Sei sulla pagina 1di 8

P E R I O D I C O D I C U LT U R A N E O - I L LU M I N I S TA

N u m e ro 1 6 , ag o s t o 2 0 1 1 ( A n n o V, n . 3 )

Tortura di Stato, la Camera approva


Un bel tacer non fu mai detto

Diritti umani, questi sconosciuti


Il problema della tolleranza

w w w.civ i lta la ica.it

Giovanni paolo ii: Habemus Papam

un idolo da smascherare
di Nanni Moretti

Alessandro Chiometti

Tortura di Stato,
la Camera approva
Chi pensava che la proposta di legge Calabr fosse quanto di peggio immaginabile per uno Stato laico e democratico deve ricredersi. La Camera dei deputati con unampia maggioranza trasversale che va dalla Lega ai soliti teo-dem del PD ha approvato il disegno di legge contro il Testamento Biologico peggiorando tutto quello che era possibile peggiorare della proposta originale. Se quando entrato alla Camera il disegno prevedeva limpossibilit di rifiutare lidratazione e lalimentazione forzate in caso di Stato Vegetativo Permanente ora, dopo limpegno forsennato dei talebani de noantri, non pi possibile rifiutare alcunch nelle DAT (Dichiarazioni Anticipate di Trattamento) ma solo accettare. Avete capito bene: grazie alla norma degna di una farsa grottesca da teatro dellassurdo (non a caso proposta dalla famigerata Paola Binetti) non pi possibile esprimere nelle proprie DAT io non voglio essere sottoposto alle cure e/o trattamenti sanitari x e y ma solo ed esclusivamente io voglio essere sottoposto alle cure e/o trattamenti sanitari x e y. No, non stiamo scherzando. A questo punto la domanda che dovrebbe sorgere spontanea in qualunque mente pensante la seguente: ma se io non ho redatto le DAT e quindi non ho dichiarato quali cure voglio, se mi trovassi incosciente in ospedale il medico non potrebbe curarmi? Ovviamente non cos, perch altra clausola delle DAT italiane che non sono vincolanti. Romanzo di Kafka? Film di Fantozzi? No, parlamento italiano della legislatura Berlusconi IV. Ma delle DAT (o Testamento Biologico che dir si voglia) in cui non si possono rifiutare cure e che non sono vincolanti a che servono? Assolutamente a niente. Questo per il risultato di due anni di sforzi delle lucide menti degli integralisti religiosi che siedono sugli scranni parlamentari. Poi se qualcuno gli grida andate a lavorare magari si offendono pure... Riassumendo, dopo il presumibile scontato passaggio in Senato, lItalia avr una legge in materia di sanit contraria alla Costituzione (art. 32), contraria al parere dei medici (documento della Federazione Nazionale dei medici chirurghi del 2009), contraria alla volont del 79% dei cittadini italiani (sondaggio Demos 2008); la domanda urgente a cui trovare una risposta COSA FARE? Dalle associazioni del CLN (Coordinamento Laico Nazionale) la risposta quasi univoca: referendum! Tuttavia le voci discordanti sono molte, andare incontro a un altro fallimento come quello sulla fecondazione assistita sarebbe disastroso. Le azioni legali che hanno consentito di modificare la legge 40 nel periodo successivo al referendum, stando al parere di alcuni legali, saranno in questo caso molto pi difficili, perch mentre di casi di coppie sterili che reclamano i propri diritti ce ne sono a bizzeffe, ora si tratterebbe di dover aspettare nuovi casi Englaro sperando di trovare sempre qualcuno con il senso civile e la forza danimo di Beppino per affrontare tutta la trafila giuridica. Forse la cosa migliore da fare sarebbe impiegare il tempo che manca alle prossime elezioni politiche per fare azione di lobbying sul maggiore partito di opposizione (o quello che si spaccia come tale, il PD) perch inserisca nel suo programma di governo per le elezioni del 2013 il chiaro intento di eliminare questa oscenit giuridica, con buona pace della sua ala integralista cattolica. Sappiamo gi che molti di fronte a questa linea di azione storceranno il naso, tuttavia occorre ricordare che in questo paese le leggi le fa chi sta in parlamento e con costoro occorre, nostro malgrado, confrontarci.

