Sei sulla pagina 1di 64

SABATO 20 FEBBRAIO 2016

In Italia (con Io Donna) EURO 2,00

www.corriere.it

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821


21
88281
Roma, Via Campania 59/C - Tel. 06 688281

Servizio Clienti - Tel. 02 63797510


mail: servizioclienti@corriere.it

FONDATO NEL 1876

Serie A

Formula Uno
F

e-moderna.com

ANNO 141 - N. 43

La nuova Ferrari
un po meno rossa

Juventus, solo pari


con il Bologna
Ora la sfida al Bayern

Daniele Sparisci, Giorgio Terruzzi


e Flavio Vanetti alle pagine 58 e 59

Passerini e Tomaselli
a pagina 59

caffemotta.com

Lera dei formalismi

MORTO A 84 ANNI I SAGGI SULLA SOCIET DI MASSA, I ROMANZI, LIMPEGNO

I RITI SUICIDI
DI DEPUTATI
E SENATORI

Umberto Eco, lo scrittore


che cambi la cultura

di Michele Ainis

CONTRASTO

l Parlamento diventato
un Tar. Tendi lorecchio
sui dibattiti che
sintrecciano in
quellaula, e ti perfora i
timpani un estenuante
contenzioso su vizi formali e
irregolarit procedurali.
Insomma sul come, non sul
cosa. Sulle forme, non sulla
sostanza. Anche perch le
prime hanno generato una
quantit di riti irrituali: decreti
legge straordinari usati in via
ordinaria, deleghe in bianco,
maxiemendamenti, fino
allinvenzione di questultima
legislatura: lemendamento
premissivo, sul quale si
giocano le sorti del ddl Cirinn.
Nel gennaio 2015 laveva
brevettato il senatore Esposito,
per superare lostruzionismo
sullItalicum; nel febbraio 2016
lha riproposto il senatore
Marcucci, per blindare la legge
sulle unioni civili. Come
funziona? In breve, si tratta
dun compendio che riassume i
principi ispiratori della legge,
una summa teologica che
precede ogni altro articolo del
testo. E siccome gli
emendamenti si votano
secondo le regole di Bentham,
siccome da quelle regole
discende listituto della
preclusione, siccome la
preclusione impedisce due voti
contraddittori sul medesimo
argomento, la conclusione
presto detta: se passa
lemendamento premissivo,
non pu essere posto in
votazione alcun altro
emendamento che ribalti la
scelta gi operata. Sicch la
maggioranza incassa
lapprovazione della legge
prima ancora dapprovarla, ma
a prezzo di contorsioni logiche,
dacrobazie procedurali. Perch
ciascun emendamento
dovrebbe recare una proposta
di modifica, mentre
lemendamento premissivo
modifica il progetto di legge
senza modificarlo, anzi
paralizzando ogni modifica.

9 771120 498008

60 2 2 0>

alle pagine 48 e 49

on era facile far interagire Immanuel Kant


e Superman. Allinizio degli anni Sessanta,
decennio di irriverenza e destrutturazione dei
modelli pi sacri, Umberto Eco ci riusc. Riusc
anche a combinare filosofia e cultura di massa,
teologia e immaginario televisivo, accademia e
fumetti. Scrisse la Fenomenologia di Mike
Bongiorno e oltrepass una frontiera. Umberto Eco era il volto simpatico, scanzonato, sarcastico dellavanguardia italiana che aveva trovato casa nel Gruppo 63.

Mastrantonio, Messina

a pagina 49

LADDIO

Status speciale per Londra

di Massimo Gaggi

SETTEGIORNI

Accordo sulla Brexit. Lannuncio arriva con


un tweet dal presidente del Consiglio Ue, il polacco Tusk. Sostegno unanime per il nuovo assetto del Regno Unito nellUe. Patto su banche
e sovranit. La Gran Bretagna potr, tra laltro,
attivare per 7 anni il freno demergenza per
laccesso dei benefici al welfare. Schulz: ecco
come ho fatto incontrare Renzi e Juncker.

GIANNELLI

di Francesco Verderami

La solitudine
(anche allestero)
del numero primo

da pagina 2 a pagina 6

Basso, Caizzi, Fubini, Galluzzo, Natale

nche la Merkel sola,


come sono soli Hollande e Cameron. Sono tutti soli. In fondo la solitudine del
numero primo una condizione del leader, uno stato
di necessit che pu tramutare in sindrome se non si
dispone di staff autorevoli e
di personalit tanto fidate
quanto capaci alloccorrenza
di esercitare il ruolo del signorn con il capo. Ecco cosa manca a Renzi, ecco cosa
lo differenzia dagli altri leader europei: lui senza rete.

I DRONI E LE BOMBE: 40 VITTIME

Blitz Usa contro lIsis


Si riapre il fronte libico

B
LANALISI
Sui migranti senza alleati

continua a pagina 5

di Fiorenza Sarzanini

Confessa lamico dellex allievo che le aveva estorto i risparmi. Fermata anche la madre

di Pierluigi Battista

Harper Lee,
il capolavoro
poi il silenzio
Annuncio di Cameron. Schulz: ecco come ho fatto incontrare Renzi e Juncker e i misteri

Cos abbiamo strangolato la prof


trangolata e gettata nella
vasca di una discarica.
morta cos Gloria Rosboch, la
prof che voleva fuggire con il
suo ex allievo di 22 anni (27 in
meno di lei) al quale aveva anche prestato 187 mila euro. Gabriele Defilippi stato incastrato da un suo amico ingelosito da una nuova storia
che il ragazzo avrebbe avuto
con unaltra insegnante. Assieme ai due stata fermata anche la madre di Defilippi.
alle pagine 18 e 19 Bardesono

IL RITRATTO
Kant, la Scolastica e Mike

Bruxelles Accordo raggiunto allunanimit con la Gran Bretagna. Per il welfare agli stranieri 7 anni

continua a pagina 29

di Riccardo Bruno

mberto Eco morto ieri sera


nella sua abitazione a Milano. Aveva compiuto 84 anni lo
scorso 5 gennaio. Semiologo, filosofo e scrittore, nel 1988 aveva
fondato il Dipartimento della Comunicazione dellUniversit di
San Marino. Dal 2008 era professore emerito e presidente della
Scuola Superiore di Studi Umanistici dellUniversit di Bologna.
Nel 1980 esord nella narrativa
con Il nome della rosa, best seller tradotto in 47 lingue. Seguirono altri successi editoriali come Il pendolo di Foucault, Lisola del giorno prima, Baudolino e
lultimo romanzo Numero zero

Domani
LINTERVISTA CON LARTISTA

La mail che mi ha portato


nel rifugio di Jasper Johns
di Vincenzo Trione

n talento pittorico che fu da


subito considerato quello di un
maestro. Jasper Johns un misto
tra un aristocratico, un contadino e
un eremita. Le sue tele sono ormai
classici della contemporaneit.
a pagina 27 - Domani nel supplemento

a pagina 29

ombe dal cielo sui jihadisti dellIsis riuniti


per un sermone a Sabratha, in Libia: 40 vittime. Ucciso il tunisino accusato delle stragi del
bardo e di Sousse. Dopo un lavoro di intelligence, a colpire sono stati i caccia americani che
hanno sventrato alcuni edifici con ordigni ad
alto potenziale. Lincursione ha seguito un modello operativo consolidato, usato dagli americani dallIraq fino al Nord Africa.
alle pagine 8, 9, 11 Battistini, Cavallaro
con il reportage di Lorenzo Cremonesi

arper Lee, premio Pulitzer


nel 1961 per il romanzo Il
buio oltre la siepe, 40 milioni
di copie vendute, si spenta
nel sonno nella sua casa di
Monroeville, in Alabama. Aveva
89 anni. Con lei se ne va un
pezzo dello storia americana,
colei che tra i primi riuscita a
parlare delle profonde
divisioni razziali del profondo
Sud degli Stati Uniti, e a far
assurgere a dignit letteraria il
tema della segregazione. Come
Salinger con il giovane Holden
o Margaret Mitchell di Via col
vento , anche Harper Lee scelse
non solo di non scrivere pi,
ma anche di uscire di scena. La
trasposizione cinematografica
del suo libro vinse tre premi
Oscar, con Gregory Peck nei
panni di Atticus Finch, il
coraggioso protagonista del
romanzo. Nel 1962 rilasci la
sua ultima intervista.
a pagina 51

Enrico Rotelli

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

2
#

Primo piano Il vertice

Bruxelles, arriva laccordo con Londra


Stranieri, freno al welfare per 7 anni
Cameron: esentati da unUnione sempre pi stretta. Concessioni particolari anche per la finanza

O siete
solidali nel
dare e nel
prendere,
oppure
smettiamo
di essere
solidali
noi Paesi
contributori. E poi
vediamo
Matteo
Renzi

Renzi
non pu
ricattare
nessuno.
Penso
invece che
dovremmo
cercare
soluzioni
Konrad
Szymanski
ministro
polacco per gli
Affari europei

Sulla Grecia
ho sentito
qualche
preoccupazione nei
corridoi.
Sarebbe
un errore
mescolare i
due dossier,
migrazione
e Brexit
Charles
Michel
premier belga

Indipendentemente
dai
maquillage
che
possiamo
fare qui,
la decisione
spetta
al popolo
britannico
Dalia
Grybauskaite
presidente
della Lituania

DAL NOSTRO INVIATO


BRUXELLES La prima su Twitter la presidente lituana Dalia Grybauskaite: Il dramma superato. Sono le dieci di sera. Mezzora dopo Donald Tusk che conferma sostegno unanime al
nuovo accordo. Il Consiglio dei 28 capi di Stati
e di governo si chiude con un compromesso
sulle concessioni chieste dal premier britannico David Cameron per convincere i suoi connazionali a votare a favore nel referendum sulla
permanenza nellUe. Ho negoziato un accordo
per dare al Regno Unito uno status speciale,
ha detto infine Cameron, ora posso raccomandare il s.
Dopo la prima giornata di difficili trattative a
Bruxelles, il presidente del Consiglio Ue Donald
Tusk sperava di concludere nella sessione mattiniera, informalmente definita colazione allinglese. Invece non si riusciti e i 28 hanno ripreso il negoziato a Bruxelles a cena, dopo una
pausa usata dalla cancelliera Angela Merkel per
gustare il tipico cartoccio di patatine fritte belghe nel chiosco Antoine, poco distante dal

Dialogo
La cancelliera ha spinto
per aiutare Cameron.
Renzi ha ripreso
il dialogo con Juncker
Migranti
La Grecia riuscita a
tutelare la sua delicata
posizione. LAustria ha
bloccato gli ingressi

Consiglio. Molti leader hanno dichiarato di voler aiutare Cameron a mantenere il Regno Unito
nellUe purch le concessioni restino in linea
con i principi comunitari. Capisco che la Gran
Bretagna non voglia andare allo stesso ritmo di
altri in Europa, ma al tempo stesso non voglio
che impedisca agli altri di andare avanti, ha
detto il presidente francese Franois Hollande,
sostenendo che con Merkel e il premier Matteo
Renzi punta a una zona euro pi forte e dinamica.
La cancelliera ha spinto per aiutare Cameron
e alla fine esclama: Abbiamo dato a Cameron
un pacchetto con cui non potr fare a meno di
sostenere la permanenza del Regno Unito nellUnione Europea!. E se mai al referendum dovesse vincere il no, chiosa il premier britannico,
sar per uscire, non per unintesa migliore.
Ma Londra ha ottenuto molto, la stragrande
maggioranza delle cose che avevamo chiesto.
In particolare, ed era uno dei punti centrali,
non parteciperemo ai salvataggi finanziari, alleuro e ai confini aperti: saremo protetti in modo permanente, la supervisione delle nostre

Banche e sovranit
I punti del compromesso
di Francesca Basso
DALLA NOSTRA INVIATA

Il testo che fa raggiungere


laccordo sulle condizioni di
permenanza della Gran Bretagna nellUnione Europea
arriva poco prima delle dieci
di sera, al termine di unintensa giornata di negoziati
bilaterali seguiti a una lunga
notte di trattative. LEnglish
dinner (la cena inglese), come stata apostrofata lultima plenaria dei capi di Stato
e di governo riuniti per il secondo giorno del Consiglio
europeo, si chiude con
unintesa che rafforza lo
status speciale del Regno
Unito nellUe, che legalmente vincolante e irreversibile, ha spiegato il presidente del Consiglio Ue Donald Tusk. E su questo accordo si esprimeranno i
cittadini britannici nel referendum che sar convocato
probabilmente gi a giugno.
Quattro i punti: governance economica, competitivit, sovranit, benefit sociali
e libert di movimento.

Welfare
Questo era uno dei temi
pi controversi e contestati
soprattutto dai Paesi dellEst
perch va a coinvolgere migliaia dei loro cittadini immigrati nel Regno Unito.
Viene riconosciuto il libero
movimento dei lavoratori
come parte integrante dellUnione e del mercato interno, tuttavia gli Stati Ue
dunque non solo Londra
avranno il diritto di negare i
sussidi per i lavoratori comunitari per i loro primi
quattro anni nel Paese e potranno applicare il cosiddetto freno di emergenza per
i nuovi arrivati per un periodo di sette anni. Viene poi

1 Il premier
britannico
David Cameron
ieri al round
finale del
summit dei
leader dellUe.
Il vertice stato
convocato per
scongiurare la
Brexit, luscita
della Gran
Bretagna
dallUnione
(Reuters)
2 Il tavolo di
lavoro ieri al
vertice di
Bruxelles: al
centro la
cancelliera
Angela Merkel
gioca un ruolo
di primo piano
3 Il premier
greco Alexis
Tsipras davanti
al presidente
francese
Franois
Hollande
(di spalle):
il leader
greco ha
ottenuto
garanzie che le
frontiere verso
la Macedonia
non saranno
sigillate,
almeno per le
prossime due
settimane
(Olympia)

introdotto un sistema di indicizzazione a livello europeo con effetti sui pagamenti degli assegni familiari per
i lavoratori i cui figli vivono
in un altro Stato Ue, che entrer in vigore immediatamente per i nuovi richiedenti, e dal primo gennaio 2020
per tutti.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Con i temi sullassistenza


il documento introduce
gli assegni familiari Ue
La City e le Authority

La parola
BREXIT
Brexit la parola
formata da British
e Exit: il termine viene
usato per la prima volta
alla fine del 2012. E indica
lo scenario delluscita
della Gran Bretagna
dallUnione Europea.
Come promesso dal
premier David Cameron
anche dopo laccordo
raggiunto ieri gli inglesi
si esprimeranno attraverso
un referendum

Governance economica
stato enunciato il mutuo rispetto e la sincera collaborazione tra i Paesi delleurozona e quelli che non
hanno adottato la moneta
unica. Ma viene anche stabilito che le misure adottate in
caso di emergenza o di crisi
per garantire la stabilit dellEurozona non devono com-

banche resta a noi, lEurozona non sar un blocco che pu agire contro di noi e non saremo discriminati. La City salva e anche il welfare
britannico per gli stranieri sar sotto tutela per
7 anni.
un buon compromesso anche per il premier italiano che comunque segnala come sia
un precedente. Renzi ha usato una pausa per
riprendere il dialogo con il presidente della
Commissione Jean-Claude Juncker, dopo i recenti contrasti. Ungheria e Polonia lo hanno accusato di ricatto perch gioved aveva ventilato di ridurre i fondi Ue ai Paesi dellEst indisponibili ad accogliere rifugiati. LAustria ha dato il
via alle quote agli ingressi di profughi nonostante la Commissione Ue le giudichi illegali. La
Grecia ha tutelato la sua delicata posizione sui
migranti minacciando il veto a un eventuale accordo con Londra. Merkel ha rinviato lesplosivo tema dei rifugiati a un summit straordinario
in marzo con la partecipazione della Turchia,
che dovrebbe fermare i profughi siriani.
Ivo Caizzi

Competitivit
Viene stabilito come un
obiettivo essenziale dellUnione la creazione di un
mercato interno in cui la libera circolazione dei beni,
delle persone, dei servizi e
dei capitali sia assicurata.
Per raggiungere questo scopo e generare crescita e occupazione lUnione Europea
deve aumentare la competitivit. dunque necessario
procedere verso una migliore
regolazione, con una riduzione del fardello burocratico che vuol dire anche riduzione dei costi amministrativi soprattutto per le piccole e
medie imprese.

2
portare un coinvolgimento
finanziario da parte dei Paesi noneuro o che non partecipano allUnione bancaria.
Cos come la messa in atto di
misure, inclusa la supervisione o la risoluzione delle
istituzioni finanziarie, per
preservare la stabilit dei Paesi che usano unaltra moneta di competenza delle autorit di quello Stato, ma le
Authority europee di controllo continueranno ad avere competenze anche sulla
City.

Sovranit

Viene riconosciuto al Regno Unito il suo status speciale e non gli verr richiesta unulteriore integrazione
politica nellUnione Europea
esentandolo da quanto menzionato nei Trattati. Le eventuali modifiche a questo
punto potranno avvenire solo attraverso un cambiamento dei medesimi Trattati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

PRIMO PIANO

3
#

LINTERVISTA MARTIN SCHULZ


di Federico Fubini
stato un negoziato complesso: dovevamo
tenere insieme interessi diversi ed evitare che
il caso britannico costituisse un precedente.
Dice Martin Schulz. Ma credo che se ora i cittadini britannici voteranno in maniera chiara
per restare nellUnione, risolvendo una relazione da sempre complessa, la Ue potrebbe uscirne rafforzata.
Linchiostro ancora fresco sullaccordo fra
il premier di Londra David Cameron i suoi colleghi per evitare la Brexit, la secessione britannica dallEuropa. E Martin Schulz non smette
per un attimo di guardare al bicchiere mezzo
pieno. Sa bene che il suo mandato di presidente del Parlamento europeo scade fra un anno,
come tutti a Bruxelles sanno che questo socialdemocratico tedesco, vulcanico come pochi,
vuole la riconferma. Non sorprende dunque
che a volte eviti di commentare le uscite pi
controverse dei principali leader europei. Cos
fa se gli si chiede degli attacchi di Matteo Renzi
alle banche tedesche (sono questioni bilaterali, il modo di Schulz per sottrarsi). Ma il
presidente delleuroparlamento non rinuncia
per un istante alla fermezza sulle regole del
gioco. Riguardano il premier italiano come
tanti altri leader. Per tutti il messaggio di
Schulz che lEuropa non si fa con i veti.
Perch ha preso liniziativa di fare incontrare Juncker e Renzi? I rapporti sono cos
cattivi che serve un mediatore?
A volte la distanza tra Bruxelles e le capitali
europee sembra maggiore di quella che .
LItalia un motore dellEuropa e delleuropeismo. Non possiamo permetterci che per piccole incomprensioni, per dei problemi di spogliatoio, lEuropa rischi di trovarsi senza regista. Il mio ruolo non stato essenziale. Ho pensato che fosse un buon momento per parlarsi e
ritrovare lintesa. Sono sicuro che il prossimo
incontro tra loro due avverr senza di me.
Di cosa avete parlato, e quanto servito?
Lincontro stato molto costruttivo e latmosfera buona, nonostante la stanchezza dovuta alla notte bianca. La discussione stata relativamente breve perch dovevamo rientrare
nel Consiglio. Abbiamo condiviso le opinioni
sui negoziati della notte prima e quelli che avevamo davanti. Tutti e tre siamo daccordo per
triplicare gli sforzi, anche a livello legislativo,
per salvare Schengen e arginare la crisi dei rifugiati.
Renzi sempre pi critico verso la Germania. Che impressione le fa?
So che il dibattito in Italia molto acceso.
Sinceramente non sono troppo turbato. E non
ho chiesto spiegazioni a Renzi. Le relazioni tra
Merkel e Renzi non mi competono, ma non mi
sembrano difficili come vengono dipinte. Renzi un premier che parla chiaro e apre dei confronti politici. Per me limportante che si
guardi alla sostanza e alla volont di compromesso pi che alla forma, senza veti n da una
parte n dallaltra, e nellinteresse comune perch lUnione non e non pu essere un gioco a
somma zero. Non ho dubbi sulla genuinit delleuropeismo di Renzi. Direi che pi di altri capi di governo, pensa allEuropa come a uno
spazio politico e non come allambito delle relazioni internazionali. Lo condivido.
Merkel sembra isolata e pi debole, in
Germania e nella Ue. Concorda?
La cancelliera, e il governo di coalizione tra

Ora i britannici
votino per il s
e saremo pi forti
Il presidente del Parlamento ha fatto incontrare
Renzi e Juncker: Importante ritrovare lintesa

Il giudizio
Non ho dubbi
sulla genuinit
delleuropeismo
di Matteo Renzi
La stoccata
La solidariet non pu
funzionare a senso unico.
Chi offre solidariet deve
aspettarsi altrettanto

socialdemocratici e cristianodemocratici, hanno dimostrato leadership e determinazione.


Certo la crisi dei rifugiati pone sfide a livello
municipale, regionale, federale e europeo. Ma
a Merkel va riconosciuto di aver agito secondo
coscienza, non in unottica elettoralistica. Ha
spalle larghe. Pi di chi nel suo partito cerca visibilit o vuole riposizionarsi pensando al futuro. Quello che mi preoccupa la situazione
dellUnione Europea, non della Germania. La
Ue ha passato gli ultimi anni lottando contro
crisi molteplici, pi che comunicando
unagenda proattiva. Dobbiamo tornare ad essere un progetto di futuro: che guardi alla crescita, alla solidit della zona euro, alla politica
industriale e allEuropa sociale. Dobbiamo essere meno ingenui nelle relazioni commerciali
e meno subalterni a Russia e Stati Uniti in poli-

Labbraccio
Il premier
Matteo Renzi
e il presidente
della
Commissione
Jean-Claude
Juncker. In
secondo piano,
il presidente del
Parlamento Ue
Martin Schulz

tica estera.
Renzi propone di sospendere i fondi europei ai Paesi dEuropa centro-orientale che
non cooperano sui rifugiati. Che ne pensa?
Dobbiamo uscire da una spirale che ci troverebbe tutti perdenti. La tensione di questo
vertice dimostra fino a che punto la fiducia in
Europa sia incrinata. Ma Renzi ha ragione a
sottolineare come la solidariet non pu funzionare a senso unico. Ci sono Paesi che parlano di solidariet quando si tratta di fondi regionali o di sicurezza in Europa, ma rifiutano
di accogliere qualche migliaio di rifugiati dei
ricollocamenti. Difendono la libera circolazione quando tocca i loro interessi, ma non muovono un dito quando c bisogno di uno sforzo
comune. Chi offre solidariet, ha ragione ad
aspettarsi solidariet. Chi sfrutta lUnione per i
suoi benefici, ma addossa ad altri i sacrifici,
non si sorprenda se un giorno qualcuno chieda
che la musica cambi.
Che pensa dellidea di tagliare la Grecia
fuori da Schengen e fare una mini-Schengen
di pochi Paesi del Centro-nord?
Non possiamo minacciare di punire la Grecia, quando i ricollocamenti verso gli altri Paesi
non accadono. Sono anche fermamente contro
ogni discussione su una mini-Schengen o come si voglia chiamare la proposta di un nucleo
ristretto di Paesi. Dobbiamo rafforzare la zona
Schengen, non mutilarla. Abbiamo proposte
in merito che vanno concluse con urgenza: dalla creazione di una Guardia costiera e di frontiera europea, la facilitazione dei rimpatri tramite nuovi accordi, il codice frontiere Schengen e la prossima revisione del sistema di Dublino e del nostro quadro giuridico sulle
migrazioni legali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

5
#

Primo piano Il governo e lEuropa

Renzi: Un buon compromesso


Lite sui migranti con i Paesi dellEst
Dopo le prove di disgelo Juncker sar in Italia la prossima settimana
Non un pastrocchio,
per i cultori del diritto europeo pu essere considerato un
precedente, ma il Regno Unito
speciale non da oggi. Meglio
avere un Regno Unito che fa
chiarezza piuttosto che un Regno Unito ondivago. Il bicchiere molto pi che mezzo
pieno. Credo che sia davvero
un buon compromesso, ora la
parola spetta ai cittadini britannici.
Al termine del Consiglio anche Matteo Renzi si dice soddisfatto del risultato. La lunga
maratona negozionale con
Londra finita, ma per il capo
del governo italiano, insieme

ROMA

Tensioni
Dallinizio
dellanno si
intensifica la
tensione tra
Bruxelles e
Roma. Il 15
gennaio JeanClaude Juncker,
presidente
della
Commissione
Ue, attacca
Matteo Renzi:
Offende la
Commissione.
La flessibilit?
Lho introdotta
io. La replica
del premier:
Basta
lezioncine
Lo scontro
riguarda
soprattutto
conti pubblici e
immigrazione:
lItalia vuole
che i 3 miliardi
di euro che
lEuropa ha
previsto per la
Turchia per
lemergenza
migranti non
pesino sul
bilancio degli
Stati e sul
deficit
Sui conti
pubblici, in
primavera il
governo sapr
se c lok della
Commissione
alla legge di
Stabilit. Dal
2017 saranno
pi stringenti i
vincoli del
Fiscal compact,
Renzi chiede
maggiore
flessibilit
Il 20
gennaio
Juncker
puntualizza:
Con Renzi uno
scambio
maschio e
virile, ma le
relazioni sono
buone
Il 7 febbraio
Renzi rilancia:
Primarie per il
prossimo
presidente
della
Commissione
Ue, basta con la
tecnocrazia

alle polemiche sulle dinamiche e le regole che riguardano


i migranti, ha lasciato strascichi sul tappeto, e dunque c
da confermare che nei prossimi mesi sar necessaria una
riflessione sullEuropa. Se non
ripartiamo per unEuropa innovativa affascinante e brillante, dinamica, comunque

Il programma
Oltre al capo del
governo Juncker vedr
Mattarella e i vertici
di Camera e Senato

perdiamo la sfida con la storia. Sui migranti vedo una


maggiore attenzione ma nel
merito c ancora da fare, molto da lavorare. Certo, rispetto a
un anno fa quando sembravamo dei pazzi a chiedere limpegno europeo, cambiato
molto, tuttavia ancora non
sufficiente. Penso che lUe
debba fare di pi sotto tutti i
punti di vista.
Riguardo alle polemiche
con i Paesi dellEst, alle accuse
ricevute di averli ricattati,
ventilando un blocco dei fondi
comunitari per quei Paesi che
rispettano le regole sullasilo e
rimpatri, il presidente del

Consiglio aggiunge che non


ci sono tensioni ricatti e minacce. Dico che la solidariet
non pu essere monodirezionale, doubleface.
Per il resto la giornata di
Renzi segna anche un primo
disgelo con Juncker. Dopo una
serie di incontri bilaterali
(uno con Cameron, un altro
con la Merkel, un altro ancora
con il premier belga), il faccia
a faccia con Juncker certamente un elemento novit,
dopo le polemiche, politiche e
personali, degli ultimi tempi.
Lagenda dellincontro, officiato dal socialista Martin
Schultz, amico personale di

Il governo
polacco
Renzi non
pu
ricattare.
Dovremmo
cercare
soluzioni,
non puntare
il dito

RIPRODUZIONE RISERVATA

SetteGiorni

Al tavolo
Dopo una
giornata di
bilaterali e
trattative, ieri
sera i 28 leader
dellUe si sono
riuniti intorno
al tavolo per
una cena di
lavoro. Ai capi
di Stato e di
governo
stata servita
una cena che
comprendeva
una corona di
carciofi con
formaggio di
capra e rucola,
filetto di vitello
con salsa al
dragoncello,
spinaci e
polenta e una
bavarese ai
frutti della
passione
(Reuters)

SEGUE DALLA PRIMA

Rottamazione dopo rottamazione, in questi anni il premier ha coltivato la solitudine,


facendone un autentico marchio di fabbrica. Lassenza di
delega una caratteristica che
lo ha differenziato da tutti gli
altri leader, e che non ha precedenti nemmeno in Italia.
Perch persino Berlusconi
che uomo di eccessi e che si
sempre vantato di aver assunto le migliori decisioni quando mi sono fatto guidare dallistinto ha avuto degli airbag. Renzi no. Renzi non ha un
Gianni Letta a cui consentito
alzar la voce per tentare di fargli cambiare una decisione, n
ha un Confalonieri che pu
entrare nella sua stanza per
provare a farlo ravvedere.
E in questa fase, cruciale per
le sorti del Paese e per le sue
ambizioni personali, il presidente del Consiglio che anche segretario del Pd, sta misurando la fatica di gestire in
prima persona i tanti fronti
aperti dentro e fuori i confini
nazionali. Concentrato com
nella sfida in Europa, difficilmente pu applicarsi nella
guida del partito in vista delle
Amministrative, e facilmente
pu scivolare su una buccia di
banana in Parlamento.
In questo senso la gestione
al Senato della legge sulle
unioni civili emblematica,
perch da un mese i segnali
provenienti dai Cinquestelle
dovevano indurre il Pd a evitare dinseguire laccordo con il
Movimento. Un mese fa era arrivato (anche) a Palazzo Chigi
lavvertimento di un autorevole esponente della maggioranza, che riferiva una confidenza
del grillino Di Battista: Faremo pagare a Renzi la storia di
Quarto. E gliela faremo pagare
sulle unioni civili. Promessa
mantenuta.
Certo, lassenza di alternativa rappresenta un punto di
forza, a patto per che non si
arrivi al punto di rottura. E non
c dubbio che il premier possa contare sui consigli di Mattarella, che considera la stabilit il valore politico pi prezioso, e che per questo moti-

Renzi, in versione di facilitatore di un riavvicinamento, la


ricerca di un accordo con la
Gran Bretagna. Ma lontano
dai riflettori improbabile
che fra Juncker e Renzi non ci
sia stato anche un primo chiarimento. Lo stesso Schultz, alla fine, soddisfatto, definir
molto costruttivo lincontro
a tre.
E proprio ieri Juncker ha annunciato che sar in Italia la
prossima settimana, per un visita che non sar solo a Palazzo Chigi, per discutere con
Renzi di legge di Stabilit, o
ancora di crescita e occupazione, o ancora di quel piano
degli investimenti che stenta a
decollare. Ma con i vertici istituzionali italiani, dal presidente della Repubblica a quelli di Camera e Senato. Insomma un incontro fra il capo del
governo della Ue e il sistema
politico italiano, forse anche
per mettere da parte le troppe
incomprensioni che negli ultimi mesi hanno costellato il
rapporto fra Roma e Bruxelles.
Marco Galluzzo

La solitudine del premier


che vuole lultima parola
sulle due prossime manovre
Va alla battaglia senza un signorn tra i suoi
vo offre suggerimenti al
premier nello svolgimento
dellazione di governo con un
approccio diverso dal suo predecessore al Quirinale: perch
il capo dello Stato esercita
spesso la sua moral suasion
sta accadendo anche in queste
ore ma la tiene confinata
nella sfera delle conversazioni
riservate, e non la rende (quasi) mai pubblica.

Prima di verificare di quanti


airbag disponga il renzismo,
Renzi chiamato a ristrutturare il modello di gestione (e ripartizione) del potere. La partita europea decisiva nella
sua strategia, su questo non c
dubbio, e lobiettivo di avere
mano libera sui conti pubblici
per le prossime due leggi di
Stabilit, cos da poter agire
co n a l t re t t a n te m a n ov re

Palazzo Spinelli
Bruxelles, la sala dedicata ad Aldo Moro
Una sala, al terzo piano del Palazzo Spinelli di Bruxelles,
sede del Parlamento europeo, sar intitolata mercoled
prossimo a Aldo Moro, il leader democristiano e presidente
del Consiglio, ucciso nel 1978 dalle Brigate rosse, di cui ricorre
questanno il centenario della nascita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

espansive per far ripartire


leconomia (e vincere le elezioni) impegner tutte le sue
energie. Dinnanzi a questa impresa persino uno tosto come
Calenda, prossimo ambasciatore italiano a Bruxelles, stato visto prendere il respiro:
Sar dura.
Ma se un leader chiamato
a decidere in solitudine, non
pu per muoversi senza rete,
senza cio un gruppo di autorevoli e fidati signorn. Anche
perch loffensiva in Parlamento contro la Germania,
stabilita in assoluta autonomia, non solo ha portato allo
scoperto quello che il centrista
Cicchitto definisce il partito
italiano degli Alemanni, ma
ha provocato la reazione del
compagno socialista Schulz,
irritato per il modo in cui il
premier ha parlato delle due
maggiori banche tedesche in
sofferenza per i titoli tossici.

728
i giorni
trascorsi da
Matteo Renzi
alla guida del
governo: il
presidente del
Consiglio ha
giurato con i
ministri al
Quirinale il 22
febbraio 2014.
Il 24 febbraio
ha ottenuto la
fiducia al
Senato con
169 s, il giorno
successivo alla
Camera con
378 favorevoli

Non bastasse il fronte europeo, c poi il fronte nazionale.


Come ogni capo di un governo
occidentale che abbia un orizzonte di legislatura, a met
cammino anche Renzi sta
scontando un momento di
flessione al cospetto dellopinione pubblica: lindice di fiducia che nel primo anno a Palazzo Chigi aveva toccato il 70%
ora si quasi dimezzato. la
fase pi delicata, quella in cui
si pu consolidare il primato o
assistere a un processo di erosione. Leventualit non porrebbe certo il segretario del Pd
fuori dai giochi, ma potrebbe
riaprire i giochi.
Al bivio, Renzi chiamato a
decidere come rilanciarsi, sapendo che la strada del voto
anticipato non solo difficilmente percorribile ma renderebbe evidente se venisse
evocata il momento di debolezza. Il problema del premier piuttosto sta dentro due
quesiti. Stabilire come e con
chi portare a compimento
lazione di governo fino al termine della legislatura, visti i
primi segni di tensione con i
centristi e vista limpossibilit
di usare maggioranze variabili
in Parlamento. E poi organizzarsi uno staff che lo supporti,
che sia fidato e autorevole, e
che alloccorrenza sappia anche dirgli no. E queste sono le
scelte solitarie di ogni leader.
Francesco Verderami
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

6
#

Primo piano Il dibattito


In campo Una
manifestante
a Londra. Sulla
borsa la scritta:
Voglio lasciare
lUnione
Europea.
E tu?. partita
la campagna
per il
referendum
sulla Brexit.
Il voto previsto
per giugno
decider se la
Gran Bretagna
rester nella
Ue. Gli ultimi
sondaggi
vedono la
popolazione
divisa. Fronte
euroscettico
in vantaggio di
2 punti, il 38%
degli intervistati
a favore
delluscita
dallUnione,
i filoeuropei
sono il 36%
(Epa)

Tra Italia
e Londra

Dopo il negoziato, il referendum:


andarsene o restare nella Ue?
Cosa si aspetta chi vive a cavallo tra due
mondi: da Sud a Nord voci di espatriati
e cittadini, delusi e (ancora) fiduciosi

a cura di Maria Serena Natale

Guerra
in Siria,
scontro
RussiaTurchia,
crisi dei
migranti...
e in questo
scenario
catastrofico
Londra
monopolizza il
dibattito
Bill Emmott

Se Londra
esce
cambia
tutto,
anche nelle
piccole cose
quotidiane
che oggi
diamo per
scontate,
nel nostro
modo di
sentirci
cittadini
Tim Parks

Lex direttore

Il narratore

La scrittrice

Il cantante

Leconomista

Bill Emmott:
Europa debole
(e noi pure)

Tim Parks:
in tutti i casi
restiamo amici

Hornby: lisola
ha paura, noi
non la capiamo

Shel Shapiro:
amo anche
i vostri difetti

Siniscalco:
ma ci servono
i liberali inglesi

iornalista britannico
profondo conoscitore
dellItalia che ha
raccontato in libri e
documentari come una
fidanzata in caduta libera
tra malessere morale e
declino produttivo, Bill
Emmott giudica la trattativa
di Bruxelles una
vergogna: Guerra in
Siria, scontro frontale
Russia-Turchia, migranti...
dice lex direttore
dellEconomist e in
questo scenario catastrofico
Londra monopolizza il
dibattito europeo per
rinegoziare le condizioni
della permanenza
nellUnione. Come spiega
il disagio sempre pi
profondo della societ
inglese nei confronti della
Ue? In quattro anni di crisi
finanziaria e due di
emergenza immigrazione
lEuropa stata inefficiente,
fragile, incapace di
collaborare. Certo anche
noi britannici non siamo
stati di grande aiuto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

crittore nato a
Manchester, traduttore
di romanzi dallitaliano
allinglese con passioni che
spaziano da James Joyce
allHellas Verona, Tim Parks
vive a Milano e guarda con
inquietudine alla
disaffezione che monta nel
Regno Unito verso la Ue.
Se Londra esce cambia
tutto, anche nelle piccole
cose quotidiane che oggi
diamo per scontate, nel
nostro modo di sentirci
cittadini. Non credo che a
Bruxelles abbiano una
percezione chiara del grado
dintolleranza sviluppato
dei britannici verso certe
distorsioni burocratiche.
Il premier David Cameron
scommette su un
referendum che fino a
qualche mese fa non faceva
cos paura. Come finir?
Continuo a sperare che
non ci separeremo, a
questo punto mi aspetto
una maggioranza risicata.
Comunque vada, resteremo
amici.
RIPRODUZIONE RISERVATA

alermitana di nascita e
londinese dadozione,
la scrittrice Simonetta
Agnello Hornby vede nel
dibattito britannico uno
scivolamento pericoloso.
Non pi un voto
per lEuropa, ma
sullimmigrazione. Qual
lorigine di quel sentimento
di frattura che il Regno
Unito ha mantenuto nei
secoli rispetto al
continente? Londra una
citt internazionale nel
midollo ma il resto del
Paese resta unisola. E come
isola ha paura. A differenza
che in Sicilia, porto di
passaggio, in Gran
Bretagna tutti arrivano per
restare e in un momento di
massima incertezza questo
aggrava il senso di assedio,
la paura del nemico alle
porte. Quando ha lasciato
libert di coscienza ai
deputati, neanche Cameron
si aspettava sviluppi cos
traumatici. E lEuropa che
cede alle grida dallarme
inglesi gi pi debole.
RIPRODUZIONE RISERVATA

antante, musicista,
produttore, Shel
Shapiro nato a
Londra e ha scelto lItalia,
dove sfond negli anni
Sessanta come frontman
dei Rokes. Ha imparato ad
accettare i difetti degli
italiani che non si
aggiornano e provano
sempre un po di
soggezione verso gli
europei del Nord, non ha
dimenticato quelli degli
inglesi che viaggiano
tanto ma restano una
societ sigillata,
continuano a sentirsi al
centro del mondo. In
questa confusione
mondiale, con scenari
instabili e il potere nelle
mani di pochi dice dalla
sua casa di Loano in Liguria
siamo tutti legati, non
basta chiamarsi fuori come
fa Londra. Uscire sarebbe
un errore. Speriamo che la
tempesta si plachi . Much
Ado about Nothing direbbe
Shakespeare. Molto rumore
per nulla.
RIPRODUZIONE RISERVATA

a Gran Bretagna
lunica forza
davvero liberale e
pro-mercato nellUnione,
con un importante ruolo di
freno alle politiche a guida
tedesca. LEuropa non pu
permettersi di perderla.
Domenico Siniscalco, gi
direttore del Tesoro e
ministro dellEconomia nei
governi Berlusconi II e III,
oggi numero uno di
Morgan Stanley in Italia, si
divide tra Torino e Londra.
La situazione sarebbe
meno rischiosa se gli
inglesi restassero isolati
come ai tempi di Margaret
Thatcher e del suo I want
my money back (Rivoglio i
miei soldi, dal discorso al
vertice Cee del 1979, ndr).
Il problema che ci sono
Paesi, vedi la Polonia,
pronti a usare il caso
Londra come precedente.
Per fortuna c Juncker,
gran negoziatore amante
delle trattative notturne...
prende la controparte per
sfinimento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Qui tutti
arrivano
per restare
e questo
aggrava
il senso di
assedio. La
Ue che cede
alle grida
dallarme
gi pi
debole
Simonetta
Agnello
Hornby

Speriamo
in Juncker,
gran
negoziatore
amante
delle
trattative
notturne...
prende
la
controparte
per
sfinimento
Domenico
Siniscalco

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

7
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

8
#

Primo piano Terrorismo

Bombe dal cielo


sui jihadisti radunati
per un sermone:
40 morti in Libia
Colpita base dellIsis. Nel covo laddestratore
dei terroristi tunisini con un passato in Italia

Misurata

Tripoli
Zintan

Sabratha
Colpita una base usata
dallIsis per addestrare
i miliziani: oltre 40 morti

ALLEANZA
MILIZIANA
LIBICA

LEGENDA

Nel mirino

Noureddine
Chouchane,
tunisino, forse
ucciso nei raid:
avrebbe
preparato
i terroristi
protagonisti
delle stragi del
Bardo. Un
passato in Italia

WASHINGTON la triade. Droni e


satelliti, informatori e forze
speciali sul terreno, il colpo affidato ai caccia. In questo caso
contro i militanti dellIsis riuniti nel campo Baraem a Sabratha, in Libia, a Ovest della capitale. Sono morti a decine tra
i 30 e i 40 centrati dalle bombe lanciate da una coppia di F15E statunitensi. Tra le vittime
anche dei civili e forse Noureddine Chouchane, tunisino, sospettato di aver preparato i terroristi protagonisti delle stragi
del Bardo e di Sousse, in Tunisia. Il Pentagono sembra ritenere che il leader sia stato ucciso,
per non ha la certezza e attende le verifiche.
Lincursione ha seguito un
modello operativo consolidato,
usato dagli americani dallIraq

fino al Nord Africa centinaia di


volte. Un tattica di target killing
che resta la prima scelta della
Casa Bianca nella lotta allislamismo radicale. E le testimonianze raccontano di un lavoro
di tessitura durato settimane,
con gli Usa impegnati nella raccolta di dati per poter sorprendere il nemico nel distretto di
Qasr al Talil, a otto chilometri
dal centro. I guerriglieri sono
arrivati in piccoli gruppi per
ascoltare un sermone di un
esponente religioso, preghiera
e indottrinamento allinterno
di una fattoria affittata da Abdel Hakim Mashawat, ex membro del Gruppo libico islamico
combattente, vecchia sigla del
qaedismo. Un sito trasformato
dallIsis in luogo di addestramento frequentato da miliziani

Il cratere
I resti delledificio
che ospitava
i jihadisti
(Reuters)

Isis
Ha il suo
quartier
generale a Sirte

Abugrein

L I B I A

Nawfaliya
Ras Lanuf

Alba Libica
Ansar al Sharia
Governo di Tripoli
(Jadisti)
Bersagli Isis
Esercito nazionale libico
Oleodotto
Petrolio
Milizie che appoggiano
Gasdotto
Gas
il Parlamento di Tobruk,
guidate dal generale Haftar
Rafnerie

Mosul (Iraq)

Ascoltava rock occidentale


Decapitato in piazza a 15 anni
Un ragazzo di 15 anni sarebbe stato decapitato
in pubblico a Mosul, la roccaforte dello Stato
islamico in Iraq, perch colpevole di
ascoltare musica occidentale. Lo riporta
lagenzia di stampa curda Ara. Il ragazzo
sarebbe stato prelevato nel negozio del padre.
Dopo lesecuzione, i miliziani dellIsis
avrebbero portato ai genitori il cadavere senza
testa del ragazzo.

Corriere della Sera

locali e da stranieri, compresi i


molti tunisini che rappresentano uno degli assi portanti del
movimento in Libia, forte di
circa 5-8 mila uomini.
Alle 3.40 i jet americani hanno sventrato alcuni edifici con
ordigni ad alto potenziale che
hanno lasciato crateri e macerie. Un raid iniziato probabilmente nella base di Lakenheath, in Gran Bretagna, e proseguito con un rifornimento in
volo. Nulla di nuovo, visto che
gli F15 lo avevano gi fatto in
giugno quando avevano cercato
di eliminare Mokhtar Belmo-

khtar, il famigerato Guercio.


Non cerano riusciti. Hanno invece fatto centro in novembre,
togliendo di mezzo Abu Nabil,
alto esponente dello Stato islamico. Blitz inseriti in una serie
di operazioni che hanno permesso la cattura, nel 2013, di
Abu Anas al Libi, esponente
storico di al Qaeda, e lanno dopo di Ahmed Abu Khattala, legato allassalto del consolato
statunitense di Bengasi. Poi
lincursione di ieri, preceduta
da una ricognizione quotidiana
affidata ad aerei americani, come lormai celebre N351DY che

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

PRIMO PIANO

9
#

usa come punti dappoggio


Pantelleria e Catania.
Gli occhi elettronici erano
per forza puntati su Sabratha.
Dal 2013 diventato un covo
dove i jihadisti libici si sono
uniti con i fratelli arrivati dalla
vicina Tunisia. Nascondiglio
neppure troppo segreto e palestra di eversione. Tunisi convinta che i massacratori del
Bardo e il terrorista che ha
aperto il fuoco sui turisti a
Sousse siano passati da qui,
probabilmente coordinati e
istruiti da Chouchane. Membro di Ansar al Sharia, coinvol-

Il retroscena

di Paolo Valentino

ROMA Le autorit militari italiane erano state informate preventivamente dellattacco aereo americano, che ieri mattina
ha colpito un campo di addestramento dellIsis in Libia, nei
pressi di Sabratha, non lontano
dal confine con la Tunisia.
Lo confermano al Corriere
fonti della Difesa, precisando
che il blitz era stato preparato
da tempo. Lazione mirata, nella quale sono morti una quarantina di jihadisti, aveva come
obiettivo Noureddine Chouchane, ritenuto il regista degli
assalti terroristici in Tunisia. Le
fonti spiegano anche che i caccia della US Air Force sono partiti da basi inglesi e sono stati
riforniti in volo da aerei cisterna.
Limportanza del raid lanciato dagli Stati Uniti in Libia che
esso prefigura un aspetto decisivo delleventuale missione
occidentale, che dovrebbe partire una volta insediato a Tripoli un governo di unit nazionale. La trattativa mediata dallOnu per porre fine alla guerra
civile che dilania il Paese va a
rilento. Ma domenica scorsa il
Consiglio Nazionale ha infine
inviato alla Camera dei Rappresentanti, il Parlamento riconosciuto internazionalmente che
siede a Tobruk, una lista di 13
ministri per lapprovazione.
Dovrebbe poi essere lesecutivo
uscito dallintesa a chiedere
laiuto militare della comunit

to in un conflitto a fuoco costato la vita ad un agente, lestremista scappato trovando prima rifugio in una moschea,
poi in unarea montuosa, infine passato in Libia ed ha giurato fedelt al Califfato. Percorso di guerra santa con una pa-

La missione
Gli aerei sono partiti
dalla Gran Bretagna
e hanno colpito alle
3.40 di gioved

rentesi italiana: avrebbe vissuto per un certo periodo nel


nostro paese. Un personaggio
ha precisato il Pentagono
coinvolto nella pianificazioni
di stragi e negli spostamenti di
miliziani. Un operativo con
una vasta esperienza che, stando alla versione ufficiale, rappresentava una minaccia incombente, visto che i suoi uomini erano decisi ad attaccare
bersagli in Occidente. Prove
sufficienti per far scattare una
mossa preventiva che sar seguita da altre, sempre per casi
specifici, in linea con la strate-

gia del contenimento.


I generali secondo indiscrezioni apparse su Daily Beast hanno proposto unondata di bombardamenti su Sirte e missioni delle unit delite,
un martellamento per neutralizzare la capitale dellIsis. Il
presidente Obama ha risposto
con un no ritenendo che si
debba continuare, per ora, con
azioni limitate lasciando invece a Francia e Italia il compito
di un intervento pi ampio.
Guido Olimpio
@guidoolimpio

Il commento
Il premier di Tobruk
chiede oggi la fiducia
Gli Usa gi lo snobbano
di Francesco Battistini

RIPRODUZIONE RISERVATA

Roma stata avvertita


Il raid un modello
per interventi futuri
internazionale.
Nei mesi scorsi, lavanzata
dellIsis sulla costa intorno a
Sirte e il timore che le sconfitte
subite in Siria spingano lo Stato islamico a stabilire la sua
nuova roccaforte sulla costa
nordafricana, avevano spinto
alcuni Paesi della coalizione,
soprattutto Stati Uniti e Francia, ad accelerare i tempi di un
intervento, anche in assenza di
un accordo politico e di un governo. Non un mistero che da
mesi forze speciali americane,
insieme a unit di intelligence
inglesi, francesi e italiane siano discretamente presenti in
Libia per raccogliere informa-

zioni, identificare obiettivi,


mappare le aree sensibili, attivit indispensabile per mettere a punto i piani di attacco.
Ma le pressioni dei militari
Usa per lanciare a breve una
campagna di bombardamenti
in grande stile contro lIsis in
Libia, sul modello di quella siriana, sono state respinte dalla
Casa Bianca. Secondo fonti del
Pentagono, citate dal Daily Beast, il presidente Obama ha invece optato per azioni mirate,
proprio del genere di quella
condotta ieri. Anche Francia e
Regno Unito, che erano apparse molto impazienti di intervenire, sembrano ora inclini ad

Detriti Passanti sul luogo dellesplosione a Sabratha (Reuters)

accettare la linea, sostenuta


dallOnu e dallItalia, che nessun intervento sia possibile
senza la richiesta formale di un
governo legittimo e sovrano.
Soprattutto per evitare gli errori del 2011 e per non essere percepiti dalla popolazione libica
come invasori.
I tempi tuttavia sono molto
stretti, visto lavanzare della
minaccia jihadista: secondo
fonti dellintelligence Usa in Libia ci sono attualmente 5 mila
combattenti islamici, contro
un migliaio ancora pochi mesi
fa. Lo stesso ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha detto
al Corriere che non immaginabile far passare la primavera
senza intervenire in Libia.
Lazione di ieri una significativa anticipazione del copione
che si prepara. Nessun bombardamento a tappeto dunque.
Piuttosto, azioni mirate soprattutto americane ma anche
alleate contro obiettivi precisi,
cui si accompagnerebbero sul
terreno attivit di protezione
dei siti a rischio, garanzia dellattivit del governo, formazione e addestramento delle
forze di sicurezza libiche. La richiesta esplicita degli Stati
Uniti che siano i Paesi europei a fornire le forze speciali
per questa attivit sul campo,
con lItalia in posizione di leadership nella missione internazionale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I piani
Il raid che ha
colpito il covo
dei miliziani
dellIsis a
Sabratha
prefigura il
piano dazione
dellOccidente
La Casa
Bianca ha
escluso una
campagna
intensiva
contro lIsis a
Sirte. Obama
vuole invece
continuare con
i raid mirati
LEuropa
aspetta che si
insedi il
governo di
Tobruk che
dovrebbe
chiedere un
intervento
internazionale.
Gli europei
(Italia in testa)
a quel punto
dovrebbero
garantire
addestratori e
forze di polizia

hanno invitato a parlare i deputati. E


almeno questo un buon segno.
Lunico: un uomo coi capelli tinti e
pronto a vederne di tutti i colori atterrato
ieri sera a Tobruk, provenienza Cairo, e oggi
si presenter nellhotel vista mare che da pi
dun anno fa da Parlamento della Libia. La
sola aula riconosciuta dalla comunit
internazionale. Luomo si chiama Fayez al
Serraj ed il premier incaricato di formare
un governo dunit nazionale. Ha bisogno
dalmeno 134 voti di fiducia su 200, ma non
sar facile: 45 onorevoli hanno gi fatto
sapere che voteranno contro. Serraj ha
faticato due mesi per un Cencelli che
rappresenti le tre Libie di Cirenaica,
Tripolitania e Fezzan. Gli han dato tre giorni
di tempo per convincere i parlamentari a
sostenerlo. Gli daranno forse due anni di
mandato. E un compito: appellarsi alla
comunit internazionale, per chiedere laiuto
militare nella guerra allIsis.
Ce la far? E soprattutto: importante?
Lintervento militare gi cominciato, senza
altre risoluzioni del Consiglio di sicurezza. E
di Serraj sembra importare pi che altro
allOnu che ne aveva ottenuto lincarico a
dicembre. O agli europei, che ancora
considerano il suo discorso a Tobruk un
necessario preliminare delle bombe. Quando
il New York Times aveva anticipato tre giorni
fa quel che gioved notte s scatenato nei
cieli di Sabratha gli Usa stanno aprendo
un nuovo fronte di guerra contro lIsis in
Libia , linviato onusiano Martin Kobler
aveva capito: Attenti a mettere il carro
davanti ai buoi, lavvertimento, non il
momento di condurre raid aerei contro lo
Stato islamico, rischiamo di distruggere gli
sforzi per costruire il governo dalleanza
nazionale.
Non lhanno ascoltato. Il Pentagono, alle 3
e 30 di gioved notte, ha intrapreso una
strategia yemenita che ha gi fatto disastri
altrove e che rischia anche qui di colpire i
civili, facendo crescere on the ground le
simpatie per lo Stato islamico. Il silenzio dei
governi europei dice molto. Laccordo
politico da raggiungere a Tobruk solo
cosmetico, come la tintura di Serraj: le
bombe di Sabratha potrebbero accelerarlo
come incepparlo ma di sicuro Obama, che
raccomanda di non ripetere in Libia le
stupidaggini combinate in Siria e Iraq, non
intende pi perdersi nei passi del
Transatlantico libico. Siamo solo allinizio,
dice una fonte diplomatica, e dove si finisce
incerto. Pure lAlgeria, finora fuori dal
contagio libico, poco prima del raid ha
schierato i cannoni sulla frontiera. Perch lo
sanno tutti: se piovono ancora bombe, i
jihadisti scappano come topi. E provano a
sconfinare. Cercando unaltra Libia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

11
#

Primo piano Immigrazione

Barcone alla deriva


Si cercano i corpi
al largo della Sicilia
Agrigento, due cadaveri in mare e superstiti in fuga
La pattuglia del maresciallo Fabio Natale passava
per un normale controllo sulla
statale che domina lincanto
delle spiagge della riserva di
Torre Salsa quando, intorno
alle nove, sul pendio che degrada fino allarenile, una ventina di persone sarrampicavano allontanandosi dalla battigia dove ondeggiava una sgangherata barchetta di legno. E i
carabinieri hanno subito capito di trovarsi davanti allennesimo sbarco di disperati in

AGRIGENTO

60,2
Per cento
I migranti in pi
arrivati a gennaio rispetto
allo stesso
mese del 2015

cerca di futuro.
Uno di quegli sbarchi che finisce in tragedia. Due morti
accertati e solo un cadavere recuperato perch le ricerche,
interrotte allimbrunire, riprendono oggi, alle prime luci
dellalba. Il bilancio finale sar
sicuramente molto pi grave.
Lallarme stato lanciato
mentre rincorrevano il gruppo
di nordafricani inzuppati e
spaventati, i carabinieri sono
riusciti a bloccarne e a soccorrerne quindici, ma con la cer-

tezza che altrettanti debbono


essersi dileguati fra i vigneti
verso Agrigento, o forse rimanendo nascosti tra gli alberi
della riserva, battuta per ore
da altre pattuglie e controllata
dallalto da un elicottero della
Guardia costiera che ha individuato i due cadaveri. Ma con i
piloti che non sono riusciti a
vederne altri. Un mistero. A
vuoto anche le ricerche con
due motovedette e un pattugliatore.
Di certo c che, mentre i

I soccorsi Il corpo senza vita di un migrante trovato


sulla spiaggia della riserva di Torre Salsa, in provincia
di Agrigento (foto Guglielmo Mangiapane/ LaPresse)

quindici superstiti, compresi


due minori, venivano portati
in caserma a Siculiana, i militari arrivati con difficolt lungo una dissestata trazzera sulla spiaggia di Fungitedda, davanti alla barca ondeggiante,
trovavano soltanto uno dei
due cadaveri avvistati dallalto,
perch laltro se lera ripreso la
risacca del mare.
Non mancano dubbi, come
quelli del prefetto di Agrigento Nicola Diomede: Quella
sgangherata barca ha una corda agganciata alla prua. Un
dettaglio che fa sorgere pi di
un sospetto. La cima potrebbe
far pensare a una nave-chioccia che la trainava... Ma sono
solo indizi di indagini complesse e ricerche da riprendere
per non lasciare nulla di intentato.
Analoga lindicazione emersa al comando dei carabinieri
di Agrigento dove a sera i superstiti sono stati interrogati
dagli uomini del colonnello
Mario Mettifogo alla presenza
di un mediatore.
Felice Cavallaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL REPORTAGE LA TRAVERSATA
dal nostro inviato a Smirne
Lorenzo Cremonesi

uesta la storia di Mohammad 26


anni, con la moglie Aia di 17 e Jasmine, nata il 13 gennaio quando erano
gi profughi siriani in Turchia. Una
storia ormai come tante. Eppure eccezionale nei suoi dettagli, come in fondo lo sono tutte le buone storie. E in pi con un buon
finale (almeno per il momento).
Al hamdurillah, ce labbiamo fatta!, ci ha
detto sorridendo al telefono Mohammad gioved dal nuovo centro di accoglienza migranti approntato dalle autorit greche nellisola di Lesbo. Da mesi sognavano il momento in cui sarebbero scesi dal gommone in terra europea.
Ma cerano i racconti dei sopravvissuti ai naufragi, i quasi 500 morti annegati nellEgeo soltanto dallinizio dellanno ad oggi. I ricatti degli
scafisti, la beffa di un tratto dacqua largo meno
di una dozzina di chilometri, eppure tanto infido nei gommoni vecchi, con i motori arrugginiti, i ricatti e la brutalit degli scafisti.
Avevano paura, non sapevano se fosse giusto
correre i rischi della traversata in mare assieme
a Jasmine, che dorme ignara e beata in braccio a
loro due, infagottata in coperte e vestitini troppo pesanti nel caldo fuori stagione. Tipico di
chi viene da regioni di disperazione e morte,
dove si cerca di ovviare a pericoli troppo grandi
per essere affrontati realisticamente.
Gioved sera dovevano imbarcarsi per Atene
e da qui cercare un mezzo per la Macedonia e
poi la lunga, infinita via dei Balcani alla volta
della Norvegia, dove risiede una lontana cugina
di Aia che, dicono loro due, promette di aiutarci. Provate a immaginarli nella piazza Hatuniye Parki, nella parte antica di Smirne, dominata dal castello bizantino. Un luogo obbligato
per trattare con gli scafisti. Casette basse, cinque palme, ristorantini che vendono shawarma
e falafel preparati come ad Aleppo, i muri rossi
dellHotel Aslan e altre locanducce simili che
per 25 euro a notte offrono un letto (non una
stanza). In genere si dorme per le strade, ma chi
ha bambini e arriva dinverno almeno lultima
notte prima di seguire gli scafisti cerca di stare
qui. Il prezzo esoso, fa parte della lunga catena
di poveracci che sfruttano poveracci.
Nelle strade vicine i negozi offrono giubbotti
salvagente arancioni regolamentari per circa 30
euro, altri dieci sono necessari per la lampade
stagne. Agli angoli un paio di ambulanti offrono giubbotti rossi per met prezzo, ma sono taroccati. Servono solo per affogare pi rapidamente, ironizza un anziano dalla voce roca seduto sulle panchine.
Loro tre si siedono per caso vicino a noi per
mangiare un panino. Parla Mohammad: Siamo arrivati in Turchia dalla citt assediata di
Madaya, nella regione di Damasco. famosa
perch da quasi due anni lassedia lHezbollah
sciita libanese per conto di Assad. Ci si muore

Profughi Mohammad, 26 anni, con la moglie Aia di 17 e la figlia Jasmine, nata il 13 gennaio scorso, quando erano gi arrivati a Istanbul dalla Siria

Noi, sul gommone


tra canti e preghiere
in quel tratto dellEgeo
cimitero dei bimbi
Sul web
Il videoreportage e le
immagini della
traversata di
questa famiglia
di profughi
siriani sul sito
Corriere.it

di fame. Noi siamo riusciti a uscire in giugno


solo firmando un documento in cui dichiariamo che tutte le nostre propriet vanno ad
Hezbollah. Arrivano a Istanbul e lui da luglio
lavora in una fabbrica di mobili per 300 euro al
mese. Gliene servono 1.200 per comprare il passaggio in canottino con la moglie. Jasmine nasce dopo, comunque i bambini di pochi mesi
non pagano, stanno in braccio ai genitori.
Impiega sei mesi per raccogliere la somma,
ora sono pronti. Ci presenta il suo scafista, Abu
Abdu, sulla quarantina, originario della citt
vecchia si Aleppo, vestito con cura, fa parte dei
nuovi ricchi in combutta con la mafia turca.
Chiediamo: avete problemi con larrivo delle
navi Nato nellEgeo? Assolutamente no. Sappiamo dove stanno. Sono lente e poche. Per noi

La rotta

Istanbul
2

TURCHIA

Smirne

Lesbo
(Grecia)

SIRIA
1

ISRAELE

Madaya
IRAQ

cambia poco. Ci creano difficolt i guardiacoste


turchi, che ora sono molto attivi.
Ci salutiamo con loro due che promettono di
effettuare riprese durante la traversata. la seconda volta che provano. Tre settimane fa il loro battellino si quasi rovesciato nel vento e la
pioggia mentre stavano partendo per Kios. E
hanno dovuto rientrare. Ma adesso il tempo
caldo, il mare calmo. Abu Abdu ottimista:
Abbiamo punte di 26 gradi. Sembra primavera, ce la faranno.
Questo il loro racconto gioved pomeriggio:
Due sere fa ci hanno stipati nel cassone di un
camion, 35 adulti e 15 bambini. Tutti siriani. Da
Smirne abbiamo viaggiato tre ore verso nord.
Poi siano stati chiusi in una casetta di pescatori
sulla costa. Alle tre di notte siamo andati alla
spiaggia mentre gli scafisti gonfiavano il gommone. Ma i guardiacoste turchi incrociavano al
largo, vedevamo le luci di Lesbo in distanza. Infine siamo partiti alle sette e mezza della mattina. stato semplice. Uno di noi guidava il motore. Gli scafisti ci hanno solo indicato di andare diritto. Noi pregavamo, cantavamo, ci facevamo coraggio.
Infine, lo sbarco: Siamo arrivati sulla riva
greca alle 10 e mezza. Erano almeno tre anni che
tutte le mie speranze si concentravano su queste tre ore di navigazione. In Siria dominano
morte e terrore. Ora comincia una vita nuova.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

12
#

Esteri
Lintervista

di Viviana Mazza

Regeni non faceva ricerca politica


Stiamo rivedendo i criteri di rischio
Runciman, direttore del suo dipartimento a Cambridge: troppe speculazioni

Chi

David
Runciman,
49 anni,
il capo del
dipartimento di
Politica e Studi
internazionali
dellUniversit
di Cambridge
Runciman ha
la supervisione
di tutti gli
studenti che
lavorano
allestero per
ragioni
accademiche.
Come Giulio
Regeni,
il ricercatore
ucciso al Cairo

Professor David Runciman, qual il suo ruolo rispetto agli studi di Giulio Regeni a Cambridge?
Io sono il capo del dipartimento di Politica e Studi internazionali e questo include il
centro per gli Studi dello sviluppo dove lavorava Giulio. Ho
la supervisione di tutti gli studenti che lavorano allestero,
sappiamo delle ricerche che
conducono e ci assicuriamo
che si tratti di lavoro accademico convenzionale, ho avuto
questo ruolo con Giulio, ed
eravamo consapevoli che stava
lavorando anche con lAmerican University in Cairo.
Ha cominciato a settembre
e la fine del lavoro sul campo
era marzo. Doveva scrivere
durante questo periodo?
No, il punto del lavoro sul
campo di fare ricerca, lavoro
darchivio, interviste; e ci si
aspetta che poi si finisca a
Cambridge, non cerano report che stava scrivendo per
noi mentre era l.
Maha Abdelrahman era la
sua unica supervisor a Cambridge?
Maha era la sua supervisor
e lo seguiva come seguiamo
tutti gli studenti.
Gli investigatori dicono

che sarebbe stato spinto a intensificare le sue ricerche in


modo pi partecipativo.
Sono speculazioni senza
base, e distraggono dalla questione centrale. Vogliamo sapere la verit su chi lha ucciso.
Era un ricercatore accademico
innocente ed stato brutalmente assassinato.
Lei parla di ricerca mainstream ma altri ricercatori
che trattano questi temi hanno avuto problemi con le autorit al Cairo. Non c una
responsabilit dei docenti
quando un ricercatore
mandato in un luogo potenzialmente rischioso?
Riconosciamo di avere una
responsabilit per tutti gli studenti. Giulio lavorava su un tema mainstream, cio non un
tema politico, si trattava di
analisi su economia e sviluppo. Quello che gli successo
completamente inspiegabile.
Una email di Giulio mostra
che voleva fare domanda per
un fondo di diecimila sterline della Antipode Foundation, un progetto tra attivismo e ricerca.
Le ricerche che sappiamo
stava conducendo non erano
in un territorio opaco tra attivismo e ricerca, si trattava di

ricerca accademica. Non ho visto questemail e non commenter.


