Sei sulla pagina 1di 80

.

LA STAMPA
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
LUNED 31 OTTOBRE 2011 ANNO 145 N. 300 1,20
IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO

www.lastampa.it

Non temo per me, ma per chi non protetto

LE REAZIONI

Allarme di Sacconi Sullarticolo 18 rischio terrorismo

Olga DAntona Cazzola: non Inopportuno personalizzare


La vedova: Il ministro sia pi moderato e sciolga le tensioni anzich accentuarle
Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi

Forse ha avuto informazioni riservate E comunque bene stare attenti


A PAGINA 7

Giovannini A PAGINA 7

A PAGINA 7

Il Fondo monetario conferma: stiamo rivedendo i sistemi anti-contagio. Il governo: Bruxelles non basta pi

Libia, annuncio di Jibril

LEuropa chiede aiuto al G20


RIFORME
LOPPOSIZIONE UN BLUFF
LUCA RICOLFI

Trovate le armi nucleari Tutti collaborino per la crescita. Timori per la riapertura dei mercati di Gheddafi
I

INTERVISTA

Di Pietro: con Pd e Udc scriveremo una lettera allUe


Grignetti A PAGINA 11

Van Rompuy e Barroso non hanno dubbi. Noi abbiamo fatto la nostra parte, ma non basta per la crescita e la ripresa. Da qui, lappello al G20. LEuropa non pi sufficiente dice Berlusconi. LFmi rivede i suoi strumenti anti-contagio. Attesa per la prova mercati.
Magri, Spini e Zatterin PAG. 2 E 3

PARLA LAMBASCIATORE USA IN ITALIA

Thorne: Siamo con voi ma dopo le parole del premier adesso il momento dei fatti
Maurizio Molinari A PAGINA 13

Il primo ministro del Comitato nazionale di transizione, Mahmoud Jibril, ha annunciato che in Libia sono stati trovati ordigni nucleari. Il premier libico uscente ha aggiunto che entro qualche giorno sar lAgenzia Internazionale per lEnergia Atomica (Aiea) dellOnu a fornire maggiori particolari. Stabile A PAG. 16

un fatto nuovo, e a suo modo positivo, nel quadro politico degli ultimi giorni: la lettera di Berlusconi allEuropa. Non perch quella lettera, tanto prodiga di buone intenzioni quanto avara di impegni precisi, rappresenti una garanzia per il futuro dellItalia. Ma per la ragione opposta, e cio che bench quella lettera sia rimasta piuttosto sul vago - stata sufficiente a dissolvere il bluff su cui si retta la politica italiana negli ultimi 90 giorni. Quale bluff? Fondamentalmente il bluff con cui un po tutti - sindacati, Confindustria, opposizione - hanno finto che il problema fosse solo linerzia del governo, e che invece le cosiddette parti sociali fossero perfettamente consapevoli della gravit della situazione, dellurgenza di intervenire, della strada da imboccare, delle misure da prendere. Erano cos sicure, le parti sociali, di essere la parte sana e modernizzatrice del Paese, che il 4 agosto avevano firmato un documento comune in cui davano le loro dritte al governo, sintetizzate in sei priorit sulle quali operare immediatamente.
CONTINUA A PAGINA 33

TEMPESTA PARALIZZA LA COSTA ORIENTALE DEGLI STATI UNITI, TRE MILIONI AL BUIO

Il sindaco mette i suoi 100 progetti sul Web

Neve sulle zucche di Halloween Pd, la sfida di Renzi Cambiamo i leader


Bersani: Matteo ha idee da Anni 80 * Il rottamatore. Matteo Renzi, chiudendo la sua UN EDONISMO convention alla stazione Leopolda di Firenze, terremota il Pd. Non ufficializza la sua candidatura alle primarie ma spara bordate contro i dinosauri del partito: Servono facce nuove al vertice. E lancia le sue cento idee sul web.

HIGH-TECH MA SOCIALE

MASSIMILIANO PANARARI

* Il segretario.adBersani non disposto agevolare una discesa in campo del sindaco di Firenze: pur non legando le mani a nessuno, ribadisce che il Pd non potr andare con pi di un candidato alle primarie e definisce da Anni 80 le idee del rottamatore.
ALLE PAGINE 8 E 9

Post-ideologico e bipolarista, il leader Pd antidinosauri ha lanciato pillole e clip di una piattaforma riformista che parla in maniera trasversale agli schieramenti
A PAGINA 33

Iacoboni, Martini e Schianchi


La neve sulle zucche di Halloween: la perturbazione fuori stagione causa diversi morti negli Usa
PAG. 16

DIARIO

www.librimondadori.it

Sei lesbica? Allora non puoi donare sangue


Roma, la denuncia della donna respinta dal centro trasfusioni dellUmberto I
Francesca Paci
A PAGINA 20

Roman Vlad, la mia vita straordinaria


A 92 anni il maestro parla di s e di musica in un libro-bilancio
Sandro Cappelletto
A PAGINA 35

Dopo Gattuso, allospedale anche Cassano


Il milanista si sente male al rientro dalla trasferta Doppio ricovero e paura
Bandinelli e Buccheri
A PAGINA 51

IL NUOVO LIBRO

ENZO BIANCHI PERCH AVETE PAURA?


UNA LETTURA DEL VANGELO DI MARCO

2 Primo Piano

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

LA CRISI
LE VIE DUSCITA

Verso il vertice di Cannes

LEuropa al G20: Ora serve laiuto di tutti


Lettera di Barroso e Van Rompuy in vista di Cannes: Una soluzione globale per la ripresa e la crescita
MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTEDABRUXELLES

Elicotteri
Ingenti misure di sicurezza a Cannes in vista del summit del G20 al via gioved

Herman Van Rompuy e Jos Manuel Barroso non hanno dubbi. Noi abbiamo fatto la nostra parte, ma questo da solo non basta per assicurare una crescita bilanciata e una ripresa globale, scrivono il presidente del Consiglio e quello della Commissione ai leader del G20, i numero uno dei paesi pi ricchi del pianeta che gioved si ritrovano Cannes per il tradizionale summit dautunno. I due generali con le dodici stellette invitano tutti i partner a una azione congiunta guidata da uno spirito di responsabilit e da scopi comuni. Serve un rinnovato spirito collettivo, mettono in nero su bianco. Senn sar la crisi da avere la meglio. Corre una stagione di mezzo, quella in cui si deve costruire ma si ha paura che il castello non sia abbastanza solido. Il duo Van Barroso gioca di anticipo e mette per primo le carte sul tavolo, invitando i Grandi a passare in rassegna i cinque punti dellintesa del summit Ue chiuso nella notte di mercoled. Attueremo queste misure con rigore e nei tempi - pro-

mettono -, certi che daranno una solida svolta alla crisi. Vale per il fondo anticrac (Efsf) capace di movimentare mille miliardi come per il salvataggio da 240 miliardi della Grecia con tanto di tosatura volontaria ai bond detenuti dalle banche. Sono la prova, assicurano, che lUe disposta a compiere tutti i passi necessari per garantire la stabilit delleuro e dellEurozona.

Bruxelles chiede regole comuni per la finanza ma punta il dito contro lo yuan debole
E gli altri? Cosa faranno per salvare il mondo? Gli sforzi europei purtroppo non bastano e non neanche detto che la strategia appena disegnata, coraggiosa sebbene incompiuta, stia in piedi con le proprie gambe. Il vertice sulla riviera francese diventa vetrina e opportunit, consentir di spiegare le propriet dellEfsf rafforzato e usare il grimaldello del buon senso per convincere gli altri a rinunciare a qualche egoismo. Il fondo salvastati ora pu assorbire capitali terzi: la Cina

il primo indiziato, del resto ha gi in tasca 500 miliardi di bon europei (dicono che pagher, ma nessuno lo ha confermato); lIndia ha aperto allopzione a patto che ci sia il Fondo monetario; il Brasile guarda lopportunit con interesse. Sulla Croisette, lEuropa dovr garbatamente fare da piazzista di se stessa per raccogliere una cascata di miliardi e blindare i debiti sovrani. Nessuno sicuro che il contagio sia evitato e le preoccupazioni interne riguardano sopratutto lItalia, schiacciata fra un debito "monstre" e una politica in cui Oltralpe non hanno fiducia. Nella domenica bruxellese, si registra segnali di ansia per levoluzione dei mercati da stamane: C il rischio che leuforia si sia gi esaurita, confessa una fonte. Non finisce qui. Oltre al presidente Sarkozy che da giorni ripete di non voler accettare critiche esterne allEuropa, sopratutto da chi ha problemi pi grandi dei nostri, a Bruxelles i diplomatici sottolineano i rischi connessi alleconomia Usa, fiaccata dal 9,1% di disoccupazione, stessa cifra del rapporto deficit/pil, e una crescita sotto il 2%. Il presidente Obama invita lUnione a

Artificieri e sommozzatori
Controlli anche nelle stanze dalbergo e in acqua, contro ogni tipo di attentato

fare in fretta, ripetono, ma sarebbe lui a dover cercare di risolvere il puzzle congiunturale a stelle e strisce. Attenta a non farsi prendere la mano, la coppia Van Barroso chiede soluzioni globali. Dal vertice di Cannes auspica un ambizioso piano di azione, ma punta il dito sulle

monete sottovalutate (come lo yuan) e si interroga sulla solidit della dote del Fmi. Per il sistema finanziario sollecita una riforma vera con un terreno di gioco uguale per tutti, senza dimenticare la Tassa sulle transazioni finanziarie che Bruxelles vuole, ma che raccoglie pochi consensi, in ca-

sa e fuori. Nella lettera europea c il riferimento immancabile agli accordi per il libero scambio del Doha Round e quelli per il Cambiamento climatico. Appelli che puntualmente cadono nel vuoto. Come se i Grandi si stessero occupando di un pianeta che non il loro.

Il punto dei mercati

+12,2%
Lultimo mese a Milano

I guadagni di ottobre hanno permesso di dimezzare le perdite realizzate da inizio anno

+15,3%
Lo sprint di Francoforte

Nellultimo mese la Borsa tedesca ha realizzato il maggior recupero tra le piazze europee

6,06%
Il tasso record del Btp

Nellasta di venerd i titoli decennali italiani hanno segnato il rendimento pi alto dal 97

383
Lo spread col Bund

A testimoniare che la tensione resta alta anche il livello elevato del differenziale coi titoli tedeschi

La febbre delleuro alla prova Borse Ma lItalia losservata speciale


LFmi conferma: Stiamo rivedendo i nostri strumenti contro il contagio
FRANCESCO SPINI MILANO

Lanticipazione

Una cosa mi pare evidente: di qui in avanti i mercati, calendario alla mano, controlleranno che quanto promesso dal nostro governo venga effettivamente realizzato. E, ovviamente, agiranno di conse-

guenza. Nelle parole di questo gestore, lad di Nextam Partners Carlo Gentili, appare chiaro come lItalia e la sua agenda politica siano al centro della scena finanziaria internazionale, termometro forse ancor pi della Spagna della febbre delleuro. Questo in attesa del G20 di Cannes a cui lEuropa ora chiede aiuto. I mercati, nel frattempo, navigheranno a vista, almeno fino a quando la rete di protezione fin qui ipotizzata non trover concretizzazione. Un primo indizio sta nellammissione del Fondo monetario internaziona-

le: ha confermato che nellultimo anno si impegnato in un processo di revisione degli esistenti strumenti di finanziamento al fine di aumentare lefficacia e la flessibilit degli strumenti della prevenzione della crisi. Lobiettivo rafforzare la capacit del Fondo di mitigare il contagio fornendo liquidit ai paesi dai forti fondamentali ma colpiti da stress sui mercati finanziari. Se lFmi in manovra, i mercati puntano molto anche sul sostegno delle banche centrali. Nellattesa, difficile aspettarsi che leffetto accordo Ue di gio-

ved possa proseguire. Quello che manca - spiega Mario Spreafico, a capo degli investimenti in Italia di Schroders sono i dettagli tecnici dei provvedimenti. Resta un alone di incertezza che difficilmente consentir ai mercati di proseguire nel trend positivo visto in questo mese di ottobre. Servir ora qualcosa di pi concreto e tangibile. Lo stesso vertice europeo ha regalato, gioved, una giornata di euforia alle borse, ma non ha convinto i mercati obbligazionari. Non solo lasta dei Btp, venerd, ha fatto segnare

Nelledizione di ieri, La Stampa ha anticipato le misure che lUnione Europea e il Fondo Monetario Internazionale stanno studiando per scongiurare il pericolo che le difficolt delleconomia di Spagna e Italia si aggravino e mettano a repentaglio lintera Eurozona

un rendimento record per il decennale, al di sopra del 6%, ma pure gli spread di Italia e Spagna sono rimasti inchiodati a livelli poco rassicuranti. Cos come non s mosso il differenziale tra il decennale francesi e quello tedesco, sintomo della debolezza di Parigi, a rischio di perdere la tripla A, massimo merito di credito concesso dalle agenzie di rating. Siamo ancora in mezzo al guado, sintetizza Gentili. Troppe incertezze per un mercato che ha un solo punto fermo: lallarme rosso. In mezzo ci sono le banche, strette tra il rischio collegato ai Btp che hanno in pancia e il nodo ricapitalizzazioni dopo le stime dellEba sui deficit di patrimonio dei principali istituti. Anche qui andranno risolte le tante incertezze che vanno dalle modalit delle ricapitalizzazioni agli aspetti sulla contabilizzazione dei titoli di Stato.

.
LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 3

il caso
UGO MAGRI ROMA

erlusconi ieri ha fatto il nonno, e la notizia non pu che rincuorare; cos come non uno scandalo che sabato il premier si sia svagato in Sardegna, nonostante labbiano inseguito fino l postulanti e ministri, ciascuno con i problemi suoi. Ma il weekend alle spalle, da oggi il Cavaliere dovr rimettere la testa sulla partita pi importante, la crisi. Venerd lo spread viaggiava a livelli record, e nei piani alti del governo monta in queste ore la preoccupazione che non pi solo le due-tre manovre gi fatte (il loro numero varia a seconda di come le si voglia contare), ma pure la stessa lettera dintenti allEuropa sia stata bruciata gi dai merca-

Bruxelles non basta E Berlusconi adesso spera nel vertice


Tremonti porter a Cannes le sue proposte
A Washington Marcegaglia: A me leuro piace
I

LINCONTRO DEI GRANDI

Gioved e venerd i venti leader del mondo saranno in Francia


IL DILEMMA DEL PREMIER

Linea comune
Il presidente della Commissione Jos Manuel Barroso insieme a quello del Consiglio Herman Van Rompuy

Nel Pdl in molti vogliono fare fuori il ministro che per ha buone idee
ti. Il timore, manifestato sottovoce da ambienti direttamente partecipi della vicenda, che neppure a Bruxelles sappiano pi quali pesci prendere. Non bastato il timbro europeo a spargere serenit sulle promesse italiane. La brutta situazione viene riassunta cos: LEuropa non si fida di noi, i mercati a loro volta non hanno fiducia nellEuropa. Per cui adesso si guarda al prossimo summit mondiale denominato G20, in programma gioved e venerd prossimi a Cannes, quasi come allultima speranza cui aggrapparsi; svanita quella, il disastro sarebbe ineluttabile. Laspettativa, dunque, che a Cannes accada qualcosa di nuovo e di importante. Non la solita richiesta degli eurobond, che sarebbero comunque una decisione racchiusa nel contesto europeo, bens una risposta pi ampia, a livello globale. Qualcosa del genere, in fondo, venuta in mente a Barroso e a Van Rompuy, che giusto ieri di domenica si sono appellati ai protagonisti del G20; ci mettano tutto limpegno, hanno chiesto, si sprema-

E il Brasile supera la Gran Bretagna


ROMA

Verso il G20
Il ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, accompagner Silvio Berlusconi in Costa Azzurra

Premiare il merito e mantenere gli impegni con lUnione Europea. questa la strada indicata dalla leader degli industriali, Emma Marcegaglia, intervenuta ieri a un evento della Niaf (la maggiore associazione italo-americana negli Stati Uniti), insieme al presidente americano Barack Obama. Dobbiamo prendere esempio dagli Stati Uniti e premiare sempre il merito, ha detto la Marcegaglia. Che ha ribadito: LItalia deve rispettare gli impegni presi con lEuropa con seriet, altrimenti le conseguenze saranno pesanti. C stato tempo anche per una battuta sulla moneta unica, dopo le esternazioni del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi: A me leuro piace, ha commentato la leader degli industriali, che ha per lamentato lassenza di un vero progetto per la crescita delleconomia del continente.

Un altro dei Brics mette la freccia. Secondo le previsioni del Fondo Monetario Internazionale, anticipate dal quotidiano Folha de S.Paulo, gi nel 2011 il Pil del Brasile superer quello della Gran Bretagna e porter il Paese sudamericano al sesto posto nella classifica mondiale del prodotto interno lordo nominale. Dopo aver conquistato il settimo posto a spese dellItalia nel 2010, alla fine dellanno in corso il Brasile dovrebbe registrare una crescita del 3,5 per cento: un dato inferiore alle previsioni fatte dal governo brasiliano a gennaio, ma che comunque supera di gran lunga quello previsto per il vecchio continente, invischiato nella persistente crisi

economica. Secondo le stime, alla fine del 2011 il Pil britannico sar di 2,41 miliardi di dollari, mentre quello brasiliano raggiunger i 2,44 miliardi. Ora nel mirino c la Francia, che rischia di essere il terzo Paese europeo sopravanzato dal Brasile. Nel 2010 Parigi aveva chiuso a 2,56 miliardi di dollari e ha continuato a faticare questanno: dopo una crescita dello 0,9% nel primo trimestre, il Pil transalpino rimasto stagnante nel secondo trimestre. Tanto che il Fmi ha gi pronosticato che entro il 2020 il Brasile arriver anche al sorpasso delleconomia francese. Il primo dei paesi emergenti resta naturalmente la Cina, solida al secondo posto nella classifica mondiale dietro agli Stati Uniti. [STE. RIZ.]

no le meningi. E per quanto parzialmente smentita, la disponibilit del Fondo monetario internazionale a stendere una rete protettiva fa parte della medesima consapevolezza. Non da escludere aprioristicamente che lItalia possa giocare un ruolo propositivo. Berlusconi sbarcher a Cannes dopo un ufficio di presidenza del suo partito dove trionferanno, sicuro, le solite beghe di una maggioranza sul filo di pochi voti. Si terr pure un Consiglio dei ministri, quasi certamente per far vedere che si procede con il varo delle misure promesse al mondo, cominciando ad esempio dalle dismissioni. Se maturer qualche buona idea da spendere al G20, questa potr venire anzitutto da Tremonti: sar lui ad accompa-

gnare Berlusconi sulla Costa Azzurra, insieme con Bonaiuti. Ed Giulio colui che meglio di tutti ha il polso di quanto matura sul piano internazionale. Come sempre la domanda : lavoreranno i due damore e daccordo? O il Cavaliere vorr dar retta ai tanti dei suoi, i quali taglierebbero un dito pur di cambiare ministro allEconomia? Siamo al punto che nel Pdl si brindato alla lettera dintenti berlusconiana; e non tanto per il timbro ricevuto da Barroso, quanto perch non laveva scritta Tremonti: segno della sua disgrazia politica. Con il passare dei giorni emerge per una verit diversa. A scrivere quella lettera allEuropa stata lEuropa medesima. Chi ha seguito passo passo la vicenda rivela che Berlusconi si

limitato ad assorbire e integrare i suggerimenti fatti giungere da Bruxelles. Dove ne hanno preso atto, ma con una postilla (sta nel documento finale del Consiglio Ue) destinata a stravolgere i termini del nostro dibattito politico: Le autorit italiane sono invitate a fornire tempestivamente tutte le informazioni alla Commissione ai fini di una valutazione dettagliata delle misure. In pratica ci hanno commissariato. Il garante europeo vorrebbe essere Berlusconi. Peccato, si ride nelle varie cancellerie, che nel discorso dellaltro ieri al Commercio estero Silvio abbia iniziato con una barzelletta su Putin a sfondo sessuale, e abbia concluso con un attacco alleuro. Difficilmente il commissario dItalia potr essere lui.

Voglia di tablet? Naviga in mobilit con TIM MyTAB a zero euro.

Impresa Semplice un marchio di Telecom Italia

Impresa Semplice
Il braccio destro che fa per me.

Lofferta Naviga Tablet valida fino al 31 gennaio 2012. Lofferta Naviga Tablet prevede il TIM MyTAB a 0 se si attiva lopzione dati Inter net in Mobilit Unlimited+ a 25/mese con 20 GB/mese di traffico dati nazionale e 100 MB/mese di traffico roaming dati in Europa. Superati i primi 20 GB di traffico dati nazionale, in caso di ulteriore utilizzo nel mese, si attiva in automatico un secondo bundle di 20 GB a 25; superati nel mese i 40 GB, si attiva in automatico un terzo bundle dello stesso importo e dimensione. Lulteriore traffico nel corso del mese tariffato a 0,01 euro/MB. Superati i 100 MB di traffico roaming dati zona UE/Zona1 sar applicata una tariffa pari a 2/MB. Il traffico dati non consumato nel mese non pu essere utilizzato nel mese successivo. Lofferta ha una durata di 24 mesi ed soggetta a corrispettivo in caso di recesso anticipato. I costi si intendono IVA esclusa.

4 Primo Piano

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

g g Dossier/Le aziende e il credit crunch

g
GIORNI ITALIA MEDIA UE

Nessuno paga nessuno E la crisi del credito arriva fino alle imprese
Le banche danno meno denaro. Gli imprenditori allungano i tempi dei pagamenti. E il vizio italiano di saldare in ritardo diventa endemico. Ma non tutti ce la fanno
MARCO ALFIERI
MILANO

Tempi lunghi
Dinamica dei tempi di pagamento in Italia e in Europa MERCATO Business to Consumer (privati)
2010

2011

79 +9 96

40 +1 55

differenza

Business to Business (Imprese)

2010

el Paese dei contanti allimprovviso non circolano pi soldi. Da qualche mese nelleconomia reale nessuno paga pi nessuno, tutto bloccato, lanciano lallarme gli artigiani varesini. Le imprese hanno difficolt a farsi finanziare il capitale circolante dalle banche, cos si tengono quel poco di liquidit in cassa rallentando i pagamenti a valle della filiera produttiva. Da Nord a Sud la musica pericolosamente la stessa. Luca S. insieme a un socio e 3 collaboratori fa il gessista a San Giorgio a Cremano, cintura trafficata di Napoli. Unattivit artigianale tipica non fosse che, al 20 ottobre 2011, lamenta 90 mila euro di mancati incassi. Sono in credito da oltre 5 mesi con unazienda di quadri elettrici a cui ho sistemato la sede, e da 7 con un paio di commercianti in abbigliamento a cui ho ristrutturato il negozio, racconta trafelato Luca S. Avevo un fido di 50 mila euro con la mia banca, ridottomi 2 settimane fa alla met, cos ho dovuto chiedere soldi a un altro istituto per saldare alcuni fornitori. Ovviamente pagando tassi pi alti perch con questi spread la raccolta bancaria costa cara e gli istituti, grandi e piccoli, aggiornano in tempo reale i propri listini.
Nodi intricati

2011

103 +7 186 180 -6

56 +1 63 65 +2

differenza

Pubblica Amministrazione
Fonte: Elaborazione Ufficio Studi Confartigianato su dati Intrum Justitia

2010

2011

differenza

LA PROVOCAZIONE DI UN IMPRENDITORE

Senza veli sul quotidiano


I

Nella vicenda di Luca S. si mescolano alcuni dei nodi pi intricati della crisi in corso. Dalla stretta bancaria sulle Pmi alla piaga dei ritardi di pagamento in un Paese in cui, nellultimo anno (fonte Bankitalia), lindebitamento delle imprese ha gi superato i 980 miliardi di euro (+6,1% sul 2010) e i tanti Luca S. dItalia che non incassano le fatture dai clienti medio-grandi non riescoSecondo i dati dellosservatorio Cribis - D&B nellultimo anno no, a cascata, a saldare i crediti dei sette aziende su dieci hanno registrato un insoluto di pagamento propri fornitori e contoterzisti. Secondo lOsservatorio Ispo- 111 del 2011; per chi lavora con fa impianti elettrici e termoidrauli- scontare le fatture in ritardo, alzare il pagamento dei ristorni alla rete Confartigianato nel corso del 2011 clienti privati, da 60 a 81. Un boom ci per colossi edilizi e industriali. gli spread e chiedere rientri improv- di officine ed elettrauto convenzioil fenomeno dei cattivi pagatori esponenziale che determina mag- La verit?, si sfoga. La situazio- visi. Un circuito infernale che coin- nati ai grandi supermercati che salin forte aumento. I ritardi della giori costi finanziari per oltre un ne sta diventando insostenibile. I volge la subfornitura edilizia, mecca- dano lortofrutta a 120-150 giorni o pubblica amministrazione sono ar- miliardo di euro. Una cifra mostre. grandi ne approfittano utilizzando nica, del tessile-abbigliamento e del spostano i pagamenti a gennaio, cinoti: nonostante le lacrime di Peraltro il contagio tra privati ogni cavillo per chiudere i rubinetti. legno-arredo, i settori tipici del ma- per non intaccare il bilancio 2011. coccodrillo lo Stato italiano (Asl in dilagante perch arriva in coda a Hai consegnato 3 giorni in ritardo? de in Italy che da sempre vivono di Secondo lOsservatorio Cribis testa) continua a pagare i fornitori una recessione che ha spinto alle Allora ti allungo di 60 giorni il paga- contoterzismo e di rapporti informa- D&B nellultimo anno in Italia addia 180 giorni, quasi il triplo della me- stelle le sofferenze bancarie delle mento. La fatturazione poco chia- li con il direttore della banca sotto rittura 7 aziende su 10 hanno regidia europea (65 imprese, esplose ra? Per autotutela ti sospendo il bo- casa, dietro il castrato almeno un giorni). Un po meLESPLOSIONE al 31 luglio 2011 a nifico, poi si vedr..., scaricando le pannone. Ad esemI DATI BANKITALIA insoluto di pagano lo sono quelli e significatiSofferenze bancarie 74,5 miliardi di eu- sofferenze sul credito di fornitura 6 pio: i piccoli faleLindebitamento mentoper 4 su 10 tra imprese privaro (+40% sul pari costringendolo a farsi banca. Su gnami/mobilieri vo. E salite del 40 per cento periodo 2010) e milioni di fatturato il giro di paga- marchigiani, pudelle imprese supera del campione inte fornitrici di pronellultimo anno prosciugato la li- menti dellazienda di Nonino di gliesi o brianzoli i 980 miliardi di euro terpellato il temdotti e servizi, il vero elemento quidit aziendale. circa 900 mila euro. che a fine mese po medio di incasnuovo e devastannon vengono pagaDIVERSIFICARE Secondo i calcoli IL CORTOCIRCUITO so influisce in mate di questa conBanche Popolati dalle catene dei terzi Le Bcc: i nuovi clienti di e di Credito Co- Duequestiincagliati Se i grandi non pagano niera molto o giuntura: 103 giorri Di ne ho attualmente 600 grandi mobilifici abbastanza elecercano finanziamenti operativo (Bcc), mila incagliati, causa imprese paga- inevitabilmente i piccoli non saldano vata sugli equilini contro i 56 delper saldare i debiti che coprono il trici che hanno sforato i tempi, fa slittano il pagai fornitori e i terzisti bri finanziari solEuropa. Un ritardo cresciuto di 67,5% degli spor- di conto limprenditore. tantissi- mento da 60 a cietari. Fino al riben 7 giorni medi dal 2010. Nelloc- telli delle principali province mani- mo: Significa che ho i 2/3 del porta- 90-120 giorni ai terzisti che, a loro schio insolvenza, che fa scattare la chio del ciclone il settore costruzio- fatturiere, circa il 40% di nuove po- foglio incagliato, pari al 10% del fat- volta, offrono uno sconto secco del segnalazione alla Centrale Rischi ni, che passa da 90 a 117 giorni, il sizioni corporate aperte nel pri- turato. Un paio di anni fa non supe- 5-6% pur di avere liquidit immedia- di Bankitalia, compromettendo i manifatturiero in genere, da 87 a mo semestre 2011 altro non sono ravano il 2% dei ricavi, allarga le ta e non saltare. rapporti con il circuito bancario. 108, e i servizi, da 48 a 59. Non ba- che una diversificazione creditizia braccia Nonino. Gi. Ma lescalation si espande a Per questo mentre a Bruxelles il sta. Per le piccole imprese che la- alla disperata ricerca di capitale cirDopo aver incubato nei primi me- tutti i rami delleconomia, confer- governo promette grandi riforme, vorano prevalentemente con altre colante per saldare debiti correnti. si dellanno il baco si diffuso dopo mano preoccupati da Confindu- sarebbe forse il caso di ripristinare aziende di produzione i tempi sono Daniele Nonino, friulano di Udine, lestate, quando le banche hanno co- stria Treviso. Dalle assicurazioni anzitutto il circuito dei pagamenti. schizzati dai 92 giorni del 2010 ai guida unazienda da 45 addetti che minciato a ridurre i castelletti, non che rimandano alle calende greche Per evitare la prossima moria.

Lincubo dellinsoluto

In mutande sul quotidiano, anzi senza. A diciottanni dalla celebre foto di Luciano Benetton nudo, un imprenditore trevigiano ha deciso di comprare unintera pagina del Corriere della Sera di ieri per pubblicare una propria foto in costume adamitico. Non pubblicit questa volta, ma una provocatoria protesta: cos infatti Enrico Frare, titolare della E-Group, azienda specializzata in abbigliamento sportivo invernale, ha voluto manifestare tutto il disagio della sua categoria di fronte alla crisi.

Centimetri - LA STAMPA

70

39

.
LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 5

LA CRISI
IL DIBATTITO

Tutela
Lintervento di Pechino a sostegno dellEurozona gradito, ma c gi chi teme che i cinesi richiedano troppe contropartite e che la loro intrusione nel continente si riveli difficile da sopportare

artiamo dal vertice europeo della settimana scorsa, che ha finalmente approvato un pacchetto salva-euro. uno schema che potr funzionare? I mercati sembrano scettici.

Pier Carlo Padoan: Il pacchetto va nella giusta direzione, quantomeno per i capitoli che ha affrontato: banche, debito sovrano, crisi greca, meccanismi di finanziamento. Ma non certo sufficiente nel contenuto, perch mancano cifre precise e dettagli cruciali. Queste ambiguit si riflettono nella reazione dei mercati: dopo una breve euforia, tornato il pessimismo. Daniel Gros: I temi affrontati sono quelli giusti, certo. Ma il
PIER CARLO PADOAN

La salvezza delleuro dipende dalla Cina


Gros e Padoan: lunico fatto nuovo emerso dal vertice europeo
MARTA DASS Quale ruolo deve avere la Cina nel salvataggio dellEurozona? Ne hanno discusso Pier Carlo Padoan, Professore ordinario presso la facolt di Economia dellUniversit La Sapienza di Roma, e leconomista Daniel Gros, direttore del Ceps, centro studi per le politiche europee con sede a Bruxelles. I due esperti hanno messo a confronto le loro posizioni in una conversazione moderata da Marta Dass e svolta a margine della seconda edizione del Trialogue Europa-Stati Uniti-Cina, un summit organizzagamba multinazionale pi che cinese: lo schema di coinvolgere il Fondo monetario internazionale, con un veicolo speciale al quale i cinesi sembrano disposti a contribuire. In generale, un bene che la Cina sia pi coinvolta nella governance finanziaria internazionale. Pechino sta cercando di costruirsi una nuova posizione finanziaria su vari fronti, a cominciare dalla possibilit di un fondo monetario asiatico e dalla partecipazione del renminbi ai diritti speciali di prelievo (il paniere di valute utilizzato dallFmi). Ricordiamoci che la Cina dispone di riserve per circa 3200 miliardi di dollari, che vuole impiegare in modo finanziariamente e politicamente oculato. Contribuire al pacchetto europeo rientra nellinteresse cinese a una graduale diversificazione.
per il caso di chiedersi se la contropartita per il contributo cinese - a quanto pare, la concessione alla Cina dello status di economia di mercato - non ponga dei problemi.

si temono che la risposta europea alla crisi del debito sovrano sia comunque troppo lenta. Uno dei dubbi se il mercato unico regger.

Mercati pessimisti perch al pacchetto mancano cifre precise


mio giudizio che non c stato alcun progresso rispetto a due settimane fa: cosa cambiato realmente? Ho poi seri dubbi sulle modalit che sono state scelte per ricapitalizzare le banche. Una volta deciso di far pagare un costo salato agli attuali azionisti, lintervento di ricapitalizzazione andrebbe fatto in modo molto rapido. Allungando i tempi, infatti, le ripercussioni negative sulleconomia aumentano: purtroppo sta succedendo proprio questo.
Almeno una novit c stata: la gamba cinese di quel veicolo speciale che dovrebbe servire a potenziare lEfsf, il fondo salvaStati. Ma perch la Cina dovrebbe investire di pi quando non pronta a farlo la Germania?.

to dallAspen Institute Italia a Venezia, in collaborazione con lAspen Strategy Group americano e la Scuola Centrale di Partito di Pechino. Lincontro a tre non rimarr un evento isolato, ma si propone di diventare una piattaforma stabile per gli scambi informali tra Cina, Europa e Stati Uniti. Dopo Pechino nel dicembre 2010 e Venezia questanno, il terzo appuntamento stato gi pianificato e si terr nel corso del 2012 negli Stati Uniti. sar comunque lunico effetto di un eventuale intervento cinese, che potrebbe per esempio far crescere la fiducia dei mercati. Gros: Pu darsi, ma ci che mi preoccupa molto il quadro complessivo nel medio e lungo termine. La fiducia poggia sulla capacit dei paesi periferici di tornare a crescere. Non si sfugge da questa esigenza strutturale. Lo accennavo gi prima: la bilancia dellEurozona complessivamente in pareggio e non ci sarebbe dunque alcun bisogno di capitali esterni. Il problema ovviamente lo squilibrio interno, ossia la distribuzione dei capitali nellEurozona. Per questa ragione, la soluzione pi opportuna sarebbe che la Bce funzionasse da camera di compensazione, invece di ricorrere allFmi o ad altri strumenti. In breve: abbiamo bisogno di una redistribuzione del risparmio. Padoan: vero, non c carenza di risparmio, in Europa. Ma la verit che le risorse disponibili non vogliono andare a finanziare il fondo salva-Stati. Dunque sono ormai necessari entrambi i canali: la Bce e i finanziatori esterni.
A giudicare dal Trialogue di Venezia, americani e cine-

Gros: In effetti gli interventi che si stanno decidendo formalizzano la dittatura dei Paesi creditori: una situazione difficilmente sostenibile. C troppa enfasi sulla politica fiscale, ma il problema alla radice rimane: i nostri mercati finanziari e le nostre banche sono deboli. I governi sono legati a doppio filo, e quindi ricattati, dai mercati finanziari: ci ha reso difficile gestire un problema semplice, come la Grecia. Ma nessuno ha il coraggio di recidere questo legame, fissando nuove regole. Padoan: interessante notaDANIEL GROS

Non cambiato niente Tempi troppo lunghi per ricapitalizzare le banche


re che sta prevalendo anche in Europa, come gi nel Fondo monetario, un approccio basato sulla separazione tra paesi creditori e debitori. Un riequilibrio indispensabile, stante che abbiamo rinunciato al tasso di cambio come naturale strumento di aggiustamento. A livello nazionale, non affatto un caso che i paesi meglio in grado di reagire alle crisi si siano dimostrati quelli che avevano gi fatto le riforme: lIrlanda per esempio. Al contrario, Paesi come la Grecia e il Portogallo non hanno analoghe capacit di aggiustamento.
Per chiudere con una previsione secca: se tutte le parti attueranno laccordo di mercoled scorso, la tenuta del sistema-euro pu essere considerata garantita?

Economisti a confronto

Italiano allOcse
Fino al 2005 Pier Carlo Padoan stato direttore esecutivo per lItalia presso il Fmi. Oggi ordinario delluniversit La Sapienza di Roma ed vice segretario generale dellOcse

Direttore del Ceps


Laureato a Roma in Economia e Commercio, Daniel Gros - oltre a dirigere il Ceps - insegna in diversi atenei del vecchio continente ed stato consulente del Parlamento Europeo

Gros: vero, il coinvolgimento finanziario della Cina una possibile novit. Ma io la considero preoccupante: il rischio che la Cina diventi una gamba centrale del fondo salva-Stati, assumendo un peso eccessivo. Padoan: Mi sembra una preoccupazione infondata. Quella che si sta costruendo una

Padoan: Non vedo gravi problemi. un passo a cui i cinesi tengono molto soprattutto perch

avrebbe dei vantaggi nei loro rapporti con gli Stati Uniti. Ma agli europei costa piuttosto poco. Gros: Io credo che il vero problema stia proprio nellingresso della Cina nel pacchetto europeo. un passo che in realt complica la soluzione, soprattutto perch avr effetti importanti sui paesi periferici dellEu-

rozona. Lafflusso di capitale dallesterno rafforzer leuro, e ci peggiorer ulteriormente la competitivit delle economie gi deboli. La realt che il capitale europeo sarebbe sufficiente. Ma continua ad essere attratto dalla Germania. Padoan: Questo effetto negativo non mi pare scontato, e non

Padoan: Certamente non aiuta ventilare lipotesi di unuscita di alcuni Paesi, perch la solidariet dellEurozona assolutamente essenziale. Gros: Direi che lItalia diventata il tassello cruciale dellintero sistema-euro: gli altri problemi sono gestibili, per quanto complessi, ma la tenuta dellItalia decisiva a livello sistemico.

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 6

.
LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 7

LA CRISI
SALE LA TENSIONE

Sacconi: Rischio terrorismo


Il ministro: la violenza politica non si del tutto estinta. Camusso: parole preoccupanti senza prove
ROBERTO GIOVANNINI ROMA

Il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi evoca il rischio terrorismo a proposito dellannunciata riforma delle regole sui licenziamenti. Ho paura ma non per me, perch io sono protetto - ha detto in unintervista a SkyTg24 - bens per le persone che potrebbero non essere protette e diventare bersaglio di violenza politica che nel nostro paese non si del tutto estinta. Il rischio che ci sia un passaggio dalla violenza verbale a quella spontanea e organizzata che mi auguro non arrivi ancora anche all'omicidio come gi accaduto, l'ultima volta dieci anni fa con il povero Marco Biagi, nel contesto di una discussione simile a quella di oggi. Dura la replica di Susanna Camusso, segretario generale della Cgil. Sono parole preoccupanti, mi auguro che il ministro le faccia perch ha degli elementi e non per inquinare un clima gi molto difficile - ha detto Camusso - il paese deve difendere tutte le opinioni e tutte le persone. Se ci sono elementi utile che si dotino le forze dell'ordine delle risorse per proteggere le persone. Pensiamo che questi argomenti vadano sempre trattati con grande cautela, altrimenti si rischia di invocare certe cose. Sacconi comunque entrato anche nel merito della riforma, definendo assolutamente falso il termine licenziamenti facili: Vogliamo incoraggiare l'impresa a intraprendere, ad assumere, ad

ampliarsi - ha spiegato il ministro - anche attraverso l'idea che se poi le cose non andassero bene l'impresa come ha fatto il passo in avanti potrebbe fare anche un mezzo passo indietro. Il tutto, per, con protezioni per i lavoratori. E al ministero si sta cominciando a studiare il modo di ampliare la rete di protezione sociale dalla crisi e dalla perdita del posto di lavoro. Un nuovo vasto schema di ammortizzatori sociali, si ragiona al ministero, potrebbe essere lo strumento giusto per conquistare il consen-

Mi auguro che non si arrivi ancora una volta anche allomicidio come accaduto per Marco Biagi
Maurizio Sacconi
MINISTRO DEL LAVORO

so di parte dei sindacati alla riforma inserita nella lettera consegnata a Bruxelles. Tre sono le novit a cui si sta lavorando. La prima riguarda i moltissimi lavoratori attualmente non coperti dalla cassa integrazione in caso di crisi congiunturale o straordinaria, che dal 2008 a oggi sono stati pi o meno tutelati dalla cassa integrazione in deroga, finanziata con i fondi dellUe e dello Stato. Lidea, molto semplice, di estendere a questi settori l assicurazione obbligatoria rappresentata dalla cassa inte-

Gli scontri alla manifestazione di Roma del 15 ottobre scorso

grazione guadagni ordinaria e straordinaria. Una assicurazione che le imprese dovrebbero pagare, versando un contributo (laliquota circa del 2% per la Cig e dello 0,9% per la Cigs). Ci sarebbe un aumento del costo del lavoro, ma anche la possibilit di congelare e non pagare il personale in caso di crisi. La seconda idea riguarda uno sviluppo della cosiddetta indennit di buonuscita che spetta ai lavoratori parasubordinati (co.co.co e co.co.pro). Oggi a un precario che perde il lavoro spetta - ma a condizioni molto stringenti, e infatti in pratica non stata utilizzato - un bonus teoricamente pari al 30% dellultimo reddito annuo, ma con un tetto di 4000 euro. Dovrebbe essere riveduta, corretta, e molto potenziata. Infine, la terza proposta riguarda proprio i licenziati. Oggi esiste unindennit di disoccupazione per chi perde il posto di lavoro. Per al massimo arriva a 1000 euro al mese (per gli stipendi alti), e dura solo 8 mesi (12 se il disoccupato ha pi di 50 anni). Cos com si tratta di un ammortizzatore sociale insufficiente per i futuri licenziati per effetto delle riforma. Andrebbe allungata nella durata e rafforzata nellimporto: servirebbero molti soldi. Al ministero di Sacconi si pensa di utilizzare le risorse finora utilizzate per la Cig in deroga. E, perch no, chiedere anche un contributo alle imprese. Del resto, nel progetto di legge sui licenziamenti di Pietro Ichino lintero ammontare dellindennit per i lavoratori espulsi posto a carico dellazienda.

Giuliano Cazzola, ex sindacalista, deputato Pdl Olga DAntona, vedova del giuslavorista Massimo

Se lo scontro si personalizza Evocare gli anni di piombo qualcuno pu anche colpire non mai opportuno
ROMA

iuliano Cazzola, deputato del Pdl e a lungo sindacalista della Cgil, che ne pensa delle parole di Maurizio Sacconi?

difficile imputare al ministro Sacconi - al di l delle mie o delle sue opinioni un qualcosa che nasce da una presa di posizione molto netta dellUnione Europea e della Bce. Non si pu dare la colpa al protagonismo di un ministro.
Domanda secca: il ministro ha fatto bene o male a lanciare lallarme?

ROMA

Il ministro ha fatto un paragone con il 2001-2002. Gli ingredienti un po ci sono: dei nemici individuati - e Sacconi sicuramente uno di questi -, un clima sociale incandescente, una polemica politica feroce, un movimento che ha avuto anche delle espressioni di violenza, E larticolo 18, naturalmente. Lincognita se esiste un partito armato in grado di avere la forza organizzata di colpire o di provarci. Questo forse lo sanno i servizi segreti.

Io lo conosco, Sacconi: una persona responsabile. Pu darsi che sia un po provato e scosso, ma forse ha in mano degli elementi concreti che legittimano il suo timore. Fa parte del governo e forse ha delle informazioni. Non credo spari alle nuvole per fare allarmismo esasperato.
Sinceramente, Cazzola, ritiene possibile il varo della riforma dei licenziamenti? Ci crede?

Lex sindacalista
Il deputato Pdl convinto che lo scontro politico feroce pu risvegliare il terrorismo

Non c il rischio di agitare largomento del terrorismo come una clava contro chi dissente da una specifica riforma?

Questo rischio purtroppo c sempre, per cui sempre opportuno stare attenti. Credo per che anche dallaltra parte si debba usare cautela: ad esempio, si eviti di indicare delle persone come simbolo di tutto quel che non va. Peraltro, in questa vicenda dei licenziamenti

Affermare che la si approva a partire dal maggio del 2012 mi pare problematico. O questa riforma la si inserisce immediatamente nel decreto sviluppo, o c il rischio che non si faccia mai. Deve prendere un treno veloce, subito, finch il governo ancora in condizione di intendere e volere. Arrivare a maggio mi pare rischioso. Governo e centrodestra prenderebbero le botte politiche, senza neanche arrivare ad approvarla davvero. [R. GI.]

Vittima
La vedova di Massimo DAntona collaboratore del ministro del Lavoro Bassolino assassinato dalle Br nel 1999

lga DAntona, deputata del Pd e vedova del giuslavorista Massimo DAntona, assassinato nel 1999 dalle Brigate Rosse, ha preso particolarmente male le dichiarazioni del ministro Sacconi sulla minaccia terroristica che potrebbe riesplodere sul caso licenziamenti facili. Le sue parole - spiega DAntona, che ha partecipato al viaggio di 100 parlamentari ad Auschwitz mi sono state riportate da un giornalista proprio mentre stavo uscendo dal lager, e ovviamente mi hanno colto in un momento di particolare sensibilit. Potete capire quanto questa cosa mi abbia colpito nella carne viva, e quanto abbia trovato estremamente sgradevoli le dichiarazioni del ministro.
Ma perch - secondo lei - estremamente sgradevole?

nel mondo del lavoro e nel sindacato, in un momento di grave crisi economica in al contrario serve coesione. Una coesione che andrebbe ricercata con senso di responsabilit da parte di tutte le forze istituzionali, politiche e sindacali, perch indispensabile per affrontare i problemi del paese. E in passato proprio questa unit stata fondamentale per far arretrare il terrorismo.
Una unit indebolita dallazione del governo?

Le fratture determinate in modo particolare da questa ossessione del ministro Sacconi verso larticolo 18, a favore dei licenziamenti facili e contro la concertazione sicuramente non aiutano. Pi il sindacato debole, meno in grado di vigilare su quel che accade nel mondo del lavoro e pi le frange violente trovano spazio. Ripeto, abbiamo bisogno di coesione sociale e di responsabilit da parte di tutte le forze istituzionali, politiche e sindacali.
Secondo lei sbaglia il ministro a evocare un pericolo terrorismo?

Evocare il terrorismo non mai opportuno. Farebbe bene il ministro Sacconi a essere pi moderato, a stare pi attento a quel che dice. Tra laltro, non solo con le parole ma con gli atti, Sacconi sta creando disagio e grandi fratture

A mio avviso sbaglia. Ora non so se la sua stata una disattenzione o se non si rende conto della delicatezza della situazione. Bisogna ridurre, e non accentuare le tensioni. [R. GI.]

8 Primo Piano

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

PD
TENSIONI INTERNE
Cos il leader Pd

Pd
Il segretario del Pd Luigi Bersani intervenuto ieri alla scuola di formazione per i giovani del Pd a Napoli

LATTACCO

Attenzione a non scambiare per nuove delle idee che sono un usato degli Anni Ottanta
COMPETIZIONE INTERNA

Il Pd le ha inventate e non sar mai avaro sulle primarie. Non si descriva un Bersani o un Pd arroccato

Bersani-Renzi, il duello finale


Il segretario: Da lui proposte Anni Ottanta. La risposta: basta con le burocrazie, il partito si apra
FRANCESCA SCHIANCHI ROMA

Fa il tentativo di smorzare la polemica: Io sono amico di tutti, voglio bene a tutti. E, intendiamoci, uno scontro personale non esiste, non mi appartiene, non nel mio stile n nella logica. Le parole pronunciate sabato, che sembravano su misura per rim-

Il regolamento delle primarie di coalizione lo faremo con gli alleati


proverare il giovane sindaco fiorentino, servivano invece solo a dire come intendo il ricambio, il cambiamento, in un collettivo; ho parlato di un meccanismo, non voglio essere tirato per la giacca in nessuna polemica. Premesso tutto questo, per, il leader del Pd Bersani non si trattiene dallo sferrare un altro colpo a Matteo Renzi, il rottamatore dei democratici che ha portato a Firenze migliaia di persone desiderose di un cambiamento: Tutte le idee sono buone, lo vedremo. Ma attenzione a non scambiare per nuove delle idee che sono un usato degli anni Ottanta, perch con certe idee siamo finiti nei guai. In due parole, ricette vecchie, a dispetto della giovent di chi le propone. Giovane scalciante diverso dai ragazzi che affollano liniziativa animata dal segretario a Napoli, butta l maliziosamente: Qui ci sono giovani che scommettono su anni di studio e non su una giornata di effetti speciali. Continua cos, a distanza, il botta e risposta tra il capo del partito e il pi irriverente dei dirigenti democratici: per nulla intimidito, chiudendo la sua kermesse Renzi ricorda che il marchio del Pd non lo hanno registrato Bersani o Veltroni per cui manteniamo il par-

tito che abbiamo e cambiamo le facce dei politici. Un partito che non fa burocrazia interna, ma si apre. Per poi aggiungere, con una certa sottile cattiveria, che la storia nuova la scrivono i pionieri, non i reduci. A Napoli Bersani chiude lappuntamento con i ragazzi del Sud, duemila giovani davanti ai quali affronta vari argomenti. Le primarie: Il Pd ha inventate e non sar mai avaro sulle primarie, non si descriva un Bersani o un Pd arroccato. Per quanto riguarda il regolamento, lo fa la coalizione perch sono primarie di coalizione (le si facciano anche per designare il candidato Pd in quelle di coalizione, invoca Renzi). Bersani spazia dalla crisi - per la quale non ci vogliono nuove favole, n capri espriatori: una volta colpa dei magistrati, unaltra volta dei comunisti,

ora delleuro - alla moneta unica attaccata pochi giorni fa dal premier, salvo smentita successiva: Se non ci fosse leuro, gli italiani sarebbero in mezzo al Mediterraneo con della carta straccia in tasca,

la malattia non leuro ma la destra che ha azzoppato lEuropa dopo leuro. Al governo si rivolge parlando di lavoro, perch spenga la miccia che ha acceso: Ma come si pu pensare in

una situazione come questa che noi incoraggiamo le assunzioni con dei licenziamenti?. E affronta il tema del cambiamento: Mettersi a disposizione tocca a noi, a me, a questa generazione, perch que-

BONELLI: GRANDE AFFLUENZA E COSTI RIDOTTISSIMI

sta cosa venga colta nel suo impegno di fondo. Quello che abbiamo fatto fin qui non va tutto bene, e quindi vogliamo essere sostituiti da gente che migliori le cose. Chiss se pronto per farlo Renzi. Per ora mette on line le sue cento proposte per lItalia. Incassa i complimenti di Pannella (in lui c saggezza po-

I Verdi scelgono le primarie per decidere il simbolo


I

Le primarie per il simbolo sono state levento meno costoso della storia della politica italiana. Lo dichiara il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli parlando della consultazione popolare per individuare attraverso le primarie il simbolo della rete federata degli ecologisti e civici, promossa dai Verdi, insieme ai Sindaci della

buona amministrazione agli appelli Abbiamo un sogno e Io Cambio, che a conti fatti, costato infatti solo 500 euro mentre. Si tratta di un risultato straordinario e reso possibile dalla passione alla partecipazione di militanti, volontari e simpatizzanti che hanno stampato in proprio i materiali per la consultazione. Si re-

gistrata unaffluenza che va al di l delle nostre previsioni grazie alla mobilitazioni di mille militanti che lavorano negli oltre 200 seggi in tuttItalia - continua Bonelli -. Le primarie sono un grande e storico evento politico in Italia perch la prima volta che si decide un simbolo politico attraverso una consultazione popolare.

Il governo pensa di incoraggiare le assunzioni con i licenziamenti


polare), di alcuni esponenti del centrodestra, a partire da Cicchitto (tattica, li derubrica linteressato) e semina lo scompiglio in casa Pd. Nessuna minaccia - sospira la presidente Rosy Bindi - quello che importante che nessuno si senta la sola risorsa.

Retroscena
JACOPO IACOBONI

ei due errori mortali che si possono fare di fronte al tentativo che sta compiendo Renzi - liquidarlo semplicemente di destra, o liquidarlo come idee da anni ottanta la sinistra che abbiamo non se ne sta facendo mancare uno. Diventa allora particolarmente utile cercare di capire cosa davvero proponga Matteo, le cento idee per rilanciare lItalia. Non giudichiamole, subito e per prima cosa, come idee di destra o di sinistra, proviamo a delinearle per quello che sono, e con la priorit che viene loro assegnata in queste ore nel cantiere-Leopolda. Perch di questo si tratta, di un cantiere. Le cento idee saranno limate - anche col dialogo internettiano coi sostenitori di questo wiki-Pd migliorate, rese pi chiare. Le vedremo inserite via via in qualcosa di pi simile a un programma, sulla scia di

Le cento idee di Matteo Wi-fi, liberale, di sinistra


Riformare pensioni e ordini, tagliare la politica. E c la patrimoniale
quello che Renzi fece nella sua prima Ce n una sesta, Darsi da fare, qui candidatura a sindaco. Una piccola ri- lidea di Renzi che il suo think tank voluzione di metodo. I contenuti sono (questo diventer presto Big Bang) si tuttora aperti. trasformi in un collettore di storie di inRenzi ha creato innanzitutto una gri- novazione. LItalia ne ha tante, nonoglia di cinque titoli chiave, in questo ordi- stante spesso non tirino granch. ne, Riformare la poliI contenitori stantica e le istituzioni, UN PROGRAMMA DAL BASSO no accogliendo e screFar quadrare i conti suggeriCon suggestioni da Ichino, mando molti basso per rilanciare la crementi dal scita, poi ambiente e Zingales, ma anche lantica esempio notevole di lezione di Adriano Olivetti partecipazione, qualcultura (Green, digital, cultura e territocosa che, se lavesse rio: le nuove leve dello sviluppo), Welfa- fatto Bertinotti, sarebbe stato considerare e istruzione, infine la voce Per una to di super-sinistra: la democrazia partecomunit solida e solidale, che racco- cipata. Innanzitutto per Renzi - a diffeglie idee sulla famiglia e lintegrazione. renza che per Bossi e Tremonti - le pensioni non sono intoccabili. Devono anzi esser riformate, con lestensione del metodo contributivo per tutti. Renzi dellidea che sia normale, coi cicli della vita allungati, lavorare tre anni in pi (nello spirito della lettera di Trichet e Draghi), e ha avuto coraggio nel sostenere che stato un errore del governo Prodi abolire lo scalone-Maroni. Cos, dice, sono per estendere a tutti il contributivo. Il retributivo non sta pi in piedi. Una riforma del genere non pu esser fatta se nello stesso momento non si interviene sui costi della politica, e non solo. Renzi chiede il tetto di stipendio per i manager di aziende pubbliche, una misura che, ricorda sempre, fu pensata

.
LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 9

Reportage
FABIO MARTINI INVIATO A FIRENZE

ul palco della Leopolda Matteo Renzi va avanti e indietro col microfono in mano e parla, parla, parla a macchinetta, ma ad un certo punto rallenta e dice: Quando sento parlare autorevolissimi amici del nostro partito, mi sembra di ricordare la scena di un film..... In sala si abbassano le luci e sul maxi-schermo compaiono le immagini di Non ci resta che piangere. Un frate dalla voce cavernosa dice a Massimo Troisi: Ricordati che devi morire!. E Troisi: Come?. Il frate ripete tonitruante: Ricordati che devi morire!. E Troisi: S, s, mo me lo segno.... Si riaccendono le luci, si ride in sala e Matteo Renzi si riprende la parola: Allora mo ce lo segniamo: abbiamo capito che ci sono tanti elementi di difficolt. Per noi pensiamo che sia di centrosinistra dire che questo mondo globalizzato offre molte opportunit al nostro Paese e che alla destra non si pu replicare con gli slogan, la conservazione e senza il coraggio. In questa sequenza c tanto Matteo Renzi, luomo nuovo della sinistra italiana. C la citazione, non colta: lui preferisce quasi sempre estrarla da film o canzoni. C la vis

Cambiare le facce Lo show del sindaco oltre lantiberlusconismo


Stop al vittimismo, lugualitarismo stupra lidea di uguaglianza

verno dura o no, io intanto giro per lItalia (ecco la novit dei prossimi giorni), ma sono pronto a candidarmi, sia se si vota tra cinque mesi, sia se si voter nel 2013. Trentasei anni, una stazza pi significativa di quel che pare in tv ( alto un metro e 86), unadrenalina da politico in carriera (dorme 4 ore e arriva a Palazzo Vecchio alle 8 del mattino), perennemente collegato con i social network (anche quando va in tv si porta il suo iPad), Renzi ieri ha fatto finta di annunciare che la missione della rottamazione era completata con la Leopolda-1 e che questa era ledizione delle proposte concrete. A cominciare dalle cento idee per lItalia, da ieri sera consultabili via Internet. Ma alla polemica contro la nomenclatura del Pd Renzi non rinuncia. Con uno dei numeri a pi forte contenuto comico, ad un certo punto il sindaco ha detto: In un Paese normale non possibile che cambino tutte le volte i simboli dei partiti e rimangano le stesse facce. Abbiamo finito la foresta e gli zoo per cercare i simboli... animali, bestie, piante...
IL CAVALIERE

Viene nominato una volta sola, e di sfuggita: Ha let di mia nonna


CAUSTICO SU VENDOLA

Fece cadere il primo governo Prodi portando allinciucio e allesecutivo di DAlema...


Manteniamoci il partito che abbiamo e cambiamo i leader!. Bersani? Ha let di mio padre. Vendola e DAlema? Nichi ha fatto cadere il primo governo Prodi, provocando quel tradimento che port allinciucio e al governo DAlema. E un giovane come Stefano Fassina? Non ci sto a prendere la linea da uno che sta chiuso al partito e non prende voti neppure nel suo condominio. Il Pd? La sua storia la scrivano i pionieri non i reduci. Primarie? Non farle sarebbe peggio di un crimine. Berlusconi? Renzi poich lo considera finito, non lo cita se non di sfuggita (Ha let di mia nonna), ma poi fa una battuta sul centrosinistra: Se non vinceremo le prossime elezioni ci daranno il premio Nobel: saremmo da trattamento sanitario obbligatorio. Prima di Renzi, aveva parlato Luigi Zingales, economista che insegna negli Stati Uniti che si prodotto in alcune definizioni apprezzatissime dai duemila della Leopolda: LItalia si trasformata in una peggiocrazia, governata dai peggiori; per effetto del sistema delle raccomandazioni e dei figli di pap, in Italia ci sono le migliori segretarie e i peggiori manager. Alla fine Renzi lo ha ringraziato: Abbiamo trovato il candidato.

I NONNI POLITICI

Sono andati al ristorante e hanno lasciato il conto da pagare


LIMPROVVISA CAUTELA

Se uscissimo da qui con una candidatura faremmo un tragico errore


comica, che anni fa indusse qualche detrattore di Renzi a definirlo un Pieraccioni in politica. C il comizio come commistione di generi. Ma c anche - ed questa la vera novit della tre giorni del Big bang concluso ieri - il messaggio politico col quale Renzi si propone leader del centrosinistra: basta col pessimismo e il vittimismo della sinistra, per vincere bisogna rischiare, proporre ricette innovative, premiare il merito e rottamare lugualitarismo che finisce per stuprare un obiettivo sacrosanto come luguaglianza. E poi, con unuscita molto impegnativa, Renzi ha proposto: Dobbiamo estinguere i nostri debiti. Spiegandola cos: I nostri nonni politici sono andati al ristorante e hanno lasciato il conto da pagare, ma il debito pubblico la cosa pi

Quattro espressioni di Matteo Renzi durante il suo comizio ieri alla Leopolda di Firenze

ingiusta e immorale che un bambino di oggi si trovi a fronteggiare. Nellultimo giorno del Big bang, Renzi ha perfezionato il suo messaggio e, per dirla con Sandro Gozi, un giovane non-allineato, la grande novit che Matteo sta cancellando le linee tra berlusconismo e antiberlusconismo e annullando il confine tra noi e loro, ha iniziato a proporsi a tutti gli italiani, senza distinzioni. Con il discorso del sindaco di Fi-

renze si chiusa ieri mattina la convention voluta da Renzi per lanciare la sua corsa verso la premiership. Convention dalla formula originale. Con 5 minuti a testa, decine di personaggi, competenti ma per lo pi sconosciuti, hanno risposto ad una domanda paradossale: cosa faresti se fossi presidente del Consiglio? Le risposte si sono intrecciate con un dibattito intensissimo via Internet (500 mila contatti via streaming,

molte migliaia via Facebook e Twitter). In compenso Renzi non ha sciolto formalmente il tormentone della sua candidatura alle Primarie per Palazzo Chigi, che nessuno sa se si svolgeranno e con quali modalit. Ha detto Renzi: Se uscissimo da qui con una candidatura faremmo un tragico errore e dunque nei prossimi tre mesi faremo conoscere le nostre proposte in tutta Italia. Come dire, senza dirlo: aspettiamo di vedere se il go-

Riforma delle pensioni

Costi della politica

Patrimoniale

Liberalizzare le professioni

No valore legale lauree

Wi-fi pubblico

Le proposte
Tra le cento idee, cruciale la difesa dellambiente e lo stop a quello che Renzi a Firenze ha chiamato cemento selvaggio, con lostilit dei costruttori

da Adriano Olivetti: I manager non possono guadagnare pi di dieci volte i loro lavoratori. Contestualmente alla riforma delle pensioni - suggerisce vanno aboliti i vitalizi dei deputati a senatori. Tagliare la spesa pubblica per ora unindicazione di massima (bisogna capire chi, e dove), ma interessante perch per Renzi da questo taglio dipende la possibilit di mettere o meno una patrimoniale. Matteo favorevole alla patrimoniale, se assieme a questo si taglia la spesa. Un passo necessario in questa direzione un intervento drastico sul ceto politico: qui Renzi propone il

dimezzamento dei parlamentari; e poi anche dei consiglieri regionali, incluse le indennit, labolizione delle province (tutte, non a macchia di leopardo), e il tetto di due mandati agli onorevoli, i politici hanno una scadenza, come lo yogurt. Paradosso, un leader che la sinistra radical (avete letto il manifesto di ieri) accusa di essere di destra, potrebbe introdurre quellimposta progressiva sopra i duecentomila euro che Bertinotti ha sempre chiesto, invano, a Prodi: cosa ne dir Nichi Vendola? C accordo con Bersani su cose come il prelievo sui capitali scudati, laumento dellIva

sui beni di lusso, una seria lotta allevasione, stile Visco (Vincenzo). Sui licenziamenti, e la polemica sullarticolo 8, Renzi s mostrato invece assai pi sfumato, in questi due giorni. I nemici lo tacciano di subalternit a Marchionne, in realt in questo momento il sindaco di Firenze dice cose come pi che libert di licenziare in Italia servirebbe libert di assumere. Sono facce speculari, naturalmente, ma insomma, si pu pensare di sostenere unazienda in crisi in cambio di un pacchetto di protezioni sociali serie (Pietro Ichino, assai ascoltato da Renzi, propone tre anni di

aiuti a un cinquantenne che perde il lavoro, o a un trentenne precario). Il discorso di Baricco e la scossa meritocratica possono tradursi in pratica anche con misure come la liberalizzazione delle professioni (sempre fallita dal Pd), e labolizione del valore legale del titolo di studio (vecchio cavallo di battaglia di Pannella). Matteo a Firenze gi conduce queste battaglie, per esempio con i tassisti. Il wifi naturalmente da sostenere con fondi pubblici. La famiglia sar centrale, ma tutelando le unioni di fatto; piccolo tributo ma-anchista a una stagione ormai conclusa.

.
LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

10 Primo Piano

OPPOSIZIONE
POLEMICHE E STRATEGIE

Bufera su Ingroia al congresso Pdci


Il pm: Sono un partigiano della Costituzione. Il Pdl: inquietante
FRANCESCA SCHIANCHI ROMA

Quando il magistrato partigiano prende la parola, alle undici del mattino, per difendere la Costituzione, come fate voi in questo congresso da chi invece cerca di violarla, violentarla, consapevole che le sue dichiarazioni accenderanno la polemica. E infatti serve solo

Ironico Rotondi: finalmente un giudice comunista viene allo scoperto, lo rispetto


il tempo che vengano diffuse dalle agenzie di stampa perch dal centrodestra comincino a levarsi vibranti proteste, accuse di parzialit e richiesta al Csm che apra un fascicolo sulla vicenda. La vicenda la seguente: un magistrato importante come il siciliano Antonio Ingroia, allievo di Borsellino e

oggi procuratore aggiunto a Palermo, alle spalle indagini e processi su Cosa nostra e i suoi rapporti con il mondo della politica e delleconomia, ieri si presentato a Rimini al sesto congresso del Pdci, il partito dei comunisti italiani che ha confermato segretario Oliviero Diliberto. Non esattamente in una sede neutra, quindi, salito sul palco per pronunciare un discorso: Un magistrato deve essere imparziale quando esercita le sue funzioni, e non sempre certa magistratura che frequenta troppo certi salotti e certe stanze del potere lo , ma io confesso che non mi sento del tutto imparziale, anzi, mi sento partigiano, ha dichiarato, un partigiano della Costituzione. E fra chi la difende e chi quotidianamente cerca di violentarla, so da che parte stare. Per cui, se la Costituzione sotto assedio, resistere non basta. I magistrati non possono essere trasformati in esecutori materiali di leggi in-

giuste. Ha poi chiesto una politica con la P maiuscola per la legalit democratica e alle parti migliori della societ che si impegnino dentro e fuori le istituzioni per realizzare unItalia migliore. Quanto basta per fare insorgere il Pdl, che gi nel marzo scorso lo attacc duramente quando intervenne alla manifestazione in difesa della Costituzione: allora, la richiesta di dimissioni venne prontamente stoppata dallallora ministro della Giustizia Alfano. Ora le sue dichiarazioni da una sede politica come quella di un congresso di partito sono accolte tra lindignato e il furibondo da molti pidiellini. Se resta silente lattuale responsabile della Giustizia, Francesco Nitto Palma (ma in occasione di un suo intervento al Csm, meno di un mese fa, invit i magistrati a evitare esternazioni), un coro di accuse da molti altri: dal capogruppo al Senato Gasparri, che giudica le parole di In-

A ROMA

Un magistrato deve essere imparziale ma io confesso che non mi sento cos, ma un partigiano
Antonio Ingroia
PROCURATORE AGGIUNTO DI PALERMO

Parole gravi e inquietanti, che confermano lanimo militante di alcuni magistrati


Maurizio Gasparri
CAPOGRUPPO DEL PDL AL SENATO

Contro Vespa insulti e fischi per strada


I

Bruno Vespa stato contestato e insultato davanti al Teatro Valle a Roma. quanto documenta un video diffuso anche su Facebook che mostra il giornalista alle prese con un gruppo di persone inferocite che gli urla venduto, la Rai servizio pubblico. Sono stato insultato alle spalle - ha raccontato Vespa - Sono tornato indietro per discutere in modo civile con chi mi insolentiva. Non stato possibile e per almeno un quarto dora sono stato violentemente insultato.

groia gravi e inquietanti, confermano lanimo militante di alcuni settori della magistratura, da persone cos invece che comizi politici ci saremmo attesi le scuse per aver fatto di Ciancimino jr unicona antimafia, e promette di portare il comizio odierno allattenzione del Parlamento, allomologo Cicchitto, da Quagliariello alla Santanch a Stracquadanio, che sospira ce n abbastanza perch il Csm apra un fascicolo contro un magistrato che si comporta come un militante estremista. Il leader della Destra Storace si domanda se sar lecito, dora in avanti, definirlo un nemico politico, mentre fra tanta protesta, spicca liro-

nia del ministro Rotondi: Non era mai capitato un giudice comunista che venisse fuori con tanta chiarezza. A questo punto il dottor Ingroia ha tutto il mio rispetto. Da un altro punto di vista arriva la critica anche dellUnione delle Camere penali: Il pm una parte per definizione, valuta, ma quello che trova sorprendente che un magistrato si proclami diffidente verso le leggi e il Parlamento in nome della Costituzione. A difendere Ingroia interviene il neo rieletto segretario del Pdci, Diliberto: onorato della sua visita, ne ricorda il diritto a partecipare a un libero congresso.

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 11

Intervista

,,
FRANCESCO GRIGNETTI ROMA

Di Pietro: Con Bersani e Vendola scriviamo una controlettera allUe


Il leader dellItalia dei Valori: spiegheremo allEuropa come siamo in grado di garantire i conti pubblici in caso di esecutivo di emergenza
BERLUSCONI
ne dellallungamento della vita un dato di fatto. Ma prima di arrivare a toccare let della pensione ci sono altre cose da fare: creare un reato specifico per chi si appropria dei contributi pensionistici; lo sa che mancano 25 miliardi di euro? Sono soldi dei lavoratori. Fusione tra Inps, Inail e Inpdap. Separare assistenza da previdenza. Le casse autonome dei professionisti devono camminare con le loro gambe, non attaccandosi alle mammelle dello Stato. E si vedr che il sistema pensionistico regge. Poi, se proprio ci vuole un contributo straordinario, lo diano quelli che hanno usufruito dello scudo fiscale. Ma prima di tutto bisogna parlare al Paese.
quello che Renzi chiede al centrosinistra. Uscire dalle logiche di palazzo.

ntonio Di Pietro osserva con attenzione quel che sta accadendo a Firenze. Il sindaco-ragazzino Matteo Renzi e la sua istanza di ricambio generazionale gli piacciono. Spiega il leader dellItalia dei Valori: Chi lo criminalizza, lo fa solo per paura di essere scalzato dalla poltrona. Ma se il giovane Renzi rappresenta un nodo del futuro, Berlusconi resta il problema del presente. Di Pietro si sente ormai quotidianamente con i colleghi di Pd e Sinistra e libert perch pensa che il berlusconismo sia al capolinea. La settimana prossima - racconta - ci incontremo anche per buttare gi la nostra lettera allEuropa. E la mossa del centrosinistra unito.

Qualcuno dice che il suo programma una chimera E io aggiungo: per fortuna
RENZI CASINI

Di Pietro, che cosa ci sar nella vostra lettera allEuropa di diverso rispetto a quella di Berlusconi?

Garantiremo allEuropa i saldi, ma il modo di trovare i soldi sar assolutamente differente. Nessuna macelleria sociale. E se qualcuno dice che il programma di Berlusconi una chimera, io aggiungo: "per fortuna". Di sicuro la soluzione non la demonizzazione delleuro. La vera soluzione nella riconquista della fiducia dei cittadini verso lo Stato e dei partner europei verso lItalia.
Sicuri di avere la ricetta giusta per questa doppia riconquista?

Chi criminalizza il sindaco di Firenze lo fa solo per paura di essere scalzato dalla poltrona

Dico di andare oltre il patto di Vasto. Va coinvolto il terzo polo Daltra parte vedo che Casini disponibile

Ex pm
Il leader dellIdv, Antonio Di Pietro

Abbiamo dato la nostra disponibilit a farci carico di un governo demergenza. Io dico: noi del Patto di Vasto e oltre. Va coinvolto anche il Terzo Polo. D'altra parte vedo che Casini disponibile anche lui. Ma non facile accorrere al capezzale di un morituro. E badate che se noi dell' opposizione ragionassimo cinicamente, sarebbe meglio aspettare. Vinceremmo facilmente le elezioni per il plebiscito negativo che seppellir questo governo.
Invece siete pronti al sacrificio di palazzo Chigi. E cos?

sti della politica. Non sar la soluzione dei nostri problemi economici, ma difficile chiedere sacrifici se non si d per primi lesempio. E dunque: dimezzamento dei contributi elettorali, riduzione dei parlamentari, abolizione delle province, accorpamento nelle fun-

zioni dei Comuni, accorpamento e scioglimenti di societ a capitale pubblico, abolizione dei consigli di amministrazione negli enti locali a beneficio dellamministratore unico, taglio drastico a comunit montane, consorzi di bonifica e quantaltro... c un mare di

cose da fare... Taglio alle spese militari, rientro dei soldati dallestero... Dove mi giro vedo spese da tagliare.
E le pensioni? Quel nodo prima o poi andr affrontato. O no?

Non mi sottraggo alla domanda. E un Moloch da affrontare. La questio-

La sua riflessione un pungolo per lintera classe politica. Ecco perch dico che chi lo criminalizza lo fa per paura, non per il merito delle sue proposte. Renzi pone la necessit di un ricambio generazionale. Con noi sfonda una porta aperta. Le mie candidature, sia alle europee che alle ultime regionali, guardavano tutte alla societ civile e ai movimenti. Ma il ricambio non solo una questione anagrafica. Per questo Idv insiste che ci sia un limite ai mandati: due, massimo tre rinnovi.

Napolitano: preoccupato dai tagli alleditoria


Il Presidente: rischi di mortificazione del pluralismo, chieder al governo di ripensarci
ROMA

Siamo pronti a rispondere costruttivamente al monito delle istituzioni europee. Ma la pre-condizione il cambio di governo.
Intanto preparate il programma di governo.

Qui ci giochiamo tutta la nostra credibilit perch ci chiaro che gli italiani non hanno soltanto sfiducia in Berlusconi quanto nellintero sistema politico.
Qualche proposta concreta?

Il nuovo governo dovr varare un provvedimento urgente contro i co-

Preoccupato per i tagli alleditoria: il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano fa suo lappello dei direttori di testate no profit, politiche e cooperative che sono insorti contro la decisione dellesecutivo di decurtare il fondo delleditoria, e fa sapere che chieder al governo di riconsiderare la sua scelta. Risponden-

do ad una lettera aperta indirizzatagli da 64 direttori di testate di partito, cooperative Mediacoop e no profit e della Fisc (la Federazione italiana settimanali cattolici) - da Europa a Liberazione, dal Secolo dItalia allUnit, da Avvenire al manifesto e al Riformista -, il Capo dello Stato spiega di condividere la preoccupazione per i rischi che ne potrebbero derivare di mortificazione del pluralismo dellinformazione. Ho letto con attenzione la vostra lettera e mi rendo ben conto dellimportanza degli argomenti che mi avete illustrato in polemica con lannunciato taglio lineare al fondo per leditoria, scrive Napolitano in riferimento alla missiva pubblicata ieri su diversi quotidiani. Condivido -

prosegue - la preoccupazione per i rischi che ne potrebbero derivare di mortificazione del pluralismo dellinformazione. E non mancher di manifestare questo mio punto di vista al governo. Ho, nello stesso tempo, trovato - continua il Capo del Stato nella sua risposta pubblicata sul sito del Quirinale - altamente apprezzabile, nella vostra lettera, la sensibilit per lurgenza di unopera di bonifica in questo settore e la disponibilit a proporre ulteriori criteri per consentire da un lato risparmi e dallaltro una pi rigorosa selezione nellaccesso alle risorse. Credo - conclude il presidente della Repubblica - che quanto pi darete seguito concreto a questi vostri intendimenti, tanto pi ne guadagne-

r in efficacia la sollecitazione, che faccio mia, per una riconsiderazione delle decisioni del governo. Secondo il segretario della Federazione nazionale della stampa, Franco Siddi, linvito di Napolitano al governo di eccezionale rilevanza e conferma quanto sia prezioso il pluralismo come bene immateriale che merita il sostegno dello Stato, affinch anche le voci non meramente commerciali possano animare il circuito dellinformazione e delle idee. Il governo non pu sottrarsi al dovere di una risposta. La risposta del Capo dello Stato, fanno notare il senatore Pd Vincenzo Vita e il portavoce di Articolo 21 Giuseppe Giulietti, di grandissima importanza.

T1 T2

12 Primo Piano

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

ITALIA-USA
IL GALA A WASHINGTON

Lelogio di Obama Italoamericani esempio per tutti


Il presidente alla festa della Niaf: con i vostri valori avete contribuito a rendere migliore la nazione
DALLINVIATO A WASHINGTON

Viva lItalia. Barack Obama si presenta al gran gala della Niaf, la maggiore organizzazione degli italoamericani, per rendere omaggio alleredit e ai risultati degli immigrati dal Bel Paese, puntando a guadagnare consensi in vista della difficile corsa alla rielezione nel 2012. Nel parterre del Washington Hilton and Towers gli invitati sono oltre mille, litaloamericana Nancy Pelosi lo introduce come il presidente che incarna lAmerican Dream e da quando prende la parola Barack Obama fa di tutto per declinarlo in un riconoscimento agli italiani che hanno contribuito a rendere migliore la nostra nazione.

