Sei sulla pagina 1di 3

La parallasse e la distanza delle stelle La parallasse annua uno dei metodi pi precisi per la misurazione della distanza stellare.

. La distanza delle stelle pi vicine (entro 100 anni luce circa) si misura con il metodo della parallasse. Per metterlo in pratica si deve misurare due volte la posizione di una stella a distanza di sei mesi. In questo periodo la Terra ha percorso met della propria orbita, e quindi la seconda osservazione viene fatta a circa 300 milioni di Km di distanza dalla prima (il raggio dellorbita terrestre di circa 150 milioni di Km).

La misura precisa dellangolo di spostamento (che per definizione il doppio della parallasse) permette di risalire alla distanza della stella. La relazione tra la distanza e la parallasse data dalla formula: d = r / sen p nella quale d la distanza della stella, r la base di triangolazione (ovvero il semiasse maggiore dellorbita terrestre, pari a 149597870 km) e p langolo di parallasse.

Parsec deriva dalla contrazione delle parole parallasse-secondo e indica la distanza alla quale il semiasse maggiore della Terra (151 milioni di chilometri) sottende un arco di un secondo. Un secondo darco (simbolo 1) equivale ad 1/60 di primo e ad 1/3600 di grado. Per vedere il raggio dellorbita terrestre cosi piccolo e necessario porsi alla distanza di 3.26 anni luce (un parsec, appunto). Questa unita di misura fu introdotta per lo studio delle distanze stellari calcolate in base alla loro parallasse annua, ovvero il loro spostamento apparente rispetto alle stelle di fondo a causa del movimento della Terra attorno al Sole. La stella piu vicina alla Terra, Proxima Centauri, dimostra una parallasse annua di poco inferiore ad un secondo darco e si trova quindi a poco piu di un parsec dalla Terra (esattamente 4.3 anni luce)

Un parsec corrisponde quindi a 3606060/2 UA = 2,062 648 062 5105 UA = 3,085 677 580 666 311016 m 3,26147086 anni luce. Per motivi storici, gli astronomi in genere usano il parsec per le distanze astronomiche, invece degli anni luce. La prima misurazione diretta di un oggetto a distanze interstellari (della stella 61 Cygni), eseguita da Friedrich Wilhelm Bessel nel 1838, fu fatta basandosi sulla trigonometria, utilizzando l'ampiezza dell'orbita terrestre come linea di base. Il parsec, calcolato sempre in modo trigonometrico, geometricamente il cateto lungo del triangolo rettangolo che ha come base l'Unit Astronomica, e come angolo al vertice un secondo (1") di grado sessagesimale. 2

Pi vicina una stella, pi la sua parallasse grande. Ma nessuna stella conosciuta ha una parallasse maggiore di 1 secondo d'arco, eccezion fatta per il Sole, perch nessuna stella abbastanza vicina. A causa della piccolezza degli spostamenti parallattici, le osservazioni da terra forniscono misure affidabili per distanze stellari non pi grandi di circa 100 parsec (325 anni luce),