Sei sulla pagina 1di 8

GENERAL HOSPITAL 5

Personaggi: Dottore fisso sul palco, personaggi vari che escono ed entrano 3 Attori.

Materiale: Lettino ambulatorio, tavolo, sedie, camice dottore, vestito donna incinta, pillole,
piccolissima valigia, vestito mignotta, vestiti gay.

Copione:

Dottore: (Entra e si mette seduto al suo posto) Due parole crociate prima di iniziare a lavorare.
Due lettere orizzontale sei romano!!!!!!!! Ehm…ehm… NO io sono Campano.

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente parlando con voce roca) Dottore lei mi deve aiutare io con questa
voce non posso andare avanti!!
Dottore: Senta ma sessualmente lei...ehm...ehm...con sua moglie...come va?
Paziente: Dottore guardi una meraviglia 29 su 30 dottò...29 su 30!!
Dottore: 29 su 30...ma lei è un fenomeno!! 29 su 30 ma è sicuro?
Paziente: Si dottò me la cavo, si ma con la mia voce dottò come si fa?
Dottore: Sì, dunque vediamo...ma mi dica la sotto lei come sta?
Paziente: Dottore guardi io io ho tre palle!
Dottore: Tre palle!! Ma allora e' tutto chiaro lei produce troppi ormoni, lei ha troppi ormoni in
circolo, è questo il motivo della sua voce, bisogna tagliare zac! tagliare zac!
Paziente: Vabbene dottò se lo dice lei io mi fido...

(Esce il paziente e la voce fuori campo dice: "15 GIORNI DOPO").

Paziente: (Entra paziente felice con una chitarra in mano) Dottore senta che voce, posso anche
cantare!! Oh sole mio sta in fronte etc. etc.
Dottore: (Annuisce soddisfatto)
Paziente: Si tutto risolto...ehm...ehm...però dottò ci sarebbe un problemino si ricorda mia
moglie!!
Dottore: (Annuisce)
Paziente: 29 su 30...beh ora dottò solo una l'anno, sono disperato dottò, lei mi deve
aiutare...non si potrebbe riattaccare...
Dottore: (Si gira con voce roca) Si è mò taglia, attacca, taglia, attacca....(e accompagna il
paziente alla porta)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra e si siede accanto al dottore) Dottore lei mi deve aiutare.


Dottore: Mi dica.
Paziente: Mi sono venuti i denti gialli cosa posso fare...mi aiuti...cosa ci posso mettere dottore.
Dottore: Vediamo, vediamo!! Ho trovato, ci metta una cravatta marrone.
Paziente: (Confuso si dirige verso la porta)

(BUSSANO ALLA PORTA)

1 Repertorio di Cabaret
Paziente: (Entra agitato e si siede accanto al dottore) Dottore mi aiuti presto ho 30 secondi di
vita!! Aiuto...
Dottore: Ma aspetti un minuto!
Paziente: (Manda a quel paese il dottore e si dirige verso la porta)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra una donna visibilmente incinta) Dottore la prego mi aiuti, ho un problema, mi
sento gonfia, non ce la faccio più, mi sento gonfia dottore mi visiti.
Dottore: Venga signora si sdrai sul lettino.
Paziente: Mi aiuti dottore la prego mi aiuti...
Dottore: (Comincia a tastare la pancia della signora) Le fa male qui...qui...e qui...
Paziente: (Ogni volta che il dottore tasta la paziente lancia un gemito di dolore)
Dottore: Ma è chiaro signora questa è tutta aria, soltanto aria non c'è altro che aria, lei la deve
evacuare deve fare l'aria, (il paziente inizia a scoreggiare) non qui signora a casa!
Ecco si prenda queste pasticche e vada a casa a fare aria. Vada, vada.
Paziente: (Continuando a scoreggiare) Grazie dottore, arrivederci. (Esce dalla porta)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra tutto trafelato) Dottore mia moglie si sente male in macchina!
Dottore: Ma ha provato ad alzare l'antenna?
Paziente: (Ci pensa ed esce) L'antenna...la macchina...mia moglie.

