Sei sulla pagina 1di 40

LA FINE DELLIMPERO ROMANO DOCCIDENTE

Le grandi invasioni
Le popolazioni germaniche dei goti (visigoti, ostrogoti, vandali, longobardi, eruli, franchi) sono state spinte verso ovest dalle popolazioni che hanno occupato lest dellEuropa (unni, slavi, alani).

Le grandi invasioni I visigoti


410

visigoti = goti di ovest hanno saccheggiato Roma, sotto il commando del re, Alarico

Le grandi invasioni Gli Unni


451 452

Attila, flagello di Dio


allevato a Ravenna accordi diplomatici con Roma

fermato nel nord


dal Papa Leone I (secondo la leggenda), che lo convinge a ritornare nella Panonia dallepidemia di peste, che uccide molti dei suoi guerrieri

Le grandi invasioni I Vandali


455

provenienti dalla Gallia, dopo aver tentato di stabilirsi in Spagna, Africa, Sardegna e Corsica, hanno saccheggiato Roma il loro capo, Genserico, riusc a stabilire buoni rapporti con limperatore Valentino

Le grandi invasioni Gli Eruli


476

popolazione germanica originaria della Grecia e della Dacia


alleati dellimpero, stipendiati da Roma

Odoacre, il loro capo, acclamato re dalle truppe


depone lImperatore Romolo Augustolo, lultimo imperatore dellImpero Romano dOccidente (476) sconfitto e assassinato da Teodorico (493) FINE DELLIMPERO ROMANO DOCCIDENTE - 476

I regni romano-barbarici Gli Ostrogoti


489

ostrogoti (goti di est)


provenienti dallUcraina, Panonia, Mesia, stabiliscono la loro capitale a Ravenna

Teodorico
interesse per larte e larchitettura tentativo di promuovere una politica di convivenza conflitti religiosi tra i militari goti di fede ariana e la classe politica romana di fede cristiana che culminano con larresto del papa Giovanni I. circondato da politici romani, Todorico accusa di complotto e condanna a morte numerosi senatori ed il filosofo Boezio

Amalasunta, figlia di Teodorico, reggente per il figlio Atalarico e quasi regina dopo la sua morte
associa al trono il cugino Teodato viene imprigionata dal marito e uccisa

Il generale bizantino Belisario sconfigge Teodato e lo uccide (536).

I regni romano-barbarici I Bizantini


535-553

la vittoria del generale Belisario permette allimperatore Giustiniano di riconquistare lItalia


legislazione giustiniana (trascrizione di tutte le leggi da Adriano in poi) un sistema amministrativo burocratizzato e accentratore il cesaro-papismo (limperatore supervisore religioso). muore nel 565.

I regni romano-barbarici I Longobardi


568 abitanti della Panonia Il re longobardo Alboino
stermina i gepidi e ne uccide il re, Cunnimondo sposa Rosmunda, figlia di Cunnimondo si stabilisce nel nord (nella regione di Milano), poi occupa Umbria, Toscana, stabilisce la capitale a Pavia. viene assassinato a Verona (572) dalla moglie, aiutata dallo scudiero del re.

Rimangono indipendenti o sotto dominio bizantino: le coste (Liguria, Venezia), Ravenna, la Pentapoli (Rimini, Pesaro, Fano, Sinigallia, Ancona) e Roma. Nel centro-sud si formano i ducati longobardi di Spoleto e Benevento - il duce aveva il commando supremo delle milizie, nominava cariche del governo locale, amministrava il fisco e la giustizia. breve regno di Clefi (assassinato nel 574) periodo di crisi - dieci anni di interregno, in cui si consolidano i piccoli domini dei duchi longobardi, economicamente autosufficienti

Longobardi
Autari, figlio di Clefi, eletto re (584)
campagne militari contro i bizantini e i franchi conclude un accordo con i franchi non riconosciuto da tutti i duchi, viene assassinato

Romani
Si forma lEsarcato di Ravenna (584)
comprende Ravenna, Bologna, Ferrara, Adria dipende dallImpero Bizantino e ha a capo un esarca, rappresentante dellImpero

