Sei sulla pagina 1di 7

SPAGNOLO

CLASSI PRIME
Libri di testo:
Susana Benavente Ferrera, Gloria Boscaini, Muy rico, 1, Loescher 2009
SAPERI / CONOSCENZE
Funzioni per
Salutare e congedarsi. Richiedere e dare dati
personali
Descrivere l'ambiente-aula. Presentare le attivit
della classe. Nominare e indicare oggetti funzionali
per la comunicazione in classe. Parlare della propria
famiglia e descrivere le relazioni tra persone
Chiedere e dire let e il giorno del compleanno
Parlare delle attivit quotidiane
Descrivere lo spazio di vita
Vocabolario
Nazioni e nazionalit
Numeri fino al 100
Parentela
Animali
Colori
Materie di scuola
Hobbies
mobili
Riflessioni sulla lingua
Lalfabeto e il deletreo
Presente indicativo dei verbi delle tre coniugazioni
regolari e irregolari
Articoli determinativi e indeterminativi.
Preposizioni articolate.
Le preposizioni POR/PARA - DE ..A - DESDE.
HASTA
e di luogo
Il plurale dei nomi.
Aggettivi: genere e numero.
I possessivi, la negazione.
Pronomi interrogativi
Lora
Gli accenti grammaticali, sdrucciole
Civilt
abitare nei mondi di lingua spagnola
Espana- Valencia la Navidad - fiestas

COMPETENZE/ ABILIT
Comprensione orale
Mettere in relazione grafemi e fonemi,
associando semplici parole e frasi al
rispettivo suono
Identificare la principale funzione
comunicativa in un messaggio utilizzando
ritmi, accenti, curve prosodiche
Comprendere brevi messaggi formulati in
modo chiaro, in contesti di vita quotidiana
Comprendere semplici istruzioni attinenti
alla vita e al lavoro di classe
Comprensione scritta
Principali strategie di lettura di semplici
dialoghi, e-mail, cartoline, ed elementari testi
informativi, regolativi, descrittivi, legati alla
vita quotidiana
Leggere e comprendere brevi testi duso e
semplici descrizioni
Produzione orale
Presentarsi, presentare, congedarsi, ringraziare
Descrivere i luoghi della vita quotidiana: la
casa, laula
Esprimere possesso e bisogni
Brevi espressioni finalizzate ad un essenziale
scambio di informazioni nella vita sociale
quotidiana
Produzione scritta
Produrre brevi messaggi , cartoline, e-mail,
utilizzando il lessico conosciuto con
unortografia corretta
Cultura e civilt
Aspetti della cultura e della civilt
impliciti nella lingua
Confrontare modelli di civilt e culture
diverse attraverso losservazione e la
riflessione sugli usi e le abitudini della
vita quotidiana.

OBIETTIVI MINIMI PER LA CLASSE PRIMA


1) Comprendere e produrre semplici frasi finalizzate agli scambi della vita sociale quotidiana.
2) Leggere e comprendere i contenuti essenziali di elementari testi informativi
3) Produrre brevi e semplici testi scritti con uso di lessico e strutture gi note, anche con errori che non
impediscano la comunicazione
4) Conoscere aspetti peculiari della cultura e civilt straniera impliciti nella lingua.

CLASSI SECONDE
Libri di testo:
Susana Benavente Ferrera, Gloria Boscaini, Muy rico, 1 e 2, Loescher 2009
SAPERI / CONOSCENZE
Funzioni per
Parlare della routine,
dellorganizzazione scolastica
Esprimere gusti e abilit
Ordinare al bar, interagire con un
cameriere
Proporre attivit
Descrivere persone e abbigliamento
raccontare brevi avvenimenti del
presente
chiedere e dare semplici indicazioni
stradali

COMPETENZE/ ABILIT
Comprensione orale
Mettere in relazione grafemi e fonemi, associando
semplici parole e frasi al rispettivo suono
Identificare la principale funzione comunicativa in un
messaggio utilizzando ritmi, accenti, curve prosodiche
Comprendere brevi messaggi formulati in modo
chiaro, in contesti di vita quotidiana
Comprendere semplici istruzioni attinenti alla vita e al
lavoro di classe
Seguire itinerari, istruzioni, chiedere e ottenere servizi
Ascoltare, comprendere istruzioni, dialoghi.
Individuare le differenti situazioni
Individuare le azioni e i protagonisti