PROPRIETARIO ED EDITORE: Associazione Culturale Civilt Laica, Via Carrara, 2 - 05100 Terni e-mail redazione@civiltalaica.it tel: 348 4088638 DIRETTORE RESPONSABILE Sergio Moscatelli COMITATO DI REDAZIONE: Maurizio Magnani, Alessandro Petrucci, Massimiliano Brasile, Alessandro Chiometti, Marcello Ricci, Nicoletta Bernardi, Cecilia M. Calamani Stampato perlAss. Cult. Civilt Laica dalla Tipolitografia Visconti Terni Autorizzazione del tribunale di Terni n. 03/07 dell 8 Marzo 2007 Grafica:

http://katapulta.eu

Agnieszka Gocowska

Katapulta Design di

Illustrazione in prima pagina Katapulta Design. La foto viene da www.flickr.com

Diritti

umani, questi sconosciuti


alle discriminazioni dei migranti e dei rifugiati non sono neanche state affrontate. Anzi, si assiste ad una accentuazione degli strumenti di repressione nei confronti dei cittadini immigrati, ad esempio qualificando come reato lingresso ed il trattenimento irregolari dei cittadini dei paesi terzi nel territorio nazionale. Le misure di contrasto ad atti di razzismo e xenofobia sono ritenuti insufficienti, e persistono profili discriminatori diretti o indiretti, in contrasto con i principi costituzionali di uguaglianza e ragionevolezza. Non diverso il fronte carceri e tortura: il nostro paese non ancora dotato di un organismo indipendente che possa ispezionare i luoghi di detenzione, inclusi i centri per i migranti. Ancor pi grave lassenza, nel nostro codice penale, del reato di tortura. Il rapporto ricorda inoltre che nelle carceri italiane sono stipati 67mila detenuti contro una capienza di 46mila posti e denuncia la totale assenza di misure alternative alla detenzione e la mancata attuazione di depenalizzazione dei reati minori. Anche le donne e gli omosessuali non rientrano nei piani di tutela del governo. Le prime subiscono ancora forti discriminazioni nel mercato del lavoro e i tagli agli Enti locali, che si riflettono sullassistenza alla maternit e sui servizi per linfanzia, non fanno che peggiorare la situazione. Il Comitato segnala inoltre la gravissima assenza di misure per contrastare luso delle dimissioni in bianco in caso di maternit e la doppia discriminazione delle donne disabili. Pollice verso anche per i centri nazionali antiviolenza, spesso frutto di associazione spontanea e non sostenuti da governo e istituzioni. Quanto alle discriminazioni sulla base

Cecilia M. Calamani

Che questo governo non abbia a cuore i diritti civili soprattutto quelli osteggiati dalla Chiesa come le convivenze etero o omosessuali, lautoderminazione della persona, la contraccezione di emergenza e tutto ci che rientra nella categoria peccato - non una novit. Ma le cose vanno molto peggio di quanto percepiamo giornalmente leggendo il giornale o seguendo i lavori parlamentari. Nel giugno scorso uscito il Rapporto LItalia ad un anno dalle raccomandazioni del consiglio Onu per i diritti umani redatto dal Comitato per la promozione e protezione dei diritti umani in Italia, una rete di 83 organizzazioni e associazioni non governative che operano in questo settore. Il Rapporto contiene il monitoraggio delle azioni intraprese dal governo italiano a un anno dai richiami che il Consiglio delle Nazioni Unite per i Diritti Umani ci ha riservato, ben 92 raccomandazioni inerenti agli aspetti sui quali lItalia risultata in forte ritardo rispetto agli standard minimi richiesti. Di queste, pi della met riguardano i diritti dei migranti e dei rifugiati, le discriminazioni razziali e i diritti delle minoranze etniche. Le altre puntano lindice su educazione ai diritti umani, diritti delle donne, discriminazioni basate sullorientamento sessuale, diritti dei minori e dei carcerati, tortura, indipendenza dellinformazione. Il quadro che emerge a dir poco imbarazzante. Se vero che lOnu ci ha concesso quattro anni per recuperare il gap, anche vero che non stiamo facendo nulla per arrivare dignitosamente al traguardo. Delle 92 raccomandazioni, le 50 relative

