Sei sulla pagina 1di 10

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

FATTO di CRONACA
Redazione Giornalismo Investigativo Universit Parthenope 2014

Marted 11 febbraio 2014

La Chiesa e la pedofolia
ONU: IL VATICANO HA PERMESSO ABUSI SUI BAMBINI LA SANTA SEDE TREMA
di Francesca Iervolino Le politiche del Vaticano hanno permesso il perpetuarsi degli abusi su decine di migliaia di bambini. Questa la pesante accusa che la Commissione Onu per i diritti dei minori ha mosso nei confronti della Santa Sede, criticata aspramente anche per le dure posizioni su aborto, contraccezione e omosessualit. Nel rapporto presentato a Ginevra, la commissione Onu ha chiesto al Vaticano che vengano immediatamente rimossi e consegnati alle autorit civili tutti i preti coinvolti negli abusi o sospettati di esserlo. E non solo. La commissione ha anche richiesto di poter prendere visione degli inaccessibili archivi vaticani, in modo che chi ha abusato e, soprattutto, quanti hanno permesso e coperto i crimini, possano essere assicurati alle autorit civili e puniti severamente e concretamente. suo impegno costante a difesa dei bambini. Non il caso di parlare di scontro fra Onu e Vaticano, minimizza padre Federico Lombardi. Tuttavia il rapporto presentato dalla commissione presenta gravi limiti. In particolare, risulta grave la non comprensione della specifica natura della Santa Sede, nonch linterferenza nellinsegnamento della stessa sulla dignit della persona umana e nellesercizio della libert religiosa. Sulla questione intervenuto anche il segretario di Stato Monsignor Parolin il quale ha dichiarato che il Vaticano dar una risposta concreta e articolata solo dopo aver studiato attentamente il rapporto Onu, sottolineando la volont di adempiere alle indicazioni della convenzione.

Laspetto pi preoccupante messo in luce dalla Commissione il fatto che la Santa Sede non abbia saputo (o voluto?) riconoscere lestensione dei gravi crimini commessi dai suoi prelati e che non abbia preso le sufficienti e necessarie misure per affrontare i tanti casi di abusi sessuali. Altro punto caldo del rapportodenuncia laperta condanna della pratica di trasferire i responsabili degli abusi di parrocchia in parrocchia allinterno dello stesso paese o in un altro, nel blando tentativo di coprirne i crimini e di sottrarli alla giustizia. Una pratica si sottolinea che mette a rischio i minori di molti paesi. Duro anche lattacco di Kirsten Sondberg, presidente del comitato Onu per i diritti dellinfanzia: Il Vaticano ha violato la convenzione che salvaguarda i diritti del fanciullo perch non ha fatto tutto ci che avrebbe dovuto e potuto fare.

Nel rapporto la commissione affronta anche la questione dellaborto, invitando il Vaticano a rivedere le sue posizioni in special modo per quanto riguarda Il Canone 1398 del Codice di diritto canonico, secondo il quale "Chi procura l'aborto ottenendo l'effetto incorre nella scomunica lataesententiae".Con il rapporto- denuncia lOnu ha sicuramente proiettato una luce abbagliante e potente su uno dei problemi che pi di tutti ha fatto tremare le fondamenta di San Pietro. Ma la strada ancora lunga. Il dramma reale e la Chiesa non pu pi nascondere i suoi orchi nel buio delle sue canoniche. LA RISPOSTA DELLA CHIESA Non si fatta attendere molto la replica del Vaticano. In una nota la Santa Sede sostiene di aver preso atto delle osservazioni della commissione, ribadendo il

