Sei sulla pagina 1di 2

Il congresso di Vienna

Con l’abdicazione di Napoleone occorreva ristabilire l’ordine. Così tutti i rappresentanti di


quasi tutti gli stati europei si riunirono nel congresso di Vienna, le tratt ati ve iniziarono nel
novembre del 1814. Le problemati che da aff rontare erano:

 Riportare una pace stabile

 Restaurare i regimi di alcuni sovrani

 Ridefi nire i territori

 Prevenire i rischi di una nuova rivoluzione

L’obbietti vo principale era evitare che uno stato prevalesse su un altro, questo principio
appoggiato da Mett ernich e il suo più grande sostenitore Talleyrand. Un altro criterio era
quello di restaurare la monarchia assoluta. Il periodo del 1814 fu chiamato dagli storici
Restaurazione che fu solo parziale. Alcune delle innovazioni introdott e da Napoleone, come
il codice civile e il divorzio, furono mantenute.

Luigi XVIII , salì al trono come il successore di Napoleonico, che concesse ai citt adini il
diritt o di votare un parlamento att raverso una carta costi tuzionale che garanti sce anche
l’uguaglianza per tutti i citt adini. Re Luigi stabilì un ordine monarchico costi tuzionale dove
la costi tuzione stabilisce i poteri del sovrano. Venne stabilito cha la Francia pagasse
l’indennità di guerra. (risarcimento dei danni dubiti durante una guerra).

Nuove espansioni territoriali:


 a capo L’Austria, acquisì nuovi territori in Italia

 La Gran Bretagna stabilì il controllo tramite dei punti strategici come Malta, Tabago,
Mauritus ecc…

 La Russia assunse il controllo di Finlandia e Bassarabbia (tra Ucraina e Moldovia)

 Anche la Prussia espanse i propri territori, nel 1815 fu creata la confederazine


germanica, con un’assemblea comandata dall’imperatore austriaco.

La restaurazione in Italia
In Italia con il congresso ci furono dei cambiamenti :

 Vennero abolite le anti che repubbliche di Genova e Venezia.

 La repubblica di Genova fu annessa al Regno si Sardegna con a capo i Savoia.

 La repubblica di Venezia venne affi data all’Austria e unito alla Lombardia


all’interno del REGNO LOMBARDI-VENETO.
 Il Granducato di Toscana, lo stato della chiesa , il regno delle due Sicilie e altri
piccoli stati furono affi dati ai borbone .
Il sistema delle alleanze
Una volta ristabilito l’ordine le possibili minacce per l’Europa erano due:

-alcuni stati potevano mett ere in discussione l’ordine stabilito a Vienna.

-All’interno dei singoli paesi potevano scoppiare le insurrezioni rivoluzionarie.

X intervenire in caso di turbamento dell’ordine nel 1815 si formarono:


-La Santa alleanza tra Russia, Austria e Prussia poi successivamente anche la Francia su
iniziati va dello zar Alessandro I.
-La Quadruplice alleanza, formata Gran Bretagna, Austria, Prussia e Russia

Gli oppositori della restaurazione


In Europa era impossibile restaura l’assoluti smo, però Austria, Russia e Regno di Sardegna
cercarono di imporla, però tra i loro oppositori trovavamo:
-i FUNZIONARI e gli UFFICIALI che x via dei precedenti rapporti con Napoleone non erano
ben visti dai sovrani.
-la BORGHESIA interessati al proprio progresso economico.
-gli OPERAI che erano divenuti consapevoli dei propri diritti .
-gli INTELLETTULI il cui pensiero andava ad idee romanti che come il PATTRIOTTISMO e
NAZIONALISMO