Sei sulla pagina 1di 6

Brani di Gurdijef

[...] E passarono molti secoli prima che quella scienza


ricominciasse a dare segni di ripresa.
Sfortunatamente, la maggioranza degli esseri
sapienti di quel pianeta erano gi diventati sapienti
di "nuova formazione" ... e maltrattarono talmente
quel tentativo di rinascita, che la "poverina", prima
ancora di potersi sviluppare, fin ben presto
nell'immondezzaio.
Ecco come si svolsero i fatti:
Un modesto essere sapiente di laggi, di nome
Mesmer, originario del paese chiamato "Baviera" e
che non assomigliava per niente ai suoi
contemporanei, not per caso, durante una delle sue
esperienze, l'evidente dualit del conscio degli esseri
suoi simili.
Ne rimase cos impressionato che si consacr
interamente al problema.
A forza di osservare e di studiare, giunse quasi a
risolverlo. Ma quando volle tentare delle esperienze
pratiche per chiarire certi dettagli, vide subito
insorgere contro di s una particolarit propria a
quegli esseri sapienti terrestri di "nuova formazione".
Questa particolarit degli esseri sapienti terrestri di
"nuova formazione" si chiama "fare a brandelli".
( Vedasi: The Reports of the Royal Commision
of 1784 on Mesmer's System of Animal
Magnetism )
http://www.rcpe.ac.uk/sites/default/files/files/the_roya
l_commission_on_animal__translated_by_iml_donaldson_1.pdf
Dato che quell'onesto essere sapiente bavarese
aveva intrapreso le sue ricerche sperimentali in
maniera diversa da quella meccanica utilizzata da
tutti i sapienti di "nuova formazione" della Terra, egli
fu, come si conviene, meticolosamente "fatto a
brandelli".
E l'operazione di "sbranamento" fu cos ben condotta
che, dopo quasi due secoli, i sapienti della Terra
continuano a praticarla per inerzia di generazione in
generazione.
Per esempio, tutti i libri che oggi trattano di
ipnotismo, e ce sono migliaia, iniziano sempre col
sostenere che Mesmer altro non era che una canaglia
purosangue e un ciarlatano in grande stile, ma che
gli "onesti" e "grandi" sapienti avevano fatto presto
ad individuarlo, impedendogli cos di causare gravi
sciagure.
Pi gli attuali sapienti di quell'originale pianeta sono
degli "idioti al quadrato", pi criticano Mesmer
raccontando e scrivendo su di lui assurdit di ogni
genere destinate a denigrarlo.
Eppure, l'onesto e modesto sapiente del loro pianeta
che criticano cos tanto, il solo che, se non fosse
stato fatto a brandelli, avrebbe potuto far rivivere

l'unica scienza a loro necessaria, la sola che forse


avrebbe potuto sarvarli dalle conseguenze delle
propriet dell'organo kundabufer.
A questo proposito interessante aggiungere che,
subito prima di lasciare per sempre quel pianeta, vidi
ripetersi esattamente quello che era successo con
Mesmer. Si trattava questa volta di un onesto e
modesto essere sapiente appartenente alla comunit
chiamata Francia che, tramite un lavoro assiduo e
cosciente, aveva trovato il mezzo per guarire la
terribile malattia che negli ultimi tempi si era difusa
su tutto il pianeta.
Questa terribile malattia porta laggi il nome di
"cancro".
Dato che anche quel francese, per chiarire nei
dettagli la sua scoperta, aveva intrapreso degli
esperimenti pratici in modo non conforme a quelli in
uso, altri sapienti contemporanei manifestarono
verso di lui la stessa particolarit, quella di "fare a
brandelli". [...]
[ I Racconti di Belzeb a suo Nipote - G. I. Gurdjief,
pag. 445 - 446 ]
IL MAGNETISMO ANIMALE
L'uomo ha in s due sostanze, la sostanza degli
elementi attivi del corpo fisico, e la sostanza
proveniente dagli elementi attivi della materia
astrale. Combinandosi tra loro, queste due sostanze
ne formano una terza. Questa sostanza composta,
non solo si accumula in certe parti dell'uomo, ma gli
forma intorno un'atmosfera simile a quella che
circonda i pianeti. L'atmosfera di un pianeta cede o
acquista continuamente delle sostanze per azione di
altri pianeti. L'uomo circondato da altri uomini
esattamente come un pianeta circondato da altri
pianeti.
Entro certi limiti, quando due atmosfere s'incontrano,
nel caso in cui si trovino "in simpatia", si stabilisce
una relazione reciproca che d dei risultati conformi
alle leggi.

