Sei sulla pagina 1di 3

COMUNE DI NAVELLI

Gruppo Consiliare SVOLTA DEMOCRATICA

Al Sig. Sindaco del Comune di Navelli

INTERROGAZIONE N. 10 A RISPOSTA SCRITTA


(ai sensi dellart. 12 del regolamento per il funzionamento del Consiglio comunale)

Oggetto: realizzazione ed assegnazione dei Moduli Abitativi Provvisori (M.A.P.) Premesso che il territorio del Comune di Navelli, unitamente ad altri Comuni della Provincia e della Regione Abruzzo, stato colpito il 6 aprile 2009 da un sisma di notevole intensit e da successivi movimenti tellurici che hanno provocato nel territorio comunale danni ingenti e diffusi rendendosi, pertanto, necessario lo sgombero della maggioranza dei fabbricati di civile abitazione e di locali adibiti ad attivit produttive ed altro; Visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 aprile 2009 recante la dichiarazione dello stato di emergenza in ordine agli eventi sismici che hanno interessato, tra gli altri, il Comune di Navelli; Visto lart. 1, comma 3, della OPCM n. 3753 del 6 aprile 2009 che assegna ai Sindaci il compito di provvedere alladozione delle iniziative necessarie ad assicurare la necessaria assistenza alle popolazioni colpite dagli eventi; Visto il Decreto del Commissario Delegato n. 3 del 16 aprile 2009 sulla individuazione dei Comuni danneggiati dallevento sismico del 6 aprile 2009 tra i quali ricompreso il Comune di Navelli; Visto il Decreto del Commissario Delegato n. 13 del 20 luglio 2009 a seguito del quale sono state individuate le aree destinate alla realizzazione di Moduli Abitativi Provvisori anche nel territorio del Comune di Navelli dove in data 7 settembre 2009 sono iniziati i lavori per la realizzazione dei basamenti e delle opere di urbanizzazione per la collocazione di n. 56 Moduli Abitativi Provvisori; Visto lart. 9 della OPCM n. 3813 del 29 settembre 2009 che prevede I Sindaci dei Comuni interessati provvedono ad assegnare ai nuclei familiari aventi diritto i Moduli Abitativi Provvisori (M.A.P.), realizzati ai sensi dellart. 7, comma 1, dellOrdinanza del presidente del Consiglio dei Ministri del 9 luglio 2009, n. 3790, secondo criteri di assegnazione degli stessi previamente definiti con proprio provvedimento;

Vista la Disciplina e Criteri per lassegnazione di Moduli Abitativi Provvisori (M.A.P.), comprensiva di schema di istanza di assegnazione e modelli di autocertificazione, redatta dalla Protezione Civile Nazionale; Vista la Deliberazione n. 62 del 24 novembre 2009 con la quale la Giunta comunale di Navelli ha provveduto allapprovazione della suddetta Disciplina e Criteri per lassegnazione di Moduli Abitativi Provvisori (M.A.P.), comprensiva di schema di istanza di assegnazione e modelli di autocertificazione; Vista la Deliberazione n. 62 del 24 novembre 2009 con la quale la Giunta comunale di Navelli ha altres provveduto allindividuazione dellUfficio Tecnico Comunale quale ufficio competente per la raccolta delle istanze di assegnazione, per listruttoria delle stesse e per lattuazione del provvedimento; a demandare a successivo provvedimento del Sindaco lapprovazione della graduatoria di assegnazione dei M.A.P. risultante dallistruttoria a cura dellUfficio Tecnico Comunale; a demandare allUfficio della Polizia locale le operazioni di notifica e pubblicizzazione del provvedimento al fine di rendere pubbliche le modalit ed i criteri di assegnazione dei M.A.P. tramite affissione allalbo pretorio, pubblicazione nel sito internet del Comune, adeguata pubblicizzazione nel territorio comunale; Visto il provvedimento prot. n. 2248 del 7 luglio 2011 col quale il Sindaco ha disposto lassegnazione dei Moduli Abitativi Provvisori rimasti inutilizzati concedendo ai soggetti assegnatari soltanto cinque giorni di tempo per comunicare leventuale accettazione del M.A.P. fermo restando limmediata decadenza da ogni forma assistenziale, compreso il contributo di autonoma sistemazione; Vista la nota di risposta prot. n. 14534 del 19 luglio 2011, a firma del Commissario Vicario per la Ricostruzione Dott. Antonio Cicchetti, di cui stata immediatamente messo a conoscenza il Sindaco non appena la stessa stata trasmessa ad un familiare di un concittadino assegnatario in data 7 luglio 2011 di un M.A.P., nella quale si legge In merito allerogazione del contributo di autonoma sistemazione si deve ribadire che la competenza allerogazione, pur in presenza di MAP inutilizzati come nel caso di specie dei sindaci, ai quali spetta la competenza a valutare caso per caso. Vista la nota di risposta prot. n. 16868 del 29 agosto 2011 con la quale il Commissario Vicario, nel confermare lobbligatoriet dellassegnazione dei Moduli Abitativi Provvisori inutilizzati per i casi previsti dallart. 4 comma 2 dellOPCM n. 3917 del 30 dicembre 2010, precisa pure che nel caso di specie, avendo il sindaco provveduto in data 07.07.2011, allassegnazione dei M.A.P. inutilizzati, i soggetti assegnatari degli stessi non possono richiedere, seppur in presenza di casi particolari, lerogazione del C.A.S; il sottoscritto Gaetano Cantalini, nella qualit di capogruppo di Svolta Democratica, INTERROGA il Sig. Sindaco al fine di conoscere: 1. le modalit e i criteri adottati al fine di stabilire il numero dei M.A.P. da realizzarsi per far fronte allemergenza abitativa determinatasi a seguito del sisma;

