Sei sulla pagina 1di 10

Da Risonanze per Baba Bedi XVI" N 5/6 DEDICATO AI GRUPPI DI STUDIO DELLA FILOSOFIA ACQUARIANA Perch nei Vostri

cuori regni la Luce e la Consapevolezza. I gruppi di studio devono leggere dei testi per conoscere ed approfondire la Filosofia Acquariana. La prima dispensa qui allegata: "Carattere della Nuova Et - Et dell'Acquario", dovr quindi essere studiata profondamente. Questo studio dovr creare una base di Comprensione in tutte le dimensioni della Filosofia Acquariana, ed appunto questo lo scopo del Gruppo. Cos' che noi chiamiamo Acquariano? Chiamiamo Acquariano la conoscenza che ci permette di vivere come veri esseri umani. La prima dimensione della Filosofia Acquariana definisce chiaramente l'anatomia umana e ci porta alla Comprensione di cos' l'essere umano. Questo include la Comprensione dei due processi: Essere e Divenire. Logicamente segue che prima di tutto dobbiamo definire quali sono le implicazioni dell'essere; in relazione all'essere umano. Prendendo l'essere come base dobbiamo studiare profondamente cos' il processo del divenire. Il processo del divenire ha due dimensioni: orizzontale e verticale. La prima dimensione in relazione all'evoluzione personale dell'individuo. I due processi; l'essere e divenire sono le due dimensioni che costituiscono il contenuto della Filosofia Acquariana. Lo studio approfondito di questa Filosofia porter alla nascita degli esseri umani Acquariani, che vivranno nella dignit e nella pace. Baba Bedi 18/5/1979 Aosta 19 Maggio 1979 Il carattere della Nuova Et deve essere esaminato in relazione al Presente ed al Passato. Quindi osserviamo il nostro retaggio come esseri umani. N la Creazione n l'essere umano nacquero dalla parola di comando "Fiat". Questo ci che la maggior parte delle Religioni insegna. Esse credono che l'Onnipotente abbia dato un ordine alla Creazione e che in un attimo tutto ci che esiste sia entrato in essere. D'altra parte se osserviamo profondamente nella Natura delle Leggi che governano il Cosmo, dobbiamo accettare la validit della Legge Scientifica dell'Evoluzione. ...In altre parole dobbiamo capire: perch le altre specie sono pi basse e la specie umana la pi alta nella Creazione? La soluzione a questo mistero posta nell'anatomia dell'Anima umana. Per capire il significato dell'anatomia dell'Anima dobbiamo prima guardare al processo dell'evoluzione. La Forza Vitale giunse sulla nostra Terra come una Monocellula. Cominciando con la Monocellula avvenne l'interazione tra i var tipi di Monocellule. Sono cos nati i vari tipi di forme viventi. Da questo punto iniziato il processo di evoluzione. La Forza Vitale ha continuato ad interagire e ad evolvere. Sono nate cos le specie. Ogni specie si evoluta e ha fatto nascere una specie pi alta. Alla fine arrivata la specie animale. Nell'ultimo animale la Forza Vitale evoluta fino al punto pi alto. Quindi la conclusione deve essere che fino agli animali era la sola Forza Vitale che si incarnava. Ora, essendosi pienamente evoluta la Forza Vitale, un'Unit di Luce venne aggiunta all'unit di Forza Vitale perfezionata.

questo fenomeno dell'unione della Luce e della Forza Vitale che ha dato vita all'Anima umana. Quindi, l'Unit di Luce, che con la Forza Vitale una componente dell'Anima, che rende la specie umana pi alta delle specie animali, che vivono solo attraverso la Forza Vitale. Avendo esaminato questo fatto della Creazione, guardiamo ora alle implicazioni dello status degli esseri umani come la specie pi alta. Un animale ha solo una responsabilit: quella di vivere i desideri proiettati dalla Forza Vitale e queste urgenze

