Sei sulla pagina 1di 60

Tatuaggi

Storia, stili e miti di un'arte millenaria



Sommario
Sommario
Introduzione
CAPITOLO 1:
LA STORIA DEL TATUAGGIO DALLE ORIGINI AD OGGI
CAPITOLO 2:
LE LEGGENDE, LE DICERIE E I LUOGHI COMUNI CHE ACCOMPAGNO QUEST'ARTE
CAPITOLO 3:
TATUAGGI: RITI SACRI, RELIGIONE E GANG
CAPITOLO 4:
L'EVOLUZIONE DELLA TECNICA E L'EVOLUZIONE DEGLI STRUMENTI
CAPITOLO 5:
PROCEDURE PER IL CONTORNO, IL RIEMPIMENTO, LE SFUMATURE, LA COLORAZIONE...
CAPITOLO 6:
STILI E TRADIZIONI DEL TATUAGGIO
CAPITOLO 7:
IL MERCHANDISING MODERNO E IL LAVORARE CON I TATUAGGI
CAPITOLO 8:
I SIMBOLI CLASSICI DEI TATUAGGI
CONCLUSIONI
Introduzione
Questo libro vuole essere una guida ad un mondo incredibilmente vasto ed affascinante nascosto
da un alone di mistero che viaggia tra le linee del tempo e si dirama tra le varie epoche, il
tatuaggio come la musica accompagna la storia del uomo da sempre sin dalle ere pi remote.

E' sbagliato credere che vi sia la semplice impressione di un immagine, di una scritta, di un
pittogramma sulla pelle, il tatuaggio ha rappresentato e rappresenta molto di pi, la
sopportazione del dolore in cambio della firma indelebile di una storia sulla propria pelle, un
autografo di vita che ti accompagner fino alla fine.

Il libro rivolto a tutti, ai tatuatori, ai curiosi, agli amanti di questa arte, a chi porta questi segni sul
proprio corpo e vorrebbe conoscerne la storia e le origini e perfino a chi una sera ubriaco entrato
senza motivo in uno studio e si risvegliato il giorno dopo con un disegno addosso, insomma a tutti,
come a tutti aperto l' infinito universo del tatuaggio.


Il tatuaggio unarte alla quale oramai difficile dare unet precisa. Da quando la razza umana ha
avuto la capacit di marcare la pelle, ha preso il via dellevoluzione, partendo dalle prime
metodologie e disegni, fino ad arrivare ai dettagli ed ai metodi tecnologici di oggi. Ci sono tante
tappe e tanti segreti dietro questo mondo a parte.
Questa fantastica arte risale a migliaia di anni fa ed ha una lunga storia di cui parleremo scendendo
nei particolari. Possiamo dire che inizialmente la permanenza del disegno non era cos duratura, ma
l'applicazione dei diversi tipi di inchiostro per la pelle stata cambiata nel tempo e praticata da
numerose culture per una variet di ragioni, fino ad arrivare a diventare il punto di riferimento
stabile di molti.
Parlando del significato delle immagini e dei simboli, diremo moltissime cose che ti faranno pensare
e che ti apriranno gli occhi su cose che hai gi visto o immaginato.
Partir dal presupposto che un tatuaggio pu essere davvero tutto: un pensiero, una prova, un credo,
un simbolo di alcuni riti di passaggio, un marchio distintivo di un gruppo, un ricordo che non
vogliamo cancellare dalla nostra mente e dalla nostra vita Ed anche un metodo per allontanare il
male, a detta di alcuni. Ogni persona ed ogni cultura ha le sue ragioni, i suoi credi e le sue speranze
e queste sono solo una manciata di esse. Il resto lo andremo a scoprire in seguito perch larte del
tatuaggio nasconde unimmensa verit dietro di s, oltre che una storia.
Come vedi, e come puoi immaginare, c' un'ideologia di fondo che accomuna praticamente tutte le
forme del tatuaggio: queste creazioni della pelle hanno tutte un significato fondamentale per
l'individuo o per un gruppo. Il significato la chiave di ogni disegno.
Questo accade da sempre perch le persone sono creature estremamente visive, hanno bisogno di
vedere una cosa, che sicuramente ha molto pi significato se si tratta di qualcosa di permanente. Le
persone costruiscono diverse connotazioni osservando varie arti, molti in maniera irrazionale nella
loro interpretazione di ci che vedono, altri invece fanno in modo che il tatuaggio rappresenti
qualcosa di reale e molto speciale. Comunque, ogni tatuaggio fedele alla persona in quanto ne
evoca una parte di personalit.
Il tatuaggio in generale visto e praticato da un assortimento di persone provenienti da ogni parte del
mondo, e da uomini e donne di tutte le et. Nella societ spesso si sente il bisogno di fermarsi e
sentirsi affascinanti o misteriosi, ed il tatuaggio solitamente un tratto intrigante di ognuna di queste
persone, anche se non solo questo.
Purtroppo, il tatuaggio si perde nella notte dei tempi in termini di provenienza e, probabilmente,
rimarr sempre cos. Nel mondo sono stati trovati dei resti scheletrici che si sono conservati per
migliaia di anni in forma fossile ma, purtroppo o per fortuna (dipende dai punti di vista), la pelle si
decompone in maniera estremamente veloce, a meno che non sia avvenuta una mummificazione.
Per queste ragioni, la raccolta delle prove per l'analisi tecnica e scientifica dei tatuaggi stata
ostacolata. Tuttavia abbastanza possibile confermare che la nascita del tatuaggio non stata relativa
ad un paese o cultura isolata, ma unarte che stata sviluppata in modo indipendente pi volte e in
numerosi luoghi. Gli esperti sono riusciti ad individuarne alcuni nella lontana preistoria. Infatti sono
stati trovati dei resti umani con tali marcature, risalenti al Neolitico ma di questo parleremo pi
tardi.
Nel tempo il tatuaggio diventato quasi un luogo comune, anche se spesso rimane un motivo di
connessione sociale tra pi individui o tra situazioni e individui. Come sai, il tatuaggio indelebile e
si presenta sulla pelle con una certa grafica: immagini, testi, disegni. Questo tuttora non cambiato,
ma diventata unarte pi affiancata alla moda e, molto spesso, si tratta di immagini perfettamente
comuni e ordinarie. I teschi sono solitamente il top per i ragazzi, mentre le farfalle sono le preferite
da molte ragazze. Anche i "tribali" sono molto in voga e li vediamo costantemente in varie parti del
corpo.
Purtroppo non tutti reputano il tatuaggio unarte anche se, in fin dei conti, si tratta di disegni,
creazioni e fantasia. Questi fattori fanno da sempre parte dellarte stessa.
Altri non vedono un mestiere in questa arte, quando invece si tratta di un qualcosa di delicato che non
tutti possono fare: manipolazione di inchiostri e di aghi non sono cose di tutti i giorni. Tuttavia questi
non sono gli unici strumenti e metodi per essere un artista del tatuaggio. tutto molto pi complesso
e ci sono diversi studi e normative da seguire.
Un tatuaggio un qualcosa di indossato, e la precisione dobbligo, cos come ligiene. Questarte
una decisione, sia per chi la vuole su di s che per chi vuole attuarla. Non sappiamo cosa accadr in
futuro, ma per conoscerlo possiamo sicuramente attingere dal passato, dal presente e da tutto ci che
gira intorno a questarte.
In questo libro parleremo perci di tutto quello che si nasconde dietro un tatuaggio: dalla storia agli
stili, dalle tradizioni alle culture, dai significati alle metodologia, dagli inizi alle nuove realt.
Parole per chi ama questarte, per chi vuole avvicinarcisi e per chi ama la cultura sotto ogni aspetto.
CAPITOLO 1:

LA STORIA DEL TATUAGGIO DALLE ORIGINI AD


OGGI

La parola "Tatuaggio", quella che oggi conosciamo molto bene, definisce da una vasta gamma di stili
e illustrazioni culturali e non, creati in modo da rimanere permanenti all'interno di alcuni strati della
nostra pelle. stata una pratica costante nel corso dei secoli attuata da diverse civilt. Un tatuaggio ha
sempre avuto vari significati e diverse associazioni in base alla persona che lo indossa. Oggi, che
sono diventati pi comuni e parte della moderna tradizione hanno invece pi spesso dei significati
soggettivi.
Questa arte proviene da una tradizione che si evoluta non solo in popolarit e creativit, ma anche
per quanto riguarda la metodologia e le attrezzature utilizzare. Ma iniziamo invece da quella che la
vera ed unica etimologia che d origine a questo settore artistico.
La parola tatuaggio deriva dal tahitiano "tatu" che significa "segnare qualcosa". Fin qui tutto chiaro.
Ma da dove nato? Com nato e quali sono stati gli scopi per il quale stato creato
originariamente?
Si sostiene che il tatuaggio esista da 12 mila anni prima della nascita di Cristo. Lo scopo di questa
marcatura varia da cultura a cultura, cos come il suo posto nel corpo e quello sulla linea del tempo.
Ma ci sono elementi comuni che prevalgono per quanto riguarda le prove concrete dei primi tatuaggi
della storia che, ad esempio, possono essere trovati in Egitto e sono risalenti al periodo della
costruzione delle grandi piramidi (anche se senza dubbio iniziato tutto molto prima).
Un team di scienziati di Londra, infatti, ha effettuato una scansione ad alta tecnologia su otto mummie
egizie del British Museum. Oltre a scoprire informazioni interessanti su di loro in vari ambiti, hanno
scoperto che una delle mummie femminili ha un tatuaggio che simboleggia sulla sua coscia
lArcangelo Michele. Questo gi ci dice molte cose sulla nascita di questa arte.
Tuttavia, anche lIceman tzi, che dovrebbe essere vissuto nell'Et del Rame ed i cui resti congelati
sono stati trovati dagli scienziati nel 1991, La sua parte bassa della schiena, caviglie, ginocchia, e un
piede sono stati segnati con una serie di piccole linee, aveva dei tatuaggi. Si sostiene che questarte, in
quel periodo, venisse utilizzata come trattamento medico per ridurre il dolore.
Ma seguendo la storia per come stata ricostruita, anche se a tratti, possiamo dire che quando gli
Egiziani ampliarono il loro impero, l'arte del tatuaggio si diffuse insieme al loro potere. Le civilt di
Creta, Grecia, Persia, Arabia e non solo, raccolsero ed ampliato questa forma d'arte al loro modo.
Intorno al 2000 A.C. il tatuaggio si diffuse anche in Cina Ma soffermiamoci un po sui vari popoli
per capire ancor pi a fondo levoluzione dei tatuaggi.
I Greci usavano il tatuaggio per la comunicazione tra spie. Sembra strano a dirsi, ma era proprio
cos. Si trattava di marcature che andavano ad identificare coloro che agivano come spie e avevano
mostrato il loro rango.
I Romani hanno segnato con i tatuaggi i criminali e gli schiavi. Per, nel corso del tempo, i loro
atteggiamenti verso i tatuaggi cambiarono: iniziarono ad utilizzarli come un segno di ferocia nei
confronti dei loro nemici. I medici romani perfezionarono sia l'arte di applicazione del disegno, che
quella della rimozione.
Durante le Crociate dei secoli 11 e 12, i guerrieri si identificavano con il segno della croce
Gerusalemme in modo che potessero ricevere una degna sepoltura cristiana in caso di morte in
battaglia. In seguito, con il proliferare di questa arte le cose continuarono a cambiare.
Il popolo Ainu dell'Asia occidentale, ad esempio usava il tatuaggio per comunicare lo stato sociale.
Le ragazze annunciavano con questo tipo di marcatura il loro posto nella societ, cos come le donne
sposate.
Nel Borneo, addirittura erano le donne i tatuatori. Era una tradizione culturale. Creavano disegni che
indicavano il ceto sociale e la trib a cui apparteneva ogni persona. I guerrieri Dayak avevano dei
tatuaggi sulle loro mani che indicavano che loro avevo "preso una testa". Esattamente, la tagliavano
e questi tatuaggi erano un segno distintivo che permetteva loro di ottenere rispetto e di assicurarsi
lo stato di proprietari per la vita.
Le donne Kayan (trib nel nord della Thailandia) avevano delicati tatuaggi sul braccio che
sembravano guanti di pizzo. Sicuramente le avrete viste con i loro anelli al collo che sembrano
lunica caratteristica principale, invece anche i tatuaggi lo erano, dopo che erano entrati a far parte
della loro cultura.
Senza spostarci troppo nel tempo, anche i polinesiani avevo creato dei tatuaggi tribali per segnare le
comunit, le famiglie e il rango. Avevano anche portato la loro arte in Nuova Zelanda, sviluppando
successivamente uno stile di tatuaggio facciale chiamato Moko, che ancora in uso oggi.
Nella storia del tatuaggio spuntano anche le famose trib americane: Maya, Incas e Aztechi. Ci sono
prove che queste persone usavano i tatuaggi nei rituali e nella vita, come puoi vedere nellimmagine
sottostante.

Anche le trib isolate in Alaska praticavano il tatuaggio e anche il loro stile indicava che avevano
appreso la tecnica dalla trib degli Ainu.
In Occidente, i primi britannici utilizzavano questarte sfoggiandola durante le cerimonie. I danesi,
norvegesi e i Sassoni si tatuavano gli stemmi di famiglia (questa tradizione praticata ancora oggi).
Potremo fare molti altri esempi ma, come dicevo, tuttavia non abbiamo tantissime prove che possano
creare una linea ben definita nel tempo. Ad ogni modo sappiamo che, come in tutte le grandi storie ci
sono crisi, problemi e/o ostacoli importanti, anche nella storia del tatuaggio c stato pi di un
blocco.
Nel 787 D.C., il Papa Adriano decise di vietare tatuaggio. Questarte prosperava ancora in Gran
Bretagna fino alla invasione normanna del 1066 nella quale i Normanni disdegnarono completamente
il tatuaggio. Questi blocchi temporali e temporanei portarono alla scomparsa del tatuaggio dalla
cultura occidentale dal 12 al 16 secolo.
Mentre il tatuaggio aveva avuto il suo stop in occidente, continuava invece a proliferare in Giappone.
In un primo momento, in questi luoghi, i tatuaggi venivano usati solo per contrassegnare i criminali.
Il primo reato veniva segnato con una linea sulla fronte. Il secondo reato era rappresentato con
l'aggiunta di un arco. Il terzo reato era segnalato da un'altra linea. Insieme, questi marchi hanno
formato in seguito il carattere giapponese che sta per "cane".
Con il tempo, i giapponesi videro un evoluzione completa del tatuaggio che divent finalmente una
forma d'arte estetica. Come risultato di questo, la classe media iniziava ad adornarsi di elaborati
tatuaggi fino anche ad ottenerne il corpo pieno. Una persona molto tatuata con indosso solo un
perizoma era considerata addirittura ben vestita, ma ovviamente solo nella privacy della propria casa.
William Dampier fu il responsabile della re-introduzione del tatuaggio nellovest. Era un marinaio ed
esploratore che viaggi per i mari del sud. Nel 1691 port a Londra un polinesiano pesantemente
tatuato, riconosciuto poi come il Prince Jeoly. Questa persona venne addirittura messa in mostra a
scopo di lucro e divenne momentaneamente la rabbia di molti londinesi.

Il tempo pass e si calmarono le acque e, per un breve periodo, il tatuaggio divenne una moda. In
base a questo, ovviamente, dovevano esserci altre evoluzioni in materia tecnica. Iniziarono cos a
venire perfezionate le tecniche di questarte che diventava sempre pi diffusa e la sua procedura era
lenta e scrupolosa: ogni puntura della pelle veniva effettuata a mano con l'inchiostro da applicare.
Naturalmente non bastava, era una procedura difficile e molto pi dolorosa di quanto lo ancora
oggi. Nel 1891, Samuel O'Reilly (noto tatuatore di New York) brevett cos la prima macchina
elettrica per tatuaggi. Praticamente si trattava di un progetto che presentava una penna elettrica
(partendo da uninvenzione di Edison), che inizialmente perforava solo carta. Part da un disegno di
base con bobine mobili, un tubo e una barra ago, che alla fine sono i componenti della pistola per i
tatuaggi che utilizziamo oggi.