Il saluto Viva lItalia, la scelta del termine amici per rivolgersi ad una platea che lo applaude a ripetizione e lomaggio al 150 anno dellUnit dItalia come alle celebrazioni del Columbus Day

Il capo della Casa Bianca parla dei sacrifici degli immigrati che avevano una fede incrollabile
servono a creare un quadro di valori nel quale Obama si riflette, pur avendo assai poco di italiano. lui stesso ad ammetterlo, facendo sfoggio di autoironia: Voglio farvi una confessione, non ho alcun antenato italiano, non so cantare come Frankie Avalon, non so

cucinare come le vostre nonne e Michelle non mi fa pi magiare secondi o terzi piatti, cos tutto quello che ho da offrire un cognome che finisce con una vocale. La platea risponde con boati di approvazione e per la Casa Bianca di buon auspicio perch si tratta di elettori che negli ultimi anni hanno spesso tradito il partito democratico a favore dei repubblicani. Dopo aver rotto il ghiaccio, Barack parla dellItalia uno dei nostri pi importanti alleati, membro fondatore della Nato, con cui lavoreremo assieme questa settimana al G20 per prendere alcune decisioni molto importanti per leconomia. una maniera per sottolineare come sono i temi economici a dominare lagenda bi-

Autoironia per conquistare la platea


Il presidente ha scherzato con gli invitati della Niaf: Ho una confessione da farvi, non ho alcun antenato italiano, non so cantare come Frankie Avalon, non so cucinare come le vostre nonne, quello che posso offrire un cognome che termina con una vocale

laterale, curata dai rispettivi ambasciatori Giulio Terzi e David Thorne. Ma la parentesi sulle relazioni bilaterali breve perch lintenzione resta quelle di parlare ai cuori ed alle menti degli italoamericani i cui voti potrebbero essere decisivi in molti Stati in bilico, dallOhio alla Pennsylvania per questo Obama si dice orgoglioso di avere come ministri Janet Napolitano e Leon Panetta, rispettivamente titolari di Sicurerzza Interna e Difesa, cos come svela che Jill Biden, moglie del vicepresidente Joe, discende da una fa-

miglia di Giacoppa e dunque italoamericana anche lei. Il finale in un crescendo di toni di Obama ed emozioni del parterre perch il presidente elenca gli eroi di guerra italoamericani dellIraq allAfghanistan sovrapponendoli ad esploratori come Colombo e Vespucci, geni come Leonardo, Galileo e Fermi e campioni dello sport come Lombardi e DiMaggio per arrivare a concludere sulla magia di Capra e Sinatra anche se Sophia Loren la mia favorita. Lunico grande italiano che gli causa qualche grattacapo invece

Machiavelli e se lo ammette perch gli serve per trovare il modo per bacchettare il Congresso: Qui a Washington stato interiorizzato un po troppo. Come dire, si fanno troppi giochi con la politica solo per perseguire interessi di parte. Ma ci che pi conta lomaggio agli immigrati che arrivarono con molto poco ma con unincrollabile fede in Dio e il fermo impegno ad aiutare la propria famiglia affrontando le difficolt di un posto dove non furono sempre bene accolti e sacrifici che hanno reso lAmerica un posto miglio-

Protagonisti

P.
Nancy Pelosi

aperti marted 1 novembre


dalle 9 alle 20
Alessandria
corso Borsalino

VOLTI NOTI, VIP, CURIOSIT E AMARCORD NELLA SERATA DEGLI ITALIANI DAMERICA
A CURA DI ALBERTO SIMONI

Quaregna (BI)
via Martiri della Libert

Biella
via Lamarmora

Valenza (AL)
viale della Repubblica (ang. via Brescia)

Castelletto T. (NO)
via Sempione (loc. Tre Strade)

Verbania
Pallanza, viale Azari

Emma Marcegaglia

La democratica apre la festa nel nome dei 150 anni dellUnit


I

Qui premiano il merito Da noi purtroppo no


I

Il discorso di Obama piaciuto alla presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, premiata con il Niaf Special Achievement Award in Womens Leadership. Obama ha sottolineato come in questo Paese si cerchi sempre di premiare il merito, a differenza di quanto avviene da noi. Quindi un richiamo allEuropa: Manca ancora un progetto di crescita.

Obama la incensa: stata un grandissimo speaker della Camera e nel 2013 torner a guidare il Congresso. Per ora per Nancy Pelosi, democratica di San Francisco, prima donna a presiedere la Camera dei Rappresentanti, si accontenta di dare il via al gran gala degli italo-americani anzich ai dibattiti infuocati a Capitol Hill. Il tutto nel nome del decimo anniversario dell11 settembre e dei 150 anni dellunit dItalia. Con lei ci sono fra gli oltre mille invitati i big dellAmministrazione Usa con sangue italiano come Janet Napolitano, e i figli di immigrati che in America hanno sfondato. il caso di Maria Bartiromo, giornalista di punta della Cnbc e uno dei volti della comunit italo-americana pi popolari negli States.

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 13

Thorne: Stiamo con Roma Ma ora di fare le riforme


Lambasciatore Usa: La lettera di Berlusconi alla Ue solo linizio, servono i fatti

Intervista

,,
MAURIZIO MOLINARI INVIATO A WASHINGTON

Presidenziali 2012 Troppi rimpatri forzati Ispanici contro Barack


I

G
re in maniera tale da rappresentare oggi un esempio per i milioni di concittadini che si battono per trovare un posto di lavoro. Il richiamo al lavoro duro degli immigrati italiani come esempio per gli americani flagellati dalla crisi il messaggio a cui affida la scommessa di trasformare in voti i tanti applausi ricevuti. Facendo attenzione a mantenere il rapporto con lItalia prudentemente sullo sfondo, come dimostra anche il fatto che lunico ministro presente nella sala era Giorgia Meloni, titolare della Giovent. [M. MO.]

olf girocollo, mani in costante movimento e un inglese costellato di espressioni italiane, lambasciatore americano a Roma David Thorne parla della nuova fase dei rapporti bilaterali incentrati sullemergenza economica per esprimere sostegno agli impegni sulle riforme assunti da Berlusconi precisando per che linizio di un cammino e ora devono essere trasformati in prati-

Se Obama parla alla Niaf - ammette candidamente David Thorne anche perch lAmerica sta entrando in un anno elettorale e la comunit italo-americana pesa e conta. Certamente non quanto il blocco degli ispanici, che sar decisivo il 6 novembre del 2012. La situazione su questo versante rischia di essere imbarazzante se non pericolosa per il capo della Casa Bianca. Il giro di vite nella gestione dei casi di clandestini, che ha portato lo scorso anno alla cifra record di 400 mila rimpatri, sta seriamente mettendo a rischio il sostegno dei latinos a Obama. Nel 2008 gli ispanici votarono in massa lallora candidato democratico. Oggi sono un bacino elettorale - come molti altri in verit - da riconquistare. La stragrande maggioranza degli immigrati, il 93%, che sono stati forzatamente rimandati in patria sono infatti latinos. A suonare il campanello dallarme per Obama sono le parole di Roberto Lovato, attivista e lobbista ispanico, che alla Cbs ha detto: Gli ispanici si stanno rendendo conto che il presidente Obama e i democratici non sono migliori dei repubblicani, anzi sono peggiori perch ora abbiamo pi rimpatri forzati rispetto allepoca di George W. Bush.

Italoamericani al Columbus Day, la festa pi sentita dalla comunit italiana negli Usa

Santo Versace

Sul podio come Gianni e Donatella W la Calabria


I

Limprenditore prestato alla diplomazia


CHI DAVID THORNE, NATO A NEW YORK NEL 1944, SPOSATO, HA DUE FIGLI FORMAZIONE LAUREA IN STORIA A YALE NEL 1966 PROFESSIONE GESTORE DI FONDI DINVESTIMENTO VILLA TAVERNA AMBASCIATORE ROMA DALLAGOSTO DEL 2009

Ha detto

rezioni: diminuire la percentuale debito-Pil ed aumentare la crescita. Servono riforme importanti.


In molti dubitano sulla capacit dellesecutivo di mantenere gli impegni presi. Lei come la pensa?

Oriente vadano avanti sulla strada della Primavera araba ma in singoli Paesi come la Libia, e la Tunisia, lItalia che ha un grande ruolo da svolgere.
State cooperando con lItalia sulla ricerca dei 20 mila missili terra-aria scomparsi dagli arsenali libici?

Emozionato, felice e premiato dalla Niaf. Come gi il fratello Gianni nel 1997 e la sorella Donatella due anni dopo. Ma anche e soprattutto orgogliosamente e veracemente italiano. Santo Versace sul palco si lascia andare in un trittico di evviva: AllAmerica, allItalia e alla Calabria.

ca. Thorne stato, assieme a Nancy Pelosi, uno dei registi dellintervento di Obama alla Niaf che coincide con la vigilia del summit del G20 che avr in agenda il salvataggio dellEurozona.
Perch Obama ha scelto di parlare alla Niaf?

La crisi economica

Siamo in un anno elettorale e gli italoamericani sono una comunit molto vibrante negli Stati Uniti. Per questo il presidente andato alla Niaf, scegliendo per di riferirsi anche allItalia come nazione, per sottolineare il legame che abbiamo con uno degli alleati pi importanti, con il quale ci troviamo ad affrontare adesso sfide difficili sul terreno delleconomia.
Cosa pensa della lettera di Berlusconi allUe sugli impegni per le riforme in Italia?

Gli impegni presi quattro mesi fa non bastano pi Il governo deve andare in due direzioni: diminuire il rapporto debito-Pil e aumentare la crescita
Lironia Merkel-Sarkozy

La politica italiana molto complicata e il governo non ha pi il forte mandato che aveva prima. Ma Berlusconi sa cosa deve essere fatto e ci importante anche guardando al G20 dove con Obama si parleranno, anche se niente di formale stato fissato.
Che tipo di rapporto c fra Obama e Berlusconi?

Siamo molto preoccupati per queste armi mancanti. Stiamo dedicando grandi risorse al tentativo di trovarle in cooperazione con tutti i partner e lItalia fra questi. Tali armi mettono a rischio la sicurezza di ogni nazione che ospita un aeroporto.
Che impressione ha dellapproccio italiano alla Primavera araba?

John Podesta

Il sogno americano del guru di Clinton


I

Ci che Berlusconi ha scritto dimostra la comprensione di ci che deve essere fatto. Berlusconi vuole spingere lItalia in questa direzione ma il problema che il Diavolo nei dettagli ovvero non ancora chiaro come tale piano di riforme sar realizzato in concreto. Leuforia dei mercati per gli impegni presi, non solo da Roma, dimostra quanto pesano tali passi ma adesso bisogna passare ai fatti. La lettera di Berlusconi stata un passo avanti ma linizio, non la fine, del percorso da percorrere.
Quanto conta per Washington che lItalia riesca a risolvere i propri problemi economici?

Mi ha colpito come lItalia intera, dai camerieri fino ai politici si sentita offesa sfoggiando orgoglio nazionale e facendo quadrato
Il conflitto in Libia

Berlusconi vorrebbe una relazione con Obama fatta di maggiori effusioni, simile a quella che aveva con Bush, ma Obama una persona diversa. Obama rispetta Berlusconi e ci che fa. A dispetto di tutte le possibili critiche nei suoi confronti non c dubbio sul fatto che Berlusconi ha sempre sostenuto le nostre posizioni su pi argomenti, mostrando grande cooperazione.
Cosa ha pensato quando ha visto Sarkozy e Merkel ironizzare in pubblico sullItalia?

La Libia un interesse vitale pi per il vostro Paese che per gli Usa Voi dovete essere parte della ricostruzione e far prevalere la democrazia
La Primavera araba

Ci che mi ha colpito stato come lItalia intera, dai camerieri fino ai leader politici dei diversi partiti, si sentita offesa, ha reagito sfoggiando orgoglio nazionale e ha fatto quadrato, rafforzando il governo Berlusconi che solo pochi giorni prima aveva rischiato di cadere in aula.
Che impatto ha avuto lintervento Nato in Libia sui rapporti fra Italia e Stati Uniti?

Tutto iniziato con il discorso di Obama al Cairo, quando disse ai popoli arabo-musulmani che dovevano essere loro a costruire il loro destino. LItalia reag in maniera cauta per via dei rapporti di lunga data con alcuni dittatori della regione e per la sensibilit popolare al tema degli immigrati. Ma alla fine ha condiviso il nostro approccio ed oggi avete un ruolo di primo piano nella transizione in Libia. Dunque, riassumendo, allinizio lItalia ha esitato di fronte alla Primavera araba ma poi ha superato tali dubbi ed ora abbiamo un approccio comune.
Questo vero anche sulla Siria di Bashar Assad, con cui lItalia ha forti rapporti commerciali?

LItalia stata un partner indispensabile per la vittoria della Nato. Leon Panetta, capo del Pentagono, lo ha detto con chiarezza e anche la Casa Bianca lo pensa. Il ruolo svolto dallItalia nella campagna militare ha rafforzato la nostra convinzione sullimportanza strategica del vostro Paese.
Ora che il regime caduto e Gheddafi morto, che cosa c in cima alla cooperazione Italia-Usa sulla Libia?

So che lItalia e Berlusconi in particolare vogliono lavorare con gli Stati Uniti sulla Siria. Berlusconi ha detto a Obama: Lavoreremo con voi su tale questione. Ci per noi importante perch desideriamo operare in un quadro multilaterale ed anche per questo riteniamo importante la posizione assunta dalla Lega Araba nel criticare la brutale repressione in Siria.
Pensate che sar Siria la prossima tappa della primavera araba?

stato uno degli architetti dellascesa di Obama, prima era stato il braccio destro di Clinton alla Casa Bianca. Laltra sera John Podesta era al tavolo donore della Niaf, lui, nipote di un italiano approdato poverissimo allinizio del 900 a Chicago e simbolo del sogno americano.

LItalia un partner vitale dellEurozona e ci troviamo di fronte ai rischi di contagio. Gli impegni presi quattro mesi fa non bastano pi, bisogna dimostrare con le azioni la volont di fronteggiare i problemi. E dal nostro punto di vista lItalia ha dato risposte importanti ma deve convincere i mercati sulla reale volont di procedere in due di-

Tutto iniziato con il discorso del Cairo LItalia reag con cautela aveva antichi rapporti con quei dittatori Poi ha cambiato opinione

La Libia un interesse vitale pi per lItalia che per gli Stati Uniti. Voi dovete essere parte della ricostruzione, avete un interesse reale nel far prevalere i valori democratici. LAmerica vuole che il Nordafrica e il Medio

Sembra di s. N Assad n i manifestanti fanno passi indietro e lintervento della Lega Araba un passaggio di rilievo. Stiamo assistendo ad un cambiamento reale in una vasta regione e il merito deve essere riconosciuto ad Obama. Non bisogna dimenticare che sin dallinizio delle rivolte arabe neanche una bandiera americana, o israeliana, stata bruciata nelle piazze.

14 Primo Piano

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

g g Dossier/I connazionali sequestrati


Pirati
Unazione dei militari statunitensi contro un gruppo di presunti pirati. Dei sedici italiani attualmente ostaggio dei rapitori, dodici sono in mano ai pirati somali

Sedici ostaggi italiani nel mondo


Dalle richieste di riscatto ai racconti dalla prigionia allangoscia silenziosa delle famiglie
MARCO BRESOLIN a terribile notizia che arriva come un fulmine a ciel sereno dopo tanti presentimenti volutamente sopiti. Poi il nulla per giorni, settimane, mesi. Ogni tanto, forse, un messaggio. Un video oppure solo la voce, testimone di una vita che ancora continua anche se chiss esattamente dove e come. Sono sedici le famiglie italiane che ogni mattina si svegliano con questa angoscia. Sedici come il numero dei nostri connazionali che ancora sono in mano ai rapitori, sparsi tra le terre e i mari del continente africano. La maggior parte (dodici) in mano ai pirati somali, che tengono quella merce preziosa sotto la minaccia delle armi, in attesa di poterla scambiare con sacchi pieni di dollari. Poi ci sono i cooperanti: da Francesco Azzar, sequestrato ad agosto in Darfur, fino a Rossella Urru, catturata una settimana fa in Algeria. Ma anche chi in Africa cera andato per lavorare (lingegnere Franco Lamolinara in Nigeria) o per turismo (la fiorentina Maria Sandra Mariani in Algeria). Negli uffici dellunit di crisi della

Farnesina ci sono i loro fascicoli. Sono sequestrati. Prima con una telefonata quindici, perch la vicenda di Bruno alla redazione del sito Libero ReporPellizzari, rapito pi di un anno fa al lar- ter, poi con una chiamata nellultima go della Tanzania, la stanno seguendo puntata della trasmissione Chi lha vile autorit sudafricane in quanto il veli- sto?. Ci stanno torturando, stiamo sta ha la doppia nazionalit. I familiari morendo. Aiutateci!: questo il grido didei 15 rapiti vivono ogni giorno un dram- sperato lanciato da Antonio Varrecma nel dramma, psicologico. Da un lato chia, il direttore di macchina, originadevono osservare il silenzio stampa im- rio di Gaeta. Accanto a lui cera il trieposto dalla Farnesina ed evitare che si stino Eugenio Bon, 30 anni, mentre gli parli delle rispettive vicende: troppo altri tre italiani (Gianmaria Cesaro di clamore giocherebPiano di Sorrento, be a favore dei seLA PETROLIERA CAYLYN Crescenzo Guardaquestratori, che alzeIl mediatore britannico scione ediGiuseppe rebbero il prezzo. Lubrano Procida) La trattativa va avanti sono stati trasferiti Dallaltro temono che, con il passare sviluppi nel giro di un mese a terra. del tempo, il silenzio Da qualche giorriponga tutto nel dimenticatoio, facen- no le radio somale stanno diffondendo do diminuire le pressioni sul governo e un messaggio congiunto in cui si sentole speranze di riabbracciare i loro cari. no le voci di Mahmud Farole (rapprePotrebbero esserci sviluppi a breve, sentante del governo somalo del Puninvece, per i cinque italiani a bordo del- tland) e di Alfredo Mantica (sottosegrela petroliera Savina Caylyn (insieme tario agli Esteri) che chiedono ai sequeagli altri membri dellequipaggio, 17 in- stratori di permettere linvio di aiuti diani). Qualche giorno fa la vicenda del- umanitari. Ma la buona notizia sembra la nave sequestrata l8 febbraio scorso, arrivare dallInghilterra: il mediatore nelle acque tra la Somalia e lisola ye- londinese avrebbe infatti inviato allarmenita di Socotra, tornata alla ribalta matore Fratelli DAmato un fax per per il drammatico appello lanciato dai spiegare che i negoziati sono in fase

Nel Corno dAfrica Londra: guardie armate sui mercantili britannici


I

Sar autorizzata la presenza di guardie armate a bordo delle navi mercantili che navigano sotto bandiera britannica al largo del Corno d'Africa, perch possano proteggersi dagli attacchi dei pirati. Lo ha annunciato il primo ministro David Cameron. E stato accertato che le navi che hanno guardie armate non sono obiettivo di attacchi, n di prese di ostaggi, n di richieste di riscatto, ha assicurato in unintervista a Bbc 2. Quando gli stato fatto notare che una simile misura darebbe diritto a civili di aprire il fuoco per uccidere, Cameron ha risposto che occorre fare delle scelte. Il fatto che una banda di pirati in Somalia riesce a prendere in ostaggio i nostri scambi commerciali ed il resto del mondo , credo, un vero insulto, ha sottolineato.

avanzata e che la situazione potrebbe sbloccarsi nel giro di un mese. Discorso diverso, invece, per i sei italiani sulla Rosalia DAmato, sequestrata il 21 aprile scorso dai pirati somali al largo delle coste dellOman. A bordo ci sono il messinese Orazio Lanza (comandante), Antonio Di Girolamo (direttore di macchina di Marsala), Giuseppe Maresca (secondo ufficiale di coperta, di Vico Equense), Pasquale Massa (primo ufficiale di coperta, di Meta di Sorrento ma residente in Belgio), Gennaro Odoaldo (terzo ufficiale di coperta) e Vincenzo Ambrosino (allievo ufficiale di macchina), entrambi di Procida. Di loro e dei 15 filippini membri dellequipaggio si sa pochissimo, solo che le condizioni di salute sono precarie (si parla di casi di tubercolosi a bordo) e che i pirati avrebbero chiesto sei milioni di dollari di riscatto. Lhanno soprannominata la nave fantasma perch sono tanti i misteri che galleggiano insieme a questa motonave: dai telefoni che suonano senza che nessuno risponda fino alla rotta anomala per unimbarcazione che, partita dal Brasile e diretta in Iran, per questioni di sicurezza non avrebbe dovuto passare nel Canale di Mozambico.

La storia
n ogni famiglia di Procida, o quasi, c un marittimo. Da sempre la marineria, accanto al turismo, rappresenta il principale settore di occupazione in questisola del Golfo di Napoli. Poco pi di diecimila abitanti, stretti in quattro chilometri quadrati di superficie, che da mesi vivono nellansia per i loro quattro concittadini. Procida ha infatti un triste primato: quattro dei sedici italiani in ostaggio in Africa vengono da qui. Due erano a bordo della Savina Caylyn, altrettanti sulla Rosalia DAmato. Il loro destino ora tra le mani dei pirati somali. Nei mesi scorsi si sono susseguite iniziative di solidariet, ma ora Procida condannata a soffrire in silenzio, aspettando che quelle lacrime di dolore si tramutino in un pianto di gioia.

Il triste primato di Procida Quei quattro concittadini nelle mani dei pirati somali
Siamo in attesa di disposizioni - spiegano dal Comune - per ora ci hanno detto di fermare ogni manifestazione. Il coordinamento Liberi subito aveva organizzato una fiaccolata il 1 maggio scorso, poi si erano bloccati per il silenzio stampa chiesto dalla Farnesina. Ad agosto, per, tutti i traghetti e gli aliscafi di Procida si erano fermati per 10 minuti e tre giorni dopo cera stato un corteo di barche fino ad Ischia, con il porto di Procida simbolicamente chiuso. Il 21 agosto - racconta Valeria Barone del coordinamento - siamo partiti di notte in autobus per andare a Rimini e consegnare una lettera a Napolitano. Il 7 settembre ci siamo fatti sentire a Montecitorio, ma ora non possiamo pi fare nulla. Dobbiamo soltanto sperare. Sulla Rosalia DAmato si erano imbarcati Crescenzo Guardascione e Giuseppe Lubrano. Il primo 39 anni, aveva un negozio di telefonia prima di imbarcarsi. Il secondo, 47enne padre di due figlie, il capitano della nave. I pirati avevano dato a lui lincarico di comunicare con lesterno, ma ora non pi sulla nave. I due procidani, insieme a Gianmaria Cesaro di Piano di Sorrento, sono stati trasferiti a terra. Il direttore di macchina Antonio Verrecchia, nella sua telefonata a Chi lha visto?, ha detto che a terra si sta ancora peggio che a bordo. Bevono acqua piovana e

Lisola di Procida, nel Golfo di Napoli

mangiano cibo cotto sulla sabbia. Ogni tanto, se va bene, i pirati offrono loro qualche fagiolo. E quando si ritorna sulla nave sono botte: gli ostaggi hanno raccontato di esser stati incaprettati e bastonati, costretti a lavarsi con lacqua del mare e sempre sotto la minaccia delle armi. Anche durante i bisogni fisiologici. Per questo le condizioni di salute psicofisica sono ai limiti della sopravvivenza: malattie della pelle, dissenteria e crisi di panico sono allordine del giorno. Ma di loro - raccontano gli amici di Procida - almeno sappiamo che sono vivi. Quella certezza che a oggi non c per i due marittimi sequestrati sulla Rosalia DAmato. Ad aspettare Gennaro Odoaldo, 28enne terzo ufficiale di coperta, ci sono il pap Agostino, la mamma Michela e la sorella minore Angela. Mentre i familiari di Vincenzo Ambrosino, 45enne allievo ufficiale di macchina, ancora lo ricordano dietro al bancone del suo negozio di abbigliamento per bambini. La crisi lo aveva costretto ad abbassare la saracinesca e a cercare fortuna come marittimo. Quella fortuna che, gi dal suo primo viaggio, non riuscito a trovare. [MA. BRE.]

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Primo Piano 15

g
Rossella Urru

Il deserto nel cuore e la vocazione di aiutare le donne e i bambini


Cooperante
Rossella Urru, 29 anni, sarda, lavorava per il Comitato italiano sviluppo dei popoli

Samugheo, paesino a meno di mezzora dauto da Oristano, non riescono ancora a credere che Rossella Urru, 29 anni, cooperante del Comitato italiano sviluppo dei popoli, dal 23 ottobre nelle mani dei terroristi. Appena un paio dore prima del sequestro Rossella aveva parlato con la madre, era contenta perch a met novembre sarebbe stata di nuovo a casa per una breve vacanza, prima di ritornare fra le donne e i bambini saharawi nel campo profughi di Rabuni, in Algeria, non lontano dalla frontiera con la Mauritania. Non sospettava che poco dopo sarebbe stata presa in ostaggio assieme ad altri due cooperanti spagnoli da un commando di esponenti del Aqmi, una costola nordafricana di Al Qaeda. Ipotesi dapprima, ora una certezza. Rossella viva e secondo quanto ha

riferito un mediatore nelle mani di Al Qaeda. Ora ad aspettarla a casa, vivendo ore di angoscia, oltre alla mamma Marisa, dirigente dellufficio tecnico di Samugheo, ci sono il pap Graziano, comandante della polizia locale, e i fratelli Fausto e Mauro. Rossella Urru, dopo la laurea a Ravenna in cooperazione internazionale e una collaborazione con il Comune in un progetto umanitario per il popolo saharawi, lavorava da circa due anni in Algeria per la ong Cisp. Con questa terra la giovane volontaria aveva un legame speciale: Persino la sua tesi di laurea trattava del dramma delle donne e dei bambini di questo angolo di deserto africano - ha ricordato il sindaco di Samugheo, Antonello Demelas - e a loro da anni si dedica a tempo pieno per aiutarli nei campi profughi. [VA. ROB.]

Franco Lamolinara

Lingegnere in Nigeria per lavoro

Bruno Pellizzari

Rapito sulla barca dei sogni

Gli italiani in mano ai rapitori


Rossella Urru
cooperante, sequestrata il 23 ottobre 2011 a Tindouf, in Algeria

Novarese
Lingegnere Franco Lamolinara, 47 anni, lavora come tecnico per una societ di costruzioni svizzera

Petroliera Savina Caylyn, sequestrata dai pirati somali l8 febbraio 2011 nelloceano Indiano vicino allisola yemenita di Socotra, a bordo

5 italiani
e 17 indiani

Algeria

Sudan

Velista
Bruno Pellizzari, velista italo-sudafricano,sequestrato dai pirati somali con la compagna il 10 ottobre del 2010

Nigeria

Somalia

passato pi di un anno dal rapimento di Bruno Pellizzari, ma di lui non si sa pi quasi nulla. Il velista, che ha anche la cittadinanza sudafricana, era a bordo di uno yacht con la compagna Deborah Calitz al largo della Tanzania quando i pirati somali li hanno catturati. Tenuti in ostaggio da dodici mesi, i sequestratori hanno chiesto un riscatto di dieci milioni di dollari. Denaro che le loro famiglie non possono pagare. Bruno lavorava come tecnico di ascensori a Durban, ma il suo chiodo fisso era sempre quello: navigare in libert lungo la costa orientale dellAfrica con la compagna. Ci credeva, tanto da lasciare il lavoro e la casa per imbarcarsi con la sua Deborah. Viaggiavano da mesi, ogni tanto si fermavano sulla costa e vivevano facendo qualche lavoro occasionale. Il 10 ottobre di un anno fa, per, il sogno di una vita si trasformato in incubo. Erano a bordo dello yacht Choizil con lo skipper Peter Eldridge. Si stavano trasferendo dalle Seychelles al Sudafrica quando, nel canale di Mozambico nelle acque al largo della Tanzania, sono stati circondati da una decina di barchini. A bordo i pirati somali che hanno aperto il fuoco. Alla sparatoria ha preso parte anche una nave da guerra francese la Fs Floreal, che ha subito lanciato lSos. Lo skipper riuscito a fuggire, salvato dai francesi, ma i due sono stati catturati e trasferiti a terra. Prima a Brarawe, nel Sud della Somalia, alla periferia di Mogadiscio. Poi in unaltra localit rimasta sconosciuta. Il 31 gennaio la telefonata dei rapitori con la richiesta di riscatto, che la madre di Pellizzari - napoletana dorigine ma in Sudafrica dagli Anni 50 - non in grado di pagare. [MA. BRE.]

Maria Sandra Mariani

turista, sequestrata il 2 febbraio 2011 a Djanet, in Algeria, al confine con il Niger

Motonave Rosalia DAmato, sequestrata il 21 aprile 2011 al largo dellOman dai pirati somali, a bordo

Oceano Atlantico

6 italiani
e 15 filippini

Oceano Indiano

Franco Lamolinara

ingegnere, sequestrato il 21 maggio 2011 nel Nord-Ovest della Nigeria, nei pressi di Birnin Kebbi

Francesco Azzar
volontario di Emergency, rapito il 14 agosto 2011 a Nyala, in Sudan
Centimetri - LA STAMPA

Bruno Pellizzari
sequestrato il 10 ottobre del 2010 al largo delle coste della Tanzania dai pirati somali

ovevano essere i suoi ultimi giorni di lavoro. La valigia gi pronta per ritirare gli ultimi vestiti e tornare in Italia, a Gattinara, e riabbracciare la moglie Anna e i suoi due figli. Ma i progetti di Franco Lamolinara, 47 anni, tecnico di una societ di costruzioni svizzera, la Stabilini Visinoni Limited, si sono fermati il 12 maggio a Birnin Kebbi, in Nigeria. Luomo, insieme ad un collega inglese, stato sequestrato. I suoi rapitori, il 4 agosto, hanno inviato allufficio di Abidjan dellagenzia France Presse un video. Nel filmato i due uomini dicono che i loro carcerieri appartengono ad Al Qaeda. Lamolinara e il collega, inginocchiati e bendati, chiedono ai loro governi di rispondere alle rivendicazioni dei rapitori. Poi pi nulla. E a Gattinara, nel Vercellese, la preoccupazione per le sorti del concittadino palpabile: in molti conoscono luomo che, anni addietro, aveva lavorato in unofficina in paese. Poi la sua bravura lo port in giro per il mondo, come consulente di multinazionali. Di fronte a questa terribile realt la famiglia si chiude nel pi stretto riserbo. Comprensibile. Siamo tutti molto preoccupati - dice il parroco don Renzo Del Corno -, la nostra una piccola comunit e un fatto cos grande e doloroso ci ha colpito profondamente. [VA. ROB.]

Francesco Azzar

Maria Sandra Mariani

Un silenzio che dura da oltre due mesi per il volontario in Darfur

La turista in Algeria catturata da Al Qaeda La madre: Me lo sentivo

R
Emergency
Francesco Azzar, 34 anni, stato rapito il 14 agosto in Darfur. Cecilia Strada: Siamo stati solo rassicurati sulle sue condizioni di salute

isale a pi di due mesi fa il sequestro di Francesco Azzar, il volontario calabrese di 34 anni che lavora per Emergency. Il cooperante stato rapito il 14 agosto a Nyala, capitale del sud Darfur, mentre si trovava in auto diretto verso laeroporto della citt. Da quel giorno solo silenzio. Al momento nessuno ha rivendicato il suo sequestro. Nessuna telefonata, nessun video. Una situazione anomala, tanto che Cecilia Strada, presidente di Emergency, ammette come dalla speranza di una liberazione imminente, si passati a una situazione in cui il rilascio di Francesco appare pi lungo. Siamo solo stati rassicurati positivamente dalle autorit locali sul suo stato di salute. Una vita dedicata agli altri quella del cooperante di Emergency, originario di Motta San Giovanni, il paese della provincia di Reggio Calabria dove viveva con pap Giuseppe, mamma Fortunata e due sorelle. Laureato a Pisa in Economia aziendale e specializzato in commercio estero, Azzar lavorava da circa un mese e mezzo nel centro pediatrico aperto dalla Ong di Gino Strada in Sudan dopo essere stato in altri Paesi sempre per Emergency e dopo molte esperienze professionali fuori dallItalia. [VA. ROB.]

M
Turista
Maria Sandra Mariani, 53 anni, originaria di San Casciano Val di Pesa. stata rapita in Algeria il 2 febbraio scorso dai miliziani vicini ad Al Qaeda

amma Fiammetta di giorno riesce ancora a distrarsi. Ma la sera proprio non ce la faccio, il mio chiodo fisso. Sua figlia Maria Sandra, 53 anni, stata rapita il 2 febbraio scorso a Djanet, in Algeria. Da nove mesi la aspetta a casa, a San Casciano Val di Pesa, nel Fiorentino, insieme al marito Ledo e alla figlia Angela. Con loro c anche Alessio, che cerca di distrarsi lavorando. Ma la mamma sempre nei suoi pensieri. Erano anni che la donna andava in Algeria. La prima volta con lex marito (accidenti a quella volta ripete mamma Fiammetta), poi sempre da sola. Partiva con una borsa carica di viveri, vestiti e giocattoli - ricorda la madre - perch diceva che spedendoli cera il rischio che si perdessero. Io le ho sempre raccomandato di stare attenta, me lo sentivo. Lanno scorso, a Natale, venne qui una ragazza algerina che lei aveva conosciuto l. Lei stessa le raccomand di fare attenzione, ma Sandra una testa dura: c pi pericolo in piazza Duomo, mi disse. A rapirla sono stati i miliziani di Al Qaeda per un Maghreb Islamico, che poi lavrebbero trasferita in Mali. Hanno chiesto un riscatto di quattro milioni di dollari. La Farnesina ci dice di stare tranquilli - singhiozza la madre - io spero solo di rivederla prima di morire. [MA. BRE.]

16 Estero

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

TRIPOLI AVEVA ANNUNCIATO NEL 2003 LA RINUNCIA AL NUCLEARE

Jibril: trovati ordigni atomici in Libia


Il premier rivela: se ne occuper lAiea. Gheddafi aveva sempre negato di averli
GIORDANO STABILE

Allora il Colonnello ce laveva fatta. Se sar confermato quello che ha dichiarato ieri sera alla tv Al Arabiya il premier della nuova Libia Mahmoud Jibril, Muammar Gheddafi era riuscito dove Saddam Hussein aveva fallito: aveva realizzato anni fa il sogno proibito che sta probabilmente inseguendo lIran di Ahmadinejad. Dotarsi di unarma atomica. Diventare la prima potenza nucleare araba, e musulmana, della storia. Abbiamo trovato ordigni nucleari, sono le scarne pa-

La Corte dellAja Nessun negoziato col figlio del rais

distruzione di massa - dice in unintervista ad Al Jazeera nel 2002 -. Ma allora Israele deve fare lo stesso. Continueremo a chiederlo. Se no anche agli arabi avranno diritto ad avere latomica. Minaccia reale, perch, dicono altri rapporti dintelligence, spinge sullarricchimento delluranio, per procurarsi combustibile per le bombe. Nellottobre 2003 la Sesta flotta americana blocca un cargo tedesco al largo della Libia. A bordo migliaia di componenti per la costruzioni di centrifughe per arricchire luranio. E uno dei momenti di massima tensione. Poi, due mesi dopo, il colpo di scena. Ghedda-

Nel 2003 gli Usa avevano sequestrato un cargo tedesco carico di componenti
role del capo dellesecutivo del Cnt, il Comitato nazionale di transizione che guida il Paese dallinizio della rivoluzione di febbraio. Nei prossimi giorni - ha aggiunto - lAgenzia internazionale per lenergia atomica dar maggiori dettagli. Dove e quante bombe atomiche del raiss ucciso dai ribelli il 20 ottobre sono state trovate, lo sapremo forse oggi, o domani. Probabilmente, con le forze aeree distrutte, Gheddafi non aveva la possibilit di usarle durante i sette mesi di guerra con gli insorti e la Na-

Ragazzi seduti su un missile Sa-5 Sam nella base di Burkan, in Libia, distrutta dai raid aerei della Nato

to. Ma certo adesso le sue parole, le sue minacce di scatenare linferno in tutto il Mediterraneo, suonano sinistre. Se gli ordigni svelati da Jibril sono veri, dotati di innesco, le lancette dellApocalisse si sono avvicinate come non mai alla mezzanotte, a nostra insaputa. Anche perch la Libia, da questo punto di vista, non era pi considerata un pericolo. Dal dicembre 2003, almeno, quando aveva annunciato ufficialmente di rinunciare al suo programma nucleare. LAiea, basata a Vienna, aveva avuto in Libia parecchi grattacapi negli

Anni Ottanta e Novanta. Gheddafi si era scontrato frontalmente con lAmerica di Reagan e poi di Bush, anche sul dossier atomico. Gi nel 1974 il raiss aveva concluso un accordo con lArgentina per cercare uranio nel deserto e acquisire tecnologia. Poi, nel 1981, i sovietici avevano costruito un piccolo reattore, da 10 megawatt, a Tajura, sobborgo di Tripoli. allora che Washington drizza le antenne. Nel 1984 blocca un accordo tra Libia e Belgio per la costruzione di una centrale da 880 megawatt, possibile fonte di uranio arric-

chito e plutonio. Mosca ne propone una di met potenza da realizzare a Sirte, ma finisce in nulla. Le sanzioni Onu rallentano la marcia del Colonnello, ma rapporti dellintelligence occidentali rivelano che il regime riesce ad aggirare il blocco acquisendo tecnologia dual, cio a uso sia civile che militare, specie dopo il 1999, quando le sanzioni vengono allentate. Gheddafi gioca al massimo con lambiguit. Sostiene di volere solo un programma nucleare civile. Ma attacca lOccidente e Israele: Vogliono che noi rinunciamo alle armi di

Non c alcun negoziato con Saif Gheddafi. Lo ha detto il procuratore della Corte Penale Internazionale, Luis Moreno-Ocampo spiegando che abbiamo ricevuto, tramite un intermediario, alcune domande da Saif (foto) sul sistema legale della Cpi. Su cosa potrebbe accadergli se comparisse davanti alla Corte: se ci fosse la possibilit di essere consegnato alla Libia e cosa accadrebbe nel caso fosse dichiarato colpevole o fosse assolto. La Corte ha prove sostanziali contro il figlio dei rais riguardo ad attacchi contro i civili e reclutamento di mercenari. Ma ovviamente Saif sar ritenuto innocente fino a prova contraria, ha ribadito il procuratore.

In ogni caso il dittatore non avrebbe potuto usarli per mancanza di mezzi di lancio
fi annuncia di rinunciare al nucleare. Scomparso Saddam, laltro rais arabo ma suo acerrimo nemico, lo scenario strategico lo induce a uno dei suoi tanti cambi improvvisi. Il 27 gennaio 2007 un ponte aereo americano porta via tonnellate e tonnellate di componenti per la costruzioni di ordigni atomici. In Libia era rimasto probabilmente il 20% del materiale, ma non era rilevante, sostengono a Washington. Ma forse cera quanto bastava a qualche bomba. O forse il programma, nel 2004, era molto pi avanzato di quanto si pensasse.

E mancata

Anna Bilanceri in Richiardi


anni 79 Lo annunciano: il marito Carlo, i igli Sergio, Marco e Deborah, parenti tutti. Funerali in Lanzo Torinese luned 31 ottobre ore 15 parrocchia San Pietro in Vincoli. Lanzo Torinese, 30 ottobre 2011 O.F. Tibone - tel. 0123.41316 E mancato

Giuseppe Tortello
di anni 81 Lo annunciano la moglie Claudia, il iglio Riccardo con Loredana, i nipoti Alberto, Alessandro, Francesca, Valeria, Giorgio e parenti tutti. Funerali oggi parrocchia San Luca ore 11,30. Torino, 29 ottobre 2011

Limprovvisa nevicata ha coperto New York con un manto bianco

TRE MILIONI DI AMERICANI SENZA LUCE

ANNIVERSARI
La Fidas Associazione Donatori di Sangue del Piemonte Onlus desidera ricordare i

Una tempesta di neve paralizza la East Coast


DAL CORRISPONDENTE A NEW YORK

Donatori Defunti
e onorarne la memoria. Appuntamento il 1 novembre alle ore 8,45 allingresso del Cimitero Monumentale di corso Novara per deposizione corona. Torino, 28 ottobre 2011

Una tempesta di neve si abbattuta sul Nord-Est degli Stati Uniti lasciando milioni di americani senza luce nella notte di Halloween. Nella giornata di venerd le previsioni meteo avevano ipotizzato larrivo della prima neve ma pochi si aspettavano a fine ottobre una tempesta di significative dimensioni che ha coperto Central Park a Manhattan con 5 centimetri di neve. Larea investita va dal Maine nel Nord al Maryland nel Sud e lungo lintera costa atlantica almeno tre milioni di persone sono rimaste senza elettricit, con il risultato di complicare e in molti casi obbligare a cancellare i party di Halloween. A Hamilton Town-

ship, in New Jersey, i danni sono stati pi estesi di quelli causati dalluragano Irene, mentre la maggiore quantit di neve caduta sul Massachusetts dove, a Plainfield e Windsor, la neve ha superato i 66 centimetri causando almeno tre vittime. La Casa Bianca ha dichiarato lo stato di emergenza in New Jersey, Connecticut, Massachusetts e alcune zone dello Stato di New York, dove i maggiori danni si devono al crollo di alberi. Fiocchi di neve anche a Washington, dove qualcosa di simile in ottobre non avveniva dal 1925. Gli scali aerei di New York e Filadelfia hanno registrato centinaia di voli ritardati o cancellati mentre la linea ferroviaria Amtrak ha bloccato un treno Boston-Chicago nel timore di ghiaggio lungo le rotaie. [M. MO.]

ORARIO ACCETTAZIONE NECROLOGIE ED ADESIONI SPORTELLI VIA MARENCO 32


Dal Luned al Venerd 8,30 - 21 (apertura continua) Sabato ore 8,30/12,30 - 15/21 Domenica e festivi ore 18 - 21 Tel. 011.6665258

SPORTELLI

VIA MONTE DI PIET 2 Dal Luned al Venerd 9 - 18 (apertura continua) Sabato ore 9 - 12,30 Tel. 011.6665259 ACQUISIZIONE TELEFONICA ADESIONI
(solo privati) Dal Luned al Venerd 9,30/13 - 14/17 Tel. 011.6548711 Dal Luned al Sabato ore 17 - 20 Tel. 011.6665280 Domenica e Festivi 18 - 20 Tel. 011.6665280

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Estero 17

La storia
PAOLO MANZO SAN PAOLO

astano 40 dollari per rivivere il brivido del nazismo in Sudamerica. il prezzo per notte nella stanza pi lussuosa dellHotel del Lago, costruito nel 1888 sulle rive dello Ypacara, in Paraguay, a una quarantina di chilometri dalla capitale Asuncin, nella cittadina di San Bernardino. In Paraguay, Paese che non bagnato dal mare, oggi il posto pi trendy per trascorrere le vacanze. Nel mondo, invece, San Bernardino tristemente famosa per aver accolto a lungo Joseph Mengele, il dottor morte di Auschwitz, in fuga dalla Germania hitleriana sconfitta e rifugiato per decenni in Sud America. A San Bernardino, secondo alcune ipotesi mai confermate, il pluriricercato criminale nazista sarebbe anche morto, e non in Brasile come comunemente si pensa. In ogni caso, Mengele non lunico fantasma ingombrante di questo villaggio, fondato da cinque famiglie tedesche nel 1881, che ospita ancora oggi una delle pi chiuse comunit germaniche, quella dei menoniti. Lhotel tuttora molto frequentato e dispone anche di un centro culturale per la promozione dellar-

Benvenuti allHotel Mengele Il Paraguay segreto dei nazi


Nelle stanze che ospitarono criminali e sostenitori di Hitler in Sud America

Unimmagine degli Anni Trenta di Hilda Ingenohl, avventuriera amica del Fhrer

COLONIA TEDESCA

Lalbergo che ospit il medico dei lager a San Bernardino ancora oggi isola germanica
PRECEDENTI FAMIGERATI

Allinizio del 900 viveva qui il cognato anti-semita di Friedrich Nietzsche


tigianato. Ma dietro la facciata da paesino pacifico e immerso nel verde della natura tropicale, San Bernardino nasconde una vera concrezione del pensiero nazista. Mentre una delle cameriere sorridendo accompagna lignaro visitatore nella suite pi bella attraversando lantico salone, rimasto come nellOttocento, in perfetto stile teutonico, altre storie vengono a galla. In una delle stanze dellHotel del Lago, fatto costruire dallarchitetto tedesco Wilhelm Weiler, si suicid con un mix a base di morfina e stricnina il cognato del filosofo Friedrich Nietzsche, Bernhard Frster, marito della sorella Elisabeth, temerario esploratore ma anche convinto antisemita. Dopo il fallimentare esperimento di creare una colonia ariana interdetta agli ebrei in Paraguay, con il nome di Nueva Germania, Bernhard prefer la morte al disonore. Quando poi il nazismo acquist popolarit in Paraguay, attorno al 1930, Frster divenne una

Lentrata dellHotel del Lago, costruito alla fine dellOttocento

[FOTO MARIA ZUPPELLO]

Il dottor morte di Auschwitz


I

Josef Mengele (1911-1979) stato uno dei pi famigerati criminali nazisti. Laureato in antropologia e in medicina, si distinse per i crudeli esperimenti medici e di eugenetica che svolse, usando come cavie umane, i deportati, anche bambini, del campo di concentramento di Auschwitz. Venne so-

prannominato angelo della morte (in tedesco Todesengel) o dottor morte. Dopo la caduta del nazismo riusc a sfuggire alla cattura prima in Germania, poi in Sud America, spostandosi fra Paraguay e Brasile. AllHotel del Lago di San Bernardino visse gli ultimi anni della sua vita.

specie di eroe e il Fhrer in persona finisce per dirigere lOspedale tedeordin di far spargere terra tedesca sco di Rosario, infine a San Bernardisulla sua tomba. davanti alla sua no, di cui si innamora. Compra duestanza, la numero 19, che si deve pas- cento ettari di terreno ma trascorresare per raggiungere la tanto cele- r molto tempo nella stanza della brata suite, almeno dalla direzione torre allHotel del Lago. Uno spartadellalbergo. no letto matrimoniale, un armadio il E il viaggiatore sobbalza. Per anni cui specchio rimanda limmagine della stanza della torre, come fu ribat- la stanza e laltro specchio affrontatezzata, fu la preferita da una delle to, un ampio balcone da cui dominadonne pi influenti di San Bernardi- re tutta lentrata dellhotel. Questo no, la franco-tedesca Hilda Ingenohl, era il suo piccolo regno dal quale piameglio conosciuta nificava le sue concome la Tigresa LA TIGRESA tinue escursioni in per la sua passione In citt tutti ricordano Hilda Europa. Amava ansfrenata verso i feliche la musica clasPilota, cacciatrice di felini sica e a San Berni, cui dedicava intere stagioni di cac- e amica intima del Fhrer nardino cre unorcia in Sudafrica. chestra per giovaEra filonazista TURISMO ni cui dava perso- rivela unabitante A villeggiare arrivano nalmente lezione. di San Bernardino Ebbe perfino una benestanti paraguaiani storia damore con che preferisce rie nostalgici dal Brasile il famoso musicista manere anonima -: stravedeva per le paraguayano Floteorie di Hitler. E diceva di essere rentn Gimnez. Ma quando si ammasua amica. Certo che se si va a in- l di cancro torn in Germania, a dagare meglio il curriculum di que- Bonn, nel 1953. sta signora appaiono molti punti In questo albergo soggiornarono oscuri. Nata a Parigi nel 1874 prest anche Antoine de Saint-Exupry servizio come infermiera in Europa prosegue per cambiare argomento durante la Prima guerra mondiale. l'improvvisata guida messa a disposiMa l'altra sua grande passione, a par- zione dellalbergo -. Scrisse qui Volo te le bestie feroci, erano gli aerei. E in di notte. Allepoca coordinava il servimolti riferiscono che durante la guer- zio aereo postale tra Argentina e Para fu in realt una provetta pilota raguay. E venne qui anche la scrittridaviazione. Fu la quarta donna al ce svedese Ida Bckmann. Nomi pi mondo a tentare un volo ininterrotto spendibili, che per ancora oggi sono intorno al mondo, ma invano. appannati dallombra del filonaziDopo il 1918 arriva in America La- smo, lo scheletro pi ingombrante di tina, prima in Uruguay, su invito di questa terra dove, nel 1927, fu fondaGrete Goetsch, moglie dellambascia- to il primo partito nazionalsocialista tore tedesco, poi in Argentina dove al mondo fuori dalla Germania.

MA LA PREMIER SHINAWATRA OTTIMISTA

IL CENTRODESTRA BATTE I SOCIALISTI

NUOVE BASI IN KUWAIT, QATAR ED EMIRATI

Alluvione a Bangkok pronti ad evacuare


BANGKOK

Bulgaria, Plevneliev il nuovo presidente


SOFIA

Dopo il ritiro dallIraq truppe Usa nel Golfo


WASHINGTON

Le autorit hanno avvertito gli abitanti che vivono lungo il fiume nel Nord di Bangkok di tenersi pronti a sgomberare in caso di avanzata delle inondazioni ancora gravi, che invece risparmiano il centro della capitale. Le dighe costruite sugli argini del Chao Phraya hanno impedito al fiume di esondare eccessivamente durante un fine settimana molto difficile. Una situazione che ha ridotto i timori di una grave alluvione nella megalopoli da 12 milioni di abitanti. Le masse d'acqua colossali accumulate nelle pianure dopo un

monsone particolarmente violento continuano ad avanzare nel Nord della capitale, dove le zone residenziali sono annegate in unacqua melmosa. Il problema ancora grave, ha dichiarato il governatore della citt Sukhumbhand Paribatra. Almeno 381 persone sono morte e milioni di altre sono state colpite dalle peggiori inondazioni da decenni. A migliaia sono fuggiti da Bangkok, dopo che il governo ha decretato lemergenza per cinque giorni, fino a oggi. Il primo ministro Yingluck Shinawatra si mostrata recentemente pi ottimista, ritenendo che il livello dell'acqua potrebbe calare. [P. DM.]

Rosen Plevneliev, il candidato sostenuto dal partito di maggioranza di centrodestra Gerb, il nuovo Presidente della Bulgaria. Stando ai primi exit-poll sul ballottaggio, lex ministro dello Sviluppo regionale avrebbe ottenuto attorno al 55-56% dei voti, contro il 44-45% del socialista Ivailo Kalfin. Laffluenza stata appena del 43%. Il capo dello Stato ha un ruolo soprattutto di rappresentanza in Bulgaria, ma il voto costituiva un test per il premier conservatore Boiko Borissov, alle prese con le dif-

Rosen Plevneliev, 47 anni

ficolt economiche del suo Paese, il pi povero dellUe, e messo sotto pressione da Bruxelles perch adotti misure pi efficaci contro corruzione e criminalit. [S. N.]

Gli Stati Uniti vogliono spostare il baricentro della loro presenza militare in Medio Oriente dallIraq ai Paesi del Golfo. Lamministrazione Obama sta programmando un trasferimento di truppe, navi e aerei verso il Kuwait, dove c gi un contingente importante, Bahrein, Qatar ed Emirati Arabi Uniti, che ospitano una base aeronavale. La nuova architettura della sicurezza si resa necessario dopo il fallimento delle trattative con il governo iracheno di Nouri al Maliki sul mantenimento di una forza americana fra i 20 e

i 40 mila uomini a Baghdad. Le truppe statunitensi hanno avuto un picco di 150 mila soldati nel 2006, durante il surge, il rafforzamento che permise di domare la guerriglia sunnita e dellesercito sciita del Mahdi. Da fine dicembre, invece, non ci saranno pi militari americani in Iraq e c il rischio di un vuoto strategico. Per questo le trattative con gli Stati alleati nel Golfo stanno accelerando. Secondo il generale Karl R. Horst, comandante del Central Command Usa, la nuova architettura si baser su contigenti pi piccoli ma altamente efficiente e sulladdestramento delle forze locali. [P. DM.]

18 Cronache

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Il re delle evasioni colpisce ancora


Max Leitner, rapinatore, fugge dal carcere per la quinta volta: complice la buona fede del parroco

il caso
PIERANGELO SAPEGNO ASTI

In fuga da ventunanni
GERMANIA

25
AUSTRIA

Innsbruck 1990
SVIZZERA

anni di reclusione
La pena cui condannato Leitner per rapine e assalti a portavalori tra il 1988 e il 2005

ultima volta Max Leitner non scappato. sparito, da gioved scorso. Il cappellano del carcere di Asti, don Giuseppe Bussolino, ha raccontato che lo stava accompagnando a posare un fiore sulla tomba di suo padre che era morto qualche giorno prima, ad Alves, vicino a Bressanone, e che si era solo fermato alla stazione di servizio, a Rovereto, per fare benzina. Era un permesso premio, perch Max sembrava un detenuto modello. Ma quando sono salito in macchina non lho pi visto, ha detto il sacerdote, che ora indagato per procurata evasione. Il fatto che Max Leitner, rapinatore di banche dai trascorsi avventurosi, ha passato una vita a fare i miracoli per scappare via ed per questo che lo chiamano il re delle evasioni. A Bergamo, il 15 ottobre 2004, era uscito di notte dalla sua cella, aveva attraversato il corridoio senza che nessuna guardia carceraria lo vedesse, aveva superato il cortile sotto le luci e le sentinelle, e poi era salito sul muro di cinta calandosi in strada grazie a una corda, assieme al suo compagno Emanuele Radosta. Tutto in 7 minuti, appena il tempo che qualcuno cominciasse ad avere dei sospetti. Ma il prigioniero Max uno capace di fare anche di peggio. La prima volta che lavevano arrestato in Austria, nel 1990, dopo un assalto con sparatoria a un furgone portavalori, era riuscito a evadere

Il fuggiasco
A destra Leitner in manette a Bolzano nel 1992 Sopra, una recente foto segnaletica
FRANCIA

Bergamo 2004

Bolzano 1992 Padova 2002


ITALIA

SLOVENIA

CROAZIA

Asti 2011

Centimetri - LA STAMPA

La lettera al Quirinale
Presidente Ciampi datemi la grazia oppure fucilatemi Io in carcere non ci so proprio stare
Max Leitner
DALLA RICHIESTA DI GRAZIA AL PRESIDENTE CIAMPI NEL 2002

durante un trasferimento solo per presentarsi al confine di Prato Drava davanti alla polizia italiana: Quello in Austria un carcere medioevale. Voglio stare in una prigione italiana. I magistrati ripetono che di lui non ci si pu fidare: troppo pericoloso. E deve avere anche un suo fascino particolare se tutte le volte riesce ad abbindolare o a farsi complici degli insospettabili. Per la fuga di Bergamo i giudici avevano puntato la loro lente di ingrandimento su una guardia carceraria. Per questultima evasione, lavvi-

so di garanzia per il cappellano del Bolzano per dire che il secondino era carcere di Asti, che ha denunciato la un peone e che lui per scappare aveva sua scomparsa due giorni dopo: Ero avuto appoggi molto pi in alto. Asconvinto che tornasse, ha detto. Non sieme al suo nuovo socio se nera andalha mai fatto, di tornare. to a Rabat, in Marocco. Ma lo presero Max un tipo camoleonte, basta anche l. E questa volta scrisse una letguardar le sue foto: una faccia da pugi- tera angosciata dicendo che volevano le con i baffoni e un volto da intellet- ucciderlo: Sono rinchiuso in isolatuale con gli occhialini rotondi e la bar- mento, la cella sempre al buio e pieba di qualche giorno. Manda lettere ai na di sporcizia, non ho nemmeno un giornali, alle ambasciate, ma anche al gabinetto come si deve, figurarsi il lapresidente della Revandino. Mi hanno pubblica Ciampi, AFFIDATO A DON GIUSEPPE legato i piedi alla nel 2002: Datemi Dovevo portarlo sulla tomba brandina, il rancio la grazia o fucilatemortale. Quando ho del padre. Ci siamo fermati protestato, hanno mi. Non so stare in carcere. Difatti, allautogrill: ed scomparso minacciato di uccipochi mesi dopo dermi. Il governo fugge da Padova. Qualche anno prima venga a salvarmi. Lha avuta vinta lui se nera andato da Bolzano, calandosi ed rientrato in Italia. Prima Napoli, con le lenzuola, anche se aveva appe- poi Asti. Alla fine scappato anche da na scelto lui di venire l in prigione qui. Ha approfittato del permesso prescappando dallAustria. Per ripren- mio concessogli. A don Bussolino derlo i carabinieri dovettero fare una stato affidato questo detenuto scomobattuta nei campi di mais vicino a casa do: il re delle evasioni, che appena visua. Fin a Bergamo dopo lennesima sto lo spiraglio per una fuga non ha esirapina e usc dal carcere di notte, la- tato ad approfittarne. Ma fra due giorsciando un fantoccio di stracci sulla ni capace che Max venga a bussare brandina. Poi scrisse a un giornale di al carcere di Asti...

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Cronache 19

La lenta ripresa dopo lalluvione

Bilancio non chiuso Allappello mancano ancora tre persone di Vernazza e forse altrettante a Borghetto di Vara

La sfida Entro mercoled i soccorritori devono mettere in sicurezza le tonnellate di melma che incombono sul paese

La salma di Sandro Usai recuperata in mare e riportata a terra dai vigili del fuoco

I cittadini di Pignone lavorano per liberare le strade e il paese dai detriti

Il mare restituisce il corpo delleroe


Sandro Usai, prima di essere travolto, aveva salvato alcune persone in un bar a Monterosso

ta avvertita, mentre per una volta era a dagli alpini della Brigata Taurinense. terra. E lei ha voluto tornare subito in Anche le strade del centro storico inimare, accompagnando in barca fino a La ziano a essere riconoscibili. Hanno costata una ragazza a vederlo Spezia il suo uomo, un funerale solo per minciato ad affluire i primi non residenper prima. Verso mezzo- loro, tra le onde. ti ma proprietari di case: milanesi, piegiorno, dallalto del battello Sandro Usai dunque la nona vitti- montesi, bergamaschi. Coppie di signoche collega Levanto a Mon- ma ufficiale di questo disastro ambien- ri attempati, si davano appuntamento terosso, ha notato una giac- tale e umano, ma non ancora finita: alla localit di Colle La Gritta, sulla cica gialla che gallegmancano tre perso- ma della montagna di Monterosso, per giava vicino al gaviLAVVISTAMENTO ne a Vernazza e for- attendere una navetta della Protezione tello di Punta Me stata una ragazza se altrettante anco- Civile che li portasse in paese.a suonare sco, a ponente del ra a Borghetto. Un Le campane sono tornate sul battello da Levanto bilancio destinato a anche a Vernazza, sebbene qui la situapaesino delle Cina notare la salma in acqua rimanere provviso- zione rimanga ancora drammatica. Fique Terre. E ha capito subito: il mare, rio a lungo. Eppure, nora stata liberata dal fango la piazdopo cinque giorni, FUNERALE TRA LE ONDE lentamente, si pro- zetta (invasa per da mobili e macerie) aveva deciso di reLa moglie ha voluto va a tornare alla nor- e alcuni metri del primo tratto di via stituire vicino a camalit: la luce sta- Roma, cos come della zona a monte. E accompagnare il marito ta ripristinata ovun- ci si potuti rendere conto che il fango sa il corpo di Sannel rientro verso terra que e presto torne- ha raggiunto in alcuni tratti anche i cindro Usai, il volontario della protezione ranno anche acqua que metri di altezza. A Vernazza orcivile di Monterosso, scomparso duran- e gas. Ieri mattina la chiesa di Monte- mai difficile perfino sbarcare, il poco te lalluvione di marted scorso dopo rosso stata definitivamente ripulita e spazio disponibile concesso solo ai reaver salvato delle persone rimaste in- nel pomeriggio si sono potute risiste- sidenti in grado di lavorare e a volontatrappolate in un bar. mare le panche: rimane il centro di rac- ri ultra selezionati. La sfida arrivare Cos la giovane ha preso il cellulare colta per i volontari insieme alla cucina prima di mercoled a mettere in sicue ha chiamato subito un collaboratore da campo allestita dalla Protezione Ci- rezza le migliaia di tonnellate di fango del sindaco Angelo Maria Betta, lulti- vile e al lavoro straordinario condotto che ancora incombono sul paese. mo in paese ad aver visto vivo Sandro. Eravamo vicini quando lacqua dei torrenti ha iniziato a salire, allinizio di via Roma - racconta il primo cittadino sulle scale del municipio appena ripuliCentomila euro per aiutare la gente di Borghetto di Vara te dal fango - Con dei picconi avevamo m fatto saltare delle griglie per far defluiI Anche i lettori possono contribuire ad aiutare gli alluvionati con un bonifico sul re meglio lacqua. Poi ci siamo resi conconto corrente intestato a Fondazione - La Stampa Specchio dei tempi; Iban: IT10 to che il mare in tempesta impediva ai V030 6901 0001 0000 0120 118 (indicando come causale Fondo 585 per gli alluviotorrenti di sfogarsi e lacqua risaliva nati della Lunigiana); tramite conto corrente postale numero 7104, intestato a La formando come dei geyser. Qualcuno Stampa - Specchio dei tempi, via Marenco 32, 10126 Torino, indicando il mittente; ha urlato spostiamoci di qua! ma agli sportelli La Stampa in via Monte di Piet 2 (presso Libreria Mondadori) e in via Sandro ha visto delle persone in diffiMarenco 32 a Torino, on-line con carta di credito sul sito www.specchiodeitempi.org. colt in un bar ed andato verso di loro. stato in quel momento che dalla montagna arrivata come unonda mostruosa, un muro dacqua altissimo che lo ha inghiottito. Lho rivisto per un attimo aggrappato a una ringhiera. Poi scomparso verso il mare. La moglie di Usai, Elena Gargani, nel mare lha cercato in tutti questi giorni, facendosi accompagnare dai gommoni dei Vigili del Fuoco o dalle motovedette dei militari, lasciando ai parenti il loro bambino di otto anni che LA SPEZIA ogni giorno ha sperato in un ritorno. sto stato rivolto un invito a non recarArrivando col battello a Monterosso o si nei comuni interessati dallalluvione. a Vernazza, ogni tanto la si vedeva: in Anche la generosit ha i suoi rischi. In Stesso appello a restare a casa stapiedi sui gommoni, lo sguardo attento questi giorni sono moltissime le perso- to rivolto per le festivit di Ognissanti, verso le profondit a picco di queste ne che hanno deciso, dimpulso, di re- la commemorazione dei defunti e la scogliere, indifferente al trambusto dei carsi nelle zone alluvionate per dare giornata dellUnit nazionale e delle soccorsi, ai volontari arrivati in massa una mano. Un aiuto apprezzato che pe- Forze Armate del 4 novembre. e talvolta respinti, al traffico delle na- r, ora, sta diventando ingombrante. La situazione del territorio sta mivette che trasportavano i residenti nei Ieri il prefetto di La Spezia, Giusep- gliorando anche se permangono alculuoghi pi sicuri. I suoi concittadini so- pe Forlani, pur ringraziando questi ne criticit. I centri attivati a Santo spiravano, la indicavano di nascosto: slanci, ha invitato le persone a restare Stefano di Marga, Brugnato, MontePovera Elena, povero Sandro.... Per- a casa. La presenza di volontari singo- rosso e Vernazza riescono a soddisfare ch qui, come a Vernazza, come a Bor- li non organizzati sta creando intralci le richieste che mano a mano provenghetto, nessuno si mai fatto illusioni alle operazioni di soccorso e sgombero gono dai sindaci delle localit colpite. che i dispersi potessero un giorno esse- delle strade dai detriti accumulati ha la viabilit ad avere maggiori re ritrovati vivi. Finch ieri Elena sta- scritto il prefetto in una nota. Per que- difficolt. Quella provinciale garan-

PAOLO COLONNELLO INVIATO A MONTEROSSO (Sp)

Specchio dei tempi

Lappello della Prefettura

Troppi angeli del fango meglio restino a casa

A Monterosso, dove tutti danno una mano

La polemica del sindaco Avvisai della piena


I

Quattro fax spediti dal Comune di Pontremoli il 25 ottobre scorso avvisarono protezione civile, Comunit montana e Provincia di Massa Carrara che il maltempo stava per causare una situazione di grave difficolt. I fax, come ha spiegato il sindaco di Pontremoli Lucia Baracchini partirono dalle 15.10 in poi. Il fiume Magra dentro Aulla esond alle 18.

tita solo per i mezzi di soccorso e Vernazza tuttora raggiungibile solo via mare. La stazione ferroviaria inagibile, anche se in corso una verifica da parte delle Ferrovie dello Stato per garantire ai residenti di poter usare fermate di treni ad hoc. Resta critica la situazione dei servizi pubblici essenziali. A Borghetto di Vara, Castiglione, Cavanella e Padivarma, Vernazza, Monterosso al Mare e nella frazione Mangia di Sesta Giordano la rete del gas rotta e il rifornimento non ancora stato ripristinato. Lacqua tornata in parte a Monterosso e alle scuole di Vernazza. [R. ZAN.]

20 Cronache

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

il caso
FRANCESCA PACI ROMA

ra la prima volta che donava il sangue. Ma quando sabato mattina la trentanovenne romana (che chiameremo Angela) si presentata al centro trasfusionale del Policlinico Umberto I, una delle maggiori strutture ospedaliere della Capitale, ha trovato ad accoglierla una porta chiusa. Non possiamo effettuare il prelievo perch il tuo rapporto sentimentale considerato a rischio le avrebbe risposto il sanitario addetto al colloquio preliminare. Angela, impiegata in uno studio commercialista, lesbica. Ma racconta che mai avrebbe immaginato di essere respinta per questo: Convivo con la mia compagna e abbiamo rapporti stabili da quattro mesi, dovrei quindi avere la possibilit di donare. Secondo la spiegazione dei medici infatti, 120 giorni sarebbero il termine previsto per escludere rischi legati alla trasmissione sessuale. C davvero una motivazione celata dal segreto professionale nelle risposte di Angela o un atto discriminatorio che viola le norme in materia in vigore nel nostro Paese, come denunciano il portavoce dellArcigay Roma Roberto Stocco? Il Policlinico non nega la storia ma lascia intendere che in caso di dubbio il buon senso suggerisce cautela. Non esiste alcuna legge che vieti agli omosessuali di donare il sangue. In geLA CONTESTAZIONE

Sono lesbica, lospedale non vuole il mio sangue


Laccusa di una donna: per i sanitari ho un rapporto a rischio LUmberto I di Roma: sulla donazione decidono i medici
La porta chiusa
La donna, di 39 anni, sarebbe stata respinta dai medici del centro trasfusionale del Policlinico Umberto I di Roma

NEL REGGINO

Consigliere comunale ucciso in un agguato


SAMO (Rc)

Convivo da 4 mesi: per la medicina bastano a escludere la trasmissione di malattie


IL SOSTEGNO POLITICO

Paola Concia (Pd): Alle persone bisogna fare analisi, non processi
nerale non possono farlo le persone a rischio - argomenta la direttrice del Centro trasfusionale dellUmberto I Gabriella Girelli -. Tocca al medico che esegue la visita stabilire il rischio sulla base di quello che gli viene riferito e, a sua coscienza, decidere. Il problema che non si tratta della prima volta. Accadde nel 2007 al Santa Maria degli Angeli di Pordenone, dove la direzione si trincer dietro una patologia in corso. Nel 2010 al Gaetano Pini di Milano, quando il ministero della Salute chiese un parere al Consiglio Superiore di Sanit. E oggi, mentre il presidente americano Obama chiede il riconoscimento delle coppie gay negli ospedali, a Roma ad Angela viene impe-

Quando il prelievo sospeso Precauzioni anche dopo viaggi esotici e parti


I

Tramite il sangue possibile trasmettere malattie infettive (virus, batteri, funghi). Per questo motivo importante escludere dalle donazioni - temporaneamente o definitivamente - alcune persone. Tra queste, chi ha contratto, anche in passato, unepatite virale di tipo B o C, o uninfezione da virus HIV/AIDS e chi usa sostanze stupefacenti o alcolista. La prevenzione necessaria anche nei confronti di chi ha comportamenti sessuali ad alto rischio di trasmissione di

malattie infettive, inclusi coloro che hanno rapporti sessuali (pur protetti), con persone sconosciute che potrebbero essere affette da epatite virale HIV o essere state tossicodipendenti. I medici ritengono che il divieto di donazione del sangue debba estendersi anche a chi ritornato da meno di sei mesi da una zona a endemia malarica. Per gli stessi motivi precauzionali, dopo il parto la sospensione di 1 anno, mentre dopo uninterruzione di gravidanza la sospensione di 6 mesi.

dito di donare apparentemente in virt della sua scelta sentimentale. un esercizio di stupidit anche perch, trasmettendosi lAids attraverso il sangue e lo sperma, le lesbiche sono considerate non a rischio nota Ivan Scalfarotto, vicepresidente del Pd e membro della sua commissione diritti. La collega di partito e attivista Paola Concia annuncia battaglia: Presenter uninterrogazione parlamentare. Alle persone vanno fatte le analisi e non i processi. Nonostante la direttiva Veronesi metta nero su bianco che lomosessualit non un elemento discriminatorio nella donazione sangue, alcuni istituti accampano la sicurezza per mascherare i loro pregiudizi antigay dimenticando il rischio insito nei 9 milioni di italiani etero che vanno con le prostitute. La scienza medica procede per deduzioni razionali, ma esistono margini di discrezionalit. importante distinguere gli orientamenti sessuali dai comportamenti a rischio, ci sono etero pericolosi e omo sicurissimi osserva un esperto dimmunoinfettivologia dello Spallanzani, lospedale romano che dal 1980 uno dei principali centri per la ricerca sullHIV. La dottoressa Girelli insiste che nel caso di Angela c stato un fraintendimento: Lomosessualit non motivo di esclusione, bisognerebbe verificare nellambito del colloquio cosa in realt emerso, ma c il segreto professionale. Quando Angela denuncia daver ricevuto domande private, anche sulla vita sessuale sente dessere stata considerata diversamente dagli altri donatori. Ma, si difende il Policlinico, il sangue un veicolo pericoloso e non solo per lAids. Ci sono le malattie veneree, luso di stupefacenti, laver viaggiato in luoghi esotici dove c la malaria. Spiega ancora la Girelli capitato addirittura che padri di bambini malati, che si erano proposti di donare il sangue, abbiano mentito. Come ripetono gli esperti, la scrematura del donatore funziona spesso pi di un test vero e proprio. Allora possibile che stavolta ci sia stato un intoppo a monte, nel rapporto di fiducia tra la giovane donna e il suo interlocutore. Mi stato detto che il mio rapporto sentimentale considerato a rischio per la trasmissione di malattie veneree, ripete Angela. Di certo era andata al Policlinico a fin di bene ed stata rimandata a casa.

Gli hanno sparato contro una decina di colpi di pistola calibro 7.65, colpendolo pi volte al torace. Cos stato ucciso Vincenzo Sgabellone, 31 anni, consigliere comunale di maggioranza per una lista civica al Comune di Samo, mille abitanti nella Locride. Il bracciante agricolo, con precedenti, stato ammazzato sabato sera ma il suo cadavere stato trovato dai familiari ieri mattina, allarmati per il suo mancato rientro a casa. Sgabellone era stato eletto nelle amministrative del 2009 come candidato con la lista civica Pace, libert e progresso.

BARI

Esecuzione in strada: ammazzato un ragazzo


BARI

Dieci o quindici proiettili esplosi a distanza ravvicinata. E morto cos, accasciandosi sullasfalto, Alessandro Marzio, 21 anni. Lagguato avvenuto ieri verso le 17 in un quartiere poco distante dal centro della citt. Il giovane era stato segnalato all'autorit giudiziaria come assuntore di sostanze stupefacenti. Secondo i carabinieri, la vittima stava camminando quando due uomini, forse su una moto, lhanno raggiunto e hanno sparato. Decine di colpi partiti da una pistola calibro 9 hanno crivellato il corpo di Marzio. Venerd sera un pregiudicato di 36 anni, Giuseppe Abbaticchio, era stato gambizzato.

Cameron: niente aiuti ai Paesi antigay


Il premier inglese al Commonwealth: i soldi solo a chi rispetta i cittadini
ANDREA MALAGUTI CORRISPONDENTE DA LONDRA

Perth, Australia, c la riunione dei capi di governo dei 54 Paesi del Commonwealth, unorganizzazione che lega due miliardi di persone sparse in territori totalmente disomogenei, dal Regno Unito allUganda, dalle Bahamas al Bangladesh. Sono tutte ex colonie britanniche, tranne il Mozambico e il Ruanda. David Cameron, insolitamente senza cravatta, sale sul palco di fronte a un enorme schermo blu. Fa un discorso molto simile a quello pronunciato a Liverpool, dove aveva lasciato di sasso i tremila delegati del suo partito accorsi nel Mer-

seyside per il Congresso dei Conservatori. Si parla di diritti umani e il primo ministro inglese decide di puntare lattenzione sugli omosessuali. Tema diventato molto caro alla sua maggioranza, che per decenni ha trattato la vicenda con una diffidenza molto simile al fastidio. Dice una cosa che sembra ovvia. E invece esplosiva. Potremmo smettere di aiutare economicamente le nazioni che hanno leggi contro i gay. Spiega che il problema semplice: chi vuole i soldi della Corona deve come minimo trattare ogni cittadino secondo criteri di civilt. So che non una cosa che si pu fare dal giorno alla notte. Ma credo che sia un percorso necessario. Un viaggio che anche i Paesi pi arretrati sono tenuti a fare. La Gran Bretagna devolve in aiuti umanitari 7,5 miliardi si sterline lanno. Normale che pretenda di vederli utilizzati in modo sensato. Il primo ministro britannico saluta e lascia il pal-

Attivisti per i diritti gay durante una manifestazione

co. Musica. E applauso decisamente tiepido. Buona parte dei delegati africani ingollano esterrefatti il bicchiere di vino bianco. Oltre quaranta Paesi del Commonwealth hanno leggi che condannano lomosessualit, trovando insopportabile la

complicit rotonda e solidale degli amanti dello stesso sesso. In Uganda il dibattito per abolire la legge contro i rapporti omosessuali nel 2009 ha scatenato disordini a Kampala. E pochi mesi fa, il 26 gennaio, lattivista gay David Kato stato massacrato a martellate

mentre si trovava nella sua casa di Bakusa. Il ministro ugandese delletica, James Nsaba Buturo, un uomo che cammina a scatti come se fosse mosso da un motorino a molla, dichiar allora testualmente: Gli omosessuali possono scordarsi dei diritti umani. A Perth, dopo lintervento britannico, il giornalista Charles Odongpho si collega in diretta con la sua radio nazionale. Si sente ispirato. E giusto fare pressioni perch ogni nazione rispetti la democrazia e i diritti dei singoli. Ma da ugandese vi dico che dobbiamo fare i conti con problemi pi importanti di quelli dei gay. E di gran lunga. Si lancia in una difficile tirata sulle terre africane in cui uomini e donne si moltiplicano come formiche su un dolce di riso e dove la corruzione dilaga. Cameron fa bene a pensare ai suoi soldi, ma qui da noi i guai si chiamano povert, educazione e scuola. Non gli passa minimamente per la testa che tra rispetto della persona ed educazione ci sia un nesso indissolubile. Tira una boccata da un grosso sigaro e svolazza orgoglioso verso luscita.

MORTO CAPITAN UNCINO

Stroncato dalla malattia che lo aveva immobilizzato


PIACENZA

morto a 62 anni Giampiero Steccato, noto come Capitan Uncino, affetto dalla sindrome di Locked-in, che lo ha costretto a vivere immobile potendo comunicare solo con lo sguardo. Fino alla morte ha avuto al suo fianco la moglie, che lo ha sempre sostenuto nella lotta alla malattia. Lo ricorderemo - dice il sindaco di Piacenza Roberto Reggi - come un uomo molto coraggioso, diventato un riferimento per tutti noi per la sua determinazione. Un coraggio che gli hanno permesso di dare il suo contributo alla sua comunit. Con la sua lotta ha dato un messaggio straordinario anche di unit della famiglia. Troveremo il modo per ricordarlo.

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Societ 21

il caso
MARZIA DE GIULI MILANO

Germogli Sono una trentina di autori, la prima ondata di un linguaggio ancora sospeso tra Oriente e Occidente

Stereotipi Il tono quasi sempre ironico: A voi piacciamo molto, perch quando ammazziamo, ci ammazziamo tra di noi

Storie italiane, dal cuore cinese


Tra romanzi, fumetti, blog, una nuova letteratura racconta lo choc dellincontro con il nostro Paese

ing Jing ha 20 anni, arrivata a Milano da piccola e scopre che i genitori stanno combinando il suo matrimonio con un connazionale. Il sogno di libert al centro della sua storia di adolescente cinese cresciuta in Italia, una delle tante testimonianze che da qualche anno si trovano nelle librerie, in raccolte e riviste, online. Produzioni che, pur nelle loro imperfezioni linguistiche e nei ricorrenti dilettantismi, sono i germogli di una nascente letteratura sino-italiana. Gli autori, una trentina, hanno una caratteristica in comune: si sentono al 100 per cento cinesi e al 100 per cento italiani, in una parola sino-italiani. Alcuni hanno lasciato la Cina da bambini, altri sono scrittori di seconda generazione, cio nati e cresciuti in Italia con una maggiore consapevolezza del proprio ruolo nella societ. La loro letteratura provoca, rivendica e denuncia, a tratti arrabbiata, come spiega Valentina Pedone, sinologa ricercatrice allUniversit di Firenze e prima ad avere intercettato e approfondito il fenomeno. Se la produzione letteraria dei cinesi residenti allestero dai primi del Novecento una realt vivace e variegata con punte di eccellenza come il premio Nobel Gao Xingjian, dal 1997 cittadino francese, in Italia agli esordi ma promette bene. Il nome pi noto quello di Bamboo Hirst, madre cinese e padre italiano, che fin dagli Anni 80 ha scritto in italiano sette romanzi sullincontro tra cultura orientale e occidentale. Ma ci sono

giovani autori di racconti, come Weng Wulian, che ripercorre lesperienza italiana fino alla laurea e allimpiego alla Fao, poeti come Deng Yuehua, blogger some Sun Wenlong e perfino una fumettista, Chen Xi, autrice di Sotto il cielo di Roma, pubblicato in cinese, sulla sua vita con un marito italiano. Il riferimento autobiografico, molto ricorrente, consente di raccontare le difficolt dellintegrazione, e di soffermarsi su aspetti pi leggeri e divertenti, come quello dei diffusi stereotipi sulla Cina. Nel suo racconto Cronaca di un matri-

monio alla cinese, Zhu Qifeng, ingegnere informatico portato in Italia allet di otto anni, riferisce le parole di due signori italiani: Lavoriamo con i cinesi da dieci anni. Sono brava gente, si fanno gli affari loro. Se ammazzano, si ammazzano tra di loro. Ironia a parte, le esperienze interrazziali sono in genere positive. E mentre gli autori pi giovani indulgono su aspetti romantici e sentimentali, i pi maturi descrivono spesso situazioni contraddittorie che diventano fonte di arricchimento. Pensano alla Cina con nostalgia,

ma non troppo, perch sono in contatto con il Paese d'origine, e mettono in luce lesigenza di auto-rappresentarsi in Italia. Vogliono far capire ai loro connazionali quali siano le difficolt che nascono dallesperienza migratoria, ma soprattutto si sentono in dovere di raccontare la cultura cinese agli italiani. Di qui, a volte, la necessit di rappresentare unimmagine romanzata della Cina, lontana dalla storia contemporanea ma perfettamente aderente ai sentimenti di questi nuovi scrittori che aspirano a diventare cervelli italiani con un cuore cinese.