dellorientamento sessuale, il Comitato osserva: LItalia avrebbe urgente bisogno di recuperare un ritardo colpevole e adeguare la propria legislazione a tutela di una fascia di popolazione particolarmente esposta a discriminazione e violenza. Ogni ritardo in tal senso un atto di complicit morale. Merita menzione anche la rilevazione sullindipendenza della informazione e conflitto dinteressi: In risposta alle numerose osservazioni da parte dei paesi membri e delle organizzazioni internazionali partecipanti per quanto riguarda la concentrazione dei media, la mancanza di indipendenza del servizio pubblico radiotelevisivo e il conflitto dinteresse, lItalia oppone la legislazione vigente (Legge Gasparri N.112 2004 e Legge Frattini N.215 2004) dichiarando che adeguata a garantire la libert dei media. La risposta evita di tenere in alcun conto le osservazioni contrarie e le raccomandazioni degli organismi internazionali. In sintesi, dal Rapporto emerge che pur parlando bene razzoliamo assai male. La partecipazione italiana a commissioni e organismi internazionali si limita alle sole chiacchiere, perch nella sostanza la nostra legislazione, nonostante i ripetuti richiami dellOnu, ancora carente di norme per la tutela dei diritti umani e la non discriminazione delle minoranze. A ci si aggiungono tagli sempre pi consistenti alle politiche sociali che impediscono ladeguato sostegno alle categorie pi deboli della popolazione. C da chiedersi a cosa servano il ministero delle Pari opportunit, o il dipartimento per le Politiche del lavoro e sociali oltre ad approvare, a spese delle fasce di popolazione gi pi svantaggiate, gli ingenti tagli che il ministro dellEconomia tira fuori dal cappello di tanto in tanto per sanare i nostri debiti.

stock.xchg

Un bel tacer non


Dottore, mi serve un aiuto, una mano per ritrovare una serenit che mi pare di aver perduto; sento una gran confusione nella mente, molti pensieri contraddittori e idee tra loro contrastanti che si accavallano a disorientarmi, sicch talvolta non so pi che cosa giusto e non lo , quali valori siano quelli da perseguire, a chi e che cosa dare retta, ..tutti a cercare di convincermi, di imbonirmi, di manipolarmi, di ingannarmi con promesse false In questa maniera esord un paziente che trattai tempo fa per Disturbo Ossessivo Compulsivo e al quale applicai, attraverso approccio ipnositerapico neo-ericksoniano, una ristrutturazione cognitiva approfondita. Lo psicologo non sente di rado avanzare questo genere di richiesta di aiuto e essa, oltre a porre questioni di etica professionale poich si deve intervenire sullapparato di credenze e di giudizi del paziente, solleva riflessioni di natura psico-sociale, in particolare sulla deriva morale della nostra societ, che nel nome del libero mercato non si pone limiti nel manipolare le persone, i loro desideri e bisogni, i loro sentimenti. Chi non opera nel settore della salute mentale non ha idea di quante persone siano vulnerabili ai messaggi che li bombardano a ogni istante della giornata: radio, TV, giornali, internet, voci al mercato, colleghi dufficio, ecc. N spesso si ha idea di quanto sia difficile, talvolta, aiutare qualcuno a porre riparo ai danni da eccessi di informazione, anzi di disinformazione, quando costui non possiede adeguate abilit di discernimento e di difesa, e neppure meccanismi interiori di recupero allorch il danno stato fatto. La psiche umana sa essere forte, assertiva, creativa se si formata in ambiente sereno, equilibrato, stimolante, ma pu diventare vittima di numerosi disagi e afze e di giudizi. Tra le pessime conseguenze della cattiva crescita psichica vi sono il nuovo analfabetismo e la supponenza narcisistica, di cui si coglie la presenza soprattutto nei grandi mezzi di dis-informazione. Il neo-analfabetismo, genitore della supponenza narcisistica, riguarda la presunzione di possedere un bagaglio esperienziale e nozionistico pi che sufficiente per poter valutare, decidere ed agire in maniera congrua nelle diverse situazioni e interazioni con il mondo. Invece, il mondo assai pi complesso e insidioso di quanto appaia e di quanto fosse in passato. Oggid, girando per i mercati, i centri commerciali o in Internet, non si incontrano pi imbonitori e gabbaminchioni che vendono pozioni miracolose per ogni male, ma si trovano venditori e promotori di aggeggi elettronici e tecnologici che vantano virt eccellenti e che invece, al massimo, arricchiscono le tasche dei produttori; e che dire delle innumerevoli creme, lozioni, integratori e intrugli naturali o artificiali spacciati per nuovi elisir toccasana, con attivit anti-aging, antiossidanti e anti-radicali liberi capaci di preservare la giovinezza? A giudicare dai fatturati che muovono, se ne vendono una moltitudine spropositata (lasciatemelo dire, ch ho lavorato nel farmaceutico). Un amico, consulente finanziario, mi ha detto di recente sai chi si rovinato giocando in borsa? i cretini che, leggendo due giornali e ascoltando sirene liberiste, credevano di aver capito tutto dei mercati azionari e obbligazionari e hanno fatto da s, ritenen-

