Sei sulla pagina 1di 69

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Ricerche
Massimo Mezzetti

Cronache
Massimiliano Ancona, Paolo Belvederesi, Enrico Bertorello,
Tommaso Ciccone, Guido Colombo, Fabrizio Cometti, Lorenzo Corazzon, Carlo Maria Fabbrini, Massimo Foglio Para,
Matteo Incerti, Simone Lazzaro, Antonio Maggiora Vergano,
Gianluca Magro, Mauro Mangiavacchi, Matteo Mantica, Carlo Mantovani, Mario Pironti, Marco Premi, Alessandro Tanassi, Carlo Teani, Stefano Zecchi, Sweetness

___________________________________________________________

Fonti
Alto Adige, Bresciaoggi, Giornale di Brescia, Il Giorno, La
Gazzetta dello Sport, La Gazzetta del Po, La Prealpina, Kickoff, Hogs 20 anni sulla linea, Americanfootballitalia.com,
Fiaf.net, Frogslegnano.biz, Giantsbolzano.it, Huddle.org, Lazio-marines.com, Losportitaliano.it, Superbowl.it

Classifiche finali
Girone Nord

___________________________________________________________

Vin

Par

PF

PS

LIONS Bergamo
8
0
0 1.000 407
FROGS Milano
7
0
1 .875 172
Aselco Executive DOLPHINS Ancona

36
90

GIANTS Bolzano
5
AQUILE Ferrara
5
FALCONS Milano
4
HOGS Reggio Emilia
3
Autocentauro TIGERS Torino
BENGALS Brescia
BLACKS Torino
ETRUSCHI Livorno

2001

3
2
1
0

Per

0
0
0
0
0

2
3
3
4
5

.750
.625
.625
.500
.375

248
272
211
154
218

127
198
223
189
244

0
0
0
0

5
6
7
8

.375 87 234
.250 159 306
.125 118 258
.000 56 197

___________________________________________________________

Girone Sud

Federazione Italiana
American Football

Vin

Par

MARINES Ostia
8
0
DUCKS Roma
6
0
BRIGANTI Napoli
3
0
El Mezcalito CORSARI Palermo
SEAGULLS Salerno

3
0

0
0

Per

PF

PS

0 1.000 258 18
2 .750 189 87
5 .375 130 184
5
8

.375 122 217


.000 36 229

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

___________________________________________________________

Playoffs
Quarti di finale
Frogs Aquile
Dolphins Ducks
Lions Falcons
Marines Giants

25-7
49-39
49-0
34-26

Semifinali
Frogs Dolphins
Lions Marines

9-21
35-20

Finale (Superbowl XXI)


Dolphins Lions

24-30

Regular Season

Domenica 11 Marzo 2001


Osio Sotto

BENGALS Brescia
LIONS Bergamo
0-6

0
73

td

Rush Tyrone (n.26), 10 run

0-7

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-13

td

Soresini Matteo (n.3), 39 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-14

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-16

saf

Rossi Danilo (n.37)

0-22

td

Rush Tyrone (n.26), 45 run

0-23

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-29

td

Vitali Pietro (n.33), ez fumble rec

0-30

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-36

td

Rocchetti Pierluigi (n.45), 1 pass da


Bucciol Dino (n.7)

pat

td

Rush Tyrone (n.26), 23 run

0-44

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-50

td

Rush Tyrone (n.26), 40 run

0-52

pat

Verzeri Tomaso (n.21), action

0-58

td

Nessi Marco (n.19), 50 int ret

0-59

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-65

td

Martelli Filippo (n.80), 9 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-66

pat

Lafata Vito (n.8), kick

0-72

td

Barbotti Maurizio (n.86), 20 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-73

pat

Lafata Vito (n.8), kick

Lafata Vito (n.8), kick

Il Campo Comunale di Osio (BG) ha ospitato la partita tra


Bengals BS e Lions BG, che sancisce ufficialmente lapertura
della Golden League FIAF 2001. Originariamente pensata
per il Vigorelli di Milano, la manifestazione dovuta invece
svolgersi sul campo neutro di Osio (campo di casa dei
Lions) perch lintempestivit dellorganizzazione ha fatto si
che il prestigioso impianto milanese non fosse prenotato per
tempo e risultasse quindi gi occupato in data odierna. La
manifestazione stata patrocinata da Amnesty International,
cui gran parte dellincasso sar devoluto. Le due formazioni
che si affrontavano oggi rappresentano, ognuna a suo modo,
il meglio che lItalia del football possa oggi esprimere. Da una
parte i Lions campioni italiani ed europei in carica, forti della
loro macchina organizzativa e con buone possibilit economiche, che presentavano una formazione pensata apposta
per bissare il successo europeo dello scorso anno e quindi
difficilmente avvicinabile a qualsiasi altra compagine del nostro campionato. I Lions sono forti di un coaching staff di
primordine di provenienza NCAA, sempre agli ordini del
head coach messicano Carlos Barocio che li ha guidati lo
scorso anno. Dallaltra parte i Bengals, squadra dallassetto
societario e dallorganizzazione vincenti, che, con la politica
dellumilt e dei piccoli passi, dopo anni di gavetta riuscita
ad affacciarsi nel 2000 al campionato maggiore e si ripresenta questanno con una formazione piuttosto competitiva, ma
non ha i mezzi e lesperienza dei cugini bergamaschi e si deve ancora fare le ossa nella serie maggiore. La guida tecnica
dei Bengals affidata ad alcuni tra i migliori coaches emergenti italiani, a disposizione dellhead coach Riccardo Acido
Lopresti che si formato proprio alla corte dei Lions. Passando
a quello che successo sul campo, la partita in s stata
pi che altro un assolo dei Lions, che hanno dominato in
tutti i settori del campo, forti di una maggiore tecnica ed esperienza, e di alcuni stranieri di livello NCAA che mancavano invece ai Bengals. In particolar modo i bresciani hanno
accusato una netta inferiorit per quanto riguarda le linee,
offensiva e difensiva, in cui lasciavano anche diversi chili nei
confronti dei pi pesanti e fisici Lions, e nel reparto dei defensive backs, anchessi non sufficientemente fisici e cattivi
per contenere la tremenda batteria dei ricevitori Lions. Il gioco dattacco dei bresciani poggiava soprattutto sulle spalle
del qb #8 Daniele Orfeo e del rb USA #42 Kevin Baber, coadiuvato dallesperto rb #35 Christian Longhi, ex di turno di
provenienza Lions. Nelle file dei Lions si riproponeva sostanzialmente invece lattacco dello scorso anno, con il qb #7 Dino Bucciol in cabina di regia, il rb #26 Tyrone Rush (miglior
rb europeo) a portare palla, e Maurizio Barbotti (#86) e Matteo Soresini (#3) a ricevere palla. Nonostante la buona volont, lattacco dei Bengals non mai riuscito a decollare, Baber
(che ha portato il 90% delle palle sulla terra per Brescia) ha

___________________________________________________________

Campo Via delle Industrie,

0-37
0-43

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

delle buone movenze e sicuramente in campo aperto un


giocatore pericoloso, ma non stato aiutato dalla sua linea
dattacco, che non ha potuto aprirgli buchi e bloccare efficacemente in quanto dominata dalla mastodontica linea di difesa di Bergamo. Daniele Orfeo un discreto qb, ma manca
ancora di esperienza e della necessaria tranquillit per lanciare nelle situazioni pi difficili, e dopo un esordio discreto
nella prima frazione di gioco ha perso gradualmente di precisione e lucidit, ed ha lasciato il campo in seguito ad un infortunio ( stato sostituito da Christian Longhi) nelle ultime
frazioni di gioco. In generale va detto che il reparto offensivo
dei Bengals non ha mai avuto il tempo di sviluppare tranquillamente il proprio gioco perch assediato dalla difesa
bergamasca ad ogni azione, ed ha sofferto di qualche imprecisione nellesecuzione, ma andrebbe rivisto alle prese con
un avversario pi alla sua portata prima di esprimere un
giudizio. Cercare di fare una vera e propria cronaca
dellincontro non avrebbe molto senso, mi limito allora a segnalare gli episodi pi significativi e le segnature. Nel primo
tempo assistiamo immediatamente ad un sack del #48 dei
Lions Roberto Castellano sul qb dei Bengals e poco dopo la
prima segnatura arriva con una corsa di Rush che conclude
un drive da 64 y dei Lions e porta il punteggio sullo 0-7.
Sempre nella prima frazione di gioco possiamo assistere ad
una spettacolare segnature di Soresini su di un pass di Bucciol di 40 y circa, col wr dei Lions che entra in end zone saltando un disperato placcaggio basso del db dei Bengals, 014. Uno snap pasticciato in occasione di un 4 e punt da
parte dei Bengals d luogo ad una safety, con la difesa nero/oro che placca il giocatore di Brescia che ha recuperato
palla allinterno della sua end zone per due punti, 0-16. Poi
ancora Rush che corre circa 60 y mandando a vuoto la difesa blu argento e portando il punteggio sullo 0-23. Poi i Bengals paiono scuotersi, Orfeo riesce a muovere palla per il suo
wr #84 Luca Compagnoni, qualcosa arriva sulle corse con
Longhi, e ci troviamo ad un 4 ed 1 abbastanza cruciale per
Brescia, che decide di giocarsela alla mano e riesce a guadagnare il 1 down correndo al centro e dando dimostrazione di
carattere. Ma subito dopo Orfeo viene intercettato dal #25
dei Lions Carlo Pilenga ed tutto vanificato. Anche la fortuna dalla parte dei Lions: il qb Bucciol correndo in end zone
perde palla, ma viene subito recuperata dai Lions (credo dal
#33 Pietro Vitali) per unaltra segnatura, 0-30. Dopo aver ricoperto un fumble dei Bengals i Lions segnano di nuovo,
quando Bucciol finta una corsa (con 3 rb schierati) e lancia
invece al te #45 Piero Rocchetti, 0-37. Prima della fine del
primo tempo assistiamo ancora ad una segnatura di Rush
su corsa da circa 40 y ed un sack del neo acquisto dei Lions
#56 Diego Gennaro (di provenienza Giants Bolzano).
Nellintervallo assistiamo ad una dimostrazione di flag football under 19 5vs5, tra gli Skorpions Varese ed i Chargers
Novi Ligure. Ragazzi e ragazze molto giovani ed inesperti si
affrontano con un certo entusiasmo, che sopperisce anche a
qualche svarione tecnico, e divertendosi sotto gli sguardi del
pubblico presente. Il migliore in campo per me il #87 dei
Chargers, con una buona prestazione difensiva che gli frutta
(non ricordo esattamente) 1 o 2 intercetti ed un bel ritorno.
Per ora una nota di colore a margine della partita, ma mi
auguro che il flag football under 19 (e non) sappia trovarsi
presto un suo spazio tra gli appassionati italiani, e diventi
magari propedeutico per la successiva pratica del tackle football tra i pi giovani. Al rientro in campo dagli spogliatoi la
musica tra le due squadre non cambia, Rush corre ancora
40 y e segna, Tomaso Verzeri (#21) corre e trasforma da 2 e
siamo 0-52. A questo punto, dopo un contatto eccessivamente rude, Orfeo si infortuna ed i Bengals lo sostituiscono
in cabina di regia con Longhi (di solito rb) che cerca di limitare i danni come pu, ma di pi non pu fare, e poco dopo

un lancio malriuscito si trasforma in un intercetto da parte


del #19 dei Lions Marco Nessi che corre in end zone quasi 50
y e siamo 0-59. Verso la fine della partita ancora in evidenza
i wr dei Lions, con una ricezione da 30 y del #84 Federico
Bianca seguita poco dopo da un touchdown in tuffo del #80
Filippo Martelli, 0-66. E poi Barbotti che segna e porta il
punteggio sullo 0-73 finale. La partita si chiude poi come si
aperta, con un sack di Castellano ai danni del qb bresciano.
Tutte le trasformazioni dei Lions sono state calciate con successo dal #8 Vito Lafata. Quindi i Lions riprendono esattamente da dove avevano lasciato lo scorso anno, e sono squadra di caratura pi europea che italiana, anche nel roster,
forse anche pi forti della squadra che nel 1995 tent
lavventura semipro nella FLE; mentre i Bengals hanno resistito generosamente contro la corazzata bergamasca ma non
hanno ancora la necessaria esperienza, sono sembrati inferiori sul piano fisico e necessiterebbero di qualche pedina extra (magari un wr dominante od unindividualit di spicco
tra i dl ed i lb, pare comunque che sia in arrivo un qb messicano per le tigri) per essere maggiormente competitivi a livello Lions, vanno quindi rivisti contro altri avversari. Chiudo
con una chicca: nel programma di gioco dei Lions per la stagione inclusa unamichevole di esibizione, che si dovrebbe
svolgere domenica 3 Giugno 2001 ad Osio, contro il college
americano Wesleyan Illinois University. Che vogliano tentare
il colpaccio mai riuscito a nessunaltra squadra italiana?!
(Marco Premi)
Sotto il segno dei Leoni di Bergamo, la Golden League
2001 di football americano cominciata con una vittoria dei
campioni dItalia in carica. Con il 72-0 inflitto ai Bengals
Brescia nel Kickoff Classic (la prima gara del campionato) di
Osio Sotto (Bg), infatti, i Lions Bergamo hanno confermato di
essere la squadra da battere.
(Massimiliano Ancona)
Statistiche
Corse
Bengals
Petitpierre Alberto (n.23) 6 per 7, Baber Kevin (n.42) 8 per 8, Longhi Christian (n35) 8 per 13,
Orfeo Daniele (n.8) 2 per 18
Lions
Rush Tyrone (n.26) 12 per 245 (4 td), Vitali
Pietro (n.33) 2 per 12, Bucciol Dino (n.7) 1 per 6
Passaggi
Orfeo Daniele (n.8) 1 su 6 per 6 (1 int), LonBengals
ghi Christian (n35) 0 su 2 per 0 (1 int)
Lions
Ricezioni

Bucciol Dino (n.7) 10 su 13 per 165 (4 td)

Bengals

Compagnoni Luca (n.84) 1 per 6

Lions
Soresini Matteo (n.3) 1 per 39 (1 td), Bianca
Federico (n.84) 1 per 29, Barbotti Maurizio (n.86) 2
per 29 (1 td), Rush Tyrone (n.26) 1 per 23, Verzeri
Tomaso (n.21) 2 per 19, Sironi Mauro (n.85) 1 per 16,
Martelli Filippo (n.80) 1 per 9 (1 td), Rocchetti Pierluigi (n.45) 1 per 1 (1 td)
Intercetti
Bengals

Lions
Nessi Marco (n.19) 1 per 50 (1 td), Pilenga Carlo (n.25) 1 per 21
Punt
Bengals
Medrano Jos (n.7) 2 per 77, Orfeo Daniele
(n.8) 1 per 42, Fiorito Giuseppe 1 per 27, Longhi
Christian (n35) 2 per 24
Lions
Punt Return

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Bengals

Federazione Italiana American Football

Di nuovo possesso di palla per i Tigers che trovano nella


slant in il gioco che dar fastidio per tutto lincontro ai db
dei Lions. Il terreno infame tira un brutto scherzo ai padroni
di casa e Maiocco ricopre un fumble nella zona centrale del
campo. Si ripete il copione precedente con Rush in end zone
senza nemmeno sporcarsi la maglia. Corsa di 43 yds e Morichi a completare il vantaggio sul 14 a 0. I torinesi tornano in
attacco e non si perdono danimo. Pilenga fa per perdere loro ancora la palla con un intercetto doloroso. I bergamaschi
chiudono il discorso con la terza corsa in td, questa di 14
yds, di Rush. Morichi tiene il passo del pi illustre compagno e porta il punteggio sul 21 a 0. Primo quarto e partita finiti. Nel secondo quarto Bucciol ricorda ai presenti che gli
schemi che funzionano non si cambiano e effettua la copia
del passaggio su Barbotti, 40 yds, che frutto ai Lions un td
nel superbowl del luglio scorso contro i Giants. Siamo sul 28
a 0 con ancora Morichi a trasformare lextra point. Purtroppo
per Gerbino i backs orobici sono in giornata e anche Lucchetta si toglie la soddisfazione di un intercetto. Rush non
sembra sazio e con 38 yds di corsa colleziona il suo quarto
td della giornata. Il grande lavoro della linea ha permesso
allameRicano dei Lions, a questo punto dellincontro, la bellezza di quattro segnature senza aver ancora subito un bench minimo placcaggio. Tyrone sicuramente forte di suo
ma il front line gli sta agevolando il lavoro. Morichi colpisce il
post e lascia il risultato sul 34 a 0. I Tigers cercano una reazione che viene immediatamente mortificata dal secondo intercetto di Lucchetta.
Bucciol diversifica il gioco ma non gli effetti dello stesso:
screen pass per Rush e 40 yds di fuga per il 42 a 0 grazie alla trasformazione di 2 punti di Sironi su ricezione. Finalmente lintervallo giunge per dar modo a padroni di casa di rimettere in sesto le idee. Nonostante il grave passivo gi al
half time i Tigers hanno messo in mostra un paio di elementi
con ottime prospettive tecniche, uno su tutti il wr # 83, che
per possono solo creare fastidi secondari alla corazzata bergamasca. Lesperienza e la maggior prestanza fisica in ogni
singolo settore del campo ha avuto riscontri nel punteggio in
modo impietoso. Alla ripresa del gioco i Lions diversificano il
loro playbook ma non gli effetti sugli avversari: pass di 55
yds su Verzeri e grazie a La Fata il punteggio sale a 49 a 0. I
campioni in carica fanno ruotare tutta la rosa a disposizione
e mostrano di non avere pecche nellorganico se non la carenza numerica nei back up.
I torinesi insistono nei propri giochi ma il lineup difensivo
dei Lions non intende interrompere la striscia positiva, iniziata con i Bengals, di mantenere inviolata la propria end
zone e dopo un paio di drive il possesso palla torna in mano
dei caschi oro. La coppia Bucciol Barbotti mette in scena
unaltra combinazione di pass vincente (20 yds) e il punteggio si porta sul 55 a 0. Un brutto snap non da modo a La Fata di trasformare.
Si entra nellultimo quarto con il tempo che scorre (la regola detta che non ci siano interruzioni di tempo quando il divario supera i 40 punti) e con la conferma della compattezza
della difesa in maglia bianca. Antonaglia intercetta per
lennesima volta Gerbino e dopo un drive di circa 70 yds
Bucciol mette la palla in aria per lultimo td della partita. Sironi raccoglie la palla in ez in seguito a un pass di 20 yds e
Barbotti pone il sigillo finale con una trasformazione da 2
punti su pass.
Risultato finale 63 a 0 ed attesa per lesordio stagionale dei
Lions in Champions League, domenica 25 marzo ad Osio
Sotto, contro i campioni austriaci dei Tyrolean Innsbruck.
Piccola tegola sulla testa dei vincitori lo stiramento dei legamenti del ginocchio destro di Pietro Vitali che li priva del
bloccatore per eccellenza delle corse di Rush.
(Carlo Teani)

Lions
Rush Tyrone (n.26) 1 per 8, Donnini Davide
(n.28) 1 per 2
Kickoff Return
Bengals
Orfeo Davide (n.12) 5 per 53, Fontanella Alessandro (n.88) 3 per 35, Baber Kevin (n.42) 2 per 14
Polizzi Marco 1 per 30, Barbotti Maurizio
Lions
(n.86) 1 per 14
Fonti: Frogslegnano.biz, Huddle.org

Sabato 17 Marzo 2001


Centro Fabbrichetta,

Grugliasco

Autocentauro TIGERS Torino

LIONS Bergamo
0-6

0
63

td

Rush Tyrone (n.26), 41 run

0-7

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-13

td

Rush Tyrone (n.26), 43 run

0-14

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-20

td

Rush Tyrone (n.26), 16 run

0-21

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-27

td

Barbotti Maurizio (n.86), 40 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-28

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-34

td

Rush Tyrone (n.26), 39 run

0-40

td

Rush Tyrone (n.26), 41 pass da Bucciol Dino (n.7)

0-42

pat

Sironi Mauro (n.85), action

0-48

td

Verzeri Tomaso (n.21), 55 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-49

pat

Lafata Vito, kick

0-55

td

Barbotti Maurizio (n.86), 20 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-61

td

Sironi Mauro (n.85), 20 pass da Bucciol Dino (n.7)

0-63

pat

Barbotti Maurizio (n.86), action

Torino si apprestata a ospitare, di fronte ad un centinaio


di persone nello stadio e una decina sulla statale confinante,
la seconda prestazione nella Golden League dei Campioni
dItalia e dEuropa orobici. Terreno di gioco ai limiti della
praticabilit a causa di una settimana piena di pioggia sul
capoluogo sabaudo. Pronti via e i Tigers, in maglia nero arancione a condurre le danze con un drive che, arrivato sulle
50 yds, viene interrotto da un intercetto (il primo di 5) di Polizzi su Franz Gerbino su uno dei pochi lanci profondi dei
piemontesi. Palla a SuperDino che fa un hand off a Tyrone
UFO Rush che arriva intoccato in end zone dopo una corsa
di 41 yds. Buono il pat di Morichi ed subito 7-0.

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

E finita come previsto, anzi forse meglio, anche se il risultato pesantissimo, dopo i 73 punti che la scorsa settimana
gli orobici hanno rifilato a Brescia temevamo di subire la
stessa sorte. Invece andata meglio, i nostri ragazzi, specialmente nel secondo tempo di gioco, hanno reagito alla
netta supremazia dei campioni dEuropa e seppur non segnando sono riusciti perlomeno a contenere la macchina da
guerra bergamasca. Vediamo comunque in breve dettaglio
com andata. Nei primi due quarti i Lions si sono praticamente assicurati un vantaggio che li ha messi al sicuro, i Tigers pur lottando hanno commesso troppi errori e sbagliare
contro atleti di tale portata vuol dire essere puniti senza piet; alcune giocate soprattutto su lanci del qb nero arancio
Gerbino su Sparapano e sul rookie Faustino che forse i
campioni non si aspettavano hanno comunque vivacizzato la
partita anche nella prima met, ma quattro td su corsa del
grande Tyrone Rush ed uno su ricezione di Barbotti hanno
praticamente chiuso i conti. Nella ripresa, come detto, una
bella rampogna negli spogliatoi da parte del coach Mazzolini,
ha permesso ai Tigers di prendere un po pi le misure sui
bergamaschi, che seppur ancora in td per un totale di 5 di
Rush, 2 di Barbotti ed uno a testa di Verzeri e Simoni. Non
hanno dilagato come la prima parte della partita lasciava
temere.
Non servono altre parole, perch se vero che per i Lions
questa partita come la precedente con i Bengals stata un
allenamento in vista dello scontro di eurolega con i Raiders
austriaci, altres vero che per noi Tigers il campionato vero
comincia domenica con i Falcons Milano, oggi in gran numero in tribuna a giustamente osservarci.
Comunque qualcosa di buono si visto, se non altro la nostra squadra abbastanza divertente e varia nei giochi e soprattutto ha dimostrato di poter migliorare, grazie anche
allapporto dei nuovi giocatori provenienti dai Warriors, che
seppur con poca esperienza hanno dimostrato un cuore
grande ed un giusto spirito.
Una nota di merito ai nostri vecchietti. Da capitan Roberto
Cecchi a Marcasso Ferrari, da oltre ventanni sui campi di
gioco, da Alan Cassardo al topper Paolo Rigazzi, vecchi solo
di carta didentit ma non di voglia di giocare. E domenica ci
sar a tempo pieno anche il novello sposo Fabio Cantini.
(Mauro Mangiavacchi)

Lions
Lucchetta Loris (n.9) 2 per 88, Polizzi Marco 1
per 29, Antonaglia Antonio (n.24) 1 per 0, Pilenga
Carlo (n.25) 1 per 0
Punt
Tigers

Aru Claudio 3 per 38, Ricci Alberto 3 per 29,


Tigers
Cecchi Roberto 1 per 7, Pirillo Maurizio 1 per 3
Lions

Sabato 24 Marzo 2001


Campo Pro Cascine Vica,

BLACKS Torino
GIANTS Bolzano
6-0
7-0
7-6
7-8
7-14
7-16
13-16
13-22
19-22
19-28
19-30
19-36
19-42
19-44
19-50
19-52

Rush Tyrone (n.26) 8 per 127 (4 td), Polizzi


Lions
Marco 4 per 32, Bucciol Dino (n.7) 2 per 13, Vitali
Pietro (n.33) 2 per 11
Passaggi
Gerbino Franz (n.14) 11 su 31 per 80 (5 int)
Bucciol Dino (n.7) 8 su 10 per 232 (5 td)

Tigers
Faustino Mwanima 3 per 39, Sparapano Andrea (n.18) 7 per 38, Manfredini Lorenzo 1 per 3
Lions
Barbotti Maurizio (n.86) 3 per 99 (2 td), Verzeri
Tomaso (n.21) 1 per 55 (1 td), Rush Tyrone (n.26) 1
per 41 (1 td), Sironi Mauro (n.85) 1 per 20 (1 td),
Bianca Federico (n.84) 1 per 12, Martelli Filippo
(n.80) 1 per 5
Intercetti
Tigers

1
1
1
1
2
2
2
3
3
3
3
3
4
4
4
4

Bla
Bla

Bla
Bla

td
pat
td
pat
td
pat
td
td
td
td
pat
td
td
pat
td
pat

Rivoli

19
52

Smith Paul (n.1), 32 run


Fantolino, kick
Gagliardi Giovanni, 20 run
Greene Reginald (n.1), action
Greene Reginald (n.1), 17 run
Greene Reginald (n.1), action
Brena Alessandro (n.8), 2 run
Greene Reginald (n.1), 56 run
Smith Paul (n.1), 52 run
Cancellieri Niccol, 56 fumble ret
Greene Reginald (n.1), action
Greene Reginald (n.1), 43 run
Greene Reginald (n.1), 17 run
Greene Reginald (n.1), action
Greene Reginald (n.1), 3 run
Pregnolato Luca (n.82), action

Cinque touchdown di Reggie Greene hanno messo a tacere


i Blacks Rivoli nella partita desordio della Golden League di
football americano. Pronto riscatto dei Giants Bolzano dopo
lamara sconfitta subita due settimane fa davanti al proprio
pubblico per mano dei Dolphins Ancona in Eurolega. Sabato
sera la formazione altoatesina si ben comportata mostrando ottime azioni, soprattutto negli ultimi due quarti, frutto di
un duro e proficuo lavoro. Un plauso va anche ai piemontesi,
team matricola del campionato italiano, ma ben preparato
che riuscito a mettere talvolta in difficolt i vice campioni
dItalia. 335 yards in attacco, 289 di corsa e 46 di lancio per
i giganti di Bolzano. Miglior corridore Greene con 222
yards, mentre Andrea Ventura si mosso bene nel difficile
ruolo di quarterback.
Nel finale, strepitoso il reparto difensivo con Roberto Messina, Giuseppe Anello e il nuovo innesto proveniente da Palermo, Paolo Orofino con cinque placcaggi a testa. Dopo aver
subito il vantaggio casalingo, con il touchdown dello statunitense Paul Smith, i bolzanini pareggiano con la corsa (20
yards) di Joe Gagliardi. Lallungo di Greene grazie alla trasformazione da due punti. Nel secondo quarto, meta e trasformazione per il numero 1 dei Giants. I Blacks cercano di
tenere il ritmo e con Alessandro Brena riaprono la gara. Il
primo assalto del terzo periodo una corsa meravigliosa di

Tigers
Cecchi Roberto 2 per 4, Della Casa Luca 2 per
4, team 1 per 2, Ricci Alberto 2 per 6, Gerbino
Franz (n.14) 3 per 9

Lions
Ricezioni

Polizzi Marco 1 per 22


Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Statistiche
Corse

Tigers

Bighetti Marco 1 per 26

Lions
Kickoff Return

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

quindi era importante ben figurare in questa partita che presentava molte incognite, a cominciare dal valore degli Etruschi, squadra notoriamente coriacea e rinforzata dalla presenza di diversi atleti di Grosseto, tra cui il forte qb Tarroni.
Subito i Livornesi in attacco che provavano a correre e subito fermati dagli Hogs che stabilivano immediatamente la superiorit sul terreno (tra parentesi il campo risultava essere
infernale, essendo principalmente sabbia ed essendo la giornata molto ventosa, per cui correre era difficile gi a priori).
In campo lattacco reggiano e subito grande dimostrazione di
potenza. Purtroppo un arbitraggio troppo fiscale (quante volte si continuano a vedere arbitri troppo protagonisti in Italia!
Chiamare un fallo ad ogni azione non significa essere bravi,
significa correre il rischio di far disamorare il pubblico di
questo sport, di decidere a livello arbitrale le sorti di una
partita e di far innervosire troppo gli animi dei giocatori. E
ovvio che in ogni azione di gioco c almeno un fallo! Gli arbitri devono imparare a lasciare giocare di pi ed a chiamare
veramente laddove il fallo troppo evidente od influente!)
annullava 1 td su lancio ed 1 su corsa degli Hogs e li rimandava indietro di 20 yds dopo essere arrivati vicini alla End
zone. Nulla di fatto e di nuovo Livorno in campo e di nuovo
fermata. Stavolta lattacco reggiano segna senza indugio e
come gi dimostrato lanno scorso lo scopo dellallenatore
Coach Hatch quello di tenere palla e di macinare yarde su
yarde.
Livorno a questo punto cambia tattica ed inizia a lanciare
la palla nonostante la giornata ventosa renda molto difficile
il lavoro per i ricevitori. La difesa di Reggio per accorta e
alcune ricezioni apparentemente facili sbagliate dai livornesi
rendono vano qualsiasi tentativo di pareggio. Prima
dellintervallo Reggio segna di nuovo con il runner Zanni (ottima la sua prestazione considerando che 20 dei 28 punti
sono suoi) e va al riposo in vantaggio di 12-0. Si riapre la
partita con Reggio che piazza subito, al primo drive, il td della sicurezza grazie ad un td pass del giovane americano
Schock su Lazzaretti Leonardo. A questo punto spazio alle
riserve per Reggio e partita ormai chiusa che scade nel nervosismo (alla fine saranno 5 gli espulsi, 4 di Livorno e 1 di
Reggio). Di nuovo Livorno viene fermata dalla secondaria
reggiana grazie allintercetto del giovane Palmia e di nuovo td
di Zanni. Infine negli ultimi 20 secondi di partita Livorno
riusciva a segnare 1 td pass, togliendo almeno lo shootout.
Da segnalare un infortunio grave (rottura del perone) al Defensive End degli Hogs Giovannini al quale vanno i ns. migliori auguri di pronta guarigione. Ostacolo dunque superato
dagli Hogs che dovranno essere rivisti in condizioni migliori
se vorranno aspirare a qualcosa di buono. Per quanto riguarda Livorno il ritardo nella preparazione evidente e pertanto ci sono ampi margini di miglioramento.
(Stefano Zecchi)

56 yards di Greene. I padroni di casa accusano il colpo e


vengono schiacciati dai possenti giocatori ospiti. Niccol
Cancellieri beffa la retroguardia avversaria siglando un importante touchdown. Gli ultimi 22 punti vengono messi a segno dal formidabile Reggie Greene. Domenica prossima gli
uomini di Argeo Tisma sfideranno sul sintetico di via Resia i
Tigers Torino.
Statistiche
Corse
Blacks: Smith Paul (n.1) 29 per 201 (2 td), Brena Alessandro (n.8) 6 per 47 (1 td), Sala Raffaele 4 per 12,
team 1 per 0, Gilaudo Stefano 1 per 6
Giants
Greene Reginald (n.1) 16 per 232 (5 td), Gagliardi Giovanni 4 per 51 (1 td), Ventura Andrea (n.2)
3 per 22, team 2 per 2, Anegg Michele (n.34) 1 per 4
Passaggi
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 7 su 24 per 121 (3 int)
Giants
Ventura Andrea (n.2) 2 su 6 per 46
Ricezioni
Blacks: Gilaudo Stefano 5 per 88, Brena Enrico 1 per 29,
Smith Paul (n.1) 1 per 4
Giants
Pregnolato Luca (n.82) 1 per 42, Biasotti Alessandro 1 per 4
Intercetti
Blacks: Giants
Greene Reginald (n.1) 1 per 18, Tharby Daryl
1 per 15, Mazzolini Paolo (n.3) 1 per 0
Kickoff Return
Blacks: Gilaudo Stefano 4 per 75, Smith Paul (n.1) 3 per
49
Greene Reginald (n.1) 3 per 112, Pregnolato
Giants
Luca (n.82) 1 per 29
Fonti: Alto Adige, Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 24 Marzo 2001


Campo Giovanni Maneo Settembrini,

Livorno

ETRUSCHI Livorno
HOGS Reggio Emilia

7
28

0-6

td

Zanni Maurizio (n.20), 2 run

0-12

td

Zanni Maurizio (n.20), 1 run

0-18

td

Zanni Maurizio (n.20), 2 run

0-20

pat

Zanni Maurizio (n.20), action

0-26

td

Lazzaretti Leonardo (n.9), 9 pass da


Schock Geoffrey (n.2)

0-28

pat

Vacondio Mauro, action

6-28

td

Mertoli Antonio (n.89), 19 pass da


Belli Giuliano (n.88)

7-28

pat

Sambaldi Paolo (n.21), kick

Statistiche
Corse
Etruschi
Campora Paolo (n.22) 5 per 18, Tarroni Elvis
(n.8) 5 per 10, Belli Giuliano (n.88) 1 per 7, Bancale
Andrea (n.11) 5 per 1
Hogs
Zanni Maurizio (n.20) 16 per 81 (3 td), Gardner
Jacob (n.8) 7 per 61, Marino Marino (n.37) 10 per 61,
Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 2 per 19, Marocchino
Enzo (n.85) 1 per 2, Vacondio Mauro 1 per 0, Pagliani
Marco 1 per 3
Passaggi
Tarroni Elvis (n.8) 6 su 17 per 62 (2 int),
Etruschi
Belli Giuliano (n.88) 1 su 1 per 19 (1 td)

Esordio vincente degli atleti reggiani sul difficile campo di


Livorno. Le aspettative degli Hogs sono nuovamente alte per
questo campionato dopo la semifinale dello scorso anno e

Hogs

Schock Geoffrey (n.2) 3 su 8 per 26 (1 td)

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Ricezioni

durante il quale succede il fattaccio. Mi spiego, lo snapper ed


il punter, sono momentaneamente allontanati dal campo per
irregolarit nel vestiario, e pertanto i Tigers si trovano a calciare dalle loro venti yards circa, con due atleti improvvisati
in tale ruolo importantissimo. Infatti il punt viene bloccato, e
nel drive successivo i milanesi con una corsa di una yard del
loro rb nr.22 segnano i primi 6 punti. Bravi loro, ma noi
Il nervosismo la fa da padrona in casa torinese, ed in un
drive successivo i Falcons portano a casa una safety dovuta
ad un fumble ricoperto dalla nostra difesa in end zone. 0 a 8.
Ma quando sembrava che per i nostri colori fosse una nuova
giornata negativa, la svolta. Per le stesse motivazioni dei nostri due atleti, viene ripreso dagli arbitri il bravo wr nr. 80
dei milanesi, da quello che si potuto appurare dalla nostra
sideline, forse per la tensione della partita volata qualche
parola di troppo ed i referee hanno espulso quello che era il
miglior punto di riferimento del qb meneghino, per il resto
della gara.
Nel secondo quarto la svolta decisiva. Coach Mazzolini tira
fuori dal cilindro un trick play schierando Franz Gerbino
come fullback alle spalle del qb Sperandio. Palla da Diego a
Franz, che con un lancio in option coglie con precisione le
sicure mani del nr.18 Sparapano, per una meta liberatoria,
sia per lui che per il giovane junior. Bravi entrambi. A questo
punto il match passa decisamente nelle nostre mani. I Falcons sembrano non riprendersi ed infatti un successivo
drive, con Gerbino questa volta in posizione canonica, ripete
lancio e ricezione in end zone di Andrea Sparapano. 8 a 12.
Tutto molto bello. Il primo drive della ripresa eseguito in
maniera perfetta con una miscela di lanci e corse (sino a
quel momento ben contenute dai milanesi), ma non si concretizza perch una volta arrivati in red zone una serie di
inopinati errori vanifica il buono fatto sino a quel punto. I
Falcons non reagiscono in modo concreto e la partita saldamente nelle mani dei nero arancio, che almeno in unaltra
occasione hanno lopportunit di chiudere il match, ma la
falliscono lasciando con il fiato sospeso il non numerosissimo ma caldo pubblico di casa. A pochi secondi dal fischio finale, con alcuni lanci della disperazione, il qb nr. 4 milanese
tenta il tutto per tutto, e proprio con lultimo tentativo fallisce di poco con un bel lancio la meta che avrebbe premiato i
Falcons, ma senzaltro punito troppo severamente la nostra
squadra, che ha dimostrato finalmente di essere tale. Grandi
le prove del lb Spaghi Bighetti, di Luca Garassino, sempre
valido lapporto dei giovani della junior ormai vaccinati dai
Lions e veterani ad honorem, ma per chiudere consentitemi
il solito peana per i vecchietti, Rigazzi, Cassardo,
linossidabile Capitan Roberto Cecchi, e udite bene a volte
ritornano lincredibile ed indistruttibile Paolo Paschetto, che
doveva giocare solo qualche azione ed invece
(Mauro Mangiavacchi)

Mertoli Antonio (n.89) 4 per 38 (1 td), Belli


Etruschi
Giuliano (n.88) 2 per 33, Diana Leonardo (n.82) 1 per
10
Hogs
Gardner Jacob (n.8) 1 per 9, Lazzaretti Leonardo (n.9) 1 per 9 (1 td), Cosimo Oronzo Cristian (n.33)
1 per 8
Intercetti
Etruschi

Palmia Nicola 1 per 16, Schock Geoffrey (n.2) 1


Hogs
per 9
Punt
Etruschi

Sambaldi Paolo (n.21) 3 per 67

Hogs
Punt Return
Etruschi

Schock Geoffrey (n.2) 1 per 12


Hogs
Kickoff Return
Etruschi
Belli Giuliano (n.88) 2 per 26, Diana Leonardo (n.82) 1 per 18, Giustarini Luca (n.18) 1 per 18
Hogs

Vacondio Mauro 1 per 6


Fonti: La Gazzetta del Po, Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 24 Marzo 2001


Centro Fabbrichetta,

Grugliasco

Autocentauro TIGERS Torino

FALCONS Milano

12
8

0-6

td

Savi Davide (n.22), 1 run

0-8

saf

Nava Matteo

6-8

td

Sparapano Andrea (n.18), 38 pass da


Gerbino Franz (n.14)

12-8

td

Sparapano Andrea (n.18), 15 pass da


Gerbino Franz (n.14)

Statistiche
Corse

Dopo la dura sconfitta della scorsa settimana, i Tigers


hanno dimostrato volont e carattere riscattandosi contro
una diretta avversaria per la corsa ai playoffs, raddrizzando
una partita,cominciata male ed in salita causa nervosismo
ed errori, e portando a casa due punti preziosi in attesa della
difficile trasferta di Bolzano.
Gara troppo importante per i due team per essere bella e
che ha dimostrato che quando non si chiude il risultato avendone la possibilit, alla fine si soffre troppo e si rischia di
regalare agli avversari il match pur meritando di vincerlo.
I nero arancio torinesi, per scelta tecnica di coach Mazzolini, partono con il giovane Diego Sperandio qb della junior, titolare al posto di Gerbino. Lemozione e scarsa esperienza
del pur bravo Diego fa si che alcuni drive non ottengano gli
effetti sperati, sino a giungere ad un punt di allontanamento

Tigers
Ricci Alberto 6 per 17, Sperandio Diego 3 per
3, Della Casa Luca 8 per 2, DOrsi Alessandro 2 per
9, Gerbino Franz (n.14) 1 per 12
Falcons
Viscomi Pasquale (n.33) 4 per 26, Passioni
Luca (n.41) 4 per 18, Savi Davide (n.22) 12 per 13 (1
td), Gentiloni Ovidio 1 per 3, Rosica Yuri (n.2) 2 per
1, Monza Antonio (n.4) 6 per 8
Passaggi
Tigers
Gerbino Franz (n.14) 8 su 15 per 115 (2 td),
Sperandio Diego 2 su 4 per 4
Falcons
Ricezioni

Monza Antonio (n.4) 9 su 21 per 86

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

perfetto, lhold, di conseguenza, neppure, ed il field goal della


possibile vittoria, calciato da Galvan, viene stoppato.
Overtime, e le Aquile segnano con una corsa di 2 yds di
Ventorre, ma la trasformazione da due punti (il kicker e defensive back De Giorgi era fuori per botta alla spalla destra)
viene fallita, con il qb Jacob che in scramble a sinistra viene
fermato a 4 yds dalla goal line.
Palla ai Frogs, che corrono 7 yards, lanciano un incompleto, corrono ancora 2 yards con Petrillo e, sul quarto ed 1,
vanno in touchdown con il qb sneak pi lungo della storia,
16 yards di Elsinger (nota: il roster lo dava come Eslinger
Ryan, suppongo sia viceversa...). Trasforma Galvan e Milano
vince.
Prima del finale, in un pomeriggio caldissimo, circa 300
spettatori, terreno in buonissime condizioni (si dice cos, vero?) ed ingentilito inopportunamente dal fiorire di margherite
che al Motovelodromo di Ferrara non sono una novit, la
partita era stata equilibrata come il risultato fa supporre.
Le Aquile avevano iniziato appoggiandosi alle corse di Ventorre e Tassan, ma la prima azione della partita era stata un
tentativo di bomba di Jacob, colpevole di avere lanciato
troppo lungo per il wr Nerozzi: al secondo drive, dopo un perfetto intercetto di De Giorgi in end zone (su una fade troppo
timida) che aveva fermato i Frogs, proprio Tassan correva in
td per 71 yards, ricevendo un pitch a sinistra poi tagliando
verso destra per proseguire indisturbato nelle ultime 35
yards, con trasformazione di De Giorgi.
Il pareggio dei Frogs, certamente pi efficaci nel gioco aereo e sempre pericolosi con Petrillo, era arrivato al termine di
un drive lunghissimo: Milano era arrivata ad un primo e goal
dalle 6, ma tre penalit consecutive avevano portato addirittura ad un primo e goal dalle 36.
Qui tre pass di fila, portavano al quarto e goal, con lancio
di Elsinger in td (4 yards) per Molinari, partito wr a destra e
in taglio a 90 appena dentro la end zone. Trasformazione di
Galvan per il 7-7 dellintervallo.
Nel terzo quarto, dopo un rientro in campo in cui Elsinger
aveva esortato i compagni a correre perch su un campo da
football non si cammina mai (quante volte labbiamo sentito, eh?), i Frogs si vedevano annullare un td di Petrillo (corsa
in mezzo, 15 yards) per una penalit, un fumble ed un incompleto (tuffo di Marco Molinari ad impedire la ricezione,
che era comunque corta rispetto al primo down), palla alle
Aquile, che faticavano e non completavano (gran intervento
in tuffo di Bassi) al terzo down a centrocampo, ma una violenza sul qb e le successive proteste davano trenta yards ai
ferraresi, primo e dieci dalle 44 dei Frogs. Una corsa di 5, incompleto, corsa di 3 di Jacob ed altra corsa di 1 impedivano
alle Aquile di avanzare, i Frogs entravano nellultimo quarto
con un drive dalle proprie 39 che si concludeva per con un
intercetto di Marco Montanari sulle 13 difensive. Dopo un
paio di corse ed una buona ricezione di Nerozzi (20 yards)
lattacco stallava sulle 37 offensive, con punt. Al primo down
dalle 17 (dopo un offside dellattacco da 5 yards) Petrillo correva splendidamente in mezzo per 51 yards, ma dalle 22 delle Aquile una corsa di 1 yard, un incompleto, un draw per 5
yards ed uno scramble di Elsinger per 2 yards (usciva sulla
linea laterale destra, rimproverando apertamente un compagno di squadra che non aveva rispettato la traccia e soprattutto, crediamo, non si era reso visibile durante lo scramble)
fermavano il drive. Negli ultimi 4 un drive a testa, con le
Aquile che prima beneficiavano di una violenza non necessaria nel backfield difensivo dei Frogs dopo un incompleto sulle
43 Frogs, poi, sul quarto e 2 dalle 35, pitch a sinistra errato
per Tassan, con fumble ricoperto dai Frogs, il cui drive si arrestava, appunto, con il fg della potenziale vittoria fallito da
Galvan.
(Sweetness)

Tigers
Sparapano Andrea (n.18) 5 per 88 (2 td), Cantini Fabio (n.8) 2 per 13, Faustino Mwanima 1 per 9,
Carnevali Fabio 1 per 6, Boni Federico 1 per 3
Falcons
Cardarelli Andrea 2 per 26, DAgostino Alessio (n.19) 2 per 17, Pel Marco (n.84) 1 per 14, Catalano Luca (n.10) 2 per 11, Merighi Massimiliano 1 per
9, Mignone Gianpaolo (n.80) 1 per 9
Intercetti
-

Tigers
Falcons
Punt
Tigers

Cantini Fabio (n.8) 2 per 80

Falcons
Carmelini Lorenzo 2 per 59
Punt Return
Aru Claudio 1 per 9, Oggero Giacomo 1 per 1

Tigers

Falcons
Kickoff Return
Tigers
2

Cantini Fabio (n.8) 1 per 3, Ricci Alberto 1 per

Falcons
Savi Davide (n.22) 1 per 17, Viscomi Pasquale (n.33) 1 per 12, Cardarelli Andrea 1 per 11, Mignone Gianpaolo (n.80) 1 per 8
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 25 Marzo 2001


Motovelodromo Fausto Coppi,

AQUILE Ferrara
FROGS Milano

Ferrara

13
14
overtime

6-0
7-0

1
1

td
pat

Tassan Tiziano (n.33), 71 run


De Giorgi Stefano (n.14), kick

7-6

td

Molinari Sem, 4 pass da Elsinger


Ryan (n.12)

7-7
13-7

2
ot

pat
td

Galvan Leonardo (n.31), kick


Ventorre Michele (n.32), 2 run

13-13 ot

td

Elsinger Ryan (n.12), 16 run

13-14 ot

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

La prima giornata del campionato italiano di football americano ha procurato dei colpi sensazionali. Come la vittoria
dei Frogs Nord Milano, ritornati a calcare i campi della massima serie (prendendo il posto dei mitici Frogs Legnano), che
al Motovelodromo di Ferrara hanno piegato allovertime le
Aquile con un touchdown di Elsinger e la seguente trasformazione di Galvan.
(Fabrizio Cometti)
Prima la fine: a 6 dal termine della partita i Frogs calciano per la vittoria, sul 7-7. Lo snap dalle 6 yards non

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

I Falcons hanno pagato la serata assai negativa


dellattacco, spesso impreciso ed inconcludente.
Il primo quarto di gioco ha visto protagoniste le difese delle
due squadre, capaci di interrompere i giochi di corsa e di
passaggio degli avversari, impedendo quindi lo sviluppo di
significativi drive dattacco.
Dopo una buona serie di corse del running back #24 Petrillo allinizio del secondo quarto di gioco, i Frogs trovano la
prima segnatura grazie alla ricezione e successivo ingresso
in end zone del #10 Acquati.
La trasformazione a segno ed il punteggio diviene 7-0.
Nel successivo possesso i Falcons non riescono a chiudere il
down e sono costretti a liberarsi del pallone consegnandolo
ai nero-argento che iniziano un lungo ed articolato drive
dattacco. Si alternano grandi corse del running back #24
Petrillo a ricezioni sul profondo. La difesa rosso-argento si
mette in mostra con grandi interventi, compreso un sack al
quarterback avversario e grosse ingenuit come un face
mask che consente ai Frogs di procedere verso lend zone avversaria.
I nero-argento giocano un quarto down alla mano e lo
chiudono con unottima ricezione ma nellazione successiva i
Falcons riescono a provocare un fumble del qb #12 Elsinger
dei Frogs ed interrompono lattacco avversario. Ma lattacco
rosso-argento rimane inconcludente ed il primo tempo di
gioco si chiude con il disperato tentativo di segnatura da
parte del qb #12 Elsinger delle rane che lancia per 60 yds direttamente in end zone dove il receiver #10 Acquati manca di
un soffio la ricezione.
Il terzo quarto si apre con il possesso palla dei Frogs, concretizzato, dopo un drive di corse, dalla portata al largo del
runner #24 Petrillo che varca lend zone e, con la successiva
trasformazione, il punteggio diventa 14-0. Dopo un buon ritorno di kickoff, lattacco di coach Zamichieli trova alcune
buone corse del runner #22 Savi ma continua la serata negativa del qb #4 Monza che non riesce a trovare la giusta intesa con i receiver e non completa i pass decisivi. I Frogs invece trovano diversi passaggi completi e buone corse del solito runner #24 Petrillo: il drive dattacco si conclude solamente con un field goal, grazie alla buona difesa dei Falcons che
impediscono due ricezioni e fermano sulla linea di scrimmage una corsa avversaria.
Alla fine del terzo quarto il punteggio sale comunque a 170. I Falcons ripartono dalle proprie 35 yds e, grazie ad
unazione durante la quale subiscono un face mask ed un
comportamento antisportivo, raggiungono subito le 35 yds
dei Frogs. Con due buone corse del runner #41 Passioni e
#22 Savi ed una ricezione sul quarto down si portano sulle
20 yds dei Frogs. Qui purtroppo, dopo due lanci incompleti
sul #6 Perego e sul #80 Mignone, il successivo lancio del qb
#4 Monza verso il lato destro dellattacco viene intercettato
dal defensive back #35 dei Frogs che corre, vanamente inseguito, fino alla end zone avversaria. La trasformazione viene
bloccata, il punteggio passa sul 23-0 e la partita si chiude
sotto ogni punto di vista, sia del punteggio sia degli stati
danimo completamente opposti delle due squadre.
E stata una serata negativa, i Frogs hanno fatto valere
lesperienza mentre i Falcons non hanno saputo esprimere il
loro attacco, penalizzati da lanci imprecisi che non hanno
trovato i receiver allappuntamento e da un gioco di corsa
spesso fermato sul nascere. La tensione ha giocato un brutto
scherzo, spesso si avuta limpressione che i rosso-argento
giocassero col freno a mano tirato, condizionati dai nomi degli avversari. Lattacco non riuscito a carburare strada facendo, costretto spesso al punt senza aver conquistato un
primo down. La difesa ha effettuato grandi giocate, alternate
ad alcuni svarioni che hanno dato luogo ad alcune segnature. Grande un blitz del linebacker #25 Ovidio Poderoso

Statistiche
Corse
Tassan Tiziano (n.33) 11 per 89 (1 td), VentorAquile
re Michele (n.32) 7 per 40 (1 td), Jones Jacob 3 per
1
Frogs
Petrillo Enzo (n.24) 26 per 141, Elsinger Ryan
(n.12) 4 per 19 (1 td), team 1 per 2
Passaggi
Jones Jacob 5 su 14 per 49
Aquile
Frogs
Elsinger Ryan (n.12) 17 su 27 per 154 (1 td, 2
int)
Ricezioni
Fantazzini Paolo 2 per 23, Nerozzi Stefano
Aquile
(n.80), 1 per 19, Baldan Federico (n.89) 1 per 5, Tassan Tiziano (n.33) 1 per 2
Frogs
Acquati Davide (n.10) 4 per 53, Mariani Andrea
5 per 41, Crugnola Andrea 5 per 35, Ummarino Alessandro (n.8) 1 per 14, Molinari Sem 2 per 11 (1 td)
Intercetti
Aquile
De Giorgi Stefano (n.14) 1 per 0, Mantovani
Marco (n.16) 1 per 0
Frogs
Punt
Aquile

De Giorgi Stefano (n.14) 3 per 96

Frogs
Rusconi Fulvio 1 per 30
Punt Return
Aquile
Frogs
Bassi Paolo 2 per 30
Kickoff Return
Aquile
Sottile Gianpaolo 2 per 43
Frogs

Frontini Omar 1 per 19, Bassi Paolo 1 per 17

Fonti: La Gazzetta dello Sport, Fiaf.net, Frogslegnano.biz,


Huddle.org

Sabato 31 Marzo 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Milano

FROGS Milano
FALCONS Milano

23
0

6-0

td

Acquati Davide (n.10), 16 pass da Elsinger Ryan (n.12)

7-0

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

13-0

td

Petrillo Enzo (n.24), 4 run

14-0

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

17-0

fg

Galvan Leonardo (n.31), 31

23-0

td

Carimati Mario (n.35), 87 int ret

Di fronte a circa 250 spettatori i Frogs si aggiudicano la


sfida del Vigorelli con una buona prestazione sia della difesa
sia dellattacco.