La supervisor stata sentita dalla Procura di Roma.
Maha era al funerale di

Giulio, stata portata via dalla


polizia e interrogata dal procuratore in circostanze che noi
consideriamo estremamente
insensibili, non le sono state
date sufficienti spiegazioni e

La festa in India

Quei due bambini


sulla confluenza
dei tre fiumi sacri

Due bambini indiani, ieri, mentre


camminano sul Triveni Sangam,
il luogo della confluenza dei tre fiumi
Gange, Yamuna, e del mitico Sarasvati,
dove ha luogo la festa pi grande della
religione ind (Afp - Sanjay Kanojia)

non parla italiano. Era in Italia


per piangere Giulio, quello
che stato detto ai media italiani dopo quel colloquio non
ha basi, sono state rivelate cose che si dichiara che avrebbe
detto, ma lei non ha detto.
Non era in grado di capire cosa
veniva detto sul suo conto.
Il dipartimento ha un modulo di valutazione del rischio, un risk assessment
form, quando gli studenti
vanno allestero?
S, per Giulio lho firmato
io. Abbiamo seguito i consigli
del Foreign Office. Il Cairo era
un posto del tutto sicuro secondo il British Foreign Office.
Il fatto che qualcosa di terribile sia accaduto non invalida il
fatto che quando partito, era
in linea con i criteri dei rischi.
Il risk assessment cambiato per mandare altri studenti al Cairo?
Lo stiamo rivedendo, anche se la valutazione del Foreign Office non cambiata.
Cambridge avrebbe approvato il fatto che Giulio voleva
scrivere per il manifesto?
Il nostro lavoro era di approvare il suo lavoro accademico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

ESTERI

13
#

Primarie americane

E Trump si pente: Non mi piace litigare con il Papa


Terzo appuntamento, primarie importanti. Hillary
rischia in Nevada. Jeb Bush gi fuori in South Carolina?
DAL NOSTRO INVIATO
LAS VEGAS Il socialista Bernie Sanders ha

alzato i prezzi. Nella mail finale inoltrata ai


sostenitori chiede una donazione di 27
dollari. NellIowa si era accontentato di 3. La
capitalista Hillary Clinton, invece, che ha in
cassa fondi per 110 milioni di dollari, sollecita
un contributo a tariffe popolari: un dollaro
per vincere. Nel Nevada i due candidati
democratici dovranno soffrire fino allultimo

voto dei caucus, le assemblee che si


riuniranno oggi. Hillary leggermente in testa
nei sondaggi, ma aspetter il risultato a
Houston, nel Texas. forse il segnale pi
chiaro: lex segretario di Stato cerca di
minimizzare il peso del Nevada, proiettandosi
verso lappuntamento del 1 marzo, il
Supermarted, quando saranno chiamati alle
urne 15 Stati, tra i quali, appunto il Texas.
Certo, il Nevada mette in palio solo 43 delegati
e il Texas 252 sul totale dei 4.764 che

Insultati
da Donald

parteciperanno alla Convention di luglio. In


realt Hillary si impegnata a fondo per
vincere qui: ha iniziato a girare per citt e
villaggi da agosto. Per questo motivo la
rimonta di Sanders gi un fatto politico. Circa
met della popolazione del Nevada costituita
dalle minoranze degli Stati Uniti: 28% ispanici,
9% di afroamericani, 8% di asiatici. Ci significa
che il senatore del Vermont sta allargando il
suo bacino elettorale che si pensava confinato
ai bianchi, specie giovani.
Massima attenzione anche alle primarie
repubblicane che si svolgono in
contemporanea nel South Carolina. Donald
Trump nel frattempo ha smorzato la polemica
con il Pontefice su muri e migranti, dicendo

alla Cnn che non gli piace litigare con il


Papa. Nello Stato del Sud il pi accreditato
nelle previsioni della vigilia, mentre Jeb Bush
si gioca forse una delle ultime possibilit per
restare in corsa. Anche qui pesa il voto degli
evangelici. Interessante osservare la dinamica.
NellIowa liperconservatore Ted Cruz aveva
ottenuto il 34% delle preferenze tra i fedeli
delle chiese riformate; Trump il 22%. Ma nel
New Hampshire, Trump era balzato al 27%,
mentre Cruz era sceso al 23%. Il South Carolina
potr dire se in questa tumultuosa campagna
stia saltando pure lo schema del voto
religioso.
Giuseppe Sarcina
RIPRODUZIONE RISERVATA

Laggressione verbale
come arma politica. Trump
non risparmia niente e nessuno:
dai grandi magazzini Macys
al campionato di baseball

n tweet su otto postato da Donald


Trump contiene un insulto personale
di qualche tipo. Lo rileva il New York
Times che ha catalogato gli oltre 4
mila cinguettii postati dal miliardario newyorchese da quando ufficialmente sceso in campo per le presidenziali. Un flusso di aggressioni verbali a tutto campo che si riversa su rivali
politici (democratici e repubblicani) e media
(una ventina, di vario orientamento) ma che
inonda anche eventi popolarissimi negli Usa
come il campionato di baseball o il Superbowl,
oppure il servizio di una compagnia telefonica
bollato come terribile. Qualcosa di pi (o di
meno) di una strategia politica.


Obama
un leader
incompetente...
solo
chiacchiere
e distintivo
Sta
sotterrando
il nostro
sistema
militare

Megyn
Kelly una
giornalista
sopravvalutata...
Unoca
giuliva
Una mezzacalzetta...
Una
reporter
di terza
categoria...

So che c
questo
clown
Marco
Rubio...
come un
bambino
Non
dovrebbe
correre
secondo me

Underwood
A Las Vegas
Jesus linvisibile
sceglie Bernie
di Maria Laura Rodot

Tour Eiffel Striscione a Las Vegas

Se Hillary
Clinton
non riesce
neppure a
soddisfare
suo marito,
come crede
di poter
soddisfare
lAmerica?

Il New
York
Times
permette
a giornalisti
disonesti
di scrivere
storie
del tutto
inventate
La Cnn
racconta
solo c......

Questa la
foto di Neil
Young nel
mio ufficio,
era venuto
a chiedermi
soldi: un
ipocrita (gli
ha contestato luso
di un pezzo
in campagna elettorale, ndr)

envenuti a Las Vegas, Sin City ovvero citt


del peccato. Dove i destini dellAmerica
per una volta sembrano decisi dagli
invisibili. Al netto delle frasi fatte: oggi si voter
nei caucus democratici, Hillary Clinton e
Bernie Sanders sono dati alla pari (ma vai a
sapere, sono intricati; nel 2008 Clinton ebbe pi
voti, Barack Obama due delegati in pi). Il
Nevada, dove un elettore democratico su tre
ispanico, un test decisivo. Una vittoria di
Bernie dimostrerebbe come il senatore del
Vermont sia in grado di conquistare le
minoranze. Una sconfitta di Hillary sarebbe
drammatica per la sua campagna. Di tutto
questo, a Las Vegas, non c traccia. Lo si capisce
dalle parole di Ges. Ovvero di Jesus, messicano
che fa il busboy in un ristorante di un
albergone-casino; i busboy, quasi tutti ispanici,

Tutti
pensavano
che Angela
Merkel
fosse una
grande
leader, si
rivelata una
catastrofe...
Sta
rovinando
la Germania

I grandi
magazzini
Macys
sono molto
sleali
Le loro
azioni sono
tra quelle
con il
peggiore
andamento
Non
comprate
da loro

McCain
un eroe
perch
stato
catturato in
Vietnam?
Preferisco
quelli che
non si
lasciano
catturare
Sa solo
parlare in tv

sono quelli che sparecchiano a tavola, sono tra


gli infiniti invisibili che mandano avanti Las
Vegas, della cui esistenza nessuno prende atto,
da sabato, per poco, chiss. Jesus seduto a
mangiare in un fast food che si chiama El Pollo
Loco, il pollo matto, in un minimall fuori dal
centro di Vegas. Jesus ha un adesivo di Bernie
Sanders sul parafango. I democratici non
fanno propaganda tra gli anglos. Tu hai
guardato i canali in inglese, vero? Lo credo che
non c quasi niente. A Las Vegas pieno di
bianchi repubblicani. Stanno facendo
campagna tra nosotros. Ci sono i Bernie Boys
aggressivi accusati di infiltrarsi nei sindacati
degli alberghieri e ci sono i sindacalisti pro
Hillary. Ci sono spot a raffica dei due candidati
sulle reti tv in spagnolo (Sanders ha speso il
doppio di Clinton in spot tv) parlano di

Il Messico
non manda
qui la sua
gente
migliore
ma persone
piene di
problemi
Portano
droghe,
crimine
Sono
stupratori

Il Super
Bowl
troppo
noioso...
un gioco
lento,
insopportabile...
La Major
League di
Baseball
cos
ridicola

Bill Clinton
una delle
persone che
pi al
mondo ha
abusato
delle donne
Se si
considerano
Monica
Lewinsky e
Paula Jones,
o qualsiasi
altra...

immigrazione e cittadinanza, di lavoro, di


Hillary che da sempre amica degli ispanici, di
Bernie che combattivo. Jesus stavolta con lui.
Nel 2008 ho votato Clinton, racconta. Poi,
Obama. Poi, non cambiato niente, non faccio
che lavorare e guadagnare poco. Io e mia
moglie abbiamo due lavori, non vediamo mai i
bambini, per fortuna abbiamo labuela (la
nonna, ndr) che vive con noi. Lo so che Bernie
non ce la far, probabilmente. Ma sperare mi d
gioia, lidea che possa vincere uno che combatte
per noi mi darebbe gioia. A pochi isolati dal
Pollo Loco iniziano i grandi casin. Decine di
migliaia di giocatori ignari sbevazzano,
consumano snack, perdono soldi. Jesus porta
via piatti e bicchieri, dopo molte ore torna a
casa, negli estremi sobborghi, fiero del suo
parafango, sperando nel risultato di sabato.

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

14
#

Politica

Unioni civili, la mossa di Grasso


Boschi: al Senato il Pd non basta

mento della stepchild era opzione difficile, politicamente e


tecnicamente. Nel cuore del disegno di legge Marcucci, al
punto d, erano previste le stepchild (con un capitolo a parte,
f), e quindi difficilmente spacchettabili.
Giuditta Pini, in un calcolo rilanciato da Monica Cirinn, aveva stimato in 166 giornate lavorative il tempo per affrontare gli
emendamenti. Ma la stima non
vale pi. Gli emendamenti sono
molto ridotti, e in pi a voto palese. Quelli a voto segreto saranno una manciata. Inoltre il
contingentamento dei tempi, o
larmonizzazione, potr comunque essere chiesta.
A questo punto Matteo Renzi
ha pi spazio di manovra. Otterrebbe ununit del partito, magari di facciata. Senza bisogno
di imporre la stepchild. E magari potendo poi accusare gli
inaffidabili 5 Stelle di averla

Spiraglio a Palazzo Madama: via i canguri e voto segreto sulle adozioni


Sembrava limpasse e invece potrebbe esserci una svolta
nel disegno di legge sulle unioni civili. Il presidente del Senato
Pietro Grasso ha annunciato
che potrebbe non ammettere i
supercanguri, ovvero quegli
emendamenti premissivi
contestatissimi da 5 Stelle e da
cattolici del Pd. E contestualmente potrebbe drasticamente
ridurre il numero degli emendamenti ammissibili e quello
dei voti segreti. Di conseguenza,
liter potrebbe accelerarsi e la
legge potrebbe godere di una
maggioranza piuttosto ampia,
sulla carta. Con il sacrificio, probabile, della stepchild adoption, votata a scrutinio segreto.
Una svolta improvvisa, che
non ancora certezza (lufficializzazione ci sar entro mercoled) ma che potrebbe riportare il
dibattito nella sua dimensione
parlamentare, spazzando via
ostruzionismi reciproci e aprendo la strada a mediazioni alla luce del sole almeno sulla parte
del testo che non riguarda la stepchild adoption (ladozione del
figlio naturale del partner). Una
soluzione, quella del no ai supercanguri, che non dispiacerebbe al presidente Sergio Mattarella, preoccupato di eventuali
forzature.
Il presidente Grasso ha ricevuto nella serata di gioved il fascicolo con gli emendamenti.
Dai 6.100 iniziali sono scesi a
1.200 lordi. Un fascicolo dalle
dimensioni umane, lo definisce. Togliendo inammissibili,
estranei, identici e a scalare, ne
resteranno meno della met: ovROMA

La vicenda
Marted
scorso il M5S in
Senato ha
annunciato
voto contrario
al canguro,
emendamento
pd che, se
approvato,
avrebbe fatto
decadere la
maggior parte
delle proposte
di modifica
presentate al
disegno di
legge sulle
unioni civili.
Il canguro
blindava il
testo, inclusa la
stepchild
adoption
Il giorno
dopo lAula del
Senato ha
deciso una
settimana di
pausa per
lesame del ddl
Cirinn: i lavori
riprenderanno
mercoled

Scenari

di Nando Pagnoncelli

Le stime
LIstat ha
previsto nella
nota
sulleconomia
italiana che il
2015 potrebbe
chiudersi con
un aumento
del Pil dello
0,7%. Sono 0,2
punti in meno
della
previsione del
governo (a
quota +0,9%)
Per lOcse
leconomia
italiana nel
2015
cresciuta dello
0,6%. Tagliate
anche le stime
di crescita per il
2016 (da
+1,4% a +1%)

ei giorni scorsi lIstat


ha comunicato il dato
del Pil 2015, certificando un aumento dello
0,7% sul 2014, inferiore di 0,2
punti rispetto alle stime dei
mesi precedenti. Il dato ha suscitato una discreta preoccupazione, non solo perch evidenzia una crescita inferiore alle
aspettative ma per le implicazioni paventate da molti osservatori: dal rischio di una revisione al ribasso delle stime di
crescita per lanno in corso, al
rafforzamento dellEuropa nei
confronti dellItalia in un momento delicato nei rapporti tra
il nostro paese e lUe a trazione
tedesca. Qualcuno ha poi evocato lo spettro di una manovra
aggiuntiva per riaggiustare i
conti pubblici.
Gli italiani non sembrano
pensarla allo stesso modo e si
mostrano pi fiduciosi che in
passato riguardo alla situazione
economica del Paese. Infatti,
sebbene prevalgano coloro che
pensano che il peggio della crisi debba ancora arrivare (35%),
si registra una riduzione dei
pessimisti: basti pensare che
solo poco pi di un anno fa il
50% la pensava cos, preoccupa-

vero tra i 400 e i 500 emendamenti. Quota fisiologica per un


disegno di legge. Perch Grasso
orientato a bocciare i super
canguri? Perch sarebbe uno
strumento spropositato rispetto

allobiettivo: nel caso dellItalicum, lemendamento Esposito


doveva far fronte a 50 mila
emendamenti, qui saranno solo 400 o 500. Unarma atomica
per una guerra convenzionale.

Insomma, il presidente sembra voler dire ai partiti: basta


trucchi e giochetti, giocate la
vostra partita in Parlamento.
Del resto, il ddl era su un binario morto. Lo spacchetta-

Cosmopolitica Liniziativa di Sel e Sinistra italiana

Il ministro e lintesa
Neanche con Sel
ce la facciamo. Quindi
dobbiamo cercare un
incontro con chi ci sta

La Leopolda rossa
per costruire
un nuovo partito

ROMA Costruire un nuovo partito: lobiettivo di Cosmopolitica organizzata


da associazioni, Sel e Sinistra italiana. Il simbolo gi pronto. Il nome per ora
resta SI. Spero altri si uniscano, linvito di Sergio Cofferati. Lultimo
sondaggio ci d al 5,1 per cento, dice Massimiliano Smeriglio.Fa bene alla
democrazia laugurio di Laura Boldrini avere una forza di sinistra che
attira tutte le persone demotivate o coloro che non hanno mai partecipato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

affossata nel voto segreto.


E gli altri? Si cercher una
mediazione, come spiega il ministro Maria Elena Boschi: In
Senato il Pd non autosufficiente, neanche con i voti di Sel.
Quindi dobbiamo creare un
punto di incontro tra le forze
che ci sono. I 5 Stelle, se la legge non subisse cambiamenti
importanti, non potrebbero
non votare la legge. E daltro
canto potrebbero non servire i
loro voti, se qualche emendamento accontentasse cattodem
e alfaniani. Roberto Calderoli,
che alle 15 aveva curiosamente
gi previsto tutto, avverte: Sui
voti segreti rideremo.
Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Crisi, si riduce il pessimismo


Un italiano su quattro
fiducioso sulla crescita
to per la chiusura del 2014 in recessione. Oggi il 30% ritiene che
siamo allapice della crisi e il
27% del parere che il peggio
sia passato. Questultimo un
dato in costante crescita: dall11% di novembre 2014 al 19% di
maggio 2015, al 23% del settembre scorso.
I dati certificati dallIstat non
modificano il sentiment complessivo, infatti il 37% ritiene
che sebbene la crescita inferiore alle attese sia un segnale preoccupante, lItalia sapr reagire,
per il 30% una differenza dello
0,2% poca cosa, limportante
che leconomia abbia ricominciato a crescere, mentre il 30%
di parere opposto e prevede un
peggioramento della situazione.
Riguardo alle prospettive
personali nel prossimo futuro, i
pessimisti (40%) continuano a
prevalere sugli ottimisti (34%),
mentre uno su quattro (26%)
non in grado di esprimersi.
Ma interessante osservare che
la differenza dei pessimisti sugli ottimisti si assottigliata:
era di 21 punti nel novembre
del 2014, scesa a 14 nel maggio
scorso e a 8 a settembre. Oggi si
attesta a 6 punti. In compenso

si continua a pensare che gli


italiani, cio gli altri, siano
pessimisti sul futuro. di questo parere il 59% (-3% rispetto a
settembre), mentre il 22% (+2%)
ritiene che siano fiduciosi.
Le opinioni sono influenzate, come spesso accade, dallorientamento politico pi che
dalle condizioni socio-economiche personali e ci vale sia
per la correzione dei dati di crescita del Pil (gli elettori dei partiti della maggioranza, soprattutto del Pd, sono molto pi
propensi a ridimensionare il risultato meno brillante), sia per
le valutazioni sulla crisi (la

maggior parte degli elettori dei


partiti dellopposizione profetizza che il peggio della crisi
debba ancora arrivare), sia per
le prospettive economiche personali: il 61% degli elettori del
Pd si dichiara ottimista, mentre
il 52% di quelli della Lega, il 47%
del M5s e il 43% di Forza Italia
risulta pessimista. Ma sembra
poco plausibile che le prospettive favorevoli e la ricchezza siano oggettivamente concentrate
in un solo elettorato.
Quanto ai segmenti sociali,
pi positivi risultano i pi giovani, presumibilmente per la riduzione della disoccupazione,

40
la percentuale
degli italiani
che si sente
personalmente
pessimista
sulla situazione
economica,
mentre
ottimista
il 34%

Il quesito
A suo parere, a che punto siamo in questo momento riguardo alla crisi economica?
Dati in %
nov. 14

mag. 15

set. 15

oggi

50
11

27
19 23

il peggio della crisi


gi passato

35 35 32 30

38 37 35
4

siamo ora allapice


della crisi

il peggio della crisi


deve ancora arrivare

8 8 8
non so

Sondaggio realizzato da Ipsos PA per Corriere della Sera presso un campione casuale nazionale rappresentativo
della popolazione italiana maggiorenne. Sono state realizzate 996 interviste (su 10.217 contatti), con sistema CATI,
il 16 e 17 febbraio 2015. Il documento informativo completo sar inviato al sito www.sondaggipoliticoelettorali.it

e i meno giovani. Studenti e


pensionati, insieme ai ceti pi
popolari. Pi pessimisti, invece, coloro che risiedono nelle
regioni meridionali.
Da qualche mese lopinione
pubblica guarda con maggiore
fiducia al futuro (dato registrato anche da Istat: lindice di fiducia dei consumatori salito).
Laspetto inedito rappresentato dal fatto che agli occhi degli
italiani le prospettive del Paese
appaiono migliori di quelle
personali. Dallinizio della crisi
del 2008 in poi si sempre registrato una sorta di strabismo
nellopinione pubblica che
esprimeva valutazioni negative
sul Paese, giudicando pi positivamente la situazione personale: Il Paese va male ma tutto
sommato io me la cavo. Oggi
permane lo strabismo, ma di
segno opposto: molti italiani
vedono la luce in fondo al tunnel della crisi, ma non riescono
ancora a percepire i vantaggi
sul piano personale.
In questo clima di crescente
fiducia affiorano due interrogativi: il primo attiene ai riflessi
sui consumi e lauspicata ripresa della domanda interna; il secondo riguarda il consenso per
il governo e i partiti della maggioranza. Infatti, mentre i governi solitamente subiscono
contraccolpi negativi dal peggioramento della situazione
economica, nelle fasi di congiuntura positiva non sempre
riescono a capitalizzare i risultati ottenuti in termini di popolarit e di voti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

POLITICA

15
#

La sfida di Salvini con i 15 gazebo a Roma


Il leader leghista dopo la frenata su Bertolaso: Nulla chiuso, ma sul nome voglio ascoltare la gente
Lirritazione di Fratelli dItalia: vuole alzare la posta nelle altre citt. Berlusconi: Guido la carta migliore
ROMA Altro che coalizione, ecco i banchetti fai da te per le
primarie a Roma: il leader
leghista Matteo Salvini piomber nella Capitale il prossimo
fine settimana, proprio per
ascoltare in primo luogo i romani perch Roma vale una
settimana di riflessione... come a Milano abbiamo scelto
Parisi, cos in tutte le citt dobbiamo scegliere il miglior candidato possibile e se la gente
chiede altro (cio non vuole
Bertolaso, ndr) mio dovere
ascoltarla.
E per su quale sia la carta
vincente da spendere alle Amministrative le opinioni, naturalmente, sono molteplici: per
Silvio Berlusconi, ad esempio,
Bertolaso il miglior sindaco
che Roma possa darsi. I romani che si troveranno davanti

Il caso

Guido
Bertolaso
(foto), stato
scelto da Silvio
Berlusconi
per correre
a Roma come
candidato
sindaco. Il
leader leghista,
Matteo Salvini,
ha frenato
scatenando
lira di Giorgia
Meloni (FdI)

ai banchetti di Noi con Salvini, comunque, nella lista da


votare avranno, oltre alle
priorit per la citt, il nome
di tutti i candidati fin qui proposti, incluso precisano
gli organizzatori quello di
Bertolaso.
Certo nella coalizione c parecchia tensione. E cos dal
centrodestra trapelano voci,
Salvini vuole alzare il prezzo
per avere un candidato suo a
Novara l dove Fratelli
dItalia punta su Gaetano Nastri o anche che Salvini in
realt ha gi scelto Marchini
(e limprenditore ribadisce che
non esistono patti segreti,
Salvini ha semplicemente preso atto della realt romana);
ci che invece trapela dai fedelissimi di Giorgia Meloni che
adesso a rischio il tavolo per

decidere le candidature delle


citt pi piccole di Milano, Roma, Torino, Napoli e Bologna,
perch tutte le partite vanno
chiuse contemporaneamente. E la stessa Meloni, al Tg3,
conferma: Io voglio sapere
che cosa fanno gli altri della
coalizione, questo prendere un
candidato, lanciarlo, e poi cominciare a dire che non va bene lesivo della nostra credibilit. Quando gli alleati e la Lega
mi diranno qual il loro candidato dir se sono daccordo.
Primarie? Possono essere un
ottimo strumento se si fanno
dappertutto. Perch se Bertolaso non il candidato giusto per
Roma, anche altri candidati in
altre citt potrebbero non essere i migliori. Noi abbiamo
chiesto di utilizzare questo
strumento e gli alleati hanno

scelto di non farlo.... E se


adesso gli altri partiti cominciano a fare mors tua vita mea
diventa difficile....
E mentre Forza Italia invia
una circolare ai coordinatori
con la regola fondamentale,
cio presentare liste con il so-

Maroni

Rizzi si discolpi o vada via


Se fossero confermate le accuse, lui non pu
stare in Consiglio regionale Cos il
governatore Roberto Maroni sul leghista Fabio
Rizzi, presidente della commissione Sanit
della Regione Lombardia, arrestato per un
presunto giro di tangenti sui servizi
odontoiatrici e gi sospeso dal segretario
Matteo Salvini. Pd e M5S chiedono le
dimissioni di Maroni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

lo simbolo di FI a sostegno del


candidato sindaco, Matteo
Salvini, a Canale 5, fa capire cosa ha intenzione di fare nella
Capitale: Vado a Roma in punta di piedi, una citt che stata cos male amministrata... ecco perch dico prendiamoci
una settimana, dieci giorni,
Roma non merita errori. Per
Bertolaso la partita chiusa?
No, nulla chiuso ma voglio
che Bertolaso mi spieghi cosa
vuole fare in concreto, palazzo
per palazzo, via per via, metropolitana per metropolitana.
Cos si preparano i banchetti a
Roma, quindici, uno in ogni
municipio: Se i romani hanno
unidea diversa, nuova, originale, pulita sorride Salvini
io li ascolto e gli vado dietro.
Alessandro Capponi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il personaggio
Bottici (M5S)
e i 50 mila euro
accantonati:
la politica costa
ROMA La voce anonima, in

burocratese puro:
Accantonamenti rimborsi
con competenza
plurimensile. Ma la cifra
fa impressione: 49.787,76
euro. il Tirendiconto, la
rendicontazione online dei
5 Stelle della senatrice
Laura Bottici.
Un bel tesoretto,
senatrice. Come si spiega,
visto che altri alla stessa
voce hanno zero?
Nulla di misterioso.
Sono il residuo di quanto
non ho speso nella voce
spese di esercizio di
mandato.
Ovvero, lextradiaria
assegnata oltre alla
indennit e alla diaria. E
che finisce nel suo conto.
S, sono 4.180 euro al
mese, divise in due quote.
obbligatorio rendicontarne
una parte, 2.090 euro,
altrimenti li devi restituire.
Se non spendi il resto, lo
puoi accantonare.
E lei ha accantonato 50
mila euro? Unenormit.
Perch sono questore e
i collaboratori me li paga il
Senato.
E perch non restituisce
tutto?
Guardi che abbiamo gi
restituito 15 milioni di euro
in tre anni. E io restituisco
una quota dellindennit e
della diaria. Quei soldi
possono servirci. Abbiamo
meno risorse di altri. In pi
siamo alle prime armi,
dobbiamo fare eventi,
pagare hotel. Alla fine,
quelli che non serviranno,
saranno restituiti.
Ma non ci avevate
spiegato che bisognava
essere francescani e vivere
in ostello? Dunque, vero:
la politica costa e non si
pu fare gratis.
Ma certo. Mai detto che
si fa gratis. Solo che si pu
fare con molti meno soldi
degli altri. E in trasparenza.
A me pu fare le pulci, agli
altri no: perch si intascano
tutto e non lo scrivono da
nessuna parte.
Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli aspiranti candidati a sindaco

Ecco i 5 Stelle: noi una squadra


Ma gi competition
tra i favoriti Raggi e De Vito

Caspita se
vogliamo
conquistare
la Capitale!
una
opportunit
irripetibile
per i
cittadini
V. Raggi

Vogliamo
portare
i cittadini
nelle
istituzioni
e fargli
decidere
il meglio
per tutti
M. De Vito

ROMA come un mantra: Sia-

mo una squadra e vogliamo


governare Roma. Lo hanno
ripetuto pi volte i sei aspiranti candidati del Movimento 5
Stelle per le elezioni a sindaco
di Roma, presentati ieri alla
Camera dei Deputati. Scelti tra
200 partecipanti dai 3.272 votanti certificati online sul blog
di Beppe Grillo.
Sono una squadra: la giovane Annalisa Bernabei, 27 anni,
studentessa dingegneria che
sogna una Roma pi vivibile;
Enrico Stefano, 29 anni, ricercatore che vuole siano impiegate bene le tasse pagate dai
suoi genitori e dai suoi nonni;
Paolo Ferrara, 45, gi consigliere nel municipio di Ostia
che parla del Movimento come unico baluardo della legalit sul litorale romano; la professoressa Teresa Zotto, 65,
che si lamenta dei tesori cittadini lasciati nel degrado.
E poi ci sono i favoriti nella
corsa finale (ovvero alle prossime selezioni on line tra una
settimana): Marcello De Vito e
Virginia Raggi, entrambi avvocati ed ex consiglieri comunali, anche loro ripetono il man-

tra, siamo una squadra.


Ma gli occhi e latteggiamento dicono altro. Lei, avvenente donna bruna, al centro
del tavolo dei candidati, lui allestremo opposto, quando
Raggi risponde alle domande
dei giornalisti lui annuisce,
ma osserva con attenzione come se volesse cogliere se e
quanto la collega catturi lattenzione e i consensi di chi
lascolta. Lei invece mentre De
Vito parla, sorride lievemente,
lo sguardo sempre rivolto altrove.
Sono impressioni, certo,
sensazioni, ma diventano pal-

pabili quando qualcuno chiede se vero che il M5S non voglia davvero governare Roma.
Raggi abbandona latteggiamento pacato e tira fuori un
piglio sicuro, alza di un tono la
voce, caspita se vogliamo governare Roma! unopportunit irrepetibile per i cittadini. De Vito annuisce, sembra
voler dire qualcosa, ma lei
continua a parlare, ci vogliono buon senso e la voglia di fare come in una famiglia. La soluzione portare nelle istituzioni i cittadini, destinatari di
politiche folli e farli decidere
sulle cose migliori per tutti.

La previsione di spesa

Il Campidoglio: 17 milioni per il voto No Triv


Il referendum sulle trivelle (il quesito limitato alla durata delle
concessioni al largo della costa) coster a Roma, secondo i
calcoli del Comune, quasi 17 milioni di euro. quanto emerge
dai provvedimenti approvati ieri dal Campidoglio. Si legge in
una nota di Palazzo Senatorio: La variazione al bilancio
pluriennale 2015-2017 per la predisposizione di tutti gli
adempimenti relativi alla consultazione referendaria del 17
aprile avr un importo di 16.696.500.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In lizza
I sei candidati
a sindaco di
Roma del M5S,
presentati ieri
alla Camera.
Da sinistra,
Marcello De
Vito, Paolo
Ferrara, Enrico
Stefano, Virginia
Raggi, Annalisa
Bernabei e
Teresa Zotta
(BenvegnGuaitoli-Leone)

La parlamentare Paola Taverna annuisce, lintervento ha


la sua approvazione, ovviamente Raggi non dimentica di
ripetere noi siamo una squadra. Ma anche De Vito dice la
sua, il nostro non sara un sindaco debole, sar espresso da
una maggioranza di ununica
forza politica, la nostra forza
nella mani libere. E alla domanda sullavversario pi temibile, lastensionismo, risponde decisa la Raggi. Rivendicano tutti la novit di una
selezione popolare, di un
candidato scelto dai cittadini
non dai partiti.
Ma uno studio realizzato
dallistituto di ricerca Cattaneo
mostra aspetti non proprio innovativi delle Comunarie. Per

Lanalisi del Cattaneo


Let media degli iscritti
alle Comunarie oltre i
46 anni. Poche donne, il
37% ha gi fatto politica
esempio i 200 partecipanti alla
selezione online non sono giovanissimi: hanno una et media di oltre 46 anni. Le donne
partecipanti sono poche: un
quarto (25,3%), poi questa percentuale raddoppia (46,9%) tra
i selezionati. Ma, soprattutto,
che oltre un terzo dei 49 candidati selezionati non un neofita della politica ma, anzi, ha
gi svolto una qualche attivit
istituzionale.
Maria Rosaria Spadaccino
RIPRODUZIONE RISERVATA

16
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

17
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

18
#

Cronache

Ivrea, tre arresti per la prof scomparsa


Gloria Rosboch era sparita il 13 gennaio, il cadavere trovato nel pozzo di una discarica in campagna
Fermati il suo ex allievo di 22 anni, che laveva truffata per 187 mila euro, la madre e un 53enne

Oggi me lo
sentivo,
purtroppo
sono stati
confermati
i nostri
sospetti
Adesso
giustizia
stata fatta,
ma non c
soddisfazione
perch
nessuno
ci restituir
pi Gloria
La madre
di Gloria

Gabriele Defilippi in stato di


fermo nella caserma dei carabinieri, accusato di concorso
in omicidio, indicato dal suo
complice come lassassino
della sua ex insegnate di francese, scomparsa da Castellamonte (Torino) il 13 gennaio
scorso. Con lui sono finiti in
manette la madre e un uomo
di 53 anni, Roberto Obert.
Gloria Rosboch, la professoressa, voleva fuggire con Gabriele, lex allievo di 22 anni
(ventisette meno di lei), e ricominciare tutto da capo,
nauseata dai ritmi sempre
uguali di un paese di provincia.
A Gabriele aveva affidato la
sua vita e tutti i suoi risparmi,
187 mila euro in banconote da
500. Lui li aveva presi e poi era
svanito. Aveva lasciato Castellamonte, cambiato numero di
cellulare, modificato i suoi
numerosi profili sui social
network. Dopo un anno di
inutili tentativi di incontrarlo,
Gloria, su suggerimento dei
genitori, lo aveva denunciato
per truffa, ma sarebbe stata
disposta a ritirarla se Gabriele
fosse tornato a casa e chiarito
con lei.
Gloria Rosboch morta fissando il volto del suo carnefice mentre lui le stringeva le
mani intorno al collo. Il corpo

CASTELLAMONTE (TORINO)

La vicenda
Gloria
Rosboch, 49
anni (a sinistra),
scomparsa il
13 gennaio
Lex allievo
aveva avuto
una relazione
epistolare con
linsegnante e
nel 2014 si era
fatto consegnare 187 mila
euro in cambio
della promessa
di una vita
insieme in
Francia. Poi
non le aveva
pi risposto

della donna stato trovato ieri nel tardo pomeriggio in


una vasca di decantazione di
una discarica di San Ponso, a
met strada tra Castellamonte, cittadina nel cuore del Canavese dove sia lei che Gabriele vivevano, e Torino. Una
zona isolata, in mezzo alla
campagna. A terra era ancora
visibile il solco lasciato dal
corpo della donna che, prima
di essere gettato in acqua,

stato trascinato per una ventina di metri.


stato Obert, di Forno, un
piccolo centro a poca distanza dal luogo dove stato ritrovato il cadavere dellinsegnante di francese, a raccontare il delitto. Ieri pomeriggio, convocato dai
carabinieri, crollato dopo
neppure unora di interrogatorio. Tra i due presunti assassini i patti erano chiari: si-

lenzio ad oltranza. Ma in giornata Obert aveva appreso dai


giornali della storia tra Gabriele e unaltra insegnate,
una maestra elementare del
fratellino, ed stato accecato
dalla gelosia. Ha cos reagito
distinto, per vendetta: stato Gabriele.
Il difensore del giovane,
lavvocato Pierfranco Bertolino, ribatte: Queste dichiarazioni sono ancora tutte da

Lei lo aveva
denunciato. Il
13 avrebbe
accettato un
passaggio dal
ragazzo che
laspettava
davanti a
scuola, e
dallamico, che
lavrebbero
uccisa

provare. Cauti i carabinieri


del nucleo investigativo e il
procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando che a Gabriele
Defilippi e Roberto Obert (posti in stato di fermo) contestano il concorso in omicidio. Lo
stesso reato di cui dovr rispondere Caterina Abbattista,
lenigmatica madre di Gabriele, fermata in serata dai carabinieri di Ivrea. Da quel che si
appreso, la donna, che sapeva del delitto, avrebbe occultato e distrutto alcune prove a
carico del figlio.
Quello di Obert un nome
emerso solo dopo il lavoro
certosino effettuato dai carabinieri su centinaia di tabulati
telefonici: Siamo arrivati a
lui incrociando dati e numeri, ha confermato il colonnello Arturo Guarino, comandante provinciale dellArma.
Dopo i telefoni sono stati i filmati di alcune telecamere di
sorveglianza a svelare gli incontri tra i due.
Giustizia stata fatta, ma
nessuno ci restituir pi la
nostra Gloria. Siamo prostrati
dal dolore e preghiamo per
lei, sentivamo che oggi sarebbe accaduto qualcosa, stato
il commento dei due anziani e
provati genitori dellinsegnate
di francese.
Marco Bardesono
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

CRONACHE

19
#

La confessione dellamico
Labbiamo fatta salire in auto
Poi Gabriele lha strangolata
Il complice crolla durante linterrogatorio. sepolta qui sotto
DAL NOSTRO INVIATO

Gloria
uscita di casa alle tre meno un
quarto. Fiduciosa che quellappuntamento con Gabriele avrebbe potuto mettere a posto tutto, quella
brutta storia dei 187 mila euro prestati e non pi riavuti e soprattutto
il tradimento di una vita sognata e
andata presto delusa. Gabriele, il
suo ex studente, era l in auto ad
aspettarla davanti alla scuola media di Castellamonte, ma non da
solo. Accanto a lui, quel pomeriggio del 13 gennaio, cera anche Roberto, lamico a cui era pi legato,
53 anni, 31 pi di lui. Lei forse si
fidata a salire, forse stata costretta. Hanno percorso una quindicina
di chilometri, fino a una discarica
abbandonata a San Ponso, tra Torino e Ivrea.
Qui labbiamo uccisa. Lha
strangolata Gabriele, a mani nude. stato proprio Roberto il primo a crollare ieri, quando a sorpresa stato convocato dai carabinieri. I militari del Nucleo investigativo di Torino e il procuratore di
Ivrea, Giuseppe Ferrando, che ha
coordinato personalmente linchiesta, gi da tempo avevano intu-

CASTELLAMONTE (TORINO)

Il ritratto

Complici
Roberto Obert,
53 anni (sopra)
ha raccontato
lomicidio
dellinsegnante
commesso con
Gabriele Defilippi
(a sinistra)

ito che Obert poteva essere la pedina chiave. Non lavevano mai interrogato, ma avevano capito che poteva essere la breccia per risolvere
il caso.
Ieri la svolta. Obert stato chiamato in caserma e di fronte agli
uomini in divisa ha iniziato a fare
le prime ammissioni. S, la professoressa Rosboch labbiamo ammazzata noi. E poi i particolari:
Abbiamo tirato fuori il corpo dallauto e labbiamo trascinato per

una ventina di metri.


Subito dopo, i militari e il procuratore sono andati nella radura che
aveva indicato, ai piedi di una collina e di un bosco, un posto isolato
che forse Obert conosceva bene,
perch abita a pochi chilometri da
l. Labbiamo buttata in un pozzo,
la potete trovate l, ha indicato
con precisione. E l stata trovata
la professoressa Rosboch, in una
vasca, coperta da due metri dacqua gelida. Ben visibili, al primo
esame del medico legale, i lividi
sul collo, i segni dello strangolamento. Esattamente come aveva
detto Roberto, lamico fidato di Gabriele, il primo a cedere, a condannarlo e ad auto-condannarsi.
I due sono stati interrogati di
nuovo in serata, fino a notte. Le ricostruzioni non coincidono perfettamente, alcuni dettagli devono
ancora essere chiariti. Come lesatto ruolo della madre di Gabriele,
Caterina Abbattista, fermata anche
lei. Tutti e tre per concorso in omicidio. Quello di Castellamonte non
pi purtroppo un mistero. Resta
da capire chi ha preso la decisione
di trasformarla in tragedia.
R. Bru.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ambizioni, bugie e travestimenti da donna


Le mille identit dellex studente seduttore
Si presentava come artista o broker di successo. La relazione con unaltra prof

DAL NOSTRO INVIATO

Gabriele con i baffetti maliziosi e


lo sguardo da seduttore. Gabriele con il viso pulito e i capelli castani impomatati. Gabriele con i capelli biondi e arruffati. Gabriele vestito da
donna e lo sguardo languido.
Gabriele dai mille volti, come
si mostra lui stesso sui social
network. E dai mille nomi inventati: Gabriel Alexander Accardi, Gabo Andersen, Gabriele Kennedy...
facile dire adesso che la
sua vita, a Castellamonte, paese del Canavese noto per le ceramiche e le stufe, a un passo
da Torino eppure lontano dalla citt, gli stava stretta. A 22
anni, un diploma e non ancora
un lavoro, immaginava unesistenza pi glamour. Da artista
irriverente oppure da uomo
daffari di successo, broker di
fiducia di importanti imprenditori stranieri, come quel fantomatico Robert Shura che
avrebbe scelto proprio lui per i
suoi investimenti in Costa Azzurra. Questo Gabriele aveva
raccontato a Gloria Rosboch,
che era stata sua insegnante
per poco tempo alle medie e
che aveva rivisto due anni fa. E
anche Gloria, docente di 49
anni ancora precaria, unesistenza racchiusa in un paio di
chilometri, la villetta in periferia dove abitava con i genitori,
la scuola a 10 minuti a piedi, la
spesa in centro a un chilometro, sognava per s un futuro

CASTELLAMONTE (TORINO)

I volti
Gabriele
Defilippi sui
social network
ha diversi
profili e varie
identit

diverso. E Gabriele sembrava


apparso allimprovviso come
un angelo della provvidenza.
Gabriele ha mille identit e
mille risorse per piacere.
Unaltra professoressa, una
trentina danni, era caduta nel-

Napoli

Diciottenne trovato cadavere


Lamico accusato di omicidio
Gli amici avevano postato foto su Facebook.
Vincenzo Amendola, 18 anni, era scomparso
dal suo rione Taverna del Ferro (Napoli), il 5
febbraio. Ma stato trovato ucciso con due
colpi di pistola alla testa, forse vittima di una
vendetta passionale. Ieri stato fermato un
suo amico, Gaetano Nunziato, 23 anni con
RIPRODUZIONE RISERVATA
denunce per droga.

la sua rete poco tempo fa, attratta da dolci parole e progetti


inesistenti. Qualche anno fa su
uno dei tanti diari tenuti su Internet, Gabriele si presentava
cos: La mia storia lunga e
tortuosa, a volte noiosa e a volte interessante. Le esperienze
hanno fatto di me un essere
fuori schema. Fuori schema?
Esattamente. E parlando di s
in terza persona: Gabriele
un essere fuori schema, fuori
ruolo, fuori controllo, fuori da
tutto... Ero il tipico ragazzino
che ha sempre detestato essere uno dei tanti e ho sempre
cercato di diversificarmi il pi
possibile da ogni frontiera di
conformismo.
Gloria, la sua ex prof, benestante ma povera di relazioni,
che due anni fa si era trovata a
inizio anno scolastico senza il

posto, era un obiettivo fin


troppo facile. Ciao tesoro la
salutava lui via mail. E forse
per Gloria era la prima volta
che un uomo, anche se di 27
a n n i p i g i ova n e , u s a va
unespressione cos affettuosa
nei suoi confronti. E ancora, la
pressava lui: Una persona da
sola non pu farcela... Posso
trarre solo beneficio e felicit
dal noi.
Il noi prende forma in
quellavventura ad Antibes,
laffare in Costa Azzurra, e Gloria e Gabriele che andranno a
vivere insieme. Un miraggio
cos lucente da spingere una
irreprensibile professoressa di
provincia a ritirare dalla banca
187 mila euro in banconote da
500 euro e consegnarli senza
tentennamenti a quel ragazzo
vanitoso e sicuro di s.

La madre

Caterina
Abbatista,
madre di
Gabriele, sata
arrestata ieri
sera.
accusata di
concorso in
omicidio:
avrebbe
coperto il figlio

Allingresso di Castellamonte, sotto i portici del vecchio


ospedale, c un murales con i
volti di Falcone e Rita Levi
Montalcini. Lhanno disegnato
i ragazzi della scuola del paese,
e cera anche Gabriele che poi
ha ripreso tutto diventando
per i giornali locali il regista
di quelloperazione, vanto di
associazioni e amministratori.
Dopo la scomparsa di Gloria,
in paese molti hanno negato
di conoscerlo, semmai di averlo visto di sfuggita e che di sicuro un tipo strano, un ragazzo dai mille volti. E Gabriele a quanto pare aveva davvero
una doppia personalit. Il ragazzo di cui pensavi di poterti
fidare, in realt era unassassino.
Riccardo Bruno
RIPRODUZIONE RISERVATA

20
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

21

CRONACHE

DOSSIER IL PAESE IN CIFRE


Tasso di incremento della popolazione

1,39 1,37

1,3

09

1
1.156

Le nascite dallUnit
1.072

11

12

13

14

15

991

989

1.016

991

(in migliaia)
g
1.024

10

1.175

08

1.112
1

07

1.095
5

06

1.120
2

05

1.110
1

1,2

25,4%

28,2%

1980

2014

2015

1990

2000

2010

653.000

598.000

+ %
+9,1%
rispetto
t
all 2014

60.000

le meno
anziane

50.000

le pi
anziane

40.000

gen feb mar apr mag giu lug ago set ott nov dic

879

914

1.000

La crisi economica,
iniziata nel 2008, fa
sentire i suoi effetti

842

1,40

1970

1.018

1,37
1,34

1960

70.000

923
3

1,4

1,35
1,42

20,2%

1950

I decessi per mese

1.040

1,45 1,45 1,46 1,44

1.138
1

1,5

1.184

(anni 2005-2015)

1.102
2

Numero medio di gli per donna

17,9%
24,9%

1.195

(+40 mila)

10,8
10,6
10,4
10,2
10
9,8
9,6
9,4
9,2
9

19,1%

1
0,5

% di ultrasessantacinquantenni

5.054.000
stranieri

La popolazione
in Italia al 1 gennaio
2016

(ogni mille residenti)


3,7

P.A. Bolzano
P.A. Trento
Lombardia
-0 8
-0,8
E. Romagna
-1,1
11
Lazio
-1,9
19
Campania
-2,2
22
Toscana
-2,3
23
ITALIA
-2,4
24
Veneto
-3,1
31
Calabria
-3,4
34
Puglia
-3,5
35
Sardegna
-3,7
3
7
Sicilia
-3 8
-3,8
Abruzzo
Molise
-3,8
38
-4,2
42
Umbria
-4,9
49
Piemonte
-4,9
4,9
Friuli V. G.
-5,1
51
Marche
-5,2
52
Basilicata
V. dAosta -7,2
-7,9
Liguria

(-179 mila rispetto


a un anno prima)

60.656.000

Tasso di mortalit

(per Regione ogni mille residenti)

9177

55.602.000
italiani

800

544
4

550
5
2010

532
2
2000

2005

526
6

581
1990

1995

589

Glii e
G
effetti
fe t della
l a Pr
Prrima
ma
gue
erra
ra mo
mo
ondiale
nd ale

1985

1.035

Qui
Q
u nasc
asccondo
ondo i gli
gl
de
el bab
bab
by
y boo
boom
m
m

co
oncepit
ncep tti sulla
ul a sspinta
p nta
de
el bene
bene
essere
s ere e
econom
co m
mico
co

1965

676

600

488

657

821
Le co
conseguen
eguen
nze
z
del seccondo
de
ond
co f i tto
conflitt
o mon
mo d
diale
ia e

Fonte: Istat

Corriere della Sera

Mai cos poche nascite dal 1861


In Italia record di decessi
I dati Istat 2015. Il ministro Lorenzin: nuove misure per sostenere le donne
Mai in Italia, dallo storico anno dellUnit nazionale
(1861) ad oggi, sono nati cos
pochi bambini. Mai, come nel
2015, le culle sono state cos
vuote. questo il dato pi
scoraggiante che spicca su tutti gli altri indicatori demografici diffusi ieri dallIstat. Il crollo delle nascite 488 mila lo
scorso anno, 8 per mille, 15
mila neonati in meno rispetto
al 2014 significa che si raggiunto un nuovo minimo storico di figli medi per donna:
siamo a 1,35, ancora in discesa, per il 5 anno consecutivo.
Let media delle donne al primo parto salita a 31,6 anni.
Lallarme grande. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin parla di emergenza
demografica e dellarrivo di
misure per il sostegno alle
donne che lavorano. Conferma misure fiscali il ministro
Enrico Costa con delega alla
Famiglia: La prossima settimana alla Camera si discuteranno le mozioni a sostegno
della famiglia; al Senato le
unioni civili. Io sar alla Camera. In concreto questanno il
ministero della Salute si avvarr dei 500 milioni del bonus
beb (fondi che nel 2015 non
sono stati utilizzati del tutto)
che potranno aiutare le famiglie con pi figli ma anche a
dotare Comuni e imprese di
adeguate strutture ricettive.
Scorrendo i dati Istat c un
altro numero che colpisce: nel

ROMA

I dati
Ieri lIstat,
listituto
nazionale di
statistica, ha
presentato un
dossier con gli
indicatori
demografici
relativi allItalia
per lanno
2015
I dati, come
precisano gli
esperti
dellIstat
stesso, non
sono cifre
concrete ma il
frutto
statistico di
stime e di
tendenze
storicodemografiche
Il documento
spiega che let
media dei
residenti nel
nostro Paese
di 44,6 anni,
due decimi in
pi rispetto
allanno prima

2015

1980

1975

1970

1960

1955

1950

1945

1940

1935

1930

1925

1920

1915

1910

1905

1900

1895

1890

1885

1880

1875

1870

1862
1865

400

Via dallanagrafe
Sono in tutto centomila
gli italiani che si sono
cancellati allanagrafe
per trasferirsi allestero

2015 si registrato un picco di


mortalit mai visto dal secondo dopoguerra, quindi da 70
anni: i morti sono stati 653 mila, 54 mila in pi rispetto allanno prima, letti in percentuale siamo al pi 9,1 decessi.
Laumento della mortalit si
concentrato nelle classi di et
molto anziane, dai 75 ai 95 anni, ma questo non ha frenato
la crescita dellinvecchiamento della popolazione. Anche

nel 2015 il Paese era ancora un


po pi vecchio dellanno precedente. Sono 13 milioni e 400
mila gli ultrasessantacinquenni, il 22%.
Diminuisce sia la popolazione in et attiva, quella che
va dai 15 ai 64 anni (39 milioni,
64,3%), sia quella fino a 14 (8
milioni e 300 mila, il 13,7%). Si
abbassa anche laspettativa di
vita: scende a 80,1 per gli uomini (era 80,3 nel 2014), e a

La demografa

Effetti del caldo e delle mancate vaccinazioni

I
Studiosa
Letizia
Mencarini
professore
associato di
Demografia
alla Bocconi

l picco di mortalit lo legge come un dato


congiunturale, il crollo delle nascite
invece il tema veramente importante cui
bisogna mettere mano subito. A commentare
i dati Istat Letizia Mencarini, professore
associato di Demografia alla Bocconi.
Record di culle vuote, eppure agli inizi
degli anni Duemila cera stata una ripresa.
Proprio questo il punto allarmante. Il
crollo delle nascite di oggi paga una crisi
economica e una assenza di politiche di
sostegno alla famiglia, che ha completamente
vanificato quella debole ripresa che pure cera
stata. In realt, da ventanni la fecondit
molto bassa, la popolazione invecchia ed
invecchia per il crollo delle nascite. I giovani
che non sono nati negli anni 90 non ci sono,
quelli che ci sono, pochi, non vengono aiutati a
fare figli. E si rinvia spesso fino a quando non
pi possibile averne.

La mortalit, pi 9 per cento in un anno?


La crescita dei decessi nella fascia dei
molto anziani non sorprende: normale in un
Paese di tutti vecchi. Il picco registrato nel
2015, invece, sembrerebbe congiunturale
bisogner vedere in futuro, non
dimentichiamo che dopo due anni di clima
mite e favorevole alla popolazione anziana,
abbiamo avuto lanno pi caldo di sempre.
Questo, insieme al calo delle vaccinazioni,
potrebbe aver contribuito al balzo.
Centomila italiani trasferiti allestero.
Questo il secondo dato da tenere sotto
osservazione. Un giovane che va allestero per
un master o per una borsa di studio non si
cancella dallanagrafe. Questi sono giovani che
hanno trovato stabilit allestero e sono andati
via definitivamente. Aumenteranno.
M. Io.
RIPRODUZIONE RISERVATA

84,7 per le donne (da 85).


Pi morti, meno nascite, aumento della migrazione verso
lestero (100 mila italiani nel
2015 si sono cancellati dallanagrafe per andare in un altro Paese), crescita, ma moderata, del numero degli stranieri residenti (5 milioni e 54 mila, 40 mila in pi rispetto al
2014 ma molti di meno rispetto al balzo del 2007). Ed ecco il
risultato: la popolazione residente diminuisce, siamo 60
milioni e 656 mila, gli italiani
55 milioni e 602 mila, 179 mila
in meno in un anno. Insomma, un quadro poco esaltante.
Diminuisce, invece, dopo 12
anni, la migrazione interna,
siamo sotto il milione e 300
mila, 3% in meno sul 2014. Il
saldo migratorio positivo per
il Nord (0,9 per mille abitanti)
e Centro (pi 0,6), negativo
per le regioni del Sud: meno
2,5.
Il crollo delle nascite dovuto alla crisi economica, e al
generale impoverimento delle
famiglie italiane, ha commentato il presidente del Codacons Carlo Rienzi. Gli italiani che emigrano allestero,
cresciuti del 12%, sono un grave segnale di disagio. Si rinuncia a costruire una famiglia e si
va fuori, sono scelte dolorose e
sofferte, sottolineano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti,
presidenti di Federconsumatori e Adusbef. Quanto al picco di mortalit, sia per la
Coldiretti, sia per il presidente
dellIstituto superiore di Sanit Walter Ricciardi, il caldo
tra i principali imputati. Il
2015 stato lanno pi caldo
dal 1880, hanno ricordato alla
Coldiretti. Ricciardi ha anche
evidenziato il notevole calo
dei vaccini.
Mariolina Iossa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

22
#

Milano Via della Spiga, 42


Venezia Calle Larga 22 Marzo, 2254
Roma Via del Babuino, 44

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

CRONACHE

23
#

I progetti

Il settore bio in Italia


I VANTAGGI
DELLA BIODINAMICA

di Giangiacomo Schiavi

di acqua trattenuta dal suolo

+55%
C la via dellimpegno sostenibile che Roberta Zivolo, manager milanese, ha messo in
pratica sulle colline di Firenze,
con un ecovillaggio ispirato al
bene comune: riuso, riduco, riciclo. C la scelta di Raffaella
Mellano, presidente dei giovani
imprenditori agricoli di Torino,
che ha virato sulla campagna la
sua laurea in Scienze politiche e
non si vergogna di parlare di
vacche e mungitura. Ci sono le
esperienze di centinaia di giovani e meno giovani contadini
che si sentono custodi di un
mondo che muore e piantano
semi di speranza contro linquinamento, la sofisticazione e i
diserbanti, imboccando la strada della biodinamica, non per
sopravvivere, ma per vivere meglio come un dovere civile. E c
la benedizione di papa Francesco, attraverso larcivescovo
Marcelo Sanchez Sorondo che
fa dellenciclica Laudato si la
bandiera di un nuovo modello
di sviluppo: La terra malata
per colpa nostra, se non si cambia modello di sviluppo possiamo solo pregare.
Ma soprattutto, al convegno
internazionale per lagricoltura
biodinamica (ieri alla Bocconi e
oggi al teatro Parenti a Milano)
c il coraggio di dire con disarmante semplicit che viviamo
immersi in uno stupefacente
paradosso: mai come oggi c
voglia di natura, attenzione al
paesaggio, cultura del cibo. E
mai come oggi lagricoltura in
crisi, il pianeta soffre, lo spreco
aumenta. Siamo pieni di mez-

Domani

Giornata del Braille


Le iniziative
in tutta Italia
Saranno diversi gli eventi e le
manifestazioni che si
svolgeranno domani in
diverse localit italiane per
celebrare la Giornata
nazionale del Braille per non
vedenti (il Braille un sistema
di scrittura e lettura a rilievo).
Si tratta di una ricorrenza
annuale (ogni 21 febbraio,
istituita con legge del 3 agosto
2007) che chiama in campo
amministrazioni pubbliche e
associazioni che operano nel
sociale per promuovere
iniziative di sensibilizzazione
e solidariet per persone non
vedenti.