Agilulfo, duca di Torino, diventa re nel 590


sposa la vedova di Autari, Teodolinda conquista Padova, Cremona e Mantova si converte al cristianesimo Teodolinda fa costruire il duomo di Monza, dove si conserva la corona ferrea della monarchia longobarda Gratia Dei rex totius Italiae

Papa Gregorio Magno viene eletto nel 590


promuove lespansione del cristianesimo in Inghilterra e Spagna stabilisce laspetto della liturgia nella chiesa occidentale (introduzione del canto gregoriano) assume il titolo di servo dei servi di Dio in opposizione a quello di patriarca ecumenico del vescovo di Costantinopoli porta alla conversione della casa regale longobarda al cristianesimo

Pace tra longobardi e romani 603 fine Evo Antico


Romania (resti dellImpero dOriente): Calabria, Puglia, Sicilia, Sardegna, Corsica, lesarcato di Ravenna, il nord delle Marche e Roma Longobardia

Storia medievale (603 1498)

IL MEDIOEVO sec. VII


lotte per la successione alla morte di Agilulfo Rotari, duca di Brescia, sale sul trono longobardo (636)
ariano, sposa una donna cristiana approfitta della crisi dellImpero dovuta allinvasione araba e conquista Liguria e parte dei territori veneti riorganizza il sistema legislativo e giudiziario
editto di Pavia (643) - 338 articoli, principi barbarici (risarcimento per luccisione di un parente) ma anche molti del diritto romano

Grimoaldo, duca di Benevento, diventa re (662)


lotta contro i bizantini con i quali conclude la pace nel 670 persegue il consolidamento dellunit della monarchia sostituisce i duchi con gastaldi (funzionari nominati dal re)

IL MEDIOEVO sec. VIII


La crisi dellImpero Bizantino le invasioni arabe
unificati dalla religione islamica, arrivano in Spagna nel 711 il generale arabo Tarik conquista Gibilterra. non riescono a penetrare in Gallia (fermati a Poitiers dal re franco Carlo Martello) non riescono a conquistare Costantinopoli (difeso dallimperatore Leone III)

IL MEDIOEVO sec. VIII


La crisi dellImpero Bizantino 726 787 liconoclasmo (rifiuto del culto delle immagini sacre)

appoggiato dal limperatore bizantino Leone III approvato dal patriarcato di Costantinopoli nel 730 respinto dal sinodo della chiesa di Roma nel 731 Leone III confisca al papa i possessi pontifici e gli toglie la giurisdizione su altri territori, che d al patriarca ribellioni a Roma, Ravenna, Venezia contro i rappresentanti dellimpero concilio contro gli adoratori di immagini nel 754 condanna definitiva delliconoclastismo nel 787

IL MEDIOEVO sec. VIII


I longobardi
Liutprando (712 744)
attivit legislativa rafforzamento dello stato alleanza con i Franchi Carlo Martello invade lEsarcato di Ravenna e la Pentapoli (Rimini, Pesaro, Ancona, Senigallia, Fano) convinto dal papa a ritirarsi cede il borgo di Sutri, che aveva conquistato, non all'imperatore, ma "agli apostoli Pietro e Paolo"

Longobardi
749 Astolfo, fratello di Rachi, occupa di nuovo lEsarcato di Ravenna e la Pentapoli

Papa Stefano II
Cerca di convincere Astolfo a rinunciare, ma senza successo Aiuta Pipino a diventare re dei Franchi

Franchi

751752 754 756 Astolfo costretto a ritirarsi Astolfo decide di non rispettare i trattati e assedia Roma

Pipino (capostipite dei Carolingi) coronato re Lintervento militare finsce con lassedio di Pavia I franchi intervennero a favore del papa, sconfissero i longobardi

Chiede laiuto dei franchi contro i longobardi

756

Viene costituito lo Stato Pontificio (o Stato della Chiesa) In cambio, il Papa proclama il re franco Patrizio dei Romani, protettore della Chiesa e della Sede Pontificia

Consegnano al papa la Pentapoli e lEsarcato di Ravenna come patrimonio di San Pietro

