Sei sulla pagina 1di 94

CONSORZIO SIS

BILANCIO
SOCIALE DI
RETE CONSORTILE

2009
SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 2
B I L A N C I O S O C I A L E D I
R E T E C O N S O R T I L E

2009

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 3
SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 4
CONSORZIO SIS

BILANCIO SOCIALE
DI RETE CONSORTILE 2009

INDICE
1. IDENTITÀ E RISORSE
LA STORIA
LA MISSIONE E LA VISIONE
I SETTORI
LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA
L’ASSETTO ISTITUZIONALE
IL VALORE DI UN’IMPRESA A RETE
MISSION, VISIONE E IDENTITÀ DELLA RETE CONSORTILE
LE RISORSE UMANE
LE RISORSE DI RETE
IL SISTEMA DELLE PARTECIPAZIONE SOCIETARIE

2. RELAZIONE SOCIALE
AZIONI INNOVATIVE
FUNZIONI ISTITUZIONALI E GESTIONALI
CONSULENZA
FORMAZIONE E POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO

3. RELAZIONE SULLA GESTIONE

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 5
“ Possiamo guardare con fiducia all'avvenire? E possiamo attendere con
serenità al nostro lavoro, ad ogni nostro lavoro, nella certezza che esso serve
pure a qualche cosa, che la vita non è vana, che è anzi degna e buona?
Certamente il guardare lontano ed anche intorno a noi, non è esperienza tale
da rassicurarci: rovine, miserie, insincerità, decadenza e stanchezza in tutto ed
in tutti. Ma forse guardare in noi può dare un senso maggiore di pace e di
fiducia?
(…..) Il nostro cammino è più lento e difficile. Una rinunzia momentanea può
essere una grande tattica di combattimento; la pazienza, la misura, la serenità,
la buona fede, la povertà dello spirito, il lavorare in profondità con lo sguardo
rivolto lontano, sono le risorse dell'uomo spirituale, il quale crede nella vita e la
ama. Di questa fede e di questo amore sopratutto noi abbiamo bisogno, un
bisogno urgente. Siamo terribilmente stanchi di sentirei nemici fidati soltanto
ad una buona arma; siamo stanchi di combattere sempre e a vuoto. Vogliamo
illuminare l'oscuro avvenire ed amare il nostro tempo; non di un fiacco amore
di convenienza e di supina accettazione, ma di uno operoso e pieno di fede, il
quale sappia trasformare in silenzio ed in pace, poco a poco, ma sul serio, in
profondità, per sempre.”

Aldo Moro, «Il nostro tempo» Aprile 1945

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 6
BILANCIO SOCIALE DI
R E T E C O N S O R T I L E 2009

1. IDENTITA’ E RISORSE

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 7
1. IDENTITA’ E RISORSE

LA STORIA

Il consorzio SIS - Sistema Imprese Sociali nasce a Milano nel 1995


dalla fusione dei consorzi "Città Essenziale" e "Milano Solidarietà",
prime esperienze concrete di aggregazione fra cooperative sociali
del territorio milanese.

Fin dalle proprie origini, SIS aderisce in qualità di socio al Consorzio


Nazionale della Cooperazione Sociale Gino Mattarelli - CGM.

Nella fase di avvio, il Consorzio si è occupato principalmente di offrire servizi


base alle Cooperative, cercando di rafforzarne le rispettive identità nel
territorio.
La fase di sviluppo (1999-2003) ha visto il consolidamento dell’articolazione e
della strutturazione consortile, resa possibile grazie anche all’attrattiva data dai
numerosi servizi offerti. In questo periodo si sono instaurati anche numerose
relazioni e partenariati con Associazioni ed Enti territoriali.

Nel corso degli ultimi quattro anni SIS ha spostato l’asse direzionale delle
proprie strategie verso l’assunzione di ruolo di agenzia strategica
territoriale, in particolare rivolgendo tale funzione alle cooperative socie
quale elemento di sintesi e di rappresentanza delle istanze sinergiche in esse
presenti.

Il territorio di vocazione del consorzio e delle sue associate si riferisce al


contesto della città di Milano e a tutta l’area geografica afferente alla parte sud
della provincia milanese.

Al termine del 2005, il Consorzio SIS ha promosso, con gli altri consorzi
appartenenti alla rete CGM, il Sistema Consortile Metropolitano Milanese,
attraverso il quale si vuole attingere al patrimonio comune di esperienze e
competenze generate nelle diverse realtà territoriali dal rapporto costante e
continuativo con i cittadini e le comunità di zona, focalizzando il proprio raggio
di azione sull’area così detta metropolitana.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 8
1. IDENTITA’ E RISORSE

LA MISSIONE E LA VISIONE

MISSIONE

SIS è un’impresa sociale a rete appartenente a CGM/Welfare Italia.


Si propone di favorire l’inclusione, la coesione sociale e lo sviluppo nel
territorio metropolitano milanese.
Orienta le organizzazioni socie valorizzandone competenze e specificità.
Realizza un modello imprenditoriale innovativo, partecipato e affidabile,
finalizzato al bene comune.

VISION

Sogniamo un nuovo modello di economia.


Crediamo che la ricerca di nuovi percorsi, valori e comportamenti si possa fare
con persone e organizzazioni capaci di affrontare le sfide in modo originale

Partecipazione ed etica del rispetto ci orientano per la costruzione di


comunità in cui tutti si possano riconoscere

I SETTORI

Il Consorzio SIS persegue i propri obiettivi realizzando per e con le associate


attività di:

CONNETTORE DI RETE
PROGETTAZIONE SOCIALE
REALIZZAZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI
SERVIZI AMMINISTRATIVI E GESTIONALI
CONSULENZA SOCIETARIA SPECIFICA PER IL TERZO SETTORE
ATTIVITÀ FORMATIVE

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 9
1. IDENTITA’ E RISORSE

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 10
1. IDENTITA’ E RISORSE

L’ASSETTO ISTITUZIONALE

L’ASSEMBLEA

L'Assemblea ordinaria è costituita da tutti i soci e svolge le seguenti funzioni:

1) approva il bilancio, delibera sui ristorni e sulla destinazione gli utili;


2) procede alla nomina delle cariche sociali;
3) procede all’eventuale nomina dei Sindaci e del Presidente del Collegio
Sindacale se nominato e, ove richiesto, del soggetto deputato al
controllo contabile;
4) determina la misura dei compensi da corrispondere agli Amministratori
ed ai Sindaci e del Revisore Contabile;
5) approva i regolamenti interni, predisposti dall’organo amministrativo;
6) delibera sulla responsabilità degli Amministratori e dei Sindaci se
nominati;
7) delibera sulla eventuale autorizzazione ad operazioni gestionali, qualora
richiesto dalla legge o previsto dallo statuto o comunque qualora
richiesto a titolo consultivo dall'organo amministrativo;
8) delibera su tutti gli altri oggetti riservati alla sua competenza dalla legge
e dallo statuto.

Assemblee 2009

Data Presenze Aventi diritto % Partecipazione

20.02.2009 12 44 29
26.05.2009 22 44 52
18.09.2010 25 44 60
MEDIA 19,66 42 46,82

In data 18 settembre 2009 si è svolta una riunione assembleare a conclusione


della prima fase del percorso di visioning, che ha visto al presenza di 60
persone in rappresentanza di 25 cooperative rappresentate.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 11
LE COOPERATIVE SOCIE

Cooperative sociali di tipo A

Le cooperative sociali di tipo A perseguono l'interesse generale della comunità


alla promozione umana ed all'integrazione sociale dei cittadini attraverso la
gestione di servizi socio – sanitari ed educativi (L. 381/91 art. 1.1.a).

Attualmente il Consorzio SIS associa 25 cooperative di tipo A.

La tipologia di utenza e servizi offerti dalle nostre cooperative di tipo A


riguardano:
Prima infanzia (asili nido, tempo per le famiglie, centri gioco, ..)
Bambini e ragazzi (comunità educative, interventi domiciliari,
consultazioni psicologiche, psicoterapie, centri estivi, ..)
Giovani (start up imprese gestite da giovani, centri di aggregazione
giovanile, educativa di strada, ostelli, pensionati integrati, promozione
associazionismo giovanile, sostegno inserimento lavorativo, … )
Disabili (assistenza scolastica, interventi domiciliari, centri socio-
educativi, servizi formazione autonomia, formazione professionale, …)
Malati psichiatrici, emarginati, tossicodipendenti, prostitute
(comunità alloggio, interventi di strada, laboratori, …)
Anziani, malati AIDS, sanità (servizi residenziali, interventi
domiciliari, centri terapie riabilitative, … )
Sviluppo di Comunità (reti di adulti per l'affido, coordinamenti
interistituzionali, seminari e convegni, progettazione urbanistica
partecipata, consigli comunali dei ragazzi, …)

Cooperative sociali di tipo B

Le cooperative sociali di tipo B perseguono l'interesse generale della comunità


alla promozione umana ed all'integrazione sociale dei cittadini attraverso lo
svolgimento di attività diverse – agricole, industriali, commerciali e di servizi –
finalizzate all'inserimento lavorativo di persone svantaggiate (L. 381/91 art.
1.1.b).

Attualmente il consorzio SIS associa 10 cooperative di tipo B che, pur


svolgendo un'attività imprenditoriale secondo criteri di razionalità ed efficienza
economica, sono finalizzate ad offrire una opportunità di lavoro a persone
svantaggiate quali gli invalidi fisici, psichici e sensoriali, gli ex degenti di
istituti psichiatrici, i soggetti in trattamento psichiatrico, i tossico dipendenti,
gli alcolisti, i minori in età lavorativa in situazioni di difficoltà familiare e i
detenuti anche ammessi alle misure alternative.

Le attività svolte rientrano nel campo delle confezioni, della ristorazione,


dell'informatica (hardware e software), dell'assemblaggio (elettrico, elettronico
e meccanico), della cartotecnica e degli imballaggi, dei lavori edili e di

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 12
tinteggiatura, dei piccoli trasporti (di persone e cose), delle pulizie, della
tipografia, gestione di piattaforme ecologiche, smaltimento differenziato dei
rifiuti etc.

Altre organizzazioni socie

Attualmente il consorzio SIS vede associate anche una fondazione e


un’associazione che non sono cooperative sociali: Fondazione Sodalitas e
Associazione San Marco.

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
La società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione eletto
dall'Assemblea ordinaria dei soci.
La maggioranza dei componenti del Consiglio è indicata dai soci ordinari ed è
scelta tra i legali rappresentanti, gli amministratori e i soci di questi ultimi.

Il Consiglio elegge nel suo seno il Presidente ed il Vice presidente. Può


individuare inoltre uno o più amministratori delegati determinando a norma di
legge, i poteri a loro attribuiti e l’eventuale compenso.
Il Consiglio di Amministrazione è investito dei più ampi poteri per la gestione
della società, esclusi solo quelli riservati all’Assemblea dalla legge.

Spetta, pertanto, all'organo amministrativo:


redigere i bilanci consuntivi ed eventualmente quelli preventivi;
compilare i Regolamenti interni;
stipulare tutti gli atti e contratti di ogni genere inerenti all'attività;
concorrere a gare di appalto, licitazioni e trattative private per operare
curare l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea;
assumere e licenziare il personale della società, fissandone le mansioni e
le retribuzioni;
deliberare circa l'ammissione, il recesso e l'esclusione dei soci;
deliberare l'adesione o l'uscita da altri organismi, enti o società;
compiere tutti gli atti e le operazioni di ordinaria e straordinaria
amministrazione, facendosi preventivamente autorizzare dalla assemblea
dei soci nei casi previsti dalla legge o dallo statuto.

Il consiglio di amministrazione di SIS è composto da::


• Stefano Granata: Presidente
• Claudio Bossi: Vicepresidente
• Francesco Abbà: Consigliere
• Luisa Aldrovandi: Consigliere
• Giuseppina Mitidieri: Consigliere
(dimessa al termine del 2009 e sostituita da Mauro Gigli)
• Andrea Ripamonti: Consigliere
• Alessandra Solci: Consigliere

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 13
Il CdA nel 2009 si è riunito 8 volte in seduta ordinaria ed altre 4 volte con la
presenza della figura di un facilitatore, dedicando l’ordine del girono alla
preparazione del percorso consortile di Visioning.

IL PRESIDENTE
Il presidente del Consiglio di Amministrazione ha la rappresentanza del
Consorzio di fronte ai terzi e in giudizio e articola le sue responsabilità su
alcune direttrici principali di lavoro:
funzioni societarie;
relazioni istituzionali e interorganizzative;
sviluppo progettuale e sostegno ad attività consortile.

IL COLLEGIO SINDACALE
Il Collegio sindacale ha il compito di verificare l’adeguatezza del
sistema di controllo interno e del sistema amministrativo contabile.

La vigilanza sul rispetto dei principi di corretta amministrazione serve a


consentire la prevenzione e l’individuazione tempestiva di operazioni illecite e
a fornire un contributo alla prevenzione delle crisi finanziarie (attraverso, ad
esempio, la verifica dell’esistenza e dell’adeguatezza degli strumenti a
supporto delle decisioni aziendali).

La vigilanza sull’adeguatezza e funzionalità del sistema di controllo interno è


altresì presupposto alla verifica della corretta gestione dell’ impresa.

Il sistema di controllo interno persegue i seguenti obiettivi:

efficacia ed efficienza delle operazioni dell’impresa


attendibilità delle informazioni prodotte dall’impresa
conformità dei comportamenti delle persone e output generati
dall’impresa alle leggi e ai regolamenti interni ed esterni

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 14
1. IDENTITA’ E RISORSE

IL VALORE DI UN’IMPRESA A RETE

LA COMPOSIZIONE DELLA BASE SOCIALE

Al 31.12.2009 i soci del Consorzio risultano complessivamente 42, di cui:

 25 cooperative sociali tipo A


 10 cooperative sociali tipo B
 1 Fondazione
 1 Associazione
 4 consorzi

SOCI – COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO A (25)


A&I La Cordata
ABCittà Lo Scrigno
Aurora 2000 Metamorfosi
Azione Solidale Mosaico
COESA Piccoli Passi
C.T.A. Progetto Integrazione
ETA BETA Sherwood
Grado 16 SDB Simone de Beauvoir
Il Bivacco Servizi Solidare
Kyklos Solidarietà e Progresso
La Chioccia Spazio Aperto Servizi
Auxilia Spazio Pensiero
Xenia
SOCI – COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B (10)
Adelante Dolmen Omnicoop
Alice Out&sider
Centro teatro e carcere Prospettive Nuove
Il Crogiolo Soligraf
Insieme Spazio Aperto

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 15
1. La rete delle cooperative socie

Le prime cooperative, oggi aderenti al Consorzio Sis, si sono costituite a partire dalla metà
degli anni ’80 (nascono le prime quattro cooperative, una di tipo A e 3 di tipo B).
Durante i primi anni ‘90 il trend costitutivo è andato progressivamente aumentando, fino a
raggiungere una certa stabilità nei periodi 1990 - 1995 (nascono 9 cooperative i tipo A e 3
cooperative di tipo B) e 1996 - 2000 (nascono 9 cooperative i tipo A e 3 cooperative di
tipo B). Tra il 2001 e il 2005 il trend costitutivo conosce invece una fase di rallentamento
toccando una percentuale pari a il 14,7% ( nascono 4 cooperative di tipo A e una
cooperativa di tipo B), sino a toccare il picco costitutivo più basso dopo l’anno 2005, con
una percentuale costitutiva pari al 2.9%, (nasce una cooperativa di tipo A).