La macchina del tatuaggio elettrico permetteva a chiunque di ottenere un tatuaggio a prezzi


ragionevoli ed era prontamente disponibile per ogni cliente. Tuttavia, cos come una persona di ceto
medio avrebbe potuto pensare facilmente a farsi tatuare, le classi sociali superiori si mantenevano
molto lontane da questa arte. Cos, con la fine del secolo, il tatuaggio aveva perso di nuovo molta
credibilit. I tatuatori lavoravano in particolari zone delle citt e le persone molto tatuate solitamente
facevano parte dei circhi, come ad esempio la nota Betty Brodbent che viaggiava con il Ringling
Brothers Circus nel 1930 ed stata una delle attrazioni principale per anni.
Il punto di vista culturale del tatuaggio era cos povero per la maggior parte del secolo, al punto che
questarte ritorn quasi a morire. Solo pochi venivano accettati nella societ segreta degli artisti e
non c'erano scuole per studiare il mestiere. Inoltre i fornitori raramente pubblicizzavano i loro
prodotti Tuttavia le cose iniziavano a cambiare nuovamente.
Il luogo di nascita dello stile vero e proprio del tatuaggio americano era Chatham Square a New York
City. Al volgere del secolo era un porto marittimo e centro di intrattenimento per attirare le persone
della classe operaia in cerca di denaro e fortuna. Samuel O'Reilly, part da Boston e and ad aprire un
negozio proprio l.
Prese con s un apprendista di nome Charlie Wagner che, dopo la morte di O'Reilly nel 1908, apri
una attivit di forniture per tatuaggi con Lew Alberts. Questultimo aveva studiato come designer per
la carta da parati e trasfer le sue competenze nella progettazione dei tatuaggi. Egli fu noto perch
ridisegn una gran parte dei primi tattoo flash art.
Mentre il tatuaggio calava di popolarit in tutto il resto del paese, a Chatham Square fioriva e
divenne il centro dellarte del tatuaggio. La moda era travolgente tanto che i mariti si tatuavano le
loro mogli come esempi del loro lavoro migliore. In quel momento, divent popolare anche il
tatuaggio cosmetico: il rossore alle guance, le labbra colorate e leyeliner. Con la prima guerra
mondiale, le immagini d'arte in flash cambiarono e diventarono simbolo di coraggio e icone di
guerra.
Nel 1920, con un divieto e poi la depressione, Chatham Square perse il suo fascino. Il centro dell'arte
del tatuaggio si trasfer a Coney Island. In tutto il paese, i tatuatori aprirono negozi in quella zona
dove cerano soprattutto basi militari e navali che potevano sostenerne il business. I tatuaggi
divennero cos anche dei simboli di viaggio: si poteva dire dove era stata una persona solamente
osservando i loro tattoo.
Dopo la seconda guerra mondiale, i tatuaggi divennero nuovamente denigrati per le loro
associazioni con ciclisti e giovani delinquenti.
Il tatuaggio, come vedi, ha avuto poco rispetto nella cultura americana ed alti e bassi nella sua storia
in generale. Poi, nel 1961 ci fu anche un focolaio di epatite Anche se la maggior parte dei negozi di
tatuaggi avevano macchine di sterilizzazione, non tutti li utilizzavano a dovere. Cos la propaganda
mediatica dei giornali pi famosi iniziava a riportare storie di avvelenamento del sangue, dellepatite
stessa e di altre malattie. Questo mise i negozi di tatuaggi in discredito.
In un primo momento, il governo di New York City dette ai tatuatori l'opportunit di costituire
un'associazione ed una autoregolamentazione, ma i tatuatori non erano in grado di organizzarsi in
gruppo. Cos il governo cambi le regole e fece chiudere diversi negozi a Times Square e Coney
Island per violazione del codice della salute che entr in vigore in quel periodo. Per un certo periodo
era davvero difficile farsi un tatuaggio. Divent illegale e chi aveva tatuaggi aveva una pessima
reputazione. Di nuovo erano poche le persone che volevano un tatuaggio. I negozi migliori si
trasferirono a Philadelphia e nel New Jersey, dove era ancora legale.
Alla fine del 1960, l'atteggiamento verso tatuaggio cambi improvvisamente. Le celebrit, in
particolare le donne, iniziavano a tatuarsi. Le riviste e televisione iniziarono a voler ottenere sempre
informazioni su questa forma d'arte. E finalmente and bene fino al giorno doggi. Le modalit e le
tecnologie tornarono cos come la voglia di farsi un tatuaggio. Anche i Rolling Stones, nei primi
anni 70 ostentavano i loro tatuaggi. Dalla fine degli anni 80 questarte stata generalmente accettata
dalla societ.
Adesso si tratta di unarte molto pi popolare e rispettata di quanto non lo sia mai stata, anche se
ovviamente ci sono sempre quelle persone che non lo vedono come una buona cosa. Tuttavia, tutte le
classi sociali di persone, oggi come oggi, vanno alla ricerca dei migliori artisti del tatuaggio per
ottenere un magnifico disegno che rappresenta per loro un ricordo, un pensiero, un credo, ecc.
Questo aumento di popolarit ha permesso ai tatuatori di ottenere un rispetto che non si vedeva da
oltre 100 anni. Gli artisti attuali combinano la tradizione del tatuaggio con il loro stile personale la
creazione di unico e fenomenale body art. Sono stati anche aggiunti nuovi inchiostri e il tatuaggio ha
certamente raggiunto un nuovo livello.
Questarte oggi riconosciuta dalle agenzie governative sia come una forma artistica, che come una
professione. Alcuni disegni di tatuaggi sono anche oggetto di musei e gallerie d'arte negli Stati Uniti,
in Canada e in Europa.

CAPITOLO 2:

LE LEGGENDE, LE DICERIE E I LUOGHI COMUNI


CHE ACCOMPAGNO QUEST'ARTE

I miti sui tatuaggi possono variare ed essere divertenti, cos come allarmanti. Per qualcosa in
particolare dipende anche dai punti di vista di ogni persona e dalle credenze riguardanti la cultura.
Tuttavia esistono moltissimi luoghi comuni e leggende, per quanto riguarda questarte che ne ha viste
davvero tante e, a quanto pare, anche sentite davvero tante.
Alcune dicerie continuano a girare tuttora pur non essendo fondate. In questo capitolo andremo ad
analizzare le pi famose ed anche a scoprire la verit. Questo potr aiutare tutte le persone che hanno
dei dubbi sul tatuaggio e potr permetterti di eliminare le varie credenze che ti sono state inculcate
dalle persone che ti sono intorno che, molto probabilmente, non amano neanche lidea del tatuaggio.
Nei tatuaggi c LSD
Negli anni 70 e 80, questa era una vera e propria leggenda che si tramandava velocemente. In quel
caso si trattava di tatuaggi temporanei a forma di stella blu. Il racconto afferma che gli spacciatori di
droga avevano messo LSD, comunemente noto come acido, in questi tatuaggi per agganciare i
giovani e renderli dei tossicodipendenti. I media imbastirono ancor pi questa storia e le scuole
facevano girare dei volantini in cui tentavano di dissuadere i ragazzi dallutilizzare quel tipo di
tatuaggio.
Anche se questa leggenda prevale ancora oggi (e spesso venie attribuita anche alle figurine che
regalano fuori dalle scuole), non ci sono stati casi documentati in cui si dimostrata vera. Perci, se
questa diceria dovesse tramandarsi, eventualmente modificata, ed arrivare alle tue orecchie nel
momento in cui dici che vuoi farti un tatuaggio, sappi che non si tratta assolutamente di una verit.
Un tatuaggio dura per sempre
Questo un luogo comune che non reale al 100%. Poche cose nella vita sono permanenti come un
tatuaggio ma, tuttavia, la realt che i tatuaggi si sbiadiscono e non rimangono per sempre come
erano allorigine.
Ovviamente un tattoo non va mai realmente via, ma ad ogni modo, la durata del colore originale
dipende anche dalla bravura del tatuatore, dai prodotti a cui si affida e dal modo in cui tu lo andrai a
curare fino alla cicatrizzazione.
Perci, dire che dura per sempre non completamente esatto e farsi un tatuaggio non vuol dire che
non dovrai vedere mai pi un tatuatore perch ormai sei a posto. Dopo un tot di anni potrai infatti
decidere di andare a ripassarlo.
Un tatuaggio ti cambia la vita
Pu essere e lo possiamo pensare, ma in realt sarai sempre la stessa persona con in pi un disegno
indelebile che ti differenzia ulteriormente dagli altri. Un tatuaggio pu darti pi fascino, donarti pi
mistero. Se ha un significato personale e riflette chi sei, dove sei stato e dove stai andando, potr
essere un catalizzatore per apportare altre modifiche nella tua vita. Ma non ti cambier lesistenza (a
meno che tu non decida di tatuarti il viso, allora forse la tua vita cambier e soprattutto in ambito
lavorativo).
Spesso molte persone credono che tatuarsi sia un auto-affermazione, ma bene comprendere che
questo non un dato di fatto: questa potr essere solo una nostra scelta ma non un fatto oggettivo e/o
universale.

Se cambi idea, c il laser
Se non ti piace o se cambi idea puoi toglierlo Il senso questo. Ma importante non contare tanto
su questo come una seconda opportunit.
I laser non sono completamente efficaci nel cancellare i tatuaggi, soprattutto quando ci sono alcuni
determinati colori. Inoltre non sono il massimo nel ripristinare la pelle e riportarla al suo stato
naturale. Inevitabilmente, qualche debole quantit di pigmento rimarr e forse potr anche un po'
spaventare.
C da dire anche che questa viene raccontata come una leggera favoletta, ma non solo non una
soluzione efficace al 100%, si tratta anche di un trattamento pi doloroso e pi costoso del tatuaggio
stesso. Certamente, nel corso degli anni, sono state fatte numerose migliorie a questo tipo di
trattamento, ma ancora non perfetto. Inoltre la reazione cambia sempre da persona a persona.
Perci meglio non prendere in considerazione questa risoluzione e puntare solo sulla decisione
sicura di volere un tatuaggio sul proprio corpo.

Un tatuaggio solo un rito di passaggio.
Questa potrebbe essere la diceria fatta girare da qualche persona un po pi anziana. Non sempre si
tratta di un rito di passaggio (o semplicemente di un rito). A volte "solo un tatuaggio". importante
perci non vederlo come una moda ma come un qualcosa di pi profondo, anche perch un tattoo
non certo di passaggio!

Se fai un tatuaggio penseranno che
Ho voluto unire tutti i vari pregiudizi che girano intorno al tatuaggio ed a chi ne ha uno o pi di uno.
Alcuni di questi sono tuttora dei luoghi comuni.
Ecco cosa penseranno secondo le comuni dicerie: ti droghi, sei stato in prigione, appartieni ad una
gang Per non parlare di quando si dice: non troverai pi lavoro.
Sono solo leggende dovute anche al passato ed alla storia del tatuaggio (come abbiamo visto in
precedenza) che sono state tramandate di generazione in generazione. Ci sono ancora genitori e
nonni che lo dicono ma, come ho gi detto, un tatuaggio solitamente non cambia la vita o una
persona. Perci, se hai sentito queste storie sono solo storia e miti.

Se vai a tatuarti ti verr lHIV, lepatite o qualche altra brutta malattia!
Ci sono le norme, le leggi e le precauzioni. Certamente si pu incontrare un tatuatore che non rispetta
tutto questo, ma ormai praticamente impossibile: avrebbe gi smesso di praticare il suo mestiere.
Inoltre c da dire che, nei paesi "sviluppati", non c' mai stato un caso di trasmissione di AIDS/HIV a
causa di tatuaggi e ogni negozio segue correttamente le adeguate procedure di sterilizzazione.
Ogni buon artista ha un suo stile di tatuaggio, ma questo non significa che le norme non siano uguali
per tutti loro. Ovviamente importante informarsi e scegliere un artista del tatuaggio il cui
portafoglio di lavoro sia fluente, cos come le buone recensioni su di lui.

Chi bravo a disegnare, pu tatuare.
Non cos. Un talento artistico certamente aiuta con la composizione, il posizionamento, il colore e
la creativit nel concettualizzare i disegni, ma questo non abbastanza.
Fare il tatuatore un mestiere tanto tecnico quanto artistico. Se hai un artista-amico che pensi possa
essere in grado di disegnare un buon tatuaggio, permettigli di farti il disegno, ma non il lavoro.
Per fare un tatuaggio bisogna studiare, conoscere la meccanica di un tatuaggio e tutti gli strumenti da
usare e le procedure da attuare Altrimenti il loro lavoro potrebbe rivelarsi una indelebile macchia
informe sulla pelle.
Ci vogliono circa un paio di anni per acquisire o affinare la vera e propria abilit nel tatuare, e pi
tempo ancora per svilupparla davvero come artista capace di mettere in pratica le tecniche pi
avanzate in materia di tattoo. I grandi artisti del tatuaggio dicono che non smettono mai di imparare.
La pelle un qualcosa di incredibilmente vario: da morbida a dura, da chiara a scura Insomma, il
talento non basta ma ci vuole anche lo studio e lesperienza, e non tutti possono realmente farlo.

Si pu giudicare la qualit del tatuatore osservando delle foto.
Altra diceria. Lo stesso vale per i certificati, gli attestati ed i corsi di cui il tatuatore pu mostrare le
copie o gli originali appendendoli al muro.
Ovviamente, in assoluto, il modo pi efficiente per capire se hai scelto la persona giusta quella di
vedere di persona, e con i tuoi occhi, il suo lavoro. Non c alcuna foto che possa sostituire questo.
Perci bisogner fisicamente andare nello studio del tatuatore, parlare con lui e guardare il suo
lavoro sugli altri.
Unulteriore suggerimento quello di fargli delle domande: un vero artista professionista e
qualificato sapr rispondere a tutto. Gli artisti del tatuaggio che non se la cavano granch, non ti
invieranno n mostreranno le foto dei loro lavori mediocri o non riusciti, non credi?
Quindi, le foto potrebbero non essere di quel determinato tatuatore e quindi non corrispondere alle
sue reali capacit. Osservarlo sempre la soluzione migliore. Potrai anche chiedere informazioni
ma, il miglior modo resta comunque quello.

possibile ottenere un ottimo tatuaggio anche a buon mercato.
Onestamente, ogni volta che qualcuno si avvicina a noi vantandosi del tatuaggio a buon mercato che
ha ottenuto, mostrer quasi sempre un tatuaggio a buon mercato.
Cosa significa? Di diffidare di questa diceria. Pu capitare che sia cos ma, per la maggior parte delle
volte non lo e non dovremmo rischiare.
C poco da dire: un grande tatuaggio proviene dalle mani e dalla mente di un grande tatuatore, da un
professionista qualificato. Questi ultimi si fanno ben pagare.
Il consiglio sempre quello di trovare il tatuatore giusto, portarsi il disegno del tatuaggio che si
vuole e sentire il prezzo. Se non ci si pu permettere quella cifra in quel determinato momento, sar
bene rimandare: un tatuaggio rimarr su di te per tutta la vita e, come molte altre cose nella vita, chi
pi spende, meno spende. Conosci questo detto, no?

Un graffio o una sbucciatura su un tatuaggio in guarigione non danneggiano l'esito del lavoro.
Anche questo un mito bello e buono. In questo caso necessario prestare attenzione: un graffio o
una sbucciatura sono problemi che possono causare la perdita di pigmentazione in quelle zone.
Il tatuatore sar in grado di dirlo con certezza rispetto al caso specifico.

Applicare un sacco di unguento per la guarigione di un tatuaggio, lo aiuta a guarire pi
velocemente.
Questo un luogo comune ed un qualcosa che si potrebbe pensare con molta facilit. La verit, in
questo caso, che l'applicazione di troppo unguento per tatuaggi o di altre pomate similari, pu
causare dei problemi. La guarigione potrebbe ritardare, o addirittura potrebbero presentarsi delle
complicazioni perch la pelle non riuscir a respirare come dovrebbe.
D'altra parte, anche mantenere il tatuaggio troppo secco pu causare problematiche allepidermide ed
alla guarigione del tattoo. Quindi, la verit che ci deve essere solamente una via di mezzo tra questi
due: tutte le altre soluzioni non corrispondono n al vero n alla scelta migliore.

Per disinfettare gli strumenti, basta bollirli prima di fare il tatuaggio
Questo lo potevamo pensare quando avevamo solo quella soluzione. Adesso si tratta di una leggenda
lontana: ebollizione e disinfezione non sono la stessa cosa, e quindi non forniscono gli stessi risultati
e sicurezze. Un tatuatore professionista avr tutti i macchinari di sterilizzazione adeguati, nonch
sempre nuovi aghi.

Andare in una piscina clorata scolorir i colori del tatuaggio.
Il cloro non pu scendere sotto i primi strati di pelle come un ago e, di conseguenza, non pu
scolorire o dissolvere il tatuaggio. Tuttavia non una buona idea fare il bagno in piscina con un
tatuaggio che ancora non si cicatrizzato.
Con un tatuaggio, non si sar mai pi in grado di donare il sangue
In base a questo sono state effettuate anche delle ricerche e, secondo la Croce Rossa Americana, dopo
essersi tatuati in un negozio che utilizza una corretta sterilizzazione ed stato regolamentato, si sar
in grado di donare il sangue anche immediatamente.
In caso contrario, non si pu donare il sangue fino a un anno dopo il lavoro, ma non si tratta di un
qualcosa di definitivo a meno che non ci siano condizioni mediche che lo vietano ma che non hanno
nulla a che fare con il tatuaggio stesso.

Bere alcool o prendere unaspirina prima di farsi fare un tatuaggio aiuter ad alleviare il dolore.
Sia lalcol che laspirina sono in realt fluidificanti del sangue. Ci significa che questa non solo
una leggenda ma anche una scelta infelice e assolutamente sbagliata. Infatti, stato costatato che,
questo comportamento pu causare pi sanguinamento durante il processo di elaborazione del
tatuaggio. Ci potrebbe, a sua volta, portare anche ad ulteriori problemi riguardanti la guarigione o
l'intensit del colore.

Non si dovrebbe scegliere il colore rosso per i tatuaggi perch pi probabile che possa svanire o
che provochi una reazione allergica.
Anche questo un gran bel mito. Alcune persone possono essere allergiche a certi tipi di inchiostri e
questo vero, ma tuttavia il pigmento utilizzato specificamente nei coloranti rossi stato aggiornato
nel corso degli anni ed stato affermato che adesso tende a reagire meglio sulla pelle della gente.
Ogni tatuaggio che non viene adeguatamente effettuato e/o curato svanir o scolorir
indipendentemente dal colore scelto: questa la verit.

Farsi un tatuaggio pi doloroso di un parto
In realt, farsi tatuare fa male ma non produce di certo lo stesso tipo di dolore da parto. Sono due
dolori completamente differenti.
Il dolore di un tatuaggio sembra pi come sentirsi graffiare o pungere una brutta scottatura. Il parto
qualcosa di pi complesso e neanche chi ha gi partorito saprebbe descrivere chiaramente il dolore
che ha provato.

Un tatuaggio fa pi male se fatto con colori pi chiari piuttosto che con quelli pi scuri.
Mito! Questo equivoco deriva dal fatto che i colori pi chiari sono normalmente aggiunti a un
tatuaggio verso la fine di una sessione, quando la pelle gi irritata e aperta. Inoltre potranno volerci
pi rifiniture e pi ripassi, ma il tatuaggio sempre lo stesso.
Casomai, il livello di dolore pu cambiare a seconda della parte del corpo che si decide di farsi
tatuare, ma non certo dai colori utilizzati.

Avere un tatuaggio significa che non si potr essere pi in grado di sottoporsi ad una risonanza
magnetica perch l'inchiostro reagir alla radiazione e far gonfiare e scoppiare la pelle!
Questa assolutamente fantascienza al giorno doggi. Eppure questa leggenda gira ancora in alcune
parti del mondo.
Se l'inchiostro del tatuaggio poteva contenere alti livelli di metalli in passato, attualmente ci sono in
commercio dei pigmenti molto pi sicuri e che, soprattutto, non contengono pi metalli pericolosi
come il mercurio.
Nessun metallo nellinchiostro, nessuna reazione esplosiva durante una risonanza magnetica.

Durante un tatuaggi sanguinerai molto.
Questa leggenda in parte vera perch questo varia da persona a persona. In generale, la maggior
parte delle persone tendono a sanguinare almeno un po' mentre si fanno fare un tatuaggio. Tuttavia, a
seconda della lunghezza del tempo necessario, dell'area che viene tatuata e della quantit di
ombreggiatura effettuata dal tatuatore, ci potr essere poco o nessun sanguinamento.

Quando un tatuaggio vecchio diventa blu.
Questo vale solo per quei tatuaggi che sono stati creati 50 anni fa o prima ancora. Gli inchiostri usati
oggi hanno subito una costante evoluzione che li ha resi sempre migliori e duraturi. Adesso si
potranno sbiadire, ma il tatuaggio non diventa blu, a meno che non sia gi blu.