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra la signora con una pancia sempre, più gonfia) Dottore mi sento sempre più
gonfia mi aiuti.
Dottore: No non si preoccupi, si accomodi sul lettino che la visito.
Paziente: (Smorfie di dolore e gemito si sdraia sul lettino)
Dottore: (Dottore riprende a tastare con più enfasi della volta precedente) Le fa male
qui...qui...e qui.
Paziente: (Anche questa volta ogni tocco un gemito, anche per la paziente più enfasi).
Dottore: Ma è chiaro signora. E' tutta aria, le ho gia detto l'altra volta che deve evacuare, deve
fare l'aria. Signora prenda queste pasticche e faccia l'aria (il paziente inizia a
scoreggiare) non qui! A casa sua. Vada signora, vada e faccia l'aria. E' tutta aria, solo
aria.
Paziente: (Continuando a scoreggiare) Grazie dottore, arrivederci. (Esce dalla porta)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente disperato) Dottore, dottore nessuno mi considera!


Dottore: (Senza guardarlo) Avanti un altro.
Paziente: (Deluso esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente stranito) Dottore mi aiuti, soffro di amnesia!!


Dottore: Da quando?
Paziente: Da quando cosa?
Dottore: Senta lei è venuto qui. Io sono il dottore se lo ricorda.

2 Repertorio di Cabaret
Paziente: Certo. Buongiorno dottore, io soffro d'amnesia.
Dottore: Da quando?
Paziente: Da quando cosa?
(Si ripete la scena altre due volte)
Dottore: Ho capito prenda queste pillole una la mattina e una la sera.
Paziente: (Si alza e si dirige verso la porta) (Guarda le pillole) Ma queste cosa sono. (E se le
mangia tutte).

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra signora con una pancia spaventosa) Dottore sono sempre più gonfia, sempre
più gonfia, la prego mi aiuti.
Dottore: Non si preoccupi signora, lei l'ha fatta l'aria. Si accomodi sul lettino.
Paziente: (Disperata) Si ma mi aiuti!!
Dottore: (Riprende la solita palpazione con molta esagerazione appoggiandosi anche con i
gomiti sulla pancia) Le fa male qui...qui... e qui.
Paziente: (Con molta esagerazione la donna geme di dolore).
Dottore: Aria, solo aria le ho già detto è aria signora si sforzi e faccia tanta aria (inizia a
scoreggiare) ma non qui a casa. Tenga prenda queste pasticche e faccia l'aria,
naturalmente non qui in ambulatorio ma a casa sua.
Paziente: (Un poco confusa) E' aria, solo aria.

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente disperato con una mano sopra l'orecchio) Dottore la prego mi aiuti.
Dottore: Che cosa è successo, mi dica!!
Paziente: Mi sta partendo un timpano sono sicuro, mi sta partendo un timpano...
Dottore: Si, ho capito. Ma come fa lei a dirlo?
Paziente: (Levando la mano dall'orecchio mostra una mini valigia attaccata sotto lo stesso)
Guardi qui!!

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra signora con due bambini in braccio) Dottore caro come stà?
Dottore: Bene e queste due creature chi sono?
Paziente: Sono due scoreggette vestite da marinaretto!!!

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra una signora con fare da mignotta) Dottore mi aiuti, ho un grosso problema!
Dottore: (Molto preso) Mi esponga!!!!!
Paziente: Dottore non so come dirglielo, mi vergogno un pò...ma a me non mi basta mai!!!
Dottore: Ehm...ehm...ma lei signora con suo marito come va?
Paziente: Dottore bene tutte le sere! Ma non mi basta mai!!!
Dottore: Ma mi scusi signora ha provato con l'amante?
Paziente: Fatto dottore!! Ma non mi basta mai!!
Dottore: Ma provi con due amanti!!
Paziente: Dottore fatto!! Ma non mi basta mai!!
Dottore: Ma provi con tre amanti!!
Paziente: Dottore fatto!! Ma non mi basta mai!!
Dottore: Ma provi con quattro amanti!!

