Sei sulla pagina 1di 2

Fitness For Service (FFS) & Engineering Critical Assessment (ECA)

Le valutazioni di idoneità al servizio (FFS - Fitness for Service) e servizi di ingegneria


engineering service.

Valutazione di idoneità al servizio nei segmenti dell'Oil&Gas, su componenti a pressione e


tubazioni, nei settori delle infrastrutture e delle strutture di carpenteria. Le valutazioni, di carattere
multidisciplinare, coinvolgono sempre competenze di ingegneria dei materiali, di meccanica della
frattura, di analisi di calcolo termostrutturale, competenze in saldatura e nei controlli non
distruttivi, competenze nel comportamento in servizio dei componenti nonché, naturalmente,
competenze nel settore della progettazione.

La presenza di tutte le competenze necessarie dà l’opportunità di affrontare i diversi problemi


attraverso un approccio globale.
I codici e le norme di progettazione e fabbricazione per componenti e strutture forniscono regole
e prescrizioni per il progetto, la fabbricazione, il controllo ed il collaudo di nuovi componenti.
Questi codici tipicamente non forniscono procedure di valutazione per valutare e giudicare
l’accettabilità di danneggiamenti indotti dall’ambiente di esercizio o di anomalie di
fabbricazione che possono essere rilevate durante le successive ispezioni ispirandosi
sistematicamente ai più consolidati strumenti normativi a disposizione a livello internazionale.

I principali contesti nei quali le tecniche di FFS sono richieste sono le verifiche di stabilità dei
difetti, le verifiche di idoneità all'uso di componenti nei quali sono presenti anomalie strutturali o
morfologiche dovute al servizio o alla fabbricazione e casi nei quali non sono state seguite le
procedure di costruzione previste dai codici di riferimento.

 Valutazione di "Fitness For Service"


 Engineering Critical Assessment (VALUTAZIONE) (ECA) con l'utilizzo del software
Crackwise o altri (TWI)
Esempi normative( API 579-1/ASME FFS-1, BS 7910, ASME B&PV Code etc…)

Queste valutazioni sono utilizzate per assumere decisioni "esercire-riparare-sostituire" per


componenti in servizio ma anche per valutare l’idoneità al servizio di componenti di nuova
costruzione, per valutarne il rischio di rottura fragile o per fatica.
Nel caso di presenza di anomalie strutturali il corretto rilievo e caratterizzazione del difetto
risulta determinante nell'affidabilità della valutazione.
Servizio completo di ispezione per la rilevazione e caratterizzazione dei difetti, con le più moderne
tecniche diagnostiche di tipo non distruttivo.

Le analisi FEM e i test di laboratorio di meccanica della frattura spesso costituiscono il punto di
forza ed il valore aggiunto per l’affidabilità e l’efficacia della valutazione finale.
Laboratorio Prove, in cui si eseguono attività tecnico/scientifiche nel campo delle prove
meccaniche tradizionali e di quelle speciali e dal Laboratorio Processi di Saldatura dove si
conducono ricerche, sperimentazioni, studi e messe a punto di processi di saldatura tradizionali ed
avanzati tramite studi di Failure Analysis. Prove speciali di meccanica della frattura, di fatica o di
creep, prove di corrosione e prove nel settore della microelettronica e del microjoining,
metallografia e della corrosione,ingegneria strutturale, analisi di danneggiamento meccanico,
problematiche squisitamente metallurgiche, concezione di programmi di prova e loro attuazione
relativamente allo studio del comportamento di materiali base e giunti saldati nonché allo studio
della fenomenologia e delle cause di rotture e danneggiamenti (failure analysis).
Failure analysis
Con l’espressione Failure Analysis si intende un processo critico finalizzato alla determinazione
delle cause fisiche che hanno determinato le condizioni per cui un componente, un macchinario, un
processo non è in grado di garantire la funzione per la quale è stato progettato. L’obiettivo finale e
principale di un’attività di failure analysis è di eliminare, o almeno ridurre, il rischio di una
ripetizione dell’evento di danno, attraverso l’adozione di azioni correttive; tuttavia, tale attività può
essere svolta anche per migliorare la qualità dei prodotti o per svilupparne nuovi, come anche per
accertare le responsabilità di un contenzioso in ambito forense.

Essendo la Failure Analysis un’attività per sua natura multidisciplinare e considerando la


varietà dei settori potenzialmente interessati (Oil&Gas, trasporti, strutture civili, navale,
metalmeccanico, elettronica, beni culturali ecc.) può garantire la competenza dei propri esperti in
varie discipline (tecnici di laboratorio, esperti di corrosione, ingegneri di processo, ispettori di
impianto, ingegneri ed Ispettori di saldatura, addetti alle PND, esperti di meccanica della frattura e
di calcolo strutturale ecc…).

Lo sviluppo di una Failure Analysis deve avere come solida base di partenza una chiara
identificazione del modo e del meccanismo di danneggiamento; il primo è la descrizione delle
caratteristiche fisiche del danneggiamento osservato (come si è rotto?) mentre il secondo
rappresenta la serie di eventi che descrivono le modalità con cui il danneggiamento si è nucleato e
le conseguenze risultanti (qual è il fenomeno di rottura?). Inoltre – aspetto certamente non
marginale - un processo strutturato di failure analysis non deve subire condizionamenti e deve
essere condotto secondo i principi di organizzazione, pianificazione e definizione di obbiettivi