L'inchiostro del tatuaggio affonder nelle ossa!
Molti lo pensano ed alcuni genitori o nonni lo dicono per far cambiare idea ai figli e ad i nipoti.
Questo solo decisamente esilarante. L'inchiostro del tatuaggio, grazie allago, penetra in profondit
solo per quanto riguarda il derma della pelle e sicuramente non arriva a penetrare nelle ossa.
L'unico vero collegamento tra i tatuaggi e le ossa, sta nellorigine di questa arte: nellantichit, lo
strumento utilizzato per creare tatuaggi sulla pelle era fatto di ossa di animali o di zanne intagliate a
mano. Niente di pi.

Questo era un resoconto dei miti, delle dicerie e dei luoghi comuni che girano ancora sulla Terra.
Tuttavia stiamo andando oltre anche a questo, e la consapevolezza per quanto riguarda il tatuaggio sta
diventando molto pi solida e ponderata.
Ad ogni modo, se senti dire qualcosa che non torna riguardo a questarte, il consiglio di andare
direttamente a cercare la verit prima di farti impressionare inutilmente. In questo caso il web ti
aiuter molto e potrai trovare la risposta ad ogni tua domanda.
I tatuaggi devono essere sempre dispari.
Sbagliato questa storia nasce dai marinai che usavano disegnare ad ogni viaggio 3 tatuaggi sul loro
corpo, il primo alla partenza come ben augurante per il viaggio, il secondo all'arrivo a destinazione
per salutare la nuova meta raggiunta, il terzo a loro ritorno per ringraziare il mare che tutto era
andato bene e che finalmente erano di nuovo a casa. E' quindi chiaro che i tatuaggi seguono nella
leggenda i multipli di tre che come tutti sappiamo non sono per forza dispari. La storia che i tatuaggi
in numero pari porterebbero sfortuna sbagliata ed un invenzione dei tempi moderni che contano il
tatuaggio ritorno come il primo di partenza del viaggio successivo, in realt i marinai ripartivano
con il rito dei 3 tatuaggi da capo.
LA LEGGENDA DELLA CARPA CHE VENNE TRAMUTATA IN
DRAGONE.
In Cina e soprattutto in Giappone la carpa il simbolo del coraggio e della perseveranza.
Un'antica leggenda cinese racconta di una carpa coraggiosa e perseverante che riusc a risalire la
cascata situata sulla Porta del Drago, lungo il Fiume Giallo, superando ostacoli, spiriti malvagi e
sopratutto lo scetticismo delle altre creature che non credevano in lei e la invitavano a desistere prima
di morire per la fatica. Gli Dei, impressionati da tanto coraggio, vedendola giungere sfinita allo
stremo delle forze,la trasformarono in un grande drago.
Sotto forma di drago la carpa acquisisce il dono dell'immortalit ed divenuta il simbolo di chi
aspira a compiere grandi imprese e non teme di affrontare le avversit della vita. Questo percorso
iniziatico simboleggia il percorso dell'essere umano stesso che, se sviluppa in s costanza e
perseveranza, pu emergere dalle bassezze della vita e divenire erudito e cosciente di s, uomo
superiore







CAPITOLO 3:

TATUAGGI: RITI SACRI, RELIGIONE E GANG



Come hai visto, i tatuaggi hanno una grande storia, tante leggende e sono parte di numerose ed
antiche tradizioni. Tuttavia, molti sono interessati anche a farsi un po sconvolgere positivamente,
non solo dai fatti storici ma anche da aneddoti e collegamenti con varie religioni, riti e segni
contraddistintivi di gang. Questo capitolo stato quindi creato con lo scopo di farti vedere ancora
oltre il semplice disegno indelebile di un tatuaggio e per fare in modo che tu possa scoprire altre
curiosit e verit a riguardo.
Facciamo di nuovo un salto nel passato. In questo momento ti riporter nei periodi primitivi, dove i
tatuaggi avevano dei significati ben precisi
La pelle stata una delle prime tele per l'arte e per la concretizzazione dellimmaginazione. Nel
periodo della preistoria, venivano usati bastoni e altri oggetti appuntiti come primi pennelli e, in
questo caso, il tatuaggio stato la prima forma di scarificazione. Si ritiene che l'uomo preistorico,
attraverso dei fori intagliati nella sua pelle fatti con bastoni carbonizzati nel fuoco, creasse i primi
segni tribali. Questo veniva fatto per distinguersi e per unificarsi in una sola trib. Pi o meno lo
stesso concetto che venne usato in seguito per i riti e le gang.
Il tatuaggio coinvolgeva dolore, sangue e fuoco. L'uomo primitivo credeva che questi segni
potessero divenire sacri e potessero rilasciare forze vitali. Il sangue veniva anche associato con il
sacrificio agli Dei (noterai in seguito che queste particolarit possono confluirsi e materializzarsi
anche nei riti pi recenti). Il simbolo o lanimale che dava la forma al tatuaggio, era scelto per
portare una forma di protezione dagli attacchi di quello stesso animale o dal significato di quel
determinato simbolo.
Nel tempi, i tatuaggi sono stati utilizzati anche per scopi ancor pi incentrati sulla religione. Si diceva
che alcuni simboli fossero in grado di portare l'anima in allineamento con il proposito di Dio, che
potessero aumentare la virilit e la fertilit, e che potessero assicurare la conservazione del corpo
dopo la morte. Quindi, ben presto, non servivano pi solamente per delineare le gerarchie e ruoli
all'interno di una trib.
Parlando di religione e non solo, possiamo dire che il tatuaggio nella storia antica stato anche una
forma di arte funeraria. Infatti, sono stati rilevati alcuni reperti, risalenti al periodo tra il 4000 e il
2000 A.C., che ritraevano figure con marcature sulle braccia e le gambe che evocavano immagini
funerarie. Lo stesso stato visionato su alcune figure della tomba di Seti (1330 A.C.).
Sia nei tempi antichi che pi moderni, i popoli primitivi credevano che lo spirito o il corpo astrale
assomigliasse ad un corpo umano invisibile. Questo simile a molte credenze degli occultisti
moderni per quanto riguarda il corpo astrale. I tatuaggi venivano applicati in modo che lo spirito
ottenesse il permesso di passare nel mondo degli spiriti senza venir toccato da entit malvagie. I
popoli primitivi del Borneo credono che il tatuaggio giusto possa assicurare un pronto passaggio
verso l'altro lato della vita, nonch un'occupazione positiva garantita nel mondo degli spiriti.
Oggi, i tatuaggi sono ancora utilizzati per creare una connessione con lo spirito di un caro defunto e
di altri membri della famiglia. Questi tipi di tatuaggi sono diventati comunque pi rari, ma appaiono
ancora come cuori con le iniziali, lapidi con le iniziali dei genitori e vari simboli celesti (come le
stelle a cinque, sei e o sette punte).
Andando avanti nel tempo, abbiamo visto che l'aumento della religione cristiana e islamica ha portato
una battuta d'arresto per il tatuaggio in Europa e in Medio Oriente. Eppure, nonostante la diffusa
popolarit di questo credo religioso, i pellegrini nel Medioevo si facevano ancora dei tatuaggi una
volta raggiunta la Terra Santa, per dimostrare alla gente a casa che avevano effettivamente fatto il
viaggio. I sacerdoti copti che sedevano fuori dalle mura di Gerusalemme in attesa dei turisti,
mostravano questo tipo di marcatura. Solitamente questi tatuaggi erano solo una semplice croce, ma
alcuni pellegrini hanno optato per i simboli pi elaborati del loro viaggio, come le immagini della
uccisione della Piet o di San Giorgio Drago.
Anche i pellegrini musulmani, dopo aver visitato la Mecca e Medina, si facevano dei tatuaggi
commemorativi una volta tornati dai loro viaggi. Questi pellegrini musulmani credevano che, per
essere cremati dopo morte, sarebbero stati purificati dal fuoco prima di entrare in paradiso, e quindi
con questi tatuaggi mostravano che avevano fatto quel viaggio e che potevano essere perdonati. Da
tutto questo capiamo che anche quando si tratta di religione, le marcature sulla pelle venivano fatti a
dimostrazione di un qualcosa in particolare.
Come hai letto in precedenza, il tatuaggio, oltre ad essere collegato alla religione, stato pi volte
associato con la criminalit. Nell'antica Grecia e a Roma, gli schiavi venivano tatuati in quanto era un
modo per definire che non sarebbero mai potuti diventare dei cittadini, anche se erano comunque in
grado di acquistare la loro libert. Questo perch un tatuaggio stato visto anche come un fattore
degradante al portatore e non solo dimostrativo. In sostanza, in questo caso i tatuaggi sono segni
permanenti di colpa. Quindi non si parla pi di religione o di riti per mostrare la propria
appartenenza ad una trib.
Questo metodo distintivo usato ancora oggi, superando cos i Romani e/o i Greci. Si pu dire infatti
che esistono dei particolari tatuaggi che possono notarsi sui carcerati. Possiamo prendere in esempio
quello con scritto 1488.
Questi numeri, solitamente possiamo vederli su coloro che si trovano in qualche carcere americano.
Essi indicano la supremazia bianca oppure che si tratta di un detenuto nazista. possibile anche
trovare limmagine solo del 14 o del numero 88. Questo pu creare confusione, in quanto anche
una banda che porta il nome di Nuestra Familia utilizza il numero 14 per i propri tatuaggi di
riconoscimento.
Nel caso di suprematisti bianchi, il 14 rappresenta 14 parole. Le 14 parole sono una citazione di un
leader nazista di nome David Lane che dice: "Dobbiamo assicurare l'esistenza del nostro popolo e un
futuro per i bambini bianchi". L88, invece una scorciatoia per ripetere l'ottava lettera dell'alfabeto
due volte (HH), che rappresenta Heil Hitler. Questi tatuaggi possono essere trovati ovunque sul
corpo.
I tatuaggi, nonostante levoluzione ed il cambiamento di pensiero nei confronti di questarte, sono
ancora un punto d'onore tra i criminali di oggi e lo stesso vale anche per quanto riguarda le gang. Ma
gi da tempo venivano usati anche come marcature per i clan. Infatti, non sono state le gang moderne
a creare questo tipo di distinzione, accompagnato spesso da un rito. I popoli primitivi utilizzavano
gi i tatuaggi per determinare lappartenenza ad un clan. Questi marcatura tornata utile anche nel
corso del tempo per identificare un nemico da un amico durante una battaglia. Questi tatuaggi
potevano anche garantire che sarebbe stato nuovamente accolto in cielo insieme ai suoi amici, dopo
la morte.
Arrivando ad oggi troviamo soprattutto le bande giovanili, che sono da sempre istituzioni identitarie.
In realt, a volte si tratta di fabbriche che producono degli individui con una identit e tradizione
culturale ben definita. Spesso si entra in un clan solo per il fatto che i familiari sono parte di un clan.
Ogni gang, giovanile e non, ha un dinamismo istituzionale che permette di continuare a reclutare
nuovi membri per sostituire quelli che muoiono, che vengono incarcerati o che in qualche modo
lasciano il loro posto. Ci sono canzoni, stili di vita, confraternite, leggende e rituali che
accompagnano solitamente questo tipo di tatuaggi.
Generalmente, in questi casi, vengono scelte immagini come spine, croci, lacrime e vergini... Tutto
questo fa pensare paradossalmente alla religione, non vero? Infatti cos. In questi due fattori si
ricollegano: molto spesso le organizzazioni criminali di oggi sono legate alla religione perch sono
strettamente convinte che quello che fanno giusto. Non a caso molti boss e uomini donore
frequentano regolarmente la messa e, nei riti in cui vengono aggregati sono spesso presenti delle
figure sacre.
Tutte queste caratteristiche e sintomi di somiglianza, di coesistenza e concorrenza tra bande e la
religione possono essere contraddistinte proprio nei tatuaggi dei membri di una gang. I tattoo, in
questo caso, sono una versione pi indelebile di simboli religiosi emblematici, come la croce sulla
fronte dei cattolici nel Mercoled delle Ceneri, la lunga gonna delle donne pentecostali, la barba
indossata dai pi tradizionali musulmani, e i riccioli degli ebrei ortodossi.
I segni dei giovani delle gang sono incisi sulla loro pelle per sempre. Quei segni proclamano che
non c' alcuna possibilit di opzione di commutazione, e spesso si dice che lunico modo per lasciare
il proprio clan sia con il sangue, ossia la morte.
Il tatuaggio, in questo caso, simultaneamente profondo e superficiale. profondo, nel senso durer
per sempre. superficiale, nel senso che spesso lindividuo non sceglie limmagine che avr sulla
pelle, cos come non sempre pu scegliere se entrare a far parte di una gang oppure no.
Una domanda intelligente in questo caso : perch scegliere il tatuaggio e non optare per un
semplice patto di sangue o altro rito di iniziazione?
La scelta per la marcatura ha solitamente due ragioni. La prima la prova di ricevere il tatuaggio e
poter sopportare un dolore per il proprio clan. La seconda quella che si immortala nel gesto
iniettare un pigmento nella carne, per lappunto avere una marchiatura che dura per sempre, un
simbolo, una distinzione. Poi ovviamente ci sono i fattori del simbolismo (sostanzialmente religioso,
come abbiamo gi detto) e della scelta del colore del disegno stesso che massimizza il significato del
simbolo.
Se attualmente dovessimo prendere in considerazione unorganizzazione in particolare che usa il
tatuaggio come distinzione, sicuramente potremo scegliere la Stidda. Per chi non la conosce, si tratta
di un' organizzazione mafiosa che nata in provincia di Agrigento intorno alla seconda met degli
anni ottanta e fu fondata da due ragazzi di Palma di Montechiaro.
Questa organizzazione criminale caratterizzata da una suddivisione in clan o famiglie. Stidda
significa "stella" e molti dicono che proprio da questo deriverebbe la scelta della forma del tatuaggio
che li contraddistingue la cui locazione tra il pollice e l'indice della mano destra. Parlo al presente
perch, come sappiamo, quando si tratta di associazioni mafiose, probabilmente non ci sar mai solo
un passato da scoprire, ma molto pi probabile che la cosa continui allinfinito.
Dopo aver affrontato le origini del tatuaggio e delle sue distinzioni per quanto riguarda religione, riti
sacri, criminali e gang, io direi di passare ad una diramazione di questultima: i motociclisti. Anche
loro si dividono in gruppi ed anche loro solitamente si contraddistinguono per la scelta di una
particolare immagine tatuata.
In questo caso, il tatuaggio pu essere un semplice ornamento con significato riguardante la passione
appunto per le moto. Solitamente per un simbolo ed un tratto distintivo di un gruppo specifico.
Coloro che chiamiamo bikers o motociclisti, sono stati costantemente associati a dei tatuaggi a
partire dalla fine della seconda guerra mondiale. Molte volte si trattava di ex militari che tornavano in
patria sfoggiando i loro tatuaggi che probabilmente avevano fatto pensando sarebbe stata lultima
cosa che avrebbero fatto nella loro vita. Quello era uno dei periodo il cui il tatuaggio aveva perso un
po della sua credibilit e interesse in generale.
Dal 1960 in poi, in America, i motociclisti furono identificati come il gruppo pi associato con i
tattoo. In questo caso si tratta di uno stile e un contenuto particolare, in quanto si differenziava dai
tatuaggi pi classici e tradizionali. Questo perch la maggior parte dei disegni di quel tempo erano
in nero e fatti di linee non spesse. Gli altri tipi di tatuaggi erano spesso associati alla prigione. Infatti,
molti dei primi motociclisti (non ex militari) si fecero il loro primo tatuaggio proprio in galera.
Spesso i loro tatuaggi non avevano un collegamento con la propria patria, come i primi di cui
abbiamo parlato, ma preferivano dei disegni antisociali o anticonformisti. Solitamente, per,
preferivano immagini relative alla loro passione come quelle delle Harley Davidson, di motori, di
loghi o club specifici.
Altri optano tuttora per teschi o scritte come Fuck the World o Born to Lose. Anche le donne che
appartenevano ad alcune gang di motociclisti e sceglievano frasi come Live to Ride, Ride to Live.
Tutto questo era per determinare il loro credo nel senso di libert dal mondo o per
contraddistinguersi dalle persone omologate in un certo modo che la pensavano ad un certo modo
dei bikers.
Indipendentemente dal sesso del motociclista, solitamente i loro tatuaggi venivano fatti fare in zone
del corpo in cui si potessero mostrare con orgoglio e per dare unidea del loro distinto modo di
vivere gi dal primo impatto. Gli uomini sceglievano generalmente le braccia, la schiena, il torace, le
mani e a volte la testa. Le donne optavano per luoghi come il seno ed i fianchi, e anche loro per
braccia e schiena.
Il tatuaggio, per loro, rivelava un sistema molto esplicito per quanto riguarda il significato all'interno
di una specifica gang: coloro che non riconoscevano il messaggio, non appartenevano alla stessa
comunit di biker. Molti utilizzano lo stesso metodo e scelte anche oggi e apportano nella propria
vita molti dei comportamenti e stili di vita di quelli che erano i primi motociclisti.


