Sei sulla pagina 1di 2

MoVimento 5 Stelle Abruzzo

L'Aquila, l 25 Novembre 2014

Al Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo


Giuseppe Di Pangrazio
LAquila Sede

Interpellanza a firma del Consigliere SARA MARCOZZI


OGGETTO: Autorizzazione Regionale al di fuori e nell'ambito del sistema di
urgenza ed emergenza sanitaria 118.
CONSIDERATO che con circolare prot.n. 26338/8 del 1 Ottobre 2002, il Servizio
Emergenza Sanitaria e Sistemi Informatici Sanitari, comunicava ai Direttori
Generali delle Aziende USL le modalit e i prospetti cui dovevano attenersi
le associazioni di volontariato per il rilascio dell'autorizzazione regionale
al trasporto di Infermi e feriti al di fuori e nell'ambito del sistema di
urgenza e emergenza sanitaria 118;
CONSIDERATO che la circolare prot.n. 26338/8 del 01/10/2002 predisponeva una
regolamentazione stringente e puntuale per il rilascio della autorizzazioni,
in particolare, i richiedenti delle stesse devono trasmettere Direzione
Sanit del Servizio Emergenza Sanitaria e sistemi informatici sanitari
documentazione relativa, tra le altre cose, a tipologia mezzi, personale,
responsabile sanitario, planimetria locali, caratteristiche organizzativa
dell'attivit e ulteriori notizie, come da allegati A), B), C) e D), al fine
di garantire il pi alto livello di sicurezza e qualit che un servizio di
questo genere richiede.
RILEVATO che in data 22/10/2014 il gruppo M5S richiedeva alla Direzione
Politiche della Salute, copia elenco delle associazioni autorizzate da
Regione Abruzzo al trasporto infermi e feriti al di fuori e nell'ambito del
sistema di urgenza ed
emergenza sanitaria 118 e che, con nota prot.n.RA
280432/DG13 del 24/10/2014, il Dirigente del Servizio Sanitario della
Direzione Politiche della Salute, trasmetteva copia dell'elenco delle
autorizzazioni regionali rilasciate per il trasporto infermi e feriti.
PRESO ATTO che l'elenco delle associazioni munite di autorizzazione regionale
risulta essere esiguo rispetto alle tante associazioni che di fatto, ogni
giorno, effettuano il servizio di trasporto infermi e feriti sul territorio
abruzzese;

MoVimento 5 Stelle Abruzzo


PRESO ATTO che in data 20 Ottobre 2014, in occasione dello svolgimento della
Maratona di Pescara ove perdeva la vita un partecipante, il servizio di
assistenza sanitaria veniva svolto da un associazione che sembrerebbe non
comparire all'interno dell'elenco delle associazioni autorizzate da Regione
Abruzzo a svolgere tale tipo di servizio.
CONSIDERATO che a seguito del tragico evento occorso, diverse associazioni
fra cui Croce Rossa di Pescara e Misericordia di Pescara, ponevano
lattenzione sul mancato controllo da parte degli organi preposti sulle
autorizzazioni per lo svolgimento di tale tipo di attivit;
AL FINE di valorizzare lattivit delle tante associazioni che, in maniera
regolare, svolgono il nobile servizio di supporto al sistema di emergenza /
Urgenza nella nostra Regione, attuando la costante formazione del personale,
il rinnovamento dei mezzi di soccorso e della strumentazione di bordo e,
quindi, per tutelare la popolazione e ridurre al massimo ogni eventuale
rischio cui la stessa potrebbe essere esposta a seguito degli interventi di
emergenza/urgenza;

Il sottoscritto Consigliere Regionale Sara Marcozzi

INTERPELLA

Il Presidente della Giunta Regionale, Luciano D'Alfonso in qualit


Commissario straordinario alla Sanit della regione Abruzzo, per sapere:

di

1. Se lAssociazione Abruzzo Ambulanze con sede in Francavilla al Mare era


provvista di regolare autorizzazione regionale al trasporto infermi e feriti
al di fuori e nellambito del servizio di emergenza ed urgenza sanitaria 118
e se le stessa potesse coprire il servizio di assistenza sanitaria
nellambito della manifestazione della Maratone di Pescara svoltasi il 20
Ottobre 2014.
2. Se intenzione del Governo Regionale, attraverso la Direzione delle
Politiche della Salute, nel rispetto delle norme che regolano il servizio di
trasporto infermi e feriti, attivare procedure di controllo delle
associazioni che operano in detto settore e dei requisiti dalle stesse
posseduti.
Il Consigliere Regionale
Sara Marcozzi