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Gentiloni che ha suscitato la sdegnata reazione del qb americano dei Frogs.


Il bollettino medico al termine della gara stato meno severo di quello di Torino nonostante si debba segnalare
linfortunio al ginocchio del lineman difensivo Marcello Captain Mastrapasqua. Quale che sia la prossima partita, speriamo davvero in una rinascita dellattacco e di una riconferma della difesa, nonostante le prossime assenze.
La strada certamente in salita ma una buona prestazione
coi Dolphins deve essere il viatico alle vittorie indispensabili
nei match successivi.
(Tommaso Ciccone)

Era dalla fine degli anni 80 che a Milano non si giocava un


derby. Lultimo fu quello fra Rhinos e Pharaones.
Quello fra Frogs e Falcons stato accolto da un discreto
pubblico (400 persone).
(Fabrizio Cometti)
Statistiche
Corse
Petrillo Enzo (n.24) 18 per 118 (1 td), Lucarelli
Frogs
Ulrich 8 per 43, Ummarino Alessandro (n.8) 2 per 28,
Elsinger Ryan (n.12) 3 per 6
Falcons
Viscomi Pasquale (n.33) 3 per 14, Savi Davide (n.22) 3 per 8, Perrotti Massimiliano 1 per 0, Passioni Luca (n.41) 1 per 2
Passaggi

Il derby del football americano scomoda un buon pubblico


(circa 500 gli spettatori) ma non incanta, perch tra Froge e
Falcons c un netto divario, forse pi di quello che dica il
punteggio finale. I neroargento, quindi, concedono il bis, ma,
come a Ferrara, con uno score inferiore alla mole di gioco
profusa. Una problematica sottile, comunque essenziale in
previsione delle prossime gare, alla quale il coaching staff
dovr senzaltro rimediare. Tutto sommato lorganico andato bene, anche se non si visto, come in terra romagnola,
Ryan Elsinger (solo il 23% nei pass). Il nuovo qb statunitense non ha ripetuto la prova di sette giorni fa e la squadra di
questo ne ha ovviamente risentito. La troppo poca protezione da parte della linea offensiva (incompleta nei titolari) e le
condizioni non certo ottimali dello yankee (infortunatosi
nellultimo allenamento) vanno a parziale giustificazione della deludente prestazione. Ciononostante loffense neroargento ha saputo rimediare, sia con lesperienza, sia con la
solita determinazione di Petrillo (6,5 y a portata), ben supportato da Lucarelli. La parte del leone, per contro, lha fatta
ancora una volta lintero reparto difensivo, con Tarchiani
sugli scudi, che praticamente ha lasciato le briciole ai Falcons. A guarnire il tutto ci ha pensato poi la ciliegina finale
di Carimati, con un ritorno di intercetto di 87 yards.
(Lorenzo Corazzon)

Frogs

Elsinger Ryan (n.12) 3 su 13 per 53 (1 td)

Falcons
Ricezioni

Monza Antonio (n.4) 5 su 20 per 18 (1 int)

Frogs
Acquati Davide (n.10) 2 per 30 (1 td), Mariani
Andrea 1 per 23
Falcons
Merighi Massimiliano 1 per 11, Catalano Luca (n.10) 1 per 7, Perego Michele (n.6) 1 per 5, Savi
Davide (n.22) 1 per 1, Cardarelli Andrea 1 per 6
Intercetti
Frogs

Carimati Mario (n.35) 1 per 87 (1 td)

Falcons
Punt
Frogs

Falcons
Carmelini Lorenzo 4 per 106
Punt Return
Frogs

Bassi Paolo 2 per 9

Falcons
Kickoff Return

La seconda giornata del campionato di football americano


vedeva nel girone nord il derby milanese Frogs Falcons.
Il match, giocato sul terreno sintetico del Vigorelli, ha visto
una netta vittoria dei Frogs che, pur non disputando una
brillante gara in attacco, sono riusciti a rifilare 23 punti (a
zero) ai biancorossi di Tato Zamichieli. Tra le rane cera attesa per il nuovo qb americano Ryan Elsinger, autore di
unottima prova a Ferrara. I tifosi neroargento che, nonostante il trasferimento da Legnano a Milano, sono accorsi al
seguito della squadra (circa 600 i paganti) sono per rimasti
delusi. Un leggero infortunio ha condizionato la prova del regista che, per giunta, ha dovuto fare i conti con una serata
no della propria linea dattacco, che ha spesso lasciato campo libero alla difesa dei Falcons, e con la prova negativa di
alcuni ricevitori. Senza questi problemi il passivo per i Falcons sarebbe stato certamente pi duro, visto che lattacco
guidato dal volenteroso qb Monza non ha mai impensierito la
difesa neroargento.
(Guido Colombo)

Frogs

Bassi Paolo 1 per 19

Falcons
Savi Davide (n.22) 3 per 77, Cardarelli Andrea 1 per 22, Mignone Gianpaolo 1 per 20
Fonti: La Gazzetta dello Sport, Fiaf.net, Frogslegnano.biz,
Huddle.org

Domenica 1 Aprile 2001

A Milano, con una coreografia spettacolare ed una singolare novit (il capo arbitro stato dotato di un microfono per
dar modo al pubblico di ascoltare le decisioni arbitrali) andato in scena il derby cittadino Frogs Nord Milano Falcons.
Ha vinto la compagine pi attrezzata e pi dotata tecnicamente: i Frogs. Senza storia: 23-0. Con il runningback Enzo
Petrillo ad aprire la strada del successo delle Rane.
Nel primo tempo, comunque, i rossi dei Falcons hanno tenuto testa, cedendo soltanto di sette punti. Poi precisa
Marcello Mastrapasqua, defensive line dei Falcons abbiamo
pagato lorganico ridotto, la sudditanza psicologica nei confronti dei Frogs e le qualit tecniche.

Stadio Comunale,

Ospitaletto

BENGALS Brescia
ETRUSCHI Livorno
6-0

10

td

26
3

Perez Jos Louis (n.7), 75 int ret

6-3

fg

Sambaldi Paolo (n.21), 23

12-3

td

Compagnoni Luca (n.84), 13 pass da


Perez Jos Louis (n.7)

13-3

pat

Fedrigolli Davide (n.10), kick

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

19-3

td

25-3

td

Baber Kevin (n.42), 3 run

26-3

pat

Fedrigolli Davide (n.10), kick

reazione degli Etruschi si concretizza con un calcio piazzato


realizzato da Giustarini, ma nel secondo quarto tocca ad orso Compagnoni incrementare il vantaggio dei Bengals, grazie ad un touchdown a cui fa seguito la trasformazione da
un punto di Eddy Fedrigolli. Nel terzo quarto si scatena nelle
file bresciane Gianfranco Caile, che prima stende due volte
il lanciatore avversario e poi recupera un pallone portandolo
direttamente nella end zone avversaria per il 19-3 che chiude virtualmente il match. Nellultima frazione, dopo tanto lavoro oscuro ma prezioso, anche Baber trova il suo momento
di gloria. Angeli Busi, dalla panchina, chiede ai suoi di rinunciare ad un facile calcio da tre punti per tentare la realizzazione alla mano, che puntualmente avviene proprio grazie allamericano. Ora i Bengals sono attesi domenica prossima dalla trasferta a Reggio Emilia contro gli Hogs, reduci
dalla vittoria 42-20 contro i Blacks Torino.
(Gianluca Magro)

Caile Gianfranco (n.93), 20 fumble


ret

E arrivata alla seconda partita la prima W sul tabellino dei


Bengals Brescia ai danni degli Etruschi Livorno; infatti allo
stadio comunale di Ospitaletto i Bengals hanno battuto gli
Etruschi 26-3. Ma il team che ha permesso alla compagine
bresciana di portare a casa la sua prima vittoria, non stato
come di consueto lattacco, ma una difesa in grande spolvero
che, guidata dal defensive end #93 Caile (1 td per lui) e dalla
free safety messicana, nonch quarterback #7 Jos Perez (un
intercetto seguito da 1 td anche per lui), ha saputo ben contenere la offense dei toscani che pur contavano fra le loro fila
il promettente qb Elvis Tarroni. Certo, la offense bresciana
ha lavorato molto sulle corse ma nel primo quarto la linea
difensiva degli Etruschi, guidata dal defensive end americano #55, riuscita a non fare macinare gioco alla giovane linea delle tigri blu argento, costringendola anche al punt. Ma
dal secondo quarto le cose hanno cominciato a cambiare con
il gioco di terra ben gestito dai rbs #42 Kevin Baber (ottima
prestazione per lui), #35 Cristiano Gross Longhi (come
sempre capace di trascinare la squadra stato schierato
anche come right guard n.d.r.) e #23 Alberto Petitpierre
(sempre generoso) ed il gioco aereo che, nonostante a fine
gara fosse sembrato un semplice dialogo fra il qb #7 Perez ed
il tight end #84 Luca Orso Compagnoni, ha cominciato a
girare in modo senza dubbio promettente.
Nel frattempo, ai lunghi drive offensivi dei Bengals si alternava la difesa che riusciva sempre ad impensierire la linea
dattacco degli Etruschi, realizzando anche alcuni sacks.
Per la cronaca 2 tds sono stati segnati dalla difesa, come
abbiamo avuto modo di vedere, con Caile e Perez, mentre gli
altri 2 dalla offense con Compagnoni su pass di Perez e Baber su corsa centrale.
2 trasformazioni su 4 realizzate dal kicker e wr #10 Eddy
Fedrigolli.
Menzione donore per il giovane quarterback bergamasco
dei Bengals #11 Stefano Candy Candela che con 2 pass
completati su 2 tentati ha, con indubbio carisma, guidato lo
stanco attacco bresciano a fine partita in sostituzione del qb
#7 Perez, stanco per avere giocato in doppio ruolo per tutta
la partita.
In conclusione, una buona prestazione per le tigri di coach
Riccardo Acido Lopresti, ma il lavoro da fare ancora molto.
(Carlo Maria Fabbrini)

Jos Luis Perez, Messicano, da meno di venti giorni in Italia, ha preso per mano i Bengals Brescia e li ha condotti alla
prima vittoria stagionale. Schiacciati per 36-3 gli Etruschi
Livorno.
Ventisette
anni,
proveniente
dai
Pumas
dellUniversit di Citt del Messico, Perez stato chiamato a
Brescia in sostituzione di Daniele Orfeo, quarterback infortunato ed inutilizzabile probabilmente per lintera stagione.
Con questo acquisto ha detto il presidente bresciano Virgilio Baresi ci sentiamo competitivi. A parte Bergamo, Ancona e Bolzano, possiamo giocarcela alla pari con tutte le altre. Brescia, insomma, si sente la mina vagante messicana.
(Fabrizio Cometti)
Statistiche
Corse
Bengals
Baber Kevin (n.42) 15 per 138 (1 td), Perez
Jos Louis (n.7) 7 per 27, Petitpierre Alberto (n.23) 5
per 18, Longhi Christian (n.35) 5 per 16
Bancale Andrea (n.11) 13 per 54, Campora
Etruschi
Paolo (n.22) 4 per 35, Lenti Luca (n.45) 5 per 20, Tarroni Elvis (n.8) 6 per 15
Passaggi
Bengals
Perez Jos Louis (n.7) 4 su 16 per 50 (1 td, 1
int), Candela Stefano (n.11) 1 su 1 per 6
Etruschi
Tarroni Elvis (n.8) 5 su 14 per 56 (1 int),
Belli Giuliano (n.88) 0 su 1 per 0
Ricezioni
Bengals
Compagnoni Luca (n.84) 3 per 42 (1 td), Fedrigolli Davide (n.10) 1 per 8, Ghiglione Aristide 1 per
6

Meglio di cos non poteva andare. Lesordio casalingo dei


Bengals Brescia nella Golden League di football americano
regala alle tigri la vittoria sugli Etruschi di Livorno: 26-3 il
risultato finale, al termine di una gara giocata perfettamente
dai bresciani, sia in fase offensiva che difensiva, tanto che gli
unici tre punti degli ospiti sono stati siglati con un calcio
dalle 15 yards. Maiuscola la prova nei Bengals
dellamericano Kevin Baber, il quale, con la sua velocit, ha
messo spesso in difficolt la difesa livornese. Ottimo anche
lesordio del nuovo acquisto, il messicano Jos Luis Perez,
quarterback potente ma anche molto preciso. Al Comunale
di Ospitaletto, davanti ad un folto pubblico catturato si dalla
gara ma anche dalle brave e belle cheerleaders del gruppo di
Quinzano (le Bengalette), che seguiranno sempre i Bengals
nelle partite in casa, Lopresti deve rinunciare a Davide Orfeo, a Brescianini e allaltro messicano, Pepe Medrano. La gara
inizia con Livorno in attacco, ma sul lancio del quarterback
avversario Perez intercetta e, ben coperto dai compagni, si
beve 85 yards regalando cos il touchdown ai bresciani. La

Etruschi
Belli Giuliano (n.88) 2 per 38, Giustarini
Sandro (n.86) 1 per 8, Giustarini Luca (n.18), Diana
Leonardo (n.82) 1 per 3
Intercetti
Bengals
Etruschi
Punt
Bengals

Perez Jos Louis (n.7) 1 per 75 (1 td)


Diana Leonardo (n.82) 1 per 17
Pigolotti Giordano 1 per 30

Etruschi
Sambaldi Paolo (n.21) 3 per 75
Punt Return
Bengals

Etruschi
Kickoff Return
Bengals

11

Fontanella Alessandro (n.88) 3 per 81

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

corsa per il Superbowl, hanno centrato una trionfale vittoria,


mettendo in campo tutta la potenza del loro incredibile collettivo. Il 41-0 finale non lascia spazio a dubbi su quale sia
oggi la squadra numero uno.
(Guido Colombo)

Etruschi
Diana Leonardo (n.82) 3 per 55, Giustarini
Luca (n.18) 2 per 19
Fonti: Giornale di Brescia, La Gazzetta dello Sport, Fiaf.net,
Frogslegnano.biz, Huddle.org

Statistiche
Corse
Baiocchi Davide (n.30) 8 per 26, Etta AlesDolphins
sandro (n.2) 8 per 12, Ladson Robert (n.48) 1 per 2,
Fagotti Massimiliano (n.43) 1 per 1, Boyce Courtney
(n.12) 6 per 48
Lions
Rush Tyrone (n.26) 19 per 106 (1 td), Bucciol
Dino (n.7) 1 per 23, Mezzadri Carlo (n.22) 3 per 12
Passaggi
Domenica 1 Aprile 2001
Stadio Dorico,

Dolphins
int)

Ancona

Aselco E. DOLPHINS Ancona

LIONS Bergamo

Lions
Ricezioni

0
41

0-6

td

Rush Tyrone (n.26), 2 run

0-7

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-13

td

Rocchetti Pierluigi (n.45), 6 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-14

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-20

td

Karjalainen Markus, 2 pass da Bucciol Dino (n.7)

0-21

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-27

td

Soresini Matteo (n.3), 15 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-28

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-34

td

Martelli Filippo (n.80), 37 pass da


Bucciol Dino (n.7)

0-35

pat

Morichi Michele (n.42), kick

0-41

td

Sironi Mauro (n.85), 15 pass da Bucciol Dino (n.7)

Boyce Courtney (n.12) 10 su 15 per 103 (1


Bucciol Dino (n.7) 16 su 24 per 196 (5 td)

Dolphins
Panzani Mario (n.82) 5 per 53, Piva Marco
(n.80) 2 per 32, Esposito Stefano (n.11) 1 per 8, Etta
Alessandro (n.2) 1 per 6, Capodaglio Fabio (n.88) 1
per 4
Lions
Soresini Matteo (n.3) 4 per 58 (1 td), Barbotti
Maurizio (n.86) 4 per 39, Martelli Filippo (n.80) 1 per
37 (1 td), Sironi Mauro (n.85) 2 per 26 (1 td), Verzeri
Tomaso (n.21) 1 per 15, Rush Tyrone (n.26) 1 per 9,
Rocchetti Pierluigi (n.45) 1 per 6 (1 td), Bianca Federico (n.84) 1 per 4, Karjalainen Markus 1 per 2 (1 td)
Intercetti
-

Dolphins
Lions
Punt

Lucchetta Loris (n.9) 1 per 23

Dolphins

Gualandi Marco (n.34) 5 per 204

Lions
Bucciol Dino (n.7) 2 per 67
Punt Return
-

Dolphins
Lions
Kickoff Return

Lo strapotere dei Lions Bergamo si fa sentire ad Ancona.


Stavolta, dopo i Bengals Brescia ed i Tigers Torino in Golden
League, ed i Raiders di Innsbruck in Eurobowl, a chinarsi
sono i Dolphins di Luigi Luchena, travolti sul proprio campo
41-0. I marchigiani, indicati dagli addetti ai lavori come gli
antagonisti dei caschi oro nella corsa al titolo italiano, vedono ridimensionarsi notevolmente il loro ruolo, mentre, dopo
la seconda giornata di campionato, escono rinforzati i Giants
Bolzano, capaci di stracciare i deboli ed arrendevoli Tigers
Torino.
I Lions non hanno avuto comunque nessun problema a regolare i delfini. A ruota sono andati a segno quasi tutti i
propri uomini migliori.
Tyrone Rush ha spianato la strada, poi toccato a Rocchetti, Karjalainen, Soresini, Martelli e Sironi. Serviti in modo impeccabile dal quarterback Dino Bucciol, litalocanadese punto di forza della squadra di Carlos Barocio. In
questo momento, fra i partecipanti alla Golden League, nessuno sembra in grado di fermare i campioni dEuropa e
dItalia in carica.
(Fabrizio Cometti)

Dolphins
Lions

Dunson Michael (n.3), 5 per 83


Verzeri Tomaso (n.21) 1 per 15

Fonti: La Gazzetta dello Sport, Fiaf.net, Frogslegnano.biz,


Huddle.org

Domenica 1 Aprile 2001


Stadio Europa,

Bolzano

GIANTS Bolzano
Autocentauro TIGERS Torino

La seconda giornata del campionato di football americano


vedeva nel girone nord la partitissima di Ancona tra i Dolphins ed i Lions Bergamo.
I Lions, sul campo di una delle pi accreditate rivali nella

6-0

12

td

30
7

Greene Reginald (n.1), 1 run

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

8-0

pat

Greene Reginald (n.1), action

8-6

td

Faustino Mwanima, 21 pass da Sperandio Diego

8-7
14-7
20-7
22-7
28-7
30-7

1
3
4
4
4
4

pat
td
td
pat
td
pat

Intercetti
Giants
Tigers
Punt
Giants

Bighetti Marco, kick


Gagliardi Giovanni, 27 run
Greene Reginald (n.1), 27 run
Anegg Michele (n.34), action
Greene Reginald (n.1), 30 run
Ventura Andrea (n.2), action

Ventura Andrea (n.2) 1 per 37

Tigers
DOrsi Alessandro 4 per 76
Punt Return
Salamone Alessandro 1 per 24, Greene RegiGiants
nald (n.1) 1 per 21, Tharby Daryl 1 per 5

Per un tempo e forse tre quarti ci siamo illusi di poter fare


il classico pesce daprile ai forti bolzanini, poi la maggiore
esperienza ed un nostro calo dovuto anche ai numerosi infortuni oltre che agli errori hanno fatto la differenza.
Partiti da Torino senza il wr Cantini, Annoni, giovane e
possente uomo di linea, ed il runner Ricci, nel corso della
partita si infortunato anche laltro receiver Sparapano ad
una spalla, e, per non essere da meno al compagno di squadra, il runner Della Casa. Ora i Giants non hanno certo bisogno di tali regali, sono gi abbastanza forti! Pur tuttavia,
come si pu vedere dal tabellino, per tutto il primo tempo e
parte del terzo quarto la partita stata equilibrata, ed il forte
Greene fino a che decideva di correre nel mezzo ben contenuto da una splendida difesa, mentre sulle corse laterali
dolore Nel primo quarto solito regalo in seguito ad un punt
bloccato, con conseguente corsa di Greene in meta e pronta
reazione con un lungo e bel drive conclusosi con quasi la fotocopia della domenica precedente. Gerbino in option per il
suo back up Sperandio in veste di fullback e lancio sul giovane e bravo wr Faustino Mwanima in td trasformato col
calcio di Bighetti, anche oggi in grande spolvero nella sua
posizione canonica di lb.
Sino alla fine della prima met attacchi bolzanini ben contenuti e continui cambi di possesso. Allinizio del terzo quarto una corsa di potenza delloriundo Joe Gagliardi, portava
sul 14-7 i Giants, quindi nellultimo quarto il Greene show
con i due td decisivi per piegare le nostre ultime illusioni,
anche perch lattacco neroarancio non riusciva pi a concretizzare, forse come detto anche a causa dei numerosi infortuni. Ma i se e i ma lasciano il tempo che trovano, unico
rammarico che forse il punteggio penalizza troppo ampiamente i reali meriti della nostra squadra, ora attesa ad un
turno di riposo durante il quale speriamo di svuotare
linfermeria in vista della nostra ultima fatica con le tre
grandi (un onore del quale avremmo volentieri fatto a meno:
le incontriamo tutte, noi) la vigilia di Pasqua ad Ancona.
(Mauro Mangiavacchi)

Tigers
Kickoff Return
Giants
Biasotti Alessandro 1 per 5
Tigers
Carnevali Fabio 4 per 64, DOrsi Alessandro 1
per 12
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 1 Aprile 2001


Reggio nellEmilia

Campo Polo Scolastico Makall,

HOGS Reggio Emilia


BLACKS Torino
0-6

Statistiche
Corse
Giants
Greene Reginald (n.1) 23 per 194 (3 td), Gagliardi Giovanni 4 per 42 (1 td), Ventura Andrea (n.2)
3 per 4

42
20

1 Bla

td

Smith Paul (n.1), 42 run

6-6

td

Zanni Maurizio (n.20), 6 run

12-6

td

Lazzaretti Leonardo (n.9), 9 pass da


Schock Geoffrey (n.2)

14-6 2
14-12 2 Bla

pat
td

Schock Geoffrey (n.2), action


Smith Paul (n.1), 4 run

20-12 2

td

Gardner Jacob (n.8), 8 pass da


Schock Geoffrey (n.2)

26-12 3

td

Zanni Maurizio (n.20), 2 run

28-12 3

pat

Gardner Jacob (n.8), action

34-12 3

td

Gardner Jacob (n.8), 12 run

36-12 3
36-18 3 Bla
36-20 3 Bla

pat
td
pat

Gardner Jacob (n.8), action


Smith Paul (n.1), 6 run
Brena Alessandro (n.8), action

42-20 4

td

Marino Marino (n.37), 5 run

Lesordio casalingo degli Hogs, sul sintetico del campo di


via Makall, presso il polo scolastico, non poteva essere migliore. Gli emiliani arrivavano dalla facile (e per questo non
molto significativa) vittoria a Livorno, contro gli Etruschi con
una squadra largamente rinnovata (due nuovi americani,
Schock e Gardner) e un bel po di giovani da testare. Solo il
coaching staff, confermato in pieno dallo scorso anno, offriva
garanzie di solidit: lormai celebre e temutissima Wing T
del capo allenatore Dwayne Hatch ritornata, con i suoi angoli di bloccaggio, con il suo look liceale e gli effetti (devastanti) sono esattamente gli stessi dellanno scorso. Almeno
questo dice lo score finale, molto simile (purtroppo per i torinesi) a quello rimediato la settimana prima contro i vicecampioni dItalia, i blasonati Giants Bolzano. Il pubblico, assiepato sulle tribune, ha molto gradito lincontro, almeno a
giudicare dagli applausi, scrosciati abbondantemente durante tutta la partita: i Blacks infatti, sulla carta minacciosi, si

Tigers
Della Casa Luca 5 per 0, Pirillo Maurizio 2 per
8, Gerbino Franz (n.14) 1 per 8, Sperandio Diego 3
per 12
Passaggi
Giants
Ventura Andrea (n.2) 3 su 8 per 35
Tigers
Gerbino Franz (n.14) 9 su 28 per 65, Sperandio Diego 2 su 4 per 32 (1 td)
Ricezioni
Giants
Anegg Michele (n.34) 2 per 27, Pregnolato Luca (n.82) 1 per 8
Sparapano Andrea (n.18) 5 per 54, Faustino
Tigers
Mwanima 2 per 32 (1 td), DOrsi Alessandro 1 per 6,
Boni Federico 1 per 5, Manfredini Lorenzo 2 per 0

13

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

sono dimostrati avversari molto validi. Grazie ad una strategia molto semplice (dare quasi sempre la palla al fantastico
rb USA Paul Smith) la formazione di Rivoli ha tenuto il passo
dei reggiani per tutto il primo tempo, andando in meta per
prima con una spaventosa accelerazione di Smith, che, partendo dalla linea di met campo ha letteralmente divorato la
difesa granata. Ma la risposta degli Hogs non si fa attendere:
Maurizio Zanni, il super-veterano runner modenese che era
andato in meta tre volte nella prima di campionato, ha seguito i precisi blocchi della sua fortissima o-line e ha concluso un bel drive con una breve corsa nella end zone avversaria. E il primo quarto si conclude sul 6-6, poich entrambe le
squadre falliscono la trasformazione. Reggio Emilia replica
allinizio del secondo quarto, quando il giovanissimo ma abilissimo qb USA Geoffrey Schock trova Leonardo Lazzaretti (il
qb dellanno scorso, rientrato nellamata posizione di ricevitore) con un perfetto td pass da 10 yds. Lo stesso regista statunitense si incarica poi della trasformazione, con una corsa
personale.
Ma i Blacks non mollano la presa e, sostenuti dalle formidabili corse del poderoso Smith, centrano la seconda segnatura, ancora una volta non trasformata.
Il secondo quarto sta per chiudersi, ma la bravura
delloffensive coordinator Cattini, unita alla freddezza di
Schock consentono agli Hogs di allungare il passo con una
splendida meta allo scadere: questa volta laltro americano,
Gardner, a ricevere un breve passaggio in meta. Il vero turning point, comunque, si ha nella ripresa, allinizio del terzo
quarto: anche la difesa degli Hogs, pur provata
dallinfortunio di capitan Giberti, sale in cattedra e blocca un
lungo drive degli avversari con un provvidenziale fumble recovery. Come sempre i turnovers (tre a favore degli Hogs, alla
fine) decidono le partite e infatti la susseguente meta di
Zanni (la quinta in campionato!) porta il punteggio sul 28 a
12: da qui in poi gli ospiti non si riprenderanno pi. A nulla
vale la terza meta dellincontro di Smith, (finalmente trasformata!), perch preceduta dalla spettacolare corsa da 20
yds di Gardner e seguita dalla ubriacante serpentina del
prodigioso rookie rb Marino che fissa definitivamente il punteggio sul 42 a 20.
Bilancio: gli Hogs (2-0) hanno un attacco che, forse ancora
pi della passata stagione, appare decisamente pericoloso e
una difesa rinforzata dallinnesto di Gardner che nonostante abbia giocato tutta la partita (e che partita!) in doppio ruolo stata la vera stella dellincontro, mettendo a segno 150
yds in attacco e numerosissimi placcaggi sul fortissimo rb
avversario. I Blacks, molto migliorati rispetto allanno scorso,
hanno mostrato un gioco sulle corse molto fisico ed a tratti
(grazie a Smith) entusiasmante, oltre ad una discreta vena
del qb Brena: perci, nonostante il record (0-2) rimangono
squadra da affrontare con grande concentrazione e massimo
rispetto e riserveranno sicuramente qualche sorpresa.
(Carlo Mantovani)

Hogs
Gardner Jacob (n.8) 2 per 24 (1 td), Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 1 per 19, Lazzaretti Leonardo
(n.9) 2 per 19 (1 td)
Blacks: Gilaudo Stefano 3 per 32, Sangiorgio Simone 2
per 16
Intercetti
Hogs
Palmia Nicola 1 per 0
Blacks: Punt
Hogs
Blacks: Punt Return
Hogs
Blacks: Kickoff Return
Hogs
Palmia Nicola 1 per 32, Vacondio Mauro 2 per
12
Blacks: Smith Paul (n.1) 2 per 35, Gilaudo Stefano 3 per
19, Mazzoni A. 1 per 1
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 1 Aprile 2001


Campo Kristall,

Roma

MARINES Ostia
DUCKS Roma

14
0

6-0

td

Pacelli Fabio (n.90), 4 pass da Gensini Giacomo

7-0

pat

Ianniello Dario, kick

13-0

td

Bozzarini Valerio (n.7), 7 pass da


Gensini Giacomo

14-0

pat

Ianniello Dario, kick

Il primo turno propone il derby con i Ducks che i Marines,


nonostante lassenza di Brusco per infortunio, vincono con
Giacomo Gensini, autore di 2 td pass, in cabina di regia.
Statistiche
Corse

Statistiche
Corse

Marines
Tron Roberto 5 per 28, Baklouti Alessandro 5
per 27, Gensini Giuliano 7 per 27, Bocchini Roberto
5 per 18, Macellaro John (n.23) 5 per 10, Gensini
Giacomo 4 per 6, Pacelli Fabio (n.90) 4 per 5

Hogs
Gardner Jacob (n.8) 9 per 148 (1 td), Marino
Marino (n.37) 9 per 77 (1 td), Zanni Maurizio (n.20)
12 per 64 (2 td), Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 8 per
48, Schock Geoffrey (n.2) 1 per 0, Vacondio Mauro 1
per 0
Blacks: Smith Paul (n.1) 28 per 226 (3 td), Brena Alessandro (n.8) 4 per 19, Di Maggio Michelangelo 1 per
3, Sala Raffaele 3 per 2, Vilizzi Francesco 1 per 1
Passaggi

Ducks Davis Bobby 10 per 14, Lazzaro Simone (n.45) 1


per 2, team 1 per 7, Silvestri Flavio (n.11) 6 per 30
Passaggi
Marines
Ducks
Ricezioni

Schock Geoffrey (n.2) 5 su 8 per 62 (2 td)


Hogs
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 5 su 11 per 48 (1 int)
Ricezioni

Marines

14

Gensini Giacomo 6 su 9 per 75 (2 td, 1 int)


Silvestri Flavio (n.11) 7 su 19 per 119
Carosi Gianluca (n.84) 1 per 33, De Carolis

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Giacomo 2 per 21, Bozzarini Valerio (n.7) 2 per 17 (1


td), Pacelli Fabio (n.90) 1 per 4 (1 td)

lentata sul lungo per pescare il ricevitore Belli smarcato e


permettergli una lunga galoppata fino in end zone. Sempre
ottima la precisione del nazionale Elvis Tarroni, che manda a
buon fine anche limportante conversione da due punti.
Nellultimo drive del primo tempo gli Etruschi Livorno riescono in estrema sicurezza a sventare una nuova segnatura
per i Blacks Rivoli fermando la formazione piemontese e soprattutto il vulcanico Paul Smith ad una sola yard dal touchdown. Si va negli spogliatoi sulla situazione di parit e le
squadre gi fortemente provate da condizioni atmosferiche
veramente proibitive.
Nel secondo tempo la svolta della partita. Malgrado spetti
agli Etruschi Livorno portare avanti la palla per una segnatura la difesa torinese dimostra forte carattere respingendo
ogni assalto avversario e bloccando i toscani sul terzo and
out. Dentro lattacco Blacks e, dopo aver percorso lintero
campo di gioco in poche azioni, ecco arrivare la segnatura
del tanto atteso Paul Flash Smith con una corsa da una
trentina di yards. La trasformazione alla mano viene questa
volta fallita. Ancora spiragli di buon gioco da entrambe le
parti, con Etruschi molto buoni in difesa e leggermente in affanno in attacco e Blacks trascinati dalleuforia della vittoria
pregustata. Quando ecco arrivare la segnatura che chiude
definitivamente la partita. Unincursione centrale del fullback Raffaele Sala che di prepotenza schiaccia a terra il pallone del definitivo 20 ad 8 (e nuova trasformazione alla mano
fallita). Nel finale di partita poi i Blacks Rivoli vengono nuovamente tenuti alle corde da un colpo di reni della difesa etrusca che riesce nuovamente a fermare lavversario a due
yards dal touchdown fino al fischio finale dellarbitro. Ottima
la prestazione da parte delle due squadre con i Blacks Rivoli
leggermente in giornata migliore sui movimenti dattacco.
Vario il gioco per entrambe le squadre ma soprattutto per la
squadra ospite che con le segnature di Gilaudo, Smith e Sala
ha dimostrato una variet di gioco che pochi prevedevano.
(Enrico Bertorello)

Ducks Giannini Gabriele (n.10) 1 per 66, Fabri Lorenzo


1 per 22, Ravaioli Domenico (n.83) 2 per 16, Trotto
Alessandro (n.89) 2 per 12, Calugi Pietro (n.7) 1 per 3
Intercetti
Marines
Ducks
Punt
Marines

Cerratti Gianluca (n.33) 1 per 3


-

Ducks Baca Ledesma Oscar 4 per 102


Punt Return
Marines
DOnofrio David (n.41) 2 per 11, Bocchini
Roberto 1 per 2
Ducks Kickoff Return
Marines

Ducks
Giannini Gabriele (n.10) 2 per 24, Davis Bobby
1 per 12
Fonti: Huddle.org, Lazio-marines.com

Sabato 7 Aprile 2001

Statistiche
Corse

Livorno

ETRUSCHI Livorno
BLACKS Torino
td

8
20

0-6

1 Bla

0-8

1 Bla

pat

6-8

td

Belli Giuliano (n.88), 56 pass da Tarroni Elvis (n.8)

8-8
8-14
8-20

1
3 Bla
4 Bla

pat
td
td

Tarroni Elvis (n.8), action


Smith Paul (n.1), 10 run
Sala Raffaele, 1 run

Etruschi
Bancale Andrea (n.11) 9 per 44, Campora
Paolo (n.22) 5 per 37, Belli Giuliano (n.88) 2 per 25,
Lenti Luca (n.45) 1 per 8, team 1 per 0, Tarroni Elvis
(n.8) 6 per 6
Blacks: Smith Paul (n.1) 21 per 155 (1 td), Sala Raffaele
7 per 20 (1 td), Brena Alessandro (n.8) 5 per 10, team
2 per 3
Passaggi

Gilaudo Stefano, 21 pass da Brena


Alessandro (n.8)
Smith Paul (n.1), action

Etruschi
Tarroni Elvis (n.8) 2 su 5 per 61 (1 td, 1 int)
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 5 su 9 per 89 (1 td)
Ricezioni
Etruschi
Belli Giuliano (n.88) 1 per 56 (1 td), Diana
Leonardo (n.82) 1 per 5
Blacks: Gilaudo Stefano 5 per 89 (1 td)
Intercetti

Su di un campo reso impossibile da una forte pioggia battente e da imponenti raffiche di vento di libeccio sabato 7 aprile, alle ore 15.00, si disputata una vera e propria partita
di football estremo tra i padroni di casa Etruschi Livorno
ed i Blacks Rivoli. La partita ha inizio con quasi mezzora di
ritardo e tutto allinsegna della staticit in campo. Con il
fango che fa sprofondare i giocatori fino a sopra le caviglie, la
partita procede senza esaltanti incursioni n offensive n difensive per le formazioni sul campo. Ma sono i Blacks Rivoli
a sbloccare il risultato alla met del primo quarto con un bel
lancio del qb Alessandro Brena che pesca non lontano dalla
end zone il ricevitore preferito Stefano Gilaudo. Paul Smith
perfeziona il tutto con una trasformazione da due punti consegnata alla mano passando sulla fascia destra del campo.
Immediata la reazione degli Etruschi Livorno che nel drive
successivo approfittano di una copertura eccessivamente al-

Etruschi
Blacks: Faraca William 1 per 11
Punt
Etruschi
Blacks: Punt Return
Etruschi
Blacks: Kickoff Return
Etruschi

15

Diana Leonardo (n.82) 2 per 29, Giustarini

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Luca (n.18) 1 per 13, Gambarini Paolo (n.61) 1 per 11

vamente la partita. MVP indiscusso stato sicuramente il wr


messicano Hernandez dei Corsari, il quale oltre a risultare il
top scorer, stato nella sostanza il factotum dei palermitani
giocando anche rb, safety e ritornatore. Ma nella posizione di
ricevitore ha creato letteralmente lo scompiglio nella difesa
salernitana che, pur cambiando pi volte il tipo di marcatura su di lui, non riuscita a limitarne le capacit. Per onor
di cronaca va anche sottolineato che i Seagulls, che disputeranno il campionato senza alcun giocatore straniero, si sono
presentati alla prima di campionato privi di ben 16 giocatori
tra infortunati e indisponibili. Con 7 titolari assenti e con la
mancanza assoluta di ricambi che ha costretto ai doppi ruoli
(25 i giocatori a roster!), era difficile che riuscissero ad esprimere il loro gioco. I Seagulls sono attesi ora al pronto riscatto sabato contro i Ducks, quando giocheranno a Salerno
la prima partita casalinga in serie A1 della loro storia.
(Mario Pironti)

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 8 Aprile 2001


Velodromo Paolo Borsellino,

Palermo

El Mezcalito CORSARI Palermo 34

SEAGULLS Salerno

16

6-0

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


60 pass da Romero Benitez Igor
(n.11)

12-0

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


15 pass da Romero Benitez Igor
(n.11)

14-0

pat

Hernandez Benitez Federico (n.10),


action

20-0

20-6
20-8
20-14
20-16

3
3
3
3

td
Sea
Sea
Sea
Sea

td
pat
td
pat

Statistiche
Corse
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 2 per 126
(2 td), Proni Davide (n.32) 5 per 18, Romero Benitez
Igor (n.11) 5 per 4
Seagulls: Avallone Salvatore 10 per 58 (1 td), Pappalardo
Sergio 11 per 51 (1 td), Sciuman Elio 8 per 20, De
Santis Valerio 2 per 9
Passaggi
Corsari
Romero Benitez Igor (n.11) 8 su 12 per 168 (3
td)
Seagulls: Sciuman Elio 1 su 11 per 29
Ricezioni

Hernandez Benitez Federico (n.10),


78 run
Pappalardo Sergio, 8 run
De Santis Valerio, action
Avallone Salvatore, 25 run
Sciuman Elio, action

26-16 3

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


38 pass da Romero Benitez Igor
(n.11)

28-16 3

pat

Pecoraro Gabriele (n.1), action

34-16 4

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


48 run

Hernandez Benitez Federico (n.10) 6 per 153


Corsari
(3 td), Raneli Sergio (n.86), Barbuzza Domenico (n.38)
1 per 6
Seagulls: Fiore Luca 1 per 29
Intercetti
Corsari
Seagulls: Punt
Corsari
Zappal Paride (n.89) 1 per 20, Hernandez
Benitez Federico (n.10) 1 per 9
Seagulls: Punt Return

Nella prima giornata di campionato del girone sud della


Golden League 2001 i Corsari Palermo hanno sconfitto a Palermo i Seagulls Salerno con il punteggio di 34-16. La partita, che iniziava con ben 45 minuti di ritardo a causa di problemi legati alle dimensioni non regolamentari del campo, si
apriva con uno splendido td pass ricevuto dal messicano
Hernandez al primo schema. Questultimo, vero dominatore
incontrastato della partita, andava a segno ancora due volte
nel corso del primo tempo, realizzando una meta su corsa di
70 yds ed unaltra su lancio del qb messicano. I Seagulls
non riuscivano a concretizzare assolutamente niente nei
primi due quarti, risultando inconcludenti in attacco e confusi in difesa. Il secondo tempo iniziava sotto altri auspici.
Difatti i salernitani andavano a segno due volte nel terzo
quarto, prima con una corsa di 20 yds di Avallone trasformata da due punti da De Santis su pass di Sciuman e poi,
dopo una palla recuperata dalla difesa che causava un fumble con un gang tackle ai danni di Hernandez, Sciuman
andava a segno con una corsa di 30 yds per poi trasformare
da due punti. Ma sul punteggio di 20-16 per i Corsari, Hernandez spegneva ogni velleit di recupero dei salernitani con
l ennesima ricezione in td ben imbeccato ancora una volta
dal connazionale Romero.
Nel 4 quarto i Seagulls arrivavano una paio di volte sulle
20 avversarie, ma era ancora Hernandez a chiudere definiti-

Corsari
Seagulls: Napoli Alfonso 1 per 10, Aliberti Gerardo 1 per
0
Kickoff Return
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 1 per 36,
Cafarelli Davide (n.20) 2 per 21
Seagulls: Fiore Luca 4 per 95, Gualandi Arnaldo 2 per 70
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 8 Aprile 2001


Stadio Dorico,

16

Ancona

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Aselco E. DOLPHINS Ancona

FALCONS Milano

48
6

6-0

td

Boyce Courtney (n.12), 9 run

7-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

13-0

td

Dunson Michael (n.3), 65 punt ret

14-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

20-0

td

Piva Marco (n.80), 11 pass da Boyce


Courtney (n.12)

21-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

21-6

td

Merighi Massimiliano, 3 pass da


Monza Antonio (n.4)

27-6

td

Dunson Michael (n.3), 85 ko ret

28-6

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

34-6

td

Etta Alessandro (n.2), 4 run

35-6

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

41-6

td

Alpini Giuseppe (n.33), 2 pass da Boyce Courtney (n.12)

42-6

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

48-6

td

Piva Marco (n.80), 2 pass da Gaggiotti Andrea (n.9)

Falcons
Kickoff Return
Dolphins
Dunson Michael (n.3) 1 per 85 (1 td), Etta
Alessandro (n.2) 1 per 47
Falcons
Savi Davide (n.22) 2 per 31, Canonico Gabriele (n.63) 2 per 29, Cardarelli Andrea 2 per 28
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 8 Aprile 2001


Reggio nellEmilia

Campo Polo Scolastico Makall,

HOGS Reggio Emilia


BENGALS Brescia
6-0

52
22

td

Gardner Jacob (n.8), 58 run

8-0

pat

Lazzaretti Leonardo (n.9), action

14-0

td

Zanni Maurizio (n.20), 11 run

16-0

pat

Zanni Maurizio (n.20), action

22-0

td

Marino Marino (n.37), 19 run

Dolphins
Etta Alessandro (n.2) 6 per 56 (1 td), Baiocchi Davide (n.30) 4 per 27, Boyce Courtney (n.12) 3
per 15 (1 td), Alpini Giuseppe (n.33) 4 per 12, Fagotti
Massimiliano (n.43) 2 per 10, Ladson Robert (n.48) 1
per 6, Barberini Francesco (n.7)

24-0

pat

Cosimo Oronzo Cristian, action

30-0

td

Marino Marino (n.37), 6 run

32-0

pat

Gardner Jacob (n.8), action

38-0

td

Zanni Maurizio (n.20), 51 run

Falcons
Perrotti Massimiliano 4 per 9, Passioni Luca
(n.41) 4 per 8, Savi Davide (n.22) 3 per 7, Rosica Yuri
(n.2) 4 per 6
Passaggi

39-0

pat

Zanni Maurizio (n.20), kick

39-6

td

Baber Kevin (n.42), 1 run

39-8

pat

Baber Kevin (n.42), action

45-8

Statistiche
Corse

Dolphins
Boyce Courtney (n.12) 6 su 13 per 73 (2 td,
1 int), Gaggiotti Andrea (n.9) 1 su 5 per 2 (1 td), Esposito Stefano (n.11) 0 su 1 per 0 (1 int)
Falcons
Ricezioni

Monza Antonio (n.4) 10 su 19 per 44 (1 td)

Dolphins
Piva Marco (n.80) 5 per 67 (2 td), Esposito
Stefano (n.11) 1 per 6, Alpini Giuseppe (n.33) 1 per 2
(1 td)
Merighi Massimiliano 3 per 18 (1 td), Perego
Falcons
Michele (n.6) 3 per 12, Agliotti Andrea 1 per 8, Rosica
Yuri (n.2) 1 per 5, Catalano Luca (n.10) 1 per 1, Cardarelli Andrea 1 per 0
Intercetti
Dolphins

Gualandi Marco (n.34) 1 per 30

Carmelini Lorenzo 6 per 165


Falcons
Punt Return
Dolphins

td

Zanni Maurizio (n.20), 18 run

td

Compagnoni Luca (n.84), 31 pass da


Perez Jos Louis (n.7)

45-16 4

pat

Petitpierre Alberto (n.23), action

45-22 4

td

Perez Jos Louis (n.7), 1 run

51-22 4

td

Marino Marino (n.37), 14 run

52-22 4

pat

Zanni Maurizio (n.20), kick

Brutta prestazione dei Bengals Brescia sul sempre duro (e


non solo per questioni di costruzione) sintetico di Reggio Emilia. Infatti al Polo Scolastico di Via Makall i granata di
coach Hatch hanno dato dimostrazione della loro forza ad
una compagine bresciana che per met partita ha dato la
sensazione di essere ancora allabc del football sia in attacco,
per tutto il primo tempo una sequenza quasi monotona di 3
ed out, che in difesa, dove una insolitamente disattenta linea
dava possibilit agli Hogs di correre sia allesterno che
allinterno, portando agli onori della cronaca un vecchio (si
fa per dire) del football italiano, il rb #20 degli Hogs Maurizio
Zanni, che calca i campi del football italiano dagli albori di
quella che una volta si chiamava AIFA, il 1982: a nostro parere MVP della partita per prestazione e cuore con 22 punti
personali determinati da 3 tds, 1 trasformazione da 2 pt su
pass del qb USA #2 Schock e 2 trasformazioni da 1 pt. Tra le

Falcons
Carta Francesco 1 per 23, Nava Matteo
(n.72) 1 per 0
Punt
Dolphins

45-14 4

Dunson Michael (n.3) 3 per 162 (1 td)

17

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

file dei caschi argento bresciani si distinto il solito qb


messicano #7 Perez con un td personale ed una prestazione
degna di emulazione, almeno da parte della propria squadra.
Un punto a favore dellesperta linea dattacco degli Hogs sono stati gli automatismi ben consolidati di questo schema offensivo, la wing T molto in stile high school americana, che
non concede alla difesa la possibilit di una minima distrazione, visto che la disposizione permette una infinit di fakes, motions e quanto di pi possa deconcentrare la difesa
avversaria. Questa stata la musica che aleggiava sul campo fino alla fine del primo tempo, ma poi... i Bengals si sono
ricordati di ci che di buono sanno fare o forse, semplicemente, hanno tirato fuori un po dellorgoglio che ci si aspetta dalla squadra. Come dimostrano i parziali infatti, il secondo tempo stato sicuramente migliore del primo.
Lattacco ha cominciato a girare e gli schemi chiamati dalla
side-line dalloffensive coordinator Cecco Angeli Busi hanno portato alla conversione di diversi primi down ed alla realizzazione di 3 tds ed una successiva trasformazione da 2
punti da parte del rb USA #42 Baber su corsa centrale, prestazione con alti e bassi per lui a causa della aggressiva 5-2
schierata dal defensive coordinator degli Hogs; mentre la difesa riuscita con pi determinazione a contenere il rullo
dellattacco reggiano costringendo gli Hogs a 2 punt da parte
del punter e db #35 Mirko Sassi, realizzando anche 2 sacks
(del #93 Caile 9 yds e del #50 Cerlini 4 yds) sul giovane qb
americano #2 Schock. Ma una pecca, gi riscontrata nella
vittoriosa partita casalinga dei Bengals contro gli Etruschi
Livorno, stata la quasi totale inefficacia del gioco aereo del
qb #7 Perez e dei suoi ricevitori che non hanno saputo svolgere una buona prestazione, forse per mancanza di timing o
per tensione ma, senza dubbio, anche a causa delle strette
coperture portate dalle secondarie emiliane.
Ci troviamo, purtroppo, a dovere lanciare una piccola provocazione alla federazione a causa di una crew arbitrale che
ha commesso, a nostro parere, alcuni errori. Non vogliamo
criticare larbitraggio, daltra parte loro ne sanno pi di noi,
ma solo dare un innocente suggerimento: non sarebbe meglio organizzare crews allinterno delle quali tutti i referees
parlano la stessa lingua?
Ci sembrato che questa differenza di idiomi parlati
allinterno della compagine a strisce bianche e nere ha determinato delle incomprensioni che hanno portato al lancio
di flags poi puntualmente declinate, errori di valutazione delle yards effettuate, movimenti incomprensibili di box e catena che hanno pesato sulla gi sufficientemente tesa aria in
campo.
In ogni caso, a fine partita, ci che resta la brutta prestazione delle tigri bresciane che contrasta con la terza vittoria
consecutiva degli Hogs che li lancia con un tabellino di 3 W e
0 L alle spalle dei soli Lions Bergamo e davanti, anche se con
una partita in pi, ai Giants Bolzano. Sul versante lombardo
resta, invece, la seconda dimostrazione che se non si entra
in partita dallinizio, non sempre si in grado di recuperare.
(Carlo Maria Fabbrini)

Poi Zanni (il superveterano leader nei punti segnati), seguendo i blocchi della sua linea come si seguirebbe una
bionda con la sesta, conclude il drive successivo con una
penetrazione da 10 yds. Lo stesso n 20 si incarica della trasformazione alla mano, comodamente realizzata. La difesa di
Reggio Emilia, guidata da capitan Giberti, eroicamente in
campo nonostante una distorsione, respinge ancora una volta lattacco avversario restituendo la palla a Schock & Co.:
come va a finire? Che la meta (da una ventina di yds) la segna un giovane, uno dei tanti maturati nellautunno-inverno:
il rb n 37 Mattia Marino, a conferma delle ottime doti, tecniche ed atletiche, mostrate in questo avvio di stagione. Puntuale segue la trasformazione da due, che premia un altro
rb, Cristian Cosimo. Fine del primo quarto.
Tanto per mantenere le premesse, Marino apre il secondo
periodo con unaltra meta (7 yds) e la trasformazione, rigorosamente da due, di Gardner.
Finalmente si vede una bella serie offensiva dei Bengals
che raggiungono la red zone dei padroni di casa ma poi si
vedono strippare la palla da un prodigioso intervento di
Gardner, questa volta in veste di lb: un ricevitore avversario
cattura un bel pallone ma se lo vede soffiare dallamericano
di Seattle!
E, come spesso accade anche nella NFL, la difesa bresciana entra in campo un po demoralizzata e viene immediatamente infilata dallottimo Zanni, con unesplosione da 60
yds. Non pago, il modenese prende un attimo fiato, scalda il
piede e aggiunge un bel pat che fissa il punteggio sul 39-0.
Partita finita? No, c lintervallo. A questo punto dobbiamo
dire che il secondo tempo, che pure non ha cambiato le cose,
stato molto diverso, perch dopo le ramanzine del coaching
staff, i Bengals si sono ripresentati molto pi aggressivi e determinati. Due mete su corsa ed una, un po fortunosa per la
verit, su passaggio, lo testimoniano: anche se gli Hogs, forse appagati dallampio vantaggio accumulato, hanno tolto
dal campo i due americani e segnano solo altre due mete
(una addirittura non trasformata!). Pagelle. I Bengals (1-2),
che riempiono le caselle dei turnovers (pi di 5, alla fine), si
dimostrano piuttosto spreconi, giocando le corse (quasi sempre del non irresistibile Barber) quando i lanci apparivano
chiaramente molto pi pericolosi. E soprattutto fallendo un
paio di clamorose occasioni, propiziate da altrettante bombe del potentissimo qb USA Perez: il ricevitore (che non era,
evidentemente, lottimo Cantarella, a tratti fenomenale), incredibilmente, infila due super-papere e trasforma (da vero
alchimista) due mete sicure in altrettanti incompleti! Gli
Hogs (3-0) sembrano inarrestabili in attacco ed anche piuttosto efficaci in difesa, dove hanno brillato soprattutto i linebackers, guidati dallottimo Sighinolfi: fumble provocati,
fumbles recuperati, intercetti, avversari bloccati sul quarto
down, insomma il reparto coordinato da Picelli ha dato un
notevole contributo alla vittoria. E adesso sono pronti allo
scontro titanico (chiss chi far la parte dello scoglio?) con i
Lions Bergamo, campioni dItalia e dEuropa in carica. Gli
arbitri. Nota dolente qui ed una domanda: come pu una
gara giocata quasi tutta sulle corse durare tre ore?!
(Carlo Mantovani)

Il tritacarne modello wing T di Dwayne Hatch ancora non


si inceppa. I triturati, questa volta, sono i promettenti Bengals Brescia, che, travolti dallattacco emiliano, solo nel secondo tempo si riprendono ed evitano, cos, un altro imbarazzante shootout, modello kickoff classic.
Nei primi due quarti, infatti, gli Hogs, sospinti da una straordinaria vena offensiva, passeggiano indisturbati per il
campo e varcano pi e pi volte la end zone avversaria. A
stabilire le regole comincia lefficacissimo rb/lb USA Jacob
Gardner, che piazza una accelerazione da 70 yds lungo la
side line. Sei punti. Lazzaretti riceve un facile passaggio
dallaltro yankee, il qb Geoffrey Schock, e trasforma da due.