Sun Wenlong

Il segreto studiare e non accontentarsi

u Twitter si autodefinisce un volontario interculturale, italo-cinese, dunque un nuovo italiano che sta finendo ingegneria informatica. Ma oltre a marchiare il suo blog The Sun WenLong Daily, il nome del 23enne cinese nato a Brescia si trova sui siti di diverse associazioni al servizio dellintegrazione. Con il suo racconto in Nuove Lettere Persiane (Ediesse, 2011), raccolta di brani di 14 autori stranieri che vivono in Italia, Sun Wenlong cerca di ricostruire la realt italiana in chiave ironica, attraverso la testimonianza di un giovane di Hong Kong che studia allAccademia di Brera, a Milano. Gli ostacoli burocratici, lapproccio non sempre facile con i compagni italiani, lincomprensione di certe re-

Nato a Brescia, Sun Wenlong ha 23 anni

gole e comportamenti condiscono lo sforzo di integrazione nel mondo universitario, in cui Sun Wenlong, studente a Bologna, crede profondamente. Anche a lui, di madrelingua italiana, in passato capitato di sentirsi un pesce fuor dacqua: avevo sempre limpressione di essere giudicato per il mio aspetto, dice. Ora per nelle universit ci sono sempre pi studenti di colore o con gli occhi a mandorla e il disagio andato via. Noi giovani di seconda generazione abbiamo davanti opportunit molto pi interessanti rispetto a quelle dei nostri genitori, dobbiamo solo avere il coraggio di proseguire gli studi e non accontentarci.

Mao Wen

Un amore milanese mi ha trattenuto qui

L
Chen Xi Hu Lanbo

Marco Wong

Silvia, uneroina piena di rabbia

Nei miei disegni tutta la mia vita


hen Xi, nata a Pechino 29 anni fa, disegna fumetti da quando era bambina. Alluniversit ho studiato lingua e letteratura francese, ma disegnare mi sempre sembrato il modo migliore di esprimermi. Quando nel 2007 si trasferita a Roma dopo aver conosciuto lattuale marito italiano durante un periodo di studi in Inghilterra, la sua passione per i fumetti non si spenta. Anzi. Il 2007 stato un anno pieno di memorie preziose, con tante cose da raccontare, dice. Cos la giovane cinese (il cui nome darte Long Santiao, che significa Tre dragoni) Chen Xi ha un ha cominciato a rapprenome darte: sentare i piccoli choc Trea Dragoni culturali della nuova vita italiana. Il tema delle diverse abitudini alimentari, uno dei pi semplici ma frequenti ostacoli allintegrazione culturale, ricorre spesso nei fumetti di Chen Xi, che lo affronta con ironia a volte anche pungente: Lui: Sai che mia madre ha cucinato i nidi di rondine? Si fa con i tagliolini che vengono disposti a forma di ciambella. Inoltre, in mezzo si mette qualche polpetta, e poi si cuoce nel forno. Lei: Ma sai che in Cina alcune persone mangiano nidi di rondine veri?.

Ma c chi rifiuta la sua nuova vita


scarsa comunicazione fra italiani e immigrati cinesi. Ne convinta Hu Lanbo, editrice della rivista bilingue Cina in Italia e autrice del libro La strada per Roma (LaCa, 2009). Nata a Harbin, nel nord della Cina, si laureata in letteratura francese alla Sorbona di Parigi e in Francia ha lavorato come attrice e ballerina prima di trasferirsi a Roma nel 1989. Nei ventanni trascorsi in Italia ha commerciato calzature e macchinari ma soprattutto si dedicata al lavoro che pi le sta a cuore: Raccontare agli italiani lesperienza e il pensiero di una ci- Hu pubblica la nese che vive in mezzo a rivista Cina loro. Se lincontro con in Italia una societ cos diversa stato cos difficile per lei che, come scrive, aveva frequentato in Cina ununiversit per stranieri e studiato la cultura europea, a maggior ragione lo per i molti cinesi poveri e senza istruzione che vengono a lavorare in Italia. Provengono da societ con regole molto antiche, perch isolate e lontane dai grandi centri abitati, spiega. Queste persone spesso rinunciano del tutto a entrare in contatto con la nuova realt, e non un bene, n per loro n per gli italiani.

l primo ricordo di Marco Wong una piazza immersa nel fango, durante la grande alluvione di Firenze. Nato a Bologna nel 1963, il primo autore cinese di seconda generazione ad avere pubblicato un romanzo in Italia, Nettare rosso (edizioni Compagnia delle Lettere, 2011). Una storia di eros e amore nata dal fatto che molti italiani frequentano il sito di Associna (lassociazione delle nuove generazioni italo-cinesi, di cui Wong presidente onorario) con lunico intento di conoscere ragazze cinesi, spiega lo scrittore. Ingegnere specializzato in telecomunicazioIl romanzo di ni, ha sempre sofferto la Marco Wong contraddizione di sentir- Nettare rosso si straniero in patria. E ha scelto come protagonista del romanzo una ventenne cinese di seconda generazione, capace di rompere schemi e stereotipi. Arrabbiata perch non ha diritto alla cittadinanza, Silvia insegue un destino diverso da quello dei suoi genitori proprietari di un ristorante a Milano e combatte per essere accettata dalla societ che lha cresciuta. Studia Economia alla Bocconi e non si lascia conquistare dal giovane amico, che la corteggia inseguendo unidea banale di femminilit cinese.

arte poetica di Mao Wen, professore di lingua cinese a Milano, nasce dal suo incontro molto ravvicinato con lItalia, circa ventanni fa. Lavorava a Pechino per la locale facolt di Lingue, che laveva mandato a studiare italiano a Perugia, con una borsa di studio. Sarei dovuto rientrare in Cina proprio nellanno di Tiananmen, non me la sentii e sono rimasto qui. Anni dopo, a Milano, Mao Wen conosce la ragazza italiana della quale mi sono innamorato. Un incontro descritto nei versi di Tu ti avvicini a me, recitata allAuditorium di Roma nel 2010, in occasione della Giornata mondiale della poesia. Ho gi quarantanni ma non ho avuto ancora successo / sotto le nuvo-

Mao Wen ha studiato a Perugia

le e la luna ci sono solo otto mila chilometri di strada / guardo il mio Paese / le montagne sono fredde e i fiumi sono magri / non vedo la strada per tornare a casa, e in questo momento / tu ti avvicini a me. Per tre anni Uraia, studentessa appassionata di lingue orientali, la musa ispiratrice delle poesie di Mao Wen. Il cinese scrive e pubblica anche due racconti, ma lei si ammala e muore. Il rapporto tra Mao Wen e la sua seconda patria sincrina e il poeta trascorre le sue giornate in completo isolamento. Finch non incontra Annalisa: Viviamo insieme e abbiamo un bambino di sei anni. Pechino non mi manca pi.

REGIONE BASILICATA
AVVISO PUBBLICO
Selezionare per il conferimento dellincarico di Direttore Generale dellAzienda Sanitaria di Potenza ASP e dellAzienda Sanitaria di Matera ASM AVVISO indetto avviso pubblico per il conferimento dellincarico di Direttore Generale dellAzienda Sanitaria di Potenza ASP e dellAzienda Sanitaria di Matera ASM. Il termine per la presentazione delle domande, redatte su carta semplice e corredate dei documenti prescritti, scade il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana. Qualora detto giorno fosse festivo, il termine prorogato al primo giorno successivo non festivo. Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricemento entro il termine indicato. Il testo integrale dellavviso relativo allincarico di cui sopra, con lindicazione dei requisiti e delle modalit di partecipazione alla selezione, stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 36 del 21.10.2011 - Supplemento - ed consultabile sul sito www.basilicatanet.it Per ulteriori informazioni rivolgersi al Dipartimento Salute, Sicurezza e Solidariet Sociale, Servizi alla persona e alla comunit - Ufficio Pianificazione sanitaria e verifica degli Obiettivi - tel. 0971/668864 - Viale Vincenzo Verrastro, 9 - 85100 Potenza.
IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO SALUTE SICUREZZA E SOLIDARIET SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNIT

Dott. Pietro Quinto

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 22

photo: www.umbertofratini.com

ALASSIO

ALASSIO (SV)
Stupendi nuovi appartamenti ad Alassio, a 800 metri dal mare. Vista impareggiabile. Esposizione a Sud. Ampi terrazzi. Finiture di pregio. Piscina con area solarium. Contesto esclusivo. Metrature da 50 a 135 metri quadri. Posti e box auto di pertinenza.

PRONTA CONSEGNA

Vendita diretta in loco.


SIAMO PRESENTI TUTTI I GIORNI Anche sabato, domenica e festivi Accesso da Via Neghelli. (Regione Fenarina 97)

C O M M E R C I A L I Z Z AT O DA EUROFID

3 3 5 6 3 9 1 0 0 7 0 1 1 5 8 1 8 7 7 7
eurofid.ing@gmail.com

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Societ 23

Tendenze
ANTONELLA AMAPANE

Le scarpe
Ballin dedica a Ginger Rogers, attrice ma soprattutto ballerina, le scarpe bicolore con cinghietto per ballare il Charleston

La borsa
Si chiama Harper Connect la nuova borsa tecnologica di Diane von Furstenberg, per dare unocchiata alle mail nell iPad sbirciando dalla tasca apribile

I sandali
Guardano agli Anni Quaranta ma con linconfondibile tratto canzonatorio quelli di Moschino con zeppa e bicolore

Il bauletto
Quello classico da medico, rigido ma reso pi sinuoso, come il modello Lisa creato da Gherardini in omaggio a una donna con forte personalit

Cos affila gli artigli la nuova femme fatale


Humour moderno e glamour rtro, ambigua sensualit La moda ora clona lo stile delle dive dei primi Novecento
entornata femme fatale. La credevamo sepolta nellalbum dei souvenir ingialliti e invece rieccola sulla cresta dellonda, torrida, ambigua e sensuale come la ricordiamo nei film in bianco e nero Anni 20 e 40. Con le onde platinate di Jean Harlow, la bocca carminio di Joan Crawford, le caviglie sottili di Marlene Dietrich e la voce roca di Bette Davis da incallita fumatrice (sempre col bocchino, sintende). La moda questinverno e la prossima estate va indietro come i gamberi, attinge spunti dal guardaroba delle maschiette care a Fitzgerald, saccheggia larmadio di Edda Ciano & Company. Cos tornano alla ribalta, da una parte frange tintinnanti che punteggiavano gli abiti charleston, scarpe col cinghietto alla caviglia, pochette

Sguardi e orli di leopardo. Cos seduceva Joan Crawford negli Anni Venti

La pochette
Con ciuffi di rafia colorati quella di Roberta di Camerino

La sera
Di Trussardi la lunga tunica smanicata in satin che ricorda quelle sfoggiate da Jean Harlow

gioiello ad astuccio. E dallaltra: paulette squadrate in voga durante la Resistenza, copri spalle di scimmia, velette e gonne a tubo una spanna sotto il ginocchio. Perch un revival cos accentuato sui nostri ieri? Gli stilisti sostengono che da troppo tempo mancava sulle

passerelle quel profumo di donna misteriosa che accende il desiderio. Diffcile negarlo. Ma era veramente necessario andarlo a riesumare cos indietro nella storia del costume? Nostalgia canaglia o mancanza di creativit proiettata sul futuro? Forse tutte e due. Certo non difficile ripartire dalle icone di stile storiche, sono modelli facili da copiare che anche chi non ha memoria, basta un ripassino cinematografico per colmare le lacune farsi venire un sacco di idee. Rileggendole, come la moda fa sempre quando rinfresca i revival, con gli occhi di oggi. Ma stavolta pu essere anche divertente clonare alla lettera certi stereotipi. Perch erano considerati allavanguardia gi allepoca. Qualche esempio? Leleganza austera della perfida Joan Crawford in tailleur black illuminati da spille flore-

ali grandi come un un pugno batte la sensualit da manuale di Rita Hayworth, stretta in bustier con i seni a siluro (meglio quelli esibiti da Madonna versione Jean Paul Gaultier). Cos come lo stile neorealista di Nannarella-Anna Magnani, accarezzata da scivolati abiti di seta bianchi e neri pi intrigante di certe rigide toilette da cocktail sfoggiate da unimpacciata Katherine Hepburn che lontano dal set era invidiatissima per come declinava il maschile al femminile. Tutto sta a pizzicare il meglio. Senza imboccare la via del scivoloso Viale del tramonto e tenendo presente che si tratta di un gioco estetico e non di una sconfitta che affossa i diritti femminili (la sfida di potere fra maschi e femmine continua a consumarsi su altri territori). Vediamo allora che cosa c da recuperare dai 20 e dai 40.

ANNI
Dimenticare le giarrettiere e usare lhumour al posto del glamour. Detto questo via libera alle citazioni. Possibilmente colte. Emporio Armani nel suo osanna geometrico ai bianchi e ai neri guarda allArt Dco, e per la prossima estate rilancia il fascino sottile delle mise androgine adorate da Coco Chanel quando trascorreva lestate sulla Costa Azzurra. Tutto rivisitato con orli pi corti e silhouette svelte, adatte a una donna dinamica che si sposta in bici e in moto e non sulle Limousine. Ottima anche la formula di Etro che parte dalla grafica Anni 20 trompe loeil per creare magiche tuniche smagrenti scivolate, che attraverso fantasie posizionate sui fianchi sfinano il punto vita anche alle pi ubertose. Mentre per le seratone sfavillanti ecco gli abiti charleston di Gucci, alla Louise Brooks, che qualcuno ha paragonato addirittura allarchitettura del Chysler Building di New York. Da recuperare senza crederci troppo: le ciglia finte che fanno tanto femme stupita e i boa di struzzo della nonna , da tempo in soffitta.

Mise androgine e Art Dco

20
Stola di volpe
La stola di volpe da Gucci scalda tailleur da giorno e abiti da sera da divina, modello Joan Crawford

ANNI

Spalle imbottite e gonne a tubo


Avevate orrore delle spallone imbottite Anni 80? Chiudete gli occhi e, una volta squadrate a dovere, digeritele, grazie a un effetto ottico bilanciano alla perfezione i fondoschiena troppo generosi. Miu Miu insegna con le tenute scure e rigorose da Piccole Italiane. Gucci docet con chili di stole in volpe buttate sulle giacche; Saint Laurent e Gianbattista Valli ribadiscono il concetto foderando di pelliccia in simil scimmia spalle e maniche dei cappotti austeri. S alle gonne dritte che lambiscono i polpacci e stringono i fianchi come una morsa (di grande aiuto le sottovesti contenitive realizzate da Intimissimi o da Wolford che piallano e modellano i rotoli di ciccia). E s al punto vita segnatissimo. Da recuperare anche se un po infeltriti i golfini gemelli di Lana Turner . Semaforo verde pure per i drappeggi che accarezzano pancia e sedere. E per le micro fantasie floreali da finta ingenua riproposti da Marras nella rielaborazione dei grembiuli da domestica resi chic grazie a un puzzle di tessuti vezzosi. Certo, sarebbe bello poter tornare alla seduzione dantan, al languore, ai palpiti di ciglia, alla pelle lunare scoperta in minime porzioni... Ma the show must go on. Accontentiamoci dei remake.

40

Bianco e nero
Le tinte base su cui gioca Armani nellEmporio con mise che ricordano quelle da Coco Chanel in Costa Azzurra

Piccole italiane Trompe loeil


Etro sulle tuniche senza taglia crea stampe con disegni posizionati sui fianchi che creano un effetto ottico smagrente Miu Miu si rif all'estetica delle piccole italiane, spalle larghe, bocca rossa e colori scuri ingentiliti da acconciature a onda

24

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

25

Quotazioni basse, il Tesoro Usa frena la vendita di titoli Aig


Il Tesoro americano intende rimandare la vendita di titoli Aig, il colosso assicurativo salvato durante la crisi e di cui controlla il 77%. Lo riporta il Wall Street Journal citando fonti governative. Il Tesoro ha venduto una quota in Aig in maggio ed era previsto che ne cedesse unaltra a breve

ECONOMIA FINANZA
Il collegio
I componenti dell'Autorit garante della concorrenza e del mercato Piero Barucci Antonio Catrical presidente IN SCADENZA A MARZO 2012 Antonio Pilati IN SCADENZA A GENNAIO 2012 Salvatore Rebecchini Carla Bedogni Rabitti

&

APPELLO DI 180 ECONOMISTI: SCEGLIETE DEI TECNICI, NON ALTRI GIURISTI

Nomine difficili Rischio impasse per lAntitrust


Verso la scadenza Catrical e Pilati
RAFFAELLO MASCI ROMA

Centimetri - LA STAMPA

Piero Barucci e Salvatore Rebecchini, mentre il professor Pilati filosofo di formazione ed esperto di media per professione. Da qui un appello di 180 economisti ai due presidenti del Parlamento affinch considerino il rilievo delle competenze economiche in questa funzione di garanzia. Liniziativa nata da cinque docenti dellUniversit di Roma Torvergata: Elisabetta Iossa, Alberto Iozzi, Gustavo Piga, Giancarlo Spagnolo e Tommaso Valletti. Altri 175 colleghi hanno aderito allappello. Lazione dellAutorit riveste un ruolo fondamentale - spiegano gli economisti - una corretta politica antitrust favorisce linnovazione, la ridu-

In uscita
Il presidente dellAntitrust Antonio Catrical (a sinistra) e il commissario Antonio Pilati dovranno essere sostituiti nei prossimi mesi

Quanto ci vuole a nominare un governatore della Banca dItalia? Bene: per lAntitrust potremmo trovarci di fronte a una situazione meno emotivamente coinvolgente ma altrettanto complicata da risolvere. Dei cinque membri che costituiscono lAutorit garante del mercato, infatti, due sono in scadenza: il presidente Antonio Catrical, il cui mandato si chiude a marzo, e il commissario Antonio Pilati che, invece, dovrebbe lasciare il 12 gennaio prossimo. Ora i problemi sono due, il primo politico, il secondo pi tecnico. Per quanto riguarda quello politico, la difficolt sta nel fatto che i due nuovi commissari dovranno essere nominati di comune accordo dai presidenti dei due rami del Parlamento e, a sentire gli umori delle ultime settimane, pare che Fini e Schifani questo accordo non ce lab-

C anche un nodo politico, manca lintesa fra i presidenti delle due Camere
zione dei prezzi e genera benessere per i cittadini. Stimolando la concorrenza essa contribuisce significativamente alla produttivit e alla crescita economica, di cui il nostro paese ha disperato bisogno. E indubbio che dietro questo appello ci sia la frustrazione degli economisti italiani che non si sentono chiamati in causa rispetto a una funzione pubblica per la quale avrebbero la preparazione pi adeguata, ma c anche una assunzione di responsabilit civile, in quanto la concorrenza del mercato - in questo momento di crisi - il fattore principe della possibile ripresa economica. In sostanza - dice lappello - attenti a chi scegliete, perch anche da questo dipende il futuro del paese.

biano. Il governo, in tutto questo, tecnicamente non ha voce in capitolo ma, di fatto, se potesse indicare una rosa di nomi si vedrebbe risolto qualche problema. Il candidato, per esempio, che - nelle aspirazioni della maggioranza - avrebbe dovuto ricoprire la carica di presidente, era Lorenzo Bini Smaghi, che avrebbe cos la-

sciato lalto scranno della Bce e fatto riposare sonni pi tranquilli al presidente del Consiglio. Linteressato, per, ha gi detto che non se ne parla proprio, e la cosa si chiusa l. Altri due papabili sarebbero il presidente del Consiglio di Stato Pasquale De Lise, oppure il costituzionalista palermitano Giovanni Petruzzella. Si tratta

di personalit di alto profilo, ma di formazione eminentemente giuridica e certamente non esperti di concorrenza e di mercato. E qui veniamo al secondo problema, quello pi tecnico. Lautorit antitrust si occupa di una materia che - pur avendo importanti implicazioni giuridiche - essenzialmente eco-

nomica. E invece, se andiamo a vedere la composizione dellattuale board, notiamo che la maggioranza viene da studi di diritto: il presidente Catrical e la commissaria Carla Bedogni Rabitti, e prima di loro Giuseppe Tesauro, Giuliano Amato, e altri. Nellattuale compagine hanno una formazione strettamente economica solo

DOPO LO SCIOPERO E LA SERRATA CHE AVEVA BLOCCATO 70 MILA PERSONE

Australia a terra, decide il giudice La Qantas deve tornare a volare


Tregua forzosa fra compagnia e sindacati, poi un arbitrato
LUIGI GRASSIA

Azienda Unit Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 40124 Bologna tel. 051/6584811 fax 051/6584923

ESTRATTO DEL BANDO DI GARA


LAzienda U.S.L. di Bologna indice, ai sensi del D.Lgs. 163/2006 e successive modifiche: 1) Procedura ristretta accelerata per la fornitura, installazione e posa in opera di una RMN 3T per le necessit dellIstituto Ortopedico Rizzoli - lotto unico, per un importo massimo complessivo pari a Euro 1.983.471,00 IVA esclusa, e ai sensi dellart. 20 del D.Lgs. 163/2006 e successive modifiche; 2) Procedura aperta per laffidamento della gestione di attivit abilitative e psico-educative a favore di utenti con disturbi dello spettro autistico per il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dellAzienda Usl di Bologna, lotto unico, triennale con possibilit di ripetizione del servizio per ulteriori anni due separatamente considerati, per un importo annuo massimo di Euro 510.000,00 IVA esclusa, triennale Euro 1.530.000,00 IVA esclusa. Per le modalit di aggiudicazione e la documentazione da presentare si rimanda ai bandi integrali che saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e sulla Gazzetta Ufficiale della CEE la cui spedizione avvenuta il 18/10/2011. Gara 1): Termini perentori di scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione: ore 12 del giorno 09/11/2011, pena la non ammissione; Gara 2) Le condizioni e i documenti necessari per la partecipazione alla gara sono indicati analiticamente nel Disciplinare. Termini perentori di scadenza per la presentazione delle offerte: ore 12 del giorno 02/12/2011, pena la non partecipazione. Per informazioni le Ditte interessate possono rivolgersi al Servizio Acquisti Metropolitano Via Gramsci 12 Bologna, tel. 0516079636 per gara 1) e tel. 0516079953 per gara 2), fax 0516079989, e-mail: servizio.acquisti@ausl.bologna.it; PEC servizio.acquisti@pec.ausl.bologna.it. I bandi di gara integrali e il Disciplinare di gara con relativi allegati sono reperibili sul sito Internet: www.ausl.bologna.it. Il Direttore del Servizio Acquisti Metropolitano: Dott.ssa Rosanna Campa

Un giudice australiano mette fine alla serrata della Qantas e ordina alla compagnia aerea di riprendere i voli interrotti laltroieri per protesta contro lo sciopero a singhiozzo dei dipendenti. La decisione stata presa da Fair Work Australia, il tribunale competente per le dispute in materia di lavoro, dopo aver ascoltato le parti (Qantas e sindacato) e anche le ragioni del governo australiano, che chiedeva si mettesse velocemente fine alla disputa. Con i quasi 500 voli cancellati (fra nazionali e internazionali) la Qantas ha lasciato a terra 70 mila passeg-

geri in 22 Paesi di tutto il mondo, coinvolgendo anche molti italiani, ma in particolare ha creato problemi gravissimi agli australiani, svantaggiati da una posizione geografica molto periferica rispetto al resto del mondo e a distanze immense da coprire negli spostamenti interni e perci abituati a fare il massimo affidamento sulla loro grande compagnia aerea. Ieri sera la Qantas in risposta allordine del giudice faceva sapere di poter riprendere i decolli nel giro di poche ore. Ma il magistrato non ha ordinato solo di interrompere la serrata della compagnia. Il giudice ha imposto alle parti una tregua di 21 giorni per poter riprendere i negoziati sulle rivendicazioni salariali del sindacato e le altre questioni in sospeso, e ha ordinato al sindacato di interrompere la strategia di scioperi a singhiozzo portata avanti da alcuni mesi, e che la compagnia esasperata aveva definito un insostenibile stillicidio. Per questo la

sentenza viene considerata una vittoria dalla Qantas. La compagnia dallo scorso agosto sta cercando un modo per mettere fine alla disputa con i tre sindacati, scesi sul piede di guerra dopo lannuncio di una ristrutturazione e del trasferimento di parte delle operazioni in Asia da parte della Qantas. La compagnia si dice costretta ad agire cos dopo la perdita di 200 milioni di dollari australiani nelle rotte internazionali in conseguenza della crisi economica. La sentenza impone ai sindacati non solo la tregua ma anche di tornare al tavolo dei sindacati per trovare un accordo entro 21 giorni oppure affrontare un arbitrato. La Qantas vanta (numeri alla mano) di essere la compagnia aerea pi sicura del mondo. Una curiosit: il nome si pronuncia con la Q perch si tratta di una sigla la cui prima parola Queensland, lo Stato australiano che ospita Sydney, dove la sede centrale della compagnia.

Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90 Via Marenco, 32 - 10126 TORINO Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00

Questi e molti altri avvisi li puoi trovare anche su internet


Consulta i siti

www.legaleentieaste.it - www.lastampa.it

26

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

COLDIRETTI: OLTRE I TRE MILIARDI DI EURO

IL CODACONS: STANGATA RISPETTO AL 2010

LA CGIA: I CONTRIBUTI COPRONO SOLO L81%

Boom di furti al supermarket


Con la crisi si registra una crescita dei furti nei supermercati, oltre 3 miliardi in Italia. Cos emerge da una analisi della Coldiretti

Per il carburante +190 milioni


Nel ponte di Ognissanti gli automobilisti italiani spenderanno 190 milioni in pi di carburante rispetto allanno scorso. Lo calcola il Codacons

Pensioni, deficit di 50 miliardi


La Cgia denuncia che solo l80,9% della spesa previdenziale coperta dai contributi versati. Il deficit risulta di 49,29 miliardi di euro

lNVESTIMENTI COME DISTRICARSI FRA LE PROMESSE DEGLI OPERATORI

Bond sicuri? Mai Anche le triple A possono fallire


Limportanza (e i limiti) del rating sul debito
GLAUCO MAGGI NEW YORK

Quanto mi rende questa obbligazione? Ma sicura? Sono le due classiche domande degli investitori in bond o titoli di Stato, tradizionalmente considerati un impiego sicuro, tranquillo. Questi risparmiatori vogliono sentirsi rispondere con un numero, il pi alto possibile, alla prima domanda (esempio: rendono il 5%, o il 10%), e con una frase rassicurante alla seconda (tipo, sono sicuri perch garantiti dalla Stato, o sono sicuri perch emessi da una banca nazionale o internazionale importante). Purtroppo, non cos semplice nella realt. E quando il bancario o il promotore la fa semplice perch non dice tutta la verit. I risparmiatori si devono arrendere: anche per la seconda risposta lunica bussola sono altre lettere o numeri, quelli dei ra-

1,4
per cento
questa la possibilit di fallimento in dieci anni dellemittente di un bond tripla A di S&P secondo la valutazione della stessa agenzia

gna, Olanda, Svizzera, Singapore, con AAA ora sotto osservazione); AA = solida capacit di ripagare il debito (Usa con AA+ sotto osservazione, Belgio AA+, Cina e Spagna AA-); A = buona capacit di ripagare il debito, che potrebbe essere per influenzata da possibili circostanze avverse (Cile e Slovacchia con A+, Sud Corea A, Italia con A sotto osservazione); BBB = adeguata capacit di rimborso, che per potrebbe peggiorare presto (Irlanda BBB+, Russia BBB, Portogallo e Islanda BBB-); BB e B = si entra nella zona dei junk bond, cio dei debiti prevalentemente speculativi, in cui lalto rendimento offerto il premio per la forte rischiosit (Indonesia BB+, Turchia BB, Vietnam BB-, Ukraina B+, Argentina B attualmente fini-

ta sotto osservazione); CCC e CC = debito estremamente speculativo (Grecia CC); D = emittente insolvente. Questi concetti ed esempi illustrano la rischiosit ma non dicono tutto. Per avere una idea quantitativa, pi precisa dunque, sulle probabilit che un investimento in una obbligazione possa finire con il fallimento e linsolvenza dellemittente, spiega Bruno Fanan, consulente finanziario indipendente di StudioAnalysis di Torino, ci si deve rifare alla storia reale dei bond finiti male. Anche i titoli a dieci anni con AAA di S&P, secondo i dati sul passato forniti ogni anno dalla stessa agenzia, possono andare in default: la percentuale modestissima, dallo zero per cento nei primi due anni di vita allo 0,24% dopo 5 anni e all1,4% al decimo anno.

Se poi la valutazione di S&P Moodys o Fitch , manca del tutto state alla larga
ting, dei Cds e degli spread, non le frasi rassicuranti. E materia specialistica? Certo. Ma il linguaggio dei mercati, cio dei professionisti del risparmio: bancari, broker, gestori dei fondi e degli hedge fund. Chi dice non ne capisco niente si autogiustifica ma non fa il proprio interesse. Meglio impadronirsi di questi strumenti utili a pesare le scelte nel modo pi consapevole, anche se costa la fatica di addentrarsi nelle sigle e nelle percentuali che stanno dietro il facile numerino del rendimento. In questo primo articolo parliamo del rating, successivamente tratteremo i Cds e gli spread. Tutte le obbligazioni hanno almeno un rating di una delle tre maggiori agenzie, e se non lhanno gi un invito a scartarle. Limitandoci alla scala dei voti attribuiti da S&P (le altre agenzie sono Fitch e Moodys, che hanno griglie simili), ecco come tradurre la rischiosit dei voti espressi in lettere. Tra parentesi, i paesi che hanno il rating descritto. AAA = capacit assai elevata di ripagare il debito (Norvegia, Austria, Svezia, Finlandia, Danimarca, Canada con voto pieno e Francia, Germania, Gran Breta-

Italia, il Paese dei condoni da 62 miliardi


il caso
LUIGI GRASSIA

Gli Indignati a New York protestano contro lalta finanza

Italia si fa sfuggire ogni anno almeno cento miliardi di euro di tasse non riscosse. E fa rabbia pensare che se lo Stato si decidesse una buona volta a incamerare questi soldi (che gli sono dovuti) tutti i problemi del bilancio pubblico sarebbero risolti, assieme alle faccende che ci affliggono riguardo allEuropa, ai rating, agli spread eccetera. A parziale compenso, il nostro Erario recupera con i condoni fiscali, edilizi eccetera. Ne hanno fatti un po tutti i governi, non solo quelli guidati da Berlusconi. Anzi il condono quasi un classico nella gestione erariale italiana, tanto che negli ultimi 30 anni lo Stato ha incassato con le sanatorie lequivalente di 62,5 miliardi di euro (diciamo

lequivalente perch gli introiti dei sanatorie arrivato il resto del bottiprimi ventanni sono avvenuti in lire). no. In particolare la regolarizzazione Unelaborazione dellAdnKronos su dei ritardati e omessi versamenti delle dati Istat valuta che in media lo Stato imposte ha portato 264 milioni di euro abbia ricevuto 2,1 miliardi lanno, con dal 1997 al 2002 mentre dalle sanatola punta massima raggiunta nel 2003 rie degli anni pregressi delle imposte quando sono stati incassati 17,6 mi- dirette, indirette e dallaccertamento liardi. Una media ben misera, con- con adesione sono arrivati complessifrontata a quanto savamente 27 miliardi rebbe dovuto arrivaTRENTANNI DI SANATORIE nel trentennio. re dalle tasse. Due Ben In media lincasso gettito il 55,1% del miliardi lanno anzicomplessivo per lErario stato arrivato negli ultich cento e passa. di 2,1 miliardi allanno mi 10 anni, in cui soItalia s /Italia no, cantavano Elio e le no stati incassati Storie Tese, riricorCATTIVO ESEMPIO FISCALE 34,4 miliardi. Il pridando stragi impunicondono Secondo Bankitalia mo della seriedallinite e altro. Ma quezio storica bisogna essere cauti arrivato nel 1982 sta la vita. con nuovi condoni con il governo SpadoIl condono pi cospicuo (e anche il pi lini, che lanno sucredditizio per lErario) stato quello cessivo ha portato nelle casse dello tombale del governo Berlusconi, Stato 3,3 miliardi di euro. Nel 1991 che nel biennio 2003-2004 ha fatto in- stata la volta del condono targato dal cassare 25,1 miliardi. Mentre dagli scu- governo Andreotti, che nei due anni di fiscali sono arrivati 2,1 miliardi nel successivi ha garantito 9,4 miliardi di biennio 2003-2004 e 5,7 miliardi nel entrate. Nel 1995 ci ha pensato il gover2009-2010. Il condono edilizio ha ga- no Dini a mettere in campo una sanatorantito 4,6 miliardi, mentre dalle altre ria, che ha portato 6,9 miliardi di getti-

to. Mentre gli ultimi due condoni, del governo Berlusconi, sono quelli del 2003 (condono tombale) e 2009 (scudo fiscale) che complessivamente hanno fatto incassare 33,1 miliardi. Lipotesi di un terzo condono targato governo Berlusconi tornata alla ri-

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

27

LA RILEVAZIONE DEL SITO MUTUI.IT

Mutui gi del 20 per cento


Negli ultimi 6 mesi le erogazioni di mutuo in Italia si sono ridotte del 20% (-24% per le sole prime case). Lo rileva Mutui.it

TUTTOSOLDI lavoro
PROPOSTE DI CLASSICI E DI OCCASIONI DAL 4 ALL8 NOVEMBRE

Pittura in mostra alla Borsa di Parigi


Possibilit di trovare opere sottovalutate

A sinistra Giuseppe e la moglie di Putifarre di Carlo Francesco Nuvolone, e qui sopra Fanciulla con due cuccioli di Jean-Honor Fragonard da vedere al Salone Paris Tableau presso il Palais de la Bourse della capitale francese
STEFANO COSENZ

balta, come possibile strumento per incassare liquidi da investire nel decreto sviluppo. Ad avvalorare le indiscrezioni c stata la bozza circolata in settimana, che conteneva diverse ipotesi. Il coro di no che si sollevato appena sono iniziate a circolare indiscrezioni su possibili sanatorie, composto da molte voci, che vanno dai commercialisti alla Banca dItalia, passando per sindacati e opposizione. Palazzo Koch, nellultima audizione al Senato, ha ribadito i propri dubbi sullutilizzo delle sanatorie: in Italia si fatto notare - ci sono stati tanti condoni negli anni passati, per questo sarebbe meglio essere cauti nellutilizzo delle sanatorie. Sarei cauto sullutilizzo dei condoni - ha affermato il capo dellarea ricerca economica di Bankitalia, Daniele Franco -, nel senso che in questo Paese ne abbiamo avuti tanti ed un Paese in cui levasione fiscale molto ampia. Di qui il rischio che un condono possa in qualche modo non aiutarci a uscire da questa situazione. Le sanatorie, ha aggiunto Franco, hanno ovviamente pro e contro: avere gettito, chiudere situazioni

passate e avere risorse per interventi utili sul lato dei pro. Mentre dallaltro lato ci sono effetti distorsivi che vengono dal segnale che viene mandato al contribuente. A stigmatizzare lutilizzo del condono, per trovare le risorse necessarie allo sviluppo, sono stati anche i commercialisti: Questo tipo di iniziative - ha sottolineato il presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti, Claudio Siciliotti - porta tanto gettito ma toglie tanta credibilit, distrugge il gi precario, per non dire inesistente, rapporto di fiducia tra fisco e contribuenti. Un altro stop a possibili sanatorie arriva dalla Corte dei Conti, secondo cui un gettito una tantum pu essere utile ma nel caso di specie va tenuto conto che ci sono dei gettiti attesi dalle misure di lotta allevasione che, in caso di adozione dei condoni, naturalmente verrebbero vanificati. Il presidente di sezione della magistratura contabile, Luigi Mazzillo, a margine di unaudizione, ha sottolineato che vanno inoltre considerati i vincoli derivanti dalla normativa europea.

Parigi capitale della pittura antica dal 4 all8 novembre negli eleganti spazi del Palais de la Bourse, con il primo Paris Tableau, un Salone che ospiter venti tra le pi prestigiose gallerie di dipinti antichi, 10 francesi e 10 da altre parti del mondo. Perch Parigi? Perch con i suoi musei e le sue gallerie sparse nei siti pi romantici della capitale francese, come rue du Faubourg-Saint-Honor e Saint German de Prs, vuole esaltare la sua leadership nel settore. Il Salone offrir lopportunit di incontrare un personaggio insostituibile nel mondo dell'arte, il gallerista, portato a trasmettere al visitatore la sua passione e le ragioni che lo hanno portato a scoprire, studiare e preservare allincuria del tempo i dipinti antichi, a esaltarne limportanza, la qualit e la rarit che si tradurranno solo poi in un valore finanziario. Nel Salone unattrazione imperdibile, lesposizione di tre capolavori indiscussi provenienti dalla collezione del celebre artista contemporaneo Jeff Koons, appassionato delle opere dei Grandi Maestri e del XIX secolo: Giove e Antiope o Venere e Satiro di Nicolas Poussin, Fanciulla con due cuccioli di Jean-Honor Fragonard del 1770, Femme nue di Gustave Courbet del 1865-66 della stessa serie del famosissimo LOrigine du monde custodito al Muse dOrsay, opere che rispecchiano il profondo interessamento dell'artista per il corpo femminile e la sessualit. Il Salone sar unoccasione per gli appassionati di pittura antica italiana di vedere proposti capolavori dei nostri Maestri che raramente sono offerti nel no-

2
milioni di euro
questo il prezzo che si pu arrivare a pagare oggi per portarsi a casa un dipinto dello spagnolo Jusepe de Ribera, per il quale 10 anni fa bastavano fra i 150 mila e i 250 mila euro

3
milioni di euro
A Parigi sar anche esposta uneccezionale veduta del Canaletto: Il Tamigi verso il ponte di Westminster, dipinta durante il suo decennale soggiorno in Inghilterra

stro paese. Come ha dichiarato Maurizio Canesso, che ha aperto nel 1994 a Parigi, a rue Lafitte, una galleria dedicata alla pittura italiana dal XV al XVIII secolo, ora presidente di Paris Tableau, sul mercato internazionale arriva un numero minore di dipinti antichi, ma pi selezionati e importanti, vere e proprie icone della pittura italiana. Il ruolo del gallerista fondamentale nel far riemergere dalloblio pittori e scuole del passato sottovalutati. Esporr tra le altre unopera del Seicento di Carlo Francesco Nuvolone, Giuseppe e la moglie di Putifarre, offerta per 280 mila euro. Unica galleria italiana partecipante a Paris Tableau quella di Cesare Lampronti di Roma. Esporr uneccezionale veduta del Canaletto, Londra, il Tamigi verso il ponte di Westminster, dipinta durante il suo decennale soggiorno in Inghilterra (prezzo 3 milioni di euro). In termini di trend di mercato, a parere dello stesso gallerista, gli inglesi puntano sullOttocento, i francesi sul Settecento, gli italiani sono pi eclettici spaziando dal Quattro all'Ottocento. Mentre il vedutismo del Settecento gode una richiesta internazionale quello veneziano con Bellotto, Canaletto e Guardi, quello romano con Gaspar van Wittel - rimangono sottoquotati settori come la ritrattistica dal Cinque al Settecento. Interessante il parere di Jos Antonio de Urbina della Galleria Caylus, partecipante al Salone, riguardo alla pittura spagnola che negli ultimi dieci anni ha goduto una crescita finanziaria: Se negli Anni 90 un piccolo dipinto del Goya (il cabinet painting) era quotato 2,5 milioni di euro, per la stessa cifra si pu acquistare ora un disegno dello stesso artista. Una bella natura morta di Luis Melndez

era quotata dieci anni fa 500/750 mila euro, ora vengono richiesti per la stessa 3/5 milioni (nel Salone proporr una Natura morta con ciotola di miele, brocca, ciotola di cioccolato e due tazze di Jos Lpez Engudanos y Perles del 1807 al prezzo di 150 mila euro). Un dipinto di Jusepe de Ribera valeva 10 anni fa 150/250 mila euro, ora per le stesse opere si richiedono tra 750 mila e 2 milioni di euro. I principali trend sono rappresentati dai dipinti del tardo periodo spagnolo gotico e rinascimentale, che copre le prime opere castigliane, catalane, di Valencia e dellAndalusia, let dellOro della pittura spagnola, ovvero il XVII secolo, con le scuole di Madrid, Siviglia e Valencia, le nature morte (Bodegones) del 17 e

Unoriginale sezione sul retro dei quadri che aiuta gli esperti a ricostruire la storia
18 secolo, la pittura spagnola del 18 secolo, trend ancora non sviluppato, fatta eccezione per le opere del Goya. Gli altri Old Master spagnoli che godono una richiesta internazionale sono El Greco, Zurbaran, Murillo, Ribera e non ultimo Velasquez. Trend ancora in via di sviluppo quello della pittura spagnola coloniale, soprattutto in America Latina e in particolare per il Novohispano (Messicano) del 17 e 18 secolo. Infine unesposizione insolita caratterizzer il Salone, LEnvers du Tableau, dedicata allaltro lato del quadro, il verso, dove si potr leggere laltra storia del dipinto grazie a iscrizioni, segni e tracce che stanno alla base dellexpertise di molte ricostruzioni formulate dagli esperti.

28 TuttoSoldi

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

tuttolavoro

TENDENZE TRA LO SCIOPERO DEI CARNET E LABOLIZIONE NEL SETTORE PUBBLICO

scoppiata la guerra dei buoni pasto


Tre milioni di dipendenti ogni giorno pranzano con il ticket fuori casa
WALTER PASSERINI
i fatto una guerra all'ultimo ticket, che ha come obiettivo la conquista del popolo del mezzogiorno. Si tratta di oltre 2,5 milioni di lavoratori che non vanno a casa e non hanno mensa, che soddisfano la fame con i buoni pasto erogati dalle imprese.
Chi sono

NELLA FIDUCIA GERMANIA BATTE ITALIA

he aria si respira nel mondo del lavoro? E verso chi si orienta la speranza dei lavoratori italiani? L'indice di fiducia dei dipendenti da aprile a settembre calato in Italia di oltre il 5%, passando dal 37% al 31,6%. Se questo l'indice medio (secondo il rapporto realizzato semestralmente da Gi GroupOd&M su un campione di 3.700 dipendenti), ad essere sfiduciate sono soprattutto le istituzioni. Il loro indice tocca il fondo (17 punti), ma scarsa fiducia gli italiani nutrono nei confronti della propria situazione personale (25,6%) e verso la situazione del mercato del lavoro (37,6%), mentre pur registrando un calo mantiene il primato la fiducia nelle imprese (scesa dal 52 al 46%). Il confronto tra l'indice italiano e quello tedesco (un campione di mille lavoratori dipendenti monitorato in collaborazione con l'Istituto Marktforschung di Lipsia) rivela che il derby della fiducia stravinto dalla Germania. L'indice generale segna 50 punti (contro il nostro 31,6%). A registrare la massima fiducia dei tedeschi la situazione del mercato del lavoro (59,9%), seguita dalle imprese (57%). Addirittura in crescita la situazione personale (dal 43 al 44%) e quella delle istituzioni (da 38 a 39,4%).

Oggi oltre il 40% dei lavoratori che pranzano fuori casa usufruiscono del buono pasto come strumento di pagamento: le statistiche ufficiali parlano di 2,5 milioni di lavoratori tra privati (1,7 milioni) e pubblico (700 mila). Gli esercizi convenzionati sono oltre 120 mila, in maggioranza piccoli. Un giro daffari da oltre 2,5 miliardi, come confermano le statistiche dell'Anseb, l'associazione delle societ emettitrici di buoni pasto, con un mercato di 3-4 milioni di persone.
I colossi dellintervallo

sciopero dei ticket, schiacciati dalle guerre tra le societ, che riducono i margini di guadagno e la qualit. Il secondo a met ottobre provocato dal Governo, con lannuncio dellabolizione dei buoni pasto per i dipendenti pubblici, durato meno di 24 ore, ma che qualcuno non esclude di vedere riapparire in futuro. Ora i soci dellAnseb hanno presentato ricorso sia al Presidente della Repubblica che allAutorit di vigilanza per i contratti pubblici, per contestare le gare al massimo ribasso.
I benefici

I soci Anseb sono Edenred, Buon chef, Sodexo, Ristomat, Day e Cir food. In posizione dominante Edenred (44%), di matrice francese (ex Accor group, nota per i Ticket restaurant), seguita da Qui! Ticket service, primo gruppo italiano (16%), dalle francesi Day (15%) e Sodexo (9,5%). Con percentuali che vanno dal 5 al 2% si trovano Pellegrini card, Ristomat e Lunch time, Repas lunch coupon e Cir.
I fronti di lotta

Se in Italia la geografia della pausa pranzo riflette abitudini e sociologie locali (vanno a casa a mangiare pi a Sud che a Nord; a Nordovest un lavoratore su quattro ha un buono pasto), non mancano i vantaggi per i dipendenti, che con i loro buoni da 5,16 euro si pagano il pasto. Un circuito virtuoso tra emettitori di buoni, datori di lavoro che li acquistano, esercizi convenzionati e lavoratori che li consumano. Se non fosse che alcune abitudini e qualche abuso ne minacciano l'efficacia. A turbare il mercato e la qualit un commercio di buoni pasto, che vengono usati per acquisti diversi, proibiti dalla legge.
Il commento

www.lastampa.it/lavoriincorso

Queste societ (non un caso se tra i primi quattro ve ne sono tre che vengono dalla Francia, dove la formula nasce negli anni 70) hanno subto nel giro di sei mesi due scossoni. Il primo a maggio per la rivolta dei piccoli esercenti, negozi convenzionati, bar, pizzerie, esercizi pubblici, con la minaccia dello

Abbiamo messo in circolazione dei carnet digitali - spiega Graziella Gavezotti, numero uno di Edenred in Italia - che permettono la pi ampia tracciabilit. I nostri nemici sono coloro che fanno disperate politiche di dumping al massimo ribasso. Il mercato ha invece ancora grandi potenzialit, soprattutto se inserito nelle nuove politiche di welfare e di benessere per il personale, che le imprese pi sensibili stanno adottando.

La storia
reservare e valorizzare l'ambiente, soprattutto i boschi, incentivando idee e progetti che abbiano anche l'obiettivo di creare occupazione. Le aree boschive italiane si estendono per oltre 10 milioni di ettari e rappresentano un patrimonio importante e non abbastanza valorizzato. Nuove attivit ed iniziative legate alla valorizzazione e ad un utilizzo innovativo di questo patrimonio possono per produrre concrete opportunit di sviluppo e nuova occupazione. questo il senso del progetto Forest Skill, che la Fondazione Accenture e la Fondazione Collegio delle Universit milanesi, in partnership con FederlegnoArredo e Fondazione Univerde, hanno lanciato in questi giorni. L'iniziativa consiste in un concorso per raccogliere proposte

Idee e progetti per salvare i boschi e creare occupazione


Due premi da 30 mila euro targati Forest Skill
progettuali, che premier le due migliori idee sul tema, con un finanziamento di 30mila euro a progetto. Lobiettivo quello di favorire lo sviluppo di competenze e know how e di generare nuove opportunit di lavoro per i giovani in un settore in crescita, quale quello verde, oggi per la verit martoriato dallincuria, attraverso luso intelligente del patrimonio boschivo italiano. Possono partecipare al concorso tutti i laureati, italiani e stranieri, in una universit italiana tra il 2005 e il 2010. Il concorso aperto sia a singoli partecipanti che a gruppi, nei quali almeno il capo progetto risponda ai requisiti richiesti. I progetti dovranno indicare dettagliatamente e presentare delle caratteristiche di innovazione e di sostenibilit ambientale e favorire la creazione di nuove opportunit di lavoro, consentendo la graduale aggregazione di nuovi soggetti. Come in altre occasioni e per altri progetti, il concorso si svolger su ideaTre60, la piattaforma tecnologica, partecipativa e di networking creata dalla Fondazione italiana Accenture e dedicata a promuovere e sviluppare iniziative di innovazione sociale. La scadenza per i pro-

getti il 29 febbraio 2012. Al link http://ideatre60.it/node/10537 possibile scaricare il bando di concorso e presentare le proprie idee. Forest Skill il quarto concorso lanciato su ideaTre60 nel corso del suo primo anno e mezzo di vita. I primi tre concorsi, Alimentarsi bene, Vivere meglio, per valorizzare il patrimonio alimentare italiano; Idee al Futuro, focalizzato sulla rinascita e sullo sviluppo tecnologico dellAquila e dell'Abruzzo; e Give Mind a Chance!, volto a diffondere la conoscenza del disagio psichico, hanno registrato un vasto consenso con oltre 400 idee progettuali raccolte. Il concorso Forest Skill - spiega Bruno Ambrosini di Fondazione Accenture - un'iniziativa che coniuga la promozione dell'innovazione sociale e l'approccio partecipativo di ideaTre60, concretizzandoli in un ambito che offre opportunit per il futuro dei giovani: secondo lIsfol infatti tra il 1993 e il 2008 gli occupati del settore ambientale sono passati da 264 mila a 372 mila unit e per il futuro le stime parlano di un raddoppio. Il green un ambito su cui investire competenze, innovazione, risorse e talento per inventare nuove professioni e rivalutare quelle gi esistenti, rendendo i giovani protagonisti del cambiamento. [W. P.]

NA T1 T2 CN NO AL IM

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

TuttoSoldi 29

STRUMENTI CHE COSA FANNO LE AZIENDE PI DESIDERATE PER GESTIRE IL GENERATION MIX NELLA CLASSIFICA UNIVERSUM

Riparte la caccia ai talenti La leva lemployer branding


Cos Google, Kpmg, Ibm e Microsoft attraggono le risorse
MILANO

Google, Kpmg, Pwc, Ernst& Young, Deloitte sono le aziende pi attrattive nel mondo per i talenti con studi in economia. Google, Ibm, Microsoft, Bmw e Intel sono le preferite per i talenti con studi ingegneristici. Il responso viene dalla classifica internazionale Universum, societ specializzata di matrice svedese, frutto di 160mila interviste a persone in

trazione dei talenti per rubare il primato. Nella categoria ingegneristica il settore del software a dominare con Google, Ibm e Microsoft. Questo settore dipende dalle sue risorse umane - spiega Carlo Duraturo, Global account Universum - e quindi dagli sforzi che un'azienda fa per attrarre e trattenere le menti pi brillanti. C' un nuovo paradigma nel rapporto tra cultura, vita e lavoro e questo settore in li-

business e 26 nel settore ingegneria. La Germania il secondo paese pi rappresentato con sei aziende nell'indice business e otto in quello ingegneristico. Seguono Paesi Bassi e Svizzera, con tre aziende ciascuno nei due indici, pur non facendo parte delle prime 12 economie del mondo.
La finanza

tre i baby boomer e la Generazione X lavorano sodo e sono molto concentrati su lavoro, risultati e guadagni, i pi giovani rappresentanti della Generazione Y sono pi attratti da una vita pi equilibrata, pur essendo focalizzati sui risultati. E' come se aspirassero a un ruolo genitoriale che a loro mancato, afferma Cecilia Dahlstrom, Global marketing di Universum.
Employer branding

Una debolezza delle imprese italiane In questo settore investono troppo poco
carriera e alla ricerca del lavoro in 12 economie del mondo.
I luoghi ideali

Contraddittorio il profilo delle societ finanziarie. Societ come Gp Morgan, Goldman Sachs e Morgan Stanley sono sempre pi attrattive per l'indice dei talenti ingegneristici, mentre lo sono molto meno per i talenti dell'indice business, che preferiscono aziende come Apple, Intel, Ibm e Sony.
Auto, bollicine e mele

Dopo un lungo e difficile perioSecondo Lovisa Ohnell, capo della ricerca e consulenza di Universum, il mercato dei talenti oggi dominato dalle societ di servizi professionali alle imprese, luoghi ideali per lanciare una nuova carriera, e dalle aziende che offrono nuove culture del lavoro e un ambiente dinamico. Google in testa al gruppo da tre anni, ci vorr un player molto forte e con una chiara strategia di at-

nea con questa esigenza per attrarre persone.


A stelle e strisce

do, le aziende dell'auto stanno ritornando in auge presso i profili ingegneristici. Bmw, Volkswagen, Ford, Toyota e General Motors stanno nei primi 20 posti, Daimler conquista quota 32. Nella sfida delle bollicine, Coca Cola surclassa Pepsi: a quota 12 contro 30 nell' indice business, e a quota 15 contro 47 nell'indice ingegneria. Apple ha fatto balzi da gigante salendo a quota nove nell'indice business (era diciottesima) e a quota sette in quello di ingegneria (era decima).
Vita privata

Le principali tendenze che emergono dalla ricerca offrono segnali evidenti. Le multinazionali americane sembrano avere una marcia in pi e attirano pi delle altre: sono 28 sulle prime 50 nel settore

Per i talenti di ingegneria, in modo particolare, la maggiore attrattiva di una societ quella di offrire un maggiore equilibrio tra lavoro e vita privata. C un gap generazionale da tenere sotto osservazione: men-

E le aziende italiane come si comportano? La guerra dei talenti cominciata. Le classifiche su scala globale possono essere un utile punto di riferimento. Le persone giuste e di valore nelle aziende stanno diventando una merce rara conclude Petter Nylander, numero uno di Universum - anche perch la demografia sta cambiando il generation mix e le sfide sono quelle della diminuzione della forza lavoro. Per costituire e ricambiare i talenti, le imprese devono mettere in campo strategie di attrazione e di employer branding. Facile a dirsi. In un mondo italiano, con poche grandi aziende e una maggioranza di piccole e medie, molte di queste non hanno alcuna strategia e poche conoscono il significato di queste due parole. [W. P.]

Le occasioni
Amazon

Oltre 200 nel regno della distribuzione


I

Amazon apre il Centro di distribuzione, circa 25mila metri quadrati di superficie, a Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza. Verranno cos creati quest'anno centinaia di posti lavoro full-time e altri impieghi di natura stagionale. Tutti gli interessati possono accedere alla pagina www.amazon.it/ lavoro per ricevere ulteriori informazioni e inviare la propria candidatura oppure possono scrivere a recruitment-italy@

amazon.it per eventuali altre domande. Le posizioni aperte con orario a tempo pieno riguardano impieghi per addetti al ricevimento, confezionamento e smistamento merce. Manager nei ruoli operation, sicurezza, risorse umane e supporto tecnico.

dhouse grill, che vanno ad aggiungersi ai 30 gi esistenti. Le nuove aperture riguardano Lombardia, Emilia Romagna, Veneto pi Roma e l'incremento dei locali esistenti, per un totale di 360 assunzioni. Informazioni: www.roadhousegrill.it, Lavora con noi.

let italiano a Santhi nordovest, in provincia di Vercelli, che avverr il 9 marzo 2012. Per le posizioni ricercate, che vanno dagli store manager agli addetti alle vendite, ad architetti e designer, andare al sito www.designoutletitaliano.com.

Cremonini

E 360 nella catena delle steakhouse


I

Santhi

Henkel

Il gruppo Cremonini prosegue il piano di sviluppo per il 2011-2012 con l'apertura di altri 12 ristoranti a marchio Roa-

In 300 nelloutlet dellarredo italiano


I

Due grandi viaggi gratis nel mondo


I

2030, ogni team dovr sviluppare il concept di un prodotto per il brand Henkel, che contribuisca allo sviluppo sostenibile, per soddisfare i consumatori del futuro. Il concorso aperto agli studenti che in team di due persone vogliano sviluppare idee innovative. Registrarsi al sito www.henkelchallenge.com entro il 12 dicembre 2011. Ai vincitori un biglietto per un viaggio intorno al mondo oltre a voucher per un valore di mille euro. Le segnalazioni per assunzioni e corsi vanno inviate a tuttolavoro@lastampa.it

Sono in corso le selezioni in vista della prossima apertura del nuovo punto di Design out-

Henkel lancia la nuova edizione del business game internazionale dedicato agli studenti. Immaginando il mondo nel

lucazanini.it

Mangiare Piemontese

i grandi piatti della memoria


LE USCITE: Tutte le forme dellagnolotto Siamo fritti A tutto riso Ricette ubriache Il pranzo della domenica A tavola in compagnia

RICETTE E RACCONTI FILMATI DI OSTERIE E RISTORANTI STORICI CI I

Una collana imperdibile che vi sveler i segreti della cucina cina in n piemontese. In ogni volume, un manuale con le ricette della d l dell della tradizione e un DVD in cui le cuoche e i cuochi di osterie e ie ristoranti storici vi svelano i loro segreti e vi insegnano a preparare i grandi classici della cucina piemontese.

Tutte le uscite sono gi in edicola Ogni uscita un Ricettario + dvd a soli 8,90 euro in pi
Nelle edicole del PIEMONTE - www.lastampa.it

In collaborazione con In co

ISTITUTO DELLA MEMORIA TITU GASTRONOMICA

30 TuttoSoldi

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

La posta di Maggi
A CURA DI GLAUCO MAGGI GLAUCO.MAGGI@MAILBOX.LASTAMPA.IT COORDINAMENTO DI AGNESE VIGNA AGNESE.VIGNA@LASTAMPA.IT

Le lettere vanno spedite alla redazione di tuttosoldi in via Marenco, 32

Pensione integrativa con il fondo chiuso


I

menti come debbono essere ripartite le spese? A. Gabardino


Borgio Verezzi (Savona)

Si rientra nel campo del cosiddetto condominio parziale. Pagano solo i condomini serviti dalla singola colonna fino al raccordo comune, in proporzione ai loro millesimi e senza differenze basate sul piano.

spese sono ripartite in proporzione delluso che ciascuno pu farne. Pertanto al condomino non proprietario di box potrebbe essere attribuita con delibera approvata a maggioranza dei partecipanti con almeno met dei millesimi una quota inferiore di spesa.

remmo sapere quando andremo in pensione. La prima: nata il 3 luglio 1954, insegnante statale dal 1974 con il riscatto di un anno di laurea. La seconda: nata il 27 luglio 1957, dirigente di un ente locale dal 5/11/76.
Domenica & Rosa Vivenza

Per integrare il reddito futuro meglio rivolgersi alla struttura Copertura dello scivolo carraio predisposta per la propria categoria professionale
I

Totalizzazione e calcolo contributivo


I

Sono un insegnante di ruolo di Sienze Motorie, ho 33 anni di et e 7 anni di servizio pi un anno ricongiunto. Stipendio di circa 1.300 euro mensili. Ritiene sia necessaria una forma di risparmio integrativo ai fini pensionistici, da effettuare a breve termine? Quale modalit di integrazione ritiene migliore? Espero, assicurazione privata, o altro? Manuele
Alessandria

it. Se il lettore pensa di poter accantonare poi altro risparmio, pu decidere anche di avviare un piano periodico dinvestimento di lungo termine. Non necessariamente attraverso una polizza, a meno che abbia specifiche esigenze assicurative, ma con Etf o fondi indicizzati (azionari o bilanciati) a bassissime commissioni.

Tassazione dei fondi dinvestimento


I

da 10 a 6 (perdita del 40%), il sottoscrittore ha perso meno, perch la societ di gestione ha accreditato al fondo il 12,5% delle perdite; e cos la quota non passata da 10 a 6 ma da 10 a 6,5. E questo sar il valore di partenza per la nuova normativa: se la quota torner a 10, il sottoscrittore pagher (al momento della vendita) unimposta sul guadagno di 3,5, quindi euro 0,4375. Importo inferiore al precedente beneficio ricevuto.

In assemblea si decisa la copertura dello scivolo carraio, particolarmente ripido e inagibile in caso di lievi nevicate, unico accesso ai garage, alle cantine, al locale caldaia. Un condomino, proprietario di 2 alloggi senza garage si dichiara contrario perch dice trattasi di opera voluttuaria, minacciando di adire a vie legali.
Riccardo O.

In pensione a 60 anni con 43 anni di contributi in regime di totalizzazione. Con lInps ho versato 15 anni e secondo il consulente avrei raggiunto entro il 1992 il requisito minimo di 15 anni per farmi calcolare la quota di pensione secondo il sistema retributivo. Ma lInps dice di no. Alberto Scioldo
Torino

Domenica deve attendere i 40 anni di contributi nel 2013 e avr la pensione con la finestra di settembre 2014. Rosa deve ugualmente attendere i 40 anni di contributi con novembre 2016 e con apertura della finestra a partire da marzo 2018.

Mobilit fino ai 40 anni


I

Lidea di avviare un fondo pensione complementare ai fini integrativi valida. Consente, soprattutto se iniziata in una et giovane come quella del lettore, di accumulare un capitale nel tempo che sar di assoluta propriet del sottoscrittore. Con la situazione delle finanze pubbliche che c ora, anche a causa della crescente longevit della popolazione, le prestazioni future della pensione statale, il primo pilastro della previdenza, saranno via via meno favorevoli. Il trend mondiale e per affrontarlo lintegrazione volontaria la via migliore. Quanto allo strumento finanziario da scegliere, in linea di principio sosteniamo sempre che, quando un lavoratore ha a disposizione un fondo pensione specifico della propria categoria, considerato il secondo pilastro della previdenza, la prima mossa aderirvi. Nel caso del personale insegnante, il fondo Espero della scuola, citato dal signor Manuele, quindi la naturale destinazione del suo programma previdenziale. Per i dettagli specifici delle sue prestazioni pu consultare il sito www.fondoespero.

Dal 1 luglio una riforma della tassazione dei fondi di investimento provoca lennesima fregatura ai danni dei risparmiatori. Infatti i fondi saranno trattati come i singoli titoli, con un prezzo di carico personale e lapplicazione della tassa sulleventuale capital gain al momento del disinvestimento. Peccato che il prezzo di carico sia considerato il valore delle quote al 30/6 /11, quando arcinoto che negli ultimi anni il controvalore di quasi tutti i fondi azionari e bilanciati diminuito anche oltre il 30-40%. E cos chi aveva investito 150.000 euro con lingenua aspettativa che i professionisti sapessero operare meglio di lui, si sente dire che il suo prezzo di carico circa 100000 euro e quindi, se mai risalisse ai suoi 150.000, dovr pagare 10.000 euro allo Stato! G.F.
Il lettore considera solo laspetto attuale della tassazione attuale, senza tener conto della normativa precedente, in base alla quale chi ha subito perdite da fondi comuni stato immediatamente rimborsato attraverso il meccanismo del credito dimposta. In pratica, con un valore del portafoglio sceso

Colonne fognarie: paga chi le usa


I

In caso di manutenzione ordinaria o straordinaria alle singole colonne fognarie che servono solo alcuni apparta-

Non pare che si tratti di innovazione voluttuaria, approvabile solo con maggioranza dei condomini e 2/3 delle quote. Il fatto che lo scivolo sia unico accesso anche ad altre parti comuni comporta luso anche del condomino dissenziente. Tuttavia larticolo 1123 c.c. secondo comma, stabilisce: Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le

Lei non ha diritti da salvaguardare in quanto non ha raggiunto i requisiti della pensione di anzianit (35 anni di contributi) n della pensione di vecchiaia (65 anni). LInps ha correttamente calcolato la propria quota di pensione, in aggiunta a quella della cassa forense, secondo il sistema contributivo.

Assunta dal 6 ottobre 1973 al 6 ottobre 2011 ho maturato 38 anni di contributi. Da novembre in mobilit. Quando potr prendere la pensione? Sono nata nel 1958.
Daniela Merlo Rivoli (To)

Per andare in pensione deve attendere due anni di mobilit per raggiungere 40 anni di contributi e poi altri 14 mesi per lapertura della finestra.
Hanno collaborato: GIANLUIGI DE MARCHI BRUNO BENELLI SILVIO REZZONICO, presidente Confappi

La pensione di due sorelle


I

Siamo due sorelle e vor-

IL QUESITO

Lo stalking in condominio
I

Il reato di stalking stato previsto dal nostro ordinamento con il d.l. 23.2.2009, n. 11 (convertito in Legge 23.4.2009, n. 38), che ha introdotto allart. 612 bis del codice penale il reato di atti persecutori, espressione con cui si cercato di tradurre il termine di origine anglosassone to stalk, fare la posta, tenere condotte persecutorie e di interferenza nella vita privata di altra persona. La condotta tipica di chi fa stalking la reiterazione di minacce o di molestie a taluno, in modo da cagionare un perdurante e grave stato di ansia o di paura ovvero da ingenerare un fondato timore per l'incolumit propria o di un prossimo congiunto o di persona al medesimo legata da relazione affettiva ovvero

da costringere lo stesso ad alterare le proprie abitudini di vita. Salvo che il fatto costituisca pi grave reato, punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni. Scattano aumenti di pena se a commettere il fatto sia il coniuge legalmente separato o divorziato o persona che sia stata legata da relazione affettiva alla persona offesa. Egualmente se commesso a danno di un minore, di una donna in stato di gravidanza o di una persona con disabilit, ovvero con armi o da persona travisata. Lo stalking punito a querela della persona offesa e il termine per la proposizione della querela di sei mesi; perseguibile dufficio se commesso nei confronti di un minore o di una persona con disabilit o quando il fatto connes-

so con altro reato per il quale si deve procedere dufficio. La Cassazione ha ravvisato detto reato nellipotesi di singole condotte che, in quanto ripetute nei confronti di donne di qualsiasi et conviventi nell'edificio (come il ripetuto arresto dell'ascensore dello stabile, dopo che l'una o l'altra vi si era immessa per sfuggire allo stesso autore dei fatti, ma potrebbe essere anche il seguirne ostentatamente taluna) siano tali da coinvolgerle (e turbarle) tutte (Cassazione Penale, sent. 25-5-2011, n. 20895). Rimane da vedere se le forti pene scoraggeranno atti persecutori tra vicini o faide condominiali. PIER PAOLO BOSSO Confedilizia

SPORTELLO PREVIDENZA QUANDO NASCE UN BAMBINO LA NORMA SCATTA ANCHE SE LA MAMMA CASALINGA

Il pap ha sempre diritto al permesso


Per il ministero del Lavoro non ci sono condizioni
BRUNO BENELLI

LE DOMANDE
Nel 2005 ho ricevuto la pensione di vecchiaia-commercianti di 398,54 euro. Sembra che sia stato penalizzato perch stato adottato il calcolo retributivo e io ho un buco contributivo 1985-1988. vero? Roberto Livigna

Anche se la moglie casalinga il pap lavoratore ha diritto ai riposi giornalieri di due ore fino all'anno di et del bambino o entro il primo anno dall'ingresso in famiglia del minore adottato o affidato. Un altro, e stavolta definitivo, colpo di piccone a un divieto che sembrava invalicabile e che non per-

metteva di avere questi permessi sulla base del principio tanto c la mamma in casa ad accudire il pupo, anche se inizialmente stato subordinato a una condizione-capestro, che ora viene cancellata. I fatti. Il testo unico della maternit/paternit (decreto legislativo 151/2001) riconosce ai padri lavoratori dipendenti i riposi giornalieri nel caso in cui si presentino particolari condizioni. Queste: a) il figlio affidato solo al padre; b) la madre lavoratrice dipendente cede il diritto al marito; c) la madre morta o gravemente inferma; d) la madre non lavoratrice dipendente. Finora era stato afferma-

to che non dipendente significa essere artigiana, commerciante, agricola autonoma, parasubordinata, libera professionista. Perci se la madre soltanto casalinga

Con il parto gemellare i riposi giornalieri fanno il bis: passano da due a quattro ore
niente permessi al marito lavoratore dipendente. evidente come uninterpretazione del genere non stesse in piedi e dovesse essere messa in soffitta dalla magistratura. E cos stato. Tra tutti gli interventi ricordiamo

il Consiglio di Stato che ha dato il via libera ai permessi al padre quando la madre casalinga. Ma - e questo il punto che ha fatto diventare quella degli uomini una vittoria di Pirro - solo quando la donna impegnata in attivit che la distolgano dalle incombenze casalinghe. Praticamente quasi mai, anche perch si chiedeva di provare lindifferibile necessit di lasciare il bambino. Ora per gli argini di questo fiume imbrigliato vengono rotti. Il Ministero del lavoro riconosce il diritto del padre ai riposi giornalieri (un tempo si chiamavano riposi per allattamento) anche se la moglie casalinga, sempre e

comunque, senza pi condizionare il diritto episodico alle impossibilit materne. Risultato? Il padre pu utilizzare i riposi - chiarisce l'Inpdap - a partire dal giorno successivo alla fine del periodo di maternit obbligatoria, in genere tre mesi dopo il parto. E se sono nati due gemelli il padre pu raddoppiare le ore di permesso giornaliero (da due a quattro). Non basta: pu chiedere al datore di lavoro i permessi anche durante i tre mesi dopo la nascita del figlio. In questa ipotesi per il pap perde il raddoppio e scende di nuovo alle consuete due ore, ridotte a una sola se lorario giornaliero di lavoro inferiore a sei ore.

Non vero. La pensione modesta perch i contributi sono stati versati su redditi non elevati. E non si dispiaccia di non avere potuto usare il contributivo: la pensione sarebbe stato inferiore.
Nata il 3 giugno 1953, svolgo lavoro di commessa in un emporio da gennaio 1974. Quando andr in pensione? P. E.

Deve raggiungere i 40 anni di contributi. La finestra si aprir con il maggio 2015.

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

TuttoSoldi 31

made in Italy

La storia
ANTONELLA AMAPANE MILANO

ambiare pelle per guardare avanti, verso nuovi orizzonti e mercati. Alviero Martini 1 Classe debutta con una nuova veste della sua famosa cartina geografica. La Geo che tutti conoscono nelle sfumature cuoio aria vissuta come appena uscita dal forziere di Cristoforo Colombo - adesso si tinge di bianco per affrontare le avventure della prossima estate. Da qui riparte il viaggio della griffe che sempre di pi si rivolge ai globe trotter proponendo linee di pret-- porter uomo e donna a cui si affianca la neonata L.E.G (living experience globally. Capsule collection che, per la prima volta, ha calcato le scene della passerella milanese con la proposte per i mesi caldi del prossimo anno. Il brand nato nell1989, dopo luscita dello stilista - nel 2006 - ha iniziato un nuovo corso. Dal 2003 lazienda di cui presidente Luisa Angelini, appartiene alla Final Spa. Un anno dopo a dirigere il team manageriale arrivata Antonella Memo. Prima direttore generale, poi amministratore delegato del gruppo. Gli affari allinizio non andavano bene. Partenza con un bilancio in profondo rosso. Strada in salita a cui segue unimmediata ristrutturazione con sviluppo serrato in Italia e allestero. I nuovi vertici, quasi tutti al femminile, riescono a riportare i conti in positivo gi dopo un anno. E la crescita continua. Il gruppo ha chiuso lanno scorso con un fatturato di 78 milioni di euro (utile netto 4,5 milioni di euro) e una previsione per il 2011 di 85 milioni di euro (+9%) grazie anche a Sissirossi, marchio di pelletteria dalta gamma entrato nel gruppo alla fine del 2007. Essere una consumatrice affina la sensibilit verso le esigenze dei clienti. Mai ragionare questo s, quello no in base ai propri gusti, sarebbe riduttivo. Bisogna guardare oltre, lavorare in squadra con obbiettivi precisi, mantenendo sotto controllo il posizionamento del prezzo. E senza guardare quel che fanno gli altri, ma avendo ben chiaro che cosa si aspetta da noi lacquirente, spiega lammini-

Al timone
Antonella Memo amministratore delegato del gruppo Alviero Martini 1 Classe

La moda da viaggio che fa il giro del mondo


In Asia boom di borse Geo e valigie Alviero Martini 1 Classe LAd Memo: Gli Stati Uniti sono la nostra prossima meta
I numeri chiave I fan su Facebook
I

78
milioni di euro il fatturato
Sono i ricavi realizzati dal gruppo Alviero Martini 1 Classe nel 2010 Lutile netto stato 4,5 milioni di euro La previsione per il 2011 di un fatturato di 85 milioni di euro (+9%) grazie anche a Sissirossi, marchio di pelletteria dalta gamma entrato nel gruppo alla fine del 2007
I

1989
La fondazione
Nasce lidea della carta geografica ispirata al mondo della Belle poque

1500
Punti vendita multibrand
I

stratore delegato Antonella Memo, abile a captare le necessit del mercato. Ricerca meticolosa di materiali, cura del dettaglio e qualit come punto di partenza hanno portato il pool creativo interno a osare nuove sperimentazioni sulle tonalit della classica stampa Geo rielaborandola in base ai trend e ai desideri della clientela (dal Geo Black del 2007 al Geo Tortora del 2009, fino allultimo Geo White di questanno). Varianti che vanno ad arricchire lofferta senza per sfrattare la versione originale che resta il cavallo di battaglia della maison. Ma 1 Classe non solo borse. Sempre sulla base dell identit forte e precisa della mappa geografica, il marchio si evoluto fino a diventare il punto di riferimento di un certo lifestyle, quello di chi viaggia con eleganza. Dalla valigia allorologio; dal profumo alla cravatta; dai costumi da bagno ai bauletti per trasportare i cuccioli (con relativi accessori); nel guardaroba della griffe non manca nulla. Il segreto del vostro successo? Think Global, act local: unazienda si deve adattare in tempi rapidi alle richieste dei vari mercati, senza mai perdere la visione strategica di dove vuole andare - spiega lad Antonella Memo -. Questa la filosofia che seguiamo per lo sviluppo del nostro brand; sia a livello nazionale dove puntiamo ad un aumento delle quote di mercato di abbigliamento e calzature - sia internazionale, mirando a una crescita in termini di presenza e notoriet, soprattutto in Usa, Middle east e Far East. Intanto i risultati incoraggianti arrivano da Corea, Hong Kong, Giappone e Cina (in forte aumento con 14 boutique aperte). Mentre gli Usa sono la nostra prossima meta, vorremmo rientrarci grazie a una strategia distributiva mirata, attraverso lapertura di punti vendita mono marca in alcuni luoghi chiave, conclude la Memo.

Sono divisi tra abbigliamento, accessori e calzature

2007
Il quartier generale
I

Viene inaugurata la nuova sede milanese di 500 metri quadrati sui Navigli di Milano

La cartina Geo atterrata nel mondo dei social network. stato centrato lobiettivo del brand di creare e mantenere un dialogo coi consumatori, in particolare sulla pagina di Facebook che ha quasi 180.000 fan (200 mila previsti a fine anno). Il canale web permette allazienda di monitorare il gradimento dei suoi clienti verso i prodotti e le iniziative in rete. Come il challenge Parti per Donnavventura e Alviero Martini 1 Classe, realizzato con Rtl 102.5 e Donnavventura, per individuare le 15 ragazze che parteciperanno alle selezioni per un viaggio alle Bahamas.

QUATTRO ANNI PER I SIPARI E GLI ALTRI ALLESTIMENTI IN TESSUTO

La veneziana Ribelli veste il teatro del Bolshoi di Mosca


SANDRA RICCIO

Dal Canal Grande fino al teatro Bolshoi di Mosca lungo un filo tramandato dagli artigiani veneziani del Seicento. Arrivano dalla laguna i tessuti del prestigioso teatro moscovita riaperto il 28 ottobre scorso dopo un restauro durato sei anni. A vestire il tempio della musica e del balletto di Mosca ci ha pensato Rubelli, antica azienda veneziana specializzata in pregiati tessuti per teatri musei, palazzi storici oltre che per interni di alta gamma. Un lavoro di 4 anni che ha impegnato le maestranze dislocate, gi diversi anni fa ormai, a Cucciago alle porte di Cant vicino a Como. da qui che sono partiti per la Russia gli oltre 12.00 metri di tessuti, di cui una parte

particolarmente preziosa in quanto realizzata con fili doro. Lesecuzione dei sipari ha richiesto due anni tra realizzazione del disegno, scelta e ricerca dei filati e approvazione dei prototipi per poi passare alla realizzazione vera e propria del lavoro. Il sapere che abbiamo ereditato negli anni, integrato alle conoscenze tecniche pi moderne ci ha dato un vantaggio sulla concorrenza che unico nel suo genere. E' con questa marcia in pi che siamo riusciti a entrare in lizza per il rifacimento del Bolshoi, racconta Nicol Favaretto Rubelli. In Italia i tessuti della sua ca-

sa, arrivata alla quinta generazione, hanno arricchito la Fenice di Venezia, la Scala di Milano, il San Carlo di Napoli, il Petruzzelli di Bari e molti altri teatri ancora. Ma tra le pi prestigiose realizzazioni ci sono molti palazzi storici, come le Regge dei Savoia, oltre a grandi alberghi storici come il Gritti Palace a Venezia a cui la casa sta lavorando. L80% del giro d'affari per generato allestero. Con i suoi tessuti preziosi nel 2010 Rubelli ha realizzato un giro d'affari di 65 milioni di euro. Siamo molto soddisfatti di questo risultato. In pi quest'anno stiamo registrando una crescita superiore al 10% che significa che siamo riusciti a tener testa alla crisi, racconta Nicol Favaretto Rubelli. Hanno ripagato l'eccellenza e la qualit esportate in tutto il mondo. Quest'anno in Russia abbiamo registrato una crescita del 50% solo nel ramo residenziale e dunque escludendo il progetto del teatro Bolshoi. E grazie alla visibilit che ha registrato questa nostra realizzazione contiamo di continuare in questa crescita anche in altre parti del Paese non escludendo un altro aumento del 50% anche per lanno prossimo, racconta Nicol Favaretto Rubelli.

32 Lettere e Commenti
MARIO

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

LA STAMPA
CALABRESI

LETTERE AL DIRETTORE
lavoro, sacrificio non hanno pi corso? I giovani di oggi mi fanno pena, non perch non trovano lavoro, ma perch non trovano se stessi.
N.V.A.