Vocabolario
La scuola
Il cibo
Il vestiario
Il corpo, aspetto fisico
Tempo libero
Alcune professioni
Numeri cardinali fino al 100
Mezzi di trasporto
Luoghi della citt
Riflessioni sulla lingua
Pronomi interrogativi
Verbi ausiliari
Principali tempi verbali :
presente,
presente continuo estar+
gerundio,
passato perfecto
imperfetto degli ausiliari
ir+a,
uso di ser/estar
hay/estar

Comprensione scritta
Principali strategie di lettura di semplici dialoghi, e-mail,
cartoline, ed elementari testi informativi, regolativi,
descrittivi, legati alla vita quotidiana
Leggere e comprendere brevi testi duso e semplici
descrizioni
Principali strategie di lettura di semplici testi informativi,
regolativi, descrittivi
Produzione orale
Presentarsi presentare
congedarsi, ringraziare
Descrivere luoghi, oggetti, persone
Narrare semplici avvenimenti del presente o del passato
recente
Chiedere e parlare di abitudini, della vita quotidiana,
abitudini alimentari
Esprimere possesso e bisogni
Produzione scritta
Produrre testi guidati con uso di lessico semplice ma
appropriato, anche con errori formali, che non
compromettano la comprensibilit del messaggio.

Pronomi personali, diretti e indiretti,


possessivi, dimostrativi
Alcune preposizioni di tempo e di luogo uso di A/EN A/ POR/PARA
Civilt

Raccontare esperienze del passato recente, in brevi


lettere o mail
Cultura e civilt
Individuare e confrontare abitudini e stili di vita nelle
diverse culture
Riflettere sullesistenza di punti di vista diversi dal
proprio, attraverso il confronto culturale.
Relazionare sulle caratteristiche di alcuni aspetti delle
civilt di lingua spagnola, confrontandole con la
propria.

tradizioni dai mondi di lingua spagnola


La Spagna geografia- divisione
amministrativa- lingue
La cocina espaola
trajes y bailes
Saper individuare aspetti fonologici, morfologici,
Il sistema scolastico in Spagna e in Italia
semantici della comunicazione orale e scritta
OBIETTIVI MINIMI PER LA CLASSE SECONDA

1) Comprendere e produrre messaggi orali cogliendone alcuni aspetti specifici.


2) Leggere e comprendere testi e descrizioni cogliendone alcuni aspetti specifici
3) Produrre semplici testi scritti su traccia con uso di lessico e strutture gi note
4) Conoscere abitudini e aspetti di paesi di cui si studia la lingua e saperli confrontare con la propria
cultura.

CLASSI TERZE
Libri di testo:
Susana Benavente Ferrera, Gloria Boscaini, Muy rico, 2 e 3, Loescher 2009
SAPERI / CONOSCENZE
Funzioni per
descrivere paesaggi e regioni, parlare del
meteo
fare previsioni nel futuro, parlare di
progetti e decisioni riguardanti il futuro
Descrivere oggetti e loro funzione o
destinazione
raccontare una storia.
Intervistare un adulto su avvenimenti
passati
Parlare delle emozioni
Parlare di eventi recenti, o descrivere
consuetudini di un tempo passato
Parlare di un evento del passato e del suo
contesto
Parlare di eventi storici e civilt antiche
Vocabolario
Paesaggi e zone climatiche
Numeri cardinali sopra il 100 - Le date
aggettivi di forma grandezza, materia,
colore
aggettivi e sostantivi per descrivere
caratteri e stati danimo

COMPETENZE/ ABILIT
Comprensione orale
Comprendere brevi messaggi in contesti di vita
sociale
Identificare la principale funzione comunicativa in un
messaggio utilizzando ritmi, accenti, curve prosodiche
Individuare il messaggio chiave in un breve e
semplice atto comunicativo
Seguire itinerari, istruzioni, chiedere e ottenere servizi
Ascoltare, comprendere istruzioni, dialoghi.
Individuare le differenti situazioni
Individuare le azioni e i protagonisti
Comprendere il significato di elementi lessicali nuovi
dal contesto
Comprensione scritta
Principali strategie di lettura del testo
Individuare informazioni utili in un semplice breve
testo quali istruzioni duso, tabelle orarie, elenchi
telefonici, menu, ricette, itinerari
Comprendere dialoghi o testi descrittivi
Semplici testi informativi, descrittivi, narrativi,
epistolari, poetici
Leggere e comprendere testi su argomenti relativi al
proprio ambito di studi e ai propri interessi, operando
anche delle necessarie inferenze

