Sei sulla pagina 1di 3
LE MISURE E LE SUDDIVISIONI . Misure con tempi a suddivisione binaria Vediamo ora come
LE MISURE E LE SUDDIVISIONI
. Misure con tempi a suddivisione binaria
Vediamo ora come possiamo solfeggiare misure (o battute) binarie, ternarie e quaternarie.
' La battuta 2/4,binaúa in quanto costituita da 2 tempi, stabilisce che ciascuna misura, o battuta,
debba contenere due note da ll4 (due semiminime).
' La misura 3/4, ternaia. in quanto composta da tre tempi, stabilisce che ciascuna misura o battuta
debba contenere tre note da ll4 (tre semiminime).
' La battuta 4/4, quafernaria, poiché costituita da quattro tempi, stabilisce che ciascuna misura
debba contenere quattro note da 1i4 (quattro semiminime).
Esempio dei tre tipi di battuta:
ffiffi
+
Dato che il numeratore della
per evidenziare sia le durate,
kazione indica il numero dei tempi e il denominatore la loro durata, durante il solfeggio,
sia gli accenti, la mano dell'esecutore si muoverà come segue:
' il primo movimento, caratterizzato da un accento forte, andrà sempre eseguito, per ogni battuta, in battere, ossia
con la mano che batte verso il basso (ad esempio, su un banco, sul tavolo, o semplicemente verso terra, come
rappresentato nel disegno, dove la linea orrzzontale indica la superficie sulla quale si esercita il movimento in battere):
esempio della mano in battere
tutti gli altri movimenti, invece, andranno eseguiti in
disegno, dove la mano nella rappresentazione grafica
levare. Tale movimento venà rappresentato dal seguente
è collocata su una linea ideale più alta rispetto alla linea del
movimento in battere:
esempio della mano in levare
Nell'esempio che segue
(dove B = Battere
eL=Levare),mosÍeremo
come si può eseguire il solfeggio parlato.
Rappresenteremo infatti
il movimento della
mano mentre esegue il nome
delle note e il loro tempo. (*)
i
(x) 11 modo di soÌfeggiare varia da insegnante a insegnante, ed è comunque valido. Gli esempi che riportiamo in questo Ìibro sono da considerare solo
come un suggerimento,
e non come un vincolo.
38 Capitolo 5 - Le misure e le suddivisioni fuprendendo gli esempi sui tempi da2l4,3/4
38
Capitolo 5 - Le misure e le suddivisioni
fuprendendo gli esempi sui tempi da2l4,3/4 e 414,1'esecuzione sarà la seguente (vedi esempio sottostante, dove B =
battereeL=levare).
;ùt-
\-
é:--_//
Mi
i
ol
d R.t_ \-
R- \-
d
é
Mi
i
Do
+
o
R
i
R- \-
ol
R=
d
\7
'-.-
é
<J//
v
So
I
Do
+
Se una nota ha una durata superiore al quarto (2/4, 3/4, 4/4) si eseguirà prolungando la vocale della nota stessa. Ad
esempio, una nota da2/4 andrà eseguita in questo modo:
Do
+
Una da 414 in quest'altro modo:
o
o
:
Do
+
La nota Sol prolungherà anch'essa la vocale,La"l" si farà sentire solo al termine del suono:
Anche le pause possono essere solfeggiate. Si può rimanere in silenzio per la durata della pausa oppure si eseguono
come nell'esempio che segue:
39 Capitolo 5 - Le misure e le suddivisioni . Suddivisione binaria La divisione della
39
Capitolo 5 - Le misure e le suddivisioni
. Suddivisione binaria
La divisione della misura, o battuta, è segnata dai tempi; la suddivisione si ottiene dimezzando rl
valore di ogni tempo.
nel solfeggio tramite
euindi,
un
,scatti'
tempo daIl4 (semiminima) sarà suddiviso in due valori da 1/8 (crome) rappresentati
della mano. Quando un tempo è suddívisibile per due haforma binaria.
due
I
a
aa
ll
So
+
e in questo modo ne consegue
che:
.
saranno costituite da quaîtro swddivisioni (quattro scatti della mano) ed eseguite in due
le misure a due tempi
movimenti;
.
saranno costituite da sei suddivisioni (sei scatti della mano) ed eseguite in tre movimenti;
le misure a tre tempi
.
tempi saranno costituite da otto suddivisioni (otto scatti della mano) ed eseguite in quattro
le misure a quattro
movimenti.
Gli
accenti ritmici
presenti
su ciascuna nota dipenderanno dal tipo di battuta e dalla posizione in cui la nota stessa si trova'
L,accento sulle note situate in battere sarà iempre forte (+) (se si trova sulla prima nota del movimentoì), mezzoforte
tutte le altre note il cui suono non
(L) o
debole(-)
(se si presenta alf inizio delle noìe di tutti gli altri tempi), menfte pef
cade sull,attacco del tàmpo gli accenti saranno più deboli. Evidenzieremo questi
accenti secondari con il simbolo "t"'
le misure da2l4,3l4 e 414.
Facciamo un esempio di accenti per
in precedenzain questo manuale, l',attacco del suono sul terzo tempo risulta essere
Nella misur a da 4l4,come già detto
mezzqforte 7L1.
))
t
rFaLa
;Fu
y--
R-
R.-
Rt-
Re
aà-
\-\
}|_
Rt-
R.-
=\\
,:7
_->
€1='
-
t--
é.--
/'
4--
Sot
si
Mr
Mi
Mi
Sol
o*oL-
Do
Do
+
+
Naturalmente il movimento da 1/4 potrà essere suddiviso anche in quattro semicrome, otto biscrome, sedici semibiscrome'
la scansione dei movimenti rimarrà sempre in due suddivisioni, una per ottavo, e, per ciascuna suddivi-
In questi casi
sione, andranno eseguite due, quattro, otto note (vedi esempio)'
))
t)))
))
ReDo
Sol
La Si Do
,
q-
.>
Mi
Mi Fa
\-\
#
Rt-
q'--
-----z /'
4--
Do Re Mi Fa
é'?J/
Sol Mr
Do Re
-)
Do
+
))))
))))
Do Si
La Sol
Fa Mi
Re Do
Do Re Mi Fa Sol La Si Do