IL MEDIOEVO sec. VIII


La fine del potere longobardo
756 Desiderio, ultimo re dei longobardi, segue ad Astolfo con lappoggio del papa Per assicurarsi il sostegno dei franchi, Desiderio d sua figlia Ermengarda sposa a Carlo Magno (770) Rifiuta di ripagare laiuto ricevuto dal papa con alcune citt dellEmilia e assedia Roma 768 Carlo Magno, salito sul trono dei franchi, segue una politica di conquiste territoriali Quando il Papa gli chiede aiuto, Carlo Magno ripudia la moglie e poi conquista Pavia e Verona (773-774) Fa Desiderio prigioniero, lo porta in Francia e segna cos la fine dellepoca dei regni romano-barbarici

LItalia viene divisa tra:


- Regno dei franchi (ex regno longobardo) - Papato - Benevento, ducato longobardo rimasto indipendente - possedimenti bizantini (le isole, la Calabria, parte della Puglia)

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero


Lotta contro i longobardi su richiesta del Papa (773-774) e conquista la Longobardia Nella notte di Natale dellanno 800 coronato dal papa Leone III nella Basilica di San Pietro come imperatore dei Romani Lotta contro gli arabi sconfitto (778) in Spagna (a Roncisvalle) dagli arabi alleati con i baschi. nella battaglia perde la vita il conte paladino Rolando (Orlando), nipote di Carlomagno la battaglia narrata nel Ciclo Carolingio La Chanson de Roland conquista finalmente (801) una parte della Spagna, arrivando fino a Barcellona A nord e est, il confine del suo regno stabilito lungo lElba e lalto Danubio.

Le riforme di Carlo Magno


Istituisce (782) la Schola Palatina - si radunano studiosi europei:
il franco Eginardo (autore della biografia di Carlo Magno) il longobardo Paolo Diacono (autore di una storia dei longobardi)

Riorganizza limpero in unit amministrativo-territoriali


marche lungo i confini del regno, governate da marchesi contee territori di non confine, governati da conti
i conti e i marchesi erano affiancati da vescovi

Istituisce il sistema del vassallaggio


La cancelleria imperiale affidata agli ecclesiastici Istituisce i missi dominici, una specie di ispettori, laici o religiosi Leconomia dellimpero
prevalentemente agricola si sviluppa attorno alle abbazie benedettine e nelle ville (grosse tenute agricole), che diventarono poi centri abitati batte moneta non riesce a far fiorire il commercio

I discendenti di Carlo Magno


Ludovico I il Pio viene coronato imperatore
Nomina il primogenito, Lotario, co-imperatore

Lotario, su indicazione del padre, emette la Costitutio romana (824)


sanciva la subordinazione del papa allImperatore (il papa era tenuto a prestare un giuramento di fedelt allimperatore dopo che lo coronava) imponeva la presenza di un messo permanente dellImpero presso la Corte Pontificia

I tre fratelli Lotario, Pipino e Ludovico il Germanico si ribellano contro il padre per i problemi di eredit causati da Carlo il Calvo, figlio di un secondo matrimonio di Ludovico (833-834) Ludovico il Pio concorda con Lotario e Carlo una nuova spartizione dellimpero che escludeva Pipino (morto poco dopo) e Ludovico il Germanico (837) Lotario diventa imperatore alla morte del padre Carlo il Calvo e Ludovico il Germanico si coalizzano con un solenne giuramento a Strasburgo Les Serments de Strasbourg 842 primo documento di volgare romanzo 843 trattato di Verdun - divisione dellimpero tra Lotario (lItalia e il titolo imperiale), Ludovico (Germania) e Carlo (Francia).

La divisione dellImpero Carolingio

Caratteri generali del IX secolo


Il feudatario, vassallo del Sovrano, forniva militari e offriva la sua ospitalit al re Laristocrazia terriera forniva cavalieri in cambio di favori Consolidamento del potere dei nobili
immunit per le faccende interne al feudo i conti, da semplici funzionari, diventano feudatari ereditari

nel 827 inizia la conquista araba della Sicilia, dove viene istituito lemirato tunisino (che sarebbe durato fino al 902) nel 839 gli arabi occupano Bari (fino al 871) e Taranto (fino al 880) Numerose lotte per il potere