hanno due dimensioni. In primo luogo vivere tutti i desideri in relazione al bisogno di sopravvivenza. In secondo luogo vivere l'urgenza sessuale al solo scopo di moltiplicare la specie. L'essere umano, invece, ha una doppia responsabilit. In primo luogo vivere le esigenze della Forza Vitale e in secondo luogo vivere ci che l'Unit di Luce richiede. ...Innanzitutto desidero chiarire il perch chiamiamo la nuova Era l'Et dell'Acquario. Dalla nascita della Creazione, per il processo Divino di Evoluzione, nuove Forze entrarono in var momenti nell'arena dell'evoluzione. Mentre le specie evolvevano, ogni nuova specie aveva bisogno di nuove Forze. Cos all'interno del processo evolutivo sono fluite, come suoi agenti, sempre pi Forze Cosmiche. Con la nascita della specie umana, le Unit di Luce Divina sono fluite all'interno del campo evolutivo. Dopo la nascita dell'essere umano il processo di evoluzione continuato. ora che l'evoluzione della specie umana ha toccato un punto di maturazione, dove divenuta necessaria una maggiore Consapevolezza del S e dell'ambiente. questa necessit di essere maggiormente consci come esseri umani che sta risvegliando tra sempre pi, e tra milioni e milioni di persone, ci che chiamiamo Consapevolezza Psichica. questa Era, che conosciamo come Era della Consapevolezza Psichica, che conosciamo come Et dell'Acquario. Questa Consapevolezza Psichica e il suo impatto sempre crescente sull'umanit ha tre implicazioni. La prima implicazione che mediante la benedizione della Consapevolezza Psichica, gli esseri umani avranno la capacit di percepire ci che fino ad ora era conosciuto come l'Invisibile. Nulla rimarr celato all'occhio umano. In secondo luogo, sino ad ora la nostra immaginazione in termini di unit di tutti e di ciascun essere rimasta confinata alla nostra propria nazione, o al nostro proprio continente, e quelli con una visione pi ampia hanno parlato dell'intero globo, e finalmente quando l'essere umano ha posto il suo piede sulla Luna, divenuta valida la parola Universale. Ora nell'Et dell'Acquario l'occhio della percezione umana guarder dietro dell'Invisibile e gli esseri umani saranno capaci di vedere dietro il velo e saranno capaci di conoscere il Non-Conosciuto fino ad oggi. Cos nell'Et dell'Acquario nascer la visione della Creazione e non rimarr confinata nemmeno alla visione universale. La terza caratteristica della Nuova Et diventer la pi gloriosa di tutte. Avendo l'essere umano Acquariano trasceso le barriere dell'Invisibile e del Non-Conosciuto, non avr solo una Percezione destata ma una Visione illuminata. Perci l'Et dell'Acquario verr ad essere non solo l'Et della Dignit umana, ma l'Et della Divinit umana. Che la Luce benedica tutti. B Da Risonanze per Baba Bedi XVI" N 5/6 Che cosa intendiamo con Terapia Vibrazionale? Per rispondere a questa domanda noi dobbiamo prima capire cos' una Vibrazione e, in secondo luogo, in quale modo una Vibrazione agisce come la Forza per Curare. Ugualmente rilevante la domanda: che cos' un disturbo e come nasce? Capire questi fatti costituisce il conoscere ci che definiamo l'Alfabeto della Terapia Vibrazionale. Primo, osserviamo: che cos' un disturbo? I disturbi possono essere classificati in due categorie. Definiamo il primo tipo come disturbi fisici. Conosciamo il secondo tipo come disturbi Vibrazionali. I disturbi fisici possono essere messi sotto quattro capitoli. 1) Disturbi causati da incidenti: questo significa che se la gamba si rompe, si tratta di frattura fisica e necessita di un chirurgo o di un fisioterapista per il trattamento.