Un brutto primo tempo, alcune decisioni arbitrali che hanno clamorosamente penalizzato i bresciani, la forza durto
degli Hogs di Reggio Emilia. E questo il cocktail micidiale
che ha sancito la sconfitta dei Bengals Brescia nella terza
giornata della Golden League di football americano, sul terreno degli Hogs di Reggio Emilia. Quella delle tigri stata la
classica gara dai due volti: decisamente negativa nel primo
tempo, ottimamente giocata nel secondo, nel quale per sono
saliti in cattedra gli arbitri, le cui decisioni hanno lasciato allibiti i bresciani. Per capire come sono andate le cose convie-

18

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

ne partire proprio da questo punto: siamo nel terzo quarto,


con i Bengals in svantaggio ma lanciati verso una clamorosa
rimonta. Gli arbitri presenti sul campo (ben sei) decidono di
far terminare il periodo dopo sette minuti effettivi, sui dodici
previsti. Una cosa non da poco, anche perch gli stessi direttori di gara (accortisi probabilmente dello sbaglio) fanno durare lultimo quarto quaranta minuti. Uno sproposito, nel football americano. Ora, con documenti e filmati alla mano, la
societ bresciana sta vagliando la possibilit di presentare
ricorso. Una decisione verr presa prima di Pasqua. Decisioni arbitrali a parte, bisogna comunque ammettere come gli
Hogs abbiano dominato i primi due quarti, risultando micidiali in attacco e perfetti in difesa. L i reggiani hanno messo
le basi per la vittoria, permettendo ai Bengals di segnare solo
nel famigerato terzo quarto grazie al solito Baber. A poco
servito un ultimo periodo giocato alla grande, con lattacco
bresciano scatenato e la difesa finalmente efficace. Ora i
Bengals usufruiranno di un breve riposo, necessario per ricaricare le batterie e smaltire una sconfitta che, per come
maturata, lascia lamaro in bocca.
(Gianluca Magro)

Domenica 8 Aprile 2001


Campo Via delle Industrie,

LIONS Bergamo
AQUILE Ferrara
6-0

Statistiche
Corse
Hogs
Zanni Maurizio (n.20) 13 per 102 (3 td), Gardner Jacob (n.8) 7 per 98 (1 td), Marino Marino (n.37)
15 per 71 (3 td), Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 4 per
17, Pagliani Marco 1 per 4, Schock Geoffrey (n.2) 2
per 7, Sassi Mirko (n.35) 1 per 8, Rosci A. 1 per 9
Bengals
Perez Jos Louis (n.7) 11 per 75 (1 td), Baber
Kevin (n.42) 13 per 47 (1 td), Petitpierre Alberto (n.23)
3 per 33, Longhi Christian (n.35) 5 per 18
Passaggi
Hogs
Schock Geoffrey (n.2) 4 su 5 per 73, Landini
Daniele 0 su 1 per 0, Rosci A. 0 su 2 per 0
Bengals
int)
Ricezioni

Perez Jos Louis (n.7) 3 su 12 per 76 (1 td, 1

Lazzaretti Leonardo (n.9) 2 per 50, Caleffi C. 1


Hogs
per 13, Zanni Maurizio (n.20) 1 per 10

Bengals
Punt
Hogs

Scurria L. 1 per 18
Sassi Mirko (n.35) 2 per 61

Bengals
Pigolotti Giordano 2 per 60
Punt Return
Hogs
Schock Geoffrey (n.2) 1 per 16, Palmia Nicola 1
per 5
Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 2 per 1
Kickoff Return
Hogs

65
0

td

Polizzi Marco (n.32), 87 ko ret

7-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

13-0

td

Rush Tyrone (n.26), 12 run

14-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

20-0

td

Soresini Matteo (n.3), 66 pass da


Bucciol Dino (n.7)

21-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

27-0

td

Rush Tyrone (n.26), 1 run

28-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

34-0

td

Sironi Mauro (n.85), 17 pass da Bucciol Dino (n.7)

35-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

41-0

td

Rush Tyrone (n.26), 11 run

42-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

44-0

saf

team, automatico

50-0

td

Barbotti Maurizio (n.86), 30 pass da


Bucciol Dino (n.7)

51-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

57-0

td

Rush Tyrone (n.26), 34 run

58-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

64-0

td

Rush Tyrone (n.26), 1 run

65-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

Una partita abbastanza scontata e per nulla godibile questa tra Lions ed Aquile. Arrivati alla 3^ giornata di Golden
League, non si vede ancora chi possa fermare i Lions nel
campionato italiano, e questa volta toccato alle Aquile Ferrara (formazione storica del football italiano) fare la spiacevole esperienza della conoscenza della tana dei leoni.
Le Aquile si presentavano allappuntamento con una formazione italianissima ad eccezione del qb #14 Jacob di provenienza USA, mentre nelle file dei Lions si contavano i superstiti, visto che la squadra falcidiata in ogni reparto da
una serie impressionante di infortuni. Nonostante una difesa
orobica ampiamente rimaneggiata, le Aquile non sono riuscite a cogliere al volo loccasione, sebbene siano sino ad ora
lunica squadra che ha virtualmente segnato ai Lions. Dico
virtualmente, perch per somma sfortuna degli estensi
sullazione (che vedremo poi nel dettaglio) in questione, vuoi
per lemozione, vuoi per un po di mancanza di concentrazione, quando sembrava cosa ormai fatta la palla sfuggiva dalle
mani del giocatore delle Aquile solo in end zone. Peccato! Bisogna dire per che la Aquile ci hanno messo anche del loro
nel complicarsi la vita, specie per una serie di fumbles ed
imprecisioni ed un certo nervosismo nel maneggiare la palla
da parte di qb e rb che costeranno piuttosto care. La partita
comincia nel peggiore dei modi per le Aquile, visto che sulla
prima azione di kickoff il ritornatore dei Lions (il #32 Polizzi)
si beve in un sol fiato tutta la difesa bianco/rossa zigzagan-

Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 2 per 45, Compagnoni Luca (n.84) 1 per 31 (1 td)
Intercetti
Hogs

Osio Sotto

Gardner Jacob (n.8) 2 per 18, Caleffi C. 1 per 8

Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 3 per 39, Baber
Kevin (n.42) 4 per 38, Tinelli Francesco (n.40) 1 per
11
Fonti: Giornale di Brescia, Fiaf.net, Huddle.org

19

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

do per il campo per 90 y di ritorno direttamente in end zone.


Il #8 Lafata trasforma, 7-0. Il primo drive offensivo delle Aquile troppo nervoso, e si conclude dopo pochi tentativi con
un fumble ricoperto dalla difesa dei Lions. Il primo gioco dei
Lions, che partono dalle 17 y off. grazie al fumble ricoperto
pocanzi sconfortante, visto che Rush corre immediatamente in touchdown gelando tutti, e si capisce che tipo di partita
andremo a vedere anche oggi. Lafata trasforma, 14-0. Le Aquile rientrano in campo in buona posizione (sulle 42 y off.)
grazie ad un bel ritorno del loro #33 Tassan, un po di fatica
ad ingranare in attacco, ma ecco che su un 3 e 13 y il qb
Jacob finta la corsa per poi lanciare per il suo wr che guadagna un importante 1 down sulle 31 y off. in territorio Lions.
Subito dopo arriva lazione pi interessante dellintera partita; quello che sembra un tentativo di corsa portata da Tassan si rivela invece un option pass del rb, che lancia bene al
suo wr #82 Dalle Fratte, liberissimo in prossimit della end
zone bergamasca. Un fremito scuote il pubblico che gi applaude, e sembra che la verginit difensiva dei Lions volga
al termine, ma tradito forse dallemozione il ricevitore delle
Aquile, gi entrato in area di meta, non trattiene la palla,
con grande delusione di tutti. Nonostante si giochi sui 4 tentativi, le Aquile sono poi costrette a cedere palla ai Lions sulle 30 y dif. da dove arriva subito unaltra tremenda mazzata
sotto forma di una combinazione aerea da un trentina di y
dalle mani del #7 Bucciol per il #3 Soresini, senonch Soresini corre per unaltra quarantina di y di suo, evitando i
placcaggi disperati dei db estensi e si invola in touchdown.
Lafata trasforma, 21-0 e partita gi virtualmente chiusa vista la facilit con cui vanno a segno in attacco i Lions. Ma la
mattanza continua, il #56 Gennaro infligge prima un sack al
qb delle Aquile Jacob, poi subito dopo il db bergamasco
#25 Pilenga che lo intercetta e corre per tutta la lunghezza
del campo rompendo diversi placcaggi fino ad essere fermato
ad una sola y dalla meta.
Rush entra al tentativo successivo e con la trasformazione
di Lafata siamo al 28-0. Le Aquile ripartono poi dalle 25 y
dif., una bella corsa del #32 Ventorre da 14 y frutta un 1
down, ed un altro arriva subito dopo grazie alla ricezione da
13 y del #89 Baldan, gli estensi macinano gioco e si fanno
sotto ma poi il solito tremendo Gennaro, vero incubo degli
OL di tuttItalia, che con un placcaggio dietro la linea di
scrimmage causa un altro fumble allattacco delle Aquile, ed
i Lions ricoprono e ringraziano. Di nuovo si rifanno sotto i
Lions con un lancio lungo su Soresini che li riporta nella met campo delle Aquile, poi un buon lavoro del db #81 delle
Aquile Benini (defletta un lancio gi tra le mani del wr bergamasco) nega ai Lions il 1 down, ma sempre Soresini che
lo riconquista subito dopo. Un lancio in touchdown per il
#86 Barbotti viene poi vanificato da un fallo offensivo, ma
dopo una serie abbastanza pasticciata e laboriosa, sul 4 e 2
y il te #85 dei Lions Sironi che riceve in end zone, Lafata
trasforma e siamo 42-0. Pessimo inizio di secondo tempo per
le Aquile, subito un fumble tra qb e c (ma ricoprono), e costretti al 4 e punt il long snapper fa un pasticcio tremendo
lanciando la palla ben sopra la testa del punter, che la rincorre invano e non pu fare altro che vederla uscire dalla
end zone: una safety che porta il punteggio a 44-0. Rientra
in campo dopo una lunga assenza per infortunio il #22 dei
Lions Mezzadri, che ritorna subito il kickoff fino alle 46 y
dif., da qui Rush corre per 15 y, ed poi Barbotti che sul
tentativo successivo riceve lungo in prossimit della end zone, fa una finta al db delle Aquile fermandosi allimprovviso,
ed egli si lancia a vuoto placcando involontariamente un arbitro che era nelle vicinanze, mentre Barbotti varca la goal
line. 51-0 con trasformazione del #42 Morichi. Altro fumble
in attacco da parte delle Aquile, che ricoprono, ma al successivo tentativo si vedono intercettati dal #28 nero/oro

Donnini, ed ancora Rush che corre per 32 y in scioltezza


sino al touchdown. Morichi trasforma, 58-0. Nellultimo
quarto di gioco le Aquile sono ormai affaticate e demotivate,
e subiscono ancora il gioco offensivo dei Lions. E Mezzadri
che si mette in vista in questa fase, con corse da 13, 16, 11 e
7 y in sequenza, fino ad arrivare ad una sola y dal touchdown, dove purtroppo si infortuna nuovamente ed costretto a lasciare il campo senza poter segnare la meritata
meta. Ci pensa Rush (costretto a rientrare) a segnare in tuffo
sopra la linea difensiva delle Aquile, 65-0 con la trasformazione di Morichi. Linfortunio di Mezzadri abbastanza pesante, oltre che per i Lions anche per le altre squadre, visto
che entrambi i backups di Rush (Mezzadri appunto ed il #33
Vitali) sono ora infortunati, Rush in teoria costretto a giocare tutta la partita in campo! Speriamo comunque non sia
nulla di grave
Prima della fine del tempo regolamentare facciamo poi in
tempo a vedere una buona corsa di Ventorre da 10 y per le
Aquile ed un sack del #93 dei Lions Magni, su cui larbitro
dichiara la fine della partita. Tutti negli spogliatoi ed alla
prossima.
Nota di colore: si ringrazia Bodo per il vivace commento
tecnico in tribuna ed il supporto offerto allo speaker, il suo
fan club sta organizzandogli un viaggio premio / minicamp
con la dl di Michigan State University, sono aperte le sottoscrizioni volontarie
(Marco Premi)
Statistiche
Corse
Lions
Rush Tyrone (n.26) 7 per 76 (5 td), Mezzadri
Carlo (n.22) 4 per 48, Bucciol Dino (n.7) 1 per 23
Aquile
Ventorre Michele (n.32) 10 per 41, Jones Jacob (n.14) 4 per 1, De Giorgi Stefano (n.14) 1 per 2,
Sternini Omar 1 per 2, Tassan Tiziano (n.33) 14 per
9
Passaggi
Lions
Bucciol Dino (n.7) 11 su 17 per 236 (3 td)
Jones Jacob (n.14) 2 su 7 per 23 (2 int), TasAquile
san Tiziano (n.33) 0 su 1 per 0
Ricezioni
Lions
Soresini Matteo (n.3) 6 per 147 (1 td), Barbotti
Maurizio (n.86) 1 per 30 (1 td), Sironi Mauro (n.85) 2
per 21 (1 td), Rush Tyrone (n.26) 1 per 20, Rocchetti
Pierluigi (n.45) 1 per 18
Aquile
Sternini Omar 1 per 14, Baldan Federico
(n.89) 1 per 9
Intercetti
Pilenga Carlo (n.25) 1 per 31, Donnini Davide
Lions
(n.28) 1 per 0
Aquile
Punt
Lions
Aquile
De Giorgi Stefano (n.14) 2 per 59
Punt Return
Lions
Aquile
Kickoff Return
Lions
Polizzi Marco (n.32) 1 per 87 (1 td), Mezzadri
Carlo (n.22) 1 per 13
Aquile
Tassan Tiziano (n.33) 4 per 79, Dalle Fratte
Gianluca (n.82) 4 per 54, Sternini Omar 1 per 6
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

20

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Marines
Bocchini Roberto 6 per 47, Gensini Giuliano
6 per 26 (2 td), Baklouti Alessandro 4 per 21, Tron
Roberto 5 per 9, DOnofrio David (n.41) 1 per 1, Brusco Fabio (n.13) 2 per 1
Briganti: DeMuth James 15 per 21, Borrelli Alessio 3 per
5, Dull Joshua 1 per 13, Petrella Vitale 4 per 40
Passaggi
Brusco Fabio (n.13) 3 su 9 per 38 (1 int),
Marines
Gensini Giacomo 0 su 3 per 0
Briganti: Petrella Vitale 5 su 11 per 86 (1 td, 2 int)
Ricezioni

Domenica 8 Aprile 2001


Campo Kristall,

Roma

MARINES Ostia
BRIGANTI Napoli

21
6

6-0

td

Bozzarini Marco, 30 fumble ret

7-0
7-6

1
2 Bri

pat
td

Ianniello Dario, kick


Dull Joshua, 6 pass da Petrella Vitale

13-6

td

Gensini Giuliano, 4 run

14-6

pat

Ianniello Dario, kick

20-6

td

Gensini Giuliano, 7 run

21-7

pat

Ianniello Dario, kick

Marines
De Carolis Giacomo 1 per 16, Pacelli Fabio
(n.90) 1 per 16, Faiola Roberto 1 per 6
Briganti: Dull Joshua 3 per 68 (1 td), Apicella Riccardo 2
per 18
Intercetti
Macciocca Mario 1 per 0, Macellaro John
Marines
(n.23) 1 per 0
Briganti: Pinelli Giuseppe 1 per 4
Punt
Marines
DOnofrio David (n.41) 1 per 43
Briganti: Dull Joshua 2 per 46
Punt Return
Marines
De Carolis Giacomo 1 per 18, Candio Enrico
1 per 0
Briganti: Dull Joshua 1 per 0
Kickoff Return

Seconda vittoria per i Marines Ostia che, pur con qualche


errore di troppo in attacco, superano 21-6 i Briganti Napoli.
Partita vera stata per il primo tempo, quando i due stranieri dei campani Dull e DeMuth sono stati supportati dal resto
della squadra. Nella ripresa per per i venti (uno pi, uno
meno) Briganti, anche a causa della stanchezza, stata notte fonda. Nonostante questo, bisogna dire che quella vista
contro i Marines una squadra destinata a crescere. Ostia
ha mostrato la solita difesa martellante, che solo in rare occasioni concede qualcosa, ma in attacco ha fatto fatica a decollare, anche perch Brusco, convalescente, non ha mai
trovato il giusto timing con i ricevitori. Il match sembra mettersi subito bene per i Marines che recuperano palla grazie a
un intercetto di Macciocca nel 2 down giocato dai Briganti,
ma un sack di Dull su Brusco in situazione di 4 down restituisce palla agli ospiti. Un altro sack, questa volta di Pacelli
su Petrella, consente a Bozzarini un ritorno di palla in touchdown da 32 yard.
Proteste dei Briganti perch il qb aveva caricato il braccio
con il pallone pronto a partire e il fumble chiamato
dallarbitro poteva essere giudicato come lancio incompleto.
Kickoff e drive degli ospiti che passa attraverso un lancio da
57 yard di Petrella per Dull e, dopo due corse negative dalla
line delle 2 yard, arriva in end zone ancora con una combinazione, del duo, questa volta da 4 yard. Corsa in option di
Petrella che non riesce per la trasformazione alla mano e
punteggio che resta sul 7-6. La reazione dei Marines affidata a una ricezione da circo di Pacelli a due corse e un comportamento antisportivo per un pallone sulle 4 yard che
Gensini, con una sweep sulla destra, porta in end zone: 14-6
con il calcio di Ianniello ed half time. Nella ripresa Pinelli
ferma Brusco con un intercetto, ma i Briganti sono stanchi e
un drive di sole corse partito dalle 34 difensive dei Marines,
li punisce tra fine terzo quarto e linizio dellultimo (Gensini 7
yard). I padroni di casa sprecano ancora almeno un paio di
occasioni per segnare, ma il match ormai finito. Per motivi
di cavalleria (si dovrebbe criticare soprattutto una donna!)
nessun commento sulla crew.
(Antonio Maggiora Vergano)

Marines
Brusco Fabio (n.13) 1 per 20
Briganti: DeMuth James 1 per 18
Fonte: Huddle.org

Sabato 14 Aprile 2001


Stadio Dorico,

Ancona

Aselco E. DOLPHINS Ancona


Autocentauro TIGERS Torino

Statistiche
Corse

21

36
0

6-0

td

Aldrovandi Alessandro (n.47),


pass da Boyce Courtney (n.12)

12

7-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

13-0

td

Dunson Michael (n.3), 75 pass da


Boyce Courtney (n.12)

14-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

20-0

td

Barnard Bartolomew (n.25), 28 pass


da Boyce Courtney (n.12)

22-0

saf

team, automatico

28-0

td

Barnard Bartolomew (n.25), 28 pass


da Boyce Courtney (n.12)

29-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

35-0

td

Baiocchi Davide (n.30), 13 run

36-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

ve dal preciso Boyce per 28 yarde.


Questa volta Leonardi non trasforma e si va sul 20-0. La
difesa, zeppa delle riserve che non hanno di certo sfigurato,
continua come un martello a levare ossigeno alle Tigri producendo una safety da due punti grazie ad un fumble del qb
ospite in end zone. 22-0. Il qb americano Boyce conclude la
sua buona gara lanciando il quarto passaggio vincente su
Barnard, doppietta per luomo del Colorado, prima di lasciare il posto al regista della giovanile Gaggiotti che dopo un
incidente, fumble dinesperienza, si fa perdonare guidando
una counter perfetta del full back Baiocchi, che corre in faccia agli esausti torinesi per 13 yds fissando lo score sul 36-0.
Una buona gara con tanti esperimenti messi in atto dai tecnici degli Aselco Executive in vista della prossima decisiva
trasferta di Vienna, in casa dei Vikings, fissata per domenica
prossima. In terra dAustria i Dolphins dovranno vincere con
almeno otto punti di margine in modo da ipotecare il primo
posto nel proprio girone di Coppa Campioni.
(Paolo Belvederesi)

Commentare certe nostre partite ultimamente molto


semplice. Basta cambiare il nome della squadra con cui si
giocato ed ahim perso in precedenza e leggere la cronaca,
pur mutando i termini il risultato non cambia.
Ad Ancona, come a Bolzano, la squadra per tutto il primo
tempo non ha demeritato, tenendo testa, grazie ad una difesa grintosa, ai pi forti ed esterofilizzati Dolphins, ma si sa
che anche la difesa pi tosta a forza di stare in campo, se il
proprio attacco non produce, inevitabilmente si stanca ed alla distanza molla.
Primo quarto con un solo td, grazie ad un bel lancio del qb
americo-marchigiano. I lunghi drive dei Tigers Autocentauro
Torino, arrivati in red zone si sono sempre infranti contro
una solida difesa dorica. I Dolphins nel secondo quarto hanno raddoppiato con un altro lancio ricevuto benissimo dal loro wr nr.3, il quale da oltre met campo si letteralmente
bevuto la nostra difesa arrivando intoccato in td.
Il grande lavoro dei veterani Rigazzi, Cecchi, Cassardo,
Ferrari, Paschetto, Garassino riuscito solo in parte a contenere la pressione dei sempre pi sicuri anconetani, che nel
terzo quarto con altre due mete ed una safety hanno portato
il risultato su di un rassicurante 29, ferma restando la sterilit del nostro attacco.
Nel quarto finale un ulteriore segnatura ha arrotondato il
risultato dei ragazzi di Luchena, da oggi supportato da una
leggenda del football made in Italy, mister Douglas, indimenticato coach dei mitici, due volte al Superbowl, Angels Pesaro. Stringergli la mano stato per chi scrive lavvenimento
pi emozionante in una giornata da dimenticare per i nostri
colori neroarancio. Ma cerchiamo di vedere anche i lati positivi: Oltre i gi citati ragazzini terribili, ancora una volta per i
nostri colori un ottima prova di un ragazzo che sino a pochi
mesi fa aveva solo giocato in Winter league, Spaghi Bighetti, autore tra laltro di un sack su Boyce degno della migliore
scuola Usa. Lions. Giants. Dolphins. Lunghe trasferte. Finalmente terminata la serie terribile. Ora non abbiamo pi
scuse, anche perch dalla prossima partita, con enormi sforzi, la societ riuscita ad assicurarsi le corse del primo giocatore doltreoceano nella storia dei Tigers Autocentauro Torino. E arrivato dal Michigan Melvin Williams, possente
runner di colore, ma da solo non pu certo fare i miracoli! Ci
siamo capiti ragazzi
(Mauro Mangiavacchi)

Statistiche
Corse
Baiocchi Davide (n.30) 4 per 49, Leonardi
Dolphins
Enrico (n.24) 4 per 30, Ladson Robert (n.48) 2 per 9,
Fagotti Massimiliano (n.43) 4 per 4, Boyce Courtney
(n.12) 3 per 0, Gaggiotti Andrea (n.9) 1 per 16
Tigers
Boscolo Marco 5 per 8, Pirillo Maurizio 1 per 0,
Ricci Alberto 1 per 2, Gerbino Franz (n.14) 3 per
13, Sperandio Diego 5 per 29
Passaggi
Dolphins

Boyce Courtney (n.12) 7 su 11 per 161

Tigers
Gerbino Franz (n.14) 10 su 23 per 107, Sperandio Diego 1 su 2 per 18
Ricezioni
Dolphins
Dunson Michael (n.3) 1 per 75, Barnard
Bartolomew (n.25) 3 per 60, Aldrovandi Alessandro
(n.47) 2 per 21, Esposito Stefano (n.11) 1 per 5
Manfredini Lorenzo 1 per 35, Faustino MwaTigers
nima 2 per 26, Cantini Fabio (n.8) 4 per 24, Boscolo
Marco 1 per 20, Sparapano Andrea (n.18) 3 per 20
Intercetti
Dolphins
Tigers
Punt

Aselco Executive Dolphins spietati. Dopo i Falcons Milano


anche i Tigers Torino subiscono la legge del Dorico subendo
uno shootout (zero punti e tanti subiti) che di per se spiega
la differenza tecnica e fisica tra le formazioni in campo. Coach Luchena allultimo minuto si ritrova senza ben nove titolari (tra i quali lamericano Etta) e con il defensive lineman
finlandese Silgren costretto a fermarsi dopo due azioni per
un risentimento muscolare. Nonostante questo i Dolphins
sono riusciti a schiacciare i torinesi sin dalle prime battute,
stroncando alla radice ogni tentativo di gioco dei gianduia.
Si parte con la difesa in gran spolvero, subito punt dei Tigers
e nel primo drive di attacco i marchigiani trovano subito la
luce del touchdown con una ricezione di Drubino Aldrovandi che riceve per 12 yds. Da qui in avanti la difesa degli
Aselco Executive si complica la vita con qualche fallo di
troppo rimanendo in campo per molto tempo. Rientra
lattacco ed il qb Boyce trova con un pass corto Dunson.
Linglese taglia il campo come un fulmine in tempesta e per
75 yds vola passando palla in mano la linea dei sogni. 140. Nella ripresa lattacco Dolphins produce immediatamente
la terza meta con Barnard, riciclato come tight end, che rice-

Dolphins

Gualandi Marco (n.34) 1 per 44

Tigers
Cantini Fabio (n.8) 2 per 48
Punt Return
Dolphins

Dunson Michael (n.3) 1 per 16

Tigers
Kickoff Return
Dunson Michael (n.3) 1 per 36, Ladson RoDolphins
bert (n.48) 1 per 20
Tigers
Carnevali Fabio 2 per 24, Aru Claudio 1 per
20, Pregnolato Davide 1 per 17
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

22

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

td

Rush Tyrone (n.26), 65 run

7-0

pat

Lafata Vito, kick

13-0

td

Rush Tyrone (n.26), 6 run

14-0

pat

Lafata Vito, kick

20-0

td

Barbotti Maurizio (n.86), 13 pass da


Bucciol Dino (n.7)

21-0

pat

Lafata Vito, kick

27-0

td

Rush Tyrone (n.26), 1 run

28-0

pat

Lafata Vito, kick

34-0

td

Rush Tyrone (n.26), 8 run

35-0
35-6

2
2

pat
td

Lafata Vito, kick


Greene Reginald (n.1), 52 run

41-6

td

Barbotti Maurizio (n.86), 39 pass da


Bucciol Dino (n.7)

torno di 30 yds di Lucchetta. Ma le due cose che lasciano il


segno sono la perdita di imbattibilit della difesa oro grazie
ad una corsa funambolica di 53 yds di Reggie Greene ed alle
200 yds corse nei due quarti da Tyrone Rush.
C ancora il tempo per un td pass di 40 yds di Bucciol per
Barbotti ed il sesto calcio di trasformazione valido di Vito Lafata. Termina la prima met di gara sul 42 a 6. Ritorno in
campo con Greene che contrasta la scena a Rush correndo
in ez su kor per 92 yds ma nessun punto dal calcio addizionale. Lex Diego Gennaro trova modo di far rimpiangere la
sua vecchia squadra con un fumble ricoperto. Dino Bucciol
alterna corse personali a passes che chiedono solo di essere
trattenuti in mano. Con lottima copertura della linea
dattacco manda a punti da 1 yd sia Bonaventura che Barbotti (3 tds per lui oggi) chiudendo il terzo quarto sul 56 a
12. Lultimo quarto di gioco scorre velocemente (oltre i 40
punti di vantaggio i referees non fermano pi il tempo) e
Bucciol, 5 passes in td per il qb della nazionale, trova in end
zone Federico Bianca, 12 yds, e fissa il punteggio finale sul
62 a 12 non prima, comunque, di assistere ad un altro fumble ricoperto da Carletto Magni. Che dire? Nemmeno i
Giants, a parte Greene, sono riusciti ad impensierire i dominatori della stagione i quali attendono, per domenica 22 aprile alle 15 sempre al comunale di Osio Sotto, la visita degli
imbattuti Hogs di Reggio Emilia. I Lions hanno dimostrato,
sempre che ce ne fosse ancora bisogno, di non avere avversari che possano, non dico impensierirli, ma tenere vivo
linteresse della partita oltre il primo quarto di gioco. E questo avviene non certo per colpa dei campioni in carica.
(Carlo Teani)

42-6 2
42-12 3

pat
td

Lafata Vito, kick


Greene Reginald (n.1), 84 ko ret

Statistiche
Corse

48-12 3

td

Bonaventura Giuseppe (n.4), 1 pass


da Bucciol Dino (n.7)

49-12 3

pat

Morichi Michele (n.42), kick

55-12 3

td

Barbotti Maurizio (n.86), 1 pass da


Bucciol Dino (n.7)

56-12 3

pat

Morichi Michele (n.42), kick

62-12 4

td

Bianca Federico (n.84), 13 pass da


Bucciol Dino (n.7)

Sabato 14 Aprile 2001


Campo Via delle Industrie,

Osio Sotto

LIONS Bergamo
GIANTS Bolzano
6-0

62
12

Lions
Rush Tyrone (n.26) 10 per 139 (4 td), Bucciol
Dino (n.7) 2 per 31, Polizzi Marco 3 per 27, Bonaventura Giuseppe (n.4) 1 per 3
Giants
Greene Reginald (n.1) 13 per 81 (1 td), Gagliardi Giovanni 4 per 11, team 1 per 0, Ventura Andrea (n.2) 4 per 28
Passaggi
Lions
Giants
Ricezioni

La vigilia di Pasqua vede cadere per la prima volta la difesa


dei Lions in questa stagione ed Reggie Greene, il pi forte
giocatore del campionato dopo Rush, a chiudere la fase di
imbattibilit della difesa orobica. Spettatori meno del solito,
circa 300, per la rivincita dellultimo Superbowl. Giornata
soleggiata ma con un vento freddo che ha infastidito i presenti per tutto larco dellincontro. Subito in attacco i Lions
che alla prima azione del primo drive si trovano in vantaggio
grazie ad una corsa di 69 yds di Tyrone Rush. Palla ai
Giants, in formazione rimaneggiata, e Greene che tenta di rispondere a Rush senza esito. Primo sack della partita ad opera di Joe Bonaventura e dopo il punt ancora il coloured
dei campioni dEuropa in ez con una corsa di 16 yds. 14 a 0
con il pubblico che non aveva ancora terminato di prendere
posto sulle tribune. Ripartono ancora i Giants ma questa
volta Castellano ad effettuare il sack sul qb ospite. Nuovo
punt ed i Lions, dopo il ritorno di Rush, si ritrovano sulle 19
offensive. Dino Bucciol comincia a scaldare la mano e lancia
Barbotti in td con un lancio di 19 yds. Tre drives per i Lions
e tre tds con la chiusura del primo quarto di gioco. Non
cambia la musica e Rush entra di nuovo in ez con una corsa
da 1 yd subito seguita, nel drive successivo da un td di 9 yds
di corsa che portano a 4 le segnature del #26 dei bergamaschi. In questo quarto si verificano anche un sack seguito da
un fumble effettuati da Castellano ed un intercetto con ri-

Bucciol Dino (n.7) 15 su 17 per 272 (5 td)


Ventura Andrea (n.2) 1 su 7 per 6 (1 int)

Lions
Barbotti Maurizio (n.86) 7 per 146 (3 td), Bianca Federico (n.84) 3 per 56 (1 td), Rush Tyrone (n.26)
1 per 44, Rocchetti Pierluigi (n.45) 1 per 14, Sironi
Mauro (n.85) 1 per 6, Morichi Michele (n.42) 1 per 5,
Bonaventura Giuseppe (n.4) 1 per 1 (1 td)
Giants
Greene Reginald (n.1) 1 per 4, Buratti Manuel
1 per 2
Intercetti
Lions
Giants
Punt

Lucchetta Loris (n.9) 1 per 27


-

Lions
Giants
Ventura Andrea (n.2) 3 per 115
Punt Return
Lions
Rush Tyrone (n.26) 2 per 90
Giants
Kickoff Return
Lions
Polizzi Marco 1 per 22, Lucchetta Loris (n.9) 1
per 6
Greene Reginald (n.1) 4 per 169 (1 td), GaGiants
gliardi Giovanni 1 per 12, Biasotti Alessandro 1 per
8, Svan Jonas 1 per 6

23

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

le regole. Forse il freddo!


(Antonio Maggiora Vergano)
Statistiche
Corse
Marines
Macellaro John (n.23) 6 per 71, Tron Roberto
5 per 47 (2 td), Cappellacci Mirko 1 per 3, Brusco Fabio (n.13) 4 per 3, Gensini Giuliano 1 per 0
Corsari
Romero Benitez Igor (n.11) 11 per 17, Arcilesi
Paolo (n.36) 1 per 3, Proni Davide (n.32) 4 per 3,
Hernandez Benitez Federico (n.10) 4 per 1
Passaggi

Sabato 14 Aprile 2001


Campo Kristall,

Roma

Marines
Corsari
int)
Ricezioni

MARINES Ostia
33
El Mezcalito CORSARI Palermo 0
6-0

td

De Carolis Giacomo, 12 pass da Brusco Fabio (n.13)

12-0

td

De Carolis Giacomo, 75 punt ret

18-0

td

Pacelli Fabio (n.90), 2 pass da Brusco Fabio (n.13)

19-0

pat

Ianniello Dario, kick

25-0

td

Tron Roberto, 5 run

26-0

pat

Ianniello Dario, kick

32-0

td

Tron Roberto, 12 run

33-0

pat

Ianniello Dario, kick

Brusco Fabio (n.13) 3 su 8 per 21 (2 td)


Romero Benitez Igor (n.11) 5 su 18 per 69 (2

Marines
De Carolis Giacomo 1 per 12 (1 td), Faiola
Roberto 1 per 7, Pacelli Fabio (n.90) 1 per 2 (1 td)
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 1 per 43,
Siragusa Roberto (n.8) 2 per 16, Pecoraro Gabriele
(n.1) 1 per 10
Intercetti
Marines
Corsari
Punt
Marines

Macciocca Mario 2 per 34


DOnofrio David (n.41) 2 per 83

Zappal Paride (n.89) 2 per 76, Romero BeniCorsari


tez Igor (n.11) 1 per 27
Punt Return

Sembrava sulla carta una partita complicata per i Marines


ed invece alla fine, nonostante il tempo inclemente (temperatura vicina allo zero e pioggia battente), il confronto con i
Corsari durato un tempo. I siciliani, nettamente inferiori
sul piano fisico, non sono mai riusciti a mettere la palla in
aria, tranne che in una sola occasione, e sulla terra hanno
trovato una difesa praticamente impenetrabile, con
DOnofrio su tutti, insieme a Macciocca (due intercetti). Il
match vede subito lintercetto di Macciocca su Romero, con
Brusco che approfitta delloccasione per servire De Carolis
per il 6-0. Il drive dei Corsari viene stroncato da DOnofrio
(sack pi placcaggio per perdita di yard) e sul punt si assiste
ad un ritorno di De Carolis incredibile, perch lazione sembrava ormai morta, fino alla end zone dopo 83 yard. Gli ospiti trovano finalmente una connessione aerea lunga tra Romero ed Hernandez, portando palla sulle 10, ma chiudono il
drive (4 e 5) con un sack di DOnofrio, che chiude il primo
tempo.
Nella ripresa si assiste a una clamorosa papera del capo
crew, che beve completamente una finta di hand off di Brusco e ferma lazione mentre il qb lidense sta andando indisturbato in end zone. I Marines trovano comunque il touchdown tre azioni pi in l con Pacelli. Il match si chiude in
pratica qui, anche se nellultimo quarto si assiste ad un
revival dautore. Linossidabile Bob Tron firma infatti due
touchdown che riportano agli anni 80: prima entra dal centro rompendo un paio di placcaggi, poi corre sullesterno e
giunge in end zone praticamente intoccato. Corsari comunque da rivedere su di un terreno di gioco che permetta di sviluppare altri temi offensivi. Se ci fosse stata pi possibilit di
mettere palla in aria forse qualcosa sarebbe cambiato. I Marines hanno invece saldamente in mano il controllo del girone e sabato prossimo sono attesi dal secondo derby con i
Ducks. Inutile chiedere della crew arbitrale, che in qualche
occasione ha dato limpressione di non conoscere addirittura

Marines

De Carolis Giacomo 2 per 85 (1 td)

Corsari
Kickoff Return
Marines

Gensini Giuliano 1 per 37

Corsari
Cafarelli Davide (n.20) 4 per 70, Hernandez
Benitez Federico (n.10) 1 per 18
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 14 Aprile 2001


Stadio Donato Vestuti,

SEAGULLS Salerno
DUCKS Roma
0-6

ot

td

Salerno

0
6
overtime

Cerratti Gianluca (n.33), 15 fumble


ret

Nella seconda giornata di campionato del girone sud della


Golden League a Salerno si incontravano i Seagulls Salerno
e i Ducks Roma. Cerano tutti gli ingredienti per assistere ad

24

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

un incontro combattuto ed acceso date le polemiche dei mesi


passati intercorse tra le due squadre. Ma una pioggia torrenziale rendeva pressoch impraticabile il terreno di gioco limitando in parte il gioco. La partita era dominata dalle difese
che spesso costringevano gli attacchi ad un poco piacevole 3
n out. Cos il primo tempo si concludeva sullo 0-0 senza
particolari sussulti. Nella ripresa cresceva la determinazione
di entrambe le squadre decise pi che mai a tentare di segnare. Infatti i Ducks aprivano il gioco aereo con il qb Silvestri che riusciva ad imbeccare i suoi ricevitori su delle tracce
corte, mentre il rb americano Bobby Davis veniva completamente annullato dalla difesa salernitana. I Seagulls, invece,
preferivano proseguire nel loro gioco sulla terra che li portava alla fine del terzo quarto ad 1 yard dal touchdown. Ma
prima una palla lasciata cadere in td e poi un sack ai danni
del qb Sciuman ricacciavano i salernitani sulle 10 yds, dove
veniva fallito il field goal a causa di uno snap sbagliato.
Nellultimo quarto i romani, a due minuti dalla fine, riuscivano a mettere insieme un ottimo drive, ma venivano bloccati dalla splendida difesa salernitana su di un 4 ed 1 yd a sole due yards dal touchdown. Cos iniziavano i tempi supplementari con i Seagulls in attacco dalle 25 yds. Alcune azioni
di corsa di De Santis, Pappalardo ed Avallone facevano avanzare i salernitani che per venivano costretti a tentare il
field goal.
Il calcio finiva sulla schiena di un giocatore di linea di attacco salernitano, ma un offside della difesa capitolina regalava unaltra chance ai salernitani che arrivavano sulle 3 yds
ed il quarto down da giocare. La scelta di giocare alla mano,
frutto di unincomprensione tra il coach Pironti ed il qb
Sciuman, finiva col rivelarsi esiziale per i salernitani. Difatti
i Seagulls perdevano sullo snap il pallone ormai viscido, pallone che finiva dietro la linea di difesa dei Ducks dove veniva
recuperato da Tortorici che si involava, accompagnato dai
compagni di squadra in td. Dopo 90 yds di corsa Tortorici
perdeva il pallone che dopo un paio di rimbalzi veniva recuperato da Cerratti che lo riportava in meta per il 6-0 finale.
Una vera beffa! La partita stata molto spettacolare ed intensa ma soprattutto corretta. Forse un calcistico 0-0 avrebbe rispecchiato meglio landamento dell incontro, ma giusto che il campo abbia sancito un vincitore. Per i Ducks si
trattato del pronto riscatto dopo la sconfitta nellanticipo
contro i Marines, mentre i Seagulls registrano la seconda
sconfitta consecutiva, ma acquistano nel contempo la consapevolezza di essere ritornati una squadra determinata,
concentrata e competitiva, dopo la brutta prestazione di Palermo.
(Mario Pironti)

Ducks Punt
Seagulls: Esposito Matteo 4 per 99
Ducks Cerratti Gianluca (n.33) 3 per 85
Punt Return
Seagulls: Napoli Alfonso 3 per 36
Ducks Davis Bobby 1 per 4, Giannini Gabriele (n.10) 1
per 0
Kickoff Return
Seagulls: De Santis Valerio 1 per 12
Ducks

Davis Bobby 1 per 15


Fonte: Huddle.org

Sabato 21 Aprile 2001


Campo Pro Cascine Vica,

Rivoli

BLACKS Torino
BENGALS Brescia

8
42

0-6

td

Petitpierre Alberto (n.23), 18 run

0-7

pat

Fedrigolli Davide (n,10), kick

0-13

td

Baber Kevin (n.42), 10 run

0-14

pat

Fedrigolli (n,10), kick

0-20

td

Petitpierre Alberto (n.23), 28 run

0-22

pat

Compagnoni Luca (n.84), action

0-28

td

Compagnoni Luca (n.84), 13 pass da


Perez Jos Luis (n.7)

0-30
6-30
8-30

3
4 Bla
4 Bla

pat
td
pat

Perez Jos Luis (n.7), action


Chirico Luca (n.56), 46 fumble ret
Smith Paul (ora n.20, ex n.1), action

8-36

td

Perez Jos Luis (n.7), 55 run

8-42

td

Tinelli Francesco(n.40), 6 run

Finalmente arrivata la conferma che i Bengals sono una


squadra di buon livello, a smentita di ci che si sarebbe potuto pensare dopo la disfatta di Reggio Emilia.
Vittoria che d respiro al campionato delle tigri lombarde
grazie ad un, come sempre, straordinario qb #7 Jos Louis
Perez che, come al solito, ha saputo fare la differenza inventandosi, in seguito ad alcuni broken plays, corse da perfetto
atleta che ricordano non da lontano le performances del qb
dei Tennessee Titans McNair (e scusate se poco!).
Ed infatti arrivano dal messicano 2 tds (di cui uno corso
per 55 yds) ed una serie di palle smistate con sicurezza ai
runners tra i quali si distinto un (rb #23) Petitpierre che ha
messo a segno 2 tds da 18 e 28 yds improvvisando dei tagli
che hanno ubriacato non solo la difesa dei bravi torinesi, ma
anche la stessa linea dattacco dei Bengals trovatasi in qualche occasione dintralcio A fine gara 8 palle per un totale
di 86 yds e 2 tds per lui.
Da notare anche la prestazione del bravo rb #40 Tinelli (641-1) che con questo td rialza la testa dopo un brutto infortunio occorsogli nella preseason. Il gioco dei bresciani, come

Statistiche
Corse
Seagulls: Pappalardo Sergio 9 per 42, Avallone Salvatore
13 per 19, De Santis Valerio 3 per 15, Sciuman Elio
6 per 6
Ducks
Davis Bobby 13 per 22, Silvestri Flavio (n.11) 6
per 8, Lazzaro Cristiano (n.8) 1 per 3
Passaggi
Seagulls: Sciuman Elio 2 su 5 per 46
Ducks Silvestri Flavio (n.11) 8 su 13 per 60
Ricezioni
Seagulls: Napoletano Antonio 2 per 46
Ducks
Trotto Alessandro (n.89) 4 per 31, Ravaioli Domenico (n.83) 2 per 20, Giannini Gabriele (n.10) 1 per
8, Lazzaro Simone (n.45) 1 per 1
Intercetti
Seagulls: -

25

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

rez Jos Louis (n.7) 6 per 79 (1 td), Tinelli Francesco(n.40) 5 per 34 (1 td), Baber Kevin (n.42) 7 per 27
(1 td), Longhi Christian (n.35) 1 per 3, team 1 per 1
Passaggi
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 3 su 12 per 68

sempre rush oriented secondo la migliore abitudine di coach Cecco Angeli Busi, ha comunque fruttato un td su
pass completato dalla sicurezza fra i receivers blu argento e
cio il te # 84 Luca Automatic Orso Compagnoni (1 td ed
una trasformazione da 2 pt).
Ma il gioco aereo dei Bengals, nonostante resti abbastanza
ai margini nel game plan, ha dimostrato sicuri miglioramenti
con un parco ricevitori capace di una buona prestazione dopo le non positive precedenti. Tra i receivers bresciani si
distinto il wr #88 Alessandro Fonta Fontanella con 2 ricezioni per 37 yds. Dalla parte dei torinesi, a nostro avviso una
prestazione pi che dignitosa ed in ogni caso molto corretta.
Tra i tori di Rivoli si distinto questo rb #1 (diventato rb #20
in seguito ad un brutto incontro con un linebacker bresciano) Paul Smith, una certezza per lattacco piemontese ed una
mina vagante per le difese avversarie. Ottima prestazione per
lui anche se sabato non riuscito a perforare lattenta linea
difensiva dei Bengals, che in settimana ha attuato una preparazione dedita al contenimento del fenomeno USA; infatti
il touchdown dei padroni di casa arrivato dalla difesa (dl
#56) che ha ricoperto e riportato in td un fumble per 48 yds
con successiva trasformazione da 2 punti.
Come gi detto una difesa attentissima ed aggressiva ha
contenuto il sicuro attacco dei torinesi, realizzando anche 2
sacks (dl #50 Max Cerla Cerlini e lb #59 Giuseppe Campanini).
Percentuale di vittorie 50% in attesa dellarrivo dei gloriosi
Frogs ed una ritrovata sicurezza nei propri mezzi per i Bengals. Decisamente positivo (finalmente!) latteggiamento della
squadra, probabilmente punta sul vivo da parole come orgoglio, dedizione e vittoria che hanno sapientemente infarcito il discorso prepartita del coach Riccardo Acido Lopresti.
Che sia questa la mentalit vincente che mancava ai caschi argento? Certamente si!
(Carlo Maria Fabbrini)

