Sei sulla pagina 1di 1

22 Sport LUNEDÌ

26 MARZO 2018

SERIE B, 32ESIMA GIORNATA. ALLO ZINI, DAVANTI A 9MILA TIFOSI, LA FESTA PER I 115 ANNI E PER I 25 D

ALLARME ROSSO
La Cremonese
troppo fragile
non sa far male
L’Entella si impone con un gol nel primo tempo. Palo di Brighenti
e occasione clamorosa di Canini nel finale, ma non basta
di FELICE STABOLI CREMONESE 0 minuto. Potrebbe anche fun-
ENTELLA 1 zionare se il resto della squa-
n Fino ad oggi è stata dura, dra sapesse alzare l’ar gine
da qui in avanti ci sarà da CREMONESE 4-3-1-2 Ravaglia; davanti alla difesa. Ma Arini
soffrire: è la sentenza emessa Cinaglia (34’ st Juanito), Canini, sembra ancora fermo all’oc-
Marconi, Garcia Tena; Cavion,
dallo Zini per una Cremonese casione fallita a Brescia e Ca-
Arini (16’ st Perrulli), Croce; Ca-
da allarme rosso, complice il strovilli; Brighenti, Scappini (21’ st
vion, da solo, non può far
successo dell’Entella, davanti Camera). All.: Tesser. tutto. Così l’Entella consuma
a più di 9mila tifosi (in festa le energie dei grigiorossi,
prima del via per i 115 anni VIRTUS ENTELLA (3-5-2) Iaco- chiudendosi e ripartendo a
della società e per i 25 dalla bucci; Benedetti, Ceccarelli, Cre- cento all’ora, sull’asse De Lu-
vittoria a Wembley). L’ultima monesi; De Santis, Ardizzone ca-La Mantia. Ed è proprio
immagine, quella di Canini (30’ st Icardi), Acampora, Crimi, De Luca a sfiorare il secondo
che, da pochi passi, a porta Gatto (36’ st Currarino); La Man- gol, quando un lancio da me-
quasi vuota, spara di destro tia, De Luca (37’ st Aramu). All.: tà campo lo pesca in area e
Aglietti.
in curva sud è la sintesi buon per Ravaglia che il suo
estrema e crudele di una ARBITRO: Illuzzi di Molfetta (as- tocco al volo finisca a lato. In
giornata cominciata male e sistenti: Rocca di Vibo Valentia e avanti la vita è dura, arrivano
finita peggio. Il rammarico ci Pagnotta di Nocera Inferiore. pochi rifornimenti e per lo
sta, ma prima che a qualcuno Quarto ufficiale: Minelli di Vare- più partono dalla trequarti e
venga voglia di prendersela se). finiscono facile preda dei di-
con Canini, sarà meglio ri- RETI: 9’ pt Gatto (E) fensori ospiti. Castrovilli cer-
cordare quante partite di fila ca di inventare qualcosa e
ha giocato fin qui, quante NOTE spettatori 9.231 (paganti per farlo è costretto ad arre-
volte ha salvato l’area, quanti 5.381, abbonati 3.850, icasso to- trare molto, troppo, e alla
pericoli ha sventato. Brucia tale 32.633 (paganti 12.847, quo- lunga il logorio lo attanaglia.
anche il palo centrato quasi ta abbonati 19.786) Ammoniti: Soprattutto nel secondo tem-
da zero metri da Brighenti, di Benedetti, Canini, Cavion, Mar- po, quando Tesser chiede ai
testa, dopo che Marconi ave- coni, Crimi, De Santis. Allontana- suoi un ulteriore sforzo,
to Tesser al 44’ del secondo tem-
va a sua volta inzuccato un manda dentro anche Perrulli
po per proteste.
corner di Cas tr ovilli . Non (che forse avrebbe meritato
aiuta neanche parlare degli POSSESSO Cremonese 53%, più spazio) e poi Camara e
assenti (Ujkani, Almici, Clai- Entella 47% Gomez. L’Entella, pian piano,
ton, Renzetti, Pesce, Piccolo, arretra, rischia molto sul toc-
TIRI: Cremonese 9 (in porta 5),
Mokulu, Paulinho, Procopio) Entella 7 (in porta 4)
co di testa effettuato da Bri-
o dell’arbitro, a tratti irritante ghenti da pochi centimetri e
per la sua manifesta volontà ANGOLI: 8-6 per la Cremonese. sembra crollare quando Ia-
di ammonire da una parte e cobucci respinge una devia-
poco dall’altra, se non quan- zione di Camara e Canini, in La deviazione di testa di Brighenti da pochi passi finisce sul palo