Le cooperative socie: ripartizione per periodo


di costituzione

1990-1995
35,3%

1996-2000
35,3%

Prima del 1990


11,8%

dopo il 2005 2001-2005


2,9% 14,7%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 16
A partire dall’anno 1995, le prime cooperative decidono di aderire al Consorzio Sis dove,
nel primo periodo di riferimento (1995-2000) diventano socie 21 cooperative, 14 di tipo A
e 7 di tipo B. In questo primo periodo di riferimento si riscontra il trend di adesione
percentuale più alto, pari al 59,1%.
Nel secondo periodo di riferimento (2001-2005) aderiscono 7 cooperative di tipo A e 3
cooperative di tipo B. Dopo l’anno 2005 diventano socie 3 cooperative di tipo A.
All’oggi le cooperative che aderiscono al Consorzio SIS sono 34, 24 di tipo A e 10 di tipo
B.

Le cooperative socie: ripartizione per


periodo di adesione a SIS

1995-2000
61,8%

2001-2005
29,4%

dopo il 2005
8,8%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 17
2. Le aree di intervento e i settori produttivi delle
cooperative socie.
La classificazione delle aree d’intervento (COOP A) e dei settori produttivi (COOP B)
utilizzati per l’elaborazione dei grafici, si riferiscono alle classificazioni esplicitate dalla
Regione Lombardia che permettono di classificare agevolmente le le attività svolte dalle
cooperative sociali.
Secondo un’analisi attenta dei propri territori di riferimento, le cooperative socie hanno
saputo specializzarsi nelle aree d’intervento dove i bisogni delle famiglie hanno iniziato ad
aumentare, mentre le risposte di aiuto, in particolare da parte dell’ente pubblico,
iniziavano ad essere da sole insufficienti.
Le cooperative si sono così affiancate al pubblico nel rispondere all’aumento dei bisogni
dei cittadini, dando vita ad un mix di azioni pubblico-privato sociale.
Come si evince dal seguente grafico, il 72,7 % delle cooperative di tipo A aderenti al
consorzio Sis sono specializzate nell’area di intervento minori in condizioni di disagio,
seguono poi le cooperative impegnate nell’area della famiglia e quelle specializzate
nell’offerta di servizi rivolti all’infanzia.
Le aree di intervento che scendono sotto la soglia percentuale del 10% si riferiscono
all’offerta di servizi rivolti ai malati di AIDS e all’area della tossico dipendenza.

Cooperative Sociali A: Aree di intervento

Prevenzione del disagio 36,4%


Malati di AIDS 9,1%
Famiglia 59,1%
Adulti a rischio di emarginazione 18,2%
Detenuti 13,6%
Stranieri 40,9%
Disagio psichiatrico 18,2%
Senza fissa dimora 0,0%
Tossico dipendenza 4,5%
Alcol Dipendenze 13,6%
Disabilità 36,4%
Infanzia (0-6 anni…) 54,5%
Disagio giovanile 36,4%
Minori in condizioni di disagio 72,7%

0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 18
Le cooperative di tipo B, pur svolgendo un’attività imprenditoriale secondo criteri di
razionalità ed efficienza, sono finalizzate ad offrire un’opportunità di lavoro a persone
svantaggiate quali disabili fisici e psichici, i tossicodipendenti, i minori in età lavorativa in
situazioni di difficoltà familiare e i detenuti ammessi alle misure alternative, in diversi
settori produttivi.
Nello specifico le cooperative socie di tipo B sono impegnate per l’85,7% nel settore
produttivo dei servizi, il 42,9% nel settore commerciale, il 28,6% nel settore
dell’artigianato e il 14,3% nel settore industriale.

Cooperative Sociali B: Settori produttivi

Altro (specificare) 14,3%

Servizi 85,7%

Commerciale 42,9%

Artigianale 28,6%

Industriale 14,3%

Agricolo 0,0%

0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 19
3. L’adesione alle centrali cooperative
La scelta di aderire ad una centrale cooperativa comporta, per le imprese che decidono di
intraprendere questa strada, l’ingresso in un sistema che mira a tutelarle, rappresentarle
ad ogni livello territoriale e che mette a disposizione una rete di servizi volti a sostenerle
nella loro attività d’impresa.
Tra le cooperative socie del Consorzio SIS, il 54,5% sceglie di aderire a Confcoopertive,
storicamente il riferimento associativo di SIS, mentre il 6,1% aderisce a Legacoop.
Il 39.4% delle socie non si riconosce in nessuna delle centrali cooperative.

Adesione a centrali Cooperative

Legacoop
Confcoopera 6,1%
tive
54,5%

Nessuna
39,4%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 20
4. La certificazione della qualità dei servizi
Nel corso del 2009 il Consorzio SIS ha continuato a svolgere un’azione di orientamento
alla cultura della qualità nella rete consortile.
Le cooperative socie che a fine 2009 hanno una certificazione della qualità sono 7, mentre
2 sono in corso di certificazione.
All’oggi, il 73% delle cooperative socie non ha ancora intrapreso un percorso verso la
certificazione. L’impegno di orientamento del Consorzio verso la certificazione della qualità
dei servizi offerti dalle proprie socie continuerà anche il prossimo anno.

Certificazione di Qualità

E’ in corso di
certificazione
6%

No
Sì 73%
21%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 21
5. La base sociale
Nel corso del triennio 2007-2009 le cooperative socie hanno subito un progressivo
aumento della propria base sociale. L’aumento più consistente tra le diverse tipologie di
soci (soci lavoratori, soci volontari, soci ordinari, soci sovventori e soci ordinari) si è avuto
tra i soci lavoratori.
L’aumento del fatturato, l’espansione delle cooperative attraverso l’acquisizione di nuovi
servizi e l’aumento della complessità organizzativa, hanno permesso alle cooperative di
veder crescere la propria base sociale.

Cooperative Socie: andamento dei soci


2007-2009

1429
1400 1214
1105
1200
1000

800

600

400

200
0
2007 2008 2009

2007 2008 2009

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 22
Nel grafico sottostante è evidenziato l’andamento della base sociale, per tipologia di soci,
nel triennio 2007-2009, dove si evince, nella composizione della base sociale delle
cooperative, si riscontra una preponderanza dei soci lavoratori, seguono i soci ordinari con
una percentuale pari al 14,20% e i soci volontari che rappresentano il 12,20%.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 23
Nel grafico sottostante vediamo che tra i soci persone giuridiche, su un totale di 25, ben
18, sono rappresentati da altre organizzazioni facenti parte del terzo settore.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 24
6. Le risorse Umane
Le risorse umane presenti nella rete delle associate al Consorzio SIS sono
prevalentemente di genere femminile; il dato di cui sotto si colloca è in linea con il trend
che caratterizza la cooperazione sociale a livello nazionale.

Lavoratori: ripartizione per genere e tra soci e


non soci (2009)

1200

1000

800

600 737
559
400

200
245 219
0
Lavoratori soci Lavoratori non soci

Donne Uomini

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 25
Con il 51,7% le cooperative che hanno tra i 10 e i 50 lavoratori rappresentano la
percentuale più alta tra le associate.
Il 17,2 % rappresenta la percentuale sia delle cooperative che hanno tra i 51 -100
lavoratori che quelle con più di 100 lavoratori.
Le cooperative con meno di 10 lavoratori sono invece il 13,8%.

Cooperative socie: Ripartizione per


classi di lavoratori (2009)

10 - 50;
51,7%

meno di 10; 51-100;


13,8% 17,2%

oltre 100;
17,2%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 26
I dati riportano l’ampio utilizzo tra le cooperative socie della forma contrattuale di
maggiore stabilizzazione dei lavoratori applicando il Contratto Collettivo Nazionale delle
Cooperative Sociali, quasi l’80% dei lavoratori sono infatti assunti.

Lavoratori ripartizione per forma contrattuale


(2009)

Tempo
indeterminato;
55,0% Tempo
determinato;
24,5%

Contratto a
progetto; 12,0%
Altro; 2,9%
Partita IVA;
5,7%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 27
7. Il capitale sociale
Il capitale aggregato della rete SIS raggiunge circa il 5% del fatturato. Alcune cooperative
hanno avviato diverse azioni di capitalizzazione che hanno visto coinvolte le differenti basi
sociali, altre risultano ancora decisamente sottocapitalizzate. La composizione del capitale
sociale per tipologia di socio evidenzia ancora una scarsa capacità di attrazione di capitali
nei confronti di altri soggetti, sia che siano persone fisiche che persone giuridiche.

Capitale sociale per tipologia di socio (2009)

€ 1.200.000

€ 1.012.167,22
€ 1.000.000

€ 800.000

€ 600.000

€ 400.000

€ 200.000
€ 48.217,29 € 66.720,16 € 48.798,26 € 38.754,00
€ 7.837,43
€-
Soci lavoratori Soci volontari Soci ordinari Soci Soci persone Altro
sovventori giuridiche

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 28
8. Donazioni e contributi
Il grafico successivo intende sottolineare quanto incidano donazioni contribuzioni rispetto
al fatturato aggregato: circa il 7;5%.
Il dato relativo ai contributi si riferisce ad erogazioni prevalentemente provenienti da Enti
Pubblici o da Fondazioni bancarie. E’ opportuno segnalare qui il ruolo esercitato in
particolare da Fondazione Cariplo.
In merito alle donazioni il dato è meno omogeneo tra le cooperative.
La risorsa del 5 X 1000 è da riportare in crescita e comunque incidente in termini relativi
rispetto ai bilanci delle singole cooperative.

Donazioni e contributi: andamento 2007-2009

€ 2.046.954,25
€ 2.000.000,00

€ 1.500.000,00

€ 1.007.446,47
€ 1.000.000,00
€ 714.253,85

€ 500.000,00
€ 221.275,07 € 234.250,17
€ 178.993,67

€ 0,00
2007 2008 2009
Donazioni Contributi

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 29
9. Il fatturato e i dati economici
I dati relativi al fatturato aggregato di rete evidenziano una crescita complessiva rispetto
all’anno precedente di circa del 20% e addirittura del 40% rispetto al 2007: segno che la
compagine consortile, in generale, è in salute relativamente allo sviluppo della
produzione, tenuto conto anche che non si sono verificati ingressi significativi e che
alcune cooperative hanno avviato il processo di liquidazione.
Successivamente si può evincere quanto la crescita del fatturato sia direttamente
proporzionale alla composizione della base sociale tra cooperative di Tipo A e di Tipo B.

Fatturato Aggregato Cooperative socie Andamento


2007-2009

€ 30.000.000 ,00 € 28.231.279,95

€ 25.000.000 ,00 € 23.649.088,73


€ 20.254.918,56
€ 20.000.000 ,00

€ 15.000.000 ,00

€ 10.000.000 ,00

€ 5.000.000,00

€-
2007 2008 2009

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 30
Fatturato cooperative socie: ripartizione% tra A
e B (2009)

Cooperative
sociali A; 72,4%

Cooperative
sociali B; 27,6%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 31
Il grafico successivo riporta dei dati di assoluto interesse in riferimento alla natura dei
clienti del sistema: pur prevalendo una percentuale sicuramente importante del soggetto
pubblico ( percentuale da suddividersi a sua volta in maniera quasi equanime tra
convenzioni e gare di appalto), assumono dei valori significativi i clienti persone
giuridiche, in genere imprese per le cooperative B, e i clienti persone fisiche, in genere per
le cooperative A, segno di un’apertura verso il mercato privato.
Il dato consortile evidenzia di una capacità diretta del consorzio di veicolare lavoro alle
proprie associate, peraltro non esclusivamente con l’istituto del general contracting.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 32
Il dato sotto riportato evidenzia ancora una generale debolezza strutturale patrimoniale
già emersa con l’analisi del capitale sociale: solo il 28% delle cooperative ha un
patrimonio superiore ai 100.000 Euro.

Le due tabelle successive, nell’analizzare i dati relativi agli utili ed alle perdite di esercizio,
evidenziano che la rete delle cooperative SIS pur essendo in crescita nei valori della
produzione, realizza un margine complessivo intorno all1%.
Il dato, seppure da considerarsi quasi in controtendenza rispetto ai parametri della crisi
economica di contesto, mostra una marginalità sulla produzione ancora debole soprattutto
se riferita alla capacità di investimento.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 33
COOP CON UTILE

COOP CON PERDITA

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 34
10. Le attività delle cooperative di tipo A
In merito alle attività delle cooperative di tipo A i dati aggregati riportano una chiara
vocazione delle associate nei confronti dell’area minori e giovani, con una presenza,
tuttavia, in quasi tutte le aree di intervento nell’ambito del disagio.
Significativo il dato complessivo delle persone interessate dai servizi delle cooperative di
SIS che qualificano la rete come una delle più capillarmente presenti e più vicine al
territorio di appartenenza.
Gli ambiti di intervento più “scoperti” risultano i settori anziani e il disagio psichico ove
operano poche cooperative socie.
Un dato rilevante è da leggersi nell’ampia presenza di servizi territoriali, che qualificano la
capacità del sistema SIS di proporsi come front office nei confronti dei bisogni del
cittadino, mostrando una discreta capacità riorganizzativa rispetto alle recenti politiche di
accreditamento e di voucherizzazione dei servizi.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 35
Cooperative Sociali A: utenti per settori di attività
40000
35.065

30000

20000

11.556
10000
5.380

190 1.046
0
Servizi Servizi Servizi Servizi Servizi non
Residenziali domiciliari Territoriali Diurni altrove
classificabili

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 36
Cooperative sociali di tipo A: fatturato per settore di
attività

7,7%

64,7%
15,1%

9,3%

3,2%

Servizi Servizi Servizi Ser vizi Servizi non


Residen ziali domiciliari Territoriali Diurni altrove classificabili

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 37
11. Le attività delle cooperative di tipo B
I grafici seguenti riportano una serie di dati che analizzano le attività che
caratterizzano le cooperative di tipo B e che possiamo sintetizzare con alcune
riflessioni:
• La capacità di inserimento lavorativo rispetto al limite minimo del 30% dettato
dai dispositivi legislativi è sicuramente elevata
• Da sottolineare la particolarità del know how riferita agli inserimenti lavorativi
di persone disabili o con disagio psichico o in regime di detenzione
• I risultati acquisiti nel 2009 in termini di stabilità lavorativa nei confronti delle
persone in situazione di svantaggio sociale è decisamente di valore e di forte
impatto nei confronti della comunità
• Si evidenzia una prevalente professionalizzazione nell’area della fornitura di
servizi e di scarsa presenza nelle altre aree commerciali che rischiano di
limitare le possibilità di sviluppo delle cooperative nel mercato.