Qualcosa circola. La quantit di atmosfera resta la


stessa, ma cambia la qualit. L'uomo pu controllare
la propria atmosfera.
la stessa cosa che avviene per lelettricit: c il
positivo e il negativo. Uno dei fattori pu essere
aumentato, determinando cos un passaggio di
corrente. Ogni cosa ha unelettricit positiva e
negativa. Nelluomo i desideri e i non-desideri
possono essere negativi o positivi. La materia astrale
si oppone sempre alla materia fisica.

Nei tempi antichi, i sacerdoti erano capaci di guarire


le malattie con la benedizione. Certi sacerdoti
dovevano imporre le mani sul malato. Alcuni avevano
il potere di guarire da vicino, altri a distanza, Un
sacerdote era un uomo che aveva delle "sostanze
composte", e poteva utilizzarle per guarire gli altri. Il
sacerdote era un "magnetizzatore". I malati hanno
carenza di sostanze composte, mancano di
magnetismo, di "vita". Queste sostanze composte, se
concentrate, sono visibili, un'aura, un alone, sono
cose reali, e talvolta nei luoghi santi o nelle chiese si
possono vedere fenomeni del genere. Mesmer
riscopr l'uso di questa sostanza. Per poterla
utilizzare, innanzitutto bisogna procurarsela. La
stessa cosa vale per l'attenzione. L'attenzione si
acquisisce soltanto col lavoro cosciente e la
soferenza volontaria, tramite piccole azioni compiute
volontariamente. Fate di un piccolo obiettivo il vostro
dio, cos potrete acquisire del magnetismo. Come
l'elettricit, il magnetismo pu essere concentrato e
trasformato in corrente.
( Vedute sul Mondo Reale - G. I. Gurdjief )
L'UNIVERSALE PROPRIET DI IRRADIARE
Bisogna sapere prima di tutto che nell'Universo
intero ogni concentrazione, a qualunque specie
appartenga, possiede la propriet di irradiare.
Ora, poich nell'uomo la formazione delle tre totalit
di funzionamento del suo psichismo generale si
manifesta come la conseguenza di risultati emananti
da fonti diferenti, ognuna di questa possiede la
propriet di irradiare.
Poich l'irradiamento di tutte le concentrazioni
cosmiche consiste in vibrazioni emesse da una fonte
corrispondente a ciascuna di esse, le vibrazioni
emesse dai processi di ciascuna di queste totalit di
funzionamento, ben distinte l'una dall'altra, che
costituiscono lo psichismo generale dell'uomo, hanno
una densit ed un grado di vivificazione che sono
propri a ciascuna di esse.
Quando si verifica un contatto tra le radiazioni di
diverse concentrazioni cosmiche, la fusione delle
vibrazioni si "opera" per via di "affinit"; allo stesso
modo quando le vibrazioni emesse da due persone
entrano in contatto, si opera una fusione tra quelle
che si corrispondono.

Per spiegare analogicamente alcune particolarit


dalle radiazioni emesse da una persona, prender
come esempio le radiazioni emesse dalla Terra.
L'irradiamento generale della Terra, la cui totalit si
manifesta in forma di atmosfera, si divide in tre classi
di vibrazioni indipendenti che emanano dal processo
che si efettua nel seno della Terra tra i metalli, i
metalloidi e i minerali.
L'irradiamento generale di una persona comporta
anch'esso tre specie di vibrazioni indipendenti, che
possiedono ciascuno una loro propria qualit di
vivificazione. E come le vibrazioni emesse dalla Terra
incontrano nella loro espansione, a seconda del loro
grado di vivificazione, dei limiti ben definiti, allo
stesso modo i diversi elementi dell'irradiamento
generale di una persona hanno limiti ben precisi.
Per esempio, mentre le vibrazioni emesse da un
processo attivo di pensiero possono, secondo certe
note combinazioni, acquisire una forza di espansione
che pu arrivare fino a delle centinaia o migliaia di
chilometri, le vibrazioni emesse dal processo della
sensazione, per quanto essa sia attiva, non possono
espandersi oltre i duecento metri circa.
NELL'UOMO LE TRE SPECIE DI VIBRAZIONI TROVANO
LA LORO SORGENTE NEI TRE PROCESSI SEGUENTI:
La prima specie di vibrazioni ha la sua sorgente nel
processo detto di "pensiero attivo" e certe volte,
grazie ad alcune note combinazioni, nel processo
di "pensiero passivo".
La seconda specie di vibrazioni ha la sua fonte nel
processo chiamato "sentimento".
La terza specie di vibrazioni corrisponde alla totalit
dei risultati emananti dal funzionamento di tutti gli
organi del corpo fisico; esse vengono designate
anche come"vibrazioni delle funzioni istintive".
Le vibrazioni emesse dalla totalit della presenza di
un uomo in stato di completo rilassamento, formano
di per se stesse una atmosfera analoga allo spettro
dei colori, che ha un limite di espansione
determinato.

