Sei sulla pagina 1di 9

Citt

Turismo

Sar ricordato
lo scrittore e penalista
Piero Fillioley

Valorizzazione
di Pantalica
Sabato un summit
A pagina due

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sei

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 7 dicembre 2014 Anno XXVII N. 283 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
www.libertasicilia.it

Editoriale. La nostra Siracusa ha raggiunto il record delle opere incompiute La corsa allambito posto

Il flop annunciato
dalla classe politica

Perso del tutto lorgoglio di essere siracusani


COMMENTI

La qualit
della vita
in gioco
di Concetto Alota

A prescindere della po-

sizione della classifica


dei giornali, Siracusa rimane una citt caotica,
difficile da viverci e questo non solo per la qualit della vita, ma per la
nostra innata maleducazione, la mancanza quasi
totale della cortesia, tanta
arroganza e la prevaricazione, il cattivo gusto di
sfidare gli altri anche con
il semplice sguardo cattivo e maligno, il mal vezzo di non tenere da conto
leggi e regolamenti.

a politica e lambizione
sono due facce della stessa medaglia e camminano quasi sempre insieme.

e continue turbolenze nel rapporto tra il Partito Democratico e lAmministrazione Comunale.

A pagina sei

A pagina sette

A pagina cinque

POLITICA

POLITICA

Opposizione I riformisti
cercano
confusa
il dialogo
sullacqua

di Giuseppe Bianca

Tredici magistrati
per Procuratore
aggiunto di Siracusa

TACCUINO

I tre poteri
che regolano
lo Stato

o sviluppo del territorio


siracusano bloccato da
una miriade dincompiute
che la classe politica non
stata capace di sbloccare
e portare a termine. Nella
lunga lista in primis troviamo le bonifiche della
zona industriale, che assommano una montagna
di miliardi e il risanamento
ambientale dai veleni che
continuano a colpire.

iornali e televisioni non


parlano dlatro che dello
scandalo di Roma. La non
pia associazione doveva durare almeno da cinque anni.

randi manovre all'ombra del Palazzo di Giustizia


di viale Santa Panagia. Al centro dellattenzione la
successione alla carica di Procuratore aggiunto. Dopo
il trasferimento dellex procuratore Claudio Corselli,
oggi procuratore aggiunto vicario a Palermo.

A pagina tre

A pagina due

A pagina sette

di Titta Rizza

Pallanuoto, in serie A2
vincono le due siracusane
Le due siracusane
che militano nel campionato di serie A2 di
pallanuoto hanno vinto i rispettivi incontri
nella quarta giornata
del torneo.
A pagina quindici

Cronaca di Siracusa 2
CITTA

Marted
a Palermo
iniziativa
No triv

Sicilia 7 dicembre 2014, domenica

Marted

prossimo verr presentato ai


deputati dell'Assemblea Regionale Siciliana il documento in occasione della seduta che ha all'ordine del giorno l'impugnazione presso la Corte Costituzionale
dell'articolo 38 dellex-decreto Sblocca
Italia.
Il documento, sottoscritto anche da Natura Sicula, stato proposto a una mol-

7 dicembre 2014, domenica

titudine di associazioni per la costituzione di una Rete


Regionale impegnata a contrastare l'attuale politica
energetica regionale e nazionale. Comitati e associazioni - dice il leader di Natura Sicula, Fabio Morreale - sono oggi presenti come Rete Regionale No Triv,
per portare avanti, insieme e fino in fondo, la battaglia
contro le attivit di ricerca e coltivazione, onshore e
offshore, di idrocarburi liquidi e gassosi, nonch contro le nocivit causate dalle industrie di raffinazione.

TACCUINO

Tre poteri
Politico
amministrativo
giudiziario
G

iornali e televisioni
non parlano dlatro che
dello scandalo di Roma.
La non pia associazione
doveva durare almeno
da cinque anni: Alemanno ha regnato per un
quinquennio e il fango
sembra che lo abbia toccato, i Carabinieri indagavano da quattro anni.
E nessuno se n accorto
in cinque anni? Questa
la domanda che mi pongo: non se ne accorto

il potere politico e quel


che pi tocca non se n
accorto il potere amministrativo.
Eppure lattuale ministro
Madia nel 2013 lanci
lallarme, ma venne fatta zittire e lasciata assolutamente sola; nessuno
accolse il richiamo e il
pio sodalizio rest pi
forte di prima. E poi mi
chiedo ,ma possibile che
i funzionari del comune
di Roma dal capodiparti-

mento al ragioniere che


fa i mandati di pagamento ha avuto un sospetto
e ne ha parlato con i superiori o ha allertato un
sindaco o un assessore?
Questo silenzio mi obbliga a temere di una
omert diffusa ad ogni
livello. Questa omert
significa che il fenomeno
della corruzione e molto
pi esteso di quanto viene alla luce.
Per fare un esempio:

Qui sopra, il palazzo di Giustizia.

Crocetta ha denunziato
tutti quelli che rubavano
sulla formazione e sono
stati arrestati.
E stato arrestato perfino
un deputato nazionale in
carica,ma quelli che avevano lobbligo di vigilare e di controllare sono
rimasti al loro posto e
continuano a comandare nellassessorato alla
formazione,come se la
tempesta non li riguardasse. Nessuno ha vi-

sto, nessuno s accorto


di niente; il vero che
ognuno si pasce il proprio orto, pi o meno
erboso, e nessuno deve
metterci piedi: guai a
calpestarlo. E se questo
essere orbo non significa mafia,che cosaltro
potrebbe essere? Ritorniamo a Roma: finalmente il potere politico
s svegliato e Renzi ha
mandato allaria tutto
lapparato romano del

intervento di nicola bono

Valorizzazione
del sito Pantalica
Sabato un summit

In

merito ai ritardi per gli interventi


di valorizzazione e fruizione del sito di
Pantalica e della Valle dell'Anapo l'on.
Nicola Bono, gi presidente della Provincia Regionale di Siracusa, ha rilasciato la
seguente dichiarazione: Sta suscitando
un certo allarme il blocco delle gare per
l'utilizzo di circa 1 milione e 200 mila
euro, e cio di circa un terzo delle risorse messe a disposizione dall'UE per
opere di restauro e acquisto di trenini
gommati per la valorizzazione del sito
di Pantalica, al punto che, il prossimo
13 dicembre, stato indetto un summit
tra le varie autorit. Ma se c' una prima
grave mancanza proprio l'inesistenza
di dialogo tra i vari soggetti istituzionali interessati e l'assenza di un progetto
di gestione, che invece avrebbe dovuto

essere l'atto propedeutico all'assunzione di


qualsiasi strategia. Infatti, di questi si sa
che sarebbero stati sottoposti alla verifica di
fattibilit dei piani di programmazione turistica, ma non si sa se siano dotati o meno di
tutte le autorizzazioni previste dalla legge
per la loro effettiva messa in opera. Il progetto dell'interramento di tubazioni dell'acqua, sembra per l'alimentazione di un inedito sistema pubblico potabile costituito da
fontanelle da realizzare lungo il corso della
vecchia ferrovia, a tutt'oggi non certo che
una volta realizzato potr essere attivato,
poich non c' nessuna notizia circa l'effettivo avvio di una pratica per l'ottenimento
da parte del Genio Civile della necessaria
autorizzazione a disporre dell'acqua per alimentarlo. In merito all'utilizzo dei trenini,
non risulta a tutt'oggi che siano mai stati ef-

fettuati seri controlli in merito alla sicurezza del percorso dell'ex ferrovia, dismesso
da oltre 60 anni e conseguentemente privo
della bench minima manutenzione. Anche
in questo caso prima l'acquisto dei mezzi
e poi la verifica della praticabilit? Senza
contare che questo progetto insiste nello
stesso tracciato oggetto di un altro finanziamento UE per la realizzazione della Green
Way e cio di una pista ciclabile. A parte
questa non chiarita possibile contraddizione della destinazione d'uso, siamo davanti
a una serie di ipotesi interessanti e perfino
suggestive, ma di cui non garantita la reale fattibilit n, soprattutto le modalit di
gestione e le relative risorse. Ecco perch
sarebbe assolutamente prioritario che nel
summit del 13 dicembre venissero chiariti
questi aspetti per dare contenuti.

suo partito, per una buona parte fatto da collusi


o quanto meno da orbi, e
ha nominato un commissario scegliendolo fra gli
oppositori interni.
In tanta assoluta cecit perfino Marino lattuale
sindaco di Roma non s
reso conto del fenomeno - s mossa la magistratura. In tale termine
includo le forze di Polizia Giudiziaria,nel caso
lArma Benemerita; i
giudici col materiale che
fornivano i Carabinieri
hanno rilevato il fenomeno ,hanno costituito
un dossier formidabile di
prove e alla fine hanno
spiccato le ordinanze di
custodia cautelare.
Ma tutto il Paese deve
ringraziare il Signore
di avere un tale potere
statale che e immune da
cecit ed omert e che sa
mettere le mani dove c
fango senza guadare nessuno in faccia.
Avr mille difetti questa
nostra magistratura, ma
se non ci fosse questo
potere dello Stato integro nella sua moralit,
oggi questa nostra Italia
sarebbe un baraccone
tipo Cuba allepoca di
Batista. La supplenza dei
giudici un atto di accusa alla classe politica
e a quella burocratica,in
buona sostanza a tutto
il potere esecutivo che
non sa vigilare, che non
sa scrutare, che non riesce ad espellere dal suo
corpo le tossine che esistono per una fisiologia
insita in ogni corpo che
esercita potere .
Ora per un momento
pensiamo agli operai che
scendono in piazza per
difendere il loro posto
di lavoro, pensiamo ai
poliziotti e ai carabinieri
che fanno il loro lavoro
sfuggendo ad ogni tentazione di corruzione
per un salario di mille
e quattrocento euro al
mese, pensiamo a tutta la gente che lavora e
che crea ricchezza: tutto
questo lo possiamo fare
perch siamo consapevoli che in questo nostro
Paese c un potere forte
che amministra Giustizia: chi sbaglia alla fine
dei conti paga.
Titta Rizza

Gioved la presentazione
del libro Il fallimento democratico

Sar Damiano De Simone , presidente della Consulta Civica di Siracusa, con

la presentazione del suo libro, dal titolo Il fallimento democratico, a chiudere la Mostra di arte contemporanea integrata Genius Loci oltre le Barbarie, organizzata da Giuseppe Piccione, presso Palazzo Impellizzeri.
Lintervento previsto nel luogo che ospita la rassegna, gioved prossimo 11
dicembre, intorno alle 17.30. Ad affiancare lautore, anche Giuseppe Garro,

Sicilia 3

Cronaca di Siracusa

esperto in economia tributaria e Gabriele Russo, giovane


storico della filosofia, assieme
ai quali si approfondir su
diversi aspetti dello scritto,
mandato in pubblicazione prima che De Simone mettesse in
piedi lente trasversale e compartecipativo di cui coordina
oggi le attivit.