Personale impiegato per aree


3% di intervento (2009)

18%

4%

39%

33%

Disabilità fisica, psichica, sensoriale Dipendenze (tossicodipendenti, alcol dipendenti)


Senza fissa dimora 1% Disagio psichiatrico
Detenuti 2% a rischio di emarginazione
Adulti
Ex disoccupati di lunga durata Altro

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 38
Personale impiegato per settore di attività
(2009)

90%

2%

3%
5%
Agricolo Industriale Artigianale Commerciale pubblico Servizi

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 39
Inserimenti lavorativi definitivi (2009)
60

50 47

40 35

30

20
10
10 6 4
2
0
Numero contratti a Numero Contratti a lavoratori della
tempo determinato tempo indeterminato cooperativa inseriti
stabilmente in aziende
Soci Non soci esterne

Borse lavoro e tirocinii formativi (2009)

Altro 2

Ex disoccupati di lunga durata 1

Adulti a rischio di emarginazione 2

Detenuti 25

Stranieri 3

Disagio psichiatrico 16

Senza fissa dimora 1

Dipendenze 2

Disabilità 27

0 2 4 6 8 10 12 14 16 18 20 22 24 26 28 30

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 40
12. La somministrazione del questionario di valutazione
dell’attività svolta

Somministrazione questionario di
valutazione (2009)

si
72,7%

no
27,3%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 41
LA PARTECIPAZIONE
Gli strumenti volti a favorire la partecipazione sono:

ASSEMBLEE CONSORTILI
STAFF DI DIREZIONE
RIUNIONI DI PROGETTAZIONE CONSORTILE
RIUNIONI CONSORTILI PER AREE DI PRODUZIONE
INCONTRI SETTORIALI INTERCONSORTILI
GRUPPI DI CONTATTO
COINVOLGIMENTO AI TAVOLI NAZIONALI DELLE SOCIETÀ DEL
GRUPPO COOPERATIVO CGM
EVENTI DI RETE : SCMM, FEDERSOLIDARIETA’

Assemblee soci SIS 2


Consigli di Amministrazione SIS 8
Staff di direzione SIS 2
Riunioni di progettazione consortili (Marchiondi, 35
Accreditamento nidi, Bandi, Gare, Coesione sociale,
etc.)
Riunioni per aree di produzione SIS ( Prima Infanzia, 23
coop.ve B, giovani, affido etc.)
Partecipazione ad assemblee e cda cooperative socie 19
Riunioni con dirigenti singole coop.ve socie per 41
aggiornamenti, richiesta di sostegno e consulenza,
sviluppo etc.
Riunioni con Istituzioni Locali ( Comuni e Provincia) 33
Riunioni agenzie di sviluppo locale (Casa della Carità, 11
Asteer; IRS; Politecnico; Università Bicocca, Sodalitas
etc.)
Riunioni con Fondazioni ( Cariplo, Unidea, etc.) 9
Riunioni con Istituti bancari e finanziari ( Creberg, 9
CGM Finance, Banca Prossima, etc.)
Riunioni presidenti SCMM 4
Riunioni Federsolidarietà 7
Riunioni interconsortili per settore, per partecipazione 8
a bandi e gare
Eventi pubblici SCMM per cda consorzi e presidenti 1
Assemblea CGM e Convention 4
Consigli di amministrazione, direttivi CGM 21
Assemblee, cda e riunioni società gruppo CGM, PAN 22
etc.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 42
1. IDENTITA’ E RISORSE

MISSION, VISION E IDENTITA’ DELLA


RETE CONSORTILE S.I.S.
FINALITA’
Il Consiglio di Amministrazione del Consorzio SIS ha organizzato 6 giornate di
lavoro (di cui 3 residenziali) dedicate al “Percorso di Visionig” con il gruppo dei
dirigenti consortili con la finalità di costruire, in modo condiviso, un progetto di
sviluppo della Rete Consortile in grado di coniugare esigenze organizzative e
orientamenti di auto-sviluppo del Consorzio e delle Cooperative Associate.
L’esigenza, emersa dal gruppo dei consiglieri S.I.S, ha trovato espressione
nella necessità di una definizione più chiara del ruolo consortile, attualmente
connotato da strategie e azioni volte a: costruire un’identità di rete tra le
imprese associate, a stringere un patto associativo utile a condividere il
percorso di aggregazione delle cooperative, a favorire le condizioni per
costruire la futura nuova dirigenza; queste le motivazioni che hanno portato a
promuovere un intervento di auto-sviluppo, connotato da un forte ancoraggio
alla dimensione di team e di squadra finalizzato all’elaborazione di una visione
di Rete Consortile condivisa.
Le fasi dell’intervento hanno visto in prima istanza interessato il CdA del
Consorzio durante due giornate d’incontro volte alla riflessione e pianificazione
delle azioni necessarie al coinvolgimento delle associate ed in seconda istanza,
l’attivazione di un percorso con la rappresentanza di 12 cooperative della rete
che hanno partecipato con 22 persone, impegnate in un lavoro di confronto ed
elaborazione collettiva, durante un ciclo di appuntamenti full immersion, di cui
uno residenziale di tre giorni, ai fini di promuovere una visione condivisa:

• della Mission e della Vision della Rete Consortile;


• delle responsabilità e del ruolo dei diversi soggetti nel conseguimento
di tale Mission e nella realizzazione delle attività connesse;
• delle criticità che, nelle diverse situazioni, possono ostacolare il
conseguimento degli obiettivi;
• di una definizione dei confini e delle specificità di ruolo e delle
connotazioni diversificate che il ruolo può assumere;
• delle competenze, specialistiche e trasversali, che sono necessarie alla
realizzazione degli obiettivi e al perseguimento della Mission e della
Vision della rete.

Al tempo stesso il percorso ha voluto favorire una riflessione sui valori


dell’integrazione e dell’interdipendenza come assetti fondativi di strategie
efficaci di lavoro.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 43
OBIETTIVI DEL PERCORSO RIVOLTO ALLE ASSOCIATE

• Attualizzare la Mission e condividere la Vision consortile nel progetto di


sviluppo del prossimo triennio;
• Promuovere innovazione dei prodotti sociali;
• Costruire un gruppo di Associate (25 circa) che condivida un’identità di
rete;
• Definire i prodotti che caratterizzano un’impresa sociale;
• Costruire nuove partnership nel territorio;
• Aumentare la consapevolezza rispetto al contesto economico;
• Stringere un patto associativo;
• Elaborare la mappa dei criteri con cui si costruiscono le alleanze;
• Condividere la complessità del percorso di aggregazione delle
cooperative;
• Identificare dirigenti disponibili a svolgere un ruolo di promozione;
• Identificare nuove figure dirigenti per il futuro rinnovo del cda SIS;
• Promuovere una nuova visione culturale SIS-Associate

METODOLOGIA
La metodologia utilizzata, di tipo partecipativo-attivo, ha consentito il
coinvolgimento del gruppo in lavori e percorsi applicativi, in analisi e
discussione di problemi reali ed ha avuto una caratterizzazione “produttiva”
che ha generato come output la definizione di una serie di orientamenti per la
costruzione del progetto di sviluppo e delle strategie consortili e dei relativi
processi di verifica, indicazioni utili, inoltre, a integrare l’attuale Piano
d’Impresa del Consorzio.

I temi e i contenuti affrontati possono essere così sintetizzati:


• I valori e i comportamenti organizzativi del gruppo
• L’analisi della situazione attuale della Rete Consortile
• La Mission e la Vision
• Ruoli, obiettivi e responsabilità
• Competenze e percorsi formativi

L’esito del percorso è stato condiviso in una giornata assembleare che ha visto
il coinvolgimento di 25 cooperative e 60 persone.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 44
1. IDENTITA’ E RISORSE

LE RISORSE UMANE

Al 31/12/2009 l’attività di SIS è supportata da 29 persone tra collaboratori


e dipendenti.

Il personale è così suddiviso tra le diverse categorie:

Consistenza del personale full 2009 2008 2007 2006


time al 31/12/09
Personale a tempo indeterminato 6 6 4 7
Personale a tempo determinato 1 1 0 3
Personale in collaborazione a 4 3 3 3
progetto
Personale distaccato dalle 2 1 1 1
cooperative
Totale 13 11 8 14

Consistenza del personale par- 2009 2008 2007 2006


time al 31/12/09
Personale a tempo indeterminato 2 4 5 4
Personale a tempo determinato 2 1 1 5
Personale in collaborazione a 9 14 15 4
progetto
Personale distaccato dalle 1 0 0 1
cooperative
Altre forme di collaborazione 2 2 4 5
Totale 16

Personale – entrate 2009 2008 2007 2006


Assunzioni a tempo indeterminato 0 1 0 6
di cui par-time 0 0 6
Assunzioni a tempo determinato 0 1 1 0
di cui par-time 0 1 0
Tot. assunzioni (t. deter. e t. indet.) 2 1 6
di cui par-time 0 0 1 6

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 45
ANALISI DEL PERSONALE
Analisi di genere 2009 2008 2007 2006
Uomini 11 10 15 3
Donne 18 22 18 16
Totale 19 32 33 19

GESTIONE ORARIO DI LAVORO

Ai dipendenti SIS è concesso un orario di lavoro flessibile che consenta


di conciliare lavoro e vita familiare. Lo stile di gestione è improntato alla
responsabilizzazione e al risultato, lasciando al lavoratore la possibilità di
gestire in maniera sufficientemente flessibile la presenza in Consorzio.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 46
1. IDENTITA’ E RISORSE

LE RISORSE DI RETE

RAPPORTI ISTITUZIONALI CON IL TERRITORIO


INTERCONSORTILE

Il Conosorzio SIS ha aderito, a partire dal 2005, ad un sistema a rete


consortile, quale strumento privilegiato per sostenere quella cooperazione
sociale che aspiri ad essere produttrice di innovazione.

I Consorzi con i quali SIS ha costituto questa rete sono: Consorzio


CoopeRho, con sede in Rho, Consorzio Comunità e Brianza, con sede in
Monza, Consorzio Solidarietà in Rete e Consorzio Farsi Prossimo, con
sede in Milano.

CGM e WELFARE ITALIA

Il Consorzio SIS aderisce sin dal 1995 al Consorzio


Nazionale della Cooperazione sociale Gino Mattarelli.
L’appartenenza a tale realtà è volta a costruire un’identità comune
alla cooperazione sociale, riconoscibile su tutto il territorio
nazionale e in grado di promuovere valori e sviluppo economico
sostenibile.

In particolare, a fianco di CGM si è intrapreso un percorso volto a contribuire


attivamente alla costruzione di un welfare che veda al centro la
comunità, come attore capace di rispondere alle istanze e ai bisogni
propri dei cittadini. Un welfare che promuova la crescita umana e che si
limiti a fornire servizi alla persona ed alla famiglia, un welfare garantito da una
pluralità di attori di natura diversa in cui la diversità o la ricchezza dei soggetti
generi felicità e consapevolezza. La cooperazione sociale e CGM si sono
interrogati sul percorso da intraprendere e su come anticipare e costruire il

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 47
welfare di comunità, come promuovere l’apertura dei territori e la crescita
delle persone a partire da coloro che all’interno della rete operano.

Costruire il nuovo welfare, territorializzare la propria azione in un sistema


mutato richiede capitali diffusi a tutti i livelli della rete. Possedere capitali
sociali significativi garantire la necessaria autonomia delle organizzazioni, una
scelta di libertà.

LA PRESENZA DI SIS NELLA RETE

Il consorzio SIS muove le scelte di partecipazione societaria secondo tre linee


strategiche:
sviluppo e sostegno delle associate
sviluppo locale e reperimento risorse finanziarie
sviluppo dell’innovazione culturale ed imprenditoriale attraverso i
riferimenti di sistema locali e nazionali

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 48
Gruppo CGM Welfare Italia
PAN
Accordi
Proodos Napoli

Goel Locri
Talenti
Luoghi per Crescere
Comunità Solidali
CGM

Financ Polo Lombardo


Mestieri

Casa della Carità; CDO, Confcooperative


Legacoop Federsolidarietà

Consorzio Bambini
Bicocca

Ricerca e formazione

Università
Irecoop Bicocca
Fondazioni Cariplo
Irs
Unidea

Housing Sociale
Istituzioni
Regione Amm.ni carcerarie

Finanza
Comune di Milano
Provincia
Banca Prossima

CREBERG Comune di San Donato

CGM Finance
Sindacati
CGIL, CISL,UIL

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 49
SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 50
BILANCIO SOCIALE DI
R E T E C O N S O R T I L E 2009

2. RELAZIONE SOCIALE

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 51
2. RELAZIONE SOCIALE

AZIONI INNOVATIVE

Il consorzio SIS, al fine di agire le indicazioni avute dal mandato assembleare


relativamente agli obiettivi strategici, ha particolarmente focalizzato l’utilizzo
delle proprie risorse per promuovere, direttamente o indirettamente attraverso
le cooperative associate, la progettazione di servizi innovativi e
sperimentali in campo socio-assistenziale, educativo e sanitario e
definire operazioni di forte partnership volte a favorirne la visibilità.
Di seguito verranno elencate alcune delle azioni più significative, relative alla
rete consortile, che hanno caratterizzato l’attività dell’esercizio 2009.

SETTORI AMBITI DI
PROGETTUALITÀ’ PRODOTTE
STRATEGICI INTERVENTO

L’asilo nido, gestito in convenzione


con il Consorzio Bambini Bicocca,
accoglie un numero sempre maggiore
di iscritti.
Nido interaziendale -
Il nido sta diventando un punto di
Università Bicocca
riferimento anche per le famiglie del
quartiere.
Le aziende mantengono le
convenzioni con il nido.

Le cooperative partecipano
Adesione marchio attivamente alle iniziative formative e
PAN di scambio di prassi, proposte dal
Servizi alla prima Consorzio PAN.
infanzia

Accreditamento di 4 cooperative,
Accreditamento nidi attraverso il Consorzio SIS, per la
comunali - Milano gestione di 14 nidi e 15 micronidi
comunali per un totale di 866 posti.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 52
SETTORI AMBITI DI
PROGETTUALITÀ PRODOTTE
STRATEGICI INTERVENTO
Con il Consorzio Luoghi Per Crescere:
- Avvio progetto Pogas Hub
Creativi- Lombardia
Progettazione - partecipazione cabina di regia
Progettazione
innovativa rivolta ai affido familiare
Area minori
giovani - progettazione e gestione vacanze
estive
- Avvio progetto Pogas Open Space
- Milano
Progettazione
Comunita’ Solidali Scambio e confronto su area anziani
Area della cura
Sviluppo della
cooperazione di tipo SCMM
Sviluppo
B e rafforzamento Sodalitas
cooperative B
imprenditoriale Comune e Provincia di Milano

Progetto Marchiondi
Progetto Legami covalenti
Maggiore coesione Progetto Coesione sociale – Punto e
Progettazione
sociale nell’area Linea
partecipata
metropolitana Progetto Pogas – Comune di Milano
nell’area
milanese Progetto Star bene a Milano
cittadina
Progetto Stiamo insieme a Milano –
beni confiscati

APPROFONDIMENTI 2009

SERVIZI PER L’INFANZIA


1. E’ in fase di sviluppo positivo l’esperienza del nido interaziendale
della Università Bicocca che vede il Consorzio Bambini Bicocca
quale ente che ha promosso il progetto. Il Consorzio SIS
partecipa, in qualità di delegato da parte di CGM, alla gestione
operativa del servizio tramite la cooperativa Xenia, socia SIS. Alla fine
dell’estate, uno dei soci consortili, Milano Ristorazione, ritira l’adesione
a socio cedendo la quota sociale in parte a SIS e in parte al terzo
socio, la cooperativa Cesed. Dal settembre 2009 la cooperativa Xenia
ha assunto la titolarità del servizio di preparazione dei pasti per i
bambini frequentanti l’asilo nido.
Gli iscritti al nido aziendale, convenzionato con il comune di Milano e
con Deutsche Bank, Pirelli, Pirelli R.E., nel corso del 2009 sono giunti a
60.
Il nido Bicocca è oggetto di interesse da parte di realtà pubbliche e
private che richiedono di visitare gli spazi e di potersi confrontare con

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 53
questa eccellente esperienza. Il nido sta diventando un vero punto di
riferimento per le famiglie del quartiere Bicocca.

2. La partecipazione del Presidente del Consorzio SIS quale membro del


consiglio di amministrazione del Consorzio Pan, in rappresentanza di
CGM, è continuativa così come l’operato di un consigliere in qualità di
valutatore progettuale. Una cooperativa della rete consortile ha
supportato la formazione di una ulteriore figura di valutatore
progettuale ponendola a disposizione delle cooperative socie
interessate.
L’ adesione al marchio di qualità Pan è proseguita nel 2009 e ha visto
coinvolti servizi nido già operativi.