Marted 11 febbraio 2014

Cronaca
SESSO TRA MINORI E ADULTI: SI APPROVA QUESTO GESTO INACCETTABILE
di Teresa Zincarelli Nella nostra esperienza di lavoro sul campo coi ragazzi, veniamo spesso a conoscenza di tentativi di interazione da parte di un adulto con un minore, commenta Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children. Dopo unefficace indagine su questo campo, emergono risultati davvero spaventosi, una buona percentuale conferma di voler iniziare spontaneamente e giustamente, rapporti con adolescenti senza avere e dare valide motivazioni. Il restante invece, essendo adolescenti, conferma di voler intraprendere iniziative con adulti anche se in questo caso, il discorso devia sullessere responsabili nell iniziare soltanto rapporti sessuali e di conseguenza, rapporti soltanto extra. Lindagine - effettuata nel gennaio scorso, su un campione di 1.001 adulti tra i 25 e i 65 anni - stata realizzata in occasione del Safer Internet Day 2014, la giornata dedicata dalla Commissione Europea alla sensibilizzazione dei pi giovani a un uso corretto e consapevole della rete. Inoltre, i motivi pi esaltanti di questi risultati, colpiscono in modo affettivo sia gli adulti che gli adolescenti, per poter riempiere quel vuoto, quella mancanza che sorge di continuo in ognuno di loro, pur di sapere che mai verr e potr essere colmata.

TORINO SPARATORIA IN STRADA: RAPINATORE UCCISO


di Mirko Piccolo

Termina tragicamente il piano di Giuseppe Vird, 45enne torinese. Il pomeriggio da "far west" iniziato intorno alle 17 quando il titolare di un negozio del torinese ha allertato la sorveglianza, spaventato dai comportamenti delluomo. Allarrivo delluomo in divisa, il rapinatoreha per reagito puntandogli due pistole alla testa e costringendolo a salire in auto lo ha condotto fino a Piazza Gran Madre dove lo attendevano due amici, ignari del tutto. Ne nato un inseguimento

fra le volanti della polizia e lauto con al volante la guardia giurata che nel frattempo era riuscita a dare lallarme. La fuga di Vird termina qualche chilometro dopo. Il 45 enne braccato, sceso dall auto e ha aperto il fuoco contro gli agenti,minacciando

di uccidersi. Poi, come gesto estremo, ha tentato la fuga a bordo di una volante della polizia. Colpito da un proiettile, la situazione apparsa immediatamente grave, il pregiudicato ha perso la vita prima che i medici potessero intervenire.

Marted 11 febbraio 2014

Cronaca
Cronaca nera OMICIDIO/SUICIDIO NEL PADOVANO ACCOLTELLA LA MOGLIE, POI SI IMPACCA
di Alessandra Auriemma Una coppia 80enne la protagonista della tragedia avvenuta a Montagnana, nella Bassa padovana, lo scorso marted 4 febbraio. Uccide la moglie con delle coltellate e subito chiama il 112 per autodenunciarsi. Raggiunta labitazione dellanziana coppia, le forze dellordine trovano anche il cadavere del marito, morto suicida impiccato. La causa indicata dagli inquirenti sarebbe il forte stadio di depressione di cui l'uomo soffriva. Non avrebbe retto alla preoccupazione per le precarie condizioni di salute della moglie malata di cuore e per la sua stessa patologia. Pochi giorni prima, infatti, era stato dimesso dalla clinica in cui era stato ricoverato per disturbi neurologici.

Politica
DAL PUSHER CON LA BIMBA
di Simone Mercogliano Torino, un uomo rifornendosi di droga, contrattava con il pusher tenendo mano per mano una bimba. Il particolare emerso dalle indagini della polizia, avviate per la morte di un giovane della zona. Dopo lepisodio ci sono stati 5 arresti. Inoltre sono state sequestrate sostanze stupefacenti, per un valore di circa 100 mila euro. La bambina non stata ancora identificata.

La precariet dello Stato italiano mostra che le criticit non sono ancora terminate GOVERNO AGLI SGOCCIOLI? Un altro decreto potrebbe non essere approvato, ed rischio sulla tenuta del governo
di Sara Esposito

Immagini tratte da una telecamera della Polizia di Stato di Torino.

