Sei sulla pagina 1di 11

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa

Piazza Remo Bertoncini 1-56022 Castelfranco di Sotto (PISA) tel 0571/4861- fax 0571/487207 e.mail: comune.castelfrancodisotto@postacert.toscana.it sito internet: http://www.comune.castelfranco-di-sotto.pi.it

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA


Che cosa l IMU? la nuova imposta che si paga sul possesso degli immobili, istituita in via sperimentale dallanno 2012 sino allanno 2014. Sostituisce limposta comunale sugli immobili (ICI), nonch limposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) e le addizionali dovute in relazione ai redditi fondiari riguardanti i beni non locati. La nuova normativa costituita dal DL 201/2011 convertito in L.214/2011, dagli artt. 8,9,10 e 14 del D.LGS. 23/2011 per la parte non abrogata dal DL 201/2011, dalle norme del D.LGS.504/1992 espressamente richiamate dal DL 201/2011, dallart 4. del DL 16/2012 convertito con modifiche dalla L. 44/2012.

Chi la paga? I cittadini che sono tenuti al pagamento, denominati soggetti passivi, sono: il proprietario dellimmobile oggetto di imposizione ovvero i titolari dei diritti reali quali usufrutto, uso, abitazione, compreso il coniuge separato a cui sia stata assegnata lex casa coniugale (anche se non proprietario), enfiteusi, superficie, nonch il locatario finanziario (leasing) e il concessionario di aree demaniali.

Quali immobili pagano lIMU? I fabbricati, labitazione principale e le pertinenze della stessa, le aree fabbricabili ed i terreni agricoli ubicati nel territorio dello Stato Italiano a qualsiasi uso destinati, compresi quelli utilizzati dalle aziende o alla cui produzione o scambio diretta lattivit dimpresa. Nello specifico, si intende per: fabbricato: lunit immobiliare iscritta o che deve essere iscritta nel catasto edilizio urbano, considerandosi parte integrante del fabbricato larea occupata dalla 1

costruzione e quella che ne costituisce pertinenza; il fabbricato di nuova costruzione soggetto allimposta a partire dalla data di ultimazione dei lavori di costruzione ovvero, se antecedente, dalla data in cui comunque utilizzato; sono compresi tra i fabbricati anche le abitazioni rurali e i fabbricati strumentali allesercizio dellattivit agricola;

abitazione principale: limmobile, iscritto o inscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unit immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per labitazione principale e le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile. Dallimposta dovuta per labitazione principale si detrae la somma di 200,00. Per gli anni 2012 e 2013 la detrazione maggiorata di 50 per ciascun figlio di et non superiore a 26 anni (fino al compimento del 26 anno det), purch dimorante abitualmente e residente anagraficamente nellunit immobiliare adibita ad abitazione principale. Limporto complessivo della maggiorazione, al netto della detrazione di base di 200,00 , non pu superare limporto massimo di 400,00; la detrazione va rapportata al periodo dellanno per il quale limmobile stato destinato ad abitazione principale e in proporzione alla quota per cui si verifica tale destinazione da parte di eventuali diversi comproprietari; Ai soli fini IMU, lassegnazione della casa coniugale al coniuge disposta a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, si intende in ogni caso effettuata a titolo di diritto di abitazione (pertanto il pagamento dellImu compete unicamente al coniuge assegnatario della casa coniugale);

pertinenza dellabitazione principale: beneficiano del trattamento agevolato riservato allabitazione principale i fabbricati classificati nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una unit pertinenziale per ciascuna delle categorie indicate, anche se iscritte in catasto unitamente allunit ad uso abitativo utilizzata come abitazione principale;

area edificabile: unarea utilizzata o utilizzabile a scopo edificatorio in base allo strumento urbanistico generale adottato dal Comune indipendentemente

dalladozione di strumenti attuativi del medesimo. Il valore venale dellarea per 2

lanno 2012 stata determinata con delibera della Giunta Comunale n.57 del 17.05.2012 terreno agricolo: il terreno adibito allesercizio delle attivit agricole indicate nellart. 2135 del Codice Civile.