Quotidiano fondato nel 1867 m


DIRETTORE RESPONSABILE MARIO CALABRESI VICEDIRETTORI MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI LUCA UBALDESCHI REDATTORI CAPO CENTRALI FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI LAURA CARASSAI DARIO CORRADINO CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA PAOLO BARONI CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE MICHELE BRAMBILLA RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA ALESSANDRO CHIARAMONTI ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO REDAZIONI GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI, BRUNO VENTAVOLI SOCIET, MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA, RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT, GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO m
EDITRICE LA STAMPA SPA PRESIDENTE JOHN ELKANN AMMINISTRATORI LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO, LODOVICO PASSERIN DENTRVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI VICEDIRETTORE GENERALE ANGELO CAPPETTI RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003): MARIO CALABRESI m
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE
E
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA)

Il miglior regalo per i figli? Dargli un po di fame

aro Direttore, sono nato a Torino nel 1938. Ho perso il padre allet di 2 anni. A 3 ero in collegio dove sono rimasto, salvo brevi parentesi, fino a 10 anni. Finite le elementari ho dovuto cercarmi un lavoro girando per le boite. Ho fatto lapprendista fabbro, falegname. Sono finito a fare il garzone di fornaio perch guadagnavo di pi, 6 mila lire alla settimana. Il tempo libero lo passavo alla biblioteca Usis di piazza San Carlo dove ora c un negozio di scarpe. Frequentavo le scuole serali alla Teofilo Rossi di Montelera in Via Bertola. Mi son diplomato. Ho trovato un lavoro da impiegato. Mi sono laureato. Mi sono sposato, due figli. Il maschio medico, la femmina magistrato. Ho scritto libri. Sono stato visitor professor in tre universit, due europee una statunitense. Il mio unico vizio sono i libri. Ho una biblioteca di 10000 volumi. Tempo fa ho sentito Concita De Gregorio in Tv. Giustificava le pretese dei giovani sostenendo che i tempi sono cambiati. Significa che impegno,

La sua storia esemplare e ricalca quelle di molti nostri genitori e nonni (il mio ha avuto i primi pantaloni lunghi a 18 anni e si laure in soli quattro anni in economia studiando la notte perch lavorava) e ci ricorda quante cose dobbiamo riscoprire in Italia. Dobbiamo riscoprire lo spirito di sacrificio, la tenacia, la fame di futuro e il piacere di fare le cose con cura. Oggi molti giovani non sono abituati a soffrire, non hanno dovuto combattere per conquistarsi un po di benessere ma hanno trovato genitori premurosi pronti a garantirglielo ogni giorno. Non li possiamo biasimare o condannarli, anche perch ora si trovano davanti un mondo duro che non fa sconti, dobbiamo aiutarli e indicare le strade da percorrere. Ma la responsabilit non tutta loro, lo delle mamme e dei pap che li hanno troppo protetti e li hanno coperti di benessere senza dare loro nemmeno il tempo di chiedere. Diamo un po di fame ai nostri figli, il miglior regalo che gli possiamo fare e la migliore assicurazione per il loro futuro.

TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 STAMPA IN FACSIMILE:

10126

TORINO, TEL.

011.6568111

www.lastampa.it/lettere

LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA ETIS 2000, 8a STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE MPA PRINTING, VIALE RISORGIMENTO 12, SENAGO (MILANO) UNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI) L 2011 EDITRICE LA STAMPA S.P.A. REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7040 DEL 21/12/2010. LA TIRATURA DI DOMENICA 30 OTTOBRE 2011 STATA DI 451.980 COPIE

Licenziamento libero non per tutti


I

Malgrado limbarazzo creato Bini Smaghi non se ne va e dice: Qualunque decisione io prenda, dovr essere definita e concordata a livello di Banca centrale europea, ci tiene a precisare, sostanzialmente sottolineando di non essere pronto a prendere ordini dalla politica, nazionale o internazionale. Il membro del board della Bce avrebbe gi rifiutato la presidenza dellAutorit Antitrust: Da Statuto - ribadisce ormai da tempo - posso lasciare solo per un incarico di pari livello. Prosegue poi: Bisogna tener presente che nel Consiglio direttivo della Bce il mio voto vale quanto quello di Draghi.... Qualunque gesto di dimissione deve essere compatibile con il principio di indipendenza personale... . La morale al di l di tante parole sempre la stessa: politici e grand commis di stato italiani sono incollati alla remuneratissima poltrona e non se ne vanno mai. A quando il libero licenziamento anche per loro?
MAURO LUPOLI MILANO

misure di sicurezza ma di Equitalia, delle banche e di quello Stato che si meriterebbe un vero sciopero generale di un mese intero di tutta la piccola impresa. Nessuno ha mai neppure pensato di calcolare quale sarebbe leffetto di un evento simile. Il solo pensiero che questo possa accadere realmente produrrebbe effetti ben pi gravi di qualsiasi crisi economica.
N. VETTORI

Censimento, dati non marginali


I

Nella lettera Il censimento e la vasca da

bagno pubblicata lo scorso 25 ottobre nella pagina Lettere e commenti, il signor N. Settembrini si chiede se, visti i costi elevati delloperazione, esista per lIstat la necessit di raccogliere informazioni marginali. Ebbene, luso dei dati censuari molteplice. Tanto per fare un esempio, le informazioni su abitazioni e edifici servono alla Protezione civile per la valutazione dei rischi sismici, mentre quelle sugli spostamenti della popolazione per motivi di lavoro sono essenziali per la programmazione delle reti di trasporto. Le variabili da rilevare, invece, sono il risultato di una

Accadeva il 31 ottobre 1861

ATROCIT ATTRIBUITE AI BORBONICI


MAURIZIO LUPO

Se scioperassero i piccoli imprenditori


I

Limprenditore che compra una pagina sul Corriere solo lestremo gesto dei tanti che non ne possono pi di questa nazione che da sempre vede limpresa privata come un settore dal quale prendere e pretendere senza sosta. Per un imprenditore che prende una decisione simile ci sono decine di suoi colleghi che hanno deciso di togliersi la vita, in silenzio. Morti bianche, caduti sul lavoro ignorati perch non vittime di un datore di lavoro che vuole risparmiare sulle

er contrastare i sostenitori del deposto Re Francesco II di Napoli, che non vogliono sentirsi chiamare banditi, la stampa del Regno dItalia fa a gara per attribuire ai borbonici ogni genere di atrocit, senza avere certezza della loro responsabilit. Gioved 31 ottobre 1861 il Pungolo scrive: Una giovine cameriera ammessa di recente al servizio della sposa di Francesco II stata uccisa non si sa da chi, e quindi abbrustolita onde far credere che fortuitamente fosse stata vittima del fuoco. Questo infame assassinio veramente borbonico, sembra sia stato motivato dallo avere a caso linfelice cameriera colto in fallo la sua padrona. Il 28 ottobre la Gazzetta del Popolo aveva reso noto un altro misfatto. E accaduto nel Comune di Fondi. Qui erano partiti un certo Gaetano Loffredi, un impiegato del registro e il canonico Bianchi. A due miglia da Fondi la loro diligenza venne circondata da 20 borbonici, i quali tolsero a tutti i passeggeri il denaro e gli oggetti di valore. Poi chiamarono per nome i tre e li condussero alla macchia. Quindi chiesero alle famiglie un riscatto di 3 mila lire (13 mila euro). I congiunti riuscirono a raccogliere 1500 lire e li inviarono ai degni compari di Francesco II, i quali tolsero questa somma e tagliarono le teste ai tre infelicissimi, quindi le infissero sulla pubblica strada dove furono trovate. Altre teste tagliate, assicura la Gazzetta, sono state rinvenute nel salernitano.

intensa cooperazione internazionale guidata dalle Nazioni Unite, che ha prodotto raccomandazioni rivolte a tutti i Paesi. NellUnione europea, poi, per la prima volta il censimento reso obbligatorio dal Regolamento 763/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio che specifica anche i quesiti da includere nei questionari, compresi quelli sulle caratteristiche dellabitazione. In caso di non effettuazione del censimento il paese inadempiente soggetto a sanzioni monetarie dellUnione europea analoghe al costo dellintera operazione. Come vede, non si tratta di informazioni marginali, ma al contrario di dati indispensabili alle istituzioni per programmare, orientare e monitorare le politiche di interventi sul territorio. Ed per questa ragione che chiediamo la piena collaborazione dei cittadini. Saremo grati per la pubblicazione di questa lettera, anche per un corretto uso delle informazioni che quotidianamente forniamo al Paese.
PATRIZIA CACIOLI DIRETTORE COMUNICAZIONE ISTAT

Leditoriale dei lettori

FATTI NON FOSTE


...a viver come bruti. Lo ricordava una relatrice a un convegno su Giambattista Vico, a Napoli. Io lho subito sentito riferito ai giovani senza meta

MARCO GALLO

Aumentano le zucche diminuiscono i lumini


I

c.
8,90 IN PI

LE LETTERE VANNO INVIATE A LA STAMPA VIA MARENCO 32, 10126 TORINO E-MAIL: LETTERE@LASTAMPA.IT FAX: 011 6568924

contatti

Chi festeggia Halloween e i suoi riti cresce di anno in anno, aumentano le zucche illuminate e gli scampanellii al grido di dolcetto o scherzetto. Viceversa, in molte parti dItalia sta, purtroppo, scomparendo la tradizione nella notte dei morti, di accendere il lume alla memoria dei defunti. Un gesto semplice, per ricordare, nella frenesia delle nostre giornate, chi ci ha preceduto. Non di moda, ma quella luce dietro le finestre delle case un omaggio alla memoria dei nostri cari e alla nostra storia.
ANDREA SILLIONI BOLSENA (VT)

ochi giorni fa, presso la casina Vanvitelliana, si tenuto un convegno sulla filosofia di Giambattista Vico organizzato dallUniversit Federico II di Napoli e dal Comune di Bacoli a cui hanno partecipato molti licei di Napoli per un totale di 300 ragazzi. Una professoressa del convegno ha detto che i bruti, cio quelli senza conoscenza, sono come navi che vagano senza meta in mare aperto. Be, io penso che noi giovani siamo pi o meno cos, navi che errano in un mare di difficolt e pericoli e non sanno trovare la direzione giusta. Per fortuna iniziative come questa ci permettono di trovare una stella da seguire. Questo convegno, personalmente, mi ha dato la possibilit di capire appieno il mondo accademico e di comprendere anche pi profondamente il significato della vita; in un primo momento mi sono sentito spaesato, non riuscivo sempre a stare dietro a ci che dicevano, poi mi sono abituato. Questa iniziativa mi ha permesso di conoscere nuovi ragazzi di altre scuole e di confrontarmi con loro. Mi sono sentito davvero nel mondo degli adulti, seguire lezioni come queste mi hanno fatto fare un esperienza magnifica sulle orme di Giambattista Vico che forse non ripeter fino alluniversit. In una nazione in cui i giovani come me trovano sempre meno spazio e molto difficile linserimento nel mondo del lavoro - specialmente in una regione, come la Campania, segnata da numerosi e gravi problemi - iniziative come queste permettono a noi ragazzi di uscire a respirare una boccata di cultura. Ormai Napoli, e lItalia intera, stanno attraversando un periodo difficile da cui sar arduo rialzarsi cos, come aiutiamo un amico che cade, aiuteremo anche la nostra citt, la risolleveremo e la sosterremo nei momenti come questo perch nel bene e nel male sar sempre la nostra citt.
17 anni, studente di liceo scientifico, Napoli

Editrice La Stampa
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE TIPOGRAFIA 10126 Torino, via Marenco 32, tel. 011.6568111, fax 011.655306; Roma, via Barberini 50, tel. 06.47661, fax 06.486039/06.484885; Milano, via Paleocapa 7, tel. 02.762181, fax 02.780049. Internet: www.lastampa.it. ABBONAMENTI 10121 Torino, via Monte di Piet 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia 6 numeri (c.c.p. 950105) consegna dec. posta anno 290; Estero: 746. Arretrati: un numero costa il doppio dellattuale prezzo di testata. Usa La Stampa (Usps 684-930) published daily in Turin Italy, $ Usa 745

yearly. Periodicals postage paid at L.I.C. New York and address mailing offices. Send address changes to La Stampa c/o speedimpex Usa inc.- 3502 48th avenue - L.I.C. NY 11101-2421. SERVIZIO ABBONATI Abbonamento postale annuale 6 giorni: 290. Per sottoscrivere labbonamento inoltrare la richiesta tramite Fax al numero 011 5627958; tramite Posta indirizzando a: La Stampa, via Monte di Piet 2, 10121 Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono. Forme di pagamento: c. c. postale 950105; bonifico bancario sul conto n. 12601 Istituto Bancario S. Paolo; Carta di Credito telefonando al numero 011-56.381 oppure collegandosi al sito www.lastampashop.it; presso gli sportelli del Salone La Stampa, via Monte di Piet 2, Torino. INFORMAZIONI Servizio Abbonati tel. 011 56381; fax 011 5627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it

CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITA PUBLIKOMPASS SPA. Direzione: Milano 20146 via Winckelmann 1, tel. 02 24424.611, fax 02 24424.490. Torino 10126 via Marenco 32, tel. 011 6665.211, fax 011 6665.300. Bari via Amendola 166/5, tel. 080 5485111. Bologna via Parmeggiani 8, tel. 051 6494626. Albignasego (Padova) via Strada Battaglia 71/B, tel. 049 8734711. Catania corso Sicilia 37/43, tel. 095 7306311. Firenze via Turchia 9, tel. 055 6821553. Palermo via Lincoln 19, tel. 091 6235100. Roma via C. Beccaria 16, tel. 06 69548111, fax 06 69548245. Napoli via dellIncoronata 20/27, tel. 081 4201411. Messina via Uberto Bonino 15/c, tel. 090 6508411. DISTRIBUZIONE ITALIA TO-DIS S.r.l. via Marenco 32, 10126 Torino. Telefono 011 670161, fax 011 6701680.

In edicola con La Stampa


MANGIARE PIEMONTESE E 6 uscita: ricettario + DVD D A A TAVOLA IN COMPAGNIA o dalla bagna caoda al gran bollito misto GIORGIO GABER Io mi chiamo G 6 uscita DOPPIO CD + Guida all ascolto POLLI D ALLEVAMENTO 12,90 IN PI Dal 2 novembre e LA GRANDE E PASTICCERIA DAUTORE E 2 uscita a DOLCI AL CUCCHIAIO O 12,90 IN PI

Dal 3 novembre LA SECONDA GUERRA MONDIALE 10 DVD LE RESISTENZE AL NAZIFASCISMO (1) 9,99 IN PI

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Lettere e Commenti 33

LUCA RICOLFI
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

ritte molto generiche anche quelle, ma apparentemente concordi. Ma era un bluff: non appena il governo, incalzato dallEuropa, ha timidamente manifestato lintenzione di agire su alcuni di quegli stessi nodi che le parti sociali avevano imprudentemente evocato - modernizzare il sistema di Welfare, liberalizzazioni, mercato del lavoro - sono esplosi i conflitti sia fra le parti sociali sia dentro lopposizione. Sulla ancora vaga idea di ritoccare le regole del mercato del lavoro sindacati e Confindustria si sono ritrovati immediatamente su sponde opposte, con la Marcegaglia (presidente di Confindustria) che approva le intenzioni del governo e la Camusso (segretario della Cgil) che annuncia uno sciopero prima ancora di conoscere il contenuto delle norme che il governo si appresterebbe a varare. Per non parlare del tema delle pensioni, che non ha scatenato un putiferio solo perch la Lega si incaricata di bloccare tutto, mostrandosi in questo assai pi capace di tutelare gli interessi dei gi garantiti di quanto ormai lo siano i sindacati confederali e i Cobas. Quanto allopposizione, lo spettacolo che sta dando in questi giorni desolante, almeno per chi si augurerebbe che prima della fine del terzo millennio - si trovasse una qualche alternativa al governo Berlusconi. Sia le misure sulle pensioni di anzianit, sia le timidissime proposte per rendere pi flessibile il mercato del lavoro, spaccano inesorabilmente la sinistra in due blocchi: una maggioranza conservatrice che si oppone a qualsiasi ridimensionamento dei diritti acquisiti, e una minoranza modernizzatrice che quando va bene si prende solo gli insulti dei benpensanti del Pd (vedi il trattamento riservato al sindaco di Firenze Matteo Renzi, subito bollato come uomo di destra), e quando va male deve girare con la scorta, come continua purtroppo a succedere ai giuslavoristi che si occupano di mercato del lavoro da posizioni riformiste. Ecco perch dicevo, allinizio, che la lettera di Berlusconi allEuropa stata, per certi versi, un fatto positivo. Positivo perch chiarificatore, come una cartina di tornasole. Quella lettera ha chiarito, per chi coltivasse ancora qualche timida speranza, che il governo non in grado di assumere impegni precisi n di varare misure coraggiose. Che le parti sociali, appena si scende nei dettagli, sono divise. E che lopposizione, se mai andasse al governo, varerebbe misure ancora meno incisive di quelle gi blande dellattuale governo, oppure sarebbe paralizzata dai litigi interni, come ai tempi dellultimo esecutivo Prodi (2006-2008). E allora diciamolo con chiarezza: il governo uscito rafforzato dalle vicende della scorsa settimana, e probabilmente anche da quelle dellultimo mese. Perch pi diventa evidente che il governo non allaltezza della situazione, pi diventa evidente che non lo neppure lopposizione, e che la concordia fra le parti sociali solo di matrice assistenziale. Il nucleo forte del documento comune il consueto ritornello delle misure per la crescita, ma la sostanza di tali misure invariabilmente si rivela essere la richiesta di pi risorse pubbliche: pagamenti pi veloci, sblocco

UN EDONISMO HIGH-TECH MA SOCIALE


MASSIMILIANO PANARARI ecchie idee anni Ottanta: cos Pierluigi Bersani ha liquidato i cento punti usciti dal Big Bang di Matteo Renzi. Ma proprio cos? A dominare quel decennio, amato o detestato senza vie di mezzo, sono stati lindividualismo, il decisionismo in politica (incarnato da Bettino Craxi), il culto del corpo e della forma fisica e la rinnovata centralit del mercato, mentre prendeva forma lineludibile egemonia della comunicazione (allepoca principalmente televisiva). Una parte di quelleredit risulta certamente ben presente nel background personale di Renzi, figlio innanzitutto anagrafico di quel decennio, cresciuto a pane e tv (e concorrente, nel 1994, quando aveva diciannove anni, del quiz di Mike Bongiorno la Ruota della Fortuna). E, si sa, limmaginario dellItalia che archiviava faticosamente i tremendi anni di piombo stato ridefinito in maniera significativa dai programmi delle tv commerciali. Al tempo stesso, per, il Bildungsroman renziano ha visto linnesto di massicce dosi di scoutismo e cattolicesimo fiorentino (a Giorgio La Pira dedic la tesi di laurea), di sicuro scarsamente compatibili con la way of life paninara e discotecara e con lidolatria per le ragazze fast food, su cui si fondata la declinazione nazionale (e berlusconiana) delledonismo reaganiano. Significativa parrebbe, invece, seppur mediata attraverso i suoi discepoli Tony Blair e David Cameron, linfluenza dellaltra grande protagonista politica di quel decennio, la Lady di ferro: il cuore del post-thatcheriano sindaco di Firenze batte forte per liberalizzazioni e privatizzazioni, senza preoccuparsi di mandarle a dire al sindacato, e, per, al tempo stesso, esalta la big society, il terzo settore e lassociazionismo allinsegna di una visione che il politologo americano Robert Dahl o, per rimanere a casa nostra, il vescovo di Terni Vincenzo Paglia, chiamerebbero poliarchica (e che del decennio dellindividualismo selvaggio diffida intensamente). Marcatamente post-ideologico e bipolarista, il leader Pd antidinosauri ha lanciato dalla kermesse della Leopolda pillole e clip di una piattaforma riformista che vuole parlare in maniera trasversale rispetto agli schieramenti e che del decennio della caduta del Muro di Berlino e della fine della Storia riprende con forza lintuizione del tramonto delle ideologie. Ma se deve guardare a unesperienza pilota, come evidenziava ieri su queste pagine Jacopo Iacoboni, sceglie il modello Torino (espressione di una sensibilit di sinistra tutta sabauda che oltrepassa la rigida contrapposizione tra progressismo liberal e radicale), distante anni luce da quella Milano da bere dove gli anni Ottanta avevano trovato la propria citt ideale. Il desiderio di serenit e di godersi la vita privata, che aveva connotato lepoca del riflusso, dopo la fase del tutto politica, invece, era ben rappresentato dalle location e dal palco in stile focolare domestico della Leopolda, tra frigorifero e fiori. E dallirresistibile trionfo della rivoluzione informatica, affermatasi lalba nellAmerica reaganiana, viene la smodata passione per le ultime novit high tech della generazione dei barbari renziani (come direbbe Baricco, loro supporter). Che anche, per, lidea di un wiki-Pd e unopportunit autentica di partecipazione - certo liquida, fatta a colpi di stati di Facebook e cinguettii Twitter - per nulla anni Ottanta, allorch dominava lIo assoluto (oltre a costituire la dimostrazione del fatto che si pu rompere il monopolio delle-politica finora detenuto, in maniera quasi incontrastata, dai grillini). E la parola giustizia sociale pronunciata a pi riprese in questa due giorni sullArno lantitesi semiologica (e politica) di quellegoismo e darwinismo sociale di cui il decennio neoliberista aveva fatto il proprio manifesto. Insomma, un pizzico (o forse pi) di anni Ottanta in questo Big Bang c di sicuro, ma anche parecchio ossigeno e una bella boccata daria per il nostro sistema Paese bisognoso di modernizzazione.

Illustrazione di Gianni Chiostri

RIFORME LOPPOSIZIONE UN BLUFF


di stanziamenti gi deliberati, fondi per il mezzogiorno, sostegno ai processi di ricerca e di innovazione. Tutte richieste giustissime, che tuttavia non si accompagnano mai ad una vera, concreta, disponibilit a fare la propria parte, al di l del retorico appello al senso di responsabilit di tutti. Provate a leggerlo, il documento del 4 agosto sottoscritto dalle parti sociali: non vi troverete una sola parola sulle pensioni di anzianit, sui licenziamenti, sul precariato giovanile, sulla pioggia di incentivi di cui beneficiano le imprese. Tutte materie su cui si preferisce tacere, perch parlarne significherebbe assumersi delle responsabilit per davvero, e non solo a parole. E a proposito di parole, mi vengono in mente quelle famose del presidente John Fitzgerald Kennedy nel 1961: Non chiederti che cosa il tuo Paese pu fare per te, chiediti che cosa puoi fare tu per il tuo Paese. Ecco, forse proprio questo che manca allItalia, e non solo al suo sciagurato governo: la consapevolezza che per chiedere bisogna anche dare, per costruire bisogna anche rischiare, e che troppo facile fare fronte comune limitandosi a sommare le rispettive rivendicazioni. No, finch parleremo solo di quello che siamo intenzionati a pretendere, omettendo di dire quali rinunce siamo disposti a fare, non ne verremo mai fuori. N con questo governo, n con qualsiasi altro.

Accetto, e il pc ti spiana la strada


MARCO BELPOLITI

- la V svolazzante -, non puoi andare avanti. In realt, davanti a noi, compaiono schermate e schermate di condizioni scritte in caratteri minuti, come il bugiardino di un farmaco, da leggere, ma che

Minima

uante volte lo facciamo in una settimana o in un mese? Quante volte, quando compare quella parola, la mano scivola sul mouse e... clic? Non neppure necessario essere dei webnauti, dei navigatori esperti, basta solo possedere un computer, un cellulare, un iPad, uno smartphone, uno qualsiasi degli strumenti elettronici oggi imprescindibili, per arrivare davanti alla parola magica: ACCETTO. Per poter iscriversi a una mailing list, per avere accesso a negozi on line, per proseguire nelluso di una nuova application, anche gratis, per compiere una qualsiasi operazione, se non clicchi su quella parola, o apponi la tua spunta elettronica

neppure il pi volenteroso e specioso avvocato avrebbe voglia di controllare. Che le scrivano proprio per questo, per fiaccare anche la minima volont dinformarsi? Possibile. Accettiamo senza opporre nulla, del resto come potremmo? Tanto, pensiamo, non possiamo farci niente. Questa la precondizione per poter usufruire di un servizio che riteniamo in quel momento indispensabile. E poi, aggiungiamo mentalmente, cosa potr mai succederci? Cos fan tutti! ACCETTO un cancello che si spalanca immediatamente, e die-

tro c il Paradiso terrestre dei nostri attuali desiderata; non il frutto della conoscenza dallalbero del bene e del male, ma solo piccoli morsi di unaltra mela: Apple. Nella lingua italiana c il verbo accettare, che viene dal Padre Dante e indica latto di ricevere di buon grado quello che ci viene offerto; nel corso dei secoli diventa una formula con un pretto significato legale, dopo averne avuto uno religioso, ovvero entrare in un ordine e assumerne la regola. Nel 1555 accetto indica la manifestazione del proprio consenso alla costituzione, modificazione o estinzione di rapporti giuridici. Per Benedetto Croce accettare significa acconsentimento, rassegnazione al destino. Ancora una volta un filosofo a indicarci la strada. Quando clicco su ACCETTO sono rassegnato al mio destino, almeno a quello informatico. Post Scriptum. Nella lingua italiana c anche la parola accetta che indica la terza persona singolare dellindicativo presente e la seconda dellimperativo presente, ma anche un noto arnese da taglio. A buon intenditor poche parole, dice il proverbio.

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 34

www.simplymarket.it

Vedi doppio? Prendi doppio. Uno lo paghi, uno gratis.

GRATIS

Prodotti per farsi dire

Solo nei nostri supermercati Simply, Ipersimply, Punto e Sma. Non perdere questa occasione, metti pi s nella tua spesa.

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

35

King Kong si d alla lirica


Classico film degli Anni 30, il King Kong di Merian C. Cooper e Ernest B. Schoedsack diventa unopera lirica. Musicata da Fabrizio De Rossi Re su libretto di Luis Gabriel Santiago e commissionata appositamente per il Festival OperaInCanto di Terni, lopera verr presentata in anteprima assoluta il 9 novembre al Teatro Secci della citt umbra. In questa favola, rovesciata rispetto al film, la donna (Viola Ann Darrow) che fugge dal mondo civile per cercare lamore su unisola.

CULTURA SPETTACOLI

&
Nel sonno sento una voce

Roman Vlad nato a Cernauti, allora in Romania, oggi in Ucraina con il nome di Cernivci, il 29 dicembre 1919. Fugg in Italia dopo larrivo dellArmata Rossa nel giugno 1941. stato tra laltro direttore artistico della Scala e dellOrchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino

Intervista

,,
SANDRO CAPPELLETTO ROMA volte, come leggere una sceneggiatura: lesercito romeno che si ritira, quello russo che avanza, ma riuscii a trovare un cavallo e una carrozza sulla quale caricai i miei genitori, mia sorella e la vecchia nonna materna e prima di abbandonare la grande casa avita vi entrai per lultima volta e suonai sul mio pianoforte un Preludio di Chopin. Regione della Bucovina, nel Sud della Romania, giugno 1941. Roman Vlad e la famiglia riescono a mettersi in salvo. Lui raggiunger lItalia e sar per sempre. Il maestro Vlad, che oggi ha 92 anni - La testa funziona bene, la carrozzeria meno, continuo a scrivere musica ogni giorno -, si finalmente deciso a raccontare la propria rarissima vita. Con laiuto di due musicisti e amici, Vittorio Bonolis e Silvia Cappellini, ha scritto Vivere la musica. Un racconto autobiografico, in uscita per Einaudi. Persone, luoghi, fatti, giudizi, vicende private e pubbliche: il libro (pp. 229, 14) un atlante del nostro tempo culturale e politico. La dedica alla moglie, larcheologa Licia Borrelli, che illumina la mia vita.

Ero al Cairo. Nel sonno sento una voce che mi parla in tedesco antico e mi dice in quale passaggio della Messa in si minore nascosto il nome BACH...

Faccio cose, vedo Bach


A 92 anni Roman Vlad racconta in un libro la sua vita straordinaria Dalla Romania allItalia, inseguito dalla musica anche quando dorme
Lei scrive: Sono religioso, ma non ho la fede. Pu spiegarsi?

blime. Lo conduce in Paradiso.


Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Leonard Bernstein: i tre direttori che ricorda con maggior affetto. Verso i colleghi sempre piuttosto generoso. Gli uomini politici le piacciono meno?

Maestro, lei parlava molte lingue, aveva disponibilit, perch ha scelto lItalia?

stato spontaneo, come fosse prestabilito. LItalia era e resta per me il Paese della cultura. Ho viaggiato molto, nessunaltra nazione ha altrettanta sostanza artistica. Anche se spesso viene celata dalla volgarit, dal degrado. Il raggio del banale si sta allargando. Bisogna reagire.
Lei arriva, per studiare ingegneria e musica, durante gli anni del fascismo. Nel libro sostiene che la libert di espressione per gli artisti era comunque garantita.

Mio padre era ortodosso, mia madre cattolica e mi ha educato lei. Amo la figura e le parole di Ges Cristo. Ma non posso dire, come Pascal: Dio, tu mi cerchi, dunque mi hai trovato. Magari potessi. Studiando ingegneria e matematica mi sono reso conto, soprattutto, dei limiti delluomo. Il nostro pianeta, luniverso intero, sono inspiegabili.
Ha cominciato a mettere le dita su un pianoforte prima di imparare a leggere e scrivere. Ha composto il suo primo pezzo a 4 anni, ancora oggi la musica non labbandona mai, nemmeno quando dorme. Davvero Bach le appare in sogno?

Bill Clinton suona il sassofono e ha mostrato molta attenzione per i problemi degli artisti e del diritto dautore. Edward Heath, ex primo ministro

inglese, venne a Firenze tentando di portare via Muti dal Maggio Musicale e farlo trasferire a Londra. Sono episodi che fanno la differenza. Da noi ci sono solo delle eccezioni, come i Presidenti Ciampi e Napolitano, frequentatori assidui di concerti. Non voglio nemmeno parlare di quel ministro che ha detto con la cultura non si mangia: forse intendeva scherzare, ma le conseguenze sono state gravi.

Molti sono stati i suoi incarichi: direttore artistico di tante istituzioni, compresi il Teatro alla Scala e lOrchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, presidente della Siae, ancora oggi presidente onorario dellAccademia Filarmonica Romana. Il grande pubblico televisivo la conosce soprattutto per la serie di concerti dedicati ad Arturo Benedetti Michelangeli, di cui ha curato le introduzioni. Come reag Michelangeli?

Grazie a Giuseppe Bottai, ministro dellEducazione Ero al Cairo. Nel Nazionale, si poteIL PAESE DELLA CULTURA sonno, sento una vova fare in Italia mi parla in Nessunaltra nazione ha ce cheantico e mi tequello che in Gerdesco dialtrettanta sostanza artistica ce in quale passagmania e Russia era proibito. Tra Spesso celata dalla volgarit gio della viola nella gli artisti cerano i Messa in si minore fascisti onesti, come Goffredo Pe- nascosto il nome BACH, quattro lettetrassi, al quale devo molto. E altri di- re che nella notazione anglosassone ciamo disonesti, che poi vorranno corrispondono a quattro note. Annoto negare di essere stati fascisti, come tutto, controllo ed proprio cos. AnLuigi Dallapiccola, che rimane co- che linizio della Messa che ho appena munque un grande compositore. Ca- terminato, lho sentito sognando. sella non era fascista, ma naturalStravinskij e Schoenberg, i dioscumente per poter lavorare ha dovuto ri del pensiero musicale del Novepagare i suoi prezzi. cento. Lei su Stravinskij ha scritto
Lartista, la sua libert, la sua verit: accenna spesso a questo triangolo. A che conclusione giunto? un libro importante. Sceglie lui?

Registrai tutte le puntate in un unico fortunato pomeriggio, senza mai sbagliare una frase o una nota al pianoforte. Da Michelangeli nessuna reazione, mai. Anni dopo, leggendo il libro della vedova, scopro che guardaI PREFERITI

Verdi o Wagner, Stravinskij o Schnberg: non scelgo, di fronte ai titani, puoi solo amarli
va quei programmi spesso, seduto in poltrona. E si commuoveva, dicendo che lo avevo capito alla perfezione. Era un uomo di infinito pudore. Oltre la vetrata della bella casa alta nel cuore di Roma, il sole e il cielo al tramonto stanno facendo il loro spettacolo. Brindiamo alla musica con un gin tonic molto carico.
Maestro, ma quel pianoforte su cui ha suonato il Preludio di Chopin nel 1941, lha mai cercato, ritrovato?

Lunica verit possibile per lartista ladeguamento delloggetto che lui crea alla sua realt interiore. Una verit soggettiva, che inverte la verit oggettiva inseguita da Tommaso dAquino.

Scelgo Verdi e scelgo Wagner, amo Stravinskij e amo Schoenberg. Quando sei di fronte ai titani, puoi solo amarli, perch scegliere, cio escludere? Certo, di Stravinskij sono stato anche amico. Oggi, continua a emozionarmi Mahler: lui non banalizza il sublime, porta il banale della vita al su-

Poco tempo fa un giovane studente di musica romeno mi ha scritto che ce lha lui, sicuro, proprio quello. Misteriosi, affascinanti giri della vita.

36

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

INAUGURAZIONI

PERSONALI

FIERE

Il Museo dell800 a Milano


Gioved con una notte dedicata allarte si festeggia a Milano in piazza della Scala lapertura del nuovo museo dedicato all800, promosso da Intesa Sanpaolo

Gilbert & George a Torino


Alla Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli di Torino si inaugura sabato la mostra The Urethra postcard art of Gilbert & George

Artissima, The Others & C


Si inaugurano, gioved a Torino, Artissima la fiera internazionale darte contemporanea (allOval) e la neonata The Others (alle Nuove)

Torino

MARCO VALLORA eriodo di grande, frenetico intensificarsi d'occasioni espositive e d'iniziative critiche, sopra Giorgio Vasari, nel quadro del 500 anniversario della nascita. Mentre la Cassa di Risparmio di Firenze, che ha contribuito anche al felice restauro della casa del pittore in Borgo di Santa Croce, ha appena aperto una concentratissima mostra dedicata ai quattro ottagoni allegorici, che probabilmente rivestivano il soffitto del rifiorito salotto della casa di Fiorenza, in cui Vasari si celebra, attraverso il mito greco della nascita della pittura, s'intensificano i cicli di prestigiose conferenze, al Kunsthistoriches di Firenze (Lina Bolzoni, Sara Mamone, Massimo Firpo) mentre a quelle del Louvre interverr una nostra esperta delle Vite, quale Silvia Ginzburg. Tipicamente italiana la gaffe campanilistica, dindire due convegni internazionali, esattamente nello stesso giorno. A Firenze (trattando so-

Transafricana la nuova avventura di Bonito Oliva


GUIDO CURTO TORINO

GIORGIO VASARI

ante alte sculture di terracotta rossastra si ergono una accanto allaltra creando una sorta dinstallazione ambientale. Osservandole da vicino scopriamo che quelle statue antropomorfe sono un groviglio di corpi, dove sotto la testa di un adulto, un padre o una madre, spuntano volti di bambini e le membra di una grande famiglia avvinta da quell'abbraccio plasmato nell'argilla dalla scultrice senegalese Seni Camara (nata nel 1945). Unartista straordinaria, che insieme ad altri sei autori africani stata selezionata da Achille Bonito Oliva per dar vita alla mostra Transafricana. Altre sculture di questo genere, vivacemente colorate, sono quelle intagliate nel legno da George Lilanga, che raffigura abbarbicati uno sullaltro strani esserini: negretti con gran-

Larchitetto del Principe un ragazzo di Vite


A 500 anni dalla nascita mostre, convegni ed eventi ricordano il maestro passato alla storia per le biografie degli artisti

Agli Uffizi si celebra il suo rapporto con la Firenze di Cosimo de Medici


prattutto delluomo poliedrico) e a Pistoia, toccando un argomento-chiave come quello dellarchitettura, spesso vilipeso, ed incentrato sugli interventi costruttivi dell'aretino (non furono pochi) fuori dArezzo e Firenze. Non un caso che, per esempio, quando Vasari, nelledizione seconda del 1568 delle Vite, che vanta dei frontespizi, in cui fioriscono anche le fisionomie incise degli artisti, decide di parlare di s (talvolta in terza persona, come Giulio Cesare) si cataloga come architetto. Nemmeno architetto-pittore, come per altri artefici, per esempio Giulio Romano. Ma solo architetto e questo deve far riflettere, come dimostra magnificamente la bellissima mostra Vasari, gli Uffizi, il duca, curata dalla specialista Clauda Conforti, che articola scenograficamente ed analizza capillarmente, quel suo

Sopra lautoritratto di Giorgio Vasari A destra la Fucina di Vulcano, realizzata dallartista nel 1564 e conservata nella Galleria degli Uffizi di Firenze. Sotto un modulo compositivo della facciata degli Uffizi, che Vasari disegno in qualit di architetto dei Medici

Uno smalto di Kivuthi Mbuno

Un particolare dalla Tentazione di San Gerolamo, un olio su tavola realizzato da Vasari nel 1541 e conservato alla Galleria Palatina di Firenze

di orecchie da topolino, piedi a tre dita e larghe bocche spalancate, ignudi o cinti solo in vita da un gonnellino. Lilanga (nato in Tanzania nel 1934 e morto nel 2005 a 77 anni) anche pittore: in mostra, infatti, troviamo una trentina dei suoi dipinti quelli che, si dice, ispirarono Keith Haring. chiaro a questo punto che ABO propone una sorta di transavanguardia africana attraverso questa pattuglia di autori, alcuni dei quali gi famosi, in particolare quelli scoperti dal curatore francese Jean-Hubert Martin in occasione della mostra Magiciens de la Terre al Pompidou nel 1989. In quella mostra cera ad esempio Esther Mahlangu, nata in Sud Africa nel 1935: dipinge prendendo spunto dalle decorazioni viste sui muri dei villaggi Ndebele. Altro artista di grande valore il keniota Kivuthi Mbuno (1947): sullo sfondo di surreali paesaggi rosa dipinge scene divertenti. A chiudere il percorso espositivo troviamo due autori pi giovani: il 54enne, della Tanzania, Mikidadi Bush, che dipinge quadri con mostri di gusto Naif e un po' New Age; e il 43enne keniota Peter Wanaju dalla pittura pi impegnata. Fino a ieri gli artisti di Transafricana sono stati protagonisti anche di una mmostra al Museo Magi di Pieve di Cento.
TRANSAFRICANA TORINO, FONDAZIONE 107, FINO AL 13 NOVEMBRE

aspetto spesso trascurato. Proprio dentro il cuore degli Uffizi, il luogo-chiave che Vasari progetta e realizza per Cosimo I, ma che lo stesso duca gli commissiona, secondo ferree esigenze. Insieme di gusto architettonico ma anche di ragioni politiche. Per cui, oltre ad opere scelte con grande motivazione e strategia esplicativa (dipinti e ritratti di personalit rilevanti, a lui vicine - amici e nemici, perch ne ebbe

molti - disegni e progetti di dettagli costruttivi, preziosi oggetti di corte e strumenti ingegneristici, di neo-edificazione rinascimentale) il luogo stesso delle sale degli Uffizi a parlare. Al punto che con una strategia intelligente, l'ultima stanza (prima di quella spettacolare delle Vite, in tutte le sue forme editoriali, con anche illuminanti maquettes tipografiche di assaggio) una sola lasciata sorprendentemente

vuota: perch sia l'austera pietra del Vasari-edificatore a cantare, solista. Quando lartista accetta questimponente commessa (non la vede nemmeno finita, dopo anni e anni di tormentata gestazione) ha gi lavorato come architetto per Cosimo, soprattutto a Palazzo Vecchio, residenza-simbolo della soffocata Repubblica, che cacci i Medici. E gli ha gi dimostrato la sua efficienza desperto artigiano e la

Peggy con un Bacon sopra il letto


Venezia
Alla Fondazione Guggenheim Temi e Variazioni
FIORELLA MINERVINO VENEZIA

i sono vari i modi per rivisitare una collezione pur famosa ed esplorata a fondo come la Guggenheim a Venezia. Il rientro definitivo di Luca Massimo Barbero in Laguna, dall' esperienza romana al MACRO, loccasione per uninedita, originale eplorazione dei capolavori conservati a Palazzo Venier dei Leoni: una galoppata fra

i maestri del XX secolo amati da Peggy, accanto a creazioni contemporanee, nel nome di incroci, rinvii, richiami, echi, contrasti, associazioni: un viaggio estetico ed emotivo sulla base di due punti centrali della ricerca, Scrittura e Spazio, cio segno e materia, in un logo fitto, continuo. questa la terza edizione di Temi & Variazioni (la felice formula ideata da Barbero nel 2002 ) che fronteggia otto sale a tema differente; dapprima La Scrittura, il segno indagato quale carattere tipografico: ecco allora la parola Lacerba, nome della famosa rivista fiorentina fondata nel 1913 da Papini e Soffici, comparire nello storico papier coll di Picasso del '14 Pipa, bicchiere e bottiglia, poi riaffiorare, minuscola, in un collage

di Carr, per alludere ad altre scritte significative, quelle di Agnetti Anni '70, i Dattilogrammi di Nannucci o le carte di Lawrence Weiner, datate 2006. Segue Geometrie e Composizioni, un invito a stimolare lo sguardo fra le severe composizioni di Mondrian, Albers, Vantangerloo e l'ironico, pulsante, mutevole spazio elastico di Gianni Colombo, l'acrilico rosso di Castellani, le strutture di Nigro. Procedendo via via ci si imbatte in atmosfere magiche come La foresta incantata di Pollock, dove per la prima volta l'artista us materiali industriali, a colloquio con il tessuto riccamente decorato, oro e nero, in realt dipinto a olio e smalto su tela, di Rudolf Stingel; altrove Bice Lazzari e Dadamaino offrono scritture complesse,

simboli misteriosi da riferire a Studio per scimpanz, il Bacon che Peggy conservava sopra il letto, e al magnifico, surreale Max Ernst del '33. Poi gli scritti metallici forati di Riccardo De Marchi, le metamorfosi spaziali di Ontani e la Monna Lisa di De Dominicis, 1980. La tappa successiva Pistoletto che per il suo specchio ha rinvenuto un precedente in una tempera di Sironi del 24, e un esegeta, per lavvio alla favola, in Flavio Favelli con il colorato e incorniciato Archivio (specchi), 2011. Limpresa di approdare al cosmo, a spazi siderei, comincia da Tamayo che ha catturato Corpi celesti nel 46, in gara con il mirabile Concetto Spaziale di Fontana, 1960, si imbatte nelle trame di Morrelet, per ritrovarsi fra le corde e i nodi della nebu-

Studio per Scimpanz di Bacon

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

37

CERAMICA

Leoni a Casa di Raffaello


Si apre oggi a Urbino nella Casa Natale di Raffaello una mostra dedicata ad Alfonso Leoni (Faenza 1941-1980) geniale ceramista e scultore

ARTE
Graffiti
ROCCO MOLITERNI

GeMiTo cerca partner


urante la recente presentazione dellalleanza tra Torino, Genova e Milano in campo culturale (si pu usare lacronimo GeMiTo?) si disquisito sulla differenza tra sponsor e partner. I primi mettevano solo i soldi, i secondi partecipano allelaborazione dei progetti. In tempi di vacche magre il problema pi urgente comunque trovare qualcuno che i soldi li cerchi. Ma gli enti locali in questo non sembrano attrezzati. Un esempio illuminante ( il caso di dirlo) viene da Luci dartista, iniziativa ormai non solo torinese. Costa intorno al mezzo milione di euro e questanno solo il contributo straordinario delle fondazioni bancarie ha permesso che non si spegnessero. Per le Luci dartista altro non sono, seppur sposate allarte contemporanea, che le luminarie natalizie. E queste in tutte le citt non amministrate dalla sinistra vengono pagate per lo pi dai commercianti, che ne traggono vantaggi per lo shopping. Peraltro se si divide la cifra totale per il numero di negozi interessati alla manifestazione, si arriva a poche centinaia di euro. Forse se qualcuno li avesse chiesti non si sarebbe sentito dire di no. E si sarebbero potuti utilizzare 500 mila euro o parte di essi per altri progetti culturali (difficile su questo punto dar torto allassessore regionale Coppola). Sperimentando una sponsorizzazione o partnership a rete si sarebbe evitata anche la dipendenza eccessiva dalle fondazioni bancarie che a volte genera non mostre ma mostri. Come il caso Ogr a Torino. Qui la Fondazione Crt dovrebbe varare un progetto da 150 milioni di euro ma sembra disinteressarsi delle reali esigenze della citt. A Torino pi utile un non meglio definito polo della contemporaneit, vietato allattivit espositiva, oppure uno spazio (stile Hamburger Bahnhof di Berlino) dove far vedere le opere darte della Gam acquisite paradossalmente con i soldi della stessa Crt? Per fortuna non esiste solo il modello CrtOgr: nel cuore di Milano accanto alla Scala proprio in settimana, grazie al Progetto Cultura di Intesa San Paolo, voluto da Giovanni Bazoli, si apre il Museo dell800 con i capolavori delle collezioni di propriet della banca. Il punto per non sono le fondazioni bancarie ma gli amministratori locali: sta a loro stabilire le strategie e le politiche culturali. Se rinunciano a questo ruolo GeMiTo, con o senza partner, rimane solo un lamento.

Cristo portato al sepolcro, 1532, dal Museo di Casa Vasari ad Arezzo

1540, a Roma, in ambito farnesiano) e che doveva dedicare al Papa, ma s' reso conto che Roma non paga e torna cos nella Firenze, finalmente placata dal diciassettenne Cosimo, ch stato posizionato, dagli intriganti notabili patrizi, al potere di famiglia. Presunto-fantoccio manipolabile, che parrebbe amare solo la caccia e le battaglie. Invece si rivela uomo darme abilissimo (assedi di Siena, di Pisa, celebratissimi negli affreschi, con per mira l'intiera

Ad Arezzo, sua citt natale, si ripercorre lattivit di pittore e disegnatore


sua invidiabile capacit di far presto. Ha distrutto l'ombra del precedente architetto-faccendiere, che lo boicottava, come l'ex precettore di Cosimo. Ha abbondantemente cancellato le vetuste strutture dell'originario palazzo democratico (aule nane, le chiamava con disprezzo) e reinventato quel trionfo cortigiano e status symbol, ch il Salone dei Cinquecento, ove non domina pi la voce del Parlamento repubbblicano ma il trono del Granduca. E qui ha convocato tutti gli artisti della Bella Maniera, per dipingere sommariamente, ma fattivamente, chilometri di pittura encomiastica di Cosimo, orfano del capitano di ventura Giovanni delle Bande Nere che per si ritrova cos una progenie mitologica davvero insospettata. Alla fin fine proprio laspetto di pittore a risultare il pi discutibile, come certifica anche la mostra di Arezzo, pi fiacca. Lui comunque continua a dipingere freneticamente, ma simpegna anche come coordinatore d'interni, solleva vertiginosamente le quote dei saloni, con invenzioni di capriate-tiranti degne d'un vero ingegnere, e deve chiedere lappoggio dellamico Michelangelo, per rassicurare il terrorizzato Cosimo. N dimentica di rivedere e riscrivere le Vite (che ha iniziato intorno al Toscana, tra porti e fortificazioni) ed anche solido uomo di cultura, che ha compreso (in anni in cui lodiato Benedetto Varchi vara linchiesta sul primato delle arti) che pi di altre, larchitettura pu avere, su tutte, un'incredibile presa: d'emblema-simbolo e di grandeur politica. Attenzione, nonostante sia difficilissimo far mostre avvincenti sul tema magro dellarchitettura, la mo-

stra illumina bene come gli Uffizi non nascano quale museo (questa sar idea geniale del figlio di Cosimo, Francesco, che odia il vecchio Vasari e lo umilia, perch non funziona pi come lentigrado direttore dei lavori di palazzo. E decide di passare dal suo studiolo alchemico all'idea democratica di un museon, ove svelare le ricchezze della collezione medicea). Nascono invece come sede concentrata di tutte le Magistrature (non soltanto giudiziarie) in un unico palazzo, sorvegliato. Come del resto quellincredibile progetto di controllo dallalto e di garanzia di spostamenti protetti della corte, che il serpentino corridoio, che parte da Palazzo Vecchio, attraversa gli Uffici, sbuca sull'Arno, passa sopra Ponte Vecchio ed arriva sino a Pitti. E che, non a caso, porta il nome onorifico, e riconoscente, di Corridoio Vasariano.
OMAGGIO A VASARI FIRENZE. ENTE CASSA DI RISPARMIO FINO AL 30 NOVEMBRE VASARI, GLI UFFIZI, IL DUCA FIRENZE. UFFIZI FINO ALL8 GENNAIO VASARI DISEGNATORE E PITTORE AREZZO. GALLERIA COMUNALE FINO ALL11 DICEMBRE

losa cara a Arthur Duff, 2003. Di rilettura in rilettura fra generazioni diverse e ricomposte, questa importante mostra d vita e fiato a soprese, ritrovamenti, a legami inediti, rapporti segreti e riallacciati nel tempo, fino a raggiungere la pittura scrittura, un grafia come segno pittorico, di Gastone Novelli (1925-68) celebrato in una suggestiva personale per lo speciale legame con Venezia. Vediamo sia le otto grandi tele rigirate per protesta alla Biennale 68, sia i taccuini dai preziosi disegni per rievocare la citt, e ancora altri dipinti e schizzi, alcuni inediti, incroci di parole e segni, infine i bozzetti per la rivista I viaggi di Brek, edita con Alfieri nel 1967. questo lepisodio conclusivo di questa poderosa, vibrante rassegna.
TEMI & VARIAZIONI SCRITTURA E SPAZIO. GASTONE NOVELLI E VENEZIA VENEZIA, COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM, FINO ALL'1 GENNAIO

Poesie di catrame i lavori di Stoisa


Torino
A Palazzo Chiablese le installazioni dedicate a Gea
FRANCESCO POLI TORINO

el suo insieme, lesposizione di Luigi Stoisa allestita a Palazzo Chiablese (dove in passato cera il vecchio Museo del Cinema) si presenta come una sorta di grande partitura compositiva che, attraverso una serie di dipinti, alcune grandi installazioni e una monumentale scultura, mette in scena visioni di

dinamica processualit, incentrate su temi legati alla vita, alla morte, e allidentit individuale e collettiva delluomo. A dare la tonalit di fondo, con drammatiche valenze espressive e metaforiche, la dominante presenza (densa e fluida allo stesso tempo) del catrame, materiale usato dallartista fin dai suoi inizi negli Anni 80, per la sua energia organica primaria, e per la sua propriet di assorbire progressivamente nel buio i colori della pittura. Allingresso collocata una grande tela piena di figure che funziona anche come schermo su cui proiettato un video che mostra il pittore che sta dipingendo proprio quel quadro. E dopo questa narcisistica intro-

Uninstallazione di Stoisa

duzione autoreferenziale, ci troviamo davanti allinstallazione pi intensa e spettacolare. un grosso bidone per terra da cui uscita fuori una colata di catrame che forma un grande pozzanghera nera fino al muro dove, quasi senza soluzioni di continuit, emerge dal bianco una folla di agitati per-

sonaggi nudi, una sorta di bizzarro giudizio universale. Nella sala successiva, a sorpresa, vediamo che la stessa colata di catrame continua per accogliere sulla sua superficie limmagine melanconica del volto di Narciso (da Caravaggio). E poi, dopo alcuni bituminosi dipinti di figure e battaglie (per lesistenza), ecco altre due installazioni per cos dire abitative: la prima, in un angolo di una stanza, un ingigantimento di un nido di rondini, fatto di terra e paglia; e la seconda un gruppo di alte strutture metalliche coniche a spirale che proiettano le loro ombre (grafiche) sulle pareti. Il percorso espositivo si conclude nel cortile del palazzo, con un imponente bronzo su una base di ferro. la figura mitica di Gea, semisdraiata e impregnata anchessa di nero catrame, nel suo interno visibile.
LUIGI STOISA. GEA TORINO, PALAZZO CHIABLESE FINO AL 29 NOVEMBRE

38 Spettacoli

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

TEATRO e DANZA
Vita e destino al Paolo Grassi di Milano

PESSIMO * MODESTO ** *** DISCRETO **** BUONO ***** OTTIMO

I lager non hanno patria parola di un ebreo russo


MASOLINO DAMICO

Bread & Puppet

Il buon soldato Manning pu attendere


OSVALDO GUERRIERI rutto affare la nostalgia. Il Bread& Puppet era un lampo doro conficcato nella memoria di tanti. Negli Anni 70 era lAmerica della beat revolution, era lurlo pacifista, era la semplicit rurale in urto con il bank system dello Zio Sam, era lallegria dei pupazzoni giganteschi e ipercolorati con cui Peter Schumann e i suoi seguaci battevano le piazze della contestazione e dellutopia. Era la giovinezza. Sono passati trentanni e pi. Schumann tornato, ma non sono tornati n il clima, n larte e neppure il Bread&Puppet. Che cosera quel pugno duomini e donne che al Carignano rappresentava in esclusiva nazionale Man of Flesh & Cardboard (Uomo di carne e di cartone)? Nellimpegno ideologico i volenterosi guidati dal cantastorie Schumann si agganciavano allo spirito di allora, ma nei fatti... Lo spettacolo una difesa del buon soldato Manning. Nel 2007 il marine assistette a una strage di civili in Iraq. Raccont tutto e non la pass liscia. Imprigionato in un carcere che chiunque definirebbe

scito postumo (lautore mor nel 1964), Vita e destino dellebreo russo Vasilij Grossman , non meno del Gattopardo e del Dottor Zhivago, uno dei fondamentali romanzi di riflessione sulla genesi della societ moderna. Malgrado i ventidue magnifici attori del Malij Drama Teatr, nelle tre ore del suo generoso adattamento Lev Dodin costretto a rinunciare a molti personaggi e situazioni, e soprattutto alle amare meditazioni dellautore, per esempio sulla natura della rassegnazione con cui nei regimi totali-

tari le masse chinano il capo. Ma anche se forse ci vorrebbe un palcoscenico un po pi ampio di quello del Paolo Grassi, trasmette il senso di unumanit schiacciata da forze orrende; e facendo agire alternativamente due gruppi di detenuti, sottolinea lequiparazione tra i lager nazisti e quelli di Stalin. Con lintroduzione e poi laccompagnamento della lettera mai spedita dellanziana oculista che ha scoperto di essere ebrea quando stata prelevata, internata e improvvisamente ostracizzata dai vicini di casa, lazione si svolge dentro una scena sciatta, ingombra di mobili che creano un paio di ambienti e attraversata da una lunga rete da pallavolo dietro la quale c buio e ogni tanto ne-

vica. Tra altre, hanno particolare rilievo le vicende delleroe di Stalingrado poi arrestato per una disobbedienza che ha salvato molte vite, e del fisico Strum che dopo avere sfidato le autorit ed essere stato perdonato in quanto indispensabile, compie un atto di vigliaccheria morale. Salvare un minimo di decenza sembra impossibile. Per qualche segnale - sporadici comportamenti individuali; la luminosa ancorch sommessa bellezza e dignit delle donne; il fatto stesso che si parli di queste cose - tiene viva, in un mondo chiuso dove le forze del male sembrano inarrestabili, un po di speranza.
Al Paolo Grassi di Milano

*****

Una scena di Vita e destino opera postuma di Vasilij Grossman

Festival Aperto

Le fanciulle surreali di Shen Wei


SERGIO TROMBETTA

ettere in danza le fanciulle sirena del pittore belga Paul Delvaux pu risultare una operazione molto kitsch. La pittura stessa di Delvaux borderline. Ma Shen Wei non corre questo pericolo. Il coreografo cino-americano (l'Italia lo scopriva nel 2004 alla Biennale di Venezia) dall' Oriente ha ereditato l'amore per la lentezza, per la pittura visiva, il gusto calligrafico. Cos il suo Near the Terrace, in prima italiana al Festival Aperto, ci presenta una scena cosparsa di piante grasse come agavi, una ripida scalinata sullo sfondo e le sue creature poetiche, coperte di biacca, lunghi stracci stretti sui fianchi, che si muovono con ventre e busto protesi in avanti, spalle e braccia tenute indietro come capitava nel memorabile brano Folding E la musica tanto abusata in danza di Arvo Part qui ci sta benissimo. Il risultato una atmosfera a met strada fra surrealismo e vuoti spazi metafisici alla De Chirico. Dove evolvono i 13 danzatori della Shen Wei Dance Arts con una danza controllatissima. Il secondo brano 0-11, ci catapulta in unatmosfera, pi occidentale, un assolo per Sara Procopio, ballerina storica della compagnia, in chiave body painting. Un altro salto di stile per Re-(Part III) su musica di David Lang. Qui la compagnia usata per una danza allunisono quasi militaresca, per trasmettere il senso di una societ di massa come quella cinese. Il brano infatti trae ispirazione da un viaggio del coreografo in quella Cina che aveva lasciato nel 1995 e che nel 2008 lo ha inviato a coreografare l'apertura delle Olimpiadi.
Reggio Emilia, Teatro Valli

Maschere Bread&Puppet

disumano, fu poi trasferito in un luogo un po meno crudele. Sulla sua testa pende una condanna a morte. Schumann, entrando con il suo spettacolo in un movimento pro Manning, spera che il processo al marine sia celebrato da una Corte civile e non militare. Ecco perch raccoglie fondi. Ecco perch vende il famoso pane che la compagnia fa con le proprie mani da sempre. Niente da obiettare su uniniziativa cos nobile. Ci mancherebbe. Lobiezione semmai unaltra. E cio che Man of Flesh non sembra lo strumento giusto per combattere questa causa. E grigio, luttuoso, deprimente. E diviso in due parti che non comunicano fra loro. La prima una pantomima stragista priva di guizzi, la seconda un melodramma carcerario cantato bene ma teatralmente pasticciato. Oltre che deluso, lo spettatore pi o meno nostalgico esce dalla sala e cerca di svignarsela al pi presto. Il buon soldato Manning pu attendere.
Torino, Prospettiva 150

****

**

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Spettacoli 39

Rampling e Rush grandi attori per piccoli film

Festival di Roma
Tutto sul Festival su:
www.lastampa.it/filmroma2011

ALESSANDRA LEVANTESI KEZICH

il caso
FULVIA CAPRARA ROMA

a fabbrica sullorlo del disastro, la banca che nega il prestito, i pescecani che sentono odore di sangue e girano intorno alla preda. E la crisi raccontata da Giuliano Montaldo nellIndustriale, ieri al Festival tra molti applausi e con uno spettatore daccezione arrivato a sorpresa per la proiezione della sera, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano accompagnato dalla moglie Clio. Una crisi che offende lorgoglio e frantuma i sentimenti, travolgendo come una slavina lequilibrio emotivo di un uomo che non riesce ad accettare la sconfitta: Lidea del film - dice il regista - viene dalle notizie sul disastro economico in piena ebollizione, non ho gli strumenti per capire chi sia il boia che accende il fuoco dove brucia il denaro di chi lavora, ma mi ha colpito lidea delle vite spezzate, di quegli operai che negli anni del boom economico avevano co-

Esistenze spezzate
Pierfrancesco Favino nellIndustriale tenta in tutti i modi di restare a galla nonostante la crisi, ma lumiliazione lo acceca

Montaldo: cos la crisi frantuma vite e sentimenti


Il regista dellIndustriale: Ho preso spunto dalla cronaca
Ricovero in ospedale Pupi Avati in sala colpito da un malore
I

australiano The Eye of the Storm di Fred Schepisi, ispirato allomonimo libro di Patrick White, inscena un triangolo familiare: due figli che dallEuropa approdano a Sydney, al capezzale della ricca madre moribonda, pi per garantirsi leredit che per un ultimo saluto. Basato anchesso su un romanzo, Margit di Douglas Kennedy, il franco/anglo/polaccoLa femme du cinquime di Pawel Pawlikowski racconta la metafisica vicenda di uno scrittore americano con gravi problemi psicologici che, recatosi a Parigi nella speranza di recuperare un rapporto con la figlioletta, incontra una donna in ogni senso fatale. Di questi due titoli, passati ieri in concorso, non potremmo dire un gran bene - il primo ha un avvio convincente poi si perde per strada, il secondo elegantemente fumoso - non fosse per il cast di prima classe. Vero che, nonostante la bravura, la coppia della pellicola polacca resta in sottotono: con lintenso Ethan Hawke come perso nel suo incubo nevrotico e la fascinosa Kristin Scott Thomas, congelata nei panni di fantasmatica figura femminile. Ma nel film di Schepisi, no. E il regista di Plenty con Meryl Streep, di Sei gradi di separazione con Donald Sutherland e lesordiente Will Smith, di Casa

A SORPRESA NAPOLITANO

Unovazione accoglie il Presidente accompagnato alla prima dalla moglie Clio


struito piccole aziende e che, davanti al fallimento, non ce lhanno fatta e hanno scelto il suicidio. Il protagonista dellIndustriale Nicola Ranieri (Pierfrancesco Favino) tenta in tutti i modi di restare a galla, ma lumiliazione lo acceca, fino a fargli perdere il senso delle cose pi importanti: La recessione crea anche in casa una cappa di angoscia e di incomunicabilit, Nicola preferisce chiudersi in un mutismo cupo e testardo, escludendo la moglie, Laura, che vorrebbe aiutarlo e ritrovarlo come era prima, tranquillo, spensierato. Girato (a Torino) in un bianco e nero scintillante, con qualche macchia di colore che illumina una citt plumbea, oppressa dal senso del pericolo e dal grigio della povert imminente, Lindustriale prende spunto dalla nostra cronaca quotidiana, non solo attraverso la storia, scritta dal regista assieme a Andrea Purgatori,

Attimi di preoccupazione ieri al Festival del cinema per un malore che ha colpito il regista Pupi Avati, classe 1938, che in quel momento era in sala per partecipare alla presentazione del film documentario LIllazione dedicato a Lelio Luttazzi, il musicista di cui il regista era stato un grandissimo amico ed estimatore. Si vero - ha detto il fratello del regista, il produttore Antonio Avati - Pupi ha avuto un malore, speriamo lieve e ora ricoverato per accertamenti allospedale Umberto I. Ci auguriamo sia una piccola cosa e che non si debba rinviare la presentazione al Festival del suo film Il cuore grande delle ragazze prevista proprio per domani.

ma anche direttamente dalla realt: anche politiche: I quarantenni come Dovevamo girare una scena con una me sanno di stare attraversando una fabbrica occupata, successo che la situazione da cui usciremo tutti con gente, passando, labbia vista e in tanti una mentalit diversa, per abbiamo siano venuti a chiederci con apprensio- bisogno di fiducia. Rottamatore? ne che cosa succedeva, se davvero Fuori dallItalia a 40 anni si primi cera unaltra azienda che stava chiu- ministri, Obama ha 50 anni, non un dendo con i dipendenti che sarebbero caso che oggi si parli di tutto questo, inrimasti senza lavoro. Ho trovato ag- somma, riprendiamoci il mondo. ghiacciante vedere tante persone in alPer Crescentini, la moglie che scatelarme. Dopo lanteprima romana, il na la gelosia del manager al tracollo, difilm arriver nelle ventare Laura non sale nei primi mesi IL PROTAGONISTA FAVINO stato semplice: E del nuovo anno, ma, personaggio Io rottamatore? Fuori uncontroverso, moltristemente, non c to vordallItalia a 40 si premier rebbe aiutare suo pericolo che il tema Riprendiamoci il mondo marito ma lui non si perda di attualit: Si parla tanto di fa aiutare, e allora soldi - dice Favino -, ma di chi non ha cerca qualcuno che la faccia sentire di quelli che servono per comprare il pa- nuovo viva e presente. Ci prover il ne e il latte non si parla mai. Il lavoro, garagista rumeno Gabriel (Eduard Gaprosegue lattore che considera questo bia), destinato a una fine da delitto e cail ruolo della sua piena maturit, non stigo: Certo - ammette Montaldo - Do solo quello che crea profitto, anche stojevskij sempre tra noi. E un pecquello che siamo, la nostra essenza. A cato che il film, non in concorso, non me piace molto lavorare, quindi sono possa aspirare a premi meritati. Motisensibile allargomento. Un argomen- vo? Non ho let, gorgheggia il regito che rilancia considerazioni sociali, e sta sulle note della Cinquetti.

Rampling e Rush: The Eye of the Storm

Russia con Sean Connery: insomma un cineasta che pu sbagliare un film, per agli interpreti offre quasi sempre personaggi succosi. Qui abbiamo una Charlotte Rampling (classe 1946) che, nel ruolo di madre dominatrice di gran forza e fascino nonostante la devastazione della malattia, riesce a essere magistrale nonostante i suoi figli siano incarnati da attori di poco pi giovani di lei. Sono Geoffrey Rush (1951), teatrante vanesio che non si pi riavuto da un insuccesso, e Judy Davis (1955), donna amareggiata e delusa; e tutti e tre (in un cast complessivamente ottimo) arpeggiano su una complessa scala di sfumature che va dal cinico umorismo allinfelicit, gareggiando in bravura.

Intervista

,,
ROMA

Huppert: travolta da proletaria vitalit di un povero diavolo


Lattrice: Una storia sulla tolleranza
Fontaine in cui interpreta il ruolo di Agathe, una scostante radical-chic travolta dalla proletaria vitalit di un povero diavolo (Benoit Poelvoorde) pieno di problemi e contraddizioni. Ad unirli, alla fine, sar larte, ovvero quello che allinizio sembrava dividerli irrimediabilmente.
Sulle prime Agathe appare antipatica, poi cambia del tutto. Che cosa le piaciuto di questa storia?

dirige un film si sa tutto fin dallinizio, e io invece preferisco trovarmi davanti alle situazioni sconosciute e vedere quello che succede. Sono molta mossa dalla curiosit, credo che sia un bel difetto nella vita di tutti noi.
Le sue scelte lavorative sono spesso coraggiose. Le capita di dire no, e perch?

na piccola giacca bluette su jeans e sandali in tinta. Isabelle Huppert minuscola e sottile come un giunco, guardandola da vicino si capisce perch un contrasto cos forte tra aspetto fragile e piglio deciso, attiri da sempre lattenzione dei pi grandi registi della scena internazionale. Al Festival di Roma arrivata ieri in una giornata ancora molto femminile (erano presenti anche Charlotte Rampling e Kristin Scott Thomas, interpreti di altre due pellicole in cartellone) per parlare di Mon pire cauchemar, la commedia di Anne

Pi che coraggiose direi originali. S, mi successo di rifiutare una parte, capita quando un progetto non mi piace e quando non trovo spiegazioni e aspetti in comune con il personaggio che mi viene proposto.
In quali film la vedremo dopo Mon pire cauchemar?

persone che crediamo opposte scoprano alla fine di avere molti punti in contatto. C sempre una parte di noi stessi che pu corrispondere a quella di qualchedunaltro, in fondo il film parla della tolleranza.
Che cosa la spinge ad accettare o meno una parte?

Ho girato con Brillante Mendoza nelle Filippine Captured, sulla storia di alcuni terroristi che catturano un gruppo di turisti francesi, poi ho lavorato in Corea con Hang Sang Soo, e ora sto per tornare a recitare con Michael Haneke nel suo nuovo film Amour.
Di che cosa parla?

Per me la cosa pi importante sempre stata la regia, il resto, sceneggiatura, interpreti, viene dopo.
Ha mai pensato di passare dietro la macchina da presa?

Il fatto che il mio personaggio sia estremamente contemporaneo, vero, reale, e che il film racconti come due

No, non ci ho mai pensato, quando si

Isabelle Huppert in Mon pire cauchemar

Della vecchiaia, sono la figlia di due genitori anziani, Jean-Louis Trintignant e Emmanuelle Riva, che si stanno avvicinando alla fine della vita. [F. C.]

40 Spettacoli

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi

Programmi tv
Italia 1
8.00 Scooby Doo Cartoni 8.30 Duffy Duck Cartoni 8.35 Titti e Silvestro Cartoni 8.40 Will Coyote Cartoni 8.50 Una mamma per amica TF 10.35 Greys Anatomy Telefilm 12.25 Studio Aperto. Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 I Simpson Cartoni 14.35 Whats my destiny Dragon Ball Cartoni animati 15.00 Big bang theory Telefilm 15.35 Chuck Telefilm 16.25 La vita secondo Jim Serie 16.50 Glee Telefilm 17.45 Dragon ball Cartoni 18.30 Studio Aperto. Meteo 19.00 Studio Sport 19.25 Dr. House - Medical division Telefilm 20.20 C.S.I. - Scena del crimine Telefilm 7.00 7.30 8.30 9.55

Rai 1
6.00 Euronews 6.10 Unomattina Caff Attualit 6.30 Tg 1 6.45 Unomattina Attualit 10.55 Che tempo fa 11.00 Tg 1 11.05 Occhio alla spesa Attualit 12.00 La prova del cuoco Variet Conduce Antonella Clerici 13.30 Telegiornale 14.00 Tg 1 Economia Attualit 14.10 Verdetto finale Attualit 15.15 La vita in diretta Attualit 18.50 Leredit Gioco 20.00 Telegiornale 20.30 Qui Radio Londra Attualit 20.35 I soliti ignoti Gioco

Rai 2
6.00 7 vite Serie 6.30 Cartoon Flakes Programma per bambini 9.30 Sorgente di vita Rubrica religiosa 10.00 Tg 2punto.it 11.00 I fatti vostri Variet 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e societ Attualit 13.50 Tg2 Medicina 33 14.00 Italia sul due Magazine 16.10 Ghost Whisperer Telefilm 16.50 Hawaii Five-O Telefilm 17.45 Tg 2 Flash L.I.S. 17.50 Rai Tg Sport Sport 18.15 Tg 2 18.45 Numb3rs Telefilm 19.35 Squadra Speciale Cobra 11 Telefilm 20.30 Tg 2 20.30

Rai 3
8.00 Agor Attualit 9.50 Dieci minuti di... programmi dellaccesso 10.00 La Storia siamo noi 11.00 Apprescindere Attualit 11.10 Tg3 Minuti 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Tg3 Fuori Tg 12.45 Le storie - Diario Italiano 13.10 Julia Soap Opera 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3. Meteo 3 14.50 Tgr Leonardo Attualit 15.00 Tg3 Lis 15.05 The Lost World Telefilm 15.50 Cose dellaltro Geo 17.40 Geo & Geo Documentari 19.00 Tg 3. Tg Regione 20.00 Blob Videoframmenti 20.15 Sabrina, vita da strega Telefilm 20.35 Un posto al sole SO

Canale 5
6.00 Tg 5 Prima pagina Attualit Rullo di notizie della durata di cinque minuti circa 7.55 Traffico 7.57 Meteo 5 8.00 Tg 5 Mattina 8.40 La telefonata di Belpietro 8.50 Mattino Cinque Attualit Due ore di diretta in compagnia di Paolo Del Debbio e Federica Panicucci 11.00 Forum Attualit 13.00 Tg 5. Meteo 5 13.40 Beautiful Soap Opera 14.15 Ipnosi damore Film-tv 16.55 Pomeriggio cinque 18.50 Avanti un altro Quiz 20.00 Tg 5. Meteo 5 20.30 Striscia la notizia Variet satirico

Rete 4
Zorro Telefilm Starsky & Hutch Telefilm Hunter Telefilm R.I.S. - Delitti imperfetti Serie 10.50 Ricette di famiglia Magazine Conduce Davide Mengacci 11.30 Tg4 - Telegiornale 12.00 Detective in corsia TF 13.00 La signora in giallo TF 13.50 Il tribunale di Forum 15.10 Hamburg distretto 21 Telefilm 16.15 Sognando lAfrica Film (dramm., 2000) con Kim Basinger 18.55 Tg4 - Telegiornale 19.35 Tempesta damore Soap Opera 20.30 Walker Texas Ranger Telefilm

La 7
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo. Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus Magazine 7.30 Tg La7 9.40 Coffee Break Attualit 10.35 Laria che tira Attualit Conduce Myrta Merlino 11.05 (ah)iPiroso Attualit 11.55 G Day Attualit 12.25 I men di Benedetta 13.30 Tg La7 14.05 Amore mio aiutami Film (comm., 1969) 16.15 Atlantide - Storie di uomini e mondi Doc. 17.25 Movie Flash 17.30 Jag Avvocati in divisa Telefilm 19.20 G Day Attualit 20.00 Tg La7 20.30 Otto e Mezzo Attualit

21.10 Cenerentola
MINISERIE. Con Vanessa Hessler. Sebastian affascinato dalla sconosciuta del ballo, ma Aurora non gli dice tutta la verit, sperando di conquistarlo senza alcun trucco

21.05 Voyager - Indagare per conoscere


DOCUMENTARI. Tra i servizi pro-

21.05 The Guardian


FILM.

21.10 Grande Fratello 12


REALITY SHOW. Prosegue il reality condotto da Alessia Marcuzzi, in diretta con la casa pi spiata dItalia. In studio, come di consueto, ad affiancarla c Alfonso Signorini

21.10 C.S.I. Miami


TELEFILM. Con Adam Rodriguez.

21.10 Lo specialista

21.10 Linfedele
ATTUALIT. Unaltra puntata della nuova edizione del programma dattualit politica, economica e sociale ideato e condotto dal giornalista Gad Lerner

posti da Roberto Giacobbo, una docufiction che racconta alcuni intricati casi di cronaca del nostro recente passato 23.10 Tg 2 23.25 Wild Target Film (azione, 2010) con Bill Nighy, Emily Blunt. Regia di Jonathan Lynn 1.05 Tg Parlamento Attualit 1.15 Protestantesimo

(azione, 2006) con Kevin Costner, Ashton Kutcher. Regia di AndrewDavis.Dopountragicoincidente, il comandante Randall viene mandato ad insegnare tecniche di salvataggio in una scuola dlite

FILM. (azione, 1994) con Sylvester

Il team riceve lincarico di indagare in un liceo, dove un bullo stato ucciso a sassate, per scoprire chi delle sue vittime si trasformato in carnefice 23.00 Undercovers Telefilm 23.55 Real C.S.I. Reality show 1.00 Modamania Magazine 1.35 Poker1mania Sport 2.25 Studio aperto - La giornata 2.40 Rescue me Telefilm

Stallone, Sharon Stone. Regia di Luis Llosa. Uno specialista in esplosivi viene assunto da una donna per eliminare il terrorista che le ha ucciso i genitori 23.30 Donnie Brasco Film (dramm., 1997) 2.00 Tg 4 Night News 2.25 Pianeta mare Doc. 3.15 Vivere meglio Attualit 4.40 Peste e corna Attualit 4.45 Ieri e Oggi in Tv Variet

23.20 Porta a Porta Attualit 0.55 Tg 1 - Notte. Che tempo fa 1.30 Cinematografo 2.00 Qui Radio Londra 2.05 Fuoriclasse - Canale Scuola Lavoro

23.30 Correva lanno Attualit 24.00 Tg3 Linea notte. Tg regione 1.05 Fuori Orario. Cose (mai) viste Solo cinema dautore, ovvero cose mai viste in televisione

0.15 Mai dire Grande Fratello Variet satirico 1.00 Tg 5 Notte. Meteo 5 1.30 Striscia la notizia 2.30 Huff Telefilm 3.30 Grande Fratello Reality show

24.00 InnovatiOn Attualit 0.35 Movie Flash 0.45 G Day Attualit 1.30 N.Y.P.D Blue Telefilm 2.25 Cold Squad Telefilm 3.15 Otto e mezzo Attualit 3.55 La7 Colors Attualit

CINEMA & TV

Rai Movie
9.50 Appuntamento Al Cinema 9.55 Due Figli Di Trinita Film 11.25 Diavolo E L Acquasanta Film 13.05 Virus 2011 - Love Story 13.35 Clan Film 15.20 Cuori 17.25 Tiro Incrociato Film 19.10 Famiglia Omicidi 21.00 Luccello Dalle Piume Di Cristallo Film 22.40 Il Gatto A Nove Code Film 0.30 Suspiria Film 2.10 Tenebre 3.50 Phenomena Film 5.50 Niente Di Grave - Incidenti Cortometraggio

Raisport 1
15.45 Basket: Campionato Italiano Serie A Maschile 2011/2012 Sassari - Milano Sport 17.30 TG Sport Flash - studio di Continuita Sport 17.35 Pallavolo: Serie A Femminile (Partita del sabato) Urbino - Villa Cortese 18.45 Calcio: Lega Pro rubrica (1a parte) Sport 19.35 Rai TG Sport Sport 20.00 Calcio: Lega Pro rubrica (2a parte) Sport 20.30 Calcio: Campionato Italiano Lega Pro 2011/2012 Prepartita + Partita Benevento-Ta Sport 22.45 Sci Alpino: Coppa del Mondo 2011/2012

Rai Storia
17.30 Almanacco - Laffondamento del Lusitania Documentari 18.00 Reselection Documentari 19.00 Res Gestae fatti 19.05 Almanacco - Le leggi speciali del 9 novembre 1926 Documentari 19.30 TV7 - La strage di Marzabotto Documentari 19.45 Io e - Fellini e ...lEur Documentari 20.00 Viaggio in Italia - Liguria Documentari 21.00 Dixit Guerra: La svastica e il sangue - Himmler 22.00 Dixit Guerra: La svastica e il sangue - Hugo e Terracina Documentari

Dal satellite
15.05 The Village Un villaggio del 1897 circondato da un bosco abitato da creature innominabili
SKY CINEMA 1

I film
18.50 I fiori di Kirkuk Riproposizione della storia di Romeo e Giulietta durante il regime di Saddam SKY PASSION 18.55 La battaglia di Algeri Ricostruzione della battaglia di Algeri del 1957. Capolavoro di Gillo Pontecorvo SKY CLASSICS 19.05 Forever Strong Faris, giocatore di rugby, deve giocare contro la squadra allenata dal padre SKY CINEMA 1 19.25 Puzzole alla riscossa Nessuno mai riuscito a scacciare gli animali dellOregon dalla loro foresta SKY FAMILY 19.30 Paranormal Activity Una coppia teme che uno spirito infesti casa propria e installa delle telecamere SKY MAX 19.35 Duplex - Un appartamento per tre Alex e Nancy trovano la casa dei loro sogni. Ma una vecchietta ne occupa la met SKY HITS 21.00 La maschera della morte rossa Il tirannico principe Vincent Price, adoratore di Sanata, vessa i contadini MGM Dragon Trainer Anche nel pi gracile dei vichinghi pu nascondersi una scintilla rivoluzionaria SKY FAMILY Tra le nuvole George Clooney si illude di potersi muovere senza legami SKY PASSION Paranormal Activity 2 I coniugi Rey, in una nuova casa, sembrano diventare vittime di vandali SKY MAX 21.10 Gifted Hands - Il dono Lavvincente storia vera di Ben Carson, un luminare della neurochirurgia SKY HITS Innocenti bugie Una donna incontra un uomo misterioso, quello dei suoi sogni o dei suoi incubi SKY CINEMA 1 22.25 Sepolto vivo Un uomo ossessionato dallidea di essere colpito da catalessi e sepolto vivo
MGM

GIANNI RONDOLINO

ercoled alle 21,00 su RaiMovie Irma la dolce, film americano del 1963 diretto da Billy Wilder, con Shirley MacLaine, Jack Lemmon, Lou Jacoby. Unopera trascinante e divertente, che non sai se ammirare di pi per il ritmo incalzante o per le varie situazioni descritte, per lambiente tratteggiato con umorismo o per i personaggi curiosi. Un film, in altre parole, che ripropone i motivi e i toni delle grandi commedie hollywoodiane dirette da Billy Wilder, in cui la storia si intreccia, si sviluppa, si risolve nel corso di una rappresentazione sfaccettata, quasi pirotecnica, tutta tenuta sul filo di una comicit leggera, impercettibile, se non nelle sue manifestazioni pi plateali. Daltronde la vicenda di Nestor Patou, un ex-poliziotto di Parigi che si innamora di una prostituta, Irma la dolce, ma non riesce a farle smettere il mestiere e quindi cerca una soluzione differente, presentandosi a lei come il misterioso Mister X, una vicenda (tratta dalla commedia di Alexandre Breffort) che ha in s tutti gli elementi di un gioco delle parti frizzante e malizioso. Lo scioglimento finale dei conflitti non soltanto conclude la storia alquanto intricata, ma suggella, col suo tono ironico, falsamente compiaciuto, un modo di vedere la vita di coppia, e pi in generale i rapporti fra i sessi, che proprio del miglior Wilder.