3 Repertorio di Cabaret
Paziente: Dottore fatto!! Ma non mi basta mai!!
Dottore: E con cinque????
Paziente: Fatto!! ma non mi basta mai!!
Dottore: Ma signora...cosa le devo dire, provi con tutto il paese!!
Paziente: Fatto!! Ma non mi basta mai!!
Dottore: Allora signora ho capito lei è malata. Lei è una ninfomane!
Paziente: Dottore me lo scriva la prego!! Mio marito dice sempre che sono una mignotta!!
Dottore: (Innervosito esce di scena)

(Entrano in scena due matti entrambi seduti, uno dei due finge di accendere una moto e comincia a
guidarla travolgendo il compagno - Il compagno inizia a strillare chiamando il dottore)
(l'altro matto appena vede che sta arrivando il dottore si mette seduto fingendo di dormire)

Matto: Dottore...dottore...dottore.
Dottore: (Entra in scena) Che cosa è successo.
Matto: Lui ha fatto la moto...ha fatto la moto...ha fatto la moto.
Dottore: Ma no è impossibile lui è cosi buono non è possibile e poi guardalo sta dormendo!!
Matto: Le giuro dottore ha fatto la moto!!
Dottore: Senti ora basta lui la moto non l'ha fatta lascialo stare. E tu piuttosto stai calmo e
riposa. (Esce di scena)
Matto 2: (Nuovamente prende la moto e carica il compagno)
Matto: (Urlando) Dottoreee!! dottoreeee!! dottoreeeeee!!
Dottore: Che cosa c'è ancora!!
Matto: Ha fatto la moto, l'hanno visto tutti è vero (rivolgendosi al pubblico).
Dottore: Ma nooo!! Non è possibile, lui è cosi bravo e poi è il mio preferito. Lascialo stare in
pace. Tu devi stare buono capito!!
Matto: E' vero ha fatto la moto nessuno mi crede.
Dottore: (Esce di scena)
Matto 2: (Riprende un'altra moto questa volta con il silenziatore e parte urtando il compagno
per la terza volta.)
Matto: (Urlando disperatamente) Dottoreeee!! dottoreeee!! dottoreeee!!!
Dottore: Che cosa succede??
Matto: La moto, ha fatto la moto, è vero l'ha fatta mi creda!!
Dottore: (Nervoso) E va bene ti credo lui ha fatto la moto!! Ma mi dici un pò ma ti dà cosi
fastidio questo rumore??
Matto: No dottore non è il rumore che mi da fastidio! E' il fumo che mi rimane in gola!!
Dottore: (Innervosito) Basta fuori tutti e due.

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra in scena) Dottore buonasera, lei conosce mio figlio? Quello di tre anni??
Dottore: Certo che lo conosco, che è successo sta male?
Paziente: Ma no non è che sta male, però è diventato tutto rosso pieno di sfoghi, macchie
strane su tutto il corpo, sa io mi sono molto preoccupato. Ogni giorno è peggio
vomito, diarrea, che devo fare.
Dottore: E mi aiuti, provi a pensare se in questi ultimi giorni ha mangiato qualcosa di strano,
si ricorda?
Paziente: Mah ora che mi viene in mente, ieri sera gli ho dato mezzo bicchiere di vino bianco!!
Dottore: Ma lei è impazzito del vino bianco ad un bambino di tre anni!! Lei ha dato mezzo
bicchiere di vino bianco!! Il latte ci deve dare al bambino, il latte!!
Paziente: Si adesso io dopo le cozze ci do il latte!! (Ed esce dalla porta)

4 Repertorio di Cabaret
(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: Dottore lei mi deve aiutare io sto male!!


Dottore: Si tolga la camicia. (Comincia ad ascultare) Dica 33.
Paziente: 33.
Dottore: Dica 33.
Paziente: (Si guarda un pò intorno fa due conti) 66!
Dottore: dica 33!!
Paziente: (Si guarda un pò intorno fa due conti) 99!!
Dottore: Ho capito...lei ha i calcoli.
Paziente: grazie dottore. (Si alza e esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra reduce di guerra con voce bassissima) Dottore mi fa male il polmone destro,
in guerra una sch.....
Dottore: (Cerca di capire, ma non sempre afferra quello che lo uomo sta per dire) Mi scusi
non ho capito.
Paziente: (Parlando sempre in maniera quasi incomprensibile) Senta io sono stato in guerra e
c'erano le bombe. Pum...pum...tra...tra...tra...pum!
Dottore: Ho capito lei era in guerra...e c'erano le bombe...
Paziente: Si e una scheggia...una scheggia...è partita, e mi ha colpito nel polmone destro.
Dottore: Ho capito lei parla così perchè una scheggia di una bomba l'ha colpito nel polmone
destro...che disgrazia!! Mi dispiace.
Paziente: Si ma mi deve aiutare.
Dottore: Certo mi dica il polmone sinistro come va??
Paziente: (Cambiando completamente voce guarda il dottore) Con il sinistro va che è un
piacere!! (Ed esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