11,2%

16%

50%

la percentuale di suolo
coltivato a biologico sul totale
della supercie agricola

i consumi di prodotti
biologici sul totale

la percentuale
di prodotti esportati

le aziende
bio attive
in Italia

milioni di euro
il fatturato
del settore

di humus nel terreno

+70%
di microorganismi nel terreno

4.500
445
Ecovillaggi e zero pesticidi
Cos guariremo la terra

+85%
dArco

I vantaggi
Nei campi bio si
registra una riduzione
dal 20 al 60% del
bisogno di irrigazione

A Milano i tanti esempi virtuosi di agricoltura biodinamica


Levento
Si chiude
oggi a Milano la
tre giorni del
Convegno
internazionale
per leconomia
della terra - La
nostra casa
comune
Lultimo
appuntamento
previsto
a partire
dalle 9.30
al teatro
Franco Parenti

zi, ma scarsi di fini, ammette il


filosofo Salvatore Veca, che indirizza i pensieri sul pianeta
esposto al saccheggio, allo scarto, allo spreco, alle manovre e
alle culture predatorie di poteri
e istituzioni che scippano un
futuro comune. E laccusa alla
sordit della politica e alla scarsa attenzione a quel che cresce
nel disastro della crisi: salvaguardia del territorio come innovazione sociale, attivit agricole che puntano su qualit e
biodiversit, la green economy
che Karl Martin Dietz, filosofo
ed economista tedesco indica
come antidoto allabbandono
dei territori e alla bancarotta
delle comunit. Impresa al ser-

vizio della persona e non del


mercato, dice, appena prima
delle cifre che Nadia Scialabba,
responsabile delle risorse e del
clima della Fao, offre per scuotere lafasia dei governi e delle
istituzioni: il 28 per cento dei
terreni agricoli mondiali produce cibo che finisce nella
spazzatura; i fertilizzanti chimici diminuiscono del 30 per cen-

Il Fai
Giulia Maria Crespi:
Sono necessarie
una presa di coscienza
e una sveglia politica

to il potere nutritivo di frutta e


verdura; nei campi bio c una
riduzione che va dal 20 al 60 per
cento dei bisogni di irrigazione
rispetto ai campi tradizionali; a
causa delluso di pesticidi oltre
due milioni e mezzo di agricoltori si ammalano di tumori...
Quel che lExpo non riuscito a fare in difesa dellacqua,
della terra e dellagricoltura sostenibile, quelleredit che doveva lasciare al mondo con la
Carta di Milano, per dare una
spinta ad una visione pi ecologica e moderna del lavoro nei
campi, prende forma in decine
di esempi virtuosi e nei tavoli
di lavoro che hanno lo stesso
comune sentire: il futuro, lere-

dit da lasciare ai figli, la capacit di non distruggere, ma


conservare, migliorare lesistente. Un invito che chiama in
causa, aggiunge Veca, economia, politica e societ, perch
ci sono anche tanti comportamenti individuali da correggere (Ognuno di noi potrebbe
piantare un albero durante la
vita, e non ci sarebbe pi il
cambiamento climatico. Ma
chi lo fa?, ha chiesto Ren Becker, guru dellambientalismo
pratico).
La via del biologico, del biodinamico, rappresenta una
conversione in corso che la Bocconi studia, perch nel futuro ci
sono sempre pi manager agricoli ed ecologici, ma attenti ai

2
Milioni
Quanti sono
gli ettari
coltivati in Italia
in modo
biodinamico

52
Mila
Gli operatori
certificati
per lagricoltura
biologica
in Italia

furbi, alle truffe, ai predoni, avverte Fabio Brescacin, agricoltore biodinamico di Conegliano
Veneto. Questo modo sano di
coltivale la terra sta diventando
cultura diffusa, ma il problema
oggi un altro: la nostra agricoltura. alla fine. Al collasso.
Ci sono difficolt economiche
insuperabili, con il prezzo del
latte a quota 32 chiudono le
stalle, in tanti vedono come
unica sopravvivenza il passaggio al biodinamico. Per questo
serve una presa di coscienza,
una sveglia politica, ripete Giulia Maria Crespi, presidente
onorario del Fai, che dei principi biodinamici ha fatto una trincea. Come papa Francesco e il
principe Carlo dInghilterra che
ha mandato un video. La terra ci
salver, il messaggio. Ma prima dovremo salvarla noi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Coldiretti
Truffe ed estorsioni
Le agromafie
ci rubano 16 miliardi

Il Tribunale di Milano, per la


prima volta in Italia, ha
avvisato una donna vittima di
stalking che aveva emesso un
provvedimento che vieta allex
che la stava perseguitando di
avvicinarsi alla sua casa. Cos,
stata applicato un articolo
nuovo del codice di procedura
penale in vigore da gennaio.
Prima, non cera lobbligo di
avviso e la vittima, se non lo
richiedeva in modo esplicito,
non era informata del divieto
e che poteva chiamare la
polizia per farlo arrestare se, a
esempio, lo vedeva sotto casa.

di 16 miliardi di euro
lenorme giro daffari,
nel 2015, delle
agromafie. Le loro attivit
illecite vanno
dallestorsione al riciclaggio
dalle truffe alle associazioni
per delinquere di stampo
mafioso. la foto scattata
dal quarto Rapporto
sui crimini agroalimentari
in Italia di EurispesColdiretti e Osservatorio
sulla criminalit
nellagricoltura e sul
sistema agroalimentare.
un affare strategico per
loro visto che cresce ogni
anno dice Roberto
Moncalvo, il presidente di
Coldiretti malgrado, nel
2015, ci siano stati 100 mila
controlli da parte delle
forze di polizia che si
stanno impegnando a
fondo. Oltre al danno
per le imprese taglieggiate,
c la beffa per i cittadini.
A pagare sono anche loro
perch le truffe alimentari
sono dannose per la salute
e per il portafoglio perch
i prezzi allo scaffale
lievitano continua
Moncalvo . Poi per il
made in Italy c un danno
dimmagine a causa delle
contraffazioni. Moncalvo
non demorde: Occorre
continuare con i controlli
allavanguardia, rivedere le
norme sulle agromafie con
pene severe e certe per
frenare il fenomeno che si
muove in modo liquido in
tutta la filiera.
Alessio Ribaudo

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Tribunale sullo stalking

Vittima da avvisare
dopo il divieto
di avvicinamento

24
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

CRONACHE

25
#

Lindagine sui terroristi di San Bernardino

La Casa Bianca sfida Apple: Aiuti lFbi e sblocchi liPhone

re cose formano una nazione: la


sua terra, il suo popolo e le sue
leggi. Ieri il Dipartimento di
giustizia americana dunque il governo
Usa si deve essere ricordato della sacra
triade di Abramo Lincoln prima di scendere
in campo sul caso che vede contrapposti
Apple ed Fbi sullapertura delliPhone 5c di
uno degli attentatori della strage di San
Bernardino. Il rifiuto della Apple di eseguire lordine della corte nonostante la fattibilit tecnica, sembra basato sul modello di
business e sulla strategia di marketing
dellazienda ha detto il procuratore. Una
posizione durissima, vista la delicatezza della
questione. Laccusa, senza troppi giri di
parole, di speculare su un attacco terroristico per rafforzare la posizione del proprio
brand. Il dipartimento ha anche emesso un
ordine per costringere la Apple ad eseguire

quanto era stato gi deciso dal giudice


federale Sheri Pym nei giorni scorsi, cio che
la societ deve aiutare lFbi ad accedere alle
ultime informazioni registrate dalliPhone
dellattentatore Syed Farook, morto nello
scontro con la polizia. Peraltro non chiaro
se la nuova ordinanza fosse legalmente
necessaria visto che un giudice si era gi
espresso. Un indizio importante che segnala
come lo scontro sia diventato non solo
legale, ma anche politico. Stati Uniti contro

Lappello di Trump
Il candidato repubblicano ha
lanciato lidea di un boicottaggio
dellazienda di Cupertino finch
non collaborer allinchiesta

Silicon Valley. Governo contro industrie. Al


di l del singolo caso non il primo in cui
non si riesce ad aprire uno smartphone ma
sicuramente quello pi delicato visto che
nella strage di San Bernardino dello scorso
dicembre erano rimaste uccise 14 persone
innocenti quello che si sta consumando
un testa a testa tra unamministrazione peraltro nei suoi ultimi mesi di potere (Obama
alla fine del suo secondo mandato e non
pu essere rieletto) e una West coast i cui top
manager sono ormai i nuovi dominatori del
panorama industriale. Pichai, il numero uno
di Google che ha difeso la posizione della
Apple, nel 2015 ha guadagnato 199 milioni di
dollari stipendio in azioni. facile immaginare che Barack Obama non voglia essere
ricordato per avere perso questa battaglia. Le
due parti verranno ascoltate il 22 marzo di
fronte al giudice federale. Il candidato re-

Quelli che lasciano


al momento giusto
I volti

di Paolo Conti

Greta Garbo
La diva di origini svedesi
(1905-1990) che incant per
diversi anni Hollywood a un certo
punto decise di non fare pi film e
di sfuggire sempre la notoriet

Leopoldo Fregoli
Il trasformista romano
(1867-1936), spaventato allidea
del crepuscolo professionale,
abbandon improvvisamente
il palcoscenico

Maurizio Cattelan
Lartista-performer, uno
dei pi famosi del
mondo, sorprese
luniversit dellarte
con il suo addio

David Letterman
Dopo 4.263 puntate, il conduttore
storico del Late Show trasmise il
suo ultimo appuntamento serale
congedandosi il 20 maggio
dellanno passato

bbandonare il proscenio della vita attiva. Far calare il sipario, consapevolmente. Scelta difficilissima, in tutti i campi. La
malinconica frase di Francesco Totti dopo i pochi minuti
giocati da capitano durante
Roma-Real Madrid (Ma che
ce fate co me ormai?) ha
aperto mille scenari. Tra cui
quello delluscita di scena auto-pilotata da Francesco
prima che sia qualcun altro
(lallenatore? Il resto della
squadra? addirittura i tifosi?) a
suggerirglielo.
Decisione complessa, perch implica una svolta definitiva. Vuol dire ammettere che
non sarai mai pi il/la Protagonista di prima. Perch c
unarte che solo pochi Grandi
praticano: lasciare al momento giusto. Un momento prima
della stanchezza del pubblico,
o della decadenza, o peggio
della ripetitivit. Meglio
rimpianti che sopportati.
La testimonianza delladdio
al cinema di Greta Garbo si deve al fortuito ritrovamento nel
garage di un collezionista di

Chi
Francesco
Totti compir
40 anni
il prossimo 25
settembre.
Sposato nel
2005 con la
conduttrice
Ilary Blasi, ha 2
figli (un terzo
in arrivo)
Calciatore
(nei ruoli di
attaccante e
centrocampista) gioca con la
Roma dal 1992
Giocatore
anche della
Nazionale di
calcio (fino al
2006) ha vinto
con la maglia
azzurra i
Mondiali, nel
2006

film di Los Angeles. Sono 18


minuti dellultimo provino girato nel 1949 per il progetto di
un film mai girato, La duchessa di Langeais, un adattamento da Balzac, il regista sarebbe
stato Max Ophuls. Si trova facilmente su YouTube, ed
struggente.
Nel 1949 Greta Garbo ha 45
anni, di una bellezza smagliante e matura, ride, gioca
con i capelli. Ma con indicibile
tristezza. I produttori di Hollywood ebbero una gelida reazione di fronte a quelle immagini, bloccarono il film. Fu cos
che la Grande Diva decise di
chiudere per sempre col cinema e di sparire, creando coscientemente la propria leggenda.
Non siamo lontani dalla
strada scelta dall anchorman
statunitense David Letterman:
nel maggio 2015 ha lasciato
dopo 33 anni il suo Late
Show, inimitabile classico
della tv americana e tappa
agognata dai protagonisti planetari della politica, del cinema, dellarte, della moda. Una
frase semplice: Grazie di tutto e buonanotte. Lezione indimenticabile.
Il terrore del crepuscolo attanagli anche Leopoldo Fregoli, straordinario trasformista romano, che decise di abbandonare improvvisamente

Il fatto
Nellambito
della strage di
San Bernardino del dicembre 2015 (14
morti) lFbi ha
chiesto ad Apple di sbloccare liPhone dei
terroristi. Ma
Cupertino ha
detto di no

pubblicano Donald Trump, che gi si era


espresso contro la decisione di Tim Cook di
opporsi alla decisione del giudice, ieri ha
anche lanciato un appello per boicottare i
prodotti Apple. Boicottate la Apple fino a
quando non avr fornito queste informazioni ha detto. Il terrorista aveva bloccato il
back up del proprio iPhone, non rendendo
accessibili le informazioni dal cloud della
Apple. La societ di Cupertino fin dal modello iPhone 5 messo in commercio dopo le
rilevazioni di Snowden sulla sorveglianza di
massa da parte del governo Usa aveva
puntato molto sulla sicurezza dei propri prodotti che sono basati su una doppia chiave,
una nel software e laltro nellhardware. Una
combinazione che alla prova dei fatti si
mostrata molto efficace. Forse troppo.
Massimo Sideri
RIPRODUZIONE RISERVATA

Da Greta Garbo a Cattelan:


la scelta di uscire di scena
prima che inizi il declino
Lindecisione di Totti
e tanti (illustri) precedenti

il palcoscenico nel 1925 allapice del successo, con mille proposte di scritture in mezza Europa.
Poco tempo fa, nel 2011, un
addio contemporaneo ha sorpreso luniverso dellarte del
XXI secolo: quello di Maurizio
Cattelan, artista-perfomer tra i
pi famosi del mondo. Nel novembre 2014, in unintervista a
Paola Tognon di Exibart, ha
spiegato cos le sue ragioni:
Avevo bisogno di tracciare
una linea tra me e il mio lavoro, per guardarlo da lontano.
Ho scoperto che distruggerei

593
Il numero
delle presenze
in Serie A
(il dato
aggiornato
al 14 febbraio)
di Francesco
Totti: il terzo
giocatore dopo
Paolo Maldini
e Javier Zanetti

La parola
ER PUPONE
uno dei soprannomi che viene dato a
Francesco Totti (gli altri sono gladiatore,
il Capitano, re di Roma, bimbo
doro). Non c unorigine precisa
dellappellativo: c chi dice sia stato ideato
quando era giovanissimo, nelle file della
Roma, e pieno di promesse. E c chi la
attribuisce al suo gesto di mettersi il pollice
in bocca ogni volta che segnava.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la maggior parte delle opere e


ho pensato che forse non era il
caso di aggiungerne di nuove,
era ora di smettere.
Lasciare il posto al momento giusto diventato anche uno stile di vita diffuso tra
i regnanti europei. Hanno abdicato Alberto II del Belgio
(nel luglio 2013), Juan Carlos
di Spagna (nel giugno 2014),
Beatrice dOlanda (nellaprile
2013), Jean del Lussemburgo
(nel novembre 2000).
Ovviamente, il pi clamoroso commiato dei nostri tempi
stato quello di papa Benedetto XVI: l11 febbraio 2013, parlando in latino durante il Concistoro ordinario, annunci la
sua rinuncia al ministero di
vescovo di Roma successore di
san Pietro. Il suo segretario
personale, monsignor Georg
Ganswein, ha poi raccontato
di quanto avesse pesato sulla
sua decisione limpoverimento delle forze fisiche: la consapevolezza che gli sarebbe stato
impossibile reggere, col necessario vigore, al mare degli
impegni. Dire addio al papato
non , e non pu essere, facile.
Ma il carattere di Ratzinger
tutto l, in quella decisione
presa con chiarezza. Soprattutto senza rimpianti.
Ma c chi non lascia, e resta. Per mille motivi. Giorgio
Albertazzi, 93 anni ad agosto,
sta progettando una trasmissione televisiva: Come tutti
gli attori, sogni di morire in
scena, o almeno lavorando.
Perch per noi la scena
la vita, l si sintetizza
tutto. Come farne
a meno?.
lo stesso
ragionamento di Piero
Angela, giornalista e autore
televisivo, 87 anni grandiosamente
portati: Sto scrivendo
un libro, preparando trasmissioni televisive, un ciclo
di conferenze. La macchinetta
contenuta nella scatola cranica funziona ancora bene. Dico
sempre che c unautomobile
con 80.000 chilometri alle
spalle ma guidata da un autista di 45 anni. Perch quella
let che mi sento addosso. E
chi sparisce dalla scena a 45
anni?
RIPRODUZIONE RISERVATA

26
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

CRONACHE

27
#

DOMANI SU LA LETTURA PROTAGONISTI

Lattesa, i silenzi, poi lintervista


Il regalo sorprendente di Jasper Johns
Artista

di Vincenzo Trione

Jasper Johns
(Augusta,
Georgia, Usa,
1930) ritratto
da Irving Penn
nel 2006. Nel
1988 ricevette
il Leone doro
alla Biennale di
Venezia.
Obama gli ha
consegnato la
medaglia
presidenziale.
A fianco: Three
Flags (1955,
particolare)

un misto tra un aristocratico, un contadino e un eremita, Jasper Johns. Un po


per istinto un po per scelta, ama stare al
di l della mischia. Da anni si ritirato
dal mondo dellarte di oggi, cui guarda con
grande diffidenza. Si rifugiato a Sharon (nel
Connecticut). Dotato di un prodigioso talento
pittorico, Johns stato subito considerato un
maestro. Originario della Georgia, da ragazzo si
guadagna da vivere come vetrinista a Manhattan. Nel 1952 inaugura una mostra nella leggendaria galleria newyorkese di un italiano dAmerica, Leo Castelli: ed un evento. I pi autorevoli
direttori di musei e i maggiori critici statunitensi elogiano quel ragazzo di 22 anni autore di
tele che sono oramai autentici classici della
contemporaneit. Vi rappresenta a tutto campo
la bandiera americana servendosi dellantica
tecnica dellencausto. Un prodigio. Johns rende
astratto un motivo dotato di precise valenze
simboliche, politiche e culturali. Assume una
bandiera stars and stripes, e la consegna a noi
come una composizione sapientemente calcolata. Sembra dire: Questa non (solo) una
bandiera. Ma una perfetta ed esatta combinazione di geometrie (stelle e strisce).
A quel ciclo ne seguiranno altri dedicati a
icone banali e quotidiane: bersagli, alfabeti, numeri, anatomie, mappe geografiche. Celebri
anche le opere nelle quali il padre del New Dada movimento che prelude alla Pop Art
incastona, dentro stratificazioni cromatiche
dense, materiali estratti dal quel vasto archivio
che il presente: barattoli di birra e di colore,
lampadine, pile elettriche, scarpe, scope, tazze,
sedie, calchi di pezzi anatomici. In seguito
dagli anni Sessanta la rinuncia ai prelievi oggettuali. E la scoperta di una ricerca puramente
pittorica, fondata sullattenzione verso gli effetti coloristici.
Tratto ricorrente di questa solitaria avventura: uno stile controllato, austero, monacale. E
ancora: il senso della misura. A differenza del

suo compagno di strada, Rauschenberg, Johns


ha scritto Robert Hughes non espira
ma inspira: esplora il lato ermetico dei segni
della civilt di massa.
Nel corso degli anni, si determinato un paradosso. Mentre la fama e le quotazioni di questo erede del Nathan Zuckerman di Philip Roth
sono progressivamente aumentate, la sua produzione andata progressivamente diminuendo. Il silenzio: ecco la meta ultima del viaggio.
Unimplicita reazione al fitto e vuoto chiacchiericcio che invade ampie regioni dellarte del nostro tempo. Un approdo perseguito con ostinata caparbiet. Che solo di rado stato interrotto. accaduto due anni fa: quando Johns ha accettato la proposta del Moma di New York di
esporre la sua pi recente serie di opere, Regrets, nata da una fotografia in cui appare Lucian Freud.
Non facile aprire varchi in questa distanza.
Lo scorso giugno gli amici del Corriere mi
hanno invitato a farlo. Non lho mai conosciuto
personalmente. Ma qualche anno fa, in occasione di una mostra tenutasi presso lIvam di
Valencia, Johns mi aveva concesso unintervista,
rispondendo alle mie domande (Corriere della Sera, 12 aprile 2011). Come avrebbe reagito a

In Connecticut
Un po aristocratico, un
po contadino, un po
eremita, ha quasi
smesso di creare
Il colloquio
Al supplemento
del Corriere
consegna i frammenti
di unautobiografia

una mia nuova sollecitazione? Ho chiesto un


consiglio a unamica americana, che lo conosce
da quando erano ragazzi. Prova, ma non ti dar nessun cenno. Mi ha dato il suo nuovo indirizzo email. Ma mi ha raccomandato: Non fare
il mio nome. Jasper paranoico.
Dunque, gli ho scritto. Fine giugno 2015. Passano alcune settimane. Met agosto. Sono a Nicosia. Controllo la posta elettronica; e trovo una
mail in cui il Maestro mi manifesta la sua disponibilit a rispondere via mail alle mie domande. Che giorni dopo gli invio. Trascorrono altre
settimane di attesa. Avr urtato la suscettibilit
di Johns, mi dico. Invece no. Con mia grande
sorpresa, mi risponde. A volte in modo articolato. Altre volte in maniera tranchant. Su alcune
questioni evita di pronunciarsi: e appunta un
secco no. La sua scrittura asciutta, senza
abbandoni letterari: un inglese parlato. Forse
ha dettato la sua confessione a Maureen
Pskowski, lassistente cui assegnato il compito di seguire la corrispondenza con lo scocciatore italiano.
Pur se con reticenza, Johns ci regala una straordinaria meditazione poetica ed esistenziale.
Parla dellimportanza della memoria nella sua
opera, del ruolo della tecnica, del rapporto fraterno con Rauschenberg, della genesi delle
Maps. E, inoltre: della lontananza dallartworld
e del disagio nei confronti della nostra epoca.
Infine: del rifiuto del concettualismo. E della
scelta di lavorare sempre meno. La sottrazione,
scelta di vita e di poetica.
Ottobre. Provo a inoltrare ancora le domande
eluse a Johns. Molto tempo dopo Pskowski
mi spedisce una cortese ma definitiva mail:
Grazie da parte di Mr. Johns. Mr. Johns ha riconsiderato le questioni che lei pone, ma non
saprebbe cosa dire. Ne dispiaciuto. Spera solo
che le sue risposte siano sufficienti. Preferisce
non aggiungere altro. Quello che leggerete su
la Lettura di domani sono i frammenti di
uninvolontaria e unica autobiografia.
Forse, il testamento intellettuale di uno tra gli
ultimi giganti dellarte contemporanea.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il genio precoce
La meraviglia della
Piet per Fabio
Volo: Michelangelo
aveva solo 22 anni

La scultura arcaica
Ricerca e stile
La bellezza senza tempo
I semi della citt
secondo Mimmo Paladino di oggi gi tracciati
nel Cinquecento,
dice Velasco Vitali

La potenza della pittura


La luce e i vinti: Caravaggio
secondo Silvia Avallone

PASSIONE

GUERRIERI

LUCE

SEGNALI

#ILMIOCAPOLAVORO, A VOI LA SCELTA


Speciale
Il numero
speciale de la
Lettura di 56
pagine in
edicola da
domani, 21
febbraio, per
una settimana
Apre il
supplemento
unintervista
esclusiva
a Jasper Johns,
maestro dellarte contemporanea

Il colloquio con uno dei padri


del New Dada, il grande artista
americano Jasper Johns (1930),
apre il numero #221 de la Lettura, che sar in edicola da domani.
Una conversazione in cui Johns
colloquia con Vincenzo Trione sullispirazione, le tecniche, la ricerca
da cui sono nati i suoi capolavori,
con citazioni che vanno da Rauschenberg a Medardo Rosso.
Abbiamo chiesto ad alcune personalit, artisti e scrittori, di indicarci il loro capolavoro, e chiediamo ai lettori di fare lo stesso,
usando lhashtag #ilmiocapolavoro sugli account Twitter
(@La_Lettura), Instagram
(@la_lettura) e sulla pagina Facebook dellinserto. La risposta per

me non pu essere secca e unica


afferma lartista Mimmo Paladino perch deve considerare tutta larte nella storia, e va oltre lOccidente. Pi che il capolavoro, penso a diverse opere daffezione. Ad
esempio sculture come le Madri di
Capua o il Guerriero di Capestrano,
opere arcaiche, di cui non si conosce lautore, ma che appartengono
alla civilt semantica delluomo.
Sono radici molto antiche.
Lopera preferita pu essere anche quella che torniamo a vedere
quando visitiamo una citt, come
ci racconta lo scrittore Fabio Volo:
Spesso a Roma torno a rivedere la
Piet di Michelangelo. Perch?
Dopo aver letto la biografia di Michelangelo mi sono appassionato

La copertina de la Lettura #221 firmata


da Humberto e Fernando Campana

moltissimo a questo artista. Uno


che ha creato una simile meraviglia quando aveva 22 anni, mentre
io non saprei fare nemmeno un
posacenere con il pongo....
Capolavoro pu essere lopera in
cui si trova lo spunto per una ricerca. Lo spiega lartista Velasco Vitali:
Un capolavoro certo Las Meninas di Velzquez, ma voglio invece
nominare unaltra opera, che stata importante per me. Per dieci anni ho lavorato sulla ragnatela, sul
labirinto della citt, e mi sono accorto che quel segnale era gi stato
sintetizzato in unopera di 500 anni
fa, la Pianta di Venezia, xilografia
di Jacopo De Barbari. Da l ho ricostruito il mio filo, la mia provenienza stilistica e di temi. Radici,

segni, significati: ci che scegliamo come capolavoro dice qualcosa anche di noi.
Per la scrittrice Silvia Avallone,
ad esempio, il capolavoro il Caravaggio di San Luigi dei Francesi a
Roma, la Vocazione di san Matteo:
Amo i vinti, gli umili, e in questo
quadro vedo quasi la quotidianit
pasoliniana. Entra di lato una luce che pu essere vista da tutti, anche dagli umili, e nella scena cos
crudamente umana irrompe il sacro. Ora tocca ai lettori: spiegateci quale opera secondo voi scavalca il tempo e vi colpisce al cuore,
dite qual #ilmiocapolavoro, e diteci perch.
Ida Bozzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

28
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Svolta Rispetto a quelle del luglio e del novembre scorsi,


lazione militare sferrata allalba di ieri dagli Stati Uniti
a Sabratha stata di ben pi ampia portata, destinata
a lanciare, senza cambiare linea, una serie di messaggi

ANALISI
& COMMENTI

I RISCHI DEL CASO LIBIA


E LIMPEGNO DELLITALIA

Il corsivo del giorno

di Paolo Lepri

LA CRISI SPAGNOLA
TRA CHI SPERA
IN NUOVE ELEZIONI
E I DIKTAT DI PODEMOS

di Franco Venturini

lla fine, forse, andr proprio come


ha spifferato Mariano Rajoy in un
orecchio di David Cameron, durante
una pausa del consiglio europeo.
Gli spagnoli torneranno alle urne il 26
giugno, poco pi di sei mesi dopo le elezioni
che hanno frammentato il panorama politico
in quattro blocchi Ppe, Psoe, Podemos e
Ciudadanos e dalle quali non uscita
nessuna chiara maggioranza in grado di
sostenere un governo stabile. Il premier in
carica per gli affari correnti cerca di
indovinare il futuro anche se non ha mai
posseduto la palla di vetro. Se lavesse avuta
avrebbe almeno potuto cercare di sbarazzarsi
di alcuni figuri di un partito, il suo, che ai
vertici nella classifica europea del malaffare
e della corruzione. I popolari non hanno
vinto anche e soprattutto per questa ragione.
Un wishful thinking, quello sul nuovo
voto? In realt i sondaggi attribuiscono alle
forze politiche risultati pi o meno analoghi
a quelli del 20 dicembre. Per Rajoy lideale
sarebbe in realt trascinare questa
situazione per le lunghe. Ma la Costituzione
spagnola lo vieta. In fondo il Belgio non
rimasto recentemente 589 giorni senza un
governo? La legge di bilancio stata
approvata lanno scorso e, paradossalmente,
la Commissione europea non pu fare i suoi
rilievi perch non ha un interlocutore nella
pienezza dei poteri con cui trattare. Un
problema di meno.
Invece in una democrazia assicurare la
governabilit un dovere. Se questo vero,
non sorprendono ma destano una certo
disappunto le durissime condizioni imposte
al socialista Pedro Snchez (che ha ricevuto
dal re lincarico dopo la rinuncia di Rajoy)
dal leader di Podemos Pablo Iglesias. Un vero
e proprio controprogramma che prevede il
controllo del sistema radiotelevisivo e della
lotta contro la corruzione. Regressione
democratica, ha tuonato un dirigente del
Psoe. Non certo il clima migliore, questo, per
il tentativo di Snchez.
Paolo_Lepri
RIPRODUZIONE RISERVATA

Su Corriere.it
Puoi
condividere sui
social network le
analisi dei nostri
editorialisti e
commentatori:
le trovi su
www.corriere.it

on ancora cominciata una


nuova guerra di Libia, ma sarebbe sbagliato, anche da parte italiana, non percepire la dimensione inusuale dellattacco che aerei americani hanno
sferrato allalba di ieri contro
bersagli dellIsis alle porte di
Sabratha. I cacciabombardieri
Usa hanno bombardato un
campo di addestramento, e
hanno raso al suolo un edificio
allinterno del quale si trovava
il tunisino Noureddine Chouchane, considerato uno dei responsabili dellattacco del
marzo 2014 contro il Museo
del Bardo a Tunisi nel quale
furono uccisi anche quattro
turisti italiani. La morte di
Chouchane viene data per
probabile , e lincursione
costata la vita ad almeno quaranta persone. Tutte o quasi
tutte non libiche.
Sulla carta liniziativa statunitense non si discosta dal
doppio binario deciso da
Obama lo scorso anno: via libera ad attacchi circoscritti
contro bersagli certi, e contemporaneo appoggio Usa al
processo politico che dovrebbe portare alla nascita di un
governo libico unitario legitti-

mato a chiedere aiuti esterni


per stabilizzare la Libia. Rispetto alle incursioni precedenti del luglio e del novembre scorsi, tuttavia, non pu
sfuggire che questa volta si
trattato di una azione militare
di ben pi ampia portata, destinata a lanciare, senza cambiare linea, una serie di messaggi. Agli uomini del Califfato, beninteso, che negli ultimi
mesi sono diventati pi numerosi e pi audaci. Ma anche ai
libici, e in particolare al Parlamento di Tobruk, per far capire che la pazienza ha un limite
e che il voto sulla nuova compagine governativa riunita dal
premier incaricato al Sarraj
deve aver luogo prestissimo. E
infine agli alleati italiani, francesi e britannici (tutti avvertiti
del raid in anticipo) per confermare che lAmerica fa e far
il necessario per combattere
lIsis, ma si aspetta un loro decisivo impegno perch, come
ebbe a dire John Kerry, non si
pu assistere passivamente alla nascita in Libia di un falso
Califfato che punta a impadronirsi di miliardi di petrodollari.
Caduti a Sabratha, i missili e
le bombe degli F-15 statunitensi dovrebbero aver lasciato
il segno anche a Tobruk. Soprattutto si spera che siano
stati correttamente valutati da
quel generale Haftar, appoggiato dal Cairo, che allorigine della prima bocciatura parlamentare del governo di unit
e che potrebbe avere in animo
di organizzare una nuova battuta darresto nel voto previsto
in linea di massima per luned
o marted prossimi.

Un nuovo no del Parlamento riconosciuto dalla comunit internazionale spingerebbe evidentemente la crisi
libica verso esiti non pi diplomatici ma militari, perch
lIsis utilizzerebbe lulteriore
tempo guadagnato per rafforzarsi ancora costringendo gli
alleati occidentali a interventi
mirati. Cercando di colpire
soltanto i seguaci stranieri di
al Baghdadi ed evitando di colpire cittadini libici estranei allIsis (come pare sia riuscito a
fare lattacco Usa a Sabratha) .
Ma anche il sospirato s dei
deputati di Tobruk al nuovo
governo unitario comporterebbe incognite e impegni
gravosi.
Difficilmente il gabinetto
potrebbe insediarsi a Tripoli,
bisognerebbe trovargli unaltra sede e provvedere a proteg-

Il governo unitario
Un nuovo no del
Parlamento spingerebbe
la crisi verso esiti non pi
diplomatici ma militari

Attenzione
Non possiamo farci
cogliere in contropiede
con lIsis a poca distanza
dalle nostre coste

gerla. Qualora giungesse, come previsto, la richiesta daiuto di al Sarraj, si dovrebbe decidere chi fa cosa. LItalia, che
ha molto contribuito al processo diplomatico, prevede
addestramento militare, assistenza logistica, sorveglianza
armata di nodi strategici, operazioni navali. Non prevede
per ora incursioni aeree, che
sarebbero lasciate a inglesi,
francesi e americani. E le unit
di terra, in massima parte
truppe speciali, si muoverebbero al seguito delle unit libiche da loro stesse addestrate,
sotto formale comando libico
e con lappoggio di milizie
amiche come quella di Misurata. Si vuole evitare di fomentare il nazionalismo libico
contro lo straniero, anche per
scongiurare il pericolo che
lIsis possa reclutare nuovi
adepti anti-occidentali e antiinfedeli.
Una operazione del genere
sarebbe gi complessa e pericolosa. Ma non abbiamo la
certezza, e non lavremo nemmeno dopo un eventuale voto
positivo a Tobruk, che le intenzioni trovino riscontro nelle
possibilit concrete. Per questo bisognerebbe spiegare allopinione pubblica italiana in
cosa consiste davvero il rischio
Libia. Per questo bisognerebbe che ne prendesse atto il
Parlamento italiano. Non possiamo farci cogliere in contropiede con i tagliagole dellIsis
a 400 chilometri dalle nostre
coste. E lincursione non ordinaria degli F-15 americani serve a ricordarcelo.
fventurini500@gmail.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

ECONOMIA

UNA MORATORIA PROVVISORIA


PER LE FONDAZIONI BANCARIE
di Stefano Passigli

ate oltre venti anni


fa su disegno di
Giuliano Amato, le
Fondazioni bancarie hanno svolto un
importante e positivo ruolo
nel passaggio delle nostre
principali banche da istituti di
diritto pubblico o casse di risparmio a societ per azioni,
assicurando nella loro funzione di long term investor un nucleo stabile di controllo nella
fase della transizione al mercato. Questa loro positiva fun-

zione continuata a tuttoggi,


come si visto nel momento
in cui si sono resi necessari cospicui aumenti di capitale. Di
conseguenza, esse hanno conservato una presenza rilevante
nella loro governance. Come
noto, tuttavia, per una normativa promossa dallo stesso
Amato e da Ciampi, le Fondazioni devono entro un breve
lasso di tempo dismettere
quelle partecipazioni nelle
banche conferitarie che superino il 30% del loro patrimonio. Nelle attuali condizioni di
mercato ci rischierebbe per
di deprimere ulteriormente i

corsi azionari: il disinvestimento da parte dei pi importanti investitori istituzionali


desterebbe infatti laspettativa
di ulteriori ribassi, incoraggiando la tendenza di altri investitori, in particolare gli hedge fund, a vendere allo scoperto i titoli bancari ampliandone
cos le oscillazioni. Inoltre,
una vendita agli attuali valori
impoverirebbe notevolmente
il patrimonio delle Fondazioni
limitando la loro capacit di
erogazione e di assolvere ai
propri compiti istituzionali.
opportuno tuttavia sottolineare che questo obbligo di

dismissione non deriva da alc u n a n o r m a e u ro p e a m a


esclusivamente dalle disposizioni delle leggi Amato e
Ciampi. Sarebbe dunque possibile introdurre una moratoria di 2-3 anni allobbligo di
vendita, e contemporaneamente introdurre incentivi fiscali per indurre le Fondazioni
a cambiare la loro partecipazione da azioni ordinarie in
azioni di risparmio. Ci consentirebbe a regime di raggiungere gli scopi che si erano
prefissi Amato e Ciampi, e cio
di far uscire le Fondazioni dal-

Ipotesi
Rimandare di 2 o 3
anni lobbligo di vendita
delle partecipazioni
negli istituti di credito

la governance delle banche,


ma al tempo stesso ne rafforzerebbe il capitale attraverso la
sottoscrizione di azioni di risparmio.
Infine, dato il maggior dividendo di cui queste ultime
usufruiscono rispetto alle
azioni ordinarie, aumenterebbe la capacit di erogare delle
Fondazioni nei rispettivi territori.
Credo che le Fondazioni accoglierebbero con favore una
simile soluzione che non le
obbligherebbe a vendere in
condizioni di mercato avverse.
I fautori di una uscita delle
Fondazioni dal controllo delle
banche non potrebbero lamentarsi. Il sistema bancario
ne uscirebbe rafforzato sia per
laumento di capitale che risulterebbe dalla sottoscrizione
delle nuove azioni di risparmio, sia perch il ruolo delle

Fondazioni potrebbe tornare


nuovamente utile qualora fosse necessario ricorrere a temporanei ulteriori aumenti di
capitale ordinario, che oggi
ben pochi potrebbero sottoscrivere al posto delle Fondazioni.
La massima parte delle decisioni, sia politiche che economiche, sovente a somma
zero: al vantaggio di alcuni
corrisponde lo svantaggio di
altri. Raramente una decisione
win-win. In questo caso, una
moratoria dellobbligo di dismissione accompagnata da
incentivi fiscali allinvestimento in azioni di risparmio (non
qualificabili come aiuto di Stato) favorirebbe Fondazioni,
banche e il mercato; cio tutti
gli investitori. E sarebbe immediatamente adottabile e di
effetto immediato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

NUOVI MURI

I GOVERNI UE LITIGANO
MENTRE I PROFUGHI
CONTINUANO A MORIRE
di Fiorenza Sarzanini

Delusione Il rimpallo di
accuse tra i leader cui
abbiamo assistito al
vertice di Bruxelles
mostra che lidea di
unUnione collaborativa
sui temi cruciali come
quello dellimmigrazione davvero
unutopia

o spettacolo penoso messo in scena ieri a Bruxelles fa ben comprendere che cosa potr accadere
nei prossimi mesi. Il rimpallo di
accuse tra leader europei mostra
che lidea di unUnione collaborativa sui temi cruciali come
quello dellimmigrazione
davvero unutopia. Visto da quei barconi stipati
di uomini, donne e bambini in fuga, il vertice
dei capi di Stato e di governo la prova di quanto lontani siano i politici dalla realt.
I numeri degli sbarchi dicono che in meno di
due mesi sono giunti sulle nostre coste quasi
7.000 stranieri. La maggior parte non ha diritto
allasilo perch proviene dallarea del Nord Africa, ma in attesa che si completi la procedura di
identificazione ed eventualmente di espulsione, si dovr provvedere alla loro accoglienza.
Altri possono invece aspirare allo status di rifugiati. Per tutti trascorreranno mesi prima di arrivare a definire la loro posizione e dunque il
futuro.
Le promesse di collaborazione degli altri Stati per un ricollocazione di eritrei e siriani giunti
in Italia e Grecia si sono infrante di fronte agli
egoismi nazionali. Nellottobre scorso la Commissione europea aveva assicurato che in due
anni sarebbero state trasferite altrove 40 mila
persone. Laccordo prevedeva che non ci fossero quote obbligatorie, ma tutti si erano impegnati a fare la propria parte. Non andata affatto cos, anzi. In sei mesi siamo riusciti a trovare
una nuova collocazione soltanto per 300 profughi, si sono tirati indietro Paesi come la Spagna
e la Francia. E c chi ha fatto anche peggio decidendo di ripristinare i controlli alle frontiere,
vanificando cos lo spirito del Trattato di
Schengen sulla libera circolazione.
Da adesso in poi la situazione pu soltanto
peggiorare. Nel corso del vertice dei ministri
dellInterno che si tenuto un mese fa ad Amsterdam sei Stati hanno comunicato ufficialmente lintenzione di continuare per due anni

ad effettuare la verifica dei documenti di chi attraversa i loro confini. Lelenco comprende Germania, Svezia, Danimarca, Norvegia, Francia e
Austria. Vuol dire che a maggio quando appunto sar concessa la proroga il trattato sar di fatto sospeso con il rischio assai concreto
di essere poi definitivamente abolito. A ci si
aggiunge infatti la resistenza messa in atto dai
Paesi del gruppo Visegrad Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca rispetto a
una politica di piena accoglienza, con la minaccia di alzare steccati pur di fermare londata migratoria.
Le conseguenze per lItalia sono facilmente
immaginabili. Le partenze dalla Libia certamente aumenteranno con la bella stagione e il mare
calmo. E altre rotte rischiano di aprirsi. Perch
chi scappa dalla guerra non pu fermarsi e se
davvero trover la strada sbarrata, trover un altro modo di arrivare in Europa. Lo far, ad esempio, passando da Albania e Montenegro e poi attraversando lAdriatico proprio come accadeva
negli anni 90. Le notizie che giungono dai Balcani dicono che gli scafisti si stanno gi organizzando per gestire al meglio questo nuovo affare.
Entro qualche mese il nostro Paese corre il
pericolo concreto di trovarsi isolato, stretto in
una morsa, visto che al nord ci saranno le frontiere chiuse, mentre noi non possiamo sbarrare
il confine pi ampio che abbiamo: il mare. bene attrezzarsi per non farsi trovare impreparati.
bene sapere, visto quanto accaduto lo scorso
anno con il rifiuto di alcune Regioni a mettere a
disposizione i posti letto e alcuni partiti a fomentare le proteste di piazza, che nessuno potr tirarsi indietro. Ognuno dovr fare la pro-

Emergenza
Entro qualche mese corriamo il
pericolo concreto di trovarci isolati,
stretti in una morsa, visto che al
nord ci saranno le frontiere chiuse
pria parte, primi fra tutti governatori e sindaci.
Sar necessario avere strutture dove sistemare
chi chiede asilo, assistere le donne, pensare ai
bambini garantendo condizioni di vita accettabili. Sar indispensabile velocizzare ulteriormente il lavoro delle commissioni che esaminano le istanze, snellire le procedure in modo
da poter stabilire nel pi breve tempo possibile
chi ha diritto allo status di rifugiato e chi invece
deve essere riportato nel Paese dorigine. Ci vorr grande impegno, serviranno soldi.
Fa bene il presidente del Consiglio Matteo
Renzi a dire che chi non collabora non ha diritto ai fondi europei, ma anche lItalia deve rispettare le disposizioni dellUnione sul fotosegnalamento e lapertura dei centri di identificazione, proprio per essere credibile quando alza
la voce. Perch bisogna sempre tenere a mente
che mentre i governi fissano tetti di ingresso e
alzano muri, i profughi continuano a morire.
fsarzanini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTI
DAL MONDO

Allarme Cina:
cambio strutturale
e paure esagerate
timori che la crisi

Ifinanziaria
in Cina
possa avere ripercussioni
persino pi gravi di quella
partita negli Stati Uniti nel
2008 si sta diffondendo nei
mercati internazionali, ma
queste paure sono
assolutamente esagerate,
spiega sul Wall Street
Journal leconomista David
Daokui Li. Il Paese, osserva,
sta piuttosto
attraversando un
cambiamento strutturale
fondamentale e doloroso:
la old economy incentrata
su industria pesante,
manifattura ed esportazioni
sta cedendo il passo a
servizi e commercio.

Timori per Rio 2016


e tanta confusione:
il Brasile sotto Zika
Brasile del virus

Nel
Zika la confusione pi
che la paura a farla da
padrona, assicura la
scrittrice brasiliana Vanessa
Barbara sullInternational
New York Times. Lautrice di
La lunga notte del signor
Otto racconta delle bufale
che circolano al riguardo nei
gruppi di WhatsApp e sui
social, ma anche della corsa
per accaparrarsi lo spray
antizanzare considerato pi
efficace, quellExposis
Extreme per settimane
introvabile sugli scaffali
nonostante sia carissimo.
Un timore Barbara ritiene
fondato: quello del ritiro
degli atleti stranieri dalle
Olimpiadi di Rio di agosto.

a cura di Alessandra Muglia

29
#

QUEI FORMALISMI SUICIDI


DI DEPUTATI E SENATORI
SEGUE DALLA PRIMA

erch questultimo si configura perci come un


emendamento rivolto a
evitare emendamenti: il suicidio del legislatore. E perch le
regole parlamentari tendono a
consentire le massime opzioni
possibili sui progetti di legge in
discussione, non a rendere impossibili anche le opzioni minime. Risultato: lemendamento
premissivo scarica i conflitti
sulle regole, dunque sui garanti
delle regole, i presidenti delle
assemblee legislative.
E gli effetti politici? Quellespediente avrebbe dovuto
permettere al Pd di superare
lopposizione della Lega, invece
ha mandato allopposizione pure i 5 Stelle. Doveva sveltire liter
dapprovazione della legge Cirinn, ma lo ha rallentato, rinvio dopo rinvio. Tanto che adesso nessuno sa bene come uscirne; lultima trovata, a quanto
pare, lo spacchettamento attraverso emendamenti premissivi parziali, una roba che farebbe linvidia della Nasa. Daltronde noi italiani abbiamo un talento speciale per gli arzigogoli.
Anche quando non ne avremmo bisogno, giacch in questo
caso la Lega aveva rinunciato a
fare ostruzionismo, ritirando
4.500 emendamenti su 5.000. E

tuttavia non basta, non basta


mai: c sempre lincognita dei
voti segreti, cui si interessato
perfino il cardinal Bagnasco.
Unaltra questione procedurale,
come il conflitto dattribuzioni
fra poteri dello Stato depositato
da 40 senatori dinanzi alla Consulta, perch la legge non aveva
esaurito lesame in commissione. Dopo di che c un vizio formale in quel ricorso per vizi formali: 40 senatori saranno anche
potenti, ma non costituiscono
un potere dello Stato.
Morale della favola: la forma
vince sulla sostanza, ma una
vittoria di Pirro. Perch la democrazia si nutre di regole formali, per i formalismi disegnano una caricatura delle regole, e in ultimo impediscono
la stessa vita democratica. Succede nelle assemblee parlamentari, succede nelle assemblee condominiali, quando le
baruffe sui millesimi precludono qualsiasi decisione. C tuttavia unallerta da trasmettere ai
nostri avvocati, pardon, senatori: attenti, se convertite ogni intervento in unarringa, se trasformate la politica in processo,
il Parlamento finir per diventare un tribunale, ma i tribunali
sostituiranno il Parlamento.
Michele Ainis
michele.ainis@uniroma3.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

SI ALLUNGA LA VITA MEDIA


MUTUI E TITOLI SI ADEGUANO

ove saremo tra 40 anni?


Impossibile prevederlo,
ma c una banca che
scommette sul fatto che staremo (perlomeno i pi giovani di
noi) ancora a pagare il mutuo
contratto oggi. Nello stesso
tempo il Tesoro pensa che ci sia
qualcuno pronto ad aspettare
trentanni per liquidare il suo
investimento e ha lanciato un
titolo che scadr nel 2047 riscuotendo successo. Cosa sta
accadendo? Il tempo, o la sua
percezione, rallentato? La risposta tecnica richiama la stagnazione dei prezzi, lo strenuo
impegno della Bce per fare risalire in prossimit del 2% il tasso
di inflazione e la struttura poco
inclinata dei tassi che non sono
stati mai cos bassi nella storia.
Ma, forse, ci sono anche altri
segnali da cogliere. Sui mutui il
cambiamento straordinario.
Solo fino a 10 anni fa, per esempio, trovarne uno conveniente
a tasso fisso, superiore ai 15 anni di durata, era unimpresa, bisognava presentare credenziali
per ottenerlo. Per non parlare
del periodo antecedente allingresso delleuro, quando si

viaggiava, per i mutui immobiliari, su tassi a 2 cifre. Oggi sul


mercato si trovano offerte di
mutui a rata fissa con scadenze
a 35 e anche Intesa Sanpaolo a proporli a 40 anni, destinati a chi ha meno di 35 anni
e vuole comprarsi casa. Nella
concorrenza tra banche, liniziativa una giustificata mossa
commerciale che punta, con
lallungamento dei rimborsi,
sullofferta di rate pi contenute e quindi pi sostenibili in
rapporto al reddito della potenziale clientela. Prevalgono,
dunque, i nuovi scenari usciti
dalla lunga crisi: quelli che vedono il ritardo dei giovani nellinserimento nel mondo lavorativo e soprattutto il contenimento presente ma anche futuro dei loro redditi, in un
contesto complessivo di crescita economica moderata. C poi
sicuramente anche un altro
elemento per spiegare il cambiamento ed lallungamento
della vita che proietta nel futuro la piena operativit finanziaria e reddituale dellover 75.
Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA

30
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

31
#

Tempiliberi
Benessere

Viaggi

Food

Moda

Design

Tecnologia

Famiglia

La sua caratteristica che i messaggi si cancellano. E nata 3 anni fa ma il successo sta


arrivando ora. Perch? Non solo una questione di privacy: vogliamo cancellare il passato

Tendenza Telegram
di Michela Proietti

rimane pi nulla. Tutto questo prolifera su un


tab: la tracciabilit, una delle nuove ossessioni contemporanee. Nel momento in cui si
posta una foto su Facebook, in qualche modo la
si consegna alleternit: e proprio su questo ha
costruito la sua fortuna Snapchat, il social dove
le foto sopravvivono per pochi minuti. Telegram ha fatto un passo in avanti: i dati sono
blindati, non finiscono su nessun server. Non
volano insomma su nessuna nuvola, che, nata
per semplificarci la vita digitale, diventata la
scatola nera delle nostre esistenze.
Nel film Creed Rocky-Stallone fa vedere al
figlio di Apollo Creed, gli esercizi da fare. Li
scrive su un foglio. Lui fotografa il quaderno e,
mentre se ne va, Rocky chiede: Non lo prendi?. Creed risponde: No, tutto qui (indicando il telefonino). Rocky replica: Se si rompe?.
Creed sorride: Tanto gi tutto sulla nuvola.
Questo non succede su Telegram, app riservata,
generosa (consente di inviare documenti molto
pi grandi rispetto a WhatsApp) e meno intrigante: i messaggi scambiati tra due persone,
non possono essere inoltrati ad altri. Anche le
gaffe digitali si riducono.
Le innovazioni tecnologiche possono essere cannibali o migliorative delle precedenti, Telegram sicuramente un passo in avanti nella

U
Telegram
un servizio di
messaggistica
istantanea
senza fini di
lucro inventato
nel 2013 dai
fratelli Nikolai e
Pavel Durov
Telegram ha
la capacit di
scambiare file
di grandi
dimensioni e
stabilire
conversazioni
cifrate end to
end: la
conversazione
non rimane in
chiaro sui
server, una
volta distrutta
irrecuperabile
Tra gli utenti
di Telegram c
anche papa
Francesco: ha
esordito con un
audio
messaggio con
un passo del
Vangelo

Single

Rocky e la nuvola
Nel film Creed il non tecnologico
Rocky Balboa ignora che esistono
le nuvole che custodiscono per
sempre tutti i nostri dati

ILLOZOO/PEP BOATELLA

La app

n sexting di cui esaurita londa passionale


ci si pente. Linformazione di lavoro, ottenuta di
straforo, che pi avanti potrebbe rivelarsi un
boomerang. Se qualcosa mancava, nella sconfinata prateria digitale, era quello di poter cancellare con un colpo di spugna il passato. Anche
quello recentissimo. Il diritto alloblio ha finalmente trovato la sua sublimazione in Telegram,
lapp da 60 milioni di utenti mensili che ha rovesciato uno dei capisaldi della cultura classica:
non c nulla di pi volatile dello scritto. La chat
raffigurata dallaeroplanino di carta degradabile come i contenuti scambiati permette
di impostare la scadenza per i messaggi scritti,
che possono sopravvivere anche solo pochi secondi. E questa memoria corta rende Telegram
unapp preferibile a tutte le altre. Mentre Twitter deve vedersela con i conti in rosso e gli utenti stagnanti (per sopravvivere promette anche
di eliminare il limite snob dei 140 caratteri), Telegram, assicurando pi privacy a tutti, fa la
parte dellasso pigliatutto.
Dodici miliardi di messaggi inviati ogni giorno e una crescita incessante di iscrizioni, che
testimoniano la volubilit del popolo della rete:
nella marcia virtuale, gli internauti sono migrati da Irc (era il 1988) a Icg, passando poi da Aol ai
pi recenti Yahoo e Msn Messenger. Dopo Facebook e WhatsApp, arrivato Telegram, campione di un piccolo miracolo di sintesi: ha messo insieme lanima pop di Facebook con quella
elitaria di Twitter. Lidea che qualcuno poteva
leggere i miei messaggi mi faceva sentire insicura e poco spontanea, ora mi sento pi libera
di giocare e di esprimermi, dice Marina F.,
passata da WhatsApp a Telegram.
Fondato nel 2013 dai fratelli russi Nikolai e
Pavel Durov, che ricordano i fratelli Cameron e
Tyler Winklevoss ai quali Zuckerberg avrebbe soffiato lidea di Facebook Telegram il
posto dove possibile comunicare senza filtri
anche contenuti delicati. Perch una realt a
tempo. Secondo un vecchio assioma, molto celebre tra gli habitu dei social, Facebook il posto dove si mente agli amici, mentre Twitter
quello dove si sinceri con gli sconosciuti. Telegram si presenta pi semplicemente come il
luogo dove chi ha qualcosa di importante da
dirsi si sente al sicuro. E per questo piace a chi
occupa posizioni di potere.
Senza arrivare alle vette di Papa Francesco
il @Pontifex di Twitter che ha esordito due
settimane fa sulla app con un audiomessaggio

60
i milioni di utenti mensili che sono
migrati sulla app inventata nel
2013 da due fratelli russi. Ogni
giorno vengono inviati 12 milioni
di messaggi

che conteneva passi del Vangelo ci sono tanti


manager che scelgono di parlarsi su Telegram. Lo usiamo per lo scambio di documenti
segretissimi, ad esempio nelle operazioni di
M&A, spiega Stefania B., analista finanziaria.
Il segreto tutto nella gestione dei dati personali: i messaggi scambiati sono dead text
walking con le ore, e talvolta i minuti, contati.
Una volta distrutti, di quello che si detto non

comunicazione, osserva Mario Morcellini, ordinario in Sociologia dei Processi Culturali e


Comunicativi alla Sapienza di Roma. La conquista vera non tanto nella privacy ma nella distruzione del passato, che avvicina la vita virtuale a quella reale. Gli uomini, nella vita in
carne e ossa, non amano circondarsi di ricordi,
perch il passato spesso dolore e rimpianto:
riusciamo a convivere solo con la nostra memoria selettiva. I social, invece, non fanno altro che
riproporci il nostro vissuto.
Ne un esempio il Rivedi il tuo anno su Facebook, un collage che spesso pi che emozionarci, ci imbarazza: dopo qualche mese, faremmo volentieri a meno di rileggere o rivedere frasi apodittiche o foto autocelebrative. la
rinuncia definitiva alla comunicazione lapidea
e un avvicinarsi al parlato di tutti i giorni: nella
realt, quando facciamo delle scelte, abbiamo
bisogno di sentirci soli, mentre i social ci mettono sotto locchio di una potenziale platea di
osservatori. La vita bella perch possiamo ritrattare idee, credenze, anche fedi. Era un po
folle lidea di scolpirle sulla pietra social.
procorr
RIPRODUZIONE RISERVATA

di Antonella Baccaro

SULLISOLETTA
O A CASA NOSTRA
DOVE ANDARE
A INVECCHIARE

ove ce ne andiamo
a invecchiare? da
settimane sul forum on line Supplemento singolo, dove si sviluppano i temi
di questa rubrica, circola questo strano interrogativo. Al
quale, distinto, avremmo risposto: E perch dovremmo
andare a invecchiare altrove?.
Se pensiamo a quello che hanno fatto i nostri genitori, il posto in cui invecchiare la propria casa, accuditi dalla famiglia. Ma forse noi saremo lultima generazione a considerare
la cura dei genitori un nostro
dovere e la prima a dover prov-

vedere a se stessa. Per i single


questa una certezza, ecco
perch largomento torna periodicamente a fare capolino
velato dinquietudine.
Tra le soluzioni che vengono
prospettate con una certa leggerezza c la fuga allestero
verso un buen ritiro: Comincerei escludendo i soliti
posti dove vanno tutti: Canarie,
Miami... suggerisce qualcuno. Mi piacerebbe fosse in
Grecia - scrive unaltra forumista -, precisamente a Creta: ottimo clima ma anche infrastrutture adatte alla terza et
poich non unisoletta minu-

scola e con linglese non dovrei


avere problemi sul posto. Se
non dovessi andare l penso
che resterei in Italia dove il costo della vita molto pi basso
che nei Paesi anglosassoni.Ci
chiediamo se davvero noi single, che invecchiando avremo
esasperato quelle abitudini
che gi ora costellano le nostre
vite, dando loro una parvenza
di stabilit che altrimenti mancherebbe, lasceremmo davvero tutto per andare a svernare in un posto sconosciuto,
tra gente ignota. E se invece il
buen ritiro fosse la nostra
casa? Accetteremmo in tarda

Il dibattito
complicato
su come
scegliere il
migliore
buen
retiro

et, noi che nella vita abbiamo


sempre difeso lindipendenza
fino alle estreme conseguenze,
di condividere le quattro mura
con un perfetto estraneo che
abbia cura di noi? Noi non lo
crediamo: Organizziamoci e
fuggiamo da qualche parte tutti insieme! stata la proposta
di unassidua frequentatrice
del forum. Non male come
idea, gi la vediamo questa comunit di single trasferirsi in
un posto in riva al mare, con
un bicchiere di Margarita in
mano, sorridendo di quello
che non siamo mai stati...
RIPRODUZIONE RISERVATA

32

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

TEMPI LIBERI

Canale moda

Moda

Luomo che
non lava (da anni)
i suoi jeans

I protagonisti

www.corriere.it/moda

I suoi preferiti? Sempre jeans rigidi, pi


spesso il tessuto meglio : mi piacciono
marchi come A.P.C., Nudie, Edwin, Eat Dust,
Atelier La Durance, Benzak Denim
Developers... . Ruedi Karrer (foto) il
filosofo del denim e ai jeans ha dedicato un
museo: svizzero, geologo di professione,
seguitissimo su Instagram, porta da anni gli
stessi pantaloni (anche sul Kilimanjaro)
senza mai metterli in lavatrice. Si rovinano,

il jeans un capo per ribelli, racconta


nellintervista a Matteo Persivale che potete
leggere nel Canale moda di Corriere.it. Karrer
ha cominciato a collezionare jeans nel 1973
e ha aperto il museo nel 2001,
espandendolo nel 2011. Volevo essere un
rocker, un ribelle, ma da ragazzino ero
piccolo e magro. Cos misi tutti i miei sogni di
ribellione nel denim: i jeans divennero una
parte importante della mia vita.

Lintervista Carlo Capasa, presidente della Camera nazionale


della moda: Sappiamo che il sistema attuale va cambiato,
ma niente forzature: i francesi sono daccordo con noi.
Non voglio che siano i giovani a pagarne il prezzo

arlo Capasa invita a mantenere i nervi saldi.


Luso eccessivo delle immagini tende a trasformare la moda in intrattenimento. A renderla alla
portata di tutti. Ma laspetto sbnobistico delle
sfilate ha un valore, crea desiderio. Il presidente della Camera nazionale della moda italiana interviene sul dibattito di queste settimane: vendere subito i capi presentati in passerella o mandarli in produzione nei tempi canonici? La moda
deve fare i conti con laccelerazione provocata
dalle foto postate su Instagram e Twitter. E americani e inglesi, da Diane Von Furstenberg a Michael Kors, da Burberry a Tom Ford, da Vetement
fino a Versus e Tommy Hilfiger, reagiscono puntando sulla formula see now, buy now, vedi e acquista.
LItalia da che parte sta in questa rivoluzione? Prima di seguire a ruota unoperazione
che certamente conviene agli anglosassoni, bravissimi nel creare eventi e nel marketing, occorre capire bene che cosa realmente convenga a
noi per non disperdere la creativit di tutta la
nostra filiera produttiva, unica al mondo, e non
penalizzare i nuovi brand, spiega il presidente
negli uffici di fronte al Duomo in chiodo nero in
tessuto tagliato al vivo, camicia blu e cravattina
Costume National, la griffe disegnata dal fratello
Ennio di cui Carlo amministratore delegato.
Assicura che Italia e Francia sono in piena sintonia, fanno squadra per non farsi travolgere dal-

Sfilate, la rivoluzione
pu attendere
londata americana.
Quali sono i punti in comune con la
Fdration Franaise?
Non vogliamo restare chiusi alle trasformazioni, vogliamo guardare al futuro modulando e
affinando il sistema attuale. Ma non possiamo
permetterci che tempi forzati trasformino la
moda in puro marketing a scapito della creativit, portandola verso un appiattimento nel medio/lungo termine.
Quali sono i rischi nel see and buy?
Gli americani dicono: per evitare che il fast
fashion ci copi, noi vendiamo a porte chiuse sei
mesi prima delle sfilate. Cos, quando i capi vanno i passerella e tutti possono vederli, sono gi
arrivati nei negozi. Ma il pericolo che, per combattere le copie della moda a basso costo, trasformiamo il lusso in fast fashion. Fai sfilare vestiti vendibili, ma questa moda pronta. La conosciamo bene perch labbiamo inventata noi

negli anni Sessanta.


Oggi solo una percentuale dei
capi presentati in sfilata poi va realmente in produzione.
S, perch la passerella deve stimolare il desiderio e non rispondere a
un bisogno. Deve far sognare: se metti
in sfilata solo i capi che hai venduto
crei una moda contemporary. E a questo punto non servono pi i designer,
bastano merchandiser, esperti di
marketing e stylist, con un conseguente
appiattimento della creativit.
Limpressione che i capi messi in
vendita in corrispondenza delle sfilate
rappresentino una quota molto piccola
rispetto al fatturato globale di una collezione. il caso di Hogan con i capi
iconici.
cos. Bisogna distinguere marketing

New York

La t-shirt per Hillary


e lady Gaga modella
Jacobs, che show

1 Anna
Wintour,
direttrice di
Vogue America,
in prima fila alla
sfilata di Marc
Jacobs con la
t-shirt creata
dallo stilista a
sostegno della
candidatura di
Hillary Clinton
2 Marc Jacobs
con la t-shirt
pro Hillary
3 Lady Gaga
in passerella
per Marc Jacobs

E per fortuna che Marc Jacobs c. Almeno la


settimana della moda newyorkese ha chiuso con
uno show di quelli super. Con addirittura
protagonista una lady Gaga irriconoscibile (solo
un comunicato ne ha svelato lidentit) fra le
modelle che ha suscitato la curiosit solo perch
molto pi bassina delle altre malgrado i tacchitrampoli. Ma che sfilata. Un sogno, certo, pi che
una proposta di moda. Con abiti da regine e
principesse fra mantelli e cappe esageratamente
over. E strascichi e leggings e vesti a balze di pizzo.
Poi gonnellone a ruota e giubbotti e giacche
sempre di molte taglie pi grandi. Tutto nero e
gotico compreso i tirabaci impomatati e le labbra.
Jacobs esce con la t-shirt versione luccicante che
ha disegnato a sostegno di Hillary Clinton (con lui
anche Tory Burch) e che gi in vendita online.

Paola Pollo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Dalla presentazione al negozio in tempo quasi reale: Peuterey ci prova


Francesca Lusini: flessibilit e sinergia, lobiettivo fare collezioni super esclusive, ma pi agili

alla terra al cielo (e ritorno). La prossima vetta


da scalare, per il marchio che prende il nome da
una cresta del Monte Bianco,
lin season. Tradotto: far coincidere i tempi delle sfilate con
le esigenze dei consumatori.
La filosofia, che alla suggestione contrappone il pragmatismo, intercettare la domanda sul nascere: dalla passerella
al negozio in tempo (quasi) reale.
Il format meno fiction e
pi sostanza racchiuso
nel manifesto di Peuterey per
una moda di prossimit: vicina alle persone che si sentono a proprio agio con se stesse. La svolta anglosassone si

Lazienda
Al Gruppo
Peuterey, di
Altopascio
(Lucca), fanno
capo i marchi
Peuterey,
Geospirit e
Postcard

Volti
Protagonisti
della
campagna
invernale sono
Olivia Palermo
e il marito
(a destra,
con altre
immagini della
collezione)

sta facendo strada anche in


Italia. Gli annunci di Burberry e Tom Ford ci hanno permesso di approfondire i nostri
contenuti spiega Francesca
Lusini, 43 anni, presidente del
marchio toscano , ma stavamo gi lavorando al progetto.
Come pensate di tararvi su
scadenze cos strette? Con
una maggiore flessibilit e la
sinergia di tutte le pedine
aziendali... Poi, certo, lintero
sistema deve cambiare, convergere sugli stessi obiettivi.
Gli apocalittici temono la perdita di qualit, ma Lusini
convinta che la tendenza sar
creare collezioni super esclusive, pi agili e ad alto tasso di
originalit. Senza che loffer-

ta immediata, in presa diretta,


possa in qualche modo assecondare lo shopping compulsivo con dinamiche da fast
fashion: Non noto tutta questa frenesia dellacquisto. I pri-

mi segnali di uscita dalla crisi


si cominciano a vedere adesso.
Il nuovo lusso on demand
non sapr subito di vecchio?
Nellera degli smartphone, in

pochi minuti lultima collezione gi ripostata ovunque. Il


progetto in season di Peuterey
partir il prossimo settembre:
Alle sfilate milanesi, con una
presentazione unica uomo-

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

TEMPI LIBERI

33
#

17 rubini

Lorologeria vive di intuizioni spesso geniali.