2) Il secondo tipo di disturbi nella categoria del fisico sono le malattie causate da virus o altre infezioni. Tali disturbi necessitano urgentemente di trattamento antibiotico. Insorgono istantaneamente e hanno bisogno di un trattamento d'urto. Il terzo tipo di disturbi fisici avviene in et estremamente avanzata, quando gli organi cominciano a deteriorarsi per la senilit. In simili casi anche i trattamenti medici risultano inefficaci, dato che le Vitalit di recupero del paziente rispondono molto poco. La quarta categoria sono i disturbi fisici dovuti a malnutrizione. Pu essere sia per eccesso che per insufficienza di cibo. Perci la soluzione sta nella dietetica e non nelle medicine. II Ora, a parte queste quattro categorie di disturbi, pu sembrare sorprendente, tutti gli altri disturbi di cui diviene vittima il sistema umano, tutti i disturbi, senza eccezione, li definiamo Disturbi Vibrazionali. ...La base della Terapia Vibrazionale sta nel riconoscimento che, eccetto i quattro tipi di disturbi categorizzati come fisici, tutti gli altri tipi di squilibri sono creati dagli stati negativi dell'Anima, che un essere umano vive nella vita esistenziale. Tutto questo a tal punto che perfino uno squilibrio come il cancro deve essere considerato come squilibrio vibrazionale. Esaminiamo ora la natura della dinamica che opera nella Tecnica della Terapia Vibrazionale. Normalmente, il "Guaritore", il guaritore, colui che cura il paziente afferma che ci che fluisce dalle mani un fluido. Ma che cosa questo fluido e come agisce sul paziente rimasto un mistero. Questo mistero fu sondato all'Istituto di Indagine sul Non-Conosciuto, da me fondato nel 1961 a New Delhi, ed i risultati della scoperta sono stati ampiamente sperimentati presso il Centro di Filosofia Acquariana di Milano. Per capire la natura di queste Vibrazioni Curative, comunemente conosciute come il Fluido, dobbiamo conoscere l'anatomia dell'Anima umana. Ci sono due componenti dell'Anima. Una la Forza Vitale, che mantiene il Sistema Fisico ed assicura la continuit della vita; e la seconda componente dell'Anima l'Unit di Luce. Ora questa Unit di Luce ha anche i suoi propri organi. Uno degli organi la Sensibilit Psichica. questo organo della Luce, la Sensibilit Psichica, che emana raggi di Luce che agiscono come Vibrazioni Curative. Conoscendo questa realt esoterica noi possiamo capire bene cos' il cosiddetto fluido. ...La Terapia Vibrazionale ha un vasto Spettro di tecniche basate sulla Percezione Psichica, che include la Terapia di Coscienza, l'Evocazione dei Centri Vibrazionali, l'Identificazione con la Coscienza per problemi psicologici, e lo studio terapeutico della Reincarnazione. Da Risonanze per Baba Bedi XVI" N 7/8/9 Albiano 8 agosto 1985 ... Una delle potenti forme attraverso cui la comunicazione significativa ha luogo con la Coscienza per la trasformazione positiva della personalit umana deve essere trovata nelle varie dimensioni di Arte Psichica. Esaminiamo prima come la pittura Psichica agisca in questa direzione. Prendiamo il caso di una persona che apatica ad ogni misura di applicare intensivamente: per far uscire una tale persona dal fondo dell'indifferenza letargica, l'artista Psichico proietterebbe un disegno. Un tale disegno viene proiettato attraverso la dinamica della Percezione Psichica dell'artista stesso. E questo disegno agisce come Campo Magnetico. Quindi, il disegno come Campo Magnetico emana Vibrazioni che andranno direttamente alla Coscienza della persona. Arrivando alla Coscienza queste Vibrazioni fugano le ombre scure accumulate dall'indifferenza letargica e la persona inizia ad emergere fuori dal grigio nebuloso ed inizia a sentirsi differente.

Ora non solo per l'eliminazione del negativo, ma in modo ugualmente potente la pittura Psichica agisce per la stimolazione delle positivit creative. In questo senso necessario conoscere che l'artista proietta solamente il disegno, ed il paziente osserva solamente, ancora nessuna spiegazione entra in campo. Solo attraverso questa osservazione, senza alcuna spiegazione che coinvolga l'Intelletto, il messaggio arriva alla Coscienza ed il movimento di trasformazione inizia. Un esempio vivente di questo genere di cosa il libro di Valsecchi. In aggiunta alla pittura Psichica, ogni forma di arte proiettata Psichicamente pone il suo impatto direttamente sulla Coscienza, la drammatizzazione Psichica, la recitazione Psichica. ancora la Coscienza che sta nel centro dell'apparato psicofisico umano per quanto riguarda l'arte della danza Psichica e della musica Psichica. La Coscienza riceve prontamente le Vibrazioni emanate dai Campi Magnetici del suono e del ritmo che agiscono come una dinamica per il movimento della danza e per il suono della musica. In effetti questo fatto spiega il mistero di come la danza e la musica Psichica agiscano efficacemente come terapia per curare particolari turbe nervose. Ancora un altro campo in cui cambiamenti rivoluzionari devono aver luogo nell'Et dell'Acquario, in relazione con l'architettura Psichica. Fatemi spiegare riguardo all'architettura. L'urgenza primordiale del Cuore umano punta il dito verso il benessere. Ed il benessere punta il dito verso il bisogno primordiale di un porto di rifugio, sia una caverna o un castello: bisogno di riposo ed intimit. in questa direzione che l'architettura funziona efficacemente. Ora il tempo maturo per l'architettura per addentrarsi in una nuova dimensione. E questa dimensione solamente una, essere in relazione con la Coscienza. Adesso con la dinamica della Sensibilit Psichica che funziona mano nella mano con le capacit della Coscienza, per quanto riguarda l'architettura, l'architettura Psichica, siamo all'inizio dell'era.