Maurizio Magnani

fezioni qualora si strutturi in ambienti conflittuali, instabili, scadenti sotto il profilo cognitivo e morale. La comunicazione importantissima nella formazione della psiche delle persone, specie in societ dove lapprendimento sempre pi mediato dal linguaggio e meno dallesperienza diretta (quanti hanno nonni che gli insegnano a potare una pianta o traforare un legno?) e dove il bambino spende sempre pi tempo fuori dalla famiglia, circondato da educatori di ogni genere, taluni buoni, altri no. Facile comprendere, pertanto, come messaggi distorti, ingannevoli, tanto allettanti quanto fuorvianti, possano produrre, gi in giovane et, conseguenze deleterie nei moduli comportamentali e negli apparati di conoscen-

fu mai detto
dosi esperti finanziari. Alcune sere fa mi capitato di vedere uno dei tanti programmi televisivi di pseudoscienza, nel corso del quale, a proposito di psicocinesi (movimento degli oggetti col pensiero) veniva detto non da escludere che il pensiero transiti attraverso una delle 26 dimensioni parallele del multiverso, raccogliendo energia di tipo anti-gravitazionale, e rientri, attraverso tunnel spazio-temporali, nella nostra dimensione cosmica, arricchito di energia tale da poter spostare oggetti o piegare la materia, come nel caso dei cucchiaini. Questa proposizione, del tutto infondata, manifesta competenza non comune di fisica e astronomia, come quella di chi difende con la meccanica quantistica la cristalloterapia, perci soltanto chi possiede una preparazione scientifica superiore in grado di smentire simili stupidaggini; gli altri, i moderni gabbati dai moderni imbroglioni che mettono al servizio del lucro disonesto il loro sapere, finiscono nelle trappole ad avanzato contenuto informativo, finendo quanto meno col buttare via danaro, magari guadagnato con fatica. Per, di solito viene obiettato, la gente desidera essere illusa, vuole credere in meta-realt che infondano speranza e prospettive differenti da quelle in cui calata. Se la faccenda fosse limitata alle credenze illusorie, sarebbe innocua, ma cos non , e non mi riferisco soltanto al nefando effetto delle credenze magico-superstiziose sulla salute mentale di molti individui (per esempio, molti depressi si rivolgono al paranormale, restando incastrati in un circuito di depressione- adesione a visioni metapsichichepratiche coatte- ritiro dalla realtpeggioramento della depressione), ma anche a conseguenze ordinarie quotidiane. Ad esempio, sono rimasto basito nel sentire che negli USA molte aziende richiedono, per lassunzione, oltre al curriculum anche il profilo astrologico. Da astrofilo potrei parlarvi del coluro equinoziale e di come la precessione degli equinozi, dovuto al Poich questi giochi (sic!) sono stati ideamoto conico dellasse di rotazione ter- ti scientificamente da matematici, avvorestre, abbia spostato il segno zodiacale cati, notai e altri esperti professionisti di tutti noi da diversi secoli, sicch chi consulenti dello Stato, tutti a conoscenza crede di esser nato ariete invece che a spendere soldi, e a perderli, sono nato pesci e chi vergine nato le- soprattutto le persone meno abbienti one e cos via (ciascuno nato sotto il (confermato dalle statistiche) ossia con segno zodiacale precedente a quello maggiori necessit (sono i poveri a speche gli viene indicato), oppure potrei rare, scriveva un filosofo) inevitabile ricordare che i segni zodiacali sono tre- concludere che neppure lo Stato si ponga dici e non dodici (ci si dimentica di scrupolo di incrementare le proprie enOfiuco), per cui le date di inizio e fine trate profittando dei pi deboli. E a tal dei segni va riconsiderato, ma baste- proposito trovo riprovevole luso di spot rebbe un poco di senso critico e predi- mediatici che invitino al gioco, salvo poi sposizione sperimentale (magari un aggiungere giocate con moderazione, pizzico di conoscenza di statistica infe- grave ipocrisia, dato che ben si sa che renziale) per verificare linattendibilit sono le medesime aree encefaliche che dellastrologia, tanto meno per sapere se qualcuno sar La gente desidera essere illusa, vuole credere un buon lavoratore. Ma in meta-realt che infondano speranza e Lei, dottore, stima psichicamente fragile anche chi prospettive differenti da quelle in cui prega Dio e per le anime calata dei propri cari?- mi domand una volta un paziente. Le risponder con la riflessio- presiedono ai comportamenti compulsine di un altro mio assistito: se ci vi-ossessivi, non moderabili per definifossero meno dei, madonne e santi da zione, a spingere al gioco dazzardo e alla invocare e pi Cristi, il mondo andreb- scommessa. be meglio- intendendo con ci che In conclusione, la valanga di dis-informolte delle credenze nel trascendente mazione che quotidianamente ci trasono dettate dallamore narciso di s e volge, pur con la nostra complicit, ha dei propri destini, a cui andrebbe con- conseguenze anche psichiche oltre che trapposto un maggiore coinvolgimento economiche, sociali, di costume. Non nelle realt altrui e attuali. Ma ripren- tanto il conformismo consumistico o la der in un altro articolo la questione regressione culturale sociale (tutti a pardella psicologia del fedele e delle cre- lar di tutto, senza riflessione approfondidenze nel paranormale religioso. Mi ta, senza originalit di pensiero, povera preme, invece, ritornare al tema prin- di contenuti e spesso anche di forma) a cipale, ovvero ai danni causati dalla in- preoccupare chi vigila sullo stato psiformazione cattiva e diseducativa sulla chico delle persone, quanto piuttosto psiche di molti individui (il malessere i danni agli equilibri della mente e dei psichico colpisce oltre il 25% dei citta- comportamenti individuali. Per il laico dini delle metropoli moderne), e sotto- (in senso ampio) questa situazione fonlineare come neppure le istituzioni che te di ulteriore preoccupazione, poich le dovrebbero guidare le nostre vite so- menti confuse e regredite son pi facile ciali si astengano dal disinformare i cit- preda di messaggi pericolosi per le libertadini, per i soliti scopi economici. Nel- t personali e collettive. Di fronte a tanla regione dove risiedo, lUmbria, la to frastuono mediatico, allassordante e prima causa di indebitamento delle fa- rozzo rumore fraudolento, collusivo e miglie con reddito basso, sono scom- minaccioso che ci investe da ogni parete, messe e giochi autorizzati, quali lotto, mi risovvengono le parole del Poeta un superenalotto, gratta e vinci, e altri. bel tacer non fu mai detto.