EDITORIALE. Siracusa ha raggiunto il record delle incompiute

Il fallimento della politica


e lo sviluppo che non c
Abbiamo perduto l'orgoglio
di essere prima
siracusani
e poi siciliani
L

o sviluppo del territorio


siracusano bloccato da
una miriade dincompiute
che la classe politica non
stata capace di sbloccare
e portare a termine. Nella
lunga lista in primis troviamo le bonifiche della zona
industriale, che assommano
una montagna di miliardi e
il risanamento ambientale
dai veleni che continuano a
colpire gli esseri umani. Un
tira e molla tra le industrie
della chimica e della raffinazione e i governi regionale e nazionali che dura
da pi di ventanni, e che
non vede uno spiraglio sul
grave e annoso problema,
compreso la favola dei
miasmi e dei gas puzzolenti che infestano laria del
circondario industriale. Un
doppio fallimento e un problema irrisolto che destinato a rimanere tale e quale. Sul fronte per cos dire
urbano, la citt di Siracusa
vanta un primato non indifferente sulle incompiute che da circa trentanni,
come il Teatro comunale,
resta un cantiere a cielo
aperto e lincompiuta per
eccellenza, tanto da far dimenticare di essere un bene
di valore inestimabile della
collettivit; ma anche lautodromo, il vecchio carcere borbonico, il cine teatro
Verga, la sede della Prefettura, e per il periodo a
breve termine il ponte della
Targia e lerrore dellelimi-

In foto, lex carcere borbonico di Siracusa.

nazione del terzo ponte che


collega Ortigia alla terra
ferma. Vi sono poi i lavori
del porto che vanno a rilento, con il danno economico
per i cittadini per la storia
dei cassoni, la riqualificazione della zona del porto
piccolo e dello sbarcadero
Santa Lucia, il rifacimento
della rete idrica e fognaria che orami colabrodo,
con i danni per la perdita
di circa il quaranta per cento dellacqua e il pericolo
sanitario; c poi il Piano
commerciale della citt
dimenticato, il Piano di riqualificazione urbana sem-

pre annunciato e mai portato in avanti, per non parlare


della zona artigianale che
senza speranza, cos come
la strada del mare, la riqualificazione dei Pantanelli,
compresa la possibile realizzazione dei due porti
turistici di cui uno iniziato
e bloccato e laltro avversato da pseudo ambientalisti
ancor prima di vederne il
progetto; c poi il grave
problema della citt sporca
nei quartieri periferici e che
nonostante lintervento del
Comune con le telecamere
lincivile vezzo rimane tale
e quale, e in merito occor-

rono uomini e mezzi e un


progetto di grande respiro
politico-amministrativo. E
ancora, il verde pubblico,
lasfalto delle strade che oltre ad essere scomode sono
diventate pericolose e piene di buchi, che mandano
i motociclisti allospedale,
scassano le gomme e gli
ammortizzatori delle auto
dei siracusani, la riqualificazione dei quartieri Santa
Panagia e Mazzarrona abbandonati e carichi di tensione, come fossero ghetti
destinati a piccoli spicchi
di terre dormitorio, senza
alcun segnale di vita so-

ciale, e dove il degrado


evidente anche senza altre
opzione e o sollecitazioni;
e se i quotidiani ci fanno
sognare con la statistica che
cresce il tenore della nostra
vita in senso lato del termine, la realt diametralmente opposta, fatta di povert diffusa e la mancanza
dogni logica di vita civile,
compresa la mancanza perenne dei posti di lavoro e,
dove il fenomeno ha raggiunto livelli di guardia e di
pericolo sociale. In questo
contesto la politica non ha
giocato un ruolo principe,
ma una partita persa in partenza; e a ben vedere sono
sparite le parecchie iniziative annunciate in pompa
magna dal presidente della
camera di Commercio Ivan
Lo Bello: il Tavolo permanente per lo sviluppo della
provincia di Siracusa, sviluppo economico e tanti altri progetti, tutti naufragati
con lavvento della crisi
economica, quando invece
occorreva proprio per la crisi che ha colpito lo sviluppo
economico farlo risorgere
e metterlo in grado di formulare progetti e percorsi
alternativi al silenzio e al
fallimento.
Con questi lustri di luna
non c davvero da stare
allegri, anzi il futuro davvero incerto oltre che crudele, specie con i pi deboli
costretti a vivere di stenti e
di elemosina. E in una citt
dal passato nobile e glorioso davvero vergognoso
assistere a un decadimento
dogni valore, compreso
lorgoglio di essere prima
siracusani e poi siciliani.
Giuseppe Bianca

il presidente del quartiere neapolis, peppe culotti

Al via le rotatorie sulla 115?


L

a realizzazione della rotatoria


di Via Lido Sacramento frutto di
un articolato e duro lavoro che si
svolto negli anni e che ha coinvolto
sia la passata amministrazione sia
questa amministrazione. Lo afferma il presidente di Neapolis, Peppe
Culotti, che prosegue: Merito deve
essere riconosciuto sia al precedente Sindaco Visentin per aver accolto

con interesse le nostre richieste, per


aver portato avanti linterlocuzione
con lAnas, che ripresa a seguito
delliniziativa della Circoscrizione
Neapolis nel 2010, la quale riuscita
a riallacciare i rapporti che erano carenti da diversi anni. Non dimentico
il ruolo delle associazioni territoriali
che hanno collaborato con noi a seguito di incidenti mortali che hanno

coinvolto nostri concittadini proprio


in quel tratto di strada. Prova ne sia il
fatto che a seguito di un Consiglio di
Circoscrizione convocato dal sottoscritto, che come adesso nel 2010 rivestiva la carica di Presidente, si sono
avuti i primi interventi dellAnas sul
territorio con la realizzazione degli
occhi di gatto in via Elorina, rifacimento della segnaletica orizzontale.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 7 dicembre 2014, domenica

POLITICA. e il sindaco prenota la carriera parlamentare

Lopposizione confusa
su acqua e lavori urgenti

a politica e lambizione
sono due facce della stessa medaglia e camminano quasi sempre insieme
nel percorso di un uomo
che vuole, o destinato,
a conquistare tutti i traguardi e i premi politici in
palio. il caso del sindaco di Siracusa, Giancarlo
Garozzo, ormai proiettato
verso la conquista certa e
sicura di un posto a Montecitorio alle prossime
elezioni politiche e che,
secondo ambienti romani sia del Pd, sia di Forza
Italia, dovrebbero arrivare
in un tempo relativamente
breve. Questaccelerazione ha, di fatto, iniziato il
percorso che gi fin dalle prime battute era nei
programmi di Renzi e
Garozzo. Lobiettivo non
era tanto nascosto subito
dopo la conquista politica
del Vermexio e la partecipazione attiva del sindaco
siracusano nella vita politica siciliana, e dove si
sarebbe affacciata fugacemente anche la possibile
conquista della segreteria
regionale siciliana del Pd;
infatti, il primo cittadino
della citt di Archimede
da qualche settimana ha
incrementato le sue visite
romane nelle stanze del
potere politico, cos come
nella sede del Governo,
Palazzo Chigi, per intrattenersi con il suo buon
amico Matteo Renzi,
con lunghi incontri e con
alloggetto fatti della politica, ma anche di pranzi
e cene.
Una sicura scalata politica
di tutto rispetto, e considerato che a Siracusa gli
equilibri non sono ormai
tanto soddisfacenti per alcune, dribblaggi avvenuti in seno al gruppone
politico e di cui leader
indiscusso, la scelta di
conquistare Roma alquanto giustificata. Infatti, allinterno del partito
e della corrente qualcosa
si offuscato, appannato, specie nella gestione
di fatti relegati alla sfera
politico-amministrativa,
e non di certo per colpe
dello stesso Garozzo, che
anzi riuscito finora a tenere bene il banco della

In foto, il primo cittadino di Siracusa, Giancarlo Garozzo.

difficile sindacatura attaccata ferocemente e a volte


fuori dalle righe e in maniera frettolosa dallopposizione e allinterno dello
stesso Pd siracusano; o
quella diretta e immediata messa in atto dallon.
Vinciullo e dal suo fido
consigliere Castagnino,

e dove non si dice chiaro e tondo se ci sono atti


daccusa con prove e documenti da contestare, ma
si continua a far cattiva
informazione e capziosa
politica dattacco, con la
confusione che scaturisce
in forza di tanta carne
messa sul fuoco e dove

il pericolo di bruciarla
tutta reale. Il riferimento sotterraneo che alcuni
consiglieri hanno tirato in
ballo lex art. 70 nellassegnazione di lavori di somma urgenza e di pubblica
utilit, come, ad esempio,
tutti gli interventi sulla
rete idrica e fognaria cittadina; ma nella logica della
ragion dessere, provate a
pensare se invece di attuare la procedura durgenza
per lappalto dei lavori
per leliminazione delle
copiose perdite dellacqua
(guai per la verit lasciateci in eredit dalle giunte di centro destra (sic)
insieme al regalo di Sai8
di una truffa a tutti i cittadini milionaria e tutta
ancora da quantificare),
la citt fosse rimasta senza acqua e al prolungarsi
oltre il tempo relativamente utile, quali accuse
potevano essere fatte a
questamministrazione?
Come minimo il linciaggio, sia morale sia politico
e una serie di querele alla

festeggiato dagli amici di sempre al bar

Gli ottantanni e la consegna


del silenzio di Gino Foti
Seduto al tavolino del Caff Pascucci

in corso Gelone, riceve gli auguri degli


amici ma anche delle tante persone che
lo riconoscono. Lonorevole Luigi Foti
ha compiuto venerd scorso 80 anni e
gli amici di sempre (da Brancati e Linguanti, da Baio a Salvo, per citarne alcuni) lo hanno voluto festeggiare con
lofferta di dolci.
Il guru della politica siracusana dimostra di gradire gli auguri anzi per certi
versi e a suo modo ne anche commosso. Appena lo scorso anno aveva
partecipato al compleanno di Santi Nicita, dimostrandogli affetto e vicinanza. Ha sorrisi e pacche sulle spalle per
tutti ma non appena si avvicina il cronista per cercare di fargli raccontare i
suoi ottantanni, lo si vede incupire in
volto e con mano ferma sul microfono
blocca ogni tentativo sulo nascere.
Lon. Foti si chiuso nel silenzio. Non
parla in pubblico, non esterna alla
stampa. E se qualcuno insiste, afferma
di avere gi detto abbastanza e che tocca agli altri adesso parlare.
Ci non toglie che continui a muoversi

come un politico di rango, sotto traccia


ma ben visibile allinterlocutore. Le recenti vicende giudiziarie lo hanno scalfito ma non abbattuto. Anzi, insieme
con il suo legale difensore, lavvocato
Bruno Leone, ha ben chiaro quale sia il
quadro della situazione. Compresa lultima vicenda Expo 2015, quella legata
alle intercettazioni, nelle quali imprenditori e politici del Nord parlano con
insistenza dellappalto del nuovo ospedale di Siracusa, facendo il suo nome
come possibile intermediario con il governo regionale. Ha avuto il tempo di
smentire categoriacamente quelle che
lui ha definito illazioni per piombare in
un silenzio stampa dal quale non dato
sapere quando riemerger.
Ma in privato continua a dialogare con
tutti. Anche con il vertice regionale del
partito democratico, come documentato dai riformisti del Pd, anche se di quel
partito egli non ha la tessera. Purtuttavia risaputo che navighi in quelle acque da nocchiero navigato, inossidabile
Gino Foti.
F.N.

7 dicembre 2014, domenica

Procura della Repubblica


per interruzione di pubblico servizio; ma non si
possono davvero sparare
bordate in tutte le direzioni, dove cogli cogli: o
fai la denuncia e aspetti
fiducioso il corso della
giustizia, oppure fai la tua
filippica in Tv svolgendo il tuo dovere politico e
morale. Le considerazioni possono essere tante,
compresa la mala fiducia
verso la magistratura inquirente. Questo modo di
fare e agire, politicamente
o a titolo personale, ovviamente, oltre che chiaro, un indirizzare al cattivo pensiero buona parte
della pubblica opinione:
se Tizio e Caio hanno
bombardato i tavoli dei
magistrati di decine di denunce, esposti e querele,
mentre altri sono denunciati dagli stessi raccontati e spiegati in separata
sede e in video di fortuna,
come stanno esattamente
le cose; altrimenti, logicamente, bisogna spiegare
e bene ai cittadini quanti
reati sono stati commessi
da chi, come e perch,
virtualmente denunciato,
oppure deve valere la regola della gogna mediatica, del calcolo della curiosit della gente, della
cattiva e maligna politica
di colpire chi non pu essere raggiunto, sulla regola della volpe che non
potendo arrivare a rubare
luva disse che era acida.
C sicuramente la lotta
politica ai ferri corti in
tutto questo contesto, ma
occorre chiarire le cose
per non fare confusione;
se ci sono fatti sospetti,
ci sono prove certe contro chi amministra la cosa
pubblica, lopposizione
hanno lobbligo morale
e politico di denunciare
con documenti, fatti e circostanze, e non con tanti
proclami o denunce o quel
sibillino e antico metodo:
vedete voi se ci sono
reati in questo o quella
deliberazione, e via cos.
Troppo facile, tanto facile che non occorrerebbe,
secondo logica, nemmeno
stare ad aspettare le indagini della magistratura
e processare alla vecchia
maniera del linguaggios
riferito al vecchio politichese, evitando carta
bollata e costosi processi,
senza giudici e nemmeno
avvocati difensori; meglio ancora limpiccagione nella pubblica piazza.
Concetto Alota

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

Turi Raiti
Coordinatore
dellarea
ribadisce
la volont
di un riavvicinamento
alla Giunta
Garozzo
In foto, Turi Raiti,
coordinatore
dellArea riformista.