La possibilit di andare avanti ci data solo dalla precariet, ci permesso pensare solo a tempo determinato. Cos per la scuola che non d lavoro, cos per i contratti offerti ai giovani e cos anche per il governo. La grande coalizione che esiste solo a suon di decreti- continua con atti precari, della durata di 60 giorni. Lultimo in discussione per la modificazione in legge il decreto Destinazione Italia. Doveva far diminuire i prezzi di gas, luce ed RC auto. I suoi effetti transitori ,per, hanno portato ad una grande incertezza sulle norme vigenti e sulle coperture finanziarie. Anche questo decreto rischia di non essere approvato. Ed il segno massimo della precariet, tale necessit di ricorrere a decreti immediati ma temporanei. Simbolo della incertezza italiana, che non permette obiettivi a lungo termine. Uninsicurezza che va dalla famiglia pi piccola fino a quella pi grande: lo Stato. Come pensiamo allora che un governo, incapace di fare leggi, possa continuare a guidarci? Dovremmo allora scegliere di cambiarlo, nel devastante scenario che seguirebbe, senza riforma elettorale? Oppure, forse, dobbiamo solo aspettare che il periodo passi. Nella speranza di un futuro pi sicuro.

Marted 11 febbraio 2014

Politica
VIOLAZIONE DI SIGILLI E ISTIGAZIONE DI MILITARI A DISOBBEDIRE ALLA LEGGE Ecco quanto emerge dai faldoni delle procure di mezza Italia a carico del leader del M5S
di Italia Vitucci 9 mesi di detenzione e una multa di 200 euro quanto chiesto per Beppe Grillo dai PM torinesi. Le dimostrazioni no TAV, tenutesi nel 2010 in Val di Susa, hanno visto il leader improvvisare un comizio e successivamente entrare in una baita ancora in costruzione, alla quale erano stati apposti i sigilli. Alluscita dal fabbricato aveva simulato il suo ammanettamento dinanzi le telecamere, riferendosi al comandante della compagnia Carabinieri di zona che lo aveva allertato riguardo lillegittimit di tale gesto. contestata listigazione di militari a disobbedire alle leggi con una lettera aperta ai comandanti di Carabinieri, Polizia di Stato e Esercito italiano. Linvio successivo alle proteste dei Forconi, durante le quali gli agenti che si occupavano di ordine pubblico si sfilarono il casco dinanzi ai manifestanti. Non scortate pi i politici al supermercato e con le auto blu. Nelle prossime manifestazioni toglietevi il casco e fraternizzate. Cos ha scritto il leader. Servir questo segnale rivoluzionario a cambiare le sorti dellItalia? Ad oggi si prospetta solo linflizione di una pena che varia da 1 a 5 anni.

Ma le vicende giudiziarie non terminano qui. Il deputato PD Fausto Raciti ha presentato un esposto alla procura di Roma. Questa volta a Grillo

LETTA PRONTO AD UNA STERZATA PRENDERO UNINIZIATIVA PER SBLOCCARE LA SITUAZIONE Renzi: Era ora. Rughetti:Gli italiani meritano una risposta a breve. Alfano: Renzi, nuovo leader
di Giuliano Iannone Luned salir al colle e dopo aver parlato con il Capo dello Stato, prender uniniziativa per sbloccare la situazione. Ieri da Sochi, Enrico Letta ha dichiarato una vera e propria sterzata. Memore delle insistenze del suo partito, il Premier deve fornire segnali incoraggianti a chi da tempo cerca di spingerlo lontano dellimmobilismo. Era ora adesso non ci resta che aspettare. Il punzecchiante sarcasmo di Renzi un misto tra fiducia e scetticismo. Il sindaco di Firenze, infatti, ironizza riguardo ad un possibile Letta-bis: Quando mi parlano di rimpasti, la parola mi fa venire le bolle. Allora prendo e scappo a Firenze, a stare in mezzo alla gente. Lo scenario che si preannuncia vede Letta al capo dellesecutivo per massimo un altro anno, prima delle inevitabili neoelezioni. Non mancano le pressioni dal Parlamento. Il deputato Ernesto Carbone per esempio, ribadisce le stesse opzioni offerte del segretario del PD: Letta pu scegliere se andare ancora avanti per otto mesi o andare al voto con la nuova legge elettorale. Gli italiani meritano una risposta a breve, sostiene Angelo Rughetti. Per la serie, mi lavo le mani se lItalia ormai una macchina inceppata. Intanto, dalla sponda centrodestra, Alfano sembra dare manforte alle parole di Renzi: Vedo il lui la chiave per ripartire. Se il governo non si da uno scossone, presto diventer una cartolina ingiallita. Ormai certo, sono saltati tutti gli schemi. Il volemose tutti bene un lait motiv capace di scuotere lopinione pubblica e dare la parvenza di una classe politica che ha realmente voglia di fare. E occhio anche allo zampino del volpone Silvio.