paziente: (Entra individuo tutto trafelato) Dottore mio figlio ha bevuto un litro di detersivo per
i piatti!!
Dottore: Svelto?
Paziente: No piano, piano. (Esce di scena)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra individuo con le mani alla gola) Dottore lei mi deve aiutare, da dieci giorni
non riesco più a mangiare, ho la gola otturata non mi passa più nulla, ed io ho una
fame da lupo. (Mentre parla con il dottore fa vedere la gola al medico sfiatadogli in
faccia)
Dottore: Nessun problema lei è arrivato nel posto giusto. Conosce la teoria dei vasi
comunicanti?
Paziente: Veramente no!
Dottore: Eh benedetta l'ignoranza! Ebbene la teoria dice che tutto quello che non passa da
sopra passerà da sotto. E' contento!!
Paziente: Io sono contento ma lei mi spieghi meglio, perché io non ho capito molto bene la
teoria.

5 Repertorio di Cabaret
Dottore: Non ci sono problemi le farò un esempio pratico. Ad esempio cominciamo con il
primo, un bel piatto di bucatini alla matriciana al peperoncino rosso...noi
spezzettiamo tutto op...op...op...infiliamo su per il e culetto, è contento?
Paziente: Ehm...cioè...ehm. (Un pò stranito ma ascolta incuriosito)
Dottore: Per secondo...ah ci sono, una bella bistecca con l'osso con contorno di patate, noi
spezzettiamo tutto e...op...op...op su per il culetto! E' contento?
Paziente: Ehm...cioè...ehm.
Dottore: E per finire un bell'ananas...noi lo spezzettiamo e...op...op...op su per il culetto!! E'
contento?
Paziente: Senta dottore io avrei un'idea...Come primo pensavo fusilli al pomodoro, sa com'è la
forma mi sembra più congeniale così eliminiamo la matriciana al peperoncino. Per
secondo pensavo ad un salmoncino, mi hanno detto che risalgono la corrente, e per
finire, io eliminerei l'ananas, perché non tanto per il frutto, ma è il ciuffo che mi da
fastidio. Al posto dell'ananas direi delle ciliegine fabbri senza osso...anche una
quindicina...una tira l'altra.
Dottore: Come vuole lei comunque ci vediamo tra quindici giorni.

(Esce il paziente e la voce fuori campo dice: "15 GIORNI DOPO")

Paziente: (Entra saltellando) Dottore lei è un luminare della scienza...problema risolto adesso
mangio di tutto, bucatini, granchio, bistecche con l'osso, ananas, di tutto dottore! Lei
è un genio!!
Dottore: Si ma adesso cosa stà facendo?
Paziente: Sto masticando un chewingum. (Esce saltando)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra disperato) Dottore che male, dove mi tocco mi fa male!!


Dottore: (Lo guarda, gli prende la mano) Le fa male qui?
paziente: Si da morire!
Dottore: (Cambiando zona) Le fa male qui?
Paziente: Si da morire!
Dottore: (Cambiando zona) Le fa male qui?
Paziente: Si da morire!
Dottore: (Cambiando zona) Le fa male qui?
Paziente: Si da morire!
Dottore: (Prende infine il dito indice della mano con cui stava visitando) Ma lei ha il dito
rotto!
Paziente: Ah grazie. (Ed esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente tutto strappato) Dottore mi ha morso un cane, qui al ginocchio destro.
Dottore: Ma ci ha messo qualcosa?
Paziente: No gli è piaciuto cosi...!!! (Ed esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente tutto sudato, terrorizzato) Dottore mi fa male il cuore! Mi fa male il
cuore mi aiuti la prego.

6 Repertorio di Cabaret
Dottore: Va bene, faccia una corsa, cosi proviamo il cuore sotto sforzo. Faccia delle flessioni,
ancora una corsa, e adesso venga qui. (Lo guarda e gli infila un dito nell'occhio)
Paziente: (Urlando) Ma cosa sta facendo!!
Dottore: Occhio non vede cuore non duole.
Paziente: (Innervosito esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra un frocio) Dottore è aperto l'ambulatorio??