Capire cosa sta accadendo nei mutamenti di
costume fondamentale per il settore. Alla
Roger Dubuis hanno ben individuato un certo
tipo di donna e hanno creato per lei un
orologio. Giovane, anticonvenzionale eppure
gi alla guida di un team se non unazienda;
una donna capace di prendere rapidamente
decisioni importanti. Una donna rara, forse,
perch da Roger Dubuis hanno deciso di

Lorologio
che scommette
sulle donne
di Augusto Veroni

e comunicazione dalla realt. Le aziende hanno


gi trovato una soluzione al problema: nelle nostre sfilate esistono da alcune stagioni delle capsule create ad hoc e vendute subito dopo le sfilate: brand come Moschino e Versus sono tra gli
anticipatori del vedi e compra.
Karl Lagerfeld dice che per Chanel, Dior,
Vuitton non un problema azzerare i tempi,
ma per i nuovi marchi pu diventarlo. Tra
laltro, Henri Pinault le ha riconosciuto il merito di supportare con la Camera le nuove generazioni come non era mai successo prima.
Questo laltro problema: i nuovi brand
quando sfilano o presentano si mettono in mostra, vendono e possono finanziare la produzione dei capi. Se devono produrre prima, spesso
non hanno le risorse e il sistema si sclerotizza.
Che cosa vede nel futuro delle sfilate?
Il mercato va pi veloce dei nostri proclami.
In gennaio moltissimi brand hanno gi fatto sfilare insieme la collezione uomo e la pre collezione donna, e accadr sempre di pi. Le pre collezioni rappresentano un 70% del fatturato wholesale e sono sempre pi importanti. La moda in
buona salute e dobbiamo preservarne i valori.
Massimo Giorgetti di Msgm ha annunciato
che chieder ai suoi ospiti di non postare le
foto di sfilata. Una strada percorribile?
Dalla rivoluzione digital stanno nascendo
movimenti contrastanti, la ricerca di un equilibrio d nuova vitalit al sistema. Tra i giovani c
anche un ritorno allartigianalit, allalta moda.
Perch, dicono, ci sono in giro troppe cose tutte
uguali. Siamo solo allinizio di un processo che
potrebbe evolvere in strade impensate.
Nel board della Camera ci sono imprenditori come Patrizio Bertelli, Renzo Rosso,
Massimo Ferretti, discutete del problema?
S e anche con i francesi: il sistema funziona
bene e non abbiamo intenzione di fare stravolgimenti, ma piccoli cambiamenti per rimanere
propositivi. Invece di diventare schiavi della tecnologia, perch non proviamo a dominarla? Il
digital va capito e governato.
Come?
Creando una forte cultura per convincere le
persone a comprare loriginale e non le copie del
fast fashion e poi creando regole stringenti sulla
propriet intellettuale. La digitalizzazione uno
dei pilastri della Camera insieme alla sostenibilit e la cura dellaccoglienza.
Si pu immaginare una moda sostenibile?
S. Risponde a requisiti di etica e profitto. Le
nuove generazioni acquistano pi volentieri un
capo rispettoso. Abbiamo creato un tavolo permanente e stilato un documento insieme con Sistema moda Italia, Federchimica e Unic (concerie) e Altagamma che crea linee guida per le
aziende: dalla tracciabilit della materie prime
alla chimica.
Il 24 ad inaugurare la Milano fashion week
ci sar anche il premier Matteo Renzi.
Sar presente alla colazione di lavoro, ospiti
del sindaco nella Sala delle Cariatidi. La politica
scende finalmente in campo accanto a questo
settore pazzesco: vale 80 miliardi lordi (62 consolidati). La nostra filiera produttiva rappresenta il 41% lordo di tutta la moda europea (la Germania l11, la Francia l8%). Un bilancio attivo di
19 miliardi, contro i 18 di passivo della Francia,
ma loro producono da noi.
Maria Teresa Veneziani
RIPRODUZIONE RISERVATA

donna, in linea con la stagionalit. La tipologia di prodotto vi semplifica il lavoro?


vero che siamo specializzati
nei capispalla concede la
presidente di Peuterey , ma
con la linea Studio ci siamo allargati al total look.
Il fatturato 2o15 riflette landamento dellanno precedente, con un piano di crescita di
respiro internazionale: LItalia rimane il nostro mercato
principale ma, oltre allEuropa, ci stiamo rafforzando in
Asia e negli Stati Uniti.
Le prossime aperture conducono negli Stati Uniti: A
New York nel 2017. Stiamo valutando due diverse zone di
Manhattan, continua Lusini.
Molti brand puntano su modelli iconici, per definire la
propria identit ed essere subito riconoscibili: una scelta
che vi sentite di condividere?
Nel 2002 abbiamo introdotto
i primi capispalla simbolo del

Chi

Carlo
Capasa,
dallaprile 2015
presidente
della Camera
nazionale della
moda italiana
Ricopre
anche
la carica di
amministratore
delegato di
Costume
National, la
griffe
disegnata dal
fratello Ennio
Nellultimo
anno le
collezioni
presentate a
Milano sono
passate da 142
a 184, dal 24 al
29 febbraio
andrano in
scena 73
sfilate e 107
presentazioni
con una nuova
generazione di
designer che
avanza

Linchiesta
Lintervista a
Carlo Capasa
la seconda
puntata si
uninchiesta
sul futuro delle
sfilate (e della
moda). La
prima puntata
stata
pubblicata
sabato 23
gennaio e
potete leggerla
online nel
Canale moda di
Corriere.it

marchio, il Guardian da uomo


e lo Sceptre da donna. Rappresentavano il connubio tra praticit ed eleganza, vestibilit
del cappotto e comfort della
giacca imbottita.
Protagonisti della campagna invernale 2016 sono lattrice Olivia Palermo e il marito
Johannes Huebl...West-Kardashian, Beyonc-Jay-Z, i Beckham: dal total ci stiamo
muovendo verso il family look.
Lidea della coppia ci sempre piaciuta sottolinea Lusini , il nostro modo di rimanere vicini alla realt. Stesso
motivo per cui Felicity Jones
veste Peuterey nel film Inferno di Ron Howard girato a Firenze. Icona contemporanea,
ma in stile toscano. Una scalata dopo laltra, insomma, nella
tradizione del brand: dalla sede di Altopascio (Lucca) alle
colline di Hollywood.
Maria Egizia Fiaschetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

andare sul sicuro limitando ad 88 gli esemplari


di questo Black Velvet prezioso per la
leggerissima cassa ricavata da un blocco di
carbonio, allinterno della quale montato un
prezioso movimento meccanico di
manifattura, a carica automatica. Piccolo, ma
non troppo (36 millimetri di diametro), scintilla
per quel carato circa di tormaline paraiba verdi
montate su alcune parti della lunetta. Ma non
per le pietre che questorologio prezioso,

quanto per la qualit del movimento (ha


meritato il Punzone di Ginevra, uno dei
massimi riconoscimenti svizzeri) e del
progetto, originale e dalla forte personalit. Un
orologio che la donna forte e ricca, visto il
prezzo sceglier prenotandolo in anticipo,
dal momento che sar disponibile solo dal
prossimo luglio. Elegante, raffinato, fuori dagli
schemi del visto e rivisto. Prezzo: 62.700 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lanno delle pelliccette sintetiche


La fibra (giapponese) della svolta
Si chiama kanecaron ed stata inventata per le divise dei pompieri
Da Chanel ad Armani: cos il finto ha conquistato le passerelle

a seconda vita delle pellicce sintetiche dopo


le prime uscite negli anni
60 ha una data dinizio
precisa: marzo 2010, a Parigi
Chanel presenta la collezione
per lautunno-inverno ambientata tra i ghiacci del Polo artico
con tute, abiti, stivali, giacche,
orli di gonne e persino pantaloni in pelliccia. Tutta rigorosamente sintetica. Lo scorso gennaio anche Giorgio Armani ha
puntato sulla pelliccia per la
collezione maschile del prossimo inverno. Sintetica (e orgogliosamente rivendicata come
tale).
Se la pelliccetta riuscita
nel miracolo di risalire la corrente, passando dai grandi magazzini di fast fashion alle passerelle pi importanti, perch
nel frattempo cambiato tutto:
nel 1980 nata la Peta e con
lei le prime campagne animaliste, con la crescita di una sensibilit etica che lultimo rapporto Eurispes 2016 fotografa cos:
l86,3% degli italiani contrario
allutilizzo di animali per le pellicce, in calo del 4% rispetto al
2015; ed cambiata una vera
rivoluzione la qualit delle
pellicce ecologiche, ora al tatto
cos morbide e folte da confondersi con i peli che vogliono
imitare. Spesso scaldano come
le autentiche (dipende dalla fo-

Chanel Tutta pelliccia ecologica nella famosa sfilata del 2010

Che cos
Kanecaron
una fibra
modacrilica
(cio con un
contenuto di
acrilonitrile del
35-85%)
sviluppata
dallindustria
giapponese
Kaneka nel
1957. una
delle pi
importanti fibre
sintetiche
create
utilizzando
tecnologie
giapponesi e,
grazie alle sue
doti di
consistenza
naturale simile
ai capelli umani
e alla pelliccia,
qualit dei
colori e
resistenza al
fuoco, usata
per pellicce
artificiali, tende,
coperte,
peluche,
parrucche

Il successo
Imitati 200 tipi di peli.
Arrivata a Milano
dentro una scatoletta.
Poi ha preso il volo
dera usata o dalla doppiatura
del tessuto). Di sicuro, costano
dal 2 al 10 per cento di quelle in
pelo di animale. Un esempio?
Una pelliccia di pancina di lince perch il pelo pi morbido, maculato bianco e arancio,
viene da l oggi arriva a costare attorno ai 50 mila euro (senza
pensare agli animali sacrificati),
mentre la sua imitazione, che
non uccide nessuno, ne costa
500.
Ma di che cosa fatta? E soprattutto: ecologica davvero?
La pelliccetta anche Bruno
Massa, che da trentanni lavora
con i peli sintetici la chiama cos utilizzata dalle griffe di
moda pi importanti, quindi
quella dalla qualit tanto alta
daver consentito il salto nella
moda che conta, uninvenzione giapponese. LItalia, che vanta le aziende tessili pi creative
del mondo, sul pelo sintetico
quindi costretta a inchinarsi allOriente.
Marmotta, visone dorsato,
kalgan, orylag, cincilla, lupo,
mongolia, volpe, gatto asiatico,
scoiattolo, coyote, raccoon
(procione) e uninfinit di altri:
per ogni pelo vero c la versione faux, ne sono stati imitati oltre 200, in tutti i possibili colori
e sono realizzati con una fibra
sintetica (pi precisamente, fibra modacrilica, cio un acrilico

Fashion Michelle Hunziker con un visone goffrato ecologico

Giorgio Armani Pelliccia sintetica per il prossimo inverno

di nuova generazione, molto sofisticato, comunque derivato


dal petrolio) chiamata kanecaron, che ha una curiosa storia.
Inventata dal colosso giapponese Kaneka nel 1957 per sostituire lamianto nellabbigliamento
dei pompieri viste le sue
qualit ignifughe solo in un
secondo momento si pensato
di utilizzarla nella pellicceria
sintetica.
Rispetto agli acrilici e al poliestere di cui sono fatte le pellicce sintetiche di basso costo,
questa ha una luce e una qualit
al tatto abissalmente diversa,
spiega Massa, accarezzando
una (finta) marmotta nel suo
showroom di Milano, che ha
come clienti tutte le maggiori
griffe. Se la pelliccetta riuscita
a imporsi, un po lo deve anche
a Massa (amministratore delegato di Daks a met Anni Duemila e con un passato in altre
aziende di primissimo livello):
Ho conosciuto la Kaneka
quando ero il distributore in
Giappone di Valentino racconta . Uno dei loro manager
pi svegli mi ha chiesto unidea
per sviluppare questo nuovo
tessuto e me ne ha spedito un
pezzo a Milano, dentro una scatolina. Mi si aperto un mondo.
Da allora non ha smesso di
studiare e proporre peli nuovi
da imitare (il suo cellulare pieno zeppo di foto degli animali
pi strani). Prodotto in Giappone, il kanekaron viene poi portato in Cina e Corea per la tessitura su telai circolari di base jersey. Apprezzatissimo in molti
mercati (come gli Stati Uniti e
lEuropa), rifiutato da altri (come la Russia). Ma anche l
qualcosa sta cominciando a
cambiare chiude Massa.
Le generazioni pi giovani, della pelliccia vera, non sanno che
farsene.
Daniela Monti
@danicorr
RIPRODUZIONE RISERVATA

34

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

TEMPI LIBERI

Moda

In edicola
Io donna, ottanta pagine con le tendenze della primavera

I protagonisti

Ottanta pagine dedicate alla moda nel numero


speciale di Io donna in uscita oggi, con quattro
tendenze per la primavera/estate 2016
direttamente dalle sfilate del pret-a-porter di
Milano, Parigi, New York e Londra. Tra i must have
interpretati dalle principali case di moda italiane e
internazionali c il colore, declinato in righe black
and white o multicolor. Non mancano inoltre due

classici delle ultime stagioni, lo stile maschile con


blazer e tagli minimal e il bianco, in versione
romantica e contemporanea. La lingerie non si
nasconde ma diventa protagonista del guardaroba
per il giorno e per la sera. A completare lo speciale
sulle passerelle, un focus sui gioielli best of in
boutique. Leitmotiv del 2016: i diamanti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il coccodrillo di Samsung
Siamo a Milano per sperimentare
Il colosso coreano che ha acquisito Colombo, marchio che lavora i pellami nobili
Vogliamo creare nuove contaminazioni fra lusso e tecnologie davanguardia
Lo stilista

Daniel
Ledermann,
esperienze in
Chloe, Cline,
Dolce&
Gabbana e
Brioni, ha preso
la direzione
creativa di
Colombo Via
della Spiga a
novembre
2014 per
ripensarne la
formula in
chiave pi
attuale
Nel 2011
Samsung Cheil
Industries,
divisione moda
del gruppo
coreano
Samsung, ha
acquisito il
brand italiano,
da oltre 40 anni
al 9 di via della
Spiga, per
avviarne
un percorso
globale
nel segno
di innovazione
e artigianalit

l moloch dellIct Samsung,


si innamorato del lusso artigianale, di altissima gamma, made in Italy. Che moda e tech parlino ormai un
linguaggio comune assodato
(chip per controllare il percorso di vita dei capi in magazzino, app dedicate al mondo dei
buyer). Ma se Samsung scommette su borse in coccodrillo,
delle specie pi rare, una
mossa inedita. In effetti, il
piano che abbiamo in mente
per Colombo Via della Spiga,
passa per iniziative che Samsung non aveva mai sperimentato: ha voluto saperne di pi il
numero uno mondiale del
gruppo spiega al Corriere
Moo Young Lee, presidente di
Samsung Cheil Industries Italy
che ha rilevato la casa italiana
Lavorazione La colorazione delle pelli di coccodrillo. Sotto, Moo Young Lee, presidente di
Samsung Cheil Industries Italy, e la rivisitazione del modello iconico della borsa Wall Street

Il test
Il cinturino in cocco
per il Samsung Gear S2
ha avuto successo,
potremmo esportarlo

anPole, Galaxy, Rogatis, Kuho,


Theory, Lebeige, Juun.J e 10
Corso Como Seoul. Perch la
capitale sudcoreana la nuova
citt di tendenza nel Far East: i
brand di Seoul esercitano un
forte appeal verso il mercato cinese e giapponese.
Fashion e tech: quali altre
contam
contaminazioni nel futuro
prossim
prossimo, Mr Lee? Pensando
alle bors
borse, baster riporvi dentro il ce
cellulare per riprenderlo
poi caric
carico, le giacche comunicherann
cheranno dati completi sulle
condizio
condizioni fisiche di chi le indossa. E a proposito di abbigliam
gliamento,
non nascondo
che per il futuro di Colombo abbiamo in mente un
pro
progetto
di lifestyle, comple Per ora per lavopleto.
ria
riamo
con il nuovo direttor creativo Daniel Letore
de
dermann,
su borse e acce
cessori,
ampliando la
ga
gamma
anche per allarg la forchetta di prezgare
z
zo.
E la visione artistica
d
dello
svizzero Ledermann (esperienze in

fondata nel 1955 . Progetti


come una limited edition dello
ear S2
smartwatch Samsung Gear
o Cocon cinturino in cocco
sso del
lombo che dopo il successo
test in Italia potrebbe essere
inaziolinizio di nuove contaminazioni tra lusso e tecnologia davanhe Coguardia. Non escludo che
ollabolombo possa in futuro collaboile con
rare per un progetto simile
Samsung in America.
tries,
Samsung Cheil Industries,
bracfondato nel 1954, il braccio moda del colosso suetta
dcoreano. Con letichetta
lete
fast fashion 8seconds volete
ra e
far concorrenza a Zara
mi a
H&M? Siamo stati i primi
weimmaginare il ready-to-wear in Corea, e 8secondss
iasolo lultimo brand lanciapo
to, spiega Lee. Gi, dopo
da
la moda uomo e la moda
edonna di marchi come Be-

Chloe, Cline, Dolce&Gabbana


e Brioni) nel segno della tradizione culturale italiana: Per
la primavera-estate 2016 mi sono ispirato al mito di Capri, per
lautunno guarder al design
del Gruppo Memphis e per la
primavera 2017 mi piacerebbe
trarre spunto dallArte Povera
di Mario Merz, anticipa Ledermann. Lucio Fontana? Un
taglio netto (come nello stile
dellartista di Concetto spaziale) su un pellame raro come il
cocco difficile da immaginare, sorride, consapevole anche del facile cortocircuito tra
Arte Povera e i prezzi di queste
borse da collezione: 15 mila euro liconica Wall Street, 33 mila
se la fibbia in oro bianco e
diamanti. Ci sono in vetrina
anche portacarte a 250 euro
precisa Lee . Ma non nego
che il piano di sviluppare un
fashion brand di altissima
gamma, come Herms, con vetrine nelle capitali della moda.
E a Parigi abbiamo gi trovato
una bellissima location.
Enrica Roddolo

1955
La data
di nascita
del marchio
italiano
di pelletteria
Colombo

1954
Lanno di
fondazione
del gruppo
tessile coreano
Samsung Cheil
Industries

Beneficenza
E i biglietti
per le sfilate
vanno allasta

ta per alzarsi il
sipario sulla fashion
week milanese, da
mercoled 24
febbraio a luned 29, con la
presentazione delle
collezioni femminili per il
prossimo autunno inverno.
Ed partita la caccia ai
biglietti per poter seguire
sfilate che, in molti casi,
sono veri e propri show,
emozionanti, coinvolgenti,
con tanto di celebrities
sedute in prima fila.
Numerose maison hanno
deciso di dare vita ad
uniniziativa benefica
aprendo le passerelle ai
non addetti ai lavori.
Come? Mettendo allasta
sulla piattaforma
CharityStars gli inviti per
assistere ai fashion show.
Ci sono biglietti per vedere
le collezioni di Giorgio
Armani, Trussardi, Etro,
Iceberg, Aquilano
Rimondi, Cavalli,
Dsquared2, Diesel Black
Gold, Costume National,
S. Andrs Milano,
Richmond, e Au Jour le
Jour. I proventi raccolti
dalla vendita online dei
pass saranno destinati
ad una serie di associazioni
scelte direttamente dalle
aziende. Armani, per
esempio, ha deciso di
supportare Operation
Smile. Rimondi, Au Jour le
Jour e Trussardi
sosterranno lassociazione
Amici del Centro Dino
Ferrari. Allasta anche due
seats per assistere dalla
prima fila alla sfilata di
Costume National (con
tanto di visita al
backstage). Sar inoltre
possibile conoscere
Antonio Marras di
persona, incontrandolo
nel suo backstage, e tante
altre cose ancora. Per
provare ad aggiudicarsi
i pass bisogna collegarsi
al sito
www.charitystars.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Il cristallo che monitora tutto (e ha Federica testimonial)


Attivit sportiva, calorie consumate, pulsazioni. Lidea di Swarovski e il volto della Pellegrini
Cos
Si chiama
Activity Cristal,
pesa 6 grammi
ed un oggetto
hi-tech da
indossare.
Inserito nel
bracciale o
nella fascia,
entra in azione
rilevando
pulsazioni e
movimenti
del corpo. Si
sincronizza allo
smartphone
grazie a unapp

n cristallo da indossare
come gioiello fashion,
ma al tempo stesso un
oggetto hitech per monitorare
attivit sportive e fitness. Activity Cristal, lultima realizzazione di Swarovski che entra
cos nel mondo dei dispositivi
wearable (indossabili) per il
mondo femminile. Fa parte
dei modelli Activity Tracking
Jewelry e arriver nei corner
shop italiani da met marzo.
Serve per monitorare diverse attivit fisiche. Corsa, jogging e camminate. Calcio, pallacanestro e nuoto. Ma le calorie si bruciano anche con danza e yoga e il cristallo le
registra. Luso immediato.

Basta metterlo al polso, inserirlo nel bracciale Slake o nella


fascia sportiva e entra in azione rilevando, grazie allelettronica interna, pulsazioni e movimenti del corpo.
Activity Cristal (in vendita
da 169 euro) grazie allapp si
sincronizza in modalit wireless con lo smartphone di chi
lo indossa. Consentendo di
fissare gli obiettivi giornalieri
e settimanali di percorsi e calorie da bruciare.
Il cristallo resistente allacqua fino a una profondit di 50
metri, tiene conto delle attivit
fatte nel corso della giornata e
ne tiene memoria su un diario
alimentare. Funziona anche la

notte, perch controlla la qualit del sonno e le ore dormite.


La scelta di testimonial per
un oggetto fashion cos femminile caduta su Federica
Pellegrini, portabandiera delle
nuotatrici del Belpaese. Lo sta
gi usando negli intensi allenamenti in previsione delle
Olimpiadi Rio 2016.
Ho provato il prodotto in
vasca, da subito mi sono accorta che si trattava di una tecnologia di monitoraggio sportivo
allavanguardia. Perch consente di fissare gli step successivi e conoscere i tuoi limiti.
Ogni progresso compiuto si
condivide con gli amici sui social. Basta un semplice tocco

In vasca
Federica Pellegrini
con al polso
lActivity Cristal di
Swarovski. Sopra,
il cristallo con la
doppia opzione:
cinturino e fascia

per attivare una corona circolare di luci che indicano ora e


stato delle attivit completate.
Leggero (6 grammi),
non invasivo. Registra
lattivit fisica e la confronta con dati precedenti
continua Pellegrini .
Fornisce conferma della qualit del comportamento sportivo, suggerendo possibili variazioni di programma per migliorare le prestazioni. Unultima nota di civetteria: Lo
indossi e un minuto dopo ti dimentichi di averlo, ma si nota
lo stile fashion del cristallo.
Umberto Torelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

TEMPI LIBERI

35
#

Moda

Il bilancio

Cabina armadio

I compratori sono cresciuti di quasi il 7% (6,9 il


dato finale) al Mipel 2016, la rassegna
internazionale della pelletteria e degli accessori
moda con le collezioni di 300 brand per il prossimo
autunno-inverno. Ed un segnale particolarmente
significativo la crescita del 22,7% fatta registrare
dai compratori italiani. I buyer esteri, in particolare

Per gli accessori pi compratori italiani (e meno stranieri)


quelli russi, sono invece diminuiti. Gli operatori
internazionali spiega Fabrizio Sol, direttore
generale di Mipel provengono per il 40% dai
Paesi dellAsia e per il 50% dallEuropa c stata
la conferma del grande interesse per il made in
Italy da parte degli operatori degli Stati Uniti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Modelli a confronto

La Sicily di Dolce & Gabbana


borsa iconica, viene declinata nei
temi della collezione

La Peekaboo Fendi (lanciata nel 2009)


in materiali pregiati, personalizzata con
la lettera del nome intrecciato

La borsa di GG Marmont di Gucci


che tra le It bag lancia anche la
Sylvie Bag con il fiocco bianco-blu

La borsa Valentino Garavani


anche protagonista della sfilata
primavera-estate ispirata allAfrica

La Prada Galleria (nata nel 2007)


nella versione coccodrillo con
motivo baiadera

La Palazzo Empire Bag di Versace


interpreta i simboli del brand: la
Medusa in funzione di chiusura

Imbottite, spaziali, con le perline


Ecco le It bag della primavera
Borse che si fanno ricordare

Alicia
Vikander
con la
Twist Bag
Epi Chain
di Vuitton

Ogni griffe ne ha una (o pi di una). E scegliere non facile

Olivia
Palermo
con la Wave
bag di Tods:
ha anche
la tracolla

ettangolari, rotonde o a
trapezio, veri oggetti di
design con tocchi Art
Nouveau, fiori e decori.
L e n u ove It b a g
(semplificando: le
borse di stagione che
diventano immagine
di una griffe) sono fatte per farsi ricordare, restare impresse. Il loro compito quello di rappresentare
sia gli elementi distintivi del
marchio, sia i dettagli estetici
della sfilata o della collezione
di riferimento, spiegano da
Prada, che per la primavera
estate rilancia la Prada Galleria. Presentata la prima volta
nel 2007 nel variante Saffiano,
pelle tipica della griffe milanese, la borsa dedicata al salotto
della moda con il tempo si
evoluta nella versione cocco o
struzzo nei colori di tendenza e
, cos, la borsa iconica diventata anche una It bag.
Le borse sono sempre pi
protagoniste anche in sfilata,
perch nei tempi bui dei consumi gli accessori sono diventati il baluardo dei fatturati. E
il cardine dello stile aggiunge Sabrina Scarpellini, che negli Anni 80 con il marito Massimo Bonini cre il primo show

room di scarpe e borse . Allora erano solo il complemento dei vestiti, oggi invece le
parti si sono invertite. Ma la
rivoluzione nella moda provocata dalleccesso di immagini
postate sui social sta travolgendo anche le It bag. Il mercato ha bisogno di novit
continua Scarpellini . E capita che le aziende propongano
pi di una It bag.
Era il 1997 quando Silvia
Venturi Fendi lanci la Baguette, una borsettina comoda con
tracolla da portare sotto il
braccio, proprio come il pane
francese da cui prende il nome, con FF come logo. Una filosofia semplice che subito
conquist le It girl, le ragazze
che con il loro stile non convenzionale fanno tendenza come Katie Holmes, Olivia Palermo, Rosario Dowson, Karolina
Kurkova. Immediatamente la
lista dattesa si fece lunga e la
Baguette fu decretata It bag,

diventando oggetto di lusso alla stregua di un gioiello. Poi,


nel 2009, si aggiunse la Peekaboo che nella versione 2016
prevede anche la personalizzazione con liniziale del proprio
nome intrecciato come decoro.
Tra le tendenze del momento Sabrina Scarpellini individua la borsetta cross body,
portata con la tracolla rassicurante psicologicamente.
Accanto ci sono quelle da portare a mano, effetto box o morbide un solo manico la regola (e la tracolla in dotazione)
oltre a zainetti e secchielli,
perch la borsa si sceglie in relazione al carattere e allo stile
personale.
Il design pulito e i colori
gioiosi, pastello, rosa, arancio,
a righe marinare con fiori applicati o dipinti. Mai troppo
grande, alloccorrenza si aggiunge unaltra borsa, come
fanno le modelle di Dolce &

Prada
Rappresentano sia gli
elementi distintivi del
marchio, sia i dettagli
estetici della sfilata

Caratteristiche
La tendenza del
momento la cross
body, da portare
accostata al corpo

Gabbana che tengono nella


stessa mano la Sicily ricamata a punto croce e la
shopping bag con il panorama di Venezia.
Versatile grazie alla tracolla a catena a onda anche
la piccola Twist Bag Epi
Chain di Louis Vuitton
scelta da Alicia Vikander,
al cinema con The Danish Girl. in cuoio,
decorata con perline colorate, ispirata allAfrica,
la borsa di Valentino Garavani, imbottita e morbidissima quella di Celine che
ricorda un cuscino improvvisato per la viaggiatrice. Chanel
in un aeroporto ha fatto sfilare
ragazze con borsette metallizzate dispirazione spaziale e
trolley nel disegno batik dei
vestiti. Si chiama Palazzo Empire la borsa di Versace con la
medusa sfoggiata da Lady Gaga. Le borse evocano storie, divennero complici delle signore
quando cominciarono ad uscire di casa. E fanno venire voglia
al cardinal Ravasi di citare in
un tweet la canzoni di Noemi,
La borsa di una donna pesa
come se ci fosse la sua vita
dentro #Sanremo.
Maria Teresa Veneziani
RIPRODUZIONE RISERVATA

Accessori, la personalizzazione entra nel ciclo produttivo


Piquadro e la customizzazione di massa. Marco Palmieri: La chiave di tutto sono gli artigiani

on abbiamo mai
venduto bene i trolley: siamo forti nelle borse quotidiane-business.
E allora mi sono detto, che
trolley vorrei per me? Non mi
piaceva rigido, lo volevo di una
certa eleganza, perch alla fine
lo porti con te anche agli appuntamenti. Marco Palmieri,
patron di Piquadro, si alza, acchiappa la valigia da weekend
in pelle morbidissima grigio
polvere, apre la zip e dispiega
il porta abito: Ci stanno due
vestiti e 7 camicie, poi tutti i
device nelle tasche esterne.
Palmieri ha trasformato la
presentazione delle nuove
borse in un incontro tra saperi. Seduti al tavolo ci sono an-

La parola
Customizzazione viene
dallinglese
customization
che significa
fare o
modificare
sulla base di
specificazioni
personali di un
utente. Pu
essere di una
macchina, un
abito, un
accessorio. O di
un computer

che due dei nuovi testimonial:


Massimo Temporelli, imprenditore di tecnologie, e Carlo
Palmas, pianista. In una borsa c funzionalit, utilizzo e
capacit di risolvere piccoli
problemi quotidiani. Volevo
che fossero persone talentuose a scegliersi la loro borsa,
spiega Palmieri. Il musicista
Palmas ha optato per uno zaino nero: ha le ruote e pu sostituire il trolley per i viaggiatori 3.0.
Temporelli e Palmieri concordano sullurgenza di aggredire la tradizione italiana. Il
Rinascimento ha aperto il primato del talento. Gli artigiani
sono persone che sanno fare
con la sensibilit artistica. Il

Aperto Marco Palmieri mostra linterno del nuovo trolley

web e le tecnologie hanno accelerato i cicli produttivi. Bisogna preservare il talento individuale, ma diventare grandi
perch il Paese di Marconi e
Olivetti non pu restare a
guardare gli altri che corrono. Come? Portando il prodotto artigiano dentro il processo industriale e distributivo, insistono i manager. Il
processo rende pi facile progettare continua Palmieri: il designer fa il modello
con lAutocad, poi lo porti allo
studio di Temporelli che crea
il prototipo con la stampa 3D.
E se il colore non ti convince,
puoi continuare ad aggiustare.
In passato dovevi fare uno
stampo costosissimo e se il

prototipo non ti convinceva


buttavi tutto. Le tecnologie
hanno gi prodotto la borsa
intelligente che, grazie a una
app, ti avvisa (squilla il telefono) se ti allontani troppo.
Ma il pallino di Palmieri la
customizzazione di massa.
Uninterfaccia che sta cambiando il mondo degli accessori. Entri nel sito e puoi personalizzare la borsa, anche
chiedendo di scrivervi una frase. Lordine entra nel flusso
produttivo. Un braccio robotizzato preleva la borsa e la
porta alloperatore che applica
letichetta e lappoggia sul camion della Dhl.
M. T. V.
RIPRODUZIONE RISERVATA

36
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

TEMPI LIBERI

37
#

Maquillage

Guida

Il rossetto
che cambia
con la musica

al benessere

di Giancarla Ghisi

La jazzista
di Broadway
che crea smalti
su misura

i definisce
unartista. Canta nei
locali di Broadway e
crea smalti per
unghie che fanno
tendenza. Deborah
Lippmann, cresciuta in
Arizona, ha cominciato
giovanissima come
interprete jazz (che
tuttora il suo hobby) ed
entrata nel mondo della
nail art, diventando in
poco tempo fashion
manicure. I suoi trend
sono presentati in questi
giorni a New York durante
la Fashion week. Ma
soprattutto la persona
capace di soddisfare i
capricci delle star che,
sempre di pi, vogliono
prodotti personalizzati:
riesce a realizzare esclusive
nuance in collaborazione
con le celebrity tra cui Lady
Gaga, Beyonce, Kate
Winslet, Lupita Nyongo e
molte altre. Per Sarah
Jessica Parker (nella foto
durante una seduta di
manicure) ha pensato a
Sarah smile, una tonalit
chiara che lattrice indossa
sia di giorno che sul red
carpet. Curiosit: ogni suo
smalto ha il nome di una
canzone, La vie en rose
un perlato delicato,
Desert moon ricorda i
colori del Sahara con la
sfumatura beige-sabbia,
Happy birthday mille
colori con paillettes. Ogni
prodotto contiene estratti
vegetali come t verde,
biotina e aucoumea
klaineana con effetto
protettivo e rinforzante.

indossa un rossetto rosso si sente pi audace, pi


sicura, con una nuance prugna pu apparire
ancora pi grintosa mentre una tonalit nude la fa
sentire pi femminile. Queste sensazioni hanno
ispirato il video musicale interattivo Lush life che
verr presentato a marzo e che consentir a chi si
connette di cambiare lo stile della canzone
cliccando sulla barra colorata corrispondente a
diverse proposte di make up. (g.gh.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quel grasso dentro che non vediamo


ladipe che cresce intorno agli organi vitali. I consigli del nutrizionista Sorrentino
Il libro
Nicola
Sorrentino,
nutrizionista,
ha dedicato il
suo ultimo
libro, dal titolo
Grassi dentro
Perdi la
pancia, allunga
la vita, al tema
delladipe
nascosta e
che si sviluppa
intorno agli
organi vitali e
che pu farli
ammalare

I dati
Secondo i dati
in Italia ci sono
6 milioni di
persone
grasse che
non sanno di
esserlo

nocchiata allo specchio vi rassicura? Non


siete certo grassi, e
neppure leggermente
sovrappeso, insomma perfetti
o quasi: nella norma. Vabb,
sarete dei figurini, ma non basta pi oggi sembrare magri,
perch magari non lo si davvero. Adesso oltre alla ciccia
esterna bisogna dare la caccia a
un altro adipe pi insidioso e
malandrino, quello che si annida dentro, che non si vede da
fuori ma che cresce intorno ai
nostri organi vitali facendoli
ammalare.
Sono almeno sei milioni le
persone grasse in Italia che
non sanno di esserlo, come assicura il nutrizionista Nicola
Sorrentino che al tema ha dedicato il suo ultimo libro Grassi
dentro Perdi la pancia, allunga la vita, Mondadori. Quindi
per chiunque voglia affrontare

cidono con quelle di una dieta


dimagrante, altre, soprattutto
quelle sul fronte alimentare,
no.
Prendiamo lolio: al grasso
dentro fa bene, si potrebbe
(quasi) esagerare, mentre al
grasso della ciccia fa male, bisogna fermarsi al primo mezzo
giro di ampollina. I legumi sono sani, ma attenti alla quantit: Se la zuppetta di ceci diventa una bella zuppa e ci aggiungiamo troppo olio non
funziona pi, e cos per linsalata che va benissimo, ma se
parliamo dellinsalatona con
dentro un po di tutto, non va
pi bene, avverte Sorrentino.
Meglio allora la pasta che in
fondo corrisponde a tre cucchiai di olio sul fronte calorie e
che, se mangiata al dente, tiene
basso lindice glicemico.
Il dietologo gourmet Sorrentino, unesperienza di lungo

Il giro vita
Il primo passo
per capire se c
unemergenza
misurare il giro vita

Ogni giorno
Lideale consumare
sei pasti al giorno: tre
principali e tre
spuntini

dora in avanti la questione adiposa sappia che deve tenere


conto di un nuovo X Factor, impalpabile e non facile da individuare. Come stanare questo
fattore sconosciuto rappresenta proprio il primo scoglio e, visto che lo specchio inganna, il
secondo step per chi vuole avere qualche certezza sul suo adipe interiore, il metro (la circonferenza vita dovrebbe stare
entro gli 80 centimetri per la
donna e i 94 per luomo); poi,
se c ancora qualche perplessit si passa alla terza via esplorativa (lesame del sangue) e magari alla quarta, un ecografia
non invasiva del fegato.
Il problema a questo punto
che non sempre i due grassi,
quello della ciccia e quello del
grasso invisibile vanno trattati allo stesso modo, e mentre
alcune delle regole auree, per
fortuna la maggioranza bere
tanta acqua, fare movimento, e
mangiare con giudizio coin-

corso, nellultima parte del libro insegna a calibrare i cibi


nella giornata, e compila 30
giorni di menu diversi, con 6
pasti, 3 principali e 3 spuntini.
Appassionato di cucina, sperimenta le ricette che consiglia
discutendo sui dettagli con la
moglie, che difende la tradizione pugliese contro quella napoletana del marito.
E se a questo punto avete ancora qualche dubbio sul mangiar sano legittimo potete scaricare lapp che Sorrentino si divertito a compilare.
Solo un aiuto, conclude
stemperando ogni rigore nella
napoletanit. Se si mangia divertendosi anche un cibo proibito non fa ingrassare. Basta
non pretendere di divertirsi a
tavola tutti i giorni. Prima di
tutto bisogna essere snelli in
testa.
Maria Luisa Agnese
@maragnese

Il rimedio
Sorrentino ha
compilato 30
giorni di men
diversi, in
modo da
calibrare i cibi
nel corso della
giornata. I pasti
consumati
devono essere
in totale 6, di
cui 3 principali
e tre spuntini.
Tra le regolechiave per
restare in
forma c,
come sempre,
fare attivit
fisica e bere
tanta acqua

RIPRODUZIONE RISERVATA

ILLUSTRAZIONE DI NATALIA RESMINI

Curiosando

Un tocco pop per Clinique. Il brand americano ha


scelto come testimonial della nuova linea
maquillage Pop artistry trend la giovanissima
cantante Zara Larsson, 18 anni di Stoccolma, in
testa alle classifiche di Svezia e Norvegia e, al suo
attivo, tre dischi di platino per il singolo Uncover.
Lazienda ha spiegato Melissa Knapp, senior
vice president global creative vuole trasmettere
alle donne lenergia e la sicurezza di rivelare
lartista pop che nascondono in s. Quando

RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima di tutto, il primer. Come usare il trucco dei trucchi


Lidea: un make up che duri e che non abbia bisogno di ritocchi durante la giornata

ome su un set fotografico.


Nel 90 nei leggendari
Studio fotografici di Los
Angeles, tra pellicole, luci, trucchi vari nato il make up
Smashbox. Da unidea di Dean e
Davis Factor, pronipoti del leggendario Max Factor che allinizio del secolo scorso seguiva le
dive di Hollywood. proprio
Davis Factor a raccontare: I
rossetti ci fanno impazzire, i
primer ci entusiasmano ma,
con questa linea, pi di tutto
vogliamo condividere i trucchi
del mestiere in fatto di make
up. Uno dei primi successi
stato Photo finish foundation
primer, cosmetico che perfeziona la pelle e non costringe il
fotografo ad interrompere lo

Lesperto
Davis Factor,
uno dei
pronipoti-eredi
del leggendario
imprenditore
Max Factor

shooting per i ritocchi. Il concetto spiega Lisa Brugin national make up artist del brand
quello di realizzare, anche
nel quotidiano, il maquillage
perfetto e di lunga durata.
Lesperienza nel backstage ha
portato alla formulazione di
prodotti particolari e performanti. Indispensabili in questi
tempi tanto social.
Perfetto e veloce, lobiettivo
di Smashbox. Cinque minuti
dice Brugin bastano per
una pelle impeccabile, servono
pochi elementi ma indispensabili. Come il primer, che fa la
differenza. Nella linea ce ne sono 11 da utilizzare a seconda
delle esigenze. Il tonalizzante,
color pesca, per discromie e

macchie, quello verde che serve


e minimizzare i rossori e lultimo, creato per la pelle secca,
con 15 oli essenziali dallargan
alla jojoba, alla lavanda. Spesso, per, viene utilizzato mescolato al fondotinta o al correttore per renderli morbidi e ottenere un finish naturale o
glow, come si usa adesso. I primer, per una buona resa, devono essere stesi correttamente.
Se sono in gel basta una nocciola di prodotto da picchiettare,
mai massaggiare, dallinterno
verso lesterno del viso evitando
il contorno occhi. Per la versione olio bastano due gocce, non
di pi, sempre da picchiettare.
Mentre il water spray va vaporizzato prima del maquillage,

Il kit
Il make up
Smashbox
stato ideato da
Dean e Davis
Factor.
Lobiettivo
svelare i trucchi
del mestiere
che resero
famoso Max
Factor tra le
dive di
Hollywood

aiuta a idratare e preparare la


pelle, e, dopo, a fissare. Sul
contorno occhi servono primer
specifici. Sulla palpebra in alto
deve aiutare a mantenere ombretto e matita impeccabili, su
quella a basso invece importante che sia arricchito con caffeina e acido ialuronico per un
effetto idratante e tensore. Altri
due accessori indispensabili:
primo, il mascara. Anche in
questo caso serve il primer, che
d volume. Secondo, la palette
per il contouring. Sono tre matitone: una riproduce le luci,
laltra le ombre e la terza sfuma.
In un minuto si riesce ad avere
un ovale perfetto.
G. Gh.
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

TEMPI LIBERI

Abitare

Appuntamenti

Chi vuole le poltrone


maltrattate
da Kubrick e 007?
A Monaco unasta con le icone del design
protagoniste in molte pellicole-culto

inefili, collezionisti,
design addict, tutti a
Monaco di Baviera il
23 per lasta Design
meets Movie. Molto
ambito il set di divano, panca e
poltrona rosso fuoco che arredava gli avveniristici spazi bianchi dellhotel a cinque stelle in
orbita attorno alla Terra in 2001
Odissea nello Spazio. La collezione Djihl era stata disegnata
nel 1963 da Olivier Mourgue,
ben sette anni prima della realizzazione del film. Ma solo dopo il successo della pellicola
questi mobili, dalle forme inedite per lepoca, sono passati alla storia. Il lotto particolarmente ricercato dai cinefili perch Stanley Kubrick, alla fine
delle riprese, volle che tutti gli
arredi e i set venissero distrutti
onde evitare che altri registi dopo di lui li potessero riutilizzare.

La guida
Quittenbaum
casa daste di
Monaco di
Baviera,
organizza il 23
febbraio lasta
Design meets
Movie. In
catalogo pi di
100 pezzi icona
darredo
vintage che
arrivano dai set
cinematografici
delle maggiori
Major
hollywoodiane.
Si pu
partecipare
anche online.
www.quittenba
um.de

I pezzi in catalogo, come spesso


succede, li prese per la sua abitazione uno degli scenografi del
film, e ora sono in vendita.
Le pellicole di fantascienza
anni 60 dominano la scena. In
catalogo due lotti di Tulip chair
del 1956 e il Coffee table disegnati da Eero Saarinen per
Knoll dal set della serie televisiva tedesca Le avventure dellAstronave Orion. Non mancano le sedie di Verner Panton e il
telefono Grillo di Marco Zanuso
e Richard Sapper del 1967 (base
dasta 150 euro) inseriti
nella casa capsula nel
2173 del film Il dormiglione, di Woody Allen.
Molti i complementi darredo
da film francesi. La lampada
Bulb di Ingo Maurer del 1966,
che arreda la bella villa sulle alture di St Tropez, nel film La Piscina, dove un pi che mai te-

1
nebroso e malinconico Alain
Delon si divide in una storia
damore a tinte noir, fra Romy
Schneider e Jane Birkin.
In asta anche la poltrona di
Sylvia Kristel in Emmanuelle;
limmagine dellattrice, seduta
sulla poltrona di vimini a seno
scoperto e gambe accavallate,

mentre accarezza una collana di


perle, divenne unicona dellerotismo anni 70. Ma nessuna
poltrona uguaglia la Blofeld del
1962, che porta il nome del supercattivo capo della Spectre,
che nel film Agente 007, Si vive
solo due volte, veniva inquadrato seduto sulla poltrona disegnata da Paul Conti, mentre accarezza il suo gatto persiano
chinchilla bianco. Saranno state le unghie del gatto ma la poltrona molto rovinata e 500 euro come base dasta una cifra
molto allettante, anche metten-

Epoche di riferimento
Domina la fantascienza
vintage. Gli arredi dei
film di James Bond tra i
pi usurati (e richiesti)

RIPRODUZIONE RISERVATA

THE SPIRIT OF PROJECT


PANNELLI SCORREVOLI SAIL, MENSOLE EOS, TAVOLO LONG ISLAND, TAVOLINO TRAY DESIGN G.BAVUSO

RIMADESIO.IT

do in conto un completo restauro. 007 domina la scena anche con altri arredi disponibili,
a dire il vero tutti molto usurati,
anche perch a volte usati per
pi produzioni, come Sideboard del 1959 presente sia in James Bond, dalla Russia con
Amore, che in Si vive solo due
volte.
I Sideboard degli anni 50/60,
mobili-credenza, vivono ora
una seconda stagione: ricercati
dai collezionisti, sono sempre
pi presenti negli interni di tendenza. Questo, di palissandro,
parte con una base dasta di
12mila euro. Chiude la sequenza 007, la Swan Chair di Arne Jacobsen del 1957, in perfetto stato, completamente ristrutturata
per il film Quantum of Solace
con Daniel Craig.
Lauretta Coz

1 2001
Odissea nello
spazio con le
sedute Djihl di
Mourgue. 2
Coffee table di
Eero Saarinen
del 1957, base
dasta 1.000/
1.200 euro. Era
ne Le
avventure
dellastronave
Orion del 1966.
3 Il set radio-tv
Jvc del 1972, ne
Il dormiglione.
stimato 6/800
euro. 4
Lampada Spider
di Joe Colombo,
del 1967: era ne
La piscina,
quotata 5/700
euro. 5 Sedia
Anaconda di
Paul Tuttle del
1971. Valutata
3.500/5.000
euro. In 007 Vivi e lascia
morire, 1973.

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

TEMPI LIBERI

39
#

Abitare

Il riconoscimento di Wallpaper
Ancora un premio per la Lampada Coup 1159/R di Joe Colombo: 48 anni dopo

Questa la mia casa

Ha avuto successo nel 1968, quando apparsa sul


mercato. Oggi, la riedizione della lampada Coup 1159/R di
Joe Colombo, prodotta da Oluce, nellambito dei Design
Awards 2016: Best of the rest - conferiti ogni anno dalla
rivista Wallpaper - si aggiudicata il titolo di Best
Reissue. Il progetto degli anni 60 stato presentato nella
versione a parete con testa semisferica che si affianca al
modello da terra Coup 3320/R gi presente in catalogo.

Allepoca del debutto Coup aveva ottenuto lInternational


Design Award dellAmerican Institute of Interior Designers
ed era entrata a far parte della collezione permanente del
MoMA di New York e del Neue Sammlung Museum di
Monaco di Baviera. La giuria che ha assegnato il trofeo alla
Coup 1159/R era composta da grandi designer
internazionali: Patricia Urquiola, Konstantin Grcic, David
Adjaye, George Lois, Delfina Delettrez e Eddie Redmayne.

iovanni Cervi e Nila


Shabnam Bonetti
sono una coppia di
curatori darte di 45
e 36 anni. Reggiano
lui, milanese lei, hanno trascorso decenni dietro a gallerie e mostre. Finch hanno deciso di lasciare tutto, cambiare
vita e di...andare a Canossa.
Non metaforicamente, come fece Enrico IV, che si umili al cospetto della potente
nobildonna papista: arroccata
nei suoi 800 metri di altitudine
sulle punte estreme dellAppennino intorno a Reggio Emilia, isolata (la frazione pi vicina, Lugo di Ramiseto, un pugno di famiglie) nella vasta terra matildica, spicca la casa
cantoniera che Giovanni e Nila
hanno affittato esattamente un
anno fa e che hanno trasformato nel loro personalissimo
museo: lhanno riempita di
opere darte. Attingendo sia a
quelle che hanno costellato la
loro vita precedente (mostre
trascorse, amici artisti, eccetera), che a quelle degli ospiti
che adesso accolgono periodicamente in questa solitudine
estetico-sentimentale, interrotta solo dalle coccole di
Rocky, un segugio biondo, e
dai miagolii di tre gatti timidi.
Volevamo allontanarci dal
mondo frenetico del mercato
dellarte dice Giovanni e
sviluppare un progetto nostro,
molto legato al territorio. Ecco la scelta della casa cantoniera (affittata per poche centinaia
di euro al mese): in cima al valico appenninico, queste abitazioni raccontano vasti pezzi di
storia italiana. Attive propaggini di industriosit pubblica durante il fascismo, le case rosse (ma qui in Emilia sono gialle) ospitarono poi i commando
partigiani che si arrampicavano quass a difendere la terra
il Museo dei Fratelli Cervi a
un tiro di schioppo. Ogni artista che scegliamo di ospitare
prosegue Nila abita con
noi per un periodo e riflette
prevalentemente sulle tematiche del territorio.
Per dire, la musicista Lili Refrain ha interpretato la vosa
(la voce), usanza che sfruttava
leco delle vallate per la comunicazione: si racconta che i
vecchi salissero su una cima a
cantare lultima litania prima
di morire per annunciare la fine imminente. E il progetto si
intitola Valico Terminus proprio per queste caratteristiche
fisiche del posto. Cos, lungo la
scalinata (con ringhiera e tetto
in legno originali) ecco i disegni di Enrico Pantani, artista
che ha lavorato sul tema del

Il progetto Anas

Sulle vie antiche


un tesoretto
da ristrutturare

Quass da noi larte pi pura


Lispirazione della casa cantoniera
Giovanni e Nila sullAppennino: circondati dalle opere lasciate dagli ospiti
Le foto

Cavallo del Ventasso (la zona


detta cos per via di un vento
gelido che qui arriva allimprovviso), razza autoctona. La
struttura classica di questa casa, quadrangolare, permette
una suddivisione in pi stanze
ben ripartite (su due piani, ha
due camere da letto) e cos la
cucina si apre con un ripiano
in legno, frutto del lavoro del
falegname del posto. Intorno,
stampe con immagini di uccelli e erbe spontanee. Parte del

In alto,
Giovanni Cervi
e Nila Bonetti
nel soggiorno
della loro
casa. Sotto,
ledificio,
una casa
cantoniera in
provincia di
Reggio Emilia.
A destra, in
senso orario,
le opere darte
che ornano la
casa: Charley
vs Fay ispirato
a Philip Dick,
di Ludiko; Mimi
Scholz, The
Lady with
an ermine;
Alessia Cocca,
Carol waiting
for Fortune
(un particolare)
e Untitled
di Arianna
Carossa
(fotoservizio
di Giorgio
Benvenuti)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Uomini&oggetti

di Marco Vinelli

MONOLITICA MA LEGGERA
LA CHARLOTTE DI BOTTA
OMAGGIO A DRRENMATT

a poltroncina Charlotte
un omaggio indiretto alla
memoria del grande
scrittore elvetico, nonch pittore, Friedrich Drrenmatt ed
stata progettata da Mario
Botta, larchitetto che a partire
dal 1992 realizz anche il Centro interdisciplinare dedicato
al romanziere. Centro sorto

progetto futuro della coppia,


che vorrebbe valorizzare la ricchezza delle erbe del posto: pare che ce ne siano almeno 130
variet. Presto prenderemo le
api per il miele, dice Nila, che
fa strada attraverso sculture,
installazioni, dipinti. Balene
ovunque: il ricordo di un vecchio progetto di Giovanni, che
ha lavorato a lungo con Gallerie tedesche. Tutto, in questa
casa, parla di arte per larte,
senza scopo di lucro.
Ma pure un ininterrotto
racconto di questa terra, cos
partigiana ma anche cos ferita
dalle guerriglie ingaggiate tra
rossi e neri dopo lArmistizio. Cos bella, ma segnata
dallemigrazione (tema che
lartista Patrizia Bonardi ha sviluppato in un video); cos f disegnata da crinali suggestivi
(luned arriver lartista Manuela Toselli che, con la seta,
far un complesso ritratto del
crinale vicino). Con Giovanni e
Nila, la casa cantoniera torna
allorigine: servire il territorio.
Roberta Scorranese
rscorranese@corriere.it

intorno alla sua casa a Neuchtel, dove sono raccolti anche gran parte dei suoi dipinti. Charlotte aveva spiegato
larchitetto era il nome della vedova di Drrenmatt, che
aveva auspicato, in occasione
della mostra dedicata al marito presso la Kunsthaus di Zurigo, un segno proprio da le-

gare alla memoria dellautore.


Larchitetto aveva pensato, accanto alla esposizione delle
opere pittoriche presentate
come manoscritti, di offrire a
Drrenmatt un oggetto di sosta, appunto la poltroncina,
nata nel 1994 ma prodotta da
Horm a partire dal 2001.
Il segno tipico delle costruzioni di Mario Botta, caratterizzato da volumi geometrici
puri interconnessi tra loro,
chiaramente visibile nella
poltroncina Charlotte. Lelemento cilindrico il punto di
partenza, lo stesso che si ritrova in numerose architetture del progettista ticinese:
dalla Cantina Petra a Suvereto

Forme pure
La poltroncina
Charlotte,
prodotta da
Horm e, accanto,
larchitetto
Mario Botta

alla sede della banca Ubs a


Basilea; dalledificio di via
Ciani a Lugano alla Round
House a Losone. Nella parte
superiore, la poltroncina
Charlotte viene scavata allinterno da unaltra forma cilindrica, fino a creare una seduta che sembra sospesa nel
nulla. I volumi assoluti ma
vuoti rendono la Charlotte
monolitica e al contempo
leggera, sia fisicamente che
percettivamente.
La poltroncina realizzata
in midollino di palma Rotang
naturale, intrecciato su una
struttura in metallo verniciato ed tuttora in produzione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ome fanno Giovanni e


Nila ad abitare (in affitto) in una casa che teoricamente dellAnas, cio
pubblica? Semplice: negli
anni Ottanta, lente cedette
delle strade alle Province.
Strade che, sopra, avevano
pure delle case cantoniere.
Queste case poi mano a mano
sono state dismesse e cos
molte oggi sono private. Addirittura alcune (come riporta il sito Immobiliare.it) sono
diventate dimore di lusso:
prendi Villa Pietra a Scansano, in Toscana, un sogno con
piscina e vista mare, acquistabile al prezzo di 850 mila
euro. Ma lAnas vorrebbe non
sprecare quel patrimonio di
1.244 case ancora sparse su
tutto il territorio nazionale, il
55% delle quali, se ristrutturate e valorizzate, potrebbero
diventare un piccolo tesoro
immobiliare e culturale. E
cos, insieme ai ministeri dei
Trasporti e dei Beni Culturali
e in collaborazione con il
Demanio, Anas ha avviato un
progetto (con un investimen-

Gli itinerari
Milano

Le vie
del Nord
Lombardia
Via
Francigena
Via Appia
Roma

Brindisi
dArco

to di circa 10 milioni di euro)


per sistemare queste antiche
dimore, specie quelle inscritte in alcune zone importanti
per la cultura, come la via
Francigena e lAppia Antica.
Lidea spiega Claudio
Arcovito, responsabile brand
e immagine Anas di mettere a posto le case per poi
emettere dei bandi a privati
che vogliano destinarle ad
attivit di accoglienza o culturali. Cos da creare posti di
lavoro (si spera anche e soprattutto giovanile) e, insieme, evitare la dispersione di
questo patrimonio. Un patrimonio antico: listituzione
della casa cantoniera risale al
13 aprile 1830, giorno in cui,
con Regio Decreto del re di
Sardegna Carlo Felice, venne
creata la figura del cantoniere, al quale spettava la manutenzione e il controllo di un
cantone della strada.
anche per questo che la Sardegna la regione che ne
possiede di pi: circa 189 edifici dal tipico colore rosso
pompeiano, utile a rendere
ben visibile labitazione, situata allestremit dei luoghi
abitati. Doveva essere ben
riconoscibile perch il cantoniere, nelleventualit, era
obbligato a mettere a disposizione la casa per soccorrere
dei feriti o per ricoverare
agenti della forza pubblica.
R. Sco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

40
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

TEMPI LIBERI

41
#

Controcopertina

Amorimoderni@corriere.it

Famiglie

in edicola Amori Moderni, storie di ordinaria


tenerezza, il libro che raccoglie una selezione dei
racconti che i lettori ci hanno inviato alla mail
amorimoderni@corriere.it e pubblicati settimanalmente
nel blog La 27esima Ora (27esimaora.corriere.it):
trentuno storie di tutti i giorni, di ragazzi e novantenni,
di matrimoni e di abbandoni. Per capire quanto

Un anno di racconti, il libro con le vostre storie


cambiato il nostro modo di amare. Questa settimana il
racconto che potete leggere nel blog parla di famiglie
che crescono e fioriscono a distanza. la storia di
Rossella e del marito, che per lavoro vive in India.
Convincerci che la nostra famiglia non cos atipica
scrive Rossella serve a farci coraggio, quando la vita
va avanti e facciamo la conta dei momenti perduti.

In onda
di Marta Ghezzi

Figli e fidanzatini
Incontrarli
(a sorpresa)
la mattina in cucina

ILLUSTRAZIONE DI VINCENZO PROGIDA

u succedere una
domenica mattina. Il
genitore, in pigiama,
arriva in cucina e
trova il figlio, o la figlia, in
compagnia del
fidanzatino/a, seduti a fare
colazione insieme. Non ci
vuole molto a capire che
lospite ha dormito l.
Oppure avviene pi
gradualmente, dopo molti
passaggi per casa, cene tutti
insieme e lannuncio senza
enfasi: Questa sera lei/lui
si ferma a dormire. Coppie
ventenni, a volte anche pi
giovani. Non tanto (o non
solo) il fatto di fare lamore
a pochi metri dai genitori,
quanto di sperimentare, con

La pagella a rischio
Le cose giuste da fare
La scheda
Raffaele
Mantegazza,
docente di
Pedagogia
generale a
Milano, ha
scritto un libro
dal titolo
Study
building,
allenarsi allo
studio tra le
medie e le
superiori, nel
quale indica
alcuni consigli
per gestire una
crisi nei voti
scolastici.
La
matematica
una delle
materie pi
pericolose: a
giugno
insufficiente 1
studente su 5.
Ancora alti
i dati
sullabbandono
scolastico: il
17% dei
giovani tra i 18
e i 24 anni ha
solo la licenza
media.

di Orsola Riva

ebbraio, tempo di pagelle. E di psicodrammi familiari. Anche se


o r m a i s e m p re p i
scuole sterilizzano il
momento clou della consegna
dei voti attraverso il registro
online che si pu consultare
comodamente dal pc di casa,
ci sono ancora molte mamme
e pap che aspettano trepidanti il verdetto nei corridoi.
Alluscita si capisce subito com andata: i genitori che tengono il foglio della pagella
squadernato sono quelli a cui
andata meglio. Gli altri preferiscono arrotolarlo: fenomenologia di una generazione
vittima delle proprie ossessioni ultraprestazionali.
E allora diciamo subito ai
genitori che il voto non va
scambiato per un giudizio sul
ragazzo. Semmai devessere
letto come un cartello stradale
che ti dice se hai preso la direzione giusta oppure no, spiega Raffaele Mantegazza, docente di Pedagogia generale
alla Bicocca di Milano e autore
di Study building, allenarsi allo studio tra le medie e le superiori. Una fase di passaggio delicatissima nella quale, secondo Mantegazza, stare vicini ai
propri figli vuol dire anche sapere fare un passo indietro.
Bene quindi il sequestro preventivo del telefonino (impossibile concentrarsi nello studio se stai dietro al gruppo
WhatsApp della tua classe),
ma assolutamente vietato punire i ragazzi per un brutto voto in pagella magari togliendogli il basket. La capacit di
destreggiarsi fra i vari impegni
fondamentale.
Certo che, se alla fine del
primo quadrimestre del prima

Il docente di Pedagogia:
no alla parola asino.
Ma (a volte serve)
sequestrate il telefonino
superiore mio figlio ha tutti 3
in pagella, difficile che se la
cavi a giugno. Ma mica vuol
dire che scemo! Ha solo sbagliato strada e va aiutato a trovare quella giusta. La maggior parte degli abbandoni
scolastici, che in Italia sono

una ferita aperta (il 17 per cento dei giovani fra i 18 e i 24 anni
possiede solo la licenza media), avviene proprio nel primo biennio delle superiori.
Se invece ci sono solo una o
due insufficienze da rimediare, prima di spendere un sacco
di soldi in ripetizioni, perch
non provare a studiare con un
compagno che va meglio di
noi in quella materia? Al liceo
scientifico Calini di Brescia lo
fanno da tempo sia durante
lanno che destate per chi ha
dei debiti da recuperare. E
unottima esperienza da tutti e
due i lati. Per gli studenti di

Tendenze
di Costanza Rizzacasa dOrsogna

Il nuovo Casanova sa usare il congiuntivo


Metti lapostrofo a qual , laccento a un po, scrivi grz invece
di grazie? Non troverai mai lamore
online. Un nuovo studio condotto dallapp di autocorrezione Grammarly
sui profili eHarmony rivela che ortografia, grammatica e punteggiatura
sono il primo criterio di selezione sui
siti di dating. Pi di una foto, pi dellautostima che traspare o no da un
post. Soprattutto per le donne. Bastano due errori di spelling e un potenziale spasimante ha il 14% di probabilit in meno desser contattato. Se uno
svarione perdonabile, due o pi denotano incuranza, scarsa cultura o intelligenza. Di contro, chi usa il pronome relativo con destrezza ha il 31% di
probabilit in pi di piacere. Padroneggi il congiuntivo? Sei il nuovo Casanova. Pazienza se sono le donne a
far pi strafalcioni - quasi il doppio,
nonostante i maschietti scrivano il
22% di parole in pi -, gli uomini ci ba-

dano meno. Con te accanto posso rinunciare ha tutto. Ma allitaliano no.


Le app - mezzo pi usato ormai per incontrarsi, con match.com che riferisce di utenti in crescita del 60% - prendono nota, e raccomandano il controllo ortografico. Non si dice a me
mi piaci, unemozzione. Tre metri
sopra il celo manca lobiettivo. Se
scrive Vorrei che apri gli occhi su di
me, chi dei due ha la congiuntivite?
Ai lasciato il segno. Tu certamente
no. Laspetto non conta, ma lapostrofo s. Non date retta, quindi, alla
scrittura social degli nn e !!!, che
d obsoleto il punto e virgola e troppo
aggressivo il punto, al Tao del texting
che trova liricismo nei refusi da autocorrect di Twitter. I due punti sono
sexy. Lamore cieco, ma a lume di display vede benissimo. Rispolverate la
grammatica e non ci perdiremo mai.
CostanzaRdO
RIPRODUZIONE RISERVATA

terza e quarta che fanno da tutor ai pi piccoli unenorme


soddisfazione quando i loro
pupilli passano lesame a settembre, magari col 7 spiega
il professor Luciano Paradisi .
E per i ragazzi del biennio
pi facile confrontarsi con dei
quasi coetanei che con un arcigno prof di latino.
E matematica, la bestia nera
dei nostri ragazzi? Alla fine del
primo anno delle superiori
unecatombe: quasi uno studente su 5 risulta insufficiente
a giugno (dati Miur), con punte del 27 per cento nei tecnici e
nei professionali. Ma poi, di
anno in anno, migliorano significativamente. E normale
che nel passaggio al liceo i ragazzi siano inizialmente disorientati. Non bisogna scoraggiarsi, perch le lacune si recuperano. Ma nemmeno avere
fretta. La matematica richiede
tempi lunghi. Ci vuole tempo
per riorganizzare le conoscenze spezzettate delle medie in
una competenza organica,
spiega Giorgio Bolondi, docente di Didattica della Matematica allAlma Mater di Bologna.
Sembrer strano ma per andar bene in matematica basta imparare a leggere. I ragazzi sbagliano perch sono
abituati a vedere i problemi
solo come dei contenitori di
numeri dice ancora Bolondi
. E invece la prima cosa da fare sarebbe lavorare sul testo
per capire cosa viene chiesto,
qual la consegna del compito.
Ci vuole pazienza certo, ma,
a monte di tutto, ci devessere
la fiducia: se vogliamo davvero
aiutare i nostri figli, spostiamoci un po sullo sfondo. E lasciamoli sbagliare. In fondo
il solo modo per diventare
grandi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

anticipo, una modalit di


stare insieme che quasi
una convivenza. Non
successo subito ed stato
naturale, a parte limbarazzo
di farsi beccare in
accappatoio dopo la
doccia, ricorda Carola
Biagi, insegnante bresciana,
due figli universitari, la
ragazza di 22 anni in coppia
con un coetaneo da cinque.
Poi riflette. Primo affondo,
divertente: Pietro da noi
almeno tre volte la
settimana e il frigorifero si
svuota a velocit
sorprendente. Secondo,
pi serio: Mi sembra
presto, vedo Mara
rinunciare a nuove
esperienze che potrebbero
rivelarsi importanti per il
suo futuro. Come siamo
arrivati a queste coppie
adultizzate? Emanuela
Confalonieri, docente di
Psicologia delladolescenza
allUniversit Cattolica di
Milano, ne parla con noi in
un radiopost per Radio27,
che potete ascoltare nel blog
La 27esima Ora
(27esimaora.corriere.it),
spiegando la genesi di
questi comportamenti e
limportanza, per i genitori,
di esprimere il proprio
disagio, se lo provano. La
presenza quotidiana in casa
di compagni di scuola dei
figli ha creato famiglie
allargate che poi si trovano
ad accogliere con
naturalezza anche i loro
fidanzati. Massima libert,
con la consapevolezza che il
legame si avvicina al
modello di vita adulta e che
un genitore deve sentirsi
libero di mettere dei
paletti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

42
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

43
#

Economia

3,5

miliardi nelle casse Saipem


Saipem chiude laumento di capitale da 3,5
miliardi di euro. La quota rimasta inoptata (il
12,2% pari a 427 milioni) stata sottoscritta
dalle banche del consorzio di garanzia

 




#   (  #   %*


**


!* ! ##!'
"3 " *
!$ 
515'
*(
!* 
511'
 55
" )
) "")/
) % 5&

)
"4" % &

 $%
* %$
$ *
%%$ *
 %*
! 

5#'
50,'
55'
50!'
#11'
#1'

5##'
5,#'
5+'
5#5'

 
# 2)"
# 2)"
# 2)"
# 2)"
#

 *!
% ***
* %
 *


) 
# 
'

  

 

&#    
*%  ##

/$ ##-#5-# * $**

**  * *

/$ ##-#1-1#

% *

*  * $

/$ !!5#-5-0# ! ***

*   

/$ #,5#-50-+

% **

** %! % $!

    -  #5  

$ 

La Lente

di Mario Sensini

Contribuenti
e Fisco, lite
da 34 miliardi

onostante gli
incentivi agli
adempimenti
volontari, la litigiosit tra i
cittadini ed il Fisco torna a
crescere. E la rincorsa della
Giustizia tributaria allo
smaltimento dellarretrato
rallenta. Nel 2015 sono stati
instaurati 261 mila nuovi
procedimenti nelle varie
commissioni tributarie, il
6% in pi sul 2014, quando
si era avuto un calo. Nello
stesso tempo i giudici sono
riusciti a chiudere pi di
300 mila processi. Il
contenzioso, 538 mila casi
a fine anno, scende del 7%,
ma il calo rallenta. Tanto
che il governo annuncia lo
studio di una nuova
riforma. Le sole cause
avviate lanno scorso
valgono la bellezza di 34
miliardi di euro. LAgenzia
ne vince sempre di pi. E
vale la pena accelerare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lofferta Vivendi su Premium


Si tratta sulla maggioranza

Il caso
Carife insolvente
Accumulati debiti
per 492 milioni
di Fabrizio Massaro

La mediazione con Mediaset di Ben Ammar. Il titolo corre: +3,4%


Ci volevano Vincent Bollor e
Vivendi per stabilire il primo
punto di contatto concreto tra
le eterne promesse spose, Mediaset e Telecom Italia. Laccostamento tra i due operatori
italiani potrebbe avvenire con
lacquisizione da parte di Vivendi, primo socio di Telecom
con il 21%, della maggioranza
del capitale di Premium, la pay
tv di Cologno Monzese costituita in spa dalla fine del 2014.
Lofferta del gruppo francese
per la tv a pagamento del Biscione sarebbe gi da qualche
giorno sul tavolo dellamministratore delegato di Mediaset
Pier Silvio Berlusconi. Ma la
trentennale amicizia tra Bollor e la famiglia dellex premier italiano non bastata fin
qui a favorire la rapida chiusura
di un accordo che nessuno
mette in discussione sotto il
profilo industriale. Il nodo,
quasi scontato di questi tempi,
quello del prezzo per la quota
di controllo. Due anni fa, rilevando l11%, gli spagnoli di Telefonica avevano riconosciuto un
valore di circa 900 milioni per il
100% di Mediaset Premium. Pi
recentemente, Murdoch avrebbe messo sul piatto circa un
miliardo (cifra riportata in pi
di una ricostruzione) per rilevare la pay tv che si garantita
con ingenti investimenti i diritti triennali della Champions
League.
Vivendi intenderebbe pagare
almeno in parte con azioni della capogruppo, offrendo cos a
Mediaset un posto nella parte
alta del gruppo che, secondo il
piano pi volte dichiarato da
Bollor, dovrebbe diventare la
prima media company nel sud
Europa. Un operatore sufficientemente grande da contrastare lavanzata del gigante SkyMurdoch. Il progetto piace alla
Borsa che ieri ha spinto Mediaset in rialzo del 3,4% a 3,23 euro. Sul perno Mediaset Premium, potrebbe essere costruita una realt integrata che da
Vivendi a Mediaset, Telecom,

Fondo Monetario Il nuovo mandato

Sul tavolo
Il gruppo
Vivendi
presieduto da
Vincent Bollor
si sarebbe fatto
avanti per
rilevare la
quota di
controllo di
Mediaset
Premium, la
pay tv del
gruppo di Pier
Silvio
Berlusconi.