Ludovico II, figlio di Lotario, coronato imperatore ma, anche se conserva il titolo imperiale, regna di fatto solo in Italia Papa Nicol I si libera dalla tutela imperiale Papa Giovanni VIII si arroga il diritto di assegnare la corona imperiale a propria discrezione, attribuendola a Carlo il Calvo. Carlo il Grosso realizza lultima unit politica dellImpero (877887), ma deposto durante la dieta di Francoforte le lotte per la successione (Anarchia feudale) portano alla divisione in 6 regni: Francia, Lorena, Borgogna, Provenza, Germania e Italia. il regno conteso da numerosi pretendenti Berengario I, marchese del Friuli, diventa re dItalia (887) e si fa coronare Imperatore. Muore assassinato. seguono al trono Rodolfo II e poi Ugo di Provenza

Il decadimento del potere carolingio in Italia

Il decadimento del potere papale


Il papato sottomesso alle potenti famiglie romane Marozia (figlia di un senatore)
amante del papa Sergio III, suo cugino, lo fa poi uccidere Impone i papi successivi, fino a Giovanni XI, suo figlio avuto da Sergio III Sposa in terze nozze Ugo di Provenza Arrestata dal figlio legittimo, Alberico, muore in un convento Il Papa relegato nel palazzo di Laterano

Alberico
instaura a Roma una sorta di repubblica aristocratica cerca di attuare alcune riforme

Ottaviano, figlio di Alberico


regna come signore di Roma diventa papa con il nome Giovanni XII incorona imperatore Ottone I di Sassonia (962).

La dinastia di Sassonia
Ottone I di Sassonia (962 973)
rinforzare lautorit imperiale
nomina di duchi parenti rafforzamento dei conti paladini listituzione di vescovi conti

affermare lautorit imperial sul Papa (impone lelezione di Leone VIII) riunire lItalia meridionale (conquistando Benevento e Capua) a quello che lui chiama Sacro Impero Romano-Germanico

Ottone II (973-983) sconfitto nellItalia meridionale Ottone III (983 1002)


totale disinteresse per la Germania afferma la sua autorit sul papato (fa eleggere papi suo cugino Gregorio V, e poi suo precettore, Silvestro II) viene cacciato insieme al papa Silvestro II a seguito di una rivolta popolare a Roma

Enrico II (1002-1024)
ultimo rappresentante della dinastia di Sassonia buone relazioni con il Papato spedizione senza successo nel Mezzogiorno

LXI secolo
secolo di grande risveglio attorno ai castelli si sviluppano nuovi centri abitati (borghi) dove si organizzavano fiere e mercati. lattivit commerciale sostituisce lagricoltura - formazione della borghesia (classe la cui occupazione principale il commercio o lattivit manifatturiera). le prime banche a Firenze le prime universit (Bologna, 1088; Parigi, 1091; Oxford, 1096) dove si insegnava diritto romano, filosofia e teologia. si accentuano gli scontri tra i feudatari di diversi ranghi e, soprattutto, tra ecclesiastici e laici listituzione di vescovi-conti da parte di Ottone I aveva portato allaumento della corruzione nella classe politica e in quella ecclesiastica Corrado II il Salico, della dinastia di Franconia, segue ad Enrico II
conflitti con lalta nobilt estensione del diritto delleredit del titolo e del feudo anche alla media nobilt.

la Chiesa avverte la necessit di una riforma


nel secolo precedente erano stati creati numerosi monasteri - il pi potente Cluny (fondato nel 910), direttamente dipendente dalla Santa Sede centro di diffusione di idee rinnovatrici e di lotta contro i vescovi, accusati di simonia, concubinato, corruzione

La formazione dei comuni


Con lo sviluppo delle citt da fortezze a centri commerciali, i cittadini si riuniscono in associazioni per difendere i propri interessi Il comune
diventa una forma di governo della citt, allinizio - organizzazione di carattere privato tra cittadini, formata da
Arengo (parlamento) i Buoni Uomini (che coprivano cariche direttive)

diventa unistituzione pubblica dellintera cittadinanza: aristocratici, semplici cittadini, abitanti del contado (campagna).
due Consigli (il consiglio maggiore e il consiglio minore) sostituiscono LArengo i Buoni Uomini diventano una specie di magistratura presieduta da 2-4 consoli, che si occupava dallamministrazione, dal commando delle forze armate e dalla giustizia (pi tardi la giustizia fu affidata a magistrati speciali).

