Sei sulla pagina 1di 17

http://ilcapitano.altervista.

org/
Trascrizione: Ilde Garda
Tua, Signore, la grandezza (Ghedullah), la potenza
(Ghevurah), la bellezza (Tiferet), la vittoria (Nezakh) e la
maest (Hod), perch tutto (Kol - appellativo di Yessod),
nei cieli e sulla terra, tuo. Signore, tuo il regno
(Malkhut); tu sei colui che ti innalzi come testa (Ro'sh -
le tre Sefirot superiori) su ogni cosa. (1Cron, 29,11)

La tradizione della Kabbalah affonda le radici in un tempo


remotissimo. Essa esiste con lesistere delluomo stesso,
la conoscenza dellUomo Primo, dellAdam Kadmon, essere
Uno e androgino.
Attraverso la conoscenza della sua Sapienza, noi possiamo
apprendere i segreti e le leggi che regolano e sorreggono il
mondo, comprendere le forze che lo perpetuano ed entrare
in profondit nei legami fra lessere umano ed il creato, nello
straordinario dialogo macrocosmo-microcosmo che
sempre presente, in ogni dove. Fuori e dentro di noi.

E D-o stesso che ci chiama ad intraprendere questo


viaggio, fin dal momento in cui ci manda nel mondo. Siamo
qui infatti per sperimentare la cosa Una dal punto della
separazione, perch senza separazione, non avremmo
potuto cogliere il senso pi autentico dellunit.

Attraverso le Sephirot, Egli proietta se stesso nel mondo;


come Luce attraverso un prisma, discende nei regni inferiori
per conoscere se stesso attraverso di noi e attraverso la
dimenticanza di s.

Trascrizione: Ilde Garda


Trascrizione: Ilde Garda
Le Sephirot sono le dieci modalit della Luce senza limiti
(Or Ein Sof) attraverso cui lEin Son (lInfinito) si rivela e
attraverso cui crea incessantemente la realt manifesta.
Sebbene in alcune rappresentazioni dellAlbero della Vita si
possono contare undici Sephirot, in realt sono sempre e
solo 10 ad agire, poich la Kether, la Sefira pi elevata,
regno dellOr Ein Sof, un luogo irraggiungibile alla
coscienza umana a causa delle sue immense ed
elevatissime vibrazioni.
Dunque dice la tradizione, come indicato nel Sefer Yetzirah:
Dieci Sephirot del nulla, dieci e non nove, dieci e non
undici.
Esse sono associate alle qualit interiori delluomo, alle sue
peculiarit e al tipo di esperienze del quotidiano e si
esprimono a livello caratteriale e destinico con gli influssi
dei Dominatori Planetari ad essi associati. Sono inoltre da
considerare come i gradi della vita divina, allinterno di D-o
stesso (macro-micro) in qualit di Uno, Immutabile e
Perfetto. Secondo lo Zohar, le Sephirot sono collegate ai
nomi divini e alla loro sapienza. Costituiscono la struttura
della Mente Suprema divina, che agisce sul mondo
mediante la catena di causa ed effetto. Linsieme delle dieci
Sephirot rappresenta lUomo Celeste o lEssere
Primordiale.

Trascrizione: Ilde Garda


Queste Sephirot sono disposte in un diagramma chiamato
Albero della Vita.

Trascrizione: Ilde Garda


Inizialmente lAlbero della Vita (e dunque il mondo) era
fondato su due colonne ed infatti il mondo era un caos,
poich tutto puntava su una qualit ed il suo opposto. Era il
mondo della dualit.
Visto questo, D-o ha deciso di porre rimedio bilanciando le
qualit su tre colonne e, nel processo di correzione, noi
siamo completamente coinvolti, nella misura in cui
accettiamo la nostra corresponsabilit e decidiamo di
correggere ci che si proietta da noi verso lesterno, per il
mezzo della lente del nostro Ego.
Con la correzione della struttura dellAlbero della Vita, noi
partecipiamo alla rettificazione perseguendo la via
dellequilibrio della mano sinistra e della mano destra, del
maschile e del femminile, dellemisfero celebrare sinistro e
dellemisfero cerebrale destro.
La colonna centrale non solo bilancia lalbero (e dunque il
mondo stesso), ma dona anche una struttura stabile, che
mette in collegamento gli opposti facendo da ponte di
dialogo fra lato destro e lato sinistro. Questa terza via
centrale viene definita la Via Regale ed composta dalle
Sephirot: Yesod (il Fondamento) - Tiferet (la Bellezza) -
Daat (la Conoscenza). Sono tre infatti le vie che ogni
essere umano ha davanti a s: la via della mano Sinistra (o
della Forza, della Severit), la via della mano Destra (o
dellAmore, della Grazia) ed infine la via Regale (centrale,
della Compassione), ma solo questultima unifica gli
opposti.

