Sei sulla pagina 1di 4

Al Dirigente dell’I.

C Leonardo Sciascia
Scoglitti, frazione di Vittoria, (RG)

Oggetto: Istanza di partecipazione e autocertificazione per accesso al fondo per la


valorizzazione dei docenti di cui all’art. 1, commi 126, 127, 128, 129 della L. 107/2015

Il sottoscritto/a……………………………………………………………………………… nato/a a
………………………………. il .………………………… docente di scuola ………………………………………. con
incarico a tempo indeterminato in servizio, per l’ anno scolastico_____________, nell’Istituto
Comprensivo Leonardo Sciascia , presa visione del documento recante i criteri per la
valorizzazione dei docenti e l’accesso al fondo di cui all’art. 1, commi 126, 127, 128 e 129
della L. 107/2015, consapevole che la sottoscrizione della presente istanza eè condizione
necessaria per acquisire lo status di docente partecipante alla procedura valutativa necessaria
ed accedere al fondo sopra richiamato, con la presente

RICHIEDE

l’attribuzione dello status di docente partecipante per la valorizzazione del merito dei docenti
e l’accesso al fondo di cui ai commi sopra richiamati limitatamente all’anno scolastico giaè
menzionato.

A tal uopo il/la sottoscritto/a, attenendosi ai criteri definiti dal COMITATO di VALUTAZIONE
d’Istituto specifica, all’interno del modello appositamente predisposto dallo stesso, i criteri cui
lo stesso ha soddisfatto nell’ambito della propria azione educativo- didattica e professionale.

CRITERI GENERALI E SPECIFICI DEFINITI DAL COMITATO DI VALUTAZIONE D’ISTITUTO:

 Possono accedere al bonus per la valorizzazione del merito soltanto i docenti di ruolo
nell’istituzione scolastica (ai sensi del comma 128).
 Preclude in ogni caso l’accesso al bonus essere stati destinatari di richiami scritti,
diffide e/o sanzioni disciplinari nell’anno scolastico di riferimento e la percentuale
rilevante delle assenze (%).
 Hanno accesso al bonus coloro che soddisfano almeno 6 (sei) criteri, di cui almeno uno
per ciascun ambito (comma 129, lettere a, b,c).
 Variabilitaè della quota da assegnare direttamente proporzionale al numero di criteri
totale che si soddisfano.
 Percentuale variabile di docenti da incentivare in relazione al numero dei docenti che
soddisfano i criteri.

Indicare una X nel campo “autovalutazione docente” in relazione ai criteri e descrittori. Nello stesso campo,
inserire informazioni utili al reperimento della documentazione da parte del Dirigente.

1
Evidenze, riscontri
MACROCRITE Autovalutazione Valutazione
Criterio documentati e/o
RI docente D.S.
autocertificati
1. Continuitaè nella prestazione, durante
il periodo di attivitaè didattica della
scuola, con numero di presenze non
inferiore al 90% delle giornate di attivitaè
didattica

2. Costante ed efficace uso degli


strumenti e metodi personalizzati per
gli alunni BES, anche attraverso l’uso di
Comma
strumenti didattici innovativi
129,lettera a)
Qualitaè
dell’insegname 3. Adozione di strategie didattiche
nto e efficaci e trasparenti per il recupero e
contributo al potenziamento degli alunni attraverso
miglioramento l’utilizzo di strumenti didattici
dell’istituzione innovativi.
scolastica,
4. Capacitaè di gestione della classe dal
noncheé al
punto di vista disciplinare: instaurare
successo
relazioni positive con gli alunni,
formativo e
proporre soluzioni con rilevanti ricadute
scolastico degli
educative, partecipare alla progettazione
studenti
e realizzazione di interventi educativi.

5. Uso delle TIC in modo efficace sia


nell’insegnamento della materia sia
come supporto del ruolo professionale.

6. Costruzione / utilizzazioni di
ambienti di apprendimento innovativi
ed efficaci contro la dispersine
scolastica, per l’inclusione, per la
costruzione di curricoli personalizzati e
in generale efficace utilizzo degli
strumenti didattici innovativi.
Comma 129, 1.Collaborazione nei gruppi disciplinari
lett. b) o nei dipartimenti per
Risultati l’implementazione di percorsi comuni
ottenuti dal tra classi parallele e verifiche /
docente o dal valutazioni condivise con gli altri
gruppo dei insegnanti ai fini della riduzione della
docenti in varianza tra le classi, anche attraverso
relazione al l’uso di strumenti adeguati alle
potenziamento rilevazione degli apprendimenti (es.
delle griglie di valutazione).

2
2.Flessibilitaè nella organizzazione delle
attivitaè , anche mediante: attivitaè
laboratoriali, trasversali, una diversa
organizzazione dell’ambiente di
apprendimento (lavoro a classi aperte,
cooperative learning, attivitaè peer to
peer, flipped classroom), utilizzo di blog
competenze di classe e piattaforme virtuali.
degli alunni e
dell’innovazion
3.Uso di strumenti valutativi adeguati a
e didattica e
rilevare lo sviluppo di competenze
metodologica,
(rubriche valutative, compiti autentici o
noncheé della
di realtaè , autobiografie cognitive, diari di
collaborazione
bordo, ecc.) condivise a livello di gruppo
alla ricerca
disciplinare o dipartimento
didattica, alla
documentazio 4. Impegno in progetti di ricerca
ne e alla metodologica e didattica e nella
diffusione di diffusione di buone pratiche.
buone pratiche 5. Impegno, negli ultimi 3 anni, in
didattiche attivitaè di aggiornamento e formazione
del docente su tematiche inerenti le
discipline di insegnamento, la
personalizzazione, le nuove tecnologie,
la progettazione per competenze
6. Impegno alla partecipazione attiva in
qualitaè di docente accompagnatore alle
attivitaè di ampliamento nell’offerta
formativa in visite d’istruzione e
progetti esterni con visita didattica
Comma 129, 1.Partecipazione attiva, negli ultimi 3
lettera c) anni in rete, ad azioni di sistema inserite
Responsabilitaè nel PTOF (progetti in rete, progetti
assunte nel nazionali a cui la scuola aderisce,
coordinamento progetti europei e interculturali, ,
organizzativo e progetti di continuitaè ed orientamento,
didattico nella valutazione di sistema, integrazione ed
formazione del inclusione).
personale 2.Svolgimento efficace di compiti e
responsabilitaè nel coordinamento e
nella progettazione del lavoro dei
consigli di classe, dei gruppi disciplinari
o dei dipartimenti, delle commissioni,
dei gruppi di lavoro o di progetto.
3.Svolgimento efficace di compiti e
responsabilitaè nel coordinamento di
attivitaè curricolari, di progetto ed
extracurricolari,
ovvero
-nel supporto organizzativo ai docenti e
al dirigente, ivi incluse le attivitaè in
periodi di chiusura delle lezioni, ovvero
-nella formazione del personale della
scuola e delle reti di scuole.

3
4.Positivo svolgimento dell’incarico di
docente tutor nella supervisione
dell’attivitaè del docente in anno di
formazione di prova, attraverso
proposte e interventi
efficaci(valorizzazione prevista dal DM
850/2015, art.12 c.5).

5.Disponibilitaè ad assumere ruoli di


figure professionali innovative previste
dalla legge 107/2015 Buona scuola.

Il sottoscritto