Lamministrazione della citt apparteneva, generalmente, alle grandi famiglie aristocratiche, ma lascesa della classe borghese (sec. XII) e lo sviluppo delle associazioni di categoria (chiamate arti o corporazioni), porta allabbandono dei consoli e allistituzione del podest (primo cittadino) forestiero eletto in carica per un anno per funzioni esecutive e giudiziarie.

Il conflitto tra Papato e Impero


Enrico III il Nero, imperatore dal 1039
decreto (1046) nel quale era sancita la nomina del Papa e dei vescovi da parte dellImperatore apre la lotta per le investiture un conflitto per supremazia tra Papato e Impero.

Papa Niccol II convoca (1059) un Concilio Lateranese


condanna la simonia e il concubinato dellalto clero vieta agli ecclesiastici di accettare cariche dai laici (compreso lImperatore) decide lelezione del Papa dal Collegio dei Cardinali

ENRICO IV e Papa Gregorio VII


1056 Enrico IV, nato a Goslar, eredita il trono a soli 6 anni, e resta sotto la reggenza della madre, Agnese di Poitiers, fino al 1065. Sposa Berta di Savoia 1076 In risposta al dettato, limperatore indice un sinodo a Worms e dichiar il Papa decaduto. 1077 Enrico IV chiede ufficialmente il perdono del Papa e si reca a Canossa, dove, in viaggio verso Augusta, il Papa era ospite della marchesa Matilde. 1080 Dopo aver domato le ribellioni interne, Enrico IV, nuovamente scomunicato, assedia Roma e nomina un antipapa dal quale si fece incoronare a San Pietro 1105 Enrico IV cacciato dal trono dal figlio, il futuro Enrico V 1075 Papa Gregorio VII, emette un documento chiamato dettato papale, in cui afferma i principi della teocrazia e, dunque, della superiorit del Pontefice sullImperatore 1076 Il Papa scomunica Enrico IV e convoca un sinodo ad Augusta per destituire limperatore. 1077 Dopo aver tenuto Enrico IV per due giorni inginocchiato nella neve davanti alle porte del palazzo (umiliazione di Canossa), il Papa revoca la scomunica. 1080 Papa Gregorio VII si chiude nel Castel SantAngelo, da dove sarebbe stato liberato dai normanni guidati da Roberto il Guiscardo. 1085 Gregorio VII, dopo aver lasciato Roma ed essersi rifugiato nel regno normanno, muore a Salerno.

La fine del conflitto


1111 patto di Sutri
Enrico V si fa incoronare dal Papa, che aveva preso prigioniero In seguito alla liberazione del papa, Enrico V vinene scomunicato

1122 - Concordato di Worms


vieta lingerenza laica nellelezione dei papi e dei vescovi lautorit temporale dei vescovi spettava allImperatore

1125 la morte di Enrico V porta a lotte interne per la successione e ad un indebolimento dellImpero. 1152 Il trono venne preso da Federico I di Svevia (Barbarossa)

I normanni
Dal nord della Francia, i normanni vanno verso lItalia meridionale e verso lInghilterra 1059 Roberto il Guiscardo, appoggiato dal Papa Niccol II, unifica il sud dItalia 1061 Ruggero (fratello di Roberto) sbarca in Sicila
1072 Ruggero si proclama grande conte di Sicilia 1091 la conquista dellisola completa

Ruggero II dAltavilla
annett Napoli e Capua - 1113 si proclama re di Sicilia 1130
il regno comprendeva, accanto allIsola, tutta lItalia meridionale, eccetto Benevento che apparteneva al Papa).

ha due figli Guglielmo I e Costanza dAltavilla

Segue un periodo di stabilit politica, sviluppo culturale, tolleranza religiosa e espansione in Africa.