3. Dal luglio 2009 il consorzio SIS è ente accreditato per la gestione


di nidi, micronidi, nidi famiglia e centri infanzia per il Comune
di Milano. A settembre 2009 Il Comune ha quindi affidato a SIS, per
l’anno scolastico 2009-2010, la gestione di 14 asili nido e di 15
micronidi per un totale complessivo di 866 bambini. Nella gestione
operativa sono state coinvolte quattro cooperative sociali (Coesa, La
Chioccia, Spaziopensiero, Xenia) mantenendo il coordinamento e la
responsabilità amministrativa in sede consortile. Questa gestione
favorisce un continuo scambio con l’amministrazione comunale e
facilita la sinergia tra le cooperative socie, nell’ottica della condivisione
progettuale dell’offerta di servizi all’infanzia sul territorio milanese.

FATTURATO
COOPERATIVA NIDI MICRONIDI POSTI
09/10
Xenia 7 7 412 1.975.000
Spazio Pensiero 3 4 225 1.078.000
Coesa 3 3 147 704.100
La Chioccia 1 1 82 393.100
totale 14 15 866 4.150.200

PROGETTAZIONE AREA MINORI

Nel corso del 2009 il Consorzio SIS ha continuato il proprio investimento nel
Consorzio Nazionale Luoghi per Crescere. Attraverso il lavoro su alcuni
tavoli di lavoro a livello nazionale, che, oltre a produrre scambi progettuali,
hanno permesso la realizzazione di eventi, convegni e seminari, aventi lo
scopo di dare visibilità a patrimoni culturali, di pensiero e di progettualità
attivata presenti nel sistema.

In particolare , un rappresentante delle cooperative socie di SIS ha coordinato


i lavori del tavolo nazionale sulle Poltiche Giovanile di Luoghi per Crescere che
ha realizzato nel 2009 un percorso di scambio e autoformazione sulle prassi
innovative e possibili sviluppi e sinergie con le altre società di Cgm (in primis
Mestieri)

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 54
Operativamente SIS ha svolto funzione di cabina di regia nella realizzazione
dei progetti inerenti il bando Pogas della Regione Lombardia:
- Hub Creativi: realizzato in collaborazione con altri consorzi della rete
Cgm ha visto la partecipazione diretta delle cooperative La Cordata,
ABCittà e Grado 16
- Officina dei giovani - Open Space Il progetto avviato 2009 vede il
coinvolgimento delle cooperative La Cordata, Grado16 in partnership con il
comune di Milano (ente capofila).

Rappresentanti delle cooperative Spazio Aperto Servizi e La Cordata hanno


partecipato ai lavori della cabina di regia dell’equipe attivata sul tema
dell’affido familiare.
Spazio Aperto Servizi, inoltre, ha coordinato la progettazione e la gestione
delle vacanze estive dei figli dei dipendenti della società Autostrade che ha
visto coinvolte realtà cooperative della rete provenienti da Piemonte, Valle
d’Aosta e Toscana. L’esperienza, essendosi rivelata di successo, ha permesso
di avviare un nuovo filone di mercato e si sono individuate ulteriori partnership
con altri soggetti aziendali.

PROGETTAZIONE AREA DELLA CURA

• COMUNITÀ SOLIDALI
Vi è stata un’intensa collaborazione con il Consorzio
nazionale in particolare sull’area disabilità e sugli
anziani sia in termini di partecipazione ai tavoli di
progettazione partecipata che di definizione
degli obiettivi strategici per l’area sul territorio
nazionale.
Nel corso dell’anno 2009, in particolare, sono
proseguiti i lavori del settore area anziani, già iniziati
nel 2008, che avevano come obbiettivo la costruzione
di “modelli” gestionali da condividere all’interno della rete riguardanti i
seguenti servizi:
• Gestione RSA di piccole, medie e grandi dimensioni
• Servizi di Assistenza Domiciliare
• Centri diurni integrati pluri-patologie e specializzati per la malattia di
Alzheimer.
Nel 2009 è stato ultimato il lavoro riguardante il modello dell’Assistenza
Domiciliare che è stata analizzata in tutte le sue sfaccettature e costituisce
base condivisa per potenziali azioni innovative legate alla domiciliarità. Il
modello prodotto, illustrato da ben 54 slides, è stato messo a disposizione dei
partecipanti ai 3 gruppi di lavoro.
Più complessi e difficoltosi si sono rivelati i lavori dei gruppi riguardanti le
strutture residenziali e semi residenziali. La principale criticità incontrata dai
partecipanti ai gruppi è data dalla differente legislazione tra le regioni che

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 55
limita il raccordo tra le risorse economiche e tecnico/gestionali a disposizione
delle singole realtà.
Il consorzio SIS ha partecipato con suoi rappresentanti al gruppo di lavoro
riguardante i Centri diurni pluri patologie e specializzati per la malattia di
Alzheimer.Il gruppo è composto da n. 3 partecipanti rappresentativi di 3 realtà
di cui 2 lombarde e 1 della Valle D’Aosta. Al momento i lavori sono sospesi
poiché, oltre alla difficoltà di trovare linee gestionali comuni con legislazioni
territoriali differenti, per arrivare a creare un modello condivisibile quanto più
possibile all’interno della rete nazionale, è necessario un confronto tra un
numero maggiore di soggetti rappresentativi di più territori e realtà.

SVILUPPO COOPERATIVE B
Il Consorzio SIS, ha continuato ad impegnarsi nello sviluppo della
cooperazione di tipo B consapevole dell’importanza dello strumento di
inclusione lavorativa e del suo ruolo cardine per le politiche sociali della
comunità.
Nel corso dell’anno si è lavorato allo sviluppo della
cooperazione di inserimento lavorativo, con una opera di
interlocuzione verso enti pubblici e possibili interlocutori
privati.
L’obiettivo è stato quello non solo di procacciare nuove
commesse, ma sviluppare una politica ben più ampia ed
articolata sulla città metropolitana e le sue connessioni
tra lavoro, coesione sociale e bene comune.
SIS per la sua rappresentatività riconosciuta, ha svolto un ruolo importante di
sensibilizzazione ed impulso della cooperazione di tipo B presso il Comune di
Milano ottenendo la possibilità di riservare una quota di lavori e servizi in
convenzionamento diretto alle cooperative di inclusione lavorativa. Un risultato
importante che è solo l’inizio di un percorso complesso.
Si è anche iniziato riprendere un interlocuzione con la Provincia di Milano, viste
le competenze istituzionali nelle politiche attive del lavoro e parallelamente per
l’indirizzo ed il supporto alla cooperazione sociale di tipo b.
Si è insistito sia sul rendere più semplice il convenzionamento diretto per
appalti della provincia ma soprattutto si è insistito per ridare forza a importanti
strumenti legislativi che possono facilitare il compito dell’inserimento di disabili
gravi nel mondo del lavoro, come previsto dall’art 14 della legge Biagi, che pur
concludendo con buoni risultati la fase sperimentale non era ancora diventato
uno strumento operativo nella Provincia di Milano.
Sis ha inoltre continuato il progetto Legami Covalenti che prevede il
coinvolgimento del sistema consortile e delle cooperative del carcere. Il
progetto è incentrato su una forte impostazione “di sistema” rispetto alle
risposte ai bisogni sociali e contemporaneamente di sbocchi lavorativi e
formativi.
Nel corso del 2009 SIS ha svolto un ruolo di facilitatore nei rapporti con il
Comune di Milano per l’assegnazione di commesse per lavori relativi a

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 56
traslochi e manutenzioni. La convenzione con il Comune di Milano è stata
rinnovata per l’anno 2009 e ha visto il coinvolgimento della cooperativa
Omnicoop.
SIS ha svolto un ruolo attivo nella concertazione con il Comune di Milano che
ha portato alla delibera comunale di destinazione del 5% delle commesse di
lavoro a cooperative sociali. Nel 2010 il Comune ha infatti istituito un elenco
speciale delle cooperative di tipo B per la stipula di convenzioni ex art.5

PROGETTAZIONE PARTECIPATA NELL’AREA


MILANESE
Si presentano di seguito i principali progetti promossi a realizzati a livello di
rete consortile per promuovere la coesione sociale nell’area metropolitana
milanese:

• PROGETTO MARCHIONDI
È stata avviata la riqualificazione dell’Istituto Marchiondi attraverso la
realizzazione di uno dei più innovativi modelli di housing sociale di tutto il
territorio nazionale che prevede la destinazione degli spazi a pensionato
studentesco e la costruzione di un polo di attrazione culturale, animativa e
sociale per i giovani del territorio e della città.
Il Protocollo di intesa siglato con il Comune di Milano ed il Politecnico ed i
consorzi (SIS, SIR e Cooperho) prevede che i consorzi vadano a gestire le
attività che verranno realizzate nel Marchiondi.
Risorse
€ 12.000.000: finanziamento a fondo perduto da Ministero della pubblica
istruzione
€ 4.000.000: contributo di Fondazione Cariplo sulla base del protocollo di
intesa che vede coinvolti i consorzi SIS, SIR, CoopeRho
€ 3.000.000: cofinanziamento proveniente dalla rete consortile
Principali Azioni 2009
- Ingaggio del gruppo tecnico di progettazione del Politecnico di Milano
- Definizione del progetto esecutivo
- Avvio lavori previsto a inizio 2011

• PROGETTO LEGAMI COVALENTI


Il progetto prevede percorsi di inclusione sociale dei detenuti e degli ex
detenuti delle carceri di Monza, Bollate, San Vittore ed Opera
attraverso: accoglienza abitativa, attività di accompagnamento sociale e di
inserimento lavorativo. Lo sforzo è quello di creare un sistema integrato di
interventi che rispondono alla filiera dei bisogni espressi dal soggetto
(detenuto o ex detenuto) e la sua famiglia nelle fasi di detenzione, misure
alterative e termine di pena. La risposta che si cerca di dare al rischio di

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 57
esclusione sociale e marginalità è una risposta attenta alla multiproblematicità
espressa e alla dimensione di contesto. In particolare il progetto risponde
attraverso l’offerta di accoglienza abitativa, l’attivazione di percorsi di
accompagnamento sociale e percorsi di inserimento lavorativo, in
collaborazione con i servizi territoriali pubblici e del privato sociale per
raggiungere l’autonomia e la completa inclusione sociale.
Il progetto, Finanziato da Fondazione Cariplo, ha come capofila il Consorzio
Accordi e vedi il coinvolgimento del Consorzio Sis e del consorzio Mestieri. Le
cooperative coinvolte sono Alice, Oout&Sider, Soligraf, Sociale 2000 (Comunità
Brianza), Bivacco servizi, A&I, Spazio Aperto Servizi
Avvio marzo 2009 – Termine agosto 2011
Risorse
Totale progetto: € 783.365
Finanziamento: € 440.000

RISORSE ALLE SOCIE SIS


Coop Out&Sider € 105.000
Coop Alice € 100.000
Coop Bivacco Servizi € 95.000
Coop Soligraf € 70.000
Coop Spazio Aperto Servizi € 61.000
Coop A&I € 56.000

Principali Azioni 2009


- Costruzione di un modello per la presa in carico del sistema a rete
- Definizione criteri selezione beneficiari
- Monitoraggio azioni fornite a 30 beneficiari in carico alle cooperative
- Elezione 20 nuovi beneficiari a carico del sistema

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 58
• PROGETTO COESIONE SOCIALE – PUNTO E LINEA
Il progetto ha previsto la realizzazione di uno studio di fattibilità relativo
alla promozione di azioni di Coesione Sociale, attraverso una progettazione
partecipata, in 4 quartieri di Milano (Barona, Giambellino, Baggio,
Gratosoglio). Capofila del progetto è il Consorzio Sis con il coinvolgimento
delle cooperative La Cordata, Azione Solidale, Spazio Aperto Servizi, Consorzio
Sir. Tale studio di fattibilità, finanziato da Fondazione Cariplo, è stato valutato
positivamente e nel 2010 la Fondazione ha approvato l’intero progetto.
Il progetto si propone di attivare le risorse presenti nelle periferie attraverso le
seguenti azioni: creazione di nuove polarità nei territori periferici, sviluppo del
potenziale connettivo dei luoghi, identificazione di nuovi luoghi attrattori che
sappiano essere occasione di relazioni positive e costruttive tra i giovani,
aggregazione giovanile come motore di riscatto dei territori. Il progetto Punto
e Linea individua nel concetto di “community hub” la possibilità di tradurre in
una strategia operativa gli elementi essenziali della visione del progetto. In
particolare, con “community hub” si vuole qualificare e nominare un
approccio all’intervento sociale nei territori che consente di coltivare gli
elementi di innovazione e le prospettive di cambiamento.
Progetto Punto e Linea - Studio di fattibilità
Avvio Febbraio 2009 – Termine Agosto 2009
Totale progetto: € 70.480
Finanziato: € 22.500
Progetto Punto e Linea – Azioni- Hub creativi
Avvio giugno 2010 – Termine maggio 2013
Totale progetto: € 1.426.994
Finanziato: 882.000
Capofila Consorzio SIS. Cooperative di SIS coinvolte: La Cordata (€ 164.500),
Spazio Aperto Servizi (€ 211.000), Azione Solidale (€ 210.000), Grado 16 (€
97.000)
Altri partner: Comune di Milano, Cooperativa Il Giambellino, Associazione ASP,
Associazione Alma Rosè, Associazione Art Kitchen, Consorzio Sir, Associazione
Centro Puecher

• PROGETTO POGAS – COMUNE DI MILANO


Il progetto, finanziato da Regione Lombardia DG Giovani e Sport, ha come
capofila il Comune di Milano e vede coinvolto il consorzio SIS.
Nell’ambito del progetto il Consorzio SIS (partner) realizza un’azione di
promozione e sostegno dell’associazionismo giovanile attraverso lo sviluppo di
iniziative nel campo artistico e delle nuove tecnologie all’interno del Tim
Village in Bovisa (Connaction) e realizzazione di un incubatore di imprese
creative – innovative al Villaggio Barona (Jobox). I partner del progetto:

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 59
associazione La Strada, Associazione San Patrignano, consorzio SIS
(coinvolgimento delle cooperative La Cordata e Grado 16)
Avvio Gennaio 2009 – Termine Ottobre 2010
Risorse
Totale progetto: € 3.335.000
Azione rete SIS: € 552.000
Finanziato a rete SIS: € 352.018
(La Cordata € 245.972; Grado 16 €141.144)
Principali Azioni 2009
- Avvio JoBox in Barona: incubatore di imprese, servizi di supporto e
consulenza all’avvio, scambi tra imprese, attivazione relazioni con realtà
del territorio.
- 100 giovani contattati, 12 giovani aziende accompagnate (5 aziende con
sede in Jobox)
- Avvio Connaction in Bovisa: orientamento, consulenza, supporto ad
imprese e associazioni giovanili creative; offerta di spazi attrezzati per
sede e per riunioni, organizzazione di eventi
- 150 realtà incontrate (sportello e formazione), 4 associazioni/aspiranti
imprese ospitate, 4 percorsi di formazione su comunicazione e
realizzazione eventi

• PROGETTO STAR BENE A MILANO


Il progetto ha come obiettivo l’integrazione sociale ed abitativa nel territorio di
Milano. E’ finanziato dal Ministero del lavoro- Direzione generale
immigrazione; ha come capofila il Comune di Milano e prevede come partner
la cooperativa Lo scrigno e il consorzio SIS come altro ente coinvolto. Il
consorzio ha coinvolto le cooperative La Cordata, per il suo know how
sull’housing sociale e Omniccop per i lavori di sistemazione.
Il progetto prevede la disponibilità di 7 appartamenti per l’inserimento di
mamme con bambini stranieri in situazione di emergenza abitativa, che
richiedono una fase di accompagnamento sociale e di inserimento lavorativo.
Il progetto si propone la promozione dell’abitare nel nuovo insediamento di
abitazioni popolari del quartiere Gallaratese di Milano.
Avvio settembre 2008 – Termine Settembre 2010
Risorse
Totale progetto: € 1.750.000
Totale progetto rete SIS: € 905.200
Finanziato rete SIS: € 805.200
(Lo Scrigno € 347.000 e 295.000 ristrutturazioni; La Cordata € 120.000)
Principali azioni 2009
- Formazione èquipe operativa su tematiche abitative
- Mappatura dei servizi del territorio