Bengals
Perez Jos Louis (n.7) 6 su 10 per 66 (1 td),
Candela Stefano (n.11) 1 su 1 per 13
Ricezioni
Blacks: Gilaudo Stefano 2 per 39, Sangiorgio Simone 1
per 29
Bengals
Compagnoni Luca (n.84) 5 per 42 (1 td), Fontanella Alessandro (n.88) 2 per 37
Intercetti
Blacks: Bengals
Punt
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 1 per 32
Bengals
Punt Return
Blacks: Fontanella Alessandro (n.88) 1 per 38
Bengals
Kickoff Return
Blacks: Smith Paul (n.1, poi n.20) 4 per 41, Gilaudo Stefano 2 per 19
Bengals
Tinelli Francesco (n.40) 1 per 21, Pigolotti
Giordano 1 per 12
Fonti: Giornale di Brescia, Fiaf.net, Huddle.org

I Bengals Brescia tornano in corsa per un posto nei playoff


della Golden League di football americano superando a Torino i forti e quotati Blacks. Compito primario per le tigri era
quello di annientare lamericano Paul Smith, spesso incontenibile in altre occasioni. La difesa bresciana ha avuto la
meglio grazie ad una prova superlativa di Luca Braghini e ad
una linea che il giocatore di Torino ricorder a lungo. Buona
comunque la prova anche dellattacco, incontenibile per tutta la gara, con un Alberto Petitpierre particolarmente ispirato. Era proprio il bresciano, seguito da Kevin Baber, ad aprire le danze, segnando gi landamento del match nel primo
quarto. Nel secondo quarto toccava ancora a Petitpierre trovare il varco nella difesa torinese mentre nel terzo ed anche
nellultimo parziale, al di l di un paio di distrazioni che
permettevano ai locali di trovare il touchdown della bandiera, erano ancora i bresciani a spadroneggiare, grazie alle segnature del quarterback messicano Perez (tutto sommato
buona la sua prestazione) e di Tinelli, al rientro dopo un fastidioso infortunio. Ora i Bengals sono attesi domenica dalla
seconda partita casalinga: sul terreno di Capriano del Colle
scenderanno i mitici Frogs di Milano, ex campioni dEuropa,
che fino ad oggi in campionato hanno avuto un ruolino di
marcia invidiabile. Riuscire a strappare un altro successo
vorrebbe dire strappare mezzo biglietto per i playoff della
Golden League.
(Gianluca Magro)

Sabato 21 Aprile 2001


Velodromo Paolo Borsellino,

El Mezcalito CORSARI Palermo 28

BRIGANTI Napoli

14

6-0

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


59 pass da Romero Benitez Igor
(n.11)

8-0

pat

Hernandez Benitez Federico (n.10),


action

14-0

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


45 run

16-0

pat

Pecoraro Gabriele (n.1), action

22-0

td

Romero Benitez Igor (n.11), 21 run

28-0

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


60 int ret
DeMuth James, 1 run
Petrella Vitale, action
Scognamiglio Antonio, 1 fumble ret

28-6 4 Bri
28-8 4 Bri
28-14 4 Bri

Statistiche
Corse
Blacks: Smith Paul (n.1, poi n.20) 15 per 74, Sala Raffaele 4 per 12, Brena Alessandro (n.8) 4 per 23
Bengals

Palermo

td
pat
td

Statistiche
Corse
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 5 per 81 (1
td), Romero Benitez Igor (n.11) 6 per 45 (1 td), Proni

Petitpierre Alberto (n.23) 8 per 86 (2 td), Pe-

26

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

un quattro e fuori, si presentavano in attacco e, sorpresa


delle sorprese, aprivano il libro dei giochi al capitolo power
football rinnegando si la propria filosofia di gioco, mostrataci negli incontri precedenti, ma cogliendo anche impreparati
gli avversari, sicuramente non preparati a fronteggiare la novit. Ma nonostante ci, ed un drive condotto con destrezza,
i Paperi non riuscivano a varcare la linea di goal avversaria e
lasciavano il comando delle operazioni allattacco lidense che
non si faceva pregare due volte e ripagava il buon lavoro
condotto dalla propria difesa con una segnatura siglata personalmente dal quarterback italo-canadese Brusco.
I Ducks, scossi dalla meta, non si accorgevano degli adattamenti della difesa giallo-nera e continuavano ad intestardirsi nelle corse, agevolando cos il lavoro degli avversari, ed
a ci si aggiungeva inoltre un punt sbagliato che ridava palla
ai lidensi a sole venti yards dalla goal line. A quel punto Ostia varcava di nuovo la linea di end zone avversaria con
lennesima corsa in option del qb Brusco. Il primo tempo si
chiudeva quindi sul quattordici a zero.
Al rientro in campo i Marines decidevano di evitare i ritorni
di Davis e Singh e ci impediva ai Ducks di partire da una
buona posizione di campo, inoltre un lunghissimo drive ben
condotto dai Marines, ed agevolato da una interferenza dei
backs romani, permetteva agli ostiensi di controllare agevolmente lincontro e di arrivare senza alcun problema alla
fine del terzo quarto.
Lultimo periodo si apriva con un field goal a bersaglio da
parte del kicker giallo-nero Ianniello che spegneva le residue
velleit romane. A nulla serviva la successiva messe di passaggi tentati dai Ducks anche perch la maggior parte era
fuori bersaglio.
La differenza tra i due team l hanno sicuramente fatta i
due quarterback, i Ducks, in particolare, hanno pagato la
scarsa vena di Silvestri stranamente impreciso sui pass e
poco incisivo pure sulle corse. Da rimarcare lesordio di
Singh vicino alle cento yards con sole quindici portate e capace di portare scompiglio tra le fila avversarie. Stranamente
sottotono la difesa romana che ha subito come non mai le
corse in option ma con la scusante di non essere stata granch aiutata dal proprio attacco che ha pi volte lasciato la
palla agli avversari in posizioni di campo molto favorevoli.
Discutibile loperato dei coaches arancioblu, possibile che
ora Davis non va pi bene nemmeno come alternativa a
Singh? O forse Silvestri non era il solo con le idee un po
confuse? Vedremo a Napoli.
(Simone Lazzaro)

Davide (n.32) 5 per 29, Pecoraro Gabriele (n.1) 2 per


6, Simoncini Maurizio (n.21), Arcilesi Paolo (n.36) 1
per 1
Briganti: DeMuth James 12 per 57 (1 td), Martello Guglielmo 17 per 45, Dull Joshua 1 per 28, Petrella Vitale 1 per 4
Passaggi
Romero Benitez Igor (n.11) 5 su 10 per 143 (1
Corsari
td), Hernandez Benitez Federico (n.10) 0 su 2 per 0
Briganti: Petrella Vitale 5 su 14 per 50 (3 int)
Ricezioni
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 3 per 130
(1 td), Pecoraro Gabriele (n.1) 2 per 13
Briganti: Dull Joshua 2 per 19, DeMuth James 3 per 18,
Apicella Riccardo 1 per 13
Intercetti
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 2 per 73 (1
td), Perricone Giulio (n.26) 1 per 4
Briganti: Punt
Zappal Paride (n.89) 1 per 36
Corsari
Briganti: Dull Joshua 2 per 69
Punt Return
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 1 per 3
Briganti: Kickoff Return
Corsari
Briganti: Martello Guglielmo 2 per 43, Dull Joshua 1 per
23
Fonte: Huddle.org

Sabato 21 Aprile 2001


Campo Tor di Quinto,

Roma

DUCKS Roma
MARINES Ostia
0-6

td

Brusco Fabio (n.13), 25 run

0-7

pat

Ianniello Dario, kick

0-13

td

Brusco Fabio (n.13), 11 run

0-14

pat

Ianniello Dario, kick

0-17

fg

Ianniello Dario, 21

Il derby che non c, considerata la differenza tra le forze in


campo. Solidi in attacco e concreti in difesa i Marines, quasi
balbettanti, a parte il primo drive, nel reparto offensivo,
buoni in difesa, ma disastrosi negli special team i Ducks. Il
17-0 maturato a Tor di Quinto a favore di Ostia ci sta tutto. I
Marines proseguono nel loro torneo immacolato (4 vittorie su
4) e sono praticamente gi nei playoff, dopo un match davvero ben giocato, mentre i Ducks restano in corsa per il secondo posto, pur palesando qualche problema di troppo. La partita mette inizialmente in mostra il nuovo runner delle Papere Singh, in grado di creare problemi seri alla difesa giallonera. Il drive dei Ducks per si arena su di un 4 e 6 giocato
sulle 12 offensive. Da quel punto parte la risposta dei Marines, molto concreta. Un Brusco ritrovato e di una spanna
MVP della gara, mette in moto il suo attacco e chiude personalmente in touchdown con una option da 25 yard, quando
appena iniziato il secondo quarto.
I padroni di casa non reagiscono, perdendo due volte palla.
Prima c un intercetto di Ciciotti su Silvestri, poi uno snap
che vola un paio di metri oltre il punter rotola in end zone.
Niente safety (regola NCAA spiegata gentilmente dal capo

0
17

Sono i Marines ad aggiudicarsi il derby di ritorno e con


questo successo pongono una seria ipoteca sul primo posto
nel girone sud di questa Golden League.
La partita, oltre alla supremazia cittadina, aveva come ulteriore motivo di interesse lesordio, tra le fila dei romani, del
running back Akbal Singh, miglior corridore del campionato
universitario canadese nel 1999, e proprio grazie al forte
runner arancioblu lo spettacolo non mancava sin dal primo
quarto quando i Ducks, dopo aver costretto gli avversari ad

27

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

crew) e primo down per i Marines sulle 21 dattacco. Poco


dopo ancora Brusco, in option, a salutare tutti e terminare
la sua corsa in end zone dopo 11 yard. Sul 14-0 si chiude il
primo tempo. Ad inizio ripresa i Marines usano il manuale
per consumare il terzo quarto e chiudere il drive con un field
goal di Ianniello per il 17-0. Sul kickoff seguente, un fumble
dello special team aranciobl decreta la fine anticipata del
match. C infatti il tempo solo per vedere qualche altra buona corsa di Singh e nulla pi. Udite, udite, crew arbitrale italiana ben oltre la sufficienza, con il solo neo di due interferenze, che potevano anche starci, ma che sono state chiamate con un quarto dora di ritardo sulla fine dellazione (facendo giustamente imbestialire chi le ha subite!).
(Antonio Maggiora Vergano)

ETRUSCHI Livorno
FROGS Milano

Brusco Fabio (n.13) 7 su 14 per 64

td

Elsinger Ryan (n.12), 2 run

td

Ummarino Alessandro (n.8), 5 pass


da Elsinger Ryan (n.12)

0-19

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

Elsinger Ryan (n.12) 8 su 18 per 131 (2 td)

Frogs
Acquati Davide (n.10) 6 per 120 (1 td), Molinari
Sem 1 per 6, Ummarino Alessandro (n.8) 1 per 5 (1
td)
Intercetti

Ciciotti Roberto 1 per 0

Etruschi
Frogs
Punt

Bassi Paolo 1 per 2

Etruschi

Marines
DOnofrio David (n.41) 3 per 76
Punt Return

Sambaldi Paolo (n.21) 3 per 77

Frogs
Rusconi Fulvio 1 per 35
Punt Return

Singh Akbal 1 per 12, Davis Bobby 1 per 10

Sambaldi Paolo (n.21) 1 per 0

Etruschi

Marines
Kickoff Return

Marines

0-18

Mertoli Antonio (n.89) 1 per 21, Belli GiuliaEtruschi


no (n.88) 1 per 5

Ducks
Santoro Mauro (n.4) 1 per 14, Lazzaro Simone
(n.45) 1 per 4

Ducks
1

0-12

Frogs
Ricezioni

Marines
De Carolis Giacomo 4 per 38, Pacelli Fabio
(n.90) 2 per 25, Bozzarini Valerio (n.7) 1 per 1
Intercetti

Ducks

Acquati Davide (n.10), 21 pass da Elsinger Ryan (n.12)

Etruschi
Giorgi Andrea (n.9) 2 su 4 per 26, Tarroni
Elvis (n.8) 0 su 5 per 0 (1 int)

Silvestri Flavio (n.11) 3 su 17 per 33 (1 int)

Ducks Trotto Alessandro (n.89) 1 per 16, Fabri Lorenzo


1 per 9, Giannini Gabriele (n.10) 1 per 8

Ducks

td

Frogs
Petrillo Enzo (n.24) 6 per 38, Ummarino Alessandro (n.8) 4 per 16, Elsinger Ryan (n.12) 5 per 12
(1 td), Clerici A. 4 per 10, Lucarelli Ulrich 1 per 5,
Molinari Sem 1 per 4, Galvan Leonardo (n.31) 1 per
23
Passaggi

Marines
Brusco Fabio (n.13) 13 per 69 (2 td), Baklouti
Alessandro 7 per 29, Tron Roberto 2 per 9, Macellaro
John (n.23) 3 per 9, Cappellacci Mirko 3 per 5
Passaggi

Marines
Punt

Etruschi
Bancale Andrea (n.11) 12 per 38, Giorgi Andrea (n.9) 5 per 22, Campora Paolo (n.22) 3 per 6,
Belli Giuliano (n.88) 2 per 4, Lenti Luca (n.45) 1 per 1

Singh Akbal 15 per 94, Davis Bobby 1 per 2,


Ducks
Silvestri Flavio (n.11) 2 per 0, Lazzaro Cristiano (n.8)
1 per 10

Marines
Ricezioni

0-6

Statistiche
Corse

Statistiche
Corse

Ducks

Frogs
Talone Walter (n.25) 1 per 6
Kickoff Return

Davis Bobby 2 per 66, Bedussa Benedetto 1 per

Diana Leonardo (n.82) 3 per 54

Etruschi
Frogs

De Carolis Giacomo 1 per 24

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 21 Aprile 2001

Sabato 21 Aprile 2001


Campo Giovanni Maneo Settembrini,

0
19

Velodromo Maspes Vigorelli,

Livorno

FALCONS Milano
28

Milano

18
aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

GIANTS Bolzano
6-0

td

Perego Michele (n.6), 29 pass da


Monza Antonio (n.4)

12-0

td

12-6

td

Perego Michele (n.6), 25 pass da


Monza Antonio (n.4)
Greene Reginald (n.1), 45 run

td
td
pat

Sarille Ricardo (n.8), 3 run


Greene Reginald (n.1), 11 run
Ventura Andrea (n.2), kick

18-6 3
18-12 4
18-13 4

calo di tensione di inizio terzo quarto: la partita, se mai era


chiusa prima, diviene ancor pi incerta e tesa. I milanesi ricominciano a macinare gioco, con le corse sensazionali di
Rick Sarille ed una nel mezzo del runner #33 Viscomi.
Nellazione successiva Antony Monza lancia in end zone per
Rice Perego ma questa volta il #3 dei bolzanini intercetta e
prende possesso della palla. Il qb milanese subisce per violenza non necessaria durante il passaggio ed il pallone resta
ai milanesi. La corsa del #33 Viscomi porta al primo down
ma alcuni successivi lanci incompleti ed un fallo dellattacco
costringono al punt che consegna il pallone ai Giants sulle
loro 15 yards.
Greene prosegue nelle sue corse, guadagna un primo down
ma da l a breve, di nuovo, la difesa milanese diventa protagonista con il solito monumentale #25 Poderoso Gentiloni
che ricopre un fumble fin sulle 5 yards del campo dei bolzanini. Ora tocca allattacco ed al secondo tentativo Rick Sarille buca la linea avversaria ed entra in end zone. La trasformazione non funziona ed il punteggio diventa 18-6. I Giants
ripartono con lunico schema fin qui visto, ossia palla a Greene e corsa. La linea milanese tiene ed i linebacker lo fermano: Gentiloni e Spiaggia, finalmente di nuovo in campo, non
lesinano complimenti, con interventi puntuali ed efficaci. Finisce il terzo quarto mentre Greene prosegue le sue corse. La
situazione in campo si fa incandescente, larbitraggio diviene
spesso dubbio ed incomprensibile. Gli animi si scaldano e si
prosegue al ritmo di una penalit per ogni azione, con
holding da entrambe le parti e chiamate arbitrali che lasciano pi di un dubbio. Lo stesso atteggiamento di un membro
della crew lascia esterrefatti in quanto a fair-play. Si susseguono i buoni interventi difensivi milanesi ma, su di un terzo
down sulle 10 yards dei Falcons, Greene entra in end zone e,
dopo la prima ed unica trasformazione tra i pali della serata,
i Giants si portano sul 13 a 18. La palla ora scotta. I Falcons
partono dalle proprie 33 yards con un ritorno di Sarille. Il
runner americano corre diverse volte, rompe dei blocchi ed
arriva fino alle 48 yards del campo bolzanino. Antony Monza
lancia un incompleto e la situazione a questo punto di
quarto down e parecchie yards da prendere. Il clima tesissimo, un giocatore di Bolzano viene espulso e Milano deve
decidere cosa fare in questa situazione: si gioca alla mano.
Rick ingrana il turbo, corre al largo e prende un primo down
vitale. Tocca poi al #41 Luca Passioni portare palla in una
grandiosa azione che lo vede bucare la linea difensiva avversaria ed avvicinarsi alla end zone. Ma i colpi di scena non finiscono: gli arbitri fischiano un holding, lazione vanificata
e lattacco milanese retrocede di 10 yards. Sarille porta palla
ma la situazione di yards da correre resta comunque pesante. Siamo al two minutes warning. La palla sulle 47 yards
del campo di Bolzano, siamo oramai al quarto down con 22
yards da prendere circa. Si va al punt. Bolzano riparte dalle
proprie 15. Lo schema fisso: palla a Greene che rompe alcuni placcaggi e si invola lungo la side line, pochi giocatori di
Milano restano per fermarlo, anche questi sono quasi superati ma in questo momento Greene scivola e si ferma sulla
met campo. Sarille entra in difesa come free safety ed alla
prima azione interviene a placcare il #1 Greene in corsa.
Sullazione successiva lapoteosi: il qb #13 bolzanino lancia
sul profondo, Calogero Consiglio devia il pallone prima che
raggiunga il receiver avversario e Sarille intercetta. Gli arbitri
si radunano e non chiaro se lintercetto sar dato buono.
Inutile dire che il gioco decisivo: dopo secondi che durano
anni, lazione data buona ed il possesso torna a Milano.
Siamo sulle 8 yards del territorio Falcons: non ci si pu
permettere errori. Alla prima azione perdiamo 2 yards ma
nella successiva Monza si inginocchia ed finita! I Falcons
battono i Giants dopo un match intenso e combattuto, con
un Sarille incredibile, una difesa da paura soprattutto in al-

13

Partita combattuta, emozionante, vibrante fino allultimo


secondo. Gli spalti sono deserti, circa 80 presenti, ma lo
spettacolo del campo ha dato poi ragione ai pochi infreddoliti. Lincontro stato diretto da una crew arbitrale americana,
episodio piuttosto insolito sui campi del football nostrano. Il
kickoff dei Giants, che consegnano il pallone ai Falcons
sulle 38 yards avversarie. Il primo drive dattacco guidato
dalle portate del runner #8 Rick Sarille, che subito mette in
mostra lincredibile progressione della sua corsa. Al primo
lancio i Falcons arrivano in end zone con una ricezione del
#6 Michele Perego che raccoglie il passaggio del qb #4 Monza
e porta il punteggio sul 6-0. Il calcio addizionale, nota dolente dellintera serata, non va a segno ed il punteggio non
cambia. Dopo il kickoff return del solito fenomenale #1 Reggie Greene, i Giants perdono subito palla alla prima azione
dattacco con un fumble che restituisce palla ai Falcons. Gi
da questa prima azione inizia la monumentale serata della
difesa che si esibir in seguito in altri numeri notevoli. Il
drive dattacco dei Falcons non porta al primo down e si
costretti al punt. I Giants non riescono comunque ad approfittare del successivo possesso: il runner #1 Greene fermato ben due volte dal linebacker #25 Ovidio Poderoso Gentiloni, protagonista di una serata difensiva da ricordare. Al
punt dei Giants fa seguito la fine del primo quarto di gioco
ed il possesso palla dei Falcons che iniziano un lungo e tormentato drive dattacco. Sale in cattedra il runner #8 Sarille:
dopo una scivolata ed una corsa da sole due yards, guadagna il primo down con una grande ricezione nel mezzo ed
uno scatto che brucia la difesa di Bolzano. Nei due successivi tentativi, un gioco di reverse subito bloccato ed un lancio
incompleto mettono i Falcons in una situazione scomoda,
che viene risolta alla grande con una corsa efficace del #8
Sarille ed una del runner #41 Luca Passioni. Lo show di Rick
prosegue con due sensazionali corse, la prima delle quali
parzialmente ridotta da una penalit che costringe il qb #4
Monza a chiudere il down con una qb sneak. Dopo unaltra
corsa arriva il momento di Rice Perego in end zone per il
touchdown su lancio di 30 yards di Antony Monza. Con
lextra point fallito siamo 12 a 0. Dal kickoff dei Falcons inizia questa volta un lungo drive dattacco dei bolzanini. Con
diverse corse Greene guadagna il primo down alla segnalazione del two minutes warning. I Giants si portano sulle 23
yards del territorio Falcons ma qui il #25 Poderoso ed il #1
Iron Pasquini firmano due grandi azioni difensive sul qb
#13 Bonvecchio. I Giants sono costretti al lancio per chiudere il down ma ancora Iron Pasquini intercetta e restituisce
il possesso palla a Milano. I Falcons non hanno tempo sufficiente a portare avanti il drive dattacco ed il primo tempo si
chiude col vantaggio meritato di Milano. Alla ripresa i Falcons rientrano in campo con un certo ritardo: gli arbitri insistono per riprendere subito ed il kickoff avviene con giocatori
milanesi che ancora si stanno sistemando parte
dellequipaggiamento. Dopo due calci sbagliati e terminati
sulla sideline, alla prima azione di corsa Greene entra in end
zone e porta il punteggio sul 12-6 con la mancata conversione da un punto. I Falcons pagano dunque a caro prezzo il

29

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

cuni interventi dove si vista una determinazione ed una


grinta incredibile. Tutti sugli scudi, da Sarille a Poderoso,
da Perego a Pasquini. Con ordine anche Monza e Paper.
Abbiamo anche ritrovato Spiaggia. Ed anche un atletico presidente Chjcco che allinizio del quarto periodo si arrampicato fin sulle grate del Vigo per gridare ai suoi Grandi tutti. Ora la prossima, sabato 5 maggio sempre al Vigorelli contro gli Etruschi.
(Tommaso Ciccone)

15-14
21-14
27-14
28-14
34-14

Statistiche
Corse
Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 30 per 167 (1 td), Passioni Luca (n.41) 2 per 18, Monza Antonio (n.4) 4 per
1, Viscomi Pasquale (n.33) 3 per 1
Greene Reginald (n.1) 23 per 201 (2 td), BonGiants
vecchio Stefano (n.13) 5 per 13, team 2 per 23
Passaggi
Falcons
Giants
Ricezioni

Perego Michele (n.6) 2 per 54 (2 td), Sarille


Falcons
Ricardo (n.8) 1 per 22, Catalano Luca (n.10) 1 per 0
Giants
Intercetti
Falcons
Pasquini Federico (n.1) 1 per 0, Sarille Ricardo (n.8) 1 per 0
Giants
Punt
Carmelini Lorenzo 1 per 30
Falcons
Giants
Ventura Andrea (n.2) 1 per 24
Punt Return
Falcons
Giants
Kickoff Return
Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 3 per 53, Pezzali Renato
1 per 13
Giants
Greene Reginald (n.1) 2 per 67
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 22 Aprile 2001


Ferrara

AQUILE Ferrara
Autocentauro TIGERS Torino

48
28

6-0
7-0

1
1

td
pat

Tassan Tiziano (n.33), 6 run


De Giorgi Stefano (n.14), kick

7-6

td

13-6
15-6

2
2

td
pat

Manfredini Lorenzo, 7 pass da Gerbino Franz (n.14)


Jones Jacob, 9 run
Jones Jacob, action

15-12 2

td

pat
td
td
pat
td

35-14 3
41-14 3

pat
td

41-20 4

td

Williams Melvin, 4 run

41-22 4

pat

Faustino Mwanima, action

41-28 4

td

47-28 4
48-28 4

td
pat

Williams Melvin, 46 pass da Gerbino


Franz (n.14)
Tassan Tiziano (n.33), 9 run
De Giorgi Stefano (n.14), kick

Williams Melvin, action


Ventorre Michele (n.32), 1 run
Ventorre Michele (n.32), 7 run
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Dalle Fratte Gianluca, 33 pass da
Tassan Tiziano (n.33)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Tassan Tiziano (n.33), 8 run

La cosa pi importante e doverosa fare gli auguri di pronta guarigione al nostro Bruno Beschi, che purtroppo verso la
fine del primo tempo, rimasto vittima di un brutto quanto
fortuito incidente di gioco che gli ha causato la frattura della
tibia. Veniamo ora alle poche cose per noi positive in una
giornata che ha visto le Aquile, meritatamente imporsi sulla
nostra squadra, anche se come sovente accade, il risultato ci
punisce troppo pesantemente per le reali potenzialit viste in
campo. Innanzi tutto una bella giornata di sole, e poi Mister
Melvin Williams from Illinois. Due touchdowns di cui uno di
circa 65 yards dopo aver rotto tre o quattro tentativi di placcaggio, uno annullato, una trasformazione da due punti, un
punt bloccato, e yarda pi yarda meno (al momento non abbiamo ancora le statistiche), un totale di quasi cento, costituiscono il suo bottino allesordio in campionato ed in una
giornata non felicissima. Con il suo innesto i Tigers Autocentauro Torino hanno tratto giovamento ed acquistato una sicurezza e concentrazione sino ad oggi sconosciuta. Tutto
questo per almeno il primo e parte del secondo quarto quando lo stesso Franz Gerbino, sollevato dal dover solo e sempre
lanciare, ha potuto pi tranquillamente eseguire gli schemi,
miscelare corse e lanci con ritrovata bravura e precisione,
riuscendo per due volte, con lanci sul TE Manfredini prima e
sul receiver Cantini poi, ad impattare per due volte le segnature dei forti ferraresi. Tra la fine del secondo e linizio del
terzo quarto, linaspettato crollo della squadra, soprattutto
dal punto di vista nervoso, dovuto anche, e spiace dirlo a chi
ha sempre e comunque difeso la categoria, ad una pioggia di
flags e decisioni della crew arbitrale per lo meno dubbie, piovute in maniera univoca sulle nostre teste.
Una sola domanda: so benissimo che i nostri ragazzi non
sono tutti stinchi di santo, ma possibile che i falli li abbiano fatti sempre e solo loro? E qui chiudo, perch non voglio
togliere nessun merito alla vittoria meritata sul campo dalle
Aquile.
I nervi son saltati in casa torinese, la pi totale anarchia
ha preso il sopravvento tra le nostre fila, ed in breve sequenza sono stati espulsi due coach ed un giocatore
A questo punto la nostra partita finita ed in breve da un
15 a 14 si passati ad un 41 a 14 che si commenta da solo.
Noi polli, per... Nellultimo quarto, tornata un po di calma,
mister Melvin Williams ha potuto mettersi in gran luce, e
non per rilassatezza dei ferraresi, mostrando al pubblico del
motovelodromo di Porta Catena alcuni numeri da grande
runner ed infilando due volte la end zone avversaria. Lui ha
fatto il suo dovere sino in fondo, come molti altri per la verit; forse vincere le tre rimanenti partite non baster per raggiungere i playoffs, ma preciso dovere di uomini donore
provarci per dimostrare a tutti che i Tigers Autocentauro Torino non sono certo dei fenomeni del football, ma nemmeno
quella banda di brocchi di cui si va vociferando in giro per la

Monza Antonio (n.4) 4 su 13 per 76 (2 td)


Bonvecchio Stefano (n.13) 0 su 4 per 0 (2 int)

Motovelodromo Fausto Coppi,

2
2
2
2
3

Cantini Fabio (n.8), 25 pass da Gerbino Franz (n.14)

30

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

soddisfazione di molti ed il dispiacere di pochi


(Mauro Mangiavacchi)
Statistiche
Corse
Aquile
Tassan Tiziano (n.33) 14 per 101 (3 td), Ventorre Michele (n.32) 12 per 85 (2 td), Jones Jacob 5
per 22 (1 td), Sternini Omar 2 per 11
Williams Melvin 16 per 60 (1 td), Sparapano
Tigers
Andrea (n.18) 1 per 17, Sperandio Diego 1 per 8,
Cecchi Roberto 1 per 1, Gerbino Franz (n.14) 1 per
3, Cantini Fabio (n.8) 1 per 5
Passaggi
Aquile
Tassan Tiziano (n.33) 1 su 1 per 33 (1 td), Jones Jacob 1 su 6 per 29

Williams Melvin 2 per 65 (1 td), Cantini Fabio


Tigers
(n.8) 5 per 59 (1 td), Sparapano Andrea (n.18) 2 per
47, Manfredini Lorenzo 2 per 8 (1 td)
Intercetti
Aquile
-

Cantini Fabio (n.8) 2 per 58


Tigers
Punt Return
Aquile
Tassan Tiziano (n.33) 2 per 13
Tigers
Kickoff Return
Dalle Fratte Gianluca 1 per 56, Tassan TiziaAquile
no (n.33) 2 per 39, Jones Jacob 2 per 33
Tigers

Williams Melvin 2 per 17


Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 22 Aprile 2001


Campo Via delle Industrie,

Osio Sotto

LIONS Bergamo
HOGS Reggio Emilia

49
6

6-0

td

Rush Tyrone (n.26), 82 run

7-0

pat

Lafata Vito (n.8), kick

7-6

td

Gardner Jacob (n.8), 27 pass da


Schock Geoffrey (n.2)

13-6

td

Barbotti Maurizio (n.86), 5 pass da


Bucciol Dino (n.7)

14-6

pat

Lafata Vito (n.8), kick

20-6

td

Rush Tyrone (n.26), 58 run

26-6

td

Rush Tyrone (n.26), 6 run

pat

td

Bonaventura Giuseppe (n.4), 1 run

35-6

pat

Lafata Vito (n.8), kick

41-6

td

Rush Tyrone (n.26), 14 run

42-6

pat

Lafata Vito (n.8), kick

48-6

td

Gennaro Diego (n.56), 14 punt ret

49-6

pat

Lafata Vito (n.8), kick

Rocchetti Pierluigi (n.45), action

A sorpresa, lincontro tra Lions ed Hogs stato per tutto il


primo tempo una partita vera e godibile, anche se nella seconda met di gioco i Lions sono poi dilagati (come spesso
accade) ed hanno avuto la meglio sulla squadra emiliana.
Per tutta la prima met di gioco gli Hogs sono rimasti in partita riuscendo a non subire troppi punti grazie ad una brillante, quanto semplice, strategia offensiva elaborata da coach Dwayne Hatch. Per farla breve, lapproccio degli Hogs alla partita stato questo: controllare la palla in attacco e non
fare errori. Non dare allavversario che pochi possessi offensivi, giocare sullorologio consumando tempo e non fare assolutamente turnovers. Tenendo la palla per la maggior parte della partita gli Hogs sono riusciti questanno a subire pochissimi punti. Gli schemi dattacco degli Hogs (tipicamente
high school) sembravano perfetti, visto che la palla viene giocata al 90% delle volte sulla terra, con ben tre rb da coinvolgere nel gioco, e minimizzando cos la possibilit di fare errori. Gli schemi di corsa degli Hogs sono inoltre molto veloci e
basati su finte, reverse ed altri movimenti studiati per trarre
in inganno le difese avversarie, ed in ogni caso si basano sulla precisione e velocit di esecuzione. Quando magari la palla gi stata smistata al portatore, spesso una difesa si trova a mettere pressione sul qb emiliano, non essendosi avveduta del fulmineo passaggio ad un rb. Cos stato anche per
la difesa orobica per buona parte della partita, ma dei sapienti aggiustamenti difensivi effettuati allintervallo, e la sostanziale mancanza di un gioco aereo decente da parte degli
Hogs per togliere un po di pressione sui rb, hanno fatto si
che la magia riuscisse solo a met. Nella prima frazione di
gioco gli Hogs hanno mantenuto il possesso di palla per nove
minuti su dieci di tempo regolamentare, ma ai Lions bastato meno di un minuto per andare a punti. Come dicevo prima, gli Hogs si rendono temibili in attacco grazie ai loro rb:
lamericano #8 Gardner (pericoloso per tutta la partita), e gli
italiani #20 Zanni, #33 Cosimo Oronzo, #37 Marino e #85
Marocchino. Sapientemente alternati nel portar palla creeranno grossi problemi alla difesa dei Lions per tutto il primo
tempo. Sulla prima serie offensiva, il qb USA #2 Schock
stenta abbastanza, e subisce anche un sack dal #19 Nessi e
dal #77 Luoma dei Lions, si arriva ad un 4 e lungo ed ecco
una delle specialit degli Hogs: finta di punt e palla che finisce invece direttamente in mano al rb Gardner che con una
lunga corsa arriva sulle 20 y off. dei Lions. Ma loccasione
non viene concretizzata nonostante si giochi sui 4 tentativi.
Giusto il tempo di cambiare le squadre in campo ed il #26
dei Lions Rush corre per 86 y intoccato fino in end zone, il
#8 Lafata trasforma, 7-0. Un lunghissimo drive degli Hogs
che si regge completamente sulle corse viene mantenuto vivo
grazie a tre offside consecutivi fischiati ai Lions, Schock
chiude un 4 down cruciale con una qb sneak, Marino conquista un primo down portando palla, ed ad un 4 tentativo
e 15 y Schock si inventa un hail mary pass per Gardner che
si smarcato fino in end zone ed coperto da due db dei
Lions. Tutti e tre i giocatori saltano per la palla, ma Gardner che la cattura segnando il touchdown!
La trasformazione alla mano da due punti viene sbagliata.
Sarebbe poi il turno del wr dei Lions Barbotti di segnare, su
un lancio da 41 y, ma gli arbitri annullano per un ricevitore

Tigers
Gerbino Franz (n.14) 11 su 13 per 179 (3 td)
Ricezioni
Aquile
Dalle Fratte Gianluca 1 per 33 (1 td), Nerozzi
Stefano (n.80) 1 per 29

Tigers
Punt
Aquile

28-6
34-6

31

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

ineleggibile in profondit (?). I bergamaschi procedono in attacco con le corse di Rush, anche se la difesa emiliana riesce
a limitare i danni, il qb #7 Bucciol corre e chiude il down in
situazione critica e poi di nuovo Barbotti che su un 4 tentativo e goal riceve un passaggio in end zone da Bucciol, 146. Il primo tempo termina dopo che Zanni e Gardner hanno
conquistato due primi down sempre su corsa. Al ritorno in
campo i Lions hanno cambiato musica, gelano subito tutti
con un touchdown su corsa di Rush da 61 y, e si apprestano
a salire in cattedra anche in difesa. 20-6 (extra point fallito).
In attacco gli Hogs cominciano a mostrare segni di stanchezza e la totale inefficacia nel gioco aereo non consente loro di
mischiare le carte e li rende sempre pi prevedibili. Si gioca
sempre sui 4 tentativi, ma ormai la difesa dei Lions si aggiustata e non concede pi molto. Di nuovo a segno quindi i
Lions, due primi down su lancio conquistati dal TE #45 Rocchetti (definito da qualcuno in tribuna un uomo di ferro) e
dal wr #21 Verzeri e siamo gi sulle 14 y off. da dove ci pensa Rush in due corse a punire nuovamente la difesa emiliana. Un lancio di Bucciol per Rocchetti vale la trasformazione
da due, 28-6. Nonostante un ottimo ritorno di kickoff di
Gardner fin sulle 39 y off. il gioco dattacco degli Hogs non
pi efficace come nel primo tempo, ma c comunque un
lampo: una lunga corsa di Marino porta gli Hogs ad un 1
and goal a sole 8 y da una nuova segnatura. Corre Zanni e si
porta ad una yard dal touchdown, ma una doppia penalit
(15 y per gli Hogs e 5 per i Lions) allontana i punti... E poi il
#77 dei Lions Luoma che controlla in due situazioni lattacco
degli Hogs negandogli guadagno sulla terra, un incompleto
ed ecco che al 4 tentativo entra in campo il kicking team
degli Hogs per un field goal... No! Finta e lancio di Schock
ma il #25 dei Lions Pilenga intercetta e rid palla ai Lions
sulle 11 y dif. Un passaggino corto per Verzeri si trasforma
in una cavalcata da circa 80 y fino a 6 y dalla end zone, e
poco dopo il #4 Bonaventura (di solito schierato come lb)
che la varca con una corsa, 35-6 dopo la trasformazione. Nel
quarto quarto ormai garbage time, gli Hogs sono inefficaci
sia in attacco che in difesa, Nessi e Luoma mettono ancora a
segno un sack in collaborazione, un altro sack dei Lions arriva col #48 Castellano e ci sono altre due segnature: corsa
di Rush da 86 y ed una del #56 Gennaro che prima stoppa
un punt degli Hogs, e poi ricopre la palla in end zone per sei
punti. Il punteggio finale dir quindi 49-6. Onore agli Hogs
che hanno retto il confronto quasi alla pari per tutto il primo
tempo grazie allintelligente strategia del loro coaching staff.
Gli emiliani hanno un invidiabile running game e potrebbero
fare seri danni con un adeguato gioco aereo dato da un qb
pi desperienza ed un paio di buoni wr. Purtroppo per la
loro difesa non mi ha impressionato che in poche occasioni.
Mi sembra comunque che gli Hogs abbiano fino ad ora rappresentato la sfida pi seria per i Lions in questa Golden League 2001.
(Marco Premi)

(vincente) dei granata: subito un sack sul terzo down, il drive


sembra doversi arrestare, ma sul punt... non c nessun
punt! Con una finta da manuale (ma che in due anni nessuno ha saputo fermare!) la palla arriva nelle mani
dellamericano Jake Gardner (il doppio ruolo pi forte della
lega) che si invola per 50 yds tra gli attoniti difensori bergamaschi (stranieri inclusi...): primo down nella red zone avversaria! Peccato che, oramai vicini alla meta, per una incomprensione, il quarto down non venga convertito. Palla ai
Lions, anzi, a Tyrone Rush che rompe un paio di placcaggi e
fredda la difesa reggiana: td da 80 yds. Non male, ma cera
da aspettarselo. Quello che invece nessuno si aspettava era
che, nel drive successivo (e siamo gi nel secondo quarto) gli
Hogs (con una linea piuttosto undersized) riprendessero a
correre in faccia ai padroni di casa (come del resto hanno
sempre fatto sino ad ora) e segnassero una spettacolare meta su passaggio (ehi, ma questi emiliani non lanciano!): il
qb USA Schock, pur pressato dai terribili ends avversari
(Gennaro e Castellano su tutti), spara una bomba nel mezzo
ed il magnifico Gardner (ancora lui!), sebbene francobollato
da un avversario spicca il volo ed afferra lovale. Meta! La
trasformazione viene bloccata dai Lions, molto reattivi nelle
situazioni di short yardage, grazie soprattutto al potentissimo run stuffer Joe Bonaventura. I bergamaschi, pur consapevoli della loro superiorit tecnica e atletica, appaiono
molto innervositi, forse perch si accorgono che i possessi di
palla avversari mangiano letteralmente lorologio, i quarti se
ne vanno.
Quando lattacco orobico torna in campo, inoltre, si trova
di fronte una difesa super gasata dal risultato di quasi parit
e Rush viene addirittura fermato per un no gain: ma oramai i Lions sono 15 yds dalla meta e, udite udite, (non mi risultano precedenti) giocano un quarto down alla mano. E
qui il bravissimo Bucciol (ma perch questanno la Nazionale
non fa gli Europei?!) non sbaglia: con una freccia trova libero
in end zone limmarcabile Barbotti. 14-6 Lions. Questo il
punteggio con cui le squadre vanno negli spogliatoi, perch,
dopo due corse per altrettanti primi down di Zanni, il tempo
scade.
Esiguo il vantaggio sul tabellone per i padroni di casa,
grandissimo invece quello psicologico per gli ospiti: nessuno,
sino a questo momento, era riuscito a mettere cos i difficolt
i Lions. Ed infatti il secondo tempo si riapre con grande interesse per il pubblico e questa una gran bella novit.
I Leoni segnano subito con una micidiale serpentina di
Rush (60 yds), ma falliscono la trasformazione. Allora gli
Hogs riprendono palla con la stessa determinazione del primo tempo e confezionano un drive esemplare, forse il migliore della giornata, percorrendo tutto il campo e fermandosi
solo a poche yds dalla meta, causa lennesimo quarto down
non convertito: il timing non perfetto fa si che quando il lancio di Schock arriva nelle mani di Lazzaretti, arrivi anche la
paurosa legnata del difensore avversario. Incompleto. Lions
in attacco e nuovo td di Rush. Si infortuna per giunta
lottimo Sighinolfi. Tutto cambia e, di fronte alla valanga orobica, coach Hatch pensa bene di togliere la maggior parte
dei titolari e conservarli per il prossimo incontro.
Per gli Hogs (3-1), attesi ad unaltra dura prova domenica
prossima contro i Dolphins, rimane per la grande soddisfazione di avere impegnato seriamente gli avversari, come dimostrano le statistiche: nessuno aveva corso cos tante yds
(220: pensate che la media contro i Lions Giants e Dolphins compresi era 49 yds!!!); inoltre nessuno (a parte i
Dolphins, che per non segnarono nemmeno un punto) aveva subito meno di 60 punti. Complimenti Hogs!!!
(Carlo Mantovani)

Come previsto, lo scontro al vertice tra Lions e Hogs si


concluso con la vittoria dei bergamaschi.
Ma non fatevi ingannare dal punteggio finale. Gli emiliani,
infatti, hanno dimostrato (ancora una volta) di essere una
formazione molto pericolosa, grazie ad un attacco formidabile guidato dalle sapienti direttive (lo possiamo dire) del migliore allenatore del campionato: Dwayne Hatch.
Ed i Lions che lamentavano la mancanza di un avversario capace di tener viva lattenzione del pubblico (e forse anche degli stessi giocatori...) oltre il primo quarto di gioco, ineluttabilmente concluso con vertiginosi distacchi hanno trovato pane per i loro (accuminatissimi) denti.
Gli Hogs vincono il sorteggio ed il primo possesso molto
significativo, perch lascia trapelare latteggiamento mentale

I ragazzi di Hatch cadono con i campioni dItalia e

32

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Paul

dEuropa in carica Lions Bergamo. Ma una sconfitta che


pur pesante (49-6) fa salire gli Hogs agli onori delle cronache
di questo sport. Nei primi due quarti i reggiani reggono
allurto dei campioni dEuropa imbattuti dal 1998.
(Matteo Incerti)
Statistiche
Corse
Rush Tyrone (n.26) 12 per 204 (4 td), Polizzi
Lions
Marco 2 per 27, Bucciol Dino (n.7) 1 per 14, Bonaventura Giuseppe (n.4) 2 per 6 (1 td)

Bucciol Dino (n.7) 4 su 8 per 107 (1 td)

Hogs
Gardner Jacob (n.8) 1 per 27, Lazzaretti Leonardo (n.9) 1 per 8
Intercetti

Lions

6-18

td

Sparapano Andrea (n.18), 8 pass da


Gerbino Franz (n.14)

6-20 3
12-20 3 Bla

pat
td

Williams Melvin, action


Gilaudo Stefano, 5 run

12-26 4

td

Williams Melvin, 26 run

Tigers
Sparapano Andrea (n.18) 5 per 89 (1 td), Cantini Fabio (n.8) 1 per 55 (1 td), Williams Melvin 2 per
26, Manfredini Lorenzo 1 per 9
Intercetti
Blacks: Zanotti Valerio 1 per 0

Pilenga Carlo (n.25) 1 per 9


-

Tigers
Oggero Giacomo 1 per 9
Punt
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 2 per 83

Hogs
Sassi Mirko (n.35) 2 per 43
Punt Return

Cantini Fabio (n.8) 2 per 67


Tigers
Punt Return
Blacks: Smith Paul 1 per 27

Lions
Gennaro Diego (n.56) 1 per 14 (1 td), Lucchetta Loris (n.9) 1 per 12

Tigers
Aru Claudio 1 per 0
Kickoff Return
Blacks: Smith Paul 3 per 49, Gilaudo Stefano 2 per 30

Hogs
Kickoff Return
Lions

Cantini Fabio (n.8), 55 pass da Gerbino Franz (n.14)

Tigers
Gerbino Franz (n.14) 9 su 18 per 179 (2 td, 1
int)
Ricezioni
Blacks: Smith Paul 2 per 60, Brena Alessandro (n.8) 1
per 18, Gilaudo Stefano 5 per 17 (1 td)

Lions
Verzeri Tomaso (n.21) 2 per 88, Rocchetti Pierluigi (n.45) 1 per 14, Barbotti Maurizio (n.86) 1 per 5
(1 td)

Lions

td

Williams Melvin 20 per 208 (2 td), Boscolo


Tigers
Marco 1 per 6, Gerbino Franz (n.14) 1 per 4, Pirillo
Maurizio 1 per 3
Passaggi
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 7 su 19 per 82 (1 int),
Smith Paul 1 su 2 per 13 (1 td)

Hogs
Schock Geoffrey (n.2) 2 su 8 per 35 (1 td, 1 int),
Rosci A. 0 su 1 per 0
Ricezioni

Hogs
Punt

Statistiche
Corse
Blacks: Smith Paul 31 per 140, Gilaudo Stefano 1 per 5
(1 td), Brena Alessandro (n.8) 7 per 3

Hogs
Gardner Jacob (n.8) 12 per 120 (1 td), Marino
Marino (n.37) 7 per 43, Zanni Maurizio (n.20) 13 per
26, Marocchino Enzo (n.85) 1 per 3, Cosimo Oronzo
Cristian (n.33) 2 per 3, team 1 per 0, Vacondio Mauro
1 per 1, Schock Geoffrey (n.2) 8 per 7, Rosci A. 1
per 8
Passaggi
Lions

6-12

Polizzi Marco 1 per 7

Tigers

Hogs
Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 2 per 26, Gardner Jacob (n.8) 1 per 15, Palmia Nicola 1 per 9, Caleffi C. 1 per 8

Carnevali Fabio 2 per 26, Aru Claudio 1 per 13


Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Fonti: Hogs 20 anni sulla linea, Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 28 Aprile 2001


Stadio Europa,

GIANTS Bolzano
AQUILE Ferrara

Sabato 28 Aprile 2001


Campo Pro Cascine Vica,

Rivoli

BLACKS Torino
Autocentauro TIGERS Torino
0-6
6-6

1
2 Bla

td
td

12
26

Williams Melvin, 52 run


Gilaudo Stefano, 13 pass da Smith

33

6-0
7-0
7-6

1
1
1

td
pat
td

7-7
13-7
15-7
15-13

1
1
1
2

pat
td
pat
td

Bolzano

50
27

Greene Reginald (n.1), 51 run


Ventura Andrea (n.2), kick
Baldan Federico (n.89), 13 pass da
Brooks Mark (n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Greene Reginald (n.1), 9 run
Greene Reginald (n.1), action
Brooks Mark (n.5), 7 run

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

21-13 2
27-13 2

td
td

28-13
34-13
35-13
35-19

2
2
2
3

pat
td
pat
td

41-19 4
43-19 4
43-25 4

td
pat
td

43-27 4
49-27 4
50-27 4

pat
td
pat

Federazione Italiana American Football

Greene Reginald (n.1), 11 run


Pellicini Andrea (n.43), 55 pass da
Greene Reginald (n.1)
Ventura Andrea (n.2), kick
Ventura Andrea (n.2), 1 run
Ventura Andrea (n.2), kick
Jones Jacob, 2 pass da Brooks Mark
(n.5)
Ventura Andrea (n.2), 37 run
Ventura Andrea (n.2), action
Jones Jacob, 54 pass da Brooks
Mark (n.5)
Brooks Mark (n.5), action
Pregnolato Luca (n.82), 70 ko ret
Ventura Andrea (n.2), kick

Statistiche
Corse
Giants
Greene Reginald (n.1) 20 per 246 (3 td), Ventura Andrea (n.2) 11 per 45 (2 td), Gagliardi Giovanni
5 per 26, Bonvecchio Stefano (n.13) 1 per 20
Aquile
Tassan Tiziano (n.33) 12 per 90, Brooks Mark
(n.5) 4 per 77 (1 td), Ventorre Michele (n.32) 7 per 24
Passaggi
Giants
Greene Reginald (n.1) 1 su 1 per 55 (1 td),
Ventura Andrea (n.2) 2 su 8 per 46
Aquile
Brooks Mark (n.5) 11 su 23 per 181 (3 td, 3
int)
Ricezioni
Giants
Pellicini Andrea (n.43) 1 per 55 (1 td), Mazzolini Paolo (n.3) 1 per 34, Pregnolato Luca (n.82) 1 per
12
Aquile
Jones Jacob 6 per 132 (2 td), Baldan Federico
(n.89) 3 per 34 (1 td), Tassan Tiziano (n.33) 2 per 15
Intercetti
Giants
Mazzolini Paolo (n.3) 2 per 22, Bianchi Luca
(n.30) 1 per 0
Aquile
Punt
Giants
Aquile
Punt Return
Giants
Aquile
Kickoff Return
Giants
Pregnolato Luca (n.82) 1 per 70 (1 td), Greene
Reginald (n.1) 2 per 52, Tharby Daryl 1 per 16, Biasotti Alessandro 1 per 2
Tassan Tiziano (n.33) 3 per 85, Jones Jacob 2
Aquile
per 49, Sternini Omar 1 per 9, Viola Clemente 1 per 6

Domenica 29 Aprile 2001


Capriano del Colle

BENGALS Brescia
FROGS Milano

td

Ummarino Alessandro (n.8), 4 pass


da Elsinger Ryan (n.12)

0-7

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

6-7

td

Fedrigolli Davide (n.10), 18 pass da


Perez Jos Louis (n.7)

8-7

pat

Perez Jos Louis (n.7), action

8-13

td

Elsinger Ryan (n.12), 1 run

8-14

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

10-14 3

saf

Caile Gianfranco (n.93)

16-14 3

td

Baber Kevin (n.42), 18 run

17-14 3

pat

Fedrigolli Davide (n.10), kick

17-20 3

td

Elsinger Ryan (n.12), 2 run

23-20 4

td

Fontanella Alessandro (n.88),


pass da Perez Jos Louis (n.7)