I riformisti cercano dialogo


Ma chi linterlocutore?
L

e continue turbolenze nel rapporto


tra il Partito Democratico e lAmministrazione Comunale
di Siracusa confermano la bont della
linea politica proposta dal Segretario
Regionale Fausto
Raciti in occasione dellassemblea
pubblica dello scorso 23 novembre.
In questi termini si
esprime Turi Raiti, coordinatore per
larea riformista del
Pd siracusano, il
quale interviene su

tutta la vicenda che


riguarda gli aspetti
interni del partito e
il rapporto conflittuale con il governo
della citt.
Nel ragionamento di Raciti erano
infatti evidenti le
analogie tra la situazione siracusana e
lo stato dei rapporti
tra il PD e il governo Crocetta prima
dellultimo rimpasto
- aggiunge Raiti - La
conseguenza di tale
analogia, cos come
affermato dal Segretario, non pu che

essere la richiesta,
nei confronti di chi
ha la responsabilit
dellAmministrazione Comunale, di
un concreto atto di
svolta.
Ai riformisti rimane un forte dubbio,
legato
allinterlocutore che bisognerebbe scuotere. Al
fine di perseguire
questa strada, si dovrebbe comprendere
chi sia, nellambito
dellAmministrazione
Comunale
siracusana, lautentico e credibile in-

terlocutore del Partito


Democratico.
La notizia del recente incontro chiesto
dallonorevole Gino
Foti al Segretario
Raciti, svoltosi a
Palermo, pone tale
questione al centro dellattenzione.
Perch delle due
luna: o lonorevole Foti (il quale peraltro non iscritto
al PD) ha parlato a
nome dellAmministrazione, e ha quindi cos confermato
di avere leffettivo
controllo e la rea-

le conduzione delle
politiche del Comune di Siracusa; o, se
ha parlato a titolo
personale,
sarebbe opportuno che il
Sindaco Garozzo si
esponesse in prima
persona comportandosi per quello che
formalmente , cio
il vertice dellAmministrazione Comunale.
Il coordinatore siracusano dei riformisti, il sindaco di
Siracusa dovrebbe
uscire allo scoperto. Il suo rimanere

la proposta avanzata nel corso del convegno di sel

Una biennale
per il distretto
del Sud Est

LArea

Vasta.
Questo il tema che,
durante la conferenza organizzata
dalla Federazione
di SEL, stato affrontato di fronte ad
un pubblico molto
partecipe e folto.
I lavori sono stati
aperti dal Segretario Vincenzo Vitale
che non ha mancato
di rimarcare quanto
fosse importante affrontare questi temi

strategici in maniera
unitaria, rilanciando
quel Centro-Sinistra
tanto invocato. Tanti
anche gli interventi
fra cui lOn. Gentile, lOn. Fundar,
nonch
Segretario
Regionale di SEL, il
Senatore Lo Curzio,
Andrea Buccheri e
Gianni Malignaggi
(Presidente di SEL),
dal Consigliere Comunale Pippo Rabbito anche dal Vice-

In foto, un momento del convegno di Sel.

Segretario del PD
Alessio Lo Giudice.
Sono stati anche trattati altri punti e correlati allArea, come
il rispetto e la tutela

dellambiente, della
salute e del lavoro,
nonch la tutela delle nostre eccellenze
come
lAgricoltura. Per Area Vasta

si intende quello
zoccolo duro di Sicilia Orientale che
comprende Catania,
Siracusa e Ragusa.
Lintenzione far s

in secondo piano,
per molti, equivale
a certificare i limiti
della propria autonomia politica rispetto a Foti.
In ogni caso, il tema
rimane: con chi dovrebbe interloquire
il Partito Democratico, ancora oggi
fuori dallAmministrazione Comunale,
per cercare una risoluzione dei contrasti
in essere?.
Agli interrogativi il
coordinatore Raiti
interviene
ancora
una volta per ribadire la disponibilit al
dialogo con la componente renziana.
Per quanto ci riguarda - dice Raiti -,
ribadiamo la nostra
disponibilit ad avviare un dialogo che
parta da una cambiamento profondo
dellattuale assetto
dellAmministrazione Comunale (oggi
non pi di centrosinistra) in modo
da garantire che sui
temi cruciali per la
vita e lo sviluppo
della Citt, quali il
servizio idrico, il
servizio di igiene
urbana, il Piano Regolatore, la tutela
del paesaggio e il
progetto culturale
della citt, il Partito
Democratico possa
dare il proprio contributo secondo letica della legalit e
il primato del bene
comune.

che lArea possa contrattare direttamente


con LUE interventi
per rafforzare i sistemi
infrastrutturali.
Tutto ci non in funzione non solo del
benessere ma perch
la Sicilia diventi la
piattaforma logistica
nel mediterraneo al
fine di intercettare i
traffici, attraverso lo
stretto di Suez, e consentire uno sviluppo
del commercio e dei
beni virtuali. E
stata anche avanzata
la proposta di fare la
Biennale dArte del
Mediterraneo per un
confronto fra le culture sviluppatesi al
sud dellEuropa rispetto alla Biennale
di Venezia.

Cronaca di Siracusa 6

Sicilia 7 dicembre 2014, domenica

Non siamo
per niente
solidali con la
nostra stessa
comunit
e forse nemmeno con
noi stessi,
ci diamo dei
morsi da soli
e remiamo
controcorrente nel nostro
stesso mare

di Concetto Alota

prescindere della posizione della


classifica dei giornali, Siracusa rimane una citt caotica,
difficile da viverci e
questo non solo per
la qualit della vita,
ma per la nostra innata maleducazione,
la mancanza quasi
totale della cortesia, tanta arroganza
e la prevaricazione,
il cattivo gusto di
sfidare gli altri anche con il semplice
sguardo cattivo e
maligno, il mal vezzo di non tenere da
conto leggi e regolamenti. Le strade
sono sbudellate e
sporche, i cassonetti
puzzolenti, le basole dei marciapiedi
traballanti, lilluminazione
pubblica
carente, cos come
tanti servizi pubblici
in generale. E non
occorre
unanalisi approfondita per
capire tutto il nostro
cattivo esempio, governanti compresi,
che diamo ai nostri
ragazzi che a sua
volta, cos acculturati, ripeteranno gli
stessi gesti, errori e
malandrinate; non
c ragione di passare con il semaforo rosso, oltretutto
pericolosissimo, di
non rispettare la fila
alla posta o alla vecchia cassa mutua, o
tentare di ammazzare i pedoni che
vogliono semplicemente attraversare
la strada sulle strisce
pedonali, o magari
fare un pericoloso
zig zag per passare
prima di loro; parcheggiare negli stalli dei disabili, sui
marciapiedi dove i
pedoni non possono
passare, sorpassare
in maniera smodata
al filo dellincidente,
come pure non rubare al popolo e farlo
soffrire per gli interessi degli uomini
della politica. Questo e solo una piccola parte che riguarda
il rispetto della vita
umana, del prossimo, del vicino di
casa, ma anche del
codice della strada;
e a ben vedere c

7 dicembre 2014, domenica

Una veduta aerea


delisola di Ortigia.

Siracusa, la qualit
della vita e il gioco
delle tre carte
dellaltro di poco
civile: gettare la
spazzatura ingombrante dappertutto e
quella dei sacchetti
fuori dai cassonetti,
carte e cartoni fuori
dai cestini, cicche
di sigarette in ogni
angolo delle strade e
persino nelle aiuole
del verde pubblico,
o sputare per terre in
maniera rumorosa,
stessa cosa gridando
e insultando lungo
la pubblica via lanziano in difficolt a
guidare la propria

auto o per scendere


dal marciapiede gridandogli rimbambito, tanto prima
o poi capiter a tutti; insomma, come
dire che il migliore
di questa citt ha la
rogna, e per evitare
di favorire qualcuno dico subito che
questo sono io; e
allora la domanda
fatevela anche voi.
E non vorrei in tal
senso essere frainteso fin dalle prime
battute poich siamo
davvero una delle

citt dove linvidia altissima; e se


linvidia un male
orgoglioso, per questo non si tollera che
altri abbiano pi fortuna o doti pari o superiori alle proprie,
o che riescano meglio nelle cose della
vita, nelle attivit
pubbliche o private
che siano, anche per
mera fortuna.
Linvidia uno dei
sette vizi capitali,
direttamente opposta alle virt. Il tormento degli invidio-

si, dice un vecchio


adagio, muove le
montagne. leffetto corrosivo che
hanno le parole degli invidiosi, non ha
pari.
Questa norma nascosta
appiattisce
ogni volont altrui,
che insieme allapatia forma il carattere
della gente e il clima
carico di contraddizioni e di segreti, di
fatto, poi non tanto
segreti, in questa nostra amata Siracusa.
Quellaspettare sem-

Sar ricordato Piero Fillioley

Sar ricordato a gennaio prossimo lavvocato


Piero Fillioley. Penalista, scrittore, umanista,
politico di sinistra e uomo di grande cultura
e valori sociali e morali, Fillioley ha lasciato
un patrimonio di esperienza e di ricordi ai
numerosi avvocati che hanno frequentato lo
studiolo di via Larga in Ortigia.
Il progetto prevede la realizzazione di una
recita traendo spunto dalle sue numerose
opere letterarie. Sar anche proiettato un
filmato relativo al suo studio ortigiano, che
divenuto una sorta di memoria storica con le
carte, i fascicoli, i libri, la scrivania, le sedie
e larredamento.
Aveva alti valori morali - spiega lavvocato
Biagio Poidomani - Era un appassionato della
sua citt e spesso lo si vedeva infervorarsi
per ci che non andava per il giusto verso.
Lo ricorda anche lavvocato Glauco Reale:
Era molto attento e scrupoloso e spesso

sarrabbiava per come veniva interpretato il


ruolo della magistratura. Anche lavvocato
Luciano Puzzo ricorda un aneddoto: Bussai
alluscio del suo studio e, non appena mi vide,
impose al suo cliente di darmi 25 mila lire per
la mia presenza in studio.

pre che qualcuno ci


tolga dai guai o dalle
catene chiuse con le
nostre stesse mani.
Questa terra una
volta di Archimede
oggi di nessuno,
dove tutti possono
attingere acqua a
volont senza pagare il giusto prezzo; i
forestieri vengono a
far soldi approfittando dalla nostra endemica apatia.
Occorre lottare e la
speranza deve necessariamente essere lultima a morire,
come nelle regole
gi scritte e Siracusa
e i suoi abitanti ritornare a combattere
e a vincere, a fare
squadra, a giocare
con uno schema vittorioso verso la risoluzione dei problemi
e non assommando
difficolt e critica inutile gratuita.
Quello che ci occorre subito pensare
in modo nuovo e
rivoluzionario la nostra vita in comune,
nel bene e nel male
dellintera collettivit siracusana, vivere alla grande le
avventure della vita,
con lispirazione di
nuove idee per richiamarci agli interessi comuni e non
dei soliti pochi noti;
basta con questa politica mafiosa, fatta
dintrighi e ruberie
alla povera gente,
acqua salata, tassa della spazzatura
alle stelle, servizi in
concessione per fare
favori ad amici e parenti, e tanto altro
ancora con le nostre
tasche e tanti amari
sacrifici; sono questi
i segnali del tramonto, del necessario rispetto in democrazia
verso la popolazione, della gente che
alla fine del mese
non riesce pi ad arrivarci, che muore di
fame e vive di stenti.
Non siamo per niente solidali con la nostra stessa comunit
e forse nemmeno
con noi stessi, ci diamo dei morsi da soli
e remiamo controcorrente nel nostro
stesso mare per vincere alla fine il premio del fallimento e
dei fantasmi.

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

la corsa al posto lasciato da corselli

13 magistrati in corsa
per la carica di Procuratore
aggiunto di Siracusa

In foto, il palazzo di Giustizia di Siracusa.

randi manovre all'ombra del Palazzo di Giustizia di viale Santa Panagia.


Al centro dellattenzione
la successione alla carica di Procuratore aggiunto.
Dopo il trasferimento
dellex procuratore Claudio Corselli, oggi procuratore aggiunto vicario a
Palermo (dove ha preso
il posto di Antonio Ingoria) il Consiglio superiore della magistratura ha
aperto i termini del concorso.
Tanti i candidati a questa prestigiosa carica a
cominciare dai sostituti procuratori Antonio
Nicastro, eletto lo scorso
anno in seno alla Giunta
dell'Associazione Nazionale Magistrati di Catania, e Andrea Palmieri,
Presidente della. Sezione
di Siracusa dell'Associazione nazionale magistrati, entrambi in servizio ormai da diversi anni presso
la Procura della Repubblica di Siracusa.
Tra i candidati anche lex
procuratore capo della
Repubblica di Modica,
Francesco Puleio che
presenta un curriculum di
tutto rispetto visto che dal
1992 ha fatto parte della Direzione distrettuale
Antimafia; dal 1996 stato responsabile dei reati
in materia di terrorismo
presso la Procura di Catania, occupandosi in seguito anche di reati contro
la pubblica amministrazione. Hanno avanzato
la propria candidatura
anche il sostituto procuratore Fabio Scavone, in
servizio presso la Procura di Enna, gi pubblico
ministero della Dda di
Catania, e Pasquale Pacifico, sostituto procuratore
alla direzione distrettuale antimafia di Catania.
Sempre dalla procura etnea ha presentato la propria candidatura anche
il sostituto procuratore
Angelo Gabriele Busacca, anchegli componente

Da sinistra, Andrea Palmieri, Antonio Nicastro, Giovannella Scaminaci e Francesco Puleio.