CAPITOLO 4:

L'EVOLUZIONE DELLA TECNICA E


L'EVOLUZIONE DEGLI STRUMENTI

Per tracciare la storia della macchina del tatuaggio, dobbiamo fare una premessa. Abbiamo detto che
i primissimi tatuaggi venivano fatti con dei bastoni appuntiti o delle ossa. Questi erano i primi metodi
che sono stati tramandati ed andati avanti per tantissimo tempo. Tuttavia non abbiamo molte prove
riguardanti quello che successo dopo.
Sicuramente ci sono state varie evoluzioni, ma la prima da prendere realmente in considerazione
sicuramente quella creata dalla mente di Samuel O'Reilly con laiuto di una scoperta gi fatta: quella
di Edison.
OReilly si era reso conto che il progetto di Edison, con alcune modifiche, poteva diventare una vera
e propria macchina per effettuare i tatuaggi. Grazie a quellidea poteva essere tutto meno complesso,
pi veloce e anche meno doloroso.
Quindi necessario tornare un attimo agli inizi del 1800 per vedere una vera e propria evoluzione
abbastanza costante degli strumenti che servono ad un tatuatore e di tutti gli altri accessori correlati.
Ad esempio, anche le idee di Volta furono importanti, perch lui aveva sviluppato la batteria elettrica.
Tutte le prime macchine per tatuaggi ed i loro prototipi funzionavano a batteria.
Il principio elettrico di base dell'elettromagnetismo venne scoperto nel 1819 dall'inventore danese
Oersted, ed stato utilizzato in tutti i brevetti macchina del tatuaggio e nelle applicazioni pi pratiche
di macchine del tatuaggio successive a quella scoperta.
Cos arriviamo velocemente al 1876, in cui Thomas Edison, ha ricevuto il brevetto per il suo
dispositivo progettato per facilitare il carico di lavoro dei segretari di ufficio. Questo brevetto stato
per una macchina elettromagnetica di tipo rotativo che veniva alimentato batteria. La macchina era
stata progettata per fare stencil di lettere, volantini e cose simili. La penna dello stencil poteva fare dei
buchi in un documento e poi, con un rullo di inchiostro, potevano essere fatte altre copie
dell'originale.
La macchina per tatuaggi di OReilly, creata grazie a questo progetto di Edison, fu la prima macchina
per tatuaggi brevettata. Nel 1891, infatti, egli deposit il suo famoso brevetto e, anche se prima di
questo c'era stato un notevole sviluppo per quanto riguarda gli strumenti da tatuatore, mai nessuno fu
come il suo.
Questo metodo di trasferimento stencil ancora oggi utilizzato nella pittura. Non credo che bisogna
guardare troppo da vicino il disegno meccanico della macchina per vedere che potrebbe essere
facilmente adattato al tatuaggio. Basta semplicemente questa immagine Non molto simile a ci
che viene usato oggi per effettuare i moderni tatuaggi?
Samuel O'Reilly ha fatto certamente fare un salto di qualit alla storia del tatuaggio e dei vari metodi.
Probabilmente lui vedeva il futuro di questa arte ed facile capire che si trattava di una vera e
propria passione per lui. Cos, pens a lungo e poi apport solo delle piccole modifiche alla
progettazione di Edison: un nuovo disegno del tubo e laggiunta di un serbatoio per linchiostro.
Nel 1904, Charlie Wagner di New York City, ricevette anchegli un brevetto per una macchina
tatuaggio. Molti storici ritengono che O'Reilly stata una grande influenza sullo sviluppo di questa
macchina, non a caso Wagner stato il suo apprendista per diverso tempo.
Tuttavia, guardando il disegno del brevetto originale, si pu vedere che Wagner come O'Reilly,
aveva preso come base il progetto Edison. facile capire come primi inventori si possano essere
ispirati a Edison, le cui invenzioni hanno cambiato il mondo. Inoltre viveva nella stessa parte del
paese di O'Reilly e Wagner. Edison, in pi, viaggi dalla sua bottega fino a New York City per
mostrare le sue invenzioni al pubblico. Il suo lavoro era quindi ben noto e veniva preso come
esempio da molti. Wagner e O'Reilly avevano fatto un buon lavoro nellalterare quel progetto
nellambito delle applicazioni dei tatuaggi. Ma levoluzione non si ferm.
Nel 1929 Percy Waters di Detroit ricevette un brevetto sul design a cui la maggior parte della gente
pensa quando cerca di immaginare una macchina per tatuaggi. Waters, ad ogni modo, non fu il primo
inventore a lavorare su questo nuovo disegno. Purtroppo il vero nome del creatore si perde negli
annali oscuri della storia del tatuaggio.

Tuttavia, rimasta la macchina di Waters pur se lui aveva soltanto fatto un assist al vero creatore,
almeno per quanto si dice. In questo caso si trattava dello stile elettromagnetico delle due bobine
standard che stavolta erano state fissate in linea con il telaio. Altre modifiche includevano la punta,
linterruttore di spegnimento, e lutilizzo di un ago diverso e pi resistente.
Durante i molti anni della sua attivit di fornitura, Waters fabbricava e vendeva molti diversi tipi e
stili di macchine. Waters sembra essere stato l'unico precoce inventore della macchina del tatuaggio
che ha saputo trasformare il suo brevetto in oggetto commerciabile e personalizzato.
Nel 1979, per, tocc allinventiva ed alla creativit di Carol Nightingale di Washington DC.
Nightingale costru un dispositivo piuttosto elaborato, come
possiamo vedere nellimmagine. Alcune delle sue molte
alterazioni includevano la piena possibilit di regolare le bobine,
lutilizzo di diverse viti di contatto, diverse lunghezze per diversi
tipi di lavoro, e una barra di armatura ad angolo.
Si pu vedere che la macchina per il tatuaggio passata attraverso
molti cambiamenti negli oltre 100 anni da quando Edison ha
iniziato con la sua penna stencil.
Ad ogni modo, importante pensare che non importa quante
modifiche si apportino a questo tipo di strumenti: non ci sar mai
una macchina perfetta per ogni artista. Tutti gli artisti del
tatuaggio altereranno la macchina standard per soddisfare le loro esigenze e la perfette esecuzione
delle singole applicazioni.
Le macchine di oggi sono uno strumento molto personalizzato e frutto di tutti questi cambiamenti nel
corso del tempo. Sono costituite essenzialmente da:
un ago sterilizzato.
un sistema di tubi che incanalano il pigmento attraverso la macchina.
un motorino elettrico.
un pedale che controlla il movimento dell'ago.
Negli Stati Uniti e in Europa ci sono molti inventori che ancora stanno lavorando su nuovi progetti.
In teoria, ogni volta che, per quanto riguarda la progettazione, un miglioramento stato fatto, la
macchina tatuaggio evolve in uno strumento migliore.
A volte le modifiche non sono miglioramenti per tutti e quindi le applicazioni di queste modifiche
sono di breve durata. Questo quello che avviene in un qualsiasi nuovo sviluppo di un progetto: c'
un processo di tentativi ed errori e spesso, quello che sembra un miglioramento di una persona un
ostacolo per un altro. E quindi la ricerca continua.
Avendo parlato della macchina, vorrei anche dare qualche accenno su quelli che sono i ferri del
mestiere e di come sono cambiati nel tempo. Innanzi tutto sappi che nessun tatuatore, neanche il pi
talentuoso, pu tatuare senza tutti gli attrezzi necessari.
Gli strumenti del mestiere sono, nonostante qualche variazione, fondamentalmente gli stessi per tutti i
moderni artisti del tatuaggio. Cos come quando si creavano dei tatuaggi tribali tradizionali e tutti
utilizzavano sostanzialmente legni carbonizzati e un martelletto, oggi tutti gli artisti in questo ambito
utilizzano gli stessi strumenti, se pur personalizzati in un modo o nellaltro.
Ogni tatuatore responsabile sceglier i migliori strumenti per il proprio stile e budget. Il nucleo di
tutto, resta ovviamente la macchina per il tatuaggio. A seconda dello stile, ogni tatuatore pu usarne
una, o utilizzarne diverse. Molte delle macchine a bobina classici sono disponibili in variet liner e
shader, mentre le macchine rotative sono pi leggere e precise, e tendono ad essere pi complete. Ci
sono anche le macchine Coil che hanno una storia molto pi lunga, sono relativamente poco costose,
e sono un po' pi indulgenti rispetto alle macchine rotative.
Tutte le macchine del tatuaggio elettriche, oggi funzionano su corrente continua, e sono stati
realizzati degli alimentatori fatti appositamente per questi strumenti. Alcune di essi hanno dei
controlli aggiuntivi per la tensione, ed interruttori a pedale o per il controllo a mani libere.
L'alimentatore necessario ma dipende dalla macchina che si sta utilizzando. Alcune macchine
possono fondamentalmente solo essere inseriti nella presa della corrente ed essere pronte per l'uso.
Gli aghi sono parte integrante e fondamentale delle macchine per tatuaggio. Sono fatti per muoversi,
e sono disponibili in diverse modalit in base ai compiti diversi che si decide di svolgere e,
ovviamente anche in base allo stile del tatuatore. Naturalmente, quelli delle prime macchine erano
aghi per lo pi standard e non permettevano tutte le funzionalit e comodit di quelli che esistono al
giorno doggi. Alcuni sono ottimi per lombreggiatura e per colorare, e gli aghi pi stretti sono
praticamente universali.
Gli aghi per tatuaggio sono progettati sin dallinizio per forzare linchiostro sotto la pelle. Parlando
di inchiostri, possiamo dire che adesso sono molto pi sicuri e meno allergizzanti. I primi erano
costituiti da materiali diversi e, soprattutto, da metalli pericolosi. Quelli di oggi sono costituiti da
finissime polveri di pigmenti, da acqua, alcole, glicole propilenico o glicerina.
Non si tratta dellinchiostro che noi immaginiamo. Si tratta di una combinazione di pigmenti sospesi
in una soluzione. Purtroppo non esiste un vero modo per sapere esattamente che cosa c
nellinchiostro del tatuaggio, questo perch i produttori non sono tenuti ad etichettare gli ingredienti.
Inoltre, le ricette per alcuni inchiostri colorati sono segreti strettamente custoditi.
Alcuni ink possono contenere dei pigmenti a base vegetale. Dato che gli ingredienti nella maggior
parte degli inchiostri sono sconosciuti anche al tatuatore, difficile prevedere se si potrebbe avere
una reazione allergica all'inchiostro. Le reazioni sono rare, ma qualcosa da prendere in
considerazione per chi ha la pelle particolarmente sensibile. Tuttavia, la reazione pi comune il
prurito.
I pigmenti sono solitamente costituiti da varie sostanze chimiche, tra cui carbonio per il nero e vari
ossidi e/o sali metallici e per gli altri pigmenti. Gli inchiostri possono essere acquistati gi pronti
oppure possibile acquistare i pigmenti separatamente e mescolare il proprio prodotto.
Queste sono le principali componenti e strumenti coinvolti in questarte. Ovviamente ci sono anche
tutte le varie pomate, medicazioni, e strumenti di sterilizzazione che non devono mancare per il pre e
il post-tatuaggio. Un tatuatore ha davvero bisogno di tutto ci che un dentista o medico di sala
operatoria potrebbe aver bisogno per evitare problematiche varie riguardanti ovviamente igiene e
salute.
Possiamo dire che ovviamente non sempre stato cos. Durante la storia dei primi tatuaggi non
eravamo cos avanti. Perci i primitivi disinfettavano i loro strumenti con il fuoco e poi lasciavano
che la marcatura si cicatrizzasse da sola o, altrimenti, utilizzavano dei rimedi naturali (se non
nuovamente il fuoco). In seguito i nostri avi bollivano gli strumenti, poi sono passati alla
sanificazione con particolari prodotti, fino ad arrivare ad usare le procedure di sterilizzazione
medica che sono utilizzate e necessarie al giorno doggi.
Per quanto riguarda gli unguenti e pomate usate attualmente, si pu dire che da vario tempo si
consiglia la vasellina di qualsiasi marca. Tuttavia, molti tatuatori consigliano esplicitamente di usare
la Nivea. Perci ognuno di loro ha la propria esperienza, sa cosa va meglio, e sa cosa meglio usare
anche in relazione al tipo di strumenti ed inchiostri usati. Alcuni consigliano di mettere la pellicola
sul tatuaggio appena fatto, altri optano per lasciarlo libero. Ad ogni modo, questultima cosa dipende
anche dalla zona del corpo in cui viene effettuati il tatuaggio e dalla temperatura esterna.
In questa parte di storia ed evoluzione della macchina per il tatuaggio e delle correlate procedure, c
da dire anche che la rimozione del tatuaggio (pur se non dovrebbe essere presa in considerazione
come una possibilit sicura al 100%) stata sottoposta a costanti studi, ricerche, modifiche ed
aggiornamenti nel corso degli anni. Quindi anchessa ha una sua storia ed una evoluzione attraverso
la linea del tempo.
Partendo dagli inizi, diciamo che fin da quando gli esseri umani sono stati in grado di affinare gli
oggetti al punto in cui potevano tagliare anche la pelle, esistevano i tatuaggi e le prime rimozioni
fatte con questa crudele procedura.
I tatuaggi preistorici, per, non venivamo tutti rimossi. In quel periodo preferivano eliminarli
solamente dipingendoci sopra, e quindi creando un nuovo tatuaggio. Solo alcuni decidevano di
tagliare quella parte di pelle per formare un tessuto cicatriziale al posto della precedente immagine.
Andando avanti nel tempo, gli antichi credevano che i tatuaggi potessero essere rimossi con
l'aggiunta di vino, succhi di agrumi, aglio premuto sulla vernice, o anche applicando dello sterco di
uccello sulla zona tatuato. Rimedi del tutto infelici, e ovviamente non funzionanti. Per cui queste
credenze andarono ben presto a morire e si inizi a cercare nuovi metodi per effettuare una vera e
propria rimozione del tatuaggio, senza tagliare la pelle come facevano a volte gli uomini primitivi.
A quel punto, l'unico modo per rimuovere un tatuaggio, non considerando i metodi moderni e quelli
primitivi, poteva essere quello di utilizzare una qualche forma di abrasione per rimuovere
l'inchiostro.
Cos, durante il Rinascimento, quando i tatuaggi venivano applicati ai membri delle corporazioni,
eserciti e agli equipaggi delle navi, era estremamente doloroso rimuovere un tattoo, anche perch
non si tratta di un qualcosa di superficiale.

Utilizzavano un filo sottile che strofinavano sulla zona tatuata per irritare la pelle fino ad arrivare
all'inchiostro e rimuoverlo con pazienza e continuando a strofinare. Anche questo metodo portava
comunque quasi sempre alla formazione di una brutta cicatrice, oltre che al forte dolore durante e
dopo.
Non appena iniziammo ad avere nelle mani le prime nozioni di chimica, arrivarono anche dei metodi
alternativi per quanto riguarda la rimozione del tatuaggio. La scelta era di utilizzare l'acido
tricloroacetico al fine di bruciare la zona tatuata. Dal momento che questo rimuoveva solo lo strato
superiore della pelle, la maggior parte delle volte non lasciava un tessuto cicatriziale permanente: la
pelle ricresceva nel corso del tempo. Purtroppo, come puoi immaginare, questo metodo era ancora
estremamente doloroso, ed estremamente suscettibile alle infezioni.
Fortunatamente gli studi hanno continuato a procedere fino a quando si scoperto che, con lo
sviluppo di un determinato laser, possibile vaporizzare l'inchiostro che si trova anche negli strati
pi bassi della pelle. Infatti questo forse il migliore metodo che potessero inventare, consentendo
una rimozione del tatuaggio efficiente una volta che l'inchiostro diventa frammentato. Come ti ho
detto precedentemente, per, il risultato non sempre perfetto, soprattutto quando sono stati utilizzati
dei colori particolari durante lesecuzione del tatuaggio. Tuttavia si tratta di un processo meno
doloroso nel complesso e pi veloce rispetto a tutti gli altri metodi.
Una delle prime operazioni che utilizzavano la chirurgia laser per rimuovere un tatuaggio stata
registrata nel 1990 in Massachusetts al General Hospital. Da allora, la rimozione dei tatuaggi
esplosa in popolarit anche se il costo della procedura rimasto piuttosto elevato.








CAPITOLO 5:

PROCEDURE PER IL CONTORNO, IL


RIEMPIMENTO, LE SFUMATURE, LA
COLORAZIONE...