24-20 4

pat

Fedrigolli Davide (n.10), kick

24-26 4

td

Petrillo Enzo (n.24), 1 run

24-27 4

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

20

Sarebbe estremamente riduttivo per entrambe le squadre


parlare di assenze importanti o di errori arbitrali, anche perch il valore dimostrato in campo urla con tutta la forza del
nostro sport lorgoglio di esserci, di essere su quella linea dove un pallone od 1 yd valgono distorsioni, gambe fratturate e
commozioni cerebrali. Ed il valore dellagonismo, domenica
al campo comunale di Capriano del Colle, ha immortalato
una partita che ha avuto pochi eguali per emozioni, colpi di
scena, impegno e correttezza.
Un vero pomeriggio di football fra i gloriosi Frogs che, forti
del loro passato e sicuri dei loro mezzi, hanno portato in
campo un attacco autorevole, sia sul gioco a terra con un
Enzo Petrillo in grande evidenza, sia con il gioco aereo sempre graffiante con i precisi lanci in prossimit della side line
del qb USA #12; ed i giovani Bengals con il loro qb #7 Jos
Luis Perez a dirigere un attacco parso un po spento nelle idee, ma con tanta voglia di lottare ed una difesa guidata dal
de #93 Gianfranco Caile in un pomeriggio da incorniciare
grazie ai numerosi sacks messi a segno ed ad un safety!
E stato un botta e risposta continuo fra le rane milanesi
che puntualmente si portavano in vantaggio, successivamente raggiunte dalle tigri bresciane che si producevano in lunghi drive che attraversavano il campo yd dopo yd. Ma sono
stati gli special team a fare la differenza, infatti sul versante
bresciano uno snap leggermente alto in un tentativo di trasformazione da 1 pt, ha dato il guizzo necessario al qb #7 Perez per una corsa in td, determinando non solo laggancio
ma persino il sorpasso (che fosse stata una mossa studiata
dallo special team bresciano per disorientare la difesa dei
Frogs?) stabilendo il punteggio su 8-7 in favore dei padroni
di casa; sul fronte dei Frogs invece un brutto long snap su
un 4 e lungo con tentativo di punt ha portato alla safety realizzata dal de #93 Caile, mettendo i due punti sul tabellone
e consegnando la palla nelle sicure mani della offense bresciana. Per la cronaca, il gioco portato in campo dallattacco
milanese, guidato dalla sideline da coach Annoni, ha dimostrato grande variet e sicurezza con il gioco di terra sempre
pericoloso ed il gioco aereo sempre incisivo, in particolare nei
lanci in flat.
Per non parlare del tremendo reverse pass eccellentemente
eseguito e che ha di fatto spianato la strada allultimo touchdown dei milanesi. Daltra parte i Bengals hanno avuto un
avvio di partita piuttosto incerto, dovuto ad un game plan
forse troppo legato alla option, diventata leggibile persino

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Campo Comunale,

0-6

24
27

34

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Passaggi

dagli spalti. Ma ci nonostante, qui che arrivata una


buona notizia per coach Cecco Angeli Busi ed i suoi assistants: il (redivivo) parco ricevitori ha dato finalmente dimostrazione di autorevolezza con ottimi catch ed un td realizzato dal wr #10 Eddy Fedrigolli, pescato liberissimo in end
zone da un lancio di Perez di 30 yd, sotto la tremenda pressione della linea difensiva dei Frogs, decretando il rinato gioco aereo delle tigri che sono riuscite a staccarsi dalla totale
dipendenza dal te #84 Luca Automatic Orso Compagnoni,
parso un po spento a causa di un infortunio, ma comunque
in ottima forma.
Ma anche la ottima prestazione dei ricevitori blu argento,
non ha potuto molto contro la forza durto della difesa milanese, guidata da Franz Franzini, sempre in gang sui placcaggi dei runner bresciani e sempre strettissimi sulle coperture delle secondarie.
Ottima prova dorgoglio dei Bengals che per vedono allontanarsi il traguardo dei playoff nellattesa dello scontro con le
ostiche Aquile, ed ottima prestazione anche per i Frogs che
forse dovrebbero essere un poco pi tranquilli sulla loro
side-line, visto che per calmare gli agitati animi della panchina, la squadra in campo ha avuto qualche volta difficolt
a ricevere gli schemi da giocare.
Buona prestazione in definitiva per i bresciani anche se il
qb #7 Perez alla domanda (peraltro molto generica): Allora,
cosa pensi?, ha risposto in tono piuttosto amareggiato dicendo che bastata una vittoria per far credere alla squadra
di essere molto forte e per questo alcuni hanno ben pensato
di disertare alcune sedute di allenamento.
A nostro parere non pu bastare lorgoglio per vincere le
partite, bisogna anche dimostrare di migliorare giorno per
giorno in campo e sono sicuro che chi sta leggendo questo
articolo daccordo con me.
(Carlo Maria Fabbrini)

Bengals
1 int)
Frogs
int)
Ricezioni

Perez Jos Louis (n.7) 7 su 13 per 101 (2 td,


Elsinger Ryan (n.12) 13 su 18 per 204 (1 td, 1

Bengals
Fedrigolli Davide (n.10) 2 per 36 (1 td), Fontanella Alessandro (n.88) 2 per 32 (1 td), Compagnoni
Luca (n.84) 2 per 24, Baber Kevin (n.42) 1 per 9
Frogs
Mariani Carlo (n.41) 3 per 89, Petrillo Enzo
(n.24) 1 per 37, Ummarino Alessandro (n.8) 4 per 36
(1 td), Molinari Sem 2 per 22, Crugnola Andrea 1 per
10, Acquati Davide (n.10) 2 per 10
Intercetti
Bengals
Frogs
Punt
Bengals

Orfeo Davide (n.12) 1 per 0


Frontini Omar 1 per 6
Tinelli Francesco (n.40) 2 per 60

Frogs
Rusconi Fulvio 1 per 36
Punt Return
Bengals

Fontanella Alessandro (n.88) 1 per 17

Frogs
Bassi Paolo 1 per 10
Kickoff Return
Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 3 per 40, Tinelli
Francesco (n.40) 1 per 18, Orfeo Davide (n.12) 1 per
17
Frogs
Bassi Paolo 1 per 27, Gaias Paolo 1 per 10,
Frontini Omar 1 per 5
Fonti: Bresciaoggi, Fiaf.net, Frogslegnano.biz, Huddle.org

Nel weekend della sesta giornata di Golden League, le uniche due formazioni lombarde impegnate, i Bengals Brescia
ed i Frogs Nord Milano, si sono affrontate in un derby molto
emozionante, che si risolto in volata con la vittoria dei
Frogs. Brescia ha probabilmente pagato la totale mancanza
nel roster di runner e fullback, il che ha costretto il quarterback dei bresciani, il messicano Perez, ad inventarsi da zero
lattacco. La gara stata decisa ad 130 dalla fine, quando
un attacco dei Bengals, sulle 25 yard offensive, stato intercettato dalla difesa dei Frogs. Per quanto riguarda la formazione bresciana, quindi, questa battuta darresto potrebbe in
qualche modo compromettere la corda ai playoff, che sta diventando sempre pi accesa. Giochiamo bene si rammaricato il direttore sportivo bresciano Vincenzo Uliano ma
paghiamo i molti infortuni e le conseguenti assenze.Adesso
abbiamo un buon turno casalingo, contro Ferrara, da sfruttare assolutamente e poi due trasferte molto difficili a Bolzano ed Ancona. La formazione milanese, invece, con la vittoria di ieri mantiene limbattibilit stagionale (unica squadra
insieme ai Lions Bergamo ed ai Marines Ostia) e si lancia
verso la postseason.
(Matteo Mantica)

Domenica 29 Aprile 2001


-

BRIGANTI Napoli
DUCKS Roma

Statistiche
Corse
Bengals
Baber Kevin (n.42) 6 per 46 (1 td), Perez Jos
Louis (n.7) 10 per 32, Petitpierre Alberto (n.23) 3 per
5, Tinelli Francesco (n.40) 6 per 17, Pigolotti Giordano 1 per 21

2
23

0-6

td

Singh Akbal, 18 run

0-7

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

0-13

td

Singh Akbal, 41 run

0-14
2-14

1
2 Bri

pat
saf

Cerratti Gianluca (n.33), kick


Cimmino Fabio

2-17

fg

Cerratti Gianluca (n.33), 33

2-23

td

Lazzaro Simone (n.45), 71 run

Nel terzo quarto gli arancioblu romani continuano nella loro nuova filosofia di gioco improntata sulle corse ed aggiungono altri tre punti al carniere grazie ad un ottimo field goal
di Cerratti che va a bersaglio dalle 30 yards. Lincontro si
chiudi qui ed il quarto ed ultimo periodo serve ad entrambe
le squadre per migliorare i meccanismi di gioco e provare

Petrillo Enzo (n.24) 10 per 54 (1 td), Lucarelli


Frogs
Ulrich 4 per 8, Ummarino Alessandro (n.8) 1 per 4,
Elsinger Ryan (n.12) 7 per 28 (2 td), Rusconi Fulvio
2 per 47

35

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

nuove soluzioni tattiche. Segnaliamo dalla parte dei Ducks


lingresso in campo del secondo qb dei Paperi C. Lazzaro subito attento e capace, grazie ad un audible, di far segnare il
fratello schierato come fb ed autore, nelloccasione, di una
corsa di 71 yards (per gli amanti delle statistiche ricordiamo
che il campo partenopeo della lunghezza di 80 yards).
Complimenti ad entrambe le squadre capaci di offrire un
buono spettacolo nonostante il caldo torrido ed un campo
molto polveroso, l M.V.P. della partita lo diamo a Bobby Davis, che piano piano st ritrovando la forma migliore, e capace di oscurare qualsiasi ricevitore gli si allinei di fronte, buona la prova di tutta la linea romana, che ha visto
nelloccasione lesordio di Giannotta, nonch di tutta la difesa guidata dallo stantuffo Santini e da Bedussa. Dal lato dei
Briganti sottolineiamo la buona prova dei lb Cirillo e DeMuth.
(Simone Lazzaro)
Statistiche
Corse
Briganti: DeMuth James 10 per 52, Scognamiglio Antonio 12 per 46, Martello Guglielmo 1 per 7, Petrella Vitale 4 per 3, Dull Joshua 2 per 6
Ducks
Singh Akbal 14 per 93 (2 td), Lazzaro Simone
(n.45) 6 per 92 (1 td), DellAcqua Leonardo (n.44) 1
per 0, Davis Bobby 3 per 3
Passaggi
Briganti: Petrella Vitale 1 su 8 per 8 (2 int)

Ducks Trotto Alessandro (n.89) 3 per 39


Intercetti
Briganti: Ducks Davis Bobby 2 per 37
Punt
Briganti: Dull Joshua 3 per 94
Ducks Cerratti Gianluca (n.33) 1 per 31
Punt Return
Briganti: Ducks Kickoff Return
Briganti: Dull Joshua 2 per 63, Sarmiento Roberto 3 per
55, Martello Guglielmo 1 per 3
Bernardini Andrea 1 per 5
Fonte: Huddle.org

Domenica 29 Aprile 2001


Campo Polo Scolastico Makall,

Reggio nellEmilia

HOGS Reggio Emilia


Aselco E. DOLPHINS Ancona

td

Ladson Robert (n.48), 5 run

0-7
6-7

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

td

Lazzaretti Gionata (n.81), 7 pass da


Schock Geoffrey (n.2)

6-13

td

Ladson Robert (n.48), 4 run

6-14

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

12-14 2

td

Zanni Maurizio (n.20), 13 run

14-14 2

pat

Gardner Jacob (n.8), action

14-20 2

td

Capodaglio Fabio (n.88), 46 pass da


Boyce Courtney (n.12)

14-22 2

pat

Boyce Courtney (n.12), action

14-28 2

td

Panzani Mario (n.82), 48 pass da Boyce Courtney (n.12)

14-30 2

pat

Piva Marco (n.80), action

20-30 3

td

Gardner Jacob (n.8), 35 run

20-36 3

td

Ladson Robert (n.48), 3 run

20-37 3

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

Dopo la bella prestazione contro i campioni dEuropa qualcuno a Reggio Emilia aveva per un attimo sperato, vagheggiato lidea di vendicare la sconfitta dello scorso anno, quando gli Hogs, nello scontro Italia Resto del mondo, si erano
visti soffiare la vittoria negli ultimi minuti: in fondo anche i
Dolphins avevano rimediato una bella batosta contro Bergamo, subendo addirittura un imbarazzante shootout. Purtroppo per i padroni di casa, per, i marchigiani rinforzati
da un manipolo di nazionali provenienti da Bologna hanno
messo in campo un attacco molto pi efficace dello scorso
anno, con un passing game addirittura mostruoso: e cos
Reggio, che proprio nella difesa sui lanci ha il suo punto debole, deve incassare la seconda sconfitta consecutiva.
Il primo tempo, comunque stato davvero spettacolare,
con molti big plays da una parte e dallaltra e penso che gli
spettatori si siano veramente divertiti: raramente si vedono
attacchi cos spumeggianti!
I Dolphins vincono il sorteggio e dimostrano di aver studiato i filmati e perci mettono subito le cose in chiaro: shotgun formation su di ogni down! Lottimo qb USA Courtney
Boyce, scortato da una pattuglia aerea di grande impatto,
divora il campo con un paio di passaggi e per lo storico (ed
adesso italianissimo) Bob Ladson un gioco da ragazzi entrare in meta dalle 5 yds. Ma la replica dei padroni di casa
non si fa certo attendere. Con un drive esattamente speculare, gli Hogs violano lend zone avversaria: tutte corse (che
nemmeno una difesa cos accreditata riesce a fermare) e td
pass finale di Schock, che nellangolo sinistro trova il tight
end Gionata Lazzaretti completamente smarcato. La trasformazione alla mano, invece, viene bloccata da un bella
penetrazione della difesa anconetana. Secondo drive (che inizia a met campo) dei Delfini e sorpresa! nuova meta: Panzani, Piva, Capodaglio e Dunson sono delle mine vaganti e
fanno saltare le secondarie degli Hogs, sino a quando il
buon Ladson fotocopia lazione precedente e segna il suo secondo td con una breve corsa (3 yds). Inizia il secondo quarto, sicuramente la fase pi emozionante dellincontro che,
non a caso, si decide proprio qui. Dopo un breve ritorno, riprende la marcia degli Hogs e tocca a Maurizio Zanni (che
sale a 9 nella classifica dei td) concludere in meta un altro
lunghissimo drive con una bella corsa da 12 yds. Questa volta la trasformazione da due per Gardner va a segno e porta il
punteggio in perfetta parit: grande soddisfazione tra il pub-

Silvestri Flavio (n.11) 2 su 7 per 25, Lazzaro


Ducks
Cristiano (n.8) 1 su 1 per 14
Ricezioni
Briganti: DeMuth James 1 per 8

Ducks

0-6

20
43

36

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Ricezioni

blico e sulla panchina, per gli uomini di coach Dwayne


Hatch. Purtroppo lennesimo squib kick (sulla cui opportunit strategica si potrebbe discutere a lungo) regala
unottima posizione di campo ai Dolphins che non si fanno
pregare e gelano la difesa granata con una bomba di 50 yds
di Boyce per Capodaglio: meta che lo stesso qb trasforma da
due. E siamo 14 a 22.
Forse la difesa degli Hogs frustrata, ma non certo
lattacco che sembra sempre pi a suo agio contro la pesantissima difesa marchigiana, ancorata dal gigantesco ilb messicano Barnard. Grazie ad una esecuzione sino a quel momento perfetta della o-line (Pradelli e Muratori su tutti) e
alleccellente interpretazione di Zanni, Marino, Cosimo e
Gardner, Reggio attraversa il campo con facilit e si porta
sulle 3 yds preparandosi ad impattare di nuovo lincontro.
Purtroppo, per, accade limprevedibile: un lancio laterale di
Schock viene deflesso dallottimo dl Chiappini che intercetta
il pallone! Pesantissimo turnover degli Hogs che perdono la
palla ed anche lincontro: la svolta, infatti sul gioco successivo: altra bomba di Boyce che spara una cannonata nel
mezzo, una palla perfetta per il grande Panzani che sigla una
meta da 60 yds e spezza in due la partita. Non c tempo per
la replica perch larbitro fischia e manda tutti negli spogliatoi: allintervallo il punteggio dunque di 30 a 14 in favore di
Dolphins e la partita sembra (ed effettivamente lo sar) oramai compromessa, perch la difesa reggiana non ha mai mini-ma-men-te saputo pressare il validissimo Boyce o coprire
la pattuglia acrobatica dei ricevitori anconetani: una carenza
pagata carissima, perch in questi casi costringi lattacco a
segnare sempre e basta un turnover come quello descritto a
chiudere il match.
E vero che nel terzo quarto il primo drive degli Hogs che
sembrava destinato a concludersi con un punt, il primo della
partita! viene risvegliato dalla solita ma incredibile finta
dello special team granata, che frega anche i Dolphins:
come la settimana scorsa contro i Lions leclettico Gardner
raccoglie la palla, ma questa volta non trova nessuno davanti a s e se ne fugge in meta, con una galoppata di 50 yds. E
questo, per, lultimo guizzo degli Hogs, drammaticamente
travolti dal passing game marchigiano. La terza meta di Ladson e lennesimo td pass di Boyce chiudono il conto. Per
Ancona (3-1) una vittoria importante che conferma il suo
ruolo di Superbowl contender, poich molti la indicavano,
gi ad inizio stagione, come la seconda forza del campionato,
dopo i Lions Bergamo. Per Reggio Emilia (3-2) una sconfitta
un po (facciamo molto?) amara, perch un attacco cos (ancora oltre le 300 yds) meriterebbe ben altre soddisfazioni.
Speriamo che larrivo della safety californiana Jimmy Nolan,
annunciata per la fine di questa settimana, possa aiutare
una difesa che contro i passaggi in grave difficolt.
(Carlo Mantovani)

Hogs
Lazzaretti Gionata (n.81) 2 per 16 (1 td), Gardner Jacob (n.8) 1 per 14, Caleffi C. 1 per 3, Lazzaretti Leonardo (n.9) 1 per 2
Dolphins
Panzani Mario (n.82) 5 per 76 (1 td), Capodaglio Fabio (n.88) 2 per 71 (1 td), Piva Marco (n.80)
3 per 64, Dunson Michael (n.3) 3 per 23, Esposito
Stefano (n.11), Ricci Devis (n.81) 1 per 9
Intercetti
Hogs

Hogs

Sassi Mirko (n.35) 1 per 30

Hogs

Dolphins
Dunson Michael (n.3) 1 per 0
Kickoff Return
Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 3 per 42, Caleffi
Hogs
C. 1 per 11, Palmia Nicola 1 per 0
Dolphins
Capodaglio Fabio (n.88) 1 per 18, Ladson
Robert (n.48) 1 per 10, Aldrovandi Alessandro (n.47)
1 per 5, Baiocchi Davide (n.30) 1 per 0
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 5 Maggio 2001


Campo Tor di Quinto,

Roma

DUCKS Roma

38

El Mezcalito CORSARI Palermo 22

Hogs
Gardner Jacob (n.8) 10 per 71 (1 td), Marino
Marino (n.37) 15 per 70, Cosimo Oronzo Cristian
(n.33) 7 per 53, Zanni Maurizio (n.20) 12 per 51 (1
td), Schock Geoffrey (n.2) 3 per 21, Marocchino Enzo
(n.85) 1 per 5
Dolphins
Ladson Robert (n.48) 8 per 46 (3 td), Baiocchi Davide (n.30) 6 per 30, Boyce Courtney (n.12) 1
per 12, Fagotti Massimiliano (n.43) 1 per 1
Passaggi

Dolphins
td)

Chiappini Fabrizio (n.72) 1 per 4

Dolphins
Punt Return

Statistiche
Corse

Hogs

Dolphins
Punt

Schock Geoffrey (n.2) 5 su 11 per 35 (1 td, 1 int)


Boyce Courtney (n.12) 15 su 16 per 252 (2

37

0-6

td

Proni Davide (n.32), 7 run

0-8

pat

Hernandez Benitez Federico (n.10),


action

6-8

td

Singh Akbal, 52 run

6-14

td

Randisi Marco (n.22), 10 pass da


Romero Benitez Igor (n.11)

6-20

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


98 int ret

6-22

pat

Raneli Sergio (n.86), action

12-22 2

td

Davis Bobby, 8 run

18-22 3

td

Singh Akbal, 1 run

20-22 3

pat

Davis Bobby, action

26-22 3

td

Singh Akbal, 7 run

32-22 4

td

Singh Akbal, 17 run

38-22 4

td

Davis Bobby, 32 punt ret

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Vincono i Ducks, disputando un gran secondo tempo, ma i


Corsari restano in corsa per almeno tre quarti di gara, cedendo nel finale soprattutto sul piano fisico. Un match davvero dai due volti quello tra romani e palermitani. Linizio
tutto degli ospiti, che approfittano della gran vena della coppia straniera Romero Hernandez e di qualche sbavatura
nei placcaggi della difesa romana, per mettere a segno i primi punti. La replica di Singh arriva dopo un intercetto di
Cupellini (irresistibile sweep sulla sinistra da 52 yds!), ma
sono ancora i siciliani ad arrivare profondi nel campo avversario, realizzando un touchdown con Randisi su lancio di
Romero, contestato dai romani (ricevitore ineleggibile in end
zone). La reazione dei Ducks solida, ma quando il pareggio
sembra cosa fatta, Hernandez intercetta sulle 2 difensive Silvestri e ritorna palla per 98 yard. Dal possibile pari al 16 (622), eppure i romani non mollano e prima della chiusura del
primo tempo accorciano le distanze con il ritorno al touchdown di Bobby Davis, che punisce la difesa avversaria con
una corsa centrale da 8 yard. Ad inizio ripresa i Ducks, anche grazie ad un buon lavoro in linea, continuano a martellare i Corsari con la coppia Singh Davis, che confeziona il
20-22 (touchdown pi trasformazione alla mano). Palermo
costretta ad un 4 ed 11 sulle 40 offensive, ma Romero, fino
a quel momento intoccato o quasi, subisce un sack da 21
yard. Cos ad inizio ultimo quarto i Ducks mettono la freccia
con il terzo touchdown di Singh. I siciliani alzano bandiera
bianca e subiscono in successione altri 12 punti (corsa di
Singh da 17 yard e punt return di Davis da 32). Per i Ducks
un passo avanti importante nella corsa al secondo posto,
mentre i Corsari dovranno cercare di vincere il match di ritorno con oltre 16 punti di scarto. Crew con qualche sbavatura, ma tutto sommato sufficiente.
(Antonio Maggiora Vergano)

Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 1 per 9
Kickoff Return
Ducks
Corsari

Sabato 5 Maggio 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Ducks
Silvestri Flavio (n.11) 2 su 5 per 36 (1 int), Lazzaro Cristiano (n.8) 1 su 3 per 9
Corsari
Romero Benitez Igor (n.11) 8 su 13 per 129 (1
td, 1 int)
Ricezioni
Ducks
Trotto Alessandro (n.89) 2 per 23, Calugi Pietro
(n.7) 1 per 22
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 4 per 73,
Randisi Marco (n.22) 3 per 32 (1 td), Raneli Sergio
(n.86) 1 per 24
Intercetti
Cupellini Fabrizio (n.6) 1 per 0
Hernandez Benitez Federico (n.10) 1 per 98 (1

Cerratti Gianluca (n.33) 1 per 37

Zappal Paride (n.89) 3 per 89


Corsari
Punt Return
Ducks

32
12

6-0

td

Sarille Ricardo (n.8), 57 run

12-0

td

Sarille Ricardo (n.8), 8 run

18-0

td

Mignone Gianpaolo (n.80), 85 pass


da Monza Antonio (n.4)

24-0

td

Sarille Ricardo (n.8), 6 run

26-0

pat

Sarille Ricardo (n.8), action

26-6

td

Bancale Andrea (n.11), 1 run

32-6

td

DAgostino Alessio (n.19), 30 pass da


Forl Nicola (n.13)

32-12 4

td

Bancale Andrea (n.11), 3 run

Una partita mai in discussione, dominata per tre quarti.


Nellultimo quarto invece si verificato un calo di concentrazione ed un eccesso di nervosismo da parte Falcons che tutti
noi non ci auguriamo per sabato prossimo. Ma andiamo con
ordine. In un attimo i Falcons sono andati subito sul 6-0 con
la corsa di Rick Sarille in end zone. La trasformazione da un
punto non andata a segno ma bastato veramente poco
per assistere ad unaltra segnatura di Rick che si involato
per una corsa da 60 e passa yards fino alla end zone toscana. Il punteggio gi 12-0 a poco dallinizio dellincontro. La
difesa contiene bene ed un intercetto di #82 Calogero Consiglio restituisce di nuovo il pallone ai Falcons sulle 50 yards.
Il drive milanese complesso e falloso: a face mask in attacco si aggiungono diversi delay of the game ed il gioco aereo
diviene indispensabile per mantenere il possesso palla. Anthony Monza lancia sul #10 Luca Catalano e completa il
passaggio poco prima della fine del primo quarto. Dopo
linversione di campo la situazione resta difficile ma il qb
Falcons lancia direttamente per il receiver #80 Paolo Mignone che si invola in end zone (85 yard pass). Grande azione
che inganna la difesa livornese e porta il punteggio sul 18-0.
Alla ripresa del gioco gli Etruschi non riescono a chiudere il
down e la palla passa ai Falcons che iniziano un nuovo lungo e tormentato drive dattacco aperto alla grande da due
corse sensazionali di Rick Sarille ed anche da un quarto
down giocato alla mano dal #19 Alessio DAgostino che con
un hand around guadagna il primo down. A queste fanno
seguito una ricezione del #10 Luca Catalano ed una corsa
del #33 Pasquale Viscomi che porta il pallone fino alle 5
yards del campo degli Etruschi. Qui purtroppo ad un ritardo

Corsari
Romero Benitez Igor (n.11) 16 per 32, Hernandez Benitez Federico (n.10) 6 per 24, Proni Davide
(n.32) 4 per 12 (1 td)
Passaggi

Ducks

Milano

FALCONS Milano
ETRUSCHI Livorno

Ducks
Singh Akbal 20 per 249 (4 td), Davis Bobby 3
per 35 (1 td), Giannini Gabriele (n.10) 2 per 5, Lazzaro Simone (n.45) 2 per 3, Silvestri Flavio (n.11) 1 per
6, Lazzaro Cristiano (n.8) 2 per 9

Ducks

Cafarelli Davide (n.20) 4 per 58


Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Statistiche
Corse

Corsari
td)
Punt

Davis Bobby 2 per 96

Davis Bobby 1 per 32 (1 td)

38

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

di gioco dellattacco fa seguito un holding che arretra la posizione dattacco. Due lanci incompleti vanificano poi ogni
possibile segnatura. Gli Etruschi iniziano finalmente a macinare gioco e corrono al centro con il runner #22 fermato
per un pelo dal #1 Pasquini mentre successivamente la difesa interviene a deflettare lanci (col #82 Calogero Consiglio) e
bloccare ricettori avversari (col #7 Mirko Vertola). Il #63 Lele
Canonico dei Falcons viene schierato in linea difensiva ed
opera un buon sack sul qb avversario. Gli Etruschi giocano
allora una buona reverse che, unita ad un face mask, porta i
toscani al primo tentativo e goal. In ogni modo il #1 Pasquini
ferma la corsa avversaria ed un successivo lancio incompleto
chiude il primo tempo di gioco senza che i livornesi riescano
a varcare lend zone. Il terzo quarto riprende con il possesso
palla dei Falcons che, dopo una corsa del #2 Yuri Rosica,
perdono il pallone con un fumble dovuto ad un malinteso tra
il #4 Monza ed il #8 Sarille. Durante il successivo possesso
palla il difensive lineman milanese #90 Natale Grandini viene accusato di una violenza non necessaria sul qb avversario
e successivamente espulso. La decisione scatena diverse polemiche, in particolar modo diminuisce notevolmente la
tranquillit sulla side-line milanese. In ogni caso ci pensa il
defensive back #12 Arrigo Giana ad intercettare palla ed a
restituire il possesso a Milano. Sarille corre per 30 yards e
nellazione successiva il runner #22 Davide Savi porta palla
fino a 5 yards dal touchdown. Con una corsa personale Rick
entra poi in end zone e porta il punteggio sul 24 a 0. Non
soddisfatti delle trasformazioni da un punto, i rosso-argento
giocano alla mano ed il solito Sarille porta altri 2 punti. Siamo 26 a 0.
Subito dopo il kickoff il momento dellespulsione del #61
degli Etruschi, reo anchegli di violenza non necessaria e
probabili commenti di troppo allarbitro. Finisce comunque
anche il terzo quarto. I toscani giocano per vie aeree e con
un buon passaggio sul receiver #88 arrivano fino alle 5 yards
del campo milanese. Dopo ben tre corse fermate sulla goalline, al quarto tentativo con una corsa al largo il runner #11
varca lend zone e porta il punteggio sul 26-6. Anche qui la
trasformazione da un punto bloccata. Gli Etruschi alla ripresa giocano la carta dellon-side kick: recuperano anche il
pallone, ma un fallo costringe alla ripetizione dellazione. Al
secondo tentativo i Falcons non sbagliano e prendono possesso della palla. Entra il qb #13 Nicola Forl che, dopo due
corse del #2 Yuri Rosica e del #22 Davide Savi, lancia in end
zone per il #19 DAgostino che porta il punteggio sul 32-6. La
trasformazione da un punto non va a segno. La difesa prosegue a contenere gli avversari con un sack del #72 Doc Nava
ed un buon intervento del #1 Pasquini. La palla torna a Milano che inizia un nuovo drive molto falloso. Le false partenze dellattacco e gli incompleti portano Milano al quarto tentativo giocato alla mano con un lancio sullesterno al #6 Rice Perego. La ricezione millimetrica, con i piedi giusto in
campo prima di cadere fuori. Sarebbe primo down, ma gli
arbitri assegnano lincompleto; le polemiche infuriano, gli animi sulla side-line di Milano si scaldano e coach Calle, dopo
un violento diverbio con i referee, viene espulso. Con tutte
le penalit assegnate alla panchina ed altro, gli Etruschi riprendono le operazioni a 12 yards dalla goal line milanese
nonostante i Falcons avessero mancato il primo down a met
campo. Dopo una corsa del runner #11 livornese ed un infortunio del receiver #82, che consente alle dottoresse milanesi di fare il loro ingresso in campo (!), siamo alla chiamata del two minutes warning. Lhalfback #11 con due corse
successive varca lend zone e porta il punteggio sul 32-12. La
trasformazione una finta di calcio tra i pali con una corsa
fermata prima dellend zone. Si riparte di nuovo con un onside kick: i Falcons prendono comunque il pallone e le corse
del #22 Luca Savi si alternano a quelle di Yuri Rosica. Nicola

Forl lancia anche per il #84 Marco Pel e completa il passaggio. Siamo a pochi secondi dal termine e due lanci incompleti non consentono ai Falcons di avvicinarsi ancor di
pi alla goal line. Una corsa verso lend zone di Nicola Forl
viene fermata prima del fischio finale. Il match stato a senso unico, ha permesso anche lingresso delle cosiddette seconde linee che hanno dato il loro contributo e si sono dimostrate pronte anche ad andare a segno. Il calo di concentrazione si sviluppato parallelamente alla crescita della
tensione sulla side-line mentre il punteggio comunque era al
sicuro. Occorre a questo punto guardare avanti, dopo aver
messo in cascina la vittoria, avendo presente che lobiettivo
il match di sabato prossimo al Vigorelli contro gli Hogs, per
agguantare i playoffs. Non saranno possibili cali di concentrazione n momenti di tensione che inevitabilmente distolgono dallattenzione della partita e spesso si pagano cari. Ci
sono tutte le carte in regola per farcela. E allora a sabato,
amici.
(Tommaso Ciccone)
La partita fra le ultime della classe di sabato sera al Vigorelli tra i redivivi Falcons e gli Etruschi Livorno ha visto la
sonora vittoria della formazione di coach Zamichieli, che cos
si rilancia in vista dello sprint finale per un posto nella post
season. Per i toscani, invece, un altro risultato negativo che
li lascia fermi a quota zero vittorie, pari solo dei Seagulls Salerno del girone sud.
(Matteo Mantica)
Statistiche
Corse
Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 13 per 195 (3 td), Savi
Davide (n.22) 4 per 60, Rosica Yuri (n.2) 5 per 27, Viscomi Pasquale (n.33) 3 per 24, DAgostino Alessio
(n.19) 1 per 13, Passioni Luca (n.41) 1 per 4, team 1
per 5
Etruschi
Campora Paolo (n.22) 7 per 37, Bancale Andrea (n.11) 17 per 25 (2 td), Belli Giuliano (n.88) 2
per 16, Tarroni Elvis (n.8) 2 per 4, Giorgi Andrea (n.9)
3 per 18
Passaggi
Falcons
Monza Antonio (n.4) 2 su 11 per 100 (1 td),
Forl Nicola (n.13) 3 su 6 per 44 (1 td)
Etruschi
Giorgi Andrea (n.9) 5 su 10 per 75 (1 int),
Tarroni Elvis (n.8) 2 su 6 per 16, Manning Daniele
(n.7) 1 su 1 per 6, Belli Giuliano (n.88) 0 su 1 per 0 (1
int)
Ricezioni
Falcons
Mignone Gianpaolo (n.80) 1 per 85 (1 td),
DAgostino Alessio (n.19) 1 per 30 (1 td), Catalano
Luca (n.10) 1 per 15, Pel Marco (n.84) 2 per 14
Etruschi
Belli Giuliano (n.88) 5 per 73, Diana Leonardo (n.82) 3 per 24
Intercetti
Falcons
Consiglio Calogero (n.82) 1 per 20, Giana Arrigo (n.12) 1 per 0
Etruschi
Punt

Falcons

Piccinini Gianluca (n.81) 2 per 35


Etruschi
Punt Return
Falcons

39

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

meritato ampiamente la vittoria mettendo in mostra una


squadra molto solida e consistente, con un gioco dattacco
conservativo ma molto efficace, basato sulle individualit dei
running backs e la buona prestazione della linea di attacco.
In difesa si messo in mostra lintero pacchetto dei linebackers ed in particolare lo stesso Dull e DeMuth. Per i salernitani si trattato invece di un netto regresso dopo lottima
prestazione contro i Ducks. Il nervosismo ed una certa confusione hanno caratterizzato la loro partita e davvero poche
sono state le individualit e le azioni da ricordare. Un regresso inspiegabile al quale per andr messo immediato riparo. Difatti sabato prossimo saranno di scena qui a Salerno
i Corsari Palermo. Una piccola nota finale sullarbitraggio:
posto che non ha ovviamente favorito nessuno, stato evidente il diverso approccio alla partita molto pi fiscale rispetto a quello dei nostri arbitri. Questo metro di giudizio
certo non contribuisce a far decollare lo spettacolo e la fluidit del gioco: sarebbe opportuna una maggiore uniformit.
(Mario Pironti)

Etruschi
Kickoff Return
Falcons

Savi Davide (n.22) 1 per 22

Etruschi

Diana Leonardo (n.82) 6 per 117


Fonti: Fiaf.net, Frogslegnano.biz, Huddle.org

Sabato 5 Maggio 2001


Stadio Donato Vestuti,

Salerno

SEAGULLS Salerno
BRIGANTI Napoli
0-2
0-8
0-10
0-16
0-18
0-24
0-26

1
1
1
3
3
4
4

Bri
Bri
Bri
Bri
Bri
Bri
Bri

saf
td
pat
td
pat
td
pat

0
26

Statistiche
Corse
Seagulls: Esposito Diego 2 per 49, Pappalardo Sergio 9
per 21, Parisi Massimo 1 per 12, Sciuman Elio 8 per
8, De Santis Valerio 1 per 1, team 1 per 0, Fiore Luca
1 per 2
Briganti: Izzo C. 15 per 78 (1 td), DeMuth James 9 per
28 (1 td), Scognamiglio Antonio 3 per 2
Passaggi
Seagulls: Sciuman Elio 2 su 17 per 13 (1 int)
Briganti: Petrella Vitale 0 su 4 per 0
Ricezioni
Seagulls: Parisi Massimo 2 per 13
Briganti: Intercetti
Seagulls: Briganti: Ortolani M. 1 per 11
Punt
Seagulls: Esposito Matteo 3 per 96, Parisi Massimo 1 per
24
Briganti: Dull Joshua 6 per 170
Punt Return
Seagulls: Parisi Massimo 2 per 6, Gualandi Arnaldo 1 per
3
Briganti: Dull Joshua 1 per 45 (1 td)
Kickoff Return
Seagulls: Gualandi Arnaldo 1 per 13
Briganti: DeMuth James 1 per 10, Martello Stefano 1 per
4

team, automatico
Dull Joshua, 45 punt return
DeMuth James, action
DeMuth James, 4 run
DeMuth James, action
Izzo C., 6 run
Petrella Vitale, action

Nellincontro valevole per la quinta giornata di campionato


si affrontavano a Salerno i Seagulls ed i Briganti Napoli. La
partita, oltre a nascondere la accesa rivalit tra le due compagini nelle cui fila ci sono giocatori che hanno militato in
entrambe le squadre, avrebbe consentito alla vincente di abbandonare lo scomodo ultimo posto in classifica. Su di un
campo reso viscido dalla pioggia il primo quarto si chiudeva
con una safety realizzata dai napoletani in virt di uno snap
sbagliato in situazione di punt che finiva direttamente oltre
la end zone. Nel secondo quarto era ancora unazione degli
special teams a muovere il punteggio. Difatti sullennesimo
punt dalle 20 yds dei Seagulls il returner dei Briganti DeMuth riportava il pallone indisturbato in td dopo una corsa
di quasi 50 yds. Trasformava da due punti Dull con una corsa centrale. In conclusione di tempo un tentativo di field goal
dei salernitani dalle 20 yds veniva stoppato dalla difesa dei
Briganti. Il primo tempo finiva cos sul 10-0 per i Briganti
senza che entrambe le squadre avessero espresso un gioco di
attacco particolarmente brillante. Nel terzo quarto i Seagulls
tentavano di rimettere in piedi la partita provando qualche
gioco particolare ma subivano ben presto un intercetto. Cos
ad avere la meglio era il gioco di potenza napoletano quasi
esclusivamente basato sulle corse di Dull e di Izzo i quali si
mettevano in mostra per lefficacia delle loro azioni e per la
capacit di rompere i placcaggi e di guadagnare spesso delle
yds extra. Difatti era lo stesso Dull a siglare il 16-0
sullennesima corsa centrale ed a trasformare da due punti.
Nellultimo quarto i Seagulls provavano una reazione di orgoglio completando alcuni passaggi su Parisi ma poi alcune
incomprensioni e qualche penalit di troppo facevano si che
fossero i Briganti ad andare nuovamente a segno con una
corsa esterna di Izzo trasformata personalmente dal qb Petrella.
Bisogna ricordare che nello stesso drive il linebacker salernitano Mastroianni metteva a segno il suo secondo sack stagionale su Petrella. Lultimo drive offensivo dei Seagulls vedeva in campo alcuni ragazzi della giovanile che riuscivano a
mettersi particolarmente in mostra. Ma il fischio finale
dellarbitro sanciva la fine dellincontro che si concludeva
con il punteggio di 26-0 per i Briganti. I napoletani hanno

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Domenica 6 Maggio 2001


Stadio Aldo Invernici,

Brescia

BENGALS Brescia
AQUILE Ferrara

40

26
33

0-6

td

Ventorre Michele (n.32), 45 run

6-6

td

Fontanella

Alessandro

(n.88),

20

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

pass da Perez Jos Louis (n.7)


8-6
8-12

1
1

pat
td

8-14

pat

Perez Jos Louis (n.7), action


Jones Jacob (n.8), 24 pass da Brooks
Mark (n.5)
Jones Jacob (n.8), action

14-14 2
14-20 2
14-21 2

td
td
pat

Perez Jos Louis (n.7), 1 run


Jones Jacob (n.8), 79 ko ret
De Giorgi Stefano (n.14), kick

20-21 3

td

18

20-27 4
20-33 4

td
td

Fontanella Alessandro (n.88),


pass da Perez Jos Louis (n.7)
Brooks Mark (n.5), 2 run
Ventorre Michele (n.32), 36 run

26-33 4

td

Fontanella Alessandro (n.88),


pass da Perez Jos Louis (n.7)

27

una incontenibile corsa del #32 Michele Pi veloce Ventorre


da 36 yd (non trasformata).
A questo punto sono i Bengals, con la loro pattuglia acrobatica, ad entrare in end zone. Nuovo pass sullasse Perez
Fontanella che riceve in end zone con doppia copertura!
What a catch, man! Il successivo tentativo da 2 pt non si
conclude come voluto ed il punteggio viene inchiodato sul
definitivo 26-33.
Brutta difesa quella bresciana vista ieri in campo, con le
secondarie distratte dai ricevitori ferraresi ed il box un po
troppo morbido che concede troppe yard alla forte linea
dattacco delle Aquile. Parso invece in buona salute, nonostante la fondamentale assenza del TE #84 Luca Automatic
Orso Compagnoni, lattacco con un game plan decisamente
pi vario rispetto a quello visto contro i Frogs, con i ricevitori
in grande evidenza ed un debuttante te #87 Christian
Prandelli poco sicuro nei blocchi sulle corse ma sempre autorevole sui lanci. Una settimana di pausa per leccarsi le ferite e preparare gli artigli per affrontare i blasonati Dolphins,
pi agguerriti che mai per la corsa al Superbowl. Playoff che
si allontanano per i Bengals, ma non il momento di mollare!
(Carlo Maria Fabbrini)

La premiata ditta B&J (Brooks and Jacob), con laggiunta


del socio dopera Ventorre, ha permesso alle aggressive Aquile di affossare ci che restava delle vere Tigri che hanno dominato la partita contro i Blacks di Rivoli o che hanno combattuto con il cuore contro i Frogs. E stata una partita combattuta, ma i ferraresi, forti del loro qb in arrivo diretto da
Phoenix, hanno sferrato dei potenti colpi di artiglieria contro
la rimaneggiata difesa delle Tigri che non hanno saputo come difendersi dalla fisicata linea dattacco dei Rapaci ferraresi.
Si comincia con una corsa di 46 yds del forte rb #32 Ventorre, che provoca una immediata doccia fredda ai caschi argento. Ma, dopo una rapida scrollata di capo, i bresciani si
rimettono in carreggiata grazie al gioco aereo, infatti un pass
di 20 yd sullasse Perez Fontanella decreta laggancio. Il
successivo tentativo di pat da 1 pt, si trasforma in una efficace fake con relativa corsa in td per il solitissimo, ormai, qb
#7 Perez. Sorpasso, 8-6.
Risponde la premiata ditta B&J, lancio del primo e ricezione del secondo come dal copione diretto da coach John
Knight, che replica con ulteriore pass in td ricevuto, nuovamente, in tranquilla libert dal liberissimo wr USA #8 JJ
Jacob. Fine del quarto ed inizio di un lunghissimo drive per i
bresciani che si conclude in td con una corsa da 1 yd di Perez. Riconquistata parit e orgoglio ci si appresta al pat che
viene fallito insieme al tentato sorpasso. Brutto segno per le
tigri che subiscono il colpo e concedono al #8 Jacob, nel
successivo kickoff, di effettuare un coast to coast di 79 yd
che taglia in 2 lo special team bluargento. Le Aquile sigillano
il vantaggio realizzando la trasformazione da un punto.
Fine del primo tempo con un occhio alle statistiche: il #8
JJ Jacob delle Aquile, ha realizzato fra ricezioni corse e ritorni 215 yd nel solo 1 tempo!
Si riaprono i giochi e sono i Bengals con la loro pattuglia
aerea ad andare in td, infatti il wr # 88 Alessandro Fonta
Fontanella riporta sotto i Bengals che, per, falliscono
laggancio non trasformando il successivo pat.
E a questo punto che la crew arbitrale fa sentire la propria presenza, che peraltro stata notata per tutto il resto
della partita (coach Acido Lopresti ha fortemente protestato
nel 2 quarto per una presunta safety con intentional grounding diventati un fallo di face mask), realizzando un vero e
proprio casino su di un fallo effettuato dalla offense ferrarese. Quasi dieci minuti di conference con la palla che continuava a fare avanti e indietro dalla linea delle 25 yd alla linea delle 40 e viceversa. Commento di coach John Knight,
pi che eloquente: Arbitraggio terribile, veramente terribile!.
Si riprende con il 4 quarto, 1 down per le Aquile con 15
yd di penalit (!?!). Doppia segnatura in successione per i
ferraresi che varcano la end zone lombarda, prima con una
corsa del qb #5 Brooks da 2 yd (non trasformata), e poi con

Ieri a Brescia i Bengals padroni di casa sono usciti ancora


una volta battuti, dopo la sconfitta della settimana scorsa
contro i Frogs, questa volta ad opera delle Aquile Ferrara.
Ora per la formazione bresciana la corsa verso i playoff si
complica in maniera forse definitiva.
(Matteo Mantica)
Statistiche
Corse
Baber Kevin (n.42) 18 per 71, Petitpierre AlBengals
berto (n.23) 4 per 24, Perez Jos Louis (n.7) 7 per 2 (1
td)
Aquile
Ventorre Michele (n.32) 9 per 117 (2 td), Tassan Tiziano 12 per 58, Brooks Mark (n.5) 6 per 7 (1
td), Jones Jacob (n.8) 2 per 4
Passaggi
Bengals
Aquile
Ricezioni

Perez Jos Louis (n.7) 11 su 17 per 168 (3 td)


Brooks Mark (n.5) 5 su 8 per 127 (1 td)

Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 4 per 70 (3 td),
Fedrigolli Davide (n.10) 2 per 41, Prandelli Cristian
(n.87) 2 per 41, Baber Kevin (n.42) 1 per 7, Ghiglione
Aristide 1 per 6, Petitpierre Alberto (n.23) 1 per 3
Aquile
Jones Jacob (n.8) 4 per 106 (1 td), Ventorre
Michele (n.32) 1 per 21
Intercetti
Bengals
Aquile
Punt

Bengals
Pigolotti Giordano 2 per 42
Aquile
De Giorgi Stefano (n.14) 1 per 37
Punt Return
Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 1 per 11
Aquile
Kickoff Return
Bengals
Tinelli Francesco (n.40) 3 per 62, Fontanella
Alessandro (n.88) 2 per 54
Aquile
Jones Jacob (n.8) 3 per 109 (1 td), Tassan Tiziano 1 per 21
Fonti: Bresciaoggi, Fiaf.net, Frogslegnano.biz, Huddle.org

41

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Statistiche
Corse
Petrillo Enzo (n.24) 14 per 75 (2 td), Lucarelli
Frogs
Ulrich 5 per 42, Ummarino Alessandro (n.8) 3 per 18,
Elsinger Ryan (n.12) 6 per 8, Fei Aldo Mario (n.11) 1
per 9
Blacks: Smith Paul 17 per 76 (1 td), Di Maggio Michelangelo 2 per 4, Brena Alessandro (n.8) 6 per 6
Passaggi

Domenica 6 Maggio 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Milano

FROGS Milano
BLACKS Torino

Frogs
Elsinger Ryan (n.12) 9 su 19 per 141 (2 td)
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 5 su 16 per 43 (3 int),
Smith Paul 0 su 1 per 0
Ricezioni

29
6

3-0

fg

Galvan Leonardo (n.31), 22

9-0

td

Petrillo Enzo (n.24), 4 run

15-0

td

Petrillo Enzo (n.24), 1 run

16-0

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

22-0

td

Acquati Davide (n.10), 30 pass da Elsinger Ryan (n.12)

28-0

td

Mariani Andrea, 17 pass da Elsinger


Ryan (n.12)

29-0
29-6

3
4 Bla

pat
td

Galvan Leonardo (n.31), kick


Smith Paul, 30 run

Frogs
Acquati Davide (n.10) 2 per 68 (1 td), Petrillo
Enzo (n.24) 3 per 24, Fei Aldo Mario (n.11) 2 per 21,
Mariani Andrea 1 per 17 (1 td), Molinari Sem 1 per
11
Blacks: Sangiorgio Simone 2 per 31, Brena Enrico 1 per
10, Gilaudo Stefano 1 per 2, Smith Paul 1 per 0
Intercetti
Clerici A. 1 per 40, Longo Carlo 1 per 15, Bassi
Frogs
Paolo 1 per 0
Blacks: Punt
Frogs
Rusconi Fulvio 4 per 112
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 1 per 23
Punt Return

Non tradiscono le attese i Frogs, che inanellano la quinta


vittoria su altrettanti incontri disputati il Golden League.
Contro i Blacks praticamente non c stata partita. La formazione neroargento, pur non brillando (soprattutto nel secondo tempo), ha messo subito alle corde i piemontesi, creando
un divario pressoch irraggiungibile gi nella prima parte
dellincontro. Le giocate di Enzo Petrillo (una spina nel fianco
degli avversari) e lottima difesa (linea e backs quasi perfetti) sono stati fautori del sostanzioso gap allintervallo (22-0 il
parziale). Nella seconda met della gara i Frogs, dopo il touchdown di Mariani, constatata anche la pochezza degli avversari, hanno comprensibilmente tirato i remi in barca, creando pi spazi ai neri torinesi. Da qui nato il td della
bandiera ad opera dellamericano dei Blacks, Paul Smith
(un tipino da 160y a partita), per altro splendidamente
contenuto dalla defense dei Frogs, in grado di limitarne
molto (solo 76y) la versatilit. Molto bravi anche i backs difensivi in maglia neroargento, che hanno praticamente annullato (linezia di 17y nei pass per la formazione piemontese) il passing game avversario. Dalla loro efficace prestazione
sono nati tre intercetti, rispettivamente di Bassi, Clerici e
Longo, che hanno poi dato il la a due delle quattro realizzazioni dellundici dattacco.
(Lorenzo Corazzon)

Frogs
Blacks: Kickoff Return
Frogs
Blacks: Smith Paul 4 per 110, Gilaudo Stefano 1 per 24
Fonti: La Prealpina, Fiaf.net, Frogslegnano.biz, Huddle.org

Sabato 12 Maggio 2001


Campo Pro Cascine Vica,

BLACKS Torino
AQUILE Ferrara

La partita pi attesa andata in scena al Velodromo Vigorelli di Milano, dove, nel pomeriggio di ieri, proprio i Frogs
Milano Nord di coach Annoni hanno giocato e vinto contro i
Blacks Torino 29-6, con lunica marcatura dei piemontesi
realizzata nel finale di gara. Abbiamo giocato una buona gara ha commentato Annoni a fine partita la linea di attacco,
con il passare delle partite, sta esprimendosi sempre meglio
ed anche la difesa ha giocato bene, concedendo un solo drive
lungo. Sabato prossimo, in vista della sfida del 19 con i
Lions, in cui nei Frogs dovrebbe esordire un nuovo americano, la formazione di Milano andr a Torino a far visita ai Tigers: E un giorno lavorativo continua il coach e probabilmente avr alcuni problemi di roster, ma vogliamo vincere
per arrivare allesame Bergamo ancora imbattuti.
(Matteo Mantica)

0-6

td

0-7
0-13
0-14
0-20

1
1
1
2

pat
td
pat
td

0-26

td

0-27
6-27

3
4 Bla

pat
td

Rivoli

6
27

Jones Jacob, 8 pass da Brooks Mark


(n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Brooks Mark (n.5), 9 run
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Jones Jacob, 14 pass da Brooks
Mark (n.5)
Nerozzi Stefano (n.80), 5 pass da
Brooks Mark (n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Smith Paul (n.1), 2 run

Quella giocata a Rivoli stata sicuramente la miglior partita disputata questanno dalle Aquile. Finalmente tutti i reparti hanno girato al meglio ed a fine partita il coach John
Knight non ha nascosto la propria soddisfazione: Sono or-

42

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

goglioso di voi ragazzi, ora siamo una vera squadra. Inizio


un po in sordina per le Aquile, il primo drive dei Blacks termina con un punt ma sul ritorno Jones commette fumble e
la palla torna ai torinesi, inoltre dopo pochi giochi si infortuna GP Renzi, che viene sostituito molto degnamente, per il
resto dellincontro, dal giovane Raia. Lattacco dei Blacks
completamente sterile ed a met incontro ha collezionato solo tre punt ed un intercetto (di Matteo Mantovani), grazie alla
magnifica prova della difesa estense che ha potuto contare
su di una magistrale prova del lb Massimiliano Neri, al rientro dopo infortunio di Benini, Gottardi e Zecchini ed al ritorno allattivit agonistica di Cabianca. In attacco sono gli uomini di linea a dare spettacolo, creando un muro invalicabile
dietro al quale il qb Brooks ha sfruttato al meglio le proprie
capacit, lanciando su tutti i propri bersagli: i wr Jones (7
ricezioni per 81 yds e 2 td), Dalle Fratte (2 ricezioni per 31
yds, Nerozzi (2 ricezioni ed il suo primo td stagionale), il te
Baldan (3 ricezioni per 19 yds) ed il rb Ventorre. Brooks ha
cos collezionato 13 passaggi completi su 17 tentati, con un
guadagno di 140 yds, 3 td pass, 1 intercetto ed un td personale su corsa.
Nel running game, lassenza per infortunio del forte tb Tassan stata ampiamente compensata dalle ottime prove del
solito ed infaticabile Michele Ventorre (7 corse per 61 yds) e
da un rinato Omar Sternini, che tornato nel ruolo di FB ha
corso 58 yds in 7 portate. Dal canto loro i Blacks non hanno
mai mollato, i lanci del qb Brena sono risultati vani non tanto per demerito dei piemontesi quanto per lottimo lavoro dei
backs ferraresi, unico faro nellattacco torinese stato il rb
americano Paul Smith che gi a met gara aveva collezionato
74 yds in 14 portate e che ha segnato il punto della bandiera
negli ultimi due minuti. A questo punto, a risultato oramai
acquisito, il coach Knight ha lasciato spazio anche ai giocatori non titolari e questo ha permesso al qb Umberto Landini
di tornare in campo ancora una volta e di vedere i kicker Arqu e Cruciani nell insolita veste di rb.