Quali immobili non pagano lIMU? Immobili posseduti dallo Stato, nonch gli immobili posseduti nel proprio territorio dalle Regioni, Province, Comuni, Comunit Montane, enti del servizio sanitario nazionale e tutti i consorzi tra questi enti, destinati esclusivamente ai compiti istituzionali; Fabbricati classificati o classificabili nella categoria catastale E; fabbricati con destinazione ad usi culturali di cui allart. 5-bis del D.P.R. del 29/09/1973 n. 601; fabbricati destinati esclusivamente allesercizio del culto, purch compatibile con le disposizioni degli art. 8 e 9 della Costituzione, e le loro pertinenze; fabbricati di propriet della Santa Sede indicati negli art. 13, 14 e 15 del Trattato lateranense; fabbricati appartenenti agli Stati Esteri e alle organizzazioni internazionali; Immobili utilizzati da enti non commerciali destinati esclusivamente allo svolgimento di attivit assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive, con modalit non commerciale;

Come si calcola l IMU

Determinazione dellimposta

Base imponibile x aliquota

Percentuale di possesso

Periodo di possesso espresso in dodicesimi di anno

La base imponibile il valore sul quale si calcola lIMU ed data dal prodotto della rendita catastale rivalutata e del moltiplicatore, secondo le modalit descritte di seguito:

fabbricati classificati nel gruppo catastale A (con esclusione della categoria A10) e nelle categorie catastali C2-C6-C7: (rendita + 5%) x 160 classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C3-C4-C5: (rendita + 5%) x 140 classificati con categoria catastale A10 e D5: (rendita + 5%) x 80 classificati con categoria catastale C1: (rendita + 5%) x 55 classificati con categoria catastale D (con esclusione della categoria D5): (rendita + 5%) x 60 categoria D privi di rendita (posseduti da imprese): valore contabile x coefficienti (stabiliti con decreto del MEF del 5 aprile del 2012)

Area Edificabile valore commerciale dellarea;

Terreni agricoli: (reddito domenicale + rivalutazione 25%) x coefficienti: 135 per i terreni agricoli di cui allart. 2135 del Codice Civile; 110 per i terreni agricoli di cui allart. 2135 del Codice Civile, anche se non coltivati, posseduti e condotti dai coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli professionali, iscritti nella previdenza agricola.

Per pagare correttamente lIMU sui terreni agricoli occorre distinguere tra i soggetti passivi, le varie figure professionale operanti nel settore agricolo, poich il coltivatore diretto e limprenditore agricolo professionale (IAP) devono utilizzare il moltiplicatore pari a 110, mentre limprenditore agricolo deve utilizzare il moltiplicatore pari a 135: Coltivatore Diretto (CD) : considerato tale colui che svolge abitualmente e manualmente la propria attivit in agricoltura, a condizione che la sua forza lavoro e quella del suo nucleo familiare sia in grado di fornire almeno un terzo della forza lavoro complessiva richiesta dalla normale conduzione dellazienda agricola, cos 4

come disposto dallart. 48 della L. 454/61 e dallart. 2083 del Codice Civile. Il coltivatore diretto pertanto si avvale prevalentemente di manodopera familiare Imprenditore Agricolo Professionale (IAP): considerato tale (ai sensi del D.lgs. n.99/2004 modificato dal D.lgs. n. 101/2005) colui il quale, in possesso di conoscenze e competenze professionali, dedica alle attivit agricole di cui allart. 2135 del Codice Civile, direttamente o in qualit di socio di societ, almeno il 50% del proprio tempo di lavoro complessivo e che ricavi dalle attivit medesime almeno il 50% del proprio reddito globale da lavoro. Le societ ( anche a scopo consortile) sono considerate imprenditori agricoli professionali qualora lo statuto preveda quale oggetto sociale lesercizio esclusivo delle attivit agricole di cui allart. 2135 del C.C. e siano in possesso dei seguenti requisiti: a) per le societ di persone: almeno un socio deve essere in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale; in caso di societ in accomandita la qualifica si riferisce al socio accomandatario; b) per le societ di capitali o cooperative: almeno un amministratore (che sia anche socio per le societ cooperative) sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale Imprenditore Agricolo (IA): considerato tale chi esercita lattivit di coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attivit connesse di cui allart. 2135 del Codice Civile