Dottore: Ah è lei venga, venga signor Frociani si accomodi.
Paziente: Dottore io ho prenotato una visita con lei, controlli se vuole nel tabulato.
Dottore: Si lo so signor Frociani lei ha prenotato una visita, mi dica.
Paziente: Un attimo però dottore stiamo aspettiamo la mia amica Solange che mi ha
accompagnato in scooter, sa per evitare il traffico. Lo sta parcheggiando.
Dottore: Va bene aspettiamo.
Paziente 2: Fabiola dove sei?
Paziente: Ah sei arrivata, stavamo aspettando te. Hai parcheggiato lo scooter Solange!!
Paziente 2: La vigilessa, odiosa...mi voleva morta! Salve dottore posso prendere la sedia?
Dottore: Si certo faccia pure!! Ma signor Frociani come si vestito?
Paziente: Solange il dottore non conosce le tendenze questo è un rosso incendio di troia, la mia
amica invece veste un abitino verde.
Paziente 2: Si verde pisello...speranza!
Paziente: E poi dottore non mi stuzzichi che sono in quel periodo.
Dottore: E' nel ciclo??
Paziente: Più che un ciclo mi sembra una montain bike!! Ah Solange ho dimenticato il
portafoglio ma con cosa paghiamo adesso?
Paziente 2: Non ti preoccupare abbiamo la carta di credito. Dottore le va bene se paghiamo con
la carta di credito?
Dottore: Ah voi avete una carta di credito??
Paziente: Certo dottore la carta del Monte dei Maschi di Schiena!
Paziente 2: Fatta tutta con i nostri fondi. (E si tocca il sedere)
Dottore: Ehm va bene...Ora mi esponga il suo problema!!
Paziente: Il mio male parte dallo sterno cleido mastoideo, attraversa tutta la schiena fino a giù
in fondo. Dottore la prego, mi tasti, mi osculti, mi visiti, faccia qualcosa...
Dottore: Va bene si accomodi sul lettino.
Paziente: (Si mette a 90 gradi)
Dottore: Ma lei Frociani non conosce altra posizione?
Paziente: Questa posizione è l'unica che conosco.
Paziente 2: E' il nostro punto di forza!
Paziente: Solange mi tieni la mano?
Paziente 2: Fabiola non posso sto leggendo di una vacanza.
Paziente: Dove andiamo di bello cara?
Paziente 2: Ma qui parlano dell'Albania...
Paziente: Ma no Solange l'Albania non è di moda!
Paziente 2: Non farà tendenza ma a me Durazzo piace!
Dottore: Inizia la visita. (Mette una mano sulla schiena) Mi dica 33.
Paziente: Dottore io lo dico ma non è li è più giù.
Dottore: (Mette la mano più in basso) Dica 33!!
Paziente: Dottore io lo dico ma non è lì è più giù.
Dottore: (Mette la mano più in basso) Dica 33!!
Paziente: Dottore io lo dico ma non è lì è più giù.

7 Repertorio di Cabaret
Dottore: (Mette una mano sul sedere, nel punto giusto) dica 33!!!
Paziente: 1...2...3...4...5...6...
Dottore: Basta!!! Ho capito il problema venga che le scrivo la ricetta.
Paziente: Solange andiamo che il dottore ha da fare. (E rimane in piedi sulla porta)
Paziente 2: (Si alza e sta per andare) Senta dottore visto che sono qui le volevo chiedere una
cosa.
Dottore: Mi dica.
Paziente 2: Ogni notte faccio sempre lo stesso sogno, sogno di essere un ambulanza.
Dottore: E quindi??
Paziente 2: Si sogno di essere un ambulanza, mi aprono di dietro mi mettono un uomo dentro ed
io me ne vado con la sirena accesa. Uhh...uhhh...uhhhhh. (Ed esce)

(BUSSANO ALLA PORTA)

Paziente: (Entra paziente tutto sudato) Dottore si può fare il bagno con la diarrea??
Dottore: Sì, se riesce a riempire la vasca da bagno.
Paziente: Non non ha capito ho sempre tanta diarrea.
Dottore: Ha provato con il limone?
Paziente: Sì ma quando lo tolgo ricomincia!!! (Ed esce)

(Lo spettacolo si completa con un balletto finale interpretato da tutti gli attori)

8 Repertorio di Cabaret