Aquile

Dalle Fratte Gianluca 2 per 38


Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Sabato 12 Maggio 2001


Campo Giovanni Maneo Settembrini,

Livorno

ETRUSCHI Livorno
Aselco E. DOLPHINS Ancona
0-6

td

0-12

td

Baiocchi Davide (n.30), 7 run

0-14

pat

Dunson Michael (n.3), action

6-14

td

Bancale Andrea (n.11), 8 run

6-20

td

Dunson Michael (n.3), 36 run

6-22

pat

Dunson Michael (n.3), action

6
22

Russo Giancarlo (n.22), 48 int ret

Statistiche
Corse
Bancale Andrea (n.11) 8 per 25 (1 td), CamEtruschi
pora Paolo (n.22) 7 per 18, Belli Giuliano (n.88) 1 per
6, Giorgi Andrea (n.9) 2 per 5, Lenti Luca (n.45) 2 per
0, Tarroni Elvis (n.8) 2 per 0

Statistiche
Corse
Blacks: Smith Paul (n.1) 22 per 99 (1 td), Brena Alessandro (n.8) 5 per 29, team 1 per 3, Di Maggio Michelangelo 1 per 3
Aquile
Ventorre Michele (n.32) 7 per 61, Sternini
Omar 7 per 58, Brooks Mark (n.5) 3 per 39 (1 td),
Cruciani Filippo 1 per 8, Arqu Vanni (n.3) 1 per 0
Passaggi
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 5 su 17 per 24 (1 int)
Brooks Mark (n.5) 13 su 17 per 138 (3 td, 1
Aquile
int)
Ricezioni
Blacks: Sangiorgio Simone 2 per 14, Smith Paul (n.1) 1
per 5, Gilaudo Stefano 2 per 5
Jones Jacob (n.8) 7 per 75 (2 td), Dalle Fratte
Aquile
Gianluca 1 per 23, Baldan Federico (n.89) 2 per 17,
Nerozzi Stefano (n.80) 2 per 14 (1 td), Ventorre Michele (n.32) 1 per 9
Intercetti
Blacks: Zanotti Valerio 1 per 0
Aquile
Mantovani Matteo 1 per 0
Punt
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 4 per 132
De Giorgi Stefano (n.14) 1 per 27
Aquile
Punt Return
Blacks: Smith Paul (n.1) 1 per 18
Aquile
Jones Jacob (n.8) 2 per 26
Kickoff Return
Blacks: Smith Paul (n.1) 2 per 44, Chirico Luca (n.56) 1
per 17

Dolphins
Baiocchi Davide (n.30) 11 per 107 (1 td),
Dunson Michael (n.3) 11 per 55 (1 td), Fagotti Massimiliano (n.43) 6 per 40
Passaggi
Etruschi
Giorgi Andrea (n.9) 3 su 11 per 39, Belli
Giuliano (n.88) 1 su 2 per 25 (1 int), Tarroni Elvis
(n.8) 3 su 8 per 14 (1 int)
Dolphins
Ricezioni

Dunson Michael (n.3) 0 su 7 per 0 (3 int)

Etruschi
Belli Giuliano (n.88) 3 per 35, Mertoli Antonio (n.89) 1 per 25, Diana Leonardo (n.82) 3 per 18
Dolphins
Intercetti

Etruschi
Dinelli Matteo 2 per 17, Diana Leonardo
(n.82) 1 per 15
Dolphins
Russo Giancarlo (n.22) 1 per 48 (1 td), Tondini Matteo (n.35) 1 per 9
Punt
Etruschi

Sambaldi Paolo (n.21) 3 per 122

Dolphins
Punt Return

Etruschi

Dunson Michael (n.3) 1 per 35


Dolphins
Kickoff Return
Etruschi

43

Diana Leonardo (n.82) 2 per 19, Lenti Luca

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

(n.45) 1 per 5
Dolphins

Con la ripresa del gioco nel terzo quarto gli Hogs si portano
in vantaggio con il lancio del qb #9 Leonardo Lazzaretti al receiver #81 Gionata Lazzaretti per 14 yards in end zone. Questa volta il calcio sbagliato ed il punteggio 20-18 per Reggio Emilia. Milano risponde con la corsa in end zone del #8
Rick Sarille per 4 yards: lo stesso runner ottiene la conversione da 2 punti: siamo 26-20. Lultimo quarto inizia con lo
show della difesa di Milano che contiene lattacco di Reggio
Emilia, sventa il tentativo di conversione del quarto down
con una finta di punt e consegna il pallone al proprio attacco
che subito vede ancora protagonista il #8 Rick Sarille che si
invola in una sensazionale corsa di 60 yards superando in
sprint tutti gli avversari fino ad arrivare a piena velocit in
end zone. Il punteggio ora 34-20. Palla agli Hogs ma la difesa li costringe al punt su di un quarto e 15, tentativo di
finta, ma il db #20 Mauro Scola non abbocca alla finta e va a
placcare il runner procurando un ulteriore perdita di terreno. Milano insiste e trova unaltra segnatura con la corsa in
end zone per 2 yards del runner #22 Davide Savi ed unaltra
mancata trasformazione, questa volta da un punto. Siamo
40-20. Siamo adesso 3 vittorie e 3 sconfitte: la tendenza
positiva, con 3 vittorie consecutive. Domenica prossima 20
maggio incontro casalingo, sempre fondamentale, con i
Blacks Torino per agguantare il record positivo di 4-3.
(Tommaso Ciccone)

Dunson Michael (n.3) 2 per 44


Fonte: Fiaf.net

Sabato 12 Maggio 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Milano

FALCONS Milano
HOGS Reggio Emilia
6-0

td

6-6

td

Zanni Maurizio (n.20), 4 run

6-7

pat

Zanni Maurizio (n.20), kick

12-7

td

Sarille Ricardo (n.8), 12 run

18-7

40
20

Stevanin Michael (n.21), 22 pass da


Monza Antonio (n.4)

td

Sarille Ricardo (n.8), 30 run

18-13 2

td

Zanni Maurizio (n.20), 3 run

18-14 2

pat

Zanni Maurizio (n.20), kick

18-20 3

td

Lazzaretti Gionata (n.81), 14 pass da


Lazzaretti Leonardo (n.9)

24-20 3

td

Sarille Ricardo (n.8), 4 run

26-20 3

pat

Sarille Ricardo (n.8), action

32-20 4

td

Savi Davide (n.22), 2 run

38-20 4

td

Sarille Ricardo (n.8), 60 run

40-20 4

pat

Sarille Ricardo (n.8), action

Statistiche
Corse
Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 19 per 254 (4 td), Viscomi Pasquale (n.33) 2 per 7, Savi Davide (n.22) 1
per 2 (1 td), Passioni Luca (n.41) 2 per 1
Hogs
Zanni Maurizio (n.20) 14 per 79 (2 td), Gardner
Jacob (n.8) 11 per 77, Marino Marino (n.37) 11 per
59, Vacondio Mauro 2 per 19, Pagliani Marco 2 per 7,
Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 3 per 6, Marocchino
Enzo (n.85) 1 per 0, Rosci A. 1 per 10
Passaggi
Di Pasquale John (n.14) 3 su 4 per 95, MonFalcons
za Antonio (n.4) 1 su 2 per 22 (1 td)
Hogs
Lazzaretti Leonardo (n.9) 5 su 10 per 83 (1 td)
Ricezioni

E finalmente ce labbiamo fatta. Un punteggio finale senza


discussioni, frutto di una difesa che ha contenuto gli avversari e di un attacco esplosivo che ha visto Rick Sarille varcare ben 4 volte lend zone di Reggio Emilia. La partita stata
comunque vibrante e sempre in equilibrio fino allallungo finale di Milano, che va a segno per prima con la ricezione del
#21 receiver francese Michael Stevanin su lancio del #4 Anthony Monza per 22 yards. Lextra point da due punti non va
a segno. Gli Hogs rispondono, gioco di sole corse fino a quella decisiva di 4 yards in end zone del runner #20 Maurizio
Zanni: il punto addizionale da un punto tra i pali ed il punteggio 7-6 per gli ospiti. Buon ritorno del #21 Michael Stevanin fino alle 50 yards, i Falcons varcano in 4 corse lend
zone con la corsa del #8 Rick Sarille di 12 yards e, con la
mancata trasformazione alla mano, il punteggio sale sul 127. Nel secondo quarto prosegue lo show del #8 Rick che con
un affondo di 30 yards e lennesima mancata trasformazione
porta il risultato sul 18-7. Gli Hogs macinano gioco fino a
quando il #20 Maurizio Zanni entra in end zone con una
corsa di 3 yards e, grazie al calcio addizionale a segno, gli
emiliani si portano sul 14-18. In finale di primo tempo Milano cerca di riavvicinarsi alla end zone avversaria rapidamente con un grande lancio del qb americano #14 John Di Pasquale per il receiver #21 Michael Stevanin, che si esibisce in
una gran presa e viene fermato a circa 3 di yards dal touchdown. Ma proprio in questo momento gli arbitri fischiano
la fine del primo periodo di gioco.

Falcons
Stevanin Michael (n.21) 3 per 88 (1 td), Perego Michele (n.6) 1 per 29
Hogs
Gardner Jacob (n.8) 1 per 34, Lazzaretti Gionata (n.81) 2 per 29 (1 td), Zanni Maurizio (n.20) 2 per
20
Intercetti
-

Falcons
Hogs
Punt
Falcons

Hogs
Sassi Mirko (n.35) 1 per 32
Punt Return
Falcons

Stevanin Michael (n.21) 1 per 1

Hogs
Kickoff Return
Falcons
Stevanin Michael (n.21) 1 per 38, Pezzali Renato 1 per 20, Sarille Ricardo (n.8) 1 per 19, Savi Davide (n.22) 1 per 9
Nolan Jimmy 2 per 44, Pagliani Marco 2 per 27,
Hogs
Gardner Jacob (n.8) 1 per 20
Fonte: Fiaf.net

44

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

minuti dal termine, sul 3 e 12 yds per i Corsari sulle proprie


15 yds, si chiudeva la partita. Infatti Hernandez si incaricava
personalmente di correre per 70 yds chiudendo le porte
allipotesi di rimonta nei minuti finali dei Seagulls che riuscivano anche a recuperare il pallone ma non ad avanzare
per le restanti 80 yds con le ultime tre azioni di gioco.
Lincontro si chiudeva cos sul 12-6 per i palermitani. I Corsari hanno disputato una buona gara, molto aggressivi e determinati in difesa e molto spettacolari in attacco grazie al
funambolismo di Hernandez. I Seagulls hanno indubbiamente riscattato la brutta prestazione della scorsa settimana se
non nel punteggio almeno nel gioco. Sugli scudi la difesa salernitana che si resa protagonista di un ottima partita
macchiata soltanto da alcune discutibili penalit in momenti
decisivi dellincontro. Lattacco invece, pur avendo guadagnato un consistente numero di yds non ha concretizzato
completamente il lavoro svolto, producendo in termini di
punti meno di quanto realizzato in ogni drive. La partita
stata seguita da una folta cornice di pubblico che ha apprezzato lorgoglio e la determinazione con cui i salernitani
lhanno affrontata. Sabato prossimo i Seagulls sono attesi
dal difficile impegno esterno a Roma contro i Ducks che
allandata vinsero solo in overtime per 6-0 dopo una combattutissima partita.
(Mario Pironti)

Sabato 12 Maggio 2001


Stadio Donato Vestuti,

SEAGULLS Salerno

Salerno

El Mezcalito CORSARI Palermo 12


0-6

td

Randisi Marco (n.22), 8 pass da Hernandez Benitez Federico (n.10)

0-12

td

6-12

4 Sea td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


88 run
Sciuman Elio, 2 run

Nella prima giornata di ritorno i Seagulls Salerno sono stati sconfitti in casa dai Corsari Palermo per 12-6. Come dice
chiaramente il punteggio la partita stata molto equilibrata
e per alcuni tratti spettacolare grazie in particolare alle performances del messicano Hernandez, oggi schierato
nellinedito ruolo di quarterback. Alla fine della gara Hernandez ha raccolto, oltre ad un td personale di 80 yds ed ad
un td pass di 20 yds, ben 198 yds di corsa sulle 205 corse
dai Corsari, finendo con lessere lindiscusso mvp
dellincontro. Le due squadre sin dallinizio, pur con alcune
importanti defezioni (il qb Romero nei Corsari e 9 giocatori
infortunati ed indisponibili tra i salernitani), mettevano in
mostra due difese molto aggressive. Ma gli sforzi encomiabili
della difesa dei Seagulls venivano spesso vanificati dal talento di Hernandez, il quale era capace di chiudere pi di un
terzo down decisivo con delle azioni in scramble nelle quali
diventava pressoch infermabile. Nel secondo quarto
sullennesimo scramble sullout sinistro a cui veniva costretto dalla pressione della difesa e dei lbs, Hernandez imbeccava Randisi nellangolo dellend zone con un pass di circa 20
yds. La trasformazione alla mano falliva grazie ad una buona
reazione della difesa salernitana. Subito dopo i Seagulls mettevano su un buon drive che li portava sin sulle 20 yds avversarie grazie alle corse di Pappalardo e di De Santis ed ad
una ricezione di Gualandi ben imbeccato da Sciuman, ma il
field goal finiva ben lontano dai pali. Nel secondo tempo i
Seagulls rientravano in campo ancora pi determinati e con
un ottimo drive arrivavano fino alle 5 yds avversarie. Ma una
serie di inspiegabili penalit li costringevano ad arretrare di
molto ed a concludere con un nulla di fatto. La difesa salernitana riusciva in ogni caso a limitare lattacco palermitano,
sia le option che i lanci in profondit, fino alla met
dellultimo quarto, quando Hernandez con una corsa in
scramble di 80 yds, dopo aver rotto una serie infinita di tentativi di placcaggio, si involava indisturbato in touchdown.
La trasformazione alla mano falliva di nuovo ed il punteggio si fissava sul 12-0. Ma i Seagulls non si perdevano
danimo e reagivano subito grazie ad un buon ritorno di
Gualandi che consentiva allattacco salernitano di iniziare il
proprio drive dalle 50 yds. Lo stesso Gualandi si involava
sullout destro portando il pallone sino sulle 5 dei Corsari.
Poi era il qb Sciuman ad incaricarsi di varcare lend zone e
portare lincontro sul 12-6. Sulla trasformazione il tight end
Calabrese raccoglieva in touchdown il lancio di Sciuman
ma perdeva il possesso del pallone nel ricadere a terra. A 4

Statistiche
Corse
Seagulls: Pappalardo Sergio 9 per 63, Gualandi Arnaldo
2 per 41, De Santis Valerio 5 per 40, Sciuman Elio 3
per 2 (1 td)
Hernandez Benitez Federico (n.10) 17 per 180
Corsari
(1 td), Pecoraro Gabriele (n.1) 1 per 8, Proni Davide
(n.32) 3 per 3, Simoncini Maurizio (n.21) 1 per 2
Passaggi
Corse
Seagulls: Sciuman Elio 2 su 7 per 14
Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 4 su 16
per 34 (1 td)
Ricezioni
Seagulls: Napoletano Antonio 1 per 8, Gualandi Arnaldo
1 per 6
Corsari
Randisi Marco (n.22) 3 per 28 (1 td), Pecoraro
Gabriele (n.1) 1 per 6
Intercetti
Seagulls: Corsari
Punt
Seagulls: Gualandi Arnaldo 1 per 48, Esposito Matteo 1
per 33
Corsari
Zappal Paride (n.89) 2 per 54
Punt Return
Seagulls: Corsari
Kickoff Return
Seagulls: Gualandi Arnaldo 2 per 23, Marciano Matteo 1
per 18
Corsari
Cafarelli Davide (n.20) 1 per 27, Hernandez
Benitez Federico (n.10) 1 per 15
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

45

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

vano a quattro i td di differenza, accontentandosi di un field


goal nel ultimo periodo, quando potevano tranquillamente
andare dentro umiliandoci. Ma lumiliazione deve essere
dentro di noi, e chi ama profondamente questa squadra lo ,
oggi, parafrasando una frase del nostro speaker Giancarlo, i
giovani hanno il male del benessere, non sanno cio pi
soffrire, ed aggiungo io quando non si fanno gli allenamenti
tutti assieme, al di l delle indubbie colpe del coaching staff
e della dirigenza, i risultati non possono che essere questi.
Ora per fortuna abbiamo un lungo periodo di riposo. Il 2
giugno finiremo il campionato contro gli Etruschi Livorno, in
casa. Con tutto il rispetto per gli amici toscani, vediamo di
non far divertire troppo anche loro
(Mauro Mangiavacchi)

Sabato 12 Maggio 2001


Centro Fabbrichetta,

Grugliasco

Autocentauro TIGERS Torino

FROGS Milano
0-6

6
37

td

Ummarino Alessandro (n.8), 8 pass


da Elsinger Ryan (n.12)

0-7

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

0-13

td

Bassi Paolo, 98 int ret

0-19

td

Acquati Davide (n.10), 12 pass da Elsinger Ryan (n.12)

0-20

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

0-26

td

Acquati Davide (n.10), 58 pass da Elsinger Ryan (n.12)

0-27

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

6-27

td

Williams Melvin, 8 run

6-33

td

Petrillo Enzo (n.24), 5 run

6-34

pat

Paolicelli Paolo, kick

6-37

fg

Galvan Leonardo (n.31), 29

Sesto sigillo per i Frogs, che raggiungono la vetta del girone


Nord della Golden League e lanciano dichiaratamente la sfida ai campioni in carica Lions. In formazione decisamente
rimaneggiata (tra infortuni ed impegni di lavoro), la truppa
neroargento ha sciorinato una prestazione pressoch perfetta, annientando sin dalle prime battute ogni velleit dei pur
coraggiosi Tigers. E bastato un uno-due neroargento nel
primo quarto per far capire ai torinesi che sarebbe stata una
giornata avara di soddisfazioni. Subito in touchdown con
Ummarino, le rane hanno replicato, nel primo drive
dattacco delle tigri, con un numero del cornerback Bassi
(ritorno di intercetto di 100 yards, praticamente tutto il
campo). 14-0 nello spazio di pochi minuti e comprensibile
mazzata sul morale della compagine torinese. Nella seconda frazione era poi Acquati a fissare lo score sul 21-0, punteggio che mandava le squadre negli spogliatoi per
lintervallo. Nella ripresa un sussulto dei Tigers con Cantini
(6-21) non cambiava per il trend della contesa, costantemente nelle mani dei neroargento. Acquati, autore di una
doppietta, rincarava la dose (27-6), facendo scendere le tenebre sugli avversari. Nellultima frazione, prima Petrillo e,
successivamente, un field goal di Galvan (autore di tre extrapoint) fissavano il punteggio finale, che a ranghi neroargento completi obiettivamente avrebbe potuto assumere
proporzioni pi vistose. Elogi indistintamente a tutti e comprensibile soddisfazione nel clan dei Frogs per la conquista
in coabitazione del primato in classifica.
(Lorenzo Corazzon)

Per prima cosa vorrei ringraziare i Frogs. Signori si nasce.


Annoni, Gestori, i vari assistenti sulla sideline ed i giocatori
in campo, al di l della giusta cattiveria agonistica, non hanno infierito sulla nostra squadra, ormai allo sbando, tenendo
fede a quella non scritta legge del nostro sport, per cui umiliare lavversario battuto non cosa n giusta n buona.
Ognuno libero di pensarla come vuole. Io la penso cos!
Un buon qb, buoni runner e receiver, una grande linea che
consente ad Elsinger di lanciare con tranquillit ed un manipolo di Hall of fame. Vorrei ricordare il mitico Franzini
ed il sempiterno Talone. Walter, ventanni dai tempi di Big
Ram Crosti che ti aspettiamo a Torino a vestire i nostri colori
e tu arrivi come avversario a menarci tutte le volte, ti sembra
bello?!
Dopo un primo td dei milanesi in seguito ad un lungo drive
di corse e lanci, la momentanea illusione di una nostra possibile rimonta.
Una ricezione ad una mano del fenomenale predicatore
nel deserto Melvin Williams, cui fa seguito una sua ubriacante corsa che ci porta sulla linea di end zone, il pareggio
sembra cosa fatta ma dopo tre tentativi di correre in area
di meta, al quarto un lancio di Gerbino veniva intercettato e
riportato per un centinaio di yards dal db Bassi, in td, portando il risultato sullo 0-13 per i milanesi e chiudendo praticamente la partita.
Si, perch anche se con ancora tre quarti a disposizione i
nero arancio non solo non sapevano reagire, ma anzi si adagiavano e subivano prima dellintervallo ancora due segnature su ricezione di 12 e 55 yards del bravo wr Acquati, su lanci di Elsinger. Bravi loro, ma noi dove eravamo? con la testa soprattutto. 0 a 27 allhalf time dice tutto.
Inizio ripresa, una serie di corse del sempiterno Williams lo
portavano a segnare la nostra unica meta, ma era solo un
fuoco di paglia ed infatti nel drive successivo i Frogs riporta-

Statistiche
Corse
Tigers
Williams Melvin 15 per 86 (1 td), Ricci Alberto
4 per 43, Pirillo Maurizio 1 per 3, team 1 per 0, Gerbino Franz (n.14) 5 per -3
Petrillo Enzo (n.24) 11 per 109 (1 td), Clerici A.
Frogs
5 per 33, Elsinger Ryan (n.12) 2 per 11, Lucarelli Ulrich 3 per 10, Ummarino Alessandro (n.8) 1 per 2
Passaggi
Tigers

Gerbino Franz (n.14) 10 su 24 per 105 (1 int)

Frogs
Elsinger Ryan (n.12) 7 su 11 per 149 (3 td), Fei
Aldo Mario (n.11) 1 su 2 per 5
Ricezioni
Tigers
Cantini Fabio (n.8) 3 per 44, Williams Melvin 2
per 32, Manfredini Lorenzo 2 per 15, Boni Federico 1
per 5, Sparapano Andrea (n.18) 1 per 5, Faustino
Mwanima 1 per 4
Frogs
Acquati Davide (n.10) 5 per 107 (2 td), Mariani
Andrea 1 per 29, Ummarino Alessandro (n.8) 2 per 18
(1 td)
Intercetti

46

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Tigers
Frogs
Punt
Tigers

Federazione Italiana American Football

del primo tempo i Briganti hanno violato la difesa giallonera


con una corsa di 8 yard di Izzo, per chiudere il parziale sul
16-6. Nella ripresa per riprende la carica dei Marines, che
vanno a segno ancora con De Carolis (terzo td pass di Brusco), poi con il sempre verde Tron (di forza dalle 2 yard), con
la solita, punitiva, difesa (fumble return per Muzzarelli) ed
infine Bozzarini.
A questo punto restano le formalit dei due incontri con i
Seagulls (secondo i risultati la peggiore squadra del girone
con gli stessi Briganti) e la trasferta in Sicilia per vedersela
con i Corsari Palermo.
Questo match potrebbe essere davvero impegnativo ed una
vittoria dei Marines aiuterebbe di fatto i Ducks Roma che poi
avrebbero la possibilit di gestire nel loro incontro anche
una sconfitta fino a 15 punti di scarto per centrare il secondo posto.
(Antonio Maggiora Vergano)

Bassi Paolo 1 per 98 (1 td)


Cantini Fabio (n.8) 1 per 69

Frogs
Punt Return
Tigers

Frogs
Kickoff Return
Tigers
3
Frogs

Carnevali Fabio 3 per 52, Cecchi Roberto 1 per


Frontini Omar 1 per 27

Fonti: La Prealpina, Fiaf.net, Frogslegnano.biz, Huddle.org

Statistiche
Corse
Briganti: Izzo C. 14 per 36, DeMuth James 3 per 16,
Scognamiglio Antonio 7 per 10, Cuomo Giuliano 2
per 1, Colace Francesco 1 per 1, Dull Joshua 8 per
3, Di Liso Lorenzo 2 per 11
Marines
Brusco Fabio (n.13) 2 per 12, Tron Roberto 7
per 7, Bancal Irio 1 per 1, Macellaro John (n.23) 2
per 1
Passaggi
Briganti: Dull Joshua 1 su 4 per 39 (1 int)

Domenica 13 Maggio 2001


Campo Mellino,

Marines
Brusco Fabio (n.13) 18 su 26 per 266
Ricezioni
Briganti: Martello Stefano 1 per 39

Napoli

BRIGANTI Napoli
MARINES Ostia

6
43

0-6

td

De Carolis Giacomo, 34 pass da Brusco Fabio (n.13)

0-7

pat

Ianniello Dario, kick

0-10

fg

Ianniello Dario, 34

0-16

td

6-16

2 Bri

td

DOnofrio David (n.41), 8 pass da


Brusco Fabio (n.13)
Izzo C., 13 run

6-22

td

DOnofrio David (n.41), 8 pass da


Brusco Fabio (n.13)

6-23

pat

Ianniello Dario, kick

6-29

td

Tron Roberto, 1 run

6-30

pat

Ianniello Dario, kick

6-36

td

Muzzarelli Andrea (n.55), 8 fumble


ret

6-42

td

Bozzarini Valerio (n.7), 45 pass da


Brusco Fabio (n.13)

6-43

pat

Ianniello Dario, kick

De Carolis Giacomo 6 per 137, Bozzarini VaMarines


lerio (n.7) 4 per 67, DOnofrio David (n.41) 4 per 38,
Carosi Gianluca (n.84) 2 per 20, Faiola Roberto 1 per
2, Martellotta Paolo 1 per 2
Intercetti
Briganti: Marines
DOnofrio David (n.41) 1 per 0
Punt
Briganti: Dull Joshua 4 per 126
Marines
DOnofrio David (n.41) 1 per 49
Punt Return
Briganti: Marines
Kickoff Return
Briganti: Izzo C. 3 per 44, Di Liso Lorenzo 1 per 34, Ferrari C. 1 per 11, Cimmino Fabio 1 per 0
Marines

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

I Marines Ostia proseguono nella loro marcia trionfale nel


Girone Sud della Golden League di football americano. La
formazione lidense ha travolto a Napoli i Briganti 43-6, dominando la gara sin dalle prime battute. In vantaggio 7-0
con una connessione da 40 yard tra Brusco e De Carolis, i
Marines hanno controllato agevolmente la reazione dei campani, mettendo a segno prima un field goal dalle 30 con Ianniello e poi un secondo touchdown con un lancio corto del
solito Brusco per DOnofrio. Solo a pochi secondi dalla fine

Sabato 19 Maggio 2001


Stadio Dorico,

47

Ancona

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Aselco E. DOLPHINS Ancona

BENGALS Brescia

55
13

6-0

td

Panzani Mario (n.82), 4 pass da Boyce Courtney (n.12)

7-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

13-0

td

Capodaglio Fabio (n.88), 29 pass da


Boyce Courtney (n.12)

19-0

td

Ricci Devis (n.81), 16 pass da Boyce


Courtney (n.12)

20-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

26-0

td

Capodaglio Fabio (n.88), 71 pass da


Boyce Courtney (n.12)

27-0

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

27-6

td

Perez Jos Louis (n.7), 7 run

pat

Perez Jos Louis (n.7), kick

33-7

td

Esposito Stefano (n.11), 3 pass da


Boyce Courtney (n.12)

34-7

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

td

Fagotti Massimiliano (n.43), 2 run

42-7

pat

Leonardi Enrico (n.24), action

48-7

td

Dunson Michael (n.3), 63 run

49-7

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

td

Fontanella Alessandro (n.88),


pass da Perez Jos Louis (n.7)

49-13 4

td

55-13 4

Dolphins

Fontanella Alessandro (n.88) 1 per 14


Bengals
Kickoff Return
Dolphins
Leonardi Enrico (n.24) 2 per 27, Dunson
Michael (n.3) 1 per 21
Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 5 per 95, Tinelli
Francesco (n.40) 1 per 0

Sabato 19 Maggio 2001


Campo Tor di Quinto,

6-0
64

Fagotti Massimiliano (n.43), 7 run

Dolphins
Dunson Michael (n.3) 6 per 115 (1 td), Fagotti Massimiliano (n.43) 4 per 24 (2 td), Ladson Robert (n.48) 2 per 21, Baiocchi Davide (n.30) 1 per 0,
Boyce Courtney (n.12) 3 per 16
Bengals
Perez Jos Louis (n.7) 11 per 29 (1 td), Tinelli
Francesco (n.40) 5 per 4, Medrano Jos 1 per 4
Passaggi

Perez Jos Louis (n.7) 13 su 26 per 213 (1 td)

Dolphins
Capodaglio Fabio (n.88) 2 per 100 (2 td),
Panzani Mario (n.82) 7 per 66 (1 td), Ricci Devis
(n.81) 3 per 63 (1 td), Esposito Stefano (n.11) 3 per
12 (1 td), Dunson Michael (n.3) 1 per 1
Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 3 per 90 (1 td),
Prandelli Cristian (n.87) 3 per 62, Petitpierre Alberto
(n.23) 3 per 23, Tinelli Francesco (n.40) 2 per 22, Fedrigolli Davide (n.10) 1 per 16, De Giovanni Stefano 1
per 0
Intercetti

Bengals
Punt
Dolphins

34
0

td

Lazzaro Simone (n.45), 16 run

7-0

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

13-0

td

Singh Akbal, 10 run

19-0

td

Fristachi Valter (n.5), 14 pass da


Lazzaro Cristiano (n.8)

20-0

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

26-0

td

Singh Akbal, 58 pass da Lazzaro Cristiano (n.8)

27-0

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

33-0

td

Singh Akbal, 37 run

34-0

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

Caricati e determinati come non mai, i Ducks scaricano


tutta la loro foga sui Seagulls e si impongono per 34 a 0.
La partita inizia con mezzora di ritardo, ma ci non deconcentra i Ducks che passano subito in vantaggio al secondo
gioco dellincontro con una dive di 16 yards del loro fullback.
Non passano neanche due minuti ed ecco arrivare subito la
replica di Singh che si invola in touchdown al termine di un
drive ben orchestrato dal quarterback C. Lazzaro capace, in
pi di una occasione, di sfuggire alla pressione avversaria e
di correre la palla con efficacia.
Sul finire del secondo quarto i Ducks piazzano il colpo del
ko, tengono la difesa salernitana onesta sulle corse punendola con i passaggi ed infatti con una combinazione volante
Lazzaro Calugi i romani entrano nelle 20 yards avversarie e
nel gioco successivo varcano nuovamente la linea di meta
grazie allennesimo td in Golden League del vecchio Fristachi, al rientro dopo vari acciacchi che lo hanno tenuto lontano dagli amati gridiron nazionali.
Col punteggio fissato sul venti a zero, la seconda parte
dellincontro vede i Ducks affinare le proprie armi in vista dei
prossimi match, ed infatti si vedono alcune novit sia dal

Dolphins
Boyce Courtney (n.12) 15 su 18 per 226 (5
td), Gaggiotti Andrea (n.9) 1 su 1 per 14

Dolphins

Roma

DUCKS Roma
SEAGULLS Salerno

Statistiche
Corse

Bengals
Ricezioni

Dunson Michael (n.3) 2 per 75

Fonte: -

27-7

40-7

Bengals
Cerlini Massimiliano (n.50) 1 per 34, Medrano Jos 1 per 24
Punt Return

Gualandi Marco (n.34) 1 per 35

48

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

offensive. Ma sfumata loccasione, per i campani notte fonda, perch Singh e Fristachi (lancio di Cristiano Lazzaro)
portano il punteggio sul 20-0. Ad inizio ripresa ancora
Singh show: lancio corto di Lazzaro e runner canadese che
semina avversari su avversari, concludendo la sua azione in
area di meta dopo 58 yard.
I Seagulls cercano ancora di superare la difesa avversaria,
mixando corse e lanci corti. Dopo aver raggiunto le 20
dattacco non c comunque seguito e Singh torna protagonista, questa volta con una corsa da 37 yard. Fa 34-0 a fine
terzo quarto ed i giochi sono abbondantemente fatti.
Nellultimo quarto c da segnalare un tentativo di field goal
di Cerratti da 25, fallito per poco, e niente pi, nonostante i
Seagulls tentino fino alla fine di mettere a segno il touchdown della bandiera. Per i Ducks un successo importante
anche per la contemporanea vittoria dei Marines a Palermo,
che pone i romani in pole position per il secondo posto (in
Sicilia baster anche perdere fino a 15 punti) e quindi i playoff.
(Antonio Maggiora Vergano)

punto di vista dellorganico, sia dal punto di vista tattico.


Ed proprio sfruttando un nuovo gioco creato da coach
Plunkett che i Ducks siglano lennesimo touchdown della
giornata con il solito Singh ben imbeccato dal qb Lazzaro.
Ancora linsaziabile Singh mette la parola fine allincontro
con una corsa di 37 yards che fissa il punteggio sul 34 a 0
finale.
Vittoria dunque nonostante le numerose assenze, ricordiamo che mancavano infatti il qb Silvestri, Davis, Giannini,
Ravaioli, Santoro e Contini, segno che il gruppo c e sta crescendo seguendo i dettami del coaching staff. Da rimarcare
la prestazione dellintera difesa, protagonista con ben tre
sacks messi a segno, e, in attacco, la prestazione del qb Lazzaro che, allesordio in Golden League da titolare, non tradisce emozione alcuna e chiude con un 7 su 12 per 124 yards,
due touchdown lanciati e tre portate di palla per 33 yards.
Niente male.
Ricordiamo che la prossima settimana sar a Roma, come
ospite dei Paperi, lex capitano della difesa dei Giants Bill
Currier,
a
cui
verr
demandato
lo
svolgimento
dellallenamento di gioved e soprattutto la supervisione del
primo Ducks Mini Camp in programma sabato 26 maggio.
(Simone Lazzaro)

Statistiche
Corse
Ducks Singh Akbal 11 per 125 (2 td), De Carlo Diego 7
per 40, Lazzaro Simone (n.45) 4 per 34 (1 td), Lazzaro
Cristiano (n.8) 3 per 33, DellAcqua Leonardo (n.44) 4
per 16, Scotellaro Alessandro 2 per 14
Seagulls: Avallone Salvatore 7 per 37, De Santis Valerio 3
per 15, Parisi Massimo 3 per 4, Sciuman Elio 4 per
19
Passaggi

I Ducks sconfiggono con un perentorio 34-0 i Seagulls in


un incontro combattuto solo nei primi minuti di gioco. Difatti, dopo la segnatura dei romani, i Seagulls nel loro primo
drive, alla seconda azione di gioco, completavano con Sciuman un pass sul wr Parisi il quale si involava per 70 yds
prima di fare fumble e recuperarlo in prossimit dellend zone. Nelle successive 4 azioni i salernitani non riuscivano ad
oltrepassare larea di meta a causa di due pass poco precisi
in td. E qui aveva inizio e terminava la partita dei Seagulls
che venivano dominati in lungo ed in largo dai Ducks per
tutto il resto dellincontro. I romani con un gioco equilibrato
di corse e di lanci e con il talento del rb Singh riuscivano a
mettere a segno ben 34 punti, coinvolgendo un po tutti in
attacco, Lazzaro, Scotellaro, De Carlo, Fristachi, azionati dal
giovane qb Cristiano Lazzaro. La difesa invece nulla concedeva al poco prolifico attacco salernitano, mettendo a segno
anche un intercetto nel finale con Tortorici. Dai Seagulls veniva a mancare quella reazione dorgoglio che era lecito attendersi, salvo qualche sporadica ed isolata buona azione offensiva.
A parziale scusante dei salernitani c da registrare
lassenza di molti titolari infortunati e larrivo in ritardo di
alcuni giocatori che costringeva per due quarti coach Pironti
ad inventarsi tre quinti della linea di attacco e lintero reparto dei linebackers e dei defensive backs. I Ducks a questo
punto sembrano avere le carte in regola per la conquista del
secondo posto per laccesso ai playoffs. Difatti non dovrebbero avere alcun problema a respingere lultimo tentativo dei
Corsari di raggiungere tale posizione. Per i Seagulls ancora
tre partite da giocare per riscattare almeno in parte una stagione falcidiata dagli infortuni ma tutto sommato importante
per lacquisizione di quella imprescindibile esperienza necessaria per un campionato di serie A1. E interessante per
sottolineare come due delle tre partite restanti i Seagulls dovranno disputarle contro la capolista Marines, per cui sar
davvero un cammino in salita per i giovani salernitani.
(Mario Pironti)

Ducks Lazzaro Cristiano (n.8) 7 su 12 per 124 (2 td)


Seagulls: Marciano Matteo 2 su 13 per 75 (1 int)
Ricezioni
Ducks
Singh Akbal 1 per 58 (1 td), Calugi Pietro (n.7)
2 per 35, Fristachi Valter (n.5) 1 per 14 (1 td), Trotto
Alessandro (n.89) 2 per 10, Petumia Fabio 1 per 7
Seagulls: Parisi Massimo 1 per 62, De Santis Valerio 1
per 13
Intercetti
Ducks Tortorici Simone (n.1) 1 per 15
Seagulls: Punt
Ducks Seagulls: Alfinito G. 1 per 29, Gualandi Arnaldo 1 per 26
Punt Return
Ducks Lazzaro Simone (n.45) 2 per 24
Seagulls: Kickoff Return
Ducks
Singh Akbal 1 per 44, Lazzaro Simone (n.45) 1
per 21
Seagulls: Gualandi Arnaldo 3 per 69, Marciano Matteo 1
per 18, Sciuman Elio 1 per 17
Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Gara a senso unico tra Ducks Roma e Seagulls Salerno.


Singh, dietro un buon lavoro di linea, fa il bello e cattivo
tempo, mentre dallaltra parte lunico break decisivo viene
sprecato con una mancata chiusura di un 4 e 5. Il match
vede subito i Ducks in vantaggio con una corsa di Simone
Lazzaro. I Seagulls per replicano immediatamente con un
lancio di Sciuman per Parisi con la palla che arriva sulle 12

49

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Sabato 19 Maggio 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Frogs
Milano

FROGS Milano
LIONS Bergamo

Lions
Pazak James (n.11) 2 per 21
Kickoff Return

0
20

0-6

td

Polizzi Marco, 4 run

0-7

pat

Lafata Vito, kick

0-13

td

Polizzi Marco, 5 run

0-14

pat

Lafata Vito, kick

0-20

td

Bonaventura
fumble ret

Giuseppe

Bassi Paolo 1 per 12, Petrillo Enzo (n.24) 1 per


Frogs
8, Frontini Omar 1 per 3
Lions

(n.4),

20

Domenica 20 Maggio 2001


Motovelodromo Fausto Coppi,

Frogs
Elsinger Ryan (n.12) 7 per 12, Petrillo Enzo
(n.24) 7 per 10, Fei Aldo Mario (n.11) 1 per 3, Lucarelli Ulrich 3 per 2, Ummarino Alessandro (n.8) 1 per
1, Rusconi Fulvio 1 per 2
Lions
Polizzi Marco 15 per 93 (2 td), Quarenghi Michele (n.40) 1 per 7, Bucciol Dino (n.7) 2 per 5, team
2 per 1
Passaggi
Elsinger Ryan (n.12) 15 su 27 per 133

Frogs
Mariani Andrea 6 per 77, Ummarino Alessandro (n.8) 3 per 25, Acquati Davide (n.10) 2 per 20,
Molinari Sem 2 per 12, Petrillo Enzo (n.24) 2 per 1
Lions
Pazak James (n.11) 5 per 92, Barbotti Maurizio (n.86) 7 per 80, Soresini Matteo (n.3) 4 per 57,
Rocchetti Pierluigi (n.45) 2 per 17
Intercetti
-

Lions
Punt

Frogs

0-6
6-6

1
1

td
td

7-6
13-6
19-6
20-6
26-6

1
1
2
2
3

pat
td
td
pat
td

28-6
34-6

3
3

pat
td

35-6

pat

42
20

Lenti Luca (n.45), 3 run


Jones Jacob, 31 pass da Brooks
Mark (n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Ventorre Michele (n.32), 1 run
Brooks Mark (n.5), 8 run
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Jones Jacob, 35 pass da Brooks
Mark (n.5)
Jones Jacob, action
Dalle Fratte Gianluca, 18 pass da
Brooks Mark (n.5)
Arqu Vanni (n.3), kick

35-12 4

td

Campora Paolo (n.22), 10 run

35-13 4
41-13 4
42-13 4

pat
td
pat

Sambaldi Paolo (n.21), kick


Ventorre Michele (n.32), 11 run
Arqu Vanni (n.3), kick

42-19 4

td

Diana Leonardo (n.82), 25 pass da


Tarroni Elvis (n.8)

42-20 4

pat

Sambaldi Paolo (n.21), kick

Terza vittoria consecutiva per le Aquile Ferrara, grazie


allottima prova dellattacco ed in particolare del trio Brooks
Jones Ventorre. Partono bene gli Etruschi che passano in
vantaggio al loro primo drive, complice qualche fallo di troppo commesso dalle Aquile, ma la risposta dei padroni di casa
non si fa attendere; Brooks sale in cattedra ed in due giochi
arriva il pareggio grazie ad un passaggio su Jones, poi trasformato da De Giorgi, che segna il vantaggio ferrarese. Nel
drive successivo il fumble degli Etruschi, ricoperto dal bravo
Marco Zancanaro, riporta la palla ai padroni di casa che segnano con Ventorre su corsa. Lattacco livornese viene ben
contenuto durante tutto il secondo quarto ed lo stesso
Brooks ad andare in td con una corsa personale di 8 yds; si
va al riposo sul 20 a 6 per le Aquile.
Nel terzo quarto in campo si vede solo una squadra: le Aquile segnano ancora con Jones (autore anche della trasformazione da due punti) e con Dalle Fratte, entrambi su pass
di Brooks. Nellultimo quarto gli Etruschi accorciano le di-

Bucciol Dino (n.7) 18 su 27 per 246

Frogs

Ferrara

AQUILE Ferrara
ETRUSCHI Livorno

Statistiche
Corse

Lions
Ricezioni

Polizzi Marco 1 per 3


Fonti: La Prealpina, Fiaf.net, Frogslegnano.biz

Le prove tecniche di playoff tra Frogs e Lions durano tre


quarti e mezzo di partita, cio fino a quando i neroargento
reggono o, meglio, fino a quando la crew arbitrale (pi intenta al contorno che al concreto della gara) decide di annullare un td di Acquati (poteva essere pareggio, 7-7) ed in rapida
successione (sempre con Bergamo avanti per 7-0) non fischia un palese fallo sul ricevitore milanese Mariani,
questultimo praticamente con lovale quasi tra le mani in
end zone bergamasca. La battaglia tra le due squadre
(piuttosto equa fino a quel momento) finisce nel lasso di quei
due episodi che forse aggrappandoci al senno di poi avrebbero regalato (giudicandoli differentemente) un finale diverso e certamente pi incandescente. Larmata Lions (orfana del trainante Rush) ha quindi trovato pan per focaccia
per merito di una determinata pattuglia neroargento e, soprattutto, di una difesa monstre (un sack di Rusconi e
numerosi placcaggi di Franzini, Carimati, Talone e Frontini)
in grado di mettere la museruola alloffence dei campioni
dItalia. Non ha girato a meraviglia invece lattacco dei Frogs,
con Eslinger troppo solo e senza una valida spalla in grado
di cavare dal cilindro il gioco partita.
(Lorenzo Corazzon)

Frogs

Degni Giancarlo 1 per 14

Rusconi Fulvio 3 per 100

Lions
Punt Return

50

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

stanze con un td su corsa di Campora; sul punteggio di 35 a


13 il coach estense Knight d spazio anche alle riserve e
prima della fine dellincontro c spazio per il secondo td personale di Ventorre e per l ultimo drive degli Etruschi che
grazie agli ottimi lanci del loro qb Tarroni riescono a segnare
per il definitivo 42 a 20.
Statistiche
Corse
Ventorre Michele (n.32) 13 per 84 (2 td), BroAquile
oks Mark (n.5) 3 per 45 (1 td), Sternini Omar 1 per
24, Dalle Fratte Gianluca 2 per 20, Jones Jacob 1 per
7, Tassan Tiziano (n.33) 1 per 2
Etruschi
Campora Paolo (n.22) 13 per 42 (1 td), Bancale Andrea (n.11) 9 per 10, Lenti Luca (n.45) 6 per
1 (1 td), Sambaldi A. 1 per 8, Tarroni Elvis (n.8) 1
per 9
Passaggi
Aquile
Brooks Mark (n.5) 5 su 8 per 102 (3 td)

pat

Ianniello Dario, kick

0-20

td

Bozzarini Valerio (n.7), 1 pass da


Brusco Fabio (n.13)

0-22

pat

Bozzarini Valerio (n.7), action

0-28

td

Tron Roberto, 7 run

0-34

td

Bozzarini Valerio (n.7), 10 pass da


Brusco Fabio (n.13)

0-35

pat

Ianniello Dario, kick

0-41

td

Bozzarini Valerio (n.7), 7 pass da


Brusco Fabio (n.13)

Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 5 per 30,
Arcilesi Paolo (n.36) 2 per 12, DAgliano Giovanbattista 2 per 11, Caci C. 1 per 4, Simoncini Maurizio
(n.21) 1 per 5, Pecoraro Gabriele (n.1) 4 per 8
Williams Allen (n.2) 6 per 64, Tron Roberto 3
Marines
per 20 (1 td), Brusco Fabio (n.13) 2 per 11, Del Dottore Luca 1 per 4
Passaggi

Etruschi
Diana Leonardo (n.82) 5 per 90 (1 td), Belli
A. 1 per 34, Campora Paolo (n.22) 1 per 17, Mertoli
Antonio (n.89) 1 per 10, Bardini Jacopo (n.83) 1 per 5
Intercetti
Aquile
-

Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 2 su 8 per
45 (2 int), Pecoraro Gabriele (n.1) 2 su 3 per 10 (1
int), Romero Benitez Igor (n.11) 0 su 3 per 0
Marines
int)
Ricezioni

Brusco Fabio (n.13) 16 su 23 per 280 (5 td, 2

Corsari
Barbuzza Domenico (n.38) 1 per 34, Raneli
Sergio (n.86) 1 per 11, Affatigato Maurizio (n.92) 2
per 10

Etruschi
Sambaldi A. 1 per 39
Punt Return
Aquile
Jones Jacob 1 per 56

De Carolis Giacomo 2 per 78 (1 td), Carosi


Marines
Gianluca (n.84) 3 per 75 (1 td), Martellotta Paolo 2
per 46, Bozzarini Valerio (n.7) 5 per 42 (3 td), Faiola
Roberto 3 per 26, Pacelli Fabio (n.90) 1 per 13
Intercetti

Etruschi
Kickoff Return
Aquile
Dalle Fratte Gianluca 2 per 54, Tassan Tiziano (n.33) 2 per 54
Etruschi

Statistiche
Corse

Etruschi
Tarroni Elvis (n.8) 9 su 16 per 156 (1 td)
Ricezioni
Jones Jacob 3 per 72 (2 td), Dalle Fratte
Aquile
Gianluca 2 per 30 (1 td)

Etruschi
Punt
Aquile

0-14

Diana Leonardo (n.82) 5 per 86

Corsari
Perricone Giulio (n.26) 1 per 23, Hernandez
Benitez Federico (n.10) 1 per 3

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Marines
Del Dottore Luca 1 per 21, Capata Roberto 1
per 0, Longino Lombardi Vincenzo 1 per 0
Punt
Corsari

Zappal Paride (n.89) 2 per 99

Marines
Punt Return
Corsari
Domenica 20 Maggio 2001
Velodromo Paolo Borsellino,

Palermo

El Mezcalito CORSARI Palermo

MARINES Ostia

Marines
Kickoff Return
Corsari
Randisi Marco (n.22) 3 per 53, Cafarelli Davide (n.20) 2 per 41

0
41

Marines

Williams Allen (n.2) 1 per 20


Fonte: Fiaf.net

0-6

td

De Carolis Giacomo, 67 pass da Brusco Fabio (n.13)

0-7

pat

Ianniello Dario, kick

0-13

td

Carosi Gianluca (n.84), 76 pass da


Brusco Fabio (n.13)

51

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Fonte: Fiaf.net

Domenica 20 Maggio 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Milano

FALCONS Milano
BLACKS Torino
6-0
6-6
6-7

1
1 Bla
1 Bla

td
td
pat

Sarille Ricardo (n.8), 86 run


Smith Paul (n.1), 9 run
Faraca William, kick

12-7

td

Merighi Massimiliano, 8 pass da Di


Pasquale John (n.14)
Gilaudo Stefano, 9 pass da Brena Alessandro (n.8)
Faraca William, kick

12-13 2 Bla

td

12-14 2 Bla

pat

18-14 2

td

Sarille Ricardo (n.8), 86 ko ret

20-14 2

pat

Viscomi Pasquale (n.33), action

26-14 3
26-20 4 Bla

td
td

Sarille Ricardo (n.8), 4 run


Gilaudo Stefano, 3 pass da Smith
Paul (n.1)
Faraca William, kick

26-21 4 Bla

pat

32-21 4

td

32-27 4 Bla

td

Domenica 20 Maggio 2001

32
27

Campo Polo Scolastico Makall,

HOGS Reggio Emilia


GIANTS Bolzano

Stevanin Michael (n.21), 12 pass da


Di Pasquale John (n.14)
Brena Alessandro (n.8), 4 run

Statistiche
Corse
Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 10 per 159 (2 td), Viscomi Pasquale (n.33) 3 per 5, Stevanin Michael 1 per
1
Blacks: Smith Paul (n.1) 26 per 134 (1 td), Brena Alessandro (n.8) 6 per 29 (1 td), Gilaudo Stefano 0 per 21,
Chirico Luca (n.56) 4 per 15
Passaggi

29
40

0-6
0-7

1
1

td
pat

Greene Reginald (n.1), 48 run


Ventura Andrea (n.2), kick

6-7

td

Zanni Maurizio (n.20), 1 run

7-7
7-13
7-14

2
2
2

pat
td
pat

Zanni Maurizio (n.20), kick


Greene Reginald (n.1), 75 ko ret
Ventura Andrea (n.2), kick

13-14 2

td

Gardner Jacob (n.8), 6 run

15-14
15-20
15-26
15-32

2
2
3
3

pat
td
td
td

15-33 3

pat

Lazzaretto Leonardo (n.9), action


Ventura Andrea (n.2), 14 run
Greene Reginald (n.1), 11 run
Pregnolato Luca (n.82), 15 pass da
Ventura Andrea (n.2)
Ventura Andrea (n.2), kick

21-33 4

td

21-39 4
21-40 4

td
pat

27-40 4

td

Zanni Maurizio (n.20), 2 run

29-40 4

pat

Lazzaretti Gionata (n.81), action

Zanni Maurizio (n.20), 6 pass da Lazzaretto Leonardo (n.9)


Gagliardi Giovanni (n.40), 11 run
Ventura Andrea (n.2), kick

Nellultima partita casalinga di regular season gli Hogs ripetono il copione e subiscono la quarta sconfitta consecutiva, mostrando, come al solito, un attacco eccellente ma una
difesa a dir poco inconsistente. E cos, ancora una volta, gli
emiliani rimangono in corsa nel primo tempo e crollano nella
ripresa.
Sulla prestazione della difesa (che ha sbagliato troppi placcaggi e assegnamenti per poter sperare di fermare almeno un
drive dei Giants) gravava, per la verit, lecatombe di infortuni che ha colpito gli Hogs nella disastrosa trasferta di Milano, contro i Falcons: salvo leroico Giberti (che giocava con
una mano fratturata in due punti), molti i titolari assenti, tra
i quali segnaliamo Lanzoni e Nolan (per entrambi stagione
finita).
Pur aggiudicandosi lincontro, i Bolzanini vice-campioni di
Italia hanno dato limpressione (confermata del resto da un
record non esaltante in campionato e dalla recente eliminazione dalla competizione europea) di essere molto meno brillanti dello scorso anno, dipendendo quasi completamente
dalle prestazioni dellottimo rb USA Reginald Greene (tre mete spacca partita per lui), asso all-around. Unica alternativa
le corse del sempre valido Ventura, che per non sembra
molto a suo agio nel passing game.
Negli Hogs, nonostante lassenza del convalescente qb USA
Geoffrey Schock, grande prova (come sempre) della linea
dattacco che, eseguendo magistralmente gli schemi di bloccaggio, ha costantemente travolto la difesa avversaria. Ne
approfitta soprattutto Maurizio Zanni che aggiunge altre tre
mete (una delle quali su un breve lancio del qb Lazzaretti) e
rinforza la terza posizione in classifica generale, con 14 mete

Falcons
Di Pasquale John (n.14) 8 su 13 per 149 (2
td)
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 5 su 14 per 48 (1 td, 1
int), Smith Paul (n.1) 1 su 1 per 3 (1 td)
Ricezioni
Falcons
Stevanin Michael 3 per 68 (1 td), Perego Michele (n.6) 3 per 57, Catalano Luca (n.10) 1 per 16,
Merighi Massimiliano 1 per 8 (1 td)
Blacks: Gilaudo Stefano 5 per 46 (2 td), Chirico Luca
(n.56) 1 per 5
Intercetti
Falcons
Blacks: Punt

Reggio nellEmilia

Stevanin Michael 1 per 20

Falcons
Blacks: Brena Alessandro (n.8) 2 per 65
Punt Return
Falcons
Blacks: Kickoff Return
Sarille Ricardo (n.8) 2 per 118 (1 td), Pezzali
Falcons
Renato 2 per 23, Pasquini Federico (n.1) 1 per 10
Blacks: Gilaudo Stefano 4 per 98, Smith Paul (n.1) 1 per
23

52

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

(record in carriera: non male per un trentottenne al suo ventesimo campionato!).