15.50 Operazione Spy Sitter Dietro un tranquillo commerciante si nasconde in realt un agente segreto SKY
FAMILY

15.55 Uomini e topi Gary Sinise e John Malkovich fanno i braccianti per acquistare una fattoria
MGM

Rai 4
10.25 Brothers And Sisters Serie 11.10 Alias 11.55 Invisible Man Serie 12.40 Eureka Serie 13.25 Desperate Housewives Serie 14.15 Brothers And Sisters Serie 15.00 Alias 15.45 90210 Serie 16.30 One Tree Hill Serie 17.15 Eureka Serie 18.00 Warehouse 13 Serie 18.45 Invisible Man Serie 19.30 Doctor Who Serie 20.20 Supernatural Serie 21.10 Dernier Gang Film 23.15 Ip Man Film

Sportitalia
7.00 Che Domenica 3 Passaggio Sport 9.30 Primavera Sport 11.30 Primavera Sport 16.00 Brasiliano Replica Sport 17.30 Magazine Arsenal Sport 18.00 Arsenal Tv Premier League Chelsea - Arsenal Prima Visione Sport 20.00 Magazine Arsenal Sport 20.30 Solocalcio News Sport 21.00 Notti Magiche Sport 0.30 SI News diretta da Si24 No Sommario Sport 1.00 Nfl News Bagatta + Peterson Sport 1.30 Hlts Nfl Sport 5.00 Ligue1 2011/2012 Replica Sport

Iris
11.44 Una moglie giapponese? Film 13.50 Von Buttiglione Sturmtruppenfuhrer Film 15.38 Ti Racconto Un Libro 15.58 Viva San Isidro! Film 17.44 Note Di Cinema 17.52 Passione nel deserto Film 19.40 Criminal Intent Telefilm 20.25 Law & Order: Unit Speciale Telefilm 21.16 Nero Bifamiliare Film 23.01 La classe operaia va in Paradiso Film 1.12 Crepa padrone... tutto va bene Film 2.51 Il cadavere dagli artigli dacciaio Film

16.00 Case 39 Emily Jenkins deve affrontare il caso di una bambina vittima di maltrattamenti SKY MAX 16.25 A Golden Christmas A causa di un golden retriever, tra due bambini nasce una tenera amicizia SKY HITS 17.05 La bambolona Avvocato prende una cotta per una ragazzona indolente che si prende gioco di lui SKY
CLASSICS

Tre mogli I mariti di Beatrice, Bianca e Billie sono scomparsi rubando 9 miliardi SKY
PASSION

22.45 Merlino e la battaglia dei draghi Poco prima della nascita di re Art, Merlino lavora per il re Vortigern SKY FAMILY 22.50 Quanto difficile essere teenager! Unadolescente viziata si trasferisce dal centro di New York in una cittadina SKY HITS 23.05 Giustizia privata Un tipo qualsiasi decide di prendere la giustizia fra le sue mani SKY CINEMA 1 Arianna La figlia di un detective scopre che un marito tradito vuole uccidere il rivale SKY
CLASSICS

17.10 Qualcosa di speciale Il vedovo Aaron Eckhart ha scritto un libro su come affrontare il lutto
SKY CINEMA 1

17.30 Principe azzurro cercasi Una principessa deve sposarsi entro un mese o non potr succedere a sua nonna SKY FAMILY 18.00 Planet 51 Su un pianeta simile allAmerica degli anni 50 in arrivo un... terrestre SKY HITS

0.20 Favole Due ragazzine credono di aver trovato la prova dellesistenza delle favole SKY FAMILY 0.25 La stanza delle identit occulte In un vecchio allbergo c qualcuno che di notte sogna gli incubi altrui. Horror SKY
MAX

0.30 Auto Focus Storia vera dellattore Bob Crane che divenne popolare con una serie televisiva
SKY HITS

Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di unora

Intrattenimento
21.00 Criminal Minds FOX
CRIME EUROSPORT 1

Sport
20.45 Magazine: Watts Rubrica: Nissan The Quest SKY SPORT 2 20.55 Magazine: All Sports
EUROSPORT 1

JOI
13.56 Duplicity Film 16.03 Hambuster Cortometraggio 16.10 Monk Telefilm 17.00 Parenthood Telefilm 18.44 Justice-Nel Nome Della Legge Telefilm 19.32 Er-Medici in prima linea Telefilm 20.20 V Telefilm 21.15 Shrekkato Da Morire 21.42 Non Mai Troppo Tardi Film 23.21 Linea dombra Limprecisione perfetta

MYA
15.06 Una mamma per amica Telefilm 16.36 Henri - Tutta La Verit Cortometraggio 16.54 Le cose che amo di te Telefilm 17.23 Penelope Film 19.11 Le cose che amo di te Telefilm 19.39 Close To Home I - Giustizia ad ogni costo Telefilm 21.15 Fairly Legal Telefilm 22.03 Shameless Telefilm

STEEL
12.10 Fringe Telefilm 13.00 Smallville Telefilm 14.05 Due uomini e 1/2 Telefilm 15.00 Una famiglia del 3 tipo Telefilm 15.55 Smallville Telefilm 16.40 Big Bang Theory Telefilm 17.30 Una famiglia del 3 tipo Telefilm 18.20 Codice Rosso Telefilm 20.20 Big Bang Theory Telefilm 21.15 Fringe Telefilm 22.05 Smallville TF

P. CALCIO
14.00 All Sport News 14.35 Calcio Serie A: Roma - Milan 16.33 Calcio Serie A: Inter Juventus Sport 18.28 Hi - Lites Serie A Sport 18.52 Magazine Champions League 2011/12 Sport 19.29 La Moviola E Uguale Per Tutti Sport 20.30 All Sport News 21.00 Premium Football Club 2011/12 Sport 23.00 La Moviola E Uguale Per Tutti

P. CINEMA
14.17 Under Suspicion Film 16.15 Un Altro Mondo Film 18.05 Red Carpet: Ma Che Bella Giornata 18.22 Inception Film 20.49 Red Carpet: Speciale Festival Internazionale del Film di Roma 2011 21.15 I Mercenari Film 23.07 Amore A Mille... Miglia Film 0.56 Prima Ti Sposo, Poi Ti Rovino Film

S. UNIVERSAL
12.10 Il mattino dopo Film 14.00 Evento Auditorium Sidney Lumet 14.30 Storie Damore Film 16.25 Cuori ribelli Film 18.45 Il club delle prime mogli Film 21.15 Odio implacabile Film 22.55 The Bat Whispers Film 0.30 The Hollywood Collection: Horror Of It All 1.00 Focus

Bones FOX LIFE Bones FOX Profiler - Intuizioni mortali JIMMY 21.50 Profiler - Intuizioni mortali JIMMY 21.55 Criminal Minds FOX
CRIME

King FOX LIFE King FOX 22.45 The Good Wife FOX
LIFE

The Good Wife FOX 22.50 C.S.I. FOX CRIME 23.40 Sex and the City FOX
LIFE

21.00 Wrestling: Pro Wrestling EUROSPORT 1 Calcio: Liga SKY SPORT 1 Speciale: Share Your Dream SKY SPORT 2 21.15 Volley: Coppa del Mondo Femminile 2007 SKY SPORT 2 21.30 Magazine: All Sports
EUROSPORT 1

Sex and the City FOX 23.45 C.S.I. - 100% Grissom


FOX CRIME

21.35 Wrestling: Pro Wrestling EUROSPORT 1 22.30 Magazine: Fight Sport


EUROSPORT 1

0.10 Sex and the City FOX


LIFE

22.45 Volley: Speciale Coppa del Mondo 2011 SKY


SPORT 2

.
41

SETTE GIORNI DOPO LA MORTE

STEFANO SEMERARO

Pap Simoncelli Al prossimo Gp fate un minuto di casino

N
Marco Simoncelli, morto a Sepang a soli 24 anni

on un minuto di silenzio, ma un minuto di casino. Non un applauso, ma sessanta secondi con tutte le moto della Gp, della Moto2 e della 125 accese, che rombano insieme. Cos Paolo Simoncelli ha chiesto che suo figlio, il Sic, venga ricordato la settimana prossima a Valencia, quando il Circus delle due ruote torner in pista per la prima volta dopo la tragedia di Sepang. Il lutto di solito chiama,

pretende silenzio, ma per la comunit viaggiante del mutr non funziona cos. Gi a Coriano i bikers riuniti per il funerale di Simoncelli avevano scortato la bara sgasando forte sopra le note di Siamo solo noi di Vasco Rossi. A Valencia i colleghi, gli amici, gli avversari del ragazzo che ha commosso il pianeta dovranno apparecchiargli una fanfara di immortalit adeguata al suo carattere di solare casinaro, alla sua scomparsa che di rumore ne ha fatto tanto, nel cuore di tutti. Per salu-

tare Marco arrivata gente da tutto il mondo, ha detto Simoncelli senior. Piangono, e sono io a consolare loro. Questo calore ci sta aiutando molto, penso che la chiave di tutto questo affetto sia stato il suo sorriso. Un sorriso che produceva decibel pesanti, a tutta canna. Per evitare che quella luce fragorosa scivoli nellombra, urge un boato perenne. Qualcosa di assordantemente gioioso, capace di strappare al Sic uno dei suoi travolgenti sorrisi: Diob, che casino.

SPORTLUNED
Risultati
10 giornata
Bologna-Atalanta Cagliari-Lazio Catania-Napoli Fiorentina-Genoa Inter-Juventus Lecce-Novara Parma-Cesena Roma-Milan Siena-Chievo Udinese-Palermo 3-1 0-3 2-1 1-0 1-2 1-1 2-0 2-3 4-1 1-0

Classifica
Juventus Udinese Lazio Milan Napoli Catania Siena Cagliari Palermo Fiorentina Genoa Parma Roma Bologna Atalanta (-6) Chievo Inter Novara Lecce Cesena

19 18 18 17 14 14 13 13 13 12 12 12 11 10 9 9 8 7 5 3

Fase a gironi (4a giornata) ore 20,45 DOMANI Bate Borisov Milan
Sky sport 1, Premium calcio

MERCOLED ore 20,45 Bayern Monaco Napoli


Sky sport 1, Premium calcio

Il male oscuro
Milan: dopo i guai di Gattuso, ricoverato Cassano
Lo spunto
GUIDO BOFFO

Inter Lille
Raiuno, Sky sport 3

Fase a gironi (4a giornata) GIOVED ore 19 Lazio Zurigo


Premium calcio

La differenza tra la Juve e lInter


a uno strapuntino di tre posti. La prima una cattiva notizia, quantomeno prematura, la seconda pessima e in qualche modo rivoluzionaria. Moratti ha appena ricapitalizzato per 40 milioni, a fronte di una perdita di bilancio di 86,8 milioni a giugno 2011. Ha un monte ingaggi da prima repubblica del pallone - 184 milioni e 366 mila euro -, anche se i russi gli hanno sgravato lo stipendio di Etoo. E, quel che pi conta, gi a gennaio dovr affrontare una rifondazione tecnica che immaginiamo non possa imperniarsi sui prestiti e sui parametri zero. Il tutto con il fairplay finanziario alle porte. Perdere la Champions adesso significa rinunciare a entrate sicure e non marginali, vedere ridimensionato il proprio marchio e diventare meno appetibile a questo o quel campione, in un mercato gi abbastanza complicato per le italiane. La Juve ne sa qualcosa, con il peggior bilancio della sua storia (Agnelli dixit) e unimmagine da ricostruire nel post Calciopoli. Ma a differenza dellInter, ha uno stadio di propriet e sta saldando i debiti con il passato, attraverso unoperazione di repulisti cui sono sopravvissuti solo Buffon e Del Piero. Alex per lultimo anno e con un ruolo sempre pi marginale. La Juve rinasce dai suoi fallimenti, lInter arranca in coda a trionfali successi. C un difetto di lungimiranza in Moratti, non di generosit, come gli contesta ingiustamente qualche tifoso. Cedere Balotelli alla soglia di un talento precoce e non Milito per una cifra irripetibile; liquidare un problema nello spogliatoio che era la soluzione a tanti altri in campo, perch questo esigevano senatori e clan; mantenere senatori e clan a dispetto del logorio, dellet, del rendimento declinante, per pagare allinfinito la cambiale della riconoscenza; soprattutto consentire a Mourinho di esercitare ancora uninfluenza determinante, lautentico deus ex machina interista nonostante da un paio di stagioni presti opera per la Real casa. Proprio cos, Moratti si fermato al triplete e nel frattempo il mondo andato avanti.

ore 21,05 Atletico Madrid Udinese


Italia 1, Premium calcio

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

aldamente ancorata a un solo punto dalla zona retrocessione, lInter la vera novit di questo campionato. Pi della Juve, che due settimi posti di fila avevano in qualche modo preparato al rinascimento, anche se non era scontato che il lavoro di Conte portasse in dote il primato in classifica. Non subito, almeno. Lanno scorso, di questi tempi, i nerazzurri veleggiavano al secondo posto con 18 punti, i bianconeri ne avevano 15. Adesso la differenza di 11 punti, unenormit, la cifra di un crollo che sta gi producendo significative conseguenze: lInter scesa dal treno scudetto, e a questo punto ha un piede e mezzo fuori da quello per la zona Champions, che ricordiamo si ridotta

42 Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Dopo San Siro


Tra primato e crisi
MASSIMILIANO NEROZZI TORINO

Andiamooooo!!!!
Claudio Marchisio
SU FACEBOOK DOPO LA VITTORIA CONTRO LINTER

Pare facciano paura anche senza trucchi, quando te li trovi davanti sul prato. I nuovi mostri del film Juve. Andrea Pirlo, Claudio Marchisio, Mirko Vucinic: il sito web bianconero sceglie di pitturare loro, alla vigilia di Halloween, ma avrebbe potuto farlo pure con gli altri, perch un po tutti in questo momento hanno qualcosa di mostruoso, sportivamente parlando. Dai risultati, in vistoso anticipo sui programmi, allostinata convinzione con cui vengono perseguiti. Devesserci anche la mano di Antonio Conte, e pazienza se lui la butta sul letterale: Dovete dirlo voi. E poi si mette a ridere, mostrando le mani. Di certo lallenatore ad aver manipolato, appunto, questa Juve, smontandola e rimontandola, alloccorrenza: dal progetto del 4-2-4, sul quale ha speso unintera estate, allevoluzione del 4-3-3. Il tutto legato

Mercato Sul taccuino Ramirez e Lucas


I

Da paura
Andrea Pirlo, Claudio Marchisio e, sotto, Mirko Vucinic, truccati da Halloween nella foto pubblicate sul sito web della Juve Il regista ha cambiato la squadra, Marchisio diventato luomo gol e Vucinic lesterno decisivo

La fiducia di Vucinic Vincere a Milano ci d la consapevolezza che siamo forti


dal mastice dellumilt, quasi ossessiva: La strada del lavoro e del sacrificio lunica che conosciamo - ripete Conte - e lunico obiettivo quello di ritrovare la credibilit. Sta ritrovando le vittorie, nellattesa, e limbattibilit. Se a volte, nelle imprese del pallone, pi della tecnica pu la testa, nella notte di San Siro la Juve ha preso coscienza di unaltra parte vincente del suo io: Vincere a Milano ci d la consapevolezza che siamo forti, ammette Vucinic. E Gigi Buffon, senza ipocrisia, si spinge oltre la frontiera: Se manteniamo la rabbia di questa stagione - confessa il portiere ai microfoni Mediaset di Guida al campionato - vinceremo il campionato. Se non sar cos, torneremo ad essere lesercito di Franceschiello, cio quelli di prima. Dentro San Siro, il numero uno voleva esserci a tutti i costi, e cos gli hanno riaggiustato la spalla ammaccata a tempo di record: Abbiamo dimostrato personalit e ritmo. E io sentivo che non potevo perdere questa serata. Nei cuori, e nelle parole, si inizia a credere al

La virata al 4-3-3, o comunque la fiducia ai terzetti di centrocampo e attacco, pu influenzare il mercato invernale. Come ha sostanzialmente ammesso Beppe Marotta nella notte di Milano: Vedremo con lallenatore cosa fare - ha detto lad -: il mercato di gennaio potr essere influenzato dalle situazioni di fatto in cui ci troveremo. Se alcune ali rimarranno in soffitta, da Krasic a Elia, ci potrebbe essere bisogno di ricambi in mezzo al campo. Cos la Juve pensa a giovani di talento, tatticamente ad assetto variabile. Nei progetti, il migliore Lucas Rodrigues Moura da Silva, per tutti Lucas, 19 anni, brasiliano, centrocampista offensivo del San Paolo. Solo che lo vuole mezza Europa. Altri indiziati, entrambi mancini, Josip Ilicic, 23 anni, sloveno del Palermo, e Gastn Exequiel Ramrez, 21 anni a dicembre, uruguaiano del Bologna.

I nuovi mostri
gran colpo, insomma. Non fosse che Conte, per carattere e professione, piazza sempre lostacolo sulla domenica successiva: Pensiamo a Napoli, sar durissima. Territorio ostile, visto che i bianconeri non ci vincono dal 30 settembre 2000, 1-2. Da Calciopoli in gi, stato sempre luogo di atroci tormenti, se la festa

I gol di Marchisio e la regia di Pirlo la Juve di Conte torna a far paura Con questa rabbia siamo da scudetto
riassunta in un pareggio, 1-1, nel novembre 2006, nel purgatorio della serie B. Anche stavolta ci si andr dopo la settimana di Halloween, che unetimologia neopagana storpiava in All allows even, la sera in cui tutto permesso. Ecco, in certe nottate, con il Milan, la Fiorentina, lInter, questa Juve sta dando limpressione di po-

Discepolo
Claudio Marchisio, 25 anni, abbraccia Antonio Conte, 42 anni, suo allenatore e predecessore nel ruolo di centrocampista

Le mosse vincenti Chiellini a sinistra Centrocampo a tre

4
Gol
Marchisio, dopo 9 partite, ha gi eguagliatoil suo record di reti in serie A, stabilito la scorsa stagione

La ristrutturazione del reparto ha portato maggiore equilibrio a tutta la squadra: Chiello sta tappando le falle, e Conte ha sostanzialmente tre centrali, pi Lichtsteiner, dando cos al centrocampo maggior libert dincursione

Pirlo la mente, Vidal e Marchisio i complici letali. Con questo assetto le due mezzali sono diventate quasi pi pericolose degli attaccanti. Non a caso Marchisio il bomber della squadra, con 4 gol. Come Matri, di mestiere centravanti

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Sport 43

19

PUNTI BIANCONERI, RECORD DAL 2006


I

Dopo Calciopoli, mai la Juve aveva avuto cos tanti punti a questo punto del campionato. Ferrara, nel 2009/2010, ne aveva raccolti 18, Ranieri 17 (2007/08) e 15 (2008/09), come Del Neri un anno fa

Dal Triplete alla zona B Inter, via crucis dopo Mou


La sconfitta con la Juve ha messo a nudo due stagioni di errori: pesano la mancata rifondazione e i tentennamenti sul mercato. E ora Moratti non pu pi sbagliare: A gennaio far qualcosa, non colpa di Ranieri
LAURA BANDINELLI MILANO

ter combinare qualsiasi cosa. Fin qui, nel bene. Merito di quelli che sono andati in campo, e di chi ce li ha mandati. Preferendo la fiducia nelle idee alla coerenza dellassetto. Affinato nei cantieri il 4-2-4, il tecnico s poi trovato in mano componenti adatti ad altro. Che si modifichi il telaio, non lindole: Non importante il modulo - ribadisce Conte dal ritiro di Bardonecchia - ma come si interpreta il gioco. E lui vuole essere padrone del campo, anche in casa altrui. Le correzioni, dunque. Fondamentale aver allestito un centrocampo a tre, di lotta, in Marchisio e Vidal, e gran governo, con Pirlo. Un dislocamento che sa aggredire se c da difendere, e assaltare quando si passa allopposizione. Pure cos s impennato il Claudio torinese, che sta mischiando lanarchico dinamismo di Conte e i colpi di classe di Tardelli. Altri spostamenti di mobilio: Chiellini a sinistra, con riscoperta di Bonucci nel mezzo. E ancora, Vucinic da attaccante mancino, con slalom e assist. Da domani pomeriggio ricominciano i collaudi a Vinovo, perch la pista lunga e difficile. Ma per il Napoli che mercoled va a casa Bayern, forse pure peggio.

Tutti adesso gli chiedono la stessa cosa: devi comprare. Un verbo che Massimo Moratti conosce fin troppo bene, perch lha utilizzato con continuit dal primo giorno in cui ha preso per mano la sua Inter. Con la differenza che prima poteva arrivare dove voleva, mentre adesso c Platini a vegliare sui bilanci e allora tutto diventa maledettamente pi difficile. Nessuno avrebbe immaginato che il dopo Mourinho diventasse una via crucis con quattro allenatori diversi e una serie di errori di mercato che hanno compromesso gi due stagioni. Il Triplete del 2010 ha offuscato le idee ai dirigenti e ha catapultato lambiente in un limbo pericoloso. E cos lInter allimprovviso si scoperta fragile, come certifica una classifica disastrosa che non pu essere addebitata soltanto agli errori arbitrali. Doveva esserci una rifondazione ma Moratti lha sempre rimandata per riconoscenza nei confronti del gruppo che ha vinto tutto, ma nel calcio purtroppo i buoni sentimenti non fanno rima con i successi. Sono stati i buoni sentimenti a spingerlo a vendere Balotelli, perch questo gli ha chiesto il ragazzo e cos voleva una parte dello spogliatoio. Sono stati i buoni sentimenti a convincerlo a prolungare il contratto a Lucio e adesso lInter si ritrova nella scomoda posizione di dover spiegare agli altri che la legge non vale per tutti. Quando Moratti si stufa di una persona capace di prendere deLO SFOGO DEL PATRON

Altri guai Maicon, stiramento fuori per un mese

Le cattive notizie non arrivano mai da sole e lInter, caduta a -11 dalla vetta dopo il ko con la Juve, si ritrova a fare i conti con linfortunio di uno dei suoi uomini pi in forma: Maicon, in gol nel big-match di sabato sera, ha riportato uno stiramento di secondo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Il brasiliano, che ad Appiano Gentile ha gi svolto la prima seduta di terapia e fisioterapia, rischia un mese di stop. In compenso, in vista di Inter-Lilla di mercoled in Champions, dovrebbero tornare a disposizione Ranocchia e Samuel.

bastano di certo per risolvere tut- mercato qualcosa faremo, vedreti i problemi di Ranieri. Serve an- mo cosa ci serve quando verr il che un attaccante e il nome pi momento. caldo resta quello di Tevez. Almeno una certezza esiste: Tornare indietro non si pu, li- giusto andare avanti con lo stesso mitare i danni s. Nellultimo bi- allenatore. Moratti si innamoralancio sono emerse le falle per le to di Mourinho e da allora si comacquisizioni di Mancini e di Qua- porta come una moglie abbandoresma (minusvalenze di 18,8 milio- nata dal marito. Cerca di trovare ni), mentre adesso sono sotto gli una persona che glielo ricordi in occhi di tutti i problemi tecnici qualche modo, ma quando apre che stanno portando i nuovi arri- gli occhi ha solo frustrazioni. Ravati. Jonathan, Castaignos e Alva- nieri ha capito quali tasti toccare rez sono ai margie come confrontarni, Forlan dopo un STANZIATI 25 MILIONI si. La scelta di pargol inutile si inMourinho La lista dei rinforzi: lare condella gara fortunato. Nessuprima Kucka, Juan Jesus contro la Juventus no di loro ha dimoe il solito Tevez stata molto apstrato di essere adatto al progetto. prezzata, ma eviLa sconfitta conDEUS EX MACHINA dentemente non tro la Juventus ha Nemmeno la telefonata servita per uscire fatto quindi emerdalla zona retroa Mourinho servita cessione. I giocatogere tutte le proa scuotere la squadra ri sono molto avviblematiche nascoste in questi mesi. liti e qualcuno iniMoratti ieri ha cercato di mini- zia ad avere brutti pensieri. mizzare ma di sicuro il pi pre- Sneijder ad esempio ricomincia a occupato di tutti: Sono amareg- sentire le sirene inglesi. Gi quegiato - ha confidato , adesso sia- stestate ha sperato fino allultimo costretti a guardare partita mo di essere ceduto. Invece lunidopo partita. Il primo tempo con- co che ha salutato stato Samuel tro i bianconeri stato bellissimo, Etoo, il quale, per la cronaca, non nel secondo siamo andati meno ha pi cos tanta voglia di tornare bene. Bisogna avere pazienza, Ra- ad Appiano in versione part-time. nieri non in discussione: non Eppure farebbe davvero tanto cocolpa sua e per quanto riguarda il modo.

Abbattuto
Massimo Moratti, 66 anni, proprietario dellInter dal 95: ha vinto, tra le altre cose, 5 scudetti e una Champions

Sono amareggiato costretti a guardare partita dopo partita


LE SVOLTE RINVIATE

Troppa riconoscenza verso i senatori. E da tempo medita di cambiare uomini mercato


cisioni impulsive. Con gli allenatori ha poca pazienza, agli altri d crediti illimitati. Da tempo, ad esempio, ha in testa lidea di cambiare i suoi uomini di mercato. Prima di allontanare Oriali, che molti adesso rimpiangono, ci ha messo almeno sei mesi. Lassist per depotenziare Branca era arrivato dal caso Forlan, il giocatore erroneamente inserito in lista Champions, ma poi il presidente ha preferito soprassedere. Da oggi non potr sbagliare pi niente. Luomo dei conti, Rinaldo Ghelfi, gli ha gi fatto notare cosa vuol dire in termini economici non prendere parte alla prossima Champions League. Ecco perch a gennaio verranno spesi almeno 25 milioni, pi o meno quanti lanno scorso. Kucka il primo nome della lista e anche il difensore centrale Juan Jesus dellInternacional di Porto Alegre ha gi trovato un accordo di massima con il club interista. Ma non

Vicinic a sinistra

Il decentramento del montenegrino ne ha rispolverato labilit nel dribbling e la vocazione allassist, come ai bei tempi della Roma. E il suo abbinamento a Matri ha aumentato in maniera esponenziale il potenziale offensivo bianconero
Centimetri - LA STAMPA

Milioni di deficit nellultimo bilancio

86,8

Lanno scorso il deficit era di 69 mln. Gli acquisti di Quaresma e Mancini hanno generato minusvalenze per 18,8 milioni, lultimo aumento di capitale stato di 40

Punti in meno rispetto al 10/11

10

Dopo nove partite lInter la squadra che ha fatto peggio rispetto alla scorsa stagione, quando era seconda. Quadruplicati i gol incassati: 16 contro 4

44 Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Guai rossoneri
Preoccupa un altro big
il caso
LAURA BANDINELLI GUGLIELMO BUCCHERI

Antonio sta meglio, adesso parla e cammina come sempre


Giuseppe Bozzo
PROCURATORE DI CASSANO

DOPPIETTA DI IBRA IN A CON IL MILAN


I

Quella di sabato sera allOlimpico contro la Roma stata la prima doppietta di Ibrahimovic con la maglia del Milan in serie A: finora aveva segnato 16 gol singoli, 14 nello scorso torneo

ermo, quasi immobile. Le parole che escono dalla bocca con grande difficolt. E, ancora, la vista annebbiata, la perdita di equilibrio, impossibile non barcollare. Antonio Cassano si sentito male. Un malore improvviso quando l'aereo che riportava il Milan a casa dalla notte dellOlimpico atterrato allaeroporto di Malpensa. Il club rossonero in ansia (Il ragazzo
IN NEUROLOGIA

Cassano in ospedale Milan in ansia: Sta male stiamo indagando


Malore al rientro da Roma: per Antonio problemi alla vista e alla parola
Il calvario di Ringhio per la paralisi allocchio Gattuso mai in campo: fra sei mesi loperazione
I

Un foulard in viso per non farsi riconoscere nel reparto Tra 48 ore lesito degli esami
non sta bene, stiamo indagando, cos il medico sociale Rodolfo Tavana), Fantantonio vuole capire che cosa sia successo ora che lo sbalzo di pressione non centra e che stato escluso anche un possibile virus influenzale: dal pomeriggio di ieri ricoverato al terzo piano del Policlinico di Milano, al reparto di neurologia e solo fra quarantotto ore sar noto lesito degli esami a cui il

In questo inizio di stagione il Milan sta gi vivendo con ansia per le condizioni di salute di uno dei suoi giocatori simbolo. Gennaro Gattuso si fermato il 9 settembre subito dopo la prima partita di campionato contro la Lazio a San Siro e non si sa ancora quando potr tornare in campo. La colpa della paralisi del sesto nervo cranico che non permette a Ringhio luso corretto dellocchio sinistro: Gattuso ha annunciato che fra sei mesi si far operare.

Peter Pan barese si sottoposto. E, comunque, la possibilit di ulteriori accertamenti potrebbe comportare uno stop temporaneo allattivit agonistica dellattaccante. Paura e dubbi. E molti interrogativi. Antonio sta meglio, adesso parla e cammina come sempre..., cos lavvocato Giuseppe Bozzo, procuratore ed amico dellattaccante rossonero. Sta meglio, Cassano. Chi lo ha visto nei corridoi del Policlinico racconta di un giocatore in piedi, ma appoggiato a due barellieri e, per non farsi riconoscere, con un foulard in testa e i soli occhi scoperti. I primi, immediati, accertamenti al fantasista barese li hanno fatti subito dopo lo sbarco a Malpensa nella not-

te fra sabato e domenica allospedale di Busto Arsizio, quello pi vicino. Poi, dopo il ritorno a casa, il viaggio verso il pronto soccorso del Policlinico alle cinque e mezza del mattino e, nel pomeriggio di ieri, il ricovero in neurologia. Allora di pranzo, il Milan partir per Minsk senza il suo attaccante. Cassano salter lincrocio di Champions League contro il Bate Borisov in attesa di conoscere il perch di quegli attimi di terrore. Quali sono state le cause scatenanti il malore? Quali i sintomi? Cassano durante il volo di ritorno a Milano non aveva avvertito alcun tipo di disagio, anzi. Sullaereo era stato proprio il barese a ridere e a scherzare dopo il successo contro la Roma: un pani-

NUOVA PUNTO BLUE&ME. TECNOLOGIA IN CRESCENDO.

ESP CON HILL HOLDER

CLIMATIZZATORE

RADIO CD MP3

BLUETOOTH CON COMANDI VOCALI E USB

START&STOP

CERCHI IN LEGA

PUNTO BLUE&ME. TUTTO DI SERIE A 9.900 EURO.

E CON IL FINANZIAMENTO FACILE FIAT MASSIMA ACCESSIBILIT con lANTICIPO ZERO, E LA FLESSIBILIT di scegliere limporto della rata e di POSTICIParne una allanno.
Messaggio promozionale.

Punto Blue&Me 1.2 bz. 3p. prezzo promo 9.900 (IPT esclusa). Offerta valida no al 30.11.2011 con il contributo dei Concessionari Fiat. Consumi ciclo combinato 5,2 (l/100km). Emissioni CO2 123 (g/km). Finanziamento Facile Fiat: Fogli informativi su www.sava.it Documentazione precontrattuale in Concessionaria. Salvo approvazione

www.fiatpunto.it

Cesena, il ko di Parma fatale a Giampaolo: il quinto esonero in serie A


Nove giornate di campionato e gli esoneri di questa stagione in serie A sono gi cinque: dopo Pioli (Palermo), Donadoni (Cagliari), Gasperini (Inter) e Bisoli (Bologna), tocca a Marco Giampaolo (Cesena), sconfitto a Parma dai gol di Paletta e Alessandro Lucarelli. Giovinco nel primo tempo ha anche sbagliato un rigore, parato da Antonioli. un cambio obbligato per dare forza alla squadra - ha detto al fischio finale Igor Campedelli, presidente dei bianconeri sempre pi ultimi -: ci ha colpito soprattutto la mancanza di reazione e la pesantezza mentale del gruppo. Fra i nomi dei possibili sostituti ci sono quelli di Ballardini, Arrigoni e De Canio. Salva invece la panchina Mihajlovic a Firenze, grazie alla vittoria sul Genoa firmata da Lazzari al 42. Nella ripresa, gol fantasma di Gamberini.

Bologna Atalanta
Bologna
(4-3-1-2)

3 1
Atalanta
(4-4-1-1)

Fiorentina Genoa
Fiorentina
(4-3-3)

1 0
Genoa
(4-1-4-1)

Lecce Novara
Lecce
(4-4-1-1)

1 1
Novara
(4-3-1-2)

Parma Cesena
Parma
(4-4-2)

2 0
Cesena
(4-3-3)

Siena Chievo
Siena
(4-4-2)

4 1
Chievo
(4-3-1-2)

Gillet 6; Raggi 6, Portanova 6, Loria 6,5,Morleo6,5; Perez 5 (1'st Pulzetti 6,5), Mudingayi 7, Kone 7; Ramirez 7,5 (30st Gimenez); Di Vaio 6 (20'st Cherubin 6), Acquafresca 5,5.
ALL. Pioli

Consigli 6; Masiello sv (21'pt Bellini 6), Capelli 5,5, Lucchini 5,5, Peluso 5; Bonaventura 6 (18'st Tiribocchi 5), Cigarini6(7'stSchelotto 5), Carmona 6, Padoin 6; Moralez 6; Denis 7.
ALL. Colantuono

Boruc 6; Cassani 6,5, Gamberini 6,5, Natali 6, Pasqual 6,5;Kharja5,5, Montolivo 5,5, Lazzari 6; Romulo 6 (40' st Munari sv), Gilardino 5 (25' st Vargas 5), Jovetic 5,5 (45' st Silva sv).
ALL. Mihajlovic

Frey 6,5; Mesto 5,5, Dainelli 6, Granqvist 5,5, Antonelli 5; Veloso 5; Rossi 6 (33' st Constant sv), Kucka 5 (1' st Jorquera 6), Merkel 5,5, Jankovic 5 (12' st Pratto 6); Palacio5,5.

Benassi 6; Oddo 6, Carrozzieri6, Esposito sv (15' pt Tomovic 6), 11 Mesbah 4,5); Cuadrado 5,5, Giandonato5,5 (29'st Pasquato 5,5), Strasser 6, Olivera 6; Bertolacci 5,5; Corvia 5,5 (11' st Muriel sv).
ALL. Di Francesco 5,5

Fontana 6; Morganella 6, Paci 6 (21' st Dellafioresv),Centurioni6,Gemiti 6;Marianini 6, Porcari 6, Rigoni 7; Mazzarani 6,5 (34' st Giorgi sv), Jeda 5,5, Meggiorini 6 (24' st Radovanovic sv).
ALL. Tesser

Mirante 6; Zaccardo 6,5, Paletta 7, Lucarelli 7, Gobbi 6; Biabiany 6, Morrone 6 (dal 37' st Blasi sv), Galloppa 6 (dal 20' stMusacci 6), Modesto 6; Giovinco 5, Pell 5,5 (dal 29' st Crespo sv).
ALL. Colomba

Antonioli 7; Comotto 5,5, Von Bergen 5, Rodriguez 5, Lauro 5,5; Candreva 6, Guana 5,5, Parolo 5; Ghezzal 5 (dal 20 'st MezaColli5),Bogdani 5 (dal 39' st Rennella sv), Martinez 5 ( dal 1' st Eder 5).
ALL. Giampaolo

Brkic 6,5; Vitiello 6, Rossettini6,5,Contini 6,5 (10' st Pesoli 6,5 ), Del Grosso 6; Mannini 6, Gazzi 6,5, D'Agostino 7 (32' st Bolzoni sv), Brienza 6, Calai 6,5 , Destro 7,5 (30' st Larrondo.
ALL. Sannino

Sorrentino 6; Frey 5, Mandelli 4, Cesar 4,5, Jokic 5 (24' st Dram 5,5); Bradley 5,5,Vacek 5,5,Hetemaj 5 (18' st Paloschi 5,5 ); Cruzado 5 (1' st Sammarco 5); Moscardelli 6,5, Pellissier5,5.
ALL. Di Carlo

ALL. Malesani

5,5

6,5

6,5

7,5

RETI: 7'pt Denis, 45' pt Di Vaio, 3'st Ramirez, 23'st Loria.

RETI: 42' Lazzari.

RETI: pt31' Strasser, 44' Rigoni.

RETI: pt41' Paletta; st 26' Lucarelli.

RETI: 25'e11'stDestro,17'stD'Agostino, 29'stMoscardelli,49'stCalai

ARBITRO: Bergonzi 7 AMMONITI: Bonaventura, Denis, Portanova, Padoin, Mudingayi. SPETTATORI:17.870.

ARBITRO: Peruzzo 6,5. AMMONITI: Kucka, Natali. SPETTATORI: 19.312, di cui 6.288 paganti.Incasso totale 312.696 euro.

ARBITRO: Romeo 6. SPETTATORI: paganti 2.310 incasso 29.196 euro, abbonati 3.902 quota partita 41.563,03.

ARBITRO: Guida 6. AMMONITI: Morrone, Guana, Rodriguez, Galoppa, Comotto, Eder. SPETTATORI: 12.480, di cui abbonati 9.620,per un incasso di euro 110.059.

ARBITRO: Brighi 6. AMMONITI: Cruzado, Jokic, Hetemaj, Cesar e Mandelli (Chievo) e Larrondo(Siena). SPETTATORI: 8472, abbonati 7623, paganti 849.Incasso totale: 77.536 euro.

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Sport 45

Dal campo alla paura


GLI APPLAUSI AllOLIMPICO

1 2 3
no con il prosciutto crudo, la crostata e il pieno di battute fino allatterraggio. Lattaccante rossonero, allOlimpico, era riuscito nellimpresa di lasciare il segno nei venti minuti (recupero compreso) finali della partita. Due magie, un tiro, linvito per Aquilani nellazione del terzo gol di Ibrahimovic e un movimento continuo per il campo tanto da far venire le vertigini ai giallorossi. Sta disputando la miglior stagione della carriera..., il giudizio del tecnico Massimiliano Allegri con lamministratore delegato del Milan Adriano Galliani pronto a sottolineare come adesso i pantaloncini gli vanno larghi e non pi stretti come prima.... Le paure di Cassano sono anche quelle di un mondo del pallone che vuole capire cosa sia accaduto. Lo staff medico rossonero in continuo contatto con il Policlinico e, sullevolversi della situazione, in conti-

Gioca venti minuti, gli ultimi, ed illumina la manovra rossonera


ATTERRA A MALPENSA E PERDE LEQUILIBRIO

VITTORIE ESTERNE DI FILA DELLA LAZIO


I

Con il successo di ieri a Cagliari salgono a quattro le vittorie di fila in trasferta della Lazio: aveva vinto 2-1 a Cesena, 2-1 a Firenze e 2-0 a Bologna. Fuori casa ha fatto pi punti di tutti: 13.

Appena sbarca dallaereo comincia a sentirsi male


IN PIENA NOTTE LA CORSA IN OSPEDALE

Primi accertamenti a Busto Arsizio, poi larrivo al Policlinico

rati il silenzio sulle condizione del giocatore perch c da rispettare la privacy, a costo di scatenare sul web e sui media locali le pi svariate ipotesi sulle cause del malessere dellattaccante barese. Fra le cause c chi parla dellinteressamento del talamo, ovvero della struttura del sistema nervoso centrale del cervello, e chi come uno specializzando del Policlinico scrive su twitter di una possibile ischemia transitoria. Cassano ha fatto scattare lallarme rosso cos come lo aveva fatto scattare il caso-Gattuso. Il Ringhio rossonero in infermeria e ci
ANCHE PRANDELLI PREOCCUPATO

Occhio di triglia
ELIO PIRARI

CARESSA
RIVEDIAMO LAZIONE ALLA SPYDER CAR...
omber. Per Luis Enrique Lamela da considerare non ancora esploso, Meloccaro. Permanendo ignoto il potenziale detonante conservate precauzionalmente Lamela in frigo, se non tenete troppo al frigo. Ulteriori suggerimenti: in Italia gli esplosivi non sono ben visti dalle forze dellordine, nel malaugurato caso in cui dovessero fare irruzione in casa, prima che irrompano fate saltare la casa. **** Motorshow. Rivediamo lazione alla spyder car.... Caressa, dallabitacolo di una mitica Porsche 550. **** Number one. C qualcosa nel suo aspetto che determina curiosit, ecco perch quando parla Mazzarri tutti si voltano a guardarlo: Chi vuole sentirmi mi ascolta, ma sa gi quello che voglio dire, che dir, e quello che ho detto. **** Colpo di scena, dopo le prime apparizioni sotto forma di cane volpino, per la prima volta dallinizio del campionato Sannino appare in tv nelle sembianze di Sannino. E confessa: Io sono un attore, voi siete attori, siamo tutti attori. **** Talent scout. Mattioli, gasatissimo, va subito al sodo: La notizia che a Bologna nata una stella, Ramirez, Volpi da studio: Mi spiace deludere il buon Mattioli ma Ramirez gi un giocatore di grande categoria, Lauro: Valutazione 15/20 milioni, Boniek: Chi, quello scoperto da Mattioli?. **** Candreva potrebbe avere un po di dente avvelenato, Gallerani. **** La Juve una squadra imbottita della tanta carica emotiva del suo allenatore, Cristiana Buonamano. **** Linviato reclama la linea, la notizia che al DallAra sperimenteranno uno dei pi potenti fluidi contro il malocchio visti su un campo di calcio. A Di Vaio i tifosi consegneranno un amuleto per fare gol, poi il capolavoro di malvagit: Ma non possiamo svelarvi molto di pi, Matteo Lady Barbara Barzaghi. **** Destro, lei figlio di Destro?, Destro... proprio quel Destro l?..., Destro: Probabile. **** Plus amore. Ricordo pochi giocatori amati a Firenze, Antognoni, forse Batistuta, l il pubblico non ama svisceralmente, De Grandis.

Rischia uno stop prolungato Il medico della Nazionale in contatto con lo staff rossonero
rimarr per tutta la stagione per colpa di una paralisi del sesto nervo cranico dellocchio sinistro che gli fa vedere doppio. Penso a tornare prima un genitore che pu portare i figli a scuola guidando la macchina. Quando mi sveglio la mattina prima apro locchio sano, poi piano piano penso allaltro con la speranza che tutto torni normale: per ora non cos..., ha spiegato una settimana fa Gattuso per metter fine alle voci sul suo vero stato di salute. Entro quarantotto ore, ora gli esami chiariranno le cause sul malessere di Cassano. Lallarme resta, la preoccupazione alta.

nuo aggiornamento il responsabile medico della Nazionale. Il professor Enrico Castellacci, uomo di fiducia prima di Lippi ora di Prandelli, ieri ha telefonato al collega del Milan Tavana: per lItalia del dopo Sudafrica, Cassano diventato luomo della provvidenza, o quasi. Ieri accanto a Fantantonio sono rimasti la moglie Carolina, il suocero e il cugino. Da parte della societ di via Tu-

Personaggi
ROBERTO CONDIO INVIATO A UDINE

ominciano a dirlo in tanti: Lo scudetto se lo giocheranno Juve e Milan. Sar. Intanto, pinzate tra le due nobili sfidanti, c il meglio della classe media della serie A. Udinese e Lazio: un punto sotto Conte, uno sopra Allegri. Seconde a pari punti ma con storie opposte. I friulani sono micidiali in casa: col Palermo arrivato il 4 successo in 4 uscite, a porta inviolata. I biancocelesti hanno un passo da record in trasferta: imbattuti in 5 partite, a Cagliari hanno centrato la 4 vittoria di fila. Pi bella la squadra di Guidolin, ieri sciupona allinverosimile sotto porta; pi spietata quella di Reja. Oltre allimpegno in Europa League, una cosa sola le accomuna: la strepitosa puntualit dei loro uomini-gol. Segnano sempre Di Natale e Klose. Il tedesco arrivato a quota 6, chiudendo di testa a fine primo tempo il conto aperto poco prima dal tiro chirurgico di Lulic. Nella ripresa tris di Rocchi (100 con la Lazio). Il napoletano gi a 7: una girata al volo dopo 38, unico centro bianconero in un pomeriggio da tiro al bersaglio, con la mira storta. Ha parato tanto Tzorvas, hanno sbagliato di pi Isla, Basta, ArmeCAPOCANNONIERE

Sempre Di Natale & Klose Udinese e Lazio seconde con i grandi classici del gol
Tot piega il Palermo, il tedesco decisivo anche a Cagliari
Cagliari Lazio
Cagliari
(4-3-1-2)

0 3
Lazio
(4-3-1-2)

Udinese Palermo
Udinese
(3-5-1-1)

1 0
Palermo
(4-3-2-1)

Agazzi 5; Pisano 5 (25'stPerico5), Canini 6, Ariaudo 6, Agostini 5,5; Biondini 5,5, Nainggolan 6, Ekdal 5 (9' st Ibarbo 6,5); Cossu 6; Nen 5, Thiago Ribeiro 5 (41' st Larrivey sv).

Marchetti 7; Konko 6, Dias 6, Diakit 6,5, Radu 6,5; Brocchi6(22'stCana),Ledesma 7, Lulic 6,5; Hernanes 7 (33' st Sculli sv); Klose 6, Ciss 6,5 (39' st Rocchi sv).

Handanovic 6,5; Benatia 7, Danilo 6,5, Domizzi 6,5; Basta 6,5, Isla 6, Pinzi 6, Asamoah 6,5,Armero 6,5; Floro Flores 6 (22 st Badu 5,5); Di Natale 7 (44 st Abdi 5).

Tzorvas 6,5; Pisano 5 (10 st Ilicic 6), Silvestre 5, Cetto 5,5, Balzaretti5; Migliaccio 5,5 (18 st Della Rocca 5,5), Bacinovic 5,5 (27 st Alvarez 5,5), Barreto 5,5; Aguirregaray 4,5, Zahavi 5,5; Miccoli 5.
ALL. Mangia

ALL. Ficcadenti

ALL. Reja

ALL. Guidolin

RETI: pt39' Lulic, 44' Klose; st 43'Rocchi.

RETI: pt38 Di Natale.

Il friulano punta al 3titolo consecutivo, il ct lo segue La Nazionale? Io ci sono


CORSA SCUDETTO

ARBITRO: Mazzoleni 6,5. SPETTATORI:15.000 circa.

ARBITRO: Giannoccaro 5,5. AMMONITI: Pisano, Pinzi, Benatia. SPETTATORI: paganti 3587, incasso 42.568 euro; abbonati 13.738, quota non comunicata.

Tra Juve e Milan c anche la squadra di Reja: apre Lulic, Rocchi fa 100 in biancoceleste
ro, Benatia, Floro Flores, Abdi e pure Di Natale. Che per sforna anche assist deliziosi ed di nuovo capocannoniere, com capitato negli ultimi due campionati. Tre titoli di fila li hanno vinti soltanto Nordahl e Platini. E io dice Tot - sono onorato di essere confrontato con fenomeni del genere. Mi ha fatto piacere scoprirmi tra i 50 candidati al Pallone doro: evidentemente sanno che non facile segnare cos tanto, specie in Italia. Lui continua a farlo, a 34 anni. Al punto da spingere Prandelli a riprenderlo in considerazione per la Nazionale: Se va avanti cos, sarei matto a trascurarlo, ha detto il ct pensando a Euro 2012. Io sono a disposizione, ha replicato ieri Di Natale. E Guidolin gli ha lanciato la volata azzurra: un fuoriclasse assoluto, che fa spesso gol. E poi vedo che lItalia s ormai lanciata nel progetto che per primi abbiamo sposato a Udine: giocare in velocit, con i piccoletti. Non dico altro.... Ha gi detto tutto, in effetti. Ha consacrato luomo

Tra i 50 per il Pallone doro


Antonio Di Natale, 34 anni, 7 gol in questo campionato dopo i 57 degli ultimi due

che pi di ogni altro fa la differenza. Tot ha segnato 7 degli 11 gol friulani e nellunica occasione in cui ha dato forfait (mercoled scorso a Napoli) Guidolin ha perso. Di Natale, ma anche Klose. Sempre loro. Ci riproveranno domenica. In casa contro Siena e Parma, mentre la Juve capolista rischier a Napoli. Sognare il primato si pu, insomma. Ma io conto i punti che mancano per arrivare alla quota-salvezza, sorride Di Natale. Perch in Friuli hanno bene in mente quel che

successo alla Samp: quarta in campionato, eliminata nei preliminari della Champions e poi crollata in B. Un anno dopo, lUdinese lha copiata fino ad agosto, ma ora vuole evitare lultimo step. Ci sta riuscendo benissimo, pur avendo venduto i suoi Cassano e Pazzini gi in estate. Ha chiuso il mercato con 57 milioni di euro di attivo, poi ha continuato a vincere: prima nel girone di Europa League, seconda in A. Con 8 titolari su 11 identici a un anno fa. Con Di Natale che la butta sempre dentro.

46 Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Serie A Tim
Classifica
PARTITE SQUADRE PUNTI G V N P F TOTALE RETI S DIFF FAVORE T R RIGORI CONTRO T R G IN CASA PARTITE V N P F RETI S G FUORI CASA PARTITE V N P F RETI S

I numeri della A
A CURA DI

Marcatori
Antonio Di Natale
34 ANNI, UDINESE

Massimo Fiandrino

1 Primo gol di Di Vaio

1. Juventus 2. Udinese 3. Lazio 4. Milan 5. Napoli 6. Catania 7. Siena 8. Palermo 9. Cagliari 10. Fiorentina 11. Genoa 12. Parma 13. Roma 14. Bologna 15. Atalanta (-6) 16. Chievo 17. Inter 18. Novara 19. Lecce 20. Cesena

19 18 18 17 14 14 13 13 13 12 12 12 11 10 9 9 8 7 5 3

9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9

5 5 5 5 4 3 3 4 3 3 3 4 3 3 4 2 2 1 1 0

4 3 3 2 2 5 4 1 4 3 3 0 2 1 3 3 2 4 2 3

0 1 1 2 3 1 2 4 2 3 3 5 4 5 2 4 5 4 6 6

15 11 15 19 13 12 11 11 9 10 13 12 11 8 12 7 11 12 7 3

7 3 8 14 7 12 6 11 9 8 12 17 11 13 12 11 16 17 16 12

8 8 7 5 6 0 5 0 0 2 1 -5 0 -5 0 -4 -5 -5 -9 -9

0 2 2 0 1 2 0 2 1 0 1 3 0 2 2 1 2 3 1 2

0 2 2 0 0 2 0 2 1 0 1 2 0 2 1 0 2 3 1 1

1 0 0 1 0 1 1 1 1 1 2 1 1 2 1 1 5 0 3 4

1 0 0 1 0 1 1 1 1 1 1 1 1 2 1 0 3 0 3 3

5 4 4 5 4 5 4 4 5 5 4 5 5 4 4 5 4 4 5 5

3 4 1 3 2 3 3 4 1 3 2 3 2 1 2 2 1 1 0 0

2 0 2 2 1 2 0 0 3 1 2 0 1 0 2 2 1 2 1 3

0 0 1 0 1 0 1 0 1 1 0 2 2 3 0 1 2 1 4 2

11 8 4 11 6 6 9 11 2 9 7 8 8 4 4 5 2 7 5 3

5 0 4 4 3 3 2 5 4 4 3 5 7 8 2 4 5 7 11 6

4 5 5 4 5 4 5 5 4 4 5 4 4 5 5 4 5 5 4 4

2 1 4 2 2 0 0 0 2 0 1 1 1 2 2 0 1 0 1 0

2 3 1 0 1 3 4 1 1 2 1 0 1 1 1 1 1 2 1 0

0 1 0 2 2 1 1 4 1 2 3 3 2 2 2 3 3 3 2 4

4 3 11 8 7 6 2 0 7 1 6 4 3 4 8 2 9 5 2 0

2 3 4 10 4 9 4 6 5 4 9 12 4 5 10 7 11 10 5 6

7 reti
I

Era a secco da sette mesi Primo gol di Di Vaio in questo torneo, non segnava dal 2 aprile 2011 in Brescia-Bologna 3-1: il digiuno di 15 partite di fila in serie A (le ultime 7 dello scorso campionato pi le prime 8 del torneo 2011-12) hanno costituito il suo record personale negativo (12 partite di fila a secco rimase nel 2003-04 quando militava nella Juventus). Con il 133 gol in A Di Vaio supera Altobelli (132) e raggiunge Pruzzo. Ieri stata anche la prima vittoria del Bologna in casa. Infine prima doppietta di Destro (Siena).

4 Partite dellUdinese

In caso di parit di punti la classifica viene stilata in base a: 1 Scontri diretti; 2 Differenza reti negli scontri diretti; 3 Differenza reti generale; 4 Maggior numero di reti segnate; 5 Sorteggio. Le prime due direttamente in Champions League, la terza ai preliminari di Champions, quarta e quinta in Europa League, le ultime tre retrocedono in serie B.

Di Natale l'unico giocatore sempre a segno nelle partite interne di questo torneo: ha segnato contro Fiorentina, Bologna, Novara (2) e Palermo; inoltre per lui 64 gol in 79 gare degli ultimi 3 campionati con una media di 0,81 a gara

Risultati
Catania-Napoli 2-1 p.t.: 1 Cavani (Na); 25 Marchese (Ct); s.t.: 3 Bergessio (Ct) Roma-Milan 2-3 p.t.: 17 Ibrahimovic (Mi); 28 Burdisso (Ro); 30 Nesta (Mi); s.t.: 33 Ibrahimovic (Mi); 43 Bojan (Ro) Inter-Juventus 1-2 p.t.: 12 Vucinic (Ju); 28 Maicon (In); 33 Marchisio (Ju) Siena-Chievo 4-1 p.t.: 25 Destro (Si); s.t.: 12 Destro (Si); 16 DAgostino (Si); 30 Moscardelli (Ch); 49 Calaio (Si) Bologna-Atalanta 3-1 p.t.: 7 Denis (At); 49 Di Vaio (Bo) rig.; s.t.: 3 Ramirez (Bo); 23 Loria (Bo) Fiorentina-Genoa p.t.: 42 Lazzari (Fi) 1-0

Prossimi turni
11a Giornata 06/11 - Ore 15,00 Atalanta-Cagliari Cesena-Lecce Chievo-Fiorentina Genoa-Inter Lazio-Parma Milan-Catania Napoli-Juventus Novara-Roma Palermo-Bologna Udinese-Siena 12a Giornata 20/11 - Ore 15,00 Bologna-Cesena Catania-Chievo Fiorentina-Milan Genoa-Novara Inter-Cagliari Juventus-Palermo Napoli-Lazio Parma-Udinese Roma-Lecce Siena-Atalanta ore 20,45 Sab. ore 20,45 Sab. ore 18,00 Sab. ore 20,45 ore 12,30 ore 20,45 Sab. ore 20,45 Sab. ore 18,00 ore 12,30 13a Giornata 27/11 - Ore 15,00 Atalanta-Napoli Cagliari-Bologna Cesena-Genoa Lazio-Juventus Lecce-Catania Milan-Chievo Novara-Parma Palermo-Fiorentina Siena-Inter Udinese-Roma 25 Nov. ore 20,45 Sab. ore 20,45 Sab. ore 18,00 ore 20,45 Sab. ore 18,00

11 della settimana
MARCHETTI (Lazio) NESTA (Milan) BARZAGLI (Juventus) MARCHISIO (Juventus) A. LUCARELLI (Parma) MARCHESE (Catania)

6 reti: Klose (La), Denis (At, 1 rig.), Giovinco (Pr, 2 rig.). 5 reti: Calaio' (Si), Jovetic (Fi), Palacio (Ge, 1 rig.). 4 reti: Cavani (Na), Ibrahimovic (Mi), Marchisio (Ju), Matri (Ju), Moralez (At), Nocerino (Mi), Osvaldo (Ro), Rigoni (No, 3 rig.). 3 reti: Bergessio (Ct), Boateng (Mi), Cerci (Fi), Destro (Si), Miccoli (Pa), Moscardelli (Ch), Hernandez (Pa, 1 rig.), Hernanes (La, 2 rig.), Milito (In, 2 rig.). 2 reti: Acquafresca (Bo), Bojan (Ro), Cambiasso (In), Campagnaro (Na), Cassano (Mi), Conti (Ca), Giacomazzi (Le), Grossmuller (Le), Hamsik (Na), Kucka (Ge), Lavezzi (Na), Lulic (La), Maggio (Na), Morimoto (No), Pellissier (Ch), Ramirez (Bo), Vucinic (Ju), Lodi (Ct, 1 rig.), Maxi Lopez (Ct, 1 rig.), Pinilla (Pa, 1 rig.).

in casa: tutte vinte Le partite dell'Udinese in casa e sempre vittoria (Fiorentina 2-0, Bologna 2-0, Novara 3-0 e Palermo 1-0) record stagionale eguagliato come il Palermo. Inoltre per i friulani zero gol subiti in casa e miglior difesa in assoluto con soli 3 reti subite in queste prime 9 partite. Quattro le vittorie consecutive del Milan (Palermo 3-0, Lecce 4-3, Parma 4-1 e Roma 3-2): record stagionale.

19 Gol segnati dal Milan

14a Giornata 04/12 - Ore 15,00 Bologna-Siena Catania-Cagliari Chievo-Atalanta Fiorentina-Roma Genoa-Milan Inter-Udinese Juventus-Cesena Lazio-Novara Napoli-Lecce Parma-Palermo Sab. ore 20,45 ore 20,45 2 Dic. ore 20,45 Sab. ore 20,45 ore 12,30

AQUILANI (Milan)

RAMIREZ (Bologna)

Miglior attacco Le reti segnate dal Milan, miglior attacco del campionato (14 segnature nelle ultime 4 partite) e con 10 giocatori diversi: Ibrahimovic (4 gol), Nocerino (4), Boateng (3), Cassano (2) e Aquilani, El Shaararawy, Seedorf, Robinho, Yepes e Nesta a quota 1.

IBRAHIMOVIC (Milan) DESTRO (Siena) DI NATALE (Udinese)

100 I pareggi del Novara

Lecce-Novara 1-1 p.t.: 32 Strasser (Le); 44 Rigoni (No) rig. Parma-Cesena 2-0 p.t.: 41 Paletta (Pr); s.t.: 26 Lucarelli (Pr) Udinese-Palermo p.t.: 38 Di Natale (Ud) 1-0

Cagliari-Lazio 0-3 p.t.: 39 Lulic (La); 44 Klose (La); s.t.: 43 Rocchi (La)

Le chiare vittorie sui campi di Inter e Roma fanno di Juve e Milan le squadre del weekend. Da segnalare le imprese di Catania, Bologna e Siena.

Allestero
Francia
12a Giornata

nel girone unico I pareggi del Novara in serie A, completano lo score 127 vittorie e 190 sconfitte. Rigoni il bomber del Novara in questo campionato con 4 gol, doppietta all'Inter, gol contro il Catania e il Lecce: ha realizzato 3 calci di rigori. Cento le vittorie di Montolivo in 229 partite di A (completano lo score 59 pareggi e 70 ko) e cento anche per Zaccardo in 298 partite in serie A (91 pareggi e 107 ko).

Germania
11a Giornata

Ajaccio-Bordeaux Brest-Lorient Digione-Marsiglia Evian Tg-Auxerre Montpellier-Nancy Paris-Sg-Caen Lione-St-Etienne Nizza-Sochaux Tolosa-Rennes Valenciennes-Lille

0-2 3-1 2-3 3-1 2-0 4-2 2-0 1-1 1-0 0-0

Friburgo-B. Leverkusen Bayern M.-Norimberga Borussia M.-Hannover Schalke 04-Hoffenheim Wolfsburg-Hertha Berlino Stoccarda-Borussia D. Mainz-Werder Brema Colonia-Augsburg Amburgo-Kaiserslautern

0-1 4-0 2-1 3-1 2-3 1-1 1-3 3-0 1-1

Lerede di Pel Neymar, gi record di gol nel Santos

Inghilterra
10a Giornata
Everton-Manch. United Chelsea-Arsenal Manch. City-Wolverhampton Norwich City-Blackburn Sunderland-Aston Villa Swansea-Bolton Wigan-Fulham West Bromwich Albion-Liverpool Tottenham-QueenS Park Rangers Stoke City-Newcastle 0-1 3-5 3-1 3-3 2-2 3-1 0-2 0-2 3-1 oggi 21,00

Spagna
11a Giornata

400 Sconfitte del Genoa


3-1 2-0 5-0 0-1 1-1 2-0 1-0 3-1 2-1 oggi 21,00

Valencia-Getafe Villarreal-Rayo Vallecano Barcellona-Maiorca Real Sociedad-Real Madrid Sporting Gijon-Athletic Osasuna-Levante Racing-Betis At. Madrid-Saragozza Malaga-Espanyol Siviglia-Granada Cf

in trasferta Le sconfitte del Genoa in trasferta in serie A sulle 744 partite disputate nel girone unico.

435 Minuti dopo Chievo

Classifica Paris-Sg 29; Montpellier 26; Lille, Lione 23; Tolosa 22; Rennes 21; Lorient 17; StEtienne 16; Marsiglia, Caen 15; Sochaux 14; Brest, Auxerre, Evian Tg, Bordeaux 12; Nizza, Digione 11; Valenciennes 10; Nancy 8; Ajaccio 7

Classifica Bayern M. 25; Schalke 04 21; Borussia D., Werder Brema, Borussia M. 20; Stoccarda, Hannover 18; B. Leverkusen 17; Hoffenheim, Hertha Berlino, Colonia 16; Wolfsburg 13; Kaiserslautern, Norimberga 12; Mainz, Amburgo 9; Augsburg 8; Friburgo 7

Classifica
Manch. City 28; Manch. United 23; Chelsea, Newcastle, Tottenham 19; Liverpool 18; Arsenal 16; Norwich City 13; Aston Villa, Swansea, Stoke City, QueenS Park Rangers 12; West Bromwich Albion 11; SunderI

Prossimo turno 5/11: Lille-Evian Tg. 6/11: Caen-Digione, St-Etienne-Montpellier, Auxerre-Tolosa, Marsiglia-Nizza, Rennes-Valenciennes, Lorient-Ajaccio, Sochaux-Lione, NancyBrest, Bordeaux-Paris-Sg

Prossimo turno 4/11: Mainz-Stoccarda. 5/11: Werder Brema-Colonia, Borussia D.-Wolfsburg, Norimberga-Friburgo, Hoffenheim-Kaiserslautern, Hertha Berlino-Borussia M., B. Leverkusen-Amburgo. 6/11: Hannover-Schalke 04, Augsburg-Bayern M.

Quattro gol fatti e due annullati per Neymar (foto) in Santos-Atletico Paranaense. Il calciatore indicato da Pel come suo erede, a soli 19 anni, gi arrivato a 96 reti ufficiali, a -4 dalla centesima in carriera. Il numero 11 pi amato del Sudamerica ha realizzato 78 gol in 154 partite nel Santos.

land, Fulham, Everton 10; Wolverhampton 8; Blackburn, Bolton 6; Wigan 5

Classifica Real Madrid 25; Barcellona 24; Levante 23; Valencia 21; Siviglia 17; Espanyol 15; Osasuna 14; Athletic, At. Madrid, Malaga 13; Rayo Vallecano, Betis 12; Villarreal 10; Maiorca, Saragozza 9; Real Sociedad, Sporting Gijon, Racing 8; Getafe 7; Granada Cf 5

ha ritrovato la rete Minuti durato il digiuno di gol del Chievo, iniziato il 25 settembre in Chievo-Genoa 2-1 (Moscardelli al 94). Ieri, al 75 di Siena-Chievo 4-1 stato proprio Moscardelli (bomber del Chievo) a segnare la rete che ha ridato il gol ai veneti.

454 Minuti senza reti

Prossimo turno
5/11: Newcastle-Everton, Manch. UnitedSunderland, Liverpool-Swansea, ArsenalWest Bromwich Albion, Blackburn-Chelsea, Aston Villa-Norwich City, QueenS Park Rangers-Manch. City. 6/11: Wolverhampton-Wigan, Bolton-Stoke City, Fulham-Tottenham

Prossimo turno 5/11: Maiorca-Siviglia, Betis-Malaga, Levante-Valencia. 6/11: Real Madrid-Osasuna, Saragozza-Sporting Gijon, Granada Cf-Racing, Espanyol-Villarreal, Rayo Vallecano-Real Sociedad, Athletic-Barcellona, Getafe-At. Madrid

fuori casa Palermo Minuti di digiuno per il gol in trasferta del Palermo, record negativo stagionale: dalla rete di Pinilla a Genova contro la Sampdoria il 15 maggio scorso, la squadra siciliana rimasta senza gol anche sui campi di Atalanta, Lazio, Milan, Roma e Udinese. Anche il Cesena fanalino di coda non ha segnato nelle ultime 4 partite in trasferta.

2R

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Sport 47

Serie Bwin
Risultati
Ascoli-Modena s.t.: 43 Carini (Mo) 0-1 Bari-Pescara 0-2 p.t.: 18 Insigne (Pe); s.t.: 21 Insigne (Pe) Brescia-Reggina 0-3 p.t.: 41 Ceravolo (Rc) rig.; s.t.: 15 Viola (Rc); 44 Ragusa (Rc) Cittadella-Verona 1-2 p.t.: 13 Bellazzini (Ci) rig.; 16 Ferrari (Ve); 22 Hallfredsson (Ve) Crotone-Padova 2-1 p.t.: 33 Calil (Cr); 40 Florenzi (Cr); s.t.: 7 Cacia (Pd) Livorno-Gubbio 1-1 p.t.: 19 Bigazzi (Li); s.t.: 49 Bardi (Li) aut. Nocerina-Sampdoria 4-2 p.t.: 26 Di Maio (No); 34 Castaldo (No) rig.; s.t.: 21 Catania (No) rig.; 35 Maccarone (Sa); 36 Del Prete (No); 39 Maccarone (Sa) Sassuolo-Grosseto p.t.: 13 Boakye (Sa) 1-0

Classifica
PARTITE SQUADRE PUNTI G V N

TOTALE RETI P F S DIFF

RIGORI A FAVORE T R CONTRO T R

1. Torino 2. Pescara 3. Sassuolo 4. Reggina 5. Padova 6. Sampdoria 7. Varese 8. Grosseto 9. Bari 10. Livorno 11. Verona 12. Brescia 13. Crotone (-1) 14. Cittadella 15. Nocerina 16. Modena 17. Gubbio 19. Vicenza 20. Albinoleffe 21. Empoli 22. Ascoli (-10)

29 25 24 23 23 18 18 17 17 16 16 16 15 14 13 13 11 10 10 8 -1

12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12 12

9 8 7 7 7 4 5 4 5 4 4 4 4 4 3 3 2 5 2 3 2 2

2 1 3 2 2 6 3 5 2 4 4 4 4 2 4 4 5 1 4 1 2 3

1 3 2 3 3 2 4 3 5 4 4 4 4 6 5 5 5 6 6 8 8 7

17 29 14 27 21 21 13 15 10 13 16 12 13 14 18 11 12 14 12 16 15 14

7 18 7 15 15 13 11 12 12 9 17 15 14 18 18 17 17 19 23 21

10 11 7 12 6 8 2 3 -2 4 -1 -3 -1 -4 0 -6 -3 -7 -8 -7

1 3 1 4 1 6 1 3 2 3 1 3 2 2 7 2 1 3 1 5 1 3

1 2 1 4 0 4 1 2 2 2 1 1 2 2 6 1 1 2 1 4 1 3

1 3 3 5 3 2 1 2 2 0 5 3 4 4 1 1 4 1 2 3 3 3

1 3 3 1 3 2 1 2 2 0 5 2 3 3 1 1 3 1 1 2 2 2

Samp, ultr sul ring Giocatori presi a pugni


Assalto dopo il ko di Nocera: feriti Rispoli e Laczko

Torino-Empoli 2-1 p.t.: 34 Lazzari (Em); s.t.: 5 Ebagua (To); 21 Darmian (To) Varese-Juve Stabia 2-1 p.t.: 1 Carrozza (Va); 40 Cazzola (Ju); s.t.: 20 Cellini (Va) Vicenza-Albinoleffe 2-1 p.t.: 14 Laner (Alb); s.t.: 6 Paolucci (Vi); 19 Abbruscato (Vi)

22 -10

18. Juve Stabia (-6) 10

27 -11

In caso di parit di punti vale: 1 scontri diretti; 2 differenza reti negli scontri diretti; 3 differenza reti generale; 4 maggior numero di reti segnate; 5 sorteggio

Marcatori
8 reti: Immobile (Pe, 2 rig.). 7 reti: Sansovini (Pe), Tavano (Em, 1 rig.), Cocco (Alb, 3 rig.). 6 reti: Insigne (Pe), Ragusa (Rc), Abbruscato (Vi, 1 rig.), Missiroli (Rc, 1 rig.), Ceravolo (Rc, 3 rig.), Castaldo (No, 4 rig.). 5 reti: Cacia (Pd), Sforzini (Gr), Bertani (Sa, 1 rig.), Bianchi (To, 1 rig.), Ciofani (Gu, 1 rig.), Caridi (Gr, 2 rig.), Dionisi (Li, 2 rig.), Pozzi (Sa, 2 rig.). 4 reti: Boakye (Sa), Campagnacci (Rc), Cutolo (Pd), Di Maio (No), Feczesin (Br), Hallfredsson (Ve), Maah (Ci), Jonathas (Br, 1 rig.), Catania (No, 2 rig.), Papa Waigo (As, 2 rig.). 3 reti: Alfageme (Gr), Danilevicius (Ju), Ebagua (To), Gomez T. (Ve), Marchi (Sa), Mbakogu(Ju), Sgrigna(To), Cellini (Va,1 rig.), Ferrari (Ve,1 rig.), Maccarone(Sa, 1 rig.), SansoneG. (Sa,1 rig.), Sau (Ju, 1 rig.), Marotta(Ba, 2 rig.). 2 reti: Belingheri (Li), Bjelanovic (Ve), Busce' (Em), Carrozza (Va), Cascione (Pe), Ciano (Cr), Cisse' (Alb), Cuffa (Pd), De Luca (Va), De Paula (Ba), De Vitis (Mo), Djuric (Cr), Dumitru (Em), Farias (No), Florenzi (Cr), Foggia (Sa), Gasparetto (Ci), Girasole (Alb), Lupoli (Gr), Masucci (Sa), Mendicino (Gu), Milanetto (Pd), Paro (Vi), Pettinari (Cr), Piovaccari (Sa), Rizzato (Rc), Ruopolo (Pd), Sbaffo (As), Stanco (Mo), Vitofrancesco (Ci), Greco (Mo, 1 rig.), Bellazzini (Ci, 2 rig.). 1 reti: Abbate (Ve), Andjelkovic (As), Antenucci (To), Augustyn (Vi), Barone (Li), Bazzoffia (Gu), Bernacci (Mo), Bigazzi (Li), Borghese (Ba), Cacciatore (Va), Calil (Cr), Carini (Mo), Cazzola (Ju), Ceccarelli (Ve), Colombo (Rc), Costa (Sa), Cottafava (Gu), Cristiano (Alb), D'Alessandro (Ve), Dalla Bona (Mo), Darmian (To), De Falco (Ba), De Liguori (No), Del Prete (No), Di Carmine (Ci), Di Gennaro (Mo), Di Nardo (Ci), Di Roberto (Ci), Dos Santos (Ba), Drame' (Pd), El Kaddouri (Br), Eramo (Cr), Ficagna (Em), Figliomeni (Va), Foglio (Alb), Forestieri (Ba), Gessa (Pe), Giovannini (As), Italiano (Pd), Juan Antonio (Br), Kurtic (Va), Laner (Alb), Laribi (Sa), Lazzari (Em), Legati (Pd), Luci (Li), Lunardini (Gu), Maniero (Pe), Martinetti (Va), Misuraca (Vi), Neto Pereira (Va), Oduamadi (To), Palombo (Sa), Paolucci (Vi), Piccolo (Li), Portin (Pd), Previtali (Alb), Pucino (Va), Ragatzu (Gu), Raimondi (Ju), Rigoni (Vi), Rivas (Ba), Russo (Ve), Salamon (Br), Salviato (Li), Sansone N. (Cr), Saponara (Em), Scaglia (Br), Schiattarella (Li), Schiavi (Pd), Schiavon (Ci), Scozzarella (Ju), Signorelli (Em), Soncin (As), Stevanovic (To), Suciu (To), Tamburini (As), Terranova (Sa), Togni (Pe), Trevisan (Pd), Viola (Rc), Vitiello (As), Volta (Sa), Zito (Ju), Erpen (Ju, 1 rig.), Gabionetta (Cr, 1 rig.), Loviso (Cr, 1 rig.), Regonesi (Alb, 1 rig.), Romeo (As, 1 rig.).