Da Risonanze per Baba Bedi XVI" n Zero novembre 1993 Marilisa Marchiorello. Un ringraziamento ed un benvenuto a tutti per la vostra graziosa presenza in modo tale che possiamo, tutti insieme, ringraziare Baba di aver fatto questo viaggio per essere con noi a darci il "via", la Sua ratifica ed il Suo grande incoraggiamento rispetto all'iniziativa di fondazione dell'Istituto di Pedagogia Acquariana. Io ringrazio tutti e poi dir qualche parola riguardo a tutta la serie di incontri che sono previsti per andare avanti con questa nuova situazione. Allora grazie a tutti e incominciamo. Gianmarco Moscatelli. Abbiamo pensato di procedere in questo modo. Dopo brevi notizie su come verr avviata l'associazione che applicher le metodologie della Pedagogia Acquariana, prevista la possibilit di rivolgere a Baba qualsiasi tipo di domanda in relazione, appunto, alla Pedagogia Acquariana. Le vostre domande e le Sue risposte verranno registrate, sbobinate, controllate accuratamente. Indi pubblicheremo, in un eventuale periodico, quello che verr esposto questa sera sulla Pedagogia Acquariana. In relazione all'Istituto, noi prevediamo una situazione che si svilupper in varie fasi e chiaramente sempre nell'ambito delle associazioni culturali senza fini di lucro. Ci significa che nessuna delle persone che parteciper a questa associazione potr percepire un guadagno personale, ma semplicemente fornire un servizio alle persone che si rivolgono all'associazione. L'associazione verr strutturata come la legge italiana prevede, cio con uno statuto che verr depositato presso un notaio. I soci fondatori si impegnano a fare questo gi nei primi giorni di gennaio dell'anno prossimo. Al 31 Gennaio '93 lo statuto e l'atto costitutivo verranno resi pubblici e le persone che vorranno associarsi potranno prenderne visione, ed incontrarsi tutti a Cittadella per il 31 gennaio 1993, quando daremo il via alla fase in cui sar possibile associarsi all'Istituto di Pedagogia Acquariana. In un cammino che noi prevediamo dovrebbe essere di due o tre anni chiederemo il riconoscimento al Presidente della Repubblica ed in questo modo potremo realizzare quella che si chiama una "Associazione riconosciuta" che la forma pi evoluta di associazione culturale che si possa fare attualmente in Italia. Noi abbiamo una lunga esperienza di Associazione Culturale Acquariana e quindi abbiamo visto come la legge italiana possa mettere a disposizione delle possibilit che possono essere, secondo noi, utilizzate positivamente, per necessaria una dura disciplina per le persone che partecipano all'Associazione per rispettare lo spirito di questa iniziativa e quello che legge prevede. Comunque una volta che l'Associazione sar riconosciuta, noi speriamo nel giro di due o tre anni, il passo