Da sinistra, Fabio Scavone, Umberto Monti, Angelo Busacca e Pasquale Pacifico.

della giunta dellAnm di


Catania. Sempre da Catania arriva la candidatura del pubblico ministero
Giovannella Scaminaci.
Altra candidatura arriva
da Ascoli Piceno, dove
opera il sostituto procuratore Umberto Monti,
titolare dallagosto scorso dellinchiesta sullo
scontro tra due tornado
dell'aeronautica militare
italiana. Monti in passato

ha gi operato al palazzo
di Giustizia di Siracusa.
Nella graduatoria pubblicata sul sito dellAnm
figurano anche Fabio
DAnna, sostituto procuratore generale a Caltanissetta come il suo collega
Antonino Patti. In lizza
anche i sostituti procuratori generali Giulio Toscano e Francesco Chillemi entrambi in servizio
alla Procura della Re-

pubblica di Catania. Tra i


candidati anche il catanese Fulvio Rizzo, sostituto procuratore generale a
Reggio Calabria.
Fin qui lelenco dei candidati alla carica di Procuratore aggiunto a Siracusa.
Nel frattempo si registrano altri movimenti al
quinto livello del palazzo
di Giustizia di Siracusa.
Infatti, il pubblico ministero Martina Bonfiglio,

dopo quattro anni di servizio a Siracusa, ha ottenuto il trasferimento alla


Procura di Catania. Per un
magistrato in uscita, un altro annunciato in arrivo.
Si tratta del dottore Marco Di Mauro, melillese di
origini, in servizio presso
la Procura della Repubblica di Enna, che potrebbe
arrivare a Siracusa alla
met di gennaio prossimo.
Francesco Nania

Roberto Alfonso tra i papabili


a Procuratore di Catania

Roberto Alfonso.

Il procuratore di Bologna, Roberto Alfonso


uno dei papabili alla carica di Procuratore
a Catania, sua citt natale. Alfonso, che ha
prestato servizio anche presso la Procura
di Siracusa ha 64 anni. Ha iniziato la sua
carriera come avvocato ed ha scelto in
seguito la magistratura. Per 10 anni
stato uno dei procuratori aggiunti della
Direzione nazionale antimafia dopo aver
svolto il ruolo di pubblico ministero prima
a Siracusa e poi a Catania. Nell'organismo
diretto da Pietro Grasso ha ricoperto l' in-

carico di responsabile della commissione


centrale di prevenzione, la struttura che
si occupa dei collaboratori di giustizia in
tutta Italia. E' un grande esperto di misure
antimafia. Per molti anni stato applicato
alle Procure di Catania e Caltanissetta, dove
ha seguito nella prima citt processi contro
le cosche e nella seconda le indagini contro
i mandanti esterni delle stragi nelle quali
morirono Falcone e Borsellino. Alfonso
ha concorso di recente alla poltrona di
Procuratore antimafia, battuto da Roberti.

ASTE GIUDIZIARIE 8

Sicilia 7 DICEMBRE 2014, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

PROSSIMA INSERZIONE:

10/12/2014
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne


il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
(che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione.
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lecalce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit do fino alla data prevista per l'asta sul sito:
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

COME PARTECIPARE

www.astetribunale.com

INSERZIONI GRATUITE
ATTIVITA'
IN VENDITA
AFFARE vendesi attivit di past., gelateria,
zona alta, prezzo modico quasi simbolico.T
0931/759065 Chiamare ore negozio
escluso mercoled Tel.
0931/759065
ATTIVIT di merceria
zona C.so Gelone completa di intimo uomodonna, calze, neonato, ricamo, corsetteria.
Prezzo affare E 30.000
tratt Tel. 380/1750746
VENDESI chiosco Piazza Dolomiti (Villaggio
Miano - Viale Epipoli)
Tel. 339/2630853
VENDESI attivit avviata di panineria, kebab,

zona centralissima E
60.000 tratt . Cedesi
anche in gestioneTel.
389/9087841
ATTIVITA di calzatura,
pelletteria ed accessori
delle migliori marche
cedesi. Ottimi guadagni,
clientela gi avviata.
Vendesi completo di arredamento, attrezzatura
e merce. No perditempo. Prezzo affare Tel.
393/5676307
BAR self service completo di cucina attrezzata
con 80 posti a sedere,
grande veranda, sito
alle Porte di Ortigia.
Ottimo investimento Tel.
330/899276
CEDESI attivit commerciale Telefonare

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 448/2012 R.E.I.
Giorno 28/1/2015 ore 16.30, presso il proprio studio
sito a Siracusa nella Via San Sebastiano n. 43,
lAvv. Paola Giardina proceder allesame delle
offerte di acquisto senza incanto, e se del caso
all aggiudicazione, dei seguenti beni:
LOTTO 1: appartamento sito in Palazzolo
Acreide (SR) nella Piazza Palazzolesi
dAustralia s.n.c.- con accesso pedonale dal
Ronco Bernale primo piano. In N.C.E.U. al
foglio 32, p.lla 401, sub. 19, cat. A/3. Con ogni
accessione, pertinenza e servit. Prezzo base
dasta . 99.618,75. Minima offerta in aumento
. 5.000,00.
LOTTO 2: locale di deposito sito in Palazzolo
Acreide (SR) nella Piazza Palazzolesi dAustralia
s.n.c. al piano interrato ( catastalmente piano
terra). In N.C.E.U. al foglio 32, p.lla 401, sub.
4, cat. C/2. Con ogni accessione, pertinenza e
servit. Prezzo base dasta . 8.550,00. Minima
offerta in aumento . 500,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., il 4/2/2015, ore
16,30, presso il proprio studio, lAvv. Paola Giardina
proceder alla vendita allincanto dei suddetti
bene. Le offerte o domande di partecipazione
dovranno essere depositate (previo appuntamento
telefonico) in busta chiusa, presso lo studio della
suddetta professionista entro le ore 12.00 del
giorno precedente a quello fissato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari non
trasferibili intestati allavv. Paola Giardina. Avviso
integrale e CTU disponibili sul sito internet www.
astegiudiziarie.it. ovvero presso lo studio della
predetta.
Il Professionista Delegato
Avv. Paola Giardina

per info 0931/32463 339/2217711


LAVANDERIA self service a gettoni, reddito
dimostrabile, no perditempo Telefonare
333/4962757
VENDESI attivit comm.
le di materiale elettrico
ben avviata dal 2001,
sita in Siracusa. Per info
Telefonare 339/1942301
VENDESI attivit di parrucchiere per uomo o
donna con tre posti di lavoro, bagno per disabili,
mq 46, con due aperture,
canone mensile sotto i
300 euro. Zona centrale
Tel. 347/2722471

VENDESI attivit commerciale abbigliamento/


intimo, compreso di arredamento, ristrutturato,
zona di forte espansione
E 10.000 poco tratt Tel.
338/9587635
ARREDAMENTO
E ATTREZZATURA
AT T R EZZ AT U R A e
macchinari piccoli per
uso falegnameria. Prezzo da concordare Tel.
348/5663483
IMPASTATRICE trifase
in acciaio inox, ditta
Pietroberto, braccio a
fungo omologata E 400
Tel. 348/4169730

TRIBUNALE DI SIRACUSA

SEZIONE ESECUZIONE IMMOBILIARI


AVVISO DI VENDITA
con ribasso
Procedura esecutiva immobiliare n. 155/02 R.G. Es.
Si rende noto che, presso lo studio dellavv. Maria
Commendatore, avanti allo stesso professionista,
delegato dal G.E. Dott. L. La Battaglia con
ordinanza del 02-04-2007 e successiva
autorizzazione del 31-01-2009, ora la procedura
in intestazione assegnata al Dott. L. Gurrieri, si
vender con ribasso di un 1/4, il giorno 02 febbraio
2015, alle ore 12,.00 senza incanto, o nel caso in
cui la vendita senza incanto non abbia luogo per
qualsiasi motivo, il 10 febbraio 2015 con incanto,
il seguente bene: 1) appartamento in Lentini, via
Nisida, pal. D (Coop.Turati), 2 piano int. 6, di
cinque vani ed accessori, censito nel N.C.E.U.
di Lentini, partita 14159, foglio 77, mapp.720/sub
29, cat. A/6, Cl.2, vani 6 con posto macchina n.7
intorno alledificio; 2) Garage a piano cantinato,
in Lentini via Nisida, pal. D (Coop.Turati), censito
nel N.C.E.U. di Lentini, partita 14159, foglio 77,
mapp.720/sub 53, cat C/6.
Il prezzo di stima e/o base dasta di . 59.542,57.
Ogni concorrente, per partecipare, dovr depositare
presso lo studio dellavv. Maria Commendatore,
sito in Lentini in via F.lli Bandiera n. 21 entro le ore
12,00 del giorno 30 gennaio 2015 una cauzione
pari al 10% del prezzo proposto, comunque non
inferiore al prezzo base, o, in caso di vendita con
incanto, al 10 % del prezzo base dasta fissato.
Lofferta non efficace, se lofferente non presta
cauzione con assegno circolare non trasferibile
intestato al professionista delegato, avv. Maria
Commendatore, in misura non inferiore al decimo
del prezzo proposto.
Il versamento del residuo prezzo entro 60 giorni
dallaggiudicazione definitiva, imposte, spese ed
onorari di cancellazione a carico dellaggiudicatario.
Ogni altra informazione disponibile presso lo studio
dellavv. Maria Commendatore in Lentini in via
F.lli Bandiera n. 21. Avviso di vendita, ordinanza
di delega, autorizzazione vendita con ribasso
e relazione di stima pubblicati sul sito www.
astegiudiziarie.it

MACCHINA da cucire
professionale, adatta
anche per la pelle. Pass
Singer Tel. 347/8634425
PER chiusura attivit
vendo mobili e attrezzature per ufficio in ottime

condizioni: n.1 tavolo/


scrivania in legno, a penisola, laminato rovere,
completo di cassettiera
con ruote a 4 cassetti
E 200 Tel. 348/7211110
Angelo

TRIBUNALE CIVILE DI SIRACUSA

Sezione Esec. Immobiliari Proc n.190/2011 R.G.E.I.


