Sei sulla pagina 1di 18

Calcolo combinatorio

Una trattazione
elementare esposta in
modo essenziale e
funzionale.
Liceo Scientifico Statale G.Sulpicio Veroli (FR)
A.S. 2000/2001
N. Monforte
Note Bibliografiche
DIDATTICA@EDSCUOLA.COM
a cura di Umberto Tenuta
Diapositiva sommario
Disposizioni semplici
Disposizioni con Ripetizione
Permutazioni semplici
Permutazioni con oggetti identici
Combinazioni Semplici
Combinazioni con Ripetizione
Premessa Calcolo Combinatorio
Consideriamo un insieme di n oggetti:
G={a1,a2,a3,an} con ne0, di natura qualunque ma
perfettamente distinguibili luno dallaltro in base a
qualche caratteristica, ad esempio palline di diverso
colore; lettere dellalfabeto; numeri diversi; ecc. .
Il calcolo combinatorio ha per scopo la costruzione
e la misurazione del n di raggruppamenti che,
secondo unassegnata definizione, si possono
formare con una prefissata quantit degli n oggetti
di G.

Calcolo
combinatorio
Disposizioni semplici
Fissiamo un numero ke
0
che non superi n, si vogliono costruire tutti i possibili
raggruppamenti distinti che si ottengono prendendo k oggetti di G
n
in modo che
valgano le seguenti propriet:
in ciascun raggruppamento figurano k oggetti senza ripetizioni;
due qualsiasi raggruppamenti sono distinti se e solo se o uno di essi contiene
almeno un oggetto che non figura nellaltro oppure gli oggetti di un
raggruppamento sono gli stessi dellaltro raggruppamento ma diverso lordine
con cui essi sono disposti.
I predetti raggruppamenti si dicono disposizioni semplici di n oggetti distinti di classe
k o presi a k a k. Tale numero si indica con il simbolo D
n,k
e si dimostra che
D
n,k
=n(n-1)(n-2)...(n-k+1)=
)! (
!
k n
n


Ad esempio si ha: D
7,4
=7654=840 D
9,3
=987=504
Calcolo
combinatorio
Osservazioni
In generale D
n,k
uguale al prodotto di k numeri naturali, consecutivi, decrescenti a partire da n.
Consideriamo per fissare le idee, linsieme G
4
={1,2,3,4},
- costruiamo le disposizioni semplici degli n=4 oggetti a k=1 a k=1; si hanno i
raggruppamenti seguenti:
e pertanto D
4,1
= 4
- costruiamo le disposizioni semplici degli n=4 oggetti a k=2 a k=2; si hanno i
raggruppamenti seguenti:
sicch resta verificato che D
4
,
2
= 12.



- per costruire le disposizioni semplici degli n=4 oggetti a k=3 a k=3 occorre aggregare ai
precedenti raggruppamenti via via uno degli altri due oggetti che ancora non vi figurano:,
tenendo conto delle regole di composizione dei raggruppamenti per le disposizioni semplici
si ha:
D
4,3
=432=24
generalizzando si comprende la validit della formula
per il calcolo delle disposizioni semplici.
1 2 3 4
1 2 2 1 3 1 4 1
1 3 2 3 3 2 4 2
1 4

2 4

3 4

4 3
1 2 3 2 1 3 3 1 2
1 2 4 2 1 4 3 1 4
Osservazioni sulle Disposizioni Semplici
Calcolo
combinatorio
Fissiamo un numero ke
0
, senza alcuna limitazione superiore; si
vogliono costruire tutti i possibili raggruppamenti distinti,
prendendo k oggetti di G
n
, in modo che valgano le seguenti
propriet:
- in ciascun raggruppamento figurano k oggetti, potendovi uno
stesso oggetto figurare, ripetuto, sino ad un massimo di k
volte;
- due qualsiasi raggruppamenti sono distinti se e solo se o uno
di essi contiene almeno un oggetto che non figura nellaltro,
oppure gli oggetti sono diversamente ordinati oppure gli
oggetti che figurano in uno figurano anche nellaltro ma sono
ripetuti un numero diverso di volte.
I predetti raggruppamenti si dicono disposizioni con ripetizione degli
n oggetti di G
n
, a k a k ( o di classe k).
Il n delle predette disposizioni con ripetizione degli n oggetti di G
n
,
a k a k si indica con D

n,k
=n
k


Disposizioni con Ripetizione
Osservazioni
Osservazioni sulle Disposizioni con Ripetizione
Per fissare le idee consideriamo linsieme G
4
={1,2,3,4}
- le disposizioni con ripetizione degli n=4 oggetti a k=1 a k=1
sono:
pertanto D