Federico Piccirillo

GIOVANNI PAOLO II: UN IDOLO DA


per i suoi 25 anni di pontificato. Ma Karol Wojtyla stato veramente un degno imitatore di Ges? Io credo di no. Ad ogni modo intendo motivare la mia posizione approfondendo alcuni aspetti del controverso pontificato di Giovanni Paolo II quali il suo rapporto con il dissenso cristiano in seno alla Chiesa, il suo rapporto con le altre religioni, la sua posizione sui temi etici e bioetici e il suo agire politico. Iniziamo con il rapporto tra Wojtyla e i cristiani che hanno messo in discussione alcuni dogmi secolari della Chiesa in difesa di un cristianesimo pi aperto ed ecumenico. Il noto teologo svizzero Hans Kng, ad esempio, per aver dichiarato lassurdit del dogma dellinfallibilit papale fu estromesso nel 1979, dallo stesso Giovanni Paolo II, dallinsegnamento della teologia cattolica presso luniversit di Tubinga. Un altro esempio pu essere la scomunica, emanata nel 2003, contro don Franco Barbero, animatore della comunit cristiana di base di Pinerolo, il quale, avendo interiorizzato il fatto che il nucleo del messaggio di Ges essenzialmente amore, non si fece mancare il coraggio di unire in matrimonio alcune coppie gay. Inoltre, importante ricordare che il papa polacco fu uno dei pi acerrimi avversari della teologia della liberazione, una teologia nata in America Latina nel 1968 che proponeva un modello di Chiesa alternativo alla teocrazia vaticana e che faceva del riscatto dei pi deboli e dei pi poveri la propria bandiera. Passando alle relazioni avute dal defunto pontefice con le altre religioni, importante dire che Giovanni Paolo II non promosse mai il dialogo interreligioso, ma anzi, egli ribad sempre il fatto che lunica vera religione fosse il cristianesimo definendo, nella dichiarazione Dominus Iesus del 2000 (come riporta Kng), le altre religioni forme deficitarie di fede. Il tanto celebrato incontro di Assisi non fu altro che un occasione per poter assorbire e inglobare le altre religioni. Per ci che concerne i temi etici, il papa assunse sempre posizioni ultraconservatrici, ponendosi in netto contrasto verso laborto, leutanasia, il testamento biologico, la fecondazione assistita, le unioni civili e le unioni gay, incarnando un feroce interventismo della Chiesa nelle leggi dello Stato italiano, uno Stato costituzionalmente laico. Infine, bene ricordare che Giovanni Paolo II sostenne i pi feroci e sanguinari regimi clerico-fascisti dellAmerica Latina, tra cui quello di Augusto Pinochet in Cile. Non bisogna dimenticare che il crudele dittatore fu amico del pontefice e da questultimo ricevette solidariet e benedizioni. Oltre a ci da rammentare anche il fatto che il defunto pontefice copr pi volte casi di pedofilia allinterno della Chiesa, e che sostenne sempre lilliceit delluso del preservativo, non curandosi della morte di milioni e milioni di neri per AIDS. Questa rassegna di dati vuole solo essere uno strumento per poter comprendere chi veramente sia stato Giovanni Paolo II. Pu essere considerato un imitatore di Ges chi punta il dito contro un malato di sclerosi multipla, che chiede di non soffrire pi, e benedice un dittatore spietato?E veramente un seguace di Cristo chi chiede a due uomini di non amarsi e di reprimere il sentimento che costituisce il fulcro del