successivo per noi sar quello di aprire una scuola per persone che vogliono portare i bambini ad educarsi secondo la Pedagogia Acquariana. Marilisa Marchiorello. Alcune notizie. La prima volta che ho sentito parlare di Pedagogia Acquariana stato nel 1982, ed stata una grande emozione perch dal 1978 mi chiedevo come questa possibilit di riflessione filosofica cos vasta potesse essere trasmessa anche ai bambini. Quindi partecipare al primo Convegno di Pedagogia Acquariana nel 1982 stato veramente molto interessante. Da allora sono iniziate tutta una serie di attivit che sono state comunque motivo di gioia. Oggi un giorno particolarmente felice per me perch dando uno sguardo molto veloce alle attivit che si sono fatte, per me molto pi interessante essere cos tanti interessati a questo oggi qui, partecipi, e io spero collaboranti, per proiettarsi in una progettazione nel futuro. Quindi vi risparmio la sequenza di tutte le attivit che sono state realizzate - eventualmente ne faremo una relazione scritta - e credo che proprio il momento pi importante sia "l'adesso e qui" che possiamo vivere insieme, in questo scambio, in questa progettualit che pu accomunarci in un momento che nel presente ci situa, per, anche nel futuro. Vi ringrazio ancora. Baba. Io voglio dire solo una frase. Non soltanto adesso, ma le generazioni che verranno saranno sempre grate a Marilisa ed al suo gruppo per il lavoro positivo e molto profondo al quale dedicano la loro vita. Pi di questo non si pu dire. Ora le vostre domande. I lunghi discorsi sono inutili. D. Che cos' la Pedagogia Acquariana? Baba. il modo di esprimersi di ogni studente. L'educazione oggi diventata istruzione e viene mandata gi come qualcosa di molto amaro. L'educazione reale solo ci che viene da dentro. Aiutare i bambini a trarre fuori e ad esprimere quello che c' dentro di loro il vero significato di educazione. Altra domanda. D. Che differenza c' tra la Pedagogia Steineriana e quella Acquariana? Baba. Rudolf Steiner stato la prima persona che aveva sentito come fosse necessario fare uscire quello che c' dentro. La Pedagogia Acquariana il passo seguente: la tecnica, il come tirare fuori. La concezione di Steiner era il dover tirare fuori, ma non ha dato la tecnica. Adesso arrivato momento maturo per la tecnica, per il come tirare fuori. Avanti con le domande. Marilisa Marchiorello. A questo proposito dovrebbe esserci la fotocopia della conferenza che Baba ha fatto nell'aprile '82 che riportata su Risonanza. Se guardi nella seconda colonna, terzo paragrafo c' proprio un discorso su Steiner: il discorso dell'intelletto e della Coscienza. D. Quali sono i colori dei numeri? Baba. Non possibile rispondere in due frasi. [Durante la conferenza sono stati presentati i numeri e le lettere realizzati secondo le indicazioni della Pedagogia Acquariana.] D. Qual la differenza tra ci che avviene nel bambino seguendo questa tecnica d'apprendimento e ci che avviene in lui con i metodi in uso? Baba. La differenza fondamentale. Nella scuola di oggi viene fatto uno sforzo per "mettere dentro" allo studente. E vera educazione invece tirare fuori quello che c' dentro di lui. D. Cosa succede nel bambino quando si trova davanti alle lettere ed ai numeri realizzati secondo la Pedagogia Acquariana? Baba. Entrano profondamente in lui perch rappresentano la verit. E la verit penetra sempre nella persona,

non solo nel cervello ma anche nel cuore: il cuore la sede della verit. Allora tutto ci che c' dentro comincia a scorrere fuori, a fluire come un ruscello. D. Questo in grado di smuovere le ombre grigie che stanno intorno alla nostra Coscienza? Baba. Altrimenti a che cosa serve? Tira fuori tutto ci che c' dentro. D. Tocca anche la Memoria Evolutiva? Baba. S. D. In quale modo viene toccata la Memoria Evolutiva? Baba. Poich tutto arriva evolvendo, quando comincia a parlare l'interiorit parla la Memoria Evolutiva: l'integrazione diviene completa. Avanti.

D. Allora le lettere servono anche agli adulti? Baba. Servono per tutta la vita, fino al cimitero! Marilisa Marchiorello. Infatti una delle ragioni per cui ho tutto questo entusiasmo smodato per la Pedagogia Acquariana perch qualsiasi adulto a qualsiasi et pu avere un riferimento per la sua auto-educazione e auto-formazione. Infatti ieri ho avuto un momento di grande perplessit e dicevo "che difficile questa cosa, sono impreparata", poi ho pensato: "beh, mi preparer insieme con gli altri, non c' niente di grave". D. Allora si pu frequentare a qualsiasi et? Marilisa Marchiorello. Certo. D. Ho notato che sia nelle lettere che nei numeri c' un cerchio piccolo: perch? Marilisa Marchiorello. Il significato spiegato dettagliatamente nel corso di Pedagogia. Baba. Questo legato al significato del numero. Ogni numero ha la propria lunghezza e larghezza ed i numeri e le lettere sono scritti secondo il loro suono, non solo per come li vediamo ma per come li leggiamo. Se il suono pi lungo, la lettera diventa pi lunga, pi grande, pi alta; oppure pi piccola, secondo il proprio suono. Altra domanda. D. Come viene definito il suono lungo del nome di una lettera o del nome di un numero? Baba. A e Gi. A un suono pi lungo di Gi. D. Qual la relazione tra la tecnica e l'individualit del pedagogo? Baba. La tecnica Acquariana rimane la stessa. L'individualit di colui che insegna mette la sua piena impronta in modo che gli studenti capiscano e seguano. D. E la relazione con l'individualit degli studenti? Baba. L'individualit degli studenti legata alla materia che studiano. Qualcuno portato verso l'arte, qualche altro verso le scienze: le diverse dimensioni di conoscenza sono in relazione alle differenti personalit. Come mai una persona che impara diviene insegnante di storia? Un'altra di scienze oppure di fisica? Dipende dalla loro interiorit che trova la propria preferenza. Se lo studente libero nella sua scelta; questa la differenza. Se nelle risposte manca qualcosa, chiedete ancora. D. L'impronta che mette l'insegnante dipende dall'entusiasmo che nasce dalla sua Coscienza?