do la partita era ormai agli beata solitudine, si presenta
sgoccioli. Una direzione che può servire ad altro che ad all’altezza dell’area piccola o
si potrebbe definire pessima inquietarsi inutilmente. Me- giù di lì. Peccato che la vista
se non si corresse il rischio di glio guardare in faccia la gli si annebbi e che le forze
cercare scuse. realtà, riordinare le idee, ma- ridotte ai minimi termini gli
gari recuperare qualche gio- neghino la lucidità per com-
SUBITO IN SALITA catore e prepararsi a ciascu- binare qualcosa di meglio del
No: a scanso di equivoci, la na delle prossime partite co- destro che finisce dalle parte
Cremonese, ultra rimaneg- me se fossero tutte finali. E’ dei tifosi. Occhi al cielo e
giata, ha giocato peggio di l’unica strada da seguire. mani sul volto: ormai è chia-
quanto fosse lecito attender- ro che per oggi non cambia
si, molle sulle gambe, svuo- BRIGHENTI SUL PALO più.
tata nella testa e, di conse- L’Entella parte col piede sul-
guenza, confusa nelle idee. l’acceleratore e la Cremonese TESSER ESPULSO
La squadra di Tesser ha preso sembra ancora ferma all’ora Qualche minuto prima Tes-
gol quasi subito — dopo 80 solare quando i liguri parto- ser era stato espulso e poco
metri di contropiede senza no a tutta velocità in contro- conta adesso ricordare che
che nessuno trovasse il modo piede. De Luca, imprendibile, l’arbitro è uscito tra i fischi di
di fermare l’azione con le innesca Gatto in area, Rava- tutti lo stadio: non è la prima
buone o con le cattive — e si è glia prova l’uscita, ma nulla volta e negli ultimi tempi ac-
ritrovata a pedalare in salita, può se non raccogliere la cade un po’ troppo spesso,
proprio nel giorno in cui palla in rete. E’ appena co- sarà meglio tenerne conto.
avrebbe avuto bisogno del minciata ed è già durissima Venerdì, prima di Pasqua, si
contrario. Nè sembri un ba- per i grigiorossi, resi docili va a Perugia. Ma, per favore, Ravaglia superato dal tocco di gatto: è il gol che decide la partita
nale alibi il riferimento agli dal tenue sole di primavera e guai a deprimersi: da qui in
assenti, ma stavolta farne a da gambe che non vogliono avanti sarà ancora più dura e
meno non renderebbe giusti- saperne di svegliarsi. Br i- ci sarà da soffrire, semplice-
zia ad una Cremonese che ha ghenti, Scappini, Castrovilli, mente.
dovuto rinunciare a una Croce tutti dentro dal primo © RIPRODUZIONE RISERVATA
squadra intera (l’elenco è in-
terminabile), tra potenziali
titolari e riserve. L’Entella ci
ha messo anche del suo, im-
6 PUNTI NELLE ULTIME 10
ponendo un ritmo troppo
elevato nella prima parte ad È LA SESTA SCONFITTA
una Cremonese quasi sempre
in affanno e ricorrendo a tutti n La Cremonese ha vinto l’ultima volta il 20 gennaio allo Zini
i mezzi e mezzucci nella ri- contro il Parma. nelle successive dieci giornate ha totalizzato
presa, pur di perdere tempo e solo 6 punti, frutto di altrettanti pareggi (Avellino, Carpi, Pe-
di arrivare indenne al novan- scara, Frosinone, Cittadella, Brescia). Quella di ieri è la sesta
tesimo. E così è stato. Fugge, sconfitta in campionato per la squadra di Tesser (Parma, Bari,
intanto, irrecuperabile il Palermo, Pro Vercelli, bari anche al ritorno, Ternana e ap-
tempo, l’unica cosa da evita- punto Entella). La Cremonese torna in campo venerdì sera
re adesso è cadere nella de- alle 21 a Perugia, poi il 7 aprile tornerà allo Zini contro il Fog-
pressione e tenersi alla larga gia, prima di Palermo e due volte in casa, precisamente con
da attacchi di panico. Non Salernitana e Ascoli.
serve rivangare ciò che non L’occasione capitata a Canini nel finale