Riflessioni sulla lingua


Pronomi interrogativi, differenza di uso
QU/CUL
contrasto pronomi/articoli,
preposizioni di posizione. A/EN
POR/PARA
I principali connettori e avverbi di tempo
Comparativi /superlativi
Morfologia del verbo:
gruppi di irregolarit del presente
il Perfecto
imperfecto
futuro simple
perifrasi del futuro
pretrito indefinido
pluscuamperfecto
uso dei passati.
Civilt
tradizioni dai mondi di lingua spagnola
citt
Edad Antigua y Edad Media en Espana
La Amrica hispana civilizaciones
precolombinas
Cristbal Coln
Le Biografie di F.G.Lorca e P. Picasso.
La guerra civile spagnola.
La Cosituzione spagnola del 1978

Produzione orale
Modalit di interazione in brevi scambi dialogici
Brevi messaggi orali relativi a contesti significativi
della vita sociale, dei mass media, dei servizi
Chiedere e rispondere a quesiti riguardanti la sfera
personale
Esprimere possesso e bisogni
Descrivere luoghi , oggetti, persone in forma
semplice, usando lessico e forme note.
Parlare e chiedere di avvenimenti presenti passati e
futuri facendo uso di un lessico semplice.
Riferire su fatti storici oggetto di studio
Narrare biografie
Produzione scritta
Produrre testi guidati e/o liberi su argomenti personali,
della vita quotidiana o di argomenti oggetto di studio,
con uso di lessico e strutture appropriati anche se con
errori formali, che non compromettano la
comprensibilit del messaggio
Cultura e civilt
Individuare e confrontare abitudini e stili di vita nelle
diverse culture
Riflettere sullesistenza di punti di vista diversi dal
proprio, attraverso il confronto culturale.
Relazionare sulle caratteristiche di alcuni aspetti delle
civilt di lingua spagnola, confrontandole con la
propria.

Saper individuare aspetti fonologici, morfologici,


semantici della comunicazione orale
e scritta
OBIETTIVI MINIMI PER LA CLASSE TERZA
1) comprendere e produrre messaggi orali cogliendone alcuni aspetti specifici.
2) leggere e comprendere testi e descrizioni cogliendone gli aspetti fondamentali
3) produrre semplici testi scritti con uso di lessico e strutture gi note
4) conoscere abitudini e aspetti di paesi di cui si studia la lingua e individuare le differenze
alla propria.

rispetto

Contratto
Formativo

Metodologia

METODOLOGIE
CENTRALIT dell' alunno nel processo di insegnamento/apprendimento
TRASPARENZA E COMUNICAZIONE nella scelta delle attivit e nella
definizione degli obiettivi da conseguire e dellitinerario da seguire;
ESPLICITAZIONE delle modalit di valutazione;
RICONOSCIMENTO e gratificazione dellimpegno e dei progressi e analisi
condivisa insegnante-alunno delle difficolt incontrate.
DIALOGO costante
RISPETTO delle esigenze concrete ed emotive dellalunno
- Ruolo basilare della competenza comunicativa e dellinsegnamento per compiti
- Attenzione allo sviluppo delle abilit audio-orali
- Sviluppo delle riflessioni grammaticali per fissare gli elementi linguistici
- attivit metacognitive sulluso della propria lingua e della lingua di studio
I metodi per conseguire gli obiettivi prefissati sono quelli concordati in sede di Gruppo
Educativo di classe:
coinvolgimento attivo dei ragazzi con dialoghi su problemi del gruppo e dei
singoli;
attribuzione di incarichi specifici a rotazione;
responsabilizzazione degli alunni pi capaci per aiutare i compagni
maggiormente in difficolt;
introduzione dei vari argomenti partendo da aspetti concreti, legati
allesperienza personale e alla realt locale;
richiesta della presentazione puntuale dei compiti e dei lavori assegnati, anche
errati, per evitare l'atteggiamento della rinuncia immediata di fronte alle
difficolt;
valorizzazione dei tentativi di ognuno secondo le proprie capacit.
Per ci che concerne lacquisizione di contenuti nella L2, si seguir la sequenza
- comprensione/ assimilazione/produzione poich ogni unit didattica caratterizzata dalla scansione delle suddette tre fasi operative.
Nella fase introduttiva la nuova funzione comunicativa presentata inserita in una reale
situazione di comunicazione;
nella fase di rinforzo, saranno svolti esercizi di ripetizione ed attivit guidati;
nella fase valutativa, attuata nel corso della unit didattica e alla fine della stessa, si
promuover luso autonomo della lingua, e si valuter circa la necessit di recuperare e/o
potenziare le abilit linguistiche di ognuno.
Gli alunni, infine, saranno guidati nellacquisizione delle competenze di autovalutazione,
attraverso attivit appositamente predisposte e discussione con linsegnante, nel momento
della correzione degli elaborati e prove.
lezione frontale
lavoro individuale
lavoro in coppie daiuto
lavori di gruppo eterogenei al loro interno
lavori di gruppo per fasce di livello
altro

