Sei sulla pagina 1di 1

VOLTAIRE

Basta solo un po di umilt per riuscire a comprendere il profondo significato


che questa frase pu assumere. In fondo basterebbe anche pensare e ricordare
chi colui che lha espressa per primo e gi tutto si rivelerebbe pi chiaro e
comprensibile. La maggior parte della popolazione di oggi anche la crede cos,
sicuramente, ma c chi vi d troppa poca importanza.
Al tempo doggi la societ e soprattutto i giovani, secondo me, credono poco
nei loro diritti e nelle loro libert da uomo. Basterebbe solo un po di istruzione
in pi alla legalit, e certamente tutti lotteranno per aspirare a ottenere quelle
libert che spettano loro. Nel nostro mondo invece la societ si alquanto
degradata e divisa su questo punto di vista. Una parte della popolazione lotta
giorno dopo giorno per i loro diritti, per le loro libert, con grandi manifestazioni
nelle principali piazze italiane; ma la restante parte della nostra attuale societ
continua imperterrita a frantumare tutto ci di sperato che dopo ogni
manifestazione si costruisce nella mente dei rivoluzionari. Atti incivili,
violenze, repressioni e torture sono lindice sulla quale valorizzare la nostra
comunit; un indice per niente positivo e che di volta in volta trova sempre pi
consensi, continuando a peggiorare. Ma perch? Basterebbe pensarla come
Voltaire e tutto risulterebbe pi semplice: ognuno e libero di pensare ci che
vuole e nessuno ha il diritto di provare a zittirlo, anzi, tutti dovremmo
impegnarci per rendere concreti i propri diritti. La nostra una societ
numerosa e molto vasta e sicuramente ci sar un individuo che la penser
diversamente da un altro, che non comprender le sue idee, o che avr un
pensiero del tutto opposto, ma tutto ci non pu e non deve prevalere di fronte
ai singoli diritti che anche quelluomo possiede e pretende. Ognuno di noi,
credo, dovrebbe riflettere, capire ci di cui ha bisogno un uomo; certamente
non un mondo circoscritto da barriere, da limiti; la nostra societ, e in
particolare ognuno di noi, ha bisogno delle proprie libert, dei propri pensieri.
Le nostre fondamentali libert sono anche citate nella Costituzione, nella Carta
degli Italiani, sottolineando limportanza che svolgono allinterno della vita di
ognuno di noi. La libert di pensiero, di parola, di stampa, di organizzazione
sono ormai entrate a far parte della vita di noi uomini dalla fine del Fascismo, e
allora perch oggi come oggi c chi cerca di sottrarcele? Dobbiamo in un certo
qual modo vivere in libert, nessuno pu impedirci di svolgere azioni lecite, e
chi lo fa andrebbe severamente punito. E lui che compie un azione disonesta
nei confronti di un suo simile. Magari un giorno potrebbe trovarsi dalla parte
opposta e come si comporterebbe? Come reagirebbe?
Oggi, per fortuna, in Italia ce n poca di questa gente e spero che di anno in
anno il numero diminuisca ancor di pi. davvero la cosa pi brutta che possa
esistere. Ogni singolo uomo pu esprimere un qualsiasi pensiero, purch lecito,
senza che qualcuno possa impedirglielo. Lottiamo a favore dei nostri diritti e
delle nostre libert e facciamoci valere.