Sei sulla pagina 1di 4

ATE Test Jtag Boundary Scan BGA Inspection- Univ.

Programmer JTAG Emulator USB Analyzer


,

Trezzano sul Naviglio - 05 Settembre 2017

Ricerca guasti senza schemi.

Un tecnico può essere tenuto a riparare schede e sistemi con un minimo di informazioni.

A prima vista una scheda elettronica o sistema possono infondere panico, ma da una semplice
valutazione, possiamo stabilire che ci troviamo di fronte a dei componenti più o meno familiari
collegati fra loro.
In questa sezione si intende dare alcuni suggerimenti su come procedere per una ricerca guasti
senza l'ausilio dello schema.

Iniziamo dicendo che disporre di una libreria di componenti, può essere una risorsa importante
per un centro di riparazioni. Conoscere il funzionamento del componente può assistervi nel
prendere una decisione per la ricerca del guasto, La conoscenza funzionale dei pin I/O, può
aiutare a individuare un errore tramite un confronto pin-to-pin dello stesso componente.

E' bene tenere sempre presente che tutti i dispositivi elettronici in ordine d'importanza sono
composti dai seguenti pin: Alimentazione, controllo, input e output. Solitamente questi pin hanno
una struttura circuitale simile.

I mezzi giusti a disposizione possono fare la differenza tra successo e il fallimento.

1. Ci sono molti manuali o databook a disposizione e molti sono accessibili gratuitamente in rete
oppure si possono acquistare con un costo contenuto.
I produttori di componenti divulgano queste informazioni in rete per incoraggiare i tecnici a
utilizzare i loro componenti.
Questi databook, normalmente forniscono i pin out, schemi di applicazioni e altre informazioni
sull'architettura del componente.
Contattare un distributore locale, il produttore oppure cercarli in rete, sono le vie per ottenere
questi manuali.

2. I manuali di riferimento sono un ausilio importante per un centro di riparazioni..


Alcuni databppk più completi offrono delle tabelle di compatibilità e equivalenza che permettono
di trovare lo stesso numero di parte da più fornitori.
In aggiunta, attualmente esistono aziende specializzate nel fornire dispositivi anche custom,
Con dei giusti databook di riferimento (Cross Reference), diventa più facile individuare parti di
ricambio provenienti dai costruttori americani, asiatici ed europei.
Alcuni fornitori, per esempio IcMaster e JDR Microdevices, vendono databook..
Comunque, si suggerisce di utilizzare innanzitutto la ricerca in rete semplicemente digitando la
sigla del componente. In molti casi si ottengono buone informazioni.

3.Un manuale di identificazione, come IC Master, vi potrà fornire il nome del produttore, le
tensioni di alimentazione, il numero di pin, e vari livelli di equivalenza..
Questi manuali solitamente non forniscono informazioni sui componenti custom.
1

AL Electronic - Via Beniamino Gigli, 13 - 20090 Trezzano s/Naviglio - Milano


Telef/Fax 02 44.59.203
E-mail: info@alelectronic.it - http// www.alelectronic.it
Partita IVA 10194300157
“Azienda con Sistema Qualità Certificato secondo UNI EN ISO 9001/2008”
Codice NATO AB948
4. I manuali dei circuiti elettronici possono essere molto utili e sono disponibili da diversi editori.
Essi mostrano circuiti reali di funzionamento che possono essere utilizzati come riferimento.
In alcuni casi, il circuito sulla scheda è equivalente a quello riportato come esempio sul manuale.

5. Essere consapevoli di ciò che si dispone. Non è raro trovare un circuito simile ma impiegato
per differenti applicazioni. Oppure un circuito che si ripete più volte sulla stessa scheda.
Il kernel delle schede CPU hanno più o meno la stessa architettura.

Reverse Engineering della scheda.

Con una libreria a portata di mano, il primo passo è quello di prendere un foglio di carta e
tracciare un diagramma a blocchi della scheda.

Alcuni elementi da annotare:

Nota: prima di iniziare una ricerca guasti è consigliabile ispezionare in modo visivo la scheda. in
alcuni casi si identifica il problema senza utilizzare alcuna strumentazione di diagnostica.
Nel caso che la scheda sia assemblata con dispositivi SMD con un alto livello d'integrazione,
l'utilizzo di uno strumento ingranditore autofocus, vi può aiutare a risparmiare tempo e migliorare
la qualità.

a. Prendere nota delle divisioni logiche, quali alimentazioni, stadio amplificatore, memoria, I / O
circuiti, ecc. Se ci sono domande su cosa o dove si trovano queste sezioni e bene iniziare
cercando i circuiti integrati nei manuali. Si suggerisce di iniziare dai componenti con il numero più
elevati di pin, verificare la struttura dei pin I/O, pin di controllo, alimentazioni e costruire le
periferiche ad esso collegate. In molti casi questi circuiti dettano le funzioni principali della
scheda.