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 60
- Inserimento negli appartamenti di 5 nuclei familiari

• PROGETTO STIAMO INSIEME A MILANO


Alla fine del 2009, a seguito di un bando per l’assegnazione di beni confiscati,
il Comune di Milano ha assegnato in concessione d’uso a titolo gratuito al
Consorzio SIS 2 bilocali nel quartiere Lambrate. Il progetto presentato
riguardava azioni di housing sociale da realizzarsi in 9 unità abitative. Alla
stesura del progetto hanno partecipato diverse cooperative di tipo A di SIS e
alcune coop di tipo B.
Con l’assegnazione dei 2 appartamenti è stato avviato un tavolo di
concertazione tra le cooperative, che avevano partecipato alla progettazione,
ed è stata individuata la cooperativa Il Bivacco Servizi, quale ente per la
realizzazione delle attività di housing sociale. L’offerta principale consiste nella
soluzione abitativa che, per persone in dimissione dalle carceri, garantisce la
possibilità di beneficiare di misure alternative, oltre che la possibilità di
acquisire competenze relative alla gestione della quotidianità.
I servizi proposti all’utenza riguardano un sostegno a tutto tondo per ciò che
concerne il reinserimento sociale, attraverso l’attivazione di un tutor di
riferimento.
Oltre ai servizi erogati direttamente alla persona, si opera per il potenziamento
dell’interazione fra i servizi del territorio che lavorano sul target di utenza
destinatario del progetto.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 61
2. RELAZIONE SOCIALE

FUNZIONI ISTITUZIONALI E GESTIONALI

L’area funzioni istituzionali e gestionali si propone di erogare servizi alle


cooperative associate e gestire l’amministrazione interna. Nello specifico le
attività svolte dall’area sono:
servizi rivolti alle cooperative associate: elaborazione paghe e contributi,
contabilità e bilanci, pratiche societarie, certificazione sistema qualità,
gestione Servizio Civile Volontario, monitoraggio opportunità di
finanziamento
attività di General Contracting
attività di segreteria societaria,
comunicazione interna ed esterna,
amministrazione del consorzio

OBIETTIVI STRATEGICI AZIONI/SERVIZI RISULTATI 2009

N. 2 incontri formativi con i


Strutturazione di incontri
referenti/operatori locali del
Servizio civile formativi con le cooperative
progetto
Innalzare il livello
qualitativo in termini di
efficacia ed efficienza del
servizio offerto alle Consolidamento delle
N. 2 tavoli di lavoro con
cooperative accreditate sinergie organizzative con la
referenti lombardi
sede milanese di
Confcooperative

Progettazione 2008 su
2009: incontri di n. 3 progetti finanziati
approfondimento con (punteggi medio-alti) su 4
Servizio civile progettisti Conf Nazionale presentati, per un totale di
Migliorare il livello per strutturazione efficace 20 volontari finanziati su 24
qualitativo dei contenuti progetti finalizzata a richiesti
progettuali; affinare la innalzamento punteggi
coerenza fra contenuti dei
progetti e attività previste
per i volontari
N° progetti presentati su
Nuova progettazione su 2010: 3 per 6 cooperative
2010: (= 14 sedi di attuazione, 20
volontari)

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 62
OBIETTIVI STRATEGICI AZIONI/SERVIZI RISULTATI 2009

Monitoraggio della
soddisfazione dei volontari Livello di soddisfazione
Servizio civile
relativamente alla formazione medio-alto
Migliorare la
e al formatore
soddisfazione dei
volontari che svolgono il
servizio presso le
cooperative di SIS

Monitoraggio della
soddisfazione dei volontari Livello di soddisfazione
relativamente all’esperienza di medio - alto
SC in SIS (questionario finale)

Audit svolti: 14
Audit per il monitoraggio su
SGC delle cooperative Non conformità rilevate:
1
Superamento visita
sorveglianza /
certificazione enti
certificatori nel 2009 da
Mantenimento della parte di tutte le
Tenere sotto controllo
certificazione di qualità nelle cooperative
i Sistemi Qualità delle
cooperative certificate e
Associate
certificazione nuove coop. Non conformità rilevate:
3 sulle due coop. che si
sono certificate, 3 sulle
coop. già certificate e
nessuna sul consorzio

Aggiornamento dei referenti N° partecipanti al corso


qualità nelle cooperative di aggiornamento RQ: 4
certificate su 6

Integrazione tra sistema


Qualità e sistema gestionale I bilanci sociali integrati
Rafforzare la cultura nelle cooperative certificate in con i piani della qualità: 3
della qualità sia Consorzio
nell’organizzazione
Integrazione nel SGQ, almeno
consortile che nella Integrazione realizzata
dal punto di vista
rete per Privacy,
documentale, dei Sistemi di
sicurezza sul lavoro:
Gestione interenti Sicurezza
risultati attesi nel 2010.
sul lavoro e Privacy

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 63
OBIETTIVI STRATEGICI AZIONI/SERVIZI RISULTATI 2009

Contratti in prosecuzione: 3
Contratto conclusi anno
2009: 1
Attività di General
Contratti attivati anno
contracting
2009:1
Favorire azioni
imprenditoriali delle
Cooperative socie

Invio mail con segnalazione


bandi
Segnalazione bandi e
facilitazione sinergie tra le
Veicolazione nella rete delle
socie
segnalazioni provenienti
dalle cooperative socie

Comunicazione
interna: Valutazione, elaborazione e
diffusione costante di
informazioni provenienti da Rafforzamento della
Favorire i flussi di
cooperative socie e consorzi partecipazione alle attività
informazione a tutti i
SCMM relativi a della rete
livelli della rete
eventi/argomenti di
interesse comune

Studio e sviluppo contenuti


Comunicazione Implementazione e
descrittivi su aree e attività
esterna: realizzazione nuovo sito SIS
consorzio; elaborazione
diffondere all’esterno le (webmaster cooperativa
profili delle cooperative socie
attività di consorzio e sociale Out&Sider)
e contenuti descrittivi sulle
cooperative
loro principali attività:

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 64
OBIETTIVI STRATEGICI AZIONI/SERVIZI RISULTATI 2009

• Corsi di aggiornamento
Servizio di elaborazione rivolti alle coop: 1
paghe e contributi alle • Media cedolini elaborati:
cooperative n. 650
• Coop. seguite: n. 23
• N° cooperative e
Associazioni - consulenza
interna per contabilità e
bilancio: 15
• Cooperative e
Associazioni Consulenza
Rafforzare, esterna per supervisione
migliorare, ampliare i e chiusura Bilancio: 14
servizi delle associate • N° cooperative
Consulenza contabile,
Consulenza per
fiscale, supervisione e
supervisione, controllo di
bilancio
gestione: 4 (Coesa,
Esagramma, Out&Sider,
Spaziopensiero)
• N° cooperative per cui
è stato fatto un percorso
formativo gestionale –
amministrativo e di
supervisione: 2 (La
Chioccia, Aurora 2000)

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 65
APPROFONDIMENTI 2009

GESTIONE DEL SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO


Dal 1° gennaio 2005, con la sospensione della leva obbligatoria, l’obiezione di
coscienza ha lasciato il posto al servizio civile volontario, istituito con la legge
n. 64 del 2001. In seguito alla nuova disciplina del Servizio Civile Volontario, il
Consorzio si è adeguato alla nuova e complessa gestione attraverso la
formazione del proprio responsabile e l’accreditamento di tutte le figure
professionali richieste dalla normativa nazionale, attivando in seguito momenti
formativi rivolti alle cooperative associate al fine di ottimizzare la gestione e la
nuova progettazione.
A ottobre 2008, SIS ha presentato 4 progetti che comprendono 8 cooperative
con complessive 15 sedi di attuazione, richiedendo 24 volontari per l’anno
2009-2010.

CONSOLIDAMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DI


QUALITÀ DEL CONSORZIO E DELLE COOPERATIVE
SOCIE CERTIFICATE
Il consorzio, certificato per le attività di formazione, orientamento al lavoro,
general contracting e consulenze, ha superato l’audit di rinnovo della
certificazione per le prime tre attività e di sorveglianza per l’attività di
consulenza e ha proceduto all’adeguamento alla nuova norma 9001:2008
senza ricevere alcuna non conformità.
Allo stesso tempo il consorzio ha proseguito nell’azione di orientamento alla
cultura della qualità nella rete consortile, in stretta collaborazione con il
consorzio Cooperho; ciò ha portato nel corso del 2009 allo svolgimento di una
giornata formativa rivolta ai Responsabili Qualità delle cooperative certificate
sull’adeguamento dei Sistemi Qualità alla nuova norma 9001:2008, alla
realizzazione di un percorso formativo per auditor interni rivolto a tutte le
organizzazioni del Sistema Consortile Metropolitano Milanese, alla realizzazione
di un incontro di verifica e condivisione rispetto alle criticità emerse durante gli
audit di sorveglianza dei due consorzi, e al raggiungimento della certificazione
da parte di due cooperative socie.
Il numero delle cooperative ad oggi certificate è pari a 8: A&I, Coesa, Simone
de Beauvoir, Spazio Aperto, Xenia, La Chioccia, Kyklos ed Axiomaton (le prime
sette attraverso la convenzione CGM/Cisqcert e l’ultima con rapporto diretto
con altro ente certificatore).

La tenuta sotto controllo dei Sistemi Qualità delle cooperative socie e del
consorzio stesso è stata garantita dallo svolgimento di audit per una media di
2 visite all’anno sulle cooperative e di 10 audit interni per il consorzio. Tutte le
cooperative certificate ed il consorzio hanno ricevuto l’audit da parte dell’Ente
Certificatore; tale momento di verifica è stato superato da tutte le cooperative
sottoposte a visita e dal consorzio, con l’emissione di alcune lievi non

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 66
conformità immediatamente risolte e recependo le raccomandazioni poste
durante gli audit.

Continua l’opera di orientamento nelle cooperative socie certificate e


all’interno del Consorzio stesso, verso il processo di integrazione tra
metodologie e strumenti dei Sistemi Qualità e dei Bilanci Sociali così come
procede, seppure con maggiore lentezza e difficoltà il processo analogo riferito
all’integrazione dei Sistemi di Prevenzione e Protezione (D.Lgs.81/2008) e di
Sicurezza dei Dati (D.Lgs 196/2003) con i Sistemi di Gestione per la Qualità.
Rispetto a ciò si rammenta come il Responsabile Qualità del Consorzio e un
buon numero di Responsabili Qualità delle cooperative certificate hanno
partecipato al percorso d’aggiornamento realizzato dal consorzio stesso,
insieme al Consorzio Cooperho in collaborazione con CGM e con l’ente
certificatore Cisqcert che ha avuto come tematica l’integrazione tra Sistemi di
Prevenzione e Protezione e Sistemi di Gestione per la Qualità.
Il percorso d’aggiornamento come nei due anni passati è stato esteso a tutte
le cooperative certificate e non del Sistema Consortile Metropolitano Milanese
(SCMM): il seminario ha visto la presenza di circa una trentina di partecipanti.

GENERAL CONTRACTING
Nell’anno 2009 i contratti attivi sono stati i seguenti:

Comune di Rho- prosecuzione attività di supporto scolastico -


cooperativa KyKlos
Consorzio Bambini Bicocca – prosecuzione gestione asilo Nido
Interaziendale della Università Bicocca- cooperativa Xenìa.
Comune di Milano – prosecuzione convenzione per traslochi e
manutenzioni – cooperativa Omnicoop
Comune di San Donato Milanese –concessione amministrativa per la
gestione di tre nidi comunali - cooperative Solidarietà è Progresso e La
Chioccia. Gestione conclusa a settembre 2009

Attivazione dell’accreditamento di SIS con il Comune di Milano per la


gestione di asili nido e micronidi. Affidamento da settembre 2009 della
gestione di 14 nidi e 15 micronidi. – cooperative Coesa, La Chioccia,
Spaziopensiero, Xenia

Numerose sono state le attività di supporto progettuale reso alle


cooperative nella individuazione delle opportunità, nell’analisi dei
bandi e nella valutazione di fattibilità e sostenibilità.

Il general contracting è una attività certificata ISO 9001: 2000 ed ha,


perciò, ricevuto i controlli da parte del Responsabile della qualità rispetto alla
gestione complessiva delle attività. Le visite hanno ottenuto come risultato
finale l’adeguamento di alcuni aspetti nella gestione della modulistica
confermando il giudizio positivo emesso dall’ente Certificatore.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 67
LA COMUNICAZIONE INTERNA ED ESTERNA

L’ufficio comunicazione ha continuato a lavorare all’ottimizzazione della


comunicazione quotidiana fra consorzio e associate e ha avviato i lavori
per il rifacimento completo del sito, affidato alla cooperativa Out&Sider.
Ha diffuso una brochure sui prodotti e i servizi offerti dalle coop B socie,
rispondendo all’esigenza delle stesse di sviluppare e realizzare uno strumento
di comunicazione che riesca a presentare le cooperative e le loro attività a un
target di utenti-clienti non tecnico.

ELABORAZIONE PAGHE E CONTRIBUTI


Nel corso dell’anno 2008 in vista dell’entrata in vigore dal 2009 del libro unico
del lavoro , è’ stato avviato un progetto, in collaborazione con il fornitore del
software paghe, per l’attivazione di un sistema informatico che consenta alle
cooperative di inviare i dati utili per l’elaborazione dei cedolini in un formato
elettronico da importare direttamente nell’archivio paghe; attualmente le
cooperative che usufruiscono di questo servizio sono n. 2 (SAS e Spazio
Pensiero).
Inoltre si segnala:
- un incremento dei cedolini elaborati che sono passati a 729, grazie ai
nuovi servizi dei nidi milano
- l’uff. paghe ha partecipato ad un corso di contabilita’ base al fine di poter
meglio interpretare le esigenze delle cooperative per un miglior controllo di
gestione;
- è stata effettuata una consulenze al progetto Pegaso;
- la frequenza di un seminario per Camere commercio Lombardia al fine di
illustrare i benefici della legge Smuraglia da maggio a novembre 2009

L’ufficio paghe offre:


- servizio di consulenza per tutte le coop
- l’elaborazione del cedolino con i relativi adempimenti mensili ed annuali
- l’espletamento delle pratiche di assunzione, cessazione, ecc. presso gli
uffici competenti in via telematica
- incontri formativi di aggiornamento

NON
SERVIZI 2009 SOCIE TOT
SOCIE
Consulenza ed elab.cedolini 14 7 21
Assistenza completa (pratiche
personale) 12 6 18

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 68
CONSULENZA CONTABILE, FISCALE, SUPERVISIONE E
BILANCIO
Sistema Imprese Sociali sin dal 1996 ha offerto un servizio contabile alle
Cooperative associate e non.
Il settore servizi contabili offre i seguenti servizi:
elaborazione della contabilità generale
predisposizione del bilancio di esercizio con i relativi documenti allegati
(stato patrimoniale e conto economico, nota integrativa, supporto alla
redazione della relazione sulla gestione)
predisposizione di report periodici per il controllo dell’equilibrio
economico-patrimoniale
elaborazione della contabilità direzionale, report infrannuali e analisi
dell’andamento economico per aree di attività
supervisione presso la sede delle cooperative (per coloro che hanno
l’attività di elaborazione contabile dei dati interna)
assistenza alla predisposizione di bilanci previsionali
assolvimento di tutti gli obblighi fiscali (dichiarazione dei redditi, IVA,
dichiarazioni dei sostituti di imposta, …)
assistenza per istanze ed eventuali ricorsi presso l’Agenzia delle
Entrate
assistenza e aggiornamento continuo rispetto a novità di tipo fiscale
formazione del personale amministrativo delle cooperative per gli
aspetti contabili e tecnico gestionali
L’impostazione del servizio consente oggi di garantire un’ampia offerta che sia
adeguata sia alle cooperative neo-costituite che necessitano di un
accompagnamento costante nella fase di start up, sia alle cooperative di
piccole dimensioni che richiedono un servizio di base ma completo ed
accurato, sia alle cooperative di medie dimensioni per le quali diventa
fondamentale una più attenta analisi gestionale.
L’obiettivo è quello di offrire un costante supporto agli amministratori
fornendo adeguati strumenti per la valutazione dell’andamento economico-
patrimoniale e gestionale delle cooperative.
Nel 2009 il numero complessivo dei soggetti seguiti dal settore contabilità è
stato di 29, di cui 26 cooperative e 3 associazioni.