Marted 11 febbraio 2014

Terra dei fuochi


DECRETO TERRA DEI FUOCHI. LA LEGGE CHE COMPIACE IL GOVERNO MA NON CONVINCE I COMITATI: ENNESIMO REGALO ALLE MAFIE Laula del Senato non apporta modifiche al testo licenziato dalla Camera e il decreto sulla Terra dei Fuochi, diventa legge con 174 voti favorevoli. Votano per il no 58 senatori del M5s, mentre si astengono 12 di Sel. Il decreto comprende anche il caso Ilva e lemergenza ambientale di Taranto
di Flavia Sorrentino Si accende un faro sul dramma campano della Terra dei Veleni, dove per oltre ventanni, sono stati sversati quintali di rifiuti tossici e pericolosi oltre che scorie nucleari. Un disegno criminogeno che coinvolge politica, imprenditoria del Nord- ammontano a circa 400 le imprese settentrionali che hanno smaltito illecitamente- e criminalit organizzata: una fitta rete di interessi in cui la terra diventata preda, la politica mezzo e la camorra guida al massacro. Dovrebbe risarcire decenni di lotte inascoltate, eppure il testo di legge non convince i comitati attivi sul territorio, che supportati dal M5stelle considerano il provvedimento uno schiaffo al Sud e lennesimo regalo alle mafie. stanziamento di 50 milioni allanno tra il 2014 e il 2015 per lo screening sanitario gratuito degli abitanti di Campania e Puglia; conferimenti di poteri speciali al prefetto di Napoli e mappatura delle aree agricole inquinate; previsto luso dellesercito per il sequestro e la bonifica di terreni sequestrati alle ecomafie. Per il caso Ilva prevista la possibilit per il commissario straordinario di aumentare il capitale sociale per operare un adeguamento ambientale e applicare lautorizzazione integrata ambientale (Aia). Le reazioni : "Con questo decreto - ha dichiarato il Ministro dellAmbiente Andrea Orlando potranno arrivare dei risultati che ci consentiranno di cancellare questo nome apparentemente suggestivo di Terra dei fuochi che in realt evoca una vicenda che questo Paese deve assolutamente superare e che rappresenta un'onta per tutti quanti". "I roghi nella Terra dei Fuochi dicono i senatori del Pd eletti in Campania Angelica Saggese, Pasquale Sollo, Vincenzo Cuomo e Rosaria Capacchione sono un'emergenza che il Partito Democratico aveva assunto come priorit. Questo decreto, rapidamente convertito in Senato, comincia a dare risposte concrete ai cittadini. Ora va subito affrontata la questione del censimento delle fabbriche del falso, che producono illegalmente e dunque smaltiscono illegalmente. La pensa diversamente la senatrice del M5Stelle Vilma Moronese che in una nota fa sapere: L'Art. 2-bis del Decreto Terra dei Fuochi l'esatto copia incolla dell'art. 16 del Decreto legge 28 aprile 2009, n. 39 per il terremoto in Abruzzo. Quest'articolo, infatti, consente alle imprese in appalto e in subappalto di andare in deroga alle leggi Antimafia. La Camorra ha avuto il via libera che aspettava; la Camorra ha gi messo le mani sulle bonifiche come dice il Giudice di Corte di Cassazione Raffaello Magi nella sua inchiesta. Non tarda ad arrivare la risposta del Coordinamento Comitato Fuochi che attraverso un comunicato stampa - di cui qui riportato uno stralcio - ha evidenziato le gravi perplessit nei confronti della legge, definita una burla: Doveva essere un banco di prova, dove Governo e Parlamento si misuravano davanti alla mobilitazione di centinaia di migliaia di persone, e allopinione pubblica mondiale che, attraverso i media internazionali, ormai conosce il sistema criminale di smaltimento dei rifiuti industriali Italiano. Della ormai legge per la Terra dei Fuochi bisognerebbe parlare in uno con il golpe in corso del Decreto Destinazione Italia, dove, in materia di bonifica e ripristino dei siti inquinati, si dispone di concedere incentivi fiscali e cancellare ogni altro onere di riparazione/bonifica, per quelle aziende che, dopo aver inquinato, si dovessero impegnare nelle bonifiche. Non possiamo accettare interventi legislativi che contravvengono al principio europeo chi inquina paga.