2. le modalit e i criteri adottati per la prima assegnazione dei M.A.P. e se tale assegnazione sia avvenuta sulla base del relativo regolamento adottato con la Deliberazione di Giunta comunale n. 62 del 24.11.2009 che prevedeva oltre alla presentazione delle domande da parte dei cittadini aventi diritto anche la formazione ed approvazione di unapposita graduatoria risultante da unistruttoria a cura dellUfficio Tecnico Comunale; 3. il numero delle istanze per lassegnazione di un Modulo Abitativo Provvisorio presentate da parte dei cittadini interessati, lesito dellistruttoria per laccertamento dei requisiti richiesti e la relativa graduatoria approvata con provvedimento del Sindaco; 4. se i cittadini siano stati debitamente informati circa le modalit ed i criteri di assegnazione dei M.A.P. tramite affissione allalbo pretorio, pubblicazione nel sito internet del Comune, adeguata pubblicizzazione nel territorio comunale; 5. il motivo per cui non si ritenuto, nonostante fosse nelle facolt del Sindaco, di procedere ad una valutazione caso per caso, interpellando i diretti interessati, trattandosi di soggetti anziani con varie problematiche, prima di provvedere allassegnazione dei M.A.P. inutilizzati ai sensi dellart. 4 comma 2 dellOPCM n. 3917 del 30 dicembre 2010; 6. il motivo per cui si atteso oltre sei mesi per ladozione di un provvedimento previsto dalla OPCM n. 3917 datata 30 dicembre 2010; 7. il motivo della risultanza di un numero rilevante di M.A.P. rimasti inutilizzati, anche dopo essere stati dal Commissario Delegato messi temporaneamente a disposizione di quei nuclei familiari, in possesso di determinati requisiti, per i quali non fosse stata ancora individuata un'adeguata sistemazione alloggiativa alternativa nei rispettivi territori comunali (art. 2 comma 1 OPCM n. 3857 del 10 marzo 2010), causa della decadenza dal diritto al beneficio del contributo di autonoma sistemazione da parte dei soggetti assegnatari ai sensi dellart. 4 comma 2 dellOPCM n. 3917 del 30 dicembre 2010; 8. le azioni eventualmente intraprese avverso quanto disposto dallart. 4 comma 2 dellOPCM n. 3917 del 30 dicembre 2010 in considerazione di unevidente disparit di trattamento prodotta rispetto ai cittadini residenti in altri comuni del cratere sismico.

Navelli, l 17 Aprile 2012 Il Capogruppo F.to Gaetano Cantalini