LAvv. Giocolano Luigi, delegato alla vendita dal
G.E. con ordinanza dell29-ottobre-2014, AVVISA
che presso il proprio studio in Siracusa, Corso
Gelone 68, il 25/02/2015, ore 17:30, proceder
alla vendita al prezzo ulteriormente ribassato di
1/4 senza incanto del bene infra descritto; in caso
di esito negativo di tale vendita, avr luogo vendita
con incanto dello stesso bene il 04/03/2015, ore
17:30. Bene: immobile residenziale sito in Rosolini, via Curtatone, 30, angolo via Platamone, 188,
al N.C.E.U. del Comune di Rosolini al foglio 37,
p.lla 834, sub.5, vani 7, cat.A3, con garage di pertinenza con accesso carrabile dalla via Curtatone, 28, al N.C.E.U. del Comune di Rosolini foglio
37, p.lla 834, sub.4, mq.18, cat.C6. Il prezzo del
bene ribassato ulteriormente 1/4 74.650,79,
somma gi decurtata di 53.300,00 per costi di
regolarizzazione urbanistica e presso il Genio Civile. Limmobile viene venduto nello stato di fatto
e di diritto in cui si trova, cos come identificato,
descritto e valutato dallesperto nella relazione
di stima. Ogni concorrente, per partecipare, dovr depositare presso lo studio del professionista delegato, sito in Siracusa Corso Gelone 68,
entro le ore 12:00 del 24/02/2015, l'offerta, con
domanda in bollo, in busta chiusa, unitamente ad
un documento di riconoscimento e se necessario valida documentazione comprovante i poteri
o la legittimazione a partecipare ed assegno circolare non trasferibile intestato al professionista
delegato quale cauzione pari al 10% del prezzo
offerto, comunque non inferiore al prezzo base,
che sar trattenuta in caso di rifiuto dacquisto o
nel caso di mancata comparizione dellofferente.
Lofferta irrevocabile. Nel caso di vendita senza incanto l'offerente dovr depositare altres dichiarazione contenente l'indicazione del prezzo,
del tempo e modo del pagamento ed ogni altro
elemento utile alla valutazione dell'offerta. Per la
vendita con incanto, a pena di inammissibilit, la
domanda dovr essere depositata in busta chiusa
presso lo studio del professionista delegato sito
in Siracusa Corso Gelone 68, entro le ore 12:00
del 03/03/2015. Alla domanda si dovr allegare
un assegno circolare non trasferibile intestato al
professionista pari al 10% del prezzo base dasta
fissato. L'aumento minimo di 4.000,00. Laggiudicatario dovr depositare il saldo prezzo, oltre
oneri e spese, entro il termine di gg. 60 dallaggiudicazione. Tutte le spese successive all'aggiudicazione sono a carico dell'aggiudicatario. La
relazione di stima, la consulenza integrativa e la
specifica per i costi di condono sono pubblicati
sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni presso il delegato (Tel/fax 0931 595554; cell.
3281271380).
Siracusa, l 27 novembre 2014
Il professionista delegato
Avv. Luigi Giocolano

7 DICEMBRE 2014, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Sicilia 9

ASTE GIUDIZIARIE

PROSSIMA INSERZIONE:

10/12/2014

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI www.astetribunale.com

PER chiusura attivit


vendo tavolo in legno
e piedi in metallo color
grigio E 40 + tavolinetto
in legno rovere con ruote
E 40 + 2 sedie in tessuto con poltroncina con
ruote color rosso E 60 +
2 sedie in similpelle con
poltroncina regolabile
con ruote, marrone E 80
+ fotocopiatrice Ricoh Ft

4014 E 80. Vendesi in


blocco Tel. 348/7211110
Angelo
PER chiusura attivit
vendesi n. 9 scrivanie
da ufficio con 9 sedie
adibite alla scrivania.
Come nuove E 500 poco
tratt Tel. 377/4202279 320/2509063
PORTA tagliafuoco con
certificato attestan-

TRIBUNALE CIVILE DI SIRACUSA

Sezione Esecuzioni Immob. Proc n. 280/2011 R.G.E.I.


LAvv. Giocolano Luigi, delegato alla vendita dal
Giudice dellEsecuzione con ordinanza del 5 novembre 2014, AVVISA che presso il proprio studio in Siracusa, Corso Gelone 68, il 25/02/2015,
ore 18:30, proceder alla vendita al prezzo ulteriormente ribassato di 1/4 senza incanto dei
beni infra descritti; in caso di esito negativo di
tale vendita, avr luogo vendita con incanto degli
stessi beni il 04/03/2015, ore 18:30. Lotto n.1:
Descrizione del bene: unit immobiliari facenti
parte del fabbricato sito in Comune di Noto nella
via Sila n. 16, censite al N.C.E.U. del Comune
di Noto, al foglio 430: p.lla 927 sub 3 via Sila
n.16 piano 1-2, Cat. A/3, cl.3, vani 5,5 R.C. .
298,25, e p.lla 928, sub 3, via Sila n.16 piano
1-2 (graffato al mappale 927 sub 3). Limmobile
ha regolare concessione edilizia in sanatoria n
163/2005 del 10/06/2005 rilasciata dal Comune di Noto. Il prezzo di valutazione del bene
29.531,25 decurtato dalla somma occorrente
per il ripristino a progetto di modifiche apportate
non sanabili. Lotto n.2: Descrizione del bene:
Unit immobiliare facente parte del fabbricato
sito nel Comune di Noto nella via Sila nn.12-14,
censita al N.C.E.U. del Comune di Noto, al foglio
430, p.lla 927, sub 2 via sila n.12 piano terra, cat.
C/1, cl. 5, mq 62, R.C. 1.082,29, e p.lla 928
sub 1 via Sila n.12 piano 1 (graffato al mappale
927 sub 2). Il prezzo di valutazione del bene
29.565,00. Gli immobili vengono venduti nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, cos
come identificati, descritti e valutati dallesperto
nella relazione di stima. Vendita senza incanto: Ogni concorrente, per partecipare, dovr depositare separatamente per ciascun lotto presso lo studio del professionista delegato, sito in
Siracusa Corso Gelone 68, entro le ore 12:00 del
24/02/2015, l'offerta, con domanda in bollo, in
busta chiusa, unitamente ad un documento di riconoscimento e se necessario, valida documentazione comprovante i poteri o la legittimazione a
partecipare ed assegno circolare non trasferibile
intestato al professionista delegato quale cauzione pari al 10% del prezzo offerto, comunque non
inferiore al prezzo base, che sar trattenuta in
caso di rifiuto dacquisto o nel caso di mancata
comparizione dellofferente. Lofferta irrevocabile. L'offerente dovr depositare altres dichiarazione contenente l'indicazione del prezzo, del
tempo e modo del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dell'offerta. Vendita
con incanto: a pena di inammissibilit la domanda dovr essere depositata in busta chiusa
presso la studio del professionista delegato sito
in Siracusa Corso Gelone 68, entro le ore 12:00
del 03/03/2015. Alla domanda si dovr allegare
un assegno circolare non trasferibile intestato al
professionista pari al 10% del prezzo base dasta
fissato. L'aumento minimo per entrambi i lotti
2.000,00. Laggiudicatario dovr depositare il
saldo prezzo, oltre oneri e spese, entro il termine
di gg.60 dallaggiudicazione. Tutte le spese successive all'aggiudicazione sono a carico dell'aggiudicatario. Pubblicazione su www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni presso il delegato
(Tel/fax 03931 595554; cell. 3281271380).
Siracusa, l 27 novembre 2014

Il Professionista Delegato
Avvocato Luigi Giocolano

te la conformit mis:
2,17x 1 mt E 200 Tel.
339/2001175
STENDI pizza sfogliatrice, motore trifase in
acciaio inox E 1000 Tel.
348/4169730
TAVOLINO porta computer + sedia ergonomica
E 50 Tel. 320/4964202
TRONCATRICE per
legno con piano regolatore, marca Ferisatti,
professionale. Prezzo

affare Tel. 0931/35582


ore pranzo
VENDESI casco per parrucchiere con poltrona
professionale E 100 Tel.
368/3458428

CASECITTA'
CERCO/OFFRO
AFFITTO
VIA MILANO affittasi al
pian terreno, comp. da
cucina-soggiorno, camera da letto, bagnetto.

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 123/12 R.E.I.
Si rende noto che giorno 28/1/15, ore 11.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
del seguente bene: villa sita a Siracusa in via
Isole delle Molucche 90, vani 4, cat. A\7; in
catasto Fg. 154 p.lla 588. Prezzo base dasta
49.173,37. Minima offerta in aumento
3.000,00. In caso di esito negativo della vendita
senza incanto, il 4/2/15, ore 11.00, sempre presso
il proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
alla vendita allincanto del suddetto bene. Le
offerte o domande di partecipazione dovranno
essere depositate in busta chiusa, presso lo
studio del suddetto professionista, entro le ore
12.00 del giorno precedente a quello fissato
per la vendita, accompagnate da cauzione del
10% e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari non trasferibili intestati allavv. Giuseppe
Librizzi. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.
Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 227/90 R.E.I.
Si rende noto che giorno 28/1/15, ore 12.00, presso
il proprio studio sito a Siracusa nel viale Santa
Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
allesame delle offerte di acquisto senza incanto, e
se del caso allaggiudicazione, dei seguenti beni:
LOTTO 1: appartamento sito a Lentini in via C.
Rosselli 107, piano ammezzato, vani 2,5, esteso
mq. 77 ca., cat. A\4; in catasto Fg. 91 p.lla 2924
sub 3 (ex Fg. 92 p.lla 1325 sub 3). Prezzo base
dasta 23.625,00 (al netto dei costi per sanare
le difformit edilizie e catastali meglio descritta
dal CTU nella relazione di stima in atti). Minima
offerta in aumento 2.000,00.
LOTTO 2: appartamento sito a Lentini in via
C. Rosselli 107, p. 3, vani 1,5, esteso mq. 53
ca., cat. A\5; in catasto Fg. 91 p.lla 2924 sub 6
(ex Fg. 92 p.lla 1325 sub 6). Prezzo base dasta
14.400,00 (al netto dei costi per sanare le
difformit edilizie e catastali meglio descritta
dal CTU nella relazione di stima in atti). Minima
offerta in aumento 1.000,00.
In caso di esito negativo della vendita senza
incanto, il 4/2/15, ore 12.00, sempre presso il
proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi proceder
alla vendita allincanto dei suddetti beni. Le offerte
o le domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio del
suddetto professionista, entro le ore 12.00 del
giorno precedente a quello fissato per la vendita,
accompagnate da cauzione del 10% e deposito
spese del 20%, con 2 assegni circolari non trasferibili
intestati allavv. Giuseppe Librizzi. Avviso integrale
e relazione dellesperto disponibile sul sito www.
astegiudiziarie.it ovvero presso lo studio predetto.
Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi

Le ASTE GIUDIZIARIE saranno inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

Solo con busta paga.


Referenziati. Max 2 persone. Classe Energetica
G Tel. 0931/62104
ZONATRIBUNALE, affittasi app.to arredatissimo
con mobili nuovi, composto da 2 c. letto, cucinasoggiorno e bagno. Ref.
Classe Energetica G Tel.
331/4554812
ZONA ZECCHINO affittasi appartamento in
condominio recintato
con posto auto, 4 piano
ascensorato, composto
da ingresso, camera da
letto, soggiorno, cucina
e doppi servizi E 400.
C.E. G Tel. 0931/701000
- 347/0871608
ZONA Santuario/Borgata. Affittasi recentemente
ristrutturato al secondo
piano senza ascensore,
composto da ingresso,
tre camere pi cameretta, cucina abitabile e bagno E 430. Solo privati.
C.E. G Tel. 338/3302651
A studenti universitari locasi grazioso bivani arredato nel cuore di Ortigia.
C.E. G Tel. 335/6073020
ADIACENTE piazza
Archimede (Ortigia) affittasi mini appartamento
signorilmente arredato,
solo privati. Classe Energetica G Tel. 0931/30459
AFFITTASI monolocale
in villa, soleggiato e climatizzato e con p.auto.
C.E. G Tel. 340/8281180
AFFITTASI app.to in
villetta zona Villaggio
Miano posto al 1 piano
composto da 2 camere,
saletta, bagno e cucina +
veranda e balcone. Preferibilmente a sposini.

C.E G Tel. 338/3530028


AFFITTASI a non residenti ampio bilocale
composto da cucinasoggiorno, camera da
letto, wc, locale lavanderia. A 30mt da scogliera
balneare e 200mt da
pista ciclabile. C.E. G
E 450 Tel. 338/1100626
AFFITTASI a non residenti bilocale ben arredato in villa in zona
Sc. Greca. No animali.
Classe Energetica G Tel.
340/1055500
AFFITTASI appartamento in villa mq 55 ben
rifinito e ben arredato,
mansardato, zona Scala
Greca anche per brevi
periodi. Classe Energetica G Tel. 0931/756554
ore pasti - 368/7102644
AFFITTASI app.to in villa
via arenella, a mt 100
dal mare, ammobiliato.
Classe Energetica G Tel.
328/0099371
AFFITTASI Via Miliano,
app.to posto al 3 piano
senza ascensore, comp.
da 2 stanze, cucina grande, entratina e bagno.
Referenziati. Libero.
C.E. G Tel. 0931/62104
AFFITTASI a non residenti, bivani termosingolo e ascensorato,
ben arredato, clima e
p. auto, accessoriato
anche x brevi periodi,
vista mare, zona Sc.
Greca Tel. 0931/790987
AFFITTASI senza intermediari, appartamento
zona Bosco Minniti. Tre
vani, cucina abitabile,
un terrazzino e posto
macchina. Libero subito.
C.E. G Tel. 329/9252888.