Baba. L'entusiasmo un elemento che l'insegnante deve avere, ma il modo di insegnare pi importante. Insegnamento vuol dire: tirare fuori quello che c' dentro allo studente, aiutarlo ad esprimere ci che in lui. La sua interiorit, le sue capacit interne parlano con voce alta. Aiutare queste dimensioni ad uscire vera educazione. Il resto istruzione. Questa la differenza di base. Sentiamo. D. Come aiutare il ragazzo figlio di un pedagogo Acquariano nel conflitto tra Pedagogia Acquariana e scuola tradizionale? Baba. Solo i genitori lo possono aiutare. Solo qualche insegnante che capisce che cos' l'educazione e come condurre fuori ci che dentro allo studente lo pu aiutare. Non c' altra strada. Avanti. D. Se l'insegnante che capisce qualcosa non c', cosa si deve fare? Baba. Non andare a scuola, almeno non viene distrutta la sua personalit come accade nella scuola attuale. D. Cosa fa l'insegnante Acquariano? Baba. Aiuta lo studente a portare fuori quello che egli ha dentro di s: in tal modo lo studente sviluppa la propria personalit e diviene molto abile, altrimenti rimane solamente come una bottiglia vuota in cui mettiamo qualcosa. D. Quali caratteristiche deve avere un insegnante Acquariano? Baba. Tirare fuori ci che c' dentro allo studente. Marilisa Marchiorello. Domandava: quali sono le caratteristiche dell'individualit di chi desidera proporsi come pedagogista o pedagogo Acquariano? Baba. Deve avere la capacit di capire che cosa c' dentro allo studente; la capacit di aiutarlo a portare fuori tutto ci che ha dentro e di aiutare lo sviluppo della sua personalit, perch insegnare non mettere qualcosa in una bottiglia vuota: la bottiglia piena ed necessario fare in modo che il suo contenuto possa fluire pienamente. Questa vera educazione. D. Quindi aver frequentato i corsi di Tecnica Vibrazionale, aver praticato l'Espressione Psichica, avere studiato la Pedagogia Acquariana solo una buona base di partenza, poi bisogna andare avanti. Baba. Certo. D. Perch cos importante e fondamentale che il bambino scelga lui quello che vuole studiare? Baba. Perch cos corrisponde alla sua interiorit, al suo intelletto ed alle sue possibilit: queste componenti sono diverse in ogni bambino. Allora, se lui che sceglie, la sua scelta lo porter verso l'imparare qualcosa che c' dentro di lui e che egli pu tirar fuori. Nel far uscire da s, egli sviluppa la propria personalit cos come deve essere. D. Ho osservato la lettera H che lo schema della progettazione del tempio, evidenziato proprio nell'H Acquariana. Le domande sarebbero tante, ma vorrei formularne una sola; in questa progettazione del tempio noto la corrispondenza tra il macrocosmo ed il microcosmo che evidentemente la Pedagogia Acquariana cerca, per noto che anche nella vecchia tradizione occidentale presente questo, e non ancora morto! Allora, anche dal punto di vista culturale per noi si tratta di risuscitare un'anima moribonda? Marilisa Marchiorello. Alcuni elementi molto antichi della cultura occidentale si possono ritrovare in alcune cose della Filosofia Acquariana. possibile questo?

