Sei sulla pagina 1di 19

1 L’addizione

DEFINIZIONE. L’addizione è l’operazione che fa corrispondere a due numeri un terzo numero,


ottenuto contando di seguito al primo tante unità quante ne indica il secondo.

ESEMPIO
addendi somma

3 4 7

Rappresentazione 4

0 1 2 3 4 5 6
77 8

3 RISULTATO

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 92 1  


1 L’addizione

PROPRIETÀ. In un’addizione, se uno dei due addendi è zero, la somma è uguale all’altro addendo.
Per questo lo zero è detto elemento neutro dell’addizione.

ESEMPIO

21 0 21
e

0 45 45

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 92 2  


2 Proprietà dell’addizione Proprietà commutativa

PROPRIETÀ. La somma di due o più addendi non cambia se si cambia in un qualsiasi modo il loro
ordine.

ESEMPIO

3 4 7 e 4 3 7

Rappresentazione
4 3

0 1 2 3 4 5 6
77 8
RISULTATO
3 4

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 93 3  


2 Proprietà dell’addizione Proprietà associativa

PROPRIETÀ. La somma di più addendi non cambia se a due (o più di essi) sostituiamo la loro
somma.

ESEMPIO

9 2 3 14

9 2 3 14
11 3 14

9 5 14

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 94 4  


2 Proprietà dell’addizione Proprietà dissociativa

PROPRIETÀ. La somma di più addendi non cambia se a uno di essi sostituiamo altri due (o più)
addendi la cui somma dà quell’addendo.

ESEMPIO

30 38 12 80

30 ( 30 8) 12 80

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 94 5  


3 La sottrazione

PROPRIETÀ. La sottrazione è l’operazione che fa corrispondere a due numeri un terzo numero,


che addizionato al secondo dà come risultato il primo.

ESEMPIO minuendo differenza

7 3 4 perché 4 3 7
sottraendo

Rappresentazione
RISULTATO 3

0 1 2 3 4 5 6 7 8

7
Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 95 6  
4 Proprietà della sottrazione Proprietà invariantiva

PROPRIETÀ. La differenza di due numeri non cambia se a ciascuno di essi si addiziona o si sottrae,
se ciò è possibile, uno stesso numero.

ESEMPI

36 12 24
Aggiungiamo 4
( 36 4) ( 12 4) 40 16 24

Togliamo 2
( 36 2) ( 12 2) 34 10 24

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 96 7  


5 La moltiplicazione

DEFINIZIONE. La moltiplicazione è l’operazione che fa corrispondere a due numeri un terzo


numero, ottenuto eseguendo l’addizione di tanti addendi uguali al primo, quanti ne indica il secondo.

ESEMPIO
1° fattore 2° fattore prodotto 4 volte 6

6 4 24 perché 6 6 6 6 24

Rappresentazione

24

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 99 8  


5 La moltiplicazione

PROPRIETÀ. In una moltiplicazione se uno dei due fattori è il numero 1 il prodotto è uguale all’altro
fattore. Il numero 1 è detto l’elemento neutro della moltiplicazione.

ESEMPIO

5 1 5

PROPRIETÀ. Il prodotto di due fattori è uguale a zero se e solo se almeno uno dei fattori è uguale a
zero. Il numero 0 è detto elemento assorbente.

ESEMPIO

0 5 0 perché 0 0 0 0 0 0

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 100 9  


6 Proprietà della moltiplicazione Proprietà commutativa

PROPRIETÀ. Il prodotto di due o più fattori non cambia cambiando in qualsiasi modo il loro ordine.

ESEMPIO

5 3 15 e 3 5 15

quindi

5 3 3 5

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 101 10  


6 Proprietà della moltiplicazione Proprietà associativa

PROPRIETÀ. Il prodotto di più fattori non cambia se a due (o più) di essi sostituiamo il loro prodotto.

ESEMPIO n° 1
5 2 3 30

10 3 30

ESEMPIO n° 2
5 2 3 30

5 6 30

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 101 11  


6 Proprietà della moltiplicazione Proprietà dissociativa

PROPRIETÀ. Il prodotto di più fattori non cambia se ad uno di essi ne sostituiamo due (o più) tali
però che, moltiplicati, diano quel fattore.

ESEMPIO n° 1
15 4 60

(5 3) 4 60
ESEMPIO n° 2
15 4 60

15 (2 2) 60

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 103 12  


6 Proprietà della moltiplicazione Proprietà distributiva

PROPRIETÀ. Per moltiplicare un’addizione (o una sottrazione) per un numero, si può moltiplicare
ciascun termine dell’addizione (o della sottrazione) per quel numero e poi addizionare o sottrarre i
prodotti ottenuti.

ESEMPIO

(5 2) 3 7 3 21
oppure

(5 2) 3

5 3 2 3 15 6 21

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 103 13  


7 La divisione
DEFINIZIONE. La divisione è l’operazione che fa corrispondere a due numeri, di cui il secondo
diverso da zero, un terzo numero, se esiste, che moltiplicato per il secondo dà come risultato il
primo.

ESEMPIO
dividendo divisore quoziente

12 3 4 perché 4 3 12
La divisione è l’operazione inversa alla moltiplicazione.

ESEMPIO
3
dividendo divisore quoziente

12 4
quoziente divisore dividendo
3

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 104 14  


7 La divisione

DEFINIZIONE. Il quoziente di una divisione si dice esatto se il resto è uguale a zero. In caso
contrario si dice che il quoziente è approssimato.

ESEMPIO n° 1

15 5 3 quoziente esatto

ESEMPIO n° 2
quoziente
15 6 2 approssimato con resto 3
2 6 3 15 prova

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 105 15  


7 La divisione con 0 e 1

1° Caso
PROPRIETÀ. Se il dividendo è zero e il divisore è diverso da zero, il quoziente è uguale a zero.

ESEMPIO

0 17 0 perché 0 17 0

2° Caso
PROPRIETÀ. Se il divisore è zero e il dividendo è diverso da zero, il quoziente non esiste.

ESEMPIO

18 0 Impossibile

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 106 16  


7 La divisione con 0 e 1

3° Caso
PROPRIETÀ. Se il dividendo e il divisore sono uguali a zero, il quoziente è indeterminato.

ESEMPIO

0 0 Indeterminato

4° Caso
PROPRIETÀ. Se il divisore è uno, il quoziente è uguale al dividendo.

ESEMPIO

19 1 19 perché 1 19 19

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 106 17  


8 Proprietà della divisione Proprietà invariantiva

PROPRIETÀ. Il quoziente di due numeri rimane invariato se si moltiplicano o si dividono il dividendo


e il divisore di una divisione per uno stesso numero diverso da zero.

ESEMPIO

36 9 4
Moltiplichiamo per 5
( 36 5) (9 5) 180 45 4

Dividiamo per 3
( 36 3) (9 3) 12 3 4

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 108 18  


8 Proprietà della divisione Proprietà distributiva

PROPRIETÀ. Per dividere un’addizione (o una sottrazione) per un numero, si può dividere, se ciò è
possibile, ciascun termine dell’addizione (o sottrazione) per quel numero e poi addizionare (o
sottrarre) i quozienti ottenuti.

ESEMPIO

( 50 25 ) 5 75 5 15
oppure

( 50 25 ) 5

50 5 25 5 10 5 15

Area 1 - Capitolo 3 - PAG. 108 19