La legge
Lintroduzione del reato di combustione di rifiuti depositati in aree non destinate a discarica. La condanna prevista da due a cinque anni di carcere che pu essere aggravata se ad appiccare il rogo sono aziende e non individui; lo

Marted 11 febbraio 2014

Economia
RICOSTRUZIONE POST-SISMICA IL CIPE SBLOCCA I FONDI PER LABRUZZO
di Francesca Iervolino Sulla base di un accurato controllo sullo stato di attuazione degli interventi di ricostruzione post-sismica, il CIPE, su proposta del ministro per la coesione territoriale e d'intesa con il ministro dell'economia e delle finanze, ha sbloccato circa 387 milioni di euro, assegnando al comune dellAquila circa 142,5 milioni di euro e ai comuni fuori dal cratere sismico circa 16 milioni. Si tratta di fondi che consentiranno lapertura di nuovi cantieri e che potranno garantire la prosecuzione degli interventi di ricostruzione degli immobili privati, adibiti ad abitazione personale.

Attualit e Spettacolo
SANREMO 2014: CACHET ESORBITANTI Serate esorbitanti e stile sfarzoso, ma quanto coster?
di Anna Claudia Mele Anche questanno riparte il festival della canzone italiana di Sanremo. La sessantaquattresima edizione si terr dal giorno diciotto al ventidue febbraio al Teatro Ariston, trasmessa da Rai 1 e nuovamente presentata da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Gli autori promettono immancabili colpi di scena e ospiti speciali, ma in un clima di crisi e sgomento cosa dobbiamo aspettarci? La kermesse, complessivamente, coster 18 milioni di euro di cui 7 vanno al comune che ospiter levento, mentre spiccioli andranno agli ospiti e ai conduttori. Fabio Fazio ricever 600mila euro in aggiunta ai 2 milioni di euro previsti per Che tempo che fa, la Littizzetto 350mila. Per quanto riguarda gli ospiti, secondo Il Giornale, Paul McCartney avrebbe chiesto un cachet da 800mila euro, doverosamente respinto. Roger Waters dei Pink Floyd avrebbe detto s ma solo in cambio di ben 300mila euro rendendo quindi la sua presenza sempre pi improbabile. Non sarebbe, invece, stata presa in considerazione la possibile

partecipazione di Kylie Minogue allAriston a semplice rimborso spese avendo un disco in uscita. Non ci sar Laura Pausini, impegnata in quei giorni a San Paolo in Brasile e di Jovanotti, anche lui impegnato allestero. Ancora qualche speranza, invece, per Bruno Mars e George Michael. Per quanto riguarda gli ospiti extramusicali, sembra confermata la presenza di Laetitia Casta, probabile quella di Enrico Brignano e di Raffaella Carr ma i cachet di questi sembrano non esser stati ancora svelati a differenza di quello richiesto da Benigni che, secondo quanto rivelato dal Quotidiano, ammonterebbe a ben 250 mila euro. Cifre da capogiro e stipendi illimitati, in un periodo in cui lo sfarzo e la ricchezza, per la maggior parte dei

Ledizione 2013 del Festival di Sanremo; anche questanno presenter Fabio Fazio.

cittadini, sembrano essere sogni irraggiungibili. Gli italiani quindi, si domandano chi pagher tutto questo. Dal momento che la trasmissione viene realizzata dalla RAI, una struttura pubblica, il capitale proviene dalle pubblicit e dal "famigerato canone", quindi, in parte dagli sponsor e in parte dal denaro pubblico che nella stragrande maggioranza dei casi viene ritagliato da stipendi striminziti . Ci si chiede quindi se sia davvero necessario utilizzare un cos ampio budget solo per ascoltare un po di buona musica italiana.