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 157/2010 R.E.I.
Giorno 28/1/2015 ore 17.00, presso il proprio studio
sito a Siracusa nella Via San Sebastiano n. 43,
lAvv. Paola Giardina proceder allesame delle
offerte di acquisto senza incanto, e se del caso all
aggiudicazione, del seguente bene: villa sita in
Pachino Contrada Granelli- Via del Silenzio
n. 21. In N.C.E.U. al foglio 17, p.lla 44, sub. 1,
cat A/4. Prezzo base dasta . 75.884,80 (al
netto dei costi per il rilascio della concessione
edilizia in sanatoria meglio indicati nella
relazione di stima). Minima offerta in aumento
. 4.000,00. In caso di esito negativo della v.s.i., il
4/2/2015, ore 17.00, presso il proprio studio, lAvv.
Paola Giardina proceder alla vendita allincanto
del suddetto bene. Le offerte o domande di
partecipazione dovranno essere depositate (previo
appuntamento telefonico) in busta chiusa, presso
lo studio della suddetta professionista entro le ore
12.00 del giorno precedente a quello fissato per
la vendita, accompagnate da cauzione del 10% e
deposito spese del 20%, con 2 assegni circolari
non trasferibili intestati allavv. Paola Giardina.
Avviso integrale e CTU disponibili sul sito internet
www.astegiudiziarie.it. ovvero presso lo studio
della predetta.
Il Professionista Delegato
Avv. Paola Giardina

societ 10

Sicilia 7 dicembre 2014, domenica

Rotonde in citt
pericolo costante
La rotatoria o
rotonda un
tipo di intersezione a
raso fra due
o pi strade.
Assolve alla
funzione di
moderazione
e snellimento
del traffico

vevamo gi parlato tempo addietro delle rotatorie


in citt. Larticolo,
sicuramente, come
tutte le proteste dei
cittadini, sar stato
messo nel cestino
della carta straccia
dalladdetto
alle
pubbliche relazioni.
In
quellarticolo, mettevamo in
evidenza come, le
auto che scendono
da Corso Gelone,
giunti alla rotonda
di fronte allOspedale, vi giungono a
forte velocit e non
tengono conto che
la loro precedenza
cessa nel momento in cui il veicolo
proveniente da destra si trova gi sulla rotonda.
A maggior chiarimento qui di seguito riproduco quanto suggerito dalla
Polizia Stradale:

7 dicembre 2014, domenica

i colori del sole e della pietra dorata di Noto

Un nuovo dicembre
della nostra vita

Quando ci si avvicina ad una rotonda occorre ridurre la velocit e


accertarsi che non
provenga
alcun
veicolo. Ha la precedenza il veicolo
che si trova gi
sulla rotonda.
Quando la via
libera,
introdursi
nella rotonda possibilmente
senza
fermarsi. Linse-

rimento non deve


essere
segnalato
poich non ha luogo un cambiamento di direzione,
invece, deve essere
segnalata
luscita dalla rotonda
poich ha luogo
un
cambiamento
di direzione (con
svolta a destra da
segnalare con lindicatore di direzione destro), quando

si entra ed esce
dalla rotonda fare
attenzione ai pedoni e accordare loro
la precedenza sulle strisce pedonali.
Questo il comportamento da seguire. Certamente
non tutta colpa
degli automobilisti
ignorare tali comportamenti.
Dal momento in
cui furono create le
rotonde, sparita
completamente la
polizia urbana che
avrebbe dovuto nei
primi mesi solo richiamare allordine
gli automobilisti e
quindi elevare le
dovute contravvenzioni.
In mancanza di ci
gli
automobilisti
siracusani
hanno
affrontato la creazione delle rotonde
con il sistema del
fai da te!
Giorgio Guarnaccia

n nuovo dicembre dei nostri anni terreni,


con il vecchio calendario utile per qualche
altra settimana, si appresta ad affidarci le
sue consuete ricorrenze. Dalla festa dellImmacolata di domani, a quella della nostra
Patrona Santa Lucia, solennizzata dal ritorno
da Venezia delle sue spoglie. Sosteranno per
la seconda volta a Siracusa dopo dieci anni,
e precederanno in processione il simulacro
argenteo fra la folla dei fedeli, dei curiosi
ed i fuochi dartificio. Il Santo Natale, con o
senza i tuoi, trascorrer poi fra la liturgia
della Notte Santa, le dovute riconciliazioni
ed i cenoni con spumante e panettone, forse
pi sobri dellusuale. Il venerd di Santo Stefano integrer lultimo ponte vacanziero, dal
venticinque al ventotto, stimolando qualche
amena passeggiata, prima di invitarci ancora
a brindare al novello duemilaquindici, mercoled trentuno a mezzanotte.
Intanto la tradizione cinvita ad allestire il
presepe, a rispolverare le statuine prive ancora del bambinello, decorando lalbero di
Natale con le sue intermittenze luminose ed
i pensierini infiocchettati destinati ai familiari, secondo le nostre reali risorse. Mentre i
nomadi della citt alimenteranno i sogni dei
nostri bimbi con i loro palloncini leggeri, variegati e costosi, gli adulti ritroveranno anche
ai ponti le caldarroste e la croccante nucidda
atturrata. Si pregeranno di sgranocchiarla
ancora sui soliti marciapiedi, calpestandone
poi per bene i gusci, per confermare listintiva
e scricchiolante carenza di buona educazione.
Evasi per un po dalla prigionia delle nostre
scatole a motore, andremo a piedi per le
strade abbellite dalle luminarie, per gradire
la visione di qualche allettante seduzione
offertaci dalle vetrine dei negozi. Saremo
di certo attratti da qualche singolarit, da
donare a chi ci pi caro, eludendo magari
le temporanee ristrettezze. Sar opportuno,
per, non sprecare quanto forse avanzato
dalle tredicesime, gi depredate legalmente
da balzelli dogni sorta e dei nostri sogni
leciti, ancora irrealizzati. Dovremo anche
vigilare sulle eccezionali offerte natalizie di
molte specialit gastronomiche e dolciarie. I
prezzi ostentati saranno ritenuti convenienti,
ma le confezioni pubblicizzate conterranno
di certo una quantit di prodotto inferiore
allo standard ordinario.
Potremo di certo rimediare a certe inattendibili
scusanti, dedicandoci maggiormente ai vicini
ed ai lontani e augurando a tutti, soprattutto a
chi non ci stima per nulla, un Natale concretamente buono. Intanto la memoria comincia
a farci vagare sul nostro vissuto dellanno
che si dilegua. Evidenzier gli inevitabili
confronti con quelli gi trascorsi, le alterne
vicende personali, le nostre fatiche premiate
o talvolta totalmente vane. Nonostante tutto
convinciamoci che stupendo esistere ancora
fra le persone attive, incontrarle, stringere
le loro mani e vivere pi o meno come qui
descritto, lennesimo dicembre di questa
nostra irripetibile esistenza.

Rosso e giallo, questi i colori


dominanti della XXXVI Infiorata

Omaggio alla Spagna, la Catalogna


sar lospite della prossima edizione

Dopo due edizioni che

hanno visto ospiti Paesi


molto lontani (Giappone e
Russia) questanno abbiamo
pensato ad un paese vicino
con il quale abbiamo uno
straordinario patrimonio
culturale comune e con il
quale si stanno intensificando sempre pi rapporti sia
istituzionali che turistici.
Questincontro con la Catalogna, ed in particolare con
la sua capitale Barcellona,
ci dar modo di riannodare
le fila di un passato comune
e sul quale certamente potremo costruire un futuro
allinsegna degli scambi
culturali, turistici ed economici. La volont di puntare
lattenzione sulla Catalogna
nasce da un rapporto che si
consolidato in questi anni tra
i nostri infioratori ed i loro che siamo certi determiner
una sintesi dagli eccezionali
risultati artistici - e dallanalisi dei flussi turistici che
vedono in forte crescita i
turisti che arrivano proprio
dalla Spagna.
Un ringraziamento va a tutte
le istituzioni che ci stanno
collaborando in questa organizzazione molto complessa

Sopra, una precedente manifestazione.

e un saluto particolare alla


Sig. Vincenta Pallares y
Castello (Presidente dellassociazione catalana degli infioratori, nonch presidente
dellass. Internazionale di
Arte Effimera) che, innamorata della nostra Citt, ha
voluto fortemente, insieme
a noi, che si concretizzasse
tale scambio. Lassessore
Terranova aggiunge qual-

che particolare sulla manifestazione e sugli eventi


collaterali. Proseguiremo
sulla base del format gi
sperimentato con successo
in questi anni: Via Nicolaci,
che resta il cuore pulsante
della Primavera Barocca
sar il teatro in cui gareggeranno, a colpi di petali e
colori, otto nostri infioratori ed otto loro artisti. Ma,

come gi fatto nelle passate


edizioni, ci saranno anche
manifestazioni collaterali
che vedranno protagonisti
artisti, musicisti e gruppi
folkloristici. Inoltre, ed
una importante novit di
questanno, organizzeremo
una settimana del Val di
Noto a Barcellona per presentare non solo le nostre
eccellenze culturali, monumentali e turistiche ma anche le aziende, in particolare
del settore agroalimentare e
vitivinicolo, che potranno
farsi conoscere su un mercato molto importante.
La scelta della Catalogna
come ha gi detto con precisione il Sindaco, nasce sia da
ragioni storico-culturali ma
anche da una attenta analisi
dei dati turistici anche a
seguito degli incontri fatti
con gli aeroporti di Catania
e Comiso che stanno implementando i voli da e verso
la Spagna. Siamo certi,
anche per la professionalit
e passione per il progetto
dei nostri interlocutori, di
poter migliorare ancora di
pi i gi importanti risultati
raggiunti gi nelle edizioni
precedenti.

presente alla mostra nel museo del (MOA) e all'esposizione ad Arte Settanquattro

Numerosi attestati di stima


per lartista siracusano Veneziano
Continua lattivit del siracusano Marco Veneziano, l'artista presente alla mostra nel museo del (MOA) Museo
della seconda guerra mondiale tenutosi ad Eboli(Sa) organizzata da Giuseppe Barra, con una sua opera intitolata
Mondo sul tema della pace ed stata letta insieme alle
altre partecipanti da tutta Italia e con la stessa redazione
ha anche partecipato sulla pubblicazione di un Antologia
natalizia con delle sue opere. Ha partecipato anche ad Arte
Settanquattro in occasione dell'evento Artisti per la Pace
e per i Diritti Umani la quale premiazione si terr presso
La Sala del Governo del Palazzo della Provincia a Brindisi.
A tutti coloro che vi hanno partecipato gli sar conferito,
un giudizio critico su elegante pergamena, il diploma
di Ambasciatore di Pace, nonch il Catalogo ufficiale
dell'evento con un intera pagina dedicata alle sue opere.
Il catalogo verr donato alle diverse agenzie Onu e sar
introdotto da un ampio saggio Critico. Saranno presenti funzionari dell'Onu e dell'Unicef, presente anche il carabiniere

sopravvissuto in Nassirya, allevento stanno partecipando


artisti da ogni parte del mondo. L'artista ha anche partecipato alla rassegna finale di Artes Magnae premio Ortigia
Siracusa organizzata dal maestro Zangelo Cottone, gli
stato conferito Attestato di partecipazione e Targa.

Sicilia 11

societ

scuola

Costituita
la Rete
territoriale
di servizio per
lIstruzione
degli Adulti

nche a Siracusa si
ridisegna lorganizzazione delleducazione
permanente in vista
dellattivazione dei
CPIA prevista per il
1 settembre 2015. La
conferenza di servizio
Provinciale che si tenuta presso lI.I.S. F. Juvara di Siracusa, stata
organizzata dallUfficio
scolastico regionale.
La riunione stata presieduta dal coordinatore
regionale dott.ssa Fiorella Palumbo ed intervenuto il provveditore
dellUfficio scolastico
provinciale dott. Emilio
Grasso.
Hanno partecipato i
dirigenti scolastici dei
cinque CTP e dei diciannove corsi serali presenti
sul territorio provinciale
che da questanno scolastico costituiscono
la rete di servizio per
listruzione degli adulti,
futuro C.P.I.A. La Regione ha designato capofila della rete provinciale
il CTP del XIV I.C. K.
Wojtyladi Siracusa.
I centri provinciali degli
adulti nascono dalla
riorganizzazione dei
CTP e saranno dotati
di autonomia didattica
e organizzativa. Inoltre
la nuova istituzione, nel
quadro di accordi con le
regioni e gli entio locali
e altri soggetti pubblici
e privati, con particolare
riferimento alle strutture
formative accreditate
dalla Regione, potr
realizzare attivit per
innalzare i livelli di
istruzione e professionali della popolazione
adulta.
Il servizio offerto dai
CPIA sar articolato in
reti territoriali per poter
raggiungere il maggior
numero di persone interessate, in considerazione del fatto che, nel
nostro Paese, pi di 30
milioni di adulti non
hanno un sufficiente
livello di istruzione.