Baba. Non c' nessun legame, non c' nessun legame. totalmente nuova. Marilisa Marchiorello. possibile che alcuni elementi, organizzati adesso in modo totalmente nuovo, siano comparsi a piccoli pezzi in tradizioni culturali precedenti di tipo esoterico? Baba. No. Gianmarco Moscatelli. Quindi non si tratta di resuscitare, ma di far nascere il nuovo? Baba. Nuova vita, novit. D. Se noi costruiamo un tempio a forma di H avr la stessa emanazione della lettera H? Baba. Certo. Avanti. D. Se un bambino o un adulto ha un talento per l'astronomia, come si pu affrontare questo con la Pedagogia Acquariana? Baba. Spiegando basi di questa metodologia. Innanzitutto dobbiamo osservare se la persona ha tendenza o capacit per l'astronomia e se, come punto di partenza, questo non c' lasciamo fuori tale disciplina, non perdiamo tempo. Poi insegniamo. necessario vedere quali sono le capacit di uno studente o di una persona adulta, perch a queste capacit deve corrispondere ci che imparer o insegner. Sono le capacit individuali l'elemento pi importante prima di cominciare a insegnare: qualcuno portato per la storia, qualcun altro per la scienza, qualcun altro verso qualcos'altro, e qualcuno per niente. D. Se ognuno ha delle capacit, come mai va a finire che gli insegnanti a scuola dopo sono sempre coercitivi nei confronti degli studenti? Baba. Cosa significa coercitivi? Gianmarco Moscatelli. Obbligano gli studenti a fare determinate cose. Baba. Perch vogliono usare la loro autorit. Si sentono molto soddisfatti quando esercitano la loro autorit e vedono gli studenti guidati e governati da essa. Allora se ne servono: non lasciano fluire quello che c' dentro allo studente, ma utilizzano l'autorit per mettere la propria impronta su di lui. Marilisa Marchiorello. Nella scuola Acquariana c' una semplificazione o c' un aumento di nozioni? Baba. Nella scuola Acquariana non deve essere presente nessuna paura. Nessuna resistenza deve nascere dentro allo studente. Egli deve venire, andare, giocare: liberamente, secondo la sua personalit. Adesso la scuola esiste solo per reprimere le capacit del bambino. All'opposto, la scuola Acquariana deve aprire la porta dell'interiorit cosicch tutte le capacit dello studente fluiscano cantando e ballando. D. Come possibile conciliare la Pedagogia Acquariana con l'istituzione scuola? Baba. Non c' nessun legame. La scuola d'oggi solamente distrugge la personalit dello studente. La Tecnica Acquariana aiuta a fluire pienamente ed a fiorire come un giardino in primavera. Questa la differenza. D. Come pu un insegnante della scuola di adesso utilizzare le Tecniche Acquariane per poter lavorare meglio? Baba. Pu cambiare il suo modo d'insegnare seguendo la Metodologia Acquariana. D. Lo studente, oltre a scegliere le materie da studiare, sceglie anche gli insegnanti? Baba. Deve scegliere, se possibile. Allora se gli studenti sono trenta, sono necessari trenta insegnanti.