NON
SERVIZI 2009 SOCIE TOT
SOCIE
Contabilità interna SIS 3 12 15
Chiusura bilancio e consulenze 8 6 14
Controllo di gestione 2 1 3
Formazione e supporto
amministrativo interno alle coop 2 - 2

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 69
Oltre al servizio strettamente contabile e di bilancio, nel 2009 è proseguito il
percorso di formazione e accompagnamento rivolta alle figure amministrative
delle cooperative Aurora 2000 e La Chioccia ed è continuata l’attività di
supervisione e controllo di gestione per le cooperative che si sono trovate in
situazione di criticità (Out&Sider e Coesa) con risultati positivi.
Per quanto riguarda le risorse impiegate, il settore si avvale di 3 risorse
interne (due dipendenti a tempo pieno ed un consulente) e della
collaborazione del GFA studio professionale di Lodi.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 70
2. RELAZIONE SOCIALE

CONSULENZA

Il settore consulenza, avvalendosi di professionalità specifiche di collaboratori


e dipendenti, offre alle organizzazioni socie e a clienti esterni consulenza in
ambito societario e gestionale.

I principali ambiti di intervento sono i seguenti:


Supporto all’avvio di imprese sociali e di nuove imprese
Affiancamento in fasi di sviluppo d’impresa
Accompagnamento in percorsi di Responsabilità Sociale d’Impresa
Ricerca opportunità di finanziamento e supporto alla gestione di progetti
Progettazione e gestione Sistemi per la Qualità, Privacy e Sicurezza

Nell’anno 2009 è proseguito il processo di rafforzamento del legame con


Confcooperative sia in termini di alleanza strategica ma anche nella
realizzazione di una cabina di regia per il coordinamento delle consulenze in
materia di sicurezza del lavoro, rendicontazione sociale, avvio impresa.

OBIETTIVI ATTIVITÀ–
RISULTATI 2009
STRATEGICI INTERVENTI
Incontro con 5 gruppi promotori che
hanno richiesto un supporto per
identificare opportunità, vincoli e
sostenibilità in relazione ai loro progetti
di imprenditorialità sociale
Orientamento
Prosecuzione del lavoro attivato con il
imprenditoriale
progetto “Una rete per Angela” di
accompagnamento a donne in difficoltà
Mettere a nell’avvio di nuove imprese, con
disposizione le attivazione del microcredito, el
competenze monitoraggio delle attività già avviate.
presenti in
consorzio per
supportare l’avvio Avvio di una nuova cooperativa sociale a
di nuove imprese seguito di processo di sviluppo
dell’associazione Aiutiamoli (Lodi), con
relativa elaborazione del piano di
Avvio impresa
cooperative
Scuola materna Bolchini Milano – Avvio
sociali
analisi fattibilità operazione di
trasformazione da associazione a
cooperativa

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 71
OBIETTIVI ATTIVITÀ–
RISULTATI 2009
STRATEGICI INTERVENTI

Individuazione partner finanziari: Banca


Azioni in ambito Prossima, CGM Finance, Creberg
finanziario: Valutazione affidabilità per l’ottenimento
tutoraggio, di affidamenti bancari o finanziamenti a
consulenza e medio lungo con definizione di apposito
garanzia di rete sistema di garanzie, anche con
nei confronti di l’attivazione di garanzie di rete (Aurora
enti finanziatori. 2000, La Chioccia, Omniccop, Kyklos,
Abcittà)
Supporto nella analisi di ipotesi di
sviluppo imprenditoriale (SDB e Azione
Solidale)
Supporto alla dirigenza nella dimensione
economica a finanziaria (Aurora 2000)
Verifica bilancio (Consorzio Bambini
Azioni di supporto Biccocca) e strumenti di controllo e
gestionale e gestione del Consorzio (Xenia)
affinamento allo Elaborazione piano strategico della
sviluppo cooperativa, supporto al presidio della
dimensione economico- finanziaria
(Naturcoop)
Consulenza societaria (La Chioccia)
Supportare le
realtà cooperative Consulenza per stesura piano di impresa
integrato con altri strumenti di gestione
(Eta Beta – Sir)
Axiomaton: Verifica andamento
periodico della cooperativa. Supporto
nell’avvio del processo di liquidazione
della società. Incontri con il socio
Azioni di sovventore.
monitoraggio e/o L’Aquilone: supporto al consiglio di
di risanamento di amministrazione per valutazione
cooperative sociali andamento della cooperativa e ipotesi di
con difficoltà aggregazione
imprenditoriali e
Cidiesse: stesura del piano di crisi
gestionali (nei
confronti delle Kyklos: check up situazione societaria,
cooperative socie consistenza patrimoniale ed economica,
tali azioni sono partecipazione e cda , valutazione
state opzioni di sviluppo, capitalizzazione
autofinanziate dal cooperativa
consorzio) Progetto Integrazione: incontri con il
consiglio di amministrazione, per la
valutazione sinergie con altre
cooperative in vista di ipotesi
aggregative

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 72
OBIETTIVI ATTIVITÀ–
RISULTATI 2009
STRATEGICI INTERVENTI

Attivazione tavolo aggregazione


cooperative Solidarietà è Progresso-
Aurora 2000. Check up situazione
societaria, consistenza patrimoniale
ed economica. Avvio processo di
cessione ramo d’azienda.
Attivazione tavolo aggregazione
cooperative (Xenia, Mosaico, SDB):
Azioni strategiche a coordinamento tavolo per valutazione
supporto dei cda delle ipotesi di aggregazione
cooperative- (volte a
favorire la transizione Attivazione interlocuzioni tra la
verso l’impresa a rete). cooperativa Kyklos e altre realtà della
rete per l’approfondimento delle
opportunità e possibilità ipotesi
aggregative
Abcittà: incontri con consiglio di
amministrazione e supporto nella
valutazione di eventuali collaborazioni
Supportare le
con cooperative della rete Sis e
realtà
soggetti di 2° e 3° livello
cooperative
Consorzio: creazione canale,
valutazione affidabilità per
l’ottenimento di affidamenti bancari o
finanziamenti a medio lungo con
definizione di apposito sistema di
garanzie, anche con l’attivazione di
Supporto al consorzio garanzie di rete
Comunità Brianza -Spazio Giovani: avvio servizio di
assistenza finanziaria del Consorzio
Supporto per controllo di gestione,
assistenza nelle stesura delle
situazioni periodiche
Cooperativa della Brianza:
pianificazione e impostazione di
budget.
Riunioni con cooperative per rilancio
Supporto al Consorzio
del consorzio, verifica ipotesi piano di
Solco Varese
rilancio

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 73
OBIETTIVI ATTIVITÀ–
RISULTATI 2009
STRATEGICI INTERVENTI

Formazione per la impostazione ed


elaborazione del bilancio sociale (6
Favorire l’attivazione di cooperative partecipanti di cui 5
percorsi di socie: Mosaico, Progetto
rendicontazione sociale Integrazione, CTA, Adelante Dolmen,
e realizzazione di bilanci Kyklos)
sociali Supporto a 10 cooperative (di cui 3
socie: Progetto Integrazione,
Omnicoop, Kyklos) nella elaborazione
Promuovere la del bilancio sociale.
cultura del Promozione delle linee guida messe a
bilancio sociale punto con Confcooperative.
Realizzazione di iniziative di
Messa a punto di informazione e formazione sul
modelli e linee guida modello del bilancio sociale di
per la elaborazione del Confcooperative e sullo strumento
bilancio sociale informatico per la realizzazione dello
stesso.
Supporto nella interpretazione delle
linee guida della Regione Lombardia
per la stesura del bilancio sociale.
Servizio segnalazione bandi e
opportunità per le cooperative socie
Promozione tra le socie e altre
Attività di segnalazione cooperative delle opportunità di
bandi e individuazione di contributo e finanziamento su Legge
opportunità per lo Regionale 21/2003
sviluppo Approfondimento bandi Cariplo 2009
Promuovere la Approfondimento, attivazione contatti
crescita delle e promozione tra le cooperative del
cooperative Fondo Jeremie per la capitalizzazione
favorendo la di cooperative.
conoscenza e
l’utilizzo delle Supporto (Kairos e Ora d’aria) nella
opportunità di presentazione di richieste di
sviluppo contributo e finanziamento (LR
Supporto nella analisi 21/2003)
delle opportunità e Affiancamento nella presentazione
affiancamento nella dei progetti di Fondazione Cariplo (La
progettazione Cometa, Kairos)
Supporto nella predisposizione
budget di gara (Solidarietà è
Progresso)

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 74
OBIETTIVI ATTIVITÀ–
RISULTATI 2009
STRATEGICI INTERVENTI

Progettazione e
N° consulenze attivate e concluse con
realizzazione di Sistemi
la certificazione: 2
di Gestione per la
N° consulenze da attivare nel 2010: 2
Qualità

Ideazione e Conclusione della fase di


realizzazione di un progettazione; l’attuazione dello
progetto di gestione dei stesso è in stand-by per ragioni
SQ a livello legate alla valutazione delle presidenti
interconsortile (SCMM) dei cinque consorzi
Rafforzare la
cultura della N° partecipanti alla giornata di
qualità nella formazione sull’adeguamento alla
rete consortile nuova norma 9001:2008: 15
e in ambito
interconsortile N° partecipanti al corso
Promozione della aggiornamento RQ: 27
qualità presso le
cooperative associate e N° partecipanti al seminario
a livello consortile ed successivo alle visite dell’ente
interconsortile (SCMM) certificatore su NC emesse e
raccomandazioni: 13 partecipanti

Realizzazione corso per auditor


interni: 8 partecipanti

Progettazione e
realizzazione di Sistemi
Supportare e N° consulenze attivate: 4
di Gestione per la
realtà Sicurezza dei Dati
consortili e del Ideazione e
sistema per la realizzazione di modelli Modello di DPSS realizzato a fine
strutturazione documentali (DPSS) più 2008 e messo a regime nel 2009
di sistemi di funzionali e fruibili
sicurezza dei
Aggiornamento a Corso di aggiornamento spostato nel
dati
referenti privacy delle 2010 perché non necessario alcun
associate e del sistema aggiornamento specifico

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 75
OBIETTIVI ATTIVITÀ–
RISULTATI 2009
STRATEGICI INTERVENTI

Progettazione e
realizzazione, in
accordo con
Confcooperative, di uno
sportello sicurezza sul Sportello attivo con proposta definita
lavoro di supporto in per la formazione a partire da Giugno
ambito formativo e 2009 e per la consulenza a partire da
consulenziale alle Dicembre 2009
organizzazioni aderenti
e non di
Confcooperative

Consulenze per la
valutazione del rischio
in azienda e redazione
della documentazione
Consulenze attivate: 6
prevista dalla normativa
(D.Lgs.81/2008 e
aggiornamento al DLgs
106/2009)
Supportare le Seminario aggiornamento su stress
realtà da lavoro correlato a maggio 2009
consortili per (socie SIS)
la
strutturazione Corsi di informazione/formazione per
del Servizio di il personale di cooperativa: Nidi San
Protezione e Donato e nidi Milano (5 coop.
Prevenzione coinvolte) – coordinatori dei servizi (1
coop. coinvolta)

Corso per RLS (solo socie SIS): 1

Formazione su D.Lgs. Corsi per RLS (Confcooperative): 3


81/2008 (con
aggiornamento a D.Lgs Corsi per addetti antincendio: 5
106/2009) percorsi con i VV.F. di Milano che
hanno coinvolto circa 130 operatori
delle cooperative socie a febbraio
2009

Corsi per addetti primo soccorso:


progettati 2 percorsi con Medico
competente che hanno coinvolto circa
30 operatori delle cooperative socie
nel primo semestre 2009

Corso per addetti primo soccorso


(Confcooperative): 1

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 76
APPROFONDIMENTI 2009

CONSULENZE AVVIO E SVILUPPO

L’anno 2009 è stato caratterizzato dal tema del bilancio sociale, soprattutto
in considerazione dell’obbligo di redazione introdotto dalla Regione Lombardia
per mantenere l’iscrizione all’albo regionale delle cooperative sociali (delibera
giunta regionale n. 5375/2007). Nel corso del 2009 tutte le cooperative iscritte
all’albo regionale hanno quindi dovuto elaborare il loro bilancio sociale relativo
all’anno di esercizio 2008 e inviarlo in Regione entro la fine di luglio 2009.
Il consorzio SIS ha svolto un ruolo attivo nella promozione dell’approccio al
bilancio sociale come strumento di gestione in qualità dell’impresa, piuttosto
che come mero strumento di comunicazione.
Insieme a Confcooperative il consorzio SIS ha partecipato al tavolo di
progettazione di per la realizzazione di un modello di linee guida per la stesura
del bilancio sociale e di uno strumento informatico che facilita le cooperative
aderenti a Confcooperative nella redazione. Il consorzio, con i suoi referenti
esperti, ha successivamente realizzato delle giornate di formazione sul bilancio
sociale e sull’utilizzo dello strumento informatico. Lo stesso gruppo di esperti
ha anche tenuto un corso di formazione (40 ore) rivolto alle cooperative
interessate a maggiori approfondimenti sul bilancio sociale come strumento di
qualità.
Il consorzio SIS, direttamente, ha realizzato, nei confronti delle socie e di altre
cooperative vicine, una giornata di formazione sul bilancio sociale e dei brevi
percorsi di consulenza personalizzata per sostenere le cooperative nella
elaborazione del loro bilancio sociale.

PROGETTAZIONE E GESTIONE SISTEMI PER LA


QUALITÀ
L’attività di consulenza per la progettazione e realizzazione di Sistemi di
Gestione per la Qualità è attiva sia a livello consortile che a livello
interconsortile, dove il Consorzio è ormai riconosciuto come soggetto
qualificato per l’erogazione di tale servizio.

Nel corso dell’anno 2009 a livello consortile, sono stati progettati e saranno
realizzati due percorsi di formazione e consulenza per il raggiungimento della
certificazione che hanno riguardato due cooperative del Consorzio (Kyklos, La
Chioccia) ed è stato iniziato un terzo percorso, poi trasferito e concluso dal
Consorzio SIR, riguardante una cooperativa del Consorzio Apis (La Cometa).
Sono state inoltre condotte azioni di supervisione delle attività in ambito
qualità e di preparazione alle visite di sorveglianza annuali sul Consorzio
Comunità Brianza (accompagnato alla certificazione nell’anno precedente) e su
due sue associate, Cooperativa Meta e Cooperativa Sociale della Brianza, oltre
che su una cooperativa in passato socia di SIS, Esagramma.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 77
La fase di progettazione del progetto per la gestione dei Sistemi Qualità a
livello interconsortile, che assume come modello quanto già sperimentato a
livello consortile da SIS attraverso l’utilizzo degli strumenti messi a disposizione
dalla convenzione CGM/Cisqcert, si è conclusa. Il progetto vede insieme i
consorzi appartenenti al SCMM, e cioè SIS, Cooperho, Farsi Prossimo,
Comunità Brianza e SIR.
Il progetto è stato valutato positivamente dall’ente certificatore, Cisqcert ed è
stato presentato in forma definitiva alle Direzioni dei cinque consorzi. La
formazione interconsortile è stata svolta nel corso del 2009 in più momenti (3
giornate d’aggiornamento) e su tematiche diverse (adeguamento alla norma
9001:2008, verifica e condivisione di NC e raccomandazioni emesse dall’ente
certificatore negli audit di sorveglianza e certificazione, integrazione
Qualità/Sicurezza sul lavoro); per il 2010 si prevedono ulteriori momenti
formativi che riguarderanno la nuova norma 9004:2009, la gestione elettronica
della documentazione e l’integrazione tra modello organizzativo previsto dal
D.Lgs 231/2001 e sistemi di gestione per la qualità.