Il processo del tatuaggio potrebbe sembrare molto complesso, ma tuttavia non un mistero anche se,
come abbiamo gi detto, non una cosa da tutti. Nel caso pi semplice, si tratta solo dell'inserimento
di piccole quantit di inchiostro nella pelle, utilizzando la macchina con un ago scelto in base al tipo
di lavoro da svolgere. Durante tutto questo processo ci sono o possono esserci, una o pi o tutte
queste fasi.
Ovviamente, per una semplicissima scritta, potranno non esserci molte cose da fare. Quindi tutto
dipende sostanzialmente dal tipo di tatuaggio che si desidera (immagine, scritta, colori). Per
decidere come, quando e cose fare, ci vuole talento, tecnica, studi ed esperienze, in quando vengono
utilizzati degli strumenti ben strutturati e che bisogna conoscere a fondo, si potrebbe dover cambiare
lago e/o l'inchiostro pi volte durante il processo, e si dovrebbe sapere come impostare lesecuzione
del disegno.
Il primo passo nel processo di tatuaggio la selezione di un disegno. La maggior parte dei negozi di
tatuaggi hanno delle immagini pre-disegnate, chiamate anche "flash", tra cui si pu scegliere
tranquillamente. Ad ogni modo possibile (ed la scelta molto pi comune) portare limmagine
desiderata al tatuatore che sapr sicuramente cosa farne e come svilupparlo nel modo pi plausibile.
inoltre possibile trovare dei disegni online e inviarli al tatuatore attraverso i metodi tecnologici
preferiti. Alcune immagini sono disponibili gratuitamente. Alcune potrebbero essere in vendita. Ma
possibilissimo che ognuno di noi riesca a trovare ci che vuole senza dover pagare per il download.
Per chi vuole qualcosa di originale, potr semplicemente parlare con il tatuatore e creare un
immagine unica con il suo supporto, anche se non tutti offrono questa particolare disponibilit.
Alcuni scelgono il disegno di un amico, altri se lo creano autonomamente. Insomma, questa una
scelta molto soggettiva (anche se non detto che il tatuatore non voglia metterci del suo, questo
dipende da chi trovi).
Dopodich ci sar il momento della preparazione. La zona del corpo scelta per il tatuaggio sar
ripulita, di solito con alcool. Poi, tutti i peli verranno rimosso dalla zona in questione, tramite una
rasatura (ovviamente con un nuovo rasoio usa e getta, che sar gettato subito dopo l'uso). Questo
avviene perch i peli possono causare problemi, disagi o difficolt durante la creazione del tattoo.
Perci questo un passo fondamentale da fare, anche quando non possibile vedere i peli (perch
sono biondi, sottili, corti, ecc). In seguito, l'area sar pulita nuovamente per assicurarsi che sia liscia
e pronta per il trasferimento dellimmagine.
A questo punto verranno fatte delle prove per impostare la collocazione del tatuaggio. La maggior
parte degli studi di oggi usano una macchina meravigliosa per i loro stencil. Ci consente loro di
risparmiare davvero molto tempo che ci vorrebbe per il reale tracciamento del disegno sulla pelle.
Semplicemente, inserendo il disegno del tatuaggio nella macchina apposita, essa la trasferir in pochi
secondi su una speciale carta termica. Una volta che lo stencil sar pronto, sar il momento di creare
il trasferimento sulla pelle. Alcuni artisti, in questa fase, usano acqua o sapone per inumidire la pelle,
in modo da riuscire a trasferire il disegno in maniera migliore e farlo apparire pi scuro sulla pelle.
Quando la carta verr tolta dalla pelle, rimarr il disegno di quello che sar il futuro tatuaggio.
A questo punto, il tatuatore inizier con linchiostrazione del disegno sulla zona pre-disegnata. La
macchina per tatuaggi provveder a fare in modo che linchiostro penetri a dovere. Gli aghi si
muoveranno rapidamente su e gi (esistono vari settaggi di velocit in base al lavoro da svolgere),
un po' come fanno quelli di una macchina da cucire. L'artista guider gli aghi per creare prima delle
linee sottili o in grassetto.
Parlando pi in particolare delle varie fasi si pu dire che, soprattutto allinizio, verr utilizzato un
po'di unguento (solitamente vasellina) che permetter di mantenere il trasferimento pi a lungo, senza
accidentalmente strofinarlo e sbavarlo. Questo aiuter anche l'ago a scivolare lungo la pelle pi
agevolmente ed anche un modo per diminuire il dolore che la persona proverebbe durante
lapplicazione dellinchiostro. Dopo aver applicato l'unguento, sar il momento per la prima linea.
Si parte quindi con le linee effettuandole dal basso verso lalto, e da destra verso sinistra per
continuare a proteggere lo stencil. Bisogner farlo tenendo la pelle in tensione. Esiste anche una
inclinazione giusta da mantenere per creare delle linee: tra i 70 e i 75 gradi circa. Ovviamente
dipende anche dallo stile e dallesperienza del tatuatore.
Solitamente, si inizier delineando il contorno, passando poi al riempimento con il nero o i colori
e/o allombreggiatura o sfumatura. L'artista potr cambiare i tipi di aghi durante il processo del
tatuaggio, a seconda della necessit di linee sottili, di riempimento o di ombreggiatura. Inoltre
provveder a pulire larea ed a rimettere lunguento pi di una volta e al bisogno.
Nella prima fase, ogni tatuatore si accorger se la persona in questione nervosa o spaventata e
provveder a comunicarle di non trattenere il respiro e di cercare di rilassarsi. Il primo minuto potr
essere il pi difficile. Dopodich la pelle inizier quasi ad abituarsi e il dolore comincer a scemare
(anche se solitamente risale nelle ultime fasi di un tatuaggio la cui creazione richiede molto tempo).
Tuttavia si sa, farsi un tatuaggio fa male. Non c' niente da fare: il processo del tatuaggio coinvolge la
presenza di aghi che pungono la pelle centinaia di volte in modo da collocare l'inchiostro a dovere.
Quindi non ci si potrebbe neanche immaginare una sensazione diversa.
Il dolore comunque soggettivo: alcune persone provano solo un po' di disagio, mentre altre devono
stringere i denti. Dipende quindi dalla soglia del dolore personale, ma anche dalla posizione del
tatuaggio, e dallo stile utilizzato. Alcuni dicono che il contorno fa pi male, altri ritengono che il
dolore si costruisce nel tempo e che quindi la colorazione la parte pi difficile da sopportare. Ad
ogni modo, possibile chiedere una pausa in qualsiasi momento durante il processo di creazione del
tatuaggio. Tuttavia, un buon artista anche in grado di comprendere le varie reazioni della gente e
proclamare lui stesso delle pause.
Nella seconda fase, il riempimento, il tatuatore continuer a tenere la pelle in tensione, ma aumenter
linclinazione dellago portandola a 90 gradi. In questo caso potrebbe esserci il bisogno di utilizzare
dei colori (in base al disegno scelto). Per quanto riguarda il colore, importante che venga
applicato effettuando dei movimenti pi lenti e circolari, ma ancora dal basso verso lalto. A
questo punto sar possibile passare allombreggiatura e/o alle sfumature.
In queste fasi il tatuatore terr molto conto della velocit della macchinetta, potr cambiare ago e
dovr fare attenzione alla pressione che utilizza. Queste tecniche richiedono sicuramente abilit,
esperienza e molta pratica rispetto alle fasi precedenti. In pi, in questi casi, lartista potr diluire i
colori. possibile anche che cambi direttamente la macchina durante lintero processo, in quanto la
Liner uno strumento settato per creare le linee, e la Shader ottima per le sfumature. Questo accade
per il modo differente in cui lago colpisce la pelle.
Questo processo, in totale potr durare molto poco, un paio di ore, o anche diversi giorni di sessioni,
a seconda delle dimensioni e della complessit del progetto intrapreso.
Una volta che il tatuaggio finito e pulito, avr bisogno di essere trattato come una ferita. Quindi
verr dato sulla pelle uno strato protettivo di unguento per prevenire l'invasione di batteri presenti
nell'aria che possono causare infezioni. Successivamente sar applicata una benda. importante
mantenere questa benda per la quantit di tempo dettata dallartista. Questo ci porta al nostro ultimo
passo: la cura post-tatuaggio.
Alla fine del processo, normale che la zona intorno al tattoo sia gonfia e arrossata. Si potrebbe
anche vedere un po' di sangue, anche se il sanguinamento dovrebbe smettere abbastanza rapidamente.
In questa fase finale, il tatuatore sar in grado di dare delle istruzioni dettagliate. Probabilmente verr
anche consigliato di non stare al sole e di segnalare qualsiasi segno di infezione. Alcuni artisti
preferiscono indicare determinati prodotti o regimi personalizzati di cura post-tatuaggio. Solitamente
lo far verbalmente e, inoltre consegner un foglio con le stesse procedure scritte. fondamentale
ascoltare e seguire le istruzioni che vengono date.
Da questo punto in poi, la responsabilit di assicurarsi che il tatuaggio sia ben curato della persona
e non pi dellartista, che non potr essere imputato se si ottengono infezioni, perch non si sono
seguite correttamente e regolarmente le indicazioni.



CAPITOLO 6:

STILI E TRADIZIONI DEL TATUAGGIO


Come abbiamo detto, esistono diversi stili di tatuaggi e disegni del tatuaggio. Solitamente, questi
ultimi, rientrano in due categorie: azionari (a volte chiamati Flash) o personalizzati.
Quando si tratta di Flash ci si riferisce alle immagini che si vedono appese sulle pareti dei negozi dei
tatuatori. Di solito queste immagini sono costituite da disegni molto comuni e diffusi come ancore,
cuori, teschi, draghi, farfalle, crocifissi e altre immagini su cui molti puntano. Queste sono le
immagini che il tatuatore solitamente disposto a fare per un importo abbastanza forfettario.
I tatuaggi personalizzati sono di solito pi costosi in quanto richiedono sempre qualcosa in pi ed un
maggiore impegno da parte dellartista. In questo caso, si richiede all'artista di disegnare ci che si
desidera, si porta un'immagine o si chiede una combinazione di immagini che si vorrebbe
riprodurre sulla propria pelle.
Parlando invece di stili, si parla di un qualcosa che ha a che fare con il metodo di inchiostrazione
utilizzato dal tatuatore o per un singolo lavoro. Proprio come qualsiasi forma d'arte, i tatuaggi
possono essere espressi come disegni, dipinti, fumetti, caricature o addirittura come creazioni
aerografate. I tatuaggi possono essere classificati per questo in diversi stili, cos come la pittura pu
essere classificata in stili come impressionismo, realismo, cubismo, ecc.
Ogni stile incorpora specifici elementi artistici di cui molti non sono a conoscenza. Ogni tatuatore,
solitamente, propende verso un particolare stile, in base alle sue preferenze e/o abilit.
Quindi, ecco uno sguardo ai tatuaggi, non come ad una forma di ribellione, ad un pericolo per la
salute, o ad una dimostrazione di ego, ma ancora una volta li guarderemo attentamente come una
forma d'arte, cos come dovrebbe essere.
Quanto segue un riepilogo di quali solo alcuni degli stili pi utilizzati e preferiti dai tatuatori di
oggi, indipendentemente dalla parte del mondo sviluppata in cui risiedono e praticano il loro
mestiere.

Stile Nero e Grigio. Questo stile ha avuto origine nel sistema carcerario
d'America, dove era difficile ottenere dellinchiostro colorato per effettuare
dei disegni pi articolati, perci ci si arrangiava con linchiostro nero,
utilizzandolo puro o diluendolo. Questi tatuaggi hanno il tipo di calore e
profondit che di solito si associa ad un disegno fatto con il carboncino. Non
c molto da dire a riguardo, si tratta di immagini semplici o pi elaborate, al
quale per non vengono aggiunti dei colori particolari. Spesso contengono
sfumature come puoi vedere nellimmagine.


Stile Tradizionale. Questo stile di tatuaggio si riferisce ad un lavoro ch
caratteristiche come audaci contorni neri e ombreggiatura color pece
nera in contrasto, volendo, anche con dei colori molto vivaci. Lo
stile stato pensato alle sue origini: nelle basi militari negli anni
1930 e 1940. Questo stile usato tuttoggi ed utile per eseguire i
disegni pi semplici.



Stile Fine Line. In questo caso si tratta di
tatuaggi delicati, ma volendo anche molto
dettagliati, e di solito sono associati con lo
stile Nero e Grigio. Fine Line uno stile
anche spesso usato per esprimere una
rappresentazione realistica di un'immagine.
Tuttavia, chi sceglie questo stile, non dovr
optare per immagini troppo complicate, in
quanto nel corso del tempo l'immagine
potrebbe degenerare in una macchia o
un'ombra.




Stile Tribale. Quando si tratta di stile tribale, si parla di disegni
costituiti da sagome nere. La maggior parte di essi sono basati su
antichi disegni tribali. Un popolare mutazione moderna di questo
stile quella di modificare un design tradizionale in modo che
sembri essere un tribale. Quindi questo stile non solo dedito alla
reinterpretazione delle immagini del passato, ma anche a quella
delle immagini attuali e futuristiche. Questi tatuaggi sono di solito
abbastanza astratti, e mostrano rappresentazioni artistiche che si
compongono di una combinazione di elementi di design discreti,
quali punte, turbini, e spine. Lo stile tribale spesso usato per
accentuare una parte specifica del corpo. Non a caso, le donne preferiscono la zona dellosso sacro e
gli uomini scelgono le braccia.

Stile Realistico. Questi disegni sono di solito ritratti o paesaggi che imitano nel dettaglio una
specifica fotografia o immagine. Per lo pi sono fatti in bianco e nero, e ci vuole un vero maestro
d'arte del tatuaggio per emulare le immagini. Infatti, ti sar possibile notare in giro alcuni tatuaggi
che dovrebbe essere qualcuno ma ne hanno semplicemente la somiglianza. A volte questo stile
anche chiamato foto-realismo

ed il perch ben chiaro: basta osservare limmagine qui a fianco per capire
dai dettagli e dallaspetto che si tratta di una foto ed molto realistica.



Stile Orientale. Di solito lo stile orientale del
tatuaggio comporta l'uso come di una tela di
tutto il corpo o di una grande parte di esso.
Perci non vengono scelte delle singole
immagini da mettere qui e l. Le immagini
sono utilizzate spesso per tessere una storia o
un mito su un intero braccio o su tutta la
schiena. Di solito questo un lavoro molto
colorato e molto fantasioso, audace e
dettagliato. I tatuaggi orientali pi comuni
sono composti da draghi, fiori, pesci e altri
animali. Si tratta di una immagine dominante
e circondata da altre aggiunte artistiche, spesso anchesse colorati. Il tatuaggio orientale spesso segue
le regole della prospettiva della pittura giapponese che si preoccupa di simmetria e di equilibrio.
Anche i simboli in un tatuaggio giapponese hanno spesso significati pi profondi. Ad esempio, un
tatuaggio di una carpa rappresenta la ricchezza e la prosperit.


Stile Celtico. Questi tatuaggi sono fatti da spesse linee nere in grassetto e
da angoli acuti. Spesso comprendono creature mitologiche come ad
esempio i grifoni. Solitamente viene solo inchiostro nero per effettuarli.
Questo accade perch sono difficili da fare ed necessario affidarsi ad un
artista che si sia specializzato nello stile specifico. Si tratta di nodi
complessi che richiedono logica ed attenzione. Ne parleremo pi
approfonditamente in seguito.





Biomeccanico. Questo uno stile molto particolare che rappresenta dei tatuaggi che spesso
raffigurano macchine intrecciate con la carne umana. Un lavoro tipicamente biomeccanico potrebbe
rappresentare una mano umana, un braccio o un torace aggrovigliato con
pezzi di macchinari quali viti, ruote, ecc. Il risultato l'immagine di una
creatura che sembra met robot, met umana. Alcuni possono essere
davvero molto elaborati e quasi spaventosi.




Caricature e vignette. Questo stile di tatuaggio
noti per le linee audaci e riferimenti spesso
umoristiche dei tatuaggi classici. Anche questi non
sono semplici da fare ma molti tatuatori riescono a
cavarsela con grande abilit e ad inserire vari
colori. Spesso vengono fatti seguendo dei
particolari ideali politici.