Tutti i valori devono riferirsi alla data del 1 gennaio dellanno in corso: le rendite dei fabbricati e il reddito dominicale dei terreni vengono determinati dallAgenzia del territorio (pi conosciuta come Catasto), il valore commerciale delle aree edificabili viene autodeterminato dal contribuente sulla base dellandamento del mercato, mentre il valore dei fabbricati D posseduti da imprese, non ancora accatastati, tramite le scritture contabili.

Quali immobili pagano meno IMU? Alcune tipologie di immobili godono dellabbattimento della base imponibile su cui calcolare limposta: per i fabbricati di interesse storico o artistico di cui allart. 10 del D.lgs. n. 42 del 22 gennaio 2004 limponibile ridotto del 50%; per i fabbricati inagibili/inabitabili e di fatto non utilizzati limponibile ridotto del 50%; linagibilit o inabilit consiste in un degrado fisico sopravvenuto (fabbricato diroccato, pericolante, fatiscente) non superabile con interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria; per avere diritto allapplicazione della riduzione occorre presentare sia apposita comunicazione tramite la modulistica predisposta dallufficio tributi sia la dichiarazione di variazione IMU i terreni agricoli posseduti da coltivatore diretti o da imprenditori agricoli professionali (IAP) di cui allart. 1 del D.Lgs. n. 99 del 29/03/2004, purch condotti direttamente, pagano limposta solo per leccedenza di valore imponibile superiore a 6.000,00 e con le seguenti riduzioni: - 70% sulla parte eccedente da 6.000,00 e fino a 15.500,00; - 50% sulla parte eccedente da 15.500,00 e fino a 25.500,00; - 25% sulla parte eccedente da 25.500,00 a 32.000,00.

Aliquote e detrazioni per lanno 2012

Le aliquote di base e le detrazioni previste dalla legge sono le seguenti

Destinazione duso Abitazione principale

Aliquota 0,4%

detrazione 200 euro+50 euro per ogni figlio convivente di eta non superiore a 26 anni

Fabbricati rurali ad suo strumentali Altri immobili (compresi terreni ed aree edificabili)

0,2%

NO

0,76%

NO

Quando si paga?

Nellanno in corso, con le seguenti modalit: limposta dovuta per labitazione principale e pertinenze con trattamento agevolato pu essere pagata, a scelta del contribuente: - in due rate, entro il 18 giugno (si versa il 50% dellimposta calcolata applicando laliquota base e le detrazioni previste dalla legge ed indicate precedentemente) ed entro il 17 dicembre (si versa il conguaglio sulla prima rata dellimposta dovuta per lintero anno sulla base delle aliquote e detrazioni deliberate dal Comune); - in tre rate, entro il 18 giugno (si versa un terzo dellimposta calcolata con laliquota base e le detrazioni previste dalla legge ed indicate precedentemente), entro il 17 settembre (si versa un terzo dellimposta calcolata con laliquota base e le detrazioni previste dalla legge ed indicate precedentemente ) ed entro il 17 dicembre (si versa il conguaglio sui primi due acconti dellimposta dovuta per lintero anno sulla base delle aliquote e detrazioni deliberate dal Comune) limposta dovuta per i fabbricati rurali strumentali iscritti in catasto, si versa in due rate: entro il 18 giugno (30% dellimposta calcolata con laliquota base indicata precedentemente) ed entro il 17 dicembre (con conguaglio sulla prima rata dellimposta dovuta per lintero anno sulla Comune); 7 base delle aliquote deliberate dal