Trascrizione: Ilde Garda


Ascoltate voi stessi e guardate nellInfinito e nello
Spazio e nel Tempo. L echeggiano il canto degli
Astri, la voce dei numeri, larmonia delle Sfere.
Ogni sole un pensiero di Dio e ogni pianeta un modo
di questo pensiero. E per conoscere il pensiero
divino, anime, che voi scendete e risalite
penosamente la via dei sette pianeti e dei loro sette
cieli. Cosa fanno gli astri? Cosa dicono i Numeri? Che
cosa vogliono le Sfere? O anime perdute e salvate,
essi dicono, essi cantano, essi volgono i vostri
destini
Frammenti - Ermete Trismegisto

Ma andiamo con ordine e iniziamo dalla Prima Sefira in


assoluto: Kether, la Corona.

Kether

Keter corrisponde al numero Uno. Luno ha la caratteristica di


essere immutato, un numero che moltiplicato o diviso per se
stesso da sempre come risultato 1. E il Padre del tutto. Nella
sua caratteristica di immutabilit, solo nella sua propriet di
essere soggetto alladdizione possiamo iniziare una
numerazione. Ma in che modo otteniamo i numeri successivi,
se abbiamo solo il numero 1? Per riflessione di se stesso,
cio attraverso un suo duplicato, una sua immagine riflessa.
Alla Sefira Kether viene attribuito il nome divino Eheieh, IO
SONO. Vale a dire Esistenza.

Trascrizione: Ilde Garda


Esodo 3,14
Dio disse a Mos: Io sono colui che sono (Eyeh Asher
Eyeh). Poi disse: Dirai cos ai figli dIsraele: Io-Sono
mi ha mandato da voi

A questo punto risulter molto significativo che Mos abbia


incontrato addirittura la Kether, per comprendere
limportanza iniziatica delle figura di Mos nel cammino
spirituale di ogni individuo.

Seichel: Chokma - Binah - Daat

Sebbene in alcune raffigurazioni dellAlbero della Vita non


compaia la Daat, essa una Sefira importantissima perch
rappresenta la Kether che discende ad un livello pi
raggiungibile dagli stadi di coscienza pi elevati, per
rendersi manifesta nel mondo. Kether e Daat sono
manifestazioni inconsce e consce dello stesso principio.
Insieme a Binah (la Grande Madre, la Comprensione) e
Chokma (la Saggezza), forma la triade delle Sephirot del
piano mentale e insieme appartengono al gruppo Seichel.
Comprensione e Saggezza vengono bilanciate dalla
Conoscenza.
Quando, infatti, non vengono bilanciate abbiamo ad
esempio persone che comprendono al volo, ma non sono in
grado di mettere a punto le loro idee, di organizzarle; oppure
al contrario abbiamo qualcuno molto meticoloso, ma non
intuitivo.
Queste due qualit mentali, con tutte le sfumature a loro
corredo, quando ben bilanciate ci permettono di
padroneggiare qualsiasi conoscenza e di renderla parte di
noi stessi.

Trascrizione: Ilde Garda


Chokma La Sapienza, La Saggezza, Potenza attiva
maschile, rappresenta il Padre a cui contrapposta Binah,
La Grande Madre, che sono il maschile ed il femminile
manifesto. Il nome divino che corrisponde a Chokma
YHWH e tra le schiere angeliche corrisponde alle Ruote
(Ezechiele I). Il Dominatore Planetario lo Zodiaco. il seme
del pensiero, la capacit di non pensare in modo lineare;
corrisponde all'emisfero cerebrale destro. Corrisponde allo
stato di nullificazione del S.
Nelle prime dispense abbiamo valutato moltissimo gli
aspetti legati al pensiero ed al controllo del nostro flusso
mentale. Questi esercizi servono ad entrare in
comunicazione proprio con la nostra Chokma e ad imparare
a gestire il prodotto della nostra mente, in modo da essere
sempre consapevoli degli elementali che andiamo creando.