STRUMENTI

libri di testo con cd Rom


Fotocopie
Cd player
giochi didattici
computer
film e video
Dizionario
Dizionari on-line
Lavagna interattiva multimediale
Sito di spagnolo
e-mail

Riconoscendo che i sussidi didattici costituiscono una delle


componenti fondamentali per linsegnamento di una lingua
straniera, se ne far uso costante al fine di incrementare la
motivazione allapprendimento.
Le nuove tecnologie, dando accesso ad informazioni ed
articoli autentici serviranno ad accrescere la curiosit e la
conoscenza verso un popolo diverso dal proprio: potranno
essere effettuati viaggi virtuali nei musei, nei monumenti e
nei luoghi darte di lingua spagnola, approfonditi temi,
scoperti collegamenti.
Gli studenti potranno imparare ad avere accesso
allinformazione. Si useranno canzoni moderne alcune
scelte dalla classe- per sottolineare ritmo, vocaboli,
costruzioni morfo-sintattiche della lingua 2.

VERIFICA E VALUTAZIONE
Modalit di verifica
Le verifiche delle attivit saranno sia formative che sommative, esse saranno graduate secondo le competenze
degli studenti volte al controllo delle acquisizioni di conoscenze, abilit e competenze degli allievi, nonch al
fine di effettuare correzioni sullandamento del programma e delle procedure del lavoro daula.
Saranno effettuate
prove scritte
quesiti
completamento
vero/falso
Brevi produzioni su
scelta multipla
traccia
dialoghi
lavori di gruppo
Ricerche
prove orali

Valutazione

interrogazione
intervento
dialogo
esposizione di testi letti e
brevi narrazioni

discussione
ascolto

Nella valutazione finale si terranno presenti i seguenti criteri:


i risultati dellapprendimento in rapporto al percorso dellalunno,
considerando il livello di partenza e gli eventuali miglioramenti;
il livello di partecipazione in classe e la capacit di collaborazione
dimostrata;
la qualit del lavoro personale,
gestione del materiale di studio (quaderno degli appunti)
limpegno e linteresse manifestati.
LE INSEGNANTI DI LINGUA STRANIERA hanno concordato il sistema
valutativo da applicare alla disciplina in oggetto. I giudizi sono tradotti nella
valutazione numerica che segue:
Ottimo: 9-10
Distinto: 8
Buono:7

Sufficiente: 6
Non sufficiente: 5
Gravemente insufficiente: 4 .
fascia

competenze di ricezione della


lingua orale e scritta: ricezione

le competenze di
produzione nella lingua
scritta e orale

9-10

L'alunno comprende tutte le


informazioni e distingue con
sicurezza tra informazioni
essenziali e secondarie

L'alunno produce in modo


sicuro messaggi
comprensibili, corretti, con
lessico appropriato
L'alunno produce messaggi
comprensibili ed efficaci,
quasi sempre corretti, con
lessico appropriato

L'alunno comprende in modo


autonomo e sicuro tutte le
informazioni essenziali

L'alunno individua la maggior


parte delle informazioni
essenziali del messaggio, a
volte guidato

6
L'alunno individua le
informazioni essenziali del
messaggio, se guidato

L'alunno comprende solo in


modo parziale e non distingue le
informazioni essenziali.

L'alunno non comprende i


messaggi

L'alunno produce messaggi


comprensibili, ma con
qualche incertezza
L'alunno produce messaggi
comprensibili, anche se non
sempre corretti

utilizzo di funzioni e
strutture linguistiche
L'alunno conosce e
utilizza funzioni e strutture
linguistiche con notevole
precisione e sicurezza
L'alunno utilizza funzioni
e strutture linguistiche con
buona sicurezza e
precisione
L'alunno utilizza
funzioni e strutture
linguistiche in maniera
sostanzialmente corretta

L'alunno utilizza
funzioni e strutture
linguistiche con
sufficiente sicurezza, pur
commettendo errori .
L'alunno produce messaggi
L'alunno conosce solo
non sempre corretti riguardo parzialmente e utilizza
alle strutture grammaticali, al funzioni e strutture
lessico, alla forma che risulta linguistiche in modo
non poco efficace e
poco corretto
comprensibile
l'alunno produce messaggi
I'alunno non
scorretti, con lessico carente
consapevole e non
e non appropriato, con scarsa conosce funzioni e
fluenza
strutture linguistiche

Potrebbero piacerti anche