Guardando i Tatuaggi del Mondo
Dopo aver guardato i vari stili di tatuaggio, guardiamo anche come il tatuaggio possa essere visto
diversamente nelle varie parti del mondo. Ogni stile ha una sua origine e motivazione.
Alcune tecniche di tatuaggio sembrano piuttosto barbare in confronto agli standard odierni, non solo
per il modo di farli, ma anche per il modo in cui sono visti ed usati. Ed in alcuni luoghi ancora
tuttoggi cos, nonostante le continue evoluzioni del mondo e della tecnologia.
Iniziamo con il dare un dato interessante. Tra i gruppi pi devotamente tatuati nel mondo, possiamo
segnalare la comunit di Ramnaamis. Essi sono sparsi attraverso gli stati indiani del Bihar e del
Madhya Pradesh. Si tratta di una setta quasi intoccabile che crede fortemente di aver trovato un
rifugio dal male grazie ai propri tatuaggi distintivi che portano il nome di "Ram" scritto in sanscrito
e ripetuto praticamente su ogni centimetro di pelle anche sulla lingua e all'interno delle labbra.
Tutto questo inizi durante il movimento riformista ind del 19 secolo, quando fecero arrabbiare i
bramini delle caste superiori, adottando abitudini brahminiche. Per noi sembrano cose senza senso, e
forse fuori dal mondo, ma per loro non assolutamente cos. Infatti, al fine di proteggersi da
questira iniziarono a farsi questi tatuaggi in tutto il corpo. Oggi sono circa 1.500 nella comunit
Ramnaami, ed ancora praticano questo rito doloroso, che tanto visto come una dimostrazione di
devozione, quanto come un talismano contro le persecuzioni.
Spostandoci da loro, possiamo notare come il tatuaggio sia molto spesso visto come un qualcosa di
religioso e come una protezione da ogni tipo di male.
Con una ricca tradizione e migliaia di divinit, l'induismo oggi la fonte di innumerevoli disegni del
tatuaggio. I tatuaggi raffiguranti divinit popolari come Shiva, Ganesha e Kali o simboli sacri come
l "Om", adornano la carne di ind e non ind. Alcuni dei modelli pi elaborati di questi tatuaggi
sono presenti sui corpi delle donne della trib Ribari di Kutch. I membri della trib nomade Ribari
vivono esattamente come facevano i loro antenati, e i loro tatuaggi sono dei simboli tangibili del
forte spirito del popolo e della preoccupazione e della fede nella sopravvivenza.
In molte parti del mondo i tatuaggi vengono utilizzati specificatamente come una protezione. Molte
culture considerano i tatuaggi proprio come dei veri e propri amuleti protettivi e, tali applicazioni,
continuano ad essere strettamente legate alle credenze religiose. Ad esempio le donne Ainu in
Giappone si tatuano con le immagini della loro Dea, che in grado di respingere gli spiriti maligni e
quindi di proteggerle da tutte le malattie. Gli iracheni, comunemente, sfoggiano un tatuaggio che ha
lo stesso scopo.
E ancora Un tatuaggio di Hanuman usato per alleviare il dolore tra le trib ind. Gli aborigeni in
Australia ritengono che i tatuaggi sulle braccia permettano loro di schivare i pericoli. I soldati in
Birmania, mostrano un tatuaggio sulle cosce per essere invulnerabili in guerra, e gli uomini
cambogiani si riempiono di tatuaggi credendo che funzionino come impermeabili per malattie e
proiettili.
Spostandoci un po Limmagine dei testi sacri buddisti uno dei tatuaggi preferiti in Thailandia,
dove si ritiene che questi abbiano dei poteri magici. Il processo di marcatura non avviene in maniera
semplice ma, addirittura, viene effettuato un rito di iniziazione conosciuto come il "Krob Kru. Il
devoto accende lincenso e prega. Il tatuatore utilizza una canna speciale per inscrivere il testo sacro
sul petto, sulla schiena e sulle braccia. Uno sciamano verifica quindi la potenza del tatuaggio, dando
ad ogni tatuaggio tre o quattro forti colpi di spada. In questi riti, chi si viene sottoposta al tattoo
spesso entra addirittura in uno stato di estasi o cade in una trance violenta.
Parlando di cose pi tranquille, in Nuova Zelanda, i Maori tatuavano il corpo al fine di rendere i loro
tatuaggi in stile Moko di fama mondiale. Utilizzando un piccolo strumento fatto di ossa, intagliavano
delle scanalature poco profonde ed intricate sul viso e sui glutei, ed in seguito ci inserivano il colore.
Grazie alla negoziazione con gli europei, sono stati in grado di rendere il metodo pi efficiente,
utilizzando strumenti di metallo al posto delle ossa.
"Moko", che significa colpire o toccare, la forma d'arte di lunga data che contraddistingue il
tatuaggio Maori. Questa forma d'arte stata praticata per pi di mille anni, e ha resistito il tempo ed
alla colonizzazione. stato utilizzata come una forma di identificazione riguardante il rango, la
genealogia, la storia tribale, l'ammissibilit di sposarsi, la bellezza e la virilit. I disegni Moko sono
stati da sempre finemente cesellati nella pelle. Le donne Maori hanno il permesso di tatuarsi solo
sulle labbra, intorno al mento, e, talvolta, vicino alle narici. Una donna con labbra carnose blu vista
come una donna molto bella.
Dal Sud Pacifico al Sud America, i popoli primitivi hanno anche delle abitudini che hanno a che fare
tatuaggi. Di solito, in molti di questi luoghi, la persona che viene tatuata viene allontanata dagli altri,
isolata dal sesso opposto e/o nutrita con una dieta speciale.
Continuando il nostro viaggio nella tradizione del tatuaggio, parliamo degli hawaiani. Molti di loro
si adornano con tatuaggi speciali. Una fila di punti tatuata intorno alla caviglia, per esempio,
considerata un amuleto contro gli squali grazie ad una storia antica in cui una donna che nuotava
nell'oceano era stata morsa da uno squalo. Quando la donna grid, lo squalo lasci andare, dicendo:
"Non voglio fare lo stesso errore, perch vedo i segni sulla tua caviglia.
Dai tempi primitivi ad oggi, gli hawaiani celebrano degli specifici riti per i tatuaggi. I disegni sono
associati ad ogni Dio e sono rinchiusi e conservati nei templi. Sono i sacerdoti che effettuano i
tatuaggi. Ogni sessione di tatuaggio inizia con una preghiera agli Dei (da decidere in base al
simbolo), che implora che l'operazione vada bene, che i disegni vengano stupendamente e che
funzionino in base al potere dellimmagine.
Nei mondi antichi e primitivi, i tatuaggi sono stati utilizzati anche come ciondoli d'amore. Spesso il
colorante usato per questi tipi di tatuaggi era costituito da ingredienti magici. Ad esempio, la tintura
viola che rappresentava il fascino, era preparata con una ricetta che comprendeva un luminoso
pigmento chiamato vermiglio, le pelli di una trota, e una lucertola maculata. Questo tatuaggio era di
solito un piccolo triangolo creato da tre punti, e veniva nascosto dagli abiti in modo che gli altri non
potessero identificarlo. Oggi gli equivalenti dei tatuaggi d'amore magici sono i nodi celtici, i cuori, il
simbolo di Venere e le dee dellamore.
Nelle culture asiatiche antiche, i tatuaggi erano spesso applicati per garantire la salute fisica a lungo
termine. Potresti infatti vedere dei tibetani che mostrano disegni chiamati ruote mantra tatuati sui
chakra (punti energetici), per aiutare il portatore del tatuaggio a raggiungere l'armonia fisica,
emozionale e spirituale. A volte i tatuaggi sono stati creati con tinture medicinali e segnati su punti
relativi allagopuntura del corpo, nel tentativo di curare i problemi di salute cronici e malattie.
In pochi culture scelgono di tatuarsi l'immagine di un Dio o di una Dea su una parte malata del corpo,
nel tentativo di guarirla. Come abbiamo detto, questo capita in India dove, il dio scimmia Hanuman,
stato tatuato sulle spalle slogate e non solo, e le donne Ainu tatuavano una dea sulla loro pelle in
modo che gli spiriti maligni di ogni malattia potessero fuggire in preda al terrore. Le donne Maori
che si tatuavano le labbra e il viso, lo facevano anche per evitare la cecit, ma non sceglievano
unimmagine particolare.
In alcune parti del mondo, i tatuaggi vengono fatti come portafortuna. Storicamente i tatuaggi sono
sempre stati pensati per portare fortuna a chi lo indossa. In Cina, si usa tatuare il proprio simbolo
astrologico, come ad esempio il maiale o il cavallo. Questo stato pensato appunto per portare
fortuna alla persona. Immagini di Koi, carpe o pesci rossi sono stati pensati per portare prosperit e
ricchezza al portatore.
Lo stesso accade in Birmania con i pappagalli tatuati. In Thailandia, invece, viene preferita la
pergamena che rappresenta Buddha nella postura della meditazione, e anche per loro il tatuaggio ha
questa ulteriore funzionalit. Tatuaggi come carte, asso di picche, e il dieci di diamanti, sono stati
indossati dai soldati americani in Vietnam per proteggerli contro la sfortuna e malattie veneree.
Abbiamo parlato dello stile celtico, quindi diremo anche qualcosa in pi riguardo ai tatuaggi celtici.
Nel 1980, questi tattoo divennero molto popolari, probabilmente a causa della popolarit delle
religioni pagane e Wicca tra i giovani. La maggior parte dei disegni celtici moderni provengono da
antiche pergamene chiamate manoscritti illuminati, che sono stati creati durante i secoli VI e VII.
Prima del VI secolo, questi antichi popoli spesso tatuavano o dipingevano i loro volti e corpi per
proteggersi dagli spiriti maligni e garantirsi la vittoria in battaglia.
Questa tradizione stato tramandati tramite i manoscritti celtici diffusi dalla Gran Bretagna,
dallIrlanda e dalla Scozia. Gli invasori vichinghi eventualmente modificarono molti dei disegni
celtici trasmettendo in essi la propria cultura, e spesso aggiungendo animali totem nei disegni di
interlacciamento. I nodi celtici sono "zoomorfi", il che significa che ogni filo del disegno si connette
o si muove a spirale in un altro filone.
Anche i tatuaggi orientali hanno una loro storia e tradizione. In Giappone, il tatuaggio raggiunse il
suo culmine nelle immagini del 18 secolo. I tatuatori giapponesi erano di solito anche artisti
xilografi dell'ukiyoe, che hanno semplicemente scambiato i loro strumenti di legno con lunghi aghi
appuntiti. Questo lungo processo giunto a produrre ci che noto come la forma d'arte del
tatuaggio tradizionale unico-giapponese, chiamato horimono. (Pi avanti andremo a conoscere i
simboli pi diffusi.)
Quando si parla di tradizione del tatuaggio, spesso si pensa ai marinai ed ai militari. Perch?
Il tatuaggio stato anche molto popolare tra i marinai che, dal 1600 al 1940, si facevano tatuare un
pollo su un piede e un maiale sull'altro, per proteggersi dalla morte per annegamento. Durante la
seconda guerra mondiale, il grande simbolo che proteggeva i marinai dallannegamento erano due
doppie eliche (una tatuata su ogni natica), il cui significa simbolico era farsi spingere a riva.
Immagini di uccelli azzurri inchiostrate sul petto sono stati spesso utilizzati per contrassegnare il
numero di miglia che un marinaio aveva percorso in mare. Ogni uccello rappresentava 5.000 miglia
in mare. Se un marinaio aveva navigato a sud oltre l'equatore, a volte aveva anche unimmagine di
Nettuno tatuata su una gamba. Se attraversava i confini internazionali, aveva il diritto di farsi tatuare
un drago.
Un tatuaggio di una Hula Girl, invece, significava che il marinaio era stato a Honolulu. Sui i corpi
dei marinai potevano vedersi anche biancheria intima femminile e calze in quanto essi
frequentavano questa zona nota per le sue birrerie e saloni di sesso. Tuttavia, i marinai optavano
spesso per immagini patriottiche e di protezione. A volte, insieme allinchiostro, veniva mescolata
della polvere, che si credeva possedesse dei poteri magici per quanto riguarda longevit e protezione.
I marinai avevano familiarit con i tatuaggi a causa della loro lunghi viaggi, perci portavano anche
su di s dei disegni esotici. Loro sono stati notevolmente in grado di influenzare e ampliare il
concetto del "tatuaggio" stesso. Quindi se ti capita di vedere queste immagini, adesso ne conosci il
motivo.
Ma adesso parliamo del tatuaggio chicano e del suo fascino. Questo nasce nelle zone povere
ispaniche e latine dellAmerica. stato sempre un po come una filosofia e parte dello stile di vita dei
gangster latino-americani. Per questo motivo non si tratta sicuramente di tatuaggi delicati: infatti
rappresenta uno stile duro e racconta in qualche modo lesistenza delle persone che lo portano.
I disegni tipici e pi comuni del tatuaggio chicano sono sicuramente le donne molto seducenti e i
soldi, ma anche occhi che piangono, oppure clown, teschi, pistole e carte da gioco. Alcuni
rappresentano invece delle figure religiose come la Madonna o le mani che pregano. Altrimenti si
parla di immagini di componenti della propria famiglia, di simboli precolombiani, o di statue e
monumenti del centro America.
In questo caso, potrai pensare che il teschio rappresenti la morte. Invece, per il tatuaggio chicano,
rappresenta la vita dopo la morte, ed ha quindi un significato di rinascita per chi ce lha.
Dopo aver fatto questo breve giro dei tatuaggi nel mondo, arriviamo naturalmente ai nostri: i
tatuaggi occidentali.
In alcuni luoghi non siamo molto avanti neanche noi per quanto riguarda la mentalit. Infatti, il
tatuaggio spesso uno dei peggiori incubi di una madre. Nel corso della storia americana ed
europea, i tatuaggi sono per lo pi stati considerati solo per i marinai, i criminali e, pi recentemente,
per le bande. Anche se tuttavia stato anche un prestigio per le classi sociali alte nel 1800, rimasto
un po di questo pensiero nelle convinzioni di molti. Ad ogni modo, nel 1990, linteresse per il
tatuaggio tradizionale e non tradizionale ha iniziato la sua risalita, ma rimane sempre una parte di noi
che non lo vede di buon occhio.
Oggi, molte altre persone scelgono un design particolare, non a causa del suo potere o del suo
significato religioso, ma perch semplicemente amano l'aspetto di questi disegni. I tatuaggi sono
presi in prestito da altre tradizioni, come pure quelle tra nativi americani e buddisti. Questi tatuaggi
vanno di moda tra i giovani, ovviamente, e non devono essere considerati come religiosi e sono
spesso offensivo per coloro che capiscono che la spiritualit non solo una decorazione. Infatti, noi
occidentali, spesso ammaliati dallimmagine, ce la facciamo tatuare senza considerare i vari aspetti
profondi del disegno stesso.
In realt dovremo fare pi attenzione a questo, soprattutto quando decidiamo di farci fare un
tatuaggio disegnato in una lingua sconosciuta. Qualche tempo fa, un uomo in Inghilterra si fatto
tatuare in Hindi il nome di sua moglie sul suo braccio. In seguito, ha incontrato alcune persone che
parlavano questa lingua. Essi hanno macchiato il tatuaggio e informato l'uomo che vi era un errore di
ortografia Perci in occidente, come puoi capire, a parte i significati personali e il conseguimento
delle mode, non abbiamo dei particolari o sacri motivi per tatuarci, un po come tutte le
popolazioni sviluppate.







CAPITOLO 7:

IL MERCHANDISING MODERNO E IL LAVORARE


CON I TATUAGGI
Un artista del tatuaggio progetta e applica delle immagini sulla pelle delle persone con inchiostri
indelebili ed aghi. Per questi motivi, non si tratta solo di una bellissima arte: il lato tecnico la fa
diventare un vero e proprio mestiere a tutti gli effetti, da imparare accuratamente, che implica lo
studio, ed in cui ci sono da seguire delle norme igienico-sanitarie ben precise. Non a caso, molte
volte in questo libro, ti ho detto che non tutti possono fare questo mestiere e un tatuatore non pu
avere solo il talento nel disegno.
I tatuaggi sono esistiti nella cultura umana da tempo immemorabile. Nel corso degli anni ci sono stati
aggiornamenti, cambiamenti e sono state create delle regolamentazioni che vanno seguite alle lettera.
Oggi, il tatuaggio ad un apice di popolarit, con molte celebrit, artisti e musicisti, sportivi e
persone che hanno deciso di farsi disegni semplici o anche impressionanti. stato spesso anche
oggetto di tab, ma con il tempo, questa cultura alternativa diventato sempre pi una moda, e quindi
c sempre pi bisogno di persone qualificate che facciano questo lavoro seguendo tutti gli studi e le
regole.
Molti tatuatori sono lavoratori autonomi e gli stipendi variano notevolmente a seconda della quantit
di lavori che effettuano. I mesi estivi sono tradizionalmente i pi trafficati.
Mentre prima, e ancora in alcuni popoli primitivi, per fare un tatuaggio non ci voleva tanta
esperienza, oggi diventata una vera responsabilit e ogni artista del tatuaggio, oltre ad eseguire i
suoi lavori con precisione, ha anche dei fondamentali doveri quotidiani da svolgere: pulizia e
sterilizzazione delle attrezzature e delle aree di lavoro, elaborazione di nuovi progetti e flash nel
tempo libero, aggiornarsi riguardo alle ultime mode nel mondo dei tatuaggi, incontrarsi con i clienti
per discutere dei loro desideri, aggiornarsi con le ultime procedure di salute e sicurezza
Come vedi non semplice e non si tratta solamente di disegnare. Inoltre, ti dicevo che un tatuatore
deve studiare. Infatti ci sono dei corsi appositi da poter frequentare e delle qualifiche da prendere.
In seguito, un Tattoo Artist, prima di diventare tale, ha bisogno di effettuare lapprendistato, che di
solito dura tra i 2 e i 3 anni. Solitamente, l'unico modo per farlo avvicinarsi ad un tatuatore
professionista e chiedergli esplicitamente se vuole seguirti, farsi osservare e aiutare il futuro artista
del tatuaggio.
Solitamente necessario che ogni apprendista si acquisti la propria attrezzatura e kit di
sterilizzazione. Inoltre, un apprendista generalmente non viene pagato per l'apprendistato e lavora
circa 6 ore al giorno per 6 giorni alla settimana. In questo periodo, potr imparare come utilizzare
gli strumenti per effettuare tatuaggi ed a conoscere le attrezzature (comprese quella per la
sterilizzazione e per l'imballaggio con lautoclave). Durante lapprendistato si impara anche a
preparare gli attrezzi monouso, i contenitori monouso di inchiostro, e si impara anche a smaltire
correttamente di aghi e i contenitori di inchiostro usati. Nel corso del tempo, gli verr assegnata
sempre una maggiore responsabilit, fino a quando potr tatuare e lavorare senza supervisione.
Una volta che lesperienza di lavoro stata accumulata, l'abilitazione alla professione deve essere
ottenuta dal consiglio comunale. Il problema che si deve lavorare ed avere l'esperienza per
ottenerne una. Ecco perch l'apprendistato necessario. Continuare a lavorare autonomamente senza
labilitazione, un comportamento che pu far incorrere un tatuatore in una penalit pesante.
Per quanto riguarda le fasi artistiche di un apprendistato, lapprendista inizier a lavorare su disegni
semplici, passando poi a lavori sempre pi complessi con laiuto dellavanzare della propria
esperienza. La maggior parte dei professionisti del settore che sono ora degli artisti del tatuaggio,
sono diventati completi ed hanno ottenuto labilitazione dopo circa 5 anni di lavoro a tempo pieno,
utili per creare una valida esperienza di lavoro e non solo.
Come vedi, ormai si tratta di un vero e proprio mestiere che, anche per il lato legislativo del lavoro
stesso, ha le sue regole e processi, proprio come un qualsiasi altro mestiere.
Ovviamente il fatto che lapprendistato non sia pagato, non significa che gli apprendisti vengono
sfruttati. Di solito, iniziano a guadagnare dai loro primi tatuaggi semplici in base al pagamento del
cliente. Perci, oltre che ad apprendere, riescono comunque a guadagnare qualcosa anche dai loro
primi lavori.
Dopo avere visto che tipo di iter consente ad una persona di diventare un tatuatore, andiamo a
vedere anche quali sono le abilit principali che fanno parte di questo mestiere.
Un Tattoo Artist esegue un lavoro molto specializzato sotto vari aspetti. Questo richiede davvero un
set unico di attributi, come ad esempio: un gusto per il design e la creativit, una mano ferma, una
passione per il tatuaggio e per le culture alternative, pazienza e dedizione, buone capacit
interpersonali, buona attenzione al dettaglio, natura empatica, e la capacit di trasformare le idee dei
clienti in una fantastica realt.
Queste sono tutte qualit importanti che ogni tatuatore dovrebbe avere. A parte la passione, tutte le
altre possono essere acquisite o affinate durante il periodo di apprendistato, come avvenuto per
molti. Un tatuatore deve quindi essere in grado di disegnare bene, ma anche di sapere quello che fa, di
non avere fretta, di riuscire a capire cosa provano i clienti che soffrono in silenzio (sar il momento
di fare una pausa anche se non me lha chiesto?), ecc.
Anche le condizioni di lavoro sono una parte del mestiere del tatuatore da non sottovalutare mai in
nessun caso. Un Tattoo Artist, di solito, lavora in uno studio o negozio di tatuaggi. Il luogo dovr
essere attrezzato e dovr avere dei libri di design, tutte le attrezzature di lavoro necessarie, spazi
dedicati al lavoro e spazi dedicati alla preparazione. Le attrezzature dovranno essere sterilizzate ogni
giorno e dopo ogni utilizzo. Inoltre ogni tatuatore dovr prepararsi gli inchiostri, se li ha comprati
da mixare. Ogni studio di tatuaggi deve anche essere registrato al consiglio comunale locale, per
poter aprire e lavorare regolarmente e tranquillamente.
Un tatuatore, di solito, lavora dalle 9 del mattino alle 6 del pomeriggio, o anche fino a pi tardi in
alcuni giorni. Una settimana di sei giorni molto comune tra coloro che fanno questo mestiere. Ad
ogni modo possibile anche lavorare la domenica se capita.
Ogni sessione con un cliente dura tra una e tre ore, a seconda del lavoro da fare (dimensione, stile,
complessit). A causa della natura permanente dei tatuaggi, una singola sessione richiede molta
concentrazione, perci il lavoro del tatuatore pu essere molto mentalmente faticoso. Inoltre, ogni
sessione allungata per le varie pulizie e medicazioni della pelle (inizio, fine e varie volte durante il
processo).
La natura artistica del lavoro, la variet di persone con cui si entra in contatto, e la sfida costante della
creazione, sono fattori importanti che rendono gratificante il lavoro quotidiano di ogni artista del
tatuaggio. Tuttavia, le ore sono lunghe e gli errori sono fuori questione, quindi un lavoro molto
impegnativo e non affatto un percorso di carriera facile.
Molta gente portata a pensare che fare il tatuatore sia un lavoro facile, o che addirittura non sia
neanche un mestiere! Tuttavia, come vedi e come vedrai in seguito, lo ed molto pi complesso e
pesante di altri lavori pi comuni. In questo caso davvero importante avere la passione, altrimenti
non sar neanche possibile fare i primi passi principali per arrivare ad essere un artista del tatuaggio.
Come avrai notato, la maggior parte dei tatuatori sono di sesso maschile. Ad ogni modo, attualmente
sta pian piano crescendo il numero di donne che si avvicinano a questo mondo ed a questa
professione. Cos come continua costantemente a migliorare anche la mentalit e la visione del
tatuatore da parte delle persone. Quindi, anche questo sta cambiando e, probabilmente, in futuro
vedremo molte pi donne fare dei tatuaggi e sempre molte pi persone che vorranno farsene uno.
Come dicevamo, per fare questo mestiere necessaria lesperienza, data in primis dallapprendistato.
Per ottenere una posizione come apprendista, bisogna anche dire che un potenziale datore di lavoro
vorr vedere la prova di capacit creativa. Quindi, da questo si capisce che il talento nel disegnare
bisogna gi averlo dallinizio, anche se solo quello non basta. Per fa parte delle basi principali per
iniziare, insieme alla passione per il tatuaggio. Molti tatuatori hanno un background proveniente da
altri campi dell'arte. Quindi, qualsiasi esperienza in graphic novel, creazione di loghi o altri tipi di
progettazione unutile partenza.
Per essere un datore di lavoro in un negozio di tatuaggi, il percorso da fare lungo. Sicuramente
sar necessario fare il consueto apprendistato e poi bisogner prendere labilitazione e cominciare a
lavorare e ad accumulare ancora esperienza. Poi, bisogner pensare a tutti i permessi che servono per
un negozio normale, pi a ci che serve per un negozio di tatuaggi. Inoltre, come succede spesso,
sar possibile iniziare a pensare di offrire, oltre al tatuaggio, anche altri servizi come ad esempio il
body piercing.
Ad ogni modo, con l'esperienza, un artista del tatuaggio pu costruirsi una base di clienti privati e
lavorare al domicilio dei clienti, invece che aprirsi un proprio studio.
Per quanto riguarda la progressione di carriera di un tatuatore, l'unico modo per farlo quello di
lavorare come apprendista, prendere labilitazione, lavorare e poi decidere se aprirsi un negozio. Il
percorso potr essere lungo, ma sar sicuramente soddisfacente ed emozionante per chi ama ci che
fa ed ha la passione ed il talento che serve. Molti tatuatori continuano ad aprire i propri studi, ed a
guadagnare soldi extra, affittando lo spazio ad altri tatuatori.
Molte volte, mi ritrovo a parlare con persone che non hanno la minima idea di come un tatuatore sia
arrivato ad aprirsi un negozio. Sicuramente il primo passo, come abbiamo gi accennato, stato lo
studio.
Gli artisti del tatuaggio, oltre ad avere lamore per questarte, il talento creativo e il desiderio di
lavorare con la gente, dovranno avere anche una licenza professionale o certificazione assicura che il
lavoro del tatuatore conforme alle norme sanitarie per l'applicazione sicura di un tatuaggio, e che
l'artista un tecnico capace. Questo dato dallo studio e dallapplicazione di alcune norme.
Perci, i tatuatori sono responsabili del mantenimento di un ambiente di lavoro sicuro e pulito,
dovranno indossare i guanti in quanto il contatto con le ferite e sangue ovviamente possibile,
effettuare la sterilizzazione delle attrezzature e garantire che tutte le superfici di lavoro siano
adeguatamente disinfettate per evitare la diffusione di qualche virus per via ematica (come l'epatite,
HIV e altre malattie infettive trasmissibili).
Ovviamente un tatuatore dovr imparare tutte queste cose Non pu semplicemente arrivare la
mattina, accendere lautoclave per sterilizzare senza sapere cosa sta facendo, e non pu di certo
pulire il suo studio con un semplice spruzzino pulitutto. Quindi, come vedi, si tratta di molto di pi
della responsabilit della lavoro sulla pelle di una persona. Anche lambiente e gli strumenti hanno
bisogno di essere trattati in maniera adeguata.
Anche se si parla quindi di istruzione, tuttavia non vi alcun protocollo nazionale che deve essere
seguito per diventare un tatuatore professionista, ed i requisiti di licenza di Stato e di certificazione
variano in giro per il mondo. In generale, i tatuatori guadagnano una licenza basata sul
completamento di un programma di formazione e superamento di un esame che misura la loro
capacit di comprendere e seguire le norme igienico-sanitarie formalmente istituite, nonch i vari
protocolli di sicurezza.
Perci non si tratta solo di avere la capacit creativa nella progettazione o dell'applicazione del body
art: queste sono cose che non verranno valutate al corso di formazione, e su cui un tatuatore dovr
lavorare durante lapprendistato.
Durante lesame cercheranno praticamente di capire se la persona abbastanza responsabile al punto
da non mettere mai a rischio la salute delle persone con cui potr ritrovarsi a lavorare. In base a
questo, in genere, gli artisti del tatuaggio sono tenuti ad avere almeno 18 anni di et.
In seguito, ogni tatuatore autorizzato o certificato potrebbe aver bisogno di rinnovare le proprie
credenziali ogni tot di anni, e di effettuare un corso di primo soccorso. Alcune applicazioni per la
concessione di licenze o altre credenziali statali possono richiedere la presentazione di una
fotografia, impronte digitali e la storia personale, in modo che possa essere eseguito anche un
controllo dei precedenti penali. Pu anche essere richiesta una prova di addestramento.
Arriviamo ad approfondire la parte estremamente importante del mestiere, quella che da tantissime
responsabilit in pi ad ogni artista del tatuaggio: le norme igieniche.
I tatuatori effettuano delle procedure che coinvolgono la penetrazione cutanea. Questultima
comporta il rischio di infezione. In base a questo fatto, sono state originariamente create le prime
norme per i tatuatori, conformi al regolamento di sanit pubblica, che poi sono aumentate e diventate
ancora pi rigorose nel corso degli anni.
Inoltre, tutte le procedure che comportano la penetrazione cutanea comportano un maggiore rischio
di diffusione e contagio di malattie. Questo accade perch i microrganismi (germi) possono
facilmente entrare nel corpo quando la barriera cutanea rotta. I microrganismi presenti su strumenti
sporchi che penetrano nella pelle e, tanto tempo fa, hanno causato delle epidemie di malattie come
l'epatite C e B. La maggior parte delle epidemie si sono verificate quando ovviamente sono stati
utilizzati degli aghi contaminati. A causa di questo rischio, stato deciso che gli aghi non devono
assolutamente essere riutilizzati.
Da questo derivano anche le norme sulle sanificazioni dellambiente di lavoro e non solo per quanto
riguarda gli strumenti. Non a caso, in precedenza, ti ho detto che il tatuatore deve praticamente avere
le stesse accortezze igienico-sanitarie di una sala operatoria ed effettivamente meglio cos!
Abbiamo parlato dellinizio della carriera, dello studio, della passione, della formazione, della
norme Adesso parliamo velocemente di quello a cui deve pensare un tatuatore professionista che
vuole aprirsi un negozio. Certamente abbiamo detto dei permessi, ma ci sono in ballo anche altri
fattori.
Mentre nellantichit (o per alcuni popoli primitivi ancora esistenti) lambiente in cui si effettuavano
dei tatuaggi era uno qualsiasi e/o era scelto in base a credenze varie (e lo stesso valeva per il
tatuatore), attualmente ci sono una serie di criteri precisi da seguire prima di poter iniziare ed aprire
il proprio negozio o studio.
Innanzi tutto, il fondo deve essere conforme ai requisiti comunali, cos come succede anche per le
altre attivit.
Guardando allinterno, il negozio ha bisogno di possedere alcuni requisiti fisici che, se non
presenti, bisogner fare qualcosa per rimediare. Infatti, la finitura di tutte le superfici all'interno dei
locali dovr essere realizzata con materiali che possono essere facilmente puliti. Questo
importantissimo ed come una estensione delle norme igienico-sanitarie di base che un tatuatore
deve seguire.
In pi, il pavimento deve essere antisdrucciolo, lilluminazione dovr essere adeguata, cos come la
ventilazione. Ogni locale in cui dovr esserci uno studio di tatuaggi dovr essere adeguatamente ed
assolutamente dotato di:
Un lavabo situato nella zona di trattamento che abbia una fornitura di acqua potabile
(calda/fredda).
Un lavabo separato che ha una fornitura di acqua calda pulita per attrezzature per la pulizia.
Per quanto riguarda le cose di cui un tatuatore non potr fare a meno, oltre che alle attrezzature per
tatuaggio, sicuramente dovr esserci: un detergente per le mani a base di alcol, degli asciugamani
monouso e/o un essiccatore automatico, guanti monouso, biancheria pulita e camici o grembiuli che
siano appropriati per le procedure da svolgere.
Ovviamente non dovr mancare il metodo ideale per smaltire i rifiuti. Questo sembra un fatto
scontato e banale, ma in realt smaltire aghi usati non uguale allo smaltire la spazzatura di tutti i
giorni. Perci, anche in questo caso ritorniamo a pensare al fatto che un tatuatore dovr avere le
accortezze di un chirurgo!
Come avrai capito, il lavoro del tatuatore un mestiere che richiede tantissima attenzione e tantissime
responsabilit. In base a questo non finita! Infatti, unartista del tatuaggio tenuto anche ad
assicurarsi che qualsiasi attrezzatura situata presso i locali sia in un buono stato di funzionamento, sia
pulita e asciugata dopo l'uso. Inoltre gli inchiostri vanno conservati in un luogo pulito ed asciutto, e
la sterilizzazione deve essere effettuata rigorosamente in conformit con le norme sanitarie relative
al trattamento di strumenti medici e chirurgici riutilizzabili.
Per prevenire la contaminazione incrociata, tutti i liquidi, creme, inchiostri e pigmenti devono essere
travasati in contenitori monouso, e un applicatore monouso deve essere utilizzato per una sola
persona che si sottopone alla procedura (senza doppia immersione). Ogni confezione sterile
dovrebbe essere aperta solo prima di iniziare il trattamento
Anche l'igiene personale dei tatuatori non viene sottovalutata. Ogni artista dovr avere un abito pulito
o grembiule e usare guanti monouso. Tuttavia, nonostante questo, egli si dovr lavare le mani prima
e dopo ogni cliente e se presenta tagli o ferite, dovr coprirli con una benda impermeabile e sigillata
a dovere.
Ci sono anche altri requisiti da seguire, anche se quelli che ho menzionato potrebbero gi sembrare
tanti. Ma quando si tratta di sicurezza, salute ed igiene, il lavoro da fare non mai abbastanza. Ad
ogni modo, ogni tatuatore che non rispetta le norme, potr incorrere in tasse e sanzioni molto
elevate, se non peggio.
Il processo ed il mestiere del tatuatore, sono quindi molto complessi e composto da vari passaggi.
Perci, chi pensava che fare il tatuatore fosse un lavoro semplice e fine al tatuaggio stesso,
sicuramente si sbagliava.

CAPITOLO 8:

I SIMBOLI CLASSICI DEI TATUAGGI



Abbiamo fatto un lungo percorso attraverso la storia di questa arte, levoluzione, le procedure, gli
stili, le tradizioni e tutto quello che racchiuso nel mestiere del tatuatore.
Come hai potuto vedere esistono delle immagini che sono state in qualche modo tramandate e
spesso modificate e/o rivisitate in chiave attuale. Perci ci sono dei simboli e disegni classici che
vediamo e rivediamo costantemente. Perch? Naturalmente molte persone se le fanno solo per il
fattore estetico, ma ci sono anche coloro che lo fanno per il significato. Perci, giusto avere una
consapevolezza pi approfondita riguardo ai simboli classici, in modo tale da sceglierli con pi
profondit.
Ti sei mai chiesto quale sia il significato che sta dietro il tatuaggio di una persona? Beh, diciamo che
questo, almeno per quanto riguarda noi occidentali non accade spesso, in quanto noi tendiamo a
vedere il tatuaggio pi come una moda. Tuttavia ho intenzione di aprirti gli occhi, di incuriosirti e di
aiutarti ad imparare il significato tradizionale (o i significati) che sono nascosti dietro a questo vasto
assortimento di diversi tatuaggi che sono quelli pi comuni e diffusi nel mondo.
Naturalmente, ognuno pu certamente anche avere i suoi significati personali attaccati ai propri
tatuaggi. Perci mantieni questo in mente, in modo da non dare per scontato il fatto che nessuna di
queste risposte sia definitiva. Pensa perci a loro come una sorta di linea guida.
Iniziamo da un qualcosa di tipicamente femminile
La farfalla. Questi insetti simboleggiano una metamorfosi, un cambiamento, una rinascita e la
bellezza. No a caso noto il fatto che un bruco pu entrare in un bozzolo e riemergere come una
splendida farfalla alata. Questo tatuaggio viene anche fatto pensando allidea di libert, cos come il
volare pu dare questa determinata visione. Tuttavia, nella tradizione giapponese la farfalla vista
come la rappresentazione dell'anima di qualcuno e quindi pu avere un significato ancora pi
profondo. La parola greca per farfalla si traduce nella liberazione dell'anima. Per i cinesi, invece,
vedere due farfalle che volano insieme sono un simbolo damore. Tutti significati molto belli e
profondi che comunque vanno a riversarsi in: metamorfosi, cambiamento, rinascita, anima, amore,
libert e bellezza. Pensarli tutti insieme rendono sicuramente il significato di questo tatuaggio ancora
pi bello.
Il leone. Ovviamente, unimmagine come questa non pu essere vista che come una fonte di forza,
coraggio e protezione. Questi animali sono noti per le loro abilit di caccia e per la ferocia. Queste
creature che comandano sono una parte integrante di molte leggende e miti di tutto il mondo. Per gli
antichi egizi, ad esempio, sono stati la rappresentazione delle divinit della guerra. La leonessa
conosciuta per i suoi attributi forti e femminili, e per la protezione dei propri figli che porta avanti in
maniera aggressiva. Nella religione ind Vishnu, il leone una delle cinque forme primarie di Dio
(met leone e met uomo). I leoni sono spesso visti anche sotto forma di statue e posizionali di fronte
ai palazzi imperiali in Cina come simboli di protezione. Perci, sinteticamente, il leone e la leonessa
sono tatuaggi comuni che simboleggiano, con la loro immagine, fattori importanti come coraggio,
forza e protezione.


La tigre. Questo altro bellissimo animale spesso presente nei tatuaggi e fa parte delle immagini pi
diffuse, anche se non tanto quanto il leone. Nella tradizione cinese, limmagine della Tigre
rappresenta coraggio, regalit, ed uno dei 12 animali del loro Zodiaco. sostanzialmente il rivale
del Drago cinese. Quando si tratta di tigri bianche, il significato corrispondente ad uno dei quattro
simboli delle loro costellazioni. Nel Buddismo la tigre una delle tre creature insensate che
simboleggiano la rabbia. La tigre l'animale nazionale della Corea del Sud, della Malaysia, del
Bangladesh e dellIndia. Come vedi pu avere molti significati, ma quelli principali sono sicuramente
la potenza, il coraggio, laggressivit e la forza.


Laquila. Questi uccelli regali e rapaci, vengono utilizzati come simboli nazionali in molti paesi
dell'Europa orientale, in Messico, in India, in Egitto, in Armenia e negli Stati Uniti. L'aquila e le sue
piume sono importanti anche per i popoli indigeni delle Americhe. Per tutte queste ragioni, un
tatuaggio che raffigura un aquila visto come un simbolo e come una fonte di potere. Questi tatuaggi
possono variare in dimensione e colore e si trovano davvero in tutto il mondo, genericamente
mostrando nazionalismo e potere.


Il lupo. Questultimo conosciuto anche come "okami" o "grande dio" per i giapponesi. In Giappone,
molti santuari sono dedicati al lupo, per chiedere di proteggere le colture da cinghiali e cervi. Alcuni
miti Navajo vedono il lupo come un essere estremamente mistico che ha a che fare con gli esseri
umani fondamentalmente sotto mentite spoglie. Nella mitologia romana una lupa ha salvato la vita di
Romolo e Remo, fondatori di Roma, quando sono stati abbandonati. I lupi sono usati da sempre per
simboleggiare l'avidit e la distruzione in tutta la Bibbia. Quando si tratta di tatuaggi, questa
immagine significa sostanzialmente lealt, avidit e distruzione.


La scimmia. Questo animale stato spesso visto come una creatura maligna ma, in seguito, anche
come un essere vivace e divertente con caratteristiche molto infantili. Per i buddisti la scimmia
rappresenta un'incarnazione precoce di Buddha, che simboleggia l'inganno e la bruttezza. La scimmia
anche una delle tre creature insensate che nella tradizione cinese simboleggia l'avidit. "Le tre
scimmie sagge, Mizaru, Kikazaru e Iwazaru (quelle che molti hanno riportato nel detto non vedo,
non sento e non parlo) sono parte del folklore giapponese. Quando si tratta di tatuaggi, solitamente
indicano inganno, malizia e divertimento.


Il drago. Il drago il quinto animale dello zodiaco cinese. La parola deriva da un termine greco che
significa enorme serpente d'acqua. Nella tradizione europea il drago stato visto come un serpente
che viveva in una grotta e come una creatura con poteri mistici da conquistare e della quale avere
timore. Per quanto riguarda le tradizioni asiatiche, il drago stato utilizzato come simbolo di potere
per gli imperatori, ed associato con la saggezza e la longevit. Solitamente, significa potenza e
misticismo.


Il delfino. Questo mammifero molto dolce e amato molto apprezzato dalle persone. Tuttavia, oltre
che nel famoso telefilm, veniva rappresentato nel retro di antiche monete greche che raffiguravano
un piccolo ragazzo sul dorso di un delfino. NellInduismo, avvistare un delfino mentre ci si trova su
una nave, stato spesso visto come un segno di buon auspicio. Non a caso, solitamente, il significato
di questo simbolo comune fortuna, amore, protezione e saggezza.


La pantera. Questo stupendo felino stato reso popolare come tatuaggio dal pioniere Amund Dietzel
(1890-1973). Questi grandi gatti neri hanno diversi significati a seconda del periodo di tempo al
quale ci si riferisce. Innanzitutto stato utilizzato per i tatuaggi perch la fluidit e la forma
dell'animale si integra molto bene con lallineamento dei muscoli del corpo umano. In seguito, con
l'ascesa del partito delle Pantere Nere nel 1960, l'animale divenuto un simbolo che rappresenta
l'orgoglio ed il potere.


La ragnatela. I ragni tessono le loro ragnatele per intrappolare e imprigionare le prede. Perci d un
senso di restrizione ed imprigionamento. Pensando a questo, possiamo dedurre tranquillamente che i
tatuaggi che rappresentano delle ragnatele sono ricollegati comunemente ai carcerati, e spesso infatti
sono usato come simbolo della quantit di tempo trascorso in carcere dagli ex-detenuti. Perci sta a
significare prigionia e tempo.
Lancora. Questa una immagine molto comune che, solitamente, veniva scelta dai membri della
Marina per simboleggiare il tempo trascorso all'estero. Molte persone scelgono di tatuarsi ancora un
ancora se fanno parte tuttora della Marina, se lavorano in mare e se amano il mare. Alcuni lo
scelgono solo perch gli piace e spesso viene adornato con fiori o altre espressioni artistiche.