limposta dovuta per i fabbricati rurali (sia abitativi che strumentali) iscritti nel catasto terreni che devono essere obbligatoriamente accatastati nel catasto edilizio urbano entro il 30/11/2012, si versa entro il 17 dicembre in un'unica soluzione sulla base delle aliquote deliberate dal Comune

limposta dovuta per le altre tipologie di immobili deve essere pagata, a scelta del contribuente, in due rate, la prima con scadenza 18 giugno (pari al 50% dellimposta dovuta per lintero anno applicando laliquota base prevista dalla legge ed indicata precedentemente), laltra entro il 17 dicembre (pari al saldo dellimposta dovuta per lintero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, applicando laliquota deliberata dal Comune);

E riservata allo Stato una quota di imposta calcolata applicando laliquota del 0,38% (50% dello 0,76%), gravante su tutti gli immobili diversi dallabitazione principale e pertinenze, dai fabbricati rurali ad uso strumentale, e dalle abitazioni degli ATER/IACP regolarmente assegnate e delle cooperative edilizie a propriet indivisa assegnate ai soci. La quota di spettanza dello Stato dovra essere versata contestualmente a quella di competenza del Comune.

Le aliquote di base e le detrazioni previste dalla legge ed indicate precedentemente possono essere oggetto di variazione da parte del Comune (entro il 30/09/2012) e dello Stato (entro il 10/12/2012), pertanto, prima del pagamento del saldo a dicembre, opportuno verificare se sono state modificate, nel qual caso bisogna effettuare un nuovo conteggio per il versamento a conguaglio.

Come si paga? A decorrere dal 18 aprile 2012, esclusivamente con delega modello F 24 presso uffici postali o sportelli bancari; solo a partire dal 1 dicembre 2012 sar possibile pagare anche tramite apposito bollettino di c/c postale. Limporto da versare deve essere arrotondato alleuro per ciascun rigo del modello F24 senza centesimi; larrotondamento va effettuato per difetto, se la frazione inferiore a 50 centesimi, o per eccesso se uguale o superiore a detto importo. 8

Non si versa limposta se limporto riferito allintero anno per tutte le fattispecie imponibili non supera 12,00, mentre se limporto delle sole rate di acconto inferiore a 12,00 si paga direttamente il totale annuo a saldo, nel mese di dicembre.

Come si compila il modello F24 Per versare correttamente limposta occorre compilare la sezione IMU E ALTRI TRIBUTI LOCALI, individuando lEnte destinatario del versamento e utilizzando i seguenti codici tributo istituiti dallAgenzia delle Entrate, che variano secondo la tipologia del bene per cui si deve versare. Il codice che identifica il Comune di Castelfranco di Sotto C113 mentre i codici tributo sono i seguenti:

Denominazione Codice imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale imposta municipale propria per i terreni imposta municipale propria per le aree fabbricabili imposta municipale propria per gli altri fabbricati imposta municipale propria interessi da accertamento imposta municipale propria sanzioni da accertamento