messaggio cristiano, soltanto perch la loro unione non conforme ad un modello di famiglia tradizionale che altro non se non un prodotto storico-culturale, addirittura antecedente alla nascita del cristianesimo? E veramente evangelico chi crede di essere superiore agli altri e considera la sua fede pi vera delle altre non aprendosi alla cultura dellumilt, del dialogo e dellascolto? Detto ci, mi pare evidente come Giovanni Paolo II non sia stato il Dio in terra che tutti dicono. Posto ci, mi viene da domandarmi cosa loperato di Karol Wojtyla abbia veramente lasciato come patrimonio umano comune sia ai cristiani, che ai laici ed ai non credenti. Una risposta potrebbe essere il messaggio di tenacia e combattivit che il pontefice polacco ha lanciato allumanit sopportando la malattia e la sofferenza. Questo ci che di pi deleterio abbia potuto fare Giovanni Paolo II. Ormai stremato dal dolore e desideroso di non farsi travolgere da esso, papa Wojtyla pens di trovare un senso alla propria sofferenza imponendo il modello delluomo che soffre come uomo virtuoso a tutti gli altri, destando in essi un sentimento di piet ed ammirazione che lo aiut ad andare

Il 1 Maggio 2011 a Roma, contemporaneamente ai festeggiamenti per la giornata dei lavoratori in Piazza San Giovanni, ha avuto luogo, in Piazza San Pietro, la beatificazione di Karol Wojtyla, in arte papa Giovanni Paolo II. Tale beatificazione ha consolidato ancora di pi limmagine di Giovanni Paolo II come di uomo benevolo, candido, evangelico, portatore di un messaggio valido ed eticamente accettabile anche per i non cristiani e i non credenti. Nellimmaginario popolare Giovanni Paolo II sempre associato ad ideali come la pace, la solidariet, la fratellanza e persino il dialogo interreligioso. Questultimo elemento viene riconosciuto come un merito del defunto pontefice, in seguito alliniziativa da questi organizzata ad Assisi nel 1986, nel corso della quale vennero invitati rappresentanti di varie religioni per un incontro sul tema della pace e della non violenza. Inoltre, il papa polacco viene ricordato come colui che prendeva in braccio i bambini, come colui che abbracciava i disperati e gli emarginati nei suoi viaggi apostolici, come colui che ha saputo trovare la forza e il coraggio di tenere testa alla sofferenza continuando la sua missione di vicario di Cristo e infine come luomo che si mescolava con la gente ballando, sciando, nuotando e facendo battute umoristiche; il tutto per trasmettere il messaggio che il papa non una figura imperiosa che si pone in modo autorevole verso le persone, ma un uomo accessibile ed umile che interloquisce con tutti, proprio come Ges che parlava ai pubblicani ed alle prostitute. Tutti questi elementi hanno determinato licona di papa Wojtyla come di colui che ha praticato oltremisura limitatio Christi meritandosi di venir proclamato Santo subito! Non solo le masse, ma anche intellettuali e politici. Qui in Italia, ad esempio, buona parte dei politici,dalla destra pi clericale ad alcuni ambiti della cosiddetta sinistra radicale, non si risparmiata encomi ed elogi nei confronti di Giovanni Paolo II; non si dimentichi che fu proprio lex segretario di Rifondazione Comunista Fausto Bertinotti che il 16 Ottobre del 2003 invi i suoi personali auguri a Wojtyla