Il turning point della partita, come ho anticipato in apertura, stato (come al solito) nel terzo quarto. Sotto 26 a 15 gli
Hogs, che fronteggiano un quarto e venti, debbono andare al
punt, ma ancora una volta tentano la finta: la palla non arriva mai al punter Sassi, e lo sgusciante Gardner (ottima, come sempre, la sua prestazione in attacco e in difesa) si tuffa
stile-baseball sul segna down. Primo down? Gli arbitri (con
uno spot della palla molto sospetto) dicono di no. Qui finisce
la rincorsa degli emiliani, che non possono mai concedersi
una (peraltro normalissima) pausa in attacco, causa una difesa anche oggi troppo morbida.
Per i Giants (4-2) un passo deciso e decisivo verso i playoff,
rimasti il loro unico obiettivo.
In casa Hogs (3-4) invece la consapevolezza che una vittoria contro i Frogs a Milano nellultima giornata di campionato sar indispensabile per accedere alla post-season.
(Carlo Mantovani)

Campo Mellino,

BRIGANTI Napoli

22

El Mezcalito CORSARI Palermo 20


6-0
8-0
10-0

1 Bri
1 Bri
1 Bri

td
pat
saf

Izzo C., 1 run


DeMuth James, action

10-6

td

Hernandez Benitez Federico (n.10),


33 run

10-8

pat

Barbuzza Domenico (n.38), action

10-14 4
16-14 4 Bri
22-14 4 Bri

td
td
td

Romero Benitez Igor (n.11), 1 run


Scognamiglio Antonio, 1 run
Izzo C., 7 run

22-20 4

td

Romero Benitez Igor (n.11), 1 run

Statistiche
Corse
Briganti: DeMuth James 6 per 47, Izzo C. 13 per 47,
Scognamiglio Antonio 8 per 32

Statistiche
Corse
Gardner Jacob (n.8) 15 per 130 (1 td), Zanni
Hogs
Maurizio (n.20) 21 per 91 (2 td), Vacondio Mauro 3
per 37, Lazzaretti Leonardo (n.9) 3 per 9, Marocchino
Enzo (n.85) 1 per 8, Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 4
per 8, Pagliani Marco 2 per 6
Giants
Greene Reginald (n.1) 14 per 107 (2 td), Ventura Andrea (n.2) 7 per 68 (1 td), Gagliardi Giovanni
(n.40) 3 per 21 (1 td), Tharby Daryl 1 per 9, Anegg
Michele (n.34) 1 per 8
Passaggi

Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 12 per 57,
Romero Benitez Igor (n.11) 6 per 6, Proni Davide
(n.32) 3 per 3
Passaggi
Briganti: Izzo C. 0 su 1 per 0 (1 int), Petrella Vitale 0 su 4
per 0 (1 int)
Corsari
Romero Benitez Igor (n.11) 4 su 10 per 93,
Hernandez Benitez Federico (n.10) 2 su 6 per 32
Ricezioni
Briganti: -

Hogs
Lazzaretti Leonardo (n.9) 1 su 4 per 6 (1 td)
Giants
Ventura Andrea (n.2) 4 su 8 per 48 (1 td)
Ricezioni

Corsari
Zappal Paride (n.89) 2 per 69, Pecoraro Gabriele (n.1) 1 per 23, Barbuzza Domenico (n.38) 1 per
18, Hernandez Benitez Federico (n.10) 2 per 15
Intercetti
Briganti: -

Zanni Maurizio (n.20) 1 per 6 (1 td)


Hogs
Giants
Pregnolato Luca (n.82) 2 per 24 (1 td), Anegg
Michele (n.34) 1 per 19, Pellicini Andrea (n.43) 1 per
5
Intercetti
Hogs
Giants
Punt

Napoli

Corsari
Hernandez Benitez Federico (n.10) 1 per 16,
Grasso Fabio (n.28) 1 per 0
Punt
Briganti: Dull Joshua 1 per 25

Corsari
Zappal Paride (n.89) 1 per 3
Punt Return
Briganti: -

Hogs
Giants
Punt Return

Corsari
Kickoff Return
Briganti: -

Hogs
Giants
Kickoff Return

Corsari

Hernandez Benitez Federico (n.10) 3 per 37

Hogs
Caleffi C. 3 per 64, Pagliani Marco 1 per 12,
Lazzaretti Gionata (n.81) 1 per 7
Giants
Greene Reginald (n.1) 1 per 75 (1 td), Hovorka Tom 1 per 2, Pregnolato Luca (n.82) 1 per 1

Fonte: Fiaf.net

Fonte: Huddle.org

Sabato 2 Giugno 2001


Campo Tor di Quinto,

DUCKS Roma

Domenica 27 Maggio 2001

53

Roma

41
aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

BRIGANTI Napoli
6-0
6-6
6-12
6-18

1
1 Bri
2 Bri
2 Bri

12-18 2

26

td
td
td
td

Singh Akbal, 1 run


DeMuth James, 28 run
Scognamiglio Antonio, 3 run
Scognamiglio Antonio, 1 run

td

Davis Bobby, 93 ko ret

Sabato 2 Giugno 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

13-18 2

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

19-18 3

td

Singh Akbal, 93 ko ret

21-18 3

pat

Ravaioli Domenico (n.83), action

27-18 3

td

Fristachi Valter (n.5), 23 pass di Silvestri Flavio (n.11)

6-0

28-18 3
28-24 4 Bri

pat
td

7-0
7-6

28-26 4 Bri

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick


DeMuth James, 6 pass da Petrella
Vitale
DeMuth James, action

34-26 4

td

Fierli Massimo, 1 run

35-26 4

pat

41-26 4

td

Milano

FROGS Milano
HOGS Reggio Emilia

23
21

td

Mariani Andrea, 21 pass da Elsinger


Ryan (n.12)

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

td

Zanni Maurizio (n.20), 6 run

7-8

pat

Gardner Jacob (n.8), action

7-14

td

Marino Marino (n.37), 24 run

Cerratti Gianluca (n.33), kick

7-15

pat

Zanni Maurizio (n.20), kick

Giannini Gabriele (n.10), 44 pass da


Fierli Massimo

13-15 2

td

Acquati Davide (n.10), 10 pass da Elsinger Ryan (n.12)

15-15 2

pat

Mariani Andrea, action

15-21 3

td

Zanni Maurizio (n.20), 7 run

21-21 3

td

Acquati Davide (n.10), 51 pass da Elsinger Ryan (n.12)

23-21 3

pat

Petrillo Enzo (n.24), action

Statistiche
Corse
Ducks
Singh Akbal 7 per 75 (1 td), Lazzaro Cristiano
(n.8) 2 per 12, Silvestri Flavio (n.11) 1 per 2, Fierli
Massimo 1 per 1 (1 td), team 1 per 0
Briganti: DeMuth James 15 per 95 (1 td), Scognamiglio
Antonio 21 per 56 (2 td), Petrella Vitale 3 per 0
Passaggi

Un successo importante e meritato, sebbene conquistato di


misura, per i Frogs questa vittoria significa addirittura il secondo posto assoluto di girone in regular season, in virt
dellimprevista sconfitta dei Dolphins (14-21 a Ferrara), che
non render necessario attendere i recuperi della prossima
settimana. E stata una partita non bellissima ma molto
combattuta, anche perch per gli Hogs si trattava dellultima
spiaggia per un posticino nei playoff. Le rane sono riuscite
comunque a saltare anche questo irto ostacolo, rischiando in
ogni caso grosso nelle battute conclusive. La palma di eroe
della serata va infatti ad Omar Frontini, che, a 19 dal fischio finale, con una prodezza ha letteralmente strappato
dalle mani del ricevitore avversario (appostato in end zone) la
palla che avrebbe cambiato le sorti della contesa. Al di l di
questo exploit del defensive back neroargento, la difesa non
ha brillato come al solito, mal digerendo il running game
degli emiliani, fatto di abili occultamenti dellovale durante
le azioni dattacco. Insomma, una gara difficile, come da previsioni, che ha visto gli uomini di coach Annoni sempre concentrati ed in grado di sfruttare al meglio la buona vena del
duo Eslinger Acquati. Apprezzabile pure qualche discreta
iniziativa del nuovo statunitense Christopher McKinney, impiegato sia in fase offensiva che difensiva. Lamericano verr
certamente utile nei playoff, soprattutto dopo aver sostenuto
qualche allenamento in pi con i compagni di squadra (solo
uno prima della partita in questione) ed aver assimilato al
meglio gli schemi della squadra. Un plauso anche
allinossidabile Walter Talone (un intercetto ritornato per
13 y) ed a Enzo Petrillo (assistito da un numero di Galvan:
pitch alto ed in corsa, dopo un errore allo snap mentre si
tentava una trasformazione con calcio), autore del rocambolesco extrapoint che nel computo dello score finale valso
praticamente a decretare il successo.
(Lorenzo Corazzon)

Ducks
Fierli Massimo 1 su 1 per 44 (1 td), Silvestri
Flavio (n.11) 2 su 2 per 33 (1 td)
Briganti: Petrella Vitale 3 su 6 per 7 (1 td), DeMuth James 0 su 1 per 0
Ricezioni
Ducks
Giannini Gabriele (n.10) 1 per 44 (1 td), Fristachi Valter (n.5) 1 per 23 (1 td), Trotto Alessandro
(n.89) 1 per 10
Briganti: DeMuth James 3 per 7 (1 td)
Intercetti
Ducks Briganti: Punt
Ducks Cerratti Gianluca (n.33) 1 per 15
Briganti: DeMuth James 2 per 57
Punt Return
Ducks Davis Bobby 1 per 26, Singh Akbal 1 per 25
Briganti: Kickoff Return
Ducks Davis Bobby 3 per 175 (1 td), Singh Akbal 1 per
93 (1 td)
Briganti: Apicella Riccardo 2 per 51, DeMuth James 2
per 51, Cirillo Nicola 1 per 12, Garofalo Matteo 1 per
9
Fonte: Fiaf.net

Gli Hogs Reggio Emilia dovevano assolutamente vincere

54

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

sabato sera al Vigorelli contro i Frogs Milano per tenere vive


le proprie speranze di postseason.
Dovevano poi sperare che domenica a Ferrara i Dolphins
Ancona battessero le Aquile.
Non c stato per bisogno di aspettare il risultato domenicale (negativo per gli Hogs), perch gli uomini di coach Annoni, non senza soffrire, hanno mandato in fumo le velleit
emiliane con una bella vittoria, 23-21 al termine di una partita divertente e molto combattuta.
Nella formazione di casa ha esordito il nuovo americano,
Christopher Lee McKinney, arrivano nei giorni scorsi per aiutare le rane, grande sorpresa della stagione, a fare strada
nei playoff. McKinney ha 23 anni, arriva dalla University of
Denver ed un linebacker naturale, che verr per impiegato anche da runningback.
(Matteo Mantica)

Sabato 2 Giugno 2001


Stadio Europa,

GIANTS Bolzano
BENGALS Brescia

Statistiche
Corse
Frogs
McKinney Christopher 5 per 23, Petrillo Enzo
(n.24) 3 per 17, Elsinger Ryan (n.12) 4 per 13, Lucarelli Ulrich 1 per 4, Ummarino Alessandro (n.8) 1 per
1
Gardner Jacob (n.8) 12 per 115, Zanni Maurizio
Hogs
(n.20) 23 per 104 (2 td), Marino Marino (n.37) 14 per
81 (1 td), Cosimo Oronzo Cristian (n.33) 3 per 4
Passaggi
Frogs

Elsinger Ryan (n.12) 10 su 17 per 212 (3 td)

td
td

14-0

pat

14-6
20-6
21-6
27-6

1
1
1
2

td
td
pat
td

33-6
34-6
40-6
41-6
47-6
49-6
55-6

2
2
2
2
3
3
4

td
pat
td
pat
td
pat
td

Greene Reginald (n.1), 88 run


Pregnolato Luca (n.82), 50 pass da
Moore D.
Pregnolato Luca (n.82), action
Perez Jos Louis (n.7), 1 run
Greene Reginald (n.1), 86 ko ret
Ventura Andrea (n.2), kick
Pregnolato Luca (n.82), 49 pass da
Moore D.
Moore D., 1 run
Ventura Andrea (n.2), kick
Ventura Andrea (n.2), 70 fumble ret
Ventura Andrea (n.2), kick
Moore D., 26 run
Ventura Andrea (n.2), action
Greene Reginald (n.1), 6 run

Bengals
Perez Jos Louis (n.7) 8 su 16 per 71 (2 int)
Ricezioni
Pregnolato Luca (n.82) 2 per 99 (2 td), PelliciGiants
ni Andrea (n.43) 1 per 21, Costanzo Christian (n.7) 2
per 20

Hogs
Gardner Jacob (n.8) 2 per 30, Zanni Maurizio
(n.20) 2 per 16, Amato Dario 1 per 9, Lazzaretti Leonardo (n.9) 1 per 8
Intercetti
Frogs
Talone Walter (n.25) 1 per 13, Frontini Omar 1
per 0

Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 2 per 34, Fedrigolli Davide (n.10) 2 per 19, Tinelli Francesco (n.40) 1
per 12, Petitpierre Alberto (n.23) 3 per 6
Intercetti
Giants
Anello Giuseppe 1 per 6, Santoro Riccardo 1
per 1

Rusconi Fulvio 2 per 69

Hogs
Punt Return
Frogs

1
1

Bengals
Tinelli Francesco (n.40) 3 per 10, Perez Jos
Louis (n.7) 7 per 1 (1 td), Petitpierre Alberto (n.23) 1
per 1
Passaggi
Giants
Moore D. 5 su 8 per 140 (2 td)

Acquati Davide (n.10) 6 per 138 (2 td), McKinFrogs


ney Christopher 1 per 40, Mariani Andrea 2 per 23 (1
td), Ummarino Alessandro (n.8) 1 per 11

Frogs

6-0
12-0

55
6

Statistiche
Corse
Greene Reginald (n.1) 12 per 192 (2 td), MooGiants
re D. 3 per 33 (2 td), Gagliardi Giovanni (n.40) 3 per
19, Sauro Roberto 1 per 4

Hogs
Schock Geoffrey (n.2) 6 su 11 per 63 (2 int)
Ricezioni

Hogs
Punt

Bolzano

Bengals
Punt
Giants

Hogs
Palmia Nicola 1 per 6
Kickoff Return

Bengals
Medrano Jos 1 per 33
Punt Return
Giants
Greene Reginald (n.1) 1 per 14

Frogs
Bassi Paolo 2 per 33, Longo Carlo 1 per 16, Sala Massimiliano 1 per 3

Bengals
Kickoff Return
Greene Reginald (n.1) 1 per 86 (1 td)
Giants

Vacondio Mauro 1 per 19, Giberti Mauro (n.30)


Hogs
1 per 13, Caleffi C. 1 per 12, Pagliani Marco 1 per 12

Bengals
Fontanella Alessandro (n.88) 5 per 80, Tinelli
Francesco (n.40) 1 per 20, Chionchio Massimo 1 per
5

Fonti: Il Giorno, La Prealpina, Fiaf.net

Fonte: Fiaf.net

55

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Marines
Punt Return
Seagulls: Marines
Williams Allen (n.2) 1 per 41
Kickoff Return
Seagulls: Gualandi Arnaldo 5 per 65, Esposito Diego 2
per 25, Cioffi Umberto 1 per 0

Sabato 2 Giugno 2001


Stadio Donato Vestuti,

Salerno

SEAGULLS Salerno
MARINES Ostia

Williams Allen (n.2) 1 per 51, DOnofrio DaMarines


vid (n.41) 1 per 15

0
55

Fonte: Fiaf.net

0-6

td

Brusco Fabio (n.13), 7 run

0-7

pat

Ianniello Dario, kick

0-13

td

Williams Allen (n.2), 30 run

0-14

pat

Ianniello Dario, kick

0-20

td

Martellotta Paolo, 41 pass da Brusco


Fabio (n.13)

0-21

pat

Ianniello Dario, kick

0-27

td

Williams Allen (n.2), 25 run

0-28

pat

Ianniello Dario, kick

0-34

td

Williams Allen (n.2), 25 pass da Gensini Giacomo

0-35

pat

Ianniello Dario, kick

0-6

td

Ferreri Adam (n.18), 1 run

0-41

td

Williams Allen (n.2), 5 run

0-8

pat

Piva Marco (n.80), action

0-42

pat

Ianniello Dario, kick

0-14

td

0-48

td

Carosi Gianluca (n.84), 61 pass da


Brusco Fabio (n.13)

6-14

td

0-49

pat

Ianniello Dario, kick

0-55

td

DOnofrio David (n.41), 24 fumble ret

7-14 2
13-14 3

pat
td

14-14 3
20-14 3
21-14 3

pat
td
pat

Panzani Mario (n.82), 24 pass da Boyce Courtney (n.12)


Sternini Omar, 3 pass da Brooks
Mark (n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Jones Jacob, 62 pass da Brooks
Mark (n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick
Jones Jacob, 70 punt ret
De Giorgi Stefano (n.14), kick

Domenica 3 Giugno 2001


Motovelodromo Fausto Coppi,

Ferrara

AQUILE Ferrara
Aselco E. DOLPHINS Ancona

Statistiche
Corse
Seagulls: Parisi Massimo 7 per 0, Pappalardo Sergio 4
per 3, Esposito Diego 4 per 8, Marciano Matteo 1
per 10

21
14

A Ferrara lincontro coi Dolphins era molto atteso e chi ha


sfidato la pioggia e la grandine per assistervi stato ripagato
da un match spettacolare.
La partita inizia con 40 minuti di ritardo a causa di un violento nubifragio che appesantisce il campo; le Aquile partono
in attacco ma il gioco risulta inefficace perch la pioggia vanifica sia le corse che i lanci di Brooks.
Iniziano bene invece i Dolphins, che attraversano tutto il
campo ed entrano subito in meta con Adam Ferreri, che corre una yd; lexp realizzato da Marco Piva, che riceve in end
zone dal qb Boyce.
Nel secondo quarto Boyce lancia a Panzani la palla per il
temporaneo 0 a 14, ma le Aquile non ci stanno e, mentre sul
Motovelodromo ricompare il sole, inizia la loro rimonta.
Questa volta Mark Brooks a lanciare in td Omar Sternini
ed il preciso De Giorgi a siglare lexp per il 7 a 14, sul quale
si va al riposo.
Nel terzo quarto la svolta decisiva, Brooks effettua uno
spettacolare pass (62 yds) a Jacob Jones, il quale dopo la ricezione semina tutta la difesa dorica e segna il td del pareggio (exp di De Giorgi).
Da questo istante la partita al cardiopalma: la reazione
dei Dolphins rabbiosa, il qb Boyce lancia insistentemente
dalla formazione shot gun nel tentativo di pareggiare ma
lottimo De Giorgi intercetta e riporta per 43 yds, entra in

Marines
Williams Allen (n.2) 10 per 167 (3 td), Macellaro John (n.23) 4 per 26, Gensini Giacomo 2 per 20,
Brusco Fabio (n.13) 1 per 7 (1 td)
Passaggi
Seagulls: Parisi Massimo 3 su 7 per 31 (1 int), Marciano
Matteo 0 su 6 per 0 (2 int)
Brusco Fabio (n.13) 6 su 9 per 132 (2 td, 1
Marines
int), Gensini Giacomo 2 su 3 per 27 (1 td, 1 int)
Ricezioni
Seagulls: Giorlando Leonardo 3 per 31
Marines
Carosi Gianluca (n.84) 2 per 63 (1 td), Martellotta Paolo 1 per 41 (1 td), Williams Allen (n.2) 1
per 25 (1 td), Pacelli Fabio (n.90) 2 per 19, Faiola Roberto 2 per 11
Intercetti
Seagulls: Niglio Andrea 2 per 32
Marines
Biondi Daniele 1 per 32, Ianniello Dario 1 per
9, Macciocca Mario 1 per 3
Punt
Seagulls: Esposito Diego 1 per 39

56

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

campo lattacco ferrarese ma commette fumble, la palla torna agli anconetani che insistono sui lanci ma vengono questa volta intercettati da Brooks, schierato dal coach Knight
anche nel ruolo di safety.
Le due squadre si fronteggiano a centro campo ed a meno
di 2 minuti dal termine i Dolphins hanno loccasione doro
per impattare: primo e goal sulle 5 yds estensi, ma la difesa
ferrarese, guidata da Matteo Mantovani e Massimiliano Neri,
si supera, respingendo tutti e quattro i tentativi dei dorici,
sostenuta dal tifo del pubblico entusiasta.
Termina cos un pomeriggio di sport veramente da incorniciare, che porta le Aquile al 5 posto in classifica e quindi ai
quarti di finale.
A questo punto i ferraresi ci credono ed proprio la difesa
estense a fare la differenza. I Dolphins vengono bloccati a
met campo e costretti al punt, Jones riceve la palla sulle
proprie 30 yds, grazie ai blocchi dei compagni trova un corridoio davanti a se e con una poderosa accelerazione corre
per 70 yds fino alla end zone dorica portando le Aquile al
meritato vantaggio (exp De Giorgi) 21 a 14. Il pubblico in
delirio, da anni non si sentiva tanto coinvolgimento sulle tribune!

Sabato 9 Giugno 2001


Stadio Europa,

GIANTS Bolzano
Aselco E. DOLPHINS Ancona

Statistiche
Corse
Aquile
Ventorre Michele (n.32) 7 per 40, Jones Jacob
1 per 10, Sternini Omar 3 per 9, Brooks Mark (n.5)
14 per 24
Dolphins
Ferreri Adam (n.18) 13 per 70 (1 td), Ladson
Robert (n.48) 3 per 18, Boyce Courtney (n.12) 4 per
8, Dunson Michael (n.3) 3 per 10
Passaggi
Aquile
Brooks Mark (n.5) 6 su 14 per 119 (2 td, 1
int)
Boyce Courtney (n.12) 10 su 14 per 99 (1
Dolphins
td, 2 int)
Ricezioni
Aquile
Jones Jacob 3 per 79 (1 td), Dalle Fratte
Gianluca 1 per 21, Sternini Omar 2 per 19 (1 td)

20
30

0-3
6-3
7-3

1
1
1

fg
td
pat

Leonardi Enrico (n.24), 39


Greene Reginald (n.1), 3 run
Ventura Andrea (n.2), kick

7-9

td

Piva Marco (n.80), 35 pass da Boyce


Courtney (n.12)

7-10 2
13-10 2

pat
td

14-10 2

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick


Greene Reginald (n.1), 12 pass da
Moore D.
Ventura Andrea (n.2), kick

14-16 3

td

Piva Marco (n.80), 22 pass da Boyce


Courtney (n.12)

14-17 3
20-17 3

pat
td

Leonardi Enrico (n.24), kick


Greene Reginald (n.1), 42 run

20-23 3

td

Piva Marco (n.80), 49 pass da Boyce


Courtney (n.12)

20-24 3

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

20-30 4

td

Panzani Mario (n.82), 10 pass da Boyce Courtney (n.12)

Statistiche
Corse
Greene Reginald (n.1) 8 per 79, Moore D. 4
Giants
per 33, team 1 per 2

Dolphins
Panzani Mario (n.82) 4 per 63 (1 td), Piva
Marco (n.80) 1 per 13, Belvederesi Paolo (n.99) 1 per
9, Dunson Michael (n.3) 2 per 8, Ferreri Adam (n.18)
2 per 6
Intercetti
Aquile
De Giorgi Stefano (n.14) 1 per 43, Brooks
Mark (n.5) 1 per 0
Dolphins
Punt
Aquile

Bolzano

Dolphins
Ferreri Adam (n.18) 19 per 101, Fagotti
Massimiliano (n.43) 3 per 11, Dunson Michael (n.3) 1
per 7, Boyce Courtney (n.12) 7 per 42
Passaggi
Giants
Moore D. 2 su 9 per 26 (2 int)
Dolphins
Ricezioni
Giants

Leonardi Enrico (n.24) 1 per 0

Boyce Courtney (n.12) 23 su 33 per 334


Greene Reginald (n.1) 2 per 26

Dolphins
Piva Marco (n.80) 12 per 212, Panzani Mario
(n.82) 7 per 77, Dunson Michael (n.3) 2 per 30, Ricci
Devis (n.81) 2 per 15
Intercetti
Giants
-

De Giorgi Stefano (n.14) 2 per 67

Dolphins
Gualandi Marco (n.34) 3 per 111
Punt Return
Aquile
Jones Jacob 2 per 87 (1 td)
Dolphins
Dunson Michael (n.3) 2 per 42
Kickoff Return
Aquile
Jones Jacob 3 per 71

Dolphins
Aldrovandi Alessandro (n.47), Russo Giancarlo (n.22) 1 per 0
Punt
Giants
Ventura Andrea (n.2) 1 per 42

Dolphins
Dunson Michael (n.3) 1 per 26, Medina Jesus (n.1) 1 per 16, Scalise Pasquale (n.52) 1 per 15,
Fagotti Massimiliano (n.43) 1 per 5

Dolphins
Gualandi Marco (n.34) 2 per 57
Punt Return
Giants
-

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Dolphins
Kickoff Return
Pregnolato Luca (n.82) 1 per 16, Anegg MiGiants
chele (n.34) 1 per 13, Gagliardi Giovanni (n.40) 1 per

57

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

8
Dunson Michael (n.3) 3 per 48, Sbriccoli
Dolphins
Arnaldo (n.61) 1 per 15
Fonte: Fiaf.net
Domenica 10 Giugno 2001
Velodromo Paolo Borsellino,

Palermo

El Mezcalito CORSARI Palermo

DUCKS Roma

6
47

Domenica 10 Giugno 2001


Campo Mellino,

BRIGANTI Napoli
SEAGULLS Salerno
0-6

1 Sea td

0-8
6-8
8-8
14-8
16-8
22-8

1
2
2
2
2
3

Sea
Bri
Bri
Bri
Bri
Bri

28-8

4 Bri

pat
td
pat
td
pat
td
td

Napoli

28
8

Giorlando Leonardo, 5 pass da Marciano Matteo


Pappalardo Sergio, action
DeMuth James, 2 run
DeMuth James, action
DeMuth James, 1 run
DeMuth James, action
Apicella Riccardo, 39 pass da Petrella
Vitale
Apicella Riccardo, 10 pass da DeMuth James

Statistiche
Corse
Briganti: Scognamiglio Antonio 20 per 63, DeMuth James 16 per 57 (2 td)
Seagulls: De Santis Valerio 1 per 9, Pappalardo Sergio 5
per 4, Marciano Matteo 4 per 1, Esposito Diego 1 per
4, Gualandi Arnaldo 1 per 10
Passaggi
Briganti: Petrella Vitale 2 su 3 per 61 (1 td), DeMuth James 1 su 1 per 10 (1 td)
Seagulls: Marciano Matteo 5 su 19 per 48 (1 td, 3 int)
Ricezioni
Briganti: Apicella Riccardo 2 per 49 (2 td), DeMuth James 1 per 22
Seagulls: Giorlando Leonardo 2 per 30 (1 td), Esposito
Diego 1 per 10, De Santis Valerio 1 per 6, Gualandi
Arnaldo 1 per 2
Intercetti
Briganti: Pinelli Giuseppe 1 per 25, Revenaz Bruno 1 per
3, Porcelli Roberto 1 per 2
Seagulls: Punt
Briganti: DeMuth James 1 per 32
Seagulls: Punt Return
Briganti: Seagulls: Kickoff Return
Briganti: Apicella Riccardo 1 per 15, Cirillo Nicola 1 per 6
Seagulls: Gualandi Arnaldo 2 per 78, Esposito Diego 1
per 22

0-6

td

Singh Akbal, 20 run

0-12

td

Davis Bobby, 15 pass da Fierli Massimo

0-13

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

0-19

td

Di Biagio Armando, 79 fumble ret

0-25

td

Singh Akbal, 36 run

6-25

td

Proni Davide (n.32), 2 run

6-31

td

Singh Akbal, 32 run

6-33

pat

Davis Bobby, action

6-39

td

Davis Bobby, 23 pass da Fierli Massimo

6-41

pat

Davis Bobby, action

6-47

td

Contini Federico (n.55), 86 int ret

Statistiche
Corse
Romero Benitez Igor (n.11) 7 per 55, SimonCorsari
cini Maurizio (n.21) 3 per 28, Proni Davide (n.32) 8
per 21 (1 td), Arcilesi Paolo (n.36) 3 per 5, Pecoraro
Gabriele (n.1) 1 per 4, DAgliano Giovanbattista 2 per
4
Ducks
Singh Akbal 8 per 190 (3 td), Scotellaro Alessandro 1 per 9, Lazzaro Simone (n.45) 2 per 2
Passaggi
Corsari
int)

Romero Benitez Igor (n.11) 4 su 17 per 91 (3

Ducks
Fierli Massimo 11 su 18 per 130 (2 td), Lazzaro
Cristiano (n.8) 0 su 1 per 0 (1 int)
Ricezioni
Corsari
Zappal Paride (n.89) 1 per 44, Raneli Sergio
(n.86) 1 per 23, Pecoraro Gabriele (n.1) 1 per 21, Giuliano Alessandro (n.82) 1 per 3
Ducks
Davis Bobby 3 per 51 (2 td), Giannini Gabriele
(n.10) 4 per 51, Ravaioli Domenico (n.83) 2 per 19,
Trotto Alessandro (n.89) 2 per 9
Intercetti
Corsari

Quartararo Benzo Alessandro (n.54) 1 per 18

Ducks
Contini Federico (n.55) 1 per 86 (1 td), Cerratti
Gianluca (n.33) 1 per 0, Valli Dario 1 per 0
Punt

Fonte: Fiaf.net

Corsari

Zappal Paride (n.89) 1 per 20

Ducks Punt Return


Corsari

58

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Punt

Ducks Kickoff Return

Lions

Stevanin Michael 5 per 223


Falcons
Punt Return

Corsari
Cafarelli Davide (n.20) 4 per 51, Randisi Marco (n.22) 1 per 30, De Lisi Eraldo (n.59) 1 per 15, Luca Rosario (n.52) 1 per 0
Ducks

Soresini Matteo (n.3) 3 per 128

Lions
35

Lazzaro Simone (n.45) 1 per 5

Espino G. 3 per 61, Pazak James (n.11) 2 per

Falcons
Kickoff Return

Fonte: Fiaf.net

Espino G. 1 per 91 (1 td), Rocchetti Pierluigi


Lions
(n.45) 1 per 23, Sironi Mauro (n.85) 1 per 0
Falcons
Stevanin Michael 3 per 65, Savi Davide
(n.22) 1 per 13, Sarille Ricardo (n.8) 1 per 10, Viscomi Pasquale (n.33) 1 per 0
Fonte: Fiaf.net

Domenica 10 Giugno 2001


Campo Via delle Industrie,

Osio Sotto

LIONS Bergamo
FALCONS Milano

34
18

6-0

td

Rocchetti Pierluigi (n.45), 1 pass da


Pazak James (n.11)

7-0

pat

Lafata Vito, kick

7-6

td

Stevanin Michael (n.21), 9 pass da Di


Pasquale John (n.14)

13-6

td

Espino G., 91 ko ret

13-12 2

td

Stevanin Michael (n.21), 7 pass da Di


Pasquale John (n.14)

6-0

td

Williams Allen (n.2), 16 run

19-12 3

td

Soresini Matteo (n.3), 29 pass da Pazak James (n.11)

7-0

pat

Ianniello Dario, kick

25-12 4

td

Pazak James (n.11), 15 run

13-0
13-6

1
td
2 Sea td

27-12 4

pat

Sironi Mauro (n.85), action

Tron Roberto, 4 run


Giorlando Leonardo, 2 pass da Parisi
Massimo

27-18 4

td

Sarille Ricardo (n.8), 18 run

19-6

td

33-18 4

td

Pazak James (n.11), 26 run

Bozzarini Valerio (n.7), 9 pass da


Brusco Fabio (n.13)

34-18 4

pat

Lafata Vito, kick

20-6

pat

Ianniello Dario, kick

26-6

td

Williams Allen (n.2), 40 run

27-6

pat

Ianniello Dario, kick

33-6

td

DOnofrio David (n.41), 16 pass da


Gensini Giacomo

34-6

pat

Ianniello Dario, kick

Domenica 17 Giugno 2001


Campo Kristall,

MARINES Ostia
SEAGULLS Salerno

Statistiche
Corse
Lions
Polizzi Marco 16 per 100, Pazak James (n.11) 8
per 80 (2 td), Espino G. 1 per 1, team 2 per 2
Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 28 per 142 (1 td), Viscomi Pasquale (n.33) 2 per 3, Di Pasquale John
(n.14) 1 per 13
Passaggi
Lions

Pazak James (n.11) 4 su 11 per 52 (2 td)

Marines
Williams Allen (n.2) 8 per 129 (2 td), Brusco
Fabio (n.13) 2 per 20, Tron Roberto 7 per 20 (1 td),
Cappellacci Mirko 1 per 10, Bancal Irio 1 per 5,
Gensini Giacomo 3 per 3
Seagulls: Pappalardo Sergio 3 per 21, Esposito Diego 3
per 11, De Santis Valerio 2 per 1, Parisi Massimo 6
per 43
Passaggi

Lions
Soresini Matteo (n.3) 3 per 51 (1 td), Rocchetti
Pierluigi (n.45) 1 per 1 (1 td)
Falcons
Stevanin Michael 9 per 87 (2 td), Perego Michele (n.6) 1 per 33, Catalano Luca (n.10) 2 per 18,
Pel Marco (n.84) 1 per 5
Intercetti
Lions

34
6

Statistiche
Corse

Falcons
Di Pasquale John (n.14) 13 su 32 per 143 (2
td, 1 int)
Ricezioni

Falcons

Roma

Marines
Brusco Fabio (n.13) 10 su 14 per 80 (1 td),
Gensini Giacomo 1 su 4 per 16 (1 td)
Seagulls: Parisi Massimo 9 su 27 per 76 (1 td, 4 int)
Ricezioni

Pilenga Carlo (n.25) 1 per 55


-

59

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Marines
Carosi Gianluca (n.84) 4 per 36, Bozzarini
Valerio (n.7) 4 per 34 (1 td), DOnofrio David (n.41) 1
per 16 (1 td), Faiola Roberto 1 per 7, Macellaro John
(n.23) 1 per 3
Seagulls: Napoletano Antonio 1 per 28, Gualandi Arnaldo
1 per 22, Pappalardo Sergio 3 per 18, Giorlando Leonardo 3 per 11 (1 td), De Santis Valerio 1 per 3
Intercetti
Marines
Liani William 1 per 50, Ianniello Dario 1 per
4, Serafini Silvio 1 per 4, Ciciotti Fabio 1 per 0
Seagulls: Punt

0-6

td

Jones Jacob, 1 pass da Brooks Mark


(n.5)
De Giorgi Stefano (n.14), kick

0-7

pat

6-7

td

Mariani Andrea (n.82), 20 pass da


Elsinger Ryan (n.12)

7-7

pat

Galvan Leonardo (n.31), kick

13-7

td

Petrillo Enzo (n.24), 1 run

19-7

td

Elsinger Ryan (n.12), 6 run

25-7

td

Petrillo Enzo (n.24), 29 run

E iniziata bene la partita delle Aquile contro i Frogs,


lattacco estense andato a segno per primo, e con una certa
facilit, grazie ad un td pass di Brooks per Jones e lextra
point di De Giorgi che portano il punteggio sul 7 a 0 per gli
ospiti.
I Frogs per reagiscono bene, le corse centrali di Petrillo
bucano la difesa delle Aquile e allinizio del secondo quarto
un ottimo td pass del qb Elsinger per il # 82, (exp del #31)
porta le due squadre in parit 7a 7.
Le forze in campo si equivalgono, la posta in gioco alta,
iniziano cos i primi segni di nervosismo, cos prima
dellintervallo gli arbitri espellono un giocatore per parte in
seguito ad una zuffa a bordo campo.
Il 3 quarto inizia con i Frogs in attacco che capitalizzano
con un td su corsa dello stesso Petrillo dopo un drive convincente (no exp), e si passa sul 13 a 7.
Lattacco estense entra in campo determinato, Brooks effettua un lancio molto profondo e il pallone dalle mani di Jones viene letteralmente strappato dal CB Bassi che poi lo riporta fino alla linea delle 32 yds delle Aquile, i Frogs rientrano in attacco ed il qb Elsinger ad andare in meta su corsa:
19 a 7.
Inutile dire che questa combinazione di eventi spezza la
concentrazione ed il morale dei ferraresi, nellultimo quarto
Petrillo segna di nuovo con una corsa di 29 yds per il definitivo 25 a 7; nel tempo che resta per le Aquile sono solo guai:
lattacco estense viene pi volte penalizzato da un arbitraggio
discutibile, a meno di 4 dal termine il qb Brooks ed il Coach
Knight vengono espulsi per proteste.
Nel ruolo di regista passa Jones che trascina lattacco fino
alla linea delle 3 yds milanesi ma a 34 dal termine sullo
snap perde palla vanificando lopportunit di segnare almeno
la seconda meta.
Cos, in una calda serata destate, in una delle cornici pi
belle dItalia per il football americano, sfuma il sogno delle
Aquile di continuare la corsa al titolo nazionale, grazie lo
stesso ragazzi ci rifaremo il prossimo anno!

Marines
Seagulls: Aliberti Gerardo 2 per 49
Punt Return
Marines
Seagulls: Kickoff Return
DOnofrio David (n.41) 1 per 40
Marines
Seagulls: Costantino F. 3 per 34, Esposito Diego 1 per
14, Gualandi Arnaldo 1 per 10
Fonte: Fiaf.net

Autocentauro TIGERS Torino

8
ETRUSCHI Livorno
0
decisione giustizia sportiva

Partita non disputata per rinuncia degli Etruschi.