Andiamo avanti. Come risposta non aspettate un lungo discorso: la domanda corta, la risposta corta. Avanti. D. Volevo chiedere a Baba se pu fare un accenno al concetto olistico che presente nell'educazione Acquariana, cio a questo trovare una verit unica per le varie sfaccettature della cultura dell'essere umano. Baba. necessario semplicemente spiegare allo studente come tutto legato e niente separato. Ogni cosa ha una faccia diversa come ogni essere umano ha una faccia diversa; allo stesso modo la conoscenza ha le diverse facce delle diverse materie, diverse situazioni, diverso stato d'animo. Riconoscendo questo diventiamo coscienti di ci che affrontiamo. D. Come informare i genitori e renderli protagonisti insieme ai loro bambini di questo progetto? Baba. I genitori non sono genitori se non sono sempre insoddisfatti di come agiscono i figli, perch c' la differenza di una generazione. I genitori aspettano di vivere attraverso i figli qualcosa che mancato nella loro vita. Non vedono normalmente le urgenze del bambino, o del figlio, o della figlia, ma guardano a loro con l'insoddisfazione per ci che non hanno potuto ottenere nella loro stessa vita attraverso il loro sforzo. Questo crea una grande divergenza tra le urgenze dei genitori e l'azione dei figli. Questa la realt. tale sforzo dei genitori che crea un conflitto tra genitori e figli: ogni padre o madre con cui parliamo inizia sempre dallo stesso punto di partenza, dicendo "oggi gli studenti fanno cos; oggi i figli fanno cos; oggi, oggi, oggi." L'enfasi su "oggi". Non si rendono conto che il loro tempo passato e che oggi il tempo dei figli. Non che l'oggi sia divenuto cos diverso, tuttavia c' la differenza di una generazione: osservate quanti cambiamenti si sono realizzati negli ultimi vent'anni in tutto il mondo in ogni dimensione della vita. I genitori non se ne rendono conto e mettono sempre una macchia nera sul presente guardando verso il passato. In altre parole vivono non nell'oggi, ma nel passato. questo che crea problema. Marilisa Marchiorello. Allora sar utile aprire una sezione per genitori nell'Istituto di Pedagogia Acquariana? Baba. Non impareranno mai! Quella chiuder per mancanza di studenti! D. Come definisci la parola: tecnica? Baba. Metodo di fare. D. Essendoci una relazione individuale tra lo studente e il pedagogo, pu essere che questo metodo abbia uno sviluppo ogni volta diverso? Baba. Secondo la personalit dello studente e la capacit dell'insegnante. D. Dunque sempre una dimensione legata alla creativit anche il saper fare uscire? Baba. Ma oggi il modo di insegnare non legato a questo. Invece dovr essere legato nella Pedagogia Acquariana. D. Tutti possono diventare insegnanti Acquariani? Baba. Qualcuno portato verso l'arte, altri verso differenti dimensioni; qualcuno ha la capacit di diventare insegnante, altri medico. Dipende dalla personalit e dalle capacit. D. Quale differenza c' tra i tre diversi numeri zero che abbiamo visto prima? Baba. Il significato di ogni numero diverso, perch ciascun numero rappresenta una differente fase della Creazione. Questi numeri dunque rappresentano come andato avanti il processo creativo: le diverse fasi della Creazione. Come dire primo secolo, secondo secolo, terzo secolo, e cos via. Gli zero sono tre perch c' espansione: altrimenti, se questa non ci fosse, come si arriverebbe al numero 1? Dalla non esistenza all'esistenza vi sono tre fasi. Ad esempio: una persona sta dormendo e al primo stadio nel sonno completo, al secondo stadio sbadiglia, al terzo si alza dal letto. Allo stesso modo i numeri vanno avanti, senza salti. Noi seguiamo numeri, i numeri seguono noi.

Modo di vivere e modo di esprimere. Questa la differenza. Non aspettate che ogni volta che la risposta finisce ci fissiamo, preparate le vostre domande prima, prego. D. Mi sembra che i presupposti di questo insegnamento siano altamente rivoluzionari rispetto all'insegnamento per come viene visto e inteso adesso. Come possibile che questo Istituto non entri in contrasto molto forte con la realt attuale della scuola? Baba. Se non vi contrasto completo, la scuola nuova non serve a nulla. Quale lo scopo della scuola nuova? Metodo nuovo? Insegnamento nuovo? E studenti nuovi? Insegnanti nuovi? Tutto nuovo. Nasce per questa ragione di novit l'Istituto di Pedagogia Acquariana, altrimenti non c' nessuna ragione di cambiare. Avanti. D. Come si pu sviluppare il talento della pedagogia? Baba. Se una persona ha il talento di insegnare, deve diventare insegnante; altrimenti ci sono cento altre cose che pu fare ma non deve divenire insegnante: una perdita di tempo, una perdita di vita e fa del male agli studenti. D. E quando questo talento c', come si fa a svilupparlo? Baba. Cercando lavoro come insegnante. E trovato questo lavoro, dedicando la propria vita a tale scopo. D. La scuola in Italia obbligatoria fino a quattordici anni. Se i genitori non mandano i ragazzi a scuola, i carabinieri vengono a prenderli a casa e li portano a scuola per forza, anche se la scuola li reprime. Cosa si pu fare? Baba. Si pu andare a scuola ma non fare il compito che viene dato: andare a scuola senza fare il compito. comodo per lo studente, per l'insegnante e pi di tutto per i genitori. D. Magari se ci fosse un'alternativa sarebbe pi comodo per il genitore, per il bambino e per l'insegnante. Baba. Certo, senza dubbio, sarebbe pi comodo per tutti.

Potrebbero piacerti anche