E quando un uomo si mette a pensare, a sentire o a


muoversi, questa atmosfera derivante dallo spettro si
modifica, sia riguardo al volume di espansione sia
riguardo alla qualit della presenza.
Maggiore l'intensit di manifestazione di uno o
dell'altro dei vari funzionamenti dello psichismo
generale dell'uomo, maggiore la diferenza che si
opera nello spettro della sua atmosfera.
Possiamo rappresentare benissimo la combinazione
delle vibrazioni eterogenee emananti nel corso della
loro esistenza comune dall'irradiamento generale di
varie persone, se lo rafrontiamo al seguente
racconto:
In una notte nera, durante una violenta tempesta
sull'oceano, alcune persone osservano sulla riva le
oscillazioni di un gruppo di lampadine elettriche
colorate fluttuanti, separate l'una dall'altra da lunghi
intervalli, ma collegate l'una con l'altra e comunicanti
con l'estremit di due fili.
Sebbene queste lampadine colorate ricevano la
corrente da una sola e medesima sorgente, siccome
la loro luce attraversa centri mobili di diversa natura,
alcune di esse illuminano anche lontano, altre si
modificano reciprocamente compenetrandosi, altre
vengono totalmente inghiottite sia a met strada
come alla sorgente.
Se due persone stanno insieme, pi esse stanno
vicine, pi intima la compenetrazione delle loro
atmosfere e il contatto tra le loro vibrazioni
specifiche si efettua meglio.
Il contatto e la fusione delle vibrazioni specifiche
emananti da diverse persone si efettuano
automaticamente, a seconda delle loro situazioni
reciproche e delle condizioni nelle quali esse si
trovano.
[ Gurdjief - La Vita Reale solo quando Io Sono; Pag.
117 - 118 - 119 ]
La Speciale
Risonanza che Guarisce
Quando un uomo normale, un uomo cio che
possiede gi il suo vero "Io", la sua volont e tutte le
altre propriet dell'uomo reale, pronuncia ad alta
voce o dentro se stesso le parole "Io Sono", produce
sempre nel suo "plesso solare" una "risonanza", cio
una vibrazione, un sentimento o qualcosa di simile.
Questa "risonanza" pu anche verificarsi in altre parti
del corpo, ma a condizione che quando egli pronunci
queste parole la sua attenzione sia intenzionalmente
concentrata su di esse. Un uomo comune, che non ha
ancora acquisito i fattori necessari per questa

risonanza naturale, ma che ne conosce l'esistenza e


compie degli sforzi coscienti perch si formino in lui i
veri fattori che fanno parte della presenza generale
dell'uomo reale, se pronuncia spesso e correttamente
queste parole, ancora vuote per lui di significato e
immagina che questa "risonanza" si verifichi in lui,
pu alla lunga, dopo frequenti ripetizioni, conquistare
"l'innesco teorico" per una possibilit di efettiva
formazione in lui di questi fattori. All'inizio, colui che
si esercita in questo deve, quando pronuncia le
parole "Io Sono", immaginare che questa risonanza si
produca gi nel suo plesso solare. A questo proposito
bisogna notare che stranamente una
concentrazione intenzionale di questa
risonanza in una parte qualsiasi del corpo pu
far terminare qualsiasi disarmonia che si fosse
prodotta in quella parte del corpo. Un uomo
pu, per esempio, sbarazzarsi del mal di testa
concentrando la risonanza in quella zona della
testa nella quale prova una sensazione
dolorosa.
( G. I. Gurdjief )
Magnetismo Animale o
Sangue del Corpo Kessdjano
Il Ghanblezoin quella sostanza cosmica che gli
esseri tricerebrali della civilt contemporanea, molto
vicini a comprenderne l'essenza, hanno chiamato
"Magnetismo Animale". Il Ghanblezoin non altro
che
il "sangue" del "corpo kessdjano" dell'essere; e
proprio come l'insieme di sostanze cosmiche
chiamato "sangue" serve al nutrimento e al
rinnovamento del corpo planetario dell'essere, il
"ghanblezoin" serve al nutrimento e al
perfezionamento del corpo kessdjano. Le sostanze
destinate a servire il corpo kessdjano dell'essere, il
cui insieme porta il nome di "ghanblezoin", si
ottengono attraverso la trasformazione degli
elementi di altri pianeti, e dello stesso Sole del
sistema in cui quell'essere tricerebrale apparso ed
esiste.
( G. I. Gurdjief )