Codice COMUNE

Codice STATO

3912

3913

3914

3915

3916

3917

3918

3919

3923

3924

Cos la dichiarazione IMU? un modulo fiscale, che si compila su un modello ministeriale (in corso di approvazione), con il quale si dichiarano al Comune i dati utili per determinare limposta, che non possono essere rintracciati da nessun atto ufficiale o banca dati di altre Amministrazioni pubbliche. I soggetti passivi IMU devono presentare la dichiarazione entro 90 gg. dalla data in cui ha avuto inizio il possesso degli immobili, oppure dal momento in cui sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dellimposta (ad esempio acquisto o vendita degli immobili, cambio percentuale di possesso, modifica del valore utilizzato per l'area edificabile). La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell'imposta dovuta. Restano ferme le dichiarazioni presentate ai fini dell'ICI, in quanto compatibili. Per gli immobili per le quali lobbligo dichiarativo sorto dal 1 gennaio 2012, si deroga al termine dei 90 giorni, pertanto la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 settembre 2012. Occorre presentare la dichiarazione IMU anche per i fabbricati utilizzati come abitazione principale a partire dallanno 2008, nel caso in cui non siano stati dichiarati ai fini ICI, poich esenti ICI a partire dallo stesso anno 2008, ma oggi oggetto di imposizione IMU.

Il ravvedimento operoso (D.lgs 472/97 art.13 e successive modifiche)

Questo sistema, previsto per legge, consente al contribuente che si accorge di aver sbagliato o dimeticato un versamento, di mettersi in regola prima che lufficio accerti la violazione, entro tempi determinati, cos da garantirsi un riduzione delle sanzioni previste per le seguenti infrazionio, come di seguito indicato: A) Versamento tardivo entro 30gg.: sanzione ridotta pari al 3,0% calcolata sullimposta non versata + interessi calcolati a giorno al tasso legale tempo per tempo vigente, computati dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato fino a quello in cui risulta effettivamente eseguito; B) Versamento tardivo oltre 30 gg. ma entro un anno dal versamento: sanzione ridotta pari al 3,75% calcolata sullimposta non versata + interessi calcolati a giorno al

10

tasso legale tempo per tempo vigente, computati dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato fino a quello in cui risulta effettivamente eseguito; C) Dichiarazione omessa alla regolare scadenza, ma presentata entro 90 gg.: sanzione ridotta pari al 10,00% del minimo di quella prevista per lomissione ( 5,00 in caso di pagamento corretto , in caso di pagamento non corretto il 10% va calcolato sullomesso versamento), allegando la ricevuta di pagamento alla dichiarazione IMU e scrivendo nella dichiarazione IMU la frase ravvedimento operoso per tardiva presentazione di dichiarazione . D) Dichiarazione presentata nei termini ma viziata da errore: in questo caso per correggere la dichiarazione infedele il contribuente si pu ravvedere entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa allanno dimposta successivo a quello di rettifica pagando una sanzione del 6,25%(1/8 del minimo della sanzione prevista), calcolata sulla differenza di imposta tra quello versato e quello che avrebbe dovuto versare, oltre agli interessi calcolati al tasso legale dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato fino a quello in cui lo stesso viene effettivamente eseguito. Se il contribuente ha pagato correttamente si pu ravvedere entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa allanno dimposta successivo a quello di RETTIFICA senza dover versare alcuna sanzione.
N.B. Gli interessi sono calcolati al tasso legale (2,5 % annuo fino al 31 dicembre 2000, 3,5% annuo dal 1 gennaio 2001, 3,0% annuo dal 1 gennaio 2002, 2,5% annuo dal 1 gennaio 2004; 3% annuo dal 1 gennaio 2008; 1% annuo dal 1 gennaio 2010; 1,5% dal 1 gennaio 2011,2,5 % dal 1 gennaio 2012), giorno per giorno, sulla sola imposta. Oltre la sanzione si devono versare anche gli interessi al tasso legale annuo per ogni giorno di ritardo.

LUfficio Tributi informa che il presente vademecum stato elaborato in base alla normativa sullimposta municipale propria in vigore sino al giorno 18/05/2012. Poich il Governo o il Parlamento potrebbero apportare delle modifiche alla legislazione vigente, lo stesso ufficio invita i gentili contribuenti a prestare particolare attenzione alle eventuali novit in materia di IMU e a reperire nei prossimi mesi la versione pi aggiornata del vademecum, consultando lapposita sezione IMU sul sito istituzionale del Comune, in cui verranno inserite, non appena deliberate, le aliquote IMU dellEnte per lanno 2012

11