___________________________________________________________

Statistiche
Corse

Quarti di finale

Frogs
Petrillo Enzo (n.24) 16 per 139 (2 td), Ummarino Alessandro (n.8) 3 per 11, Lucarelli Ulrich 2 per
10, Elsinger Ryan (n.12) 5 per 9 (1 td), team 1 per 0
Aquile
Ventorre Michele (n.32) 10 per 49, Jones Jacob 4 per 29, Tassan Tiziano (n.33) 5 per 14, Sternini
Omar 3 per 0, Brooks Mark (n.5) 5 per 10
Passaggi
Frogs
Aquile
Ricezioni

Sabato 23 Giugno 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

FROGS Milano
AQUILE Ferrara

Elsinger Ryan (n.12) 10 su 18 per 138


Brooks Mark (n.5) 5 su 11 per 45 (1 td, 1 int)

Frogs
Mariani Andrea (n.82) 2 per 63 (1 td), Petrillo
Enzo (n.24) 2 per 34, Ummarino Alessandro (n.8) 4
per 25, Molinari Sem 1 per 13, Acquati Davide (n.10)
1 per 3
Jones Jacob 3 per 25 (1 td), Fantazzini Paolo
Aquile

Milano

25
7
60

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

1 per 12, Baldan Federico (n.89) 1 per 8


Intercetti
Frogs
Aquile
Punt

Bassi Paolo 1 per 49


-

Frogs
Rusconi Fulvio 2 per 72, Galvan Leonardo
(n.31) 1 per 33
De Giorgi Stefano (n.14) 4 per 161
Aquile
Punt Return

42-31 4

td

Fierli Massimo, 2 run

48-31 4

td

Ladson Robert (n.48), run

49-31 4

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

49-37 4

td

Singh Akbal, run

49-39 4

pat

Singh Akbal, action

Statistiche
Corse

Frogs
Aquile
Kickoff Return

Dolphins
Ladson Robert (n.48) 10 per 78, Ferreri Adam (n.18) 13 per 43, Graves Jonathan (n.11) 1 per
14, Baiocchi Davide (n.30) 2 per 14, Dunson Michael
(n.3) 1 per 9

Frogs
Bassi Paolo 1 per 6, Carimati Mario (n.35) 1 per
5
Dalle Fratte Gianluca 3 per 49, Jones Jacob 1
Aquile
per 19, Tassan Tiziano (n.33) 1 per 18

Ducks
Singh Akbal 24 per 143, Lazzaro Simone (n.45)
2 per 3, Fierli Massimo 1 per 2
Passaggi

Fonti: Fiaf.net, Huddle.org

Dolphins
Ducks
Ricezioni

Boyce Courtney (n.12) 7 su 10 per 74


Fierli Massimo 12 su 22 per 112 (1 int)

Dolphins
Panzani Mario (n.82) 5 per 54, Dunson Michael (n.3) 2 per 20
Ducks
Fristachi Valter (n.5) 4 per 67, Davis Bobby 4
per 24, Giannini Gabriele (n.10) 3 per 22, Singh Akbal 1 per 1
Intercetti
Dolphins

Domenica 24 Giugno 2001


Stadio Dorico,

Aselco E. DOLPHINS Ancona

DUCKS Roma

Ducks
Punt

Ancona

49
39

Barnard Bartolomew (n.25) 1 per 15

Dolphins

Ducks Punt Return

0-3

fg

Cerratti Gianluca (n.33), 30

6-3

td

Dunson Michael (n.3), 77 ko ret

7-3

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

7-9

td

Singh Akbal, run

7-10

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

13-10 2

td

Ferreri Adam (n.18), run

14-10 2

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

14-16 2

td

Singh Akbal, run

14-18 2

pat

Trotto Alessandro (n.89), pass

20-18 2

td

Panzani Mario (n.82), 8 pass da Boyce Courtney (n.12)

21-18 2

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

27-18 3

td

Ferreri Adam (n.18), run

28-18 3

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

34-18 3

td

Ladson Robert (n.48), run

35-18 3

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

35-24 3

td

Singh Akbal, run

35-25 3

pat

Cerratti Gianluca (n.33), kick

41-25 4

td

Ladson Robert (n.48), run

6-0

td

Rush Tyrone (n.26), 16 run

42-25 4

pat

Leonardi Enrico (n.24), kick

7-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

Dolphins

Ducks Kickoff Return


Dolphins

Dunson Michael (n.3) 4 per 145

Singh Akbal 3 per 68, Davis Bobby 2 per 48,


Ducks
Scotellaro Alessandro 1 per 10, Lazzaro Cristiano
(n.8) 1 per 5
Fonte: Fiaf.net

Domenica 24 Giugno 2001


Campo Via delle Industrie,

Osio Sotto

LIONS Bergamo
FALCONS Milano

61

49
0

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

13-0

td

Rush Tyrone (n.26), 6 run

14-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

20-0

td

Rush Tyrone (n.26), 52 pass da Bucciol Dino (n.7)

21-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

27-0

td

Rush Tyrone (n.26), 41 run

28-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

34-0

td

Bianca Federico (n.84), 13 pass da


Lio Marcello (n.15)

35-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

41-0

td

Rush Tyrone (n.26), 9 run

42-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

48-0

td

Verzeri Tomaso (n.21), 46 pass da Lio


Marcello (n.15)

49-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

strappato il casco) dal #90 milanese Grandini con conseguenza che la palla viene posizionata direttamente sulle 11 y
off.
Oggi i Falcons si sono ripetutamente suicidati con un numero di falli troppo alto per chiunque. Prima il #34 Polizzi
corre 6 y e di nuovo Rush si invola in end zone con una sweep, 14-0. Un buon kick return di Sarille posiziona i biancorossi vicini alla met campo, ma poi lattacco milanese va in
tilt. Prima un fumble (comunque ricoperto) e poi Di Pasquale
lancia un anatra ferita laddove ad attenderla c solo il cb
#25 dei Lions Pilenga che ritorna lintercetto in end zone, ma
per un fallo commesso dai suoi compagni la segnatura annullata, palla comunque ai Lions.
Un lancio del #7 Bucciol viene quindi deflettato dal dl #51
dei Falcons Rossi, poi anche i Lions pasticciano in attacco
commettendo fumble (ma lo ricoprono). Riceve poi il te #45
Rocchetti per 10 y, Bucciol viene poi pressato dalla difesa
milanese e costretto ad affrettare un lancio corto per Rush.
Brutta giocata per i Falcons per, visto che da un gioco
rotto Rush tira fuori una corsa da 66 y in meta per il 21-0
parziale del primo quarto, ed il morale dei Falcons finisce
sotto ai tacchetti delle scarpe.
I milanesi guadagnano poi un primo down grazie allo sforzo combinato di Sarille e del fb #33 Viscomi, ma sono di
nuovo costretti al punt poco dopo. Di nuovo Lions in attacco,
Bucciol prima completa un lancio da 19 y per il wr #3 Soresini, e poi di nuovo Rush show, con una corsa da 41 y per
un nuovo touchdown; 28-0. Di Pasquale cerca quindi di variare il gioco dei Falcons, ma una bomba per il suo #2 Stevanin (di gran lunga il miglior wr della sua squadra) cade incompleta, e dopo 3 tentativi siamo di nuovo al punt. Difesa
bergamasca sempre in cattedra.
Immediatamente assistiamo ad unaltra segnatura di Rush
da 24 y, ma un holding offensivo vanifica il gioco ed annulla
il touchdown. Nel frattempo nelle file dei bergamaschi entrato il 2 qb, il #15 Marcello Lio, neotesserato dai Lions (lo
ricordiamo con i Giants Bolzano e la nazionale italiana) come
valida alternativa a Bucciol che non in perfette condizioni
fisiche e recentemente ha saltato alcune partite. Lio oggi ha
avuto una partita assolutamente perfetta, giocando con
tranquillit e con una sicurezza disarmante, nonostante i
pochi allenamenti fatti coi Lions.
Il neoacquisto bergamasco completa subito uno screen per
Soresini da 25 y, Rush corre circa 18 y, poi di nuovo un lancio per il #21 Verzeri da 8 y. Ed ecco il capolavoro di Lio: inseguito dalla difesa milanese evita prima due tentativi di
sack dribblando allultimo minuto i difensori e poi lancia con
mano fatata direttamente in end zone per il wr #84 Bianca,
35-0. I Falcons si mobilitano quindi per strappare almeno il
touchdown della bandiera guidati da Sarille che con una
sweep corre 58 y inseguito da tutta la difesa nerooro e viene
fermato da Pilenga solo a 6 y dalla meta.
Ma da qui si entra nella pain zone, ed ancora la possente
difesa bergamasca annulla ogni sforzo offensivo dei milanesi,
prima col lb #58 Rimlawi che investe Sarille tipo camion, e
poi al 4 tentativo la meta sembra a portata di mano col qb
#4 Monza che lancia nellangolo della end zone per Stevanin
che quasi afferra la palla solo per vedersela strippare da Pilenga allultimo secondo. Niente punti neanche stavolta. Nel
secondo tempo la musica non cambia, un altro touchdown
di Rush viene annullato per un holding, ma lui non fa altro
che ripercorrere di nuovo tutto il campo pezzo per pezzo e
poi infilarsi di nuovo in meta con una corsa da 9 y, 42-0.
I Falcons completano un paio di passaggi corti per Stevanin ed il #6 Perego, ma poi il loro fb viene colpito duro e perde palla ed il #19 Nessi che ricopre riportando i Lions ancora in attacco. Il massacro si completa quindi con Lio che
lancia in touchdown Verzeri con una bella combinazione ae-

Non c molto da dire riguardo questa partita, troppa la differenza in campo tra le due squadre, e nemmeno i recenti
acquisti USA dei Falcons, il qb Di Pasquale ed il forte rb Sarille, hanno potuto fare la differenza per la squadra milanese
nettamente inferiore come collettivo agli esperti Lions. Gi
due settimane fa nel recupero, con i Lions che schieravano
una formazione rimaneggiata e zeppa di riserve, i Falcons
non sono andati al di l di unonorevole sconfitta, ma ora
con tutte le pedine titolari al loro posto per i milanesi non c
stata proprio partita, relegati perennemente nella loro met
campo e dominati da una difesa tremenda e da un attacco
che segna con una velocit ed una facilit pazzesche ed in
cui Tyrone Rush ha ancora una volta orchestrato il suo show
personale con 5 touchdown segnati ed altri 3 che gli sono
stati annullati.
I Falcons hanno a sprazzi mostrato del buon gioco di corsa
grazie al #8 Sarille che a differenza della scorsa partita stato per molto ben contenuto dalla difesa bergamasca, ma
sono apparsi assolutamente inefficaci sul gioco aereo nonostante la rotazione dei qb (ha giocato anche Monza), i ricevitori bianco/rossi sono stati sempre ben contenuti e la defensive line bergamasca ha messo una pressione tremenda sul
qb per tutta la partita deflettando diversi lanci e rompendo
giochi su giochi.
Questanno la linea di difesa dei Lions forse la pi forte
che si sia mai vista in Italia e riveste un ruolo fondamentale
nella strategia di gioco dei Lions. Poter schierare indifferentemente a rotazione giocatori come Magni, Castellano, Federico, Dotti, Luoma, Bellora e Gennaro avendo sempre un
fronte difensivo fresco composto da gente ai vertici delle
classifiche di sack e placcaggi sicuramente un enorme mal
di testa per qualsiasi offensive coordinator che si trovi ad affrontare i Lions
Nel primo possesso offensivo dei Falcons assistiamo subito
ad un lancio del #14 Di Pasquale deflettato dal de bergamasco #48 Castellano, subito dopo il #8 Sarille che suona la
carica per la squadra milanese e corre per 20 y, ma non c
molto altro ed i Falcons vanno al punt. Immediatamente il
#26 Rush estrae il suo biglietto da visita: kick return di circa
70 y rompendo diversi placcaggi, i Falcons si complicano la
vita con un fallo personale ed i Lions sono gi ad un 1 and
goal sulle 9 y off. Subito dopo Rush corre in end zone, il #42
Morichi trasforma e siamo 7-0. Il successivo possesso offensivo dei Falcons viene nuovamente distrutto dalla difesa bergamasca, che prima infligge un sack a Di Pasquale da 5 y
col #49 Gennaro, e poi defletta un lancio col #93 Magni.
Punt in arrivo. Subito in attacco i Lions dopo il ritorno di
Rush, che subisce un face mask abbastanza cattivo (gli viene

62

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

rea da circa 55 y per il 49-0 finale. Il quarto quarto di gioco


assolutamente garbage time con entrambe le squadre gi
sotto la doccia che lasciano semplicemente scorrere il tempo
in attesa della fine.
I Lions incontreranno settimana prossima in casa i Marines Ostia (vincitori sui Giants Bolzano), che saranno sicuramente un avversario pi coriaceo, ostile ed adatto ai denti
dei Lions di quanto lo siano stati i Falcons oggi. Certo che
con tutti (o quasi) i giocatori chiave recuperati ed al loro posto e laggiunta di Lio come 2 qb questi Lions fanno davvero
paura
(Marco Premi)

6-0

td

6-6
6-7
6-13

1
1
2

td
pat
td

Statistiche
Corse

GIANTS Bolzano

26

DOnofrio David (n.41), 9 pass da


Brusco Fabio (n.13)
Greene Reginald (n.1), 29 run
Ventura Andrea (n.2), kick
Pellicini Andrea (n.43), 31 pass da
Greene Reginald (n.1)

12-13 2

td

DOnofrio David (n.41), 16 pass da


Brusco Fabio (n.13)

13-13 2

pat

Ianniello Dario, kick

19-13 3

td

Williams Allen (n.2), 57 run

Rush Tyrone (n.26) 12 per 192 (4 td), Polizzi


Lions
Marco (n.34) 2 per 8, Lio Marcello (n.15) 1 per 1,
team 1 per 11

20-13 3

pat

Ianniello Dario, kick

26-13 3

td

Williams Allen (n.2), 4 run

Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 14 per 83, Viscomi Pasquale (n.33) 4 per 6, Di Pasquale John (n.14) 1 per
4
Passaggi

27-13 3
27-19 3
27-20 3

pat
td
pat

Ianniello Dario, kick


Greene Reginald (n.1), 9 run
Ventura Andrea (n.2), kick

33-20 3

td

DOnofrio David (n.41), 38 int ret

34-20 3
34-26 3

pat
td

Ianniello Dario, kick


Greene Reginald (n.1), 77 ko ret

Lio Marcello (n.15) 4 su 4 per 85 (2 td), Bucciol


Lions
Dino (n.7) 2 su 4 per 68 (1 td)
Falcons
Di Pasquale John (n.14) 4 su 17 per 24 (1
int), Monza Antonio (n.4) 0 su 3 per 0
Ricezioni

Un quarto di finale spettacolare e dalle grandi emozioni,


quello giocato tra Marines Ostia e Giants Bolzano. I lidensi
passano il turno con merito, soprattutto per quanto fatto
nella seconda parte di gara, ma i Giganti non demeritano e
imprecano forse per qualche ingenuit di troppo e per essersi trovati senza il quarterback Moore da met terzo quarto.
Pronti, via, ed subito fumble per Greene. Gli attacchi, nei
primi drive, sono comunque latitanti e le difese dominano.
Solo una strepitosa ricezione nel traffico da 6 yard di
DOnofrio (nettamente MVP della gara), sblocca lo 0-0. La replica dei Giants passa attraverso le invenzioni di Greene, che
prima chiude un 4 down e poi mette a segno un touchdown
da 29 yard con una splendida corsa. Ad inizio secondo quarto ancora Greene che dalla option tira fuori dal cilindro un
lancio da 30 yard per Pellicini che regala il 13-6 ospite. I Marines passano qualche minuto di smarrimento, non sfruttato
dai Giants, costretti ad incassare il pareggio avversario ancora con una combinazione Brusco DOnofrio, questa volta
da 16 yard. Ad inizio ripresa esplode il talento di Williams,
che realizza un touchdown da 57 yard di rara bellezza. Moore si fa intercettare da Ianniello e per Williams c doppietta,
grazie ad una sweep a sinistra di 4 yard. I Giants sembrerebbero in ginocchio ed invece la partita resta viva con una
corsa di 9 yard di Greene in end zone per il 7. Sale in cattedra Ventura che prima, in difesa, impedisce un touchdown
gi fatto di Williams, strappandogli oltretutto il pallone, poi
per in attacco commette uningenuit clamorosa, regalando
un intercetto da 6 punti allo scatenato DOnofrio. Partita finita? Non per Greene, che cavalca 77 yard di kickoff return e
fissa il 34-26 (extra point abortito dallo snap). Nellultimo
quarto i Marines controllano la palla, per qualche down, poi
improvvisamente la mettono in aria, perdendola (intercetto
di Cancellieri). Lultimo drive dei Giants passa attraverso un
primo 4 down chiuso da Greene, ma in una nuova situazione da ultima spiaggia (4 e 10) a 57 dal termine, Macciocca
rompe il passaggio per Pregnolato, ponendo fine ai sogni degli altoatesini. Qualche flag di troppo rimangiata dalla
crew, ma considerando quanto hanno rotto le due panchine, arbitraggio ben oltre la sufficienza!
(Antonio Maggiora Vergano)

Lions
Verzeri Tomaso (n.21) 2 per 54 (1 td), Rush
Tyrone (n.26) 1 per 52 (1 td), Soresini Matteo (n.3) 2
per 34, Bianca Federico (n.84) 1 per 13 (1 td)
Perego Michele (n.6) 2 per 14, Stevanin MiFalcons
chael (n.2) 2 per 10
Intercetti
Lions

Pilenga Carlo (n.25) 1 per 14

Falcons
Punt
Lions

Falcons
Stevanin Michael (n.2) 4 per 111
Punt Return
Lions

Rush Tyrone (n.26) 2 per 87

Falcons
Kickoff Return
Lions

Polizzi Marco (n.34) 1 per 21

Falcons
Sarille Ricardo (n.8) 3 per 81, Cardarelli Andrea 2 per 32, Stevanin Michael (n.2) 2 per 17, Pasquini Federico (n.1) 1 per 4
Fonte: Huddle.org

Domenica 24 Giugno 2001


Campo Kristall,

MARINES Ostia

Roma

Statistiche
Corse

34

63

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Marines
Williams Allen (n.2) 14 per 135 (2 td), Brusco
Fabio (n.13) 10 per 17, Macellaro John (n.23) 3 per 3
Greene Reginald (n.1) 23 per 119 (2 td), MooGiants
re D. 4 per 29, Ventura Andrea (n.2) 4 per 15, Gagliardi Giovanni (n.40) 1 per 2
Passaggi
Marines
Brusco Fabio (n.13) 7 su 15 per 64 (2 td, 1
int)
Giants
Greene Reginald (n.1) 1 su 1 per 31 (1 td),
Moore D. 1 per 7 per 19 (1 int), Ventura Andrea (n.2)
2 su 6 per 15 (1 int)
Ricezioni

9-6

td

Piva Marco (n.80), 18 pass da Boyce


Courtney (n.12)

9-7

pat

Graves Jonathan (n.11), kick

9-13

td

Dunson Michael (n.3), ez fumble rec

9-14

pat

Graves Jonathan (n.11), kick

9-20

td

Ferreri Adam (n.18), 1 run

9-21

pat

Graves Jonathan (n.11), kick

La semifinale vedeva sul campo neutro del Vigorelli di Milano i Dolphins Ancona contro i pi blasonati Legnano
Frogs. Il primo quarto, come spesso accade in partite importanti come queste, dominato dal nervosismo e dal non gioco. Tante le penalit inflitte ai Dolphins, i Frogs ne approfittano ritrovandosi in una buona posizione di campo. td pass
per il wr Natali dal qb Elsinger, 6 a 0. Il team dorico sembra
scoraggiarsi. Poco dopo, infatti, subisce un field goal. Sotto 9
a 0 lattacco dei Dolphins, guidato da Boyce, inizia a girare.
td pass per Piva. Sul kickoff seguente il #35 Tondini placca il
ritornatore dei Frogs provocando un fumble. I Dolphins capitalizzano subito con Panzani portandosi sul 14 a 9. La partita si fa ancora pi tesa.
Le difese non mollano, ma i Frogs minuto dopo minuto si
sgretolano. I Dolphins, con il runningback messicano Ferreri, allungano e si guadagnano il meritato accesso alla loro
prima finale del campionato italiano: Frogs Legnano 9, Dolphins Ancona 21.
(Alessandro Tanassi)

Marines
DOnofrio David (n.41) 2 per 25 (2 td), Bozzarini Valerio (n.7) 2 per 15, Pacelli Fabio (n.90) 1 per
13, Carosi Gianluca (n.84) 2 per 11
Pellicini Andrea (n.43) 1 per 31 (1 td), Greene
Giants
Reginald (n.1) 1 per 19, Anegg Michele (n.34) 2 per 15
Intercetti
DOnofrio David (n.41) 1 per 38 (1 td), IanMarines
niello Dario 1 per 31
Giants
Cancellieri Niccol 1 per 5
Punt
Marines
DOnofrio David (n.41) 3 per 81
Ventura Andrea (n.2) 2 per 29
Giants
Punt Return
Marines
Ventura Andrea (n.2) 1 per 18
Giants
Kickoff Return

Statistiche
Corse

Marines
De Carolis Giacomo 2 per 43, Bancal Irio 1
per 0
Giants
Greene Reginald (n.1) 4 per 121 (1 td), Anegg
Michele (n.34) 1 per 0, Zanoni Boris (n.50) 1 per 0

Frogs
Petrillo Enzo (n.24) 8 per 35, Elsinger Ryan
(n.12) 9 per 13
Dolphins
Ferreri Adam (n.18) 11 per 45 (1 td), Ladson
Robert (n.48) 5 per 27, Piva Marco (n.80) 1 per 21,
Dunson Michael (n.3) 3 per 10, Graves Jonathan
(n.11) 2 per 2, Boyce Courtney (n.12) 1 per 8
Passaggi

Fonte: Lazio-Marines.com

___________________________________________________________

Frogs
Elsinger Ryan (n.12) 9 su 19 per 183 (1 td, 1
int), McKinney Christopher 0 su 1 per 0
Dolphins
1 int)
Ricezioni

Semifinali

Boyce Courtney (n.12) 8 su 18 per 69 (1 td,

Frogs
Mariani Andrea 3 per 83, McKinney Christopher 4 per 47, Natali Walter (n.7) 1 per 36 (1 td),
Ummarino Alessandro (n.8) 1 per 17
Dolphins
Piva Marco (n.80) 3 per 29 (1 td), Panzani
Mario (n.82) 4 per 29, Dunson Michael (n.3) 1 per 11
Intercetti
Frogs
Dolphins
Punt

Sabato 30 Giugno 2001


Velodromo Maspes Vigorelli,

Bassi Paolo 1 per 7

Frogs

Milano

FROGS Milano
Aselco E. DOLPHINS Ancona

Frogs
2

td

Natali Walter (n.7), 36 pass da Elsinger Ryan (n.12)

9-0

fg

Paolicelli Paolo (n.1), 34

Tiro Lou 1 per 26

Dolphins
Capodaglio Fabio (n.88) 3 per 123, Piva
Marco (n.80) 1 per 18
Punt Return

9
21

6-0

Russo Giancarlo (n.22) 1 per 0

Dolphins
Kickoff Return

64

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Frogs
16

Federazione Italiana American Football

liams (rb di Ostia ex Detroit Lions), Rush ha invece dilagato


per tutto lincontro ( stato poi tolto nel 3 quarto) imponendo il suo gioco alla difesa giallo/nera.
Nel primo quarto di gioco il dominio nero/oro evidente,
con i Marines costretti a tre punt e che subiscono un sack
(dal #48 Castellano) e commettono un fumble (ricoperto).
Lunica fiammata per Ostia si ha dalla difesa, dove il #2 Williams (impiegato in doppio ruolo oggi) intercetta il qb dei
Lions #7 Bucciol (1 intercetto del suo campionato oggi).
I Lions invece convincono in attacco e macinano gioco mischiando i giochi e coinvolgendo tutti i giocatori, con corse
del #26 Rush, una buona reverse (10 y) del #34 Polizzi e
passaggi per il wr #3 Soresini. La prima segnatura arriva con
un lancio di Bucciol direttamente in end zone per il suo ricevitore #21 Verzeri da 18 y, 7-0 con lextra point.
E ancora Rush poi a macinare gioco sulla terra, ma Soresini riceve uno screen pass e corre per 38 y fino ad una sola
y dalla meta, qualche penalit ricaccia poi indietro i Lions,
ma Rush che con una sweep da 12 y varca la end zone per
il 14-0. Il secondo quarto inizia dopo che lintercetto di Williams mette i Marines in ottima posizione per segnare (sulle
19 y off.), ma dopo un lancio in meta del qb italocanadese
#13 Brusco per il #7 Bozzarini deflettato dal db/rb di Bergamo #34 Polizzi, su di un 4 ed 1 y si tenta di guadagnare il
primo down con una qb sneak, ma Brusco commette fumble
ed il lb #58 Collins a recuperare la palla per i Lions.
Nel successivo drive un altro screen di Bucciol per Soresini
frutta un enorme guadagno (circa 40 y), e poi una corsa centrale di Rush si trasforma in una cavalcata da 50 y (!) fermata dalla difesa ostiense solo a 7 y dalla meta. Per poi i Lions
commettono due fumble, il secondo costa carissimo, quando
Bucciol perde palla nello snap e la difesa dei Marines rovescia linerzia della partita ricoprendo e mandando in campo
il proprio attacco. In questa fase di gioco una bomba di Brusco per il #84 Carosi cade incompleta di poco, Williams corre
bene per 15 y, ma su di un 3 ed 1 y Williams viene ricacciato indietro dal #92 Bellora ed al 4 tentativo alla mano Brusco lancia un incompleto, nulla di fatto.
Nel successivo drive dei Lions Rush corre per 23 y ed altre
5 y per un touchdown, ma un holding annulla la segnatura.
Si va allora col gioco aereo, con una combinazione aerea tra
Bucciol ed il te #45 Rocchetti da 28 y ed una nuova meta;
20-0 (extra point fallito). I Marines per a questo punto si
scuotono ed un lancio da 36 y di Brusco per Bozzarini (il wr
pi cercato oggi) porta i giallo/neri ad una sola y dalla meta,
e dopo due tentativi respinti a muso duro dalla difesa bergamasca un lancio corto di Brusco per il suo #41 che consegna al tabellone i primi 6 punti per gli ospiti (trasformazione da 2 fallita).
Si fa ancora a tempo a vedere un altro show di Rush, per,
con uno strepitoso ritorno di kickoff da 70 y direttamente in
meta, seguito da una trasformazione da 2 ancora sullasse
Bucciol Rocchetti che porta il punteggio sul 28-6. Nel secondo tempo il #15 Lio rileva Bucciol in cabina di regia, ed in
generale trovano spazio in campo tutti i giocatori dei Lions.
Rush fa per ancora a tempo ad andare sul tabellone prima
di essere sostituito definitivamente da Polizzi (sua una corsa
da 20 y in questa fase), pi precisamente con una sweep da
13 y propiziata dai gran blocchi della linea offensiva bergamasca per il 35-6 che di fatto archivia la semifinale.
I Marines tornati in attacco sono costretti a 3 tentativi e
punt, rientra quindi loffense dei Lions che ormai controlla
lorologio ed il possesso di palla, Lio completa per il #80 Martelli (12 y) e per il #85 Sironi che dopo la ricezione travolge
letteralmente Williams, facendogli fare lelicottero a
mezzaria. Qualche flag di troppo ed una bomba per Verzeri
di poco troppo lunga ed punt anche per i bergamaschi. Nel
quarto quarto ormai i Lions sono sicuri dellaccesso al Su-

Natali Walter (n.7) 1 per 20, Bassi Paolo 1 per

Dolphins

Dunson Michael (n.3) 3 per 38


Fonti: Kickoff, Fiaf.net, Losportitaliano.it

Domenica 1 Luglio 2001


Campo Via delle Industrie,

Osio Sotto

LIONS Bergamo
MARINES Ostia
6-0

35
20

td

Verzeri Tomaso (n.21), 19 pass da


Bucciol Dino (n.7)

7-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

13-0

td

Rush Tyrone (n.26), 12 run

14-0

pat

Morichi Michele (n.42), kick

20-0

td

Rocchetti Pierluigi (n.45), 19 pass da


Bucciol Dino (n.7)

20-6

td

DOnofrio David (n.41), 3 pass da


Brusco Fabio (n.13)

26-6

td

Rush Tyrone (n.26), 68 ko ret

28-6

pat

Rocchetti Pierluigi (n.45), action

34-6

td

Rush Tyrone (n.26), 14 run

35-6

pat

Lafata Vito, kick

35-12 4

td

Pacelli Fabio (n.90), 1 pass da Brusco Fabio (n.13)

35-18 4

td

Williams Allen (n.2), 9 pass da Brusco Fabio (n.13)

35-20 4

pat

De Carolis Giacomo, action

Nella seconda semifinale della Golden League 2001 si incontravano oggi le due squadre che hanno vinto i due gironi
(nord e sud) FIAF entrambe con una perfect season. Secondo
alcuni questa partita sarebbe addirittura dovuta essere il
Superbowl 2001, ma gli accoppiamenti dei playoffs non lo
hanno permesso.
Nonostante i Marines siano una buona squadra, ben bilanciata in attacco ed abbastanza tosta in difesa, e con qualche buona individualit, poco hanno oggi potuto contro lo
strapotere Lions che stato espresso innanzitutto sul piano
fisico prima ancora che su quello tecnico. Le due squadre si
somigliano abbastanza, con impostazioni di gioco simili, difese dominanti ed anche una simile scelta di americani ed
oriundi a roster. Quindi sulla carta gli ingredienti cerano
tutti per una buona partita, per i bergamaschi hanno fatto
valere subito la loro maggiore aggressivit ed hanno imposto
il loro ritmo alla partita, mentre la reazione dorgoglio degli
ostiensi arrivata troppo tardi, a partita quasi finita e con i
Lions ormai rilassati che davano spazio alle seconde linee.
Una delle possibili chiavi di lettura della partita pu essere
il gioco sulla terra. Mentre i Lions hanno ben contenuto Wil-

65

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

perbowl e si rilassano, i Marines invece giocano dorgoglio


cercando almeno di accorciare la differenza punti sul tabellone, e grazie a qualche penalit di troppo della difesa nero/oro ed ad un veloce gioco di lanci che vede protagonisti
assoluti De Carolis e Bozzarini (ma anche il #23, loriundo
veteranissimo John Macellaro) riescono nellimpresa. Arrivati
ad una sola y dal touchdown Brusco si inventa un lancio per
il suo #90 Pacelli (liberissimo in end zone) per altri 6 punti
(extra point da 2 fallito), 35-12.
Lattacco dei Lions si mangia un po di tempo ma subito
costretto al punt, ridando una nuova possibilit offensiva ai
Marines, che sempre con veloci lanci in automatico mettono
sotto pressione la difesa bergamasca. De Carolis riceve per
20 y, poi un lancio corto da spettacolo quando un wr ostiense passa indietro la palla a Williams che tenta di correre, ma
commette fumble ed il #28 Donnini a ricoprirlo. Poi una
pioggia di flags per diversi falli (personali, presumo) a gioco
fermo e Brusco che accenna ad una rissa con un giocatore
bergamasco, ma gli arbitri (nonostante i falli siano avvenuti
dopo che il fumble stato ricoperto) annullano inspiegabilmente la giocata di Donnini, ridando palla ed un 1 down
allattacco Marines, che ringrazia.
Un pass interference (uno dei tanti) dei Lions regala una
buona posizione (30 y off.) ai Marines, De Carolis riceve ancora per 9 y, poi il lb bergamasco #19 Nessi con una buona
giocata fa perdere 10 y a Williams, ma lamericano poco dopo
si vendica con una ricezione che porta la palla a sole 9 y
dallarea di meta. Ed sempre lui che su di un 4 tentativo
giocato disperatamente alla mano riceve in end zone, De Carolis trasforma da 2 e siamo al 35-20 finale, visto che
lattacco Lions si inginocchia e mangia il poco tempo rimasto.
Quindi Lions di nuovo in finale, e credo anche per
questanno la squadra pi forte in assoluto, ma i Marines
sono sicuramente la sorpresa della stagione e possono essere considerata tranquillamente la 3^ forza del campionato,
costantemente in crescita. Vedremo lanno prossimo cosa
sapranno fare, anche in Europa probabilmente, sperando
che la FIAF riequilibri (sia numericamente sia geograficamente) i due gironi nord e sud (francamente ancora non ho
capito come Ancona sia finita al nord...) come pi parti richiedono per dare vita ad un campionato equilibrato ed interessante.
(Marco Premi)

Marines
Williams Allen (n.2) 11 per 38, Brusco Fabio
(n.13) 5 per 4, Tron Roberto 1 per 1, Macellaro John
(n.23) 1 per 0, team 2 per 4
Passaggi
Bucciol Dino (n.7) 6 su 7 per 134 (2 td, 1 int),
Lions
Lio Marcello (n.15) 1 su 5 per 17
Marines
Ricezioni

Brusco Fabio (n.13) 15 su 30 per 170 (3 td)

Soresini Matteo (n.3) 4 per 96, Rocchetti PierLions


luigi (n.45) 1 per 19 (1 td), Verzeri Tomaso (n.21) 1
per 19 (1 td), Sironi Mauro (n.85) 1 per 17
Marines
Bozzarini Valerio (n.7) 4 per 64, De Carolis
Giacomo 5 per 57, Williams Allen (n.2) 2 per 20 (1 td),
DOnofrio David (n.41) 2 per 17 (1 td), Macellaro John
(n.23) 1 per 11, Pacelli Fabio (n.90) 1 per 1 (1 td)
Intercetti
Lions

Marines
Punt
Lions

Williams Allen (n.2) 1 per 23


Soresini Matteo (n.3) 2 per 53

DOnofrio David (n.41) 4 per 129


Marines
Punt Return
Lions

Rush Tyrone (n.26) 2 per 13

Marines
Kickoff Return
Lions

Rush Tyrone (n.26) 2 per 82 (1 td)

Marines
Macellaro John (n.23) 2 per 19, Williams Allen (n.2) 1 per 15, Cappellacci Mirko 1 per 10
Fonti: Kickoff, Fiaf.net, Huddle.org, Losportitaliano.it

___________________________________________________________

Finale (Superbowl XXI)

La semifinale vedeva i Lions Bergamo contro lostica matricola Marines Ostia. Il primo quarto lasciava presagire un
massacro per i laziali. Un td pass di Verzeri su passaggio di
Bucciol ed una oramai consueta corsa di touchdown di
Tyrone Rush. 14 a 0. Va in td anche il te di riserva Rocchetti, sempre su passaggio di Bucciol. 20 a 0.
I Marines si portavano a ridosso della end zone e dalle 3
yds in quarterback Brusco trovava il wide receiver DOnofrio.
Viene fallita la trasformazione: 21 a 6 per i Lions. La squadra
di Ostia prendeva coraggio, ma sul kickoff il ritornatore,
Tyrone Rush, riportava la palla in meta. 28 a 6. Partita virtualmente chiusa con il terzo td di Rush, che porta il punteggio sul 35 a 6. I Lions avevano in vista una finale di Eurobowl e cos dentro le riserve. Questo concede alcuni vantaggi agli avversari. Il qb Brusco lancia altri due td pass, ma
ormai solo gloria. I Lions Bergamo vincono 35 a 20.
(Alessandro Tanassi)
Statistiche
Corse
Rush Tyrone (n.26) 12 per 147 (2 td), Polizzi
Lions
Marco (n.34) 5 per 38, Lio Marcello (n.15) 1 per 8,
Bucciol Dino (n.7) 1 per 2, team 2 per 4

Sabato 14 Luglio 2001


Stadio Europa,

66

Bolzano

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Aselco E. DOLPHINS Ancona

LIONS Bergamo

immediatamente il suo potenziale; non speciale sulle corse


ma assolutamente micidiale sui lanci potendo contare su di
una batteria di ricevitori di assoluto livello quali: #88 Capodaglio, #80 Piva, #82 Panzani e langloamericano #3 Dunson
ed un buon qb come il #12 Boyce. Miscelando alcune corse
dellitaloamericano #18 Ferreri e del FB #48 Ladson i Dolphins riescono a cogliere marcature dai loro wr. Panzani
conquista subito un 1 down sulle 36 y off., poi Dunson a
chiudere un down da 11 y ed ecco che ancora lui (oggi schierato come wr, rb e db) corre centralmente, poi devia sulla sinistra del campo seminando la secondaria difensiva dei
Lions e si invola in end zone per i primi 6 punti (trasformazione su calcio fallita) dei Dolphins.
Buon ritorno di kickoff di Rush e Lions subito in attacco
dalle 46 y dif., e subito dopo Bucciol trova un buon lancio
per il suo wr #84 Bianca che viene fermato a 18 y dalla end
zone dei Dolphins. Da qui Rush che apre le segnature per i
bergamaschi con una corsa centrale condotta dal fb #40
Quarenghi da 18 y, Morichi trasforma per il 6-7.
Dolphins per nulla intimoriti ancora in attacco, Boyce trova con precisione Piva e Capodaglio (arriva fino alle 19 y off.),
ma un lancio su Panzani si trasforma in un fumble dopo che
il ricevitore perde la palla su di un contatto, subito il lb veteranissimo dei Lions #19 Nessi lo ricopre e ritorna per circa
25 y fino alle 44 y dif. della sua squadra. Per le difficolt
sono agguato per i Lions, che sono privi di diverse pedine
fondamentali per il gioco aereo, qualche penalit di troppo ed
un lancio toccato ma non trattenuto da Bianca ed il #26 dei
Dolphins Ricchi intercetta ponendo fine alla serie offensiva
bergamasca e capovolgendo ancora il fronte.
Nonostante nel drive successivo il qb dei Dolphins si incarichi personalmente di chiudere un 3 down cruciale con
una qb sneak, la difesa bergamasca comincia a prendere le
misure ai dorici (anche un sack di Nessi in questa fase) e li
costringe al punt. Ma ancora una volta la difesa giallo/blu
causa un fumble a Rush (non cosa da poco) e ricopre!
Da una buona posizione in attacco (sulle 38 y off.) si chiude un down con Panzani (10 y), ma dopo un paio di incompleti (tra cui una bomba sempre per Panzani) i Dolphins optano per il field goal, malamente sbagliato dal #11 Graves.
Riparte dalle proprie 27 y off. lattacco dei bergamaschi, e
subito Bucciol centra Bianca con un lancio da 33 y entrando
nella met campo offensiva dei Dolphins. Un po di nervosismo in campo e qualche fallo da ambedue le parti, comunque i Lions continuano a macinare gioco con le corse di
Rush e qualche lancio corto, poi lo stesso rb usa dei nero/oro a ricevere uno screen per un 1 down sulle 15 y off., e
subito Bucciol lancia in end zone per il te #85 Sironi che segna un nuovo touchdown per la squadra di Bergamo. 6-14
con la trasformazione di Morichi.
Sembrerebbe che i Lions vadano al riposo dellhalf time in
netto controllo dellincontro, poco pi di un minuto e mezzo
alla fine del quarto, ma i Dolphins non sono daccordo... E
immediata la reazione di Ancona: Capodaglio ritorna il kickoff fino alla met campo e nemmeno il tempo di respirare
che Boyce lancia a Dunson (forse il migliore in campo per i
Dolphins) che si inventa una ubriacante combinazione aerea
e di corsa da 51 y in meta seminando la difesa bergamasca.
Touchdown! Viene tentata la trasformazione da 2 (i Dolphins
saranno oggi condannati dagli errori sugli extra point) che
non riesce per un sack del #49 dei Lions Gennaro ai danni di
Boyce.
Allinizio del 3 quarto di gioco la tensione altissima ed i
Dolphins sono gasati ed hanno linerzia dellincontro, ma si
condannano con una serie di falli per eccesso di aggressivit,
il kickoff viene ripetuto per 3 volte consecutive, ed anche la
panchina anconetana viene penalizzata per un eccessiva intemperanza. Il seguente drive dei Lions arriva sino alle 27 y

24
30

6-0

td

Dunson Michael (n.3), 24 run

6-6

td

Rush Tyrone (n.26), 18 run

6-7

pat

Morichi Michele (n.42), kick

6-13

td

Sironi Mauro (n.85), 16 pass da Bucciol Dino (n.7)

6-14

pat

Morichi Michele (n.42), kick

12-14 2

td

Dunson Michael (n.3), 51 pass da


Boyce Courtney (n.12)

12-20 3

td

Soresini Matteo (n.3), 4 pass da Bucciol Dino (n.7)

12-21 3

pat

Lafata Vito (n.6), kick

18-21 4

td

Panzani Mario (n.82), 8 pass da Boyce Courtney (n.12)

18-27 4

td

Soresini Matteo (n.3), 22 pass da


Bucciol Dino (n.7)

18-28 4

pat

Lafata Vito (n.6), kick

24-28 4

td

Capodaglio Fabio (n.88), 30 pass da


Boyce Courtney (n.12)

24-30 4

saf

Castellano Roberto (n.48)

Di fronte ad un folto pubblico convenuto a Bolzano da


tuttItalia per la festa del XXI Superbowl italiano si giocata
una delle partite pi combattute nella storia recente della finalissima del football italiano.
I Dolphins si sono presentati alla finale affamati di vittoria
e caricatissimi, ed hanno giocato ogni minuto al 110% con
una grinta notevole, rovesciando ripetutamente linerzia
dellincontro, nonostante dopo la prima segnatura abbiano
dovuto sempre rincorrere nel punteggio. I Lions arrivavano
invece dalla vittoria (la scorsa settimana a Vienna)
nellEurobowl, stanchi e provati dopo una stagione lunghissima (18 partite) che ha lasciato il segno con una serie di infortuni davvero pesanti. La squadra bergamasca ha perso
per la stagione diversi giocatori fondamentali tra cui Barbotti, Rocchetti, Magliocco, Bonaventura, Mezzadri, Vitali e nel
corso della serata registrer infortuni anche a Quarenghi, Sironi e Guerini arrivando a fine partita con un organico ridottissimo e rimaneggiato, fino a dover schierare il 2 qb Lio
(per nulla impaurito) nel ruolo di te.
Loccasione per i Dolphins era doro ed i dorici non si sono
mai risparmiati dimostrando di essere al livello dei campioni
europei, ma alla lunga lesperienza e la tenacia dei bergamaschi si sono fatte valere permettendo ai Lions di portare a
casa (non senza fatica e sacrificio) il quarto scudetto consecutivo. Diversa sarebbe potuta essere la partita senza qualche ingenuit di troppo ed un notevole nervosismo che hanno fruttato diverse penalit ai gialloblu anconetani, che si
sono pi volte complicati la vita da soli. In evidenza il pirotecnico attacco dei Dolphins, capace di segnare in situazioni
quasi disperate, ma la differenza lha fatta la rocciosa difesa
dei Lions che nei momenti cruciali ha imposto la sua legge.
Aprono lincontro in attacco i Lions con una serie di buone
corse del #26 Rush e dei buoni lanci del #7 Bucciol per i
suoi ricevitori #21 Verzeri e #85 Sironi. Ma la sorte (e la difesa dei Dolphins) in agguato e su di una corsa centrale di
Rush gli anconetani riescono a causare un fumble al rb Usa
colpito duramente, ed il #47 dei Dolphins Aldrovandi che si
impossessa della palla portando in attacco la sua squadra.
Loffense di Ancona non si fa quindi attendere e sfodera

67

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

off. in territorio anconetano, anche grazie ad unazione fortunosa: un lancio dei bergamaschi si trasforma in un fumble, ma raccolto da Verzeri che corre la palla per un ulteriore guadagno. Ora per la difesa anconetana ad imporre
uno stop alloffense bergamasca, infliggendogli un pesantissimo sack da 15 y col #44 Angeli, e costringendo i Lions a
giocare alla mano un 4 tentativo che non riesce; palla di
nuovo ai Dolphins ed incontro sempre aperto... Ma nemmeno lattacco giallo/blu riesce a fare di meglio, ed costretto
ad un punt dopo 3 tentativi infruttuosi controllati dalla difesa orobica.
In questa fase della partita il dominio delle due difese evidente. Sono ancora i Dolphins ad infliggere un sack da 10
y potenzialmente pesantissimo a Bucciol, ma lazione viziata da un face mask e si ritorce contro Ancona, che riesce
comunque a controllare bene Rush (due lb su di lui ad uomo
per tutto lincontro), concedendogli poco o niente ed addirittura facendogli perdere ancora palla (ricoperta dai Lions);
punt in arrivo. Nel frattempo i Lions hanno preso le contromisure difensive per controllare i fortissimi ricevitori della
squadra dorica, Panzani riesce ancora a guadagnare un 1
down, ma poi il de bergamasco #93 Magni infligge un sack a
Boyce, costringendo i Dolphins ad un 4 tentativo e punt.
A questo punto lattacco bergamasco si scuote e con una
prova dorgoglio stacca i Dolphins. Prima Rush ritorna il kickoff per 50 y fino alle 10 y off. di Ancona dove viene fermato
da un placcaggio disperato, e poco dopo su di un 3 tentativo
e 3 y Bucciol lancia nellangolo dellend zone in meta per il
wr #3 Soresini, che si dimostrer oggi luomo-partita dei
Lions con una prestazione eccellente. Lafata trasforma e
siamo 12-21, con i Lions che sembrano in controllo della
partita. Un buon ritorno di kickoff di Dunson da 35 y ed un
fallo dello special team bergamasco permettono ai Dolphins
di ripartire in attacco sulle 40 y off., qui ancora Dunson
show col piccolo coloured dei Dolphins che su di una reverse
si vede bloccata la strada e non esita ad invertire il campo
trascinandosi dietro mezza difesa bergamasca e guadagnando 16 y ed il 1 down. Ferreri guadagna un nuovo 1 tentativo con una bella corsa da 14 y, e siamo a solo 12 y dalla meta. Dopo una corsa di Ladson che frutta poco Panzani che
d spettacolo, ricevendo in tuffo nellend zone per un touchdown importantissimo che riporta la sua squadra a 3 soli
punti dai Lions (lextra point da 2 fallisce nuovamente), 1821.
A questo punto dovendo scegliere il migliore in campo per i
Dolphins direi che il premio andrebbe sicuramente diviso tra
Dunson e Panzani. Tornano in attacco i Lions dalla proprie
20 y dif. Da dove inizia un lungo e sofferto drive dattacco:
Bianca riceve per 10 y, poi Rush corre 14 e 11 y, Soresini
subisce un pass interference ed 1 down sulle 32 y off. in
campo Dolphins. Viene guadagnato ancora un primo down
che porta la palla sulle 16 y off., poi un holding costringe i
Lions ad un 1 e lungo, ma ancora Soresini che tira fuori
una magia dal cilindro andando a ricevere in end zone sotto
una doppia marcatura (Dunson ed un altro db anconetano)
per un touchdown da 21 y! Lafata trasforma, 18-28 e Lions
che allungano le mani sul loro 5 titolo italiano.
Bisogna dire che oggi uno dei duelli pi interessanti in
campo stato quello tra i due #3, in quanto Dunson stato
schierato ad uomo per neutralizzare Soresini, cosa che gli
riuscita abbastanza bene nella prima parte della partita,
mentre sul finale labilita del wr dei Lions uscita di prepotenza.
Sul kickoff che segue alla segnatura i Lions calciano uno
squib kick che colpisce un giocatore della prima linea dei
Dolphins e rimbalza, e lo special team bergamasco recupera
prontamente palla. Lattacco dei Lions per esausto e segnato da altri infortuni avendo perso il fb Quarenghi (un

piede rotto) ed il TE Sironi, Rush lunico rb rimasto e Lio


(qb) si trova a giocare TE bloccando i mastodontici de dei
Dolphins. Dopo tre tentativi tra cui un lancio deflettato da
Aldrovandi arriva puntuale il punt. Mancano circa due minuti e mezzo al termine di questo tiratissimo incontro, ma gli
anconetani ci credono ancora e non mollano: il solito Dunson fa un altro dei suoi ritorni spettacolari portando la palla
sulle 30 y off. in territorio Lions, con una concreta possibilit
di segnare. E quello che tutti si aspettavano avviene immediatamente: nuovo capolavoro di Panzani in end zone per la
meta che porta il punteggio sul 24-28 (extra point fallito) ed
ancora speranza di rovesciare lesito dellincontro, con circa
2 minuti ed una manciata i secondi da giocare.
Lattacco dei Lions consuma tempo con giochi sulla terra
ma costretto al punt, c molto nervosismo sulla panchina
di Ancona, e due giocatori (uno per parte) vengono espulsi
per un accenno di rissa. I Dolphins hanno la palla sulle proprie 7 y dif. Ma con gente del calibro di Dunson e Panzani
tutto possibile... Ma a questo punto la tremenda difesa dei
Lions annichilisce gli avversari con una prova di forza e carattere: prima Gennaro defletta un lancio a Boyce, e subito
dopo il de #48 Castellano che mette il suo personale sigillo
sulla partita con un tremendo placcaggio sul qb anconetano
nella propria end zone che vale una safety (2 punti) per il 2430!
Palla che sar quindi ancora nelle mani dei Lions, a cui
basta poi chiudere un paio di primi down e terminare il Superbowl pi equilibrato e combattuto degli ultimi anni con la
palla nelle mani di Rush! E possono cominciare i festeggiamenti in campo
Grandissima prova di carattere dei Lions che non hanno
mai mollato ed hanno ribattuto colpo su colpo ai tentativi di
Ancona di rovesciare il risultato, al di l dei premi assegnati
(Memorial Scandellari a Castellano, MVP e MVI a Soresini) la
palla della partita oggi va assegnata alla difesa bergamasca
che ha concluso alla grande una stagione che lha vista pi
volte assoluta protagonista, e Lions che entrano nella storia
del football italiano con il record di Superbowl vinti consecutivamente (4) e consegnano alla memoria una delle squadre
pi forti mai viste in Italia.
Ottima e generosissima la prestazione dei Dolphins che
hanno giocato alla pari dei campioni europei la loro partita
senza mai mollare e credendoci fino alla fine, li aspettiamo
ancora agli stessi livelli il prossimo anno con la speranza di
vederli protagonisti indiscussi anche in Europa nella prossima edizione dellEurobowl!
(Marco Premi)
Il 14 Luglio 2001 si giocato allo Stadio Europa di Bolzano
il XXI Superbowl, strepitoso! Lo stadio era praticamente tutto esaurito, pi di mille le presenze. La finalissima se la sono
aggiudicata i Lions, ma hanno faticato molto.
Anzi, potremmo dire che sono stati i Dolphins a darla vinta. Lattacco marchigiano ha retto benissimo il confronto con
quello di Bergamo.
Peccato che Boyce, il qb di Ancona, si reso protagonista
di una grave ingenuit sul finale del match. I Dolphins partono subito alla grande, segnando con una corsa del jolly wr
Dunson, lextra point viene sbagliato dal qb di riserva, Graves. I Lions non si perdono danimo e segnano subito con
una corsa di 18 yards di Rush. Il kicker Morichi, ex Dolphins, trasforma il punto addizionale. Lions sopra 7 a 6.
Nel secondo quarto i Lions segnano ancora, portandosi sul
14 a 6 con un td di Sironi su passaggio del qb Bucciol. I
Dolphins non demordono e tornano subito in carreggiata con
uno stellare td del solito Dunson, che riceve una bomba di
51 yards di Boyce. Si va alla conversione da due punti, ma
Boyce subisce un sack. LE squadre vanno al riposo sul 14 a

68

aggiornato domenica 11 maggio 2014

Enciclopedia del football italiano

2001

Federazione Italiana American Football

Intercetti

12 per i Lions. Molto rammarico per i dorici, che potevano


essere tranquillamente in parit. Il terzo quarto quasi noioso
e di studio. I Lions mangiano molte yards ed arrivano a ridosso della end zone. E Soresini che riceve un passaggio di
Bucciol, trasformato da Lafata. 21 a 12.
Dagli spalti si temeva il tracollo della compagine dorica.
Ma sul successivo kickoff Bob Locomotiva Ladson porta
la palla per 36 yards. Ora inizia lo show dei Dolphins. Panzani riceve un passaggio in end zone di 8 yards da Boyce.
Anche questa volta, per, lo special team fallisce ed il punteggio vede i delfini sotto 18 a 21. La gara si riequilibra. Di
sicuro uno dei Superbowl pi intensi degli ultimi anni. Il
quarto periodo mette in evidenza quanto la coppia Rush
Bucciol sia forte, anche dopo ben 17 partite in quattro mesi.
Cos i Lions allungano 28 a 18 con lennesimo td di Soresini,
su passaggio di Bucciol. Da sottolineare il grave errore del 3
Dunson, che, in ottima posizione, non intercetta n defletta
il semplice passaggio di Bucciol. La partita sembra ormai
chiusa, ma i Dolphins non ci stanno e sono duri a morire.
Altra bomba di Boyce per Capodaglio e siamo 24 a 28 per la
squadra orobica. Ennesima la trasformazione sbagliata, il
punteggio sarebbe di parit senza questi errori. I Dolphins
non hanno nulla da perdere. La linea di difesa regge come
non mai e costringe i Lions al punt. La palla sulle 10 yards
a sfavore dei delfini, con 1 minuto e 50 secondi da giocare.
La difesa dei Lions per fortissima e vuole regalarsi il quarto titolo italiani di fila. Il qb di Ancona aveva gi denunciato
incertezze e, nel momento di maggio pressione, ha ceduto le
armi subendo una safety, che costa ben due punti ai Dolphins. Tutto questo ad 1 minuto e 33 secondi dalla fine e per
i Lions fatta. Bucciol non deve far altro che inginocchiarsi
un paio di volte per portare a zero il cronometro, che decretava cos la vittoria dei Lions 30 a 24 sui Dolphins Ancona. Il
campionato italiano si cos concluso con la consapevolezza
di essere uno dei pi forti dEuropa, grazie molto alla squadra di Bergamo, che ha saputo riconfermarsi in Eurobowl,
contro i Vikings Vienna, dopo averlo vinto nel 2000 contro i
pi temibili Hamburg Blue Devils.
(Alessandro Tanassi)

Dolphins
Lions
Punt

Leonardi Enrico (n.24) 1 per 0


-

Dolphins

Piva Marco (n.80) 3 per 115

Lions
Soresini Matteo (n.3) 3 per 102
Punt Return
Dunson Michael (n.3) 1 per 41

Dolphins

Lions
Rush Tyrone (n.26) 2 per 71
Kickoff Return
Dolphins
Dunson Michael (n.3) 2 per 57, Capodaglio
Fabio (n.88) 1 per 15
Lions
Rush Tyrone (n.26) 2 per 49, Polizzi Marco
(n.34) 1 per 4
Field Goal
Dolphins
Lions

Graves Jonathan (n.11) 0 su 1


-

Fonti: Kickoff, Americanfootballitalia.com, Fiaf.net, Giantsbolzano.it, Huddle.org, Losportitaliano.it, Superbowl.it

___________________________________________________________

Dominio Lions per tutta la stagione e vittoria finale per i


bergamaschi. La vittima di turno sono i Dolphins Ancona,
che coronano con il raggiungimento del Superbowl anni ed
anni di sforzi, ed i Lions devono lottare pi del previsto per
avere la meglio dei determinati marchigiani.
(Massimo Foglio Para)
Statistiche
Corse
Dolphins
Dunson Michael (n.3) 2 per 40, Ladson Robert (n.48) 5 per 28, Ferreri Adam (n.18) 7 per 24,
Graves Jonathan (n.11) 5 per 11, Boyce Courtney
(n.12) 5 per 48

LIONS Bergamo

Lions
Rush Tyrone (n.26) 21 per 101, Bucciol Dino
(n.7) 3 per 0
Passaggi
Dolphins
Lions
Ricezioni

Campioni 2001 FIAF

Boyce Courtney (n.12) 14 su 19 per 194


Bucciol Dino (n.7) 17 su 25 per 244 (1 int)

Dolphins
Capodaglio Fabio (n.88) 2 per 53, Dunson
Michael (n.3) 1 per 51, Panzani Mario (n.82) 6 per 46,
Piva Marco (n.80) 5 per 44
Sironi Mauro (n.85) 4 per 77, Bianca Federico
Lions
(n.84) 3 per 62, Soresini Matteo (n.3) 5 per 53, Rush
Tyrone (n.26) 4 per 33, Verzeri Tomaso (n.21) 1 per
19

69

aggiornato domenica 11 maggio 2014