Trascrizione: Ilde Garda


Esercizio 1

Per approfondire ulteriormente il lavoro di consapevolezza


dei pensieri, possiamo svolgere questo breve esercizio con
lausilio del nostro quaderno magico e di una sveglia.
Baster esercitarsi per una settimana per iniziare a creare
unabitudine positiva, un automatismo che ci consentir di
padroneggiare sempre meglio i nostri pensieri. Ad intervalli
di tempo pi o meno regolari, che decideremo in modo da
non accavallarci con impegni lavorativi o situazioni che non
ci permetterebbero di fermarci a scrivere, ma non per
questo creando divari di tempo troppo distanti uno dallaltro,
circa ogni due ore faremo suonare la sveglia.
Appena suoner lallarme della sveglia dovremo prendere
nota del pensiero che avevamo in quel momento,
qualunque esso fosse, descrivendolo con una frase,
scrivere qual lorigine del pensiero, cio ricordarci cosa lo
ha provocato; segneremo se era un pensiero buono,
offensivo, arrabbiato, triste e cos via ed infine, analizzati
questi aspetti, sostituiremo il pensiero con un pensiero
scelto in modo consapevole, se il pensiero che abbiamo
avuto non era degno di essere generato.
Questo esercizio ci aiuter a scoprire il nostro profilo
Chokma, cio il pilota automatico dei nostri pensieri e a
modificarne la disposizione.

Trascrizione: Ilde Garda


Il suo contrapposto Binah, LIntelligenza, che infatti la
sede del pensiero logico che da forma al seme di Chokma.
Razionale, matematico in ogni forma sia astratta che di
ragionamento pragmatico. Corrisponde all'emisfero
cerebrale sinistro e a Saturno. E una potenza femminile
passiva, chiamata AMA, Madre che, in congiunzione con il
Padre, mantiene lordine nellUniverso. La sua funzione ed
importanza eguale alla sua controparte maschile e
secondo gli insegnamenti della Kabbalah, innanzi a D-o la
Donna uguale alluomo e non certo inferiore. Il suo nome
divino corrispondente YHWH ALHIM (Yawhe Elohim) e le
corrisponde lordine angelico dei Troni. Dunque ha
limmenso compito di ricevere lintuizione, lidea di Chokma
e di darle forma.

Trascrizione: Ilde Garda


Esercizio n.2

Lesercizio pi idoneo per entrare in connessione con la


nostra Binah il seguente:
Ci rilassiamo concentrandoci sul respiro, lasciamo scorrere
liberamente le immagini dentro la nostra mente, mentre
restiamo vigili nel percepire tutto ci che abbiamo intorno.
Ogni sensazione sia tattile che legata al suono o alla
sensazione di caldo o freddo. Dobbiamo repertare
consapevoli di ogni cosa.
Immaginiamo il Sole che sorge su un lago o sul mare.
Concentriamoci sullacqua e vediamo come cambia il colore
della superficie mentre il Sole si alza. Poi ci concentriamo
sul Sole e seguiamo la sua parabola ascendente. Molto
lentamente lo osserviamo raggiungere una traiettoria a 45
gradi, poi sempre p in alto, fino a quando sar
esattamente sopra di noi. A questo punto riportiamo il Sole
indietro finch non affonder nellacqua.