Prossimi turni
13a Giornata 01/11 - Ore 15,00 Albinoleffe-Ascoli Empoli-Nocerina Grosseto-Bari Gubbio-Cittadella Juve Stabia-Vicenza Modena-Sassuolo Padova-Livorno Pescara-Varese Reggina-Torino Sampdoria-Crotone Verona-Brescia

Lassalto degli ultr sabato notte in aeroporto dopo larrivo della squadra reduce dal ko di Nocera
STEFANO RISSETTO GENOVA

ore 12,30 ore 18,00

14a Giornata 05/11 - Ore 15,00 Ascoli-Cittadella Bari-Verona Brescia-Sampdoria Crotone-Reggina Empoli-Albinoleffe Livorno-Pescara Nocerina-Grosseto Padova-Juve Stabia Sassuolo-Torino Varese-Modena Vicenza-Gubbio

7 Nov. ore 19,00 7 Nov. ore 21,00

Quattro ceffoni metaforici (nel senso di gol) al San Francesco di Nocera Inferiore, pugni concreti ai giocatori al rientro in aeroporto a Genova, con un dente rotto per Rispoli e contusioni per Laczko, a contorno del lancio di uova, arance e pomodori. Questo il povero e amaro presente della Sampdoria che, patita la prima sconfitta esterna senza aver mai convinto in casa, scivola sempre pi lontana dalla testa della classifica. Sembrava impossibile, appena un anno fa, vedere i blucerchiati in serie B. E infatti non ci sono: da qualche tempo, al loro posto, gioca quella che Castori, tecnico del-

lAscoli, defin due settimane fa una squadra di morti, la peggiore che abbia mai visto senza essere deferito. Forse perch non aveva troppo peccato di astrattezza. Alla fine della mortificante gara di Nocera, la pagina pi brutta in 65 anni di storia blucerchiata, il ds Sensibile aveva escluso lesonero immediato di Atzori, senza per dissipare in maniera convincente le ombre corrispondenti da non poco tempo - ai nomi di Iachini, Donadoni e Beretta, con Del Neri fuori gioco per via dellingaggio tuttora percepito dalla Juventus. Ieri per, dopo che in mattinata (nellhotel sede abituale dei ritiri) una delegazione di giocatori aveva

Prima Divisione
Girone A
Como-Tritium Foggia-Avellino Lumezzane-Viareggio Monza-Spal Pro Vercelli-Foligno Reggiana-Pisa Sorrento-Carpi Ternana-Pavia Benevento-Taranto 1-2 1-1 1-0 3-1 0-1 1-0 2-1 2-2 oggi 20,45

Seconda Divisione
Girone B
Trapani-Frosinone Barletta-Feralpi Bassano-Siracusa Cremonese-Lanciano Latina-Andria Piacenza-Carrarese Spezia-Portogruaro Sudtirol-Prato Triestina-Pergocrema 2-2 0-1 1-2 2-0 5-2 0-3 0-2 2-2 3-2 V 6 5 6 5 4 6 4 5 4 5 4 5 3 2 2 2 2 1 N 0 3 0 2 4 3 3 2 3 1 0 1 2 4 3 2 2 3 P 4 2 4 3 2 1 3 3 3 4 6 4 5 4 5 6 6 6 F 17 16 12 15 12 17 11 13 11 11 18 15 13 12 11 12 3 5 S 12 12 11 10 8 7 11 14 12 12 17 17 13 17 14 16 9 12

Concorsi
Girone B
Arzanese-Milazzo Chieti-Aprilia Ebolitana-Paganese Fondi-Perugia Gavorrano-Campobasso Isola Liri-Fano Aquila-Catanzaro Melfi-Celano Neapolis-Giulianova Vigor Lamezia-Aversa Normanna Riposa : Vibonese 1-1 1-1 0-0 0-2 1-2 1-2 1-1 4-0 1-1 0-0

Girone A
Alessandria-Bellaria Buggiano-Casale Mantova-Poggibonsi Montichiari-Cuneo Renate-Savona Sambonifacese-Valenzana San Marino-Lecco Santarcangelo-Giacomense Treviso-Rimini Entella-Pro Patria 3-1 0-1 0-3 2-1 1-1 2-1 4-1 2-3 2-2 2-2 P 1 2 3 3 4 5 3 4 3 2 3 5 4 6 5 6 5 6 4 7 F 21 19 22 14 19 15 16 14 16 11 13 11 11 12 12 17 12 10 12 9 S 9 10 15 10 13 14 17 11 14 9 18 16 11 19 15 16 17 17 12 23

Totocalcio n. 88
1 Bologna 2 Fiorentina 3 Lecce 4 Parma 5 Udinese 6 Pro Vercelli 7 Sorrento 8 Cremonese 9 Triestina 10 Foggia 11 Monza 12 Piacenza 13 Spezia 14 Cagliari Montepremi Nessun 14 Ai 10 con 13 punti Ai 155 con 12 punti Montepremi Ai 123 con 9 punti Atalanta Genoa Novara Cesena Palermo Foligno Carpi Pergocrema Avellino Spal Carrarese Portogruaro Lazio 338.851,58 9.928 640 107.975,73 858 1 1 x 1 1 2 1 1 x 1 2 2

incontrato Sensibile per ribadire la solidariet assoluta ad Atzori, assicurando che nello spogliatoio nessuno rema contro lallenatore, la societ ha cambiato rotta. In un comunicato ufficiale, premessa la dura condanna verso i teppisti autori dellagguato allaeroporto, si concede uninedita fiducia condizionata sia allallenatore che ai giocatori. La Sampdoria, profondamente delusa per la prestazione offerta con la Nocerina, data la delicatezza e lincombenza della partita con il Crotone, conferma recita la nota la fiducia a tecnico e squadra, fiducia condizionata a un immediato cambio di marcia in termini di risultati e prestazioni. Tutto dipende dalla partita casalinga di domani con il Crotone. La Sampdoria finora a Marassi ha vinto soltanto con il Gubbio il 4 settembre e pareggiato con Padova, Grosseto, Sassuolo e Cittadella, perdendo con il Torino quello che il 30 settembre

Classifica
SQUADRE Ternana Taranto (-1) Sorrento (-2) Lumezzane Carpi Como (-1) Tritium Pro Vercelli Pisa Foggia (-1) Avellino Reggiana (-2) Monza Spal (-2) Pavia Benevento (-6) Viareggio (-1) Foligno (-3) P 23 19 19 17 16 16 15 14 13 11 11 10 10 9 8 6 4 1 V 7 6 6 5 5 5 4 3 3 2 3 3 2 3 1 3 1 1 N 2 2 3 2 1 2 3 5 4 6 2 3 4 2 5 3 2 1 P 1 1 1 3 4 3 3 2 3 2 5 4 4 5 4 3 7 8 F 14 12 14 9 16 14 12 9 9 7 9 14 11 10 12 12 5 7 S 7 3 7 11 8 12 12 6 7 8 15 16 14 10 17 12 14 17

Classifica
SQUADRE Carrarese Frosinone Pergocrema Portogruaro Sudtirol Cremonese (-6) Barletta Siracusa (-2) Trapani Lanciano (-1) Triestina Piacenza (-4) Spezia Andria Latina Prato Feralpi Bassano P 18 18 18 17 16 15 15 15 15 15 12 12 11 10 9 8 8 6

Classifica
SQUADRE Treviso Casale Cuneo Rimini Santarcangelo Montichiari Giacomense Entella Poggibonsi Savona (-2) Mantova Bellaria Renate Sambonifacese Buggiano San Marino Alessandria (-2) Valenzana Pro Patria (-9) Lecco P 24 23 20 20 19 18 16 15 15 14 14 14 13 13 12 11 10 7 4 4 V 7 7 6 6 6 6 4 4 4 4 3 4 3 4 3 3 3 1 3 0 N 3 2 2 2 1 0 4 3 3 4 5 2 4 1 3 2 3 4 4 4

VirtusLanciano 1

Classifica
SQUADRE Paganese Perugia Catanzaro Vigor Lamezia Aquila Campobasso Gavorrano Giulianova Arzanese Chieti Aversa Normanna Neapolis Aprilia Isola Liri (-2) Fano (-2) Fondi Melfi (-2) Ebolitana (-1) Vibonese Milazzo Celano P 26 26 25 24 24 21 20 19 17 15 15 14 13 12 12 12 11 11 11 11 4 V 7 8 7 6 6 6 5 6 4 4 4 2 3 4 4 3 3 3 2 2 1 N P 5 1 2 3 4 1 6 0 6 1 3 3 5 3 1 6 5 3 3 5 3 5 8 3 4 5 2 6 2 6 3 6 4 5 3 6 5 5 5 6 1 11 F 17 19 20 14 12 17 22 12 16 17 8 16 13 16 13 9 12 7 15 10 10 S 8 12 11 6 5 14 17 14 17 16 13 19 14 15 14 15 12 10 19 14 30

Fiducia condizionata per Atzori: salta se non batte il Crotone Rispunta Donadoni
scorso sembrava uno scontro diretto per la promozione. Se i blucerchiati non batteranno i calabresi, il cambio in corsa sar inevitabile. Sarebbe il secondo della presidenza Garrone e il primo, Cavasin per Di Carlo nello scorso marzo, non fu felicissimo. Ben altre conseguenze potrebbe produrre la revoca della fiducia alla squadra, visto che da qui al mercato di gennaio mancano ancora otto partite: un traguardo al quale la Sampdoria potrebbe arrivare in una posizione ben diversa da quella che in estate ci si aspettava. Ma la B sempre pi brutta di come la dipingi. Specie se la affronti col naso allins.

Totogol n. 88
9 - 1 -11 -12 - 14 - 7 - 13
Montepremi Nessun 7 Nessun 6 Ai 3 con 5 punti Ai 41 con 4 punti 118.038,75

Prossimo turno
6/11: Carpi-Foggia, Foligno-Pisa, Lumezzane-Monza, Pavia-Pro Vercelli, Spal-Ternana, Taranto-Como, Tritium-Benevento, Viareggio-Sorrento, Avellino-Reggiana

Prossimo turno
6/11: Andria-Bassano, Pergocrema-Trapani, Feralpi-Spezia, Prato-Carrarese, Siracusa-Piacenza, Triestina-Sudtirol, Lanciano-Latina, Portogruaro-Barletta. 7/11: Frosinone-Cremonese

Prossimo turno
6/11: Casale-Mantova, Cuneo-Entella, Giacomense-Sambonifacese, Lecco-Santarcangelo, Poggibonsi-San Marino, Pro Patria-Montichiari, Rimini-Renate, Savona-Alessandria, Valenzana-Buggiano, Bellaria-Treviso

6/11: Aversa Normanna-Ebolitana, Campobasso-Arzanese, Catanzaro-Vibonese, Celano-Isola Liri, Fano-Fondi, Giulianova-Gavorrano, Aquila-Melfi, Milazzo-Neapolis, Paganese-Chieti, Aprilia-Vigor Lamezia; Riposa : Perugia

Prossimo turno

1.010 88

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 48

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Sport 49

Retroscena
GIANLUCA ODDENINO TORINO

i fresco nel fisico, pi lucido nella testa e soprattutto pi ricco a fine partita. La differenza tra il Toro dei primi 45 minuti e quello della ripresa tanto abissale in campo quanto in classifica, visto che la squadra di Ventura ha gi raccolto 13 punti in pi al termine delle partite rispetto alla pausa dell' intervallo. Una differenza da primato, un bottino speciale che nessun altro pu vantare in serie B. E anche cos si spiega il primo posto in classifica dei granata, che rispetto a una stagione fa viaggiano con 13 punti in pi e nella scia tengono sempre la Juve dei record del 2006-2007 (un solo punto di scarto, a vantaggio dei bianconeri sui granata: 30 contro 29 dopo 12 giornate). L'ultimo ribaltone stato registrato sabato contro l'Empoli: sotto di un gol nel primo tempo all' Olimpico (un evento mai registrato quest'anno in casa), il Toro ha conquistato tre punti d'oro grazie alle reti di Eba-

Il motore diesel del Toro La ripresa vale 13 punti


Dopo i primi tempi i granata sarebbero soltanto decimi
che ti permette di sfruttare gli errori e gli spazi degli avversari: prima o poi loro mollano perch si sfiancano, mentre noi siamo pronti ad accelerare. Questo il merito del possesso palla, di quel frullare che vuole il mister. La condizione atletica eccellente e le disposizioni tattiche dell'allenatore stanno alla base del Toro da rimonta. Il resto lo fa la serenit di un gruppo che crede nelle idee di Ventura (Mai sentito urlare, neanche sabato: lui ci sprona con l'ironia, garantisce lo spogliatoio) e non si spaventa di fronte alle difficolt. Adesso siamo consapevoli delle nostre potenzialit spiega Valerio Di Cesare, difensore rinato dopo il fallimento dello scorso anno. Guardate la vittoria sull'Empoli - aggiunge -: era fondamentale per noi, soprattutto dopo esser andati sotto di un gol in casa. C' stata una grande reazione e nel secondo tempo abbiamo dimostrato di avere gli attributi giusti, mettendoci pi cattiveria. La voglia di riscattarsi arriva fino a un certo punto, poi subentra la mente che la base di quel +14 conquistato dal Toro. Qui nessuno va in tilt - conferma Petrachi - perch tutti sanno cosa devono fare, anche nelle difficolt. Le conoscenze portate da Ventura si vedono. Un ragionamento condiviso da Di Cesare: Rispetto a un anno fa un altro mondo, sono cambiate tante cose e nell'aspetto mentale c' la differenza principale. In testa con la testa, anche cos cambiato il Toro che non si esaurisce mai.

in breve
Basket: Roma ko in casa

Siena soffre a Biella


I

Serie A (4 turno): CantPesaro 66-71, Bologna-Cremona 80-78, Caserta-Casale 67-52, Teramo-Avellino 57-71, Roma-Varese 74-76, BiellaSiena 67-70, Venezia-Montegranaro 72-62, Sassari-Milano 60-88, ha riposato Treviso. Classifica: Cant, Caserta, Siena, Avellino, Varese, Milano 6; Roma, Biella, Sassari, Pesaro, Bologna 4; Cremona, Montegranaro, Treviso, Venezia 2; Teramo, Casale 0.

Volley: blitz di Monza

Macerata sconfitta
I

3
Le rimonte
Con Empoli in casa, Ascoli e Sampdoria in trasferta

A1 (6): Modena-Trento 0-3, S.Giustino-Roma 0-3, Cuneo-Ravenna 3-0, Vibo Valentia-Macerata 3-1, Belluno-Padova 3-0, Verona-Monza 2-3, Latina-Piacenza 3-2. Classifica: Trento 15; Modena, Cuneo 14; Macerata 13; Monza 11; Latina 10; Vibo, Belluno 9; Roma, Verona 8; S. Giustino, Padova 5; Piacenza 4; Ravenna 1.

Tennis: Azarenka ko

Masters alla Kvitova


I

12
Gol
su 17 sono stati segnati nella ripresa (6 nei 10 minuti finali)

LA TATTICA DI VENTURA

Petrachi: Lui sfianca gli avversari con il possesso palla


gua e Darmian tra il 5' e il 20' del secondo tempo. La terza rimonta stagionale (le altre due si erano registrate in trasferta, contro Ascoli e Sampdoria) va a braccetto con le cinque vittorie last minute registrate fin qui e con quei 12 gol (sui 17 totali) segnati dopo il rientro dagli spogliatoi. Numeri e fatti che certificano come il Toro non sia solo il miglior motore diesel del torneo, ma la squadra pi letale dei secondi tempi. Non un caso, infatti, che nella virtuale "classifica dell'intervallo" i granata siano al decimo posto con soli 16 punti conquistati (3 vittorie, 7 pareggi e 2 sconfitte), mentre Pescara e Reggina guidano rispettivamente con 24 e 23 punti. Le gerarchie si ribaltano nella ripresa e il merito non (solo) del t che viene servito da Toni, lo storico magazziniere del Toro. La spiegazione molto semplice - interviene Gianluca Petrachi, ds granata ed ex giocatore di Ventura -: gli altri devono correrci dietro e si stancano prima. Cos matura la lucidit del Toro nella ripresa,

La regina di Wimbledon Petra Kvitova ha conquistato il Masters Wta di Istanbul battendo 7-5 4-6 6-3 Viktoria Azarenka (Blr). La 21enne ceca diventa cos n. 2 del mondo, a pochi punti dalla Wozniacki.

Golf: in Spagna

Chicco Molinari 10
I

16
Punti
Ebagua (a destra) esulta con Stevanovic dopo la rete del pareggio contro lEmpoli. Poi arriver il gol vittoria di Darmian Ottenuti a met match, contro 29 a fine partita

Dopo il Castell Masters Sergio Garcia (Spa) con 278 colpi (- 6 dal par) ha vinto anche lAndalucia Masters a Sotogrande (Spa), 10 F. Molinari (286), 28 Manassero (291).

Vela: Coppa America

Accettata Luna Rossa


I

Lucidi sotto sforzo il turnover aiuta

con continuit in un torneo lungo come la B. Ho avuto fortuna a poter lavorare subito con il gruppo al completo.
Fisicamente come sta il Toro?

domande a
Alessandro Innocenti preparatore atletico

che se le gambe non rispondono al meglio, riescono a dare il massimo fino all'ultimo.
Su che cosa avete lavorato?

Professore, perch il rendimento cresce nella ripresa?

Per la capacit di gestire lo sforzo atletico quando si hanno meno energie. La squadra stata abituata al sacrificio fin dai primi allenamenti e ora, an-

Usando la palla il pi possibile. Per esempio a fine allenamento facciamo un esercizio di possesso ad alto ritmo: cos si sopporta meglio lo sforzo e si mantiene la lucidit. Il resto lo fa la tattica di Ventura, che fa distribuire le forze lungo i 90 per gestire meglio la palla e stancare prima i rivali.

Stiamo esprimendo l'80% del nostro potenziale. C' ancora da lavorare, ma Ventura stato bravo a far ruotare tutti in questo prolungato tour de force. Abbiamo giocatori intercambiabili, un bel vantaggio. Ma temo la trasferta con la Reggina: non abbiamo neanche 48 ore per prepararla.
Per alcuni avete fatto una preparazione per partire forti e poi gestire il vantaggio... Finora chi l'ha stupita di pi nella squadra?

Liscrizione di Luna Rossa alla Coppa America 2013, tramite il Circolo Vela Sicilia (che ha versato i 300 mila dollari di cauzione), stata accettata dal Golden Gate Yacht Club di San Francisco.

Auto: Giro d'Italia

Abarth 500 quinta


I

Il 19enne Michele Tassone, con Merzario, Ghione e Grimaldi, giunto 5 nella maratona di 5 tappe vinta da Pitorri-Gagliardini (Porsche).

Calcio: ex arbitro, 88 anni

Non so che cosa sia una partenza a razzo e sono con il mister dal 1999. Da Sappada lavoro per far rendere la squadra

Stevanovic. Un atleta davvero di alta cilindrata, che per ha bisogno di lavorare ancora per dare continuit e nuove risposte. [G. ODD.]

Addio a Campanati
I

E morto a Milano a 88 anni Giulio Campanati, ex arbitro di A (dal 1952 al 1966) ed ex presidente Aia (1972-1990).

ATTIVITA COMMERCIALI

Valle dAosta ABBAGLIANTE vista Monte Bianco, adiacente terme Courmayeur, sciccosa villa bifamigliare bipiano. Accurate niture personalizzate, porticato, parco. 459.000. Tel. 035.510780. Liguria ANDORA villetta splendida vista mare, 140 mq, 7 vani, patio, giardini, solarium. Tel. 335.266114. Costa Azzurra MENTONE a 150 mt dal mare, piccolo bilocale con terrazzo di 20 mq, vista mare e garage 212.000. FCI 0033 (6) 30261230. AFFITTI OFFERTE Torino citta PIAZZA STATUTO in splendido palazzo, lussuoso panoramico appartamento arredato mq. 85, aria condizionata, box, portineria, privato aftta. Tel. 337.217507. AUTOVEICOLI AUTO GILLIA acquista autoveicoli ogni tipo, massima valutazione e seriet. Corso Casale 464 Torino - 011.8903777. AUTOTORTONA acquista vetture e fuoristrada ogni tipo, max seriet. Corso Tortona 9. Tel. 011.8171643 - 011.889664.

VARIE

SPAZIO AFFARI

>

Gli avvisi si ordinano presso: TORINO, via Monte di Piet 2, t. 011.6665252/259 - via Marenco 32, t. 011.6665211/258; MILANO, via Winckelmann 1, t. 02.24424611; ALESSANDRIA, Borgo Citt nuova 72, t. 0131.445522; AOSTA, piazza Chanoux 28/A, t. 0165.231424; ASTI, corso Dante 80, t. 0141.351011; BARI, via Amendola 166/5, t. 080.5485111; BIELLA, via Colombo 4, t. 015.2522926-8353508; BOLOGNA, via Parmeggiani 8, t. 051.6494626 r.a.; CATANIA, corso Sicilia 37/43, t. 095.7306311; CATANZARO, piazza Serravalle 9 int 38, t. 0961.724090-725129; COSENZA, via Monte Santo 39, t. 0984.72527; CUNEO, corso Giolitti 21bis, t. 0171.609122; FIRENZE, via Turchia 9, t. 055.6821553; LECCE, via Trinchese 87, t. 0832.314185; MESSINA, via U. Bonino 15/c, t. 090.6508411; NAPOLI, via dellIncoronata 20/27, t. 081.4201411; NOVARA, Corso Cavour 17, t. 0321.393023-442387; PADOVA, via Strada Battaglia 71b 35020 Albignasego (PD), t. 049.8734717; PALERMO, via Lincoln 19, t. 091.6235100; REGGIO CALABRIA, via Diana 3, t. 0965.24478-24479; ROMA, via C. Beccaria 16, t. 06.69548111; VERBANIA, Piazza San Vittore 82, t. 0323.405057-581858; VERCELLI, via Balbo 2, t. 0161.503148-211795; GENOVA, Piazza della Vittoria 11 int. 9, t. 010.5959909; SAVONA, corso Italia 20/4, t. 019.8429950; SANREMO, via Giacomo Matteotti 178, t. 0184.507223; oltrech per corrispondenza presso lo sportello di TORINO, via Monte di Piet 2. Il prezzo delle inserzioni deve essere corrisposto anticipatamente per contanti o vaglia. Esso risulta dal prodotto del numero di parole (minimo 15) per la tariffa della Rubrica, con laggiunta dei diritti ssi e delle imposte pari al 21% globale.

Negozi/aziende acqu./gerenze ACQUISTIAMO conto terzi attivit industriali, artigianali, commerciali, turistiche, alberghiere, immobiliari, aziende agricole, bar. Clientela selezionata paga contanti. Business Services 02.29518014. LAVORO OFFERTE Impiegati COMMERCIALISTA cerca esperti contabili per tenuta ordinaria bilancio e dichiarazione, conoscenza programma Osra. Tel. 011.7507194 direzione@gekon.it STUDIO amministrazioni immobiliari cerca impiegata/o con esperienza e pratica chiusura bilanci condominiali. Inviare curriculum: info@studioghiglionebindi.it IMMOBILIARE VENDITA

A.A. GIOIELLERIA M.C. 011.334832 acquista oro, argenteria, monete, gioielli, in contanti. Corso Peschiera 163 - Torino.

SPORTELLI

Per uno speciale accordo intervenuto con INTESA-SAN PAOLO e con UNICREDIT, gli avvisi possono essere ordinati presso tutte le Sedi o Dipendenze di tutte queste Banche esistenti in Italia. In tema di offerte di impiego o lavoro, lEditore ricorda che la legge 9.12.1977 n 903 vieta discriminazioni sul sesso e la legge 10.9.2003 n276, vieta la pubblicazione di avvisi effettuati in forma anonima, e linserzionista impegnato a rispettare tali leggi.

Torino citta CORSO GALILEO FERRARIS in prestigioso palazzo vendiamo direttamente esclusivo panoramico appartamento mq. 315, ristrutturazione alto livello in corso, aria condizionata, 2 box, portineria. Rara opportunit, trattative riservate. Tel. 334.8103518. FRONTE parco Valentino, corso Massimo dAzeglio, prestigioso appartamento mq. 115, rinitissimo. Immobiliare Calderan 340.9686346.

Via Monte di Piet, 2 Tel. 011.666.52.59 Via Marenco, 32 Tel. 011.666.52.80

PREZZI A PAROLA DELLE RUBRICHE (IVA ESCLUSA)


1 Affari e Capitali, 2 Attivit Commerciali, 5 Immobiliare Vendita, 6 Immobiliare Acquisto Euro 2,84 /// 3 Lavoro Offerte, 7 Aftti Offerte, 8 Aftti Domande, 9 Autoveicoli, 10 Viaggi e Vacanze, 11 Matrimoniali, 12 Investigazioni, 13 Varie Euro 2,61 /// 4 Lavoro Domande: - operai, autisti, fattorini, personale pubblici esercizi, impiegati, personale domestico, baby sitter, lavori vari e part-time, assistenza sanitaria, formazione e lavoro Euro 0,91 /// tecnici Euro 1,59 /// altre domande Euro 2,61 Avvisi urgenti, data ssa, o neretti: il doppio. Neretti urgenti, data ssa: il quadruplo. Urgentissimi: il triplo. Elementi aggiuntivi: Fondino colorato: +25%; Keyword: 5,00; A.: 3,17; Logotipo: 23,00

50 Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Personaggio
GIULIA ZONCA

Nuoto pop Campione e personaggio non solo in piscina: sfilate, gossip, spot e tendenze. Ha cambiato uno sport

Partenza soft Per il debutto ha escluso lo stile libero: vuole scaldarsi e rimandare i confronti con i tempi del passato

Thorpe, il pesce torna in acqua


Venerd debutto in vasca corta a Singapore: laustraliano non gareggia dal 3 febbraio 2006
uomo che ha cambiato il nuoto si tuffa in un mondo che non conosce pi. Ian Thorpe non ha solo vinto prima di chiunque altro, non ha solo collezionato ori: ha portato il successo fuori dallacqua e trascinato i riflettori in vasca. Venerd si tuffa di nuovo in una competizione, dallultima volta sono passati quasi sei anni e non sa cosa aspettarsi. il pap del nuoto pop, dello sport accattivante che seguiamo oggi e che prima di

TUFFO NELLEMOZIONE

A volte mi chiedo perch ho lasciato la tranqullit Ha deciso il cuore


RICOMINCIARE

Stare sui blocchi far un certo effetto, ma lo so ho tutto da perdere


lui era tutto tecnica e cronometri. Thorpe i cronometri li ha fatti impazzire ma non si fermato l. Per questo ha dovuto smettere. Famoso, tanto che gli era impossibile fare la spesa al supermercato, tanto che la polizia doveva salvarlo dalle sue stesse passeggiate perch finiva inevitabilmente accerchiato dalla ressa. Lo spiavano, era il bersaglio del gossip di un intero continente, licona australiana, giudicato e vivisezionato ben oltre le gare. Non ce la faceva pi. Ha iniziato a vincere a 15 anni, a 23 gli sembrava di aver dato tutto e a 29 ha scoperto la voglia di unaltra Olimpiade. Rincorsa lunga e lui non ha a disposizione tutti i giorni che servirebbero. Ha annunciato il rientro il primo febbraio e si trasferito in Svizzera, a Locarno, dove pu allenarsi in serenit. Nuovo allenatore, Gennadi Touretski, gi tecnico di Popov, e nuova tecnica. Chi lo ha visto assicura che sar impossibile riconoscere Thorpedo dalla bracciata. Il suo pi grosso problema tenere il passato a distanza, evitare i confronti o almeno prendersi tempo perch prima deve recuperare le sensazioni, capire chi ha vicino e valutare quanto il mondo che lui ha rivoluzionato cambiato da quando non c pi: Stare sui blocchi far un certo effetto, sar sia familiare sia bizzarro. Non ho idea delle reazioni. S, certe volte mi chiedo perch ho lasciato la vita tranquilla e mi sono ributtato in questo stress. Ha deciso il cuore. E adesso tocca al fisico stargli dietro. Ha optato per una ripresa graduale: debutto con i misti e il delfino, specialit di altri, alla terza prova (12 novembre a Tokyo) aggiunge i 100 sl. Un passo alla volta, il pesce deve riadattarsi al cloro. Quando se ne andato era il solo a usare il body integrale, nel frattempo lo hanno imitato tutti e i materiali si sono cos evoluti da diventare determinanti. Hanno bandito la muta e Thorpe riparte dai bermuda che non indossa

Thorpedo
29 anni 5 anni e 9 mesi di stop ultima gara i trial per i Giochi del Commonwealth 2006

Centimetri - LA STAMPA

4-5

8-9
nov World Cup Pechino 100 misti, 100 delfino

12-13
nov World Cup Tokyo 100 sl, 100 misti, 100 delfino

5
Ori olimpici

11
Titoli mondiali

13
Record del mondo

nov World Cup Singapore 100 misti, 100 delfino

VASCA CORTA

pi da quando era un ragazzino: Non sono preoccupato, ho fatto dei record con ogni costume e poi mi concentro su altro. Soprattutto su chi ho a fianco. Tutti pronti a vedermi contro Phelps perch unidea che piace ma nel frattempo mi trover a gareggiare contro gente che non mi ha mai visto e mi tratta da vecchia gloria. Prima mettevo paura, ora metto soggezione. E ha ragione, la sua generazione quasi sparita dalle corsie e vicino agli emergenti di un tempo, diventati campioni, ci sono ragazzi che sarebbero tentati di dargli del lei. Il pi forte australiano come lui, James Magnussen, 19 anni, un armadio che ha gi vinto loro ai Mondiali 2011: Quando lho incontrato per una premiazione mi ha detto: un onore conoscerti, sar strano presentarmi come suo avversario. Non sono previsti confronti diretti, dopo le tre tappe di coppa del mondo in vasca corta, che servono pi a dare segnali sulla condizione che sui tempi, potrebbe anche intrufolarsi ai campionati italiani di dicembre per provare la gara in una piscina da 50 metri. La seconda vita di Thorpedo fatta di test, domande e una sola certezza: Lo so, ho tutto da perdere.

Una carriera di primati

1998
Inizia il dominio nei 400 sl
I

Vince la prima medaglia mondiale a 15 anni tre mesi e due giorni, a Perth, nei 400 metri stile libero. Diventa il pi giovane di sempre a conquistare il titolo: vincer tutte le successive sfide nei 400 sl fino alle Olimpiadi di Atene 2004.

Le Olimpiadi di casa
I

La gara del secolo


I

A Sydney vince i 400 sl e le staffette 4x100 e 4x200 ma perde i 200 sl battuto da Peter van den Hoogenband. Ai Mondiali del 2001 diventa il primo nuotatore capace di portarsi a casa sei ori in un solo campionato e stabilisce tre record del mondo.

I 200 sl di Atene sono una delle gare pi famose delle Olimpiadi. Al via van de Hoogenband, Thorpe e Phelps e Thorpe si prende loro pi importante della carriera. Bis nei 400 sl che aveva rischiato di saltare dopo una caduta dai blocchi durante i trials.

2011
Invitato reale
I

La Stampa presenta il nuovo SPECIALE Storica National Geographic da collezionare

Non ha mai perso la sua popolarit, era tra gli invitati del Royal Wedding, le nozze tra il principe William e Kate. Elegante e impeccabile, uno dei pochi sportivi presenti. Oggi si allena a Locarno, in Svizzera con Gennadi Touretski, ex tecnico di Popov.

LItalia e luomo al centro del mondo


164 pagine con tutta la qualit Storica National Geographic: contenuti rigorosi, ricostruzioni in 3D, le migliori fotograe e illustrazioni

RINASCIMENTO

www.storicang.it

2000

2004

IN EDICOLA A 9,90 EURO

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Sport 51

Un minuto di silenzio in memoria di Marco Simoncelli e Wheldon

Il contatto di Hamilton con la Ferrari di Massa, che era davanti

Mr. Bean
Lattore inglese Rowan Atkinson (il popolare Mr. Bean) ha seguito la gara nel box della McLaren

Lewis Hamilton, 26 anni, oggi il ritratto della delusione dopo essere stato nel 2008 il pi giovane campione del mondo a soli 23 anni e 9 mesi

il caso
STEFANO MANCINI INVIATO A GREATER NOIDA

Hamilton ha un inferno nella testa Non c morte migliore che in pista


Lewis in crisi depressiva: errori, scontri con i colleghi e la fidanzata lo ha lasciato
F1, senza emozioni il primo Gp dellIndia Vettel non trova rivali, terza la Ferrari di Alonso
gliore delle ipotesi lo trattano con peraltro ottenerne di convincenti. freddezza. Non sorride pi, non esul- Poi si sfogato: Lewis ce lha con ta per quel poco di positivo che riesce me? No, non credo. Ce lha solo con a fare (la pole position due settimane se stesso. Persino nelle prove libere fa in Corea). si fatto penalizzare. Aveva cominciato la carriera da Il sospetto che Hamilton non sia fenomeno, ora sembra uno a corto di pi tranquillo e concentrato lhanno esperienza, oltre che in debito di sere- avuto anche in McLaren. La squadra nit. Ieri ha avuto un incidente con ha cercato di rianimarlo. In Corea gli Felipe Massa, il sesto questanno, hanno dedicato una standing ovation una specie di format: quando lo spet- ai box. Leffetto durato lo spazio di tatore li vede vicini si aspetta lo scon- un fine settimana. Lo scontro di ieri tro fisico, le sportellate, i pezzi di alet- con Massa lo ha fatto scivolare al 7 tone che volano via, le gomme che si posto, mentre il suo compagno di squarciano, le vetsquadra Button voture in testacoda. CONTRO MASSA lava alle spalle di I due avevano Ieri lennesimo incidente Vettel. Un disastro. cominciato a MonCon Massa ha tecarlo, hanno pro- con il ferrarista. Domenicali: cercato un riavviciAssurdo punire Felipe namento durante il seguito in Belgio, a Singapore (due volminuto di silenzio: te), a Suzuka. Lewis stato a volte pu- Gli ho messo il braccio intorno alle nito e a volte assolto senza uniformi- spalle e gli ho augurato buona fortut di giudizio. Stavolta stato sanzio- na. Poi, certo, in gara ho cercato di nato Massa con un passaggio in cor- superarlo. Laltro lha snobbato: sia box che ha scandalizzato la Ferra- Se voleva fare pace non era quello il ri. Sono stupito dalla decisione dei modo. Hamilton rimasto nella sua commissari di gara, se l presa il dg solitudine, a meditare su Wheldon e Stefano Domenicali. La gomma ante- Simoncelli e sul suo modo di intenderiore destra della McLaren ha tocca- re lo sport: Lo so bene che affronto to la posteriore sinistra della Ferrari, un rischio, per non c nientaltro al quindi, a rigore, se cera qualcuno da mondo che vorrei fare, qualunque copunire era il pilota inglese. Massa sa possa succedermi. andato a chiedere spiegazioni, senza www.lastampa.it/mancini

a Formula 1 non pu far finta di nulla ed esorcizzare il pensiero della tragedia come sempre, abbassando la visiera del casco e premendo sullacceleratore. In pochi giorni se ne sono andati Dan Wheldon nella Indycar e Marco Simoncelli nella MotoGp. Morti in diretta, in gara. I colleghi della F1 osservano un minuto di silenzio in pista prima che il semaforo dia il via al Gran premio di India. Sebastian Vettel dedica la vittoria ai due piloti scomparsi, altri hanno parole di cordoglio e riflettono sulla fragilit di un corpo lanciato a 300 km lora. Ma nessuno osa immaginare per s quella fine. Tranne Lewis Hamilton: Non riesco a pensare una morte migliore che in pista, facendo ci che amo. Se toccasse a me, vorrei che avvenisse mentre sono al volante di unauto da corsa. Anche David Coulthard, ex pilota, aveva detto ai suoi cari di non preoccuparsi in caso gli fosse successo qualcosa di brutto, perch la morte in un incidente istantanea e indolore. Dovrei farlo anchio, dice Hamilton, che attraversa uno dei pi brutti periodi da quando entrato in Formula 1: errori, scontri, problemi familiari (con il padre, che una volta era suo manager e gli era sempre accanto), con la fidanzata Nicole Scherzinger che lo ha lasciato, con gli altri piloti che nella mi-

Il balletto trionfale di Vettel sulla Red Bull: ha dominato weekend e gara


I

Se il circuito perfetto quello che rispecchia il valore dei piloti e delle vetture, lIndia ha realizzato una delle piste migliori. La supremazia del campione del mondo Sebastian Vettel stata soporifera: dalla pole position al giro pi veloce al successo, mai una volta che qualcuno gli sia stato davanti, nemmeno quando si fermava a cambiare le gomme. Dietro di lui si sono classificati Jenson Button su McLaren, Fernando Alonso su Ferrari, Mark Webber sullaltra Red Bull, come da classifica

del campionato. Alonso si guadagnato il podio con una strategia aggressiva (ha ritardato la sosta superando cos Webber), Hamilton (7 al traguardo) ha fatto un tentativo maldestro su Massa (poi ritiratosi al 33 giro per la rottura della sospensione) abortito in un incidente. Fine delle emozioni. Nel nuovo autodromo dai rettilinei lunghi e larghi si rivista la vecchia Formula 1, quella del chi parte davanti resta davanti, dei sorpassi al pit stop e dei tatticismi.

La corsa ai raggi X
Cos allarrivo
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 S. Vettel (Red Bull) J. Button (McLaren) F. Alonso (Ferrari) M. Webber (Red Bull) M. Schumacher (Mercedes) N. Rosberg (Mercedes) L. Hamilton (McLaren) J. Alguersuari (Toro Rosso) A. Sutil (Force India) S. Perez (Sauber) V. Petrov (Lotus) B. Senna (Lotus) P. di Resta (Force India) H. Kovalainen (Team Lotus) R. Barrichello (Williams) J. dAmbrosio (Virgin) N. Karthikeyan (Hispania) D. Ricciardo (Hispania) J. Trulli (Team Lotus) Kobayashi (Sauber), incidente Glock (Virgin), incidente Maldonado (Williams), cambio Buemi (Toro Rosso), motore Massa (Ferrari), sospensione

Campione del mondo

1h3035002 1 374 a 8443 2 240 a 24301 3 227 a 25529 4 221 a 105421 5 202 a 106851 6 98 a 124183 7 75 a 1 giro 8 70 a 1 giro 9 36 a 1 giro 10 34 a 1 giro MONDIALE COSTRUTTORI a 1 giro a 1 giro 1 Red Bull 595 a 2 giri 2 McLaren 442 a 2 giri 3 Ferrari 325 a 3 giri 4 Mercedes GP 145 a 3 giri 5 Lotus-Renault 72 a 3 giri 6 Force India 51 a 5 giri 7 Sauber 41 rit 1 giro 8 Toro Rosso 41 rit 3 giro rit 13 giro GIRO PI VELOCE rit 25 giro Il 60 di Vettel (Red Bull) rit 33 giro in 127249 media 211,463 km/h

MONDIALE PILOTI S. Vettel (Ger) J. Button (Ing) F. Alonso (Spa) M. Webber (Aus) L. Hamilton (Ing) F. Massa (Bra) N. Rosberg (Ger) M. Schumacher (Ger) V. Petrov (Rus) N. Heidfeld (Ger)

9
Sebastian Vettel

8
Jenson Button

7
Fernando Alonso

5
Mark Webber

5
Lewis Hamilton

LEPRE Fa il grande slam: pole position, giro pi veloce e vittoria restando sempre in testa. Invincibile fino alla noia, ormai si diverte solo lui. Il giro pi veloce alla fine persino umiliante per gli avversari
SVILUPPO GIRO DOPO GIRO 10 GIRO 1 2 3 4 5 Vettel Button Webber Alonso Massa a 48 a 58 a 85 a 101

REGOLARE Una garanzia. Come pilota cresciuto fino a oscurare lastro di Hamilton. Alla partenza brucia Alonso, poi resiste a Webber. Rimane lunico che ogni tanto riesce a vedere gli scarichi della Red Bull di Vettel

OPPORTUNISTA Al via sceglie la traiettoria sbagliata, sul lato sporco della pista, poi conduce la solita buona gara. Il podio merito di una strategia rischiosa: un pit stop ritardato rispetto a quello di Webber
Centimetri- LA STAMPA

APPANNATO Non solo le prende come al solito dal compagno di squadra, ma fallisce lattacco su Button e si fa beffare da Alonso al momento delle soste. Andare cos piano con una Red Bull un delitto
PROSSIMA GARA GP DI ABU DHABI (Yas Marina) 13 novembre DIRETTA Raiuno IN TV ore 14

CAOTICO Uno degli effetti comici far ridere con unuscita che il pubblico si aspetta. Quando lui si avvicina a Massa tutti pensano ora si scontrano. Grande Lewis! Si divertito persino Mr Bean, ospite del team McLaren

20 GIRO Vettel Button Webber Alonso Massa a 31 a 88 a 119 a 139

35 GIRO Vettel Button Webber Alonso Rosberg a 58 a 146 a 171 a 483

50GIRO Vettel Button Alonso Webber Schumacher a 32 a 198 a 224 a 341

Giri: 55 Lunghezza: 5.554 m

52 Sport
LA FRASE

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Tricolore
La squadra della Canalese guidata da Bruno Campagno festeggia la vittoria del titolo

Nei nostri paesi se dico a cosa gioco anche le ragazze lo sanno


Bruno Campagno CAMPIONE ITALIANO

2 Mila
SPETTATORI

950 Mila
I PRATICANTI

Si sono collegati sul web per la prima finale di pallapugno tra le squadre di Bruno Campagno e Massimo Vacchetta che si giocata sabato ad Alba

Nel mondo di tutti gli sport in cui la palla viene colpita esclusivamente con il pugno o a mano aperta

Reportage
MARCO ANSALDO
INVIATO A ALBA

I TEENAGERS
Hanno riscoperto il fascino di questo sport che pi che colpire una palla di due etti con il pugno

ORGOGLIO
Non ci sentiamo di serie B rispetto ai calciatori: mio padre giocava, questa una storia nostra

Il ritorno di un gioco antico


un certo punto della partita, quando la finale e lo scudetto erano ormai compromessi, Giorgio Vacchetto si avvicinato in pantaloncini corti a suo figlio Massimo e gli ha passato la mano tra i capelli. Immaginiamo gli abbia detto, senza enfasi: Coraggio, ci sar una prossima volta. Non capita a tutti i padri di consolare il figlio che perde standogli vicino sul campo come un attendente con il generale: sabato, allo sferisterio di Alba, Giorgio a 47 anni era la spalla e Massimo, a 18, il suo capitano, il ragazzo che ha rischiato di diventare il pi giovane campione nella storia ultracentenaria del balon, la palla a pugno, come si chiama dal 2001 ma che per chi la conobbe nei racconti di Arpino o in pomeriggi assolati al campo di via Napione a Torino, prima che lo asfaltassero di palazzoni, resta pur sempre il pallone elastico. I Vacchetto hanno mancato limpresa, sconfitti nel ritorno dopo aver perso allandata. Ma il fatto nuovo che uno sport morente, soffocato nella nicchia che va dal basso Piemonte al Ponente ligure, chiusa tra colline che forgiano caratteri schivi, ha ripreso a germogliare. Non era mai successo che arrivassero in finale uno studente del liceo scientifico e un ventiduenne, Bruno Campagno, che ha portato lo scudetto a Canale dopo averlo fallito di poco un anno fa. Pi giovani di lui, sono nellalbo doro solo in tre, e due si chiamano Augusto Manzo e Felice Bertola, come se nel calcio ci si paragonasse a Pel e Maradona. Un altro semifinalista, Federico Raviola, nato nel 93; lanno prossimo si aggiunger alla compagnia Massimo Marcarino, un Under 18 che ha vinto la serie B. Il fenomeno curioso per questo sport complicatissimo e antico, che molto pi che colpire una palla di due etti con il pugno fasciato di gomma. Si gioca in posti vetusti (il mitico Mermet di Alba del 1857, il muro che lo delimita dellepoca romana quasi come gli spogliatoi e non funziona in Italia un impianto sportivo pi longevo) e con un pubblico stagionato. Eppure questo diventato allimprovviso un fenomeno da teenagers della Langa, i ragazzi con il motorino parcheggiato fuori dalla discoteca. La nostra - dice Bruno Campagno che di San Pietro del Gallo, vicino a Cuneo - unattivit locale ma non mi sono mai sentito di serie B rispetto a un coetaneo che fa atletica o 20 anni sono gi pronti per emergere gioca al calcio: nei nostri paesi quan- e dare lesempio. Quando andiamo do dico a cosa gioco nessuno mi chie- nelle scuole della zona a dimostrare de cos. Neppure le ragazze. Lim- come si gioca, i bambini si appassionabarazzo di confrontarmi con i miei no e cominciano a farlo pure loro, dicompagni che facevano calcio lho su- ce Marcarino. Per qualcuno la pallaperato da un pezzo - testimonia Mas- pugno diventato un mestiere. Gli insimo Marcarino, di gaggi dei migliori Treiso, il vincitore OGGETTO DI LETTERATURA bastano per fare i della serie B - Mi alNei racconti di Arpino professionistii sei a leno anche pi di lotempo pieno: o quando era ancora sette al top arrivaro. E poi mio padre pallone elastico no a 60-70 mila eugiocava, la sento come una storia noro a stagione, rarisstra e mi basta. Con loro la crisi del simi toccano i 100 mila ma pi di balon alle spalle. quanto prendono certi terzini della La palla ha ripreso a volare: la C2. un mondo che si trasforma. Con nuova politica federale ha portato a lentezza e prudenza piemontese. La 148 le squadre nei campionati giova- gente del balon, ossessivamente tranili, oltre il doppio di 10 anni fa e il dizionalista, non ha ancora colto la neCentro Tecnico, istituito per fare cessit del cambiamento. Il nostro scuola ai talenti migliori, ha sfornato uno sport dalle partite lunghissime: una generazione di giocatori che a una volta a Torino si cominci alle 15 e

Il balon si rif il look e sbarca su Internet


si fin alle 10 e mezza di sera - ricorda lavvocato Nuvolone, vicepresidente e anima storica della Federazione -. Con questo "format" non saremo mai televisivi ma i nostri appassionati non accetterebbero una rivoluzione per ridurre i tempi: una questione filosofica, da noi si va alla partita per occupare il pomeriggio, non un mordi e fuggi. Qualcosa per si muove nel tentativo di raggiungere un pubblico pi vasto. Per la prossima stagione si pensa di trasmettere tutte le partite via Internet. Un esperimento stato fatto per la prima delle finali tra Campagno e Vacchetto: stata seguita sul web da 2 mila persone. Ora si lavora per aumentare a tre le telecamere e per costruire un prodotto che sia trasmesso su Rai Sport tagliando i tempi morti. Nel frattempo si vuole stravolgere il meccanismo delle scommesse, per decenni nel cuore del gioco (si punta- ne italiano - si stanno aprendo i confiva dal vivo persino sul singolo colpo) e ni: io sono andato a giocare in Ecuache coinvolgevano gli atleti, roba che dor. In quanti sport pu succedere algli scandali del calcio sono un eserci- la mia et?. Linternazionalizzazione zio per educande. Il fenomeno si at- non passa in realt dal nostro balon tenuato, la generazione dei giovani lo ma dai giochi nei quali c una palla tiene a distanza, anche se ogni volta colpita con il pugno: dai tipi di pelota che sbaglio, i vecchi spagnola al kaatsen tifosi dubitano per ANDR IN TV SU RAISPORT olandese, dal fiabitudine che labcollege inSi lavora per un prodotto ves dei frontball bia fatto apposta glesi al senza troppi tempi morti che il secondo per favorire chi ha Previste tre telecamere sport pi giocato scommesso, dice Campagno. Il prosnei playground simo passo potrebbe essere di reintro- newyorchesi, loggetto di recenti indurre le puntate in modo trasparente, chieste del New York Times e del agganciandole ai sistemi delle agenzie Wall Street Journal. Lidea stata di specializzate. Insomma si prova a unirli in una disciplina mondiale, il svecchiare, sfruttando i teenagers che Fronton One Wall, da proporre alle cambiano il volto del gioco, giovani Olimpiadi del 2020. Intanto dovrebbe con facce da copertina che interesse- esordire ai World Games del 2013 in rebbero i pubblicitari se li conoscesse- Colombia. Dalla Langa il viaggio lunro. Comunque - spiega il neo campio- go. Ma i giovani hanno gambe buone.

Dalle Langhe allAmerica, la pallapugno conquista i pi giovani Lunione con il frontball newyorkese pu portare ai Giochi 2020

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 53

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 54

OSM trova casa allOval, Lingotto Fiere. Giunto alla quarta edizione, il Torino Software and System Meetings inaugura il Salone 2011 che si svolger dal 16 al 18 novembre, offrendo unimportante occasione di incontro tra le imprese ICT torinesi e le aziende che intendono investire in tecnologia per incrementare la propria competitivit. TOSM pensato da imprenditori e dedicato ad altri imprenditori, dove offerta e domanda di innovazione e tecnologia si incontrano per fare business. Ledizione di questanno sar particolarmente ricca di workshop, conferenze e incontri B2B, per riflettere e discutere con i massimi esperti del settore le tendenze evolutive e i nuovi spazi di mercato. Levento vedr protagoniste le principali imprese ICT piemontesi, e non solo, che presenteranno i loro prodotti e servizi; nel contempo le aziende visitatrici avranno lopportunit di conoscere con una sola visita il panorama completo di tutte le novit in tema di soluzioni tecnologiche per gestire in modo pi efficiente le proprie imprese. Oltre alla manifestazione espositiva sono previsti sette focus di approfondimento sui pi importanti ambiti applicativi ICT: Sanit, Energia, Turismo, Finance, Multimedia, Automotive, e infine Processo e Gestione, che vedono protagoniste quelle aziende del settore che producono e distribuiscono sistemi per lamministrazione aziendale (gestione clienti, risorse umane, materiali e logistica). Unulteriore grande novit di questa edizione consiste nella co-location di TOSM con ITN-Infrastructure, Telematics & Navigation, levento rivolto a infrastrutture intelligenti, infomobilit e navigazione satellitare. Ad aprire il Salone, il 16 novembre, sar Jeremy Rifkin, Presidente e Fondatore della Foundation on Economics Trends e teorico della terza rivoluzione industriale. A questo proposito, TOSM 2011 sar anche unoccasione per valutare soluzioni tecnologiche per la Green Economy, che rappresenta un mercato di grande espansione nei prossimi anni. Lo scorso anno al TOSM hanno partecipato oltre 160 aziende espositrici e quasi 5000 visitatori qualificati, tra i quali molti buyer nazionali e internazionali. I visitatori possono prenotare sul sito un incontro con le aziende espositrici per ricevere le informazioni che cercano e valutare con gli interlocutori competenti le soluzioni proposte. Lentrata e la partecipazione agli incontri gratuita, previa iscrizione tramite il sito www.tosm.it.

TOSM: 16 - 18 novembre 2011

IN BREVE

La tecnologia come motore di innovazione

Make it in Italy, atti del Convegno


Visto il successo riscosso e laltissimo livello delle relazioni scientifiche e delle testimonianze imprenditoriali proposte al convegno internazionale Make it in Italy di luned scorso, lUnione Industriale ha reso disponibili i materiali dellintera giornata di studi. La documentazione interventi, slides e comunicato stampa - on line sul portale dellAssociazione, nella sezione Servizio Stampa e Relazioni Esterne, alla voce: Comunicati stampa. www.ui.torino.it/servizi/stampaerelesterne/comunicatistampa/index.htm

Vince la Dott. Gallina srl


Nel corso della cerimonia di premiazione dei Confindustria Awards for Excellence, che si svolta luned 24 ottobre, stato assegnato il Premio Speciale intitolato ad Andrea Pininfarina. A vincerlo stata la Dott. Gallina srl di La Loggia, per la spinta all'internazionalizzazione, l'acquisizione di importanti commesse in Europa e nei Paesi Arabi e la continua crescita, sia occupazionale che di fatturato, con una incidenza sempre pi forte della quota export.

Cessione del quinto dello stipendio


Gioved 3 novembre alle ore 16,30 presso il nostro Centro Congressi, si terr il seminario sul delicato tema della cessione del quinto dello stipendio, una modalit di finanziamento utilizzata dai lavoratori dipendenti, che pu comportare condizioni contrattuali molto pesanti, con il rischio di esporsi ad aumenti vertiginosi del debito contratto, finendo talvolta oltre i limiti dellusura. Intervengono Alessandro Barberis, Presidente CCIAA Torino, Ernesto Ramojno e Antonio Del Bosco, Fondazione Antiusura CRT La Scialuppa, Giampiero Piola, Intesa Sanpaolo, Pierpaolo Bannone, Unicredit, e Savino Figurati, Ufficio Legale Unione Industriale Torino. Per informazioni: e-mail sindacale@ui.torino.it, economico@ui.torino.it, tel. 0115718265-0115718322.

Termini di pagamento
I termini di pagamento e la gestione dei rapporti commerciali con i clienti ed i fornitori costituiscono tematiche di grande interesse nel commercio internazionale, sia per le peculiarit dei singoli ordinamenti, sia per le prassi dei mercati locali. Su questo tema, lunedi 7 novembre, dalle ore 9 alle ore 13 presso il Centro Congressi, la nostra Associazione, in collaborazione con ISSEI (Istituto per lo Sviluppo della Sicurezza delle Esportazioni Italiane), organizza un seminario dedicato allesame della nuova Direttiva 2011/7. Per adesioni: e-mail legale@ui.torino.it, tel. 011 5718271 fax.011 5718235.

Comunicazione e web
Marted 8 novembre alle ore 18.00 presso il Centro Congressi, il CDVM organizza Dalla carta al web come cambia la comunicazione tra azienda e mercato Coordina i lavori: A. De Carolis, Presidente CDVM. Per info e conferme: Segreteria CDVM, tel. 0115718438, Fax 0115718208, e-mail: cdvm@ui.torino.it

Project Management
Skillab organizza un corso specifico per la corretta stesura e gestione di progetti, che si svolger nei giorni il 3, 8 e 17 novembre dalle 9.00 alle 17.00. Per info: Skillab, tel. 011 5718549, e-mail bollati@skillab.it

DIVISIONE GAS METANO


Strada del Portone n. 147 10095 Grugliasco (TO) Tel. 011.309.29.67 Fax 011.30.57.607 - divisionegas@eredicampidonicospa.it
Autorizzazione ministeriale alla vendita di gas metano sul territorio nazionale n. 857.

TORINO

INFORMAZIONE ALLA CLIENTELA


Queste sono le nostre tariffe di vendita del gas metano uso riscaldamento per impianti centralizzati praticate ai Condominii siti in Torino nel periodo dal 01/10/2011 al 31/12/2011. Per facilit di comunicazione, le tariffe a lato pubblicate sono comprensive di tutte le voci che compongono prezzo finale al mc IVA esclusa e sono quelle previste dalla Autorit per lEnergia Elettrica ed il Gas con le delibere ARG/GAS 130/11 e 132/11 mercato tutelato.
1 1 2 2 3 3 4 4 5 5 6 6 7 7 8 8 N N da da

PCS
Scaglioni di consumo consumo Scaglioni
a a

38,969
TOTALE IVA TOTALE IVA ESCLUSA ESCLUSA

[Smc] [Smc]
0 0 121 121 481 481 1.561 1.561 5.001 5.001 80.001 80.001 200.001 200.001 oltre oltre

[Smc] [Smc]
120 120 480 480 1.560 1.560 5.000 5.000 80.000 80.000 200.000 200.000 1.000.000 1.000.000 1.000.000 1.000.000

/smc /smc 0,4955086 0,4208469 0,7436926 0,6690309 0,7163716 0,6417099 0,7279716 0,6533099 0,7051606 0,6304989 0,6717756 0,5971139 0,6501286 0,5754669 0,6403026 0,5656409

La Eredi Campidonico S.p.A. si propone come alternativa ai grandi gruppi per la fornitura di gas metano per riscaldamento offrendo rapporti commerciali competitivi, informazioni puntuali e trasparenza.

.
55

T1 T2

IN EDICOLA CON

Gli autovelox in citt questa settimana


3 nov
Corso Vercelli Corso Grosseto Via Bologna Corso Tazzoli Corso Orbassano Corso Cosenza Corso Siracura Via S. Maria Mazzarello Corso Trapani Corso Francia Corso Peschiera Via Sansovino Strada dellAeroporto

LA STAMPA
4 nov
Corso Lombardia Corso Grosseto Corso Cosenza Corso Agnelli Via S. Maria Mazzarello Corso Unione Sovietica Corso Grosseto Nessun accertamento Corso Trapani Corso Francia Corso Peschiera Strada dellAeroporto Via Sansovino Corso Francia Corso Vittorio Emanuele II

5 nov

Centimetri LA STAMPA STAMPA T P

6 nov

IL TEMPO IN CITT
Oggi Ieri Un anno fa

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

9 16

6.1 14.8

7.5 9.7

Allinterno

Via Marenco 32, 10126 Torino, tel. 011 6568111 fax 011 6639003, e-mail cronaca@lastampa.it f specchiotempi@lastampa.it f quartieri@lastampa.it IL RICHIAMO ALLA VIGILIA DELLA FESTA SPIRITISMO E MACABRO NON SONO UNO SCHERZO

TORINO
LA POLEMICA

MAX

MIN (C)

Il vescovo: Halloween pericoloso per i bambini


Ammazzato per una lite al videopoker
Lambulante ucciso aveva litigato con un gruppo di stranieri dellEst
Massimo Numa
A PAGINA 59

Paolini dice s ai funamboli su via Roma


EMANUELA MINUCCI lla fine via Roma avr tutta via Roma - la sua luce dartista. Dopo un ulteriore sopralluogo e grazie allinteressamento personale dellassessore alla Cultura, Maurizio Braccialarghe, l'artista Giulio Paolini ha cambiato idea: il tappo di piazza San Carlo, se si prenderanno alcuni accorgimenti, si pu pure sopportare. Per la gioia di tutti i commercianti che hanno un negozio sul lato che confina con piazza Carlo Felice. Stando a quanto deciso nel primo sopralluogo di venerd, infatti, l'artista pareva proprio convinto a spezzare in due la sua opera Palomar che in realt era nata per via Po, un continuum fatto su misura. Gioved Paolini aveva diffidato il Comune via mail: la sua opera di funamboli in passato sospesi sulluniverso e lungo via Po stata snaturata fra i portici di via Roma con montaggio scorretto che ha fatto imbestialire larti-star dei neon dautore. Cercheremo di risolvere subito il disguido, aveva risposto immediatamente lassessore Braccialarghe a Paolini. Per lassessore la sistemazione di Palomar in via Roma tuttaltro che unoffesa allartista creatore dellinstallazione: Via Roma la strada salotto per eccellenza, una location di grande prestigio. Anche Paolini, adesso, ne convinto.

Nosiglia: i genitori sbagliano a crederlo una carnevalata


* Lallarme. Mi auguro che i genitori rigettino lilLALLESTIMENTO DI DANTE FERRETTI PER LAUTORITRATTO
lusione che Halloween sia una carnevalata innocua. E comprendano invece il rischio che comporta lassecondare una festa che fa dello spiritismo e del senso del macabro il suo centro ispiratore. Lo ha detto ieri larcivescovo Nosiglia a Santa Giulia.

RIVALTA

Calcinacci in chiesa Paura tra i fedeli durante la messa


Massimo Massenzio
A PAGINA 62

costi. Duro intervento * Ianche contro zucche e ma-

LA POLEMICA

Vagnino-Eataly Lite infinita in via Lagrange


Claudio Laugeri
A PAGINA 62

chere che occhieggiano da ogni vetrina: Questa ricorrenza divenuta popolare nel calendario consumistico che impone limmagine di un mondo di plastica, senza valori. il segno di un colonialismo culturale pi subdolo, ma altrettanto grave di quello economico e sociale.

* Lalternativa. Mentre la citt celebrer Hal-

PERSONAGGIO

Sono io Eva Kant Esce allo scoperto la modella di Diabolik


Servizio
A PAGINA 63

loween nei locali e con il concerto degli Underworld, che chiudono stasera allOval gli spettacoli di Movement, la Diocesi organizza una festa alternativa: uno spettacolo di musica in piazza Vittorio dopo la messa delle 18 allAnnunziata.
Martinengo A PAGINA 61

Un cavallo per Leonardo


Maurizio Lupo A PAGINA 57

Chiuso per risparmio


ANDREA ROSSI

hiuso per ferie. Anzi, per risparmiare. Di questi tempi anche spegnere le stufette per un paio di giorni pu servire a chiudere un bilancio. E cos qualche giorno fa il dirigente del settore Risorse umane del Comune Emilio Agagliati ha preso carta e penna e ha scritto agli undicimila dipendenti di Palazzo Civico, comunicando che oggi gli uffici resteranno chiusi e il personale dovr mettersi in ferie o usufruire di un giorno di permesso o di recupero. Lo stesso succede-

r il 7 dicembre che cade ancora di luned e precede lImmacolata. Un doppio ponte forzato che permetter al Comune di risparmiare un bel po di spiccioli tenendo spenti i termosifoni per quattro giorni. Da Palazzo Civico precisano: il provvedimento non vale per lanagrafe e per i servizi essenziali, come i vigili. E a chi - come il consigliere della Lega Fabrizio Ricca - protesta, ricordano che il ponte potr dispiacere al ministro Brunetta, ma far felice il collega Tremonti. Ogni anno il Comune spende 32 milioni per scaldare gli uffici. Quasi 90 mila euro al giorno.

T1 T2

56 Cronaca di Torino

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Il compleanno dell'Italia

Chi li ha visti?

Che cosa rester di Italia 150? Ecco i progetti


Ultime tre settimane per le celebrazioni ufficiali Stazione Futuro chiesta da Roma, Firenze e Trento
ALESSANDRO MONDO

La ruota panoramica
I

Ultimi fuochi per Italia 150, le celebrazioni del Centocinquantenario organizzate a Torino e in Piemonte: le uniche realt territoriali che, bisogna riconoscerlo, ci hanno creduto per davvero proponendo al pubblico italiano e straniero un pacchetto di iniziative seguite da un successo considerevole. E adesso? Una volta doppiata la grande mostra su Leonardo da Vinci, allestita dal 17 novembre al 29 gennaio nelle Scuderie Juvarriane della Reggia di Venaria, il dipanarsi delle ultime iniziative in programma si accompagna ai pri-

PALAZZO MADAMA

Il Senato Subalpino cerca casa

LAula ricostruita
I

tutto esaurito: uno degli atout di Italia 150. Si chiuder con quella dedicata al Piemonte, il territorio ospite. Un altro appuntamento rimanda a Stazione Futuro, una delle tre mostre organizzate alle Ogr, e alliniziativa dei Nuovi Mille realizzato in collaborazione con Telecom: il 18 novembre verr premiato il progetto vincente tra quelli raccolti nel viaggio che ha coinvolto oltre 2 mila giovani in tutta Italia. Ancora: le iniziative del mese di dicembre che si svolgeranno a Torino - dalle costose (e per questo controverse) Luci dArtista ai mercatini di Natale, passando per il pacchetto di iniziative allo studio del Comune sotto le festivit - (spettacoli, animazioni...), saranno dedicate proprio al 150. Lavori in corso Riguardano il futuro di alcuni lasciti delle celebrazioni: in primis le mostre alle Ogr. Fare gli Italiani sta cercando casa: il Comune, com noto, vuole trasformarla in un allestimento permanente, una sorta di museo sulla storia dItalia. Intanto si deciso che la rassegna chiuder il 20 novembre ma riaprir con alcune modifiche il 17 marzo, un anno dopo il via alle celebrazioni, e ci accompagner anche nel 2012. Riflessione in corso anche sul destino di Stazione Futuro: pesa la richiesta dei visitatori e la disponibilit di altre citt (Roma, Firenze, Trento) a ospitarla. Le opere Cio i beni durevoli di Italia 150, quello che alla fine conta davvero. Per fortuna il pacchetto nu-

Doveva entrare in funzione a marzo 2011, in concomitanza con lavvio delle celebrazioni: rimasta nel cassetto dei buoni propositi, alla voce grandeur subalpina. Si tratta della grande ruota panoramica che, nelle intenzioni, avrebbe dovuto svettare in pianta stabile sul Parco del Valentino emulando altre citt europee come Vienna, Singapore e da ultimo Londra. I giornali, contagiati dallentusiasmo del Comune, avevano azzardato i primi numeri: un colosso di 70 metri di altezza, trasportato in citt da 40 Tir. Alzi la mano chi lha visto.

Fare gli Italiani riapre a marzo


Dopo le celebrazioni per i 150 anni non sar archiviata la mostra alle Ogr ma riaprir nel 2012, un anno dopo linaugurazione

Ma non tutto finisce con novembre Leonardo e la moda proseguono nel 2012
mi bilanci: uno sguardo sul dopo, su quello che le celebrazioni lasceranno in dote al nostro territorio.
Gli eventi Alla voce eventi, con riferimento ai prossimi arrivi, non resta molto da aggiungere. Della mostra di Leonardo abbiamo detto. Moda in Italia. 150 anni di eleganza - la rassegna che lha preceduta, sempre alla Venaria Reale -, ci accompagner fino all8 gennaio. Il 18 novembre si svolger nella cornice della Reggia lultima delle Cene Regali che hanno registrato il

Lidea della Regione, assessorato alla Cultura, era ambiziosa: trovare una sede permanente per lAula del Senato subalpino, nonch primo Senato del Regno dItalia, ricostruita nei dettagli allinterno di Palazzo Madama. Nello stesso tempo, coinvolgere lattuale Senato - quello della Repubblica - per provvedere alle spese di mantenimento in qualit di tutor. Uno sguardo in prospettiva: a quando la struttura rester orfana della ricorrenza e della sede, visto che difficilmente potr restare dove si trova. La situazione al palo: evidentemente lattuale Senato ha altro a cui pensare.

milioni di visitatori

1,8

Gli ingressi finora totalizzati dai musei (Palazzo Madama, Automobile, Risorgimento), dalla Venaria Reale, dalle mostre alle Ogr e alla Reggia

trito, la prova provata di celebrazioni non effimere. Una volta calato il sipario a Torino resteranno tre musei completamente rinnovati: Palazzo Madama, Museo del Risorgimento, Museo dellAutomobile. Nellelenco possono essere inserite anche le Ogr, parzialmente recuperate per ospitare le tre rassegne. Da non

scordare il Parco Dora, lunica opera - con il Broletto di Novara - a usufruire di finanziamenti statali prima che il ministro Tremonti chiudesse i rubinetti: 456 mila metri quadrati, sui quali in un tempo non molto lontano sorgevano fabbriche e ferriere, dove trover spazio uno tra i pi grandi parchi della citt. Il costo stato di 70 milioni - la met da Roma, il resto diviso tra Comune e Regione - per miscelare con il verde alcuni monumenti del passato industriale. Anche la riqualificazione del Borgo Medievale del Valentino rientra nel perimetro del Centocinquantenario. Abbiamo gi citato il Broletto. Per tacere della Reggia di Venaria, con riferimento ai meravigliosi giardini riaperti al pubblico e al Potager Royal, riproposizione degli orti cari ai Savoia. Italia 150 anche questo.

I grandi alla Reggia


I

Se sono arrivati, devono essere stati estremamente discreti: cos discreti che nessuno si accorto di loro. Il proposito - condiviso da Regione, Comune e Provincia - prevedeva di organizzare un summit alla Reggia di Venaria volto a dare rilevanza alle celebrazioni con personalit di rilievo nazionale ed europeo. Un evento di alto livello per evitare che Italia 150 venisse oscurata da altre citt italiane e, perch no, per provare a ritagliare alla Reggia un futuro anche come sede di vertici nazionali e internazionali. Li stiamo ancora aspettando.

Un lettore scrive:
I

Autunno: cadono le foglie e, come ogni anno, ecco i solerti addetti del Comune che con ramazza le raccolgono a mano e le stipano in sacchi di plastica o le caricano direttamente suautocarri. A Parigi ed in altre citt della Francia ho visto, sulle strade e persino sui larghi marciapiedi, in funzione dei piccoli veicoli a trazione elettrica, e perci silenziosi e non inquinanti, manovrati da un solo operatore che contemporaneamente con una mano pilota il veicolo e con l'altra orienta un tubo aspirante che raccoglie foglie secche e rifiuti che vengono compattati in un cassone posto sul retro del veicolostesso. Nelle strade di Torino assurdo osservare che, nel terzo millennio, le foglie secche continuanoad essere cumulate a mano o con i soffiatori (in tal modo sollevando e facendo respirare ai passanti polveri, germi, agen-

Specchio dei tempi


m

Foglie secche: lassurda pratica dei soffiatori - Non piacciono i ciliegi - Luci dArtista, una priorit? - Controllori Gtt? Non rendono nei week-end...
m

ti inquinanti) ed insaccate come sifacevanei secoliscorsi. Certamente nella citt pi tecnologica d'Italia si pu trovare qualche soluzione pi semplice e produttiva copiando cosa si fain altrecitt.
LUCIANO RATTO

Una lettrice scrive:


I

Al Valentino esistevano degli ampi prati, purtroppo tenuti male e un po' sporchi. Ma ecco che arrivatauna geniale soluzione. Sono improvvisamente comparsi nuovi alberi, pare ciliegi selvatici. Vorrei sapere chi del Comu-

ne ha avuto la brillante idea di piantarli davanti alla fontana luminosa coprendola del tutto e chi, a tavolino, ha progettato una fila di alberi, sempre ciliegi, che delimitano una parte del parco che prima era bellissima proprio perchera "ariosa". Grazie da parte dei cani, felici di tutti questi nuovi alberi su cui alzarela gamba!.
M.L. GALLO

Un lettore scrive:
I

Lo scorso dicembre il Comune di Torino aveva promesso che i lavori di chiusura del passante ferroviario con l'asfaltatu-

radi corso Principe Oddone si sarebbero conclusi all'inizio del 2012. Siccome ci abito, dal mio balcone non sembra che questi lavori siano in via di chiusura, anzi tutt'altro. Leggo sulla Stampa di qualche settimana fa che non ci sono i soldi per terminare questi lavori,ma lo stesso Comune spende 550 mila euro per luci d'artista e manifestazioni connesse. Non voglio polemizzare sul fatto che vengano accese a novembre, tradizionalmente mese di mestizia ed ancor di pi oggi con la crisi. Ma quei 550 mila euro non potevano essere utilizzati per coprire almeno una piccola parte del

corso? Sono le luci d'artista la prioritdi Torino?.


M. TURETTA

LUfficio stampa Gtt scrive:


I

Rispondiamo alla lettera dal titolo "E il sabato si rimettono il bigliettointasca". Siamo lieti che la signora Maria apprezzi le iniziative messe in campo da Gtt per ridurre il tasso di evasione relativo al trasporto pubblico. La nostra azienda sarebbe lieta di raccogliere e soddisfare ogni esigenza della clientela, ma occorre fare i conti con la realt e riconoscere che ci troviamo di fronte ad un nuovo scena-

rio, in cui le risorse per il trasporto pubblico sono estremamente limitate a causa dei tagli dovuti alla manovrafinanziaria. L'introduzione della figura dell'agente di controllo rappresenta un investimento importante: ecco perch, nonostante si sia deciso di estendere il servizio ad altre linee oltre la 4, si proceder per gradi arrivando a servire tutte le linee tramviarie entro la primavera 2012. Il sabato e la domenica,invece, farpresidiaretutte le vetture della linea non rappresenta un investimento produttivo. Ricordiamo, per, che nei giorni e nelle fasce orarie in cui gli agenti di controllo non sono in servizio, possibile evitare la sanzione regolarizzando la propria posizione attraverso le emettitrici presenti su tuttiitram della linea.
SEGUE LA FIRMA

specchiotempi@lastampa.it via Marenco 32, 10126 Torino Forum lettere su www.lastampa.it/specchiotempi

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Cronaca di Torino 57

Un premio Oscar per lAutoritratto


Lo scenografo Dante Ferretti ha creato i prodigi ottici che proietteranno lo sguardo di Leonardo sui visitatori Una mostra di 2.500 metri: multimedialit ed effetti speciali: macchine ricostruite e un Cenacolo in alta definizione
MAURIZIO LUPO

Prodigi ottici proietteranno lo sguardo intenso di Leonardo da Vinci sui visitatori della Reggia di Venaria. Dal 17 novembre li seguir inesorabile, nella maestosa scuderia juvarriana, mentre fra luci e ombre esploreranno tre sue imponenti invenzioni, mutate in teche espositive. Saranno i sorprendenti scrigni della mostra che, fino al 29 gennaio 2012, presenter Il genio e il mito di Leonardo, lungo un percorso che culminer dinanzi al suo celebre Autoritratto. La visita sar uno spettacolo darte e multimedialit. Cos lha concepita il grande scenografo e premio Oscar Dante Ferretti. E limmaginifico artefice dellallestimento che, su 2500 metri quadri, proporr 21 disegni autografi di Leonardo, pi altre opere dedicate al pi famoso italiano di tutti i

In un video Piero Angela ricostruir il volto del genio con le tecniche della polizia scientifica
tempi. Maurizio Fallace, Alberto Vanelli e Mario Turetta, nel coordinare levento, organizzato in tre sezioni, hanno chiesto a Ferretti una teatralit degna dei capolavori esposti, capace di dominare limmenso spazio della scuderia. La risposta - dice Ferretti lho trovata nellAutoritratto, nellintensit pensosa del suo sguardo e in tre installazioni leonardesche: un totem con due viti senza fine, una testa di cavallo e unalata macchina cimatrice. Gli occhi e il profilo di Leonardo appariranno nel buio. Inseguiranno lo spettatore in tutte le prospettive, fino ad indurlo ad entrare nelle installazioni che esporranno i suoi capolavori. Leonardo cos guarder chi lo ammirer. Lincontro avverr in una luce onirica. Deve riportare indietro nel tempo, con una colonna sonora di parole bisbigliate e musiche antiche. Ferretti ha pensato in grande, perch tale Leonardo e anche perch - ridacchia sor-

La testa di cavallo costruita per Francesco Sforza


Alluscita, introdotto da un video di Angelica Huston sul Diluvio di Leonardo, sincontrer la testa di cavallo che Leonardo concep nel 1482 per il monumento a Francesco Sforza. E riprodotta in dimensioni tali da accogliere lesposizione di 8 disegni dellartista, dedicati al volto umano, le macchine da guerra, gli insetti e la fisionomia equina

Dante Ferretti
Tre le installazioni: un totem con due viti senza fine, una testa di cavallo e unalata macchina cimatrice. Gli occhi e il profilo di Leonardo appariranno nel buio. Inseguiranno lo spettatore in tutte le prospettive

tratto. Sar per la prima volta affiancato da due ritratti di Leonardo, dipinti da Francesco Melzi, accostati per meditare sulle somiglianze. Alluscita, introdotto da un video di Angelica Huston, dedicato al Diluvio di Leonardo, sincontrer la testa di cavallo che Leonardo concep nel 1482 per il monumento a Francesco Sforza. E riprodotta in dimensioni tali da accogliere lesposizione di 8

Le opere appariranno in un gioco di luci con una colonna sonora di musica antica
La prima, curata da Carlo Pedretti, Paola Salvi e Clara Vitulo, sintitola Leonardo, il genio e il volto. Esordisce con una macchina alta 6 metri, dove Ferretti anima due viti senza fine, simbolo di moto perpetuo. Annunciano la cimatrice. Appare come una galleria dotata di ali - dice Ferretti - perch possa volare la fantasia. In spazi capaci di far sfilare un doppio flusso di pubblico, esporr ventuno disegni di Leonardo, fra i quali il codice del volo, lo studio della Venere delle rocce e il ritratto di giovinetto. Per poi trionfare dinanzi alla teca che conterr lAutoridisegni dellartista, dedicati agli studi sul volto umano, le macchine da guerra, gli insetti e la fisionomia equina. Al termine della mostra la testa verr collocata nei giardini della Reggia. Quindi ecco la seconda sezione, intitolata il volto di Leonardo, tra realt e mito. Cura-

nione - io sono un megalomane. Le installazioni sono imponenti. Per raggiungerle il pubblico percorrer una piazza, al termine della quale un video di Piero Angela ricostruir virtualmente il volto di Leonardo, con le tecniche della polizia scientifica. Di qui partir la mostra in tre sezioni.

ta da Pietro Marani, proporr 20 opere di pittori, dalla fine del Quattrocento, per evidenziare come la fisionomia di Leonardo si trasformi da ritratto in icona del genio rinascimentale. Mentre la terza sezione, curata da Renato Barilli, tratter il mito di Leonardo nellarte contemporanea, con opere di 15 artisti. Avr inizio con lirriverente omaggio di Marcel Duchamp, che sfregia la Gioconda e le mette i baffi. Fino a raggiungere lUomo vitruviano di Leonardo, interpretato da Mario Ceroli. Il gran finale avr come tema Lultima cena. Dopo aver ammirato la versione di Andy Warhol, il pubblico incontrer la riproduzione in alta definizione del Cenacolo di Milano, che potr esplorare centimetro per centimetro, grazie a speciali I-pad. In ultimo, il congedo ai visitatori lo dar una selezione di filmati, commentati dallo scrittore Arnaldo Colasanti, per spiegare linfluenza di Leonardo sul cinema e sulla cultura.

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 58

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Cronaca di Torino 59

Ammazzato per vendetta dopo una lite al videopoker


MASSIMO NUMA

una traccia per risalire allassassino di Francesco Adriano Pep, 36 anni, il titolare di un banco di ortofrutta nel mercato di corso Cincinnato, ucciso sabato sera nel suo magazzino, nel cortile del 168 con otto coltellate. Il fendente mortale a una coscia, arteria femorale recisa di netto: morto dissanguato in pochi minuti. Lascia la compagna, Sonia (in attesa di un bimbo) e un figlio di 4 anni, Michele. Qualche giorno fa, (secondo le testimonianze raccolte dai carabinieri del nucleo investigativo, guidato dal
I GENITORI

Sale per cerimonie e banchetti Una pista per la morte dellambulante: sono stranieri dellEst Colazioni di lavoro il caso riservate - Sala meeting Ampie sale fumatori 5000 mq di parco Ampio parcheggio interno

Non ci siamo accorti di niente, credevamo fosse ancora a lavorare


tenente colonnello Domenico Mascoli), Francesco avrebbe litigato violentemente in un bar della zona con un giovane dellEst, forse romeno o albanese. Uno scontro duro, a causa di una partita giocata su una delle tante slot del locale; lo avrebbero aggredito in gruppo, lui era riuscito a fuggire in auto ma lo avevano inseguito; per sfuggire, avrebbe anche urtato lauto di chi voleva a tutti i costi raggiungerlo per dargli una lezione. Si era rifugiato a casa, in corso Mortara e aveva raccontato ad amici e familiari quanto era accaduto poche ore prima. Ma gli investigatori, coordinati dal pm Stefano Demontis, non si sbilanciano e indagano a 360 gradi. Ieri sono stati sentiti per ore, nella caserma di via Valfr, i genitori (non ci siamo accorti di niente, credevamo che fosse ancora nel magazzino) e i tanti amici di Francesco, un ragazzo solare e allegro che, nei pri-

Colpito da otto coltellate


La vittima morta dissanguata, per un profondo fendente a una coscia. Ma le ferite inferte, con un coltello dalla lama stretta sono state otto, anche nelladdome

Francesco Pep aveva 38 anni

mi Anni 90 aveva avuto un piccolo precedente per possesso di droga. Era stato fermato in una discoteca di Mondov, assieme ad altri coetanei, con uno spinello. Dopo questa piccola disavventura si era dedicato solo al lavoro e alla sua famiglia. I genitori e la sorella. Gente che ogni giorno si spacca la schiena nel mercato di corso Cincinnato, destate e dinverno. Una vita di

fatiche e sacrifici ma molto feliUno che non si lamentava ce, con Sonia e il piccolo Miche- mai, neanche nei momenti difficile a cui i genitori non facevano li, neanche quando in tasca avemancare nulla. La sua compa- va pochi soldi e allora bisognava gna sotto choc, i genitori e i fa- semplicemente lavorare ancora miliari le stanno vicino sempre, di pi. Luomo che gli ha tolto la temono per la gravidanza, al vita, forse per niente, per una pasettimo mese. Laltra sera ha rola sgradita o pochi spiccioli, ha voluto entrare lo stesso nel ma- distrutto due famiglie, ha lasciagazzino dove stato ucciso to due bimbi senza padre e una Francesco, i capelli biondi, il vol- mamma che non pu permetterto segnato dalle si nemmeno di aflacrime. E facile IL LITIGIO fondare nella didescrivere FranCercando di scappare sperazione. Micesco: un ragazchele ha lo sguaraveva urtato lauto do e gli occhi di zo minuto, con tantissimi amici, di uno degli aggressori Francesco, esatgeneroso semtamente identici. pre. Il tipo che non si dimentica Lo stesso modo di sorridere. un compleanno, un anniversa- Ogni volta che lo abbraccer, rio, per tutti un regalo o un pen- sentir il suo compagno vicino, siero. Chi ha tentato invano di come se quella sera Adriano soccorrerlo, Giuseppe De Cesa- fosse ritornato a casa come semre, lo rievoca cos: Avevamo li- pre, dopo avere smontato il bantigato due anni fa e non ci parla- co, rimesso a posto nel magazzivamo pi. Quando mancato no le cassette di frutta e verdura. mio padre mi ha cercato e mi ha Il cartello posto davanti alla porabbracciato. Mi stato vicino ta, attenti al cane e al padrone, il pi di tanti amici, alla fine mol- disegno di un coltello e di unarto meno sensibili di lui. ma, non servito a niente.