Christine Lagarde
guider lFmi
altri cinque anni

Una leadership forte e saggia. Cos il


board dellFmi ha ufficializzato
allunanimit la conferma di Christine
Lagarde a capo del Fondo monetario per i
prossimi cinque anni. Voglio lavorare ha detto lei - perch lFmi rimanga forte,
aperto e capace di affrontare le sfide.
RIPRODUZIONE RISERVATA

3,68
miliardi
di euro la
capitalizzazione di Borsa
di Mediaset.
Il titolo ieri ha
chiuso in rialzo
a +3,4% dopo
linteresse
di Vivendi

Telefonica, tiene dentro i principali soggetti dellarea mediterranea. Un tassello lalleanza in Francia con il network tematico Bein Sports che detiene
tra le altre cose i diritti della serie A dOltralpe e trasmette anche in Africa e Medio Oriente.
Laccordo dovrebbe dare una
spinta alla pay tv un p appannata di Vivendi, Canal Plus e
non si esclude che Bollor presenti al Qatar, proprietario di

Telecom Italia
Il primo socio Telecom,
vuole diventare la
prima media company
del Sud Europa

Bein, unofferta (per carta) sulla


maggioranza del network.
Quanto al possibile avvicinamento tra Mediaset e Telecom,
e allo stesso ingresso di Bollor
in Premium, non da sottovalutare il ruolo di gran tessitore
svolto da Tarak Ben Ammar.
Luomo daffari, imprenditore
(nei media) franco tunisino
che siede nei consigli di Telecom, Vivendi e Mediobanca ed
legato a Silvio Berlusconi da
antica amicizia. Uno dei primi a
parlare di quadruple play
(telefonia fissa, mobile internet
e tv) e tra i pochi a continuare a
credere nellincontro TelecomMediaset. Unalleanza della
quale si parla dal 2001.
Paola Pica

Lofferta
potrebbe
prevedere una
parte in azioni
della
capogruppo
francese, ma
laccordo sul
prezzo non
sarebbe ancora
stato
raggiunto.
I rapporti tra
Bollor e la
famiglia
Berlusconi
sono ottimi, il
mercato
scommette sul
rapido
raggiungiment
o di unintesa
favorita dalla
mediazione di
Tarak Ben
Ammar

ichiarata linsolvenza
anche della vecchia
CariFerrara, uno dei
quattro istituti salvati con il
bail in dal decreto
salvabanche del governo
del 22 novembre. La vecchia
Carife insolvente
scrivono i giudici del
tribunale fallimentare di
Ferrara perch ha
accumulato debiti per 492,6
milioni, potendo contare su
attivi pari a zero. Di questi,
25,6 sono obbligazioni
subordinate il cui valore
stato azzerato. Lo stato di
insolvenza presupposto
per il fallimento, non tutto
ci che comporter dal
punto di vista civilistico e
penale. La banca adesso
poco pi di una scatola
vuota, visto che le attivit
sono passare nella nuova
CariFerrara e i crediti in
sofferenza nella bad
bank ha poche o
nessuna possibilit di
onorare i propri doveri nei
confronti dei creditori, tra i
quali gli obbligazionisti
subordinati congelati
nella procedura di
liquidazione, per oltre 34
milioni di euro. Il dissesto
della vecchia Carife nasce
da una situazione pregressa
al commissariamento, che
ha prodotto una perdita
lorda di 376 milioni di
perdita tra gennaio 2013 e
marzo 2015, anche a seguito
delle svalutazioni di credito
partecipazioni. la seconda
insolvenza dichiarata dopo
quella della vecchia Banca
Etruria da parte del
tribunale di Arezzo, mentre
si attendono le sentenze dei
tribunali fallimentari di
Ancona per Banca Marche e
di Chieti per CariChieti.
Linchiesta della procura di
Ferrara aperta da oltre un
anno e mezzo. Lo stato di
insolvenza di Carife in linea
teorica consente di valutare
ipotesi di bancarotta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Visco: bene il decreto sulle garanzie, la Bce potr accettarle


Il governatore Bankitalia: c una discussione in corso. Bisogna agire in modo deciso sullinflazione
La vicenda
Il governo ha
introdotto la
garanzia di
Stato per aiutare
le banche a
smaltire le
sofferenze.
LUnione
Europea
avrebbe
bocciato come
aiuto indebito la
creazione di una
societ
apposita, la bad
bank, per
rilevarle

ROMA Grazie al decreto sar


pi facile creare un mercato
per le sofferenze bancarie. E
diventer pi facile vendere i
collaterali, cosa che aiuter.
Il governatore della Banca
dItalia, Ignazio Visco, apprezza il decreto del governo
che introduce la garanzia
dello Stato sulla cessione delle sofferenze cartolarizzate.
Se ne discute. Ma non vedo ragione, per cui quei
prodotti garantiti non possano essere accettati dalla
Bce nelle sue aste, ha aggiunto il governatore in
unintervista pubblicata oggi
dal tedesco Boersen Zeitung,.

Sarebbe stato certamente


meglio ridurre le sofferenze
con la creazione di una bad
bank, ma secondo la Commissione Ue avrebbe rappresentato un aiuto di Stato.
Forse cos, ma non sono
daccordo nel considerarlo
ingiustificato ha detto il governatore, tornando a esprimere riserve sulla direttiva
per i salvataggi bancari, considerata dannosa da Confindustria. Avrebbe dovuto essere applicata gradualmente anche per dare ai risparmiatori il tempo di
ripensare i loro investimenti.
E avremmo dovuto considerare meglio le conseguenze

La parola

GACS
Gacs lacronimo che sta per
Garanzia Cartolarizzazione
Sofferenze. la soluzione
individuata dal Tesoro per
aiutare le banche nella
gestione dei crediti in
sofferenza. Prestiti cui
attribuita una bassa
probabilit di recupero e
coperti al 60% da
accantonamenti perdite
su crediti

inattese. Ora le regole sono


in vigore e le rispettiamo, ma
dovremmo cominciare a rivederle ha detto Visco secondo il quale il nervosismo dei
mercati sulle banche eccessivo.
I rischi sulla crescita e
linflazione sono aumentati,
e hanno determinato preoccupazioni sulla redditivit
delle banche. Questo spiega
una buona parte della volatilit recente. Alcuni movimenti non sono razionali,
dati i fondamentali, ma non
incomprensibili. C la percezione di problemi particolari
in alcuni paesi, come in Germania con Deutsche Bank e

2%
lobiettivo di
inflazione della
Banca Centrale
Europea. Banca
dItalia chiede
di agire
rapidamente e
in modo
incisivo per
assicurarlo

in Italia con Mps. Ci sono esagerazioni e preoccupazioni,


ma queste ultime vengono
affrontate dalle banche e dalle autorit ha detto Visco,
favorevole ad unazione decisa e aggressiva della politica
monetaria, per la quale non
ci sono tab sullinflazione.
Una volta che le attese sui
prezzi sono scese troppo in
basso difficile invertirle. E
c il rischio - ha detto - di un
effetto indiretto sui salari.
Stiamo gi vedendo contratti
collettivi di lavoro rivedibili
con uninflazione pi bassa
di quella attesa.
Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA

44

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

ECONOMIA

Il negoziato

Il messaggio di questa piazza di


smettere di svendere il patrimonio industriale del
Paese. Cos ieri il segretario della Cgil, Susanna
Camusso, alla manifestazione di supporto allo
sciopero dei lavoratori dellEni contro la vendita del
gruppo chimico Versalis al fondo Sk Capital. Non
possiamo consegnare la chimica in mani
straniere, ammonisce la leader della Cisl,
Annamaria Furlan: Senza quegli stabilimenti e
raffinerie si rischia la desertificazione industriale in

Sciopero per Versalis


I sindacati in piazza:
la chimica resti italiana

alcune realt meridionali. Secondo il segretario


della Uil, Carmelo Barbagallo, bisogna eliminare
dal tavolo il fondo americano Sk Capital e il
governo deve intervenire usando il fondo
strategico della Cassa depositi e prestiti. Il gruppo
Eni replica che intende continuare a sviluppare la
chimica in Italia con la ricerca di un partner con un
progetto di finanziamento in grado di consolidare
limportante piano di trasformazione di Versalis.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fca non rientrer in Confindustria


Marchionne a Torino. I quattro candidati del dopo-Squinzi: s al modello Federmeccanica
La vicenda

Ieri, nella
sede
dellUnione
industriali di
Torino, ad
ascoltare i
candidati alla
guida di
Confindustria
cera anche
Sergio
Marchionne
(foto), ad di Fca.
La casa
automobilistica
non pi in
Confindustria
dopo lo
strappo con
Emma
Marcegaglia

MILANO Alla fine, i riflettori non

sono sul primo confronto dei


quattro candidati alla presidenza di Confindustria: sono
su Sergio Marchionne. Inevitabile, quando a sorpresa si presenta nella sede dellUnione industriali di Torino e si accomoda in prima fila, ad ascoltare
Vincenzo Boccia, Marco Bonometti, Aurelio Regina, Alberto
Vacchi. Fca non pi in Confindustria. Ma la corsa al vertice si
gioca molto guardando al Lingotto. E al suo big boss. Luomo
che sei anni fa entr in rotta di
collisione con viale dellAstronomia rimproverando allassociazione guidata da Emma
Marcegaglia di non aver fatto
nulla per svecchiare le relazioni
industriali nella direzione di
quello che oggi diventato
un modello di riferimento.
Lui, indifferente e distaccato, in sala ascolta e basta.
Quando poi esce, pronto a ripartire per Detroit, ripete quello che gi si sa: No, Fca in
Confindustria non rientrer. A
sentire i candidati, ieri Marchionne andato a Torino invitato dalla presidente, Licia
Mattioli, perch alle associazioni territoriali il gruppo le-

gato da contratti di servizio.


Per quanto riguarda il faccia
a faccia, si trattato di un confronto allamericana moderato
dallo storico dellindustria Giuseppe Berta. Che al termine faceva notare: Un tempo un
confronto del genere non sarebbe mai potuto avvenire. Di

Alleanze Il presidente della Fondazione

Clarich: Mps? Troppo grande per le Bcc


Banca Monte dei Paschi un boccone troppo grande per la
futura Holding Bcc. A dirlo il presidente della Fondazione
Mps, Marcello Clarich.

COMUNE DI ASSEMINI (CA)


ESTRATTO AVVISO DI GARA
Si rende noto che indetta una procedura aperta per laffidamento del
Servizio di Tesoreria comunale per il periodo 1 aprile 2016/31 marzo
2021 CIG 6569848A12. Importo base euro 262.500,00 comprensivo di
opzione di ripetizione. Termine presentazione offerte 9 marzo 2016 ore
11:30. Il Bando di gara pubblicato allalbo on-line comunale dal
29.01.2016 e i documenti inerenti lappalto sono disponibili sul sito
www.comune.assemini.ca.it. Per informazioni: servizi finanziari tel.
070949233/279 e-mail contratti@pec.comune.assemini.ca.it. Il bando
stato inviato alla GUUE il 29.01.2016
Il Responsabile Servizi Finanziari - Dr.ssa Anna Rita Depani
TRIBUNALE DI CAGLIARI
UFFICIO COMMERCIALISTI DELEGATI
(ES/COM/ - n. 323/2009) - Creditore Ordinario
Lotto unico: Cagliari - Via dei Passeri n. 8-16 Immobile della superficie di circa 2.000 mq, Prezzo base Euro 2.103.294,31 - Aumento minimo Euro 42.100,00 - Prezzo minimo di ammissibilit Euro 1.577.470,73 - Vendita senza
incanto il 6 aprile 2016. Maggiori informazioni
sul sito www.astegiudiziarie.it - Custode Giudiziale - Dott. Cristiana Casula 070/672030.

Per la pubblicit
legale e
nanziaria
rivolgersi a:

certo siamo alle prime battute,


la partita aperta.
I candidati hanno avuto per
cominciare quattro minuti a testa per presentarsi. Quindi via
alle domande. Risposte lunghe
al massimo tre minuti, cronometro alla mano. Sar stata la
novit della situazione o il biso-

RCS MediaGroup S.p.A.


Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Via Rizzoli, 8
20132 Milano
Tel. 02 2584 6665
Fax 02 2588 6114
Via Campania, 59 C
00187 Roma
Tel. 06 6882 8650
Fax 06 6882 8682

gno di prendere le misure del


nuovo ruolo, ma il confronto si
distinto per il fair play e le posizioni misurate. Tutti i candidati hanno detto di considerare
un riferimento il modello di
contrattazione di Federmeccanica. Generalizzata la presa di
distanza dalla piattaforma di
Cgil, Cisl e Uil. Anche se latteggiamento dei quattro verso il
sindacato molto diverso.
Il fatto che Fca abbia sgombrato il campo da illazioni resta
comunque la novit di giornata. Perch smonta, implicitamente, le voci secondo cui il
gruppo parteggerebbe per Bonometti in quanto fornitore
Ferrari e che lo stesso sarebbe
in grado di riportare Fca in viale dellAstronomia. Smonta Regina, che a ogni occasione ripete dalla mia Confindustria
non se ne sarebbe mai andato.
Non tocca Boccia, che era gi
nella squadra Marcegaglia e
simpatie torinesi non se ne
aspettava. Lascia fuori per finire Vacchi, lunico che non abbia
fin qui speso il suo nome. In un
senso o nellaltro.
Raffaella Polato
Rita Querz

196
i membri
del consiglio
generale di
Confindustria
che il 31 marzo
prossimo
voteranno per
la presidenza.
Successivamente voter
lassemblea

3
i saggi
che da luned
faranno partire
da Milano le
consultazioni
nei territori.
Si tratta di
Adolfo Guzzini,
Giorgio Marsiaj
e Luca
Moschini

Panorama

Allianz, pi 7,5%
la raccolta premi
Allianz Italia chiude il 2015
con una raccolta premi
complessiva di 16,7 miliardi
di euro, con un incremento
del 7,5% rispetto al 2014.
Lutile operativo salito
a 1,38 miliardi di euro,
in aumento del 23,7%.

Fca Bank, lutile


su del 36% nel 2015
Fca Bank, joint venture tra
Fca Italy e Credit Agricole
che opera nel settore dei
finanziamenti auto, nel
2015 ha raggiunto il miglior
utile netto di sempre, pari a
249,1 milioni di euro (pi
36% sul 2014).

Gucci torna
a crescere, +11,5%
Ricavi a 3,89 miliardi per
Gucci, in salita dell11,5%.
Kering, che controlla il brand,
ha avuto un fatturato di 11,6
miliardi (+15,4%) con utili
per 696 milioni (+31,6%)

RIPRODUZIONE RISERVATA

ASSID S.P.A. ASSICURATRICE ITALIANA DANNI


IN LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA D.M. 12.03.98 G.U. N. 64 DEL 18.03.98
EMAIL assid.lca@alice.it PEC assid.lca@pec.it
VIALE GIAN GALEAZZO 3 - 20136 MILANO TEL. 02/69.31.99.1 - FAX 02/66.80.21.21
COD. FISC. 03707800821 PART. IVA 12295220151
SOLLECITAZIONE A FORMULARE OFFERTE DI ACQUISTO
Premesso che:
- la Liquidazione proprietaria del COMPLESSO ALBERGHIERO HOTEL NATIONAL PARK
sito in COMUNE DI VALDIDENTRO (SO) VIA PRESURA, 1 - LOCALITA ISOLACCIA, per il
quale stata da tempo avviata la procedura di vendita per asta pubblica senza il raggiungimento di esito positivo.
- la Procedura ha chiesto ed ottenuto in data 27 gennaio 2012 dallAgenzia del Territorio della
Provincia di Sondrio un aggiornamento della perizia estimativa che ha determinato per limmobile un valore di Euro 2.759.000,00;
- in data 24 novembre 2015 pervenuta alla Liquidazione una offerta di acquisto per un
prezzo di Euro 800.000,00, oltre agli accessori e altri oneri di legge;
- la Liquidazione ha pertanto chiesto allIstituto di Vigilanza lautorizzazione a vendere limmobile a trattativa privata per il prezzo suddetto;
- lIvass ha autorizzato con provvedimento del 04 febbraio 2016 la vendita a trattativa privata
dellimmobile, imponendo tuttavia, al fine di una migliore tutela dei diritti del ceto creditorio,
la previa pubblicazione dellofferta ricevuta con conseguente invito agli eventuali terzi interessati a formulare offerte di acquisto.
- leventuali offerte di acquisto non potranno essere inferiori allimporto di Euro 850.000,00,
oltre agli accessori e altri oneri di legge.
Tanto premesso, Assid S.p.A. in l.c.a., invita gli eventuali interessati a FORMULARE LA PROPRIA OFFERTA DI ACQUISTO dellimmobile.
Le offerte dovranno pervenire in busta sigillata entro le ore 16:00 del giorno 23 marzo 2016
presso lo Studio del Notaio incaricato, dr. Ernesto Vismara, Via San Pietro allOrto n. 9, 20121
- Milano (Tel. 02/76.02.00.27).
Nel caso in cui vengano presentate una o pi offerte, la Liquidazione si impegna ad indire,
entro i trenta giorni successivi, presso lo Studio del Notaio incaricato, unasta tra tutti coloro
che hanno formulato le offerte, compreso il soggetto che ha presentato lofferta del 24 novembre 2015. Il prezzo di base dellasta sar pari al valore della maggiore delle offerte ricevute
ed i rilanci non dovranno essere inferiori ad Euro 10.000,00.
Le offerte dovranno essere vincolanti e ferme; la busta dovr contenere un assegno circolare
non trasferibile intestato a ASSID Assicuratrice Italiana Danni Spa in liquidazione coatta amministrativa, di importo pari al 15% del prezzo offerto, di cui il 10% a titolo di cauzione ed il
5% per spese.
Entro il termine di 60 giorni dalla data dellaggiudicazione il vincitore dovr effettuare il versamento dellintero prezzo e di tutte le spese, dedotto limporto di quanto versato anticipatamente
a titolo di cauzione e spese, mediante assegno circolare non trasferibile intestato a ASSID Assicuratrice Italiana Danni S.p.A. in liquidazione coatta amministrativa.
In caso di mancato pagamento, nel termine essenziale indicato, dellintero prezzo, laggiudicatario sar considerato inadempiente, verr dichiarato decaduto da ogni diritto e la liquidazione avr diritto di incamerare lintero importo anticipatamente da esso versato per cauzione
e spese.
Per ulteriori informazioni riguardanti limmobile e per una sua eventuale visita si possono contattare gli Uffici di Assid, (tel .02/69.31.991), nei giorni dal luned al gioved nei seguenti orari:
09:00-12:00 e 14:-17:00, il venerd 09:00-12:30.
Il presente avviso costituisce invito ad offrire e non offerta al pubblico ex art. 1336 cc, n sollecitazione allinvestimento ai sensi degli artt. 94 e ss. del D.Lgs. 24/2/1998 n. 58, pertanto la
Procedura a proprio insindacabile giudizio si riserva ogni facolt di decidere in merito.
Milano, 18 febbraio 2016
Il Commissario Liquidatore - Prof. Avv. Raffaele Lener

TRIBUNALE DI CAGLIARI
FALLIMENTO N. 38/2015
Vende, Lotto n. 1, costituito da mobili, arredi, macchine elettroniche e impianti per lesercizio di Attivit Cinematografica, Bar e Ristorazione in
Cagliari. Prezzo base minimo di Euro 102.000,00 oltre I.V.A., aumento
minimo delle offerte pari al 2%. Deliberazione offerte e vendita 09 Marzo
2016, ore 15,30 e seg.. Offerte entro le ore 13,00 del 09 Marzo 2016.
Vende, Lotto n. 2 costituito da n. 2 proiettori digitali destinati allesercizio
di Attivit Cinematografica siti in Iglesias. Prezzo base minimo di Euro
17.000,00, aumento minimo delle offerte pari al 2%. Deliberazione offerte
e vendita 09 Marzo 2016, ore 16,00 e seg.. Offerte entro le ore 13,00
del 09 Marzo 2016. Cauzione pari al 10% dellofferta stessa, residuo del
prezzo entro 30 gg dallaggiudicazione. Maggiori informazioni nel sito
www.fallimenticagliari.com (sezione data room), nel sito www.astegiudiziarie.it e presso il Curatore Dott. Manuel Mereu, in Cagliari, Via Pierluigi da Palestrina n. 25 - Tel. 070/2356634 - Fax 070/2358552 - E-mail:
manuelmereu@tiscali.it.

Privatizzazioni

Mosca ora ha deciso,


metter sul mercato
altre quote di Rosneft
Dopo la possibile privatizzazione di Aramco la supercompagnia petrolifera saudita, potrebbe essere in arrivo anche
quella di Rosneft, il colosso
russo che ogni giorno produce
5 milioni di barili. Ovvero pi
dellamericana Exxon, che ad
oggi resta la maggior societ
del petrolio quotata, ma che
nel prossimo futuro potrebbe
essere scalzata dalla prima posizione dalle sue concorrenti
di Riad o Mosca. A confermare
la decisione del governo russo
stato ieri il ministro dello
Sviluppo economico, Alexei
Ulyukayev. A dire la verit, Rosneft gi privata, visto che
linglese Bp ne possiede gi il
19,75%, e sulla Borsa di Londra
circola il 7,5% del capitale sotto forma di di global depositary receipt. La holding federale Rosneftegaz ne possiede
comunque il 69,5%, ed da
questa dote che ulteriori quote
potrebbero essere messe in
circolazione. Loperazione, ha
spiegato Ulyukayev, avverrebbe tecnicamente con la cessione di azioni Rosneftegaz, che
poi girerebbe gli introiti al bilancio federale (il governo russo ha comunque una golden
share).
Il motivo alla base della
mossa di Mosca intuibile: il
crollo delle quotazioni del
greggio sotto i 30 dollari al barile ha falcidiato gli incassi statali. Se negli anni scorsi il
breakeven fiscale del bilancio russo era raggiunto assumendo un barile intorno a 80
dollari, ora le cose sono cambiate in peggio. Secondo alcu-

ne stime (Deutsche Bank), per


bilanciare il suo budget Mosca
avrebbe bisogno di un barile
sopra 66 dollari. Di qui lannuncio di un programma di
privatizzazioni, che secondo le
anticipazioni delle scorse settimane potrebbe riguardare
sette aziende pubbliche: la societ ferroviaria pubblica, la
banca Vtb, il gigante minerario Alrosa, la compagnia aerea
Aeroflot, quella di trasporti
petroliferi Sovcomflot, unaltra
compagnia petrolifera (Bashneft), e appunto Rosneft. Nel
lotto potrebbero rientrare anPetrolio
Igor Sechin,
chief
executive
officer di
Rosneft e
braccio
destro di
Vladimir Putin

che Rostelecom e RusHydro,


gigante della produzione idroelettrica.
Certo, la situazione di mercato non favorevole per le
cessioni. E non a caso il potente Igor Sechin, braccio destro
del presidente Putin e Ceo di
Rosneft, ha sostenuto che, nel
suo caso, sarebbe meglio
aspettare che il barile torni a
100 dollari. Ma credo che si
debbano prendere in considerazione anche altre circostanze, ha aggiunto. Forza maggiore, ma si vedr.
Stefano Agnoli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

ECONOMIA

45
#

La Cgil

I temi sono ancora gli stessi. Susanna Camusso (foto), leader Cgil,
snocciola le questioni sollevate tre anni fa per fronteggiare i problemi
del sistema bancario. Allepoca il segretario generale Cgil preconizz
lurgenza di unagenzia di rating europea, di un nuovo corredo di
regole e il tema della buona banca. Nel 2013 il sindacato aveva
indicato tutti i problemi ai quali siamo poi andati incontro, dice
Camusso. Tanto che la Cgil evidenzia lurgenza di un confronto con le
parti sociali, contestando al governo di avere affrontato le vicende
relative a banche popolari, bad bank e riforma delle banche
cooperative a colpi di decreti. Il timore che gli effetti di interventi

Camusso: le banche?
Cento manager pagati
come 13 mila dipendenti

Lintervista

di Raffaella Polato

urgenti e spezzettati scarichino le difficolt sui lavoratori. Nel


mirino Cgil finisce pure Consob che ha scelto di non vedere i
responsabili dei fallimenti bancari e delle politiche commerciali che
hanno offerto obbligazioni subordinate ai risparmiatori. Camusso ha
infine ricordato che nel 2013 i primi 100 top manager delle imprese
italiane hanno guadagnato quanto 13 mila lavoratori. Il segno che
qualcuno si ampiamente arricchito sul funzionamento del sistema
bancario e sulle sue distorsioni.

Andrea Ducci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Comuni e imprese, in rete


con noi 3.380 enti locali

cede nelleconomia: quante


aziende nascono, quante ne
muoiono, quali modelli funzionano e possono essere replicati. Puntando soprattutto
sullinternazionalizzazione.
In che senso? E non sono
gi troppi i soggetti che se ne
occupano? LIce, Confindustria, gli artigiani, le banche,
voi: ammetter che il rischio
di disperdere sforzi e risorse,
anzich fare sistema, c.
E infatti concordo con il
governo: ci vuole un progetto
unico. Palazzo Chigi dice guidato dallIce? Va benissimo.
Ma noi vogliamo esserci. Perch siamo in grado di dire,
avendo studiato i casi concreti,
come mai tra due aziende del
tutto simili una esporta e laltra no, e dunque che cosa pu
fare la seconda per crescere a
sua volta allestero.
Il famoso polso?
Quello. Che ci consente tra
laltro di indicare ai giovani, e a
chi li aiuta nella ricerca del lavoro, quali sono le professionalit pi richieste in questa o
quellarea. Gli inglesi lo chiamano placement, serve a far da
tramite tra scuola e aziende,
ed uno dei progetti cui stiamo lavorando.
Si convinto, il presidente
del Consiglio?
Noi il modello labbiamo
cambiato, la rotta fissa su digitalizzazione, innovazione,
internazionalizzazione. Il governo poi decider.

Lo Bello (Unioncamere): al servizio del Paese per lagenda digitale


Fosse stato per Matteo
Renzi, quel che di buono le Camere di Commercio avrebbero
potuto fare per il Paese non
contemplava pi di un paio di
opzioni: sparire, tout court, o
almeno dimezzare strutture, costi, personale, sedi (oggi
sono 105, e in effetti dovranno
scendere a 60). Fosse per Ivan
Lo Bello, che dellUnione camerale presidente da quasi
un anno proprio con il mandato di riformare il sistema, la razionalizzazione naturalmente
ci sta tutta ma ci sta, anche,
una miniera da scoprire, valorizzare, mettere al servizio
del Paese. Con un progetto
preciso e ambizioso, centrato
com sulla sfida delle sfide:
Riteniamo di possedere le capacit, la sostanza, le competenze per poter dare un contributo importante allagenda digitale.
Concretamente: in che
modo? E perch voi sareste
pi titolati di altri che si candidano allo stesso ruolo?

MILANO

Sa quando entrata la parola informatica nelle Camere di Commercio? Nel 1974.


Quando in Italia, ancora, quasi
non si sapeva che cosa stesse a
indicare. Linnovazione nel
nostro Dna, e non ci siamo
mai fermati. Il Registro delle
imprese del 1995: contiene,

digitalizzati, i dati di 6 milioni


di aziende, 1,2 milioni di professionisti, 10 milioni di amministratori e 900 mila bilanci. Nessun altro in Europa ha
raggiunto questi livelli.
Sta dicendo che un embrione di agenda digitale esiste gi, ed la vostra?

Spending

Mef, in due anni


risparmi per oltre
43 miliardi
Tra 2014 e 2015 le iniziative
di revisione della spesa del
governo hanno determinato
risparmi per 18 miliardi nel
2015. I provvedimenti
presenti invece nella legge di
Stabilit per il 2016 arrivano
a un taglio 25 miliardi. Lo ha
sottolineato ieri il ministero
dellEconomia (nella foto il
ministro Piercarlo Padoan).

In un certo senso s. Per


dare unidea, noi gestiamo gi
i servizi di 3.380 degli 8 mila
comuni italiani. La semplificazione dei rapporti tra imprese
e pubblica amministrazione,
che uno degli obiettivi prioritari dellagenda digitale ed
irrinunciabile per la modernizzazione del Paese, l gi
pratica quotidiana.
Perch, se cos, proprio
liscrizione al Registro era finita nel mirino di Renzi in
versione semplificatore?
Credo che il problema del
sistema camerale, in questi
anni, sia stato quello di una
governance senza visioni.
E ora c?
Ora si riparte. Unioncamere ritiene di avere molto da
mettere a disposizione. Il Registro non solo uno strumento facilitatore dei rapporti
con la pubblica amministrazione. Grazie a quello e ai nostri strettissimi rapporti con i
territori abbiamo tutti i giorni
il polso reale di quel che suc-

Chi

Ivan Lo Bello,
52 anni, il
presidente di
Unioncamere,
lassociazione
rappresentativa del sistema
camerale
italiano
fondata nel
1901. Il suo
incarico
iniziato nel
giugno 2015

RIPRODUZIONE RISERVATA

Governance

Guarda al futuro
anche dopo di te

Il board Generali:
il consiglio
va confermato
a quota undici

13,2
per cento
la quota
azionaria
custodita da
Mediobanca
nel capitale
delle Generali.
Listituto
rimane
il primo
azionista della
compagnia

21
il numero
massimo di
componenti il
board della
compagnia
secondo lo
statuto.
A breve la
sostituzione
di Mario Greco,
che ha lasciato
per Zurich

Il board di Generali, nel Parere di


orientamento agli azionisti su dimensioni e
composizione del consiglio, raccomanda che
i soci, nellassemblea di fine aprile chiamata a
rinnovare gli organi sociali, si adoperino
affinch il numero di amministratori da
eleggere per il triennio 2016-2018 sia
confermato a 11. Cio al minimo previsto
dallo statuto, che indica in 21 il tetto massimo.
Si riprende dunque quanto definito nel 2013
dallassemblea, sempre su raccomandazione
del board. In quella occasione, riducendo
appunto a 11 i consiglieri, si era portata a
termine una svolta compiuta nel giro di sei
anni e due rinnovi: il 28 aprile 2007 il board
era stato eletto a 20 componenti, con un
presidente esecutivo, due amministratori
delegati e un corposo comitato esecutivo.
Nel Parere pubblicato in questi giorni il
board sottolinea di aver esaminato, con il
supporto del comitato nomine, un paniere di
societ, formato da competitor internazionali
dellindustria assicurativa, da societ italiane
comparabili e da altri soggetti internazionali
ritenuti best in class quanto a governance.
Analisi che ha messo in evidenza situazioni
variegate con un minimo di 9 (Eni) e un
massimo di 17 (Unicredit). I concorrenti
internazionali e i comparable nazionali
considerati presentano una media di 13,4
amministratori, con i best a 13 componenti.
Sempre nel parere il consiglio di Generali,
presieduto da Gabriele Galateri (che ha
temporaneamente le deleghe di ceo, in attesa
che venga sostituito Mario Greco, ed anche
presidente del Comitato per la corporate
governance) mette in evidenza le ragioni per le
quali un numero elevato di amministratori
non sempre ottimale e determina spesso
lesigenza di istituire un comitato esecutivo,
sconosciuto in molti ambiti extranazionali.
Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Con un lascito testamentario a EMERGENCY


i tuoi valori possono continuare a vivere nel
lavoro dei nostri medici e dei nostri infermieri.
Fai continuare il futuro anche dopo di te.

EMERGENCY

w w w. e m e r g e n c y. i t

Per avere maggiori informazioni sulle nostre attivit e per conoscere le modalit di destinazione di un lascito a EMERGENCY compila questo
coupon e spediscilo via fax allo 02/86316336 o in busta chiusa a EMERGENCY - UFFICIO LASCITI:
via Gerolamo Vida 11 20127 Milano - T +39 02 863161 - F +39 02 86316336
via dell'Arco del Monte 99/A 00186 Roma - T +39 06 688151 - F +39 06 68815230
email: lasciti@emergency.it
NOME

COGNOME

INDIRIZZO
CITT

CAP

email*

TEL.

PROVINCIA

*Il tuo indirizzo email ci permetter di inviarti informazioni pi velocemente e di risparmiare i costi di carta, stampa e spedizione.

FIRMA (per presa visione e accettazione dellinformativa sotto riportata)

Informativa sulla privacy ai sensi dellart. 13, d.lgs. n. 196/2003 - I dati personali raccolti sono trattati, con
strumenti manuali e informatici, esclusivamente per finalit amministrative conseguenti al versamento di contributi
a sostegno dellassociazione, per linvio della pubblicazione periodica e per la promozione e la diffusione di iniziative
dellassociazione. Il conferimento dei dati facoltativo. Il mancato conferimento o il successivo diniego al trattamento dei
medesimi non consentir di effettuare le operazioni sopra indicate. I dati personali raccolti potranno essere conosciuti
solo da personale specificamente incaricato delle operazioni di trattamento e potranno essere comunicati agli istituti
bancari che effettueranno il trattamento dei dati per le finalit relative alla gestione dei mezzi di pagamento e a terzi ai
quali sono affidati la predisposizione e linvio della pubblicazione periodica. I dati trattati non saranno diffusi. Titolare del
trattamento EMERGENCY - Life Support for Civilian War Victims ONG ONLUS, Via Gerolamo Vida 11, Milano, in persona del
Presidente e legale rappresentante pro tempore. Responsabile del trattamento Alessandro Bertani, al quale possibile
rivolgersi, allindirizzo sopra indicato o a privacy@emergency.it, per esercitare i diritti di cui allart. 7 del D. Lgs. 196/2003,
tra i quali quelli di consultare, modificare, cancellare, opporsi al trattamento dei dati e conoscere lelenco aggiornato
degli altri responsabili.

codice lotto numero 1059

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

46
#

AUTISTA professionista, srilankese,


patente B-C-CQC, badante, domestico, cucina italiana, referenziato, in regola. 333.37.77.646
MULETTISTA, magazziniere, operatore macchine segatrici, carroponte,
patentini, utilizzo Sap R3. Patente B,
32enne, referenziato, decennale
esperienza, liste mobilit. Offresi Milano hinterland o altre zone.
334.54.31.767

Gli annunci si ricevono


tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali
presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 36


tel.02/6282.7555 - 7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge
903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca
di personale devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).

A Milano contabile esperta cerca lavoro. Cellulare 333.32.41.005


ADMINISTRATIVE CLERK /Executive Assistant. Extensive experience
both in Italy and US. Quick learner,
dependable, organized, interpersonal
skills. viemme.milano@gmail.com
DISEGNATORE autocad, impiantistica, perito meccanico, carpenterie,
macchine, piping, autonomo offresi.
Tel. 320.19.70.734
GEOMETRA esperto site construction
manager - capocommessa, ottimo inglese - francese, diversificata-referenziata esperienza, offresi estero, Milano
0039.333.90.51.732
PLURIENNALE esperienza amministrativa fiscale finanziaria, laureata
economia, si propone ad aziende/studi. 331.73.36.547

PENSIONATA 60enne, ex impiegata, Milano, offresi lavori ufficio, reception, dama compagnia, attivit moda.
Disponibilit viaggi. 334.28.99.507
PENSIONATO 60enne automunito
offresi per lavori ufficio, magazzino,
consegne clienti full/part time.
331.10.15.820

BANCONISTA agenzia viaggi,


esperto prodotti, cataloghi, addetto
booking, inglese, spagnolo, disponibile. 328.45.82.985
RISTORAZIONE ex-esercente, pensionata, dinamica, qualificata offresi
part-time come aiuto cuoca.
348.78.14.372 ore serali.
mirella.laidelli@gmail.com

CONSOLIDATA societ ricerca venditore/venditrice automunito, offre


clienti centro/nord Italia ottime provvigioni. businesservices.com 02.29.51.80.14

CUSANI -Rovello negozio 1 luce mq


38, altre disponibilit. APE: D - IPE:
104,5 kWh/mca 02.88.08.31 www.filcasaimmobili.it cod. T12.
ATTICO lussuoso Senofonte. Trilocale
- terrazzo. APE: B - IPE: 34,78 kWh/
mqa. 02.88.08.31 codice T30 www.filcasaimmobili.it

RERA, via Solferino, ultimo


piano, 160 mq., ampie balconate, stabile signorile. CE in
corso.
info@solferinoimmobiliare.it
FORO BONAPARTE prestigioso
quadrilocale mq. 160, mai abitato,
box, APE: C - IPE: 65,85 kWh/mqa.
02.88.08.31 - cod. P23 - www.filcasaimmobili.it
CHIRURGO estetico cerca urgentemente a Milano appartamento prestigioso incaricata Sarpi Immobiliare
02.76.00.00.69

BADANTE moldava, 56enne, esperienza pluriennale, referenziata, offresi, disponibilit immediata, Milano.
329.71.81.547
BADANTE ucraina 38enne, ottime referenze controllabili, offresi. Cell.
344.13.19.946
COLLABORATORE domestico srilankese, offresi come badante, autista,
part-time, uffici, ottime referenze.
333.23.45.481
RAGAZZO referenziato offresi come
domestico/badante/custode, lavapiatti, operaio. Disponibilit immediata. 388.93.06.393
SIGNORA referenziata, domestica,
tuttofare, assistenza anziani autosufficienti, cerca lavoro zona Milano.
338.93.23.146

MANAGER esperienza marketing,


comunicazione, vendite, realizzazione
strategie offresi per aziende. Cell.
338.92.63.048
MEDICO dentista, massima professionalit, esperienza, offresi collaborazione direzione sanitaria Milano limitrofi. 334.22.18.251
MULTIMANSIONI: inglese parlato
scritto commerciale, sicurezza sul lavoro 81/08 e qualit iso 9001, offresi
a partita iva. 342.50.05.451
MEDICO cercasi per centro medico
estetico, full time. Tel. 02.54.69.593

ACQUISTIAMO,
VENDIAMO,
PERMUTIAMO

OROLOGI MARCHE PRESTIGIOSE, gioielli firmati, brillanti,


coralli. www.ilcordusio.com 02.86.46.37.85

MONFERRATO vendesi azienda vitivinicola terreno 70.000 mq. panorama incantevole richiesta 860.000 euro. 348.82.60.397/6

PUNTO D'ORO
compravendita contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi prestigiosi, oro, diamanti. Sabotino
14
Milano.
02.58.30.40.26

COMPRO aziende con fatturato da


euro 5 milioni ad euro 50 milioni l'anno. www.businessbrokerone.co.uk
02.30.31.44.86
NUOVO HOTEL nord Sardegna:
spa, ristorante, 23 camere, vicino
spiagge e aeroporto. Vendesi.
366.44.29.142

PRIVATO vende casale ristrutturato al


rustico, colline Valtidone. Tel.
335.76.68.596

ACQUISTIAMO

AUTOMOBILI E FUORISTRADA, qualsiasi cilindrata. Passaggio di propriet, pagamento immediato. Autogiolli, Milano.
02.89.50.41.33 - 327.33.81.299

ACQUISTIAMO
Oro, Argento,
Monete, Diamanti.
QUOTAZIONI:

TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA


Rubriche in abbinata: Corriere
della Sera - Gazzetta dello Sport:
n. 1 Offerte di collaborazione:
2,08; n. 2 Ricerche di collaboratori:
7,92; n. 3 Dirigenti: 7,92; n. 4
Avvisi legali: 5,00; n. 5 Immobili
residenziali compravendita: 4,67;
n. 6 Immobili residenziali affitto:
4,67; n. 7 Immobili turistici:
4,67; n. 8 Immobili commerciali e
industriali: 4,67; n. 9 Terreni:
4,67; n. 10 Vacanze e turismo:
2,92; n. 11 Artigianato trasporti:
3,25; n. 12 Aziende cessioni e rilievi: 4,67; n. 13 Prestiti e investimenti: 9,17; n. 14 Casa di cura
e specialisti: 7,92; n. 15 Scuole
corsi lezioni: 4,17; n. 16 Avvenimenti e Ricorrenze: 2,08; n. 17
Messaggi personali: 4,58; n. 18
Vendite acquisti e scambi: 3,33;
n. 19 Autoveicoli: 3,33; n. 20 Informazioni e investigazioni: 4,67;
n. 21 Palestre saune massaggi:
5,00; n. 22 Chiromanzia: 4,67;
n. 23 Matrimoniali: 5,00; n. 24
Club e associazioni: 5,42.

ORO USATO: Euro 23,15/gr.


ARGENTO USATO :
Euro 275,00/kg.
GIOIELLERIA CURTINI
via Unione 6 - 02.72.02.27.36
335.64.82.765
MM Duomo-Missori

AFFITTASI ufficio open-space. Venezia/Bastioni 800 mq. frazionabili, posti


auto, ingresso indipendente. APE: F IPE: 61,21 kWh/mca 02.88.08.31 cod. U08 - www.filcasaimmobili.it

RAGIONERIA neo diplomata cerca


lavoro. 327.39.65.788

Su
troverai
proposte per le tue
vacanze da sogno!

APIERSELLING rappresentanze valuta mandati Bari e


provincia (Puglia) settore cancelleria cartoleria ufficio oggettistica.
Per
contatti
392.46.83.103 rag. Francesco.

Per i tuoi annunci rivolgiti alla nostra agenzia di Milano


in Via Solferino 36 tel. 02 6282.7555 oppure 02 6282.7422
agenzia.solferino@rcs.it

AMERICA, Russia, Cina, Brasile, Vietnam, Ghana: referenziato promuove


esportazioni. +39.338.85.13.306 +7.98.52.22.34.40
+1.91.73.30.37.91

Nome

Data

Piccoli Annunci

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89


info@acomea.it

Data

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

Active European Credit M

18/02

EUR

151,994

151,443

Active European Equity A

18/02

EUR 1339,715

1342,658

Active European Equity M

18/02

EUR

117,978

Active Liquid Bond M

18/02

EUR

Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A

17/02

EUR

SB Bond B

Data

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

EUR

106,405

18/02

EUR

24,039

118,234

SELECTED BOND DIS RET EUR 18/02

EUR

5,099

112,579

112,514

SELECTED BOND CAP RET EUR 18/02

EUR

115,595

61,101

59,178

ACTIVE SH TERM CREDIT CAP RET EUR18/02

EUR

91,391

18/02

EUR 1035,275

1031,902

SB Equity B

18/02

EUR 1148,645

1139,438

SB Flexible B

18/02

EUR

988,606

981,763

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia


disponibile sul sito www.invesco.it

17/02

EUR

14,059

13,702

AcomeA America (A2)

17/02

EUR

14,727

14,352

Asia Balanced A

19/02 USD

21,810

21,820

AcomeA Asia Pacifico (A1)

17/02

EUR

4,364

4,408

Asia Balanced A-Dis

19/02 USD

13,440

13,440

AcomeA Asia Pacifico (A2)

17/02

EUR

4,552

4,597

Asia Consumer Demand A

19/02 USD

11,560

11,590

AcomeA Breve Termine (A1)

17/02

EUR

14,526

14,477

Asia Infrastructure A

19/02 USD

12,430

12,490

17/02

EUR

14,761

AcomeA ETF Attivo (A1)

17/02

EUR

3,863

AcomeA ETF Attivo (A2)

17/02

EUR

4,022

AcomeA Eurobbligazionario (A1)

17/02

EUR

16,869

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

18/02

ITALY CAP RET A EUR

AcomeA America (A1)

AcomeA Breve Termine (A2)

Data

HIGH GROWTH CAP RET EUR

29/01

3,751 BOND-A

19/02 USD

3,905 BOND-B
16,767 DYNAMIC EQUITY

EUR 841844,700 863523,168 Balanced-Risk Allocation A

19/02

EUR

EUR

109,290

109,000

17/02

EUR

105,550

104,290

5,089 Multimanager Emerg.Mkts Eq.A 18/02

EUR

3,802

17/02

EUR

108,240

106,940

18/02

EUR

4,475

3,750 PS - Value B
4,407 PS - Value C

17/02 USD

103,550

102,310

18/02

EUR

4,824

4,831 PS - Value Q

17/02

88,660

87,590

Usa Value Fund A

18/02

EUR

5,953

5,986

Ver Capital Credit Fd A

18/02

EUR

5,512

5,489

115,366 Multimanager European Eq.A


91,325 Strategic A

16/02

EUR

998,950

978,650

18/02

EUR

142,870

145,880

EUR

9,310

9,300 Biotech E

19/02 USD

11,389

11,425 Biotech I

18/02 USD
18/02

88,300

90,170

EUR 1474,500

1505,470

19/02 USD

6,544

6,565 Emerging Mkt Local Curr Debt A

18/02

EUR

913,210

908,580

EUR 96253,650 97335,270 Em. Mkt Corp Bd A


EUR 99290,835 99146,784 Euro Bond A-Dis

19/02 USD

12,049

12,030 Emerging Mkt Local Curr Debt B

18/02

EUR

929,100

924,360

19/02

EUR

6,086

18/02 USD

EUR 64128,491 64683,476 Euro Corp. Bond A


Euro Corp. Bond A-Dis M

19/02

EUR

16,637

19/02

EUR

12,284

16,623 Orazio Conservative A


12,274 Sparta Agressive A

19/02

EUR

10,995

10,991

19/02 USD

5,407

5,419

EUR

5077,880

5356,978 Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M

17/02

EUR

17,183

17,079 EQUITY- I

AcomeA Europa (A1)

17/02

EUR

12,559

12,242 F. STRAT. TAA COMPARTO BOLZANO 30/09

AcomeA Europa (A2)

17/02

EUR

13,082

12,752 F. STRAT. TAA COMPARTO TRENTO


30/09

AcomeA Globale (A1)

17/02

EUR

10,386

10,214 PRINCIPAL FINANCE 1

AcomeA Globale (A2)

17/02

EUR

10,987

10,804

AcomeA Italia (A1)

17/02

EUR

17,307

16,800

Euro Short Term Bond A


Glob. Bond A-Dis

6,082 Emerging Mkt Local Curr Debt F

908,550

903,930

18/02

EUR

99,090

98,710

18/02

EUR

92,890

92,780

Tel: 0041916403780
www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com

17/02 USD

94,700

PS - Absolute Return F

17/02

CHF

93,200

93,090

PS - Absolute Return Q

17/02

EUR

93,480

93,380

PS - Algo Flex A

17/02

EUR

104,730

104,550

PS - Algo Flex B

17/02

EUR

101,000

100,820

PS - Algo Flex Q

17/02

EUR

86,350

19/02 USD

53,960

54,780

PS - Best Global Managers A

17/02

EUR

99,840

99,640

Glob. Equity Income A-Dis

19/02 USD

13,270

13,470

PS - Best Global Managers B

17/02

EUR

104,870

104,660

Glob. Inv. Grade.Corp. Bd A-Dis M

19/02 USD

11,387

11,342

Glob. Structured Equity A-Dis

19/02 USD

43,360

43,540

5,345

5,279

5,602

5,532

AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1)

17/02

EUR

3,558

3,517 HI Africa Opport. EUR D

12/02

EUR

108,350

- Glob. Targeted Ret. A

19/02

AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2)

17/02

EUR

3,739

3,695 HI Africa Opport. EUR DM

12/02

EUR

109,090

- Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond A

AcomeA Patrimonio Dinamico (A1)

17/02

EUR

4,835

4,784 HI Africa Opport. EUR I

12/02

EUR

112,710

AcomeA Patrimonio Dinamico (A2)

17/02

EUR

5,006

4,952 HI Core UCITS EUR DM

15/02

EUR

106,700

AcomeA Patrimonio Prudente (A1)

17/02

EUR

5,406

5,329 HI Core UCITS EUR I

15/02

EUR

105,100

AcomeA Patrimonio Prudente (A2)

17/02

EUR

5,588

5,508 HI Core UCITS EUR R

15/02

EUR

102,360

AcomeA Performance (A1)

17/02

EUR

19,146

18,874 Hi Numen Credit EUR D

18/02

EUR

99,820

AcomeA Performance (A2)

17/02

EUR

19,619

www.hedgeinvest.it
Tel. 02 66 74 41

19,340 Hi Numen Credit EUR DM2

18/02

EUR

100,990

Hi Numen Credit EUR I2

18/02

EUR

100,120

HI Principia EUR DM

18/02

EUR

119,070

HI Principia EUR I

18/02

EUR

117,380

HI Principia EUR R

18/02

EUR

117,070

Financial Credit I

18/02

EUR

127,560

126,790 HI Sibilla Macro EUR DM

12/02

EUR

100,810

Financial Credit R

18/02

EUR

114,280

113,590 HI Sibilla Macro EUR R

12/02

EUR

98,980

355,950

18/02

EUR

348,310

346,670

18/02

EUR

278,120

277,010

18/02

EUR

94,450

92,940
132,190

17/02

EUR

88,630

180,620 PS - Bond Opportunities A

17/02

EUR

156,740

101,700

101,320 PS - Bond Opportunities B

17/02

EUR

117,540

88,330
Emerg Mkts Equity Hdg
156,400 European Equity
117,280 Greater China Equity B

19/02 USD

39,420

39,330 NM Augustum High Qual Bd A 18/02

EUR

145,600

145,590 PS - Bond Opportunities C

17/02 USD

96,480

96,280 Greater China Equity B

18/02 USD

134,330

104,850 India Bond A


India Equity E
102,120
Japanese Eq. Advantage A
99,720
Pan European Eq. A
100,880
Pan European Eq. A-Dis
100,010
Pan European Eq. Inc. A-Dis
118,090
Pan European High Inc A
116,420
Pan European High Inc A-Dis
116,110
Pan European Struct. Eq. A
-

19/02 USD

9,968

135,610 PS - Bond Opportunities Q


138,860 PS - EOS A

17/02

EUR

94,160

93,950 Growth Opportunities

18/02 USD

74,680

17/02

EUR

125,170

17/02

EUR

71,670

101,990

38,420

68,210

19/02

EUR

14,720

15,090 NM Inflation Linked Bond Europe A

18/02

EUR

105,120

104,810

19/02

EUR

11,810

12,080 NM Italian Diversified Bond A

18/02

EUR

107,330

107,420

19/02

EUR

18,650

18,700 NM Italian Diversified Bond I

18/02

EUR

110,720

110,810

19/02

EUR

13,040

13,080 NM Large Europe Corp A

18/02

EUR

136,850

136,630

16,160 NM Market Timing A


15,220 NM Market Timing I

18/02

EUR

97,100

96,420

18/02

EUR

99,540

98,840

10,054 NM Total Return Flexible A


10,704 NM VolActive A

12/02

EUR

122,080

122,390

18/02

EUR

86,530

86,380

14,450 NM VolActive I
10,734

18/02

EUR

88,630

88,470

15,940
15,010
10,041

Financial Income I

18/02

EUR

105,560

105,720

US High Yield Bond A

19/02 USD

10,771

Financial Income R

18/02

EUR

102,120

102,270

US High Yield Bond A-Dis M

19/02 USD

8,838

51,170

51,020

67,370

67,020

Cedola Arancio

18/02

EUR

59,060

58,810

Borsa Protetta Agosto

17/02

EUR

56,530

55,690

Borsa Protetta Febbraio

17/02

EUR

62,660

62,280

Borsa Protetta Maggio

17/02

EUR

57,710

56,680 Kairos Selection

Borsa Protetta Novembre

17/02

EUR

58,370

57,770

Inflazione Pi Arancio

18/02

EUR

57,790

57,520

Mattone Arancio

18/02

EUR

51,580

51,290

Profilo Dinamico Arancio

18/02

EUR

65,410

64,950

Profilo Equilibrato Arancio

45,610

EUR

EUR

EUR

138,930

EUR

16,790 NM Global Equities EUR hdg A 18/02

EUR

EUR

EUR

18/02

16,370

19/02 USD

18/02

18/02

EUR

19/02

18/02

38,610 NM Euro Bonds Short Term A

19/02

19/02

Convertibile Arancio

135,760

JPY 3300,000

Renminbi Fix. Inc. A

Dividendo Arancio

EUR

EUR

Pan European Struct. Eq. A-Dis

19/02 USD

US Value Equity A

18/02

19/02

14,440

Tel: 848 58 58 20
Sito web: www.ingdirect.it

9,975 NM Balanced World Cons A

19/02

10,681

27,690

3365,000 NM Euro Equities A

45,590 PS - Equilibrium A
68,510 PS - Global Dynamic Opp A

8,808
27,890

Numero verde 800 124811


www.nextampartners.com-info@nextampartners.com
Nextam Bilanciato
Tel: 02 77718.1
www.kairospartners.com
18/02

EUR

9,953

18/02

EUR

6,585

Nextam Obblig. Misto

18/02

EUR

7,847

BInver International A
9,912 Cap. Int. Abs. Inc. Grower D

18/02

EUR

5,785

18/02

EUR

5,751

CITIC Securities China Fd A

18/02

EUR

5,399

Fidela A

18/02

EUR

5,290

Flexible GA A

18/02

EUR

8,689

Flexible GA B

18/02

EUR

86,494

18/02

EUR

64,230

63,930 ASIAN OPP CAP RET EUR

18/02

EUR

14,162

18/02

EUR

5,580

Active Dollar Bond M

18/02 USD

993,087

988,331 Profilo Moderato Arancio

18/02

EUR

60,530

60,380 ADWISE L/S CAP RET EUR

18/02

EUR

101,428

101,362 International Equity A

18/02

EUR

7,754

Active Emerging Credit M

18/02

138,337

137,868 Top Italia Arancio

18/02

EUR

39,710

40,330 FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR 18/02

EUR

108,939

108,989 Italian Selection A

18/02

EUR

6,077

EUR

85,580
121,270

357,690

180,630

EUR

Num tel: 178 311 01 00


www.compamfund.com - info@compamfund.com

86,470
122,540

18/02 USD

EUR

EUR

99,136

EUR

18/02 USD

Emerg Mkts Equity

EUR

19/02

99,126

PS - Best Gl Mgers Flx Eq Q

18/02

Asian Equity B

18/02

19/02

EUR

112,350

11,258 NM Augustum Extra Euro High Qual Bd 18/02

US Equity A EH

18/02

93,370

112,740

12,679 NM Augustum Corp Bd A

Renminbi Fix. Inc. EUR A-Dis

Sol Invictus Absolute Return

93,560

EUR

11,032

93,180

52,578

EUR

17/02

11,266

83,040

49,675

17/02

PS - Best Gl Mgers Flx Eq A

12,688

93,570

EUR

PS - Best Global Managers Q

www.vitruviussicav.com

Asian Equity B

11,002

81,840

03/02

92,610

EUR

GBP

Invictus Macro Fd

92,930

EUR

EUR

106,417

EUR

EUR

18/02

107,046

95,490

18/02

19/02

18/02

EUR

95,820

19/02

Financial Equity B

16/02

EUR

- Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis


106,440 Greater China Eq. A

Financial Equity B

Invictus Global Bond Fd

www.newmillenniumsicav.com, Distributore Principale:


Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475

18/02

86,200

Glob. Equity Income A

EUR

102,510

PS - Absolute Return C

120,590 Strategic Trend Inst. C


94,610 Strategic Trend Retail C

8,957

EUR

102,910

120,710

8,957

17/02

18/02 USD

EUR

EUR

17/02

101,940

Strategic Bond Retail C hdg

17/02

17/02

AcomeA Paesi Emergenti (A2)

105,220

102,330

PS - Absolute Return B

AcomeA Liquidit (A1)

AcomeA Paesi Emergenti (A1)

104,280

105,630

EUR

113,500

17,527

8,957

104,680

18/02

113,620

18,056

8,958

EUR

18/02 USD

Strategic Bond Retail C


EUR

EUR

EUR

18/02

Strategic Bond Inst. C hdg

17/02

17/02

17/02

Strategic Bond Inst. C

PS - Absolute Return A

AcomeA Italia (A2)

AcomeA Liquidit (A2)

EUR

www.pegasocapitalsicav.com

9,745 Alexander

19/02

30/09

17/02

5,331 PS - Value A

14,400 Biotech A

EUR 262135,558 278010,065 Em. Loc. Cur. Debt A

12/02

5,319 PS - Valeur Income A

5,376

9,759

EUR 841844,700 863523,168 Balanced-Risk Select A

Valuta Quota/od. Quota/pre.

5,322

EUR

14,410

31/12

Data

EUR

18/02

www.multistarssicav.com multistars@pharus.ch
T. +41 (0)91 640 37 80

29/01

AcomeA Eurobbligazionario (A2)

Valuta Quota/od. Quota/pre. Nome

18/02

24,173 Multimanager American Eq.A

Invesco Funds

Asian Bond A-Dis M

14,711

Data

107,851 Liquidity A

13,859 Income A

17/02

EUR

110,470

PS - Global Dynamic Opp B

17/02

EUR

112,540

PS - Global Dynamic Opp C

17/02

EUR

102,120

PS - Global Dynamic Opp Q

17/02

EUR

95,130

122,040 Growth Opportunities Hdg

EUR

81,750

82,690

18/02

JPY

124,750

122,590

109,850 Japanese Equity Hdg


111,900 Swiss Equity

18/02

EUR

159,980

157,210

18/02

CHF

131,670

131,220

18/02

PS - Inter. Equity Quant A

17/02

EUR

115,410

101,540 Swiss Equity Hdg


US Equity
94,590
US Equity Hdg
112,990

PS - Inter. Equity Quant B

17/02

EUR

119,090

116,590

PS - Inter. Equity Quant Q

17/02

EUR

82,460

80,730

PS - Liquidity A

17/02

EUR

125,050

125,010

PS - Liquidity B

17/02 USD

100,780

100,770

PS - Liquidity E

17/02

CHF

98,670

98,630

PS - Liquidity Q

17/02

EUR

99,590

99,570

EUR

99,160

98,810

18/02 USD

169,360

171,640

18/02

186,740

189,280

EUR

Tel 0332 251411


www.ottoapiu.it

PS - Prestige A

17/02

EUR

88,940

88,680 8a+ Eiger

18/02

EUR

5,787

5,785

PS - Quintessenza A

17/02

EUR

96,020

95,860 8a+ Eiger I


97,720 8A+ Eiger Q

18/02

EUR

92,100

92,150

18/02

EUR

86,074

86,035

88,950 8a+ Eiger R


8a+ Gran Paradiso
89,510
8a+ Gran Paradiso Q
86,560
8a+ Kilimanjaro I
86,350
8A+ Kilimanjaro Q
87,670
8a+ Kilimanjaro R
86,090
8a+ K2
95,420 8a+ K2

18/02

EUR

118,150

118,220

18/02

EUR

5,208

5,195

18/02

EUR

97,386

97,143

18/02

EUR

79,260

78,830

18/02

EUR

97,020

96,480

18/02

EUR

78,810

78,380

18/02

EUR

99,690

99,710

18/02

EUR

95,090

95,100

18/02

EUR

5,684

5,678

18/02

EUR

94,682

94,586

12/02

EUR 719400,980 760983,645

18/02

EUR

PS - Swan Relative Strat A

17/02

EUR

98,140

PS - Target A

17/02

EUR

89,310

PS - Target B

17/02

EUR

89,870

17/02 USD

86,900

6,596 PS - Target C
7,832 PS - Target F
5,757 PS - Target H

17/02

CHF

86,710

17/02

EUR

88,020

5,715 PS - Target Q
5,396 PS - Tikehon Gl Grth&Inc Fd A

17/02

EUR

86,430

17/02

EUR

96,290

17/02

EUR

101,500

17/02

EUR

101,220

100,440 8a+ Latemar


101,060 8A+ Latemar Q

17/02

EUR

96,920

96,760 8a+ Matterhorn

17/02

EUR

93,340

93,190 8a+ Tibet

5,308 PS - Titan Aggressive A


8,720
PS - Total Return A
86,802
PS - Total Return B
5,570
PS - Total Return Q
7,737
6,117

75,530

18/02

71,690 Japanese Equity

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

Quota/od. = Quota odierna

1339EDBB www.kneip.com

99,890

99,880

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

47

ECONOMIA/MERCATI FINANZIARI

Piazza Affari

Sussurri & Grida

Elettricit a San Marino e Vaticano, gli impegni della Guidi


di Giacomo Ferrari

In recupero Poste e Tods


Cede ancora Saipem

a nuova frenata del petrolio e le


incertezze nella trattativa tra Ue e Gran
Bretagna hanno segnato lultima
seduta della settimana, terminata in calo a
Piazza Affari (-1,19% il Ftse-Mib). Sul listino
italiano a perdere di pi stata Bper (5,98%), seguita da Saipem (-4,45%), sulla
quale ha pesato il calo del greggio. In
flessione, inoltre, Azimut (-3,58%), Banco
Popolare (-3,50%) e Unicredit (-3,44%). In
controtendenza soprattutto Mediaset
(+3,39%) grazie alle rinnovate voci di un
interesse di Vivendi per la pay-tv di
Premium, oltre a Poste Italiane (+2,17%)
nella convinzione che i timori del bail-in
bancario possano favorire la raccolta
postale. In rialzo, inoltre, Prysmian
(+1,31%), Tods (+1,08%) e Campari (+0,92%).

  


 , 

& '22
&
#/' $

(s.agn.) Sar possibile da questanno conoscere


con esattezza quanta elettricit consumano gli
stati esteri di San Marino e del Vaticano, in modo
che sia equo il conto caricato dai distributori
(Acea per la Santa Sede e Enel per la repubblica
del Monte Titano) sulle bollette di tutti gli italiani? Forse s. Sarebbe infatti questa la promessa
(implicita) della ministra per lo Sviluppo, Federica Guidi (foto), un impegno che si ricava dalla
risposta data a uninterrogazione di un gruppo
di deputati di Alternativa libera-possibile. Si
cos appreso che il Mise ha affidato allAutorit
per lenergia presieduta da Guido Bortoni la definizione dei criteri per verificare lutilizzo effettivo di energia elettrica, anche avvalendosi delle imprese distributrici. In questo modo si dovrebbe sciogliere definitivamente il dubbio che
le imprese, oltre a vendere lenergia non consumata da Vaticano e San Marino a prezzi di mercato (superiori a quelli praticati da Francia e Svizzera, da cui arriva) ricavandone sovraprofitti, si
facciano rimborsare anche i costi di trasporto
per tutta la capacit teorica e non solo per quella
effettivamente utilizzata. Cifre contenute (una
decina di milioni di euro, pare), spesate comun-

que nel grande calderone delle


bollette pagate da tutti i consumatori italiani. Certo, coerenza
vorrebbe che poi i criteri stabiliti dallAutorit venissero applicati anche agli anni passati.
In questo caso la cifra da scalare dal monte degli oneri spesati in bolletta potrebbe diventare interessante.

gruppo lo ringrazia per la proficua opera svolta.