Trascrizione: Ilde Garda


Cosa mette in armonia queste due forze la Da'at, cio la
Conoscenza Unificante, che ci permette di ricevere gli
influssi di Kether e di bilanciare emisfero destro ed emisfero
sinistro. A livello fisico corrisponde alla produzione del seme
umano durante il rapporto sessuale e corrisponde alla parte
centrale del cervello e del cervelletto. Oltre a bilanciare gli
opposti del maschile e femminile di Chokma e Binah, Daat
permette la connessione fra i due livelli sefirotici di Mente
ed Emozioni, unendo le loro energie spirituali. Affinch la
conoscenza sia vera Conoscenza Unificante occorre unirsi
alla cosa che si vuole conoscere, diventare uno con essa.
Daat lorigine della capacit di unificare ogni sorta di
opposti.
Per alcuni studiosi, essa corrisponde a Sirio, (lequivalente
emanato del Sole Centrale), ma altri vi collocano la
corrispondenza con il Sole, in termini astrologici. Siamo in
presenza del Figlio Perfetto, il Cristo ad Immagine e
Somiglianza. Il Suo nome divino Shadday. Corrisponde
alla parte centrale del cervello e del cervelletto.

Middot: le Sephirot delle Emozioni Il Volto Minore

Emozioni Primarie
Sulla destra troviamo Chesed. la Sefira dell'Amore e della
Misericordia, che si esprime tramite benevolenza e
generosit assolute. E stata generata dallunione di
Chokma e Binah ed conosciuta con lappellativo Gedulah
(Grandezza o Magnificenza). A causa dellAmore e della
Misericordia ha preso luogo il mondo che ha trovato
motivazione nella Chesed di D-o. devozione e
attaccamento, il braccio e la mano destra di D-o, che
chiama e avvicina a s gli altri. E una potenza di natura
maschile rappresentata dal Nome Divino El, il Potente, ed
rappresentato dal nome angelico Chasmalim, nome
cabalistico delle Dominazioni. Corrisponde a Giove

Trascrizione: Ilde Garda


A contrapposizione di Chesed, si trova Ghevurah, cio la
Forza. La forza restringe ci che Chesed espande. Da
forma a ci che non ne ha, dona controllo ed equilibrio
all'amore, che, senza Ghevur non potrebbe manifestarsi.
E la potenza delle Fortezza, rappresentata dai Nomi Divini
Elohim Gebur e Eloh e dal nome angelico Seraphim, i
Serafini. il calore che accompagna l'amore
Corrisponde al Timore di D-o e a Marte.

A bilanciare Chesed e Ghevura si frappone nel mezzo


Tiferet, la Bellezza (o Dolcezza).
Tiferet permette il manifestarsi di tanti colori tutte insieme, di
tante caratteristiche in armonia, integrati in un'unica
personalit. Corrisponde alla compassione e al cuore fisico.
Qualcuno lo attribuisce al Sole qualcun altro a Venere. Sono
pi per Venere. Infatti sotto Venere troviamo Toro e Bilancia
che nota come la costellazione della bellezza.
E sono dell'idea ancor di pi, dal momento che per
l'astrologia antica Toro una costellazione di secondo
gruppo, perci media, mentre Bilancia di terza, inferiore,
che significa che in quella posizione Toro sarebbe sopra e
dunque in comunicazione con Da'at che in effetti si
sovrappone alla gola. E rappresentato dal Nome Divino
Eloah Va-Daat, dal nome angelico Shinanim (I carri di Dio
sono miriadi, migliaia gli arcieri: il Signore tra loro, sul
Sinai, in santit - Salmi 68,18). Corrisponde a questa Sefira
anche Melakim, Re. Dallunione di Giustizia e Misericordia
otteniamo Bellezza e Clemenza.

Trascrizione: Ilde Garda


Chesed, Geburah, Tipheret, Netzah, Hod e Yesod
formano insieme il Volto Minore.