SMASCHERARE
avanti. La sopportazione della sofferenza rientra nelluso mediatico della propria immagine, su cui Giovanni Paolo II gioc per avere consensi. Tutti gli atteggiamenti bonari del papa furono finalizzati ad ungere (per dirla con Torquato Tasso) con il miele un bicchiere amaro, ovvero per far si che la gente stordita dal suo modo di fare si avvicinasse alla Chiesa di Roma ed alla rigidit della sua dottrina. Giovanni Paolo II ebbe, infatti, labilit di mantenere i modi di fare del predecessore Giovanni XXIII, per poter meglio annullare tutte le aperture in senso ecumenico che questultimo aveva realizzato con il Concilio Vaticano II.

Grazie a questo suo fortissimo appeal mediatico, il polacco riusc a farsi adorare come un idolo da vecchi, bambini, adulti ed adolescenti. Ogni tanto, per, pu succedere che qualcuno apra gli occhi e maturi una coscienza critica che gli permetta di smascherare lidolo in cui magari aveva creduto ciecamente fino a quando non ha avuto la fortuna di confrontarsi con altre prospettive, pi veritiere e pi ragionate.

Marcello Ricci

Tolleranza
Anche oggi, come in altre epoche storiche, si pone il problema della tolleranza a causa della presenza di intolleranze di vari tipi: religiose, politiche, ideologiche, razziali, etniche, culturali. Anche oggi la tolleranza sottoposta a molteplici attacchi da parte dei fanatici di ogni tipo. Perci il caso di fare un po il punto della situazione. Ci sono coloro che ritengono la tolleranza pericolosa quando assoluta, quando cio ammette anche gli intolleranti e questo con la motivazione che il tollerare gli intolleranti potrebbe permettere a questi ultimi di prevalere e creare cos una societ nella quale scomparirebbe ogni tipo di libert di coscienza e di democrazia. Ci sono poi coloro che rifiutano il termine stesso di tolleranza in quanto sinonimo di sopportazione, non perch sono intolleranti ma, al contrario, perch la ritengono basata sul pregiudizio tipico di chi, pur essendo convinto di possedere la verit, sostiene che bisogna sopportare benevolmente chi sbaglia. Ci sono infine coloro che interpretano la tolleranza alla luce della convinzione che esistono pluralit di verit e che tutti hanno diritto a esprimerle liberamente secondo coscienza. Quindi nessuno deve sopportare alcuno, ma tutti devono vivere la tolleranza come riconoscimento del diritto di ognuno alla libert di coscienza e di espressione, che lacquisizione fondamentale a cui si arrivati oggi, almeno dal punto di vista teorico, dopo secoli di lotte per la libert. Molteplici sono i motivi che spingono a favore di questa concezione: dal punto di vista etico essa doverosa perch se si rivendica il rispetto per le proprie opinioni questo stesso rispetto va riconosciuto alle convinzioni degli altri; dal punto di vista teoretico, la tolleranza deriva dalla ammissione dellesistenza di una pluralit di verit (relativismo) che devono accettarsi a vicenda; dal punto di vista pratico si presenta come un metodo di convivenza sociale utile e politicamente efficace, perch rifiutando ogni

Il

problema della
forma di violenza, permette laffermarsi e il consolidarsi della democrazia. A questo punto va affrontato un nodo teoretico dal quale non facile uscire: la tolleranza deve essere assoluta o relativa? Pi precisamente, si devono tollerare gli intolleranti? La logica vuole che per coerenza occorrerebbe tollerare anche i fanatici e gli intolleranti, altrimenti si cadrebbe in una contraddizione: se non si tollerano gli intolleranti si diventa a propria volta intolleranti. Ma, volendo essere coerenti, si rischia di far vincere gli intolleranti e quindi mettere a repentaglio libert, tolleranza e democrazia. E per questo motivo che molti pensano che non si debbano tollerare gli intolleranti: meglio una contraddizione logica che una societ fondata sullintolleranza. E questa, ad esempio, la posizione del filosofo John Locke, che nella societ inglese della seconda met del Seicento affermava di non dover tollerare i cattolici papisti, perch una volta al potere non avrebbero tollerato le altre religioni. Lo stesso problema, cio se tollerare gli intolleranti, si presenta continuamente anche oggi. Lo storico Irving, negazionista dei campi di concentramento, viene messo in carcere per impedirgli di divulgare le sue idee, pericolose perch potrebbero fare proseliti: giusto o va contro la libert di espressione come diritto di ogni individuo? Come si vede la scelta tra queste due posizioni non facile e sicuramente va lasciata alla coscienza di ciascuno. La Dichiarazione universale dei diritti delluomo del 1948 contiene la consapevolezza che i diritti in essa affermati possano essere usati dagli intolleranti (come dimostra ad esempio la posizione di alcuni integralisti islamici, i quali affermano vi conquisteremo con le vostre leggi e vi domineremo con le nostre), e ci d una precisa indicazione nellarticolo 30: Nulla nella presente Dichiarazione pu essere interpretato nel senso di implicare un diritto di un qualsiasi Stato, gruppo o persona di esercitare unattivit di compiere un atto mirante alla distruzione di alcuno dei diritti e delle libert in essa enunciati. In altre parole: non si possono usare libert e diritti per poi negarli.