Le Repubbliche Marinare
Amalfi
849 - partecipa alla vittoria contro gli arabi prima crociata ampi privilegi nel Regno di Gerusalemme pubblica le Tavole amalfitane primo codice commerciale e marittimo introdusse la bussola nellOccidente 1131 fu conquistata dai normanni 1137 fu saccheggiata dai Pisani e distrutta

Pisa e Genova
1016 vittoria contro i saraceni in Sardegna prima crociata ampi monopoli in Oriente alleate controllano il Mar Tirreno sec. XII liti per supremazia in Sardegna, provocate da Pisa - decadimento delle due citt

Venezia
fondata da popolazioni che si rifugiavano dai barbari vincitrice nella lotta contro i pirati nellAdriatico governo iniziale tribuni locali dipendenti dallesarca bizantino, poi sostituiti da un doge nominato da Costantinopoli 887 - la repubblica ottenne una certa indipendenza - doge eletto dal popolo, senato formato dai patrizi (aristocratici)

Le crociate
Lo Stato Papale
coivolto nella liberazione di Sardegna, Sicilia e di parte della Spagna 1054 Il Grande Scisma (lo Scisma dOriente) il Papa e il Patriarca si scomunicano a vicenda tenta di costituire una lega militare in difesa dellImpero Bizantino che si confrontava con la pressione dei Turchi, che avevano occupato Gerusalemme

Le Crociate = i tentativi di liberare il Santo Sepolcro (XI-XIII secolo)


organizzate dai principi europei su richiesta ufficiale del Papa

La prima crociata
parte da Costantinopoli sotto la guida di Goffredo di Buglione lunica ad avere successo
conquista di Gerusalemme nel 1099 - la formazione del Regno di Gerusalemme lintroduzione del sistema feudale in Oriente la nomina di Goffredo Difensore del Santo Sepolcro

Un secolo pi tardi (1187) il comandante turco Saladino, dopo aver conquistato lEgitto, occup Gerusalemme e fece prigioniero il re

Periodo
1

Papa

Partecipanti Goffredo di Buglione Roberto di Normandia

Esito Vittoria e conquista di Gerusalemme

1096-1099 Urbano II

1147-1149
1189-1192

Eugenio III
Gregorio VIII

Corrado III di Germania Luigi VII di Francia


Federico Barbarossa Ricardo Cuor di Leone Filippo II Augusto di Francia

Scioglimento dellesercito
Sconfitta prima di arrivare a Gerusalemme Accordo con il Saladino

1202-1204 Innocenzo III

Vari nobili e Venezia Creazione dellImpero 1212 crociata dei bambini Latino di Oriente cavalieri francesi e tedeschi
Andrea II dUngaria Leopoldo IV dAustria Luigi IX di Francia Luigi IX di Francia Edoardo I dInghilterra Sconfitta Prigionia del re in Egitto Morte di peste del re Tentativo fallito Riproclamazione

1217-1221 Innocenzo III Onorio III 1248-1254 Innocenzo IV 1270 1271-1272 1274 Gregorio X Clemente IV

6 7

Le crociate
La terza crociata
problemi nellesercito cristiano
Federico Barbarossa annega mentre attraversava un fiume Filippo II, re di Francia, decide di ritornare in patria dopo aver litigato con il re inglese Riccardo Cuor di Leone riesce a conquistare lisola di Cipro costretto a concludere un accordo con il Saladino (1192) che gli consentiva il possesso di alcune citt costiere e il libero accesso per i cristiani al Santo Sepolcro

La quarta crociata
parte da Venezia il doge Enrico Dandolo (95 anni)
per il mancato pagamento delle spese organizzative, chiede a ai crociati di conquistare la citt di Zara e la Dalmazia approfitta delle lotte per la successione dellImpero Bizantino e dirige i crociati alla conquista di Costantinopoli chiede per Venezia lamministrazione delle isole greche di Egeo e Peloponneso, dei porti adriatici e della terza parte di Costantinopoli

viene fondato lImpero Latino di Oriente (1204)

Leresia catara (o degli albigesi)


Il desiderio di moralizzazione della vita - apparizione di movimenti ascetici, caratterizzati da esagerazioni e decretati eretici dalla chiesa Il pi conosciuto - leresia catara (o degli albigesi)
concepivano la terra come un campo di battaglia tra Dio e Satana promuovevano la purezza assoluta dellanima e del corpo, negando persino il matrimonio

Per porre fine a questo movimento Papa Innocenzo III chiese ai Cristiani di appoggiarlo in quella che fu chiamata la crociata degli albigesi.