4,1
=4
- le disposizioni con ripetizione degli n=4 oggetti a k=2 a k=2 si
ottengono dalle (1) aggregando via via ciascuno degli oggetti
di G
4
, anche se gi contenuti nel raggruppamento; esse sono:
Possiamo osservare che per ogni
disposizione con ripetizione di
classe uno se ne ottengono n=4 di
classe 2 e pertanto D

4,1
=4
2
=16
1 2 3 4
(1)
1 1 2 1 3 1 4 1
1 2 2 2 3 2 4 2
1 3 2 3 3 3 4 3
1 4 2 4 3 4 4 4
Applicazioni - 1
Calcolo
combinatorio
1. Quante parole anche prive di significato, si possono
costruire con 3 lettere dellalfabeto, tutte diverse tra loro?
[disp. Semplici n=21, k=3 R.7980]
2. In quanti modi diversi 7 persone si possono sedere su 5
poltrone allineate di un cinema? [D(7,5)]
3. Quanti numeri di tre cifre, anche uguali tra loro, si possono
costruire con i primi cinque numeri naturali? [D(5,3)]
4. Quante colonne d diverse si possono compilare nel gioco del
totocalcio? [D(3,13)]
Permutazioni semplici
Calcolo
combinatorio
Le permutazioni semplici degli oggetti di G
n
sono
le disposizioni semplici dei predetti n oggetti a
k=n a k=n. Si deduce che due qualsiasi
permutazioni semplici differiscono solo per
lordine con cui sono disposti gli n oggetti distinti
in esse contenuti.
Il loro n D
n
,
n
ma si preferisce usare il simbolo
P
n

Evidentemente si ha: P
n
=n(n-1)(n-2)(n-
3)321=n! enne fattoriale.
Ad esempio, costruiamo e contiamo tutti gli
anagrammi, anche privi di significato, che si
possono formare con la parola APE.
APE PAE EAP AEP PEA EPA, sono sei, difatti
P
3
=3!=321=6
Ci proponiamo di anagrammare una parola contenente alcune lettere uguali; se
prendiamo in esame la parola ALA, notiamo che i suoi possibili anagrammi distinti
sono: ALA LAA AAL cio soltanto tre e non sei come accade se le lettere sono tutte
diverse. In generale, volendo permutare n oggetti in cui ve ne siano o identici tra
loro, si ottiene un numero di permutazioni dato da:
!
!
!
) (
o o
o
n P
P
n
n
= =

Nellesempio precedente avevamo n=3 ed o=2 sicch gli anagrammi distinti
risultavano: 3
1 2
1 2 3
! 2
! 3 ) 2 (
3
=


= =
P

Permutazioni con oggetti identici
Calcolo
combinatorio
Applicazioni - 2
Calcolo
combinatorio
Esempio: il numero di anagrammi distinti che si possono
costruire con la parola MATEMATICA dato da:
15120
! 2 ! 2 ! 3
! 10 ) 2 , 2 , 3 (
10
=

=
P
poich il n di lettere da permutare
n=10 tra le quali la lettera A figura 3 volte, la lettera M 2
volte come la lettera T.

- Esercizio 1: Un negoziante deve eseguire 5 consegne di
merce acquistata da clienti abitanti ciascuno in 5 zone
diverse della citt. determinare il n di modi differenti di
eseguire le consegne. [R. 160]

- Esercizio 2: Quanti numeri naturali diversi di 6 cifre si
possono formare con le cifre del numero 775551. [R.
60]
Combinazioni Semplici
Calcolo
combinatorio
Fissiamo un numero ke
0
, che non superi n; si vogliono costruire tutti i possibili
raggruppamenti distinti che si ottengono prendendo k oggetti di G
n
in modo che valgano le
seguenti propriet:
- in ciascun raggruppamento figurano k oggetti senza ripetizioni;
- due raggruppamenti sono distinti se e solo se uno di essi contiene almeno un
oggetto che non figura nellaltro.
Segue, pertanto, che due raggruppamenti che differiscono solo per lordine con cui in essi
sono disposti gli oggetti sono da ritenersi identici.
I predetti raggruppamenti si dicono Combinazioni semplici degli n oggetti di G
n
di classe
k od a k a k.
Il numero delle predette combinazioni semplici di n oggetti distinti di classe k si indica con
il simbolo di C
n,k
Si dimostra che :
!
,
,
k
D
C
k n
k n
=
Questa formula giustificata dal fatto che da ogni
combinazione semplice si possono ottenere, permutando in tutti i modi possibili i k oggetti
che la compongono, k! disposizioni semplici.
Osservazioni
Osservazioni sulle Combinazioni Semplici 1/3
Consideriamo ad esempio linsieme G
4
={1,2,3,4,5}
- le combinazioni semplici degli n=4 oggetti di classe k=1 sono:
1 2 3 4
- le combinazioni semplici degli n=4 oggetti di classe k=2 si ottengono
dalle precedenti aggregaziondo, via via, solo quegli elementi che, in
G
4
seguono loggetto gi presente nel raggruppamento, ossia:
1 2 2 3 3 4
1 3 2 4
1 4
- le combinazioni semplici degli n=4 oggetti di classe k=3 si ottengono
da quelle di classe 2 aggregando, via via, solo quegli elementi che in
G
4
, seguono loggetto che figura pi a destra del raggruppamento,
ossia:
1 2 3 2 3 4
1 2 4
1 3 4