J. Mnemonic

HABEMUS PAPAM DI NANNI MORETTI


Uscendo dalla sala dopo la proiezione dellultimo lavoro del regista, romano di adozione, si ha una strana sensazione: quella di aver commesso per tutta la durata del film lerrore di confondere come carezze i sonori ceffoni mollati dal regista. La trama molto originale, dopo la morte del papa il conclave dei cardinali si riunisce per eleggere il successivo e la sua scelta ricade a sorpresa sul Cardinal Melville (Michel Piccoli). Questi per al momento di apparire in pubblico come pontefice ha una violenta crisi di panico e si rifugia nel conclave chiudendosi dentro. Per risolvere la situazione le autorit vaticane sono costrette a chiamare, loro malgrado, uno psicanalista (Nanni Moretti) che per, anche a causa delle condizioni in cui costretto a operare, non riesce a ravvisare niente di particolare se non un forte e comprensibile stress. Lo psicanalista viene segregato nelle mura del conclave, insieme ai cardinali elettori, perch non possa dire ad alcuno quello che successo, ma nel frattempo il neo-papa riesce a fuggire alla sorveglianza e a dileguarsi per le strade romane per alcuni giorni. In questo lasso di tempo lo psicanalista diventa lanimatore della comunit cardinalizia organizzando finanche un folkloristico torneo di pallavolo fra porporati. Fra discussioni un po teologiche e un po no il tempo sembra sospeso fino a quando la sicurezza vaticana non rintraccia Melville in un teatro di Roma e lo riporta a casa. Il lieto fine che sembra dietro langolo clamorosamente cancellato dal discorso di Melville che annuncia alla Piazza di San Pietro gremita il suo ritiro perch non luomo di cui hanno bisogno. Sconcerto fra i cardinali (e fra il pubblico in sala) e titoli di coda. Per quasi tutta la durata del lungometraggio si ha la sensazione che il regista guardi con simpatia alla solitudine e allalienazione di questi cardinali, resi quasi infantili a correre dietro un pallone da pallavolo o a disputare una partita a carte per passare il tempo. In realt Nanni Moretti usa un guanto di velluto per rendere pi inaspettato il messaggio devastante contenuto nel film. Un uomo per bene, onesto, non pu e non deve reggere lassurda responsabilit di essere il rappresentante di Dio in terra, il simbolo del bene per miliardi di persone, linfallibile guida della comunit pi potente del mondo. La riflessione umana interpretata dallottimo Michel Piccoli, come dice lo stesso regista, estendibile anche ad altre situazioni professionali e personali. Tuttavia, appare ovvio che in quella situazione tutto amplificato alla miliardesima potenza. La responsabilit di essere una guida non solo umana, ma quasi soprannaturale, lincarnazione del bene assoluto per miliardi di fedeli che ti attribuiscono quasi facolt divine , per un uomo onesto, semplicemente insostenibile. Fra le diverse polemiche suscitate dalluscita di questo film da segnalare la stroncatura di Pino Farinotti (critico cinematografico fondatore del sito MyMovies.it) che ha dichiarato il Papa troppo grande per Moretti prima di vedere il film (forse per non farsi influenzare, come diceva Oscar Wilde), linvito al boicottaggio di Avvenire (anche se poi il direttore stato costretto a dire che si trattava di un parere personale del giornalista) e il giudizio pastorale della Commissione Nazionale Valutazione Film della CEI che lo giudica Complesso e superficiale... come dire divertente e noioso, intelligente e stupido, bello ma anche no.

[voto 7.6/10]