Le testimonianze

Aveva paura che scoprissero dove abitava e venissero a prenderlo


Qui al mercato gli volevano bene Il killer cercatelo da unaltra parte
Era preoccupato, tantissimo... Adesso dobbiamo occuparci di Sonia e dei bimbi, non li lasceremo mai soli. Ce li ha affidati lui.... Paolo P., un amico della vittima, ricorda benissimo il racconto di Francesco, qualche giorno prima dellomicidio. Aveva litigato con uno straniero per le macchinette del videopoker, in un bar sala-giochi poco distante da corso Cincinnato. Cera stato uno scambio di battute con un ragazzo che era l, assieme ad altre persone, forse romeni o albanesi. Poi una lite violenta, uno scambio di pugni. Aveva capito che da solo non avrebbe potuto difendersi, allora era riuscito a fuggire, aveva persino raccontato di essere stato costretto a speronare, con la sua auto, quella degli inseguitori. Aveva paura che quelli sapessero il suo indirizzo di casa o dove lavorasse, insomma per quanto fosse abituato a lavorare in un ambiente, quello del mercato, dove per forza devi farti rispettare, si era un po spaventato, una cosa strana per un tipo come lui, una persona coraggiosa e capace di difendere se stesso e soprattutto la sua famiglia, a cui era legatissimo. I genitori sono stati di nuovo sentiti dagli investigatori dei carabinieri del nucleo investigativo perch nessuna pista viene trascurata, neppure quella di una vendetta nata nel mondo del lavoro. Francesco non aveva nemici, assolutamente. Aiutava tutti, quando aveva finito di smontare il suo banco, molte volte, con il suo muletto aiutava i colleghi, era benvoluto da tutti e tutti lo stimavano, ha detto il padre. I familiari non hanno dubbi. Chi ha ucciso non

fa parte della comunit del mercato di corso Cincinnato. Allinizio, pi di un sospetto. Per entrare nel cortile dove ci sono i magazzini bisogna avere la chiave o suonare il citofono dei residenti; lagguato poteva essere stato organizzato da chi conosce bene lambiente, gli orari e le abitudini della vittima. Abbiamo fiducia negli inquirenti, speriamo solo che facciano in fretta a catturarlo, abbiamo detto ai carabinieri tutto quello che sapevamo, ogni dettaglio, anche il pi insignificante. Lo devono prendere subito, dicono. Si attendono gli esiti dei rilievi della Scientifica dei carabinieri conclusi solo allalba di domenica, allinterno del magazzino dove Francesco Pep morto lentamente dissanguato, per quel profondo fendente in una coscia. Ma le ferite inferte, con un coltello affilato, dalla lama stretta sono otto, anche nelladdome. Lassassino voleva uccidere e c riuscito. [M. NUM.]

Corso Chieri 48 - Torino Tel. 011.8902822 Tel. 011.8980250 www.ristoranteicavalieri.com

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 60

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Cronaca di Torino 61

Il vescovo: Halloween pericoloso


Nosiglia ai genitori Non una carnevalata innocua, assecondare spiritismo e macabro un rischio per i bambini So che si festeggia anche in alcuni oratori, ma un errore: contamina le tradizioni a favore del consumismo
MARIA TERESA MARTINENGO

Nella chiesa di Santa Giulia, piena zeppa di famiglie, dove aveva appena cresimato una ventina di ragazzi, ieri pomeriggio larcivescovo ha affrontato il problema Halloween, festa che per monsignor Cesare Nosiglia non fa parte della nostra tradizione, che usa i giovanissimi, che puro consumismo. Quando la messa giunta al termine, Nosiglia si ritagliato ancora qualche attimo per una riflessione: La prossima festa dei Santi e la commemorazione dei fedeli defunti, tanto care alla tradizione anche familiare del popolo cristiano, da anni sono contaminate da Halloween. Mi auguro che i genitori e gli educatori rigettino lillusione che questa festa importata dagli Stati Uniti sia, tutto sommato, una carnevalata allegra e innocua, che non lascia traccia. E comprendano invece il rischio che comporta lassecondare una festa

Notte dei Santi

ore 18
Corso Stati Uniti
I

Presso il Centro Incontri della Regione Piemonte di corso Stati Uniti 23 alle 18, incontro dal titolo: Notte dei Santi - I giovani per lItalia. Liniziativa vuole mettere a fuoco il tema del Camminare insieme, uniti per il bene comune del nostro Paese. Levento, che prende spunto dai 150 anni dellUnit dItalia, vedr la partecipazione dellarcivescovo Nosiglia, dellex rettore del Politecnico e ora Presidente del Cnr Francesco Profumo, del priore della Comunit di Bose Enzo Bianchi, e del fondatore del Sermig Ernesto Olivero. Chiamati a confrontarsi sul tema e a dialogare con i giovani.

Il richiamo lanciato ieri a Santa Giulia al termine della messa per i cresimandi
che fa dello spiritismo e del senso del macabro il suo centro ispiratore. Tale festa non ha nulla a che vedere con la visione cristiana della vita e della morte; e il fatto che si tenga in prossimit delle feste dei Santi e del suffragio ai defunti rischia sul piano educativo di snaturarne il messaggio spirituale, religioso, umano e sociale che questi momenti forti della fede cristiana portano con s. Poi, toccando laltro aspetto della dilagante - e ammiccante, da ogni vetrina - festa a base di zucche, streghe e diavoli larcivescovo ha aggiunto: Questa ricorrenza divenuta popolare nel "calen-

ore 21
Annunziata
I

Nella chiesa della Santissima Annunziata, via Po 45, si terr la celebrazione eucaristica presieduta dallarcivescovo.

La moda importata dagli Stati Uniti


Per monsignor Nosiglia non fa parte della nostra tradizione, che usa i giovanissimi, che puro consumismo. La prossima festa dei Santi e la commemorazione dei fedeli defunti, tanto care al popolo cristiano, sono contaminate da Halloween
I

ore 22
Piazza Vittorio
Animazione e musica con Francesco Sportelli e i Cometha, e le incursioni di Gianpiero Perone e Gigi Cotichella. Dalle 22, anche la chiesa di San Francesco da Paola, in via Po 16, sar aperta con animazioni e momenti di preghiera. L'iniziativa promossa da Ufficio Giovani della Diocesi con Sentinelle del Mattino, TLC, Centro Diocesano Vocazioni, Focolari, Associazione Frassati, Noi Torino, Hope, Agesci.

dario consumistico" che impone limmagine di un mondo di plastica, senza valori n riferimenti alla vita autentica delle persone. il segno di un "colonialismo culturale" pi subdolo, ma altrettanto grave di quello economico e sociale. Un mondo in cui ogni occasione buona per divertirsi a comando, secondo regole e tempi che altri hanno stabilito per noi. Questa ossessione della festa di Halloween a tutti i costi rischia anche di diventare un modo per non affrontare mai seriamente

le questioni pi profonde della vita personale e della societ. Per queste ragioni, ha proseguito Nosiglia la comunit cristiana ha il dovere di farsi presente l dove sono le persone, dove vanno i giovani, con proprie proposte precise e coerenti. Per questo volevo dirvi che il Servizio di Pastorale giovanile ha promosso una festa alternativa per la notte del 31 ottobre, alla quale invito tutti voi. Una festa alternativa vera. Alle 18, presso il Centro Incontri della Regione, ascolte-

remo e ci confronteremo con alcuni testimoni del nostro tempo sul tema del camminare insieme per il bene comune del nostro Paese. Alle 21 celebrer la Santa Messa dei Santi presso la parrocchia dellAnnunziata, in via Po. Seguir uno spettacolo di musica e canti in piazza Vittorio. Alle 22 la chiesa di San Francesco da Paola, in via Po, accoglier momenti di preghiera. So che negli oratori si fanno anche feste di Halloween... Bisogna comprendere - ha an-

cora esortato larcivescovo al termine della celebrazione, incontrando i giornalisti - che si tratta di una festa imposta dal consumismo, caratterizzata da messaggi virtuali che confondono e rischiano di far vedere anche il messaggio della Chiesa come fantastico. Se questo accadesse a Carnevale, potrebbe ancora essere accettabile. Ma capita in un momento che di forte religiosit popolare e non va bene. Bisogna contrapporre qualcosa di diverso. Unalternativa vera.

Marco Boglione

Giulio Muttoni

La festa non mi piace ma mi piace la libert


EMANUELA MINUCCI

E solo il Carnevale dei giovanissimi


ANDREA ROSSI

Marco Boglione presidente di BasicNet ha senso dellumorismo. Ed pure oltre che un gran lavoratore, e questo lo dimostra limpero che ha creato - un carattere festaiolo. Lui non lammette, ma le sue feste di Natale - a cui sono invitati tutti i dipendenti - hanno del memorabile. Ma su Halloween spiega: E una festa di cui ho scoperto l'esistenza quando avevo 20 anni e che non ho mai capito, dimportazione, ad un certo punto con la globalizzazione diventata una moda, ma in casa non l'abbiamo mai festeggiata".
Lo sa che il cardinale Nosiglia ha invitato i fedeli a diffidare di riti pagani come

Halloween ritenendoli oltretutto diseducativi per i bambini?

No, non lo sapevo. Ricordo che anche il cardinale Poletto aveva lanciato un monito del genere. Li capisco, un piccolo tradimento alla tradizione cattolica. Credo per che i giovani la vivano per lo pi come un occasione di festa. E sono liberi di farlo.
Lei cattolico?

Marco Boglione re in un campo da basket...

S, forse anche per questo in casa non abbiamo familiarit con le feste con le zucche... Ma credo che dai pi non sia sentita come una festa religiosa. Lo vedo semplicemente come uno dei tanti prodotti globali, in questo caso, nel campo dell'entertainement.
Le capita spesso di organizzare feste per i suoi figli? Gli spazi certo non le mancano, il suo salone si pu trasforma-

S, diciamo che la struttura c, ma le feste, da qualche anno sono per lo pi appuntamenti ristretti o di famiglia. Compleanni, Natale, carnevale con i bambini, qualche serata con torneo di ping pong per grandi. Per adesso mai organizzato per Halloween."
Quindi condivide la posizione del vescovo o no?

Ha sicuramente le sue ragioni per l'importante ruolo sociale che ricopre. Ma alla fine io sono sempre per la libert, non amo le costrizioni, i giovani devono crescere con il ragionamento e con l'esperienza. [E. MIN.]

Premetto: non vado di certo in giro con una zucca in testa n suono ai campanelli chiedendo: dolcetto o scherzetto? Insomma, una festa che non mi appartiene. Per appartiene ai nostri figli, a tanti giovani, e non ci vedo niente di male. Giulio Muttoni il numero uno dei promoter torinesi. Con la sua Set Up, ora diventata partner della multinazionale Live Nation, negli ultimi anni ha fatto di Torino una delle capitali della musica e delle feste. Stasera, al PalaIsozaki, che la sua societ gestisce, sbarca Movement, la mega kermesse di musica elettronica. Mi dicono che ci sar il pienone. Significa che ai ragazzi piace.

Per secondo larcivescovo di Torino pregiudica la loro spiritualit.

una festa come tante, non credo pregiudichi la spiritualit dei pi giovani. Ho una figlia di ventanni, non si perde una festa di Halloween da quando ragazzina, ma non posso dire che questo abbia compromesso i suoi valori n quelli dei suoi coetanei. Halloween solo uno dei tanti segni della globalizzazione, niente di pi.
In che senso?

Giulio Muttoni

mo a febbraio ora si fa la sera del 31 ottobre.


solo una questione di divertimento, insomma?

Per i ragazzi doggi quel che per noi era Carnevale. Noi si festeggiava il marted grasso. Ricordo che organizzavo le feste. Halloween in un certo senso ha soppiantato il Carnevale. Potr non piacere a chi attaccato alle tradizioni - e a me infatti non piace - ma cos. Quel che ai tempi noi faceva-

Credo proprio di s. Non intravedo un danno alla spiritualit dei ragazzi. Se si divertono una sera non c niente di male. E la citt non pu che trarne un beneficio: resta viva, animata, colorata, piena di gente. Che succeda attraverso una festa che non nostra, ma abbiamo importato da un altro Paese dimostra due cose: gli americani hanno influenzato molto la nostra cultura, e viviamo unepoca che ha fatto cadere molti confini.

T1 T2

62 Cronaca di Torino

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

il caso
MASSIMO MASSENZIO RIVALTA

La navata
Il parroco don Oreste indica al sindaco di Rivalta Amalia Neirotti il punto esatto dal quale si sono staccati i calcinacci in chiesa durante la messa di ieri

Sulla Stampa

In breve
Salone Atc

I Giovani Musulmani parlano della donna


I

n boato improvviso, una nuvola di polvere e infine la paura. Due metri quadrati di gesso che si staccano dal cornicione interno della chiesa dei Santi Pietro e Andrea e piombano sugli ultimi banchi. I fedeli che si ammassano contro laltare e una bambina colpita dai calcinacci che comincia piangere. I canti che accompagnavano la comunione sono cessati di colpo e in tutta la chiesa sceso un silenzio irreale. Dura pochi secondi, ma sembra
IL SINDACO

Il 6 agosto scorso, anche da una volta della Gran Madre, sono piovuti calcinacci. Dal fondo della chiesa, durante la messa della sera, si alzata una nuvola di calcinacci dopo un colpo improvviso che ha fatto sobbalzare persino chi era nei primi banchi.

Erano gi stati previsti lavori di restauro che si dovranno anticipare


uneternit. Poi la polvere si dirada e lo sguardo di tutti i presenti corre verso lalto. Fra gli stucchi che adornano la navata centrale c un grosso spazio vuoto. Una pioggia di intonaco ha riempito il pavimento, ma incredibilmente non ci sono feriti. La piccola di 9 anni che si trova nel penultimo banco insieme ai nonni se l cavata con un piccolo bernoccolo. spaventata, ma i familiari decidono di portala direttamente a casa. Il timore che ci possa essere qualche altro dissesto spinge tutti i parrocchiani a guadagnare luscita, arrivano i vigili del fuoco, il sindaco e i tecnici comunali. Qualcuno rimedia in fretta un paio di transenne e cominciano i rilievi. La chiesa rimarr chiusa per

Paura tra i fedeli Cadono calcinacci durante la Messa


A Rivalta, una bambina colpita di striscio
una settimana per permettere i lavori di messa in sicurezza, ma per il prossimo fine settimana dovrebbe riaprire. Per un attimo ho rivisto le immagini del crollo di Assisi confida don Oreste Ponzone, il parroco -. La polvere che si sollevata improvvisamente mi ha impressionato, ma le conseguenze sono state ben diverse. Avevo appena finito la predica ed era iniziato il rito della comunione. Fortunatamente la maggior parte delle persone era gi in fila nella parte anteriore della chiesa. Il distacco invece avvenuto in fondo, verso luscita, dove non cera quasi nessuno. Lincredibile incidente si verificato ieri sera, poco prima delle 19,30, quando lantica chiesa di Rivalta era gremita da un centinaio di persone per la messa serale. A causare il crollo sarebbero state alcune infiltrazioni e soprattutto la lunga siccit: Lintonaco si impregnato dacqua e

successivamente si seccato - spiegano i tecnici -. Si potrebbe posizionare una rete lungo la navata per prevenire altri distacchi, ma pi prudente chiudere la chiesa almeno fino a sabato. Il sindaco Amalia Neirotti, con lassessore Claudio Sussolano, gi allo studio per reperire le risorse necessarie: La parrocchia aveva da tempo programmato un intervento di ripristino, ma questo episodio ci impone altri tempi e altre modalit di azione. I parrocchiani sono rimasti fino a tardi davanti allingresso per capire che cosa sarebbe successo alla loro chiesa e, quando si sono resi conto che non cera nessun pericolo imminente, hanno tirato un sospiro di sollievo: Alla fine andato tutto bene - conclude Roberto Marini -. Se i banchi in fondo non fossero stati vuoti poteva davvero succedere una tragedia.

Nel salone Atc, corso Dante 14, dalle 15,30, la Festa dei Giovani Musulmani dItalia prosegue con la Giornata della Donna Musulmana. Alla tavola rotonda dedicata alla donna musulmana a Torino, in Europa, nel disegno di Dio, partecipano Sumaya Abdel Qader, direttivo European Forum Of Muslim Women, cofondatrice GMI, Hela Khomsi, presidente del European Forum, Souheir Katkhoud, presidente Associazione Donne Musulmane in Italia, Patrizia Alfano, presidente Uisp, Marisa Cortese, Settore Integrazione del Comune, Giuseppe Ciponte, studioso. Interviene Omar El Sayed, rappresentate di Islamic Relief. Modera Hanane Jamal, presenta Dalia El Brashy. Nel corso della giornata, mostre, recite e un documentario sul velo.

Settimo

Rapinata tabaccheria Bottino: 600 euro


I

Due rapinatori che indossavano il casco da motociclista, uno armato di pistola e l'altro di teglierino, l'altra sera poco prima della chiusura hanno assaltato la tabaccheria di via Lein 59. I rapinatori si sono fatti consegnare 600 euro dal gestore e sono fuggiti facendio perdere le tracce.

Il 6 novembre

Sciopero alla Rai di Torino


I

Possibili modifiche del palinsesto Rai per uno sciopero nella sede di Torino dalle 24 del 5 alle 24 del 6 novembre.

SCAMBIO DI ACCUSE LA POLEMICA CONTINUA

Puzza in via Lagrange Vagnino non ci sta Colpe tutte di Eataly


Nella cartoleria storica non ci sono mai stati bagni nei sotterranei
CLAUDIO LAUGERI

farmacie
Orario 7-19,30: Farmacia Comunale 25, Porta Nuova. Orario 9-19,30: Piazza Gran Madre di Dio 1; via Tripoli 15/A; via C. Colombo 42; corso Giambone 19; via Vib 17 B; via Cernaia 14; corso Toscana 107; via Madama Cristina 14. Orario 12,30-19,30: corso Siracusa 98; viale Falchera 70/B; via Nizza 183; via Monginevro 178; corso Regina Margherita 114; corso Lecce 31. Di sera (19,30-22,30): piazza Galimberti 7; via Foligno 69; via Sempione 112; via San Remo 37; corso Francia 1/bis. Di notte (19,30-9): corso Belgio 151/B; via Nizza 65; corso Vitt. Emanuele II 66; piazza Massaua 1; via O. Vigliani 55/G. Info: www.farmapiemonte.org.

La misura colma. Luisa Vagnino, 51 anni, ha esaurito la pazienza. Ha letto lennesima dichiarazione del numero uno di Eataly, Oscar Farinetti, interpellato dalla Stampa su una questione di olezzi e fognature legate al locale appena aperto in via Lagrange 3. Da qualche mese, letichetta legata ai cibi di qualit ha aperto nei locali che per quasi un secolo hanno portato linsegna di Vagnino. Luisa figlia di Riccardo, luomo che ha gestito lazienda per 60 anni dopo la morte del padre Francesco, il fondatore. Era un bugigattolo, racconta con orgoglio Luisa. E infuriata con Farinetti per la sua dichiarazione sui problemi fognari di Eataly, riportata in modo fedele dal cronista: Le tubature erano gi allacciate in quella maniera. Finch cera un flusso come quello prodotto dagli scarichi di Vagnino non accaduto nulla; ovvio che la potenza del flusso dopo larrivo di Eataly cresciuta.

Luisa Vagnino

RITROVI
AMERICA strepitosa festa di Halloween con elezione della Miss. BOLERO MUSIC HALL ore 15,00. HOLLYWOOD Halloween notte magica e premi ai migliori costumi. LE ROI ore 15,00 DJ ore 21,00 New Tropical Halloween 2011. Via Stradella 8 (To). Tel. 011.2409241. PIPER VIGONE tel. 011.9801402 ore 21 liscio e revival con Orch. Premiata band, disco latino americani - 2 sale.

Ma siamo matti? tuona la Vagnino. Ho le planimetrie di tutta la palazzina, ho anche lavorato anni nel negozio di mio padre. Mai stati bagni sotterranei. Cera soltanto un bagno al pian terreno, utilizzato dai dipendenti e occasionalmente dai clienti. Come fa Farinetti a sostenere tuttaltro?. Luisa Vagnino ha vissuto quella dichiarazione come unoffesa alla memoria di mio padre. Oltre al danno della puzza di fogna c anche la beffa di veder attribuite ad altri responsabilit che sono soltanto di chi ha fatto i lavori. Per di pi, offrendosi di pagare le riparazioni come se fosse il salvatore della Patria. Nel frattempo gli inquilini della zona hanno nuovamente scritto al Comune - e stavolta anche alla Procura - perch la puzza pare non ancora completamente sparita.

GALLERIE
PIRRA Bambini.
205

SCEGLI IL CINEMA

Dove c' fantasia per la tua fantasia.

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Cronaca di Torino 63
Il fumetto In edicola da mezzo secolo
I

La storia
EMANUELA MINUCCI

come stringere la mano a Betty Boop, la vera Betty Boop. Farsi inebriare dal profumo di Jessica Rabbit, la vera Jessica Rabbit. Toccare con mano il fiocco rosso di Paperina, la vera Paperina. Tutte in carne e ossa. Perch laltro giorno in redazione apparsa Eva Kant. La vera Eva Kant. E abbiamo scoperto che torinese, ha da poco festeggiato 50 anni, segno zodiacale Bilancia (quello della bellezza allo stato puro), ha tre figli ormai grandi, ed affascinante come quando si lanciava in mirabolanti rapine con il suo fidanzato Diabolik. E, soprattutto, continua a vestirsi di nero. Come dice lei per non sentirsi mai sopra le righe, anche se sarebbe meglio dire strisce. La scoperta, pari a quella di incontrare mentre fai un servizio ai giardinetti un signore calvo che di nome fa Charlie Brown e da bambino giocava a baseball, avviene per caso. Perch Eva Kant, al secolo Cristina Adinolfi, in questi giorni esce allo scoperto con una curiosa mostra di fotograIL LAVORO

I fidanzati del Male


Autonoma, seducente, bella come Grace Kelly, tenera come un muro. Ma chi era davvero Eva Kant? Bisognerebbe chiederlo a Cristina Adinolfi, che per oltre dieci anni ha prestato il suo viso e il suo corpo alle avventure della fidanzata di Diabolik

Diabolik una delle pi longeve pubblicazioni a fumetti italiane. Il primo numero (Il re del terrore) usc il 1 novembre 1962, ma Eva Kant non cera ancora. La protagonista femminile della serie, infatti, arriv soltanto con il terzo numero. Le storie erano scritte dalle sorelle Angela e Luciana Giussani, tra i primissimi disegnatori il torinese Sergio Zaniboni. Il fumetto, nei primi anni di vita, fu al centro di polemiche e sequestri. A sorprendere e scandalizzare la caratteristica particolare della serie, dove il cattivo - allinizio particolarmente crudele - vinceva sempre sul buono.

Sono io Eva Kant la donna di Diabolik


Esce allo scoperto la modella segreta degli autori: torinese
La copia dal vero

Ora che non poso pi mi sono data allarte ci sar a Paratissima


fie a Paratissima, in cui immortala cuori casuali. S, una goccia caduta nel caffelatte che forma il simbolo di Cupido, un cactus cuoreggiante e persino un trancio di salmone a forma di dichiarazione damore. Cristina in fondo cos, come la voleva Diabolik, determinata, autonoma, ma inguaribilmente romantica. E una mostra che merita vedere, anche se alla fine, ora che il suo passato stato svelato, si andr in via Nizza pi per vedere lex femme fatale del mitico fumetto che non la mostra. Ma Cristina, forse, lha gi messo in conto. Guardando le foto qui attorno si capisce in che modo lei, quasi trentanni fa, sia stata Eva Kant. Individuata come ideale sosia della fidanzata di Diabolik, posava per il disegnatore torinese Sergio Zaniboni. Lui, classe 1937, celebre cartoonist, lha scelta fra tante, con quel suo fisico minuto e femminile, i capelli biondi, morbidi che ondeggiano sulle

Cristina al telefono
Ogni giorno la giovane torinese interpretava diverse scene: Scattavamo decine di fotografie, poi venivano ricavate le tavole come fossero fotocopie - spiega Cristina - era emozionante andare in edicola per sfogliare la propria vita

senza dover chiedere i soldi a mia madre. Ero giovanissima, i miei amici a volte mi prendevano in giro, e mi chiamavano Eva: ancora oggi qualcuno sul cellulare mi ha memorizzato cos. Si passa una mano fra i capelli e affonda nei ricordi: Sono passati tanti anni, ma sono ancora orgogliosa di questo personaggio, che s criminaleggiava, vero, ma mai ai danni dei pi deboli. Eva era una donna di classe, e per me ancora irresistibile. Neanche a dirlo, CristinaEva custodisce gelosamente in parecchi scatoloni tutti i fumetti che ha interpretato come sagoma femminile. E i suoi figli si sono tuffati migliaia di volte nelle sue avventure. Se le chiedi quanto c di lei in Eva Kant sorLAMORE

Nei momenti difficili mi viene fuori quel caratterino forte tipico di Eva, anche se non ho la calzamaglia
Cristina Adinolfi
artista

Ho tre figli ma nessun fidanzato: diciamo che cerco ancora Diabolik


ride, come se lavessi cuccata mentre risponde a un telefono di bachelite nero, come cristallizzata nel suo amore per Diabolik. Ma soprattutto, se parla di Eva, come se parlasse di se stessa: E una donna forte, femminile, antitetica a ogni volgarit. Pausa, sorriso: Nellingenuit dei ventanni sentivo che quel personaggio in calzamaglia nera era una parte di me e io di lei. E, anche se parr strano, quando ho dovuto lottare, mi sono sentita determinata come lei, anche senza calzamaglia nera. Finisce lintervista, e ti stupisci che preferisca lascensore al cornicione. Ma soprattutto che sotto non ci sia Diabolik, ad aspettarla.

spalle, il viso alla Grace Kelly, come piaceva alle sorelle Giussani. Lidentikit giusto per diventare la fidanzata del ladro in calzamaglia, altro che miss Italia. Quando mi stato chiesto di prestare la mia immagine a Eva - spiega Cristina - ho accettato senza farmi problemi, magari per comprarmi un paio di jeans in pi

Eva al telefono
Ecco una vignetta originale di Diabolik, Anni Settanta. Eva identica a Cristina perch nata a sua immagine e somiglianza. Per arrivare a questo disegno ci sono volute decine di foto

WWW.BARDONECCHIASKI.COM

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 64

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Spettacoli Cronaca 65

I film

ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 01156.23.800. Prezzi: 5,00 int.; 4,50 rid. Riposo Solferino 1 o=P Riposo Solferino 2 o=P AMBROSIO CINECAF corso Vittorio 52, tel. 011540.068. Prezzi: 7,00 int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari under 27; 4,00 over 60 Lamore allimprovviso Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Melancholia Sala 2 o=P 15.30-18.00-20.15-22.30 Ex: Amici come prima! Sala 3 o= 16.00-18.00-20.15-22.30 ARLECCHINO corso Sommeiller 22, tel. 01158.17.190. Prezzi: 7,00 int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari under 27; 4,00 over 60; si accettano abbonamenti AGIS. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00; Abbonamento: 5 ingressi 22,00, 10 ingressi 40,00 Quando la notte Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Una separazione Sala 2 o=P 15.30-18.00-20.15-22.30 CENTRALE ARTHOUSE via Carlo Alberto 27, tel. 011540.110. Prezzi: 7,00 int.; 5,00 militari, universitari, Aiace; 4,00 over 65, under 18; 4,00 primo spettacolo = Arrietty 15.45 = This must be the place VO 17.30-20.00-22.15 (sott.it.) CITYPLEX MASSAUA piazza Massaua 9, tel. 01177.40.461. Prezzi: 5,50 int.; 4,00 over 60; abbonamento Agis accettato. Proiezioni in 3D: 10,00 int., 8,00 rid. Johnny English - La rinascita o=P 15.30-17.30-20.00-22.30 I Puffi o=P 15.00 Bar Sport o=P 16.50-18.40-20.30-22.30 La peggior settimana della mia vita o=P 15.00-16.50-18.4020.30-22.30 Lamore allimprovviso o=P 15.30-17.40-20.10-22.30 Le avventure di Tintin 3D o=P 15.20-17.30-20.10-22.30 DUE GIARDINI ARTHOUSE via Monfalcone 62, tel. 01132.72.214. Prezzi: 7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 primo spettacolo; 4,00 over 65, under 18 Quando la notte Sala Nirvana o=P 15.30-17.50-20.10-22.20 Bar Sport Sala Ombrerosse o = P 16.15-18.15-20.15-22.15 ELISEO p.zza Sabotino, tel. 01144.75.241. Prezzi: 7,00 int.; 4,50 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 4,00 primo spettacolo = This must be the place Eliseo Grande 15.00-17.20-20.00-22.05 La peggior settimana della mia vita =P Eliseo Blu 15.00-16.50-18.4020.30-22.20 =P Missione di Pace Eliseo Rosso 15.30-17.15-19.0020.45-22.30 EMPIRE piazza Vittorio Veneto 5, tel. 01119.504.083. Prezzi: 7,00 int.; 5,00 universitari e minori 18; 4,50 Aiace; 3,50 anziani =P The Melon Route 16.30-18.30-20.30-22.30 ERBA corso Moncalieri 241, tel. 01166.15.447. Prezzi: 5,00 int.; 2,50 anziani Riposo Erba 1 o=P Vedi Teatro Erba 2 o=P F.LLI MARX ARTHOUSE corso Belgio 53, tel. 01181.21.410. Prezzi: 7,50 int.; 5,00 universitari, militari, Aiace; 4,00 primo spettacolo; 4,00 over 65, under 18 This must be the place Sala Groucho o=P 15.40-17.55-20.10-22.20

La peggior settimana della mia vita Sala Chico Arrietty Bar Sport Sala Harpo Sala Harpo

o=P o=P o=P

15.10-17.00-18.5020.40-22.30 16.00-18.00 20.15-22.15

La peggior settimana della mia vita Reposi 6 Bar Sport Reposi 7

o= o=

15.30-17.50-20.10-22.30 15.15-17.40-20.05-22.30

GREENWICH VILLAGE via Po 30, tel. 01183.90.123. Prezzi: 7,00 int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari under 27; 4,00 over 60; si accettano abbonamenti AGIS. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00; Abbonamento: 5 ingressi 22,00, 10 ingressi 40,00 Le avventure di Tintin Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Johnny English - La rinascita Sala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Amici di letto Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 IDEAL - CITYPLEX corso Beccaria 4, tel. 01152.14.316. Prezzi: 5,50 int.; 4,00 over 65 fino alle 17.55; 54,00 Idealcinecard 12; Abb. Agis accettato; Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00 Johnny English - La rinascita o=P 16.00-18.10-20.20-22.30 Sala 1 Le avventure di Tintin 3D Sala 2 o=P 15.30-17.50-20.10-22.30 This must be the place Sala 3 o=P 15.15-17.40-20.05-22.30 Paranormal Activity 3 Sala 4 o=P 16.30-18.30-20.30-22.30 Matrimonio a Parigi Sala 5 o=P 15.45-18.00-20.15-22.30 LUX galleria San Federico, tel. 01156.28.907. Prezzi: 7,00 int.; 5,00 ridotto, Aiace, militari, under 18, universitari under 27; 4,00 over 60. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00; si accettano abbonamenti AGIS. Abbonamento: 5 ingressi 22,00, 10 ingressi 40,00 Lamore allimprovviso Sala 1 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 La peggior settimana della mia vita Sala 2 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 Insidious Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.15-22.30 MASSIMO via Verdi 18, tel. 01181.38.574. Prezzi Massimo 1 e 2: 7,00 int.; 5,00 rid., Aiace, stud. univ.; 3,50 anziani. Massimo 3: 5,50 int.; 4,00 rid., Aiace; 3,00 over 60 =P Quando la notte Massimo 1 16.00-18.10-20.20-22.30 =P A dangerous method Massimo 2 16.00-18.10-20.20-22.30 Peter Gunn: 24 ore per lassassino VO =P Massimo 3 16.30 (sott.it.) =P Nei panni di una bionda Massimo 3 18.30 =P Hollywood Party Massimo 3 20.30 =P Intrigo a Hollywood Massimo 3 22.30 NAZIONALE via Pomba 7, tel. 01181.24.173. Prezzi: 7,00 int.; 4,50 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 4,00 primo spettacolo = Una separazione Nazionale 1 15.00-17.20-19.45-22.00 = Carnage Nazionale 2 16.00-18.00-20.00-22.00 REPOSI via XX Settembre 15, tel. 011531.400. Prezzi: 7,50 int. serale; 5,50 int. pomeridiano; 4,00 anziani; 27,00 abb. 6 ingressi; 51,00 abb. 12 ingressi; abb. Arthouse accettato. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00 Maga Martina 2 - Viaggio in India Reposi 1 o=P 15.45 I tre moschettieri 3D Reposi 1 o=P 17.50-20.10-22.30 Le avventure di Tintin 3D Reposi 2 o=P 15.30-17.50-20.10-22.30 This must be the place Reposi 3 o=P 15.15-17.40-20.05-22.30 Quando la notte Reposi 4 o= 15.00-17.30-20.00-22.30 Johnny English - La rinascita Reposi 5 o= 15.45-18.00-20.15-22.30

ROMANO galleria Subalpina, tel. 01156.20.145. Prezzi: 7,00 int.; 4,50 under 18, universitari, militari, Aiace; 4,00 over 60; 4,00 primo spettacolo =P Faust Sala 1 15.00-17.25-19.50-22.15 =P This must be the place Sala 2 15.30-17.45-20.00-22.05 =P Tomboy Sala 3 15.30-17.10-18.5020.30-22.10 THE SPACE CINEMA TORINO - PARCO DORA salita Michelangelo Garove 24, tel. 892111. Prezzi: 6,00; 4,00 over 60; 4,50 Under 25 card La peggior settimana della mia vita o=P 15.15-17.35-19.55-22.15 Sala 1 Le avventure di Tintin 3D Sala 2 o=P 14.40-17.10-19.40-22.10 Insidious Sala 3 o=P 14.45-17.15-19.45-22.15 Bar Sport Sala 4 o=P 15.20-17.40-20.00-22.20 I tre moschettieri 3D Sala 5 o=P 14.30-17.10-19.50-22.30 Matrimonio a Parigi Sala 6 o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 I Puffi 3D Sala 7 o=P 15.20-17.40-20.00 La peggior settimana della mia vita Sala 7 o=P 22.35 Amici di letto Sala 8 o=P 14.35-17.00-19.35-22.10 UCI CINEMAS LINGOTTO via Nizza 262, tel. 01166.77.856. Prezzi: 6,30 int.; 5,80 bimbi fino a 8 anni; 6,00 over 65; 8,00 notturno. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 9,00, acquisto occhiali 3D 1,00 Bar Sport o=P 15.00-17.30-20.00-22.35 Amici di letto o=P 20.00-22.30 I Puffi 3D o=P 14.50-17.25 Maga Martina 2 - Viaggio in India o=P 14.50-17.10 This must be the place o=P 19.45-22.20 Matrimonio a Parigi o=P 15.20-17.45-20.10-22.40 La peggior settimana della mia vita o=P 15.10-17.25-19.50-22.20 Johnny English - La rinascita o=P 15.00-17.35-20.10-22.40 Le avventure di Tintin 3D o=P 14.55-17.30-20.05-22.40 Lamore allimprovviso o=P 15.10-17.35-20.00-22.30 Paranormal Activity 3 o=P 15.30-17.40-19.50-22.20 Insidious o=P 15.05-17.20-19.50-22.15 I tre moschettieri 3D o=P 14.50-17.30-20.10-22.45

Cinema: Torino e altre visioni


AGNELLI via P. Sarpi 111/a, tel. 01131.61.429. Cose dellaltro mondo 21.00 CINE TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011655.187. Riposo CINE CARDINAL MASSAIA via Sospello 32, tel. 011257.881. Riposo CUORE via Nizza 56, tel. 01166.87.668. Riposo ESEDRA via Bagetti 30, tel. 01143.37.474. Riposo MONTEROSA via Brandizzo 65, tel. 01123.04.153. Kung Fu Panda 2 21.00 VALDOCCO via Salerno 12, tel. 01152.24.279.

Cinema aperti: Area Metropolitana e Provincia


BARDONECCHIA
SABRINA 012299.633. Matrimonio a Parigi Johnny English - La rinascita This must be the place

16.30-22.30 18.30 20.30

BOARO 0125641.480. Johnny English - La rinascita POLITEAMA 0125641.571. La peggior settimana della mia vita

20.15-22.30 20.30-22.20

RITZ 0121374.957. Matrimonio a Parigi This must be the place

20.30 22.30

PIOSSASCO
IL MULINO 01190.41.984. Johnny English - La rinascita 21.15

BEINASCO
THE SPACE CINEMA BEINASCO - LE FORNACI via G. Falcone, tel. 892.111. Prezzi: 6,00 int.; 5,00 over 65. Proiezioni 3D: 11 intero dal lun. al ven. dopo le ore 18, sab. e dom. tutto il giorno, 9 rid. dal lun. al ven. prima delle ore 18, ragazzi fino 10 anni, anziani sopra i 60 anni Matrimonio a Parigi Sala 1 16.10-18.20-20.30-22.40 Le avventure di Tintin 3D Sala 2 17.10-19.50-22.20 I tre moschettieri 3D Sala 3 17.10-19.45-22.20 Lamore allimprovviso Sala 4 17.30-19.55-22.10 Amici di letto Sala 5 17.00-19.50-22.20 La peggior settimana della mia vita Sala 6 16.05-18.15-20.30-22.40 Bar Sport Sala 7 17.50-20.15-22.35 Ex: Amici come prima! Sala 8 20.00-22.20 I Puffi Sala 8 17.20 This must be the place Sala 9 17.15-22.00 La peggior settimana della mia vita Sala 9 19.40

MONCALIERI
UGC CIN CIT 45 N via Postiglione, tel. 899.788.678. Prezzi: 5,70; 4,00 studenti; Abb.: Carta UGC5 5 posti a 20,90; Carta UGC7 5 posti a 27,50 Lamore allimprovviso o=P 15.20-17.40-20.00-22.20 La peggior settimana della mia vita o=P 14.00-16.10-18.2020.30-22.40 La peggior settimana della mia vita o=P 16.50-19.05-21.20 Le avventure di Tintin 3D o=P 14.10-16.50-19.30-22.10 Le avventure di Tintin o=P 14.00-16.40 Quando la notte o=P 14.15-16.50-19.25-22.00 Johnny English - La rinascita o=P 14.00-16.30-19.05-21.35 Johnny English - La rinascita o=P 15.00-17.30-20.05-22.35 Insidious o=P 15.40-18.00-20.15-22.30 I Puffi 3D o=P 14.30-17.00 Maga Martina 2 - Viaggio in India o=P 14.10 Matrimonio a Parigi o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 Matrimonio a Parigi o=P 19.20-21.50 This must be the place o=P 19.20-22.05 Ex: Amici come prima! o=P 15.05-17.25-19.55-22.15 I tre moschettieri 3D o=P 14.25-17.10-19.55-22.40 Bar Sport o=P 15.40-17.55-20.10-22.25 Amici di letto o=P 14.45-17.15-19.45-22.10 Paranormal Activity 3 o=P 14.20-16.30-18.3520.40-22.45

SAN MAURO TORINESE


GOBETTI via dei Martiri della Libert 17, tel. 01182.22.192. La peggior settimana della mia vita oP 21.10

SAUZE DOULX
SAYONARA 0122859.652. Johnny English - La rinascita Lamore allimprovviso Matrimonio a Parigi 16.30 18.30 21.15

SETTIMO TORINESE
PETRARCA via Petrarca 7, tel. 01180.07.050. Le avventure di Tintin 3D Sala 1 Johnny English - La rinascita Sala 2 Lamore allimprovviso Sala 3 21.10 21.20 21.30

VALPERGA
AMBRA 0124617.122. Le avventure di Tintin 3D Uno Johnny English - La rinascita Due

CASCINE VICA - RIVOLI


DON BOSCO DIG. 01195.08.908. Le avventure di Tintin 17.30-21.15

21.30 21.30

CHIERI
SPLENDOR 01194.21.601. Lamore allimprovviso

VENARIA
SUPERCINEMA 01145.94.406. Johnny English - La rinascita La peggior settimana della mia vita Le avventure di Tintin Bar Sport
o=P o=P o=P o=P

20.10-22.10

PIANEZZA
LUMIERE 01196.82.088. La peggior settimana della mia vita Le avventure di Tintin 3D Johnny English - La rinascita Bar Sport I Puffi 16.30-18.20-20.40-22.30 16.00-18.10-20.30-22.30 16.00-18.50-20.40-22.30 18.20-20.40-22.30 16.00

CHIVASSO
POLITEAMA 01191.01.433. Lamore allimprovviso 21.05

17.30-20.00-22.30 17.30-20.00-22.30 17.30-20.00 22.30

COLLEGNO
UNIPLEX LUCE 01141.55.521. Matrimonio a Parigi 20.30-22.30

VINOVO
AUDITORIUM DIGITAL 01196.51.181. Le donne del 6 piano 21.00

CUORGN
MARGHERITA 0124657.523. Lamore allimprovviso
=

PINEROLO
HOLLYWOOD 0121201.142. Lamore allimprovviso MULTISALA 0121393.905. Johnny English - La rinascita Italia 200 Le avventure di Tintin 3D Italia 500 20.15-22.30

Cinema chiusi oggi


20.15-22.30 20.15-22.30

21.30

IVREA
ABC CINEMA DESSAI corso Botta 30, tel. 0125425.084. Bar Sport 20.15-22.30

AVIGLIANA AUDITORIUM E. FASSINO - BEINASCO BERTOLINO - BORGARO TORINESE ITALIA - CESANA TORINESE SANSIPARIO - COAZZE PALAFESTE - GIAVENO SAN LORENZO - LEIN AUDITORIUM - NONE CINEMA EDEN - RIVOLI BORGONUOVO - SESTRIERE FRAITEVE - SUSA CENISIO - TORRE PELLICE TRENTO - VENARIA TEATRO DELLA CONCORDIA - VILLAR PEROSA NUOVO - VILLASTELLONE JOLLY

PARTNERS - Torino

Come e perch lOpera fece lItalia... forse


Un lm, ricco di immagini inedite, che informa e ci spiazza con le sue trovate di sceneggiatura e di regia. Mazzini, Cavour, Vittorio Emanuele, Garibaldi. E Verdi? Non pu mancare, ci mancherebbe. E se fosse lui, il primo, vero padre
In collaborazione con:

della patria? Senza le sue opere, i suoi cori cos emozionanti e coinvolgenti, lItalia ci sarebbe mai stata? Un dvd, un racconto e tanta musica, per capire la nostra storia, nellanno dellUnit. Sandro Cappelletto

Da mercoled 19 ottobre in edicola a 8,90 euro in pi

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 66

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

67

Ejjafini fa il minimo per Londra


Nella 30edizione della maratona di Francoforte, in Germania, ottima prestazione per Nadia Ejjafini (Runner Team '99 Volpiano) che giunge sesta in 2h26'15 ma soprattutto centra il minimo olimpico per i Giochi di Londra, fissato a 2h3000. Vittoria per letiope Mamitu Daska in 2h2159. Per la neoprimatista italiana di mezza maratona si tratta della terza migliore prestazione italiana dellanno sulla distanza alle spalle di Anna Incerti (2h25'32) e Rosaria Console (2h26'10) e davanti alla compagna di club Valeria Straneo (2h26'33). [E.ZAM.]

SPORT PIEMONTE

Allinterno

VOLLEY

Supercoppa, in finale c la Bre Lannutti Chieri sempre pi gi


Scarface e Zambruno
A PAGINA 73

BASKET

Con il Siena,Biella sfiora limpresa Pms in testa


Pasquarelli e Latagliata
A PAGINA 75

Antenucci salta Tonelli nel match di sabato vinto dal Toro contro lEmpoli che riporta lentusiasmo in casa granata dopo linatteso ko con Gubbio

GRANATIERI, PENSIERI FORTI COLORATI DI GRANATA

CALCIO

Chieri prende il volo dopo aver travolto un Acqui decimato


Giovanni Facelli
A PAGINA 69

Il Toro che vince soffrendo pi in linea con il suo dna


Contro lEmpoli meno qualit ma pi tempra, Stefanovic e Antenucci valori aggiunti
Per cominciare: meglio un Toro cos, che perde a Gubbio e stenta per 45' in casa con lEmpoli, che un Toro che di seguito vince a Nocera e poi a Genova contro la Samp (che adesso, a proposito di 11, sta a 11 punti)? Mass, almeno, tesi anche di quel sempre-pi-saggio che Zaccarelli, si sta nei nostri soliti bislacchi confini, non si rischiano musate che, se non te le danno gli avversari o larbitro o non te le rifili da solo, ci pensa a dartele la signora nemesi. Nel particolare del match di ieri laltro, ad un certo punto abbiamo temuto il remake di LEredit, il telegioco strambo e cattivo di Carlo Conti: un concorrente sa poco, laltro (il Toro) sa tutto e accumula, poi sbaglia una risposta e allultimo il malloppo intero passa al concorrente. Poi: periodicamente si riscopre che ognuno contro il Toro sembra giocare al suo meglio, o quanto meno al suo massimo. Un po' la sollecitazione diciamo storica (a Gubbio si parler a lungo della prestazione dei locali, lupi quel giorno non sanfranceschizzabili) dellevento, un po' il Toro specialista ormai in beneficienza ai poveri almeno quanto a valorizzazione, con i suoi errori, di giocatori ex granata e scartati per manifesta incapacit. Avanti: si vedono partite di A brutte assai e viene voglia di dire che Cairo (ormai allo stadio cori e controcori su di lui sembrano strofe della stessa canzone) mica dovr spendere troppo, dopo la promozione. Per in A si vedono prodezze individuali che basterebbero e avanzerebbero per decidere un incontro di B, e allora si cambia idea. Sono sempre pi le squadre che, almeno in B e almeno contro il Toro e almeno se strutturalmente deboli e dunque gi felici di perdere tempo, giocano al gioco di giocare il gioco (non un gioco di parole) del Toro di Ventura. Si rischia il reciproco ticchetetocchete di noia mortale, ma si pu anche godere un calcio artistico (sottilissimo il diaframma fra le due situazioni). E poi Ventura sa quel che fa, loro magari non sanno fare altro che tentare di imitare. A proposito: c gente di calcio che si vanta di saper andare sui campetti a godersi le partite dei campionati giovanili, l s che c il calcio vero, discorsivo prima che aggressivo, sereno e non mai rabbioso, e che allOlimpico - visto, sentito sul posto - se la prende con uno dei suoi che non sbrana lavversario. Nel dettaglio: Stefanovic e anche Antenucci sono due ali di una volta che sanno giocare nel calcio di adesso, e possono cambiare la partita. Stefanovic lo fa meglio, per Antenucci ha anche frecce da giocare altrove. Infine: in uno di questi articoli del luned abbiamo raccontato la storia bella del mocciosetto Ebagua quando era Giulio, vestiva taroccato da Ferrante e sparava palloni per le strade di San Salvario. Adesso pronostichiamo Ebagua che riesce finalmente a farsi sparare addosso un rinvio di piede del portiere e fa gol.

GIAN PAOLO ORMEZZANO

DANZA SPORTIVA

Martina e Andrea infiammano il Palaruffini


Alma Brunetto
A PAGINA 76

cco una serie di considerazioni nate durante e dopo Torino-Empoli visto dal vivo. Non numeriamo lelenco, quando lo si fa in caso di football vien sempre voglia di arrivare sino a 11, schierando una sorta di formazione dei pensieri, e si eseguono forzature, si allunga male il brodo.

T1 T2

68 Piemonte Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

LEGA PRO SECONDA DIVISIONE

Casale riprende quota con il ritorno di Crocetti


Lattaccante dopo mesi di assenza per infortunio decide il match
Borgo a Buggiano Casale 0 1
BORGO A BUGGIANO: Grandi, Tafi, Ca-

Varricchio autore, al 38 del momentaneo 1-1 del cuneo


[FOTO CUCCHIETTI]

Sconfitta a Montichiari

staldo, Checchi, Lorenzini, Stella (34' st Re), Gialdini, Mugelli (21' st Grassi), Maretti, Paganelli, Rocchi. All. Colonnello.
CASALE: Adornato, Garrone, Naglieri,

Gambadori (12' st Capellupo), Gonnella, Vignati, Lillo (37' Agnesina), Iannin, Crocetti (22' st Curcio), Siega, Rodriguez. All. Buglio.
ARBITRO: Chiffi di Padova. RETE: 14' Crocetti. NOTE: giornata mite, terreno in buone

Cuneo giornata storta proteste, espulsi e ko


CUNEO

condizioni, oltre 400 spettatori. Ammoniti Gialdini, Checchi, Iannini, Rodriguez, Garrone. Angoli: 3-0. Recupero 1' pt, 3' st.

ROBERTO SARACCO BORGO A BUGGIANO

Il Casale conferma la sua natura di squadra da trasferta ed espugna il campo della matricola Borgo a Buggiano, conquistando la quinta vittoria su sei gare esterne e riportandosi a una sola lunghezza dalla capolista Treviso, che impatta a domicilio con un rilanciato Rimini. E ancora una volta il successo del gruppo. Senza Taddei, costretto in tribuna per guai muscolari, arriva dal ritrovato bomber Crocetti il gol partita. Lattaccante, al rientro dopo un lungo stop come lesterno sinistro Naglieri, si fa trovare pronto, soddisfacendo in pieno mister Bu-

Lesultanza del Casale dopo il gol di Crocetti: i nerostellati sono secondi in classifica a 1 punto dal Treviso

glio. Il tecnico dimostra sagacia: una volta sull1-0, rinuncia al guizzante Lillo per infoltire il centrocampo inserendo Agnesina. Alla prima vera occasione, il Casale va in vantaggio. Su calcio piazzato c la spizzata di Gonnella a servire Crocetti, che in girata di sinistro trova langolo vincente. I toscani replicano subito con Stella che salta Naglieri e appog-

gia corto: sventa Gonnella. Al 24' locali in gol in mischia, ma larbitro annulla per fuorigioco. Nella ripresa mister Colonnello inserisce il bomber Grassi. L'occasione pi pericolosa sui piedi di Rocchi che calcia a lato dallarea piccola. Poi Rodriguez ha la palla per chiudere la partita ma la sbaglia e si becca il giallo che gli far saltare la sfida con il Mantova.

Un successo amaro per una decina di tifosi nerostellati costretti a seguire la partita allesterno dello stadio: Eravamo in dieci di cui due donne, cinque con tessera del tifoso e altri cinque con modulo sostitutivo con cui siamo entrati regolarmente a Rimini e Montichiari, alla biglietteria ci stato detto che non era valido.

Sul loro secondo gol cera un netto fallo di mano, ma larbitro ha fatto proseguire. La nostra sconfitta immeritata. Lallenatore del Cuneo Ezio Rossi, espulso a met del secondo tempo (Cercavo di calmare gli animi in quel momento piuttosto agitati, e invece sono stato allontanato) commenta cos il terzo passo falso esterno della stagione per la sua squadra. Ieri a Montichiari i biancorossi hanno perso per 2-1, con non poche recriminazioni. Proteste a parte (non solo per lazione del 2-1 decisivo), la squadra ha patito lassenza del bomber Fantini (prudenzialmente in panchina fino al 25 della ripresa dopo linfortunio contro il Santarcangelo) ma ha attaccato con continuit. Il risultato troppo severo nei nostri confronti - aggiunge il dirigente Valter Vercellone -. Il nostro campionato continuer con lo stesso vigore.

Pochi minuti dopo il via il Cuneo gi andato vicino al gol con Lodi, tenendo poi il controllo delle operazioni. Il Montichiari si rende pericoloso solo con Saleri, mentre alla mezzora Varricchio non concretizza una favorevole occasione. Mentre i biancorossi attaccano, in unazione di contropiede, al 37, i lombardi passano in vantaggio grazie a Mastroianni che sinfila tra Pascarella e Ferri e insacca. Cuneo va subito vicino all1-1 con Varricchio, ma senza fortuna. Nella ripresa i primi cuneesi vicino al pari sono Longhi e Lodi. Verso il 15 Varricchio protesta per un fallo ai suoi danni in area di rigore. La situazione sembra complicarsi quando viene espulso Sentinelli per proteste (poi scatter anche il rosso per il mister Ezio Rossi). Lingresso di Fantini d unulteriore spinta agli attacchi e al 38 Varricchio realizza il meritato 1-1. Nel finale, Fantini bloccato dallarbitro per un dubbio fuorigioco. Al 42, la contestata rete del 2-1 per il Montichiari firmata da Saleri con i biancorossi che reclamano un fallo di mano nellazione. [P. C.]

Alessandria Bellaria
FRANCESCO GASTALDI ALESSANDRIA

3 Sambonifacese 2 LEGA PRO PRIMA DIVISIONE 1 Valenzana 1 Pro, doppia beffa allo scadere
GIANNI DI FERDINANDO SAN BONIFACIO

prende un gol e sbaglia un rigore


Pro Vercelli Foligno 0 1
Lerrore di Malatesta
Il portiere umbro Zandrini nega al bomber vercellese il gol dal dischetto che valeva il pareggio
[FOTO GREPPI]

Tornano alla vittoria i grigi dopo quasi due mesi di digiuno e i tre punti giovano alla classifica e al morale. Partita dai due volti: primo tempo fiacco, con solita amnesia difensiva che causa il gol del pareggio, ripresa decisamente pi tonica con l'undici di casa che beneficia dell'ingresso di Nassi. Deve fare di necessit virt Sonzogni e la formazione davvio abbastanza scontata: debutta in difesa l'ultimo arrivato Sabato, in attacco Motta fa coppia con Artico. La novit, per, sta nella disposizione tattica con difesa schierata a tre quando lAlessandria in fase di attacco (Viviani, Cammaroto e Ciancio) mentre in ripiegamento danno man forte Negrini e Sabato. Manca il bomber De Cenco, appiedato per due turni dal giudice sportivo. Dopo 6' si ferma Artico, ma al 10' i grigi passano: angolo di Degano, stacco imperioso di Viviani che schiaccia in rete sul primo palo. Nemmeno il tempo di assaporare il vantaggio che i grigi vengono raggiunti: punizione di Buda dalla destra, Fioretti colpisce di testa incrociando la traiettoria e battendo Servili. Sonzogni torna al 4-4-2. Chiudono in avanti i grigi la prima frazione di gioco con una doppia conclusione di Negrini e di Sabato. Allinizio di ripresa l'ingresso di Nassi d pi verve ai mandrogni che hanno una fiammata intorno al quarto d'ora. Doppia occasione per l'Alessandria nel giro di due minuti ma prima Negrini di testa poi Nassi, sbagliano. Nassi al 28' si guadagna un rigore su vistosa trattenuta in area di Bamonte: trasformazione perfetta di Degano. I grigi mettono in cassaforte il risultato (43') con un'azione avviata da Nassi, che apre per Degano, cross millimetrico per Segarelli e 3-1.

Dopo tre pareggi consecutivi, cade nuovamente la Valenzana, sconfitta di misura (1-2) sul terreno di gioco della Sambonifacese. La compagine di patron Omodeo resta cos al penultimo posto della graduatoria con sette punti, pur mantenendo tre lunghezze di vantaggio su Lecco e Pro Patria. La Valenzana, scossa nei 45 iniziali, reagisce con coraggio: Blondett si vede sventare la conclusione a botta sicura dal portiere di casa Nardoni. La Sambonifacese si affida al 4-4-2, nel quale si segnalano lassenza dello squalificato portiere Bonato e dellex della Lazio, Manfredini. Risponde la Valenzana, priva di Serao e Miracoli, con un armonico 4-2-3-1. Il primo sussulto al 22 con il vantaggio della formazione di casa. Lancio dal cerchio di centrocampo di Marianeschi a servire al limite dellarea di rigore il solitario Zanetti che, avanza, entra nei sedici metri finale e supera Serena in uscita. La reazione della Valenzana si circoscrive al 25 al colpo di testa di Lorusso sul cross dalla destra di Pagan, che termina alto. La Sambonifacese mantiene il comando delle operazioni e trova il raddoppio al 39: Zanetti sulla sinistra salta Blondett, mette al centro un pallone sul quale si avventa come un falco Brighenti per collocarlo in rete. Al 24 la formazione di Roberto Rossi trova la rete che la rimette in partita. Conclusione dai venti metri di Montanari che termina nel sette. Al 40 sugli sviluppi di una parabola dalla bandierina, Nardoni smanaccia la testata a colpo sicuro di Blodett. La Valenzana si scopre alla ricerca del pari e un minuto dopo rischia di subire il tris dei locali.

PRO VERCELLI: Valentini, Cancellotti

(32 st Bencivenga; 37 st Pigoni), Armenise, Ranellucci, Rosso, Masi, Murante, Disabato, Iemmello, Fabiano, Santoni (27 st Malatesta). All. Braghin.
FOLIGNO: Zandrini, Romano, Stoppini,

Papa (36 st Castellazzi), Merli Sala, Cotroneo, Cavagna (14 st Costantini), Menchinella, Guidone, Coresi, Tattini (31 st Cardarelli). All. Magrini.
ARBITRO: Pezzuto di Lecce. MARCATORI: st 46 Castellazzi. NOTE: spettatori 1.340 per 8800 euro

di incasso. Al 20 st espulso Ciucarelli, al 43 st Magrini, al 48 st Merli Sala. Ammoniti Cavagna, Merli Sala, Murante. Angoli 14-0. Recupero 0+ 6 .

RAFFAELLA LANZA VERCELLI

Non stata la strega cattiva, alla vigilia di Halloween, a rovinare la festa alla Pro Vercelli. stata la cenerentola del girone A: il Foligno. O meglio il portiere umbro Zandrini, bravo a parare limparabile e anche un rigore allo scadere a Malatesta. Per la Pro Vercelli doppia beffa: i bianchi in svantaggio nei minuti di recupero, dopo aver condotto

una ripresa di alto livello. Poi si sono visti negare il gol dal dischetto grazie allennesima prodezza del numero uno umbro. Una Pro che esce sconfitta nello score, ma a testa alta dal campo: 14 calci dangolo a zero per i padroni di casa. Primo brivido per la Pro Vercelli all11 quando Cavagna lancia Guidone, che viene anticipato da Masi. Al 20 ancora umbri in attacco: cross di Coresi e Guidone che cerca la porta di testa, senza fortuna. Al 44 occasione da gol per i padroni di casa: Cancellotti serve Iemmello che conclude in porta, Zandrini tocca la palla e salva il risultato. Nella ripresa la Pro a farsi pericolosa: bel dialogo tra Santoni che cavalca sulla fascia e Iemmello che impegna Zandrini.

Il portiere umbro non trattiene la palla ma sulla sfera arriva un suo difensore a liberare larea. Al 5 Coresi sbaglia un gol fatto. Al 17 Zandrini in una parata plastica su punizione di Disabato. Dallangolo salva ancora il risultato su un tiro velenoso di Armenise. Al 32 para uninzuccata di Malatesta da distanza ravvicinata. Al 40 ancora Malatesta si vede negare il gol da una prodezza di Zandrini. Il Foligno mette a segno in pieno recupero: al 46 Coresi recupera palla e in contropiede serve Castelazzi che con un diagonale al volo segna il gol dell1-0. Sul ribaltamento di fronte Merli Sala atterra in area Malatesta. Per larbitro rigore. Zandrini ipnotizza il numero 18 bianco e salva il risultato. Prima vittoria per il Foligno.

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Piemonte Sport 69

SERIE D

Il punto
PAOLO ACCOSSATO

Unaltra domenica da primato solitario


Chieri, sempre Chieri, fortissimamente Chieri. Con il chiaro successo nella per nulla facile tana dell'Acqui, l'undici di Sesia non solo conquista il nono successo su dieci partite (e questa non pi neppure una sorpresa) ma ottiene un'investitura pressappoco definitiva. Patron Benedicenti qualche settimana fa diceva di aspettare il decimo turno per valutare le ambizioni del Chieri: bene, la decima giornata arrivata e non solo i biancoazzurri non hanno perso posizioni ma hanno anzi rinsaldato il loro dominio dato che il fortissimo Derthona continua a perdere punti qua e l e ieri ha sbattuto contro la Folgore Caratese inanellando il secondo pari della stagione (1-1, di Sahe la rete dei leoncelli). Cos il Chieri ha oggi un vantaggio di 4 punti sulla squadra di Rampulla e se di fuga non si pu e deve parlare, almeno nella collina torinese si matematicamente certi di vivere ancora per una domenica il primato solitario. Il Valle d'Aosta che vince a Bogliasco un segnale d'allarme per la capoclassifica perch l'unici di Zichella in serie positiva da 4 giornate. Il Villalvernia con Beretta raggiunge il Santhi mentre nel derby alessandrino la Novese con Camussi fa suo il match con l'Aquanera.

Al Chieri fanno bene le terme


Anche lAcqui si arrende alla corazzata torinese: nona vittoria e fuga in classifica
GIOVANNI FACELLI ACQUI TERME

Acqui Chieri

0 3

Il Chieri consolida il primato in serie D conquistando tre punti sul campo di un Acqui alla seconda sconfitta consecutiva. Finisce 3-0. I termali si presentano al match in emergenza con ben sette titolari indisponibili, cos Lovisolo deve fare i salti mortali per mettere in campo una formazione in grado di contenere la corazzata torinese. Ospiti subito ben messi in campo anche se nel primo tempo non mostrano un gioco spumeggiante. I bianchi dal canto loro cercano di limitare i danni e a tratti lo fanno anche bene, con Silvestri a guidare una difesa composta da giocatori giovani e

ACQUI: Gallo, Ungaro, Manzo (35 Fran-

chini), Bianchi, Silvestri, Canino, Ferraro, Genocchio, Mosto (39 st Vazzana), Perelli, Chiatellino (30 Monteleone). All. Lovisolo.
CHIERI: Gozzi, Giai Pron, Sandrone, Cam-

panaro, Grancitelli, Cacciatore, Manasiev, Didu, Parisi (40 st Santoro), Pasquero (31 st Migliore), Montante (20 st Nicolini). All. Sesia.
ARBITRO: Di Martino di Teramo. RETI: 28 Montante, 39 Parisi, st 50

Santoro.
NOTE: terreno in buone condizioni, spet-

tatori 350. Ammoniti Campanaro, Didu, Bianchi, Monteleone, Silvestri, Canino e Vazzana.

I padroni di casa possono recriminare sullassenza di sette giocatori titolari


con poca esperienza; mentre davanti si vedono subito grandi difficolt: palese la mancanza di una torre come punto di riferimento e in grado di tenere alta la squadra, dalle retrovie partono numerosi lanci lunghi alla volta di Mosto che non ha nella prestanza fisica il suo punto forte. Nei primi 25 non succede nulla, ma appare netta la supremazia dal punto di vista fisico del Chieri. Lunico tentativo da registrare di Parisi che ci prova con un bel colpo di tacco ma la difesa riesce a liberare. Poi al 28 Ungaro si addormenta e lascia passare un lancio di Pasquero, lex

Il secondo gol dei biancazzurri di Parisi, di testa su corner teso, allo scadere del primo tempo

Montante lesto e con un diagonale tanto teso quanto preciso buca Gallo. Anche laltro ex Manasiev crea non pochi problemi alla retroguardia termale, Manzo fatica a contenere le incursioni del centrocampista macedone cos Lovisolo al 35 lo sostituisce giocandosi la carta Franchini al rientro dopo un infortunio e quindi non ancora al

top della forma. Fino a questo momento lAcqui tutto sommato in partita ma prima dello scadere il Chieri raddoppia e di fatto blinda il risultato con Parisi che schiaccia in rete di testa un corner teso. La ripresa parte con i torinesi che reclamano un penalty per un tocco di mano in area di Bianchi. Poi la squadra di Sesia

rallenta il ritmo e amministra il vantaggio, il trainer degli azzurri sostituisce Montante e mette dentro Nicolini che si posiziona sullesterno in supporto a Parisi e Pasquero. Nei primi minuti del secondo tempo lAcqui appare nervoso ma anche pi attivo in fase offensiva: al 19 Perelli bravo ad infilarsi fra le maglie della di-

fesa ospite e a calciare con la punta del piede ma Gozzi salva la porta in corner. Al 28 il turno di Mosto che lanciato verso la porta viene anticipato in uscita dallestremo difensore ospite. Poi altre occasioni per Chieri che dopo essere andato vicino al gol con Cacciatore (che colpisce di testa a botta sicura ma Bianchi salva sulla linea) nei minuti di recupero fissa il 3-0 con Santoro. Sereno mister Sesia che si gode il primo posto in classifica ma predica comunque prudenza. Siamo consci di aver affrontato un Acqui in grande difficolt per le numerose assenze. Ma la squadra stata brava a rimanere sempre concentrata e fredda in fase offensiva. Bravo Gozzi a chiudere su Perelli nel secondo tempo su unoccasione che poteva riaprire il match commenta - Dobbiamo tenere sempre i piedi per terra

PARI CON IL NAVIGLIO GIOVANILI CALCIO FEMMINILE, PASSO FALSO DELLA JUVE

La svolta del Lascaris la difesa di Ferrarese


Arriva almeno una buona notizia dal 2-2 casalingo del Lascaris contro il Naviglio di Trezzano capace di impattare la partita in piena zona Cesarini: i bianconeri ora sono una squadra e se il successo contro la diretta concorrente per la salvezza Aquanera aveva dato segnali incoraggianti, la conferma arriva dal punto conquistato contro la quarta in classifica. S, sono soddisfatto - dice patron Trabucco - anche se avevamo gi fatto un pensierino alla vittoria. Ma almeno questa una formazione che pu giocarsela con tutti, lontano parente di quella che fino ad un paio di domeniche fa prendeva valanghe di gol. Siamo ancora vivi, e questo ci d morale. A dare una svolta all'annata del Lascaris stato l'inserimento in difesa da un paio di domeniche di Ferrarese che ieri anche andato in gol al 20' della ripresa con un colpo di testa su angolo di Gavazzi, pareggiando cos il rigore di Luongo al 6', sempre del secondo tempo. Poi al 33' il vantaggio torinese con il giovane Fondello da non molto entrato prima del definitivo 2-2 di Guerrisi al 42' con una spettacolare rovesciata. [P. ACC.]

Granata a raffica, settimo sigillo Serie C, Cit al vertice Per i bianconeri successo casalingo Luserna scavalca lAlba
IVANA CROCIFISSO PAOLO PONTI

Ancora un successo, il settimo consecutivo su altrettante gare. I Giovanissimi granata di Roberto Fogli non si fermano neanche di fronte al Cuneo (per i biancorossi il secondo ko stagionale) e battono gli avversari per 1-0. Pi difficile del previsto, per, la gara di ieri. Non tanto per le qualit del Toro, mai in discussione, quanto per l'agonismo e la tenacia dei cuneesi, bravi a pressare i portatori di palla granata e a spezzettare il gioco. La rete che vale i tre punti arriva ad un quarto d'ora dalla fine, grazie ad Origlio. Nel finale, al termine del recupero, brivido per il portiere Cizza e per i compagni: Tonello, tutto solo all'altezza del dischetto, spara fuori, proprio un paio di secondi prima del fischio dell'arbitro. E tornano alla vittoria anche i Giovanissimi di Claudio Gabetta, dopo il ko interno con l'Entella. Battuto a domicilio il Pavia, 3-0. Al di l del risultato stata buona la prova dei ragazzi, forse una delle migliori quest'anno, commenta Gabetta. Venivamo da una

Finale da brivido
Il portiere dei Giovanissimi granata, Cizza, stato graziato dal cuneese Tonello allo scadere dei minuti di recupero

brutta sconfitta, la squadra ha risposto bene su un campo molto ostico. E per restare ai colori bianconeri, gli Allievi vincono finalmente anche in casa e questo successo d ai ragazzi di Del Rosso la vetta insieme al Siena, bloccato in casa dal Genoa. Il 2-0 con cui la Juve batte il Livorno frutto dei gol di Danza - su rigore - e di Gerbaudo. Non possono festeggiare, al contrario, gli Allievi di Moreno Longo, battuti sul campo della Sampdoria per 2-0. Tanto da recriminare per i granata: un'ottima gara, due legni colpiti - uno da

Rosso, l'altro da Aramu - e due ingenuit difensive che sono costate le reti con cui la Samp ha ottenuto i tre punti. Il Toro resta a quattro punti dai cugini bianconeri, una distanza pi che colmabile visto l'equilibrio che regna nelle zone alte della classifica. Meno colmabile sembra, almeno per il momento - e qui si fa un passo indietro - la distanza che separa la Primavera di Juventus e Torino. Dopo il ko di sabato scorso, i granata sono infatti ultimi in solitaria, con la Juventus di Baroni che sorride, pi in alto di tutti, prima nel girone.

Torino esulta, la Juve si rammarica. il doppio volto del weekend di A e A2 femminile dopo la bella vittoria esterna delle granata sul difficile campo del Como, e del pareggio subito al 90' dalla Juve in casa contro il Franciacorta. Ottima la prova delle granata andate a vincere con un rigore di Sodini e la rete della giovanissima Avalle. Meno bene le bianconere, che oltre ad aver fallito molte occasioni per chiudere la partita dopo essere passate due volte in vantaggio, prima con Ienopoli e poi con Trapani, si sono fatte agguantare in extremis perdendo due punti e complicando la classifica, ferma a un punto e in penultima posizione. In serie C, il Cit mantiene la vetta provvisoria grazie al 2-0 maturato sul campo del Castellamonte: partita sbloccata nei primi minuti dalla solita D'Ancona e chiusa nella ripresa da Napoli. Subito dietro il Luserna ha incassato i tre punti a spese dell'Astisport sorpassando al secondo posto in classifica l'Alba, travolta sul campo della capolista Musiello Saluzzo: per le ragazze di Miniati in gol Cirrincione (doppietta), Mazzucchetti e Cattaneo. Primi pesantissi-

Benedetta Mazzucchetti

mi punti per il Real Calcio, che nel derby di fondo classifica ha piegato le velleit della Rivese grazie alle reti di Buffano, Drammis e Fanelli. Hanno chiuso la giornata la vittoria esterna dello Sport Valenza, che si confermata squadra dei gol (40 gol fatti e ben 32 subiti) nel 7-3 al Cavallermaggiore, mentre il Casale si imposto 3-2 nella sfida contro la Biellese.
Classifica

Cit Turin e Musiello 21, Luserna 18, Alba 16, Sport Valenza 14, Aosta LV e Casale 12, Castellamonte 7, Cavallermaggiore e Biellese 6, Astisport 5, Real 3, Rivese 0.

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 70

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Piemonte Sport 71

ECCELLENZA

Il punto
PAOLO ACCOSSATO

Mirafiori e Santenese il volto triste del girone B


Girone A

Airaschese senza difesa Pinerolo fa suo il derby


Sinterrompe dopo 9 risultati la striscia positiva dei padroni di casa
PAOLO ACCOSSATO AIRASCA

Lucento colpo grosso con la capolista Cheraschese


RENATO ARDUINO CHERASCO

Ride solo il Settimo nel girone, unica torinese a vincere in una giornata che offre soprattutto amarezze per la nostra provincia. Le violette di Scola battono 3-2 con grinta il Marano 3-2 con Basiglio, Pareschi e Piccolo al 90' e rientrano nella lotta playoff mentre il Borgaro incassa 4 gol (a 1, rete di Chiappero) in casa con il Borgopal. In vetta il Verbania continua a volare ma per gli spareggi ci sono anche Borgaro, Sciolze, Settimo e Gassino.
Girone B

Airaschese Pinerolo

1 2

LAiraschese riscopre lamaro sapore della sconfitta dopo 9 partite utili consecutive proprio nel sentito derby con il Pinerolo, lultima partita che lundici di Nistic avrebbe voluto perdere. Il 2-1 per i biancobl non fa una grinza anche se le attenuanti per i padroni di casa ci sono tutte dato che a mancare era praticamente tutta la difesa titolare. LAiraschese allinizio ha il piglio di chi piazzato meglio in classifica e cerca di fa-

AIRASCHESE: Marcaccini, Stefanon, Maz-

zarella (27' st Di Fabio), Piscopo, Carli, Faridi (4' st Amedeo), Favale, Orilio, Cravetto, Valzano (32' Sasso), Granieri. All:. Nistic.
PINEROLO: Odier, Ghirardi, Scarsi, Filip,

Pepino, Lerda (13' st Molinaro), Stangolini (33' st Abdoune), Dedominici, Bonin, Soffietti (37' st Laurenti), Martin. All.: Zaino.
ARBITRO: Rotolo di Palermo. RETI: pt 17' Soffietti; st 31' Martin, 41'

Una punizione da manuale di Panzanaro rilancia il Lucento (la squadra del tecnico Mario Gatta non vinceva da oltre un mese) e d il primo dispiacere casalingo alla Cheraschese di mister Dessena, che conserva tuttavia il primo posto nel girone B dellEccellenza di calcio. Nerostellati subito pericolosi con il velenoso diagonale di Caria, ma Ussia attento. Poi, Claudio Ciravegna (sostituto dellinfortunato capitan Bardella) salta indisturbato a centro area, ma la sua incornata va oltre la traversa. Alla mezzora, Carrassi anticipa il bomber Cirillo, lanciato dallex Di Gioia. Finale di tempo convulso. Ospiti in vantaggio

E' un gruppo che va al contrario quello che propone il ko delle prime tre della classe e restituisce una classifica con 7 squadre in 3 punti. La Cheraschese trova nel Lucento il suo killer (rete delleterno Panzanaro) mentre il Rivoli sorprende la Pro Dronero (3-0) con Malvicino, Vacca e Damato. Vola anche il Chisola (2-1 al Busca con doppietta di Di Renzo) e dunque il volto triste della provincia rimane quello del Mirafiori, battuto 4-1 in casa dal Libarna ultimo della classe e della Santenese che sbatte tra le mura amiche contro il Castellazzo.

Le assenze dei titolari della retroguardia si fa sentire. A segno Bonin e Martin


re la partita: Cravetto e Valzano provano a evitare in velocit la marcatura dei centrali Lerda e Pepino. E' del Pinerolo tuttavia la prima accelerazione che potrebbe far male: Stangolini crossa lungo sul secondo palo e Bonin interviene di par suo con una sforbiciata che Marcaccini respinge con un plastico tuffo e Soffietti sulla ribattuta non reattivo. Al 17' arriva la rete ospite: palla lunga per Bonin che fa a sportellate con Piscopo, vince lo spalla a spalla e mette dentro per il facilissimo tocco da sotto misura di Soffietti.
Martin autore del secondo gol del Pinerolo

Orilio (rig.).
NOTE: espulso al 44' st Stefanon per dop-

pia ammonizione. Ammoniti Dedominici, Cravetto, Ghirardi, Molinaro, Orilio. Angoli: 8-4 per l'Airaschese. Spettatori 150. Recupero: 1'+4'.

Arbitraggio difficile Penalty per lintervento di Chiarle; nel recupero espulso Fuentes
al 42 con la maga balistica di Panzanaro; 2 pi tardi, larbitro Zanolini, che ha gestito con difficolt una sfida spesso aspra, punisce con il penalty lintervento di Chiarle su Sese: Ussia para il tiro di Caria. Ripresa combattuta, ma con poche emozioni. Il Lucento non sa sfruttare il contropiede. Ussia vigila sulla punizione di Sese; poi lo stesso Sese, su cross di Sardo, toglie involontariamente la palla dalla testa di Abalsamo, pronto alla deviazione in rete. Nel recupero, espulso Fuentes dopo un intervento sullex Baritello.

Bonin al 21' si divora il raddoppio su imbeccata di Martin mentre il primo vero tiro verso la porta dellAiraschese arriva al 31' con un destro a giro di Cravetto non proprio vicinissimo ai pali. E' comunque un primo tempo dominato dal Pinerolo: al 32' Marcaccini deve di nuovo fare gli straordinari per dire di no a Soffietti e alla fin del tempo il passivo per i padroni di casa solo di un gol grazie al portiere di casa che allo scadere salva sul solitario Martin e Carli respinge sulla li-

nea il successivo tiro di Bonin. Lingresso di Amedeo ad inizio ripresa d quel tocco di vivacit allAiraschese che nel primo tempo mancava, ma solo Cravetto ci prova con convinzione. E' anzi il Pinerolo a raddoppiare al 31' con Martin ancora una volta imbeccato da Bonin. Orilio al 41' accorcia le distanze su rigore ma chiaro che per lAiraschese non c' pi nulla da fare. Il risultato giusto - ammette Fabio Nistic - anche se le quattro assenze in difesa di

Chiumente, Rignanese, Fontana e Cesar non sono da poco. Chi andato in campo ha dato lanima ma non bastato. Sono soddisfatto - gli fa eco Vittorio Zaino - anche se nel primo tempo avremmo potuto gi chiudere definitivamente la partita. Nella ripresa siamo un po' calati ma non abbiamo mai sofferto realmente e siamo stati cinici a segnare forse non nel nostro momento migliore. Bravi soprattutto i due '94 Filip e Soffietti: il primo ha dato sicurezza giocando davanti alla difesa, il secondo non solo ha segnato ma ha mostrato diversi colpi di classe.

Sciolze Pro Settimo


SCIOLZE: Spatafora; Pepe, Roccia, Vio-

2 2

Borgomanero Gassino
BORGOMANERO: Ramazzotti; Man-

2 1

la, Picollo; Bernardo (19' Macario), Giordano, Marongiu (1' st Pergola); Mastroianni (18' st Atteritano); Padoan, Trentinella. All.: Bongiovanni (Boschetto squalificato).
PRO SETTIMO E.: Gaudio Pucci; Anto-

niotti, Falco (30' st Ragagnin), Grillo, Gelain; Gallace, Marangone, Caracciolo; Magno, Barison (23' st Ferrone), Massimo. All.: Fornello.
ARBITRO: Giordano di Alessandria. RETI: pt 14' Massimo (rig.), 41' Bari-

son; st 27' Padoan, 29' Padoan.