CONSULENZA SU ADEMPIMENTI PRIVACY - DLGS


196/03
Il consorzio mantiene attiva da anni l’attività di supporto e consulenza per le
proprie associate in materia di sicurezza dei dati (D. Lgs 196/2003) attraverso
una figura specifica, facente parte del settore consulenze; l’attività svolta è
mirata allo sviluppo di sistemi gestionali appropriati per le organizzazioni del
nostro settore che si adattino alla disponibilità di risorse e ai servizi gestiti dalle
organizzazioni stesse.
A tal fine sono stati sviluppati nel tempo modelli di gestione e relativi sistemi
documentali che permettono una gestione più moderna e semplificata delle
problematiche inerenti la sicurezza dei dati e che sono stati offetti alle
associate con costi molto contenuti.
Allo stesso modo le attività di consulenza si sono realizzate contenendo i costi
entro limiti più che accettabili, così come i percorsi formativi sono stati
realizzati utilizzando ove possibile strumenti finanziati e così sarà anche per la
formazione/aggiornamento dell’anno 2010.

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO


Il consorzio nel corso dell’anno 2009 ha nuovamente focalizzato l’attenzione sui
Sistemi di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro, proprio e delle
associate; è stata individuata una figura interna con compiti di raccordo ed
informazione con le associate e con l’obiettivo di raccogliere i fabbisogni delle
stesse. È stata riattivata tutta l’offerta formativa inerente le figure obbligatorie
della sicurezza e l’informazione ai lavoratori, prima ponendo l’attenzione sulla
rete consortile e successivamente sviluppando un accordo quadro con
Confcooperative riguardante l’erogazione di tale attività formativa/informativa,
in modo più ampio, a tutte le organizzazioni aderenti e non all’organizzazione
di rappresentanza.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 78
L’offerta formativa si pone sul mercato a prezzi competitivi rispetto a quanto
già presente sul mercato e per l’anno 2010 potrà sfruttare strumenti finanziati
che faciliteranno ulteriormente la fruizione da parte delle nostre organizzazioni.
A tale offerta formativa, il consorzio e Confcooperative, hanno affiancato da
dicembre 2009 uno sportello che si occupa di tutti gli aspetti inerenti la
consulenza in materia di sicurezza sul lavoro, dal check-up iniziale, alla
redazione e revisione della documentazione, fino allo svolgimento di
consulenze specialistiche e misurazioni. Al pari dell’offerta formativa, l’attività
di consulenza è offerta a costi assolutamente competitivi rispetto a quanto
presente sul mercato

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 79
2. RELAZIONE SOCIALE

FORMAZIONE
E POLITICHE ATTIVE DEL LAVORO
Il Consorzio promuove e realizza interventi di formazione, politiche del lavoro
e di innovazione sociale finalizzati a sviluppare e consolidare competenze di
ruolo, tecnico professionali ed a elaborare una specifica cultura della
cooperazione sociale.
SIS promuove, orienta e partecipa attivamente alla realizzazione ed
innovazione in materia di politiche attive del lavoro, mediante la progettazione
e realizzazione di progetti finalizzati alla valorizzazione delle risorse umane
presenti nella rete consortile ed alla sperimentazione di modalità innovative di
inserimento lavorativo di soggetti inoccupati con particolare attenzione verso
le categorie dello svantaggio e le fasce deboli. Realizza inoltre progetti
innovativi che, a partire da attività formative e di politiche del lavoro,
sperimentino concretamene l’integrazione tra politiche diverse fra le molte
realizzate nell’ambito della rete delle associate.

Vanno segnalati due elementi di particolare rilevanza che hanno caratterizzato


le attività 2009 del settore, esigendo una forte innovazione di carattere
gestionale ed organizzativo:

(1) lo sviluppo della funzione di service svolta dal settore formazione e lavoro
del consorzio rispetto al più complessivo movimento della cooperazione,
realizzatasi in particolare nella partnership sviluppata con
Confcooperative – Unione di Milano, Lodi, Monza e Brianza.
(2) l’introduzione del sistema dote da parte di Regione Lombardia, per il
finanziamento delle attività di orientamento e formazione, trasferendo i
contributi dalla offerta alla domanda di servizi da parte dei cittadini.

OBIETTIVI
ATTIVITA’ 2009 2008
STRATEGICI
Corsi di n. corsi 13 12
Sviluppo del formazione per Partecipanti 137 129
capitale umano dirigenti e Di cui donne 94 (69%) 92 (71%)
impiegato nella operatori di n. ore/corsi 598 648
rete consortile imprese sociali Costo €. 68.770 €. 130.948
(gest. Diretta) finanziato €. 55.016 (80%) €. 106.150 (81%)
n. corsi 24 8
Corsi gestiti con la
Valorizzare Partecipanti 216 96
partecipazione
competenze e Di cui donne 158 (73%) 67 (80%)
attiva delle
ruolo delle n. ore/corsi 768 192
cooperative
associate Costo €. 72.960 €. 18,240
aderenti alle reti
finanziato €. 49.920 (68%) €. 12,480 (68%)

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 80
OBIETTIVI
ATTIVITA’ 2009 2008
STRATEGICI
n. Progetti 5 5
Partecipanti 281 163
Orientamento Di cui donne 70 (25%) 150 (92%)
Costo €. 154.550 €. 193.108
finanziato €. 154.550 €. 191.958 (99%)
n. corsi 44 4
Partecipanti 280 39
Di cui donne 70 7
Formazione
n. ore/corsi 3892 1.050
Promuovere Costo €. 248.700 €. 61.500
iniziative
finanziato €. 248.700 €. 61.500 (100%)
sperimentali a
titolo Stato nel 2009 Stato nel 2008
sostegno
Azione sistema approvato
dell’integrazione
PQ 236 approvato
e dell’inclusione
di fasce deboli di BOLLATE 8x12 approvato
popolazione; RESET 8x12 approvato
TERRA 8x12 approvato
SAFE concluso (avviato)
Progetti integrati
Welcome 4 concluso (avviato)
Welcome 5 concluso (avviato)
Welcome 6 avviato (approvato)
Sviluppo in rete in corso (avviato)
Spo-Re1 in corso (avviato)
Legami covalenti avviato (approvato)
SBAM avviato (approvato)

APPROFONDIMENTI 2009
La lettura anche superficiale di questi primi dati, evidenzia come a fronte del
mantenimento della funzione di potenziamento del capitale umano della rete,
le attività 2009 abbiano avuto un notevole sviluppo rispetto al numero di
percorsi formativi gestiti direttamente dalle associate alle reti – ampliate
rispetto all’anno precedente – ed al numero di partecipanti a tali proposte.
Importante segnalare che tutte le attività di orientamento riportate nella
tabella si riferiscono alle attività realizzate mediante il sistema “Dote”- in
stretta sinergia con Mestieri - nell’ambito del quale sono state utilizzate le doti:
lavoro, formazione, disabili, soggetti deboli ed ammortizzatori.

Si evidenzia, nella tabella seguente, la suddivisione rispetto alle condizioni dei


cittadini/e target delle attività del settore, calcolate sulla base della pertinenza
del budget:

Destinatari Attività
Esecuzione penale 47%
Disabili 29%
Migranti 17%
Donne 4%

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 81
Famiglie 4%
Cassa integrazione in deroga

Nel corso dell’anno si sono rivolte attività anche a persone in Cassa


integrazione in deroga, ma che nella tabella non appaiono non avendo
maturato ancora alcun ricavo nel corso dell’anno considerato.

FORMAZIONE PER DIRIGENTI E OPERATORI di


IMPRESE SOCIALI
Si rivolgono a persone occupate nelle imprese sociali, in accordo con le proprie
organizzazioni di appartenenza, desiderano migliorare le proprie competenze
professionali.
Nel corso dell’anno, con il divenire della collaborazione con la Confcooperative
milanese e l’assunzione del coordinamento del Progetto Quadro 236 per il
territorio milanese, il numero e la tipologia dei percorsi formativi ha avuto una
certa articolazione strettamente legata alle richieste avanzate da molte delle
cooperative beneficiarie.
L’obiettivo generale dei corsi è quello di migliorare la professionalità dei
partecipanti, e di conseguenza, facilitare innovazioni di processo e di prodotto
nelle cooperative sociali di appartenenza.
I corsi hanno trattato diversi argomenti, alcuni più specificatamente rivolti a
professionalità del settore sociale, altri invece più orientati allo sviluppo di
competenze di management.

CORSI EROGATI
Dirigenti di impresa sociale – base
Dirigenti di impresa sociale – avanzato
Coordinatrici/tori di servizi socio-educativi
La gestione del personale
La gestione finanziaria nelle imprese sociali
Valorizzazione della diversità di genere
La promozione delle pari opportunità nelle imprese sociali
I contratti con la pubblica amministrazione
Evoluzione dei sistemi di welfare
Controllo di gestione
Ruolo e responsabilità degli amministratori
La comunicazione interna ed esterna
Voucherizzazione e sistema regionale a Dote
Bilancio sociale
Sistemi di qualità dei servizi e certificazione
Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro (varie edizioni)

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 82
E’ stato mantenuto l’impegno alla programmazione annuale del percorso base
ed avanzato per dirigenti di imprese sociali, oltre al percorso rivolto a
quadri intermedi (Il coordinamento dei servizi alla persona).

Nell’ambito della collaborazione con Confcooperative, oltre ai corsi obbligatori


previsti dalla normativa a tutela della sicurezza dei lavoratori, sono stati
realizzati percorsi che rivestono una funzione particolarmente strategica per la
qualificazione delle funzione di management oltre a quelli orientati a
valorizzare competenze presenti fra le associate.

FORMAZIONE PER OCCUPATI


Promossi dalle cooperative della rete si rivolgono a persone occupate, sia
all’interno che in altre imprese non profit. I corsi hanno l’obiettivo di dotare i
partecipanti di una competenza lavorativa specialistica che supporti la
permanenza qualificata nel mondo del lavoro. Tali corsi rappresentano per il
consorzio un’area peculiare di attività formativa ma hanno lo scopo di
sostenere la capitalizzazione e valorizzazione delle competenze ed il know-how
prodotto dalle organizzazioni aderenti rispetto ad un potenziale mercato
esterno.

CORSI EROGATI
Addetti alle pulizie
Bilancio di competenze
Progettazione di un sistema a rete
La scrittura professionale
Competenze e ruoli nel lavoro sociale
La progettazione educativa
Ruolo dell'ASA e dell'educatrice
La gestione delle relazioni nei gruppi di lavoro
Progettazione e risorse umane
Tecniche e modelli educativi
Profili istituzionali nei servizi dell'area minori
Project management
Nuove forme di affidi familiari
Facilitazione linguistica nelle scuole

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 83
FORMAZIONE PER DISOCCUPATI DEBOLI
Questi corsi di formazione sono rivolti a persone appartenenti a fasce deboli,
in particolare ristretti, ed a pieno titolo rientrano nell’ambito degli strumenti di
politiche attive del lavoro.
L’obiettivo dei percorsi formativi è quello di promuovere, attraverso la
formazione professionale, competenze operative ed attitudinali, che
consentano ai partecipanti di inserirsi nel mondo del lavoro.
I corsi si sono svolti in aule e laboratori, corredati di tutte le attrezzature
necessarie, allestiti all’interno delle sedi carcerarie. I corsi realizzati nel 2009
sono stati 17 (4 nel 2008), di cui 9 (3) riservati a persone ristrette.

CORSI EROGATI
Operatore di call center
Addetta di sartoria
Operatore di falegnameria
Addetto artiere
Addetto di legatoria
Addetto alla menutenzione del verde
Addetto alla manutenzione ordinaria dei fabbricati
Saldatore
Orientamento ai servizi informali
ECDL
Grafica e comunicazione
Mediatori linguistici e culturali
Lingua italiana per stranieri
Operatore di pulizie
ASA Ausiliario Socio Assistenziale
Tate
Operatrici servizi innovativi per la prima infanzia

Nel corso dei primi mesi del 2010 è stata avviata una ricerca di follow-up
relativa al destino occupazionale delle persone in esecuzione penale che
hanno frequentato i nostri corsi negli ultimi 4 anni. Pur in presenza di risultati
solo parziali, appare interessante la percentuale di persone che a distanza di
24 mesi risultano occupate, pari a circa il 55%, ancorché non tutte nel settore
di pertinenza dei corsi frequentati, oltre ad evidenziare come le cooperative
sociali di tipo B rappresentano ancora, a tutti gli effetti, il principali bacino
occupazionale per tale target.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 84
ORIENTAMENTO E INSERIMENTO PER DISOCCUPATI
DEBOLI
Le azioni di orientamento e accompagnamento al lavoro per le fasce deboli
promosse dal consorzio, mirano a creare, da parte dei beneficiari, la
consapevolezza delle proprie capacità, e a far si che siano in grado di
muoversi nel modo del lavoro con un certo grado di autonomia, promuovendo
un approccio attivo al tema dell’integrazione lavorativa ed il superamento di
logiche puramente assistenziali.
L’impegno del consorzio in questo settore, che si realizza principalmente
attraverso la propria Agenzia Mestieri, è teso sia al sostegno e valorizzazione
delle attività e delle risorse umane delle associate, che allo scopo di
sperimentare ambiti innovativi di attività che possano rappresentare una
opportunità di sviluppo per la rete consortile.