Emozioni secondarie
La prossima "linea" dell'albero della vita vede in
comunicazione Netzach, Hod e Yesod
Netzach la Vittoria o l'Eternit, la Fermezza, cio la
capacit di estendere l'amore di Chesed nel mondo,
garantendo stabilit e durata. Corrisponde alle
caratteristiche di costanza e decisione, al senso di
Sicurezza, la tranquillit di una relazione fedele che nasce
da una scelta e non dall'imposizione. Corrisponde alla
gamba destra e a Venere anche qui.
Consideriamo che abbiamo sette dominatori planetari,
dodici segni zodiacali, alcuni dominatori avranno pi
implicazioni di altri, ma teniamo sempre a mente che sono
in continuo dialogo fra loro
Le Sephirot non sono camere a compartimenti stagni, ma
mondi in continuo dialogo fra loro.
Inoltre in ogni Sefira troviamo l'influsso di tutte le altre, nel
senso che ad esempio, da ogni Sephira posso osservare
tutte le altre dal punto di vista della Sefira in cui mi trovo e di
conseguenza tutto il mondo da quel punto di vista. In
ciascuna delle dieci Sephirot sono contenute tutte, ma viste
dalla prospettiva di quella dominante. Questo concetto
viene chiamato Interinclusione delle Sephirot. Dal momento
che esistono 7 sfere inferiori e ciascuna ne comprende 7, si
pu intendere che esistano 7x7=49 stai emotivi. E da
questo che nasce il conteggio dellOmer a partire dalla
Pesach, la Pasqua Ebraica. SI tratta del percorso di
crescita, dello sviluppo spirituale personale.

Trascrizione: Ilde Garda


Come per i frattali, il mondo che contiene se stesso ed
contenuto da se stesso.
I Nomi Divini attribuiti a Netzah sono Jehova Tzabaoth, il
Signore degli Eserciti, i nomi angelici Elohim e Tharshisim, i
Brillanti. (Alzai gli occhi e guardai, ed ecco un uomo vestito
di lino, con ai fianchi una cintura doro di Ufaz; il suo corpo
somigliava a topazio, la sua faccia aveva laspetto della
folgore, i suoi occhi erano come fiamme di fuoco, le sue
braccia e le sue gambe somigliavano a bronzo lucente e il
suono delle sue parole pareva il clamore di una moltitudine.
Daniele 10,5-6)

Contrapposto a Netzach abbiamo Hod, lo Splendore.


Potenza passiva femminile, concretizza le emozioni che
provengono da Ghevur (la Forza) e mette in risalto la
capacit dinamica dell'individuo, la velocit del
cambiamento, la capacit di non darsi mai per vinto
imparando dalle sconfitte per fare meglio la volta
successiva. Corrisponde alla semplicit, direi anche lumilt,
alla gamba sinistra e a Mercurio. I Nomi Divini che le
corrispondono sono Elohim Tzabaoth o Dei degli Eserciti,
fra i nomi angelici i Figli degli Dei. (Cerano sulla terra i
giganti a quei tempi - e anche dopo -, quando i figli di Dio si
univano alle figlie degli uomini e queste partorivano loro dei
figli: sono questi gli eroi dellantichit, uomini famosi,
Genesi 6,4).

Trascrizione: Ilde Garda


Netzach e Hod dialogano fra loro per l'interpolazione di
Yesod, luogo dove si incontrano tutte le emozioni, che
corrisponde alla base segreta della nostra personalit, le
aspirazioni nascoste, i sogni pi reconditi, le emozioni pi
interiori e le attrazioni emotive. corrispondente agli organi
sessuali, infatti Yesod controlla la vita sessuale che, quando
in equilibrio, il giusto fondamento su cui si esprime la
personalit. Corrisponde alla Luna e, dunque avrete inteso,
alla nostra anima, o meglio le emozioni che la dominano.
Corrisponde al Nome Divino El Chai, fra gli angeli Aishim, le
Fiamme.

Malkhut
Il Regno. Ma anche la Regina, la Mattona, la Madre
Inferiore, la Shekina. Pur essendo l'ultima e la pi bassa
(anche a livello vibratorio poich pi vicina al piano
materiale) riveste un ruolo fondamentale. la somma dei
nostri desideri, la percezione di cosa manca. Se
accumuliamo molti meriti, a partire da Malkut prende il via la
risalita della luce. il femminile per eccellenza, la shekhin,
la parte femminile di D-o, cio la ricezione contrapposta alla
dazione.
Rappresenta il Nome Divino Adonai e fra le schede
angeliche corrisponde ai Cherubini.

Malkhut il regno che pi necessita di protezione perch


pi facilmente oggetto di interesse delle forze del male, ma
osservando i precetti, realizzando un buon Dharma e
applicando la Consapevolezza possiamo salvarlo.
Corrisponde agli elementi, alla Terra e ai piedi.

Trascrizione: Ilde Garda