SPECIALE 12

Sicilia 7 dicembre 2014, DOMENICA

7 dicembre 2014, DOMENICA

Affollata la bella sala dell'ISISC di autorit, amici e familiari

Lanima della Giudecca


nellultimo libro di Concetto Rizza

Uno spaccato di vita umana


e commerciale tra il 1946 e il 1970

E' stato davvero un successo


la presentazione del libro di
Concetto Rizza
"Il rione della GiudeccaUno spaccato
di vita umana
e commerciale-1946/1970"
per il suo pregevole contenuto
e la sua idonea
veste tipografica e, poich la
manifestazione
stata patrocinata dall'Unicef,
il ricavato del
libro, messo a
disposizione a
offerta, stato
destinato a comprare un sollevatore per i disabili
che frequentano
il progetto "Noi
ci siamo".
Affollata la bella
sala dell'ISISC
di autorit, amici e familiari,
stata la cornice
adatta, come ha
evidenziato il
direttore generale dell'Istituto
dottore Giovanni Pasqua, per
un racconto di
memorie che
si sono svolte
alla Giudecca
nell'incontro con
la storia ebraica e cristiana, i
relativi reperti
e la quotidianit popolare. Il
Vicesindaco e
assessore alla
cultura, Francesco Italia, nel

taglio propositivo dei programmi comunali ha


posto l'accento
sulla valenza di
manifestazioni
che promuovono conoscenza e
socializzazione
nella scoperta
delle radici comuni.
Giovanna Marino, scrittrice di

storia patria e di
folklore, quale
conduttrice della
serata, nel suo
saluto a nome
del Comitato
Provinciale Unicef di Siracusa ai
convenuti, alle
autorit, alla relatrice professoressa Carmela
Pace e a Concetto
Rizza, autore del

libro, ha evidenziato la presenza


nella sala del
Presidente del
Consiglio Comunale, Antonio
Sullo, dell'assessore Silvana
Gambuzza, del
direttore dell'Area marina protetta Plemmirio,
Rosalba Rizza,
del direttore Lu-

ciana Pannuzzo
della Biblioteca
comunale del
quartiere Santa
Lucia, del sindaco di Priolo
Gargallo, Antonello Rizza,
come pure quella di tanti poeti
e artisti noti nel
territorio siracusano e fuori.
La conduttrice,
nell'introdurre
la professoressa
Carmela Pace,
ha sottolineato
le qualit umane e le capacit
didattiche della
docente e preside impegnata a
educare i giovani, preoccupandosi anche di
individuare ambienti scolastici
idonei a ospitare
gli alunni. Impegno che continua
oggi nellambito
della sua attivit

a favore dell'Unicef come rappresentante del


Comitato Provinciale Unicef
di Siracusa e
come consigliere nazionale.
Presentando
Concetto Rizza,
Giovanna Marino ha posto
l'accento sulla
Giudecca dove
nato e cresciuto,
e sulle sue peculiarit umane, di
fede, di attaccamento alla famiglia e di appartenenza al suo
popolo, alla sua
citt. Peculiarit
che consentono
di definirlo una
persona perbene, oltre che un
fine osservatore
per gli accadimenti quotidiani
riportati nel suo
libro. Quindi ha
proseguito esprimendo un'osservazione, condivisa all'unanimit, finalizzata
a valorizzare la
storia popolare,
il folklore ovvero il sapere,
la sapienza del
popolo.
Il nostro primo
incontro con la
storia - ha detto lo facciamo tra i
banchi di scuola.
Essi parlano di
guerre e di miseria, di soprusi
e di ingiustizie.
Ma questa storia
non appartiene
al popolo perch
esso creativo,
vivifica la citt,
la regione dove
vive e opera connotandole, come
si evince dai testi
degli studiosi,
dai manufatti,
dai musei etnografici. Il popolo
stesso scrive la
sua storia, traccia

la sua entit fatta


di industriosit e genialit,
di sensibilit e
di solidariet. E
da ci emerge
tutto il sapere,
la sapienza del
popolo a partire
dal linguaggio
dialettale cos
tanto pittografico per continuare a passare
in rassegna il
ricco patrimonio
di memorie in
campi diversi,
di vitalit che gli
antenati hanno
lasciato: canti
campestri e marinareschi, poesie e serenate
d'amore, balli
in famiglia e in
piazza, leggende e fatti narrati
dal cantastorie e
dal cuntastorie,
ninna nanne e
preghiere, giochi fanciulleschi
e di passatempo
con le carte figurate per gli
adulti, detti e
motti nei quali si
esprime la profonda saggezza del popolo,
i riti delle feste
in famiglia nelle ricorrenze di
tappe importanti
e di quelle sociali, indovinelli,
opere artistiche
di scalpellini,
stucchiatori, di
cartapestai, di
vasai e di orafi-argentieri, di
pittori di volte e
muri dallo stile
liberty del 1900
oppure dei secoli indietro, di
teatro come la
commedia e il
teatro dei pupi
che alimenta il
core paladino
dei siciliani.
le tante ricette
dell'arte pasticciera e culinaria,

la memoria nei
libri di studiosi e di scrittori
noti e meno noti
ma ugualmente
preziosi come
quelli scritti da
Concetto Rizza
Usi e Costumi
siciliani-I mezzi di trasporto
per terra e per
mare e Il rione
della GiudeccaUno spaccato
di vita umana
e commerciale-1946/1970.
Di seguito ha

preso la parola
la Professoressa
Carmela Pace
che ha polarizzato l'attenzione
dell'uditorio per
la sua solarit,
preparazione e
oratoria.
L'autore - ha
detto - mostra
molta affinit
con il periodar e v e rg h i a n o
sia nell'uso dei
soprannomi sia
nella impostazione, sia per il
valore dato alla

famiglia. Famiglia che come


l'ostrica abbarbicata allo scoglio
si stringe affinemente all'Autore
supportandolo
nella sua opera.
Importante altres la presenza
femminile nelle attivit commerciali che si
svolgevano alla
Giudecca. Nello
esporre il quotidiano non mancano due episodi
di grande tragi-

Sicilia 13

cit che colpirono Siracusa: il


"femminicidio"
e ff e t t u a t o d a
Santi Agnello, il
quale per gelosia
uccise la fidanzata Giovanna
Borgia, e la caduta dell'aereo
dell'aereonautica militare nel
cuore di Ortigia,
che distrusse un
palazzo e provoc la morte
di tre persone,
il tenente Sebastiano Spicuglia

SPECIALE

di 29 anni che
pilotava il velivolo, il giovane
apprendista falegname Giuseppe
Gentile di 17
anni e la bambina Vincenzina
Rosano di 7 anni.
Il testo, con una
prosa cristallina,
evidenzia l'umanit del quartiere e il vivere
sociale, ricco di
valori oggi quasi
perduti.
Concetto Rizza
ha concluso il
suo intervento
facendo scorrere
in un video le
foto contenute
nel suo libro,
con i suoi appunti sulla valenza di lasciare
memoria delle
esperienze del
sapere e del vivere del popolo,
degli abitanti di
un preciso luogo
per far ripercorrere oggi alle
nuove generazioni le strade,
i bastioni, le vie
con i palazzi antichi dei blasonati, le viuzze e i
ronchi, gli spazi
urbani e i cortili
con le tante case
addossate l'una
all'altra ma tutte
aventi uno stile, una ricercata
eleganza, propria di un popolo
cresciuto nella
citt degli dei
e delle muse,
della classicit
per eccellenza,
tra il profumo di
salsedine e l'azzurro del cielo
in ogni stagione,
continua fonte
di ispirazione
e di struggente
impatto umano,
di conoscenze di
storia e d'arte per
il popolo.
D. S.

Cultura 14

di Santo Lauria
Giustiniano si chiedeva, in una della
sue leggi, quale fosse la differenza tra i
servi e gli adscripticii. Praticamente
nessuna. E chi erano
gli adscripticii? Gli
adscripticii erano gli
affittuari non liberi
che non pagavano
le tasse in quanto le
pagavano per loro i
padroni.
E chiaro che Visentini, con la sua legge fiscale del 1971,
deve essersi ispirato
allAntica Roma e al
Codex Justinianus,
creando il sostituto
dimposta che poi
sarebbe il datore di
lavoro, ovvero il padrone, il quale paga
le imposte trattenendole dagli stipendi
e dai salari dei lavoratori dipendenti.
Perch quella legge?
Semplicemente per
il fallimento della
legge Vanoni che
democristianamente
lasciava ai lavoratori
la facolt ovvero la
libert di pagare le
tasse.
Nel 1952 chi scrive
ebbe la dabbenaggine di presentare la
prima dichiarazione
dei redditi nel rispetto della legge Vanoni.
Da quel giorno, anzich venire elogiato
per la mia correttezza, venivo ogni anno
invitato dal fisco per
concordare in quanto non mi credevano neanche fossi
stato un capitalista.
E, questo, sino alla
Riforma Visentini,
quando mi invitarono a firmare il condono. Ma perch, dal
momento che avevo
ogni anno presentato
la mia dichiarazione? Perch cos, mi
dissero, non sarei

7 dicembre 2014, domenica

Sicilia 7 DICEMBRE 2014, DOMENICA

Gli italiani
e il fisco
Giustiniano si chiedeva, in una della sue leggi, quale fosse
la differenza tra i servi e gli adscripticii. Praticamente nessuna
stato pi disturbato.
E perch mai avrebbero dovuto disturbarmi dal momento
che le tasse venivano
pagate dal mio dato-

dei redditi. No, mai!


Mi risposero. E cos
tutti i loro colleghi
di lavoro ma anche i
miei. Nessuno aveva mai presentato

la Patria gratis, cio


senza stipendio, per
15 mesi, cosa dovevo dichiarare, la
decade di 53 lire al
giorno? Mi dissero:
ci dia 5 mila lire e

moneta pi forte del


mondo? E come mai
Modugno cantava
Volare?
Agli economisti la
banale
sentenza,
tenuto conto che

E chiaro che
Visentini, con la
sua legge fiscale
del 1971, deve
essersi ispirato
allAntica Roma
e al Codex Justinianus, creando
il sostituto dimposta che poi
sarebbe il datore
di lavoro

re di lavoro, essendo
ormai io divenuto un
servo ovvero passato
alla categoria degli
adscripiticii? .
Nellestate del 1971
ebbi modo di conoscere nella spiaggia
di Vaccarizzo un capitano dellesercito
e la moglie insegnante. Due dipendenti
pubblici. Chiesi loro
se avessero presentato la dichiarazione

la dichiarazione dei
redditi e nessuno li
disturbava. Praticamente il fisco li ignorava ed erano milioni. Ma la cosa pi
divertente fu quando
mi chiamarono appena congedato dal
servizio militare di
leva e mi accusarono
di non aver presentato la dichiarazione
dei redditi. Ma se ero
stato a servizio del-

chiudiamo la partita.
Roba da mendicanti!
Glieli diedi.
Ora, se poche centinaia di migliaia di
sprovveduti pagavamo le tasse, se i
lavoratori in nero
erano milioni, soprattutto nel triangolo industriale, come
si spiega il boom
economico? Come
pot la lira guadagnare lOscar della

oggi l81 per cento


dellIrpef viene pagata da lavoratori
dipendenti e pensionati, cio dagli
adscripticii o schiavi, ovvero per loro
dai padroni, essendo
la Legge Visentini incostituzionale,
seppur fatta da un
colto, autorevole e
illuminato repubblicano non solo, ma
anche in contra-

sto con il pensiero


di Montesquieu e di
Hume, che condannavano limposta ad
personam.
Dopo la legge Visentini, con la maggioranza degli italiani
ormai adscripticii,
diminuirono i consumi e si restrinse il
risparmio. Lo Stato,
essendo il Tesoro
diventato improvvisamente ricco, perse
la testa e si diede alla
pazza gioia, iniziando opere pubbliche
che non sono state
mai completate. Ed
ebbe inizio la corruzione della classe
politica.
Poi avvenne la crisi
petrolifera e linflazione che, malgrado
la scala mobile, continu a danneggiare
salari e stipendi. Ma
poi la scala mobile fu
abolita e gli italiani
caddero in depressione. Da allora, ormai
oppressi dalla fiscalit, non sono pi riusciti a volare nel blu
dipinto di blu, mentre i politici sono addirittura sprofondati,
per la loro ingordigia, nel Pozzo di San
Patrizio. E chiaro
che, nel periodo del
boom economico, la
ricchezza degli evasori era tornata alla
collettivit mentre
oggi fugge allestero,
nei cosiddetti paradisi fiscali. Le imprese
italiane delocalizzano, essendo il costo
del lavoro e il peso
fiscale insostenibili. I
nostri governanti invitano gli stranieri a
investire in Italia ed
essi sono ben felici
di fare della nostra
nazione una colonia,
dove il clima mite
e in Sicilia ci si pu
tuffare a mare anche
a dicembre. !
(Udaci) Buona fortuna!

