Sei sulla pagina 1di 2

L'Altra Met del Cielo Donne Straordinarie di Gurdjieff Conversazione con Nisha Maggioni, Traduttrice Vedi, amore mio,

la domanda sempre: 'Chi sono io?' e fino a quando non trover risposta non vedo come si possa realmente dirigere alcunch in se stessi (....) Se mi fosse permesso un unico grido a Dio, quel grido sarebbe: Voglio essere reale. Katherine Mansfield, lettere a John Middleton Murry Secondo la sua autobiografia, Incontri con Uomini Straordinari (Adelphi), GEORGE IVANOVITCH GURDJIEFF (1866-1949) fu fin da giovanissimo ardentemente attratto dalla conoscenza esoterica. Per ventanni viaggi in lungo e in largo in Oriente e nel Nord Africa alla ricerca della conoscenza tradizionale e segreta per rispondere alla domanda bruciante, Qual il senso ed il significato della Vita sulla Terra, e della Vita Umana in particolare? Dal 1912 a Mosca fino alla sua morte a Parigi, Gurdjieff attrasse un circolo selezionato di allievi ed insegn un sistema fino ad allora sconosciuto in Occidente. Nel 1922, a seguito della Rivoluzione e della Guerra, si stabil in Francia dove apr lIstituto per lo Sviluppo Armonico dellUomo. Tra i suoi molti allievi illustri, si citano in particolare larchitetto Frank Lloyd Wright, la scrittrice Katherine Mansfield, il musicista Franco Battiato, la cantante Kate Bush, il regista Peter Brook. La vita, le opere e le idee di alcune donne straordinarie formatesi alla scuola di GI Gurdjieff, maestro di danze e ricercatore di verit vengono presentate da Nisha Maggioni, traduttrice e studiosa del sistema da egli concepito. Verranno presentati alcuni titoli usciti recentemente per la Casa Editrice Psiche di Torino, e brani anche inediti che ci offrono squarci di comprensione di una dimensione nascosta.

La conversazione sar accompagnata da spezzoni delle suggestive "Danze Sacre" o "Movimenti", parte integrante del corpus Gurdjieffiano, e da alcuni brani musicali composti da Gurdjieff con l'aiuto del suo allievo, il compositore russo Thomas de Hartmann. Insieme con le danze formano un esempio di "arte oggettiva"; per Gurdjieff, infatti, la vera arte non era tanto il prodotto di un atto soggettivo di creazione, quanto piuttosto l'aderenza a un insieme di leggi e principi che consentono a ogni singola creazione di acquistare un valore universale e trascendente.

Nisha Maggioni Traduttrice e formatrice aziendale di inglese, ha studiato arte, danza e teatro a Venezia, Salisburgo e Barcellona, e lavorato per diversi anni come artista di performance. Tra i libri da lei tradotti in italiano, citiamo "Sex - Sesso ed Evoluzione Spirituale" di JG Bennett, "Diario di Madame Egout pour Sweet" di Rina Hands, Memorie e Ricette di Luba Gurdjieff. Inoltre per la Becco Giallo di Padova ha tradotto King, Fermate l'America e Stan Trek. Da 30 anni studia e pratica meditazione e tecniche di crescita spirituale. Da oltre 10 anni tiene regolarmente incontri pratici e facilita il lavoro di gruppi di studio del Sistema di GurdjieffBennett. In occasione della presentazione presso la Libreria Lovat, domenica 29 gennaio sar possibile partecipare, previa prenotazione, ad una serata di musica e gastronomia Gurdjieffiana, nel corso della quale verranno eseguiti al pianoforte dal Maestro Stefano Trevisi alcuni brani del vasto repertorio di Gurdjieff-De Hartmann, e si potranno degustare pietanze Russe e Armene preparate in base alle ricette della nipote, Luba Gurdjieff, cos come venivano servite nel suo famoso bistr di Londra. Luba Gurdjieff. Memorie e ricette al Prieur dAvon con lo zio G. Ivanovic. Libreria Editrice Psiche, Torino, 2011. In questo libro la nipote di G. I. Gurdjieff descrive i ricordi della sua vita trascorsa al Prieur, la scuola spirituale dello zio nei pressi di Fontainebleau, in cui dopo essere fuggita avventurosamente con la famiglia dalla Russia rivoluzionaria, crebbe tra artisti, intellettuali e uomini politici, che vi si recavano attratti dalle idee dello zio Georges. Poich Luba Gurdjieff apprese anche i segreti della cucina, nel libro vengono riportate le ricette che contribuirono a renderla cos amata nel famoso bistr da lei gestito a Londra. Rina Hands, Il diario di Madame Egout pour Sweet - con il Sig. Gurdjieff a Parigi, 1948-1949. Libreria Editrice Psiche, Torino, 2008. Nata nel 1908, dopo aver partecipato alle conferenze londinesi di Ouspensky prima della Seconda Guerra Mondiale, Rina Hands entr a far parte dei gruppi di JG Bennett e fu dipendente dellAssociazione Britannica per la Ricerca sullUtilizzo del Carbone, di cui egli era presidente. Si rec poi a Parigi dove rimase con G.I. Gurdjieff dallestate del 1948 allottobre del 1949, lesperienza di cui tratta il volume. Torn quindi in Inghilterra dove lavor con il gruppo Gurdjieff dello Yorkshire e altri gruppi a Dublino e Londra, in collaborazione con Madame de Salzmann. Cuoca provetta, dal suo appartamento di Paddington gestiva unattivit di catering. Il diario dellanno passato nella Parigi del dopoguerra con Gurdjieff, di cui Miss Hands era la personale fogna per i dolci, avendo il compito di mangiare il resto dei suoi dessert, offre alcuni spiragli inediti della scienza dellIdiotismo, delle letture, delle cene e del lavoro con i Movimenti, fornendo una visione intima e da un punto di vista femminile dellinsegnamento del maestro di danza caucasico nellultimo anno di vita. Maggiori informazioni http://www.psiche.info/generale/index2.htm www.trasformazione.org