed infine anche con la madre Inghilterra!! Loperativo stato fatto entrare nello scozzese rettificato!!! perch? Possiamo ben immaginarlo! E in tutto ci cosa fa il nostro amato simpatico e di lungo corso Presidente Geppino? E all'ultima spiaggia....poverello, dopo anni di ammirevole opposizione al Papa Re, essendo non pi ricandidabile a presidente converger sul carro del vincitore nella speranza di diventare un cardinale anche lui!!! E' ormai tenuto sotto stretto controllo dalla famiglia e specialmente nell'ultimo periodo ne soffre. Ma sa che l'unica possibilit che ha! Lui pensa di conoscerli bene ...... ma invece non conosce le vere risorse !! Ho saputo che era anche propenso a far partire tre famigerate mozioni dalla Campania a favore degli scozzesi, ma lo hanno bloccato minacciando le dimissioni rompendo tutti gli equilibri che loro controllano..... Meditate fratelli, meditate!

Terzine dantesche.
Ricordo bene quando io v'entrai tanto ero pien di metallo a quel punto che la profana via abbandonai Ma poi con Raffi al Vascello giunto l dove iniziava quella valle che m'aveva di sapienza il cor compunto guardai avanti ma ascoltai tante balle vestite indegnamente con il fulgido pianeta che dovrebbe menar dritto altrui per ogni calle Da quel giorno la paura mai fu queta e nel lago del cor continua la durata ma finir il tempo ch'io passo con tanta pieta...

Hotel in Gran Loggia e fratello


Sullultimo numero di Erasmo viene enfatizzata ai fratelli la possibilit di fare uso di unagenzia per prenotare alberghi convenzionati in occasione della GL di Rimini. Ebbene, a chi fa capo lagenzia Tamarindo Viaggi? Come si vede dalla tabella sottostante appartiene ad una famigerata Erasmo Viaggi srl (complimenti per il richiamo esoterico) il cui direttore tale Raffi Roberto Maria (fratello germano del Papa), strana coincidenza. Pensare male si fa peccato ma.. Applicando il massonico principio del dubbio, abbiamo fatto una campionatura sul prezzo, intervistando gli stessi alberghi e riportiamo in sintesi che in alcuni casi, nella media, senza convenzione avremmo pagato 68,00 , con lintervento del fratello del Papa, paghiamo invece 86,00 . (solo il 26% in pi). Considerate che abbiamo chiesto una doppia come clienti normali e non 10 o 20 camere, in questo caso, il prezzo spuntato ancora pi basso e quindi la percentuale pi alta, secondo noi ben oltre il 40%. Complimenti, vorremmo che qualcuno dei cardinali informati ci illuminasse su questa sensibile variazione di prezzo. Il delta del +40 % rispetto al prezzo normalmente applicato quale strada prende? Non corretto ciurlare alle spalle di Fratelli che con sentimento limpido vivono questo bel momento di aggregazione. A coloro che continuano a dire che non siamo credibili perch farnetichiamo, perch parliamo di cose astratte, chiediamo: ma quando vi levate il prosciutto dagli occhi? Cosa altro necessario per farVi capire lo spirito del Papa Re e dei suoi Cardinali?

http://www.tamarindoviaggi.it/

VS Fratel Pasquino

Diffondete e Vigilate!!!