Osservazioni sulle Combinazioni Semplici 2/3
Nota: il numero C
n,k
si india anche con
|
|
.
|

\
|
k
n
che si
legge n su k, denominato coefficiente
binomiale di ordine n e di classe k.
E abbastanza facile, posto per definizione
1
0
=
|
|
.
|

\
|n
,
dimostrare la validit delle seguenti formule:
)! ( !
!
,
k n k
n
C
k n

=
; |
|
.
|

\
|

=
|
|
.
|

\
|
k n
n
k
n
;
|
|
.
|

\
|
+
|
|
.
|

\
|
+
=
|
|
.
|

\
|
+
+
k
n
k
n
k
n
1 1
1


Pu essere utile ricordare la formula del binomio
di Newton:

k k n
n
k
n
b a
k
n
b a
|
|
.
|

\
|
= +

0
) (





Osservazioni sulle Combinazioni Semplici 3/3
Sussistono le seguenti propriet:
1. 1
0
=
|
|
.
|

\
|
n

2.
1 =
|
|
.
|

\
|
n
n

3.
n
n
=
|
|
.
|

\
|
1

4.
n
n
n
=
|
|
.
|

\
|
1

5.
|
|
.
|

\
|

=
|
|
.
|

\
|
k n
n
k
n

6.
0 ,
!
) 1 ( ) 1 (
>
+
=
|
|
.
|

\
|
k
k
k n n n
k
n


7.
} { n k n
k
n
k
n
n
n
, , 1 , ,
1
1
e e
|
|
.
|

\
|
+
|
|
.
|

\
|

=
|
|
.
|

\
|
+


Combinazioni con Ripetizione
Fissiamo un numero ke
0
, senza alcuna limitazione superiore; si vogliono costruire
tutti i possibili raggruppamenti distinti, prendendo k oggetti di G
n
, in modo che
valgano le seguenti propriet:
- in ciascun raggruppamento figurano k oggetti di G
n
, potendovi uno stesso
elemento figurare ripetuto fino ad un massimo di k volte;
- due raggruppamenti sono distinti se e solo se o uno di essi contiene almeno un
oggetto che non figura nellaltro oppure gli oggetti che figurano in uno
figurano anche nellaltro ma sono ripetuti un numero diverso di volte.
I predetti raggruppamenti si dicono combinazioni con ripetizione degli n oggetti
di G
n
, a k a k o di classe k.
Il loro numero si indica con il simbolo C
n,k
. Si dimostra che:
|
|
.
|

\
|
+
=
k
k n
C
k n
1
'
,

Calcolo
combinatorio
Applicazioni - 3
Calcolo
combinatorio
Esercizio 1: Un barman dispone di 30 liquori diversi.
Quanti coktails diversi potr preparare utilizzando, ogni
volta, 3 dei predetti liquori? [R. 4060]

Esercizio 2: Quanti terni si possono fare con i 90 numeri del
gioco del lotto? [R. 117480]

Esercizio 3:Quante sono le diagonali di un poligono
convesso di n lati?
[R. le diagonali di un poligono sono i segmenti che
uniscono due vertici non consecutivi. Il numero totale dei
segmenti definiti dagli n vertici del poligono :
! 2
) 1 (
2 ,

=
n n
Cn
,
ma in questo numero compreso anche il numero dei lati,
pertanto va sottratto n.

Esercizio 4: In un campionato di pallavolo le squadre che si
devono incontrare in 10 campi sono 15. Quanto dura il
campionato? [R. 21 giorni]

Note Bibliografiche
Calcolo Combinatorio e delle probabilit
M. Battelli U. Moretti
C.P.E. Oggiscuola Modena

Lineamenti di Matematica
Probabilit e statistica.
N. Dodero P. Baroncini R. Manfredi
G.& C. Ghisetti e Corvi Editori
ISBN 88-8013-621-6

Atlante di Matematica
F.Reinhardt H. Soeder
Hoepli Milano
ISBN 88-203-2050-9