Marted 11 febbraio 2014

Attualit e Spettacolo
LE CORSAIRE IN SCENA AL SAN CARLO DAL 20 AL 27 MARZO
di Francesca Iervolino En pointe arriva al San Carlo uno dei balletti classici pi amati del genere, le Corsaire, composto da Adolphe Adam e ispirato al corsaro di Lord Byron. Ricco di virtuosismi e sontuose coreografie, Le Corsaire, sin dalla sua prima rappresentazione a Parigi nel 1865, ha ottenuto grande successo di pubblico e critica. Il segreto di tanto favore, allora come ora, dovuto principalmente ai molteplici Le coreografie che vedranno impegnate il corpo di ballo del San Carlo sono di Alexei Fadeyechev mentre a dirigere lorchestra sar il maestro Alexei Baklan. La rappresentazione del Corsaro, in replica dal 20 al 27 marzo, uno degli eventi di punta della stagione teatrale del Massimo napoletano, un vero e proprio appuntamento imperdibile per gli appassionati del genere.

scenari esotici in cui ambientato nonch alla meravigliosa storia damore, passione ed eroismo che lega i due protagonisti. Le etoile che si alterneranno,

nei ruoli di Conrad il corsaro e della schiava Medora, sono Mikhail Lobukhin in coppia con Ekaterina Krysanova e Rolando Sarabia in coppia con Jurgita Dronina.

Attualit
CONGO STOP DELLE ADOZIONI E GLI ISTITUTI SCOPPIANO DI BAMBINI
di Alessandra Auriemma A settembre 2013, il blocco delle adozioni per la verifica della trasparenza nelle procedure, ha causato un aumento esponenziale dei bambini all'interno degli istituti congolesi. Cresce cos il fabbisogno di cibo e cure per sostenere le associazioni che li accolgono. Massimo Viaggi, responsabile dell' associazione Nova ONLUS operante dal 1984 spiega: "puntiamo a raccogliere 20 mila euro per fine febbraio". Nova lavora con 5 istituti, per un totale di circa 400 bambini. Nessuno di questi beneficia del finanziamento pubblico, si conta soltanto sugli aiuti delle ONG straniere che offrono il minimo per garantire l'istruzione scolastica e il non soffrire la fame. Oltre alla adozione in famiglia, Nova sponsorizza anche progetti di adozione a distanza a favore di minori di Kinshasa, i quali vengono supportati con l'obiettivo di renderli scolarizzati e capaci di crearsi autonomamente un reddito una volta terminato il percorso di studio. L'aiuto monetario si interrompe se il beneficiario smette di frequentare la scuola. La situazione molto difficile con il sovraffollamento e non si pu parlare emancipazione quando gli stomaci sono vuoti perch il cibo manca. " per questo che abbiamo bisogno di aiuti immediati" conclude Viaggi. Per aiutare gli istituti di Kinshasa si possono effettuare donazioni al c/c intestato a Nova, IT30W050180280000000011 9994, con la causale: progetto di sostegno agli istituti di Kinshasa.

Marted 11 febbraio 2014

Sport
VERGOGNA IN CURVA: ROMA COME BOLOGNA, CONTINUANO I CORI RAZZISTI
di Salvatore Corbisiero Ondate di indignazione colpiscono il mondo del calcio, si parla ancora di discriminazione, questa volta la Sud della Roma a lanciare le offese contro i giocatori del Napoli durante l'ultima partita, tenutasi mercoled 4 febbraio. Il club di Trigoria pagher per questa irrispettosa dimostrazione, e non poco, le giornate a curve chiuse saranno due perch sulla Roma pendeva gi una sospensione per un avvenimento simile, in occasione di Roma-Napoli del 18 ottobre scorso, un gesto simile ebbe luogo anche a Bologna il 20 gennaio. L'ignoranza va punita in casi come questi, bisogna tenere un sistema di sanzioni severo, mirato ovviamente agli effettivi responsabili di questi gesti.

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO INVESTIGATIVO E SPORTIVO DELLATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone Editore: Antonella Castaldo Capo Redattore: Luigi Liguori Coordinatore di Redazione: Fabio Liguori Editing Grafica: Giuliano Iannone Redazione: Corso di Giornalismo Investigativo 2014- Universit Parthenope di Napoli Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008 del 28/02/2008 Info line: fabio.liguori@virgilio.it giulianoiannone@gmail.com Seguici anche su Facebook : SPYNEWS24 FATTO DI SPORT FATTO DI CRONACA