Federico I Barbarossa
Imperatore dal 1152 Tre obbiettivi: 1. rinforzare lautorit sul Papa (ottenne lappoggio degli ecclesiastici tedeschi), 2. riaffermare lautorit sui Comuni (privandoli di autonomia) 3. annettere lItalia meridionale. 6 campagne in Italia: 1154 venne in aiuto al Papa Adriano IV, cacciato da Roma da Arnaldo di Brescia. Catturato, Arnaldo condannato al rogo, mentre Barbarossa riceve la corona imperiale (1155). 1160-1162 distrugge Milano ed entra in conflitto con il Papa Alessandro III, nominando un antipapa. 1164 sconfigge la Lega Veronese (formata da Verona, Vicenza, Padova e Venezia e appoggiata dal Papa) 1164 occupa Roma, costringe il Papa a fuggire in esilio e nomina un antipapa. Il Papa lo scomunica. 1174-1176 fu sconfitto a Legnano dalla Lega Lombarda (formata nel 1167 da Brescia, Bergamo, Mantova e le citt della Lega Veronese), alleata con il re di Sicilia, Guglielmo II. Ci permette al Papa di rientrare e ritira la scomunica 1183 pace di Costanza,
limperatore riconosce i diritti gi guadagnati dai Comuni I Comuni riconoscono formalmente limperatore come autorit suprema Muore durante la 3a crociata seguito al trono dal figlio Enrico VI, che sposa Costanza dAltavilla (19 anni pi grande di lui), zia del re di Sicilia, Guglielmo II, ed erede del regno.

Papa Innocenzo III


riorganizza lo Stato Pontificio riconquista lEsarcato di Ravenna, la Pentapoli e il ducato di Spoleto incoraggia la riconquista della Spagna combatte le eresie, incoraggia gli ordini monacali dei domenicani (frati predicatori, seguaci di Domenico di Guzman) e francescani (frati minori, seguaci di San Francesco DAssisi) indice nel 1202 la 4a crociata 1215 Concilio Lateranese - riafferma i principi della teocrazia (secondo i quali tutti i sovrani erano vassalli del pontefice) sostiene Federico II, di cui tutore, contro il suo avversario, Ottone di Bruswick, in cambio della promessa di guidare una crociata 1217 - convoca la 5a crociata

Federico II di Svevia
(1194-1250)

nipote del Barbarossa, figlio di Enrico VI e Costanza dAltavilla, nato in Italia, a Jesi (Ac) eredita lImpero nel 1197 (morte del padre) e la Sicilia nel 1198 (morte della madre) ha come tutore il Papa Innocenzo III sposa Costanza dAragona e poi Isabella di Brienne anche se cede, su richiesta del Papa, la Sicilia al figlio minorenne, restandone reggente, vi regna di fatto dopo la morte del papa emette il primo codice di leggi in Sicilia (costituzione di Melfi, 1231) e forma una amministrazione accentrata ed efficiente nominato Stupor Mundi, trasforma Palermo nella pi splendente corte dellepoca incoraggia e partecipa alla pi famosa scuola poetica del tempo, la Scuola Siciliana fonda lUniversit di Napoli

Pier della Vigna, notaio e poeta, svolge un ruolo importante alla sua corte fino al 1248, quando accusato di tradimento per corruzione e, condannato allaccecamento, si uccide

Federico II e Papa Gregorio IX


Gregorio IX
eletto dopo il breve papato di Onorio III, scomunica subito Federico II per non aver rispettato la promessa di guidare la crociata

Federico II, nonostante il divieto papale, parte per Gerusalemme (1228)


conclude un trattato diplomatico con il sultano dEgitto ritorna con la conferma del titolo di re di Gerusalemme (che gli sarebbe spettato per via della moglie, Isabella di Brienne)

Gregorio IX chiede agli alleati di partecipare in una crociata per liberare il regno di Sicilia - Federico II sconfigge lesercito del papa che aveva invaso i suoi territori e costringe il papa a ritirare la scomunica. Federico II vince a Cortenuova la Lega Lombarda (1237) e appoggia dappertutto in Italia i ghibellini contro il papa Gregorio IX scomunic di nuovo Federico II (1239) per aver incoraggiato la rivolta dei romani e per aver dato la Sardegna ad un figlio naturale
Nel 1245, il papa Innocenzo IV riconferma la scomunica e convoca il Concilio di Lione, dove Federico II viene deposto