La sirena. Questa unimmagine tipicamente femminile, ma ci non significa che una scelta solo
delle donne. Infatti, al contrario, erano molti i marinai che si facevano tatuare queste bellissime
creature mitologiche che hanno il corpo di un essere umano e la coda di un pesce. Nonostante la loro
bellezza, si pensava che loro rappresentassero un pericolo per gli uomini di mare: la leggenda vuole
che le sirene attiravano i marinai alla morte, presentandosi inizialmente come unimmagine
provocatoria e come una forma di distrazione. Questo tatuaggio un sinonimo di Old School e
bellezza.


La rondine. Tutti sappiamo cosa si dice delle rondini: che vanno via allinizio dellinverno e tornano
allinizio della primavera. Anche se in molti posti sono diventate un mito, in quanto non pi cos
facile vederle, per i tatuaggi non cos. Infatti si tratta di una delle immagini e simboli comuni. Per i
marinai che vedevano un simile uccello significava che la terra era nelle vicinanze. In base a questo,
le rondini sono spesso usate come tatuaggi per indicare quanti anni un marinaio stato al mare.
Questi uccelli possono anche avere una connotazione romantica, in quanto le rondini, se si
accoppiano, si accoppiano per la vita. Questo tatuaggio pu indicare che una persona stata arruolata
in Marina, e pu significare anche amore e nostalgia di casa (visto che in primavera la rondine torna
sempre nel luogo dal quale partita l'anno precedente).

La stella. Molte culture danno una grande importanza alle stelle, alle costellazioni ed al cielo in
generale. Gli astri celesti possono servire come strumenti per la navigazione per i marinai e
viaggiatori. Le stelle sono anche considerate come oggetti di potere e desiderio di concessione.
Tuttavia, esistono diversi tipi di stelle, e queste hanno un significato diverso. Quando si tratta di stelle
nautiche, sono tatuaggi molto popolari tra i marinai. Tipicamente scelgono la stella polare che
considerata un simbolo di un ritorno sicuro. Le stelle cadenti simboleggiano soprattutto fortuna.
Esiste il Pentagramma, che un rovescio di stella a cinque punte, che pu essere sia un simbolo
associato al satanismo che un simbolo egizio che rappresenta il mondo celeste e dei cinque elementi.
Inoltre c la Stella di David: una stella a sei punti che rappresenta lo Scudo di Davide e la fede
ebraica.


La fenice. Questo uccello mitologico che rinasce dalle sue stesse ceneri, e che poi brucia ancora una
volta, visto come un simbolo di resurrezione. Questa immagine viene spesso disegnata come
unanimale in parte pavone ed in parte fagiano, con fiamme che escono dalla zona dove si trovano le
piume della coda. Oltre alla resurrezione, indica anche nuovi inizi.

Il fiore. I tatuaggi con i fiori sono solitamente scelti dalle ragazze. I fiori sono l'incarnazione della
natura e simboli concisi del ciclo di nascita, della vita, della procreazione, della morte e della
rinascita. Quando si parla di particolari specie di fiori si tratta di rappresentare una miriade di diverse
credenze in culture diverse. Possono essere scelte le rose e, in questo caso, c dietro una ricca storia
che attraversa entrambe le linee di genere e le linee di design.


La rosa. Questo un simbolo damore, ma soprattutto di un amore che puro. Data la bellezza della
rosa, il suo profumo e la sua forma, il simbolo floreale per eccellenza e pi usato. Di tutti i disegni
del tatuaggio del fiore, la rosa ancora la pi popolare e la pi richiesta. interessante notare che la
rosa quasi altrettanto popolare per gli uomini. In occidente, questo fiore rappresenta lo stesso che il
fiore di Loto rappresenta in Oriente.


Il loto considerato il fiore della perfezione ed quindi utilizzato per simboleggiare la purezza.
Molte donne scelgono questo fiore. Questi tatuaggi sono tradizionalmente fatti in cinque colori
diversi e ciascuno di essi ha un significato diverso: bianco per la purezza della mente, rosso per
l'amore e la compassione, blu per la saggezza, viola per il misticismo, e la rosa considerato il
colore del loto supremo.

Fiori di ciliegio. Sono molto belli e solitamente si scelgono anche i boccioli. Vengono utilizzate nella
cultura giapponese per rappresentare la caducit della vita, dal momento che i fiori non hanno una
lunga durata e cadono alla loro morte con grazia. Ad ogni modo un tatuaggio molto diffuso tra le
donne e, anche se pu sembrare contraddittorio, simboleggia la vita.


Yin e Yang. In questo caso, come molti sanno, si tratta di unimmagine che simboleggia l'equilibrio
tra il bene e il male, ed anche la dualit dell'uomo. Sono molto richiesti anche da noi, anche se si
tratta di un immagine di origine orientale, e spesso vengono aggiunte altre immagini artistiche, come
puoi vedere nella foto qui sotto.


I tribali. Questo sicuramente uno dei tatuaggi pi richiesto e pi comune. I disegni pi popolari
tribali sono solitamente originari dai Maori, dagli Haida e da alcuni disegni polinesiani. Vi anche
un grande interesse per i disegni del tatuaggio delle trib native americane. Ogni simbolo pu avere
un significato diverso ma, solitamente, al giorno doggi tendiamo a rendere tribale qualsiasi forma,
senza che abbia un particolare significato. Perci pi che altro utilizzato come stile.

Langelo. I tatuaggi che rappresentano i disegni di angeli, sono diventati sempre pi popolari nel
mondo. Un angelo un simbolo di devozione, spiritualit e fede, e spesso significa anche che esiste
un rapporto con Dio. Un angelo pu essere inteso inoltre come una figura di guida e/o di protezione.
In pi, spesso usato come il fulcro di un tatuaggio che inteso come un memoriale. A volte, si
sceglie di tatuarsi solamente le ali.


La croce. Questo un disegno del tatuaggio e un simbolo molto diffuso, e non vi forse alcuna icona
o simbolo religioso pi universalmente riconosciuta oggi oltre alla Croce Cristiana. In questo caso si
tratta di una simbologia religiosa che prominente in molti generi di disegno del tatuaggio, sia
antichi che moderni, e che in effetti un forte elemento spirituale e solitamente indica fede,
protezione, spiritualit. Tuttavia, esistono anche diversi tipi di croce. Una di queste la Croce Celtica
che una rivisitazione irlandese del simbolo iconico del cristianesimo. Poi c la croce rovesciata
che rappresenta la crocifissione di San Pietro su una croce a testa in gi. Questultima spesso usata
come un simbolo di satanismo, ma non molto diffusa, o spesso nascosta in una zona del corpo
non visibile.


Il teschio. Questa immagine ormai rappresentata in un certo numero di generi di disegno del
tatuaggio, ed un classico che stato popolare per generazioni di appassionati di questarte. Sono un
classico tra i tatuaggi Old School e New School, sono stati scelti dai motociclisti, e sono spesso
immagini facenti parte dello stile biomeccanico. Nel buddismo e nell'induismo, i teschi possono
essere visti come parte della loro arte religiosa. Per molte culture non sono un simbolo di morte, ma
di vita dopo la morte.


Il diamante. Si tratta della pietra pi dura, pi resistente e pi preziosa al mondo. Nella lingua greca
diamante significa "invincibile". Questa pietra fu trovata per la prima volta in India nel IV secolo
A.C., e fu portata in Europa, dove ha trovato la sua incredibile popolarit e valore. In generale, il
valore di un tatuaggio con un diamante rappresenta l'incarnazione di fermezza, coraggio e
invincibilit. In molte culture si dice che dar forza per combattere ed eliminare le paure. La pietra
infatti molto famosa come un mezzo di protezione contro le forze del male, come ad esempio
fantasmi. Per le donne pu essere anche un simbolo di fertilit. Secondo le leggende, questa pietra
in grado di proteggere da tutte le forze del male il suo bambino non ancora nato. Il diamante
rappresenta inoltre la luce, ed un simbolo di pace. perfezione, purezza e integrit. Si dice anche che,
per le persone forti, un tatuaggio con un diamante un simbolo di sincerit, invincibilit, e una luce
onesta dell'anima.


Lo scarabeo. Si tratta di un amuleto egiziano, che spesso diventa anche tatuaggio. Lo scarabeo vuole
rappresentare il ciclo celeste, molto simile a quello del Dio del sole, Ra. Si dice che lo scarabeo
rotoli attraverso il cielo trasformando le anime ed i corpi. Perci questo simbolo significa
trasformazione e rinascita e viene scelto spesso anche dalle popolazioni occidentali.

LOcchio di Horus. Anche in questo caso si tratta di un simbolo risalente alla cultura egizia.
Solitamente sta a significare protezione. Horus era l'antico egiziano dio del cielo. Il suo occhio
destro stato associato spesso con il dio del sole Ra. un tatuaggio diffuso anche in Europa.


La carpa. conosciuta anche come Koi o carpa giapponese. Questi pesci sono simboli di
perseveranza. Secondo la leggenda cinese una koi che riesce a nuotare fino al punto dove il Fiume
Giallo ha la sua caduta, un luogo chiamato la Porta del Drago, essa si trasformer in un drago. Perci
questo simbolo significa forza e perseveranza.





CONCLUSIONI

Siamo arrivati alla fine. Ti ho sottoposto a tante informazioni che spero siano state utili ed
interessanti per te. E spero che, in alcuni punti, ti abbiano fatto anche ragionare e riflettere su
determinati fattori o pensieri.
Come avrai visto, i tatuaggi ora sono pi popolari che mai, anche se le discriminazioni ancora non si
sono volatilizzate del tutto. Tuttavia, come avrai notato, i progressi sono stati moltissimi. Possiamo
pensare al passato, al presente, ma anche al futuro dei tatuaggi, che potr perdersi nella notte dei
tempi cos come la sua origine.
Oggi sono diventati parte della moda in tutte le culture e in ogni ambiente. Addirittura, secondo una
recente ricerca, un giovane americano su tre ne ha almeno uno. Perci, anche se molti continuano a
pensarlo, impossibile che un tatuaggio possa essere ancora associato solo alla criminalit, solo a
chi stato in prigione, o solo a chi fa uso di droghe.
Inoltre, come abbiamo visto in precedenza, ci sono tantissime norme igienico-sanitarie che regolano
lattivit dei tatuatori. Quindi non dovremmo neanche pi pensare che possiamo incorrere a delle
malattie. Si tratta di casi rari e, per il pi delle volte non colpa del tatuatore, ma della cattiva cura del
tatuaggio o di una allergia a qualche componente degli inchiostri utilizzati. E sicuramente queste
sono cose che lartista del tatuaggio non pu n immaginarsi, n prevenire in alcun modo.
Abbiamo visto che quella del tatuatore una vera arte ed un vero e proprio mestiere che pu
portare ad alti livelli di qualit, popolarit e guadagno.
Tuttavia, sempre bene ricordare che stiamo parlando dei tatuaggi: lespressione di boby art pi
antica e diffusa. E per quanto riguarda il futuro del tatuaggio possiamo immaginarci molte cose,
come una maggiore tolleranza sul lavoro e come una costante evoluzione. Ma in realt, questo
ancora tutto da scrivere e da scoprire.
In questa parte finale vorrei parlarti di alcune curiosit riguardanti questarte. In primis vorrei
portare alla tua attenzione leventuale avvento del tatuaggio simpatico (sempre parlando di un
ipotetico futuro).
Hai mai sentito parlare di inchiostro simpatico? Quello delle penne che usavamo da bambini e che in
certe particolari occasioni non si vedeva cosa avevamo scritto? Bene, parlando del futuro del
tatuaggio si dice che sar possibile fare anche questo, in unaltra maniera ovviamente, e anche se
tuttavia sembra un qualcosa di un po stupido ed infantile.
Ad ogni modo, in una prima trasformazione seppure minima, possibile fare questo anche con i
tatuaggi. Consideriamo innanzi che i pigmenti tradizionali dellinchiostro utilizzato dai tatuatori
possono includere sostanze, come il cobalto o il cinabro, che colorano la pelle e sono visibili alla
luce del Sole o, comunque, in ambienti illuminati.
Partendo da questo presupposto, ci sono stati degli studi e ricerche, e sono stati cambiati alcuni dei
componenti dellinchiostro tradizionale. Con questo processo stato creato l UV Blacklight Ink: un
particolare inchiostro che pu essere visibile soltanto alla luce dei raggi ultravioletti. Perci, un
tattoo effettuato con questo inchiostro prevede che quando non si esposti a questa speciale luce,
sarebbe possibile vedere solo lincisione del tatuaggio, come la vera e propria cicatrice fatta dagli
aghi del tatuatore. Perci, si potr notare solamente una ferita e non il colore.
Questo potrebbe quindi essere il futuro del tatuaggio, per chi ha voglia di nasconderlo. Tuttavia non
molto reale come soluzione, in quanto una persona sceglie di farsi un tatuaggio, proprio perch
vuole che si veda e che sia un segno che la possa far distinguere dagli altri. Comunque vada, questo
sar forse parte del futuro e della continua evoluzione di questa arte, per cui qualcuno potr optare.
Come vedi, la scienza continua a lavorare su tutto, anche sul tatuaggio.
Inoltre, sono state fatte altre prove e si parla anche di animazioni sottopelle. Riesci ad immaginarti
che cosa accadrebbe se invece di eseguire un semplice disegno, sottopelle venisse innestato un
particolare display? B, hanno pensato anche a quello. Praticamente si tratterebbe di un tatuaggio
digitale che, collegato in wi-fi e grazie ad un particolare dispositivo innestato sottopelle, potrebbe
essere in grado di permetterci di gestire unagenda o anche di mostrare un emoticon in base al nostro
umore Il tutto apparirebbe sulla nostra pelle sotto forma di tatuaggio. Incredibile, vero? Forse
anche troppo!
Fortunatamente la tecnologia, per permetterci tutto questo, ancora lontana e direi che molto
meglio cos, in quanto queste idee sembrano un po strapazzare il vero significato di questarte.
In base a questo, concluder questa parte finale con qualche cenno di psicologia del tatuaggio, che
potr aiutarti a capire molte altre cose a riguardo ed anche, perch no, a scegliere limmagine e la
posizione del disegno con pi saggezza.
Molti psicologi dicono che anche la parte della scelta della zona del corpo da tatuare nasconde dei
significati. Questi ultimi sono molto interessanti dal punto di vista psicologico in quanto gli esperti
affermano che queste scelte possono determinare e mostrare anche alcune parti del nostro carattere.
Chi, ad esempio, sceglie di tatuarsi nella zona sinistra del corpo, secondo la psicoanalisi, una
persona fortemente collegata al suo passato, ed tipicamente pessimista. Perci, dagli psicologi
viene visto come un segnale di poca autostima. Per quanto riguarda la parte destra, invece, si dice che
la persona sia legata al futuro, e che abbia un carattere solare, predisposto ai cambiamenti, ma che sia
anche molto realista.
Chi sceglie di tatuarsi sul petto, mostrerebbe invece qualit come concretezza e capacit di decidere
con fermezza. Per quanto riguarda le braccia, gli psicologi dicono invece che la persona sta
attraversando un lento processo che la porter alla maturit. Al contrario, le persone tendenzialmente
infantili e poco riflessive, preferiranno farsi una tatuaggio sulle gambe!
Quando il tattoo si trova in una zona normalmente nascosta, la persona ha sostanzialmente un
carattere timido e insicuro, e spesso si sente inferiore agli altri e opta per nascondersi un po da tutte
le esperienze della vita che includono altre (e troppe) persone. Addirittura ci dicono che le donne che
si tatuano la caviglia, sono solitamente delle persone tendenti al sospetto e alla gelosia, ma che sanno
anche come mostrare la propria femminilit.
Gli esperti hanno analizzato anche il significato del volersi tatuare le zone genitali, anche se non si
tratta di una scelta cos diffusa. In questo caso, la situazione viene vista in modo diverso in base al
sesso. Una donna che fa questa scelta sarebbe combattiva, autonoma e sensuale. Un uomo sarebbe
invece un tipo maldestro e passivo.
Inoltre sono riusciti a dare anche delle indicazioni in base alla scelta dellimmagine. Infatti, gli
psicologi dicono che, ad esempio, che si tatua un tribale una persona che rifiuta lomologazione e
che sente il bisogno di differenziarsi dagli altri (cosa che secondo me un po alla base del pensiero
comune di tutti i giovani che vogliono farsi tatuare). Chi sceglie ideogrammi giapponesi, invece,
avrebbe un animo ed un gusto estetico raffinato, ed inoltre sarebbe fedele allinterno delle sue
relazioni sentimentali.
Chi sceglie eroi, guerrieri, o immagini celtiche, secondo gli psicologi sarebbe una persona molto
precisa e non aggressiva. Inoltre, una persona che sceglie di tatuarsi un immagine come la testa di un
pellerossa, solitamente una persona impegnata nel sociale ed a favore delle minoranze. In pi
solitamente molto interessata allo studio di altre lingue, storie e religioni del mondo.
Farsi un tatuaggio comporta un po' di dolore: perci, universalmente, chi si fa un tatuaggio, visto
dalla psicologia come una persona coraggiosa
Potrai credere o no a quello che dicono gli psicologi, ma dobbiamo ammettere che, ad ogni modo, il
tattoo un simbolo ed anche un comportamento. Il tatuaggio ha un potere ed una sorta di
personalizzazione e distinzione. Rappresenta spesso una ricerca verso lessere migliori, e quindi non
pi ordinari. un simbolo di un appetito per la vita, di una buona sensazione su di s e di una
silenziosa risposta che vogliamo dare agli altri. Il tatuaggio promette anche di fermare il tempo,
rimanendo sul corpo in modo permanente.
Nel processo per contrastare l'ansia per l'invecchiamento e la morte, niente batte il simbolo di una
farfalla per segnalare la nostra rinascita! Molti simboli, come i cuori, sono immagini confortanti.
Guardare due rondini tatuate, un qualcosa che fa pensare molto.
Insomma, non importante credere nella magia delle dee faraoniche o di una vecchia gloria per
poter godere della bellezza e della soddisfazione di essersi tatuati unimmagine che si voleva e che si
sentiva giusta per noi stessi. L'impegno pu anche essere una sorta di esperienza di conversione, o un
segno di indipendenza dai genitori e dalle conformit
I tatuatori stessi dicono di aver assistito ad un notevole aumento del numero di clienti che tornano per
farsi un secondo, un terzo, un quarto tatuaggio. Questo sicuramente un segnale che fa pensare che
il tatuaggio ha sicuramente molto pi di una storia o di unevoluzione alle spalle. Ha anche un futuro
e tanti significati profondi e soggettivi, visibili e nascosti. Per chi vuole farsi un tatuaggio o
intraprendere questa arte come mestiere, sicuramente, questo il presupposto di base da cui partire.