b. Cercare la simmetria, dei circuiti che potrebbero ripetersi più volte sulla stessa scheda e
confrontarli pin to pin.
Questo metodo sopperisce alla mancanza di una scheda campione da confrontare e inoltre
risulta essere un eccellente metodo di ricerca guasti, in quanto non introduce eventuali differenze
di parametri. Comparare due schede si potrebbero riscontrare valori di tolleranze diversi dei
componenti attivi e passivi..
Sulle schede digitali, guardare le sezioni di EPROM e RAM. Determinare la dimensione e
configurazione mediante i databook.
Identificare le linee indirizzi, linee di bus dati e controllo. Queste linee solitamente corrono in
parallelo sui componenti bus sulla scheda.

c. I circuiti analogici possono avere più piloti, amplificatori operazionali, e linee di I/O.
Come esempio: uno stereo avrà un alimentatore e due canali identici a destra e a sinistra. Se un
dei due canali è in errore, si suggerisce di confrontarlo direttamente con l'altro.
Questo metodo di comparazione è eccellente per risolvere il problema.

d. Il circuito di alimentazione è sempre la prima area da controllare quando si ricerca un guasto.


Nota: se l'alimentatore è fuori dalla scheda, mentre i dispositivi di protezione come i diodi,
regolatori, e fusibili sono sulla scheda, Prestare attenzione nel ricercare la presenza di regolatori,
diodi Zener, e condensatori.
2

AL Electronic - Via Beniamino Gigli, 13 - 20090 Trezzano s/Naviglio - Milano


Telef/Fax 02 44.59.203
E-mail: info@alelectronic.it - http// www.alelectronic.it
Partita IVA 10194300157
“Azienda con Sistema Qualità Certificato secondo UNI EN ISO 9001/2008”
Codice NATO AB948
La presenza di amplificatori operazionali, lineare e dispositivi di comunicazione, indicherebbero la
presenza di possibili tensioni negative.

e. Prendere nota dei connettori sulla scheda. Il connettore è il punto di connessione del
funzionamento della scheda e molti problemi si possono risolvere con un attenta diagnostica sui
pin del connettore. Un numero considerevole di guasti, sono concentrati sui pin dei connettori. Il
connettore insieme alle alimentazioni sono le prime aree da dove iniziare la ricerca guasti
(troubleshooting).

f. Quando si incontrano componenti non conosciuti la diagnostica V-I a freddo risulta di notevole
supporto per una analisi. Comparare con il metodo V-I e fare un' analisi della curva è in molti casi
risolutivo.
E' bene ricordare che esistono 4 curve di base quando si utilizza un strumento V-I per
diagnosticare i guasti, e sono: resistenza, capacità, induttanza e semiconduttanza.
Tutti le altre curve sono composte da queste quattro di base.
Di seguito gli esempi delle curve di base.

Resistenza Capacità

Induttanza Diodo

g. Annotare i dispositivi sulla scheda e individuarli in un manuale, aiuta a capire l'architettura


della scheda o parte di essa.
Consultare il databook e misurare i vari pin identificandoli come: Input, Output, pin di Controllo e
Alimentazione. Questo aiuta a capire sempre più il design della scheda..

h. Identificare il sintomi del guasto dalla funzionalità della scheda.


Per esempio, se esiste un problema di comunicazione con una periferica, ricercare il problema in
quel settore

AL Electronic - Via Beniamino Gigli, 13 - 20090 Trezzano s/Naviglio - Milano


Telef/Fax 02 44.59.203
E-mail: info@alelectronic.it - http// www.alelectronic.it
Partita IVA 10194300157
“Azienda con Sistema Qualità Certificato secondo UNI EN ISO 9001/2008”
Codice NATO AB948
Oppure se la scheda non inizializza eseguire una comparazione fra una linea di bus con le altre
adiacenti dello stesso tipo. Controllare le curve dei trasmettitori/ricevitori e il circuito associato.
Queste iniziative sono molto più efficaci che muoversi sulla scheda senza metodo e brancolare
nel buio sperando di trovare qualcosa.
i. I pin bus di un processore, offrono numerose possibilità di comparazione..
Vi sono bus con 16/32/64 linee di indirizzamento e dati. Ciascuna linea dovrebbe dare la stessa
identica curva quando misurata con uno strumento V-I.
Se una linea è danneggiata, mostrerà una curva diversa dalle altre della stessa famiglia.
Questo metodo di comparazione, può essere applicato su qualsiasi bus non curandosi della sua
complessità.

La riparazione di una scheda senza l'ausilio dello schema è normalmente eseguita nei laboratori
dove il tecnici hanno conoscenza di come tracciare un guasto, dispongono di attrezzature
adeguate e sanno sfruttarle al meglio. Inoltre, non disperdono mai la loro esperienza.

AL Electronic - Via Beniamino Gigli, 13 - 20090 Trezzano s/Naviglio - Milano


Telef/Fax 02 44.59.203
E-mail: info@alelectronic.it - http// www.alelectronic.it
Partita IVA 10194300157
“Azienda con Sistema Qualità Certificato secondo UNI EN ISO 9001/2008”
Codice NATO AB948