Queste azioni sono indirizzate prioritariamente a fasce particolarmente deboli


di cittadini e nel 2009 si sono concretizzate nelle seguenti iniziative:

 WELCOME 4, 5 e 6: In continuità con i precedenti interventi realizzati


nell’ambito del Piano Provinciale Emergo, nel corso del 2009 si sono
avviati nuovi progetti. Si realizzano in totale n. 15 tirocini di
orientamento per disabili deboli iscritti alle liste di collocamento
obbligatorio all’interno di cooperative sociali di tipo B. Tra i beneficiari 6
sono donne. L’obiettivo principale del progetto è accompagnare le
persone individuate in un periodo di orientamento e formazione che
consenta loro una maggiore strutturazione della identità professionale.
Nei progetti partecipano tre soggetti con ruoli diversi: l’utente
beneficiario, le cooperative sociali, e il consorzio SIS. Quest’ultimo ha
seguito la progettazione, la gestione del tutoraggio e dell’orientamento
e la gestione amministrativa.
Capofila: consorzio SIS
Cooperative coinvolte: Out&sider, Spazio Aperto Servizi, ADolmen,
Mestieri
Ente cofinanziatore: Provincia di Milano

 SPO-RE1 Sportelli in rete: E’ un progetto finanziato dalla Provincia


di Milano per sensibilizzare e supportare le cooperative sociali di tipo B,
nell’inserimento lavorativo di persone disabili, mediante attività di
informazione, formazione, consulenza ed assistenza sia sulle procedure
previste dalla normativa, che su metodologie e modelli di inserimento.
Il progetto è stato presentato ed è realizzato in stretta sinergia con
alcuni dei consorzi del SCMM (CoopeRho, Comunità Brianza e Farsi
Prossimo).
Capofila: consorzio SIS
Ente cofinanziatore: Provincia di Milano

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 85
 SVILUPPO IN RETE: E’ un progetto, a titolarità Mestieri – Agenzia di
Milano via Bordighera, che prevede la realizzazione di attività di
sensibilizzazione ad imprese private for profit sui temi dell’inserimento
lavorativo di persone disabili, oltre che all’assistenza, la consulenza ed
alla formazione per la gestione diretta delle procedure di gestione degli
obblighi e delle assunzioni ex-lege 68. Realizzato nel territorio della
città di Milano, in stretta sinergia con alcuni degli altri consorzi SCMM.
Capofila: Consorzio Mestieri
Ente cofinanziatore: Provincia di Milano

 SAFE - Sostegno a famiglie in emergenza: Il progetto interviene


su 10 donne sole con prole coinvolte in processi di mobilità
discendente con un progressivo rischio di emarginazione sociale. Il
progetto si articola su due filoni di intervento: percorso di
empowerment (orientamento, piano individualizzato), sviluppo
lavorativo (ricerca del lavoro, microcredito per avvio attività, tutorship
lavorativa) e sostegno sociale (tutorship sociale).
Capofila: consorzio Mestieri
Partner: Fondazione Casa della Carità, Consorzio SIS, Cena
dell’Amicizia, MAG2
Ente finanziatore: Provincia di Milano

PROGETTI APPROVATI

 8x12: E’ una serie di tre azioni progettuali finanziate a titolarità


Mestieri, sul bando della Legge regionale n. 8 a valere sulle ASL
Milano1, Milano2 e Città di Milano. Le azioni si propongono di realizzare
una azione di sensibilizzazione delle imprese for profit attraverso
attività di comunicazione ed accompagnamento finalizzate allo sviluppo
delle occasioni di occupazione di persone in esecuzione penale.
Capofila: Consorzio Mestieri, Comune di Milano, AeI
Partner: Consorzio SIS, Fondazione Exodus, cooperative Estia,
Gramma, Comunità Progetto, La Meridiana2
Ente finanziatore: ASL Milano1, ASL Milano2, ASL Città di Milano

 Tahiao – Azione di sistema per lo sviluppo del sistema dotale:


Si tratta di un progetto finalizzato a sviluppare azioni di sistema per la
diffusione e lo sviluppo del sistema dotale. Nell’ambito di tale progetto,
si prevede la realizzazione di una mappatura degli enti/servizi cittadini
di accoglienza delle domande di accompagnamento al lavoro delle
fasce deboli, di una campagna di comunicazione ad-hoc, lo sviluppo di
un sistema gestionale per il potenziamento dei livelli di efficienza dei
servizi e di attività di formazione specifica, oltre che
all’implementazione del modello organizzativo previsto ai sensi del
D.Lgvo 231.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 86
BILANCIO SOCIALE DI
R E T E C O N S O R T I L E 2009

3.RELAZIONE SULLA GESTIONE

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 87
3. RELAZIONE SULLA GESTIONE

Registro Imprese Milano n. 09385250155


Rea Milano n. 12586572
Albo Nazionale Cooperative n.A108010
SISTEMA IMPRESE SOCIALI - SOCIETA' COOPERATIVA
SOCIALE

Sede in VIA BORDIGHERA 6 -20142 MILANO (MI)

Relazione sulla gestione del bilancio al 31/12/2009

Signori Soci,

L'esercizio chiuso al 31/12/2009 riporta un risultato positivo pari a Euro 13.230.

Andamento della gestione

Andamento della gestione nei settori in cui opera la società

La relazione qui di seguito riportata offre una sintetica analisi ed alcuni spunti di
valutazione in merito alle principali poste di bilancio di esercizio 2009 al fine di meglio
comprendere i dati esposti in Bilancio e Nota Integrativa. Si rimanda al documento del
Bilancio Sociale per una più approfondita disamina delle attività gestionali del consorzio
condotte nel corso dell’esercizio 2009.
I dati del conto economico e dello stato patrimoniale di SIS riportati di seguito,
evidenziano un deciso miglioramento dello stato complessivo di salute della compagine
consortile.
Il fatturato netto ammonta a Euro 4.750.446 e rispecchia una variazione del 39% pari a
1.333.796 Euro, il risultato netto pari a 13.230 Euro con incremento del 38%.
Il patrimonio netto ha subito una variazione positiva del 2,7% pari a Euro 5.565.

Gli accadimenti economici che hanno più influito sulla gestione del Consorzio si possono
così sintetizzare:

• Alla perdita della gara di appalto in concessione dei nidi del Comune di
San Donato Milanese avvenuta nel mese di luglio, si è contrapposta
contemporaneamente l’aggiudicazione in general conctracting del
bando di accreditamento dei nidi del Comune di Milano riportando un
incremento significativo del volume di affari.

• Il Consorzio si è decisamente posizionato, quale soggetto accreditato,


come importante gestore del sistema delle doti formative introdotto
dalla Regione Lombardia.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 88
• Sistema Imprese Sociali, in qualità di capofila o di partner con
importanti soggetti istituzionali quale il Comune di Milano, è stato
premiato aggiudicandosi alcuni bandi con erogazione di contributi a
fronte di significativi progetti di innovazione negli ambiti
dell’imprenditoria giovanile e delle politiche di integrazione ed
abitazione.

• Nel corso dell’esercizio il consiglio di amministrazione, grazie alle


competenze presenti nel settore interno delle consulenze, ha potuto
avviare alcune importanti azioni di accompagnamento a cooperative
socie in difficoltà risolvendole con successo in processi di fusione o
cessioni di ramo si impresa, che hanno visto la loro conclusione nel
primo semestre del 2010.

• I dati riportati dal bilancio sociale evidenziano una decisa crescita del
volume d’affari del sistema consortile grazie anche alle azioni di
sviluppo e di redistribuzione attivate da SIS nei confronti delle proprie
associate.

Il budget ha avuto una verifica quadrimestrale ed il risultato di fine esercizio è


sostanzialmente in linea con quanto definito a previsione nei vari stati di avanzamento.

E’ assolutamente importante rilevare il percorso di visioning, che ha visto protagonista,


per diverse giornate di lavoro, il consiglio di amministrazione ed una ventina di dirigenti
qualificati delle cooperative socie. Tale processo ha avuto come esito la ridefinizione della
mission e della vision consortile, oltre che l’individuazione degli orientamenti strategici per
i prossimi anni.

Principali dati economici

Il conto economico riclassificato della società confrontato con quello dell’esercizio


precedente è il seguente (in Euro):

31/12/2009 31/12/2008 Variazione


Ricavi netti 4.750.446 3.416.650 1.333.796
Costi esterni 4.379.759 3.097.430 1.282.329
Valore Aggiunto 370.687 319.220 51.467
Costo del lavoro 290.717 248.634 42.083
Margine Operativo Lordo 79.970 70.586 9.384
Ammortamenti, svalutazioni ed altri 19.568 18.313 1.255
accantonamenti
Risultato Operativo 60.402 52.273 8.129
Proventi diversi 3.870 12.314 (8.444)
Proventi e oneri finanziari (37.363) (50.711) 13.348
Risultato Ordinario 26.909 13.876 13.033
Componenti straordinarie nette (3.292) (3.292)
Risultato prima delle imposte 23.617 13.876 9.741
Imposte sul reddito 10.387 4.291 6.096
Risultato netto 13.230 9.585 3.645

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 89
A migliore descrizione della situazione reddituale della società si riportano nella tabella
sottostante alcuni indici di redditività confrontati con gli stessi indici relativi ai bilanci degli
esercizi precedenti.

31/12/2009 31/12/2008
ROE netto 0,07 0,05
ROE lordo 0,12 0,07
ROI 0,01 0,02
ROS 0,01 0,02

Principali dati patrimoniali

Lo stato patrimoniale riclassificato della società confrontato con quello dell’esercizio


precedente è il seguente (in Euro):

31/12/2009 31/12/2008 Variazione

Immobilizzazioni immateriali nette 7.742 11.614 (3.872)


Immobilizzazioni materiali nette 37.566 36.825 741
Partecipazioni ed altre immobilizzazioni 194.377 137.576 56.801
finanziarie
Capitale immobilizzato 239.685 186.015 53.670

Rimanenze di magazzino
Crediti verso Clienti 3.263.659 2.611.025 652.634
Altri crediti 317.547 275.511 42.036
Ratei e risconti attivi 48.761 48.651 110
Attività d’esercizio a breve termine 3.629.967 2.935.187 694.780

Debiti verso fornitori 2.546.139 1.813.197 732.942


Acconti
Debiti tributari e previdenziali 83.364 70.086 13.278
Altri debiti 565.989 413.493 152.496
Ratei e risconti passivi 6.186 42.277 (36.091)
Passività d’esercizio a breve termine 3.201.678 2.339.053 862.625

Capitale d’esercizio netto 428.289 596.134 (167.845)

Trattamento di fine rapporto di lavoro 72.417 68.638 3.779


subordinato
Debiti tributari e previdenziali (oltre 12 mesi)
Altre passività a medio e lungo termine
Passività a medio lungo termine 72.417 68.638 3.779

Capitale investito 595.557 713.511 (117.954)

Patrimonio netto (206.107) (200.542) (5.565)


Posizione finanziaria netta a medio lungo (89.427) (91.013) 1.586
termine
Posizione finanziaria netta a breve termine (300.024) (421.955) 121.931

Mezzi propri e indebitamento (595.558) (713.510) 117.952


finanziario netto

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 90
Dallo stato patrimoniale riclassificato emerge la solidità patrimoniale della società (ossia
la sua capacità mantenere l’equilibrio finanziario nel medio-lungo termine).

A migliore descrizione della situazione finanziaria si riportano nella tabella sottostante


alcuni indici di bilancio, confrontati con gli stessi indici relativi ai bilanci dell’ esercizio
precedente.

31/12/2009 31/12/2008

Liquidità primaria 1,04 1,07


Liquidità secondaria 1,04 1,07
Indebitamento 19,93 16,91
Tasso di copertura degli immobilizzi 1,70 2,20

L’indice di liquidità primaria è pari a 1,04. La situazione finanziaria della società è da


considerarsi buona.
L’indice di liquidità secondaria è pari a 1,04. Il valore assunto dal capitale circolante
netto è sicuramente soddisfacente in relazione all'ammontare dei debiti correnti.
L’indice di indebitamento è pari a 19,93. L'ammontare dei debiti ha assunto
dimensioni decisamente significative in funzione dei mezzi propri esistenti.
Malgrado il recesso di 2 associate, il capitale sociale ha avuto incremento grazie
all’avviata operazione di ricapitalizzazione ed inoltre il credito verso soci per quote
sottoscritte e non versate si è ulteriormente ridotto.
Da registrare l’incremento importante delle partecipazioni che sono passate da Euro
125.520 a Euro 182.321 per effetto della capitalizzazione della rete nazionale CGM e
per l’acquisizione di una partecipazione nella cooperativa finanziaria Mag2 per la
realizzazione di un progetto in partnership con Fondazione Cariplo.
La partecipazione di SIS alla rete nazionale comporta una decisa redistribuzione del
proprio capitale sulla stessa.

La situazione debitoria rimane critica in quanto l’accesso al sistema delle doti della
Regione Lombardia e l’avvio di alcuni progetti in partnership con soggetti istituzionali,
pur rappresentando delle buone opportunità a livello di sviluppo strategico e di
incremento del fatturato, rimandano ad un approvvigionamento continuo verso istituti
bancari.

Nell’analisi della situazione finanziaria del Consorzio occorre considerare che, a fronte
di ritardati incassi dai soci, spesso in difficoltà anche per l’andamento economico
negativo, SIS ha potuto beneficiare di finanziamenti “indiretti” per ritardi con cui ha
liquidato crediti ad altre cooperative socie.

Informazioni attinenti all’ambiente e al personale

Tenuto conto del ruolo sociale dell’impresa come evidenziato anche dal documento
sulla relazione sulla gestione del Consiglio Nazionale dei Dottori commercialisti e degli

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 91
esperti contabili, si ritiene opportuno fornire le seguenti informazioni attinenti
l’ambiente e al personale.

Personale
Nel corso dell’esercizio non si sono verificate morti sul lavoro del personale iscritto al
libro matricola.
Nel corso dell’esercizio non si sono verificati infortuni gravi sul lavoro che hanno
comportato lesioni gravi o gravissime al personale iscritto al libro matricola.
Nel corso dell’esercizio non si sono registrati addebiti in ordine a malattie professionali
su dipendenti o ex dipendenti e cause di mobbing, per cui la società è stata dichiarata
definitivamente responsabile.

Ambiente
Nel corso dell’esercizio non si sono verificati danni causati all’ambiente per cui la
società è stata dichiarata colpevole in via definitiva. Nel corso dell’esercizio alla nostra
società non sono state inflitte sanzioni o pene definitive per reati o danni ambientali.

Criteri seguiti per l’ammissione di nuovi soci

Qui di seguito si illustrano le ragioni delle determinazioni assunte con riguardo


all’ammissione dei nuovi soci:
nel corso del 2009 è stato ammesso il socio Comunità Brianza al fine di rendere più
vincolanti alcuni processi di accompagnamento e di partnership in corso con tale
consorzio appartenente alla rete CGM.

Adesioni ad associazioni di Rappresentanza

La cooperativa aderisce alle seguenti Associazioni:

Associazione Data adesione

Confcooperative 1996

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 92
Risorse umane

La composizione della forza lavoro è la seguente:

Organico 31/12/2009 31/12/2008 Variazioni


Lavoratori ordinari soci
Lavoratori ordinari non soci 11 12 -1
Collaboratori soci
Collaboratori non soci 16 17 -1

Così suddivisi nei settori aziendali:

Organico Consulenze e Paghe Contabilità Formazione


amministrazione
Uomini 5 1 1
Donne 6 2 2 10

Per promuovere la formazione di dipendenti e collaboratori, nel corso dell’esercizio


sono stati effettuati i seguenti investimenti:
oltre la formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza nei
luoghi di lavoro, sia il settore paghe che formazione hanno promosso la
partecipazione di propri addetti a corsi di formazione specifica.

Due dipendenti hanno partecipato a percorsi formativi rivolti a dirigenti


di cooperativa.

Al fine di meglio condividere le strategie di sviluppo della rete si è data


la possibilità di partecipare alla convention di CGM a 8 persone.

Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio

Il Consorzio ha ultimato l’accompagnamento alla liquidazione di una cooperativa socia


con relativa cessione di ramo di impresa ad altra socia con salvaguardia di competenze,
patrimoni e forza lavoro.
Accelerazione del processo di fusione per incorporazione con altra cooperativa socia.
Si è ricevuta informazione della delibera di erogazione da parte di Fondazione Cariplo
in meriti a progetto di coesione sociale sulla città di Milano.
Inoltre nei primi mesi dell’anno il Consorzio SIS si è ulteriormente attestato con la
gestione delle doti formative della Regione Lombardia.

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 93
Evoluzione prevedibile della gestione

Nel corso del 2010 il consiglio di amministrazione ha programmato di portare a


termine, con il coinvolgimento della base sociale, la redazione definitiva del piano di
impresa per i prossimi anni, la pianificazione strategica e la riorganizzazione strutturale
del consorzio stesso.

Vi ringraziamo per la fiducia accordataci e Vi invitiamo ad approvare il bilancio così


come presentato.

Per il Consiglio di Amministrazione

Il Presidente
Stefano Granata

SIS Sistema Imprese Sociali – consorzio di cooperative sociali soc. coop. soc.
Bilancio sociale di rete consortile 2009 94