Per la carica di Cfo Bertelli e Miuccia Prada hanno
voluto una soluzione interna. stata, infatti, promossa Alessandra Cozzani, attuale investor relator
e gi componente del consiglio di amministrazione. Laureata con lode in Business administration,
Cozzani entrata in Prada nel 2000 dopo un periodo di lavoro in una societ di revisione e in un
gruppo internazionale di logistica.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Prada, esce il direttore finanza


Bertelli promuove Cozzani
(m.s.s.) Che ci sarebbe stata una riorganizzazione, Patrizio Bertelli laveva preannunciato; il gruppo ha bisogno di una struttura pi snella e pi veloce. Ma il comunicato con cui ieri la maison, quotata a Hong Kong, ha annunciato il cambio del Cfo
ha colto tutti di sorpresa. Esce, infatti, Donatello
Galli, da dieci anni in forze alla societ milanese,
di cui ha seguito il processo di collocamento in
Borsa. il manager pi vicino a Carlo Mazzi, il presidente di Prada. Lascia per motivi personali e il

1
",2

#  
#/' $  /' $

 , 

& '22
&
#/' $

0- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
1/ 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
2#09999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
2#0 >##2 I9999999999999999999999999999999999999999999978
2#>H-D999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
2*-2##>-2*  999999999999999999999999999999999999999999999999 78
2- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
>*99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
>*K 6-D0 99999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
>*K 6-D0 5AI99999999999999999999999999999999975A8
?6>-2#D  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
G/#"4?99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
G>4D#+ 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
J4>999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
J6>-H- 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
) 0/ #2#I0#? 99999999999999999999999999997 8
,-D +>K?0#> GD999999999999999999999999999999999 78
#>>*14 9999999999999999999999999999999999999999999999999999978
#>>>-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
-"- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
-#> -024 9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-0  999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
-0 I>>999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-22D-#>- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
-2#42/9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-21#2-9999999999999999999999999999999999999999999999999978
 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
G00?-J999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
* #DD- >4999999999999999999999999999999999999999999 78
? 0G?999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
#&>2  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
#2#>0-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
#4J 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
>9 ?D# D0-9999999999999999999999999999999999999999999999997 8
>G664 "-D9 =?6>#??4999999999999999999999999999999999 78
+ #> 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
, >2"- -**-9999999999999999999999999999999999999999 7 8
9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
0 40# F) >#9999999999999999999999999999999999999999999999999997F)8
1 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
11?-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
2"G?D>- # 229 999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
2D#/ >4G6999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
2D#/ >4G6 >2 9999999999999999999999999999999999999999999997 8
2D#>6G16  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
2D#? 26404999999999999999999999999999999999999999999999997 8
2D#? 26404 >29999999999999999999999999999999999997 8
2H#?D # H-0G6649999999999999999999999999999999999999999999997 8
2I-D 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
>#  9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
>#299999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
?*>4 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
?*>4 L-42- H-0G664 99999999999999999999999999999997 8
   999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8
D0#1#2D-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
D014-0->#9999999999999999999999999999999999999999999999999999 7  8
D014-0-># >2 99999999999999999999999999999999999999999 7  8
 >4G69999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
-
GH#2DG? 999999999999999999999999999999999999999999 7
8
. 992#>*K999999999999999999999999999999999999999999999997 8
/  4>- 9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
2"- #2L4 99999999999999999999999999999999999999999999999999997 8

'&
'&

& 3*3!*.3!) 
# %$ # %$ #/' $

RIPRODUZIONE RISERVATA

5!@()
M!@MM
E!AFM
5!@(A
F!$FM
A(!FMM
55!3FM
5M!35M
M!M($
M!MM5
@!(@M
5!MMM
5!FMM
F@!@FM
M!AAM
M!$AM
(!A3M
FM!$AM
E)!EAM
A!55M
5!A3M
5M!()M
%
M!E5$
A!(5M
3!EM(
M!E$(
5!(MM
M!(5@
E!M)$
5!(A(
55!@5M
F!A$M
M!F@M
M!@3@
F!()F
M!$)3
M!@M$
M!)3E
)@!F$M
M!)5M
%
M!F(F
M!)F$
5F!AMM
F!EF$
F!5AA
M!F5M
)!(5M
5!3$M
5!)53
M!33)
M!@$(
5!F5(
5M!FMM
E(!MMM
F)!)3M
$!M(M
M!F(F
M!)3E
55!)(M
M!()@

:E!@3
,M!(@
,M!FF
:M!5@
:E!EM
%
,M!)F
,E!E@
,M!(5
%
,E!FM
:M!((
,M!AA
,M!)@
:5!)A
,M!A3
,F!)M
:M!F)
,M!$@
:F!A3
,5!5@
:5!F(
%
,(!A5
,5!5)
,5!EE
,F!)$
:@!35
:5!@@
:5!AM
%
,5!M5
:M!)(
,)!3A
,M!AF
,M!$A
,5!35
,5!A@
,M!EA
:M!AM
,F!EE
%
,(!($
,M!)F
,5!5$
,F!MF
,E!$F
,)!5A
,M!@M
%
,5!)A
:)!EM
:M!@5
:5!MM
,M!FM
%
:F!)@
%
:M!@A
,E!EE
,5!$3
,@!M(

,3!)(
,@!3A
,)!FE
,E!M3
,M!F5
:5M!(5
,55!F)
,55!))
,F)!A$
,$M!AM
,@!A$
,(!@(
,F)!$A
,E5!FM
,5M!$F
,F5!3A
,EM!5$
:M!3@
,F5!EF
,E!AE
,F(!MF
,5!(M
%
,FF!)3
,55!3@
,F)!@$
,5A!3A
,5(!F(
,EA!3(
,5(!$M
,$!M(
,F@!@F
,E5!3(
,AF!AA
,FM!MA
:)!M5
,A!(M
,5$!5(
,F5!F3
,5!E)
,3!M(
%
,5@!$A
,55!55
,5M!E$
,F5!3E
,F5!$5
,FF!A3
,3!5(
,A!AM
,F!M@
,EE!)@
,FE!F)
,FF!M@
,M!5M
,5(!5(
,5A!3E
,$!(F
,E!M)
,F(!$A
,3!)3
,FA!@F

5!)MF
M!AM(
E!E3$
5!A)M
F!E3M
((!5(M
5M!3EM
5M!AAM
M!M(F
M!MM5
A!@5M
M!3E)
5!5MM
FE!A5M
M!AM$
M!@$5
(!FEM
5$!$FM
F$!MMM
)!5)F
5!E(@
3!$(M
%
M!F@M
A!MMM
$!AEM
M!E)5
M!33M
M!)A(
F!A@M
5!)EM
5M!3AM
F!($M
M!FFF
M!@M(
F!)5A
M!A3$
M!AEF
M!)(E
)5!F3M
M!EF3
%
M!F(F
M!)MF
5M!)(M
F!5)A
F!MEF
M!FMM
)!E)A
5!@)@
5!F@M
M!3M)
M!@FA
5!5E)
3!@AM
E5!5MM
FF!FEM
@!()M
M!FE5
M!E@5
3!$)M
M!E3M

1
",2

#  
#/' $  /' $

 , 

& '22
&
#/' $

'&
'&

& 3*3!*.3!) 
# %$ # %$ #/' $

5!3)M 5M3!E
M!@AM 55)!(
E!$(F E)MA)!F
5!$(( $@@F!F
F!$(F
)3!M
A(!FMM $5A!A
5E!((M )EFAF!A
5F!EFM 5A(F!(
M!M@3
3!)
M!MM@
%
$!EAM )M)!F
5!MA5
FF!A
5!A5$
)E!E
)M!(MM A$F5!A
M!@)M
E)!E
5!5MF F)$!$
$!EA( @E@M!M
F5!3)M E(F$!5
))!AMM AA)3!E
A!E)(
E5!M
F!FAM 5F5!M
5M!@MM EA)!(
%
%
M!)5M (AE!@
@!E3( E3()!(
5F!$AM (E3)!5
M!)A( 5@(!5
5!@@3
5A!A
M!$F(
F3!(
E!A3M 5E)!E
5!$5@
FF!E
5A!E@M 5$F)F!5
E!3E$ A3(!M
M!@E(
5(!(
5!M5M EEM!3
F!A(A E@3M!F
M!3F(
)M!F
M!$$M (@$!(
M!AE(
F5!(
)@!3FM 5@@5!$
M!)(5 5)M!M
%
%
M!E5M
$@!)
M!)$F
F5!(
5)!F@M 5E@A!)
E!M)M EA$)$!3
F!@3A FM)$!E
M!F@E
5!)
(!ME( F@5)!M
F!5FM
((!@
5!))3 5AAM!$
5!)3)
F)!5
5!MF$
55!M
5!(A)
3!A
5M!E)M E((@!E
)F!MMM @@M!@
F3!)$M )MM!)
$!$MM E5E!A
M!FAE F(5!$
M!A@5
5A!$
5F!35M E(@!(
M!@($
AF!3

L-49999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!)EM
% ,5A!(F M!E3( M!(F)
F$!@
GJ4DD- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 (E!M(M
% ,3!M5 )3!M$M ($!$(M F(A5(!F
3!)
H#2DG># >4G6999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!(EM ,M!3E ,F5!EA M!)5( M!@)$
0 -># #2-142D9999999999999999999999999999999999997 8 F!FMA ,F!(A ,3!3A 5!$(( F!)(M A@3!$
2*#1#2D # 9999999999999999999999999999999999999999997 8 M!5F5 :5!M5 ,5M!EE M!55) M!5E@
((!E
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5@!FMM :5!(3 ,@!$F 5(!$EM 5$!AAM 55E$!3
??-14 2#DD- #H#>*#  999999999999999997 8 @!)MM ,F!(M ,F5!)3 @!)MM 3!)F( F(@!A
#"-42D#+99999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5!M5) :(!M$ :F(!$5 M!A@M 5!F5F
5$!A
#"-?#D99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E!FE) :E!E3 ,55!3$ F!$AA E!A@) E$(3!M
#"-42 99999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 (!3@( ,M!$E ,EM!)) (!A(M $!(3M (FM(!A
#"-402G199999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 A!53M :M!M$ ,55!MM (!E5( A!3(( )(A@!3
#>-"-#999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
%
%
%
%
%
%
-" 2"G?D>K 69999999999999999999999999999999999999999999 7 8
%
%
%
%
%
%
-DD#09999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5!)M5 ,(!F@ ,3!3M 5!F3M 5!((( 5F(!3
40#?/-2# 99999999999999999999999999999999999999999999999999997  8 5!E$) ,F!)M ,5A!5F 5!EA( 5!AAF F3A!3
40 #" 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!EF$ ,)!)E ,5)!)3 M!F)M M!E$E 5E$!5
420#> 999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5E!@3M :M!5( :5M!@A 5F!53M 5E!3(M E)E@!M
42""4>- 999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!35M :5!3M ,$!5@ M!@5) M!335 FE(!E
42"4 H 999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!3)M :A!EE ,5(!E) E!A)M A!MAM 5F$!(
42>-&9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!FEM :)!3F ,5E!M5 M!FM5 M!FAA
E)!F
42D# ?+- -9 99999999999999999999999999999999999999997 8 M!(5F ,M!3@ ,(A!FM M!)(3 5!5A3 5(55!E
4H-#1J9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
%
%
%
%
%
%
GDG-420-2# 9999999999999999999999999999999999999999999999997  8 @!5(( ,E!E5 ,@!(A A!AAM @!@)M F$)!)
1 -#  999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 F!M@) :M!53 ,5@!M) 5!3ME F!(EM F)M!)
4#10-&#9999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 @!)MM :E!MA :55!)( A!)$M @!)MM
((!5
4#10-&# 5( I>> 999999999999999999999999999975@8 M!AMF :5!5$ :@3!3@ M!FMF M!A(E
%
4H># 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
%
%
%
%
%
%
2 0-"D9999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!5$( :5(!A3 ,5!FE M!553 M!5$@
A!F
6#2.41#D-? 99999999999999999999999999999999999999999999 7
8 @!EMM
% :F!F) A!(F( @!(MM
33!@
999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 (!AF( ,M!M3 ,55!E( (!M@( A!E)( 5F$)!E
3 2>-*>4G6  99999999999999999999999999999999999978 E!$EM :F!@3 :@!($ E!MM$ E!3)M 5@5!F
>10D 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F!)M$
% :F!F5 F!E5F F!))A ))((!$
-**-49999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5!$E@ ,E!M5 ,5$!A) 5!A(( F!F($ A@(!E
-#>>#099999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!E35 ,(!3F ,FA!A) M!EM( M!()A
53!5
-#>>#0 5FI9999999999999999999999999999999999999999999997 5F8
%
%
%
%
%
%
-2-2&>-2999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 F!A)M ,M!@( ,FA!M( F!(5M E!(@M
@$!5
-;G">4 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!5FM ,M!AF ,5A!$( M!3$E 5!E$$
(A!)
->#00-  9 >29999999999999999999999999999999999999999999999999978 5)!F)M ,E!)A ,)!A3 5)!F5M 5)!3)M 5@$!$
40-*>9 9G?D-24 999999999999999999999999999999999999999 78 (!)5( ,E!5E ,$!$) )!)AM (!3)M
)A!5
40-*>'- "-D4>-0#99999999999999999999999999999999999997 8 M!FF( ,E!A) ,5E!MA M!53M M!F(3
EF!F
4?D# D0-2#99999999999999999999999999999999999999999999999999 78 (!$3( :F!5@ ,5(!EA (!5@M @!FMM @AF$!A
>#0-4?9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!5M3 :)!MF ,($!33 M!5M5 M!FA(
((!)
>#1G" 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!5)E ,F!(3 ,F)!5$ M!5)E M!5$3
F@!E
>-1 2"G?D>-#  9999999999999999999999999999999999999999999 7 8 5M!@EM ,5!E$ ,F@!55 $!@(M 5)!@FM 55)!F
>K?1-29999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5@!@3M :5!E5 ,$!5A 5A!)(M 53!AMM E$)@!F
5 9 # #"-- 9999999999999999999999999999999999999999997 8 M!E5A ,M!5A ,5E!E( M!F33 M!EA$ 553!M
- K9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 )!)5M ,M!3) ,@!$A )!55) )!@$A 5F5F!$
DD-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!EA$
% :M!M$ F!F(M F!)(M
A)!F
 #"-*>4G6 999999999999999999999999999999999999999999978 M!((M :(!$$ ,@!3A M!)E( M!A)$ F@A!A
#4>"D-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 FF!$@M :M!5E ,E!FA 53!)EM F)!E@M )@AF!(
#60K 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 55F!3MM ,E!5@ ,5M!)M 5M(!MMM 5FA!MMM 5M@M!@
#D#0-D 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!)$@ ,5!33 ,5$!5( M!)F@ M!AMM
$M!5
-?21#2D499999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!M$@ :M!)A ,F3!3F M!M@F M!5F( 5((!(
4???999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!@FM ,F!A) ,F)!F5 M!((M M!3(M
$!)
6 & 9699 9999999999999999999999999999999999999999978 5M!AMM ,5!3) ,@!5M 3!@$M 55!)$M 5FE!A
#? 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 $!3$( ,F!(( ,E5!$E $!3$( 5)!MMM 5EF!E
#? >2 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 @!)FM :M!$$ ,FA!5M A!@(M 5M!((M
((!(
'04 >4G69999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 $!FAM ,F!@@ ,F5!)5 @!E(M 5M!(5M (F3!(
-6#1999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!EE5 ,)!)( ,AE!@5 M!EM5 M!3F( 5)A!$
-6#1 >-?6999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!5MM :F!(M ,F3!A) E!3MM (!$F@
M!)
0-2- 16>#*-049999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 E!F@$ ,F!5( ,5(!EM F!3EA E!$@M 5A5E!@
0-2- 16>#*-04 >2 99999999999999999999999999999999999 7 8 @!3)(
% ,5A!)A @!(MM 3!(5M
5F!$
>?999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!)$( :F!FM ,5F!3M 5!E$M 5!3(F 5)M$!$
H#999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 55!)FM ,M!FA ,55!3( 55!EFM 5E!5)M AE$!E
#D 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!MMF
% ,FM!MM M!MMF M!MME 5)$!E
#D  5A I>> 999999999999999999999999999999999999 75A8 M!MMM
% ,AM!MM M!MMM M!MMM
%
#D  > 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
#>H-L- D0-  9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E!)$M :M!33 ,3!A5 E!5)$ E!$@M 5MA!$
#? 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5E!$3M :5!@A ,5M!E3 5F!(MM 5(!(MM F5(!5
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 $!5$M ,M!@E ,5)!E( @!$5( 3!((M 5$A5!$
-2D#?-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!MF( :F!M) ,F3!($ M!M5@ M!MEA
5!M
2- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!@5$ :M!33 ,5@!$5 M!(F3 M!$@E
$E!A
21 ? 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 )!3M$ ,M!FM :5!AA )!@FF (!5$( 5@5$3!5
4*#' 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!(M) ,F!MF ,FA!F@ 5!F3E F!M)M 5@3!)
40 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 @!@3M ,M!5E ,(!MM @!M$M $!F)( @MA!$
6#F999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7F8 3!$MM :5!ME :M!(5 3!(MM 3!$3M EM5!$
6#F I>> 9999999999999999999999999999999999999999999997F8
%
%
%
%
%
%
D#&2#0 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!53F :(!)) ,5@!E( M!5AF M!FE$
5A!(
D#&2#0 >-?6 9999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
 ->4#0#D>99999999999999999999999999999999999999999999999997 8 (!53( ,M!@A ,5E!33 )!A@M A!F@M
%
7 1G>-9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F!3$M :M!)@ ,3!3F F!(3M E!E5M )E@!3
1G>- 5EI99999999999999999999999999999999999999999997 5(8
%
%
%
%
%
%
1G>- FM I>>9999999999999999999999999999999999997 FM8 M!E5$ :F!A5 ,F5!$@ M!F3M M!)5M
%
99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!)FM :(!MM :(!MM M!E$( M!))3
5@!5
#0#41  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!$(A ,E!EE ,F)!M( M!$FM 5!5)F 55@M5!@
#0#41  >2 999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!A$( ,F!AE ,F)!A) M!A(5 M!35$ )5))!F
#2>-? 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 3!E@M ,E!F( ,5E!F) $!A)M 5M!$FM
%
#>2999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 )!A@$ ,M!F5 ,M!$( )!(MM )!3E) 3)E)!F
#>2-2#>*-  999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!FMM ,M!$E ,FE!@5 5!55F 5!(@E
)A!A
#?1# 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!()( :M!(( ,5(!)) M!)3E M!A)(
($!5
-?0-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!M)3 ,5!)M ,5F!)E M!ME$ M!M(A 5($!A
4"=?9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 @M!)(M :5!M$ ,5!M( A(!(MM @E!@(M FE55!3
4?2 #>464>D- 9999999999999999999999999999999999999999 78 5E!MMM
% ,5F!33 5F!3@M 5)!3(M F)E!M
>#H- -29 2"999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!EEM ,F!)3 ,F(!F) 5!FFA 5!@@3 FFE!5
 #,?40GD-42 9999999999999999999999999999999999999999999 78 @!@(M :M!35 ,E!53 @!5)( $!MM( 5M5!(
8  2 9999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E!F3F ,5!$( ,))!)) F!3@A (!3AM F33A!)
2->#"-D99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 E!53A ,E!)) ,E(!$@ F!@@M (!M5( 53E5$!E
2->#"-D >-?699999999999999999999999999999999999999999999999978 @!A@M ,5!AM ,A!E( @!)@M $!F3M
53!M
2-6409999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E!5@M ,F!F$ ,EM!@E F!$AA )!A$F FF@)!M
2-640-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!$FM ,5!EM ,53!)M 5!((5 F!F($ (5F)!M
9 0?4- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F5!5(M :M!@5 :)!ME 5@!((M F5!FEM FF5!E
-2-2- 2"G?D>- 9999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!FMM ,M!$E ,M!$E 5!5AM 5!F3$
E(!@
-DD4>- ??9 99999999999999999999999999999999999999999999999999 78 $!E@M :M!$) ,5(!)( @!@A( 3!33M (AE!)
< 44J #D,,4>D#> 9 9999999999999999 78 FA!M5M ,E!E$ ,53!MM F)!FEM EF!$AM FFE(!(
= -*2*4 #D>4 999999999999999999999999999999999999999 78 (!E5M :M!53 ,5M!3$ (!MMM (!3A( )AA!A
G+- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!MEM ,A!F( ,FF!F$ M!MM$ M!ME3
55!A
G+- 5) I>>9999999999999999999999999999999999999975)8
%
%
%
%
%
%
G+- >2999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%

D-  G> "#00<*#2L- *-4>20-?D- "-44>9 42#D# G>## 42-2H#?D 9 9 -024

2 &

'&
,,

&

2 &

'&
,,

&

5)9ME95A
5)9M)95A
5E9M(95A
5)9MA95A
5)9M@95A
5F9M$95A

5MM!M5$
5MM!ME)
5MM!MF3
5MM!MEE
5MM!MF$
5MM!MFA

,
,M!F)
,
,M!55
,M!M@
,M!M(

5)9M395A
5)95M95A
5)95595A
5)95F95A
5E9M595@
5)9MF95@

5MM!ME5
5MM!MEF
5MM!ME$
5MM!ME)
5MM!MFE
5MM!M55

,M!MA
,M!M(
,M!M(
,M!M)
,M!ME
,M!M5

FM)
FE)
FA(
F3(
EF(
E(@

1
",2

#  
#/' $  /' $

 -D404 66>D#2#2D# 0 ?#*1#2D4 D>9

H0GD 0 FE,MF,5A
FM
(5
$M
55F
5)F
5@5

Vittorio De Stasio, ex amministratore delegato di


Barclays Italia, stato prosciolto dalla Corte dappello di Milano insieme ad Aldo Bonaldi per remissione di querela da parte della stessa banca,
dopo il raggiungimento di un accordo tra le parti. I due imputati erano stati condannati in primo grado a 2 anni e 8 mesi di carcere con laccusa di corruzione tra privati. Ma in secondo grado
Barclays ha deciso di ritirare la querela sulla base
di un accordo extragiudiziale. La Corte dAppello
di Milano ha prosciolto i due imputati.

%# (  ## % # & 


    ##    
    % $$$  # ) %    &%#  % ''' #! 
'&
'&

& 3*3!*.3!) 
# %$ # %$ #/' $

$ 99 41 99999999999999999999999999999999999999999999999978 M!E3$ :M!33 ,5$!$( M!E@M M!)3) 5(A!$


F99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997F8 5!M5@ ,5!A) ,5A!35 M!3(A 5!F)E E5$E!@
#99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5F!M5M ,F!A@ ,5E!)5 55!$MM 5)!FMM F(@(!@
4D#0 >4G6 99999999999999999999999999999999999999999999999978 A!$EM :M!(3 ,53!AM (!@(M $!)3(
F$!5
?1,*1999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!)5M ,5!)M ,5F!)F 5!FA) 5!A5M 5M$!F
#"#?99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!E() ,)!($ ,F3!$E M!E5A M!(M) 55(!M
#"#? FM I>>999999999999999999999999999999999999999997FM8
%
%
%
%
%
%
#&&# 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 5!F5M :5!FA ,5)!)3 5!5MM 5!)5( 5F3!(
#>464>D4 "- 404*299999999999999999999999999999999978 A!$$( ,E!ME :55!3( A!5MM @!5(M F)3!3
3$!(
0#>-4299999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!F3$ ,M!M3 ,)!(@ F!M$M F!)EA
1-#2D+#?-?9999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!)FE :$!)A ,A!MF M!EA( M!)AF
E@!3
160-&42 999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 @!FM( ,F!(M ,$!(5 A!@(( @!3(( 5AE(!5
2-1 40"-2* 999999999999999999999999999999999999999999997 8 A!MEM ,F!55 ,FF!M) (!E$( @!$3M 5$ME!E
2?0"4 D? 99999999999999999999999999999999999999999999999999 78 3!3(( :M!5M :5!($ 3!@@M 5M!MMM 53$@!$
>#299999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
?46-H#  9999999999999999999999999999999999999999999999999999978 F!5)) :M!53 ,E!F( F!M5M F!F5$ (M5!A
?D0"-  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 )!MAM ,E!MA ,F)!E3 E!($M (!E3M )M(!F
D02D-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 FF!$AM ,M!(@ ,)!E3 FF!M$M F)!A(M 5$$)@!3
GD4*>-0099999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 @!5)M :M!$( ,5@!3$ A!F5( $!@FM 5$5F!E
GD4?D>" 4, -99999999999999999999999999999999999999999999 78 3!$M( ,F!5( ,5E!E$ $!3E( 55!EFM $($!@
GD4?D>"# #>9999999999999999999999999999999999999997 8 5@!AMM :M!(@ :M!3$ 5A!EFM 5@!A3M
@A!3
L-1GD9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5@!FAM ,E!($ ,F5!@3 5(!(5M FF!M@M F)$F!(
%  6#/#>?  9999999999999999999999999999999999978 A!@3M ,F!5A ,5M!@$ A!F)M @!A5M
@)!@
2 #2#>0-999999999999999999999999999999999999999999999978 FF!3$M ,5!(M ,5$!$M FM!5@M F$!EMM FA(M!@
2 '?  999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 F(!AEM :M!)E ,$!3F FE!E(M F$!$MM 5EA)!3
2 469 1-0- 999999999999999999999999999999999999978 )!AFA ,(!3$ ,E5!@@ E!@() A!$A( FF)F!M
2 469 42">-4 999999999999999999999999999999999 78 E!5FM ,5!F@ ,FE!)( F!3)M )!M@A 5)FF!F
2 -?D#1  999999999999999999999999999999999999999999978 F!3@M :5!33 ,FE!$( F!)F$ )!MMM FE@!(
24 4640># 99999999999999999999999999999999999999999999999978 @!)(M ,E!(M ,E3!5E A!E(( 5F!EEM F@5(!3
24 4640># I5M999999999999999999999999999975M8
%
%
%
%
%
%
2L-  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 )!FMM :5!A3 ,E!)3 E!@(M )!(@M 5@M!M
?-2#D99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 E!@FM :5!FM ,FM!5@ E!)3A )!A@$ FF)!$
?D4*-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!EF( ,F!(M ,5F!$E 5!5A5 5!A(M 5AE!E
 -4D#+  99999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F5(!MMM :M!53 ,5@!3@ 5$)!@MM FA3!3MM
%
 >-*# 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!)A( ,5!E$ ,A5!E@ M!))E 5!FME E$3!E
5!)
 >-*# >99999999999999999999999999999999999999999999999999978 (5!MMM ,3!M3 ,E$!(( )3!3MM $E!MMM
 -22D  9999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!E$$ ,M!(5 ,3!(A M!E)E M!)F3 5)M!3
 2D#>14-0->#99999999999999999999999999999999999999997 8 5!$33 ,E!@( ,5(!)( 5!F@5 F!F)A F3@!E
 469D>G>- # L-4 999999999999999999999999999999 7 8
%
%
%
%
%
%
 469 -0249999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!A)) ,F!(M ,F$!3E M!()3 M!3M@ F$A(!@
 469640#D4 9999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
 >4'049999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!FM( ,5!(3 ,FM!3M M!53M M!FAM 5E3!F
4 #?-4,>-2L9999999999999999999999999999999999999978 F!))M ,M!@E ,5F!)$ F!M3M F!@$$ F$E!5
4 #?-4,>-2L >299999999999999999999999999978 F!F(M :A!$) ,55!)F F!M5M F!()M
F3!@
%
4 2D2"#>99999999999999999999999999999999999999999999978 E!$3M :$!3A ,55!(3 E!E($ )!)MM
4 >"#*2 >299999999999999999999999999999999999999978 @!AMM
% ,A!5@ @!5MM $!5A(
)3!A
## #1999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!)($ :F!@3 ,$!)$ M!E($ M!(MM
A5!5
#*+#00-9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!)ME ,E!5M ,5)!3F M!E@M M!)@A
$M!@
#2- D-0-999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!AMM ,F!FM ,5(!E5 M!()E M!@FF 5EA(!M
FF!)
#?D 2-42 49 999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!E$M ,F!@$ :M!A$ F!E)M F!)3A
-0#DD- 2"G?D>-#999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!EF$ :E!(M ,5E!(F M!FE5 M!E@3
E(!A
-2124 999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!F5M ,(!$E ,FF!F( M!5@F M!F@M
@!)
-#??# 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 55!3EM ,5!)M ,FE!ME 5M!(MM 5(!(MM EE5!M
55!E
-4#>99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!E55 :M!FE ,5)!)3 M!F($ M!E@)
4#>4 >D9999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
%
%
%
%
%
%
40L42-  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 )!F5M :M!5) :(!$E E!)@M )!F5M 5M3!E
429#>>>#?-99999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5@!EMM ,M!$M ,A!33 5A!$MM 5$!3FM 5E(!A
4>*4?#?- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
4>*4?#?- >2 999999999999999999999999999999999999999999999978
%
%
%
%
%
%
>#14 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 E@!E5M ,M!A@ ,5)!35 EF!@$M )E!$(M F)$(!)
>-4?+-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!M($ :5M!EA ,E5!3( M!M)$ M!M$@
)(!F
>G2#004 G-2#00-99999999999999999999999999999999999999999999978 5)!EFM ,M!F5 ,55!$$ 5E!F$M 5A!)MM 3@@!F
GLL- 2-#1 9999999999999999999999999999999999999999999999999978 5E!)@M :M!5( ,5@!EA 5F!5MM 5A!($M FF53!5
GLL- 2-#1 >2999999999999999999999999999999999999999978 $!5F( :M!)3 ,5$!$E @!E(M 5M!53M EEM!M
& " D  9999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 E!@MM ,5!EE ,3!M( E!)MM )!EEF
EF!3
->4 4119 9999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 )!MFA ,F!)F ,5M!(@ E!E@M )!(FM EFM!@
0#&' 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!333 :F!$$ :)!AA M!$@) M!333
5(!F
0#&' FM I>>9999999999999999999999999999999999999997 FM8
%
%
%
%
%
%
0D*->42# 99999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!$)F :M!AA ,FM!AM 5!@$( F!EEM F53!)
0D*->42# "99999999999999999999999999999999999999999999999978 M!$EA ,5!@5 ,5(!A5 M!$FM 5!MMM 5M(!)
16>-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 @!5(M :M!3F ,@!$M A!3)M $!MA( )5()!5
6# -H# 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8
%
%
%
%
%
%
>>>499999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!E)( :F!A@ ,FA!MF 5!F5M 5!$5$
AF!5
DD40- ?999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 (!AE( ,5!)M ,FF!MA (!)F( @!F3M 3$$!(
%
#00 +#>69999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!(5@ ,M!($ ,(E!)@ M!F@) 5!5AM
#1>#  9999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5E!(MM ,5!A$ ,5!)A 5F!E(M 5)!5@M FF3!A
#1#2D-> 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!53M ,(!$) ,F$!$A E!3FM (!$3M A@$!A
#2D9 DD# 4>-24 9999999999999999999999999999999999999997 8 E!M3F :M!MA ,@!)E F!($M E!E)M
EM!3
#>19 -+#DD-999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!5$F ,M!E$ ,FE!)M M!5AF M!F)@
5)!3
#>H#"9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 A!@)M :5!(5 ,3!F3 A!5)( @!@MM 5F3@!5
 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!MFE ,M!)) ,E5!3) M!M5$ M!ME)
A!5
 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!533 :M!)( ,55!M( M!5@3 M!FF(
5$!F
-40#00 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78
%
%
%
%
%
%
->9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!$F$ ,M!EA ,5F!(F M!@A) M!3@M A(F!$
0?? "-D4>- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!E3@ :M!5M ,)5!EF M!E)( M!A@@
EA!3
 2"G?D>-099999999999999999999999999999999999999999999997 8 (!A3M ,F!5( ,)!A3 (!5@M A!5F( @@)3!5
4'"# 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!EF@ ,5!EE ,53!EE M!E5A M!)FE FE3!3
42' >#?D-D4=9999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!FF5
% ,F@!ME M!FM5 M!EME
5M!E
%
%
%
%
%
%
>#"9 >D-*-24 9999999999999999999999999999999999999999999999978
>#"9 1-0-24 99999999999999999999999999999999999999999999999999978 (!A5( ,5!)3 ,5A!M5 (!5M( A!@)M 5$@$!5
>#"9 0D#00-2#?#999999999999999999999999999999999999999997 8 M!AF( ,)!MM ,)5!FM M!(AA 5!MAF @M$!M
?69999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 M!$F5 ,F!A@ ,FE!F( M!@@A 5!MA3
F@!5
' =1-4 9999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!)@5 :)!AA ,EM!F@ M!E@( M!A@A 53A!@
" 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 78 F!()$ ,E!$( :FF!ME 5!33M F!A3$
)F!$
1-2-999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 M!3$( :5!AM ,5A!$( M!35M 5!F5(
$M!A
2-#0-99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5$!AMM :M!$5 :3!)5 5E!)MM 5$!AAM @(A!@
2-#0- >2 999999999999999999999999999999999999999999999999999978 5E!FFM ,5!M( :5!$( 5M!$MM 5E!AAM ()5!F
D04*- 99999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5)!$MM :5!@F ,$!53 5E!$3M 5A!E3M $(A!E
#= 42*+- 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 FM!F5M ,F!EF ,F(!$5 5$!3EM F@!F)M EMMA!3
# 6-D0 99999999999999999999999999999999999999999999999999978 5!F5E ,5!() ,5E!55 5!5@E 5!)M@ E@$!E
#00-1 9999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )!(F$ :M!5E :M!)) )!)3) (!5)M A@A!3
-?4>-2999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )A!@$M ,M!E) ,F!35 )F!A$M )3!M3M FAM$!E
-*-D0 >4?  9999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 (!@M( :M!FA ,FM!EF )!$)M @!FMM
$5!M
1-0 >4G6999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 5!E@M :)!3M ,EM!F$ 5!5MM 5!3A(
F!5
  99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 )3!5FM :M!F) ,5)!3) )@!MMM (@!@(M 5E$(!5
( "-?42 > 999999999999999999999999999999999999999999999999 78 M!AF( ,M!@3 ,5M!$) M!A55 M!@MA
A$!(
 999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999 7 8 M!M$5 :E!5$ ,5$!)E M!M@E M!5M5
E!A
0929 99999999999999999999999999999999999999999999999999999999999999997 8 E3!))M :M!)$ ,M!F$ E(!@(M )M!(MM 5$3!F

& &&

Barclays, De Stasio prosciolto

, /'
! 
D#>0-2 7H98
D#>0-2 7298
D#>0-2 764?D9@)8
>G*#>>2"
>#2*4 D0-24
>#2*4 H-LL#>4
>#2*4 >2#?#

' ,,'
F)@!$A F$F!E5
F)3!3A
F$@!5(
F)3!3A
F$@!5(
59M(F!3@ 595@F!$@
533!$@ FFM!)$
53$!$) F5$!3$
53A!EA F5$!)A

'

((

/' '

! 

,,

>4 -024 7G>4B*>98


>4 42"> 7G?"B42-8
>*#2D4 -024 7G>4B/*98
0D-24 -024 7G>4B*>98
00"-4 -024 7G>4B*>98

E(!AA
EA!MF
59FF5!(M 59FE5!5(
,,, )A$!)M
,,,
F$!@)
,,,
5(!EA

'

'&
5 ?#DD9
5 1#?#
F 1#?E 1#?) 1#?( 1#?A 1#?-

&-)3
,M!FA$
,M!F((
,M!FE5
,M!53$
,
,
,M!5F(

-)
,M!F@F
,M!F(3
,M!FE)
,M!FM5
,
,
,M!5F@

'&
&-)3 -)
@ 1#?,
,
$ 1#?,
,
3 1#?- ,M!M@F ,M!M@E
5M 1#?,
,
55 1#?,
,
5F 1#?- ,M!M5@ ,M!M5@

 , ,'0
#0*-4
2"
2-1>
-202"-
>2-
#>12-

33
3.
333
33
33
33

M!M(
M!(M
M!MM
M!M(
M!M(
M!M(

 , ,'0
-6642#
>02"
6*2

H-LL#>

3-3 ,M!5M
33 M!M(
33 M!M(
33 M!(M
3. ,M!@(

  
  C 09+ B,09* :29 ::* *. 0,,9*  0.9 *.
2 .   A9*'0 *. #9.(* :B*FF 9*5 >* *  C 09+
090.>0 ''*09.>* ,, 09 @G5GG
*.**
 
-:> 9- 3 D4555555555555555555555555555&11/<
9 .> . D5555555555555555555555555555555555555555555?1<1
9AD ,, :) , @G5555555555555555555555555?5??G1<

>0DD A905555555555555555555555555555555555555?G%<?

>0DD A90%G555555555555555555555555555@5";1G%

>0DD  5555555555555555555555555555555555555555?@<?;

>0DD %G55555555555555555555555555555555@5;?;@/
 A90>951GG555555555555555555555555555@5%?@@&
0.' 0.' 5555555555555555555555555551/5@"%%G

0(.. :A9' 555555555555555555555555555&G5;%?%@


0.9 3 1GG455555555555555555555%5/%G@?
9*  D?%555555555555555555555555555555"51/&@G
:,0 02 @% 555555555555555555555555555555555555555&/@1;
*.'209  55555555555555555555555555555555 @5<%;/<
E. E 3,, 9:4555555555555555555555555%5GG"@"
090.>0 3?GG0-24 5555555555555551@5"?G1;
* .. 3>D45555555555555555555555555555555555@51@&"&
A9*'0 3 45555555555555555555555555555555555 ;5"<??<


)G&&
)&??
)G&?
)G;@
)G"?
)G;;
)G"1
)G;%
)G&G
)@1G
)G?<
)1@@
)1<"
6GG1
)G;;
)G;"
6G%1
)G<;

: , F*0.
     
*:55555555555555555555555555555555555555555555555555555//?&
,,*.F 555555555555555555555555555555555555555555555555551?&G%
E 9 ' 555555555555555555555555555555555555555555555555/"G?
 * 9:09# 555555555555555555555555555555555555555555555;/&G
-C555555555555555555555555555555555555555555555555555555555;?"?
0-- 9F.+ '555555555555555555555555555555555;@;
 A>:( .+ . 55555555555555555555555555555551%@G
 A>:( 0:>5555555555555555555555555555555555555@1G"
 A>:(  , +0- .55555555555555555555555551%@&
> A#>(.: '5555555555555555555555555555555551?<1
A'0 0:: '55555555555555555555555555555555555555</1/
>90 '555555555555555555555555555555555555555555555555@?"G
* - .: . 555555555555555555555555555555555555555555555"&%%
0,+:C' . ' 555555555555555555555555555555551G@G%
 
*9 *7A* 555555555555555555555555555555555555555555555/%1&
,:>0-55555555555555555555555555555555555555555555555555555@G"?
D 55555555555555555555555555555555555555555555555555555@G&G
.255555555555555555555555555555555555555555555555555555555555&G%1
2  -*.*5555555555555555555555555555555555555555555;%;"
99 #0A9 55555555555555555555555555555555555555555555555@?%@
:*.0 55555555555555555555555555555555555555555555555555555&1GG
9!*> '9*0, 555555555555555555555555555555555555555 /@G
.0. 555555555555555555555555555555555555555555555555555<G?%
89!, 555555555555555555555555555555555555555555555555551%&<%
*( ,*.55555555555555555555555555555555555555555555555555"%@/
 A' 0> 55555555555555555555555555555555555555555551?&;
 .A,>555555555555555555555555555555555555555555555555555;/%?
*.>)0*.555555555555555555555555555555555555555?%?&
.0$)E.>( ,555555555555555555555555555555;G?%
0*!>! !.!9, 55555555555555555555555555555555?G&?
0 D(0 ,,*. 5555555555555555555555555555555"/&/
0>, 555555555555555555555555555555555555555555555555555555555?/;&
    
-F0. 0- 555555555555555555555555555555555555%@/@?
- 9*. D29 ::555555555555555555555555555555%&%"
22, 0-2 .55555555555555555555555555555555555/<@?
>555555555555555555555555555555555555555555555555555555555?<<"
.+ 0# - 9*5555555555555555555555555555555551@1@
0 *.' 555555555555555555555555555555555555555555555555511&"G
9.*B, 55555555555555555555555555555555555555555555555555&<?;
> 92*,,9 . 55555555555555555555555555555555555555<%1@
*:0 E:> -:55555555555555555555555555555555555555@<&"
*>*'90A2 .55555555555555555555555555555555555555555?"/?
0)0, 0555555555555555555555555555555555555555&?<;
0,'> ,-0,*B 555555555555555555555555555555 <;?;
0C ( -*, 5555555555555555555555555555555555555 &;G;
A0.> 555555555555555555555555555555555555555555555555555%//G
DD0. 0*,555555555555555555555555555555555555555555"1<<
09 0>09 555555555555555555555555555555555555555555551@G"
 . 9, , >9* 5555555555555555555555555555555555@/G@
 . 9, 0>09:55555555555555555555555555555555555@";;
0,-. (: 55555555555555555555555555555551&<;&
 C, >>)+955555555555555555555555555555551G@"
0. EC ,,55555555555555555555555555555555555555555551G;1<
- 555555555555555555555555555555555555555555555555555555551??%<
 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555551&G"
.A:>9* >AFF* 25555555555555555555555555555555555 )
.> , 092 55555555555555555555555555555555555555555555555@/G1

0(.:0. 
0(.:0.5555555555555555555555551G&%@

 09'. 555555555555555555555555555555555555555555555 %;"%


0+(  9>*.55555555555555555555555555555@1&??
AD0>>* 92 2555555555555555555555555555555%""G
0.,8:555555555555555555555555555555555555555511<@?
9+  055555555555555555555555555555555555555555555%G1/
*90:0#>555555555555555555555555555555555555555555555555%1/@
0.:.>0 05555555555555555555555555555555555555555"/G&
09'. >., E5555555555555555555555555555555555@&G?
*+ .5 ,5 5555555555555555555555555555555555555555%";1
* .>,  >5555555555555555555555555555555555555</%%
$F 955555555555555555555555555555555555555555555555555555555@/&<
(*,*2 099*:55555555555555555555555555555555555555555/1;%
90> 9  -, 555555555555555555555555555555"1;<
.*, B 9 555555555555555555555555555555555555555555&??@
,> *:. E 555555555555555555555555555555555555555555/%G&
(*9,200, 555555555555555555555555555555555555555555551&1/@
 90D55555555555555555555555555555555555555555555555555555555555/?<
(00 .55555555555555555555555555555555555555555555555?G1@

 
?* 90A2 5555555555555555555555555555555555555555555555&@@1<
.',0 - 9*.5555555555555555555555555555555&?<<%
:>9 . 55555555555555555555555555555555555&G;?GG
9,E: , 5555555555555555555555555555555555555551<1;G
 5555555555555555555555555555555555555555555555555555555555?&?G&
9*>*:(  , 0-55555555555555555555555555555555&%"?1
A9 99E 90A2 55555555555555555555555555551@<&"@
,D0:-*>(+,*. 5555555555555555555555555551?/%&G
9+:  2 . 955555555555555555555555555555&??G"
 9:0. ,5555555555555555555555555555555555555555;/@"&
9A .>*, 5555555555555555555555555555555555555551@@G<@
0,,: 0E 55555555555555555555555555555555555555555<&<GG
0E,  A. ,,555555555555555555555555555555555&G/1G
0E, + 0# 0>5555555555555555555555555555555@&<GG
(90 9: ,555555555555555555555555555555555@&@%"?
.*, B 9 ,5555555555555555555555555555555555555?G?<<G
0#0. 90A2555555555555555555555555555555@1@/%
  
 :>,!555555555555555555555555555555555555555555555555555555;G"%
0B9>*:55555555555555555555555555555555555555555555555555;?@G


6G%<
)1@%
)G/&
61<%
)@G@
)1"<
)@GG
)@1&
)G""
6G;"
)G1<
)1<%
)G&G
)?@@

61G&
)G?1
)1/%
)11G
)G1@
)111
)1/1
)1@"
)G1%
6G;@
6G@;
)G@@
)1?&
6GG"
)1G&
)1%@
)1G&
6G&"

6G"1
6G;/
)GG?
)G"&
)1G@
)@?<
6@@;
)1%1
6G1/
6GG?
6G1&
6G@@
)1G%
)G1@
)G/<
)1%1
)G@1
)G/G
)G<;
)@??
6G<%
6G"&
)1??
)
)1?/
61GG
6GG;
6GG<
6G"/
)G"G
)G@<
)G%?
)G/"
6G@/
6G1/
)1G%
)G?1
6G11
)G@;
6G%"
)G1&
61G?
6G@1
6@?"

)G%/
61G"
)1?;
)GG?
)G<@
)1&G
)G%%
6G@%
)1@<
)G?1
)1?<
)@";
)G@G
)@?&
)1@"
6G@"
)1@1

)G;G
)G&"

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

48
#

Cultura

Nel 1975

Cos cambi
linterpretazione
del testo
di Serena Danna

Codice, significato, interpretazione. Se il difficile


vocabolario della semiotica entrato nel
linguaggio comune, mischiandosi con quello dei
mass media, si deve a Umberto Eco. Nel 1968
pubblica il suo primo libro di teoria semiotica, La
struttura assente, cui seguono il Trattato di
semiotica generale (1975) e gli articoli per
lEnciclopedia Einaudi raccolti in Semiotica e
filosofia del linguaggio (1984). Nel 1971 fonda
Versus - Quaderni di studi semiotici, importante

rivista del settore. Alla base delle sua teoria lidea


del testo come macchina pigra: fondamentale
dunque il ruolo del fruitore che grazie
allinterpretazione dovuta allesperienza in
grado di restituire voce al testo.
Nel 1964 esce Apocalittici e integrati, testo
fondamentale per la sociologia dei media, in cui
analizza linfluenza dei mezzi di comunicazione
sulla cultura di massa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SCOMPARSA DELLAUTORE 1932-2016

Umberto Eco
Biografia
Il semiologo
e scrittore
Umberto Eco
era nato ad
Alessandria nel
1932
Era professore emerito
allUniversit di
Bologna, dove
aveva fondato
il corso di
Scienze della
comunicazione,
era stato
docente di
Semiotica dal
1975 e
presidente
della Scuola
superiore di
studi
umanistici dal
2000. Era
Cavaliere di
gran Croce
della
Repubblica
italiana (1996),
e commendatore della
Legion dOnore
Insignito di
numerose
lauree ad
honorem,
membro del
Gruppo 63,
scrisse
numerosi saggi
e romanzi. Tra i
saggi:
Apocalittici e
integrati
(1964), La
struttura
assente (1968),
Trattato di
semiotica
generale
(1975) e testi
sul pensiero
medievale
Tra i
romanzi: Il
nome della
rosa (1980), Il
pendolo di
Foucault
(1988), Lisola
del giorno
prima (1994),
Baudolino
(2000), Il
cimitero di
Praga (2010) e
Numero zero
(2015), editi da
Bompiani

Umberto Eco si spento ieri sera, alle 22.30


nella sua abitazione milanese. Aveva da poco
compiuto 84 anni, essendo nato ad
Alessandria il 5 gennaio 1932. Negli ultimi
giorni le voci su un suo aggravarsi dello
stato di salute si erano inseguite tra allarmi
e smentite. Gli amici pi cari avevano
minimizzato ma il timore che quella forma
affettuosa di protezione nascondesse
qualcosa di serio era ormai condiviso e
conosciuto da tanti. Scrittore, semiologo,
filosofo, saggista, docente universitario,
operatore culturale, Umberto Eco stato
tante cose, ma stato soprattutto un grande
innovatore. In qualche modo oggi sembra
giusto dire che Eco ha contribuito a
cambiare la cultura italiana pi di
qualunque altro intellettuale. E che avere il
coraggio, pi di cinquantanni fa, di mettere
la propria firma a un saggio su San
Tommaso e poi a uno su Mike Bongiorno,
era il segno di un cambiamento che non
avremmo pi potuto e voluto fermare.
di Dino Messina

emico dellimprovvisazione, dellapprossimazione, maniaco della precisione,


Umberto Eco, scomparso ieri nella sua
casa di Milano in Foro Buonaparte, riceveva i suoi intervistatori che arrivavano da mezzo
mondo nellappartamento che guarda il Castello
Sforzesco e il Parco Sempione. I suoi modi cordiali, il tratto di una giovialit straordinaria rendevano simpatiche unerudizione e una cultura sterminate. Nella biblioteca di casa, dove raccoglieva
rarit bibliografiche, classici della filosofia e della
letteratura, fumetti, saggi di semiologia, riviste,
cerano naturalmente anche tutte le sue opere,
tradotte in decine di lingue.

Lultima battaglia
per fondare La nave di
Teseo, la casa editrice
nata come reazione
alla fusione di Rizzoli
e Mondadori
Il suo Trattato di semiotica generale (Bompiani, 1975) considerato un testo classico nelle universit di mezzo mondo, a cominciare dagli Stati
Uniti, dove Umberto Eco ha a lungo insegnato, dividendo limpegno accademico con lUniversit di
Bologna, dovera stato tra laltro direttore del
Dams e poi del Corso di Laurea in scienze della comunicazione.
Nato ad Alessandria il 5 gennaio 1932, Eco si era
laureato allUniversit di Torino con Luigi Pareyson, il maestro che non aveva mai smesso di citare, con una tesi sullestetica in San Tommaso
dAquino, che poi divenne il suo primo libro.
Accanto agli studi accademici, gi dal 1954, anno della laurea, Umberto Eco un limpegno militante nellindustria culturale: quellanno assieme
a Furio Colombo e Gianni Vattimo vinse un concorso in Rai. Quellesperienza era il primo passo di
quel continuo esercizio tra la cultura alta e la
cultura bassa che sarebbe stato uno dei tratti
distintivi della biografia culturale di Umberto Eco.
Lesperienza in Rai diede al filosofo lispirazione
per uno degli articoli culturali pi significativi del

Diffidava degli intellettuali impegnati e del politicamente corretto

Lesordio
cattolico
Le frecciate
a Berlusconi

di Luca Mastrantonio

er Umberto Eco la
militanza politica si
articolata attraverso atti
morali e battute, dotte analisi e
profezie cupe, in un area di
cattolicesimo di sinistra. Fu l
che negli anni Cinquanta Eco
inizi a frequentare il grande
pubblico, attraverso il giornale
della Giac, lassociazione dei
giovani dellAzione cattolica,
Giovent. Lasciato
lazionismo cattolico che virava
a destra, nel 1954 Eco vince un
concorso per entrare in Rai.
Scrive sul Verri di Luciano
Anceschi una rubrica i cui testi
verranno raccolti in Diario
minimo nel 63, dalla

Bompiani. In uno di essi c


lElogio di Franti, unanalisi
della celebre risata del bullo di
Cuore: a lui va tutta la nostra
simpatia, scrive un Eco
politicamente scorretto, contro
la melassa di De Amicis.
Linsofferenza per il
politicamente corretto
laspetto pi anticonformista di
Eco, che sul tema torner pi
volte: Politicamente corretti o
intolleranti?. Protagonista di
Alfabeta, lEspresso e
Repubblica, ogni tanto quel
ghigno di Franti gli riaffiorava
nella mente. Come quando, nel
2008, a El Pas, disse che per
avere un vero ricambio

generazionale in Italia
dovevano morire una decina
di persone che ormai sono
molto grandi. un fatto
biologico. Dovrebbe arrivare
una nuova classe politica. Eco
diffidava dagli intellettuali
impegnati, che prendeva in
giro: lunica cosa che pu fare
un intellettuale quando una
casa brucia, telefonare ai
pompieri! Nel 2001 scrive
lappello Per chi suona la
campagna invitando gli elettori
di centrosinistra a votare
Francesco Rutelli. Una
chiamata alle armi,
democratiche, contro Silvio
Berlusconi. Di fronte

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

CULTURA

49
#

Nel 1980

Il nome della rosa il primo romanzo di Umberto Eco,


quello che lo fa conoscere in tutto il mondo.
Pubblicato nel 1980 da Bompiani, vincitore del premio
Strega, nel 1986 diventato un film diretto da JeanJacques Annaud con Sean Connery e Christian Slater. Il
libro ha venduto pi di 50 milioni di copie in trentanni ed
stato tradotto in oltre 40 lingue. Thriller di
ambientazione medievale, si svolge allinterno di un
convento benedettino dellItalia settentrionale ed
suddiviso in sette giornate, scandite dai ritmi della vita

Il romanzo
che rivoluzion
la storia
di Cristina Taglietti

monastica. Eco parte con lespediente narrativo del


manoscritto ritrovato, dovuto alla penna di tale abate
Vallet che sarebbe arrivato nelle sue mani il 16 agosto
1968. Il libro asseriva di riprodurre fedelmente un
manoscritto del XIV secolo, a sua volta trovato nel
monastero di Melk. Si tratta delle memorie del monaco
Adso, che, divenuto anziano, decide di raccontare ci che
ha vissuto da novizio, molti decenni prima, in compagnia
del maestro Guglielmo da Baskerville, ex inquisitore,
amico di Guglielmo di Occam e di Marsilio da Padova. Il

frate, che arriva al monastero incaricato di una delicata


missione diplomatica, si trova a dipanare una serie di
misteriosi delitti (sette in sette giorni) che insanguinano
la labirintica biblioteca. Guglielmo dovr decifrare ogni
genere di indizio, dal comportamento dei santi a quello
degli eretici, dalle scritture negromantiche al linguaggio
delle erbe. Eco sviluppa con grande sapienza la fitta
trama di un dibattito ideologico unendo digressioni
storico-filosofiche, ragionamenti deduttivi e azione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Scrittore, semiologo, esperto


di media: con Il nome
della rosa ottenne nel mondo
un successo clamoroso
secondo Novecento, Fenomenologia di Mike Bongiorno. Era il 1961, linizio di unanalisi con gli strumenti della filosofia e della semiologia della cultura di massa: tra i titoli pi famosi, che ebbero un
successo internazionale, Diario minimo, tradotto
in inglese con il titolo divertente How to Travel
with a Salmon e Apocalittici e integrati, un titolo
di cultura alta che sarebbe entrato a far parte del
linguaggio corrente.
Protagonista del Gruppo 63, con il saggio
Opera aperta, Eco dette una spinta allo svecchiamento culturale del Paese. Seguirono una serie di
studi che lavrebbero confermato come il fondatore della semiologia italiana oltre che uno dei pi
affermati studiosi di comunicazione nel mondo.
Con un curriculum di questo tipo, il mondo accademico italiano reag con un certo stupore, a
volte con disappunto misto a invidia, alla pubblicazione nel 1980 di un romanzo giallo, destinato a
diventare uno dei bestseller pi di successo di tutti i tempi, Il nome della rosa, che finora ha venduto nel mondo circa trenta milioni di copie. Una
struttura da giallo classico impastata di filosofia e
conoscenza storica del Medioevo. Seguirono nel
1988 Il Pendolo di Foucault, sui Templari e la
sindrome del complotto, Lisola del giorno prima (1994), Baudolino (2000, (a misteriosa fiamma della regina LOana, Il cimitero di Praga
(2010), in cui affront il tema dellantisemitismo e
Numero zero, lultimo romanzo, uscito a gennaio dellanno scorso in cui ha messo alla frusta i limiti del giornalismo contemporaneo.
Ogni uscita editoriale di Umberto Eco era un avvenimento non solo per il mondo italiano, ma per
leditoria internazionale. Dopo il successo incredibile del Nome della rosa, per il successivo romanzo, ci fu un gioco alle anticipazioni giornalistiche che irritarono non poco il professore. Sicch per il terzo romanzo, Lisola del giorno prima, nel 1994 venne organizzato un lancio
internazionale in una enorme sala del Frankfurter
Hof durante lannuale edizione della Buchmesse.

FOTO ANSA

allElettorato Motivato e a
quello Affascinato dal Cavaliere
con cui era inutile discutere,
scriveva, Eco esortava
lElettorato Demotivato di
sinistra a non cedere
allignavia. Altrimenti?
LInferno. La fotografia pi
efficace delle due Italie che Eco
vedeva divise offerta a Milano,
nel 2011, alla manifestazione
che chiede le dimissioni del
Cavaliere, che va a letto tardi
perch fa il bunga bunga. Eco
disse: Vado a letto tardi ma
perch leggo Kant. Applausi
dai fan, fischi dai detrattori. E
Franti, sicuramente, si fece una
RIPRODUZIONE RISERVATA
risata.

Oltrepass le frontiere
combinando la filosofia
con la cultura di massa
Larte della trasgressione al servizio della novit
Scatti
In alto:
Umberto Eco in
una foto del
1971 con il
designer e
filosofo
argentino
Toms
Maldonado.
A destra:
Eco (il secondo
da destra,
seduto) a
novembre
dello scorso
anno nella foto
di gruppo di
autori e editori
de La nave di
Teseo, ultima
avventura
editoriale dello
scrittore

Protagonista del
Gruppo 63, affianc la
militanza agli studi
accademici e interpret
con acume cultura
alta e bassa
Le tirature iniziali era ormai da capogiro: si partiva
da centinaia di miglia di copie.
Umberto Eco era uomo di passioni e di fedelt.
Per tuta la vita, come molti grandi autori, era rimasto legato alla casa editrice che laveva lanciato,
la Bompiani. Quando alla fine dellanno scorso il
glorioso marchio editoriale stato ceduto assieme a tuta la Rcs libri alla Mondadori, Eco ha deciso di accompagnare Elisabetta Sgarbi nellavventura di una nuova casa editrice, La Nave di Teseo.
Unimpresa in cui ha investito una cospicua somma e in cui stato chiamato a collaborare anche il
figlio Stefano.
Umberto Eco trovava il tempo, accanto ai tanti
impegni, di collaborare ai grandi giornali italiani.
Aveva scritto per Il Giorno, La stampa, era stato
tra le grandi firme della terza pagina del Corriere
della sera e da anni scriveva per la Repubblica.
Era sua una delle rubriche pi di successo dei settimanali italiani, La bustina di Minerva che concludeva ogni settimana e poi ogni quindici giorni,
i numeri delEspresso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Online
Su corriere.it/
cultura video,
foto storiche,
grafici
e approfondimenti dedicati
allo scrittore
scomparso

di Pierluigi Battista

ella cultura italiana


dominata dallidealismo, intrisa di remore
cattoliche, condizionata dalla spocchia degli intellettuali marxisti, non era facile
far interagire Immanuel Kant e
Superman. Allinizio degli anni Sessanta, decennio di irriverenza e destrutturazione dei
modelli pi sacri, Umberto
Eco ci riusc.
Riusc anche a combinare
filosofia e cultura di massa, teologia e immaginario televisivo, accademia e fumetti. Scrisse la Fenomenologia di Mike
Bongiorno e oltrepass una
frontiera.
Umberto Eco era il volto
simpatico, scanzonato, sarcastico dellavanguardia
italiana che
aveva trovato
casa nel
Gruppo
63. Non
cera la posa
solenne del
trasgressore.
Non cera lartista o lo
scrittore che
si prendeva
troppo sul serio. Non cera
lideologo
c h e vo l e va
dettare la retta linea avanguardistica.
C e r a l Um berto Eco che
maneggiava
con intelligenza e ironia leredit culturale per prenderla in
giro, mescolando con somma
maestria registri che tradizionalmente non potevano toccarsi, lalto e il basso, la
dimensione comica e lerudizione, i tomi della scolastica
medievale e lirresistibile presa in giro dei classici della letteratura.
La demolizione sarcastica
di Lolita di Nabokov che dopo
la cura di Eco diventava una
strabiliante Nonita. Oppure
linopinato Elogio di Franti, il
cattivo per eccellenza della

tradizione retorica italiana, reso immortale dalla ricattatoria, ma limpidissima prosa


deamicisiana. O la stupidit
degli editori che non sanno riconoscere la grandezza dei
manoscritti arrivati in redazione, e rispediscono al mittente Dante o persino lAutore
della Bibbia.
Bisogna rileggere con attenzione, e senza farsi trascinare
da una risata contagiosa che
Eco sapeva sapientemente sollecitare, i passaggi pi brillanti del Costume di casa, per capire la forza provocatoria di
questo intellettuale refrattario
ad ogni schema.
Ripassare un po di prosa di
Umberto Eco, riconoscerne la
preveggenza e lacume per capire come la cultura di massa
fosse ancora a quel tempo un

Scanzonato
Mischiava la comicit
e lerudizione, i tomi
della Scolastica e la
presa in giro dei classici
Il debito
Senza di lui dovremmo
ancora spazzare
via molta polvere
dai nostri abiti mentali

oggetto sconosciuto. Potentissimo ma non ancora afferrato


concettualmente. Demonizzato dai pedagogismi delle grandi chiese ideologiche ma mai
compreso nei suoi meccanismi fondamentali.
Certo, anche Umberto Eco
poteva sbagliare, come quando non cap il linguaggio delle
Brigate rosse, prendendo i loro comunicati come il frutto di
una dettatura poliziesca. Ma la
scoperta di Eco dellopera
aperta ruppe con schemi
consolidati, introdusse un
elemento di fluidit, e anche
di libert, in discipline dove
vigeva ancora incontrastato il
dogmatismo, la conformit a
una dottrina, la cronica incapacit di sorridere e di ridere.
Quella capacit di ridere che
poi al centro della costruzione

narrativa del Nome della rosa,


dove i custodi del dogma e
della tradizione non arretrano
nemmeno di fronte ai pi efferati delitti pur di nascondere
un testo sul riso che potrebbe
far esplodere lordine di una
biblioteca e dunque lordine di
un intero mondo. Umberto
Eco non conosceva tab per
esercitare la sua arte della trasgressione, dello svecchiamento culturale, della modernit. Senza di lui dovremmo
ancora spazzare via molta polvere dai nostri abiti mentali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

50
#

Con il Patrocinio del Consolato


Generale degli Stati Uniti a Milano

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

CULTURA

51
#

1926-2016 La scomparsa dellautrice. Sispir alla figura del padre avvocato, fu amica dallinfanzia di Truman Capote

Harper Lee, la scrittrice del Sud


che sfid il razzismo dellAmerica
Il successo de Il buio oltre la siepe nel 1960, il film, infine il lungo silenzio
Poi allimprovviso, lanno scorso, un secondo controverso romanzo
di Massimo Gaggi
NEW YORK Testarda fino in fondo, Harper Lee, autrice de Il
buio oltre la siepe, il grande
romanzo americano del ventesimo secolo secondo la critica, se n andata ieri, a quasi
novantanni, portandosi dietro segreti e misteri accumulati in pi di mezzo secolo di
ostinato silenzio, quasi di autoreclusione.
La scrittrice morta nel
sonno a The Meadows, la candida casa di riposo in stile coloniale di Monroeville, in Alabama, dove ha trascorso gli
ultimi anni della sua vita. Anni segnati da un ictus, nel
2007, che laveva lasciata quasi cieca e costretta su una sedia a rotelle, ma ancora capace di intendere e di volere: cos lha giudicata lo Stato dellAlabama dopo i dubbi
emersi per la sua decisione di
pubblicare, 55 anni dopo
luscita del suo capolavoro, un
altro romanzo, Go Set a Watchman (Va, metti una sentinella nella versione italiana):
un misterioso manoscritto
rinvenuto da unavvocatessa
amica di famiglia dopo la
morte della sorella maggiore,
Alice, anche lei avvocato, che
aveva sempre difeso la privacy
di Harper e la sua scelta di
non pubblicare altro. Passando, cos, alla storia per un solo
capolavoro come la Margaret
Mitchell di Via col vento o il
Salinger de Il giovane Holden.
Come Salinger, dopo lincredibile successo del suo romanzo sui conflitti razziali in
una piccola citt del profondo
Sud americano (dieci milioni
di copie vendute quasi subito,
trenta se consideriamo le ristampe scolastiche e le edizioni straniere), Harper Lee scelse non solo di non scrivere
pi, ma anche di uscire di scena. Il buio oltre la siepe (To
Kill a Mockingbird il titolo originale) usc nel 1960. La trasposizione cinematografica di
Robert Mulligan che vinse tre
Oscar, con Gregory Peck nei
panni di Atticus Finch, il coraggioso avvocato protagonista del romanzo, del 1962.
Lultima intervista della Lee
del 1964.
Ma lautrice non si nascose:
quando, un paio danni fa, andai a Monroeville sulle tracce
letterarie sue e dellamico
dinfanzia Truman Capote,
che abitava a pochi passi dalla
sua casa, incredibile caso di
due giganti della letteratura
mondiale cresciuti nello stesso villaggio, la sua amica Connie Braggett, una manager del
municipio, mi raccont che le
due sorelle Lee hanno continuato a vivere la loro vita
uscendo, andando nei ristoranti e nei negozi, confondendosi tra concittadini che hanno rispettato il loro desiderio
di riservatezza.
Da bambina, Harper venne
su come un tomboy, un maschiaccio, come mi raccont
George Thomas Jones, amico
che la conobbe oltre ottantanni fa: Alle elementari si scazzottava di continuo con i compagni: erano anni duri, quelli
della Grande depressione,

Lintervista
Cunningham:
la sua lezione
morale resta
molto potente
di Enrico Rotelli

In alto: Harper Lee con Gregory Peck


sul set del film Il buio oltre la siepe
del 1962 (Italy Photo Press). Qui
sopra: sempre sul set, la scrittrice
con la giovane attrice Mary Badham
(Everett Collection/Contrasto)

non si andava tanto per il sottile. E lei difendeva lamico del


cuore, arrivato da fuori e venuto ad abitare nella casa accanto alla sua: un bambino
fragile che si chiamava Truman Sanders.
S, il maschiaccio cresce e
difende a suon di pugni il delicato Parsons (che poi cambier il nome in Capote). La Lee
studia giurisprudenza spinta
dal padre, lavvocato Amasa
Coleman Lee le cui arringhe
lei va a vedere, affascinata, nel
tribunale di Monroeville fin
da bambina: sar lui a ispirarle il personaggio Atticus Finch.
Nel 1956 alcuni amici, affascinati dalla sua scrittura, le
regalano un anno di stipendio
per staccarsi dal lavoro e stendere il suo romanzo. Nasce cos, dopo una serie di rifacimenti animatamente discussi
con gli editor della casa editrice HarperCollins, Il buio oltre
la siepe: storia di una sonnolenta cittadina del Mezzogior-

Berchet di Milano per dieci anni), dove cerc di


insegnare ai giovani un diverso concetto di
rivoluzione. In un momento storico in cui
dominavano le idee marxiste del Movimento
studentesco nato dal Sessantotto, ai ragazzi
cattolici don Giussani disse: I nostri antichi
amici che scrivono su un cartellone fuori dalla
Cattolica La politica prima di tutto. Mao Tsetung capovolgono la frase del Vangelo: Cercate
prima il regno di Dio e il resto vi sar dato.
Tutte le uscite sono in edizione cartonata con
sovracoperta. Sabato 27 sar in edicola Allorigine
della pretesa cristiana (1988) con una
presentazione del Papa emerito Joseph Ratzinger.
Marco Bruna

n interprete
dellAmerica di oggi
come Michael
Cunningham illustra
limportanza della
scrittrice e la sua eredit.
Che cosa rappresenta
Harper Lee per la
letteratura degli Usa
Il buio oltre la siepe
essenziale per la
letteratura americana.
Non conosco americano
che non labbia letto. Non
credo di poter dire lo
stesso su nessun altro
romanzo. uno di quei
libri che possono essere
grande letteratura o
meno, ma una delle
storie americane
fondamentali: a proposito
di razza e giustizia; di
innocenza infantile e
perdita della medesima
innocenza; del male e la
compassione e il coraggio
che (a volte) possono
sconfiggere il male. Si
potrebbe dire che tra le
favole morali pi potenti
della letteratura
americana e che riguarda
uno dei dilemmi morali
pi longevi dAmerica, le
disuguaglianze tra
americani neri e bianchi.
E per lei che cosa
rappresenta?
A essere onesto, per
me forse una figura
meno potente che per altri
americani. Lo dico senza
voler mancare di rispetto
nei confronti di Harper
Lee. Sono cresciuto in un
quartiere misto. Da
quando ho memoria ho
sempre conosciuto
persone nere. Ci non
significa che io sia
immune alla questione
razziale; solo che per me
non stato un libro
fondamentale, come lo
(e lo stato) per altri.
Qual la sua eredit
culturale?
La razza uno dei
problemi principali della
societ americana. Ancora
oggi, in carcere ci sono
dieci neri per ogni bianco.
Molti americani che
lhanno letto, in giovent,
hanno ricevuto la prima
esperienza sulla
disuguaglianza tra le razze
del nostro Paese. Questo
pu risvegliare le menti
giovani. Ci mi pare un
contributo vero e prezioso
al patrimonio culturale
degli Stati Uniti. Ricordo
Harper Lee con rispetto e
anche con venerazione,
s.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

no americano con il razzismo


che cova sottotraccia e, quando esplode, viene combattuto
coraggiosamente da Atticus
Finch. Solo contro gli umori
ostili dellintera citt, lavvocato non riesce a evitare la condanna di un nero del quale
aveva dimostrato linnocenza
e che, poi, morir in carcere.
Qui finisce la storia sotto la
luce del sole di Harper Lee e
comincia la penombra dei misteri. La vita segreta della
scrittrice, certo, ma soprattutto il perch della sua scelta di
dare alle stampe, quasi in
punto di morte, un secondo
romanzo di qualit inferiore
(probabilmente una delle
bozze preparatorie de Il buio
oltre la siepe) che, oltretutto,
mina la nobile figura di Atticus: nel libro pubblicato lanno scorso Scout, la figlia-narratrice, torna a casa dopo ventanni e scopre da alcuni documenti che il padre era
membro di associazioni razziste.