NOTE: ammoniti Roccia, Giordano,

con carattere da vendere: il pareggio ci sta stretto. Gli ospiti, invece, hanno sfruttato al meglio due occasioni concesse portandosi avanti 2-0 nel primo tempo, e cercando di controllare nella ripresa per poi buttare tutto alle ortiche in 2'. Non so cosa dire - il commento di un amareggiato Fornello -. imbarazzante prendere due gol a difesa schierata. una squadra che ha paura di vincere, non ha fi-

zin, Menaglio, Nasali; Iulini, Rota (39' st D'Onofrio), Gerbaudo (41' st Rasi), Salafrica, Corteggiano; Leto Colombo; Sogno (28' st Giallonardo). All. Erbetta.
GASSINO: Cantele; Castiglia, Cristi-

no, Tuberosa, Bellanti; Bava (39' st Santagostino), Pregnolato (25' st Riccardi), Delise; Fassina, Selvarolo, De Salvo (39' st Talamo). All. Rista.
ARBITRO: De Rosa di Biella. MARCATORI: pt 33' Salafrica, 37' Tube-

Cantele alla risposta in angolo. Il Gassino si difende con ordine e risponde sfiorando il vantaggio con il calcio piazzato di Pregnolato, che dalla distanza centra la traversa. La pressione del Borgomanero sfocia nella rete del vantaggio firmata da Salafrica, che raccoglie una corsa respinta della difesa torinese e batte Cantele con un gran tiro dal limite. Quattro minuti e arriva il pareggio, sugli sviluppi di un calcio di pu-

Marongiu, Trentinella, Macario, Antoniotti, Magno, Caracciolo. Allontanato dal campo al 25' st il dg dello Sciolze Bongiovanni, in panchina al posto dello squalificato Boschetto. Angoli 5-1 per lo Sciolze. Spettatori 200 circa. Recupero 1'+4'.

Ospiti avanti di due reti si fanno rimontare in 2 Fornello: Abbiamo paura di vincere
ducia e non riesce a trovarla. Fiducia che lo Sciolze non perde mai: nel primo tempo i pi attivi sono Trentinella e Matroianni, mentre nella Pro le sorti dellattacco sono nei piedi del trio Magno-Barison-Massimo. Proprio da una combinazione tra questi arriva il vantaggio, con il rigore trasformato da Massimo per atterramento dello stesso da parte di Spatafora. Il gol subito spegne lo Sciolze che patisce liniziativa ospite capitola al secondo tiro: imbeccata di Marangone per Barison che, scatta sul filo del fuorigiocoe scavalca Spatafora con un pallonetto chirurgico.

Padoan autore di una doppietta

rosa; st 8' Leto Colombo r.


NOTE: Ammoniti: Castiglia, Rota, Sala-

PAOLO PONTI TORINO

C' chi felice di un punto raccolto in casa e chi invece recrimina per tre punti buttati in trasferta. Nel rocambolesco 2-2 tra Sciolze e Pro Settimo Eureka c tutta la stagione delle due squadre: i collinari lottano, mollano, recuperano e alla fine incassano un punticino che soddisfa a met il dg Bongiovanni, in panchina al posto dello squalificato Boschetto. Abbiamo preso gol sugli unici due tiri in porta loro - spiega Bongiovanni -. Al di l di alcune lacune tecniche siamo una squadra giovane

Nella ripresa i ritmi calano e fino al 25' non succede nulla. Poi, tutto in 3 minuti: traversone per Padoan che a colpo sicuro batte a rete trovando la respinta di mano in scivolata di Falco, ritenuta regolare dall'arbitro. Vibranti le proteste dei collinari, e allontanato il dg Bongiovanni. Poi dalla stessa rimessa laterale arriva la spizzicata di testa su cui Padoan, da distanza ravvicinata, non pu sbagliare. Poi ancora Sciolze: palla recuperata subito dopo la rimessa in gioco, tiro ribattuto di Pepe e per Padoan facile fare 2-2. Il finale convulso, Ferrone prova a sorprendere Spatafora dalla distanza colpendo la traversa, la Pro si getta in avanti, ma dopo 4' di recupero 2-2.

frica, Cristino. Spettatori 100

Un rigore punisce i collinari che colpiscono una traversa nei minuti di recupero
nizione la difesa del Borgomanero pasticcia, Menaglio non riesce a rinviare e sul pallone vagante si fionda Tuberosa che con lesterno batte Ramazzotti. Ad inizio ripresa il gol che decide l'incontro, Sogno si invola verso la porta del Gassino, salta Cantele ma viene atterrato da Castiglia. Rigore (solo ammonito il difensore) che Leto Colombo trasforma spiazzando il portiere torinese. A questo punto il Borgomanero fa di tutto per tenere aperta la gara, la palla del ko capita sulla testa di Rota che di testa in tuffo devia alto da ottima posizione. Lerrore, per, non sfruttato dal Gassino, che

Il portiere gassinese Cantele

GIACOMO BARAGGIOLI BORGOMANERO

Vittoria pesante per il Borgomanero, che supera per 2-1 il Gassino e rafforza la propria candidatura come alternativa al Verbania capolista. Bella la squadra di Erbetta, che oltre al solito gioco piacevole crea diverse occasioni che solo limperizia degli attaccanti rossobl non trasforma in reti. Le prime battute di gioco sono tutte dei padroni di casa, pericolosi con una punizione dal limite dellarea di Leto Colombo che sfila a lato e con una conclusione dalla distanza di Salafrica che chiama

pur rendendosi maggiormente pericoloso rispetto alla prima frazione, non trova il pareggio. Le occasioni migliori sono firmate Fassina, prima lesterno schiaccia troppo di testa sullottimo cross dalla sinistra di Bellanti, poi Ramazzotti a negargli la gioia del gol con un intervento sul primo palo. Il Borgomanero c' e ha loccasione per chiudere la gara al 38', quando il cross di Iulini fermato con un braccio da Bellanti, questa volta sul dischetto va Salafrica che colpisce la traversa. Capovolgimento di fronte ed anche il Gassino deve arrendersi alla sfortuna, Riccardi prova la conclusione dalla distanza ma la traversa respinge l'ultima occasione per la squadra di Rista.

T1 T2

72 Piemonte Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Risultati e Classifiche
Prima Divisione
Girone A
Como-Tritium Foggia-Avellino Lumezzane-Viareggio Monza-Spal Pro Vercelli-Foligno Reggiana-Pisa Sorrento-Carpi Ternana-Pavia Benevento-Taranto 1-2 1-1 1-0 3-1 0-1 1-0 2-1 2-2 oggi 20,45

Seconda Divisione
Girone A
Alessandria-Bellaria Buggiano-Casale Mantova-Poggibonsi Montichiari-Cuneo Renate-Savona Sambonifacese-Valenzana San Marino-Lecco Santarcangelo-Giacomense Treviso-Rimini Entella-Pro Patria 3-1 0-1 0-3 2-1 1-1 2-1 4-1 2-3 2-2 2-2 P 1 2 3 3 4 5 3 4 3 2 3 5 4 6 5 6 5 6 4 7 F 21 19 22 14 19 15 16 14 16 11 13 11 11 12 12 17 12 10 12 9 S 9 10 15 10 13 14 17 11 14 9 18 16 11 19 15 16 17 17 12 23

Serie D
Girone A
Acqui-Chieri Asti-Albese Bogliasco-Vda Aosta S. Borgosesia-Lavagnese Caratese-Derthona Lascaris-Trezzano Novese-Aquanera Verbano-Cantu Sanpaolo Villalvernia-Santhi Pro Imperia-Chiavari 0-3 0-0 1-2 2-2 1-1 2-2 1-0 1-0 1-1 1-1 V 9 7 7 5 5 5 5 5 4 4 2 2 3 3 2 3 2 1 1 0 N 0 2 1 3 2 2 2 1 3 5 7 5 2 2 4 3 1 2 1 2 P 1 1 2 2 3 3 3 4 3 1 1 3 5 5 4 4 7 7 8 8 F 28 27 25 21 20 16 13 11 14 20 17 17 12 14 13 13 8 10 14 4 S 12 10 13 14 14 14 11 11 15 14 13 13 15 18 19 13 17 26 33 22

Eccellenza
Girone B
Seriate-D. Boario Alzano-Fiorenzuola Castellana-Pizzighettone Fidenza-Gozzano Gallaratese-Castiglione Mapellobonate-Carpenedolo Pro Piacenza-Colognese Rudianese-Ponte S. P. Seregno-Olginatese Voghera-Insubria C. 3-2 4-1 2-2 1-2 3-0 4-3 2-0 0-0 0-1 0-0 P 2 2 1 1 2 2 3 3 4 3 5 4 4 4 4 4 5 6 6 7 F 17 21 16 13 18 18 13 13 17 12 13 11 15 11 9 11 11 9 10 9 S 10 10 8 7 13 15 8 11 14 12 15 14 19 11 12 15 16 18 20 19

Girone A
Baveno-Aygreville Borgaro-Borgopal Borgomanero-Gassino Oleggio-Galliate Pombiese-Junior Biellese Sciolze-Pro Settimo Settimo-Marano Verbania-Dufour Var. 0-0 1-4 2-1 0-3 2-3 2-2 3-2 2-0

Girone B
Airaschese-Pinerolo Busca-Chisola Cheraschese-Lucento Mirafiori-Libarna Olmo 84-Canelli Rivoli-Pro Dronero Saluzzo-Bra Santenese-Castellazzo 1-2 1-2 0-1 1-4 3-2 3-0 1-3 0-3

Classifica
Classifica
SQUADRE Ternana Taranto (-1) Sorrento (-2) Lumezzane Carpi Como (-1) Tritium Pro Vercelli Pisa Foggia (-1) Avellino Reggiana (-2) Monza Spal (-2) Pavia Benevento (-6) Viareggio (-1) Foligno (-3) P 23 19 19 17 16 16 15 14 13 11 11 10 10 9 8 6 4 1 V 7 6 6 5 5 5 4 3 3 2 3 3 2 3 1 3 1 1 N 2 2 3 2 1 2 3 5 4 6 2 3 4 2 5 3 2 1 P 1 1 1 3 4 3 3 2 3 2 5 4 4 5 4 3 7 8 F 14 12 14 9 16 14 12 9 9 7 9 14 11 10 12 12 5 7 S 7 3 7 11 8 12 12 6 7 8 15 16 14 10 17 12 14 17

Classifica
SQUADRE Castiglione Insubria C. Rudianese Voghera Alzano Mapellobonate Olginatese Castellana Gozzano Pizzighettone Pro Piacenza Seriate D. Boario Seregno Ponte S. P. Fidenza Gallaratese Colognese Carpenedolo Fiorenzuola P 24 20 19 19 18 18 17 15 14 13 13 12 12 10 10 10 9 8 6 5 V 8 6 5 5 5 5 5 4 4 3 4 3 3 2 2 2 2 2 1 1 N 0 2 4 4 3 3 2 3 2 4 1 3 3 4 4 4 3 2 3 2

SQUADRE Treviso Casale Cuneo Rimini Santarcangelo Montichiari Giacomense Entella Poggibonsi Savona (-2) Mantova Bellaria Renate Sambonifacese Buggiano San Marino Alessandria (-2) Valenzana Pro Patria (-9) Lecco

P 24 23 20 20 19 18 16 15 15 14 14 14 13 13 12 11 10 7 4 4

V 7 7 6 6 6 6 4 4 4 4 3 4 3 4 3 3 3 1 3 0

N 3 2 2 2 1 0 4 3 3 4 5 2 4 1 3 2 3 4 4 4

Classifica
SQUADRE Chieri Derthona Vda Aosta S. Trezzano Chiavari Verbano Novese Acqui Borgosesia Santhi (-3) Lavagnese Caratese Villalvernia Bogliasco Pro Imperia Albese (-3) Asti Aquanera Lascaris Cantu Sanpaolo P 27 23 22 18 17 17 17 16 15 14 13 11 11 11 10 9 7 5 4 2

Classifica
SQUADRE Verbania Borgomanero Junior Biellese Borgaro Sciolze Baveno Gassino Settimo Galliate Pro Settimo Borgopal Marano Aygreville Dufour Var. Pombiese Oleggio P 27 22 18 17 16 16 15 15 15 13 13 13 12 12 6 6 V 8 7 5 5 4 4 3 4 5 2 3 4 2 3 1 0 N 3 1 3 2 4 4 6 3 0 7 4 1 6 3 3 6 P 0 3 3 4 3 3 2 4 6 2 4 6 3 5 7 5 F 19 19 20 17 19 13 14 16 15 15 14 16 12 9 10 9 S 5 12 17 15 15 10 9 20 19 13 14 20 12 14 21 21

Classifica
SQUADRE Cheraschese Bra Airaschese Castellazzo Lucento Chisola Pro Dronero Olmo 84 Pinerolo Canelli Busca Rivoli Mirafiori Saluzzo Libarna Santenese P 23 22 21 21 20 20 20 17 15 14 11 10 9 8 7 7 V 7 6 6 6 5 6 6 5 4 4 3 2 3 2 2 2 N 2 4 3 3 5 2 2 2 3 2 2 4 0 2 1 1 P 2 1 2 2 1 3 3 4 4 5 6 5 8 7 8 8 F 15 13 17 17 18 19 19 17 16 17 14 11 13 6 10 6 S 7 4 8 9 8 11 16 15 16 20 17 15 23 13 23 23

Prossimo turno
6/11: Carpi-Foggia, Foligno-Pisa, Lumezzane-Monza, Pavia-Pro Vercelli, Spal-Ternana, Taranto-Como, Tritium-Benevento, Viareggio-Sorrento, Avellino-Reggiana

Prossimo turno
6/11: Casale-Mantova, Cuneo-Entella, Giacomense-Sambonifacese, Lecco-Santarcangelo, Poggibonsi-San Marino, Pro Patria-Montichiari, Rimini-Renate, Savona-Alessandria, Valenzana-Buggiano, Bellaria-Treviso

Prossimo turno
6/11: Castiglione-Alzano, Colognese-Voghera, D. Boario-Rudianese, Fiorenzuola-Seregno, Gozzano-Gallaratese, Insubria C.-Olginatese, Mapellobonate-Castellana, Pizzighettone-Seriate, Ponte S. P.-Fidenza, Carpenedolo-Pro Piacenza

Prossimo turno
6/11: Cantu Sanpaolo-Villalvernia, Chiavari-Caratese, Chieri-Verbano, Derthona-Albese, Lavagnese-Asti, Novese-Lascaris, Santhi-Borgosesia, Trezzano-Bogliasco, Vda Aosta S.-Acqui, Aquanera-Pro Imperia

Prossimo turno
6/11: Borgopal-Borgomanero, Dufour Var.-Settimo, Galliate-Aygreville, Gassino-Sciolze, Junior Biellese-Oleggio, Marano-Pombiese, Pro Settimo-Verbania, Borgaro-Baveno

Prossimo turno
6/11: Canelli-Bra, Castellazzo-Olmo 84, Chisola-Rivoli, Libarna-Santenese, Lucento-Airaschese, Pinerolo-Mirafiori, Pro Dronero-Cheraschese, Busca-Saluzzo

Promozione
Girone A
Arona-Briga Castellettese-Biogliese V.m. Cavagli-Stresa Fondotoce R.-Alicese F. Valdengo-Gravellona Gattinara-Domodossola Omegna-Ce.ver.sa.ma Biella Romentinese-Fomarco 2-1 2-0 2-2 1-1 2-1 2-3 1-0 3-1

Prima Categoria
Girone B
S. F. Ardor-Strambinese Bvs-Charvensod Mathi-Pianezza Montalto Ivrea-Venaria Reale Pont Donnaz-Caselle Real Sarre-Cenisia Susabruzolo-Volpiano Victoria Ivest-Quincitava 1-0 1-4 3-3 2-0 2-4 0-0 3-1 4-1

Girone A
Accademica B.-Virtus Villadossola Borromeo V.-Ossolacosasca Caltignaga-Momo Cristinese-Bellinzago Romagnano-Dormelletto Varalpomb.-Sizzano Virtus Cusio-Veruno Vogogna-Piedimulera 3-1 1-2 2-0 2-3 0-3 1-0 0-3 1-1

Girone B
Cameri-Fortitudo Giarole-Villanova Junior-Borgolavezz. Lumellogno-Caresana Mado-Trecate Olimpia S. A.-Mandello San Rocco-River Sesia Bianz-Tornaco 2-3 4-0 1-0 0-1 1-1 4-0 0-1 0-1

Girone C
Bajo Dora-Banchette Cossato-Aglie Fenusma-Virtus Saluggese Fulgor Cossila-Colleretto Grand Combin-Ponderano Hone Arnad-G. Rodallese Pollone-Valle Cervo Real Canavese-Orizzonti United 0-9 2-0 2-0 1-1 1-3 5-1 0-2 0-0

Girone D
Alpignano-La Chivasso Castiglione-Pro Collegno C. Druento-Settimese B. Leini-Rivarolese 2009 Montanaro-Pavarolo San Maurizio C.-R. Savonera S. Nolese-Real Leini Val Della Torre-Brandizzo 1-0 4-1 1-1 1-2 1-1 2-2 1-0 1-1

Classifica
SQUADRE Stresa Romentinese Gattinara Domodossola F. Valdengo Ce.ver.sa.ma Biella Omegna Arona Gravellona Cavagli Alicese Castellettese Fomarco Biogliese V.m. Briga Fondotoce R. P 24 21 21 21 18 17 16 16 13 12 12 9 8 7 4 1 V 7 6 6 6 6 5 4 4 3 3 3 2 2 2 1 0 N 3 3 3 3 0 2 4 4 4 3 3 3 2 1 1 1 P 0 1 1 1 4 3 2 2 3 4 4 5 6 7 8 9 F 20 20 16 17 13 16 14 17 16 14 8 9 14 6 12 3 S 8 9 7 9 13 7 10 15 14 13 11 16 19 15 25 24

Classifica
SQUADRE Pianezza Charvensod Venaria Reale Volpiano S. F. Ardor Montalto Ivrea Mathi Caselle Susabruzolo Pont Donnaz Victoria Ivest Cenisia Bvs Real Sarre Quincitava Strambinese P 23 21 19 18 18 17 16 16 15 11 10 10 9 6 5 5 V 7 6 6 5 5 4 4 5 4 3 3 2 2 1 1 1 N 2 3 1 3 3 5 4 1 3 2 1 4 3 3 2 2 P 1 1 3 2 2 1 2 4 3 5 6 4 5 6 7 7 F 20 21 18 13 15 9 12 17 15 10 12 9 13 8 15 6 S 10 9 16 8 12 6 10 17 6 17 16 15 19 15 23 14

Classifica
SQUADRE P Piedimulera 24 Caltignaga 24 Bellinzago 20 Dormelletto 20 Varalpomb. 18 Accademica B. 17 Virtus Cusio 14 Ossolacosasca 14 Veruno 14 Vogogna 12 Sizzano 11 Romagnano 10 Momo 8 Virtus Villadossola 5 Cristinese 5 Borromeo V. 3 V 7 7 6 6 5 5 3 4 4 3 3 2 2 1 1 0 N 3 3 2 2 3 2 5 2 2 3 2 4 2 2 2 3 P 0 0 2 2 2 3 2 4 4 4 5 4 6 7 7 7 F 29 21 35 22 12 14 12 15 13 12 8 9 13 10 5 13 S 13 9 16 8 9 13 13 17 16 16 20 16 19 20 15 23

Classifica
SQUADRE Giarole Trecate Olimpia S. A. Tornaco Mado Bianz Fortitudo River Sesia Cameri Junior Villanova San Rocco Caresana Mandello Borgolavezz. Lumellogno P 26 23 19 18 18 17 15 15 13 12 11 9 9 7 4 4 V 8 7 6 5 5 5 4 4 4 3 2 2 2 2 0 1 N 2 2 1 3 3 2 3 3 1 3 5 3 3 1 4 1 P 0 1 3 2 2 3 3 3 5 4 3 5 5 7 6 8 F 25 29 23 14 14 17 13 13 19 7 10 14 6 8 9 5 S 4 8 15 9 11 12 10 13 21 8 14 21 15 23 21 21

Classifica
SQUADRE Valle Cervo Orizzonti United Cossato Pollone Banchette Hone Arnad Grand Combin Ponderano Fulgor Cossila G. Rodallese Fenusma Colleretto Bajo Dora Virtus Saluggese Real Canavese Aglie P 23 22 22 22 19 18 14 13 13 12 10 9 9 7 5 5 V 7 6 7 7 6 6 4 3 3 3 3 2 2 2 1 1 N 2 4 1 1 1 0 2 4 4 3 1 3 3 1 2 2 P 1 0 2 2 3 4 4 3 3 4 6 5 5 7 7 7 F 25 26 26 26 30 30 12 16 11 12 11 16 10 9 6 5 S 10 5 9 10 19 13 21 17 17 20 24 20 27 24 15 20

Classifica
SQUADRE Val Della Torre Rivarolese 2009 Alpignano Brandizzo S. Nolese Pavarolo La Chivasso Druento Leini Settimese B. Pro Collegno C. Real Leini Montanaro Castiglione San Maurizio C. R. Savonera P 23 22 20 19 18 17 17 15 12 11 10 10 7 7 5 5 V 7 6 6 5 5 5 5 4 3 2 3 3 1 2 0 1 N 2 4 2 4 3 2 2 3 3 5 1 1 4 1 5 2 P 1 0 2 1 2 3 3 3 4 3 6 6 5 7 5 7 F 20 18 19 20 19 15 16 19 10 11 17 14 14 12 9 13 S 8 8 9 12 11 11 13 17 11 14 21 19 21 26 18 27

Prossimo turno
6/11: Biogliese V.m.-F. Valdengo, Briga-Fondotoce R., Ce.ver.sa.ma Biella-Romentinese, Domodossola-Castellettese, Fomarco-Gattinara, Gravellona-Cavagli, Stresa-Arona, Alicese-Omegna

Prossimo turno
6/11: Cenisia-Victoria Ivest, Charvensod-S. F. Ardor, Pianezza-Montalto Ivrea, Quincitava-Mathi, Strambinese-Pont Donnaz, Venaria Reale-Susabruzolo, Volpiano-Bvs, Caselle-Real Sarre

Prossimo turno
6/11: Dormelletto-Accademica B.,Momo-Cristinese, Ossolacosasca-Varalpomb., Piedimulera-Romagnano, Sizzano-Virtus Cusio, Veruno-Vogogna, Virtus Villadossola-Caltignaga, Bellinzago-Borromeo V.

Prossimo turno Prossimo turno


6/11: Caresana-Mado, Fortitudo-Olimpia S. A., Mandello-Lumellogno, River SesiaGiarole, Tornaco-San Rocco, Trecate-Bianz, Villanova-Junior, Borgolavezz.-Cameri 6/11: Banchette-Fenusma, Colleretto-Real Canavese, G. Rodallese-Cossato, Orizzonti United-Bajo Dora, Ponderano-Hone Arnad, Valle Cervo-Fulgor Cossila, Virtus SaluggeseGrand Combin, Aglie-Pollone

Prossimo turno
6/11: La Chivasso-Leini, Pavarolo-Val Della Torre, Pro Collegno C.-Montanaro, R. Savonera-Alpignano, Real Leini-Druento, Rivarolese 2009-Castiglione, Settimese B.San Maurizio C., Brandizzo-S. Nolese

Girone C
Bene Narzole-Roero Cast. Ciri-C.s.f. Carmagnola Corneliano-Cavour Cvr Rivoli-Pedona Don Bosco Nich.-Piscinese Riva Fossano-Revello Saviglianese-Tre Valli V. Mondovi-Grugliasco 4-0 1-1 2-2 1-2 1-3 2-2 1-1 0-0

Girone D
Atletico To-Cbs S. C. Pecettese-Gaviese Pertusa B.-Vignolese Aq S. Giacomo Ch.-C. Alfieri Don B. San Mauro-Atletico Gabetto Sandamianese-Crescentinese Trofarello-San Giuliano N. Vianney-Nicese 0-1 0-0 2-3 0-1 1-2 0-4 0-2 2-1

Girone E
Beinasco-Sporting Rosta Carignano-Olympic Collegno Cast. Pancalieri-Borgaretto Gold Calcio-Pol. Bruinese Infernotto-Villar Perosa Luserna-Nich. Hesperia Moretta-Cumiana Perosa-Villafranca 1-2 0-0 1-1 2-0 2-0 0-1 2-2 2-1

Girone F
Barcanova-Nuova Sco Barracuda-River Mosso R. Europa-Madonna Di C. Filadelfia P.-Pozzomaina Moncalvo-Pro Villafranca Nizza Millef.-Orione Vallette Santostefanese-Vanchiglia Sportiva Nerazzurra-Usaf Favari 2-0 1-0 3-1 3-2 0-0 1-1 0-0 1-0

Girone G
Ama B. Ceva-Tarantasca Cameranese-Boves Caramagnese-Centallo Gem Busca-Racconigi Genola-Valle Stura S. Sebastiano-Bisalta Sommarivese-Sommariva P. Villar 91-Villanovetta 0-0 2-2 1-1 0-3 2-0 0-2 2-3 1-0

Girone H
Asca-Sarezzano Audace B.-Bevingros E. Castelnovese-Castellettese La Sorgente-Ovada Pro Molare-Quargnento Stazzano-Monferrato Tagliolese Ccrt-Real Novi G3 Villaromagnano-Arquatese 1-0 2-4 0-1 3-2 3-2 1-0 1-0 1-0

Classifica
SQUADRE C.s.f. Carmagnola Cavour Piscinese Riva V. Mondovi Pedona Revello Corneliano Fossano Roero Cast. Grugliasco Bene Narzole Don Bosco Nich. Ciri Cvr Rivoli Tre Valli Saviglianese P 23 22 20 18 17 16 16 14 13 12 11 11 10 4 3 2 V 7 6 6 4 5 4 3 3 4 3 2 2 2 1 0 0 N 2 4 2 6 2 4 7 5 1 3 5 5 4 1 3 2 P 1 0 2 0 3 2 0 2 5 4 3 3 4 8 7 8 F 18 19 19 15 14 19 12 15 19 12 9 8 15 3 10 5 S 8 9 9 8 10 13 8 12 19 15 10 11 16 18 22 24

Classifica
SQUADRE Atletico Gabetto San Giuliano N. Crescentinese Vignolese Aq C. Alfieri Don B. Sandamianese Pertusa B. Pecettese Atletico To Cbs S. C. Nicese Gaviese San Mauro S. Giacomo Ch. Trofarello Vianney P 23 17 16 16 16 16 15 15 14 14 13 12 11 8 8 3 V 7 5 4 4 4 5 4 4 4 3 3 2 3 2 2 1 N 2 2 4 4 4 1 3 3 2 5 4 6 2 2 2 0 P 1 3 2 2 2 4 3 3 4 2 3 2 5 6 6 9 F 16 15 15 16 11 15 23 16 21 12 17 12 21 6 6 11 S 8 10 9 14 10 20 14 12 16 11 15 11 22 14 15 32

Classifica
SQUADRE Cast. Pancalieri Nich. Hesperia Sporting Rosta Olympic Collegno Infernotto Carignano Moretta Villafranca Borgaretto Villar Perosa Perosa Gold Calcio Cumiana Beinasco Luserna Pol. Bruinese P 28 21 20 20 17 17 17 16 14 11 11 9 7 6 4 3 V 9 6 6 6 5 5 5 4 3 3 3 2 1 1 1 1 N 1 3 2 2 2 2 2 4 5 2 2 3 4 3 1 0 P 0 1 2 2 3 3 3 2 2 5 5 5 5 6 8 9 F 18 16 17 20 22 19 16 15 16 11 13 13 10 11 7 7 S 3 5 10 15 14 12 11 10 13 18 23 19 17 19 20 22

Classifica
SQUADRE Santostefanese Nizza Millef. Orione Vallette Europa Pozzomaina Barcanova Moncalvo Sportiva Nerazzurra Pro Villafranca Vanchiglia Usaf Favari Barracuda Filadelfia P. Nuova Sco Madonna Di C. River Mosso R. P 21 17 16 16 16 15 15 14 13 12 12 12 11 10 8 6 V 6 4 4 4 5 4 4 4 3 3 3 3 3 2 1 1 N 3 5 4 4 1 3 3 2 4 3 3 3 2 4 5 3 P 1 1 2 2 4 3 3 4 3 4 4 4 5 4 4 6 F 15 14 14 14 17 19 16 16 14 11 11 15 19 15 8 8 S 9 12 9 10 16 14 11 18 15 8 12 24 19 17 15 17

Classifica
SQUADRE Boves Cameranese Caramagnese Genola Centallo Racconigi Villanovetta Bisalta Sommariva P. Ama B. Ceva Tarantasca Villar 91 Sommarivese Gem Busca Valle Stura S. Sebastiano P 25 22 22 18 17 16 14 14 14 14 13 13 11 10 7 0 V 8 7 7 6 5 5 4 4 4 4 4 4 3 3 2 0 N P 1 1 1 2 1 2 0 4 2 3 1 4 2 4 2 4 2 4 2 4 1 5 1 5 2 5 1 6 1 7 0 10 F 21 23 19 14 17 19 14 12 14 13 10 14 14 8 8 6 S 11 12 18 9 8 14 11 11 14 14 9 16 16 14 22 27

Classifica
SQUADRE La Sorgente Bevingros E. Castellettese Pro Molare Castelnovese Sarezzano Asca Ovada Monferrato Arquatese Real Novi G3 Tagliolese Ccrt Villaromagnano Stazzano Audace B. Quargnento P 24 23 21 19 15 15 14 11 11 11 10 10 9 9 8 8 V 7 7 7 5 4 4 4 3 3 3 3 3 2 2 2 2 N 3 2 3 4 3 3 2 2 2 2 1 1 3 3 2 2 P 0 1 0 1 3 3 4 5 5 5 6 6 5 5 6 6 F 27 21 21 14 14 12 13 14 9 15 14 9 16 12 13 12 S 10 12 8 12 12 10 11 16 12 19 18 14 17 18 21 26

Prossimo turno

Prossimo turno
6/11: Cavour-V. Mondovi, Grugliasco-Saviglianese, Pedona-Don Bosco Nich., Piscinese Riva-Ciri, Revello-Corneliano, Roero Cast.Cvr Rivoli, Tre Valli-Bene Narzole, C.s.f. Carmagnola-Fossano

Prossimo turno
6/11: Cbs S. C.-Pertusa B., C. Alfieri Don B.Atletico To, Crescentinese-Vianney, GavieseSan Mauro, Nicese-Pecettese, San Giuliano N.-S. Giacomo Ch., Vignolese Aq-Sandamianese, Atletico Gabetto-Trofarello

Prossimo turno
6/11: Cumiana-Perosa, Nich. Hesperia-Carignano, Olympic Collegno-Beinasco, Pol. BruineseCast. Pancalieri, Sporting Rosta-Gold Calcio, Villafranca-Luserna, Villar Perosa-Moretta, Borgaretto-Infernotto

6/11: Nuova Sco-Filadelfia P., Orione Vallette-Sportiva Nerazzurra, PozzomainaNizza Millef., Pro Villafranca-Barracuda, River Mosso R.-Santostefanese, Usaf Favari-Moncalvo, Vanchiglia-Europa, Madonna Di C.-Barcanova

Prossimo turno
6/11: Boves-Sommarivese, Centallo-Genola, Racconigi-Cameranese, Sommariva P.Caramagnese, Tarantasca-Villar 91, Valle Stura-S. Sebastiano, Villanovetta-Gem Busca, Bisalta-Ama B. Ceva

Prossimo turno
6/11: Bevingros E.-Castelnovese, Castellettese-Stazzano, Monferrato-La Sorgente, Ovada-Villaromagnano, Quargnento-Asca, Real Novi G3-Pro Molare, Sarezzano-Audace B., Arquatese-Tagliolese Ccrt

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Piemonte Sport 73

VOLLEY

Supercoppa, Bre Lannutti la sesta volta contro lItas


A Cagliari domani si gioca lennesima sfida fra cuneesi e trentini
GIANNI SCARPACE CUNEO

Lintensit e la forza mentale e fisica del terzo set contro la Cmc Ravenna. Ecco che cosa servir alla Bre banca Lannutti per affrontare alla pari lItas Trento domani, dalle 18 a Cagliari, nella finale della Supercoppa italiana Mondo di volley. La vittoria per 3-0 di sabato sera nellanticipo della sesta giornata dellA1 Sustenium contro i romagnoli, ha caratteristiche diverse rispetto al 3-0 di Trento su Modena. In questo momento - ammette il general manager Marco Pistolesi - lItas ha meccanismi di squadra pi oliati dei nostri. In partite dentro o fuori abbiamo gi visto che tutto

Antonina Zetova tornata sui suoi livelli ma Chieri resta al buio

Chieri sempre pi in basso a Busto Arsizio arrivato il quarto ko


Novara stenta con il Pavia, ma abbandona il fondo classifica
ENRICO ZAMBRUNO

Ci vogliono gioco e continuit ripete il general manager Marco Pistolesi


pu accadere. Certo, ci vogliono gioco e continuit. Nel terzo set con Ravenna, Cuneo ha ritrovato muro invalicabile (comunque 19 in totale, tanti), battute efficaci e attacchi imprendibili. Al termine del secondo set, per, Ravenna poteva riaprire la partita (due set-point sul 22-24). Per Cuneo stato comunque importante ripartire dopo le due sconfitte di Macerata in A1 e con il Ceske Budejovice in Champions. Ieri squadra e staff sono partiti per Cagliari. Oggi allenamenti al Palarockfeller, domani la sfida, alle 18. La Bre banca Lannutti Cuneo la vincitrice della Coppa Italia 2010 e dellultima edizione della Supercoppa a Torino. Con Trento sar la sesta finale consecutiva negli ultimi due anni. Per lItas uno scudetto e una Coppa Italia; per la Bre banca Lannutti uno scudetto, una Coppa Italia ed una Supercoppa. Un gruppo di tifosi cuneesi Blu brothers sar a Cagliari.

Wijsmans (a sinistra) Caceres e compagni dopo la batosta in Coppa sono tornati a vincere in campionato

A2 F, Yoyogurt Giaveno spazza lex capolista Loreto Napolitano: In attacco siamo state devastanti
I

Il rodaggio concluso e la Banca Reale Yoyogurt Giaveno ha iniziato la propria corsa verso l'lite del volley italiano. Nella 4 giornata del campionato di serie A2 femminile, l'ex capolista Loreto stata spazzata via in poco pi di un'ora con un perentorio 3-0 (25-19, 25-17, 25-15). Solo due settimane fa, nell'ultima partita casalinga, contro Fontanellato, il tecnico Bruno Napolitano aveva espresso tutte le sue perplessit verso una squadra senz'anima, che solo al termine di un tie break thrilling era riuscita ad avere la meglio sulle non eccelse avversarie. Ieri l'umore era diametralmente opposto, al limite

dell'incredulit: Non mi aspettavo un successo cos agevole, soprattutto contro una squadra accreditata a un campionato di vertice, com' Loreto - spiega il tecnico, che aggiunge -. E' stata una partita quasi perfetta, in cui hanno funzionato al meglio gli automatismi tra muro e difesa e in attacco siamo stati a tratti devastanti. Migliore marcatrice Cvetanovic con 12 punti. Classifica: Santa Croce 11, Giaveno e Casalmaggiore 10, Loreto 9, Sala Consilina e Crema 8, Busnago 7, Verona 6, Frosinone 5, Mercato San Severino e Fontanellato 4, Matera 3, Soverato 2, Pontecagnano, San Vito e Forl 1.

Quarto ko in altrettante partite per il Chieri Torino Volley Club. La squadra allenata da Alessandro Beltrami, priva della tedesca Saskia Hippe, ha alzato bandiera bianca 3-1 a Busto Arsizio contro lex Carlo Parisi. Troppa la differenza tecnica tra le due squadre, con le lombarde che volano in testa alla classifica ancora a punteggio pieno. Le biancobl hanno provato a mettere in difficolt le padroni di casa, troppo superiori per in attacco, punto del campo dove Borgogno e compagne fanno ancora troppa fatica. E dire che le ragazze allenata da Alessandro Beltrami erano partite forte, imponendosi nella prima frazione 25-18. Poi il ritorno delle padroni di casa, che non hanno lasciato scampo alle rivali grazie ai missili di Havelkova (22) e Havlickova (18). Tra le piemontesi torna in doppia cifra la Zetova con 13 punti, poi Sorokaite 9 e Arimattei 7.

Yamamay Busto ArsizioChieri Torino Volley Club 3-1 (18-25, 25-15, 25-22, 25-15) Busto Arsizio: Lloyd 1, Havlickova 18, Dall'Ora 6, Leonardi (L), Marcon 6, Bauer 16, Meijners ne, Lotti, Caracuta ne, Havelkova 22, Pisani 4, Bisconti. All. Parisi. Chieri: Corvese 5, Borgogno 6, Zetova 13, Vesela, Giogoli 2, Arimattei 7, Sorokaite 9, Vietti, Pavlovic 5, Borri (L), Zauri ne, Grazietti ne. All. Beltrami. Seconda vittoria stagionale invece per Novara, che si impone 3-2 (25-21, 21-25, 25-20, 20-25, 15-13) a fatica contro Pavia e sale a quota 3 punti in classifica scavalcando cos Piacenza. Ora lo stop del campionato per permettere alla Nazionale pilotata da Massimo Barbolini di giocarsi al meglio la chance olimpica attraverso la World Cup. Il massimo torneo nazionale torner marted 22 novembre alle ore 20,30. Chieri sar ancora in trasferta, a Conegliano, mentre Novara giocher sul campo delle campionesse dItalia in carica della Foppapedretti Bergamo.
Classifica

Busto Arsizio 12; Villacortese 11; Urbino 10; Bergamo 10; Modena 8; Parma 6; Novara*, Piacenza 3; Conegliano 2; Pavia 1; Pesaro, Chieri Torino 0. *: 3 punti di penalizzazione.

Famila e Bentley coppia da copertina


OSCAR SERRA

Molto bene anche lo Sporting Parella che batte per 3-0 (27-25, 25-17, 25-19) la Bre Banca Lannutti Cuneo, mentre la Nuncas Chieri viene sconfitta in casa per 1-3 (25-22, 16-25, 18-25,17-25).
B1 femminile

Serie C, tre torinesi scendono dalla vetta


ENRICO ZAMBRUNO

Giornata trionfale per le torinesi in serie B1 e B2 e due squadre in testa alle rispettive classifiche, con la Famila Habimat Chieri che,in B1 femminile, segue a una sola lunghezza la capolista Monza. Nella 4 giornata le collinari conquistano il bottino pieno sul campo dellAsti Volley con un netto 0-3 (21-25, 19-25, 19-25). Lo stesso dicasi per la Lilliput Settimo, senza patemi sulle giovani promesse nazionali del Club Italia, battute per 3-0 (25-21, 25-18, 25-19). In B2 femminileil Bentley Ford Sara Pinerolo Torino supera la Pro Patria con un 3-0 che non ammette repliche, come testimoniano anche i parziali (25-17, 25-22, 25-17), e il Collegno batte 1-3 (18-25, 20-25, 19-25) il Ci-

Monza 9, Castellanza, Chieri e Ornavasso 8, Lilliput Settimo 6, Parma 5, Delta Luk Lucca 4, Villata Vercelli 3, Villa Cortese, Vigevano, Asti e Tradate 2, Vigolzone 1, Club Italia 0.
B2 femminile

Bentley Ford Sara e Trecate 9, Collegno 7, Mondov e Cislago 5, Acqui 4, Casale e Genova 3, Galliate e Pro Patria 2, Alessandria e Imperia 1, Alba 0.
Roberta Rinaldi, 11 punti ieri

B2 maschile

slago Varese. In B2 maschile non si arresta la corsa del SantAnna San Mauro che, trascinato dagli ottimi Fumagalli, autore di 16 punti, Crosetto (15) e Friggieri (10) supera in trasferta per 0-3 lAlbisola con parziali di 35-37, 19-25, 23-25.

Sant'Anna San Mauro 9, Fossano e Saronno 8, Libertas Parella, Eurorenting Cuneo e Alba 6, Bresso 5, Chieri e Carnate 4, Lannutti Vuneo e Milano 3, Villafranca Torino 1, Albisola e Agliate 0.

Terza giornata con molti scossoni in serie C regionale. Nel girone A le tre squadre torinesi che erano in vetta perdono tutte la testa della classifica. Al primo posto infatti, a punteggio pieno con 9 punti, c' solo Oleggio. A meno uno tiene duro il Villar Perosa, impostosi 3-2 (23-25, 25-19, 25-22, 16-25, 15-12) sul difficile campo di Romagnano Sesia. Ko al tie-break invece per il Parella in casa del Chisola (21-25, 25-22, 25-18, 21-25, 15-10), mentre il Lingotto stato piegato 3-0 e raggiunto in classifica dal Teamvolley per effetto del nettissimo 3-0 maturato (20,17,16). La Lilliput Settimo, passando al giro-

Daniele Pivato(Lilliput Settimo)

ne B, fatica per avere la meglio 3-2 (23-25, 25-22, 20-25, 25-18, 15-7) sull'Asti Kid e sale cos a 4 punti, a 5 lunghezze dalla vetta occupato dal Calton, perfetto anche nel 3-0 esterno sul campo della Brc Banca di Chera-

sco. Alza bandiera bianca in quattro set il Delfin Cafasse Borgaro, al tappeto 3-1 (25-11, 12-25, 25-22, 25-16) contro il Mokaor Vercelli, attualmente la seconda forza del campionato (8) a braccetto con Alba. Nel campionato maschile il girone A incassa la prima vittoria stagionale della Torino Pallavolo: 3-1 (22-25, 25-23, 25-20, 25-20) sul Benassi Alba con la classifica che finalmente si muove. Primo ko, al tie-break, per il Cus Torino. La formazione subalpina ha ceduto 3-2 (25-27, 25-23, 22-25, 27-25, 15-8) sul terreno di gioco dellAltiora. Stesso punteggio con il quale il San Paolo ha perso (25-27, 25-20, 29-27, 18-25, 12-15) in casa contro Aosta. Infine il girone B. Vince e convince nel primo squillo stagionale l'Arti e Mesteri, bravo a piegare con il massimo scarto (3-0: 23,21,21) l'ex capoclassifica Arreda Griseri Villanova. Ko interno per 2-3 per l'Ascot Valentino Gasp, battuto dal Dellacasa Fortitudo.

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 74

Risoluzione

Contrasto

Luminosit

1024x768

4000:1

500 cd/m2

32

Tv Lcd 32 Mod. LH32860T


- Connessioni: 2 X HDMI, 1 scart

269

SpesAmica -40%

229

Transformers Cyberverse Commander & Legion


Contiene un personaggio Legion e un personaggio Commander, entrambi trasformabili in veicoli

15

Castagne
1 kg

2,83

SCONTO -30%

1,98

Gran Turchese Colussi


1,6 kg

5,28

SpesAmica -30%

3,69

al kg 2,31

MARTED 1 NOVEMBRE SIAMO APERTI a PINEROLO dalle 9.00 alle 20.00.


Offerte valide dal 31 ottobre al 9 novembre.
OFFERTA VALIDA NEGLI IPERMERCATI DI:
CHIVASSO (TO) COLLEGNO (TO) GRUGLIASCO (TO) LEIN (TO) MONCALIERI (TO) C.so Savona, MONCALIERI (TO) Via Vittime di Bologna NICHELINO (TO) PINEROLO (TO) RIVALTA (TO) TORINO C.so Bramante TORINO C.so Grosseto TORINO C.so Monte Cucco TROFARELLO (TO)

carrefour.it

OFFERTE VALIDE FINO A ESAURIMENTO SCORTE E/O SALVO ERRORI ED OMISSIONI DI STAMPA, LE FOTO SONO SOLO RAPPRESENTATIVE.

T1 T2

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

Piemonte Sport 75

BASKET

Biella, londa perfetta sinfrange su Mc Calleb


Limpresa di battere Siena campione dItalia sfuma negli ultimi 3
DANIELE PASQUARELLI BIELLA

QUARTO KO DI FILA

Casale, pure a Caserta vittima sacrificale


ROBERTO SARACCO

Londa perfetta arriva a un minuto dalla fine, ma sinfrange sullo scoglio dalla pelle bruna e di nome Bo Lester Mc Calleb. Ci prova lAngelico a battere Siena. Per attimo pure ci crede, quando a 3 dalla fine il tabellone segna un entusiasmante 59-54 per i padroni di casa, con un palasport trasformato in una bolgia dai 4300 in tribuna a spellarsi le mani. Poi ci pensa il playmaker a ragione ritenuto il migliore dEuropa: canestro da fuori, due entrate assassine in mezzo allarea pitturata. E il mare agitato diventa calmo come una tavola. Niente surf stasera per i rossobl. Sar per unaltra spiaggia. Peccato davvero. Biella ha lottato con tutte le sue forze,

Angelico perfetta la difesa debole invece lattacco. Atripaldi: Ci resta la delusione


contro avversari di una profondit incredibile (12 senesi a referto per coach Pianigiani) e un destino avverso. LAngelico caduta una prima volta con un parziale di 12-0, aperto da un pallone sbagliato da Coleman solo in contropiede, clamorosamente schiacciato sul ferro invece che nella retina. Si rialzata trascinata dallo stesso super Coleman (alla fine 27 punti per lui e 27 di valutazione) e da un Dragicevic in forma smagliante e finalmente incisivo (16 di personale e 21 di valutazione). E stata punita oltre misura da una bomba di Kaukenas scagliata da centrocampo sulla sirena del primo quarto, poteva finire travolta da un antisportivo fin troppo fiscale fischiato a Chessa e costato quattro punti. Invece la banda di Cancellieri, che ha scelto di correre il parquet con soli otto giocatori (Soragna e Chessa a ruotare sugli esterni, Jurak unico cam-

Trascinatore contro la Montepaschi, Aubrey Coleman 27 punti di bottino personale [FOTO MICHELETTI]

bio dei lunghi, pochi secondi solo per Lombardi e Lagan, Tavernari in panchina), non ha mollato di un metro. Almeno fino a quando rimasta una goccia di benzina e un briciolo di lucidit. Non appena testa e gambe hanno tremato sullo striscione darrivo, limpressionante forza della Montepaschi ha avuto la meglio. Secondo parziale di 12-0 e match in cassaforte. Alla vigilia, in tanti avrebbero messo la firma su una simile prestazione Adesso resta una grande rammarico. Era una

partita, abbiamo perso e non posso essere contento - dice il general manager Marco Atripaldi -. Siamo andati sul 59-54 a nostro favore, poi il 12-0 di Siena ci ha messi a sedere. Ma anche prima, sul 57-54, abbiamo sbagliato 4 possessi in fila. Per vincere con Siena devi fare una partita perfetta. Invece qualche sbavatura c stata e labbiamo pagata. Ripeto, peccato perch due punti ci avrebbero fatto comodo. Adesso ci aspettano due trasferte consecutive, a Cremona e Montegranaro. Sa-

ranno sfide difficili come questa, tutte le partite del nostro campionato saranno complesse. Per dobbiamo migliorare per vincere anche queste partite. Siamo in salute, competitivi. Possiamo farcela. Contro la Montepaschi, Biella ha retto benissimo in difesa, quasi pareggiando il contro dei rimbalzi (30 a 34), ha aggredito gli avversari obbligandoli a 18 palle perse. Alla fine, mancato lattacco, retto dalle uniche braccia di Coleman e Dragicevic.

Quarta sconfitta consecutiva e ultima posizione in coabitazione con Teramo. E gi crisi per la Novipi Casale, anche se in casa della Pepsi Caserta la squadra di Crespi (con solo otto effettivi) era gi alla vigilia una vittima sacrificale. Come al solito, il quintetto rossobl regge alla pari nel primo quarto, poi crolla pagando una differenza pesante sotto le plance e una serata da dimenticare nel tiro dalla lunga distanza. Finisce 67-52 e ora servono rinforzi di qualit, in tempi brevi, per una compagine altrimenti destinata a soffrire. Eppure, al palaMaggi linizio eccellente: 8-2 allinsegna di un Temple ispirato. Caserta cerca per i lunghi sotto le plance e prima acciuffa la parit, poi con Collins piazza la tripla del sorpasso, 9-0 di parziale che costringe coach Crespi a chiedere tempo. Al rientro Temple interrompe la striscia positiva dei campani con una schiacciante, poi c spazio per Stefano Gentile, sul parquet calcato con maestria in passato da pap Nando, applaudito in tribuna. La Junior regge l'urto offensivo dei locali. Casale si fa sorprendere spesso in contropiede, rimedia un altro break di 3-11 e la Pespi va in fuga. La Junior, che viaggia con un disastroso 1 su 11 dalla distanza, vacilla sempre pi e all'intervallo lungo Caserta padrona del campo: 39-24. Al rientro la musica non cambia. E' un autentico calvario con Caserta che continua a spingere a mille e arriva al massimo vantaggio sul 48-28. Nnamaka getta sul campo sangue e sudore recuperando palle e cercando di dar fiducia ai giovani. La Junior torna a -10 con un parziale di 11-0, successivamente si spinge a -8, poi la Pepsi blinda la difesa e chiude la gara sul 67-52.
Classifica

Tra i migliori Luca Fontecchio

DNA NORD OVEST

Pms fa festa due volte: successo e aggancio


DOMENICO LATAGLIATA

Milano, Cant, Caserta, Siena, Avellino, Varese punti 6; Roma, Biella, Sassari, Pesaro e Bologna 4, Cremona, Montegranaro, Treviso e Venezia 2; Teramo e Casale 0.

La capolista Paffoni Omegna (Masciadri e Prelazzi 17) cade 75-84 a Ferentino e la ZeroUno Pms Torino, vincitrice sabato sera a Latina 81-74, festeggia l'aggancio in vetta alla classifica del girone Nord Ovest della Dna di basket. Confermati insomma finora i pronostici estivi che volevano le due formazioni piemontesi tra le assolute protagoniste del campionato. A Latina, come gi successo pi volte in questa prima parte di stagione - la ZeroUno ha svoltato nella seconda parte del match dopo avere fatto un po' di fatica nei primi venti minuti. Ne cos scaturita una vittoria tutto sommato agevole che ha permesso ai giallobl di collezionare la sesta vittoria su sette partite e di aspettare domenica prossima Anagni con l'animo sereno (ore 18, Ruffini). Tra i migliori in campo per la truppa di coach Faina, ancora una volta, Luca Fontecchio: 17 punti in 26 minuti 8-11 dal campo e la miglior valutazione (16) tra tutti i torinesi. Peraltro, la produttivit della ZeroUno vicino a canestro viene certificata dal 40-6 nel computo dei punti segnati nelle rispettive aree. Come detto, Torino stata micidiale nel terzo periodo: addirittura 20-1 il parziale che ha indirizzato il match, dopo che i laziali avevano provato a scappare sul 36-26 del 18'. Il periodo conclusivo stato quindi una specie di passerella per Masper e compagni, con il match del tutto in discesa dopo avere toccato anche il +24 (75-51). [D. LAT.]

Cardile: Le ragazze hanno messo testa


ALBERTO DOLFIN

la prima volta che nel terzo quarto cambiamo linerzia della partita: un buon segnale, ma siamo ancora un cantiere aperto. Questa lanalisi di Pietro Cardile dopo la vittoria della Officine Gaudino Pfp contro la Virtus Cagliari. Le piemontesi sono riuscite finalmente a smuovere la classifica di LegaDue e ad interrompere una striscia negativa che rischiava di pregiudicare landamento dellintero campionato. Nelle tre partite precedenti avevamo preso novantuno punti di divario complessivo per diverse ragioni. Non avevamo fatto benissimo in difesa, poi con qualunque quintet-

to regalavamo centimetri o chili - prosegue lallenatore della Pfp. Le sconfitte sono arrivate soprattutto per una questione di testa. Una componente che stavolta non mancata nei momenti chiave del match: Ho fatto ruotare tutte e ognuna delle ragazze mi ha dato qualcosa, sia in attacco sia in difesa. Ora aspettiamo il recupero della Coen ma, visti anche gli acciacchi di Montanaro, Quarta e Santuz, per ora preferiamo non forzare.
Classifica

Kopa Cus To la matricola non perdona neanche Varese


Il Kopa Cus Torino si conferma matricola terribile della Dnb e infligge una sonora lezione alla Robur Varese. Match mai in discussione e 81-58 finale: 23-13 al 6', 50-29 al 20', 58-31 al 23' e festa grande sempre e comunque fino al massimo vantaggio del 66-37 (29'). Il Cus chiude con il 66% da due, il 44% da tre, stravince 36-25 la lotta ai rimbalzi: trionfo (4 vinte e 2 perse), in attesa di andare a sfidare la capolista Castellanza.
Marcatori Danna P. 5, Dan-

Crocetta respira: dopo Biella fa cadere anche Alessandria


Secondo successo consecutivo della Named Crocetta, capace di bissare sul parquet amico di via Piazzi la vittoria di Biella battendo 70-67 la Zimetal Alessandria: la classifica ha cos finalmente un aspetto dignitoso, pur continuando a pesare le quattro sconfitte consecutive che hanno caratterizzato l'inizio campionato. Contro Alessandria, il match stato sempre in equilibrio e il finale non ha lesinato emozioni: canestro del crocettino Ceccarelli da tre punti (68-64), replica di Nicola Ogliaro (68-67), poi due tiri liberi di Vetrone a segno prima che Zunino e ancora Ogliaro sbagliassero le conclusioni da oltre i 6,75 che avrebbero mandato la crocetta sar di scena sul campo dell'Edimes Pavia seconda in classifica. Nelle altre gare, detto che la capolista Derthona ha schiantato Novara 82-55 (Degrada 18, Quaroni 17, Gioria 14, Gatti 12; Ceper 18, Barbirato 11), da segnalare la vittoria di misura di Biella (82-80, decisivi nel finale i liberi di Lagana e Sodero) sul campo di Rho, mentre Savigliano andata a vincere facile sul campo del Trecate ultimo in classifica (Marcello 14 e 18 di valutazione, Martoglio 8 pi 13 rimbalzi, Nasari e Garello 10). Domodossola stata invece travolta 80-61 a Pavia subendo la gran giornata di Cristelli e Benevelli (rispettivamente 27 e 24 di valutazione). [D.LAT.]

Luca Vetrone (Crocetta)

Bologna 10; Milano, San Martino di Lupari e Vigarano 8; Alghero, Cervia e Udine 6; Bolzano, Muggia, Pfp Collegno 4; Borgotaro, Cagliari, Marghera 2; Biassono 0.

na A. 9, Murta 9, Giordo 10, Ficetti 15, Tassone 4, Favario 10, Soave 9, Maccagno 2, Raucci 8. All. Genta. [D. LAT.]

partita al supplementare. Marcatori Crocetta: Ceccarelli 14 (7 rimbalzi), Menzio 4, Vetrone 10, Martina 9, Campanelli 5, Tomatis 4, Draghici 8, Riviezzo 7, Bertulessi 6, Giordana 3. Nel prossimo turno, la

T1 T2

76 Piemonte Sport

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

NUOTO

sportflash
Arrampicata

Boggiatto dal Nico Sapio un test sincero per gli Europei

Ghisolfi tricolore
I

La torinese Claudia Ghisolfi, della Sasp, a soli 15 anni ha conquistato il campionato italiano boulder di arrampicata sportiva, di scena a Modena. Oggi la gara di velocit nella quale i riflettori saranno puntati sul valsusino Leonardo Gontero.

contro lAsiago, in casa, con il punteggio finale di 6-3, nonostante le reti di Johnson (doppietta) e Nikiforuk. Con questo risultato i ragazzi di Ellis scivolano allultimo posto in classifica, con 10 punti, alle spalle di Renon (12) e Vipiteno (14). (M. BOB.)

Podismo

Arafi fa il bis
I

Ciclismo, Coppa dinverno

Sorpresa Pettiti

Rosso con Chiara Boggiatto


ENRICO ZAMBRUNO

Una delle gare pi complesse ai World dance games a Torino, i gruppi

WORLD DANCE GAMES AL PALARUFFINI

Martina e Andrea gemelli terribili primi in modern dance


ALMA BRUNETTO

I World Dance Games si avviano alla conclusione. La manifestazione promossa dalla International Dance Organization e dalla Federazione Italiana Danza Sportiva lappuntamento conclusivo del calendario sportivo di Italia 150. I tre giorni di gare si concluderanno oggi al Palaruffini. Sabato si rivelata una "maratona". Lalto numero di partecipanti, seicento per 4 discipline e una pista sola, ha impegnato la struttura dalle 9 del mattino alle 3 di notte. Le discipline in programma salsa, merengue, bachata e show dance hanno regalato soddisfazioni tutte torinesi. I ventunenni Serena Maso e Simone Sanfilippo Ta-

b, gi campioni uscenti di danze caraibiche, hanno conquistato il podio nella bachata e nel merengue. Domenica le competizioni si sono susseguite tra ballet, synchro dance e modern dance. Proprio questultima disciplina ha laureato al primo posto due atleti di una scuola di Pianezza, i gemelli diciassettenni Martina e Andrea Carozzi, rispettivamente primi nella prova duo e poi per Andrea nellindividuale. Tra gli azzurri si distinto il danzatore sardo Caso Mancosu, 8 anni, ha raggiunto la prima posizione nella salsa, bachata e merengue. A livello squadre il gruppo pi numeroso risultata lItalia, subito dopo la Bulgaria. La formazione del Kazakistan, per la prima volta in una manifestazio-

ne europea, ha conquistato il pubblico per lelevato livello della performance. La coppia Velizhanin Alexsey ed Ezau Yelena si distinta nella modern dance. In totale gli atleti iscritti sono stati 1200 in rappresentanza di 11 nazioni e la scelta del Palaruffini stata strategica. Il backstage non c stato, i danzatori si sono allenati e scaldati di fronte alle tribune. Lunico grande rammarico per gli organizzatori stata la scarsa presenza di pubblico. Una pecca che mette in serio dubbio la realizzazione dei prossimi Campionati mondiali ancora sotto la Mole. Cinquecento spettatori al Gal e 300 nella giornata di domenica sono numeri scarsi per una kermesse che vale unOlimpiade della danza.

Ritorna il nuoto. Lo fa in grande stile con la 38esima edizione del Trofeo Internazionale Nico Sapio di Genova, consueto appuntamento che apre la stagione acquatica. Dalla piscina Sciorba ricominciano i sogni e le speranze dei nuotatori tricolore, che in testa hanno un solo chiodo fisso: qualificarsi per i Giochi Olimpici di Londra. Scendono in acqua quasi 1100 atleti in rappresentanza di 3 continenti, 12 nazioni e 10 regioni d'Italia. Oggi (ore 9) spazio ai giovani, con la categoria ragazzi. Domani il clou con gli assoluti (e gli juniores) con eliminatorie fissate alle 9 e finali a partire dalle 17 (diretta tv su Rai Sport 2), con tante stelle al via. Tra queste c' la 25enne moncalierese Chiara Boggiatto, sempre allenata da Corrado Rosso a Livorno, che riparte dalla Liguria per capire cosa potr aspettarsi da questo inizio di stagione. Il primo obiettivo, a breve termine, sono gli Europei in vasca corta di Stettino in Polonia (8-11 dicembre). Manifestazione che porta fortuna a Chiara, due volte tintasi d'argento agli Europei da 25 metri di Trieste nel 2005 nei 100 e 200 rana. Tra le star internazionali, ecco la statunitense campionessa olimpica dei 100 dorso Natalie Coughlin, il francese Camille Lacourt, le frecce olandesi Inge Dekker e Femke Heemskerk e molti altri ancora. Presenti con numerosi atleti anche Rari Nantes e Centro Nuoto Torino. Da tenere d'occhio soprattutto Luisa Trombetti, Riccardo De Lucia, Luca Pancari ed Eleonora Costa.

Colpo grosso di Alessandro Pettiti, 21 anni, portacolori della Brunero-Camel di Ciri, che ieri ha vinto a sorpresa, ma con pieno merito, la 90 edizione della Coppa dInverno, ultima gara stagionale degli Elite e Under 23 svoltasi sulle strade della Brianza con partenza e arrivo a Biassono (Mi). Pettiti ha preceduto allo sprint il brianzolo Monguzzi (Team CasatiNamed), che nel 2012 debutter tra i professionisti, e il biker cuneese Diego Rosa (Giant Italia Team), con i quali era andato in fuga nel finale. (F.BOC.)

Sono stati circa 500 i partecipanti a La Mezza di Ciri, vinta da Alessandro Giannone (Base Running) in 1h12'38" staccando di mezzo minuto Michele Evangelisti (Pisa) e di 127" Fabio Cantanna (Gi Rivera). In campo femminile, sette giorni dopo la vittoria nella Maratonina di Avigliana, Khadija Arafi (Genova) si aggiudica anche Ciri con il tempo di 1h24'59" davanti a Maura Rinaldo (Susa) 1h25'33" e a Patrizia Signorino (Interforze) 1h27'19". A Moncalieri invece 400 partecipanti per il Trofeo Tufo, dominato dal fuoriclasse del triathlon Volodymyr Polikarpenko (Saluzzo) in 25'26". Alle sue spalle Bruno Pasqualini (Base Running) e Nicola Grieco (Borgaretto), mentre fra le donne vittoria a sorpresa per Mirella Bioletti (Cafasse) in 30'26" su Mirella Cabodi (Cumiana) e Grazia Cammalleri (Tranese). (E.BOC.)

Pallamano

Citt Giardino a rullo


I

Il Citt Giardino supera in trasferta il Derthona (41-30) nella 5 giornata della A2. Grazie a questo successo, i torinesi conservano la vetta della classifica con 12 punti, tre in pi del Cassano Magnago.

Tennis, A1 femminile

Sporting nulla da fare


I

Ippica

Lagorio primo
I

Nella trasferta della 2 giornata del campionato italiano a squadre di A1 femminile il Circolo della Stampa Sporting stato battuto dal T.C. Albinea per 3 a 1: sconfitte di Giulia Casoni contro Giulia Gabba per 6/4 7/6, di Drousile Dzeubou contro Verdiana Verardi per 6/4 6/0, di Stefania Chieppa contro Claudia Giovine per 6/2 6/1 e vittoria del doppio Casoni/Chieppa su Verardi/Gabba per 7/5 7/6. Domani la terza giornata con lo Sporting opposto al T.C. Mestre e Le Pleiadi al T.C. Parioli: entrambe le torinesi in casa. (B.MAS.)

Lippodromo ha vissuto una domenica speciale con i ragazzi che praticano lippoterapia. Sul gradino pi alto del podio sono saliti Marco Smorgon e Federica Fasciotti. La corsa centrale andata a Walter Lagorio con Like a star, doppietta per Baroncini. (A.BRU.)

Pallanuoto

Torneo dei Santi


I

Hockey ghiaccio

Valpe crisi nera


I

Quinta sconfitta consecutiva. La Valpe perde anche

Pallanuoto di alto livello domani alla piscina Monumentale di Torino (corso Galileo Ferraris 294) con il Torneo dei Santi organizzato dalla Allmag Regalidea Torino '81 e dedicato a quattro squadre di serie A2 maschile. Semifinali: ore 10 Torino '81-Bergamo, 11,30 Sori-Brescia. Finale 3 posto ore 17,30, finale 1 posto ore 18,45. Lingresso gratuito. (E.ZAM.)

i grandi piatti della memoria


Mangiare Piemontese
Nelle edicole del PIEMONTE - www.lastampa.it - n verde: 800011959

PIER OTTAVIO DANIELE, PAOLA GHO, GIOVANNI RUFFA FA


Regia video: Giovanni Roveta ta ta

lucazanini.it

In collaborazione con

ISTITUTO DELLA MEMORIA GASTRONOMICA A

L LE PRIME C CINQUE USCITE S SONO ANCORA D DISPONIBILI

RICETTE E RACCONTI FILMATI DI OSTERIE E RISTORANTI STORICI

Una collana imperdibile che vi sveler i segreti della cucina piemontese. In ogni volume, un manuale con le ricette della tradizione e un DVD in cui le cuoche e i cuochi di osterie e ristoranti storici vi svelano i loro segreti e vi insegnano a preparare i grandi classici della cucina piemontese.

Dal 31 ottobre ogni luned in edicola


Ricettario con DVD a soli 8,90 euro in pi

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 77

T1 T2

T1 T2

LUNED 31 OTTOBRE 2011 LA STAMPA 78

LA STAMPA
LUNED 31 OTTOBRE 2011

79

Il tempo
LE PREVISIONI DI OGGI
SITUAZIONE
Una depressione sul nordAfrica porta rovesci e temporali in Sardegna e in parte su Sicilia e sud della Calabria mentre sul resto dItalia prevale linfluenza dellalta pressione, ma con soleggiamento spesso limitato da nebbie, nubi basse o estese velature. Probabili nuove forti piogge al nord-ovest da gioved.

Rovesci e temporali sulle Isole, a tratti grigio e nebbioso altrove


Il Sole
CENTRO
Nuvoloso sulle regioni adriatiche per nebbie o strati di nubi basse, in parziale diradamento nelle ore pi calde; schiarite sullAppennino e sulle regioni tirreniche, ma con velature o passaggi nuvolosi. Molto nuvoloso in Sardegna con rovesci o temporali sparsi, pi intensi dalla serata specie sul Cagliaritano.

IN EUROPA

NORD
Soleggiato sulle Alpi con velature al nord-ovest dal pomeriggio. Pi grigio sulla Pianura Padana al mattino per nebbie o nubi basse in diradamento nelle ore pi calde, ma pi persistenti sulle zone lungo e a sud del Po. In Liguria tendenza a velature o passaggi nuvolosi dal pomeriggio specie a Levante.

SUD
Molto nuvoloso in Sicilia con rovesci e qualche temporale in prevalenza su Ragusano, Siracusano e Messinese; fenomeni in intensificazione dalla serata. Nuvolosit pi irregolare sulle regioni peninsulari, con condizioni pi soleggiate in Puglia e qualche rovescio sul Reggino e sui settori ionici della Calabria.

SOLE

NUVOLOSO

POCO NUVOLOSO

COPERTO

VARIABILE

PIOGGIA DEBOLE-MODERATA

PIOGGIA INTENSA

TEMPORALE

NEBBIA

NEVE

VENTO

MARE CALMO

Una depressione sul nord-Atlantico porta piogge tra le Sorge Tramonta Culmina Isole Britanniche e alle ore alle ore alle ore la Norvegia e, dal 6 e 39 17 e 08 11 e 54 pomeriggio, su nord minuti minuti minuti del Portogallo, PRIMO QUARTO Galizia e Bretagna. La Luna Una perturbazione pi debole interessa Si leva Cala Baltico e Polonia, alle ore alle ore mentre altrove 11 e 34 21 e 19 lalta pressione 02-nov minuti minuti garantisce tempo stabile, ma spesso nuvoloso o nebbioso.
POCO MOSSO MARE MOSSO MARE AGITATO

DOMANI

LA TENDENZA DELLE TEMPERATURE Temperature miti in calo in Sardegna, stazionarie altrove; sulle Alpi zero termico oltre i 3000 metri nelle ore pi calde. Aosta 6 16 Torino 9 16 Milano 8 17 Genova 11 17

Le precipitazioni attese oggi

Trento 7 18 Bologna 10 17 Firenze 9 17 Perugia 9 16 Venezia 7 18

Trieste 7 18

Ancona 12 18 LAquila 9 16 Campobasso 10 16 Napoli 12 21 Foggia 12 20 Bari 10 20 Potenza 8 15


DEBOLI MODERATE FORTI MOLTO FORTI

Rovesci e temporali su Sardegna, Sicilia, Calabria ionica; ancora abbastanza soleggiato e mite altrove.

DOPODOMANI

Roma 13 20

Rovesci e temporali in Sardegna, pi isolati in Sicilia e sul sud della Calabria.

Vigilanza meteo di oggi e domani

Alghero 14 22

Cagliari 16 20 Palermo 16 21

Catanzaro 14 17 Reggio Calabria


16 19

Catania 17 20

Rovesci su Sardegna, Sicilia, Calabria ionica; nubi in aumento al nord-ovest, abbastanza soleggiato altrove.

NESSUNA

MODERATA

ELEVATA

ESTREMA

Centimetri-LA STAMPA

A cura di www.nimbus.it

Possibili temporali localmente intensi in Sardegna, specie sul Cagliaritano e dal pomeriggio-sera.

Ogni tempo buono per generare energia.


www.citizen.it
Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa
CITT MIN C MAX C OGGI

CITT

MIN C MAX C OGGI

Luned Che tempo far

ALGERI ANKARA BAGHDAD BANGKOK BEIRUT BOMBAY BRASILIA BUENOS AIRES CALGARY CARACAS CASABLANCA CHICAGO CITT DEL CAPO CITT DEL MESSICO DAKAR DUBAI FILADELFIA GERUSALEMME HONG KONG IL CAIRO JOHANNESBURG KINSHASA LA MECCA L'AVANA LOS ANGELES MANILA MELBOURNE MIAMI MONTREAL NAIROBI NEW YORK NUOVA DELHI PECHINO SHANGHAI SINGAPORE TOKYO WASHINGTON

16 0 12 25 15 23 16 11 -6 23 14 4 11 3 25 25 4 11 20 10 12 23 23 25 13 24 11 23 9 15 5 16 11 15 25 14 4

19 9 24 33 23 37 27 19 7 29 23 10 16 22 34 35 10 20 26 25 22 31 35 28 24 30 14 27 11 24 9 31 15 20 30 24 12

AMSTERDAM ATENE BARCELLONA BELGRADO BERLIN BERNA BRATISLAVA BRUSSELS BUCAREST BUDAPEST COPENHAGEN DUBLIN EDIMBURGO HELSINKI ISTANBUL LISBONA LONDRA LUBIANA MADRID MOSCA OSLO PARIGI PODGORICA PRAGA REYKJAVIK ROMA SARAJEVO S. PIETROBURGO SOFIA STOCCOLMA TALLINN TIRANA VARSAVIA VIENNA VILNIUS ZAGABRIA

12 9 15 1 10 6 5 12 2 3 9 8 14 7 7 12 11 3 10 7 5 11 9 8 4 13 2 6 1 7 5 7 8 6 8 3

14 19 21 12 14 13 12 14 12 13 12 16 15 10 14 18 15 15 20 8 8 16 21 11 6 20 15 9 13 9 11 19 11 11 9 11

La tregua del weekend durer poco in arrivo nuove piogge a Nord-Ovest


LUCA MERCALLI
opo i furiosi nubifragi in Liguria e Toscana, la tranquillit meteorologica che ha caratterizzato il weekend non durer molto a lungo. Gli anticicloni Viola e Ulla, estesi dalle Alpi allUcraina, proteggeranno lItalia dalle perturbazioni ancora per duetre giorni, poi la lenta avanzata delle depressioni atlantiche torner a imporsi con lintensificazione dello scirocco, destinato ad avviare una lunga fase piovosa da gioved. Una situazione che merita sorveglianza, dal momento che sembra riservare nuove piogge intense soprattutto al Nord-Ovest. Al momento la precisa localizzazione e quantificazione degli apporti piovosi pi importanti non ancora possibile, ma probabile che il maltempo possa nuovamente penalizzare le zone

gi disastrate la settimana scorsa. Nel commentare lalluvione che marted 25 ottobre ha colpito lo Spezzino e la Lunigiana in questi giorni spesso si minimizzato il ruolo delle piogge, che in verit sono state davvero eccezionali e peraltro ben previste dai modelli numerici con due giorni di anticipo. Come quasi sempre accade in Italia, ma non solo, leccessiva e talora scriteriata occupazione del territorio ha certamente dato una mano a rendere pi gravose le perdite umane e materiali, tuttavia i pluviometri hanno registrato precipitazioni di entit inaudita, che - anche con la pi oculata gestione ambientale - non avrebbero potuto non causare disastri. Il preoccupante primato va a Brugnato, in Val di Vara: 143 millimetri dacqua in unora, 542 mm il totale dellevento in circa 30 ore (http://meteo.

meteoliguria.it); i 470 mm concentrati in sei ore sono paragonabili, in Italia, solo al nubifragio che colp Genova e dintorni il 7-8 ottobre 1970, che per si prolung per un giorno intero scaricando lincredibile quantit di 948 mm a Bolzaneto e causando 35 vittime. Losservatorio di Pontremoli, in Lunigiana, marted ha misurato 371 mm in 24 ore, valore mai rilevato prima in quasi un secolo di misure, e che ha stracciato il precedente massimo giornaliero di 285 mm del 19 agosto 1952. Anche al Nord-Est piovuto molto, fino a 368 mm a Chievolis (Dolomiti friulane) tra marted e mercoled, ma senza effetti gravi (www.osmer.fvg.it). Poi i venti da Sud hanno portato un ritorno di temperature estive in Sardegna venerd, con una punta di 28,6 gradi a Palmas Arborea, presso Oristano (www.sar.sardegna.it).

LUNED 31 OTTOBRE 2011

81 MILIARDI IN CASSA

D mande

FRANCESCO SPINI
MILANO

Notizia di ieri: la Apple ha in cassa 81,57 miliardi di dollari. unenormit. Come possibile?
Negli ultimi anni il grande successo dei prodotti lanciati dalla societ fondata da Steve Jobs e oggi guidata da Tim Cook - dal MacBook ai vari iPhone e iPad - ha fatto impennare il fatturato e gli utili della societ di Cupertino. Che, in tal modo, ha visto la liquidit crescere a dismisura. Nel 2006 arriv a 10 miliardi, nel 2009 super i 30, fino allattuale situazione che la vede superare, per disponibilit, lo stesso governo degli Stati Uniti.

Regolato dallo spazio. Preciso al milionesimo di secondo.

Come si pu accumulare tanto denaro?


La Apple nel solo ultimo trimestre ha fatturato 28,27 miliardi di dollari, con utili netti di 6,62 miliardi. Questi ultimi sono andati in gran parte a rimpinguare la cassa, dove sono confluiti - sempre negli ultimi tre mesi - 5,4 miliardi di dollari, che si sono aggiunti ai circa 76,2 che aveva a luglio.

VETRO ZAFFIRO
Perfetta trasparenza, preziosit e inalterabilit nel tempo.

Cosa fa Apple del suo tesoretto?


La risposta semplice: nulla. Agisce come un grande fondo di investimento prudente. Il tesoro suddiviso tra liquidit vera e propria, fondi monetari, titoli del Tesoro Usa ed esteri, certificati di deposito e cos via. Qualcuno ha calcolato che se Apple finisse di produrre i suoi gioielli tecnologici e dunque avesse zero ricavi, potrebbe stare tranquillamente in piedi per 7 anni e oltre.

Per gli azionisti un fattore positivo?


Da un lato s perch avere tanta cassa in un momento di difficolt economica come questo assicura la stabilit finanziaria della societ. Dallaltra per, di fronte a una cifra tanto ingente, da mesi cresce il pressing degli azionisti stessi che vorrebbero che parte di questa montagna di quattrini fosse restituita loro.

AS4020-44B 378
Scopri lintera collezione Eco-Drive Radiocontrollato a partire da 348

In che modo?
Attraverso la distribuzione di dividendi agli azionisti o lo sviluppo di un piano di riacquisto di azioni proprie, altro strumento per remunerare i soci. Lazienda finora stata sorda a tali richieste, preferendo soddisfare i sottoscrittori delle proprie azioni attraverso landamento del titolo azionario che cresciuto del 114% negli ultimi due anni. La sua capitalizzazione di borsa supera i 376 miliardi di dollari.

www.citizen.it

quisizioni anche importanti ed espandersi ulteriormente.

Quello della Mela un caso isolato?


Sebbene non in questi termini, le societ tecnologiche hanno la tendenza ad accumulare cassa. Basti pensare che la storica rivale di Apple, Microsoft, ha una riserva di cassa superiore ai 60 miliardi di dollari, Google naviga attorno ai 40 miliardi.

ricerca era svolto dai laboratori interni alle grandi corporation. Oggi le cose sono cambiate.

Negli Usa quanta cassa hanno le aziende?


Secondo recenti calcoli le 500 imprese riunite nellindice americano Standard & Poors 500 totalizzano quasi 965 miliardi di dollari. Una cifra enorme e inimmaginabili per mercati come il nostro, ma anche come quello europeo.

Cosa potrebbe comprare Apple?


Si sono fatte le ipotesi pi disparate: da grandi societ legate al business di Internet e della Rete, a costruttori di apparecchiature elettroniche e telefonini, fino a un grande operatore televisivo. Per ora, per, la politica di Apple si mostrata decisamente pi prudente: alle grandi acquisizioni la casa delliPhone ha dimostrato da sempre di preferire la politica dei piccoli passi.

Perch a Cupertino sono contrari ai dividendi?


Perch non vogliono intaccare la liquidit, la cui scarsit fu una delle cause di difficolt negli Anni Novanta. E poi perch nella corporation hanno sempre dichiarato di voler avere sufficiente liquidit per poter sfruttare le opportunit strategiche che dovessero presentarsi, e dunque per potersi permettere ac-

Come avviene il processo di innovazione?


Soprattutto nel mondo Internet negli ultimi anni le maggiori innovazioni sono arrivate grazie al lavoro di piccole societ messe in piedi da ragazzi neolaureati o laureandi finanziate da fondi specializzati. Le grandi corporation preferiscono acquistare tali societ e introdurre le innovazioni su larga scala con i propri prodotti. Apple non sfugge a questa logica.

In genere come viene utilizzata la liquidit?


Le societ che offrono prodotti e servizi legati alla tecnologia hanno la necessit di innovare continuamente. Fino a un decennio fa tale processo di

Cosa potrebbe succedere?


Se la crisi non intaccher prima tale tesoretto, non appena le acque si calmeranno molte imprese Usa riprenderanno a espandersi approfittando dei tanti saldi del mercato.

PREZZI TANDEM, NELLE AREE DI DIFFUSIONE INDICATE SUL GIORNALE LOCALE; 1 CON LA VOCE DI MANTOVA, PRIMO PIANO MOLISE, CRONACA DI CREMONA, CRONACA DI PIACENZA, LATINA OGGI; 1,20 CON LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DI ROMAGNA, LINFORMAZIONE DI REGGIO, LINFORMAZIONE DI PARMA, LINFORMAZIONE DI MODENA, IL CORRIERE MERCANTILE,

Mai pi batterie grazie allenergia della luce.

LA GAZZETTA DEL LUNEDI, LINFORMAZIONE IL DOMANI. PREZZI ESTERO: FRANCIA, MONACO P., C. TICINO FRS. 3,00; SVIZZERA FRANCESE FRS. 3,00; SVIZZERA TEDESCA FRS. 3,00.

A cosa serve il tesoro Apple?

Lorologio perfetto esiste.

2,00; IRLANDA

2; SLOVENIA

1,34;

80

LA STAMPA