Monito per gli azzurri


Rosolini mina vagante
vietato sottovalutarlo

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Gli ospiti usciti indenni dalla trasferta di Milazzo cercano


il bis al De Simone. Dal Siracusa capolista si attende
invece una prova di maturit beneaugurante per il futuro

Pur

di dimensioni ridotte rispetto a


quelli col Catania,
col Messina, col Palermo e col Trapani,
sempre un derby e,
come tale, quello fra
Siracusa e Rosolini,
non pu sfuggire
allincertezza
del
pronostico che sulla
carta vede favoriti i
padroni di casa, ma
allatto pratico pu
nascondere le sorprese proprie di questo tipo di incontri.
Sorprese dalle quali
il Siracusa si deve
ben guardare, oggi
pi che mai, anche
in considerazione dei
recenti trascorsi che
hanno visto i granata
di Trombatore uscire
indenni dal Grotte
di Polifemo di Milazzo. Ma a giocare
un ruolo importante
saranno gli ex che

militano fra le file


del Rosolini, dallex
capitano
azzurro
Gigi Calabrese, al
portiere Fornoni, al
terzino Brancato, e
dai tanti siracusani
che sono arrivati a
rafforzare la compagine di Trombatore,
dal roccioso difensore Ulma, ai centrocampisti Maieli e
Martinez, che al De
Simone
vorranno
ben figurare.
Non per niente Ana-

stasi per tutta la settimana non ha fatto


altro che insistere sul
tema delle pericolose
distrazioni che potrebbero giocare un
ruolo determinante
a favore degli ospiti
che, per loccasione,
saranno seguiti da un
buon numero di supporters. Ma a preoccupare tecnico e giocatori del Siracusa
dovrebbe essere anche leffettivo valore
degli ospiti rispet-

Le partite di oggi
Messina-Scordia
Castelb.-Patern
Giarre-Milazzo
Igea V-San Pio X
Siracusa-Rosolini
Vittoria-Modica
Riposa: Taormina

to ad una classifica
bugiarda
rispetto
alle loro qualit che
vanno da una difesa
arcigna, imperniata su Ulma e che ha
nel portiere Fornoni
un estremo difensore coi fiocchi, a un
centrocampo forte
di elementi come
Maieli,pi volte in
predicato di vestire
la maglia azzurra,
e Martines e ad un
attacco che ha nel funambolico Implatini
un cliente assai insidioso. Contro una
siffatta mina vagante
il Siracusa, in attesa
dellinserimento dei
nuovi arrivi, si schierer presumibilmente nella formazione
tipo, unica incertezza
la presenza di Beppe

Pallanuoto A2/M, buona prova Pallamano A1, ottima vittoria


per le due squadre aretusee dellAlbatro nel nome di Adler

Sorridono le squadre aretusee della pallanuoto maschile.


Pronta riscatto per lOrtigia
di mister Leone che riscatto
la sconfitta del derby catanese
contro la Item Nuoto Catania.
Per la squadra di mister Leone limperativo era vincere e,
lhanno fatto con molta autorit al Paolo Caldarella contro i palermitani, a punteggio
pieno, della Telimar. Match
mai messo in discussione, con
Danilovic vero trascinatore del
match e migliore realizzatore
della gara con quattro marcature. Alla 7 Scogli di mister
Baio, mancava solo la vittoria
ed arrivata nel derby salvezza contro i cugini catanesi dei
Muri Antichi. A fare la differenza, sicuramente stato il
rientro in rosa di Zovko che insieme a Camilleri sono riusciti
a fare la differenza.

S.C.

In foto, il portiere dell'Albatro Adler,

LAlbatro vince al PalaloBello e lancia un segnale

forte al campionato. Dopo un avvio equilibrato, i ragazzi di mister Vinci prendono il largo e chiudendo
un match mai messo in discussione contro una delle
formazioni pi forti di questo campionato. Una prestazione collettiva degli aretusei messa in luce dai
tre moschettieri Adler,Brancaforte e Dedovic che
non hanno lasciato scampo ai forti laziali del Fondi,
colpevoli solo di aver trovato di fronte un portiere
saracinesca che non ha dato scampo alle ripetute
incursioni di Milosevic e compagni. Da segnalare
lottimo debutto del neoacquisto, largentino Murga, che riuscito a dare un apporto importante, soprattutto nella fase difensiva della gara.

S.C.

Mascara che pure


scalpita per scendere
in campo. Sul piano
tattico, a giudicare
dalle premesse della
scorsa settimana con
lIgea Virtus, pare
che Anastasi si sia
finalmente convinto
della necessit di accorciare le distanze
fra i reparti e presentare una squadra
pi omogenea e pi
solida.
Si attende anche
una conferma della manovra snellita rispetto a quella
stucchevole e molto
elaborata di qualche
settimana fa e si
aspetta infine anche
un attacco che sappia
aprofittare degli spazi creati dal gran movimento di Contino.

Ma quella col Rosolini non rappresenta


soltanto una partita
come unaltra, e comunque da vincere,
ma rappresenta anche una prova generale in vista delle due
impegnative trasferte che attendono il
Siracusa col San Pio
X e con lo Scordia,
con cui si concluder il girone di andata
e inizier quello di
ritorno. Una prova
generale destinata a
rassicurare i sostenitori azzurri sulle
pi o meno buone
probabilit di difesa
della posizione raggiunta contro le tante
insidie che ancora si
frappongono al coronamento di un sogno.
Armando Galea

Calcio, Siracusa per il derby convoca i nuovi arrivati


Nellanticipo lo Scordia vince e sale in classifica

Sul green sintetico di Mili Marina,


nellanticipo di ieri,
lo Scordia si impone sui padroni di casa
del Citta di Messina,
con il punteggio di
2-1 e vola in testa alla
classifica, portandosi a +3 dalla Citt di
Siracusa. Nel derby di
oggi contro il Rosolini, ci saranno anche
tre dei quattro nuovi
arrivati nella lista dei
venti convocati diramata ieri mattina dal
tecnico del Citt di
Siracusa,
Giuseppe
Anastasi. Il tecnico
Anastasi ha ritenuto
soddisfacenti le condizioni atletiche di
Daniele Conti, Luca

Strano e del giovane Santanna, abili e


arruolati per il derby
di oggii. Non certo
per il loro impiego
sin dal primo minuto.
Del resto, la rosa dei
titolari al completo
non essendoci infortunati e squalificati.
Anche Beppe Mascara, che in settimana
si allenato regolarmente con il gruppo,
figura tra i convocati.
Lunico dei nuovi che
va in tribuna Gallipoli il 18enne, ingaggiato proprio questa
mattina dal Siracusa,
proveniente anchegli
dal Vittoria, che ha ottenuto il via libera soltanto nelle ultime ore.

SPORT PAGINA 16 7

Sicilia

dicembre 2014, domenica

La Bianca:
Trasferta
importante per
confermare
la nostra
potenzialit

LAssociazione
Italiana Arbitri
di Siracusa
festeggia il 75
anniversario della
fondazione premio
Concetto Lo Bello
all'arbitro
Tagliavento

In foto, azione di Malato

Calcio a 5 A1/F, Formiche a Fasano


per consolidare la classifica
T

rasferta
insidiosa per Le Formiche
Siracusa
che oggi
alle
17.30 scenderanno i campo in quel
di Fasano contro
il Real Five di mister Pannarale. Le
blu siracusane, reduci dalla sofferta
vittoria casalinga contro il Cus
Cosenza, oggi riacquisteranno la
presenza in campo della presidente-giocatrice Rita
Basile,
nuovamente pronta a difendere con la solita grinta la porta
del quintetto aretuseo. Ferma per
due turni, come si
ricorder, a causa
di un incidente
stradale che lha
vista coinvolta direttamente, Basile
torna tra i pali incitando le compagne a dare il massimo per chiudere
in bellezza questa
prima parte di
campionato. Noi
giochiamo sempre per vincere
dichiara Basile anche questa
trasferta non fa
eccezione. Ancora in stop contro
Fasano, in forma
precauzionale, la
capitana Simona
Guardo che in set-

Capitan Basile torna tra i pali incitando le compagne


a dare il massimo per chiudere in bellezza

timana tornata
ad allenarsi dopo
essere stata ferma, anche lei per
due turni a causa
di uno stiramento.
Il ritorno in campo della Guardo
previsto per domenica prossima
contro la capolista Real Statte
come
conferma
mister La Bianca. Fasano una
trasferta
importante,- dichiara La
Bianca - dovremo
dimostrare di sa-

per vincere anche


in trasferta e quindi confermare le
nostre potenzialit. Tra le note
positive c sicuramente il ritorno
in campo di Rita
Basile che rappresenta una sicurezza in porta, anche
se Silvia Tringali
non ha assolutamente demeritato.
Dovremo
ancora aspettare per
riavere a disposizione Guardo,
intanto conto sul

lavoro svolto sin


qui dal resto della squadra che,
oggi pi che mai,
contro una formazione come quella
di Fasano dovr
dimostrare le proprie potenzialit.
Un campo insidioso quello delle
biancazzurre
pugliesi,
reduci
dalla convincente
prova di domenica scorsa in casa
dellIta Salandra,
battuta per 6 reti
a 0. Le pugliesi

Basket, per lAretusa trasferta


nella tana della Costa DOrlando
Agosta e compagni attesi oggi da una trasferta difficile contro
la Costa dOrlando, una delle squadre maggiormente accreditate
per il salto di categoria. Senza Casiraghi infortunato, e Bellofiore
indisponibile per motivi di studio, il quintetto di Bordieri cerca un
acuto esterno che potrebbe cambiare gli scenari futuri in campionato.
Al PalaValenti ci sar lesordio del nuovo playmaker, Stefano Marisi, giocatore di grande esperienza e con una propensione innata
per il gioco di squadra. Settimana a pieno regime e dove abbiamo
lavorato bene- spiega Peppe Bonaiuto- siamo contenti dellarrivo
di Marisi, un atleta capace di leggere bene il gioco sia in attacco,
sia in difesa. Oggi affronteremo la squadra che, attualmente, sta
giocando la migliore pallacanestro del torneo, forte anche di uno
score fatto di sette vittorie e una sola sconfitta. E un roster di ottimo livello, con elementi come Dominguez e Rodriguez che fanno
la differenza. Da parte nostra, andremo sereni e consapevoli che,
se vinciamo, diamo una svolta al nostro campionato.

hanno degli elementi nuovi in


squadra da tenere
docchio,-conclude La Bianca
dovremo scendere
in campo con la
giusta predisposizione mentale,
questo ci consentir di far bene.
La gara di oggi, il
fischio dinizio
alle ore 17.30, fra
Real Five Fasano e Le Formiche
Siracusa valevole
per la 11 giornata del girone C di
massima.
Nelle altre gare
del
girone C,
il Real Statte si
prepara a tagliare
il traguardo della qualificazione
diretta ospitando
l'ITA
Salandra,
che si sta invece
giocando il quarto
posto nella volata
con lo Sporting
Locri, atteso a Stigliano.
La Salinis scende
nella tana dell'Iron Team Palermo, mentre l'altra
palermitana,
il
Futsal P5, si gioca
una fetta di preliminare sul campo
del Rionero. Il
Cus Potenza, infine, va a caccia dei
primi punti stagionali con l'Arcadia Bisceglie.

A vvenimen-

to da ricordare, quello del


75
Anniversario della sezione
Arbitri
di Siracusa in
programma luned 8 dicembre
presso la sede
AIA di Siracusa,
che questanno
cambia titolo
da Mario Abela
a Concetto Lo
Bello. Un nome,
quello di Concetto Lo Bello,
che ha simboleggiato il prototipo dellarbitro ed ancora
oggi punto di
riferimento per
molti
"giacchette
nere".
Per
celebrare
lanniversario il
Presidente della sezione Salvo Occhipinti,
premier Paolo
Tagliavento arbitro
internazionale che si
distinto particolarmente nel
corso della stagione sportiva.
Salvatore Cavallaro