Sono in molti a ritenere che


sia stata Tonja Carter, amica e
avvocato, rimasta a gestire gli
affari dei Lee dopo la morte di
Alice, a convincere una Harper poco consapevole di quello che stava autorizzando.
Ma c un altro mistero nella
biografia letteraria di questa
donna: la vera storia dei rapporti tra Harper Lee e Truman
Capote. Molti hanno pensato a
lungo che dietro la potenza
narrativa de Il buio oltre la siepe ci fosse anche il genio letterario di Capote. Ma tutto quello che emerso negli ultimi
anni spinge verso conclusioni
opposte: non solo Il buio fu
tutta farina del sacco di Harper, ma il capolavoro scritto
subito dopo da Truman Capote, A sangue freddo, fu probabilmente anche frutto del lavoro della stessa Lee che lavor come sua assistente durante tutte le fasi di ricerca e di
stesura di questo romanzo-inchiesta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Esce oggi Il senso religioso il primo di dieci volumi in vendita a 9,90

Il pensiero di Giussani in una collana del Corriere

l 22 febbraio 2005 moriva a Milano il


fondatore di Comunione e Liberazione, don
Luigi Giussani (1922-2005, nella foto Ansa). A
pi di dieci anni dalla scomparsa, il Corriere
della Sera dedica al prete originario di Desio, in
Brianza, una collana di dieci libri tra i pi
importanti della sua attivit spirituale. I volumi
(in vendita a 9,90 in aggiunta al prezzo del
quotidiano) sono arricchiti dalle presentazioni di
grandi firme: il primo, Il senso religioso (1966), in
uscita oggi, introdotto dal vicedirettore del
Corriere Antonio Polito, che traccia un profilo
storico e umano dellattivit religiosa di Giussani.
Tra gli aneddoti pi significativi, la sua decisione
di lasciare la cattedra in seminario per quella
nelle scuole superiori (fu docente al liceo classico

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

52
#

Eventi

La guida
Da Palazzo Sarcinelli
linvito a sconfinare
sul resto del territorio

Fino al prossimo 5 giugno, al Palazzo Sarcinelli


di Conegliano, la mostra I Vivarini - Lo splendore
della pittura tra Gotico e Rinascimento,
promossa da Citt di Conegliano e Civita Tre
Venezie, prodotta e organizzata da Civita Tre
Venezie con la partecipazione di Regione del
Veneto e con il patrocinio di Provincia di Treviso,
Evento ufficiale European Wine City 2016. La
rassegna il terzo appuntamento del ciclo
progettato e curato da Giandomenico Romanelli

per Palazzo Sarcinelli, dopo Un Cinquecento


Inquieto e Carpaccio, Vittore e Benedetto da
Venezia allIstria. La mostra, per la sua struttura
varia e poliforme, suggerisce di completare gli
itinerari dentro le sale espositive con una fitta rete
di scoperte di capolavori sparsi sul territorio
della Marca. Orari: mar, mer e gio 9-18; ven 9-21;
sab e dom 10-20. Catalogo: Marsilio, a cura di
Romanelli e Lugato. Info e prenotazioni: tel. 0438
1932123, so sul sito www.mostravivarini.it.

Lappuntamento A Conegliano la prima mostra sulle opere di Antonio, Bartolomeo


e Alvise che in due generazioni rivaleggiarono in Laguna con la bottega dei Bellini.
Uno scrittore racconta come si mossero nello splendido crocevia del Rinascimento
di Giovanni Montanaro

LA
FAMIGLIA
U
ALLARGATA
na famiglia. Il
luogo in cui si insegna a mangiare, camminare,
parlare, tacere. E
si dovrebbe insegnare la speranza, la gioia, la
forza di resistere al dolore, la
differenza tra il bene e il male.
Intorno al 1450, a Venezia, in
campo Santa Maria Formosa,
vicino a Rialto, vive una famiglia allargata. Sono i Vivarini.
Sono originari di Padova, ma,
per tutti, per sempre, sono
muranesi, perch le generazioni precedenti si sono spostate nellisola della laguna a
soffiare il vetro. L a Santa Maria Formosa, per, dipingono.
E cos, poco oltre la cucina, le
pentole dacqua calda, i pancacci e i pagliericci per dormire, si entra dentro i colori: cavalletti, foglia doro, terra di
Siena, lapislazzuli, legno, e
odori acri. E poi pittori, aiutanti, corniciai, carpentieri, e
le donne che non si menzionano mai, ma capitano dentro le tavole, gli occhi, i capelli, un sorriso.
Tutto, per fare immagini,
soddisfare committenti che
chiedono santi, Madonne, ritratti, e cos le opere dei Vivarini salgono sopra gli altari,
sulle pareti delle case, e viaggiano sulle carrozze, le navi:
Puglia, Bergamo, Istria. Sono
bravi i Vivarini. Rivaleggiano
con i Bellini, laltra famiglia
veneziana di pittori. Si contendono i polittici, le pale. Bottega contro bottega. In quella
dei Vivarini, ci sono tre uomini. Ce nerano quattro, fino a
poco tempo prima. Antonio
il pi vecchio, ha cominciato
lui, ha mollato lui la fornace di
famiglia. Forse ha scoperto
Gentile da Fabriano, o forse
aveva solo noia del padre; per
qualche motivo, cerca un modo diverso di fare i colori. Dipinge con meraviglia, eleganza; sfondo oro, figure gotiche,
algide, ricche, perfette, anche

LA FABBRICA DI PITTURA DEI VIVARINI


SCENARIO DELLARTE VENEZIANA DEL 400
Lautore

Giovanni
Montanaro
(1983)
avvocato e
scrittore.
Per Feltrinelli
ha scritto il
romanzo
Tutti i colori
del mondo
(2012),
vincitore del
premio
Selezione
Campiello, e
Tommaso sa
le stelle
(2014)

se nel suo Uomo dei dolori


Cristo pare uno di quaggi,
soffre davvero. Antonio si era
messo in societ con un tedesco, Giovanni dAlemagna,
che ne aveva sposato una sorella, perch i Vivarini sono
anche una mini soap rinascimentale. Giovanni lo aveva
portato a Padova, qualche anno prima, alla cappella Ovetari, quando Padova era pi di
Venezia, aveva Squarcione,
Mantegna, Donatello. Ma a
met del secolo Giovanni appena morto, e cos Antonio
tornato in laguna. Non da
solo, per; c Bartolomeo, il
fratello. Dipingono insieme;
per esempio, SantAntonio e
San Ludovico. Ma Bartolomeo
si ribella, trova la sua maniera;
la sua Annunciazione dolce, qualcosa si scioglie.
Chiss se per il nuovo stile
hanno litigato. Forse, Antonio
ha capito che si tutti un poco
diversi, che bisogna sempre
un poco cambiare, per essere
davvero una famiglia. E se anche Antonio non lha capito
subito, ha dovuto rassegnarsi.
C un terzo maschio, in quella
bottega, ma un bambino; si
chiama Alvise, ed suo figlio,

Soddisfano
tutti con
santi,
madonne,
ritratti su
e gi per
lAdriatico

Misterioso
Alvise Vivarini
La Vergine il
Bambino e i
santi Pietro,
Gerolamo,
Agostino e
Maddalena,
1500

e ha talento. Antonio gli lascia


la bottega; pennelli di vaio, inservienti, perle, e soprattutto i
cartoni. Tutti vogliono un Vivarini, i disegni sono pronti,
basta rifarli allinfinito, che

tanto i preti chiedono sempre


le stesse cose. Alvise esegue,
ma non gli basta; incontra Antonello da Messina, si innamora dellolio, la grande luce
che prima non cera. Cos, nei

Pale daltare, polittici, tavole


Una saga durata settantanni
La riscoperta di un trio famoso dallIstria alla Puglia
di Francesca Montorfano

Focus

ntonio, Bartolomeo, Alvise. Capostipite, fratello, figlio, di una grande famiglia di Murano, forse non ancora da
tutti pienamente conosciuta, ma tra le
pi attive e fiorenti nel panorama artistico veneziano del Quattrocento, i Vivarini. Una bottega, vero laboratorio di idee, ardite sperimentazioni e conquiste, spesso in competizione con
quella pi celebre di Jacopo, Gentile e Giovanni
Bellini, ma al pari di questa capace di rinnovare
la cultura pittorica veneta, segnando la transizione tra le suggestioni del Gotico e lo splendore del Rinascimento, sviluppando una ricerca
autonoma, offrendo unalternativa sorprendente al percorso che dal Giambellino avrebbe portato a Giorgione e a Tiziano.
A lungo quasi ignorati dalla critica, pur avendo goduto di larghissima fama nei quasi settan-

tanni di attivit - la prima opera datata di Antonio, il Polittico di Parenzo, del 1440 - i Vivarini
saranno oggi i protagonisti assoluti della grande mostra di Conegliano, a mettere in luce limpatto della loro opera su tutto il territorio veneto, fino allIstria, alla Dalmazia, alle Puglie e lo
stretto dialogo con il vento nuovo portato da
Masolino, da Paolo Uccello e Filippo Lippi, con
la rivoluzione del Mantegna, con gli echi di Antonello da Messina e dei maestri fiamminghi.
Si tratta di una mostra ambiziosa, ricca di
oltre quaranta opere tra pale daltare, tavole,
polittici per chiese e confraternite, prestiti dec-

Il curatore
Romanelli: Padre, figlio e zio hanno
avuto modi diversi di cogliere
il vento nuovo della loro epoca

Il luogo Palazzo Sarcinelli di Conegliano, edificato nel 1518

cezione per la prima volta riuniti in Italia, straordinari per qualit pittorica e rilucenti di colori, verdi squillanti, turchini, violetti cangianti,
dove le inquadrature gotiche si trasformano in
architetture rinascimentali e i fondi dorati
scompaiono per misurarsi con un naturalismo
nuovo e delicati paesaggi, ha sottolineato
Giandomenico Romanelli, curatore dellevento,
terzo appuntamento dopo le rassegne dedicate
al Cinquecento inquieto e ai Carpaccio. Ma se
il percorso formativo del trio muranese presenta molti punti in comune, ben diversi sono la
poetica, il linguaggio, il modo di partecipare a
questo rivoluzionario trapasso tra epoche e gusti, colpi di genio e ripensamenti, di aperture in
avanti e accorate nostalgie.

suoi volti, si affacciano le anime, lo stupore. A me piace il


Ritratto duomo, ma anche
la Madonna dAmiens ha
un bambino che si muove, si
distrae, mica sta fermo impalato; sembra di Leonardo, Raffaello, il Medioevo lontanissimo.
Il fascino dei Vivarini che
dallinizio alla fine ci corre un
secolo decisivo, sconvolgente;
il Quattrocento, che porta la
pittura dentro il futuro improvviso, gigantesco, in fondo
definitivo, del Cinquecento. Il
fascino dei Vivarini che sono una famiglia: passato e futuro, libert e giogo. Alvise ha
dei figli, ma faranno tuttaltro;
finir la bottega come era finita la fornace del nonno. Ma
non finir la loro pittura. Nella bottega di Alvise passarono
forse Lorenzo Lotto, e Jacopo
de Barbari, e altri. E quei dipinti li videro presto Giorgione, e Tiziano, e tutti nei secoli
a venire. In fondo, le cose belle continuano comunque, in
qualche modo lasciano qualcosa. In fondo, una famiglia
non solo una questione di
sangue.

Linizio
Il capostipite
Antonio, nato
forse prima
del 1420,
fonda lattivit.
A lui si associa
Giovanni
dAlemagna
che ne sposa
una sorella
(era tradizione
che in queste
botteghe
si
impiegassero
familiari
o parenti
stretti),
il fratello
Bartolomeo
e il figlio
di Antonio,
Alvise
La storia
Lattivit
della famiglia
attraversa
buona
parte del
Quattrocento,
spingendosi
fino ai primi
anni del secolo
successivo e
intrecciando la
sua storia
con quella
della pittura
veneziana che,
tra resistenze e
portentose
accelerazioni,
assiste al
passaggio
dalla civilt
tardogotica
a quella
pienamente
rinascimentale

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ed ecco affacciarsi sulla scena Antonio, ancora legato al Gotico fiorito con quei polittici e
quelle Madonne in trono dallimpianto tradizionale, ma gi attratto da una plasticit nuova
delle figure e morbidezza degli incarnati, come
nelle piccole, deliziose storie di Santa Monica e
SantApollonia. Ma sar lincontro con il Mantegna a Padova, dove insieme al cognato Giovanni
dAlemagna chiamato a decorare la Cappella
Ovetari, a rivelarsi il vero detonatore di quella
profonda trasformazione che coinvolger larte
tutta dei Vivarini. Toccher quindi a Bartolomeo portare avanti la lezione mantegnesca
scandendo i piani, dipingendo figure che paiono scolpite, prediligendo aspre stesure cromatiche. Realizzando opere eccelse, la Madonna
con Bambino e santi di Capodimonte o quel capolavoro di Bari, dove la scena organizzata in
uno spazio unificato, in una visone armonica
degli ambienti e dei personaggi.
Ma il percorso della mostra riserver ancora
nuove sorprese, quelle del giovane Alvise, che
affascinato dal magistero di Antonello e del Perugino arriver ad altissimi traguardi, al Cristo
risorto della Bragora o alla Sacra Conversazione
di Amiens, cos meravigliosamente libera nel
linguaggio, precoce esempio di Djeuner sur
l'herbe.
Solo la prematura scomparsa ne interromper lappassionante vicenda, che a lungo influenzer lo scenario artistico veneto e a cui guarderanno, tra i tanti, anche il Lotto e il Savoldo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

EVENTI

53
#

In esposizione

Scarica
lapp
Eventi

Da sinistra, alcune delle opere


che saranno in mostra a
Conegliano: Bartolomeo Vivarini,
Polittico di Torre Boldone, 1491
(dettaglio); Alvise Vivarini, Arco
Trionfale del doge Niccol Tron,
1471/3 (dettaglio); Antonio
Vivarini, Polittico di Rutigliano,
1461 circa (un particolare)

Eventi

Informazione,
approfondimenti, gallery
fotografiche e la mappa
degli appuntamenti pi
importanti in Italia.
disponibile sullApp Store
di Apple la nuova
applicazione culturale del
Corriere della Sera Eventi.
gratis per 7 giorni.

Intensit Un particolare dellAnnunciazione di Bartolomeo Vivarini, del 1472. Il dipinto conservato a Modugno, nella chiesa di Maria Santissima Annunziata

Lo scenario

di Francesca Bonazzoli

entre a Firenze, dai


tempi di Giotto, i
pittori misuravano
lo spazio e pesavano i volumi, nellItalia settentrionale fino alla met del
Quattrocento continu a dilagare il gotico internazionale.
Stile aristocratico per eccellenza, aveva sostituito la maniera bizantina mediante un
passaggio diretto, cio adeguando, senza le brusche rotture fiorentine dal greco al
moderno, lo stesso gusto per
loro, la decorazione, lo spazio
illusorio, la resa bidimensionale dei volumi, la favola che
sostituisce la Storia.
Pi che nellItalia dei Comuni, dal Po in su sembrava
di essere nelle corti di Francia. La lingua italiana moderna aveva un avamposto nella
citt di Padova con Giotto
agli Scrovegni e Donatello al
Santo ma prima che la rivoluzione dilagasse nellintero
territorio bisogn aspettare
addirittura il 1475 quando a
Venezia arriv Antonello da
Messina.
Fu il suo viaggio dal Sud al
Nord, passando per il Centro
occupato dal dominio prospettico di Piero della Francesca, a risvegliare e unificare la
penisola e con quellopera capitale che fu la Pala di San Cassiano, Antonello consent la
svolta definitiva appena intrapresa autonomamente a Venezia dallaltro genio, Giovanni
Bellini, nella pala Pesaro.
Se per le rivoluzioni ci vuole

Arriva Antonello da Messina


e sulle tele la rivoluzione
sempre un capopopolo, il terreno deve essere fertile e poco
dopo il 1470 lintera Italia era
pronta a un rinnovamento
epocale: la societ cambiata,
le citt si espandono, i commerci si intensificano e larte
cerca un grande stile adeguato a tale trasformazione.
Nel 1474 Mantegna, con
uninversione a U rispetto
alla sua precedente maniera
dura e spigolosa, porta a termine la decorazione della Camera degli Sposi sui muri del
Castello di San Giorgio a Mantova.
E oltre agli affreschi, a cambiare anche limpostazione
della pala daltare, con lo spazio che si fa monumentale sul
modello della pala di Monte-

feltro, lultima opera di Piero


della Francesca in cui la nicchia tradizionale diventa
unabside luminosa.
A questo punto Jacopo e
Gentile Bellini, con il loro stile
secco e tagliente, sembrano
dei miniaturisti orientali; Bartolomeo Vivarini riesce a reagire, sullesempio di Mantegna, ma poi, eccolo bloccarsi
di nuovo e tornare a invecchiare di colpo, come tutti gli
squarcioneschi che per primi
si erano messi sulle tracce delle novit toscane e dellantico,
ma che esauriscono la capacit di continuare a cambiare.
Tutti spazzati via.
Il fatto che in tempi di rivoluzione per sopravvivere
non sufficiente provare ad

La Pala
di San
Cassiano
unifica
unItalia che
non pi
medievale
Dopo di lui
Giovanni
Bellini
sovverte
tutti i valori
e apre la via
a Tiziano

Svolta La Pala
di San Cassiano
di Antonello
da Messina
(1475)

adeguarsi: bisogna riuscire a


rovesciare tutti i valori. Bartolomeo Vivarini ha la stessa et
di Giovanni Bellini, ma questultimo lunico vero voltagabbana, il genio che fu di
volta in volta gotico bizantino,
mantegnesco, debitore di Piero e Antonello e, a settantanni, del ventisettenne Giorgione che con la Pala di Castelfranco, nel 1505, fa di nuovo
piazza pulita di quelle che
trentanni prima erano state le
novit.
E a sua volta Giovanni Bellini, lautorit attorno a cui si
erano radunati i veneti che
contestavano lex rivoluzionario Mantegna, verr presto
soppiantato da un agitatore
ancora pi giovane e radicale.
Col nuovo secolo sar Giorgione e, dopo la sua precoce
morte per peste, laltro audace
suo coetaneo chiamato Tiziano, a mettersi alla testa di una
nuova rivoluzione, questa volta tutta veneta, cos peculiare
che da adesso in poi garegger ad armi pari con quella tosco-romana da cui era partita
cercando di recuperarne la distanza: da una parte i paladini della luce e del colore; dallaltra la fazione del disegno.
Giorgio Vasari, arbitro di
parte, assegner la vittoria al
partito dei toscani; ma nella
lunga storia della critica darte, il primato della Pittura,
sontuoso impasto di colore e
luce, sempre indiscutibilmente andato allarea veneta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il luogo
Quelle inquiete mura
con gli spifferi del Nord
di Alessandro Zangrando

n queste stanze ha abitato un figlio di


Tiziano con la sua famiglia e quasi
sicuramente ci ha camminato il titano dei
pittori. Tra queste mura si aggirato Riccardo
Perucolo, audace artista affascinato dalla
riforma protestante, attrazione che ha pagato
il rogo sulla piazza di Conegliano. Palazzo
Sarcinelli un crocevia di volti e saperi nel
complesso mosaico culturale che fu questo
luogo, tra la fine del 400 e il 500, sulle strade
che portano al Nord. Una narrazione che ci
viene restituita dal ciclo di tre mostre
inaugurato con Il Cinquecento inquieto nel
2014, proseguito con Carpaccio. Vittore e
Benedetto da Venezia allIstria e approdato
adesso ai Vivarini. Il progetto riafferma il
legame con il territorio, investigando periodo e
protagonisti della pittura veneta che meritano
piena riscoperta. Ma questo lavoro di ricerca
apre le porte di altre stanze, creando una sorta
di ragnatela intertestuale. La prima
esposizione ha subito illuminato il brulichio di
personaggi che hanno popolato Conegliano e
lantica diocesi di Ceneda. Il Pordenone e Cima
hanno avuto ruoli dominanti, ma tra questi
colli vellutati, ora ricoperti dai vitigni del
prosecco, monsignor Della Casa ha scritto il
suo Galateo. Elegante e terribile, ha il compito
di applicare le direttive del tribunale
dellInquisizione. E ancora: Sansovino,
Bembo, lAretino, Gaspara Stampa. Sullo
sfondo la guerra di idee e spade nata dalla
Riforma, in una terra certo inquieta dove il
vescovo eresiarca Vergerio in fuga verso la
Svizzera riesce a diffondere la teologia
antipapista. Per questo, Conegliano si trova
coinvolta nel turbine della Grande Storia,
nella tempesta religiosa che viene dal Nord.
Allo stesso tempo guarda al Golfo di Venezia,
al mare Adriatico Serenissimo: dalla
Dalmazia alla Puglia arrivavano ai pittori
importanti committenze. E larte dipinge
nuovi confini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

54
#

Spettacoli

Pantera nera
La polizia di Miami boicotta lo show di Beyonc
La polizia di Miami boicotta Beyonc dopo il saluto da Pantera nera
nello show durante lintervallo del Super Bowl, a San Francisco. La
cantante suoner a Miami il 26 aprile e il presidente del Fraternal
Order of Police, che rappresenta oltre mille poliziotti, ha chiesto di
boicottare levento: Ha diviso lAmerica con un messaggio anti forze
dellordine. Oltre alla performance del Super Bowl, a Ortiz non
piaciuto il video di Formation in cui Beyonc presenta immagini
di unit tra neri di fronte alle brutalit della polizia.

Lintervista Il leggendario direttore francese festeggia i settantanni di carriera con un concerto a Milano
loboe, ma quando andai per
comprarlo scoprimmo che costava troppo. Per una tromba
bastava meno. E feci bene, mi
ha salvato la vita. Durante la
guerra, a Parigi per campare
suonavo il jazz al Bobino e in
altri cabaret. Persino con lorchestra di Glenn Miller: adoro
tutta la musica. Tranne il rap,
che musica non .
Cosa le piace del mestiere
di direttore?
Che ti spinge ad amare tutta larte. La musica non chiusa in se stessa, non puoi dirigere Debussy se non conosci la
pittura della sua epoca, o Poulenc senza sapere nulla di
Cocteau. Servono passione e
disciplina. E incontri con
grandi maestri.
Per esempio?
Mio suocero, Jean Marny,
direttore dellOpra di Marsiglia. Mi ha fatto studiare opere
che nessuno dirigeva pi e mi

1965
Da sinistra
Georges Prtre
con Tito Gobbi,
Maria Callas,
Renato Cioni e
Franco
Zeffirelli
dopo la recita
di una Tosca
di Giacomo
Puccini nel
1965

Il medium
del podio

Georges Prtre: Sempre in contatto


con lo spirito dei compositori
E alla Scala sento ancora la Callas

uesto un mestiere che non


si impara. O hai
il dono o non ce
lhai assicura George Prtre,
leggendario maestro del podio . Il direttore dorchestra
un interprete, un medium.
Deve andare oltre la partitura,
cogliere quello che sta dietro.
Quando salgo su un podio, rivolgo sempre un pensiero a
chi ha scritto quella musica.
Mi metto in contatto con il suo
spirito. Luned sera, per il
concerto che lo riporter alla
Scala (al piano e sul podio anche Rudolf Buchbinder), le
anime buone saranno quelle
di Beethoven e Verdi, di Offenbach e Ravel.
In realt dovevo essere qui
per i miei 90 anni. Ma poi mi
sono rotto il femore, ne porto
ancora le tracce dice lanciando unocchiataccia al bastone
cui si appoggia. Per dirla con
Mozart, poco male se il resto
sano. Luned si festeggeranno i 90 anni pi uno. E an-

Mio padre
faceva il
calzolaio, a
sette anni
ho scoperto
la passione
per la
musica:
sono andato
al conservatorio
ma non mi
sono mai
diplomato

che 70 di carriera, 50 di sodalizio con i Wiener Symphoniker, 65 di matrimonio con


mia moglie Gina. Ho avuto
tanti doni, lass qualcuno mi
ama.
E pure 50 anni di Scala...
La prima volta stata una
felicit senza pari. Era linizio
del 66, avevo 40 anni. Appena
sbarcato da New York, mi portarono dritto in teatro per la
prova del Faust di Gounod.
Regista Jean-Louis Barrault,
nel cast Mirella Freni, Gedda,
Ghiaurov. Attacco con lorchestra ma poco dopo una voce
mi ferma. Era Francesco Siciliani, il direttore artistico.
Grazie maestro per il suo dono di Natale mi dice. Attimo
di sgomento, che dono? Poi
capisco: il regalo ero io. stato
uno choc. Linizio di un amore
durato mezzo secolo.
Amore che lha portata in
Scala moltissime volte...
Unopera allanno per 15
anni. Da Faust a Wakiria, da
Pelleas et Melisande a Les

Yacht e aerei
Con Karajan si parlava
di yacht e aerei come due
bambini che si sfidano
sul giocattolo pi bello

Troyens Puccini tanto, Verdi


mai. Verdi alla Scala solo per i
direttori italiani.
A proposito di Scala e di
strane presenze, si dice che
nel teatro aleggi quella di
Maria Callas, sua grande
amica.
Molto di pi Ogni volta
cerco di ritrovarmi da solo per
un momento in sala, e la sento
vicina. Con Maria c stato un
legame intenso, artistico e
umano. Mi fece una profezia:
sarai felice solo alla Scala. Si
avverata. Unartista fragile,
sensibile come una bambina.

Se ne sono approfittati in molti, da Onassis a Di Stefano.


Dopo tanti anni, cos per
lei la musica?
la mia vita. Mi arrivata
dal nulla. Mio padre faceva il
calzolaio in un paesino del
nord della Francia, a 7 anni ho
sentito per caso un brano di
una sinfonia e sono rimasto
folgorato. Sono andato al conservatorio, ho studiato ma non
mi sono mai diplomato.
Suona ancora la tromba?
Quando non mi sente nessuno. Anche quella arrivata
per caso. Avevo pensato al-

Maestro
Georges
Prtre, 91 anni,
sul palco. Nato
a Waziers, nel
nord della
Francia,
festeggia 70
anni di carriera

ha fatto incontrare Gina, sua


figlia. Poi Karajan mi offr di
dirigere Capriccio di Strauss a
Salisburgo, dove lui aveva casa, yacht, aereo privato. Gli
dissi che anchio pilotavo aereo e motoscafo. E part una
conversazione su lunghezza
delle barche e potenza dei motori: due bambini che si sfidano a chi ha il giocattolo pi
bello.
Ha mai avuto la tentazione
di comporre?
Ho scritto unopera per
mia moglie, Pour Toi. Le devo
molto, per me ha rinunciato
alla carriera di cantante. Ero
geloso, le ho chiesto un sacrificio assurdo. Adesso, prima
di sbarcare in Purgatorio, mi
piacerebbe scrivere una messa. Da dedicare a tutti i compositori che ho amato.
Crede in Dio?
Come si fa a non credere?
La sua presenza lho avvertita
tante volte.
Giuseppina Manin
RIPRODUZIONE RISERVATA

Riparte The Voice

Raffaella e tre nuovi giudici cercano unaltra Suor Cristina


Rai2
Parte
mercoled su
Rai2 la quarta
stagione The
Voice of Italy.
Tra le novit
il ritorno tra
i giudici di
Raffaella Carr
e lesordio tra i
coach del
rapper Emis
Killa, Dolcenera
e Max Pezzali

MILANO Amici quello pi popolare, X Factor quello pi infiocchettato, ma nella categoria talent The Voice (al via mercoled 24) comunque un succe s s o p e r R a i 2 ( l u l t i m a
edizione ha avuto una media
di oltre 2 milioni 600 mila
spettatori, share del 12% sfiorato). Non ancora riuscito
per a lanciare le sue voci: il
primo anno scomparsa lalbanese Elhaida Dani, nella seconda edizione svaporata
Suor Cristina, quindi si dissolto Fabio Curto. Di tutti si sono perse le tracce, non solo audio.
Tra Blind Audition, Battle,
Steal, Knockout e Live, figurar-

si se anche i protagonisti non


avevano un nome in inglese.
Qua non sono giudici, ma coach: tre nuovi (Dolcenera, Emis
Killa, Max Pezzali) e un ritorno, Raffaella Carr che spiega:

Insieme
Da sinistra,
Emis Killa,
Raffaella Carr,
Dolcenera e
Max Pezzali

Non volevo fare televisione


ma per questo programma mi
hanno fatto cambiare idea. E
poi sono testarda, c una spina che mi devo togliere: trovare una voce che possa uscire
da qui e cominciare una vera
carriera importante. Il dilemma noto: i talent servono
davvero a tirar fuori dischi da
classifica o sono solo programmi che mirano a fare
ascolti? Sono show tv, i quattro coach in tutte le versioni
internazionali sono famosi,
lattenzione del pubblico parte
da l. Per noi dedichiamo tutto ai giovani talenti e da quale
programma un cantante giovane pu uscire se non da un

talent?. Il rapper Emis Killa


sincero: Trovare un talento
non dipende solo da me. Deve
essere un diamante grezzo ma
gi preparato, con le sue qualit, il suo carisma, la sua personalit. Io posso indirizzare un
talento, ma non inventarlo.
ancora pi onesto sui motivi
per cui ci mette la faccia: Ci
sono pi ragioni: spero di cre-

Visibilit
Emis Killa: sarei ipocrita
se dicessi che spero
solo di trovare talenti,
cerco visibilit in tv

scere televisivamente parlando perch mi piace il mondo


della tv. E poi mi piace mettermi in gioco, buttarmi in avventure nuove al di fuori dei dischi e dei tour. Penso che questesperienza se fatta bene,
porta molta fortuna ai coach:
una vetrina molto grossa e importante.
Dunque lo fa per se stesso,
non per trovare i cantanti? Lo
faccio anche per lanciare nuove voci, ma sarei ipocrita se dicessi che lo faccio solo per loro. Lo faccio anche per me, come tutti: chiunque pensa un
po a se stesso.
Renato Franco
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

SPETTACOLI

55
#

La commedia di Depardieu
Il vino, metafora della vita

A Berlino

In concorso
Quattro donne
straordinarie
dalla Polonia

Oggi il verdetto del Festival : Fuocoammare tra i favoriti


DAL NOSTRO INVIATO

di Paolo Mereghetti

La trama

BERLINO Grard Depardieu


straripante come al solito, anche se allinizio, parlando di
semplicit e felicit, sembra quasi il fratello gemello
del padre tenero che interpreta in Saint Amour di Benoit
Delpine e Gustave Kervern.
Ma alla sua feroce anarchia, alla sua cruda franchezza, non
pu rinunciare. E allora, prima

A sinistra,
Grard
Depardieu con
Benot
Poelvoorde in
una scena di
Saint Amour:
storia di un
imprenditore
agricolo che
attraversa in
taxi con il figlio
le terre del vino
in Francia

Lattore
Mi sento russo anche
se sono allestero,
pazienza se a Parigi
mi rimproverano
dice di non voler parlare di politica, poi George Clooney
mi aveva chiesto di andare con
lui allincontro con Angela
Merkel. Non credo che lesito
sia stato positivo. brutto
quello che succede ai rifugiati. Il passaporto e la sua cittadinanza russa contro le maxitasse francesi: Mi sento russo
anche se sono allestero, ammiro Putin e la sua gente, pazienza se intellettuali francesi
e amici mi rimproverano. Ma
anche in Russia sento cose
contro, a me e al premier hanno dato dei gangster per la storia del mio passaporto.
Sta per prendere di petto il

Festival di Cannes, si limita a


dire che cambiato, non
pi lo stesso. Poi riempie la
scena sul suo film: Scusate
limmodestia ma qualcosa ho
letto, e non mi sembra che il
nostro film sia meno importante di quelli che erano in
concorso.
Stasera il verdetto della giuria. Tra i favoriti, Fuocoammare, il documentario di Gianfranco Rosi su Lampedusa.
Ben piazzati Death in Sarajevo, The Commune e Letters From War. Come migliore
attrice dovrebbe essere una
lotta a due tra Isabelle Huppert
(LAvenir) e Julia Jentsch (24

Weeks). Probabile ex aequo


per Kacey Mottet Klein e Corentin Fila, i ragazzi di Avere 17
anni di Andr Tchin.
Tornando al ventre enorme
di Dpardieu, c una scena
che ha strappato lapplauso:
ripreso nudo di spalle, e solo
quando si sposta nel letto si
vede che sotto c una donna, coperta e schiacciata dalla
sua mole. una commedia
che pu far ridere la gente, se
mi chiedete perch se ne fanno tante in Francia non so cosa
dirvi perch io non le vedo.
Questa una commedia fino a
un certo punto, un road movie. Lui, imprenditore agrico-

lo, vuole recuperare il figlio


(Benoit Poelvoorde) e per due
giorni attraversano le terre del
vino in Francia a bordo di un
taxi. Lo spunto quello del californiano Sideways, lo citi e
arrivano tuoni e fulmini. I due
registi: Quello un prodotto
buono per lufficio di turismo; Dpardieu: Il nostro
film non sulla scoperta del
vino, una metafora della vita
in un confronto generazionale
dove si incontrano tante persone comuni, si accenna alla
disoccupazione e allisolamento degli agricoltori, che riguarda anche voi italiani.
Valerio Cappelli

Depardieu,
67 anni, nato
a Chteauroux,
in Francia,
ha vissuto
in Belgio fino al
2012 quando si
trasferito
in Russia
prendendone
la cittadinanza:
fa discutere la
sua amicizia
con Putin

arrivato a fine festival


ma il film polacco
Zjednoczone stany
miosci (Stati uniti
dellamore), di Tomasz
Wasilewski, rischia di
essere tra i primi sul
traguardo delle
premiazioni. La sua forza, la
sua straordinaria fotografia
(del moldavo Oleg Mutu),
lottimo cast (le quattro
protagoniste vengono dal
teatro), la sua emozionante
messa in scena non hanno
lasciato indifferenti gli
spettatori della Berlinale.
Ambientato nella Polonia
degli anni Novanta, quando
il regista era adolescente (
nato nel 1980) e il
comunismo era un brutto
ricordo da buttare dietro le
spalle di un nuovo
benessere, il film racconta i
fallimenti sentimentali di
quattro donne. Storie di
insoddisfazione, fragilit,
solitudine (anche se una
sposata), di infelicit che
non diventa mai ribellione
o spinta al cambiamento
(quando ci prova quella che
fa la preside, dietro langolo
c la tragedia) che il film
racconta con la tacita
rassegnazione del
pessimismo e della
coscienza della sconfitta.
Al pari con Fuocoammare
di Gianfranco Rosi, per me
il film pi bello del festival.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

CANDIDATO A 6 PREMI OSCAR


TRA CUI

MIGLIOR FILM

MIGLIORE SCENEGGIATURA
ORIGINALE

MIGLIOR REGIA

MARKRUFFALOMICHAELKEATONRACHELMCADAMSLIEVSCHREIBER JOHN SLATTERY BRIAN DARCY JAMES BILLY CRUDUP STANLEY TUCCI

IL CASO SPOTLIGHT
e

APPASSIONANTE

IMPERDIBILE

UN FILM DI TOM MCCARTHY

UN CAPOLAVORO

DI GRAN LUNGA

IL MIGLIOR

FILM
DELLANNO
Artwork 2015 Open Road Films, LCC. All Rights Reserved.

AL CINEMA

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

56
#

I figli Alessandra, Antonella con Laurent e Elonore, Carlo con Rachel, Davide e Sara, e la loro
madrina Diana annunciano la morte di

Carlo e Marisa con tanto dolore ma con il cuore


pieno di bellissimi ricordi abbracciano Alessandra
Antonella e Carlo per la perdita della cara mamma

Silvia De Silva Melzi


avvenuta gioved 18 febbraio 2016.- Donna e
mamma dallequilibrio e dalla saggezza non comuni.- La cerimonia religiosa avr luogo sabato 20
febbraio 2016 alle ore 11 nella parrocchia della
Beata Vergine Immacolata e SantAntonio, viale
Corsica 68, Milano. - Milano, 19 febbraio 2016.

Silvia
una donna speciale, una mamma speciale, una
amica speciale: sempre ricca di argomenti e di cultura, sempre vivace.- Diana la piange insieme ai
ragazzi. - Milano, 19 febbraio 2016.
Giuliana e Fulvio, con Andrea e Marco sono vicini a Alessandra, Antonella e Carlo per la perdita
della carissima mamma

Silvia De Silva Melzi

Il 18 febbraio 2016

Paola Molone Fodor


ci ha lasciati, troppo presto.- Una donna generosa,
con profondi affetti e grande sensibilit.- Lo annunciano molto addolorati il marito Giorgio, i fratelli Vittoria con Sergio, Francesco con Iustina, Maria Chiara con Arci, i nipoti e i pronipoti, tutti a lei
tanto vicini.- Le esequie avranno luogo al tempio
crematorio presso il cimitero di Lambrate oggi alle
ore 16. - Milano, 20 febbraio 2016.
La dolce

Silvia De Silva Melzi


- Milano, 19 febbraio 2016.

"Una donna perfetta chi potr trovarla?".


(Proverbi 31)
Nati, Nachum e Hagit provano un grande dolore
per la scomparsa di

Silvia
- Milano, 18 febbraio 2016.
Gustavo e Michela Mazzola increduli per limprovvisa scomparsa della cara amica

Silvia De Silva Melzi


sono vicini con infinito affetto e tristemente si uniscono allimmenso dolore di Antonella, Alessandra, Carlo nel ricordo dei bellissimi momenti trascorsi insieme e partecipano al lutto della famiglia
tutta. - Milano, 19 febbraio 2016.
Paolo e Gemma Baratta sono affettuosamente
vicini ai figli Alessandra, Antonella, Carlo e a tutta
la famiglia nel dolore per la scomparsa di

Silvia De Silva Melzi


- Roma, 19 febbraio 2016.
Javier ed Eva Pedrazzini, con Amina, sono affettuosamente vicini ad Alessandra, Antonella, Carlo
e alle loro famiglie nel dolore per la scomparsa di

Silvia De Silva Melzi


- Roma, 19 febbraio 2016.
Giorgio e Giovanna Baratta, addolorati per la
scomparsa di

Silvia De Silva Melzi


sono vicini nel dolore ad Alessandra, Antonella,
Carlo e ai familiari tutti.
- Roma, 19 febbraio 2016.
Ale, ancora increduli ti abbracciamo ricordando
la tua amatissima mamma

Silvia De Silva Melzi


I tuoi amici di sempre Simo e Stefano, Ila e Federico, Gio e Betta, Cecco e Marina, Luca e Clelia,
Luciano e Zhazira, Lallo e Claudia, Luca e Greta,
Alessandro, Giuliana e Luca.
- Milano, 19 febbraio 2016.

Paola Molone
ci ha lasciati troppo presto.- Marina Nespor e Jacques Mehler, Gianfranco Cocco e Gabriella Stansfield e Stefano Nespor la rimpiangono stringendosi a Giorgio. - Milano, 20 febbraio 2016.
Paolo Viola piange insieme a Vittoria Francesco
Maria Chiara ladorata amica

Paola
- Milano, 19 febbraio 2016.
A

Paola
lamica di sempre.- Liliana e Pierluigi Crosta, Carla
Crosta e Annaclara Cerasi.
- Milano, 20 febbraio 2016.

Antonio, Magda e Greta, Rossana e Sandro, Stefano, Tiziana e Rinaldo.


- Milano, 18 febbraio 2016.

Gherardo
Caro

Gherardo
era sempre bello parlare con te, eri sempre attento, divertito, complice ma mai compiacente.- Mi hai
aiutato tanto, mi mancherai, mi mancheranno i nostri incontri.- Adesso dovr imparare a pensare che
cosa mi avresti detto tu, che cosa mi avresti chiesto
ma sono sicuro che continuerai a guidarmi, quando mi chieder: ma "io" come mi sento, penser a
te.- Luca Orsini Baroni.
- Milano, 19 febbraio 2016.
Il Rettore dellUniversit degli Studi di MilanoBicocca, i componenti del Senato Accademico e del
Consiglio di Amministrazione, il Direttore Generale, i docenti e il personale tecnico-amministrativo
partecipano con profondo cordoglio alla scomparsa del

Prof. Gherardo Amadei


La comunit accademica di questa universit manifesta la propria vicinanza alla sua famiglia e ai
suoi cari. - Milano, 19 febbraio 2016.
LIngegner Luciano Formigoni e i condomini di
via Giacinto Gallina 6, Milano partecipano commossi al dolore della famiglia per la scomparsa del

Prof. Gherardo Amadei

Paola
amica di tutta una vita.
- Milano, 19 febbraio 2016.

Paola Molone
Francesca, Roberto e Isotta abbracciano forte Giorgio. - Milano, 19 febbraio 2016.

Paola Molone Fodor


Partecipano al lutto:
Emilia e Nicoletta Caldirola.
Gianni Nardozzi con Alessandra.
Roberto e Gabriella Artoni.
La famiglia Weiss.
La famiglia Selvini.
La famiglia Hangeldian.
Ida, Ernesto Muggia con Silvia.
Marisa, Piero Ostano.
Sandra, Ugo Finzi.
Lodovica.
Mariella Tieghi Vignolo.
Gianni Rigoli.
Il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale ed i colleghi di Sator partecipano con affetto
al dolore del collega e amico Ramzi per la scomparsa del padre

Amin Hijazi
- Milano, 19 febbraio 2016.
Matteo e Maddalena Arpe partecipano con profondo cordoglio al dolore dellamico Ramzi per la
perdita del padre

Amin Hijazi
- Milano, 19 febbraio 2016.

Laura e Stefano, Chicca e Marco, Filippo e Chiara, Michele e famiglia si stringono con grande affetto ad Antonella e ai suoi fratelli nel dolore per
limprovvisa scomparsa della mamma

Il Presidente Andrea Orlandini, il Consiglio di


Amministrazione e tutti i colleghi di Extrabanca sono vicini a Ramzi per la scomparsa dellamato padre

Silvia

Amin Hijazi

Gherardo Amadei
Partecipano al lutto:
Mariano Enderle e famiglia.
Betti Franciosi.

Bruna Corsari

Eugenio Carmi

Angela Gioia
da quarantanni sostenitrice appassionata dellassociazione e dei suoi programmi di scambi internazionali di studenti.
- Colle di Val dElsa, 19 febbraio 2016.

Il Consiglio di Amministrazione, lAmministratore Delegato, il Direttore Generale, i Dirigenti e tutti


i dipendenti della societ Basaltina si uniscono al
dolore della famiglia per linestimabile perdita del
compianto

Dott. Andrea Salustri

I condomini, i Consiglieri e lAmministratore del


condominio di via Monte Leone 2, Milano partecipano con cordoglio al lutto che ha colpito la famiglia per la scomparsa della signora

- Milano, 19 febbraio 2016.

Gabriella Locatelli
- Milano, 19 febbraio 2016.

La carissima

Bruna Mazzurana Corsari


ci ha lasciato per raggiungere il suo Fernando,
suo desiderio pi grande.- Io ho perso la mia compagnia pi vicina, ma ricorder sempre la sua intelligenza, la sua forza di volont e le nostre lunghe
e allegre chiacchierate.- Tua Mariuccia.
- Milano, 19 febbraio 2016.

I condomini di via Bergognone 31 Milano, partecipano al lutto dei famigliari per la scomparsa
dell

Avv. Pietro Santoro

Avv. Umberto Costa

fondatore Simg, maestro della medicina generale


e della professione medica.- I dirigenti e i soci tutti
di Simg onorano la sua memoria ed il suo magistero attraverso limpegno quotidiano per la qualit, il decoro, lorgoglio del loro lavoro di medici
di famiglia. - Firenze, 19 febbraio 2016.

per quello che ci hai insegnato.- Lo terremo sempre con noi.- Sergio Pertile e famiglia.
- Padova, 19 febbraio 2016.
Michele Molina e famiglia sono vicini con affetto
a Elio, Gregory e Valentina nel ricordo di
- Venegono Inferiore, 18 febbraio 2016.

Tel. 02 50984519

www.necrologi.corriere.it
e-mail: acquisizione.necrologie@rcs.it

PAGAMENTO CON CARTA DI CREDITO


Corriere della Sera

Avv. Giampaolo Mora

TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :

- Parma - Milano, 19 febbraio 2016.

PER PAROLA:

Guido Fortunato

Necrologie: 6,50 - Adesioni al lutto: 13,00

I testi verranno pubblicati anche sul sito

Le esequie verranno celebrate il giorno 20 febbraio


alle ore 14.45 presso la chiesa della Beata Vergine
Addolorata in San Siro, piazza Esquilino 1, Milano.
- Milano, 19 febbraio 2016.

possibile richiedere servizi aggiuntivi, disponibili solo on line

Guido Fortunato

Gazzetta dello Sport

Luciana Cossettini

Marisa Maresca Agusta

ATTIVO DA LUNEDI A DOMENICA 13.30-19.30

del quale ricordano le grandi qualit umane e professionali. - Roma, 19 febbraio 2016.

- Milano, 19 febbraio 2016.

A ventotto anni dalla scomparsa della contessa


il figlio Rocky, i nipoti Corrado e Giovanni con la
nuora Monica la ricordano con immutato affetto.
- Saint Moritz, 20 febbraio 2016.

Paula Parfitt Castiglioni

RCS MediaGroup S.p.A. - Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Annalisa con Matteo e Caterina, Maria Paola con


Gianandrea e Jacopo partecipano al profondo dolore della cara amica Margherita e di tutta la famiglia per la scomparsa del pap

La Direzione, i dirigenti e dipendenti tutti del


gruppo Salini Impregilo S.p.A. partecipano con
profondo cordoglio al lutto di Arturo Collinassi e
della famiglia per la scomparsa della madre

luned 22 febbraio 2016 ore 18.30 si celebrer la


santa messa presso la chiesa San Bartolomeo cappella interna via della Moscova 6, Milano.- Alida,
Manfredi, Kelly Catella.
- Milano, 20 febbraio 2016.

SERVIZIO ACQUISIZIONE NECROLOGIE

Avv. Giampaolo Mora

Il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale ed i colleghi di Arepo e di Banca Profilo si


uniscono commossi al dolore di Ramzi Hijazi per la
scomparsa del padre

Prof.ssa Gabriella
Untersteiner Portinaro
noi, suoi allievi al liceo Berchet negli anni
1974-1977, desideriamo ricordarla con rispetto,
gratitudine e affetto.- Donna di elevatissime doti
professionali, ha sempre cercato, in modo esplicito
o implicito, di comunicarci il valore formativo della
cultura, e di infonderci un positivo spirito critico,
senza che esso divenisse relativismo etico.- Il ricordo di quanto ha dato di positivo alla nostra crescita
come donne e uomini rimane ancora oggi dentro
di noi.- Valeria Ambrosino, Maria Pia Baroncelli,
Umberto Blasimme, Massimo Colombo, Davide
Corritore, Cinzia Cremonini, Daniela Dinicastro,
Donatella Guardione, Elisabetta Fisauli, Maria Teresa Lezzi, Roberta Magnotti, Susanna Martinotti,
Massimo Miroglio, Alberto Pugno Vanoni, Laura
Salvaneschi, Anna Santagostino, Maria Grazia
Schinetti, Alida Schiroli, Nicola Ticozzi, Massimo
Tos. - Milano, 20 febbraio 2016.

Riccardo Catella

Aldo Pagni

Partecipa al lutto:
Claudio Cricelli.

Nel trigesimo della scomparsa della

20 febbraio 2005 - 20 febbraio 2016


Insieme per ricordare

ricordandone le doti umane e professionali.


- Milano, 20 febbraio 2016.
Grazie maestro

scomparso

Il Consiglio dAmministrazione, la Segreteria Generale e i volontari di Intercultura sono vicini a Marina nel giorno della scomparsa della mamma

artista grande e giovanissimo compagno di tante


battaglie ideali.- Membro del Comitato Scientifico
della fondazione che gli ha intitolato il museo per
la grafica al Castello di Sartirana.
- Rabat, 18 febbraio 2016.

Dirigente della societ.- Per un disguido il presente


ricordo esce nello stesso giorno dei suoi funerali.
- Roma, 19 febbraio 2016.

Giangiacomo Orlandini partecipa al dolore della


famiglia per la scomparsa della cara

Senatore

- Milano, 19 febbraio 2016.

Amin Hijazi

Carlo Erminero
- Milano, 19 febbraio 2016.

- Milano, 19 febbraio 2016.

Alberto e Baby Santa Maria si stringono a Carlo,


Alessandra e Antonella nel ricordo della cara amica

- Milano, 19 febbraio 2016.

I colleghi del Dipartimento di Psicologia dellUniversit Cattolica del Sacro Cuore di Milano si uniscono al dolore della professoressa Valeria Ugazio
per la perdita del marito

Mario e Maria Pia Nuzzo con Andrea partecipano con molto affetto al dolore di Andrea Mora e
dei suoi familiari per la perdita del

- Milano, 19 febbraio 2016.

Silvia De Silva Melzi

Carlo
amico e collega stimato.
- Milano, 19 febbraio 2016.

avv. Giampaolo Mora

Partecipano al lutto:
Gimmi Folesani.
Domenico Pizzi.
Marco Cadegiani.
Guido Sala.
Giorgio Strambi.
Bruno Landenna.

- Milano, 19 febbraio 2016.

Doxa ricorda sempre

Vincenzo e Caterina Mariconda sono affettuosamente vicini ad Andrea e ai familiari nel gravissimo
lutto che li ha colpiti per la scomparsa del carissimo
pap

Con immenso dolore i figli, la moglie ed i fratelli


comunicano la dipartita del loro carissimo

Loriana e Giorgio Forni con tutti i membri della


Fondazione Sartirana Arte ricordano con affetto e
tristezza lamico

Carlo
- Como, 19 febbraio 2016.

Maurizio ricorda con affetto


indimenticabile maestro e amico.
- Milano, 19 febbraio 2016.

- Milano, 19 febbraio 2016.


Giovanna e Corrado con profondo dolore piangono

Roberta e Roberto Arpaia si stringono con affetto


a Valeria, in questo momento di profondo dolore
per limprovvisa scomparsa del marito

Gheghe

Silvia
- Milano, 19 febbraio 2016.
Partecipano al lutto:
Marcello e Laura.
Paolo e Raffaella.
Marco e Antonella.

- Milano, 19 febbraio 2016.


I collaboratori del gruppo Bracco partecipano al
lutto della Presidente per la scomparsa della signora

"Became the special man, then we were


Ziggys Band".
Arrivederci

www.necrologi.corriere.it

TARIFFE QUOTIDIANO (Iva esclusa) :


PER PAROLA:

Necrologie: 2,50 - Adesioni al lutto: 5,50

TARIFFE ONLINE (Iva esclusa) :


Partecipazioni al lutto online

Fotograa

15

Biograa

50

Abbonamento annuale pagina defunto

60

Fotograa + biograa + abbonamento annuale pagina defunto

100

Anniversari e ringraziamenti a modulo


Corriere della Sera

Gazzetta dello Sport

300,00 a modulo

185,00 a modulo

Diritto di trasmissione: pagamento differito 5,00

Servizio sportello: Via Solferino 36 Milano (luned-venerd orario continuato 9/17.30)


Servizio fatturazione necrologie:
tel. 02 25846632 mercoled 9/12.30 - gioved/venerd 14/17.30 - fax 02 25886632 - e-mail: fatturazione.necrologie@rcs.it
Laccettazione delle adesioni, richieste via web, e-mail e chiamate da cellulari sono subordinate al pagamento con carta di credito

20

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

57

Risponde Sergio Romano

PARTENARIATO TRANSATLANTICO
CHE COSA , CHE COSA VUOLE

LETTERE
AL CORRIERE

ORIGINE DEL NOME


Corriere della Sera
Caro Romano, le chiedo di
soddisfare una mia curiosit.
Malgrado gli anni (83), ogni
tanto mi si presentano strani
interrogativi. Uno di questi :
perch il quotidiano su cui lei
scrive si chiama Corriere della
Sera, dato che viene distribuito
al mattino? E perch si chiama
Corriere?
Camilla Piazza Rimini
riminienrico@alice.it
Il corriere trasporta merci,
ma porta anche notizie. Quando, nel 1888, fu deciso che il
giornale sarebbe uscito anche
al mattino, anzich soltanto alla sera, il nome era gi diventato familiare ai lettori e il cambiamento della testata avrebbe
dato la sensazione che il foglio
in edicola fosse una cosa nuova. Il Corriere avrebbe corso il
rischio di perdere il capitale accumulato nei dodici anni passati dalla sua nascita.

DIGA DI MOSUL
Controllo dei lavori

Apprendo da brevi e rari articoli nelle pagine interne


del Corriere del cosiddetto Partenariato
transatlantico di commerci e investimenti (Ttip)
attualmente in fase di preparazione. Perch questa
assenza di discussione pubblica e il quasi totale
disinteresse, a tutti i livelli, su questioni di notevole
rilevanza contrariamente allo stucchevole dibattito
sulle unioni civili? Ci potrebbe dire qual la vera
portata dellaccordo Ue/Usa in formazione? Che cosa
cambier rispetto al panorama attuale? Quali sono gli
interessi in gioco?
Antonino Venero Rapisarda
venero@aliceposta.it

Le lettere firmate con


nome, cognome e
citt, vanno inviate a
Lettere al Corriere
Corriere della Sera
via Solferino, 28
20121 Milano
Fax: 02-62827579

@
lettere@corriere.it
www.corriere.it
sromano@rcs.it

I
Le proposte
di oggi
su Corriere
digital
edition
Il bilancio
di Berlino

Caro Romano, ho letto che


lItalia invier in primavera in
Iraq altri 450 militari per
difendere il personale della
ditta italiana Trevi, incaricata
di effettuare lavori per mettere
al sicuro la diga di Mosul. Il
fatto mi ha riportato alla
mente i due fucilieri di marina
ancora indagati ed
imprigionati in India. Erano s
a difesa di una nave italiana,
ma senza alcun mandato
dellOnu che gli coprisse le
spalle. Possibile che non
abbiamo imparato niente e
stiamo ricadendo nello stesso
errore?
Roberto Maria Minarini
Vicenza
Il confronto non mi sembra
appropriato. Credo che il governo iracheno sia consapevole
dellimportanza della presenza
italiana per la sicurezza della
regione. La diga fondamentale per il sistema idrico dellIraq

Caro Rapisarda,
l progetto fu lanciato nel 2013 con un obiettivo non
diverso da quello di altri accordi stipulati negli scorsi anni per la creazione di grandi unioni doganali,
zone di libero scambio o addirittura aree integrate
come il mercato unico europeo. Il partenariato transatlantico presenta a prima vista grandi vantaggi. Potrebbe contare su 800 milioni di consumatori, fra i pi prosperi del pianeta. Concernerebbe unarea, a cavallo dellAtlantico, dove gli scambi ammontano a un trilione di
dollari e i reciproci investimenti si aggirano fra i 3 e i 4
trilioni. Potrebbe aumentare considerevolmente il volume dellinterscambio e creare un numero cospicuo, anche se difficilmente calcolabile, di nuovi posti di lavoro.
Lidea piace soprattutto ai governi e agli ambienti economici liberali, convinti che il libero commercio giovi
contemporaneamente allo sviluppo degli scambi e alla
pace fra le nazioni. Vi sono state sinora nove sedute ne-

Paolo
Mereghetti
descrive il
panorama del
cinema emerso
dalla Berlinale

La bussola
di oggi
Le firme
del Corriere
anticipano
le cose da
tenere docchio
durante
il giorno

Rassegna
stampa
Dalle 7.45
il meglio da siti
e quotidiani
italiani
e internazionali

e le truppe del Paese, in questo


momento, sono impegnate su
altri fronti.

CORTE DEI CONTI


Contabilit dello Stato
La Corte dei Conti una seria
istituzione che periodicamente
emette giudizi sulla
contabilit di Stato. Ma i
rapporti hanno mai avuto
seguito e qualcuno ha
perseguito le irregolarit
segnalate? Poich non hanno
alcun effetto, domando
provocatoriamente: non
varrebbe forse la pena di
abolirla?
Franco Delle Piane, Genova

SPRECHI MILIARDARI
Misure drastiche
Dobbiamo, purtroppo,
prendere atto che non basta

INTERVENTI E REPLICHE
Scandalo sanit in Lombarda e intercettazioni telefoniche
Ho letto larticolo pubblicato a pagina 16 del Corriere di ieri, in cui
si accosta indirettamente il mio nome a quello della signora
Canegrati, arrestata per lennesimo scandalo delle tangenti nella
sanit lombarda, mettendo in evidenza un virgolettato che lascia
intendere un mio rapporto diretto con la signora in questione.
Nel denunciare luso distorto e insinuante di una intercettazione
in cui sono stato citato da una persona che ho conosciuto, se
ben ricordo, in Parlamento durante la XIII legislatura e
successivamente quandero presidente dellAnci (Associazione
nazionale Comuni italiani), informo che ho chiesto ai miei avvocati
di valutare la possibilit di intraprendere azioni legali a tutela del
mio buon nome, della Regione Piemonte e della sanit
piemontese che rappresento.
Sergio Chiamparino, presidente Regione Piemonte

denunciare gli sprechi folli che


vengono commessi a tutti i
livelli e che Rizzo, Stella e altri
propongono allattenzione dei
lettori a ritmo quotidiano da
decenni, senza ottenere
risultati tangibili, almeno pari
agli sforzi praticati. Bisogna
incominciare a denunciare chi
commette sprechi miliardari,
ammantati da scelte politiche.
Mi riferisco al premier, il quale
si guarda bene dalleliminare
gli enti inutili, si dilunga sulle
partecipate locali, distribuisce
mance a fini elettorali,
affossa la spending review
eliminando i vari responsabili
da lui nominati ecc. Vorrei dire
chiaro e netto al premier che,
senza un intervento drastico
in tale senso, lItalia non ha
diritto a nulla, tanto meno ad
una revisione della politica di
austerit. In questi termini,
ma pi pacatamente come

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DIRETTORE RESPONSABILE

PRESIDENTE

Luciano Fontana

Maurizio Costa
AMMINISTRATORE DELEGATO

VICEDIRETTORE VICARIO

Laura Cioli

Barbara Stefanelli

CONSIGLIERI

VICEDIRETTORI

Daniele Manca
Antonio Polito (ROMA)
Venanzio Postiglione
Giampaolo Tucci

Gerardo Braggiotti, Paolo Colonna, Teresa Cremisi,


Dario Frigerio, Tom Mockridge, Mario Notari,
Stefano Simontacchi
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA

Alessandro Bompieri

RIPRODUZIONE RISERVATA

suo stile, mi sembra abbia


parlato anche il senatore a vita
Mario Monti.
Attilio Lucchini

attiliolucchini@hotmail.it

NOMINE RAI
Reazioni dei sindacati
Le ultime nomine Rai hanno
spiazzato un po tutti e, in
particolare, i sindacati
insorgono perch, dicono, i
nomi prescelti vengono
dallesterno e non premiano i
valori interni allazienda.
davvero uno strano modo di
ragionare. Da un lato si chiede
di affrancare lazienda dalle
ingerenze politiche e di
aumentare il potere del
management; poi, quando
questo si verifica,le cose non
vanno bene.

Ubaldo Pasqualotto

u.pasqualotto@tiscali.it

DNA DEGLI ITALIANI


Le raccomandazioni
Daccordo che il governo
ladro anche se non piove e il
pesce puzza dalla testa, ma
retoricamente mi chiedo se
esiste qualche italiano che,
avendone la possibilit, non
raccomanda il proprio figliolo
a un qualsiasi concorso,
disinteressandosi altamente
del primo degli esclusi.

allabolizione delle Province autonome di Trento e Bolzano. Basta


con i privilegi; e lo stesso dicasi sullabolizione delle Regioni
autonome. Sono 50 anni che si discetta. Uno dei primi a sollevare
la questione, lex onorevole Raffaele Costa, di formazione liberale,
ma i politici evidentemente sono insensibili al grido di dolore
che si eleva dalla stragrande maggioranza degli italiani.
Giovanni Attin, giovanniattina@tiscali.it
La parola (non pronunciata) del sindaco di Offagna
Nellarticolo sul Comune di Offagna e la tragica vicenda del
piccolo Amos (Corriere, 15 febbraio) mi viene attribuito il termine
avidit riferito agli avvocati della controparte. Non una parola
che fa parte del mio vocabolario usuale e del mio modo di
pensare, e non ritengo di averla usata. Sicuramente c stata una
incomprensione di fondo ed per questo che sono qui a chiarirlo
definitivamente e se fosse necessario anche a chiedere
ufficialmente scusa.
Stefano Gatto, sindaco di Offagna (An)

EDIZIONI TELETRASMESSE: RCS Produzioni Milano S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-6282.8238 RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via
Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 RCS Produzioni Padova S.p.A. 35100 Padova Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l.
70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 LUnione Sarda
S.p.A. Centro stampa 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo, 5 - Tel. 070-60.131 BEA printing sprl 16 rue du Bosquet - 1400 Nivelles - Belgium CTC Coslada Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) - Spagna Miller Distributor Limited Miller House,
Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Malta Hellenic Distribution Agency
(CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A.


Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
PREZZI: *Non acquistabili separati, il venerd Corriere della Sera + Sette 2,00 (Corriere
1,50 + Sette 0,50); il sabato Corriere della Sera + IoDonna 2,00 (Corriere 1,50 +
IoDonna 0,50). A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + Cor.
Como 1,30 + 0,20; ven. Corsera + Sette + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20; sab.

PREZZI DI VENDITA ALLESTERO: Albania 2,20; Austria 2,20; Belgio 2,20; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,00; (con Io Donna
Fr. 3,50), (quando pubblicato con Style Magazine Fr. 3,50); Cipro 2,20; Croazia Hrk 17; CZ Czk. 64; Francia 2,20; Germania 2,20; Grecia
2,50; Irlanda 2,20; Lux 2,20; Malta 2,20; Monaco P. 2,20; Olanda 2,20; Portogallo/Isole 2,50; SK Slov. 2,20; Slovenia 2,20;

Da ci che stiamo assistendo ,


evidente che il Parlamento
sta sprecando tempo e risorse
in una battaglia in cui tutti
sono contro tutti, e che ruba
tempi parlamentari sui temi
economico-strutturali irrisolti
di cui il Paese soffre e ha
urgente bisogno. Sulle unioni
civili e problemi connessi
purtroppo continueremo a
essere il fanalino di coda dei
Paesi avanzati, in attesa di un
Parlamento futuro che abbia
prioritari i problemi del nostro
Paese.

Francesco lovino

DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA


20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-62821

PUBBLICIT
RCS MediaGroup S.p.A. Dir. Communication Solutions
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543
www.rcscommunicationsolutions.it

OSTRUZIONISMO /2
Quanto tempo sprecato

francesco_lovino@libero.it

La liquidazione astronomica di Eva Klotz


La vicenda del vitalizio di Eva Klotz (Corriere, 18 febbraio), che tra
laltro non si sente italiana, evidenzia lurgenza di provvedere

COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI


Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere
riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar
perseguita a norma di legge.

Alberto Voltaggio

albertovoltaggio@alice.it

Delio Lomaglio

Funzione dei sindaci: fare i controllori


Sul Corriere del 17 febbraio la commercialista Giovanna Ceribelli
di Caprino Bergamasco, dal cui esposto nata linchiesta che ha
portato in carcere Fabio Rizzi, braccio destro di Roberto Maroni,
dichiara: Faccio solo il mio mestiere. Forse per fare bene il
sindaco, il controllore di una societ pubblica, bisogna rompere le
scatole, per professione. Viene spontanea la domanda alle
persone con la stessa funzione della Ceribelli: possibile che
nessuno di loro non abbia mai trovato motivo di rompere?
Michele Palma, Milano

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano


Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Luciano Fontana
privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011

Lostruzionismo una vecchia


prassi parlamentare. Tende a
intralciare liter di un
provvedimento che non piace,
rinviarne lapprovazione e
possibilmente bloccarlo.
legittimo, come legittimo
ogni mezzo procedurale della
maggioranza per contrastarlo:
per esempio accorpando
centinaia di emendamenti
puramente strumentali
presentati dallopposizione.
Chi favorevole al
provvedimento, dovrebbe
anche essere favorevole
allaccelerazione delliter
parlamentare tendente a
semplificarlo, eliminando ogni
strumentalizzazione. Se
invece non la fa, a mio
avviso colpevole di
preferire, per ragioni politiche,
mettere in difficolt la
maggioranza, anzich
perseguire lutilit del
provvedimento per il Paese.
un comportamento molto
grave. Assai pi lineare il
comportamento di chi avversa
il provvedimento e lo contrasta
lealmente nel merito, anche a
costo di subire una sconfitta.

dlomaglio@libero.it

Abbiamo riportato fedelmente un dialogo presente negli atti


dellinchiesta del quale confermiamo il contenuto.
Cesare Giuzzi

2016 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI

FONDATO NEL 1876

goziali e ve ne saranno verosimilmente parecchie altre.


La lentezza dei progressi un indice dei molti nodi
che i negoziatori devono sciogliere. Per creare una zona
economicamente integrata non basta abolire i dazi doganali. Occorre anche eliminare il dumping (vale a dire
lesportazione di prodotti sottocosto) e soprattutto aggredire quel protezionismo non tariffario che consente
a uno Stato, con metodi pi o meno trasparenti, di
escludere dal proprio mercato un concorrente dellindustria nazionale. Uno dei capitoli pi complicati sar
quello dellagricoltura. Sono rari i casi in cui quella di un
Paese o di una comunit internazionale, come lUnione
Europea, rispetta scrupolosamente le leggi della libera
concorrenza. Gli agricoltori formano spesso lobby potenti, perfettamente in grado di fare pesare il proprio
voto anche nei grandi negoziati internazionali.
Aggiungo infine, caro Rapisarda, che anche la politica, in molti casi, pu mettersi di traverso. Un commentatore del Financial Times (Gideon Rachman) ha scritto
negli scorsi giorni che sono almeno due i potenziali
candidati alla presidenza degli Stati Uniti che hanno evidenti tentazioni isolazioniste. Donald Trump, un ricchissimo impresario edile, sostiene che gli Stati Uniti
devono riconquistare la loro perduta sovranit aumentando la spesa militare e chiudendo i propri confini alla
immigrazione straniera; mentre Bernie Sanders (il candidato che si definisce socialista) attribuisce a un eccesso di libero commercio i danni subiti in questi anni dalla classe operaia americana. Probabilmente n luno n
laltro, se venisse eletto alla Casa Bianca, sarebbe entusiasticamente favorevole al Partenariato Transatlantico.

OSTRUZIONISMO / 1
Procedura legittima

Corsera + IoDonna + Cor. Como 1,30 + 0,50 + 0,20. In Campania, Puglia, Matera e
prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. 1,00 +
0,50; m/m/g/d Corsera + CorMez. 1,00 + 0,50; ven. Corsera + Sette + CorMez. 1,00
+ 0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. 1,00 + 0,50 + 0,50. In Veneto,
non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorVen. 1,00 + 0,50; ven. Corsera +
Sette + CorVen. 1,00 + 0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. 1,00 + 0,50
+ 0,50. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/g/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 + 0,50; ven. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 +
0,50 + 0,50; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. 1,00 + 0,50 + 0,50.
A Bologna e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d Corsera + CorBo 0,66 +
0,84; ven. Corsera + Sette + CorBo 0,66 + 0,50 + 0,84; sab. Corsera + Io Donna +
CorBo 0,66 + 0,50 + 0,84. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/g/d
Corsera + CorFi 0,66 + 0,84; ven. Corsera + Sette + CorFi 0,66 + 0,50 + 0,84; sab.
Corsera + Io Donna + CorFi 0,66 + 0,50 + 0,84.

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7971 del 9-2-2015

La tiratura di venerd 19 febbraio stata di 431.238 copie

Spagna/Isole 2,50; Hong Kong HK$ 45; Thailandia THB 190; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 700. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli
abbonamenti nazionali e per lestero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41. ARRETRATI: info@servizi360.it. SERVIZIO CLIENTI: 0263797510 (prodotti collaterali e promozioni).

Con Sette 3,50; con Style Magazine 4,00; con Living 5,90; con la Lettura 2,50; con Star Wars Legends 14,99; con Grandangolo 7,90; con Divina Callas 14,90; con Lucky Luke 7,99; con Montagna leggendaria 9,90; con Pensare lIslam 10,50; con 2016. Investire in sicurezza 9,90; con Paolo Villaggio. 40 anni di risate 11,90; con Gialli Anglosassoni 8,90; con Star Wars 3d 14,99; con Pier Paolo Pasolini 10,90; con Lady Oscar 11,99; con Savana Disney 9,99; con Philosophia 9,99; con Magazine Masha e Orso 5,50; con Diabolik. Nero su nero 8,99; con Sveva Casati Modignani
11,90; con Gianni Rodari 9,90; con Georges Simenon 10,90; con Agatha Christie Miss Marple 7,99; con Missione Spazio 12,99; con Riccardo Muti 11,90; con Skylanders 7,99; con Getta Robot 11,99; con Il Giubileo di Papa Francesco 11,99; con Storia della letteratura italiana 8,90; con English da Zero 12,99; con Sturmtruppen 6,90; con Dragon Ball Z 11,99; con Dario Argento e i grandi maestri dellhorror italiano 11,99; con Paura dellIslam 9,50; con Musei dal Mondo 8,90; con Amori Moderni 7,90; con Spazio 1999 3,99; con Jimi Hendrix 11,99; con Luigi Giussani 11,90

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

58
#

Sport

Ecco la FW38

Non stato solo il giorno del lancio della nuova Ferrari. Ha visto la
luce, infatti, anche la Williams edizione 2016, la FW38 che dovr
tradurre in risultati convincenti le attese del d.t. Pat Symonds e dei
colleghi della scuderia di Grove. Dopo due stagioni concluse al terzo
posto (pi convincente la prima, peraltro), le ambizioni non possono
essere al ribasso. Confermarci gi una sfida, ma puntiamo a fare
meglio: ci interessa solo vincere dice Sir Frank Williams. Confermati
Bottas e Massa e labbinamento Martini Racing, tra le novit della
FW38 ci sono un muso ulteriormente abbassato e un retrotreno pi
stretto, con lobiettivo di migliorare il rendimento aerodinamico.

La Williams rilancia
Confermarci gi
una sfida, ma vogliamo
arrivare pi in alto

La nuova Rossa
Ferrari
SF16-H

Fiancate
e coda
pi strette

Ore di lavoro:

Motore
elettrico
Mgu-h

Motore termico
V6 turbo di 1.600 cc

Peso
(inclusi liquidi e pilota)

702 Kg

250.000
Ore in galleria del vento:

1.500
Numero di componenti:

20.000
Cento tipi diversi
di leghe utilizzate

Nuove sospensioni
anteriori a puntone
(pushrod)

Cambio
a 8 marce

Telaio monoscocca
in bra di carbonio

I PILOTI
LABITACOLO BIANCO

Muso corto
Cerchi da 13 pollici

Il bianco attorno al pilota


non una novit assoluta
in casa Ferrari: gi nel 1975
la 312-T guidata da Niki Lauda
aveva questa colorazione.
E vinse il titolo

Prese daria
pi grandi
per raffreddare
meglio la
power unit

Corriere
e della Sera

Allattacco
Ecco la Ferrari pi bianca, nata per vincere
Vettel: Sar una stagione fantastica
Marchionne: Pi ottimista di un anno fa

Lo sgarbo

La Mercedes
disturba
la Rossa sul web
Le scintille sono iniziate. I
tedeschi disturbano il
debutto della nuova Rossa a
colpi di tweet. Alle 13.18
la presentazione della
Ferrari partiva alle 14
spunta un filmato in cui
sintravede la W07 (debutto
il 22 a Barcellona) girare
a Silverstone. Poi alle 13.46
interviene Rosberg:
fantastico provare la nuova
Freccia dArgento. Non era
un test ma un filming
day di quelli che i team
utilizzano anche per i primi
collaudi. La Mercedes ha
aggiunto un po di pepe.

Rossa o biancorossa? Bianco-rosso-nera, semmai, perch


la sessantatreesima monoposto Ferrari di F1, che da progetto 667 si trasformata nella
Sf16-H della denominazione
ufficiale, non rinuncia a esporre lo scuro della fibra di carbonio. Tricolore, dunque, pi che
bicolore. Ma il bianco la tonalit fascinosa della presentazione della macchina destinata
(o condannata?) a sferrare lattacco con cui si spera di far tramontare il sole sul regno delle
Mercedes. Lo per motivi tecnici (si risparmiano chili pre-

ziosi di peso) e lo per ragioni


scaramantico-affettivi. Nonostante unabbondanza di white abbia caratterizzato pure
una Ferrari perdente, la F93A di
Alesi Berger (16 gare e zero soddisfazioni), si pensa di richiamare la memoria della 312-T
iridata di Lauda e magari di
mandare un messaggio a Niki,
oggi sulla barricata nemica.
Qualcosa del tipo: attento,
usiamo parte del tuo passato
per batterti.
In hoc signo vinces? Lo dir
la pista e questo, esaurite le parole e le riflessioni su livrea e si-

lhouette, lunico riscontro che


far brodo. Di sicuro nella diretta streaming del lancio ci sono stati differenti linguaggi del
corpo. Era teso Maurizio Arrivabene, che prima di sfoderare
espressioni a lui care ha fissato
gli obiettivi al di l di ogni possibile equivoco: Dobbiamo
spingere di pi e cercare di vincere il Mondiale. Erano sorridenti i piloti, perch la Sf16-H,
dove H rimpiazza la T di
turbo e sottolinea lera delle
power unit ibride, pare aver
scosso perfino laplomb glaciale di Raikkonen (La macchina

Kimi
Raikkonen
Sebastian
Vettel

ha un aspetto fantastico), oltre ad aver acceso lentusiasmo


di Vettel: Sar una stagione
grandiosa, dovr essere pi potente dellultima.
E pi potente dovrebbe essere, prima di tutto, la neonata.
Anche se la storia dei 900 cavalli raggiunti (come la power
unit delle Frecce dArgento)
unaltra voce in attesa della verifica del campo. Ma lo sforzo
stato globale: Si lavorato sullarchitettura dellunit propulsiva, cercando di ridurre al minimo gli ingombri per facilitare il lavoro degli aerodinamici e

rendere il posteriore della vettura pi efficiente, spiega


Mattia Binotto coordinatore
dei motoristi.
una delle cinque novit
che tratteggiano la revisione
completa della monoposto
precedente. Vedere la Sf16-H
dal vivo qualcosa di emozionante, commenta il d.t. James
Allison presentando la sua prima vera Ferrari, gi capace di
convincere i bookmaker al
punto che le quote pronosticano un rosso in grado di lambire
largento della Mercedes. Siamo tornati alla sospensione a
puntone, abbiamo accorciato il
muso e creato due canali per
una migliore gestione dei flussi, abbiamo ridisegnato le fiancate e il retrotreno aggiunge il
chief designer Simone Resta.
vero: la Sf16-H ha il sedere
pi stretto.
Nella vela direbbero buon
vento. Qui si pu usare al
massimo buon asfalto. In serata Sergio Marchionne ha dettato, da Torino, il suo commento: una grandissima vettura,
ci stiamo lavorando da tanto
tempo: sono molto pi ottimista di un anno fa. Il presidente
della Ferrari era assente alla
presentazione, ma i suoi occhi
erano l. E tutti lo sapevano.
Flavio Vanetti
RIPRODUZIONE RISERVATA

La missione

Arrivabene: Mondiale? Faremo di tutto


La tecnica
Dal V6 turbo
alle nuove
sospensioni: su
corriere.it/sport
i segreti
della SF16-H
con foto, video
e commenti

Iron Mauri non promette passeggiate


sullAppennino come aveva fatto lanno scorso
in caso di quattro vittorie (poi la Ferrari per sua
fortuna si fermata a tre), quando parla a
volte la voce gli traballa un po. Sar
lemozione, la stanchezza per le settimane di
meeting frenetici o lansia di scendere in pista
luned e misurarsi per la prima volta con la
Mercedes? Maurizio Arrivabene ha la faccia del
condannato a vincere. Sente la pressione,
come tutta la squadra, e le enormi aspettative

su una vettura che il frutto del lavoro di


tanti. Anche se uno merita una menzione
speciale ed il presidente, che ci ha dato tutti
i mezzi per far s che nulla fosse lasciato al
caso. Sergio Marchionne, dopo aver aperto i
cordoni della borsa. si aspetta risultati e
subito. Il team principal non pu nascondersi
e lo scandisce in mondovisione: Credo che
questanno dobbiamo cercare di vincere
questo Mondiale. E anche se non sar facile
perch gli avversari non dormono sugli allori,

faremo di tutto per riuscirci.


Parole di burro per il popolo ferrarista, orfano
di un titolo piloti da nove anni. Parole che
pesano. Il team principal ripete ai suoi: Testa
bassa, pedalare e piedi per terra. Ma gli occhi
guardano al cielo perch questa macchina, se
vincer, entrer nel mito. Se a Maranello
avranno lavorato bene, come indicano i dati
interni che la vogliono pi veloce di un
secondo e mezzo tantissimo rispetto alla
vettura precedente, allora Vettel che la trova

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

SPORT

59
#

Auto
Ciclismo
Schumi jr in F4 con un team italiano Nibali vince e domina in Oman

Sci
Nadia Fanchini e Paris sul podio

MotoGp
Test: Marquez vola, Rossi tiene

Mick Schumacher, figlio del 7 volte iridato Michael,


correr nel 2016 in Formula 4 con il team italiano
Prema: il 16enne tedesco affronter per il secondo
anno la categoria che lo ha visto protagonista nel
2015, dove in Germania ha raccolto una vittoria,
un terzo posto e vari piazzamenti in top 10. Non
ancora definito se Mick parteciper al campionato
tedesco o italiano.

Terzo posto di Nadia Fanchini nella discesa di La


Thuile e secondo di Dominik Paris nella combinata
di Chamonix. In Val dAosta vince la Gut sulla
Huetter (Aut): la Vonn, caduta, incassa il sorpasso
della svizzera. In Francia, successo di Pinturault.
QUALIT Il Gus (gruppo lombardo uffici stampa)
ha assegnato lattestato di quait e di eccellenza a
Giuseppe Sapienza (Milan) e Leo Picchi (Inter).

Marquez torna a fare paura: lo spagnolo ha chiuso


primo lultima giornata dei test MotoGp a Phillip
Island. Deludente Lorenzo (9), ancora indecifrabili
le Ducati, buono il rendimento di Rossi (5), rapido
sul giro e sul passo: Meglio di Sepang, ha detto
Vale. Brutta caduta per Petrucci: frattura al 2, 3 e
4 metacarpo della mano destra, verr operato,
rischia di saltare i test in Qatar (2-4 marzo).

Nibali vince la 4 tappa del Giro dellOman e


conquista la maglia di leader con 15 di vantaggio
su Bardet. A Cancellara la 3 tappa a cronometro
della Volta Algarve ed in testa alla classifica.
TENNIS Finale oggi a Dubai tra Sara Errani e la
ceca Barbora Strycova: Errani ha battuto lucraina
Svitolina 6-4, 6-4, la Strycova si imposta sulla
francese Garcia 6-2, 3-6, 6-3.

Le pagelle

Il futuro
Ha il destino
segnato: deve
risvegliare
le emozioni

DA UNO DEI NOSTRI INVIATI A BOLOGNA

Bologna
Diawara da seguire

di Giorgio Terruzzi

emozione un filo di
seta che vibra,
attraversa le officine,
i bar, lanima di chi osserva
le forme misteriose della
carrozzeria. Segna le
espressioni dei tecnici che
hanno immesso
intelligenza ed esperienza
in ogni dettaglio; lo
sguardo di chi dovr gestire
e guidare, sfruttando ogni
grammo doro. C sempre
un sogno collettivo,
aggrappato alle forme di
una Ferrari al debutto. Ma
questa volta la speranza
spinge sul gas, dentro e
attorno alle mura di
Maranello. Allude a
unipotesi felice pi
concreta, combatte una
pressione estrema. Cos,
abbiamo a che fare con una
ragazza emiliana dal
destino segnato. Le
toccher vincere, farlo in
fretta, scrivere una data di
scadenza sul dominio
Mercedes e salvare la F1 da
un declino prossimo. Serve
un calice di rosso, per
ritrovare una sintonia
dentro gare scontate. Non
si tratta di gufare la
Mercedes, che si
guadagnata ogni trionfo.
Qui urge una insurrezione
popolare e la Ferrari
lunica forza capace di
scatenarla, in Australia
come in Canada, dove
milioni di appassionati
aspettano unimmagine
fresca sulla quale ricucire la
propria passione. Niente a
che vedere con la
tecnologia imperante e
glaciale che mortifica
questepoca motoristica;
con la rivalit inconsistente
tra Hamilton e Rosberg e
persino con il poker iridato
di quellanonimo ragazzino
tedesco. Si chiamava
Sebastian Vettel. Ha
cambiato faccia, lingua,
colore per diventare uno
dei nostri. Linterprete
ideale per scandire in
italiano ovviamente un
grido di battaglia. Lunico
deputato a scuotere una
platea distratta o
addormentata.

Arrivabene
Dobbiamo
spingere
di pi
e cercare
di prenderci
il Mondiale
Non una
semplice
monoposto
e se vincer
diventer
un mito

Vettel
Dallesterno
si vede che
la macchina
ha un
design
diverso che
mi piace
molto.
Anche
il mio casco
seguir
il bianco

Marchionne
una
grande
avventura,
vedremo
dopo che
scender
in pista.
Labbiamo
fatta noi
un anno
che ci
lavoriamo

RIPRODUZIONE RISERVATA

fantastica non avr bisogno dei


superpoteri per essere sempre davanti a
tutti. La battuta del tedesco a un tifoso
stempera latmosfera preconfezionata della
presentazione online, poi anche lui pur non
citando mai le parole Mondiale o titolo si
lascia andare: Ci prepariamo a una stagione
grandiosa, saremo molto pi forti. Infine c
Kimi Raikkonen: il finlandese dovr ripagare la
fiducia della squadra che lo ha riconfermato
dopo un anno cos cos: Latmosfera nel team
quella giusta per lavorare bene. Adesso
tocca ad Iceman ritrovare lantico fuoco.
Daniele Sparisci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Senza reti Mattia Destro, 24 anni, e Juan Cuadrado, 27, lottano per il pallone: la sfida tra Bologna e Juventus finita senza gol (Ansa)

Juventus, poche idee


per far male al Bologna
Solo un pari, ora deve staccare e pensare al Bayern in Champions
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

La legge della Juve si


piega a unentit pi potente,
meno tangibile ma pi spietata. la legge dei grandi numeri, perch non sempre si
pu vincere, specialmente
poi se si fa troppo poco per
riuscirci, in pratica nemmeno
un tiro nello specchio della
porta. Cos per la prima volta
dopo 114 giorni (sosta compresa) e quindici vittorie di fila i bianconeri si fermano a
Bologna, contro una squadra
in stato di grazia, che qui aveva battuto il Napoli e che nello
stesso periodo della rinascita
bianconera (15 giornate) con
Donadoni viaggia a ritmi da
quarto posto.
Peccato per la Juve che il
pareggio arrivi proprio alla
prima uscita da capoclasse e a
cinque giorni dalla super sfida con il Bayern. Fino a luned, quando il Napoli incrocer
il Milan, il primato comunque assicurato, ma vero anche che nel momento pi delicato dellinverno la coperta a
strisce bianconere non lunga come potrebbe essere, a
causa di infortuni e turnover.
E dire che la Juventus, anche se rinuncia allinizio a Dybala, come promesso non ha
la testa alla Champions. O
meglio: esce sparata dai blocchi, come chi vuole sbrigare
una commissione urgente (e
dimenticare in fretta il pessiBOLOGNA

mo petardone esploso nei


pressi del proprio pullman
prima della gara), per avere
poi la mente sgombra per
unincombenza pi impegnativa come quella di marted.
Per loccasione, Allegri toglie
la polvere di dosso al suo giocattolo preferito, il trequartista, che mancava da tre mesi
(21 novembre, 1-0 contro il
Milan). Pereyra per non partiva titolare da fine ottobre e
come comitato di accoglienza
trova il tostissimo Diawara, 18
anni e mezzo. Dopo venti minuti in apnea, in cui la Juve va
vicina al gol in mischia con
Evra, il centrocampo del Bologna comincia a vincere i suoi
duelli al sole e ad allentare la
pressione. Pur avendo aggiunto un uomo in attacco,

Bologna
Juventus

0
0

BOLOGNA (4-3-3): Mirante 6; Mbaye


6,5, Gastaldello 6,5, Maietta 7, Masina
6,5 (Constant s.v. 28 s.t.); Donsah 6,5,
Diawara 7, Taider 6,5 (Brienza s.v. 37
s.t.); Rizzo 6 (Mounier 6 20 s.t.), Destro
6, Giaccherini 6. All.: Donadoni 6,5
JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon 6;
Lichtsteiner 6, Bonucci 6, Barzagli 6,5,
Evra 6; Sturaro 6, Marchisio 6, Pogba 5,5;
Pereyra 5 (Cuadrado 6 1 s.t); Zaza 5,5
(Dybala 5,5 23 s.t.), Morata 5. All.:
Allegri 5,5
Arbitro: Irrati 5,5
Ammoniti: Gastaldello, Sturaro,
Marchisio, Diawara
Recuperi: 0 pi 3

Allegri non riesce a trovare


quella profondit che solo Dybala e Mandzukic gli garantiscono coi loro movimenti a
rientrare. Pereyra gioca solo
in orizzontale e cos la Juve si
espone presto al contropiede
della squadra di Donadoni e
si ritrova prima dellintervallo
con due centrocampisti ammoniti (Sturaro e Marchisio).
Destro sorprende Buffon con
un tiro da fuori area, la respinta del portiere rivedibile, ma Donsah ciabatta fuori
una palla di quelle che non
capitano due volte nella stessa serata.
Allegri, che raramente lascia un giocatore negli spogliatoi, rimpiazza invece appena pu Pereyra con Cuadrado e passa al 4-4-2, per cercare un po di vita sulla fascia
destra. E per allargare un po
il Bologna. Ma il colombiano
stavolta non sfonda e anzi la
Juve deve guardarsi le spalle:
Giaccherini chiede un rigore
per un presunto tocco di mano in area. Nemmeno Dybala
scalfisce il muro bolognese,
perch la costruzione di Donadoni ha basi molto solide.
Sulla via Emilia, dove aveva
perso col Sassuolo prima della serie record, la Juve comunque sa che non deve pi tornare: la legge da queste parti
sempre contro la coppia di testa.
Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Allegri
Dopo 15
vittorie
ci sta
una partita
giocata
meno
bene

Donadoni
Fermare la
prima, che
veniva da 15
vittorie
consecutive,
non era
facile

6 Mirante Che sarebbe stata cos


tranquilla, come serata, forse non se
lo aspettava nemmeno lui.
6,5 Mbaye D una mano su
Morata, stringendo spesso al centro,
e lo spagnolo non ne prende una.
6,5 Gastaldello Becca una giallo
abbastanza presto, gli tocca unora
da pregiudicato, la cosa non lo
tange.
7 Maietta Se la Juve non fa un tiro
in porta, gran parte del merito suo.
6,5 Masina Personalit da vendere.
6,5 Donsah Peccato per quella
ciofeca sulla respinta centrale di
Buffon, avesse indovinato la porta
poteva cambiare il venerd.
7 Diawara Diciotto anni, dice la
carta didentit: per senso del gioco
ne dimostra dieci di pi, non
stupisce che la Juve lo tenga
docchio.
6,5 Taider Duello ruvido con
Sturaro, finir come la partita: X.
6 Rizzo Brucia la concorrenza di
Mounier, meglio come terzino
aggiunto che da mezzapunta.
6 Destro Finisce nel corridoio del
B&B (Barzagli & Bonucci) ma fa
reparto da solo.
6 Giaccherini Aveva predetto un gol
ma serata da cazzuola anche per
lui, prezioso nella scalata a
centrocampo.
6 Mounier Ci mette sostanza.
6,5 Donadoni Pazienza, pressing e
buonsenso: incarta la Juve e si
prende un punto meritatissimo, il
28esimo in 16 partite. Un piccolo
grande capolavoro.

Carlos Passerini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Juventus
Barzagli scacciaguai
6 Buffon Al netto di una respinta
centrale poco ortodossa, trascina
limbattibilit a 654 (recuperi
esclusi). Se la Juve l, quel dato
non secondario, anzi.
6 Lichtsteiner Cosa vuol dire
lesperienza: davanti ha Giaccherini,
che conosce, e perci resta sulle sue,
evitando di dargli campo.
6 Bonucci Destro gli sguscia via una
volta sola.
6,5 Barzagli A volte sembra gli
basti la presenza per scacciare
avversari e guai.
6 Evra Vispo vispo, si forgia due
chance pulite, peccato la mira.
6 Sturaro Se occorre il randello, ci
pensa lui.
6 Marchisio Regia intermittente, il
Bologna lo pressa bene.
5,5 Pogba una notte ruvida, di
calcio e calci, e lui ne fa le spese:
non incide mai.
5 Pereyra Titolare dopo oltre 100
giorni (25 ottobre, 2-0 allAtalanta),
mostra due dita di ruggine: si fa
inghiottire dalla ressa a met
campo. Per le idee, ripassare.
5 Morata Come col Napoli,
galleggia a lato della partita, senza
mai entrarci veramente dentro.
5,5 Zaza Vaga a vuoto, serata
storta: stavolta la spaccata notturna
non gli riesce.
6 Cuadrado Con lui per lo meno si
acquista ampiezza. Non i gol.
5,5 Dybala Non riesce a correggere
la serata storta.
5,5 Allegri Sapeva che sarebbe
stata una gita complicata, di certo la
formazione di partenza non gli ha
giovato. Quando ha provato a
correggerla, ormai era andata.

c. pass.
RIPRODUZIONE RISERVATA

60
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

61

SPORT

Berlusconi

Trenta anni fa stupiva con gli elicotteri che planavano allArena e gli
imperativi categorici Diventeremo la squadra pi forte del mondo. Tre
decenni dopo, Silvio Berlusconi (foto) al netto di 28 trofei e di qualche
stagione deludente un uomo pi misurato. Spero che il nostro ciclo di
vittorie possa riprendere presto. Stiamo ricostruendo un ciclo: il mio sogno
quello di vedere un Milan tutto tricolore ha detto ieri a Premium il
presidente milanista che oggi sar a Milanello per festeggiare, assieme alla
figlia Barbara e a Galliani, lanniversario con la squadra. Il simbolo
Donnarumma. Non ci lascer, resisteremo a ogni offerta. Penso che sia
destinato a fare la carriera di Maldini. In Locatelli vedo il nuovo Pirlo.

La soluzione Bee
ci permetterebbe
100 milioni allanno
Donnarumma mai via

Applaude Bacca non senza lesinare un rimprovero a Mihajlovic: un


realizzatore spietato ma molte volte fuori dalla partita perch il Milan di
oggi non pratica a fondo il diktat di essere padrone del campo: ne sto
parlando con lallenatore. La trattativa con Bee: Ci ha fatto unofferta
interessante per commercializzare il brand: il piano potrebbe garantirci
entrate per 100 milioni lanno. Lui si occuperebbe della parte commerciale
mentre la conduzione sportiva rimarrebbe a noi. Nostalgia per Capello:
Gli proposi prima dellultima soluzione di tornare al Milan ma non accett.

Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mancini, poche cortesie per lospite


Mou? Moratti invita chi vuole...

Serie A

Le quote Snai
Ieri
BOLOGNA-JUVENTUS

Inter-Samp sfida decisiva davanti a Jos che giura: Non torner, tifo Thohir e Robi
Roberto Mancini sembra un monaco trappista a Times Square. Ha blindato la
squadra quattro giorni nelleremo della Pinetina; dice
che lui non ascolta n le critiche n, quando cerano, gli
elogi; confessa che fa le conferenze stampa solo per dovere;
sogna pace, silenzi, approdi
zen. Intorno per c sempre e
solo un gran caos. Rumori. Illazioni. E pure apparizioni come quella di Jos Mourinho, il
Santo patrono della Tripletta,
colui che viene al tempio per la
prima volta a quasi sei anni
dalla pi grande impresa della
storia dellInter.
Lo ha invitato due settimane fa Massimo Moratti con
il quale il portoghese oggi
pranzer e poi la sera andr a
San Siro dove ci sar anche Ronaldo e lidea sarebbe bella
se questo non fosse il periodo
che . La squadra in profonda crisi, i risultati latitano e
cresce il senso di urgenza ribadito ieri dal presidente Erick
Thohir prima di volare a Londra per affari legati alla sua
azienda di media: La rosa
competitiva e a gennaio labbiamo rinforzata. C un progetto, Icardi un punto fermo
e Mancini sa benissimo qual
il nostro obiettivo: vogliamo
andare in Champions. In
questo scenario, dice il tecnico, sarebbe delicata anche
unamichevole con la Primavera, figurarsi questa sfida con
la Sampdoria che, bench sia

MILANO

Rivali
Roberto
Mancini e Jos
Mourinho (Afp)

messa persino peggio dei nerazzurri, inquieta come un


Barcellona.
Larrivo di Mourinho appare
dunque un esempio di scarso
tempismo, e pure di stile. Con
lo stadio che freme, prepara

striscioni per Jos e magari fischi ai primi errori dei suoi


eroi, non sar comodo giocare
con tanto totem appollaiato alle spalle. Per questo Thohir,
anche in questa vicenda concettualmente lontano da Mo-

ratti, ha ricordato che Mourinho ha fatto la storia dellInter ma lha fatta anche Mancini: lui il tecnico migliore per
noi. Il Mancio irritato ma ha
cercato di glissare: Tutti possono venire allo stadio. Non
un problema. Moratti lo ha invitato, ha il 30% di quote, pu
fare quello che vuole.... E pi
tardi Mourinho ha dichiarato
che sar una grande emozione, ma una cosa la voglio chiarire: non sar io lallenatore la
prossima stagione. Il progetto
dellInter di Thohir e Mancini, e io lo appoggio. Voglio rivedere gli interisti sorridere.
Se oggi questo accadr,
lepifania di Mou verr ovviamente letta come taumaturgica ma pazienza: i tre punti con
la Samp sono fondamentali
per uscire dalla secche della
classifica e della depressione.
Mancini convinto che il ritiro
non punitivo sia servito per
trovare tranquillit e consapevolezza e lavorare in campo e nella testa anche sulle
piccole cose, per esempio le
proteste, che dovranno prevedere meno giugulari e pi diplomazia. A parole, lui resta sicuro che il terzo posto sia possibile perch non una questione fisica, tecnica o tattica.
solo un trip negativo, il calcio questo, nulla perduto.
Prima o poi girer, insomma.
Ma meglio prima. Il poi potrebbe essere troppo tardi.
Alessandro Pasini

9
punti
in 9 partite
per lInter
da quando
era capolista

10
gol segnati
finora da Icardi.
In 9 gare su 22
giocate non ha
tirato in porta

12
gol di Eder
con la Samp,
1 ogni 137.
AllInter finora
0 gol in 334

9
punti
in 13 partite
per la Samp
da quando
arrivato
Montella

RIPRODUZIONE RISERVATA

Milano recita da favorita, Avellino da sorpresa


Coppa Italia di basket: lEA7 domina Venezia e trova Cremona, i campani sfidano Trento
Coppa Italia
Forum di Assago
I risultati
e il tabellone
delle Final Eight
di basket
Cos ieri
Quarti di finale
PISTOIA
TRENTO

74
81

CREMONA
97
SASSARI d1ts 89
REGGIO E.
AVELLINO

87
94

MILANO
VENEZIA

88
59

Cos oggi
Semifinali
 ore 18.15
TRENTO
AVELLINO
Tv: RaiSport1
 ore 20.45
CREMONA
MILANO
Tv: RaiSport1
Cos domani
Finale
 ore 18
Tv: RaiSport1

MILANO Il giorno pi lungo della Coppa Italia emette i primi


verdetti: mandano in semifinale Trento contro Avellino e
Cremona contro Milano. LEA7
nellultima sfida della sera,
contro Venezia, ha svolto poco
pi di un burocratico allenamento, con il freno a mano tirato e con tutti i giocatori a
timbrare in continuit la carta
del cambio. In laguna il gallo
del tradimento ha cantato, ma
non spuntata lalba. E la voga
dellUmana ancora il tiro dalla lunga distanza.
Troppo bassa lacqua veneziana per impensierire Milano: solo Owens (12) ha fatto il
solletico alle caviglie del colosso Armani. Nel regno dellabbondanza che permette di
lasciare in tribuna per turnover Kalnietis e Barac, sono bastati Sanders (16); Simon (13),
McLean (12) per il gioco del
domino di Milano. Questo pomeriggio lEA7 arriver alla semifinale sicuramente molto
pi riposata di Cremona, ma
con ancora maggior brama
per questa Coppa che latita da
20 anni. Che delusione Venezia. Lunica inadeguata di questo italico lotto.

La prima a passare il varco


di semifinale Trento, al sipario di mezzogiorno. La montagna sacra di Julian Wright (18
punti e 9 rimbalzi), difficile da
scalare, e la lama tagliente che
spunta dalla manica di Peppe
Poeta nel terzo quarto, permettono di strangolare una Pistoia dalle forze esaurite. Il cinismo trentino allarga con il
pressing il buco toscano in regia (assenti i due playmaker,
Filloy e Moore). Il parziale del
terzo periodo (26-10) mette la
gara in dirittura (63-49 al 30)
per la cavalcata delle walkirie
trentine, che oltre sullatletismo diffuso possono contare
su Pascolo (12, con 7 rimbalzi),
un mostro di intelligenza cestistica. Trento la squadra
del desiderio, che cresce in
consapevolezza a ogni nuovo
gradino che sale. Ancora pi
alto sar il dislivello che incontrer oggi in semifinale, dove
trover la Sidigas Avellino, la
bella di giorno, che non ha lasciato scampo a Reggio Emilia
nonostante la resistenza di Polonara (15, con 7/9 al tiro),
troppo solo nella tempesta
verde scatenata da Joe Ragland
(20 e 7 assist) e sotto il fuoco

Elevazione
Rakim Sanders
vola a prendere
il pallone
(LaPresse)

spietato della cannoniera lituana Benas Veikalas (21 con


4/4 da 2 e 4/5 da 3). Onda verde, sul campo, semafori aperti
per Avellino agli incroci pericolosi: 36-27 ai rimbalzi. Il pomeriggio senza respiro si infiamma ancor di pi con lin-

26 giornata

credibile Cremona che elimina Sassari, vincitrice delle due


ultime edizioni, alla fine di
una guerriglia estenuante
chiusa soltanto dopo un tempo supplementare, nel segno
di Elston Turner (28 punti, 6
rimbalzi e 8 falli subiti). Vittoria dellentusiasmo e della volont, della Vanoli, sotto di 10
punti (57-67) a 430 dal termine, fatta a pezzi dalle esplosioni di Logan Miccia Corta
(29), ma capace di 20 punti negli ultimi quattro minuti e rimessa in piedi allultimo secondo dalla tripla disperata
(per il 77-77 del tempo regolamentare) di Nicol Cazzolato,
eroe di giornata, ragazzo trevigiano che lo scorso anno giocava in serie B a Montichiari.
Hanno vinto i giocatori nelle mani della squadra, contro
la squadra nelle mani dei giocatori: Una squadra di sviluppo come Cesare Pancotto
ha definito la sua Vanoli ,
dove tutti entrano nella Vanoli
Family, da ovunque provengano, anche dal Fosso della Carogna. Che una zona della sua
Porto San Giorgio.
Werther Pedrazzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

0-0

Oggi
1
X
2
Ore 18
VERONA-CHIEVO
2,25 3,25 3,25
(Guida)
Ore 20.45
INTER-SAMPDORIA
1,57 4,00 6,00
(Massa)
Domani
Ore 15
ATALANTA-FIORENTINA
3,85 3,25 2,05
(Celi)
GENOA-UDINESE
2,00 3,25 4,00
(Gervasoni)
SASSUOLO-EMPOLI
2,00 3,25 4,00
(Valeri)
TORINO-CARPI
(Gavillucci)

1,60 3,80 6,00

Ore 18
FROSINONE-LAZIO
4,85 3,75 1,72
(Russo)
Ore 20.45
ROMA-PALERMO
1,32 5,25 9,50
(Giacomelli)
Luned 22 febbraio
Ore 21
NAPOLI-MILAN
1,60 4,00 5,50
(Banti)
Fonte: Snai

Dati: Monica Colombo

Verona
Chievo
4-4-2
4-3-1-2
95 Gollini
1 Bizzarri
3 Pisano
21 Frey
18 Moras
3 Dainelli
5 Helander
12 Cesar
6 Albertazzi
18 Gobbi
6 Pinzi
13 Wszolek
4 Rigoni
8 Marrone
19 Castro
23 Ionita
93 Fares
23 Birsa
11 Pazzini
40 Mpoku
45 Inglese
9 Toni
Arbitro: Guida di Torre Annunziata
Tv: ore 18 Sky Supercalcio,
Sky Calcio 1
Inter
Sampdoria
4-4-2
3-4-2-1
1 Handanovic
2 Viviano
33 DAmbrosio
4 Moisander
25 Miranda
16 Ranocchia
24 Murillo
26 Silvestre
55 Nagatomo
5 Cassani
11 Biabiany
21 Soriano
83 Melo
7 Fernando
77 Brozovic
11 Dod
44 Perisic
10 Correa
8 Palacio
99 Cassano
27 Quagliarella
9 Icardi
Arbitro: Massa di Imperia
Tv: ore 20.45 Sky Sport 1, Sky Supercalcio,
Sky Calcio 1, Premium Sport

Classifica
JUVENTUS*
NAPOLI
FIORENTINA
ROMA
INTER
MILAN
LAZIO
SASSUOLO
BOLOGNA*
EMPOLI

58
56
49
47
45
43
36
35
34
34

Serie B

CHIEVO
31
TORINO
31
ATALANTA
29
UDINESE
27
PALERMO
26
GENOA
25
SAMPDORIA
25
FROSINONE
22
CARPI
19
VERONA
15
*una partita in pi

27 giornata

Ieri
BARI-LATINA
Oggi, ore 15
ASCOLI-COMO (Ripa)
CAGLIARI-PESCARA (Abisso)
LIVORNO-CESENA (Abbattista)
MODENA-BRESCIA (Illuzzi)
NOVARA-TERNANA (Saia)
PRO VERCELLI-ENTELLA (Martinelli)
SPEZIA-LANCIANO (Pairetto)
VICENZA-AVELLINO (Aureliano)
Domani, ore 12.30
SALERNITANA-CROTONE (Ghersini)
Luned 22/2, ore 20.30
PERUGIA-TRAPANI (Pezzuto)

0-0

Classifica
CAGLIARI
CROTONE
PESCARA
CESENA
NOVARA (-2)
BARI*
BRESCIA
ENTELLA
SPEZIA
AVELLINO
PERUGIA

58
55
48
42
42
41
39
37
37
36
34

LATINA*
33
TERNANA
33
TRAPANI
33
LIVORNO
30
VICENZA
29
PRO VERCELLI
28
ASCOLI
28
MODENA
26
LANCIANO (-1)
26
SALERNITANA
24
COMO
21
*una partita in pi

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

62
#

Tv
TELERACCOMANDO

 

 

 

 


 

 

 

di Maria Volpe
2.''
1.77
1.7'
$.77
$.6'

  .!07-B(0.
 + .!07-B(0.
  .!07-6
 + .!07-B(0.
     

<<>,(<

Carlucci riapre
la pista da ballo
del sabato sera

*.77  + .!07-B(0.
+7.57   

<<>,(<
++.77     

0>-.<(
+6.77
+5.57
+(.77
+'.77
+2.+'
+1.77
+1.+'
+1.('
+$.('
67.77
67.5'
6+.+7

    76


 + .!07-B(0.
    <<>,(<
  <<>,(<
  03
 + .!07-B(0.
    06
 
 ) 06
0  >(B
 + .!07-B(0.
  7(<
   

7(<

ncora ballo, ancora


Milly Carlucci (foto). Il
programma del sabato sera
di Rai1 che ha fatto
riscoprire la voglia di
ballare agli italiani, torna
stasera con un nuovo cast.
Vedremo danzare,
accompagnati dai maestri,
Lanzo Buzzanca e
Platinette, Rita Pavone e
Asia Argento, Salvo Sottile
ed Enrico Papi. In giuria,
insieme a Carolyn Smith,
Ivan Zazzaroni, Fabio
Canino e Guillermo
Mariotto, la new entry
Selvaggia Lucarelli. Ospite
della prima puntata,
Conchita Wurst.
Ballando con le stelle
Rai1, ore 21.10

Oscar, un canale
per vivere lattesa

ky Cinema da sempre
la casa degli Oscar e
anche questanno, in
occasione dell88esima
edizione degli Academy
Awards, dedica un intero
canale 24 ore su 24 ai film
da statuetta. Da oggi al 6
marzo, Sky Cinema Hits
(canale 304) si trasforma in
Sky Cinema Oscar. Tra gli
speciali, Jos Hollywood, un
docu-reality che racconta
Hollywood attraverso gli
occhi di una della regine
dello showbiz, Jo Champa.
In onda ogni giorno, da
oggi al 27 febbraio, alle 21.
Il tutto fino allattesissima
Notte degli Oscar 2016, che
verr trasmessa in diretta
su questo canale, domenica
28 febbraio a partire dalle
22.50.
Programmazione Oscar
Sky Cinema Oscar

1.77
1.67
$.('
*.+'
*.('
*.'7
+7.5'
++.77

65.+'  + 27  .!07-6


7.57    
 0>-.<(
+.+7  +  .!07-B(0.

 
+'.('
+2.57
+1.''
+$.77
+*.57
+*.(7
66.('
7.(7
6.+7

   ,",     ,",  .!07-B(0.


  ,",  %B(.
    ,",   ,",    ,",  
   >7(
6.+'   .!07-B(0.


+1.57     ,(<A
+*.+'      
0>-.<7(0
67.+'      06
6+.+7   0 
     
65.77    06
7.+'  

    06
+.57        
  0>-.<7(0

+5.77
+5.6'
+(.77
+'.(7


   ,",
 ,",     06
  .!07-6
 6 .!07-B(0.
    

    06
    )
  <<>,(<
 6  .!07-6
   .!07-6
  ,",     

,",+1.+7
+$.7'
+$.5'
+$.('
+*.5'
67.57
6+.7'
6+.'7
66.(7
66.''
65.('
7.57

    76


     06
  .!07-B(0.
*7#      .!6
  
 ++ ,", 6 .!07-B(0.
 ,",  ,", 6 .!07-B(0.
   .!07-6
 6   .!07-6
 6   
  

.!07-B(0.

1.77  ,",1.'7     


   
*.('      
++.77      .!07-6
++.57        .!6
+6.77  5 .!07-B(0.
+6.6'      .!6
+6.''       .!6
+5.6'       
   .!6
+(.77    .!07-B(0.
+(.67  5 .!07-B(0.
+(.''   0>-.<(
+2.57    <<>,(<
+1.''   .!07-B(0.
+$.77        06
+$.''  5 .!07-B(0.
+*.77  5 .!07-B(0.
+*.57    .!07-B(0.
67.77  (<067.+7 
   
 

<<>,(<
   (<(0.
 5 .!07-B(0.
   .!07-B(0.
 
   0>-.<(
7.('  5 .!07-B(0.

6+.('
65.57
65.('
65.'7


+6.+'    ,",+5.+'
   3<<0,0
+(.+'    
 
   
+2.('    76
+1.('     06
+$.('  

0>-.<7(0
+*.('
   3<<0,0
6+.+7      
65.+'
0  
  

2.('  ( 
 

<<>,(<
+'.57      <<>,(<
+'.''  ,",+2.('    !
   
+1.'7 .  .!07-B(0.
+$.''  ( .!07-B(0.
+*.57 .  .!07-B(0.
+*.5'  0

(<(0.
6+.+'     
  

7--<(0 48 2//25


66.77 .  .!07-B(0.
65.+7   
    
7.(' .  .!07-B(0.

 
+$.6'
+$.57
+*.77
+*.'7
67.(7
67.'7
6+.+'
6+.67
65.(7

  

  .!07-B(0.
     06
  06 >,<>7
 0 
 >7(
  %B(.
 06 >,<>7
    
    <70
!  
  06

+1.77
+1.7'
+1.57
+*.57

   0
??.<>7 48 2/ :56
( (&, (<&(6
)  )
  
0--( 48 =CC 56
( !!
0@,,6
)  ""
6+.77     
0--( 4< 2/#256
( 7(0 0.(,,(6
)  ""
   

0--( 48 =CC256
( 80. ,00-6
)  )
  

   
0--( 4< 2/ $56
( 88(-0 70(8(6
)  '$


 
B(0. 48 =CC/56
( 0<< ..6
) 
(
  
7--<(0 4>8 2//=56
( B
>&7-..6
)  ""
 
.(-B(0. 48 =CCC56
( ,3& 0.%6
)  )
6+.67   
 /
0--( 4< =C2#56
( 0,0 .0?86
)  
    
(0%7"0 48 =C2C56
( 0- 00376
)  "!

67.57   (


6+.77    
( !
6+.77   
(
6+.77    
   ( 
6+.6'    (
6+.'7 6   (
6+.''    
( !
6+.'' 
  
( 
66.+' 6   (

+$.'7  
") 
+*.+7    ) 
+*.67   ") 
+*.('   
") 
67.+7    

") 
67.+7   
) 
67.5'    

") 
6+.77    
") 

67.57
67.('
6+.57
66.57
65.57

    .!07-B(0.
 1$ 0>-.<(
  0>-.<(
.... 
    0>-.<(
      06
      06
     06
    0>-.<(
....     
  0>-.<(

+$.77
+*.(7
6+.+'
7.+'
+.'7

   
  '7   
  .!07-B(0.
 
%B(.
    
    
     % 
     
  0 
  .!07-B(0.


 

  

+$.('     
(
+*.7' 0 
( 
+*.+7     
( !
+*.+7     
(
+*.5'   (
67.77   (
67.77    
( 
67.7'     
( !

.!07-B(0.
  03
  ,.<
   03
   <<>,(<
   >(B

+5.(7
+(.+7
+2.77
+2.57
+$.('
+*.''  '    

.!07-B(0.
67.77  ' .!07-B(0.
67.5' .  .!07-B(0.
67.(7       

7(<
6+.+7 0   

+6.(7
+(.5'
+2.57
+2.''
+$.''
67.''
6+.77
65.7'
+.7'

  0 
   
  & .!07-6
    
     

     
   &0@
    
   
      
 
 &0@

1.(7      7<0.


1.('   7<0.
$.(7   )  
  
*.(7 .  .!07-B(0.
+7.(7     
 
++.6' .  .!07-B(0.
+6.6'    .!07-6
+6.'' .  .!07-B(0.
+5.7'    .!6
+5.('    
+(.(' .  .!07-B(0.
+2.57   
 
+1.7'
+$.57
+$.''
+*.77

.<8(.B 48 =CC$5


.  .!07-B(0.
   .!07-6
.  .!07-B(0.

  0     
     
67.77 .  .!07-B(0.
6+.+7      

7(<
7.57  ,",+.57  ' 

.(-B(0. 48 =C2C5


66.+7 .  .!07-B(0.
65.7'   

.!07-B(0.
6.77 .  .!07-B(0.

??.<>7 48 =C2C5


7.6' .  .!07-B(0.

6.57    


+.57   


  .!6


+'.(7    ,",+1.67     
  ? -0?(
+$.7*   .!07-B(0.
+$.+6 .  .!07-B(0.
+$.+(       
+*.67 .
  
    ,",6+.+7    
    ? -0?(
66.+(   .!07-B(0.

 

   ,",  ,",   ,",  ,",   ,",  ,",   ,",
   ,",
   
  ?65.5'  6( .!07-B(0.

, 370%7-- <0
708030 7!"0 0?(
,8&  88%. <-3
1.'7   <<>,(<
*.('   <<>,(<
++.77 0  
  

<<>,(<
+6.77      

<<>,(<
+6.('    

.!07-B(0.
+5.57  1 .!07-B(0.
+(.77  1 


.!07-B(0.
+(.67    
  
+2.+'   ,",+$.+' 0  

,",67.77  1 .!07-B(0.


67.5'    <<>,(<
6+.+7   0   

8<7. 48 2/##5


65.+7      

8<7. 48 2/9#5


+.67    <<>,(<
+.''   
5.5'   <<>,(<

  
+(.57     >7(
+'.6'     
(.(87(
+1.+'   0<(B(7(0
+1.67      
3<<0,0
+*.67   %B(.
+*.57    (.(87(
6+.67    (.(87(
65.+7   
,",-

   
+2.('
+2.'7
+1.5'
+*.67
+*.6'
67.+'
67.67
6+.+7
66.'7

2.77  1   


+5.7'
+'.+7
+1.+7
+$.+7
+$.''
+*.77
67.7'
6+.+7
+.67

 
+2.+'    
   
+$.77    
0>-.<(
+$.57  6777 .!07-B(0.
+*.77  6777
+*.57     
67.77    
67.57 
6+.7'   
66.77  <<>,(<


   
    
  
   
 1
.!07-B(0.

   

   
    
   
  

 
+(.5'
+'.7'
+'.''
+2.'7
+1.('
+$.5'
+*.57

      06
    ??.<>7
  !   ??6
  ! 
      6
    ??6
   
0>-.<7(0
67.67     06
6+.+7   0<07(
66.''   

 




+$.(7 
7--<(0 4< 2/:256
( (&7 ,(8&76
)  ""
+$.''   
7--<(0 48 =C2$56
( .' 7 ,,6
)  "!
+*.+'  
.<8<(0 48 =C2$56
( 07< <70-7%6
)  


B(0. 4(. =CC=56
( &.% )-1>6
) 
(
+*.67

 )

  
0--( 48 =CC/56
( <7 &,80-6
)  )

.!07-B(0.
1.''   .!07-B(0.
$.(' 
! 
   0>-.<(
+7.57   <<>,(<
++.77  <<>,(<
+5.77  ' .!07-B(0.
+5.5' . 

 
+5.'7
+2.77
+1.('
+1.'7

  

+6.'7      
3<<0,0
+(.67  0 06
+2.+7     06
+1.+7    06
+$.+7   06
6+.+7   06
65.7'   06
7.7'  
 
0>-.<7(0

2.77    

.!07-B(0.
1.''     (<0$.6'   
0  
*.7' .  .!07-B(0.
+7.57  <<6
++.57  ( .!07-B(0.
++.'' .  .!07-B(0.
+6.77      !6
+5.77      !6
+(.77    


 
 


 

   

66.57  


0--( 4< =C2$56
( 7%(0 8806
)  )
66.5'   
   
7--<(0 48 =C2$56
( -- 8.<6
)  ""
66.(7   
.<8(.B 48 =C2#56
( . 87,(<6
) 
(
66.(' 
<07(0 4< 2/9C56
( 7%* 6 0.7>+6
)  ""
66.''      
0--( 4< 2/ 256
( 88(-0 70(8(6
)  '$

+5.6'  ! 
 

  )


   (7<<


)  !$ %
+5.(7  !  
   )

   (7<<
(  !$"
+'.''  !   
 ) 
(7<< (  !$"
+'.''  !  
 ) 
  (7<<
)  !$ '"
+$.77  !   
 ) 

(7<< ) ' !
67.('  !    
)   (7<<
) ' !

+7.'6
++.('
+6.52
+5.61
+(.+*
+'.++
+2.7+
+2.'6
+1.51
+1.(*
+$.(+
+*.56
67.65
6+.+'

6+.+7 
   '
) 
66.+7 
   '
) 
66.(7  
") 
66.'' 
 
") 
65.+7  
   ) 
65.+'  
") 
65.(' 
") 

+$.6'  " )&


!
+$.57    "
+*.+'   

!
+*.67    ) 
    
 "
+*.(7   

!
67.77  & !
67.6'  ! 
   
!



  
 

    


 !6

 ,",
 ,",
 ,",  ,",
    ,",
    ,",   ,",  ) ,20- '.@8

      !6

      !6

      !6

      !6

    

+(.77    

,",-

+*.57      67+'3+2

66.72 
    

,",66.'1     

,",65.'7      !6

+6.7' 

!' 
+5.5'     
!'  &
+5.(7   
!' 
+5.('   (   
!'  &
+'.6' 0   
!' 
+2.+7 
  
!'  &
+1.6'    
!' 

.!07-B(0.
+(.57  

.!07-B(0. 307<(?
+'.57    

.!07-B(0.
+2.77    

.!07-B(0.
+2.57    

.!07-B(0.
+1.77   + 67+'3+2
   )   307<
+*.77    

.!07-B(0.
307<
67.('     
 )   307<
66.(7      67+'3+2

307<

+1.'7 0 
  
 
!'  &
+*.+7      
  
  !'

+*.57     
!'  &
6+.+'  !  


!' 
6+.+'  
 6
!'  &

Corriere della Sera Sabato 20 Febbraio 2016

63
#

Sul web
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso
Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

A FIL DI RETE di Aldo Grasso

Maggioranza assoluta, quando manca la forza delle idee


Vincitori e vinti

ra da tempo che non si vedeva un programma cos insulso. Presentato come un


talk modellato sulle primarie americane
(!) si risolto infine nel trionfo dei luoghi
comuni, con la vittoria del comico Andrea
Pucci, uno che dice ancora io ho un sacco di amici gay che tra di loro si dicono ricchioni.
Lo schema questo: cinque duellanti si affrontano in quattro round a eliminazione diretta. Devono combattere con le loro opinioni (se ne hanno) e soprattutto con lesposizione retorica delle
medesime. Senza girarci troppo attorno, Maggioranza assoluta uno di quei programmi che si
regge solo sulla brillantezza della conduzione e

sulla consistenza degli ospiti. Due dimostrazioni


decisive: Pier Luigi Pardo, il conduttore, un simpatico caciarone (laffettuoso termine con cui definirlo sarebbe un altro) e Filippo Facci, il concorrente che aveva pi cose da dire, stato il primo a
essere eliminato dal pubblico (Italia 1, gioved,
23.30).
Gi, il pubblico. Sono infatti gli spettatori, attraverso lormai fastidiosissimo coinvolgimento dei
social, a determinare landamento delle sfide. Davvero un bel pubblico, se a perdere stato Facci e a
vincere Pucci! Gli altri sfidanti, stimolati dallo
sguardo severo e inutile di Irene Pivetti, erano Roberto Formigoni, Vladimir Luxuria e Francesca

ALTRIMENTI CI...
Bud Spencer
Evergreen su Rete4:
gli spettatori sono
1.317.000,
per una share del 5,1%
VIRUS. IL CONTAGIO...
Nicola Porro
I talk affaticati: per quello
di Rai2 gli spettatori
sono 957.000,
4% di share



  

 0( 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA

  

 












#( 





















( #!. 





















 




Barra. Per dare pi vivacit al programma non solo


si sono affrontati temi delicati come le unioni civili, la sex revolution, il pansessualismo, lillegittima
difesa, insomma cosucce da niente, ma gli interventi molto modesti dei concorrenti sono stati inframmezzati da storie, schede, testimonianze e
soprattutto dagli squittii di Giorgia Crivello, un
volto emergente nel mondo dei blogger. Riusciva
a pescare dal favoloso mondo dei social solo i
contributi pi scriteriati. Per non parlare della regia di Roberto Cenci, a stento salvata dal montaggio. Il sottotitolo della trasmissione la forza delle idee. Giusto quelle che mancavano.

/81('

 )(%
3LHQD

 0$5
8OWLPR 4XDUWR

 0$5
1XRYD

 0$5
3ULPR 4XDUWR

0$57('

0(5&2/('

% '!
%&'

!&'
 !

 -

!% !
!! 
 !)
 ! 
% -
%(

6DEDWR D WUDWWL LQVWDELOH DO 6XG FRQ TXDOFKH DFTXD]]RQH VX 3XJOLD &DODEULD &LOHQWR H 0ROLVH EHOOR DOWURYH 'RPHQLFD EHQ VROHJJLDWD VDOYR
QXEL PDULWWLPH DQFKH FRPSDWWH VX /LJXULD H 7RVFDQD TXDOFKH DGGHQVDPHQWR VXO EDVVR 7LUUHQR $YYLR GL VHWWLPDQD GLVFUHWR SHJJLRUD
SHU GD PDUWHG DO 1RUGHVW

$#(
 
"!&&!
%


 

"!

8QD SURIRQGD FLUFROD]LRQH GHSUHVVLRQDULD


FHQWUDWD VXOO
,VODQGD WLHQH DQFRUD VRWWR VFDFFR
O
(XURSD VHWWHQWULRQDOH GDO 5HJQR 8QLWR DOOD
6FDQGLQDYLD FRQ IRUWL YHQWL SLRJJH DEERQGDQWL
H QHYLFDWH VXOOD 3HQLVROD VFDQGLQDYD ILQR D
EDVVD TXRWD /D VDFFDWXUD DVVRFLDWD DO PLQLPR
ULHVFH D SHQHWUDUH DQFKH VXOO
(XURSD
FHQWURRULHQWDOH GRYH VL UDFFRUGD FRQ XQ IOXVVR
GL FRUUHQWL SL IUHGGH GL PDWULFH FRQWLQHQWDOH
SURYHQLHQWL GDOOD 5XVVLD 1H FRQVHJXH XQ WLSR
GL WHPSR JULJLR H SLRYRVR DQFKH VX *HUPDQLD
3RORQLD (XURSD GDQXELDQD %DOFDQL H *UHFLD
FRQ QHYLFDWH ILQR D EDVVD TXRWD WUD 5RPDQLD
8FUDLQD H 3RORQLD ,O WHPSR PLJOLRUH VX 3HQLVROD
LEHULFD )UDQFLD H 0HGLWHUUDQHR FHQWUDOH JUD]LH
DOO
DOWD SUHVVLRQH

!' -

' -%!

%

   







#).
#(!#

!#
(!.#
!2
().








!#1
##!
(!2
(0
!#!
'&0








# 
 $#))#
$#
(
#.!2
.!2(#








%!

% (
.!
( #
(#
(




+HOVLQNL

.

#$(.#

#

#1)  $#(

1



.

        

%

&'
%

-
%&



+

















1
1
1
1
6
1
6

%
!&&
'
%'
*
%-
+



+

















6
1
6
6
6
6
6

!%
$#*

&&

!



$PVWHUGDP

9DUVDYLD



+

















6
6
3
6
6
6
6

%
%
%*
&%
&
'-
" %



+

















6
6
1
1
6
1
6


%
%'
%&'

-
%



+

















  


6
6
1
1
1
1
1





(!#




+





3 &'*
3 %
 $#(




+



 1 %
 3 &
#$(.#



 1

%XFDUHVW

0LODQR




%DUFHOORQD

7LUDQD

5RPD

/LVERQD





+



 6 %
 6 
#1)


 &

 3
 

1
2
3



%HLUXW



7ULSROL

1
4
7
1

6
2 8

LA SOLUZIONE DI IERI
4
7
8
3
5
2
1
6
9

2
9
5
6
8
1
3
4
7

6
4
2
1
3
7
9
8
5

5
3
7
9
6
8
4
1
2

1
8
9
2
4
5
6
7
3

9
2
3
4
7
6
8
5
1

8
6
1
5
2
9
7
3
4

7
5
4
8
1
3
2
9
6

 %!

!

Come si gioca
Bisogna riempire la
griglia in modo che ogni
riga, colonna e riquadro
contengano una sola
volta i numeri da 1 a 9
Altri giochi su www.corriere.it

 '!
* !%








!&  &
''  &&!

& 





 % &!
, ,

%'

*&

(



 !()%



3
1
6
7
9
4
5
2
8

(.(

,O &DLUR

 




+

7
6

   
%&



%'
%

)(.

$OJHUL



2
5

).)

$QNDUD

$WHQH

!,!

 ! 

%'


).

7EOLVL





0DGULG




   


SUDOKU DIABOLICO
6 8
7

. 

%XGDSHVW

0RQDFR

%'

+

 3 %



 3 %*,&

 #
 01##)#

 .
.LHY

3DULJL

/LRQH

 !
 


&&
%&&

/RQGUD





$## #))#
#.# #))#
#.# ..#

        
&'%
'

0LQVN



 
  
  
#(2 3,/ #(2 , #(2 +,* #(2 ,"

0RVFD


&RSHQDJKHQ







01##


'
%&&

6WRFFROPD

(GLPEXUJR

'XEOLQR

2VOR




 
#

 .
 .


5H\NMDYLN

!
  %! %
 !!
( !& %&





%!

!&

( 






''  "!

64
#

Sabato 20 Febbraio 2016 Corriere della Sera

Potrebbero piacerti anche